AMORIS CONFUSIO. DUE GRANDI STUDIOSI LAICI CHIEDONO AL PAPA DI RINNEGARE OTTO ERRORI.

Marco Tosatti

Dopo i cinque “Dubia”, adesso arrivano gli otto “Errori” . Altri due illustri studiosi cattolici hanno chiesto al Pontefice di esprimersi, e bloccare quello che definiscono un “abuso” dell’Amoris Laetitia, l’esortazione apostolica emanata dopo i due Sinodi sulla famiglia. E’ un’ulteriore presa di posizione di personalità di riguardo del mondo cattolico, dopo la Supplica Filiale, la lettera di decine di teologi, sacerdoti e vescovi, la richiesta di chiarire i “Dubia” avanzata dai quattro cardinali e la recente lettera di venti esponenti cattolici.

E’ evidente, con buona pace dei superzelanti chiusi a riccio intorno al Pontefice, che il problema dell’Amoris Laetitia non è liquidabile con qualche definizione di rigidità, o di conservatorismo farisaico; ma è una questione che lacera coscienza e logica di molti fedeli cattolici senza etichette particolari.

In una lettera indirizzata al Pontefice e “a tutti i vescovi in comunione con lui, e al resto dei fedeli cristiani”, John Finnis e Germain Grisez (nella foto) lamentano che la cattiva interpretazione popolare di Amoris Laetitia è usata “per appoggiare errori contro la fede cattolica”.

Così chiedono al Pontefice di ripudiare questi errori, e chiedono a “tuti i vescovi di unirsi a questa richiesta e di emanare le loro proprie condanne di queste posizioni erronee che identifichiamo”.

La lettera è stata pubblicata dal sito “First Things”.

Ecco la lista degli otto errori:

  • Che i preti possano assolvere dal peccato anche quando non c’è intenzione di correggersi
  • Che le persone possano essere troppo deboli per obbedire ai comandi di Dio
  • Che non c’è una legge morale a cui non possano esserci eccezioni
  • Che le leggi morali sono ideali, e non è realistico attendersi che vengano adempiute
  • Che in alcune circostanze è meglio violare una legge morale
  • Che l’attività sessuale è sbagliata solo se uno è sfruttato o ferito
  • Che un matrimonio valido può essere sciolto
  • Che non ci sia nessuno condannato all’Inferno

Finnis è un professore emerito di filosofia a Oxford. Grisez un teologo morale che ha insegnato per molti anni a St. Mary. Entrambi sono fra i più stimati pensatori cattolici.

14 commenti su “AMORIS CONFUSIO. DUE GRANDI STUDIOSI LAICI CHIEDONO AL PAPA DI RINNEGARE OTTO ERRORI.”

  1. Scusate una domanda, ma quì si parla di teologia, fondata su una serie di libri che i teologi considerano sacri ovvero la bibbia, di cui nessuno di voi ha letto (vi consiglio la bibbia di gerusalemme tradotta dall’ebraico masoretico all’italiano ediz. s.paolo), sappiate in ogni caso che la bibbia:
    -non si sa chi l’ha scritta, in che lingua e quando è stata scritta
    -in origine i testi ebraici erano scritti senza vocali, aggiunte mille anni dopo dai masoreti
    -i vocaboli tradotti con Dio, Onnipotente, Eterno,Gloria, Creazione non esistono nella bibbia (tradotti dai teologi greci quando hanno deciso che quei testi dovevano parlare di religione nel 500 a.c)
    -Nessuno conosce il vero significato di: Elyom, Elohim, Yaweh tradotti come unica entità divina (Dio) dai teologi

    Se volete approfondire leggete i libri del prof. Mauro Biglino, traduttore di bibbia vecchio testamento dall’ebraico all’italiano per conto delle Edizioni San Paolo (Vaticano). Trovate tanti libri e anche diverse conferenze su youtube

  2. 10 Anni fa , avevo letto delle profezie che ci sarebbero stati 2 Papi, uno era il vero e l’altro falso . Vedendo le continue contraddizioni di Papa Francesco , purtroppo si stanno avve- rando . Speriamo e preghiamo.

