PEZZO GROSSO IN DEPRESSIONE. PENSIONI, MIGRANTI E BRAMBILLA. ECCO DI CHI È LA COLPA.

10 luglio 2018 Pubblicato da 36 Commenti --

Marco Tosatti

Povero Pezzo Grosso! Ieri sera quando ho letto la riflessione che mi ha spedito, ho provato realmente simpatia e solidarietà per lui, così severamente ferito nelle timide speranze che nutriva verso le scelte – o meglio, gli annunci possibili ed eventuali di scelte – da parte del governo in tema di equilibri pensionistici. Sulla possibilità che i main stream media – cioè televisioni e grandi quotidiani – rallentassero anche solo per un poco la loro propaganda immigrazionista non aveva illusioni; ma continua a registrare…

Caro Tosatti, devo esser affetto da qualche sindrome, infatti soffro sempre più leggendo le notizie sui quotidiani. Alcune addirittura mi deprimono. Faccio un paio di esempi di oggi. Primo esempio è sulle cosiddette “pensioni d’oro” (vedi Repubblica di oggi, pag. 7: Pensioni d’oro, contropiano della Lega). Il ministro del Lavoro e Sviluppo, Di Maio (5stelle ), ha promesso di tagliarle secondo il ricalcolo dei reali versamenti contributivi, il che colpirebbe sostanzialmente i dipendenti dello stato (Magistrati, insegnanti, dipendenti Forze Armate, ecc.). Operazione ingiusta, complessa e impopolare. Ed ecco che salta fuori dal cappello l’idea geniale dell’esperto di previdenza della Lega (Alberto Brambilla) che propone invece un contributo-prelievo (temporaneo !!) di solidarietà, che ovviamente non colpirebbe chi ha una pensione d’oro grazie a contributi non adeguatamente versati, ma colpirebbe indiscriminatamente anche chi ha versato molti contributi (anche di solidarietà) anche a vantaggio di altri. Lega e 5Stelle competono fra loro con proposte così geniali? Giorgetti, prego, intervenga subito ! Il secondo esempio è ancor più deprimente, mi riferisco all’editoriale di Alberto Alesina di oggi sul Corriere della Sera: “La forza dei numeri“, con cui cerca di convincerci della necessità di avere dei migranti. Ma non lo fa basandosi sui numeri, nonostante il titolo; lo fa con cifre di sondaggi, per spiegare che quello che si pensa dei migranti deriva da percezioni errate. Così sostiene che ha ragione Boeri e ha torto Salvini. In pratica dice con parole diverse che gli emigrati in realtà sono pochi, sono istruiti, già lavorano, quasi tutti, fanno figli e così compensano il gap di popolazione, ecc. Ma soprattutto non sono affatto portatori di problemi di sicurezza, anzi; il tasso di criminalità in Italia sta scendendo (dice Alesina). Ora Alesina per sostenere tutto ciò offre numeri come dice il titolo? Andate a leggere l’articolo e giudicate voi. Sembra la fotocopia di quanto affermano molti Vescovi, magari grazie a veline della Cei : la percezione sul problema immigrati in Italia nasce da percezioni errate, fake news e slogan prodotti dai partiti anti immigrazione. Tutto falso! Ma dove sono i numeri sulle verità che Alesina ci propone per difendere Boeri? Non ci sono. E allora? Un numero vorrei darglielo io, prendendolo da Repubblica (Affari &Finanza ) sempre di oggi, pag. 2 : “Lavoro più povero dopo la grande crisi: 1,4 milioni di disoccupati in più dal 2007”.

PG







Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa”.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina.




LIBRI DI MARCO TOSATTI

Se siete interessati a un libro, cliccate sul titolo.



