IL MATRIMONIO AL VOLO DEL PAPA? UNA MEZZA FAKENEWS, CUCINATA MALINO….PENTOLE E COPERCHI.

20 gennaio 2018 Pubblicato da --
Marco Tosatti

Il matrimonio al volo del papa? Una mezza fakenews, cucinata malino…Del matrimonio in volo, “improvvisato” e improvvisamente proposto dal papa, se ne parlava da un mese in Cile. Ieri sera una cara amica, attentissima alle cose di Chiesa in tutto il mondo (ma come fa? Deve avere una rete impressionante, planetaria, di amici) di cui non faccio il nome mi ha inviato il link di un articolo apparso sul quotidiano cileno El Mercurio un mese fa, un articolo di cronaca in cui il giornalista era andato a intervistare il capitano dell’aereo che doveva portare il Pontefice in Cile, e i membri dell’equipaggio.

In esso, fra l’altro era riportata un’intervista, breve, con lo steward e la hostess che il papa ha unito in matrimonio in aereo. Carlos e Paula dicevano di essersi sposati civilmente otto anni fa, di avere due figlie – 3 e 6 anni -; pianificavano di sposarsi in chiesa il 27 febbraio del 2010, ma il terremoto ha distrutto la chiesa in cui volevano farlo. Poi il lavoro, le figlie, e il progetto fu rimandato. Qui l’intervista in spagnolo per chi vuole leggerla.

Ma già un mese fa dicevano:

“Así, ambos esperan que en enero próximo este postergado plan pueda finalmente concretarse sobre el avión y dirigido nada menos que por el mismísimo Papa Francisco. “Nos encantaría. Es nuestro lugar, es nuestra segunda casa, es donde nos sentimos seguros”, manifestó Podestà.

Così, entrambi sperano che a gennaio questo piano ritardato possa finalmente realizzarsi sull’aereo e diretto nientemeno che da Papa Francesco stesso. “Ci piacerebbe, è il nostro posto, è la nostra seconda casa, è dove ci sentiamo al sicuro”, ha detto Podestà”.

È ben probabile che all’epoca il Pontefice regnante non avesse la minima di idea di chi fossero Carlo e Paula. Ma è altrettanto probabile che qualcun altro lo sapesse, se già i due ipotizzavano la possibilità di un matrimonio in volo…

E allora tutto quello che abbiamo letto, e ci hanno raccontato, della spontaneità dell’occasione, del dialogo con il papa da cui sarebbe nata l’idea improvvisa e così via? Lasciamo a voi giudicare.

Come spiega bene Infovaticana in questo articolo di Gabriel Ariza.

Fra l’altro mi facevano notare un’amica canonista che l’unica cosa su cui neanche un papa può passare sopra, per quanto incurante delle regole, è lo stato libero. Ci vogliono gli atti di battesimo, e la sicurezza che nessuno dei due contraenti abbia già un legame. Quindi, anche il papa doveva essere certo di questi elementi, prima di farlo…Ma pur di avvalorare l’immagine di un papa alla mano, un papa del popolo (populista? Ahi! Ahi!) e inscenare quella che ieri Pezzo Grosso chiamava telenovela tutto fa brodo.

Pentole e coperchi…



Tag: , ,

Categoria:

Questo articolo è stato scritto da wp_7512482

42 commenti

  • natan ha detto:

    In Argentina,per rimettere a posto la Compagnia delle Indie( ex di Gesù) ci sono voluti 20 anni. Per rimettere su la Chiesa dallo sfasciacarrozze argentino ci vorrà un secolo, con moria generale di tutti gli eunuchi di corte e degli adepti della Compagnia. Poi……si vedrà. Ma fin quando la Provvidenza terrà g vo un suo della Corte bergogliana avranno tutti gatti da pelare. ( vescovo di Roma in primis).

