MONS. ANTONIO LIVI È VIVO. MA È MALATO, E BISOGNOSO DI AIUTO.

25 Gennaio 2019 Pubblicato da --

Marco Tosatti

Chi non vuole che mons. Antonio Livi sia aiutato? In queste ore ha cominciato a diffondersi una richiesta di aiuto per il sacerdote, gravemente ammalato, e in serie difficoltà economiche; e anche Stilum Curiae se ne è fatta voce, come potete vedere dal blog postato prima di questo. 

Un lettore di Stilum Curiae che si trovava nella zona di Tolfa, ha telefonato alla diocesi  di Civitavecchia per avere il suo indirizzo e andarlo a trovare. Una persona non identificata gli ha risposto: “Don Antonio Livi è morto”. 

Ecco i punti salienti del messaggio che l’amico mi ha inviato:

Ricapitolo: 1) Alla diocesi di Civitavecchia per telefono mi hanno detto che don Antonio Livi è morto. 2) Una seconda telefonata, alla stessa Diocesi, per bocca del parroco di Tolfa, don Giovanni, mi dice che a Tolfa non risiede nessun don Antonio Livi. 

Da quel momento, ignoro come, sui social è cominciato il tam tam della scomparsa del teologo, una trappola in cui sono cadute anche persone in buona fede e certo vicine a Don Livi, che hanno pubblicato la notizia sul loro profilo.

Siamo in grado di dirvi che mons. Livi è vivo, molto malato, e bisognoso di aiuto.

Resta da chiedersi chi siano coloro che non vogliono che mons. Livi sia aiutato. 



Oggi è il 148° giorno in cui il pontefice regnante non ha, ancora, risposto.

Quando ha saputo che McCarrick era un un uomo perverso, un predatore omosessuale seriale?

È vero o non è vero che mons. Viganò l’ha avvertita il 23 giugno 2013?

Joseph Fessio, sj: “Sia un uomo. Si alzi in piedi, e risponda”.


Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa” fino a quando non fu troppo molesto.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina


Libri di Marco Tosatti

Se siete interessati a un libro, cliccate sul titolo….




UNO STILUM NELLA CARNE. 2017: DIARIO IMPIETOSO DI UNA CHIESA IN USCITA (E CADUTA) LIBERA

FATIMA, IL SEGRETO NON SVELATO E IL FUTURO DELLA CHIESA

  SANTI INDEMONIATI: CASI STRAORDINARI DI POSSESSIONE

  PADRE PIO CONTRO SATANA. LA BATTAGLIA FINALE

  Padre Pío contra Satanás

Tag: ,

Categoria:

Questo articolo è stato scritto da wp_7512482

41 commenti

  • Dana ha detto:

    Quanti hanno sostenuto mons. Livi non sono stati ingannati , Leggere qui https://www.marcotosatti.com/2019/01/31/una-dichiarazione-di-mons-antonio-livi-sulle-sue-condizioni/

  • er ha detto:

    Riguardo alla situazione di mons. Livi, Danilo Quinto pubblica questa dichiarazione:
    https://gloria.tv/article/xBzA2rZ2DWox64q1p1KwNDugA

  • cinzia ha detto:

    qui http://chiesaepostconcilio.blogspot.com/ è scritto che mons. Livi non ha fatto alcuna richiesta di aiuto economico e che quindi quanti lo hanno sostenuto sono stati ingannati. Qualcuno puo’ fare luce su questo? Grazie

  • CARMELO ha detto:

    Caro dott. Tosatti, se avesse un canale da cui attingere informazioni attendibili su Mons. Livi, per favore passi anche a noi quelle informazioni. A volte le informazioni tempestive possono rivelarsi di estremo aiuto. Grazie

  • Astore da Cerquapalmata ha detto:

