SUPER EX SOGNA UNA NOTIZIA: COMMISSARIATI I GESUITI. AFFIDATI A MONS. VIGANÒ.

25 Agosto 2019 Pubblicato da --

Marco Tosatti

Cari Stilumcuriali, le vacanze hanno certamente fatto bene a Super Ex (Ex di Movimento per la Vita, Ex di Avvenire, la Pravdina dei vescovi, ed Ex di un po’ di altra aumenta cattolica; ma per il momento ancora non Ex cattolico). Ha letto l’intervista a Tempi del generale dei Gesuiti (ma di che confessione religiosa è? Si è poi saputo?) e ci ha mandato un’anticipazione giornalistica. Verosimile, plausibile, ma ahimè – lo chiariamo subito soprattutto per PorRastello, che se non ci si stranisce – temiamo falsa…Certo l’idea di Braz de Aviz che abbandonato l’amato frutto di Bacco fulmina scomuniche e decreti, una volta tanto giusti e giustificati ci aveva quasi riconciliato con il Regime. Ed elaborando la notizia di Super Ex, potremmo immaginare che come Commissario il Pontefice potrebbe scegliere Carlo Maria Viganò. È in pensione, è un ex diplomatico….Insomma il genere che piace al Regnante. Occasione perduta, temiamo.

Caro Tosatti le passo una notizia ancora riservatissima, un vero scoop. È in vista un altro commissariamento! Sì, un caso ancora più grosso di quelli passati.

L’accusa è la medesima: “NON SENTIRE CUM ECCLESIA!”.

Però la novità è che questa volta alla formuletta magica che non significa nulla segue un vero capo di imputazione che ho tra le mani.

Recita così :” Non possiamo accettare che il generale dei Gesuiti continui a negare verità di fede presenti nel Vangelo e in duemila anni di storia della Chiesa”.

Sembra che segua poi una lunga invettiva sui Gesuiti in generale, colpevoli di, aver scelto un eretico come loro superiore. I

l cardinale Braz de Aviz ipotizza che l’elezione di Sosa sia la spia di una mancanza di fede in quasi tutta la compagnia e nel decreto di commissariamento cita tutti gli del passato avvenuti scontri tra Giovanni Paolo I, Giovanni Paolo II, Benedetto XVI e i gesuiti, concludendo che finalmente, con un papa gesuita, è giunta l’ora di fare pulizia e chiarezza. Il documento contiene anche un ordine un po stalinuano, come è nello stile della congregazione dei religiosi : invita a bruciare tutte le foto in cui padre Sosa e Bergoglio si abbracciano sorridenti.

Una vera damnatio memoriae! La notizia, una volta resa pubblica, sarà una bomba. Sembra che Tornielli stia già preparando un pezzo in cui argomenta così: questo atto dimostra che le accuse a Bergoglio di colpire solo ed esclusivamente alcune famiglie religiose o alcun vescovi, senza motivi ma solo per la loro fede cristallina sono false!

E a lei, Tosatti, toccherà chiudere il blog.

Senza in giro i Gesuiti a seminare eresie e comizi elettorali, lei perderà moltissimi argomenti!





PENSATE CHE STILUM CURIAE SIA UTILE?

PENSATE CHE SENZA STILUM CURIAE  

 L’INFORMAZIONE NON SAREBBE LA STESSA?

 AIUTATELO.

ANDATE ALLA HOME PAGE.

SOTTO LA BIOGRAFIA. 

OPPURE CLICKATE QUI




Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa” fino a quando non fu troppo molesto.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina


 LIBRI DI MARCO TOSATTI

Se siete interessati a un libro, cliccate sul titolo….


Viganò e il Papa


FATIMA, IL SEGRETO NON SVELATO E IL FUTURO DELLA CHIESA

Fatima El segreto no desvelado

  SANTI INDEMONIATI: CASI STRAORDINARI DI POSSESSIONE

  PADRE PIO CONTRO SATANA. LA BATTAGLIA FINALE

  Padre Pío contra Satanás

La vera storia del Mussa Dagh

Mussa Dagh. Gli eroi traditi

Padre Amorth. Memorie di un esorcista.

Tag: , , ,

Categoria:

Questo articolo è stato scritto da wp_7512482

76 commenti

  • Catholicus ha detto:

    Sempre grande e inarrivabile Alessandro Gnocchi, quando fa articoli di apostolato cattolico, di vera edificazione cristiana: http://www.unavox.it/ArtDiversi/DIV3130_Gnocchi_Angeli_e_demoni.html
    Il tema trattato mi riporta alla mente lo scandalo suscitato (nei soli cattolici tout court, non nei cattolici adulti) dal cardinal Ravasi che faceva la danza in onore di Pacha Mama, alcuni anni or sono; niente di nuovo sotto il sole, quindi, tutto conferma la veridicità del pensiero del bravo Alerssandro su questa “chiesaccia” di vescovi miscredenti e blasfemi, oltre che apostati, al cui confronto quel cappellano caduto sull’Ortigara brilla come una stella del firmamento su una cisterna di letame !

