IL BIBLISTA RISPONDE. “DAL 13 MARZO 2013 SOLO MENZOGNA E CUPIDIGIA ECCLESIASTICA”.

21 Agosto 2019 Pubblicato da --

Marco Tosatti

Cari amici e nemici di Stilum Curiae, troll etc. il biblista licenziato perché troppo cattolico ci ha scritto, stimolato dai commenti che avete fatto al suo intervento. Leggiamo che cosa ci vuole dire. 

Θ

Gentilissimo Dott. Tosatti,

sono sempre il “biblista” licenziato. Vorrei condividere con Lei e con i Suoi affezionati lettori (tra cui il sottoscritto), alcune riflessioni su questo momento storico. A partire ovviamente dalla Sacra Scrittura. Anche perchè, credo che la confusione e lo smarrimento tra i fedeli, siano talmente grandi, che il popolo di Dio abbia bisogno di riferimenti sicuri e certi, che solo la Scrittura e l’insegnamento della Vera Tradizione Cattolica possono darci.

E vorrei rispondere attraverso il suo blog alle tante persone che spesso mi chiedono: “ma come ci dobbiamo comportare, di fronte a palesi eresie del Papa, di fronte a tante bugie, a tanti pastori ormai persi nell’immoralità, nella confusione della dottrina? Quale deve essere il comportamento del Vero Cattolico che vuole stare fedele a Gesù Cristo davanti a questa bolgia satanica”?

Che sarebbero arrivati questi tempi, il Signore ci aveva avvisato . E il Vangelo è pieno di riferimenti all’anticristo, ai falsi profeti, all’annacquamento della Verità. Ma voglio sottolineare due versertti del Nuovo Testamento che ci danno il quadro generale della situazione:

“VERRA’ GIORNO , INFATTI, IN CUI NON SI SOPPORTERA’ PIU’ LA SANA DOTTRINA, MA, PER PRURITO DI UDIRE QUALCOSA, GLI UOMINI SI CIRCONDERANNO DI MAESTRI SECONDO LE PROPRIE VOGLIE, RIFIUTANDO DI DARE ASCOLTO ALLA VERITA’ PER VOLGERSI ALLE FAVOLE” (2 Tm 4,3-4);

“CHI VA OLTRE E NON SI ATTIENE ALLA DOTTRINA DEL CRISTO, NON POSSIEDE DIO. CHI SI ATTIENE ALLA DOTTRINA, POSSIEDE IL PADRE E IL FIGLIO. SE QUALCUNO VIENE A VOI E NON PORTA QUESTO INSEGNAMENTO, NON RICEVETELO IN CASA E NON SALUTATELO; POICHE’ CHI LO SALUTA PARTECIPA ALLE SUE OPERE PERVERSE” (2 Gv  vv. 9-11).

La risposta che ci da’ la Parola di Dio è molto chiara. San Giovanni parla di dottrina con il termine “didakè”, che sappiamo significa l’insegnamento puro di Gesù e degli Apostoli. C he appunto troviamo nella Parola di Dio (tra! dotta nel modo giusto), nella Tradizione dei Padri, e nel Catechismno della Chiesa Cattolica. Chi vuole restare fedele a Cristo oggi, deve camminare su questi tre pilastri fondamentali. Dove non c’è ovviamente spazio per documenti quali “Amoris laetitia”, vari “Sinodi amazzonici”, o qualsivoglia intervento episcopale ,cardinalizio o papale che vada al di fuori di Scrittura, Tradizione e Catechismo.

La Dottrina Cattolica non è “dinamica”. I dogmi non sono riferimenti “liquidi”. La Parola di Dio non può essere “addomesticabile” alle voglie del tempo. Il patrimonio della Tradizione Cattolica è Cosa Sacra! E nonostante gli sforzi di molti, non riusciranno a cambiarne una virgola. Perchè Dio ha scritto la Sua Legge nel cuore degli uomini. E gli uomini di buona volontà, sentono nel loro intimo quando l’insegnamento è puro, o inquinato. Le pecore che vogliono seguire il Buon Pastore, si accorglono subito della presenza di un mercenario. Perchè sanno distuinguere bene la Voce del Pastore, da quella del lupo.

Per cui: il mio cammino di fede lo fondo sulla Scrittura, sulla Tradizione e sul catechismo della Chiesa Cattolica. Dall’inizio della Rivelazione, fino al 13 Marzo 2013. Dal 13 Marzo 2013 in poi non esiste più niente. Almeno per ora. Fino a quando il Signore non si degnerà nella Sua Misericordia di liberarci da questa prova terribile. Che sta flagellando la Chiesa. Che sta disperdendo i veri pastori. Dove regna solo la cupidigia e la menzogna ecclesiastica.

Scusate la lungaggine. Grazie Dott. Tosatti per il Suo lavoro. Un saluto a tutti i Suoi lettori!

Biblista.

Θ

 




PENSATE CHE STILUM CURIAE SIA UTILE?

CHE SENZA STILUM CURIAE  

 L’INFORMAZIONE NON SAREBBE LA STESSA?

 AIUTATELO.

ANDATE ALLA HOME PAGE.

SOTTO LA BIOGRAFIA. 

OPPURE CLICKATE QUI




Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa” fino a quando non fu troppo molesto.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina


 LIBRI DI MARCO TOSATTI

Se siete interessati a un libro, cliccate sul titolo….


Viganò e il Papa


FATIMA, IL SEGRETO NON SVELATO E IL FUTURO DELLA CHIESA

Fatima El segreto no desvelado

  SANTI INDEMONIATI: CASI STRAORDINARI DI POSSESSIONE

  PADRE PIO CONTRO SATANA. LA BATTAGLIA FINALE

  Padre Pío contra Satanás

La vera storia del Mussa Dagh

Mussa Dagh. Gli eroi traditi

Padre Amorth. Memorie di un esorcista.

Inchiesta sul demonio.

Tag: , , ,

Categoria:

Questo articolo è stato scritto da wp_7512482

118 commenti

  • P. Brian Paul MAGUIRE,c.p. ha detto:

    condivido in pieno! Come dissi ai miei vecchi studenti una settimana fa:
    Chè direste ad un Ph.D. in Chimica che volesse “ri-idrizzare” latte in polvere inserendovi del whisky invece di acqua? Otterrebbe il latte desiderato?
    Chè direste ad uno che andrebbe alla stazione con 100€ in tasca e chiese semplicemente un biglietto per quella somma? Per dove? Non importa!! Ma sei pazzo!
    Prima il FINE, e solo dopo i MEZZI!
    Eppure, Papa Francesco tiene una Ph.D. in Chimica!

  • Gaetano2 ha detto:

    Carlone ti rispondo qui ché sotto non c’è spazio.
    Vedo che cerchi di fare lo splendido, bravo.

    Riporto quello che hai postato, dopo aver citato il paragrafo 1776 del Catechismo… e dopo la mia risposta:

    “CARLONE
    24 Agosto 2019 alle 11:01 am
    Non si pari il c..o tutte le volte che interviene in un argomento , mettendo sempre VERA , RETTA etc prima del termine in discussione.
    Lì nel catechismo si usa il termine uomo, non battezzati o cristiani
    O crede nella predestinazione?”

    Vedi Carlo’, quando leggi e citi qualcosa devi imparare a leggere tutto l’articolo, non solo il paragrafo iniziale. Come deve essere la coscienza lo trovi poco più sotto. Eccolo:

    (Ti metto in maiuscolo l’aggettivo che non conosci. Anch’io ho misericordina ogni tanto)

    1783 La coscienza deve essere educata e il giudizio morale illuminato. Una coscienza ben formata è RETTA e veritiera. Essa formula i suoi giudizi seguendo la ragione, in conformità al vero bene voluto dalla sapienza del Creatore. L’educazione della coscienza è indispensabile per esseri umani esposti a influenze negative e tentati dal peccato a preferire il loro proprio giudizio e a rifiutare gli insegnamenti certi.