  3. Potreste gentilmente citare la pagina dell’esortazione apostolica in cui si evincono tali obiezioni?, purtroppo oggi per domani qualche pezzo ancora non l’ho letto.
    Vi ringrazio
    Francesco
    ma non sò er papa 🙂

  4. Come si fa a non capire che seminando eresie,come sta facendo F1si finisce diritti all’Inferno,nemmeno i pretoriani del cavolo, chiusi a riccio attorno a Lui glielo fanno notare!Se lo merita,possa La sempreVergine Maria,sedes sapientiae,aprirgli la mente a riconoscere la Verità immutabile della Dottrina Cattolica di sempre e non provocare altri disastri al Corpo mistico di suo Figlio.Cristo regni!

  5. Ma quei otto errori, se sono imputábili, secondo questi due studiosi, a una cattiva interpretazione e non a la AL, il Papa non é responsábile. Invece ío penso che sono contenuti esplícita o implicitamente nella AL : Todo el programa siniestro, el centro del Bergoglianismo, está resumido en la escandalosa declaración de Francisco en el párrafo 303 de Amoris:
    Pero esa conciencia puede reconocer no sólo que una situación no responde objetivamente a la propuesta general del Evangelio. También puede reconocer con sinceridad y honestidad aquello que, por ahora, es la respuesta generosa que se puede ofrecer a Dios, y descubrir con cierta seguridad moral que esa es la entrega que Dios mismo está reclamando en medio de la complejidad concreta de los límites, aunque todavía no sea plenamente el ideal objetivo. De todos modos, recordemos que este discernimiento es dinámico y debe permanecer siempre abierto a nuevas etapas de crecimiento y a nuevas decisiones que permitan realizar el ideal de manera más plena.
    Aquí, Francisco revela nada más y nada menos que un descabellado intento de elucubrar excepciones a preceptos negativos de la ley natural divinamente impuestos y sin excepciones respecto a conductas intrínsecamente inmorales, como el adulterio, reduciendo estos preceptos a meros “ideales” sobre los cuales Dios no espera un cumplimiento estricto “en medio de la complejidad concreta de los límites”. Esto, por supuesto, representaría en la práctica la destrucción total del orden moral.
    Para montar esta rebelión moral, Francisco ha estado, después de Amoris, guiñando el ojo y asintiendo a prelados que admiten en la sagrada comunión a los divorciados vueltos a casar, pretendiendo “absolverlos” de su adulterio continuo “en ciertos casos”. Al mismo tiempo, conserva un silencio estudiado frente a las súplicas urentes de otros prelados y de gran número de fieles para que “clarifique” su posición y se retracte de los errores de Amoris
    Tiene bemoles que a seguir pecando se le llame la respuesta generosa a Dios en ese momento y en esas circunstancias, que no les han venido dadas sino que las han buscado y querido. Este es el nefasto bergoglianismo, pero muchos todavía no se quieren enterar. Dios nos juzgará a todos, en especial a quienes hemos recibido una buena formación, por lo que estamos diciendo o callando en este momento trágico para la Iglesia, de cisma de hecho entre quienes aceptan los Amores adúlteros de Letizia y los que, con Jesucristo y el magisterio de 2000 años, rechazamos el divorcio porque el matrimonio es indisoluble, incluso para el Papa, sometido a la Ley Natural y al Derecho Divino, como todos los fieles.

  6. Se voglio salvare la mia anima, non posso seguire Bergolio … la sua misericordia è ingannevole, perché ti invita a continuare a peccare, ad auto-assolverti … tutto questo è diabolico!