  • Anonimo ha detto:

    Vorrei condividere con i lettori di questo blog una riflessione sui fatti di quest’ultima settimana politica. É di ieri la foto di Conte fra Merkel e Macron, e di oggi quella in cui alza il pollice insieme a Trump. L’atteggiamento è cambiato: dalla sussiegosa impersonalità che ostentava, sembra ora assaporare in pieno l’ebbrezza del potere. Alla luce di tutto ciò, io, semplice cittadino, non posso concordare con quanto espresso lunedì durante l’audit dal senatore La Russa, che gli ha detto: “O mentivi ora o menti adesso”…Salvini c’entra ben poco, questo tradimento ai danni dell’Italia, tramite un disinvolto ed improvviso cambio di casacca, era stato preparato con cura. Comunque, come diceva mia nonna, certe persone hanno la”crosta” dell’educazione, della classe e della correttezza molto sottile…appena si scalfisce un poco, esce fuori la vera natura. Allora meglio un Salvini, che non cerca di mostrarsi migliore di quanto sia.

  • maurizio rastello ha detto:

    Gentile Tosatti, la ringrazio per la cortese sollecitudine che mostra nei miei confronti: senza il suo chiarimento ci sarei cascato in pieno! Vorrei ricompensare questa attenzione (ed il suo amore per la Verità, la Chiesa tutta ed il suo Pontefice) con una donazione qualora il suo lavoro di libera informazione, discussione e confronto si trasformasse in qualcosa di finalmente utile, positivo e propositivo. In questa lunga attesa – e sempre che il diavolo non ci metta la coda – la saluto cordialmente.

    • wp_7512482 ha detto:

      Carissimo Rastello, quanto da Lei auspicato già accade. Mi stupisco che Lei, a differenza di molti altri, non se ne sia accorto. Grazie sempre per l’attenzione.

  • Donna ha detto:

    Fuori tema, ma non posso esimermi.
    Bergoglio è preoccupato per l’incendio in Amazzonia e ha richiamato alla preghiera,….
    ma un pensiero mi disturba….
    Amazzonia luogo del futuro sinodo dove, dato le premesse, si potrebbe consumare la totale apostasia della Chiesa…,non è che il Signore stia cercando di dirci qualcosa?…troppa fantasia da parte mia?…mah

    • Alda ha detto:

      Ho pensato la stessa cosa… Ai gerarchi ecclesiali non verrà in mente per niente? Ma già, il Signore mica castiga….

    • Antonio Cafazzo ha detto:

      Povera Amazzonia. Qualche giorno fa uno sciamano benedisse l’Amazzonia con la presenza compiaciuta di clero locale. Da allora il fuoco la divora. Cosa le succederà quando in settembre si riuniranno colà gli sciamani cattolici (vescovi et affini) del Sinodo?

  • Nicola B. ha detto:

    Evidentemente il livello più basso questo Paese ancora non lo ha ancora raggiunto. P.S. Mi domando se tanto mi dà tanto adesso, cosa faranno questi dopo aver preso il potere in Italia grazie ai compagni di merende rossi….

    http://www.ilgiornale.it/news/cronache/limam-sgrida-salvini-basta-baciare-rosario-1743376.html?update=1

  • Anonimo ha detto:

    Anche senza conoscerne le scelleratezze verbali, Sosa Abascal ha un viso laido da colonialista vizioso che ispira ripugnanza. Sembra uno di quei fazendeiros corrotti e viscidi usciti dalle pagine migliori di Jorge Amado.

  • Genovese ha detto:

    Buongiorno a tutti. Chiedo a chiunque possa e voglia aiutarmi se ha notizia di una S.Messa NORMALE (non pretendo addirittura Vetus Ordo, che sarebbe il massimo) nella città di Genova, possibilmente zona Levante, possibilmente la domenica. Sono ancora sconvolto da quello che ho sentito stamattina nella mia parrocchia: l’inferno è vuoto, ci dobbiamo modernizzare, non credete mica che conti dire il Rosario, eh? Conta solo la relazione che abbiamo con Dio, a commento del tremendo e magnifico brano di Luca che diceva chiaramente TUTTO IL CONTRARIO. Ciò ha creato grave scandalo specie ai più giovani; mio figlio, usciti, mi ha chiesto turbato cosa volesse dire il “sacerdote” con quelle parole. Non ce la faccio più, aveva ragione San Padre Pio quando definiva certi presbiteri indegni “macellai” e diceva che aveva visto Gesù piangere a causa loro. Grazie a chiunque vorrà darmi un’indicazione.

