RVC: PERCHÈ LE ÉLITES CHE HANNO CREATO IL DISASTRO ORA VORREBBERO TOGLIERE IL VOTO AL POPOLO.

9 Dicembre 2018 Pubblicato da --

Marco Tosatti

Carissimi Stilumcuriali, ieri pomeriggio Romana Vulneratus Curia (RVC per amici e nemici) mi ha scritto una lettera che condivido in pieno, anzi di più. Avevo appena letto delle ovazioni che il popolo impellicciato e ingioiellato aveva tributato a Mattarella alla Scala, luogo in cui notoriamente si possono percepire i sentimenti profondi del popolo, e di come una su Twitter avesse commentato qualcosa del genere: meno male che il Presidente non lo può scegliere  la “massa ignorante”. Mi chiedo quale possa essere l’opinione di questa su argomenti un tempo delicati e controversi, quali il suffragio universale esteso alle donne (dopo la Seconda Guerra Mondiale). E sulla scelta fra pane e brioche  Ecco, quando ho letto RVC mi sono rallegrato. Non ero solo…

“Buongiorno Tosatti, se mi concede, farei due commenti rapidi e provocatori  su  due fatti riportati dai giornali di oggi  (ieri per chi legge, n.d.r.):

1°-Su La Verità di oggi leggo che il preside di un Istituto della provincia di Rovigo ha impedito al Vescovo l’ingresso con la motivazione di voler difendere la laicità  dell’istituzione didattica  da lui diretta, suppongo da  inquinamenti pericolosi di dottrina cattolica  che detto Vescovo avrebbe potuto “infiltrare”.  (La provocazione che segue prescinde totalmente dal vescovo che non conosco). Tosatti, mi lasci ora fare un accorato invito aperto a questo preside : <Caro preside, ma lei dove vive? Se lei realmente volesse oggi difendere la laicità del suo istituto, chi meglio di un vescovo (istruito dalla CEI di Bassetti) potrebbe aiutarla? Ma cosa crede, che un vescovo di oggi potrebbe venire nel suo istituto a parlare di Dio o dei Sacramenti, o (visto che festa è oggi) di che significa “Immacolata Concezione”?. No, verrebbe a parlare ai suoi alunni di immigrazione, ambiente, diseguaglianze, aiutando così quella educazione laica che lei sembra così tanto  preoccupato di difendere e valorizzare. Perbacco, caro preside, non lo ha capito? Ma dove vive lei ?!>.

2°- Su più quotidiani ho letto l’estratto dell’ultimo rapporto Censis che spiegherebbe che gli italiani han sempre più paura del futuro e stanno incattivendosi. Soprattutto quelli più incattiviti non vogliono più Rom sotto casa, non ne possono più degli immigrati e lasciano immaginare  che potrebbero preferire un Italexit dall’Europa e persino un governo autoritario e sovranista. Certo che questo Censis è un istituto  veramente indispensabile, infatti chi mai avrebbe immaginato tutto ciò?  Ma i risultati delle elezioni di giugno non lo hanno  chiaramente spiegato, forse?  Il risultato postelettorale  è stato che le “ élites” che  effettivamente governano di fatto, e vorrebbero farlo anche di diritto, han fatto chiaramente capire  che non si dovrebbe lasciare al voto dei cittadini una decisione così importante quale le elezioni che portano  a formare  un governo. Bene, dette élites hanno creato la crisi economica e non ne hanno saputo gestire gli effetti, hanno portato i Rom sotto casa, hanno riempito  il nostro paese di immigrati che costano infinite volte più di quanto non renderanno mai, hanno creato malessere economico e sociale, ma pretendono che i cittadini non si arrabbino. Caspita, che élites illuminate abbiamo ! Caro Tosatti, mi lasci anche fare una conclusione paradossale: potremmo persino perdonarle queste élites, perché non sanno quello che fanno… Ma potremo perdonare invece l’Autorità morale, che dovrebbe sapere quello che fa, e invece dà loro ragione, le incoraggia e talvolta persino le ispira?”.

RVC

Tosatti, all’ultima domanda, risponde di no.







Oggi è il 105° giorno in cui il Pontefice regnante non ha, ancora, risposto.

“Quando ha saputo che McCarrick era un uomo perverso, un predatore omosessuale seriale?”