  • g.vigni ha detto:

    Ma vuoi che qualcuno degli imporporati, rossi di vergogna, non dicano al vescovo di Roma che il suo ruolo non è una recita del dopolavoro dove interpreta, peraltro egregiamente, un don sculacciabuchi qualsiasi ?
    Ma vuoi che qualcuno degli imporporati non consiglino ar gelataro di smettere i costumi di scena ed indossare ben altri abiti ?
    En passant, si legge in certi vetusti scritti, certamente non registrati, come il Galileo portasse una tunica da boutique, un rozzone di nome Cefa , faticando nudo sulla barca da pesca, corresse a coprirsi alla vista del suddetto Galileo e coup de théatre, un povero, dico povero, venisse buttato fuori da un banchetto di nozze perché non in abito adatto.
    Danni collaterali: vuoi vedere che la povertà non è bella, ma umiliante e disonorevole e non dirimente da obblighi ? Horribile dictu !
    Come già ho avuto occasione di confessare, aliquando, ho una liturgia, che mi piace consigliare, caldamente, a sua cremeria: ah giorgè, la matina quanno te vai a sciacquà, scaracchia ne lo specchio.
    Giorgè, arcordate de di’ ar camerlengo de ripulì, si no so’ …azzi de ‘n maiale .
    Domani non leggerò il salmo 108, mi limiterò a Tommaso da Celano ed al Kaddish di sepoltura*.

    G. Vigni
    *
    37 Nel mondo che verrà rinnovato
    38 e in cui Egli darà vita ai morti
    39 e li farà risorgere a vita eterna
    40 e ricostruirà la città di Gerusalemme
    41 e vi completerà il Suo tempio
    42 ed estirperà culti stranieri dalla terra
    43 e ristabilirà l’adorazione celeste al suo posto
    44 e possa il Santo, che Egli sia benedetto,
    45 regnare nel Suo splendore sovrano …

  • deutero.amedeo ha detto:

    Io mi domando come farà il successore dell’uragano Francesco a rimettere a posto tutto.

  • natan ha detto:

    Vorrei sapere cosa fa il Collegio cardinalizio. E il rincoglionito di Bertone? La causa principale dei mali attuali. Che tristezza,tutto.

    • Vittorio ha detto:

      Il cardinal Bertone e’ stato al centro di molti libri (che ho letto), ma non sono io che devo giudicare. Penso si sia ritirato, anche lui a 82 anni, cosa potrebbe aggiungere? Solo pregare …..come tutti noi. A me non scandalizza il suo appartamento se l’ ha comprato onestamente . Dio guida la storia, speriamo 😊

    • Vittorio ha detto:

      Mi pare che don Ariel scrivesse che Ratzinger e Martini fossero d’accordo. E che Martini MAI avrebbe votato Bergoglio, ma fosse stato vivo sarebbe uscito dal conclave per non votarlo. Non lo sapremo mai.
      Ci sono valori intangibili e poi c è la pieta’ per il peccatore imho

      http://www.corriere.it/Primo_Piano/Cronache/2005/05_Maggio/09/martini.shtml

  • Marco 2 ha detto:

    Embè? Che c’è di strano se già da tempo avevano dichiarato questo loro desiderio di essere sposati in volo dal papa? Forse proprio la loro timidezza nel manifestarlo ha ispirato il papa a prendere l’iniziativa con quella domanda.

    • Maria Cristina ha detto:

      Che male c’ e’ ? Nessuno tranne la Menzogna: se era tutto programmato perche’ farlo passare per un atto improvviso, spontaneo, una sorpresa?
      Perche’ fa piu’ audience?

      • ! ha detto:

        Nell’intervista al marito questo dice di essersi consultato con mons tal dei tali per sapere se si potesse fare in modo pubblico; la sposa ha mostrato la scatola delle fedi ai fotografi. Quindi nessuno ha simulato l’improvvisazione. Inoltre, secondo voi il papa accettava di sposarli senza che fosse accertato il battesimo e il loro matrimonio civile?
        L’elemento sorpresa è stato per gli astanti e per i due che hanno avuto la conferma della disponibilità del papa in quell’occasione.
        L’ho capito io, possono capirlo tutti.