    La faziosità di tanti ridicoli LECCHINI si nota quando accomunano chi non la pensa come loro come “tradizionalisti”, anche se ammettono il Vaticano II, considerano Papa Francesco il Papa legittimo e ne apprezzano certe posizioni (ma non TUTTE).
    Come penso sia il caso di Mons. LIVI, che però, per il solo fatto di difendere la Tradizione, viene considerato un tradizionalista.
    Quanto fanno ridere gli adulatori quando si sforzano con impegno per accomodare certi FATTI con la dottrina della Chiesa!
    Andiamo ai fatti. Gran parte della CONFUSIONE che regna tra i fedeli potrebbe risolversi con un chiarimento.
    Perché allora non chiarire. Quale il motivo vero?
    Ad esempio: che ne pensa del preservativo? L’argomento sembra tabù.
    L’omosessualità, oltre ad essere un’immaturità, è anche peccato mortale?
    Gli abusi sessuali del clero si devono ridurre a clericalismo o sono anche un vizio abominevole?
    Perché dopo 5 anni il Vaticano pullula ancora di omosessuali?
    Perché il Papa non ha smentito SUBITO Viganò? Perché Vigano ha le prove che dice il vero? Se così, non ci sarebbe nulla di male nell’ammettere un errore!
    L’UE è un dogma o si può dissentire?
    Il sovranismo è peccato mortale?
    L’unico modo di aiutare gli africani è indirizzare tutte le risorse per farli emigrare, o è ammessa anche la COOPERAZIONE, che aiuti a far cessare le violenze e perciò l’immigrazione, salvando molte più vite?
    Che ne pensa il Papa della Clinton che è una super abortista? Ammira ancora svisceratamente la Bonino?
    L’islamismo è un pericoloso come il tradizionalismo cattolico? Se sì, perché, visto che non risulta che i lefreviani, che pure sono scismatici, abbiamo mai commesso attentati?
    Che ne pensa del peccato originale? Domanda strana? Forse, ma sarà che in 5 anni non ho mai sentito il Papa fare riferimento al peccato originale. Forse non sono stato attento, ma se uno non parla MAI di una cosa così FONDAMENTALE, certo non si può dire che la nega, né, tanto meno, la insegna, ma, forse, non si può dire con certezza nemmeno che ci creda.
    Chiarire è una cosa da nulla, che però avrebbe vantaggi enormi per le anime.
    Anime? Ma certi lecchini adulatori ci credono ancora alla salvezza dell’anima?

    • Mario Gallo ha detto:

      Hai perfettamente ragione . Ci sono due binari e sopra ciascuno corre un treno . O sali su un treno o sali sull’altro . Su un treno c’è la Verità, sull’altro la menzogna.

  • giulia anna meloni ha detto:

    in questa intervista ,mons.Antonio Livi lamenta personalmente la sua povertà economica in seguito alla persecuzione che subisce dalla Chiesa occupata di Roma.
    https://gloria.tv/video/36x8A4oo6yDK3WQbp4fCdqBzc

    Dr.tosatti ,non c’è tempo più tempo per molte discussioni,dobbiamo aiutarlo adesso e in modo diretto. Per evitare che l’aiuto economico si perda per strada ,ci faccia sapere dove versare un contributo immediato per aiutare questo vero apostolo di Cristo.Il Signore le renda merito,grazie.

  • Nicola B. ha detto:

    Considerazione amara. Forse se Mons Livi si convertisse all’ islam ( cosa che ovviamente non farà mai) sarebbe trattato meglio dalle alte sfere vaticane. Allego la storia di alcuni clandestini musulmani dell’ultimo CARA in dismissione, a cui è stato tolto il permesso umanitario in quanto non provenienti da Paesi in guerra ma unicamente arrivati da noi per farsi manternere a sbafo dagli italiani . Ed è perciò che sono stati ” accolti ” da una squadra dilettantistica del Vaticano per dare ” un segnale di accoglienza…..”. Ovviamente il Vaticano per questa ” operazione di immagine “non sborsa un euro ma il tutto serve per dare uno schiaffo a Salvini come al solito. Nella squadra cristiana i ” clandestini dilettanti ” guarda un po’ SONO TUTTI MUSSULMANI. Ecco perche dicevo amaramente che se Mons Livi si facesse musulmano sarebbe ” accolto” meglio dalle alte sfere vaticane…..

    Cara di Castelnuovo di Porto, il Vaticano ‘adotta’ tre migranti. E li fa membri del suo team sportivo – Il Fatto Quotidiano
    https://www.ilfattoquotidiano.it/2019/01/25/cara-di-castelnuovo-di-porto-il-vaticano-adotta-tre-migranti-e-li-fa-membri-del-suo-team-sportivo/4923099/

  • Cesare Baronio ha detto:

    Preghiamo tutti per la salute di mons. Livi. Preghiamo perché egli possa avere il conforto della Grazia finale e dei Sacramenti, laddove essi dovessero rivelarsi necessari. Invito tutti i sacerdoti a celebrare il Santo Sacrificio per Monsignore.

    Esprimo anche il mio più duro sdegno per il miserabile comportamento – degno della peggior specie di apostati – di quanti in questo grave momento si sono permessi di augurare la morte ad un devoto sacerdote travagliato da un grave male.

    • Raffaele G. ha detto:

      Così sia. Amen.