“È vero, o non è vero, che mons. Viganò lo ha avvertito il 23 giugno 2013?”

Joseph Fessio, sj: “Sia un uomo. Si alzi in piedi e risponda”.




Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa” fino a quando non fu troppo molesto.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina.



LIBRI DI MARCO TOSATTI

Se siete interessati a un libro, cliccate sul titolo.



UNO STILUM NELLA CARNE. 2017: DIARIO IMPIETOSO DI UNA CHIESA IN USCITA (E CADUTA) LIBERA

FATIMA, IL SEGRETO NON SVELATO E IL FUTURO DELLA CHIESA

SANTI INDEMONIATI: CASI STRAORDINARI DI POSSESSIONE

PADRE PIO CONTRO SATANA. LA BATTAGLIA FINALE

Padre Pío contra Satanás

Tag: , , , , ,

Categoria:

Questo articolo è stato scritto da wp_7512482

50 commenti

  • Segnalazione ha detto:

    AIUTO! SU THE SPECTATOR C’È UN ARTICOLO DI NICHOLAS FARREL CHE DICE CHE SECONDO BANNON IL PAPA DOVREBBE ASSECONDARE MENO LE ELITE ED ESSERE……PIÙ DI SINISTRA!!!!
    VI PREGO DITE AL CARD. BURKE DI TROVARSI UN ALTRO AMICO!!!

  • Nicola.B ha detto:

    ” le élites hanno creato il disastro…..” e continuano a crearlo….Ecco l’ultima dichiarazione di questo signore che parla di ” diritti” e di ” società inclusive…” TRADUZIONE = dobbiamo ACCOGLIERE TUTTI MA PROPRIO TUTTI SENZA RESPINGIMENTI E DARE DIRITTI A TUTTI MA PROPRIO A TUTTI… .

    • Elpidio ha detto:

      In verità le elites, se distruggono, distruggono ciò che esse stesse hanno creato. Il volgo, sottomesso e benedicente quando le cose vanno bene, si lagna quando le cose vanno male. Senza considerare che se va male è perchè il volgo si è adagiato sugli allori nei periodi di vacche grasse.
      La distruzione è una normale fase del ciclo, che serve a fare tabula rasa dell’ozio e di tutti i vizi conseguenti.
      In vista della prossima fase di ricostruzione io sarei per una revoca generale dei diritti civili ed economici in funzione di una ragionata riassegnazione su base di stirpe, anzitutto, e poi censuaria (per premiare le nuove elite borghesi e operaie che si distinguano per operosità e intraprendenza). Anche su base etnica, naturalmente. Il tutto porterà a ristabilire l’ordine sociale naturale per una nuova epoca di rinascita spirituale.

  • Nicola.B ha detto:

    Ecco le elites che continuano a perpetrare il disastro. Due articoli in merito. P.S. Meno male che Salvini c’è.

    http://www.ilgiornale.it/news/politica/i-migranti-portano-prosperit-piano-merkel-contro-litalia-1614414.html

    Il Global Compact (senza Italia) adottato con un colpo di martello
    http://www.ilgiornale.it/news/cronache/global-compact-senza-italia-adottato-colpo-martello-1614166.html

  • Paolo ha detto:

    puo’ un papa che consigli(erebbe) di pregare per il ritorno di Cristo essere eretico? Eretico semmai sarebbe Mancuso che non attenderebbe piu’ la parusia (l anima e il suo destino).

    http://www.dire.it/16-11-2018/263927-kerygma-vangelo-degli-ultimi-giorni-lapocalisse-nel-libro-di-ceresani/

  • Monica ha detto:

    Chi controlla il controllore?

  • Ángel Manuel González Fernández ha detto:

    Caro Direttore:
    Può dire che legge il profetizzato “Pastore stolto e Falso profeta” Francesco…?
    1º: 26 ego intervista: “La Repubblica”:
    http://www.aica.org/17932-il-papa-dispiacere-che-il-argentina-sia-paese-di-i.html
    2º: “Il Messaggero”:
    https://drive.google.com/file/d/1XyyR40OprZwal1kD2CCKA11rqGFPBAYo/view
    3º: “STILUM CURIAE”…?
    Saluti.