    • Uno qualunque ha detto:

      Ecco, questa è la cosiddetta “Nuova Chiesa” di cui spesso si parla. E la gente poi dovrebbe rimanere buona e calma, sottostando, in nome dell’obbedienza evangelica, a chi permette e fomenta questo scempio che grida vendetta al cospetto di Dio?

    • EquesFidus ha detto:

      Ce ne sono ben tre in rito tridentino la Domenica a Genova, stando alle mie fontu: una nella Chiesa dei Santi Carlo e Vittore alle 11 (per informazioni 010.87.63.98), una nella Chiesa di Santo Stefano alle 9,30 (per informazioni 010.58.71.83) ed infine una presso la parrocchia di San Biagio in Valpicerva alle 17 (per info 010.711.685). Ti esorto ad andare lì e a non accontentarti di niente di meno rispetto alla Messa “di sempre”.

      • Iginio ha detto:

        … che non è la messa di sempre, dato che è cambiata anch’essa nel corso dei secoli.

        • EquesFidus ha detto:

          Infatti, ho messo “di sempre” fra virgolette, perché il rito tridentino si riferisce all’Eterno ed alla divina Tradizione della Chiesa in modo completo, nei riti (alcune preghiere e riti risalgono a prima del IV secolo) e nella lingua, oltre che sacramentalmente. Quindi, la Santa Messa nel rito tridentino-gregoriano è veramente “di sempre”, non nel senso archeologista (e, quindi, eretico) di Bugnini ma in quello escatologico e liturgico.

    • Rafael Brotero ha detto:

      La comunione spirituale nelle messe una cum Benedicto in diretta su Radio Domina Nostra, su facebook. Messe non solo valide, ma anche lecite, senza la bestemmia di citare il nome dell’antipapa multieretico nel canone, e senza paura di sentire le solite stupidaggini politically correct nel sermone. In questi tempi di tenebre bergogliane, è sempre un oasi.

      • EquesFidus ha detto:

        Non sono valide: per cortesia, evitiamo di dare consigli in salsa sedevacantista e che spingono a violare un precetto della Chiesa (cosa che è, fino a prova contraria, materia grave).

      • Il veritiero ha detto:

        In tutta onestà fratello mio rafael brotero, secondo te, don minutella si comporta come uno che vuole davvero combattere Bergoglio oppure come uno che recluta adepti usando il rancore contro Bergoglio ( rancore giusto, in quanto veramente è fuori dalla verita ). Secondo te, sinceramente parlando, uno che veramente vuole contrastare Bergoglio per il be e della chiesa non va a protestare direttamente a piazza San Pietro?
        Invece lui sono 3 anni che fa dirette facebook…raduni….adepti….offerte offerte offerte…. e sta creando una nuova piccola comunità al di fuoei della chiesa. Di fatto é questo che sta facendo. Lui brama essere il capo di una nuova chiesa, sta riconscendo i segni dei tempi e si é tuffato a pesce nella speranza di “incarnare l’eletto”, ma quello che lui non capisce, è che l’eletto non si incarna, l’eletto è unto già da prima che nascesse. Quando capirà questo allora ritroverà la ragione perché sarà libero.

    • Antonio Cafazzo ha detto:

      Tu digli – sempre con rispetto – che quando sarà cadavere andrà all’inferno e vedi se sorride…

    • Francesco Franco ha detto:

      Caro Genovese
      Non è stato padre Pio a dire “Macellai”, ma nostro Signore Gesù Cristo a padre Pio.

  • MARCELLINO PANE E VINO ha detto:

    Magari!
    Commissariati certo, ma in più sarebbe doveroso che tutti quelli che hanno accettato cariche, contravvenendo così alle disposizioni del Fondatore,
    venissero ridotti allo stato laicale, e quando si dice tutti, si intende proprio tutti, persino il bianco Apostata.

    • Uno qualunque ha detto:

      Se qualcuno conosce bene la materia, gradirei delle informazioni più precise su questo preciso argomento: la proibizione per i Gesuiti di accedere a cariche gerarchiche nella Chiesa: episcopato, cardinalato e papato.

  • Iginio ha detto:

    Però va detto che le favolette sull’inferno che non esiste, il diavolo che non esiste, Gesù che non sapeva di essere Figlio di Dio, gli angeli e i sogni di san Giuseppe che sarebbero modi di dire per indicare modalità di rivelazione ecc. ecc. Insomma tutte queste scemenze sono molto diffuse, anche, p. es., tra focolarini che insegnano religione nelle scuole statali, suorine che studiano a Roma e via dicendo. Presumo che vengano diffuse da posti come le cosiddette “università pontificie”, vero semenzaio di mediocrità anche umane oltre che di ignoranza (basta vedere il ridicolo salesiano che hanno eletto come rappresentante dei rettori).
    L’opera di pulizia da fare è molto molto vasta, purtroppo. Andava fatta prima.