    1. Perfettamente condivide il mio pensiero con questa eccessiva misericordia che nega l’esistenza dell’inferno, ma il papa non vede quanto male pervade il mondo? Noi dobbiamo temere e scacciare il demonio con la preghiera come da sempre predicato la chiesa (non quella attuale che confonde il bene col male)

  7. Come sempre Tosatti grazie di tenerci informati delle prese di posizioni sempre più numerose di persone che desiderano chiarezza, che amano la Verità.
    E’ bene riaffermarlo, non sono persone che vogliono che aumentino i tifosi della squadra per cui fanno il tifo.
    Il Santo Padre, che ieri l’altro è andato dalla Vergine Immacolata, recitando quella veramente commovente preghiera, ha detto di non essere andato da solo e di portare con se tutto il popolo a lui affidato ed in questo popolo ci sono anche io e tutti coloro dai cardinali vescovi sacerdoti, laici, madri e padri , che chiedono una risposta che solo lui in virtù del ministero può e mi si permetta deve dare sui punti controversi di A.L.
    Ho la certezza di essere sotto la protezione del manto della Madonna, ma se questa risposta non dovesse arrivare, sarei indotto a dubitare che il Santo Padre abbia portato anche me con se.
    E’ per me riprovevole il tentativo dei suoi collaboratori di isolare, denigrare i Cardinali firmatari dei ” Dubia” e di ignorare volutamente quel popolo che non aspettava altro che riascoltare quella ” musica trita e ritrita” che abbiamo ascoltato per più di 2000 anni e che avremmo rischiato di non sentire più, se tutti fossero stati in silenzio.
    Noto con profondo dispiacere che ad esempio nemmeno la C.E.I. si è ancora espressa. Perchè?
    Spero non sia dovuto al fatto che si sta aspettando il cambio dei vertici per avere la certezza di una ipotetica maggioranza, come avviene in parlamento, e che si aspetti per avere un sistema monocamerale la sostituzione del Prefetto della Congregazione della Dottrina della Fede.
    Mi auguro, che stante le dichiarazioni di alcune diocesi dove la discontinuità con il precedente magistero è evidente, che molti più Cardinali e Vescovi non in ordine sparso, prendano il coraggio e facciano sentire la loro voce, insieme a quei laici che singolarmente, purtroppo, stanno facendo sentire anche la loro voce.
    Prego la Madonna di Loreto, perchè il Papa ascolti questo popolo, e perchè anche i suoi più stretti e fidati collaboratori, lo invitino a queste risposte per il bene delle anime, anzichè incoraggiarlo ad ascoltare chi è in profondo contrasto con la S. Chiesa, perchè tale avversione è mutata solo nelle forme rispetto al passato è meno apparente ma sempre inconciliabile, con la fede in Cristo, nonostante i forse probabili desiderata di alcuni Cardinali.
    Chiudo questo pensiero con una frase che descrive quello che penso sul Matrimonio-Sacramento, che da una decina di anni mi sostiene, e nei momenti di diffoltà, mi ha aiutato molto.
    ” In virtù del Sacramento del Matrimonio, anteponi l’amore a tua moglie, per nulla anteporre all’Amore di Cristo”.
    Qualche anno fa, ho scandalizzato qualche amico, che non capiva il senso e mi ripetava giustamente che bisogna amare Dio sopra ogni cosa.
    Ma ora più di prima non vedo altro senso del Matrimonio Cristiano o la moglie per un uomo e viceversa, è la stada per amare di più Cristo oppure come dissero gli apostoli( che non capivano) a Gesù: ” non conviene sposarsi”.
    E’ goffo per non dire di peggio, che oggi , salvo i casi previsti di annullamento, si possa indurre a pensare che può capitare anzi a volte è inevitabile è stato detto, che per amare Cristo sopra ogni cosa, per amarlo di più si può lasciare il coniuge e risposarsi.

  8. La parola di Dio non cambia e non seguirà mai le voglie del momento, in quanto la sua parola è fedele a se stessa e lo sarà fino alla fine dei tempi.

    1. Ma siamo sicuri che quello che ci ha lasciati Cristo 2000 e rotti anni fa sia tutt’ora verità al 100×100?
      I comandamenti manomessi……
      i segreti di Fatima? …pure!
      Per quanto mi riguarda io perdonerei chiunque è veramente pentito………..

I commenti sono chiusi.