    Estimado Director:
    ¿Puede decir que lee el profetizado “Pastor necio y Falso profeta” Francisco…?
    1º: 26 ego intervista: “La Repubblica”:
    http://www.aica.org/17932-el-papa-lamenta-que-la-argentina-sea-pais-de-las.html
    2º: “Il Messaggero”:
    https://drive.google.com/file/d/1XyyR40OprZwal1kD2CCKA11rqGFPBAYo/view
    3º: ¿”STILUM CURIAE”…?
    Saludos.

  • PG ha detto:

    Caro Tosatti, se fosse vero che il presidente della CEI (card.Bassetti) si sta preparando ,con i vescovi italiani , a entrare in politica per le europee , inventandosi un partito modello DC , la Lega di Salvini arriva al 35-40% Immagini che candiderà come capilista Bassetti : Andrea Riccardi, Melloni, Grillo, Tornielli ….Si immagina caro Tosatti , un Andrea Tornielli ministro della pubblica istruzione ? Sa che le dico ? se ciò succedesse , anche noi potremmo pensare di scendere in campo creando la LEGA CATTOLICA , sul modello di Enrico di Guisa in Francia nel 1576 , al fine di cacciare i protestanti dalla Francia . (allora era appoggiato dal grande papa Sisto V , dai gesuiti, dalla Spagna ) Che ne dice ?

    • wp_7512482 ha detto:

      Lucido scudo elmo e spadone a due mani.

    • Grog ha detto:

      Prenderebbero meno voti del partitino di Adinolfi. Scommettiamo?

      • Fabrizio Giudici ha detto:

        E meno male che non dovevano più esserci vescovi pilota… È vero che questi paiono più kamikaze che piloti, e la cosa potrebbe anche tornare utile.

        • Kosmo ha detto:

          Per me le conseguenze sono altre, e ben studiate…
          Quando prenderanno percentuali da prefisso telefonico, diranno
          “Ecco, vedete? Gli italiani non seguono più la Chiesa, la posizione cattolica è fortemente minoritaria, dobbiamo rinunciare a tutte le nostre rivendicazioni pubbliche perchè non abbiamo seguito e non sono condivise praticamente da nessuno“.
          Perchè credete che certi preti progressisti la stiano tanto menando col Presepe?

      • Maria ha detto:

        Sono 220.000 persone in crescendo “Il popolo della famiglia.”basta solo farsi conoscere dopo il tracollo dell’Italia dopo un lungo governo ladro dobbiamo per il futuro dei nostri figli cambiare modo .o capiamo o moriamo. Tutti.nessuno escluso.

  • Antonio ha detto:

    Il suffragio non ce lo toglieranno, per il semplice fatto che l’hanno già svuotato di senso. Noi eleggiamo un parlamento che esprime un governo, ma poi le sue decisioni economiche (cioè il 90% dell’attività di un governo) devono essere approvate, come stiamo vedendo finalmente in modo chiaro in questi giorni (almeno quello!) , da alcuni signori che stanno a Bruxelles, non eletti da nessuno e che non è dato sapere a chi rispondano. Questo in base a una modifica della nostra Costituzione votata da tutte le forze politiche (spiace ricordarlo) nel 2001.

  • Astore da Cerquapalmata ha detto:

    Innanzi tutto mi scuso per qualche errore sul commento precedente: mentre stavo scrivendo intorno a me c’era molta confusione…
    Strano che un uomo come Mattarella che, come Capo dello Stato, richiede rispetto, possa addirittura scatenare l’entusiasmo, visto che costituzionalmente non sembra proprio un trascinatore e che ormai nessuno sente più l’amor di patria.
    Se ne deduce che i ricchi della Milano bene vogliono mantenere i loro privilegi anche a prezzo fosse dell’assistenza ai più poveri.
    Sì, parlo di ASSISTENZA, perché è giusto che i malati e i poveri vengano assistiti, perché devono sopravvivere.
    Certamente i sani vanno assistiti anche a trovare lavoro.
    L’assistenzialismo peggiore è quello dell’UE, che permette ai parassiti di stato, agli sfruttatori del lavoro, agli strozzini delle banche e ai giocatori della finanza, di arricchirsi sulla pelle di chi lavora.
    Nel silenzio dei Pastori della Chiesa.
    E si lamentano dei pomodori!