    • Alessandro ha detto:

      Caro iginio, il fatto che non credano più al diavolo è la prova provata che la preghiera non sanno manco cos’è. Satana non si sente affatto infastidito da loro, che sono suoi tirapiedi. Ricordo chiaramente che, quando praticavo meditazione buddhista, neppure io credevo alle realtà soprannaturali. Praticavo solo per diventare perfetto. Fu soltanto quando – senza neppure essere cristiano, peraltro – per aiutare la concentrazione decisi di recitare il Rosario per un’ora al giorno, che satana si manifestò. Oggi, dopo anni di battaglie e di tormenti, che hanno richiesto anche ben tre penosi esorcismi, lo ringrazio, il demonio, perché è stato grazie a lui che sono tornato a Gesù.

      • Valeria Fusetti ha detto:

        Caro Alessandro, capisco l’ amore per il paradosso, ma francamente lei esagera ! Pensare di dover essere grato al demonio è una bestemmia. Lei è tornato a Gesù per le preghiere di Maria Santissima. Ad Jesum per Mariam è la strada giusta, ed è Maria che lei, come molti di noi, me compresa, dobbiamo ringraziare. Può anche ringraziare il suo Angelo Custode che le ha suggerito di ” recitare” il Rosario, il suo Angelo sapeva bene quel che faceva: mentre lei credeva di ” intuire” che il Rosario sarebbe stato un buon mantra, lui la convinceva ” con le buone” a mettersi nelle mani della Madre dei battezzati ! Che ha
        schiacciato il capo, ancora una volta al serpente. A suo beneficio.

    • Gaetano2 ha detto:

      Chi denunciava dove ci si stava avviando, all’epoca venne emarginato (tra gli altri mons. Spadafora, figura a me cara).
      O oggigiorno mons. Antonio Livi per esempio, e moltissimi altri.

    • EquesFidus ha detto:

      Quella gente probabilmente non doveva neanche prendere i voti, figuriamoci mettersi ad “insegnare” ed a far carriera ecclesiastica.

  • Donna ha detto:

    Ogni tanto i sogni si avverano, e si sa …tanto va la gatta al lardo che prima o poi ci lascia lo zampino.
    Gli esorcisti dovrebbero invitare padre Sosa ad assistere a qualche esorcismo, forse rivedrebbe la sua posizione…. o magari invece avrebbe l’occasione di salutare direttamente suo superiore….chissà.

  • Anima smarrita ha detto:

    Sogno di una notte di quasi fine estate, buono soltanto per cullare gli animi che coltivano un forte, irrinunciabile, desiderio di trovare soddisfazione ai propri bisogni. Ma: sempre sogno resta… immaginazione, utopia.
    Ad occhi aperti: autorizzerebbe mai il “commissariamento” in oggetto “il pontefice felicemente regnante” (copyright Tosatti), un “figlio” della Compagnia? Sì, forse: riflettendo in chiave psicologica sarebbe una reazione ritardata a quella misura impostagli dai superiori, quando si avviava ad essere una “promessa” nascente; quasi a prendersi – ora – il giusto risarcimento per quel periodo di “forzato” allontanamento (quanti allontanamenti di malcapitati sulla sua strada nel corso degli anni successivi!!!) e fare pace con sé stesso nei tempi giusti del calendario personale… sanando una ferita che, forse, nemmeno le sedute dalla psicoterapeuta sono riuscite a cicatrizzare e nella quale, forse, si potrebbe rintracciare un qualche chiarimento alle pieghe di una personalità enigmatica…
    Ferita che lo teneva lontano dalle case della Compagnia durante i suoi soggiorni romani ante elezione, quando preferiva “altre” case del clero, una delle quali retta da quel mons. Ricca ben conosciuto…
    Al momento sembra ricucito il rapporto con “la famiglia” e, come in ogni famiglia che si rispetti si aiutano a vicenda… specie nei momenti e in situazioni di difficoltà. I (con)fratelli nel sostenere in ogni modo, ciascuno con tutte le proprie forze, e al massimo delle singole capacità nell’adempimento dei propri compiti, il fratello “maggiore” elevato al grado apicale di responsabilità nella Chiesa che, per questo, li ricopre di onore e in cui essi stessi si riflettono per mantenere ricoperto di smalto una congregazione spesso soggetta a giudizi poco lusinghieri… (pregiudizi?).
    È soltanto una mia personale lettura, senza alcuna velleità di spacciarla per analisi con i crismi di studi e laurea in psicologia!