UNO STILUM NELLA CARNE. 2017: DIARIO IMPIETOSO DI UNA CHIESA IN USCITA (E CADUTA) LIBERA

FATIMA, IL SEGRETO NON SVELATO E IL FUTURO DELLA CHIESA

SANTI INDEMONIATI: CASI STRAORDINARI DI POSSESSIONE

PADRE PIO CONTRO SATANA. LA BATTAGLIA FINALE

Padre Pío contra Satanás

Tag: , , , ,

Categoria:

Questo articolo è stato scritto da wp_7512482

36 commenti

  • alberto giovanardi ha detto:

    Caro Gervasi,
    Come diceva Roncalli (per gli ingenui “il Papa buono”, in realtà Massone attivo come ieri Martini e oggi Bergoglio, Ravasi e tanti altri e a sua volta artefice malefico di quel Concilio che ha rappresentato il primo passo verso la rovina di questa nostra amatissima Santa Chiesa), dobbiamo guardare a ciò che ci unisce e non a ciò che ci divide come una innocente diatriba sul latino. Per fortuna ci sono tanti intellettuali, scrittori e giornalisti cattolici -purtroppo la maggior parte senza tonaca, essendo gli ecclesiastici, tranne pochissimi, non so se più vili od opportunisti- che lottano strenuamente per la Fede e la Verità contro l’ignobile usurpatore del Soglio Pontificio che personalmente qualificherei come “inviato speciale”di Satana.

  • Astore da Cerquapalmata ha detto:

    Preciso l’intervento precedente perché non voglio che chi la pensa diversamente da me possa sentirsi minimamente offeso.
    Intendo dire che, portare come scusa una diversa PERCEZIONE che oggi c’è riguardo alla criminalità, per dire che la criminalità non deve preoccupare, per me è assurdo.
    Come dire che poiché gli incidenti stradali con relative vittime sono diminuite da 20 anni a questa parte, allora quello della prudenza al volante è un falso problema.

  • Astore da Cerquapalmata ha detto:

    Le cifre esatte dei crimini non le conosco, ma anche i crimini fossero diminuiti, per la maggior parte sono commessi da immigrati irregolari. Qui i dati sono incontestabili.
    Parlare di percezione errata è una cosa così stupida che non fa neanche ridere. La percezione cambia con una sensibilità più matura. Una volte nelle scuole c’era una violenza diffusa, solo che era accettata. Oggi è cambiata la percezione, grazie a Dio.

  • Astore da Cerquapalmata ha detto:

    I migranti NECESSARI sono quelli regolari che hanno un lavoro.
    Chi non lavora non è certo necessario all’economia italiana.
    Con questo non voglio certo dire che i naufraghi non vanno salvati e che i PROFUGHI, quelli veri, non vanno accolti e aiutati.
    Ma tutti coloro che non sono profughi e non hanno un lavoro, se si vogliono mantenere per forza si deve fare coi soldi dei ricchi buonisti fricchettoni.

  • Astore da Cerquapalmata ha detto:

    Quando in una famiglia, o in un popolo, c’è chi è alla fame, l’unica ricchezza ammessa è quella usata per sfamare chi ha fame. Risolta questa emergenza, non ho nulla in contrario a delle regole che ammettano delle differenze economiche.
    Purché non siano regole liberiste, che arricchiscono i già ricchi sfruttando i poveri.
    In democrazia ci si può arricchire, ma sempre con una ricaduta sugli altri.
    In campo economico mi ispiro a Giorgio La Pira e alla Falange Spagnola, che riprese le idee economiche del primo Fascismo. Non è popolare, ma a me piace

  • Ira Divina ha detto:

    Sarebbe utile a Bergoglio leggere la Pascendi Dominici Gregis per capire ( forse, se ha ancora cervello) cosa sta facendo “avviando processi”. Non solo è stato fatto entrare il fumo di Satana nel tempio del Signore, ma lo stesso con il suo seguito. Ma quando l’Argentino avrà mai letto qualcosa di Cattolico? I suoi mentori sono Pannella, Scalfari, Soros e la Bonino.