  • Elpidio ha detto:

    Personalmente io il suffragio lo eliminerei. Il mondo è sempre stato governato da elite, a volte male generalmente bene. Un potere plebeo può fare solo male.
    L’articolo trasuda invidia sociale. Mi duole per il dott. Tosatti, ma dove ci sono dame impellicciate, lì vi sono i migliori. Come nella chiesa, il meglio sceglie la cappamagna.

    • deutero.amedeo ha detto:

      Amico Tosatti, più il tempo passa e più mi convinco che la legge Basaglia è stata un grande errore!!!!!

    • Boanerghes ha detto:

      SENZA PAROLE

      • Elpidio ha detto:

        Senza parole è il giusto atteggiamento di chi non appartiene all’aristocrazia del comando e deve onorare il proprio dovere sociale lavorando, possibilmente in silenzio operoso.

        • Boanerghes ha detto:

          Elpidio, vergognati e per favore fai solo interventi intelligenti, se ci riesci, altrimenti astieniti.

          • Elpidio ha detto:

            Di cosa dovrei vergognarmi, caro signore? Di ricordare ai borghesi che il loro ruolo è lavorare e produrre denari, mentre noi ci occupiamo del bene di tutti?

    • Grog ha detto:

      Deduco che hai apprezzato parecchio il vinello trangugiato durante il pranzo 🙂

  • Gene ha detto:

    Ieri, io e mia moglie abbiamo assistito alla messa in una chiesa di Alghero, con grande stupore e disappunto mia moglie ha constatato che il prete non avesse parlato del messaggio dell’ Immacolata Concezione. Questo è la realtà del messaggio cristiano al tempo del cialtrone logorroico…Che amarezza

    • franz ha detto:

      anche a noi è successo lo stesso in una parrocchia in provincia di Piacenza

      • deutero.amedeo ha detto:

        Mi duole dirlo, ma siete voi che non siete aggiornati.
        Secondo il “Maestro” di “Verità” che vive in povertà assoluta nell’ospizio di Santa Marta, la “dinamica” dei fatti è questa:
        a Nazaret viveva una donna comune, una certa Maria, che tutte i giorni andava a fare la spesa e il garzone del fornaio che si chiamava Angelo una bella mattina l’ha portata nel retrobottega e l’ha messa incinta. Dopodiché lei per evitare le chiacchiere delle pettegole del paese è scappata da sua cugina Elisabetta e lì poi ha trovato un certo Giuseppe che, con la scusa del censimento, l’ha portata a partorire Betlemme……
        Poi il bambino è cresciuto e si è messo a fare il predicatore ambulante, che ce l’aveva con i ricchi e i potenti e così l’han fatto fuori. Ma alcuni suoi discepoli dopo anni e anni hanno scritto dei libretti in cui l’hanno mitizzato raccontando che faceva miracoli e che dopo la morte è risorto. Ma non è vero niente perché all’epoca non c’erano registratori.

  • Astore da Cerquapalmata ha detto:

    Gran parte del problema di oggi sono proprio i Vescovi.
    Basta pensare al discorso del Card. Basseti in cui ha “consacrato” la CEI all’Unione Europea.
    Ammetto che i Vescovi possono e, a volte, devono giudicare dei provvedimenti dei governi, come contro la legge che ammette l’aborto, che meriterebbe una CROCIATA (non violenta).
    Ed è giusto che ricordino che i profughi vanno accolti e, anche i migranti che non fuggono dalla miseria e che non possono rimanere, vanno trattati dignitosamente.
    Ma dovrebbero aggiungere che anche gli italiani in difficoltà devono ricevere almeno lo stesso trattamento, perché se funziona una Nazione, si può fare molto di più per tutti.
    Dovrebbero tuonare perché la criminalità vada anche repressa. Che i migranti NON poveri sono come i falsi ciechi: RUBANO. E i volontari che li proteggono: RUBANO.