    Leggiti anche gli altri articoli ti serviranno nei tuoi futuri interventi

    Carlo’, certo che sei messo male se ‘ste cose te le devi fare spiegare da me!

    Riassumendo: come vedi quindi quello che dici che io dovrei pararmi non mi appartiene perché te lo ritrovi sul collo.

  • Giuseppe ha detto:

    Perché fino al 13 marzo 2013? Io direi fino al 1960…..

  • Risposta a Giampiero delle 2:11 ha detto:

    E se invece il vero nuovo papa lo ha già scelto Dio ed é già esistente dentro la chiesa , ma la chiesa non lo vuole riconoscere perché ormai sono talmente arroganti che si sentono i “successori di Dio”, invece che gli “eredi degli apostolo” , e pensano che solo loro possono decidere nella chiesa, come se fosse una loro proprietà privata e non é proprietà di Dio e dei fedeli?
    Magari un santo al quale sono state date rivelazioni private e al quale È stato affidato il compito di salvare la chiesa , e che ha visioni con San Pietro e fenomeni strani durante la preghiera?
    Ma che la chiesa non rivela a nessuno? Anzi fanno finta che non esistono e lo ignorano ( la tattica, se io non ti do importanza e non parlo di te tu non esisti…. come con Don Minutella o come il patriarca Bizantino Elia….o come la protesta degli studenti del GPII )
    (1) una persona che dice ” il vulcano Etna o Vesuvio entro pochi giorni di sabato eruttera’ mentro io mi troverò in un un altra città, e il Vulcano Etna dopo 10 giorni erutta veramente nella modalità e nei tempi descritti, di Sabato e mentre lui si trovava nella città che aveva detto , che nemmeno lii sapeva di doverci andare.
    (2) Uno che dice “una chiesa dell’est Europa” si dividerà e avrà uno scisma, e dopo 1 anno la chiesa ortodossa va in scisma con constantinopoli creado l’evento religioso più importante degli ultimi 500 anni.
    (2)no che dice che il “papa Bergoglio a causa dei lavori in corso per rinnovare la chiesa creerà una separazione da Dio in un parse Arabo a causa di un tradimento” ( trattato fratellanza umana)
    E SE IL VERO SUCCESSORE DI BENEDETTO XVI GIÀ ESISTE ED È GIÀ DENTRO LA CHIESA CATTOLICA MA FANNO TUTTI FINTA DI NIENTE?
    Io la conosco questa persona. É un Seminarista Romano di nome Alessandro, e ho le prove che ha predetto tutte quelle cose che ho elencato, e ne ha predette anche altre. Che sono ancora in fase di studio e decifrazione

    • MARIO ha detto:

      Povero “Gian Piero”, mi sa che i tuoi quesiti un po’ troppo complessi hanno mandato in tilt i neuroni di questo tuo ammiratore; ho paura che stavolta dovrà fare un reset…

      Ma fin dove può arrivare la fantasia, pur di vedere questo Papa fuori dei piedi ? E qualche pesciolino abbocca pure.
      Il Papa vero sarebbe un giovane “Seminarista Romano” (rigorosamente maiuscolo come si addice a un papa), che a dispetto di Bergoglio e della sua cricca, guida di nascosto la Chiesa attraverso visioni mistiche di vulcani in eruzione, scismi ortodossi e Chiesa pan-araba.
      Peggio di Anguera. Si salvi chi può…

      • I love Anguera and you? ha detto:

        Chiunque può fare il confronto tra il testo patologico di sopra (a cui MARIO si riferisce), e i testi di Anguera. Chiunque… fuorché lo “scognomato”.
        http://www.apelosurgentes.com.br/it-it/

        • Risposta a Giampiero delle 2:11 ha detto:

          Per questo ragazzo è un eletto, un unto dal signore. E il disegno di Dio su questo ragazzo prima o poi verrà fuori. Voi pensate come volete, ma ricordatevi che “tutti i veri uomini di Dio non venivano ascoltati e derisi”
          Guardate lo stesso San Pietro, tutti pensano che il vero capo del tempio di Dio era il capo del sinedrio, dentro al tempio pieno di onore e di ricchezze…e invece il vero capo della chiesa era Pietro con una tunica e un bastone e senza nemmeno il cibo…. se alle persone qualcuno avesse detto che il vero patriarca era Pietro e non il capo del sinedrio si sarebbero messi a ridere tutti; e invece…
          X Giampiero: lo stesso Pedro Regis di Anguera nel mese di Ottobre verrà a Roma a parlare con questo ragazzo…..figurati.
          E per quanto riguarda Mario, medita sul paragone che ho fatto sul capo della sinagoga “finto patriarca però riconosciuto da tutto il popolo” e Pietro “vero patriarca non riconosciuto”. Una persona intellettualmente onesta chiederebbe di “provare la veridicita’ delle mie affermazioni” e non di condannarle senza nemmeno sapere…. E io ti dico, beato chi ha creduto anche se non ha visto.
          Ultimo consiglio, la beata vergine Maria è impoetante e la devozione a lei é un atto dovuto per un Cattolico. Ma attenzione a non farla diventare “la quarta persona della Trinità”. Non cadete in questo errore.

        • MARIO ha detto:

          Per il Sig. LOVE-rano di ANGUERA.
          Ma allora avevo proprio ragione, senza saperlo ! Sto diventando anch’io un profeta ?
          Vedi sopra cosa scrive il Sig. “RISPOSTA A GIAMPIERO DELLE 2:11”, nella risposta al tuo commento: “…lo stesso Pedro Regis di Anguera nel mese di Ottobre verrà a Roma a parlare con questo ragazzo (Seminarista Romano veggente – futuro santo Papa al posto dell’attuale eretico Papa)”. Chissà che non partecipi all’incontro anche il suo caro amico Minutella.
          Vuol dire che la combricola si allarga… Evviva ! Potrebbe farsi invitare anche lei, Sig. LOVE-rano, in qualità di promoter…
          Pace e bene.

          • Il veritiero ha detto:

            Che Dio ti perdoni e possa avere pietà di te sig. Mario. Pregherò per la tua conversione e in riparazione delle tue bestemmie.

      • Risposta a Giampiero delle 2:11 ha detto:

        No no, non ho detto questo.
        É solo una mia opinione personale che questo ragazzo un giorno nel futuro “potrebbe diventare papa”….
        Se esiste un Santo conclamato e accertato chi nomini papa? L’eretico o il Santo? Se oggi tu hai un padre Pio o un filo protestante tu chi metti come papa?? Le carte in regola le ha questo ragazzo per poterlo diventare “un giorno” chissà magari dopo la morte di Benedetto….
        Prima di tutto questo seminarista conta meno di niente. Non governa assolutamente niente . E non ha nessun legame con Bergoglio, anzi, nemmeno lo riconosce… ed é l’ultima ruota del carro anche del suo stesso ordine…( per il momento )
        É un ragazzo che da un giorno all’altro ha iniziato ad avere questi fenomeni e queste visioni e rivelazioni private che si compiono davvero e riguardano cose importanti nella chiesa ( ci sono le prove, carta canta. Ha avvertito di molte cose successe veramente )
        Allora si é rivolto alla chiesa e ha raccontato tutto per cercare aiuto per capire cosa gli stava succedendo, e ha deciso di sacrificare la sua vita al servizio di Dio diventando sacerdote e rinunciando alle sue ricchezze per diventare povero ( era ricco questo ragazzo )
        Sono situazioni difficili da affrontare, non riesci piu a capire se sei pazzo o sano, non riesci piu a capire se sta succedendo davvero o se te lo stai sognando, non riesci piu a capire se é veramente Dio che ti manda queste cose oppure se vittima di un inganno, rischi di impazzire, ma sopratutto rischi di cadere nella superbia. Devi cercare per forza aiuto nella chiesa ( sperando di trovare le petsone giuste e di non cadere nelle mani dei progressisti o eretici.
        É una mi opinione personale che questo ragazzo possa un giorno diventare “il futuro papa” , e Magari proprio quel famoso “PIETRO IL ROMANO” della famosa profezia di San Malachia sulla lista dei papi ( che sfido chiunque a dire che non é veritiera, in quanto gli ultimi 10 papi della lusta corrispondono tutti )
        Penso questo perché questo ragazzo è Romano di nascita e ha visioni con San Pietro…. una combinazione strabiliante…come una specie di “Successore leggittimo di Pietro scelto da Pietro in persona…” nella storia della chiesa “mai qualcuno aveva visioni con San Pietro”, con la madonna e Gesù… ma con Pietro mai nessuno….riflettici…

      • Risposta a Giampiero delle 2:11 ha detto:

        Anzi, fossi in te invece rifletterei seriamente su un particolare illuminante….CHE NELLA CHIESA A OGGI C’È UN UOMO TOCCATO DA DIO, UN SANTO….E QUESTO SANTO ” NON RICONOSCE BERGOGLIO PAPA “…..RIFLETTI SU QUESTO
        Rifletti sul fatto che gra i seguaci fedeli a Bergoglio non esiste nemmeno un Santo e nemmeno un uomo toccato da Dio, e invece fra le fila di chi non lo ricosce papa leggittimo ci sono diversi Santi…. rifletti.