    • G. Gervasi ha detto:

      Che il Bergoglio sia prone a leggere documenti simili mi sembra un’ipotesi del tutto irreale. Il maestro supremo della Chiesa é un re nudo, ma non per questo meno tirannico dei re vestiti.

  • Ira Divina ha detto:

    Come sono attuali queste parole di Osea!

    • CATTOSCANDALIZZATO ha detto:

      avete visti i preti strada che digiunano contro l’onorevole Salvini??

      Addirittura, tale padre( ???) Zanotelli invoca l’intervento dell’Aia!!!

      Ma a chi vorrebbero convincere? quando mai ad es. si son visti digiunare per i bimbi abortiti, per i 5 milioni di poveri italiani etc.??? non sono questi problemi che meritano,anche ,n tale intervento???

      Noi quindi dovremmo credere che il loro gesto è di carattere religioso? Forse, umanitario …pero: molto, MA moltooo di parteee, quindi che scopo avrebbe farlo se non piace ne a Dio ne alla giustizia sociale???
      Non riesco a capire poi, se questa loro protesta vuole imporre a tutti i costi e solo all’Italia, la soluzione immigrati, o se vogliono mandare anche gli altri stati europei alla Corte dell’Aia, visto che non è solo la povera Italia a doversene occupare secondo i vari trattati!!!

      Vadano anche negli altri stati a digiunare pertanto, per essere
      credibili!!!
      ….comunque un po di digiuno gli fa bene …cosi considerano i veri cristiani ed asceti che digiunano.. con frutti…dati da Quel Dio che loro non considerano nemmeno!!!dato che Dio dice
      di digiunare in segreto e non per un problema solo.

      http://www.ilgiornale.it/video/politica/giornata-digiuno-giustizia-solidariet-coi-migranti-marcia-1551554.html

      • G. Gervasi ha detto:

        Una psicosi di massa, in cui i parametri per un discorso razionale non funzionano piú. Si vede quale influenza esercita il Bergoglioso su animi proni al fanatismo piú becero. Si vede quanto manchino
        nella formazione del clero la filosofia e la teologia di San Tommaso d’Aquino, profonda educazione alla razionalitá e all’equilibrio del pensiero e dell’animo, sostituite da stracci tratti da documenti del Vaticano Secondo e, ancora peggio, da filosofie immanentistiche. Preti senza cultura, in preda a qualsiasi corrente, che viene da loro rincorsa come fosse la suprema veritá delle cose. Preti, alcuni dei quali poi diventano vescovi e cardinali filosoficamente e teologicamente ignoranti, per la sventura di Santa Romana Chiesa e delle anime per le quali essa dovrebbe essere strumento di salvezza e fonte pura e spillante di veritá. Una miseria spirituale che supera di gran lunga quella materiale degli immigrati dal terzo mondo.

        • Lucia ha detto:

          Io aggiungo che questa iniziativa delle magliette rosse e il digiuno delle 6 ore stanno provocando rabbia ulteriore nelle persone.Ho dato uno sguardo in questi giorni alla pagina di Salvini.Sia chi l ha votato , sia chi non l ha votato tra una battuta e l altra sul digiuno di questi preti e suore di strada , sono FURIOSI e manifestano la loro crescente repulsione verso la Chiesa e parlo di chi e credente o forse a questo punto si dovrebbe dite lo era, altri si sentono abbandonati , scoraggiati .Bel risultato davvero !! Ciao

  • Ira Divina ha detto:

    Dal libro del profeta Osèa

    Così dice il Signore:
    «Hanno creato dei re
    che io non ho designati;
    hanno scelto capi
    a mia insaputa.
    Con il loro argento e il loro oro
    si sono fatti idoli,
    ma per loro rovina.
    Ripudio il tuo vitello, o Samaria!
    La mia ira divampa contro di loro;
    fino a quando non si potranno purificare?
    Viene da Israele il vitello di Samaria,
    è opera di artigiano, non è un dio:
    sarà ridotto in frantumi.
    E poiché hanno seminato vento,
    raccoglieranno tempesta.
    Il loro grano sarà senza spiga,
    se germoglia non darà farina
    e, se ne produce, la divoreranno gli stranieri.
    Èfraim ha moltiplicato gli altari,
    ma gli altari sono diventati per lui
    un’occasione di peccato.
    Ho scritto numerose leggi per lui,
    ma esse sono considerate come qualcosa di estraneo.
    Offrono sacrifici
    e ne mangiano le carni,
    ma il Signore non li gradisce;
    ora ricorda la loro iniquità,
    chiede conto dei loro peccati:
    dovranno tornare in Egitto».

  • deutero.amedeo ha detto:

    “La forza dei numeri“
    Queste parole mi hanno fatto ricordare il famoso sonetto di Trilussa intitolato “La statistica”.
    La statistica è una cosa seria e, se usata correttamente, è di grande ausilio per chi deve dirigere o governare, ma il sonetto di Trilussa è veramente piacevole. Lo si può leggere qui:

    http://www.fotografi.org/studi_settore/polli_di_trilussa.htm

    Tanto per sdrammatizzare un po’, a parer mio, ci sta bene anche questo.

  • Sherden ha detto:

    Esimio PG, se devo dire il vero mi preoccupo di più della Brambilla (quella del pascalizzato). Di questo Brambilla e delle pensioni dei magistrati (che – mica scemi – hanno lo stipendio agganciato a quello dei parlamentari), mi interesso assai meno.

  • peter ha detto:

    Viviamo in un mondo dove la maggioranza delle persone sono in una condizione di sudditanza culturale.
    Gli esponenti della sinistra italiana vivono al di fuori della realtà.
    L’ideologia nemica del buon senso ha infettato la chiesa ormai ridotta ad un becero relativismo spirituale e morale!
    Non so davvero chi potrà portarci fuori da questa situazione.
    Se non si prenderanno provvedimenti seri e duraturi, lo scontro sarà inevitabile.
    Lo scisma è ormai una realtà anche se non dichiarata!
    Non è più possibile respirare l’aria malsana di questa falsa chiesa!
    Preferisco un Don Minutella sceso in campo con fede ed eroismo, a tanti teologi, giornalisti ed opinionisti che ancora non si decidono da che parte stare!
    Fa davvero molto male constatare l’opera quotidiana di demolizione dello spirito cattolico e del buon senso degli italiani!

  • peter ha detto:

    Viviamo in un mondo dove la maggioranza delle persone sono in una condizione di sudditanza culturale.
    Gli esponenti della sinistra italiana vivono al di fuori della realtà.
    L’ideologia nemica del buon senso ha infettato la chiesa ormai ridotta ad un becero relativismo spirituale e morale!
    Non so davvero chi potrà portarci fuori da questa situazione.
    Se non si prenderanno provvedimenti seri e duraturi, lo scontro sarà inevitabile.
    Lo scisma è ormai una realtà anche se non dichiarata!
    Non è più possibile respirare l’aria malsana di questa falsa chiesa!
    Preferisco un Don Minutella sceso in campo con fede ed eroismo, a tanti teologi, giornalisti ed opinionisti che ancora non si decidono da che parte stare!
    Fa davvero molto male constatare l’opera quotidiana di demolizione dello spirito cattolico e del buon senso degli italiani!

  • alberto giovanardi ha detto:

    L’amico G.Gervasi, il cui lungo commento condivido “toto corde” specie per quanto attiene all’orrendo crimine dell’aborto (ci mancherebbe!), mi corregge con una punta di saccenteria per quell’accusativo maschile “parvos” in luogo del corrispondente neutro “parva”, mentre il dativo rimane il medesimo. Premesso quindi che il latino lo conosco ALMENO quanto lui, io intendevo PARAFRASARE, NON CITARE Virgilio riferendomi alle persone (il “magnus” “pezzo grosso” -Gotti Tedeschi?- e il “parvus” anzi “parvissimus” Giovanardi) anziché agli argomenti, trattandosi in realtà di un argomento unico e condiviso. Capito?