    E invece TACCIONO.
    Possono anche ricordare il sogno di DE GASPERI, ma senza difendere questa UE che si regge sul sistema liberista e lo sfruttamento e che va contro i principi della Dottrina Sociale.
    Se si difenda l’UE, o è per non averci capito nulla (allora è bene tacere), o per paura di perdere privilegi, o per interesse materiale.
    Grazie all’UE da 70 anni non ci sono guerre?. Banalità.
    In Svizzera ci sono guerre e da centinaia di anni.
    L’Europa le guerre le ha esportate. L’Europa i giovani li fa morire prima di nascere. Il NEOCOLONIALIOSMO europeo (e non solo) affama i popoli.
    Il deterrente alla Guerra è stata la PAURA.
    La garanzia più forte contro la Guerra è la DEMOCRAZIA popolare e perciò il SOVRANISMO.
    In fondo è facile da capire: su un popolo chi deve “comandare”: un governo eletto o un gruppo di PRIVATI straricchi e assetati di denaro?
    E’ meglio che IRI, Ferrovie, Poste, Alitalia, ENEL, la Banca d’Italia, ecc. siano dello Stato (del popolo), che deve solo pagare gli stipendi, o dei alcuni privati che pretendono i “dividendi”?
    Perfino Pierino il ripetente risponderebbe giusto

    • deutero.amedeo ha detto:

      Troppi vescovi si sentono come i Prefetti provinciali del Sovrano Assoluto del Vaticano anziché i pastori del popolo degli umili credenti. Non sanno più né pregare né evangelizzare. Vogliono solo comandare.

  • riot ha detto:

    scusi , perchè Mattarella è andato alla prima della Scala ? per farsi applaudire ? , facendo parte della sceneggata ?

    • Maria Cristina ha detto:

      Mattarella e’ andato alla Scala perche’ ormai l’ultima bandiera dei radical chic e’la cosiddetta “ cultura” .Assumendo come dogma che la “ cultura” sia appannaggio di quelli di sinistra e che le masse belluine che votano Salvini siano ignoranti e becere, sarebbe stato divertente chiedere a bruciapelo ai sedicenti colti spettatori della Prima scaligera : a) quandoe’ vissuto Attila? b) chi era papà Leone che lo fermo’ ? C) in quale tonalita’ e’ l’ouverture dell’ Attila di Verdi ?
      Ed altre domande di cultura generale.
      Avremmo avuto il pietoso spettacolo di dame ingioiellate e cavalieri che non sapevano neppurein che secolo visse Attila ne’ che un pezzo musicale e’ scritto in una tonalita’ .
      Per questo alla ridicolaggine del fatto che si sentono ke “ élite culturali” del nostro paese e che guardano dall’ alto in basso il popolo bue, si associa la piu’ completa ignoranza, della storia, della religione, della musica.
      La prosopopea di costoro e’ pari al,a loro ignoranza. Applaudano pure Mattarella sentendosi nel farlo “la parte migliore dell’ Italia”. Alla prova della realta’ , se messi alla prova non saprebbero neppure dire come hanno fatto i soldi per coprire di gioielli le loro sicure.
      ps: se volete una critica SERIA dell’ Attila scaligero leggere i siti dei competenti di musica lirica tipo il Giornale della Grisi, e non le critiche prezzolate dei giornaloni. Regia pessima, direttore d’ orchestra pessimo, si salvano i cantanti.

  • cumlaude ha detto:

    Questo presidedi Rovigo è solo alla ricerca di notorietà attraverso fatti che i giornali son pronti a riprendere ed enfatizzare . Se io fossi il ministro dell’Istruzione lo licenzierei , o non potendolo fare , lo trasferirei a Cerignola. Questa storia somiglia molto a quella di tal don Farinella di Genova che ha chiuso la chiesa per protestare contro il decreto Salvini. Senza alcun dubbio senza aver letto il decreto, ma avendo invece intuito che ciò avrebbe fatto piacere al card.Bassetti ,presidente della Cei, che magari gli avrebbe così fatto fare carriera . Inutile suggerire al Papa ( come fatto con il mInistro dell’Istruzione ) di ridurre allo stato laicale sto don Farinella , o perlomeno imporgli esercizi spirituali di Sant’Ignazio , quelli di un mese in silenzio assoluto…perchè non c’è più nessuno che li sappia dirigere.

  • Pier Luigi Tossani ha detto:

    D’accordo sul pericoloso ideologo Bassetti, e i suoi numerosi sodali, ultimo Delpini docet.