  • Nicola B. ha detto:

    Per Milli ed Errata Corrige. Per quanto riguarda il Cardinal Pell il suo luogo di detenzione attuale ( che non ho capito bene quale sia) è TEMPORANEO. Tutti i media locali più accreditatimdanno però come carcere definitivo dopo la condanna il HOPKINS CORRECTIONAL CENTER . Qualora cio fosse confermato, ecco l’indirizzo del Centro di Detenzione finale :

    https://www.corrections.vic.gov.au/prisons/hopkins-correctional-centre

    https://www.abc.net.au/news/2019-08-21/george-pell-likely-jail-hopkins-correctional-centre-ararat/11435466

    • Milli ha detto:

      Grazie Nicola, l’articolo è abbastanza vergognoso, nel voler insinuare che Pell (che si dichiara tutt’ ora innocente) debba ovviamente rimanere insieme a molestatori sessuali convinti, come il suo ex amico (?) Ridsale.
      Certo che i religiosi dovrebbero guardare bene la fedina penale e le cartelle psichiatriche di chi avvicinano, altrimenti rischiano grosso.

  • IMMATURO IRRESPONSABILE ha detto:

    Se il padron di casa me lo permette, ripeto un mio precedente intervento. Quando la Compagnia di Gesu’ venne ristabilita, alcuni suoi esponenti salvarono, letteralmente, il tomismo e di fatto permisero che esso ( come dogmatica in teologia, metafisica in filosofia ) fosse posto da Leone XIII alla base dell’ istruzione nei seminari. Prima si era conservato di S.Tommaso, soprattutto la filosofia morale. Ricordiamo, nelle tristezze odierne, gli splendidi nomi dei padri gesuiti Taparelli, Liberatore, Sordi, Perrone (a lui dobbiamo la preparazione documentale e teologica per la proclamazione della Immacolata Concezione; e rinuncio’ al cardinalato….). Queso solo nel campo dottrinale, senza citare per esempio l’ opera nelle missioni. A mio parere, quindi e’ da evitare proiettare lo stato “confusionale” della Compagnia oggi, nel passato, per creare un mito dell’ eterno gesuita, ambiguo, insincero, scaltro nel demolire la dottrina senza suscitar troppo allarme.

  • Milly ha detto:

    È stato un Papa romagnolo Clemente XVI a sopprimere la Compagnia di Gesù ol breve apostolico Dominus ac Redemptor (21 luglio 1773) .
    I gesuiti si rifugiarono nelle nazioni non cattoliche, in particolare in Prussia e Russia, dove l’ordine era in gran parte di fatto ignorato.
    A quanto un altro Papa coraggioso?

  • TO's ha detto:

    Caro super ex , dissento solo su ciò che potrebbe scrivere Tornielli. Potrebbe invece concepire una spiegazione “tornelliana ” cioè falsa e stupida , del tipo : Papà Bergoglio commissaria i gesuiti affinché siano forzati a cambiare nome e togliere riferimento a ” Gesù” da gesu ita . .il cambiamento che un tornielli potrebbe proporre potrebbe essere : ” Unescoita” o ancora peggio “ambienteita” , migrazionita , pauperita , ,ecc .

  • Alessandro2 ha detto:

    Intervento arguto e divertente come al solito, però invito il dott. Tosatti a rileggersi il cappello introduttivo prima di pubblicarlo: ha moti errori di battitura (correttore automatico del cellulare?) e virgole mancanti che lo rendono di difficile lettura. Scusate il puntiglio, ma la forma è anche contenuto.

  • Il veritiero ha detto:

    Negli ambienti interni ai gesuiti, nei loro ritiri spirituali o corsi vari; insegnano apertamente e divulgano la tesi che “l’inferno non esiste”, promuovono l’idea che in realtà “il purgatorio é l’inferno, o meglio, per loro il non poter essere subito in paradiso al cospetto di Dio ( purgatorio ) é la vera e unica punizione. Quindi implicitamente affermano che tutti quanti ci salviamo perche l’inferno non esiate, e che è solonuna questiione di tempo in più da passare in purgatorio. Conosco diverse persone che hanno frequentato dei loro ritiri spirituali e dopo aver frequentato questi ritiri con i professoroni e maesti gesuiti dei miei stivali andavano in giro a ripetere le bestialità che avevano sentito durante questi ritiri spirituali. Nella bibbia l’infetno viene citato molte volte con molti nomi diversi “lago di fuoco” “sheol” “geenna”….
    Però se ne guardano molto bene dall’affermarlo pubblicamente in televisione o in radio o in occasioni pubbliche, lo fanno nei ritiri spirituali a porte chiuse, dove nessuno registra e nessuno dopo li può accusare di eresia.
    Però non tutti i gesuoti sono così, ci sono anche quelli bravi. Il vero problema sobo i teologi e i formatori-professori, che a forza di studiare gli si é fuso il cervello e sono diventati presuntuosi al punto di “vogliono spiegare loro a Dio cosa intendeva dire Dio stesso”……
    Poi vogliamo dimenticare Bergoglio e la sia perla ” Giuda non é all’inferno perché Gesù lo ha perdonato e lo ha portato in paradiso con se… e non ci sono prove che Giuda sia all’inferno, solo Dio lo sa, quindi noi non potendo dire con certezza che Giuda è all’infetno dovremmo presupporre che forse é in paradiso” QUESTE SONO PERLE DI SAGGEZZA….
    Nella bibbia Gesù dice : (1) Giuda figlio della perdizione che fosse meglio che non fosse mai nato ( figlio della perdizione significa diavolo, nella bibbia con quel termine si indica il diavolo con “figlio della perdizione” ) (2) san Pietro invece dice “Giuda ha lasciato il suo ministero per andare nel posto che si meritava, e dobbiamo scegliere il suo sostituto” questi sono quelli xhe ricordo a memoria, ma uno studioso sicuramente ne ricorda di più.