        • wp_7512482 ha detto:

          Che strano, però….padre Spadaro cancella dal suo sito FB i commenti che postano l’articolo de El Mercurio, e lo stesso vale per l’articolo di Aldo Maria Valli. Chissà perché, se era tutto così chiaro e limpido come Lei dice. Della serie: ma chi vogliamo fare fesso?

          • deutero.amedeo ha detto:

            Tutta questione di “” discernimento””. Padre Spadaro è uno che discerne….. Non possiamo vietarglielo.

          • Marco 2 ha detto:

            Non so se Spadaro abbia agito così, ma si sente di escludere che potrebbe averlo fatto, sempre che l’abbia fatto, perché chi posta quegli articoli sta tentando di creare confusione? E non crede che questa sua equazione, se la ritiene infallibile, dovrebbe applicarla anche a qualche altra pagina Facebook o blog?

          • wp_7512482 ha detto:

            Censurare in particolare cose che fanno parte del dibattito è un gran segno di debolezza. Se non di altro, tipo coda di paglia.

          • Alessandro2 ha detto:

            Cosa fa, caro Tosatti, si mette a discutere con degli apici, degli apostrofi, dei punti esclamativi, insomma dei caratteri speciali? Ché, ormai l’abbiam capito, per andar dietro al signor Bergoglio bisogna essere dei caratteri un po’ speciali :).

          • Marco 2 ha detto:

            Lei non ha mai censurato nessuno? E anche a quella pagina Facebook che ogni tanto pubblica qualche suo articolo, caratteristica per la sua chiusura ermetica ai pareri contrari, lei applica questa sua “equazione”? Due pesi, due misure… non è certo una caratteristica della giustizia!

          • wp_7512482 ha detto:

            In genere rispondo. Certamente non censuro video, o link, anche se posso non essere d’accordo con loro. Rispondo delle mie azioni; di quelle degli altri, no. E come vede, anche adesso sto rispondendo.

          • ! ha detto:

            Salve non uso faccialibro e non so che fa spadaro. Forse mi avete frainteso. Dico solo che è da babbei pensare che il papa sposa due che non sa manco chi sono, in mondovisione. Probabile che la stampa ci consideri tali. Sicuro che in molti lo siamo. Ciao

          • Marco 2 ha detto:

            Non “anche” questa volta sta rispondendo, ma “questa” volta sta rispondendo. E di questo la ringrazio.

          • wp_7512482 ha detto:

            Guardi, non esiste solo lei. Ad altri, se è il caso, rispondo. Dipende dal tema, dalla persona, dal modo e dal contesto. E poi voglio lasciare più liberi possibile i commentatori del blog. Anche quelli ostili. So che le sembrerà strano, ma è così.

          • Marco 2 ha detto:

            Io non ho mai preteso di avere risposte da lei, infatti l’ho ringraziata, ma mi sono dispiaciute le volte in cui i miei commenti, che magari servivano a difendermi da alcuni attacchi anche offensivi, ma che però non contenevano alcuna offesa, non sono apparsi nel suo blog. Non le pare che tutto ciò sia in contrasto con la tutela della libertà dei commentatori di questo blog?

          • wp_7512482 ha detto:

            No.

  • Vittorio ha detto:

    Nessuno puo’ passare di lì, tantomeno con il messaggio di un morto, eppure tu stai alla finestra e ne sogni: quando viene la sera. (Il messaggio dell’imperatore) Rip

    http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/1996/03/23/fu-un-uomo-dentro-apocalisse.html

  • nat ha detto:

    La corte non- rinascimentale di Francesco non è più neppure in grado di organizzare una sceneggiata ben fatta!