    Aggiungo che però è bene anche essere propositivi, criticare e basta non serve… quindi, ricordo, come sostanzialmente unica alternativa politica a questa Europa e Italia oligarchiche, la “Società partecipativa” secondo Dottrina sociale:

    http://www.rassegnastampa-totustuus.it/cattolica/wp-content/uploads/2015/09/LA-SOCIETA-PARTECIPATIVA-P-L-Zampetti.pdf

    ..think about it… è davvero l’unica, ragazzi!…

  • Cesare Baronio ha detto:

    Ottime osservazioni.

    Mi permetto di segnalare il mio ultimo commento, che chiarisce (almeno spero) cosa sta avvenendo:

    https://opportuneimportune.blogspot.com/2018/12/la-battaglia-nella-chiesa-prima-della.html

    • RVC ha detto:

      caro monsignore , ha mai sentito parlare di un gruppetto di Gesuiti ( detti “deviati”) , collegati a questa maffia di SanGallo, che han persino lavorato in qualche ambiente “coperto” e protetto da Obama/Clinton ? potrebbe esser vero che sia stato questo gruppetto ad evre organizzato l’ultimo conclave ?

    • Paolo ha detto:

      @ Cesare Baronio

      son perplesso sulle “cose ultime” che scrive. Intanto oggi ho prenotato un libro.

    • Paolo ha detto:

      link al trailer del libro.

      https://youtu.be/gyDoqMZpstw

    • Paolo ha detto:

      Per dirla secca: non e’ che in breve tempo (finiti i “progressisti” al vertice della chiesa, verra’ la Parusia (come mi pare scriva BARONIO). Va da se’ che per me non e’ neppure detto che Francesco sia l’anticristo o il falso profeta (e gia’ qui mi pone fuori-probabimente-dalla suainterpretazione). Poniamo sia vera, una sorta di ritorno al pre concilio, le pare veloce evangelizzare il mondo, la conversione degli ebrei? Posso postare, se ritiene, emcicliche di papi pre conciliari. Alcuni al loro tempo pensavano possibile che “il figlio della perdizione fosse gia’ nel mondo.

      Non ho ancora letto questo libro (di persona per altro versi, autorevole), ma 1 cosa l ho capita.
      Finalmente un cattolico che dice l’Apocalisse non e’ una catastrofe ma una rivelazione.
      Lo leggero’ anche se un completo compendio cattolico sull’escatologia finale non lo comosco.
      Posso cercare le risposte che diede un papa preconciliare sulla prima lettera ai Tessalonicesi. Da quel che ho capito c’e’ ribadita l’inenarranza delle sacre scritture, comprese le piu’ smentite, come la paolina precedente “NOI (maiuscolo mio) che saremo amcora in vita…….prima risorgeranno i morti e poi NOI…..”.

      https://youtu.be/Qld25j-zsR8

    • A volte tornano ha detto:

      Gentilissimo mons Baronio,
      ho letto il suo lungo articolo con trepidazione e sofferenza, condividendo tutto il suo ragionamento. La confusione e la destabilizzazione in cui siamo stati catapultati dal 2013 e forse anche da prima, mette a dura prova il Cammino di Fede e ogni momento delle nostre giornate. Anche la Santa Messa Domenicale sta diventando un tormento e una sofferenza perché non si comprende ciò che è più Giusto fare. Io fatico molto a frequentare la mia parrocchia perché non ne posso più di partecipare a messe che sembrano comizi di partito o lezioni di assistenza sociale piuttosto che il Ricordare e Rivivere il Sacrificio di Nostro Signore Gesù Cristo. Io ho trovato finalmente un Santo Sacerdote che ogni volta che può Celebra in Rito Antico e quando non può Celebra in NO ma con immenso Rispetto e Sacralità. Però si trova a 40 km da dove io vivo e non sempre riesco, purtroppo, ad andarci. Un tempo in quel caso rinunciavo alla Santa Messa e restavo a Casa a Pregare. Ma quando ho confessato questo al Santo Sacerdote lui mi ha ricordato che è peccato grave. Allora quando non posso partecipare alle Sante Messe che ho scelto, mi rassegno ad andare nella mia parrocchia, ma mi ritiro nell’Altare Laterale, dove c’è il Santissimo e, le confesso, di quelle Messe non ascolto nulla, se non le Letture e il Vangelo, tutto il resto lo dedico alla Preghiera e al Santo Rosario….ecco, chiedo alla Sua profonda Conoscenza e Saggezza mons Baronio, come lei valuti il mio modo di affrontare questo momento così spinoso per lo Spirito e per l’ Anima e cosa eventualmente mi può suggerire. La ringrazio di cuore Per la sua quotidiana e profonda Testimonianza di Fede e dei suoi preziosi insegnamenti. Grazie. Non praevalebunt….e non ci indurre in tentazione. Amen.