        • Milli ha detto:

          Per cominciare, le direi di usar prudenza, lo lasci tranquillo di crescere nel suo percorso religioso senza caricarlo di aspettative. Se si tratta di opera divina si vedrà. Preghi per lui e non lo cerchi per conoscere le rivelazioni sul futuro. Saluti

  • Gene ha detto:

    Finalmente una persona concreta, sincera e con le idee chiare, precise e legate a passi della Bibbia.
    Non pensavo ci fossero esperti coraggiosi, preparati e non timorosi dei bergogliani… Che Dio lo benedica e gli dia forza per contrastare questo corso eretico., amorale… Grazie

  • Flavia ha detto:

    Carissimo biblista gentilmente non si scusi affatto e mai più per la “ lungaggine” perché è veramente un piacere leggere e apprendere quanto lei ci dona scrivendo. Con lei condivido quanto afferma circa il” fiuto” delle pecore per i veri pastori e mercenari tanto più che è fondato biblicamente. Oggi amano tutti crogiolarsi nelle favole… In questa fase è confortante sentita la voce di un Pastore che, amando le sue pecore, fa risuonare la Parola di Dio viva e vera più che mai. La ringrazio

  • Astore da Cerquapalmata ha detto:

    Perché gli Apostoli sono così “fissati” per le dottrina (sì, DOTTRINA!, anche se non è un termine alla moda)?
    Perché è importante! Perché tra dottrina e MORALE c’è una forte interazione!
    Lo dimostra il MODERNISMO: immoralità, impudicizia ed ERESIA, vanno insieme. Sono collegati.
    E’ OVVIO che si possono seguire tante regole formali in stile farisaico, ma deve anche essere OVVIO che non si può amare il prossimo facendo a meno di Dio.
    Facendo a meno di Dio e perciò dei suoi Comandamenti, TUTTO è falso!
    Gli Apostoli, infatti, insegnano sia la dottrina, sia la carità. Carità nella verità.
    E’ tanto difficile da capire per certi Pastori?

  • IMMATURO IRRESPONSIBLE ha detto:

    A proposito di cambiamenti, in Europa non abbiamo quasi fatto caso all’ intervento su Catechismo e Diritto Canonico a proposito della liceita’ della pena di morte. Oggi molti iniziano a capire la gravita’ di quell’ atto, che e’ dottrinario. Anche chi e’ contrario alla pena di morte deve fare uno sforzo e chiedersi se la non liceita’ POSSA ESSER DEDOTTA dal Vangelo e dalla Tradizione. Il fatto che si dichiari vietato al cristiano qualcosa che non ci piace, rende difficile criticare quel divieto, cioe’ la RATIO del divieto stesso, e quindi il suo valore. Tra l’ altro, a complicar le cose, coerentemente con la teologia ( ? ) morale odierna, la deduzione ignora il diritto nsturale, e in generale la distinzione tranatura e sovranatura. Negli USA ben altro dibattito e’ nato, e continua, in ambito cattolico, e non solo “tradizionale”. Spero di sbagliarmi, ma come e’ stato cambiato quella dottrina penale, allora potra’ esser cambiata o abolita QUALSIASI dottrina!
    Ditemi che sbaglio….

    • Gian Piero ha detto:

      No , non sbagli. e in effetti con questo precedente PUO’ essere cambiata , d’ora in poi, qualsiasi dottrina affermata dal CCC che l’attuale governo ecclesistico ritenga non più consona ai tempi attuali.
      ma il vero problema almeno per me è un altro e deriva da questa semplice successione logica:
      1) Gesu’ Cristo ha dato alla Chiesa e al Papa capo della Chiesa visibile il potere di “sciogliere e legare” qui sulla terra e nel cielo. da qui il simbolo delle doppie chiavi.
      2) Se noi crediamo che l’attuale papa e l’attuale vertice ecclesiastico siano LEGGITTIMI E VALIDI,e l’elezione papale voluta dallo Spirito Santo, dobbiamo piegarci al fatto che possono sciogliere e legare , come il Signore ha dato loro il permesso e il diritto
      3) Ma se le decisioni dell’attuale papa e dell’attuale vertice ecclesistico sono in contrapposizione con quelle della vera Tradizione e del Magistero millenario della Chiesa dunque delle due l’una: o l’attuale papa e l’attuale verticie ecclesiastico NON sono leggittimi, cioè Bergoglio è un anti-papa, cioè sedevacantismo, oppure sono eretici,( peggio ancora) oppure dobbiamo piegarci ai loro cambiamenti della dottrina.
      Mai un cattolico è stato posto in così tremendo dilemma : mai è successo che essere obbedienti al papa come oggi succede implichi l’essere disobbedienti a tutto il Magistero precedente.
      come si esce da questa situazione senza uscita non lo so.
      sembra una situazione di “scacco matto”: e infatti sul Foglio è comparso un articolo a firma Giulio Meotti intitolato “scacco matto alla Chiesa”
      Comunque la si rigiri la questione non si riesce ad uscirne , ogni soluzione ha i suoi pro e contro, il sedevacantismo,oppure accettare la paradossale realtà di un papa eretico, oppure l’obbedienza cieca turandosi il naso ( e orecchi e coscienza).
      Antonio Socci ( e anche Don Minutella ) ha provato a uscire dall’impasse, dichiarando che questo papa non è il vero papa, ma lo è ancora Benedetto XVI ,ma mi chiedo quando Benedetto XVI morirà, allora anche Socci ( e Don Minutella) dovrà ricadere nel sedevcantismo?
      Quando Bnedetto XVI morirà chi sarà il papa? Poichè certo non si farà un conclave dopo la morte del papa emerito.

      • pasqualino ha detto:

        Fratello, tranquillo. Non mettere troppa carne a cuocere. Il futuro sta nelle mani del Signore. Per ora è più che sufficiente sapere che Benedetto XVI ancora c’è; e che, con ogni probabilità, un giorno le sue dimissioni saranno giudicate invalide a causa di forzature indebite. Un passo alla volta: a ciascun giorno basta la sua pena.

  • MARIO ha detto:

    Il presunto “biblista” (che mi auguro non sia un consacrato) parla senza mezzi termini di “palesi eresie del Papa”.
    E poi, come c’era da aspettarsi (viste le ormai note critiche al riguardo mosse dall’Istituto GPII a Papa Francesco), l’unico presunto testo eretico citato è “Amoris laetitia”.
    Peccato però che di questa Esortazione Apostolica abbia parlato anche il Card. Gerhard Muller, riconoscendone la conformità e continuità con la Tradizione e il Magistero precedenti: vedi Prefazione di G.Muller al libro del filosofo Rocco Buttiglione (amico di San GPII) “Risposte amichevoli ai critici di Amoris laetitia”.
    Conclusione: Papa Francesco non è eretico e non c’è nulla di eretico in “Amoris laetitia”. Il problema eventualmente potrebbe riguardare non tanto il contenuto, ma l’interpretazione errata (lassista) che qualcuno potrebbe darne. Ma per questo non si può chiamare in causa il Papa, ma semmai coloro che sbagliano (e posso credere che ce ne siano…).