    • G. Gervasi ha detto:

      @ Giovanardi
      io non l’ho corretta, Giovanardi, Le ho offerto
      un’alternativa (“io direi …”), appunto “seguendo
      Virgilio”. Lo noterá anche Lei, se legge il mio posting “sine ira et studio”. Poi come fa a dire, non conoscendomi, che Lei sá il latino tanto quanto me?
      Non conoscendomi, Le manca il termine di paragone,
      nevvero? Quindi lo potrebbe sapere molto piú di me,
      come amo supporre.

      • Lo spettro di QC ha detto:

        Ciao Gervasi, ma Hegel e Bellarmino non li citi a sostegno?? Li riservi solo a me?!?!
        Comunque scherzi a parte, hai tutto il mio plauso per il tuo intervento sull’aborto.

        • G. Gervasi ha detto:

          QC, quanto mi é mancato in queste
          discussioni, per quanto anch’io ormai mi faccio vedere solo saltuariamente su questo o altri blogs.
          Cordialissimi saluti e auguri di ogni bene!

  • Ira Divina ha detto:

    Molto interessante questo articolo di Camilleri sulla NBQhttp://www.lanuovabq.it/it/la-sinistra-ama-lumanita-e-detesta-i-vicini-di-casa

  • malibu stacy ha detto:

    ALBERTO GIOVANARDI, non fare nomi neanche se fosse vero, vuoi che gli facciano fare la fine dei due cardinali dei dubia?
    comunque Pezzo Grosso non ha capito niente, dopo andreonzo piegakukkiai oggi arriva un altro turiferarionzo magliettarossa-rolex a dire che è tutta colpa di salvini, che ha riportato l’italia alla repubblica di salò.

  • deutero.amedeo ha detto:

    Se l’uomo non avesse una forte tendenza a mentire (persino a se stesso, talvolta) Dio non avrebbe sentito il bisogno di scrivere l’ottavo comandamento. Personalmente non sono in grado di valutare l’articolo di Alesina, però anche se ciò che afferma Pezzo Grosso fosse tutto vero vorrei dirgli : non si deprima!

  • Tommaso Fiorini ha detto:

    Solo per segnalare a beneficio del sig. Pezzo Grosso che in calce all’articolo di Alesina c’erano i link ai due corposi studi citati nel testo, con tutti i numeri del caso. Non li ho ovviamente letti completamente e non so dire se il riassunto di Alesina sia corretto ma tendo a pensare di sì.
    Per quanto riguarda i reati i dati si trovano facilmente sul sito del Ministero dell’Interno es. http://www.interno.gov.it/sites/default/files/modulistica/dossier_15_agosto.pdf.
    Nel merito ovviamente ognuno è libero di dare agli stessi e farsi l’opinione che ritiene.
    Rispettosamente.

  • alberto giovanardi ha detto:

    “Si parvos licet componere magnis”, nella mia microscopica “parvitudine” prendo atto e condivido: ormai questo disgraziatissimo Paese è diventato uno sterminato manicomio.
    (P.S.: “Pezzo grosso”, grande economista e grande cattolico, non può essere che Ettore Gotti Tedeschi. Mi sbaglio?)