    • A.F. ha detto:

      @ Giulia Meloni
      ”in questa intervista ,mons.Antonio Livi lamenta personalmente la sua povertà economica in seguito alla persecuzione che subisce dalla Chiesa occupata di Roma.”

      Sarebbe interessante sapere cos’ha fatto la Chiesa okkupata per ridurlo in povertà. Lo hanno privato dei diritti retributivi/previdenziali che hanno gli altri presbiteri??

  • Luigi l.m. ha detto:

    ERRATA CORRIGE: È MORTO 20 GIORNI FA…DEL 2014. SCUSI!!

  • Luigi l.m. ha detto:

    TOSATTI NESSUN COMPLOTTO.
    MONS. LIVI EFFETTIVAMENTE È MORTO: SI CHIAMAVA ANGIOLO E NON ANTONIO, È MORTO 20 GIORNI FA CIRCA E LA NOTIZIA È GIRATA X’ ULTRACENTENARIO.
    IN DIOCESI AVRANNO CONFUSO IL LIVI O HANNO DETTO CHE L’ANTONIO NON È DI QUELLA DIOCESI, INFATTI È DELLA DIOCESI DI ROMA.
    IL CASINO SUI SOCIAL LO HA FATTO LA DOTT.SSA DE MARI CHE SI È POI SCUSATA. SU WIKIPEDIA HANNO FATTO L’AGGIORNAMENTO CON LA CONSUETA VELOCITÀ MA È STATO RETTIFICATO SUBITO E POI ELIMINATO DA UN RESPONSABILE. EFFETTI COLLATERALI DEL WEB DOVE QUALSIASI CRETINATA SCRITTA DA QUALSIASI CRETINO FA NOTIZIA E TROVA ALTRI CRETINI PRONTI A CREDERCI (NON PARLO DELLA DE MARI CHE CRETINA NON È: ECCEZIONE ALLA REGOLA). COMUNQUE C’È GIÀ CHI SOSTIENE CHE L’AGGIORNAMENTO DI WIKIPEDIA SIA DOVUTO ALLA LOBBY EBRAICOGIUDAICAMASSONBERGOGLIANA CHE NATURALMENTE LA CONTROLLA. UNA CRETINATA TIRA L’ALTRA.

    PARLANDO DI COSE SERIE…COS’HA MONS. LIVI E COME MAI È INDIGENTE?

    • Paolo Pagliaro ha detto:

      Monsignor Angiolo Livi era un sacerdote della diocesi di FIRENZE.

      Priore della basilica di San Lorenzo, nel cuore di Firenze, è morto intorno a Natale del 2014 (duemilaquattordici) – quasi 20 giorni fa, vedo…

      C’è qualche altro monsignor Livi, in Italia o nel mondo, della cui morte si possa essere informati chiamando la diocesi di Civitavecchia?

      PS: Mi scusi per non aver scritto tutto in maiuscolo, come si usa dalle sue parti.

      • Luigi l.m. ha detto:

        SIGNOR PAOLO, DEL 2014 AVEVO SCRITTO IO NELL’ERRATA CORRIGE.
        TI SPIEGO MEGLIO: CI SONO DUE ARTICOLI DOVE SI PARLA DEL LIVI MORTO CHE SEMBRANO DATATI 28 DIC. 2018. LA DOTT.SSA DE MARI LI HA VISTI E HA PENSATO CHE FOSSE DA POCO MORTO LIVI ANTONIO. HA MESSO UN INTERVENTO SU FACEBOOK E POI LO HA TOLTO SCUSANDOSI. NEL MENTRE QUALCUNO LO HA LETTO E PER QUALCHE ORA È GIRATA LA NOTIZIA SBAGLIATA.
        PER QUANTO RIGUARDA LA DIOCESI, IO PARLAVO DI QUELLA DI DON ANTONIO E NON DI QUELLA DI DON ANGIOLO.

  • Valeria Fusetti ha detto:

    Caro dr. Tosatti, tempo fa in Fides et Ratio c’ era la notizia che mons. Livi era ammalato ed era in cura a Siena, dove aveva trovato un bravo dottore. Per cui dovrebbe essere ancora a Siena. Forse la dr.ssa De Mari ha qualche notizia in merito. Sullo stesso blog sino a poche ore fa non c’ era niente, ora ( ho guardato in questo momento) invece c’ è un comunicato che conferma quanto da lei pubblicato. Per cui è vivo, ed allora dobbiamo aiutarlo per quanto possiamo, ed in ogni caso non sarà mai quanto lui ha fatto e fa per noi. È per tutta la Chiesa, compresi quei rospi che non nomino ! Grazie anche a lei.