    Per quanto riguarda ancora gli studi teologici e con particolare riferimento all’interpretazione corretta di “Amoris laetitia”, forse è troppo comodo insegnare e studiare le cose come fossero regolette matematiche da applicare. Questo è un metodo da scuole elementari.
    Ma il rapporto uomo-Dio non è una questione riducibile a regolette matematiche e allora, quando si comincia a parlare di discernimento, casca l’asino e qualcuno purtroppo va in crisi e comincia a dare in escandescenze.
    E allora che fare ? E’ meglio forse che quel qualcuno rifaccia scuole medie e superiori, per imparare un po’ meglio il metodo, prima di avventurarsi negli studi teologici.

    Pace e bene.

    • VITMARR ha detto:

      No il discernimento ha studiato e ora é plurilaureato tanto da dare autorevolmente nei casi specifici sempre direttive che vanno nella stessa direzion quella lastricata da buone intenzioni.

    • Vito ha detto:

      Caro Mario,
      Lei soffre di gravi amnesie.
      Ha dimenticato che le interpretazioni errate, lassiste e eretiche (come quella dei vescovi argentini) sono state confermate da papa Francesco in una lettera pubblicata sugli Acta Apostolicae sedis il 7.10.2016 (quindi nel magistero ufficiale del papa).
      Altre sue gravi forme patologiche sono la boria e la spocchia, tipiche dei cattolici adulti.
      Le assicuro di aver trovato più fede e fedeltà al Vangelo nelle persone semplici e prive di studi che in tanti professori tromboni delle Università cattoliche del XXi secolo.

    • Chianino ha detto:

      Mi sembra che il citato libro di Muller e le pubblicazioni simili quali ad esempio quella del GP2 frutto di lavoro teologico e scientifico in continuità con il magistero non siano state considerate gran che viste le conseguenze pratiche per gli autori. Al contrario la vera interpretazione di AL in merito alla questione più spinosa sia quella della lettera ai vescovi (non mi ricordo quali…). È su quella interpretazione che vanno puntati i riflettori della dottrina non certo sulla intera AL.

    • Pasqualino ha detto:

      Questo MARIO è di una ottusità provocante. Adesso tenta di tirare dalla parte di Bergoglio anche il Card. Muller, licenziato in tronco, quando era Prefetto della CDF, dallo stesso Bergoglio nel luglio del 2017. E per quale motivo lo ha licenziato? Perché era d’accordo con le posizioni volutamente ambigue della Amoris Laetitia? O perché era critico e contrario? E per quale motivo il Card. Muller ha pubblicato il “Manifesto della fede” nel febbraio di quest’anno? E per quale motivo ha fatto un paio di dichiarazioni sul prossimo Sinodo per l’Amazzonia e sul prossimo Sinodo dei Vescovi tedeschi? Per avallare la deriva neo-protestante in atto, o per denunciarla a tutto il mondo? MARIO, una domanda semplice, semplice: ci sei o ci fai?

  • MASSIMILIANO ha detto:

    E intanto padre Sosa (quello dei buddisti e del registratore ai tempi di Gesù), ha messo le mani avanti sul prossimo papa , millantando complotti ( (faccia tosta?) e indicando come unica via la continuità con Bergoglio e ovviamente dogmatizzando il CVII… Se non lo avessimo capito la prossima tappa è il martirio… A qualcuno che leggerà magari sembrerà esagerato, ma sarà proprio così. Che poi altro non è che la conseguenza della testimonianza. Una domanda che faccio agli altri utenti (ovviamente escludendo chi ha scelto la via larga…): nel contesto della vita quotidiana riuscite a parlare di questi argomenti con gli altri (che siano familiari amici parrocchiani conoscenti colleghi etc) o risulta difficile se non impossibile anche a voi? Personalmente a volte mi diverto, ma molto più spesso il senso di frustrazione diventa quasi insopportabile. Capita spesso che durante la conversazione qualcuno cambi discorso, qualcun altro si giri dall’altra parte o risponda utilizzando luoghi comunissimi vecchi di centinaia di anni. Per non parlare dell’ignoranza totale in materia di fede. Dovresti litigare, dovresti parlare in faccia con chiarezza, ma poi spesso lasci perdere perchè comprendi che alla fine sarebbe inutile continuare. Credo davvero che senza l’intervento diretto del Signore la strada sia segnata. E chredo che sia segnata proprio perchè il Signore ha deciso che fosse così. Saluti.
    Massimiliano

    • Bastian contrario ha detto:

      Bergoglio è un esemplare della longevità tipica di certe zone del Piemonte. Ha davanti a sé almeno un’altra decina di anni di pontificato.

      • Vito ha detto:

        Caro Bastian Contrario,
        che certamente hai trovato in Bergoglio la tua gallina dalle uova d’oro, mi sembri il personaggio di una parabola che si beava dei molti anni che avrebbe avuto a disposizione per mangiare, bere e darsi alla gioia.
        Lascia fare a Dio e non impegnarti troppo nel costruire nuovi e più grandi magazzini.

        • Bastian contrario ha detto:

          Mi dispiace : sarei felice se l’attuale pontificato finisse domani. Ma conosco diverse persone, provenienti dalla stessa zona del Piemonte che hanno superato in perfetta forma i novant’anni.

    • Davide ha detto:

      Rispondendo alla sua domanda, le rispondo con un secco NO.
      Mia moglie é cattolica praticante, ma bergogliana al 100% (così come la sua famiglia di origine; più una volta ho desiderato mostrargli le stridenti contraddizioni di questo pontificato con il cattolicesimo in cui lei crede (e che conosco bene anche io), maa non credo lo farò mai.

    • Massimiliano ha detto:

      Massimiliano sei in buona compagnia; ore passate ad argomentare sui gravi fatti di questo regno, ma L ignoranza e L ottusità appaiono invincibili. Litigato con parenti che han trascorso la vita ta ac scoutismo e volontariato e sono pro aborto pro matrimonio omosessuale è sostengono i gay-pride. I vangeli sono scritti da uomini che si sono inventati di tutto , San Paolo neanche aveva conosciuto Gesù , questo papa ha ammodernato la Chiesa finalmente… può bastare vero? E si dicono cattolici. Ho concluso che durante il Credo recitino la marcetta di Topolino.

    • virro ha detto:

      Quando siamo sotto una dittatura, NON SI DEVE PENSARE, figurarsi parlare!……

  • Donna ha detto:

    Una domanda per chi vorrà rispondermi seriamente.
    Come conciliare l’andare a Messa e il non essere in comunione con Francesco ma con Benedetto XVI?. Pongo seriamente tale questione di coscienza, non di poco conto, in quanto la celebrazione della S.Messa contempla ovviamente la comunione col papa, che però per me, allo stato dei fatti e in piena coscienza, è unicamente Benedetto XVI, reputando Bergoglio invalidamente eletto ( rif. confessione del cardinal Danneels) e con posizioni , a partire da Amoris e Letizia, passando per Lutero ecc.,per me eretiche.
    Spero che qualcuno dia lumi, perché credo che ciò investa, in coscienza, non pochi fedeli a Cristo.

    • Eloisa ha detto:

      Se accetta, le rispondo io che appartengo ad una Chiesa più evoluta. Le rispondo seriamente, può credermi.
      L’andare a Messa significa voler essere in comunione con Gesù Cristo, non col Papa o con le gerarchie ecclesiastiche.
      Si va a Messa unicamente per incontrare il Signore, indipendentemente dalle simpatie o antipatie per questo o per quello.
      E l’incontro avviene soprattutto al momento della Comunione, quando ci si mette alla sequela del Cristo evangelico, non di quello “inventato” o “costruito” da qualcuno, con annessi e connessi.
      Non abbia scrupoli di coscienza inutili e fuorvianti.