  • Vittorio ha detto:

    Mi dispiace veramente di papa Bergoglio. Molte cose le condividevo. Il lasciare il Vaticano, il tornare al vangelo. So’ che e’ anziano, ma mi sembra a volte, “la fantasia al potere”.
    Comunque, al fondo, resta sempre Dio e il suo regno. Alle volte, mi sembra che la mia fede venga meno: non per lui!!
    So solo che se Dio c’e’, vincera’. E magari, anzi sicuramente (imho), vincera’ come Elia sul Carmelo. Quando ogni terremoto sara’ passato, e di Dio non si vede che il silenzio, Egli si manifesta “in un vento sottile”.
    La storia umana e’ anche dolorosa. Non si possono cancellare dalla mente gli ultimi attentati fatti “nel nome di Dio”. Ma lo e’ sempre stata. Eppure Dio non ha mai abbandonato l’uomo. L’uomo ha fatto tutti i peggiori abomini (anche nella Bibbia) ma Dio e’ pronto a perdonare, basta chiedere perdono e INCONTRARLO (il che puo’ essere cambiare vita). La piu’ grossa critica che un ateo dotto potrebbe rivolgere a un credente e’ quella di 2pt: “dov’e’ Colui che doveva tornare presto? Da quando i nostri padri sono morti, tutto e’ come prima…”. E non si puo’ certo dire che questi siano “schernito beffardi” degli “ultimi tempi”. Il primo fu REIMARUS oltre 400 anni fa!
    Forse quando TUTTI gli uomini capiranno che sono incapaci a salvarsi da soli, e sono imperfetti (peccatori); forse accetteranno il Dio di tenerezza e di pieta’, non e’ Dio che non salva, siamo noi che non accettiamo la salvezza.

  • Paolo Giuseppe ha detto:

    Chi segue il calcio conosce la tensione che assale il tifoso qualche minuto prima di una finale di Champions League. L’esofago, il piloro e gli altri orifizi si chiudono e l’attesa si fa spasmodica.
    Ecco: io sono in questa situazione. Perchè? Perchè penso alla conferenza stampa del Papa sull’aereo di ritorno.

  • Maria Cristina ha detto:

    Una telenovela.
    Fin.dall’inizio del pontificato il modo di agire di questo papa e’stata tutta una recita , a favore di telecamere e media.
    Basta vedere la differenza di espressione del volto e soprattutto dello sguardo di Bergoglio quando depone per un attimo la maschera bonaria e sorridente della sua parte : un viso cupo , uno sguardo inquietante, di chi sta tramando nel segreto. Qu a lche volta un fotografo l’ha colto in questa modalita’OFF, dove affiora il vero uomo.sotto la maschera dell’attore.Ma subito riprende l a recita, I sorrisi, I buon pranzo, la parte del buon parroco alla mano, che bacia bambini, sposa la gente, abbraccia I poveri, si ferma a soccorrere I caduti da cavallo ecc
    Un tempo I gesuiti avevano fama di essere falsi, scaltri, melliflui, tutti sorrisi e bonarieta’di fuori, duri e cinici dentro.
    Direi che il.primo.papa gesuita ha confermato che la fama e’meritata.

  • Giuseppe Marson ha detto:

    Tosatti, non sono un canonista per cui le domande che pongo a qualche canonista che segue il blog è la seguente : Si può celebrare una S. Messa su un aereo? In questo caso c’è stata? Questo è quello che mi sta più a cuore. i giornalisti in volo nei loro resoconti Tosatti ne hanno parlato?
    O hanno solo insistito sulla menzogna del matrimonio improvvisato.
    Certo la banalizzazione del Sacramento e la sua spettacolarizzazione mediaticamente voluta mi amareggia ancor di più perché è stata architettata con questo copione dai collaboratori del Papa e da lui accettata.
    Che in questo modo più che ministro,
    è diventato il protagonista assoluto del Matrimonio.
    Speriamo che durante il volo di ritorno dia spiegazioni e che i giornalisti al seguito diano prova di coraggio e chiedano a lui direttamente se come molti loro hanno detto e scritto era veramente improvvisato e soprattutto perché se si poteva farlo non c’è stata la S. Messa.
    Certo sarebbe stato meglio un maggior rispetto per il Sacramento del Matrimonio, probabilmente avendone parlato da almeno un mese un corso o qualcosa di simile lo avranno fatto, come una Confessione, credo.
    Personalmente penso che con una spiegazione da parte del Papa e una S. Messa sarebbe stato più bello per tutti e un bel dono per gli sposi, e avrebbe avuto un impatto più educativo la sua frase rispetto al Matrimonio ” quello che oggi manca è il Sacramento”.
    Così invece pare cia sia stato un rito in cui Bergoglio ha sposato le nuove idee di Bergoglio.
    Ha riscritto sulla pelle degli sposi una parte di A. L. e
    Il positivo però di tutta questa vicenda è che per gli sposi, il Matrimonio è valido e nonostante siano stati usati per questa sceneggiatura la Grazia Sacramentale agirà per loro copiosamente.
    W gli sposi .

    • Adriana ha detto:

      Perdoni,ma per quanto riguarda il matrimonio,ministri sono gli sposi.

      • giuseppe marson ha detto:

        Sono ignorante e se ho usato un termine errato la ringrazio per la correzione.
        Spero però di aver spiegato il senso di quello che volevo dire.
        In ogni Matrimonio il Sacramento gli sposi non se lo danno da soli, ma occorre un sacerdote che lo dichiari pubblicamente.
        Usando una metafora teatrale che ben si addice in questo caso, al centro della scena c’è la Grazia Sacramentale, i protagonisti sono gli sposi e non il sacerdote, anche se come in questo caso si tratta del Papa e così non è stato.
        Questo volevo dire.
        Grazie

  • franz ha detto:

    ahò ! abbiam avuto tutti i papi immaginabili , ma un attore …Un attore comico in più ….

  • ! ha detto:

    Come il parroco deve fare concorrenza al sindaco, così il papa ha fatto concorrenza al pilota.
    La pratica di sposarsi in aereo c’era già e il papa l’ha riappropriata alla chiesa.
    Scherzi a parte, leggete qua
    http://www.amando.it/matrimonio/organizzazione/matrimonio-in-aereo.html

  • Caro Direttore:
    Ascolti la canzone e legga l’articolo:.
    Canzone:
    “Teatro, il tuo è puro teatro, falsità ben provato, studiato simulacro…”:
    https://www.youtube.com/watch?v=R-CpdAtgKQY
    Articolo:
    https://www.lifesitenews.com/news/wedding-on-popes-airplane-not-as-spontaneous-as-it-appeared-evidence-indica
    Saluti.

  • Lucy ha detto:

    Nel libro di Valli “Come la Chiesa finì c’è una immaginaria ( ma non tanto) enciclica DELENDA DOCTRINA .La sostanza del matrimonio /show è proprio questa :” della dottrina me ne infischio , io sono il papa e faccio quello che voglio , chi mi critica sono :legalisti, vecchie comari ,novelli farisei , cavillatori moralistici…..( solo alcuni dei simpatici epiteti di cui Bergoglio gratifica i veri cattolici tratti dal libro “The Pope Francis little book of insults .Dicembre 2015).

  • Armando ha detto:

    Questo non cambia il bisogno di apparire di questo papa, a cui interessa essere sulle prime pagine. Queste sceneggiate sono degne di Novella 2000 e non certo dei valori che un papa deve trasmettere.

  • Manfred Ferrari ha detto:

    Mi fa dei brividi la tua notizia. Se fossi vero, da due anni io dico: Questo Papà viene manipulato da una „setta“ al interno del Vaticano. Penso che sono anch‘io uno dei più informati sui fatti interni, malgrado che tutte le mie „talpe“ sono finiti (spero) in cielo, ma questo n o n lo sapevo…
    http://www.manfredoferrari.com

  • Alessandro2 ha detto:

    No caro Tosatti, i coperchi non ci sono: per i ben noti motivi.