  • Nicola B. ha detto:

    Ho comunicato la notizia della grave situazione di salute di Mons Antonio Livi (allegando i due link con la notizia) a :

    Redazione Riscossa Cristiana
    Redazione de La Nuova Bussola Quotidiana
    Redazione Messa in latino
    Redazione Sposati e sii sottomessa ( blog di Costanza Miriano)

    Invito tutti i lettori ad inviare e-mail ad altri siti cattolici doc per fare conoscere la situazione di Mons Livi e per sostenere l’iniziativa. Grazie.

  • GAZZOLI CLAUDIO ha detto:

    Mons. Antonio Livi è un eroe del nostro tempo. In questa intervista dichiara di essere stato privato della pensione da parte dell’Università per cui lavorava, ovviamente per le sue idee non allineate. Inoltre lo hanno boicottato in tutti i modi, con metodi da regime… Molto interessante quello che dice dal minuto 37 in avanti e che coinvolge anche il responsabile di questo blog….
    https://gloria.tv/video/36x8A4oo6yDK3WQbp4fCdqBzc

  • lucis ha detto:

    Mons. Livi ha osato toccare il vero capo della “piovra” eretica (in questo Minutella ha ragione) il vero papa nero, ovvero Enzo Bianchi. in un certo senso è vero ciò che dice la curia: ecclesialmente è morto. La “piovra” non perdona

  • Adriana ha detto:

    Paul e
    Paolo di Tarso.
    Tanto accuratamente i fautori del pensiero unico progressista hanno bannato le più esigue tracce dell’idea di dannazione e di pentimento , da cancellare ogni segno di confine tra Bene e Male e da consegnare la società al ” dis-ordine ” e allo
    ” sconfinamento ” in nome dei ” processi dinamici ” delle coscienze tesi alla realizzazione di una “libertà libertaria ” data in dono a ciascun uomo .
    In altre parole : il Caos .
    Perciò sorge e si diffonde una nuova richiesta di “ordine ” in campo politico come in campo religioso …( A questo proposito ,uso le parole di M. Veneziani ) : ” Non è l’ultimo residuo di una pulsione reazionaria che viene dal passato , ma qualcosa di più radicale e di più globale che sorge nel presente : è la richiesta popolare di protezione dal ” disordine ” mondiale , dalla società troppo aperta , troppo liquida , senza regole né punti fermi…per non precipitare nel Caos e nello spaesamento .”
    E sappiamo Chi è il Signore che nel Kaos si diverte ed alletta con la vanità delle buone intenzioni i propri adepti .

  • Ángel Manuel González Fernández ha detto:

    Caro Direttore:
    Un altro eliminato e mette a uno dei suoi:
    https://katholisches.info/2019/01/24/besorgnis-in-lima-kardinal-cipriani-thorne-vor-der-abloesung/
    ttps://elcomercio.pe/lima/sucesos/carlos-gustavo-castillo-sera-sucesor-cipriani-arzobispo-lima-noticia-601091
    Affinché dopo Kasper dica che c’è “un complotto contro il Papa.”
    Saluti.

  • Fabio ha detto:

    Chissà come mai in questo curioso pontificato i cattolici sono buttati fuori e mesdi alla fame mentre tutti gli altri vanno bene….

  • EGT ha detto:

    ecco come aiutare mons Livi

    Intestatario: Antonio Livi
    conto:
    Intesa San Paolo
    Filale di Tolfa
    IT35 P030 6939 4610 0000 0051 122

    • Marco Matteucci ha detto:

      Chiedo scusa, ma non sarebbe più semplice creare una pagina apposita per una donazione online?

      • GMZ ha detto:

        Beh, direi di no: in ogni caso la pagina dovrebbe appoggiarsi ad un servizio di pagamento, e quindi torneremmo al punto di partenza.
        Forse si potrebbe pensare ad un servizio à la Patreon, ma qui ci sarebbero altri tipi di problemi.
        Iban e Postepay sono la cosa più naturale: spero quindi che le persone vicine a Mons. Livi si adoperino per agevolare chi non ha familiarità con i bonifici.
        Ossequi.