      • Davide ha detto:

        E chi lo stalibirebbe che la Chiesa alla quale, molto orgogliosamente, si vanta di appartenere, sarebbe piú evoluta di quella alla quale apparterrebbe il dott. Tosatti & Co.?
        L’ha stabilito lei stessa, per caso?
        Non lo trova un po’ (molto direi) autoreferenziale?

        • Eloisa ha detto:

          Proprio per niente. Non la definite voi stessi Chiesa2.0 ?
          In realtà è la stessa Chiesa, che però non vuol restare mummificata e guarda al presente e al futuro.
          Una Chiesa più umana, in definitiva. Più consapevole dei cambiamenti che la vita porta con sé, necessariamente.

          • MASSIMILIANO ha detto:

            AHAHAHAHAHAHAHAHAHA…. Mi scusi don Eloisa, ma mi ha fatto veramente ridedere. In fondo lei non sa quello che dice e questo comunque la rende meno responsabile rispetto ad altri. Saluti.
            Massimiliano

    • Padre Gabriele ROSSI ha detto:

      In mezzo a tanti interventi fasulli, mi ha colpito la domanda di DONNA. La risposta di ELOISA, pur essendo in parte giusta, puzza molto di protestantesimo (“appartengo ad una Chiesa più evoluta”???). Io risponderei così: 1) la validità della Messa non dipende dal nome del Papa che viene ricordato, ma dalle parole della consacrazione e dalla corretta intenzione del Celebrante; 2) quando viene ricordato Bergoglio, lei nomini nel suo cuore Papa Benedetto; 3) la cosa importante è incontrarsi spiritualmente e realmente con il Signore Gesù presente nella Parola e nella Eucaristia.
      Evidentemente il disagio in questi casi è molto grande, ma al momento non disponiamo di altra soluzione. Ciò che invece si potrebbe fare è cercare nel circondario un Prete un po’ meno protestante degli altri, per la propria vita spirituale e sacramentale. Preghiamo perché questa situazione finisca il più presto possibile. Un cordiale saluto.

      • Eloisa ha detto:

        Non sono d’accordo con lei, padre Gabriele. E sa perché? Perché c’è un solo papa e si chiama Francesco. L’altro è “emerito”, cioè è come se non ci fosse.
        Se lei, gentile padre, parla così, fa un grosso danno ( che a lei sfugge): dà inizio ad una grande confusione sotto i cieli. Se ne rende conto? Senza volerlo, squalifica lo stesso Ratzinger già accusato da molti di aver innescato una devastante divisione restando in Vaticano..

        La prego, Tosatti, di pubblicare. Nel nome di una realtà che è sotto gli occhi di tutti.

        • Padre Gabriele ROSSI ha detto:

          Restando in Vaticano, vestito di bianco e con il nome di Papa, Benedetto XVI sta salvando silenziosamente la Chiesa in questa situazione di caos totale, prodotto da chi ha preteso togliergli dalle mani il timone della Barca.

          • MARIO ha detto:

            Visto che lei crede solo in Benedetto XVI, creda anche a quello che ha detto riguardo a Papa Francesco, che ha sempre riconosciuto come Papa legittimo.
            Diversamente lei offende in maniera gravissima anche il Papa emerito, facendolo passare per bugiardo e infingardo, privo persino della sua libertà.
            E non mi dica, per cortesia, che BXVI lo fa per non dividere la Chiesa, perchè la vera divisione la sta creando lei e quelli che la pensano come lei. E di questo le verrà chiesto conto, specialmente come consacrato.

          • Padre Gabriele ROSSI ha detto:

            Le risponderò quando saprò con certezza con quale imboscato ho a che fare: fuori nome, cognome e foto segnaletica!

      • EquesFidus ha detto:

        Non rispondete allo spocchioso troll (per cui, ancora una volta, invoco una caritatevole censura al dott. Tosatti, come per gli altri) ed alle sue agghiaccianti ed eretiche risposte, per cortesia.

      • Donna ha detto:

        Padre Gabriele, grazie per la sua risposta, che da lumi a chi cattolico non può e non vuole guardare a Cristo senza la Sua Chiesa, (sulla quale,nonostante tutto, Egli ha promesso che le forze del male non prevarranno).

      • MARIO ha detto:

        Mi dispiace, ma lei è un uomo di Chiesa dalla lingua biforcuta e si fa vivo quando c’è da azzannare la preda; nascondendosi dietro parole melliflue, inganna chi chiede umilmente (o ingenuamente) consiglio, attirandolo nella sua trappola.
        Lei sostanzialmente invita la Sig.ra “DONNA” a perseverare nel suo convincimento che Papa Francesco non è il Papa legittimo, perché, secondo la stessa, invalidamente eletto; e la attira così nelle spire della sua vicenda ereticale, che l’ha portata alla “sospensione a divinis”.
        Perchè sono così cattivo ? Perchè lei, se fosse onesto, dovrebbe mettere in conto che potrebbe anche sbagliarsi in merito al Papa (non mi risulta che lei sia il Padre Eterno) e in questo caso, con i sui consigli, avrebbe indotto in errore una persona soggettivamente innocente (perchè convinta in coscienza). Così lei risulterebbe doppiamente colpevole, non solo per aver confermato un fedele nell’errore, ma soprattutto per aver abusato dell’autorità che le deriva dal suo titolo di consacrato.

        • Padre Gabriele ROSSI ha detto:

          Anche lei metta in conto che potrebbe sbagliarsi e che non è il Padre Eterno. A me basta e avanza la risposta di DONNA, che ringrazio di cuore. Nel frattempo mi glorio delle mie angustie sofferte per Cristo e per la sua Chiesa. Il tempo dirà come stanno realmente le cose. Ossequi.

          • MARIO ha detto:

            Come dire che, dopo aver ingannato una persona, lei se ne vanta perché quella è anche contenta. Sembra proprio il massimo dell’astuzia e della malizia.
            E non contento, si “gloria” pure di essere un eretico sanzionato, ma con la presunzione di avere già l’aureola del santo martire, al pari di S. Paolo (che se potesse intervenire…).
            Per quel che mi riguarda, confermo che anch’io posso sbagliare e che non sono il Padre eterno, ma lungi da me l’intenzione di ingannare qualcuno.

          • Padre Gabriele ROSSI ha detto:

            No, il massimo dell’astuzia e della malizia appartiene a lei: fuori nome, cognome e foto segnaletica!

          • Gaetano2 ha detto:

            A Padre Gabriele Rossi.
            Non gli dia peso a Mario.
            Quello ha tanto tempo da perdere che risponde perfino alle mie battute, vuol dire che il livello è quello che è.

          • A volte tornano ha detto:

            Grazie, Padre Gabriele Rossi, per le sue parole che Sanno ancora …”di Vita Eterna”…. Totalmente diverse da quelle mondane, terrene, corrotte, ambigue…. Che escono dalla gola profonda del sedicente argentino e dei suoi acritici sfegatati fans. Sia Lodato Gesù Cristo.

        • Donna ha detto:

          Sig. Mario, a commento del suo intervento, e per buona pace affinche non pensi che sia facilmente influenzabile, le dico che le mie convinzioni ( che sono in sintonia con la risposta di padre Gabriele) non sono neonate, ma sono frutto di un lungo e profondo discernimento, in parte maturato da una più approfondita conoscenza del Magistero, della Tradizione e della S. Scrittura fornitami dai passati studi di scienze religiose , ma sopratutto , cercando come cattolica aiuto nella preghiera, frequentazione dei sacramenti, s. messa ecc. ,
          Posso sbagliarmi? Si, posso, come ogni uomo, ma allo stato attuale, di fronte alla apostasia sempre più evidente di una chiesa arresa al mondo, è inevitabile guardare al pastore che ha il profumo di Cristo, che per me è Benedetto XVI e prima di lui l’immenso san Giovanni Paolo II ed i suoi predecessori.
          Prego per Bergoglio? Certamente; ognuno ha bisogno nessuno escluso.
          E dirò di piu, (e poi non interverro’ oltre) credo che papa Benedetto rivesta la figura del katechon, colui che frena per il , temo breve, momento, la piena manifestazione anticristica.
          Ci consoli che Il futuro della Chiesa ,fortunatamente è nelle mani di Dio, a noi, nel frattempo, il cercare di combattere la buona battaglia, che non può avvenire se non con l’aiuto di Maria.