    • G. Gervasi ha detto:

      Su “paese manicomio”, preciserei che si tratta di un “manicomio criminale”. Si pensi solo alla logica perversa delle forze illuminate di sinistra e radicali che hanno donato all’Italia una legislazione liberale sull’aborto, che non cessano di esaltarlo come epopea del diritto civile, che rende il nostro paese progredito, a favore della donna italiana.
      Ebbene, in tutta Europa milioni di bimbi vengono uccisi nel grembo materno (da dopo la II guerra mondiale ad oggi, si parla di ca 50 milioni, se non erro).
      L’Europa, di conseguenza, invecchia e il problema del finanziamento delle pensioni tramite il contratto generazionale diventa sempre piú drammatico.
      Qui ritorniamo al concetto di “paese manicomio”:
      le stesse forze politiche che darebbero il loro sangue (metaforico) in difesa del “diritto” all’aborto, che si
      agitano per costringere i medici anti-abortisti a rinunciare al loro diritto di obiezione di coscienza,
      in altri termini, che vogliono l’aborto facile e gratuito per facilitare l’uccisione di bimbi italiani, vogliono
      l’immigrazione in modo che (vedi Boeri) i bimbi delle famiglie prolifiche d’Arabia, d’Africa, dell’Asia immigrate in massa in Italia e in Europa provvedano
      al finanziamento delle pensioni dei decrepiti italiani ed europei senza prole. Cose da manicomio, allora!
      L’immigrazione di massa sarebbe la soluzione del problema creato da loro stessi con la promozione
      dell’aborto, e sarebbe la fornitura di forze
      di lavoro a basso prezzo che sostituiscano quelle
      italiane ed europee che a quei livelli di fatica e di guadagno non si prestano e preferiscono vivere a base di un sostegno sociale (in Germania, lo Harz 4). Ambedue motivazioni chiarissime in varie dichiarazioni dell’ONU.
      Concludiamo che, siccome l’aborto é un crimine agli occhi del legislatore supremo Dio, il che é ció che conta, si tratta di un manicomio criminale.

    • G. Gervasi ha detto:

      Sig. Giovanardi
      direi, seguendo Virgilio, “si licet parva componere magnis”

  • Klaus B ha detto:

    Un mio amico di Facebook, cattolico di sinistra, continua a pubblicare ogni giorno, metodicamente, post nei quali afferma che i migranti non ci costano nulla, non comportano aumento di criminalità e pagano le nostre pensioni. E che chi la pensa diversamente è prevenuto, fascista e razzista.
    Uno legge queste cose, poi va alla stazione e vede gruppi di migranti che defecano nelle aiuole, sempre finché va bene e non danno di matto spogliandosi in pubblico o aggredendo qualcuno. E si chiede, se non altro: ma come faranno questi, o quelli che mi assediano per vendermi i calzini, o quelli che taglieggiano le vecchiette nei parcheggi dei supermercati, a pagarmi la futura pensione, ammesso che io ci arrivi?
    Poi dice che uno si butta a destra, direbbe Totò.

  • Marco Matteucci ha detto:

    Ogni allusione a chi ci ospita e ci da voce anche quando diciamo delle vere bischerate è puramente voluta!

    Grazie dott. Tosatti …a nome di tutti noi!

  • Marco Matteucci ha detto:

    “Il giornalista è colui che distingue il vero dal falso… e pubblica il falso.”
    (Mark Twain)
    Anche questa per me è una “mezza” verità. perché ho conosciuto e conosco giornalisti seri (pochi a dire il vero) che la verità la dicono, anzi la vivono!

  • laura ha detto:

    Di Maio deve pru dire qualche cosa , o proporre qualche idea, che gli permetta di emergere su Salvini al fine di “esistere”. Il rischio è che questa rincorsa fra i due diventi letale per il paese.

  • franz ha detto:

    mi sono sempre domandata come Alesina possa scrivere sul Corriere , forse grazie alla sua amicizia con Giavazzi ? Risulta evidente , grazie al collegamento tra Alesina e Boeri , che c’è un “sistema” ,che si preoccupa di Salvini , che non sottovaluteri

  • Marco Matteucci ha detto:

    Come tutte le cose di valore, la verità è spesso contraffatta.
    (Card. James Gibbons)

Lascia un commento