  • Milli ha detto:

    Per caso Super Ex ha per caso ingerito un fungo allucinogeno?
    Bel sogno però.
    Belle anche le varie Madonne randellanti, dott Tosatti, ho scoperto che ce ne sono diverse in Italia, evidentemente un tempo la lotta contro il demonio era considerata cosa seria.
    Buona domenica a tutti!

    • Anonimo verace ha detto:

      Si, la lotta contro il demonio era considerata una cosa seria. Ma potreste dire al povero pubblico dove sono effettivamente localizzate?

      • Milli ha detto:

        Non conoscevo questa particolare iconografia che è quella della Madonna del Soccorso.
        Le posto una parte dell’articolo che spiega l’origine :”Il culto della Vergine del Soccorso nacque a Palermo nel 1306, quando al padre agostiniano Nicola la Bruna, in punto di morte, apparve la Madre di Dio, che lo guarì dal male.
        La Madonna chiese al monaco rendere pubblico il miracolo e di essere invocata quale “Signora del Soccorso“.
        Da allora gli agostiniani ne promossero il culto e collocarono statue della Vergine nelle chiese dei loro monasteri.
        La leggenda da cui nasce la particolare iconografia è così trascritta nel racconto di Umberto Gnoli: “Parecchi anni or sono, entrando nella chiesa agostiniana di S. Maria in di Borgo in Sassoferrato vidi quasi nel centro della nave una macchina in legno e cartapesta rappresentante la Madonna del Soccorso.
        Attorno al gruppo ardevano alcuni ceri, e v’era genuflessa insieme ad un ragazzo una vecchiarella che mi raccontò: «C’era una volta una madre che seccata dal pianto e dalle grida insistenti del suo figlioletto in un momento di rabbia esclamò: che il diavolo ti porti! E subito comparve un diavolo orribile che acciuffò il putto per portarselo via. La madre disperata si rivolse per soccorso alla Madonna, che subito intervenne scacciando il diavolo con un bastone, e restituendo il bambino alla madre. Ogni anno il martedì di Pasqua, le mamme vengono a pregare ai piedi di questa statua con i loro ragazzi, ma quando raccontano loro la storia, la cambiano un poco, e narrano che il bambino aveva disobbedito e perciò venne il diavolo a prenderselo, ma la storia vera è quella che ho detto io … ».
        Così appresi la prima volta da una donna del popolo quale miracolo della Vergine illustrassero le immagini della Madonna del Soccorso.
        Da allora m’interessai a questo tema iconografico e ne trovai parecchi esempi, tutti nelle Marche e nell’Umbria o nei paesi finitimi o provenienti da quelle regioni, e in genere in conventi e chiese o confraternite dell’ordine di S. Agostino”.
        https://m.iluoghidelsilenzio.it/articolo.html?id=chiesa-di-santa-marina-castel-ritaldi-pg-2
        I dipinti che ho visto sul web sono databili generalmente agli inizi del ‘500.

  • Tito ha detto:

    Adiamoci a rileggere la storia dei gesuiti, non solo della loro soppressione,ma anche della loro ricostituzione, avvenuta nel 1814 , grazie a Napoleone . Napoleone tenne ben due papi prigionieri in Francia : Pio VI è Pio VII , nel ’14 libero’ quest’ultimo , il quale a Roma , come primo atto ricostituì l’ordine della Compagnia di
    Gesù , dopo 35 anni di scomparsa . Napoleone chiese la loro riabilitazione e ricostituzione ? Padre Sosa oggi si comporta come Napoleone avrebbe voluto ? Che ne dice super ex ?

    • Davide ha detto:

      Dominus Ac Redemptor emanata nel Luglio 1773 da Papa Clemente XIV, che pochi mesi dopo fece una ben misera fine.
      Dopo il card. Ganganelli, nessun suo successore assumerà più il nome ‘Clemente’

    • Iginio ha detto:

      Non c’entra niente.
      Pio VII ricostituì i gesuiti perché aveva capito che bisognava combattere contro le filosofie empie che avevano permesso la Rivoluzione e le sue conseguenze. E che bisognava ricristianizzare le elites. Altro che il pezzentismo dei gesuiti odierni, frutto della vecchia convinzione che il comunismo avrebbe vinto. E altro che il Mito del Dialogo e dell’Accompagnamento.