          • Padre Gabriele ROSSI ha detto:

            DONNA, questa è la situazione a cui siamo arrivati; e il peggio deve ancora venire! Rimaniamo ancorati alla vera dottrina della Chiesa, cristallizzata nel Catechismo ufficiale di Giovanni Paolo; e in questa fase di confusione assoluta, seguiamo i Pastori in carica solo nella misura in cui essi stessi aderiscono alla suddetta dottrina.
            “BENEDETTO (è) colui che viene nel nome del Signore”. BENEDETTO… e non altri.
            Una fraterna benedizione.

          • MARIO ha detto:

            Gentile signora, la sua mi sembra una risposta sincera e onesta e quindi da rispettare.
            Da parte mia, se mi posso permettere, ritengo:
            – che si debba fare una netta distinzione tra gli errori e i peccati all’interno della Chiesa (teologia, sacerdoti, ecc., su cui personalmente posso concordare) e la responsabilità oggettiva di Papa Francesco, legittimamente eletto anche secondo Benedetto XVI;
            – che per valutare correttamente l’operato di Papa Francesco, il riferimento più importante debba essere il Vangelo e non tanto i commenti più o meno tendenziosi su di lui, che molto spesso, secondo me, hanno travisato i suoi scritti e le sue parole;
            – che debba essere importante, per un corretto discernimento sul Papa, confrontarsi con il parere di più persone e sacerdoti autorevoli (non certo commentatori di blog), e non ascoltare una sola campana (servendosi magari di una direzione spirituale non di parte);
            – che l’amore per la Chiesa debba essere rivolto prima di tutto alla sua unità, per la quale Gesù ha rivolto l’ultima e più importante preghiera al Padre nell’Ultima Cena;
            – che Gesù non possa permettere che centinaia di milioni di buoni cattolici (la maggioranza) possano essere ingannati dal suo Vicario in terra, secondo la promessa fatta a Pietro;
            – che comunque, nel dubbio, sia sempre meglio obbedire a quanto la Chiesa ci chiede (mi riferisco in particolare alla Messa e alla preghiera per il Papa), perché nell’obbedienza e nell’umiltà Dio ci assiste sempre, piuttosto che fare di testa nostra, col rischio di sbagliare e magari trarre in errore anche qualcun altro.

            Mi scuso se le sono sembrato troppo invasivo e le auguro Pace e bene.

          • Padre Gabriele ROSSI ha detto:

            DONNA,
            – per valutare l’operato di Bergoglio non basta il Vangelo, ma serve anche il precedente Magistero della Chiesa, cioè l’insieme della sua Dottrina ufficiale, Dottrina che Bergoglio sta umiliando e stravolgendo in tutti i modi (vedi gli interventi del Card. Muller dal luglio del 2017 in poi);
            – l’unità della Chiesa, prima ancora che attorno ad una persona, si realizza attorno alla fede che si professa, fede che ha dei contenuti precisi a livello di dogmatica, di morale e di liturgia; se un Papa (o sedicente tale) pretendesse prescindere da questi contenuti, non può essere seguito docilmente dai fedeli;
            – il Signore non può permettere che centinaia di milioni di fedeli vengano ingannati da un suo Vicario (o sedicente tale): e infatti, un po’ alla volta, sta facendo cadere la sua maschera di buonismo e di falso profetismo: e ciò avviene anche attraverso questo movimento di “resistenza responsabile” che si sta producendo all’interno della Chiesa Cattolica da parte di un numero crescente di fedeli che tornano a guardare verso Benedetto XVI come vera roccia incrollabile della Chiesa stessa;
            – nel dubbio, è meglio riferirsi al Papa sicuro, piuttosto che a quello inaffidabile.
            E’ una battaglia! E sicuramente non finisce qui… Un cordiale saluto.

          • Padre Gabriele ROSSI ha detto:

            DONNA, un’ultima aggiunta, prima di concludere questa spiacevole polemica con una persona imboscata (MARIO) che non ha il coraggio di svelare la sua vera identità (è un laico, è un prete, è un frate? che cos’è?), ma che, ciò nonostante, lancia con supponenza e arroganza i suoi giudizi sbrigativi su tutto e su tutti.
            Mi permetto di riportare un link nel quale può trovare le diverse lettere che in questi mesi ho inviato al ALDO MARIA VALLI, lettere nelle quali ho avuto modo di esprimere con calma il mio punto di vista sulla situazione attuale della Chiesa. Forse, leggendole, può trovare una risposta più completa ai suoi interrogativi, che sono stati – e sono tuttora – anche i miei. La benedico.
            https://blogclaudiogazzoli.blogspot.com/2019/02/lettere-da-alcatraz-di-padre-gabriele.html

          • Donna ha detto:

            Padre Gabriele, ….non comprendo, …forse c’è un po’ di confusione, in quanto nel suo ultimo intervento credo intendesse dare risposta alle osservazioni del sig. Mario , anche se si rivolge a me, sbaglio?

          • Padre Gabriele ROSSI ha detto:

            Certo, mi rivolgevo a lei, rispondendo però all’altro.
            Credo che la storia può finire qui.

          • MARIO ha detto:

            A padre Gabriele Rossi.
            Padre, a cosa le servono tutti i miei dati ? Perché vuole catalogarmi ?
            Stia tranquillo, non sono né un imboscato né un persecutore di “veri” cristiani o consacrati e non ho alcun potere o ministero, né ecclesiastico né civile. Sono solo un povero cristiano, pieno di difetti e peccati anch’io, che cerca a fatica di seguire Gesù Cristo. E non ho nemmeno alcuna pubblicazione da esibire e di cui vantarmi.
            Quanto poi alla mia identità, credo debba interessare di più l’identità di Gesù Cristo, il cui Corpo mistico è la Chiesa cattolica ed il cui Vicario in terra è attualmente Papa Francesco (fino a prova contraria), legittimamente eletto e riconosciuto anche dal precedente Papa emerito Benedetto XVI.
            Mi scuso con lei se magari non ho usato la carità dovuta.
            Pace e bene.

          • Padre Gabriele Rossi ha detto:

            All’imboscato vigliacco e arrogante.
            Non meriti nessuna risposta.

    • EquesFidus ha detto:

      Anzitutto, credo che la necessità per Lei più pressante sia frequentare la Santa Messa (in.particolar modo quella tridentina, che è completa sotto ogni aspetto), i Sacramenti (in particolar modo la Penitenza) e la preghiera quotidiana, amorevole e costante. In secundis, La invito a trovare un bravo direttore spirituale (come diceva San Feancesco di Sales, è fondamentale nella vita devota): ce ne sono pochi, ma ce ne sono, in particolare quelli di formazione santamente (e santamente) cattolica.
      Infine, Le chiedo di porre i Suoi dubbi al direttore spirituale: un blog,anche valido come questo, non è adatto alla direzione spirituale (ben lo dimostrano coloro che cercano di traviare le discussioni o di propinare un pensiero non cattolico, quindi satanico). Detto questo, Le po ho una domanda: al netto che non spetta a noi riconoscere se Bergoglio o meno è il Papa legittimo, dato che è un problema anzitutto giuridico e non di coscienza (si spera rettamente formata, altrimenti è traviante e diabolica), se Francesco promulgare un atto di governo legittimo (per ora ne ha fatti pochissimi), Lei obbedirebbe al suo primato giuridico? Lei prega e si sacrifica anche per Bergoglio?