  • moriarty ha detto:

    No , caro Tosatti, questo popolo che ha applaudito Mattarella alla Scala , non era nè impellicciato nè ingioiellato . Era finto. Questo popolo non ha più nemmeno il coraggio e l’orgoglio di impeliccarsi e ingioiellarsi , è diventato un popolo vile ignorante e inconcludente .Lo dimostra il lungo applauso a Mattarella , che non ha fatto per convincimento,bensì per catarsi, aveva bisogno di applaudire qualcuno . Se ci fosse stato Bergoglio alla Scala avrebbe applaudito Bergoglio, se ci fosse stata Hillary Clinton o la Obama , avrebbe fatto lo stesso . Se ci fosse stata la Merkel o Macron , idem. ( solo Monti non lo applaudirebbero ) .Son certo che questo popolo “scaligero” avrebbe applaudito anche Salvini con maggior vigore e fede, se autorizzato a farlo . Anzi , son pronto a scommettere che non vede l’ora di poter applaudire Salvini , solo che per farlo deve esser incoraggiato … . Capisce Tosatti ? Questi applausi , lei lo sa certamente , sono artificiali , sono di “regime” , come in TV commerciale (quando appare il cartello : “applausi”) .Normalmente inizia ad applaudire ,secondo copione ,un gruppetto sparso , e tutti i presenti lo seguono , come scimmiette .Quando gli applausi stanno per esaurirsi e fermarsi ,il gruppetto li ravviva con maggior intensità , fino ad arrivare ai record dei 300minuti . Ecco quello che avviene affinchè anche un avvenimento come la prima della Scala diventi politica . Anni fa si organizzava e gestiva il lancio di pomodori, oggi si fa lo stesso con gli applausi a chi meriterebbe fischi ,magari. Ma sa che le dico , che secondo me questi applausi non solo non si dovrebbero cercare ma neppure gradire. Cercarli e gradirli è un indice di “intelligenza” imperdonabile , tipico di un regime decadente , fallito, finito .

  • franz ha detto:

    scommettiamo che sto preside invita don Farinella a parlare ai suoi alunni ?

  • Nicola.B ha detto:

    Alcune considerazioni. 1) In effetti per difendere la laicità, dello Stato ,chi meglio di un rappresentante di Santa Romana Chiesa potrebbe farlo ? Ecco il ” laico” intervento dell’ Arcivescovo di Milano alla città per il giorno di Sant’Ambrogio
    Ambrogio svuotato, tra Costituzione e pensare condiviso – La Nuova Bussola Quotidiana
    http://www.lanuovabq.it/it/ambrogio-svuotato-tra-costituzione-e-pensare-condiviso

    2) a proposito di ” massa ignorante ” che per fortuna non può scegliere il Presidente, chissà perché poi questa frase mi ricorda la definizione di ” miserables” data dalla Clinton ( sotto elezioni) al popolo ignorante che votava Trump

    3) certo che le élites che governano l’Europa vorrebbero togliere il voto al popolo ( non votando più questo secondo i loro desideri) . L’Europa è ” governata ” da una dittatura. Lo riconobbe candidamente Barroso a suo tempo….

    ”LA RAGIONE PER CUI ABBIAMO BISOGNO DELL’UNIONE EUROPEA STA NEL FATTO CHE NON E’ DEMOCRATICA” (BARROSO, COMMISSIONE UE) – I fatti e le opinioni del Nord – ilnord.it
    http://www.ilnord.it/c-2941_LA_RAGIONE_PER_CUI_ABBIAMO_BISOGNO_DELLUNIONE_EUROPEA_STA_NEL_FATTO_CHE_NON_E_DEMOCRATICA_BARROSO_COMMISSIONE_UE