        • Marco Matteucci ha detto:

          Mi accusò se intervengo ancora.
          Io intendevo suggerire un modo di pagamento tipo quello che una telethon per pagare direttamente tramite telefono, ma forse in questo caso non su può fare. Grazie comunque di avermi risposto.
          Buona Domenica

    • Maurizio ha detto:

      Io come causale ho messo “Contributo per sostegno economico”…
      Spero sia una dizione corretta

  • Marco Matteucci ha detto:

    Caro direttore, molto semplicemente sono quelli che hanno provveduto in questi ultimi 5 anni a far “sparire”(non fisicamente …MA?!?) gli altri cardinali dei dubia, padre Stefano Manelli assieme ai Francescani dell’Immacolata, il card. Burke, il card. Sarah e quanti altri osino contrastare il nuovo corso dirigenziale vaticano!!!!

    Il compianto statista della DC Giulio Andreotti diceva: “a pensar male degli altri si fa peccato ma spesso ci si indovina)

    • Marco Matteucci ha detto:

      Bene hanno fatto il card. Viganò, fra’ Matthew Festing e tanti altri a dileguarsi …circola aria malsana oltre le mura leonine e non c’è Cavaliere o santo che ti possa difendere. C’è il rischio fondato di poter incappare in uno “scompenso” di misericordia …ALLA LARGA!

  • Adriana ha detto:

    ” Resta da chiedersi chi siano coloro che non vogliono che padre Livi sia aiutato ” . Chi siano , non lo so .
    Chi li comanda lo so : il Diavolo .

    • paoloditarso ha detto:

      sa Adriana, mons.Livi è stato l’unico monsignore a firmare la correctio filialis a Bergoglio . Se lei legge i suoi articoli , sempre inattaccabili , persino da parte di Tornielli-Spadaro, , lei intende chi non lo ama . Certo tra non amarlo e avversarlo , a fargli uno scherzo del genere , ce ne corre. Ma vede, l’odio generato in questo pontificato, verso chi non china la testa , chi non obbedisce , chi non rinnega la propria fede , non può non generare eccessi . In questo pontificato si è realizzato un fenomeno nuovo in questi ultimi anni . Non tanto la divisione fra i cattolici, quanto l’odio verso i tradizionalisti, conservatori , che per me e lei non sono altro che cattiolici fedeli alla dottrina di Cristo, ma per chi “ci odia” , noi rappresentiamo l’ostacolo alla realizzazione del regno della gnosi. Che Bergoglio sia consapevole o no ,non lo sapremo mai ,ma vede ciò che mi ha convinto ( alla fine , e prescindendo da innumerevoli altre prove ) a pensare questo , è stato la ripetuta ,ostinata interpretazione della volontà espressa dal Salvatore : “non veni vocare justos sed paccatores” , utilizzata per Pannella,Bonino, ecc. ma negata ai Cardinali dei dubia e ai sottoscrittori della correctio, tra cui appunto mons.Livi. Que màs ?

      • MASSIMILIANO ha detto:

        Eccco. Tutto perfetto e giustissimo. Ora però andatelo a spiegare al signor Emanuele… Saluti.
        Massimiliano.

      • paul ha detto:

        vede Paoloditarso, credo ci sia molto di più .Vada a leggere il blog di AMValli del 16gennaio. Ospita una lettera di un sacerdote di Fermo ( che si firma ! e si fa individuare ) sospeso ad divinis con 2 motivazioni : 1° nel canone della messa oltre al nome di Francesco inserisce quello di Benedetto XVI . 2° nella predica, manifesta , allo scopo di insegnare e difendere la dottrina , perplessità su quella di Bergoglio. Anche lui manifesta la perplessità sulla non risposta ai Dubia ( e quella derivante dalla lettura di AmorisLaetitia ) , ma anche l’incomprensione del licenziamento del card.Muller da prefetto per la dottrina della fede , ma anche lo smarrimento nel vedere la statua di Lutero esposta in vaticano, la incredulità nel non vedere il papa inginocchiarsi durante la celebrazione dell’Eucarestia, lo sgomento nel veder che padre J.Martin è suo collaboratore privilegiato , ecc. Perchè però scrive a Valli ? per esortare i suoi colleghi sacerdoti a difendere sempre la Verità e i laici a combattere la buona battaglia vicino ai loro sacerdoti , senza però MAI lasciarsi tentare di lasciare la Chiesa , qualsiasi cosa accada. La mia sintesi è che questo coraggioso sacerdote possa aver intuito che l’obiettivo di questo”disordine” in questo pontificato, sia proprio allontanare dalla chiesa i fedeli , provocare uno scisma .Perciò “resistenza” , senza fuga.

  • Raffaele G. ha detto:

    Ma dov’è? E come si può aiutarlo? Si può attraverso la fondazione di S. Martino di Tur e S. Pio da Petralcina?

    • wp_7512482 ha detto:

      Purtroppo non lo so. Chiedo a chi è più informato di me di condividere queste informazioni.