  • TITTOTAT ha detto:

    Vorrei porre una questione al biblista: Nel padre nostro si deve cambiare il non indurci, che è la parola che più si avvicina al greco, nel vangelo però si dimentica che c’è un altro passo che si avvicina al non indurci, quando nell’orto degli ulivi Cristo dice pregate perché Dio non vi consegni (tra le traduzioni) alla tentazione, ora, questo passo è il più fedele al greco? e se nel Getsemani Cristo stesso ha ribadito il non indurre, perché si ostinano col non abbandonarci? E se cambiano il padre nostro, allora devono cambiare anche questo passo, come il passo di Giobbe quando satana ha detto a Dio: Non hai posto forse un recinto tra me e lui (Giobbe), cioè il recinto previene la tentazione.
    È esatto tutto ciò?

  • Rafael Brotero ha detto:

    Manca solo la parolina magica: antipapa.

  • Natan ha detto:

    Ha ragione il Gesuita Sora a dire a Rino: ” non si dimette”. Al contrario di Benedetto,Francesco gode dell’ appoggio dei poteri forti del mondo. Poteri trasversali dalla Cina,alle New Age,ai movimenti popolari,alle logge massoniche,ai sionisti,alla city di Londra,ai miserabili cattocomunisti

    • Una precisazione ha detto:

      Bergoglio non è gradito ai sionisti , se per sionisti intendiamo coloro che sono favorevoli allo stato di Israele. Anche Soros è non amato dagli israeliani. Entrambi Bergoglio e Soros vogliono abbattere le barriere tra Israele e Gaza, costruendo un unico stato non più ebraico ma a maggioranza mussulmana.

  • carlone ha detto:

    ……Per cui: il mio cammino di fede lo fondo sulla Scrittura, sulla Tradizione e sul catechismo della Chiesa Cattolica. ….

    Ha dimenticato la coscienza

    • Gaetano2 ha detto:

      A Carlo’, scrivi bene. La coscienza non basta, ci vuole la RETTA coscienza.
      Roba da catechismo elementare, me lo ricordo perfino io.

      • carlone ha detto:

        Lei., come me , è fuori. !
        Parola di Dio , e Chiesa con Magistero Dottrina ecc etc etc etc etc etc come la chiamate voi vera.
        Ma di Carlone e Gaetano non c’è ombra.
        ISLAM.
        .

        • Gaetano2 ha detto:

          Carlo’, io qualcosina bevicchio, ma vedo che tu ti sei bevuto robaccia, stacci attento che ti fa male.

          • carlone ha detto:

            PARTE TERZA
            LA VITA IN CRISTO

            SEZIONE PRIMA
            LA VOCAZIONE DELL’UOMO:
            LA VITA NELLO SPIRITO

            CAPITOLO PRIMO
            LA DIGNITÀ DELLA PERSONA UMANA

            ARTICOLO 6
            LA COSCIENZA MORALE

            1776 « Nell’intimo della coscienza l’uomo scopre una legge che non è lui a darsi, ma alla quale invece deve obbedire e la cui voce, che lo chiama sempre ad amare e a fare il bene e a fuggire il male, quando occorre, chiaramente parla alle orecchie del cuore […]. L’uomo ha in realtà una legge scritta da Dio dentro al suo cuore […]. La coscienza è il nucleo più segreto e il sacrario dell’uomo, dove egli si trova solo con Dio, la cui voce risuona nell’intimità propria ».69

            Retta , semi retta, o curva , la coscienza.è uno dei tre pilastri.
            Salute!

          • Gaetano2 ha detto:

            Carlone, bravo. Hai fatto bene a copiare tutta la citazione. Adesso è più chiaro.
            In questo caso, forse, ripeto forse, la retta coscienza ti si può concedere, ma quello che ti manca è l’intelligenza per capire quello che hai citato.
            Fattelo spiegare da qualcun altro, ce ne sono tanti in gamba e preparati sul blog. Io non c’ho voglia.

          • carlone ha detto:

            Non si pari il c..o tutte le volte che interviene in un argomento , mettendo sempre VERA , RETTA etc prima del termine in discussione.
            Lì nel catechismo si usa il termine uomo, non battezzati o cristiani
            O crede nella predestinazione?

    • MASSIMILIANO ha detto:

      Carlone Carlone, lei segua pure la sua coscienza che sono certo sarà rettamente formata, e se non lo fosse continui a seguire Bergoglio che in questo potrebbe esserle di aiuto… Buona fortuna. Saluti,
      Massimiliano.

    • Milli ha detto:

      Può essere una coscienza umana superiore, migliore di quella di Dio?
      Certamente vivendo nel mondo nascono tanti ma… “è incinta ma il bimbo che nascerà non è sano”…” sono sposati ma non vanno più d’accordo “…” bisogna essere fedeli ma ogni lasciata è persa e si vive una volta sola”…” sono gay ma si amano ed hanno diritto ad avere un bambino”. Tanti ma, tanti problemi di coscienza. Ma come risponderebbe Gesù a questi “ma”? Può un credente ignorare ciò che Dio ci ha insegnato?

  • Paolo Giuseppe ha detto:

    papa francesco (tutto minuscolo) ha sempre seguito un preciso filo conduttore che è il seguente: sì, va bene la dottrina, ma ciò che conta è la pastorale, anche a costo di piegare la dottrina alle esigenze della pastorale.
    Come non ricordare allora l’ammonimento (inascoltato) di Ratzinger nell’omelia della S.Messa “Pro eligendo romano pontifice” laddove afferma: “Avere una fede chiara, secondo il Credo della Chiesa, viene spesso etichettato come fondamentalismo. Mentre il relativismo, cioè il lasciarsi portare “qua e là da qualsiasi vento di dottrina”, appare come l’unico atteggiamento all’altezza dei tempi odierni. Si va costituendo una dittatura del relativismo che non riconosce nulla come definitivo e che lascia come ultima misura solo il proprio io e le sue voglie.”
    Queste parole non fischiano mai nelle orecchie misericordiose di papa francesco (minuscolo)?

  • Catholicus ha detto:

    Caro biblista, concordo in toto con lei, tranne la data d’inizio delle menzogne pontificie; ormai siamo in molti a far risalire questa data al 26 ott 1958, h 17.30, quando Siri fu costretto a rinunciare all’elezione al papato, accettata col nome di Gregorio XVII, per gravi minacce a lui, ai suoi familiari, alla Chiesa in URSS e allo stesso Vaticano. Quel giorno i ribelli modernisti si impadronirono della Chiesa: dopo è stata tutta una sequela di menzogne e inganni (C.V. II, N.O.M., Assisi 1 e 2, ecc.). Ne conviene? Non si fermi a metà del guado, rischia FI affogare. Pace e bene, L.J
    .C.

    • Adriana ha detto:

      Si , rischia proprio di affogare . Dovrebbe meditare sull’ultima esternazione di Padre Sosa ( Androkronos ) :
      ” Penso sia essenziale che il cammino intrapreso da Francesco continui secondo la volontà della Chiesa – espressa chiaramente nel Concilio Vaticano II di cui papa Francesco è figlio legittimo e diretto ” – .

  • Anima smarrita ha detto:

    Con senso di riconoscenza verso tutti i ministri che a vario titolo hanno contribuito alla mia pur limitata formazione, offrendo un “servizio” fededegno in seno alla Chiesa – corrispondendo alla chiamata personale e collaborando alla chiamata corale alla santità – condivido la conclusione del biblista.
    Pur fra critiche e contestazioni, sempre articolate con rispetto, ai documenti magisteriali e ai pontificati precedenti l’attuale, non ricordo si sia registrato nei decenni andati un tale clima di scompiglio, divisione, smarrimento e tensione, che certo non influisce positivamente anche nel sociale.
    Mi confortano i consigli di persone qualificate, ancor di più se testimoni e compagni di vicende umane e spirituali dal comune denominatore; forte soprattutto del dono della fede e della incrollabile fiducia in quella Parola di verità e vita, che mi autorizza a riconoscere i testimoni dalle loro opere, “dai loro frutti”.
    Con la massima umiltà – semplicemente perché ogni fatto e riproposizione me ne richiamano frammenti incoraggianti – senza alcuna presunzione, ricordo a me stessa – oltre i citati del biblista – «Guardatevi dai falsi profeti, che vengono a voi in veste di pecore, ma dentro sono lupi rapaci» (Mt 7, 15).