  • xeiffer ha detto:

    Quando fu eletto papà il gesuita Bergoglio, si disse che già nel 2005 , quando fu poi eletto Ratzinger , Bergoglio era candidato del mondo gnosticoprogressista , portato avanti dal card . Martini , gesuita anche lui. Qualche tempo dopo udii personalmente un altissimo prelato , che era stato vicino a Martini , affermare (più o meno, a vado a memoria e non avevo il registratore di Sosa ) : ” Martini penso’ a candidare Bergoglio all’inizio( perché gli era stato suggerito da non so chi , ma ora posso immaginarlo ) , poi avendo preso più informazioni , decise di non farlo , dicendo che se uno come Bergoglio fosse stato eletto papà , i Gesuiti sarebbero stati – condannati al l’esilio per altri 200anni- ” così parlò Martini., gesuita .

    • Uno qualunque ha detto:

      Interessante…

    • Milli ha detto:

      Mi sembra che si stia parlando della Mafia di San Gallo , di cui faceva parte anche il card.Martini. Riunirsi in segreto come facevano questi prelati, allo scopo di condizionare la pastorale e financo il conclave stesso , era stato espressamente proibito e punito con la scomunica automatica.
      Ergo , il card. Martini era uno scomunicato, ben sapendo di esserlo, e con lui almeno altri 10 eminenti personalità. Bergoglio era consapevole di essere appoggiato da costoro.
      Che altro aggiungere?

  • Nuccio Viglietti ha detto:

    Forse no lontano tempo in cui Gesuiti disconosceranno…Gesù…!…https://ilgattomattoquotidiano.wordpress.com/

  • Adriana ha detto:

    Gentile Tosatti ,
    di chi è questa superba pittura ? Di che è fatto il braccialetto sul polso destro del Diavolo ? Siamo sicuri che non sia attualmente il gadget preferito da certi reverendi-ssimi ?

    • Luca Antonio ha detto:

      Domenico di Zanobi XV secolo.
      Se non ricordo male Chiesa di Santo Spirito – Firenze-

      • Adriana ha detto:

        Molte grazie .

      • Adriana ha detto:

        LUCA ANTONIO ,
        perdoni la mia richiesta , ma poichè i pittori classici erano molto attenti alla simbologia , (oltre che alla prospettiva ) , , ho notato , ingrandendo la figurazione , che il diavolo ha al polso un animale.
        Una salamandra ? Inoltre ha , quasi incisi volutamente , 6 (?) gradini di addominali lividi tra 6 ( ? )coppie di capezzoli . In rete non ho trovato nulla .
        Saprebbe consigliarmi qualche testo ?

        • Luca Antonio ha detto:

          La natura e i suoi simboli, piante , fiori
          e animali.
          Collana dizionari dell’arte.
          Edizioni Electa.
          Circa 800 dipinti con illustrate
          la maggior parte delle simbologie.
          Della stessa collana interessante anche
          Simboli, protagonisti e storia della chiesa.

          Cordiali saluti.

  • Nonno Asdrubale ha detto:

    Super-ex mi perdonerà: io non sogno affatto il commissariamento dei Gesuiti; io sogno la loro soppressione, come quella del 1773. Naturalmente tra qualche anno, quando il timone della Chiesa sarà tornato in mani sicure e Bergoglio sarà sparito dalla circolazione.
    Certo è impressionante vedere come questi Religiosi abbiano tradito la loro missione: chiamati ad essere una truppa scelta contro i nemici della Chiesa, si sono prestati ad aprire loro le porte in maniera furtiva. Da custodi della verità, si sono trasformati in venditori di fumo e di nebbia, argomentando con sofismi sulla “coscienza” e sul “discernimento”, e mistificando la dottrina, la morale e la liturgia. Che pena!
    La superbia li ha accecati, fino a cadere nel ridicolo davanti al Cielo e alla terra con un Superiore Generale che calpesta sistematicamente il Catechismo della Chiesa Cattolica, e un Papa che non sa né parlare né stare zitto. In questa fase sta uscendo allo scoperto tutto il marcio che essi hanno alimentato a tutti i livelli nel corso di questo ultimo secolo, in antitesi al vero Magistero dei Papi precedenti.
    La pagheranno cara: la storia non li perdonerà!
    E adesso, in questo stesso post, aspettiamoci “la difesa d’ufficio” di alcuni commentatori che, sotto identità fittizie, intervengono sistematicamente a nome degli attuali padroni della Chiesa. Non li avete ancora identificati?

    • Erika M. ha detto:

      Mi sembra che il Signore già li ha umiliati abbastanza: con tanti luminari di scienza teologica che hanno avuto, ha permesso che diventasse Papa (ammesso e non concesso che lo sia) un personaggio del tutto sciatto e dozzinale, che per davvero “non sa né parlare né stare zitto”, e che viene tenuto in piedi dall’opera servile dei suoi lecca-calzini. Di suo ha la pretesa di rivoluzionare la Chiesa con metodi dittatoriali. Ma è già scritto da più parti che non ci riuscirà. In altre parole, marciano boriosi verso il più completo fallimento.
      Possibile che nella testa di queste persone non si affacci minimamente il sospetto di trovarsi a combattere contro Dio?

    • Gian ha detto:

      Con la saggezza del nonno, caro Asdrubale, lei ha saputo in poche frasi condensare una verità incontrovertibile perché sotto gli occhi del mondo. Qualcuno recentemente in questo blog ha lamentato il mio continuo “ringhiare” contro l’abusivo argentino, evidentemente lo disturba il mio ringhiare perché lui è di bocca buona e nella sua (inconsapevole?) stoltezza trangugia tutta la brodaglia schifosa che quel soggetto gli propina. Spero che sia in buona fede, ma quanti in buona fede seguendo il lupo travestito da agnello cadono nel precipizio? E’ questo che mi fa ringhiare, l’inganno a chi non ha più la conoscenza della sana dottrina perché nel tempo è andata perduta e non si insegna più. Penso tante volte di essere stato fortunato per avere avuto dei genitori che mi hanno cresciuto con sani principi, e mi consola che questo periodo di oscurità sia stato loro risparmiato.

      • Nonno Asdrubale ha detto:

        Figliuolo, non posso e non voglio giudicare le intenzioni di nessuno, ma dubito molto che quel “qualcuno” a cui alludi sia in buona fede. Perché dico questo? Per un motivo molto semplice: perché egli interviene soprattutto per due motivi: per difendere e sempre e comunque la persona di Bergoglio (e ciò passi); e per difendere sempre e comunque anche i suoi evidentissimi errori dottrinali e morali (errori denunciati a più riprese da Amoris Laetitia in poi da Vescovi e Cardinali di spicco). Se questo “qualcuno” fosse convinto delle sue argomentazioni luciferine, sarebbe un cieco. Altrimenti sarebbe un venduto. Che scelga lui.

    • Raffaele Vargetto ha detto:

      “Naturalmente tra qualche anno, quando il timone della Chiesa sarà tornato in mani sicure e Bergoglio sarà sparito dalla circolazione”.
      Siamo sicuri che sarà così? E se verranno scelti cardinali come Kasper, Marx oppure vescovi, non ancora cardinali, ma peggiori dei primi? Tutto dipenderà dalla conversione dell’Europa, dell’Italia; tutto dipenderà dalla nostra conversione. Conversione che non c’è stata e non c’è neanche con le apparizioni mariane avvenute o che stanno avvenendo. Stiamo subendo un castigo di ordine spirituale dovuto alla nostra sordità dopo decenni di aiuti celesti, per la maggior parte, disattesi.

      • Nonno Asdrubale ha detto:

        Abbi fede, figliuolo, abbi fede! L’ultima parola in tutto questo caos non la dirà Bergoglio, né i Gesuiti, né i loro alleati. L’ultima parola la dirà il Signore, perché la Chiesa non è “cosa nostra”, ma è cosa sua! Su questo non devi avere dubbi. Dormi tranquillo e asciutto!

      • Milli ha detto:

        Non tema, prima o poi il Signore si stancherà e porrà fine a tutto questo.
        Non sarà un bel momento , per tutta la Terra.
        Avete mai sentito la profezia dei 3 giorni di buio?

      • GIan Piero ha detto:

        Diciamo non “ fra qualche anno” , diciamo pure “ fra molti anni” . Ma non credete forse che costoro abbiamo una “ data di scadenza” come gli yogurt? I gesuiti non sono eterni, il loro potere e’ effimero fra pochi o molti anni, chissa’ , tramontera’ .
        Per ora c’ e’ da dire che le vocazioni e i novizi si sono piu’ che dimezzati, e che l’ Ordine benche’ potente e’ certamente in crisi numerica.

  • Il veritiero ha detto:

    Ho un mio compagno di formazione che è uno spasso, un giorno parlavamo delle differenze nella formazione dei studenti fra ordini religiosi. Abbiamo preso come esempio i “Gesuiti”-“Francescani”-“Domenicani”-“Carmelitani”, tutti quanti hanno 2-3 anni di formazione prima di ricevere l’ordinazione provvisoria, poi tutti hanno 2 anni di filosofia + 3 anni di teologia.
    La battuta divertente del mio compahno é che i Gesuiti oltre alla Filosofia e Teologia in più degli altri hanno anche 2 anni di “ERESIA” da superare 😂