    • Gaetano2 ha detto:

      Ottima citazione alla fine, “guardatevi dai FALSI profeti…”, un FALSO profeta non è un “profeta”, mi sembra logico.

  • Gaetano2 ha detto:

    “…palesi eresie del Papa…”.
    Va bene che non sono un esperto, ma mi pare che per sua natura un Vero Papa non possa essere eretico.
    Se qualcuno può, mi chiarisca la questione usando la ragione (senza la quale non può esserci nemmeno la fede).

    • Il veritiero ha detto:

      Non é vero, diversi papi sono stati dichiarati eretici e il loro nome é stato cancellato dalla lista dei papi ufficiali.
      Di solito vengono dichiarati eretici dopo la loro morte, perche fino a quando sono al comando tiranneggiano e stroncano ogni iniziativa di chi li ostacola ( come sta facendo Bergoglio da anni purghe su purghe a chi prova a contrastarlo )
      Questa sarà la fine che farà anche Bergoglio, quando morirà il verrà dichiarato eretico dal suo successore e il suo nome verrà cancellato dalla lista dei papi e diventerà solo uno dei tanti “antipapi” che ha avuto la chiesa.

      • Gaetano2 ha detto:

        “Non é vero, diversi papi sono stati dichiarati eretici e il loro nome é stato cancellato dalla lista dei papi ufficiali”.
        Mi pare che l’asserzione sia contraddittoria. Se appena hanno potuto farlo li hanno cancellato dalla lista vuol dire che non erano veri Papi, pur occupandone la posizione.

        • Il veritiero ha detto:

          Io so che un papa in pzrticolare addirittura riesumarono il corpo dopo la morte e gli fecero addirittura un processo da morto , condannato eretico, gli venne cancellato il titolo di papa e venne seppelito in terra nom consacrata.
          Pensa quanto ce l’avevano con lui per fare il processo a un corpo senza vita 😂
          P.s. ho usato il termine “non é vero” non per attaccarla , in realtà volevo usare il termine “non è esatto”. Scrivendo non è vero ho sbagliato il senso.

          • Davide ha detto:

            Papa Formoso, processato da Stefano Vi nel 892 in quello che venne definito concilio) (o sinodo) cadaverico

  • Milly ha detto:

    Con tutto il rispetto dovuto al “biblista licenziato” non posso non farmi questa domanda: ..”ma dov’era quando Papa Francesco ha licenziato Amoris Letizia, quando è stato manipolato il sinodo sulla famiglia dai vertici della Chiesa e quando sono state promulgate altre amenità del genere” ? …mi perdoni questo pensiero , ma oggi, dopo il licenziamento in massa di tutti i docenti dell’ Istituto Giovanni Paolo II, mi appare scontato opporsi a simili eresie, anche se in fondo è meglio tardi che mai.

    • Il veritiero ha detto:

      Suppongo che hai colto nel segno, il biblista probabilmente é proprio uno dei docenti licenziati del GPII, i tempi coincidono.
      Però si esprime in maniera molto semplice e non usa parole complesse o termini complessi come di solito fanno i docenti, ha un modo semplice di esprimersi per essere un docente.
      O é molto giovane, oppure non é proprio docente, magari un aiutante, però per non farsi riconoscere dice insegnante, di aiutanti ce ne sono 4-5 di insegnanti 50, è più difficile riconoscerlo, mischia le carte. É solo una opinione a naso , potrei anche sbagliarmi.

      • Margherita ha detto:

        Cara Milli, suppongo che i docenti non condividessero le proposte di Amoris Laetitia, e le altre scelte pastorali, ma basassero i loro insegnamenti sulla dottrina secolare della Chiesa, fino a quando qualcuno non abbia detto: “ho mangi questa minestra, o salti questa finestra”.
        Del resto Dante ce lo ricorda, cito a memoria: “Oh quanto sa di sale lo scender e il salir l’altrui scale”.

        • Milly ha detto:

          ..Si, è vero, il martirio non ci appartiene più (me compresa) tranne nei luoghi in cui l’Isis ha fatto strage di cristiani.
          Senza poi andare troppo lontano, basta guardare quello che succede principalmente a quel clero che non si adegua al nuovo corso di rieducazione dottrinale e pastorale.

          • Margherita ha detto:

            …esatto. Non aver accettato la minestra é una forma dolorosa di martirio, doppiamente umiliante, poiché si viene anche, e, improvvisamente, privati della capacità di sostentamento…

  • Il veritiero ha detto:

    Ho una domanda da fare, sono un seminariata di un ordine religioso. io devo ammettere che sono molto molto ignorante, lo vedo da me che gli altri sono su un altro piano sugli studi che hanno fatto in passato. Io però recupero molto in spiritualità che loro invece ancora non hanno…
    Pongo a lei questa domanda, in quanto ai padri con il quale ho rapporti non posso esprimerla e non posso discutere di questo ( per ovvi motivi ) la domanda é: Bergoglio secondo il diritto canonico on teoria (ma anche in pratica) non sarebbe scomunicato e in anatema? Io so che secondo il diritto canonico e il vangelo Bergoglio è scomunicato e in anatema. Ma perché nessuno lo dice apertamente? Perché anche gli stessi cardinali e vescovi conservatori non lo dicono pubblicamente che Bergoglio é in anatema e scomunicato?

    • Gaetano2 ha detto:

      Perché hanno paura (e a ragione) o sono anch’essi impostori!
      (Qualcuno in buona fede può esserci, pieno di dubbi non riesce a vedere la situazione per quella che è)

  • Marco Matteucci ha detto:

    Papa Francesco piange il scioglimento del ghiacciaio islandese … la nazione che abortisce quasi il 100% dei bambini con sindrome di Down
    Il Cambiamento Climatico , La Sindrome Di Down , La Sindrome Di Down L’aborto , L’ambientalismo , Ghiacciaio , Islanda , Katrín Jakobsdóttir , Laudato Si’ , Okjökull , Papa Francesco

    ISLANDA, 19 agosto 2019 (LifeSiteNews) – L’Islanda, che abortisce quasi il 100% dei bambini affetti da sindrome di Down, ha tenuto un funerale per un ghiacciaio.

    Il ghiacciaio, noto come Okjökull o “Ok”, copriva 6,2 miglia quadrate nel 1890. Tuttavia, entro il 2012, si era ridotto a meno di 0,3 miglia e nel 2014 gli scienziati islandesi decisero che non si sarebbe più mosso.

    Un geologo islandese, Oddur Sigurðsson, ha detto ad Agence France-Presse che “… Abbiamo preso la decisione che questo non era più un ghiacciaio vivente, era solo ghiaccio morto, non si muoveva.”

    Pertanto, circa 100 persone, tra cui il primo ministro islandese, Katrín Jakobsdóttir, e l’ex presidente irlandese Mary Robinson, hanno tenuto domenica scorsa una cerimonia per commemorare la sua scomparsa.

    Una targa bilingue islandese-inglese intitolata “Una lettera al futuro” è stata apposta su un affioramento roccioso.

    “Questo è il primo ghiacciaio islandese a perdere il suo status di ghiacciaio”, si legge.

    “Nei prossimi 200 anni, tutti i nostri ghiacciai dovrebbero seguire lo stesso percorso. È arrivato il monumento di riconoscere che sappiamo cosa sta succedendo e cosa deve essere fatto. E solo tu sai se l’abbiamo fatto.”

    Secondo Breitbart, Sigurðsson “ha redatto questo certificato di morte per attirare l’attenzione sulla crisi climatica.

    Papa Francesco ha parlato del ghiacciaio estinto all’inizio di questo mese quando è stato intervistato dal quotidiano italiano La Stampa. Cercando di spiegare il rapporto tra la sua enciclica Laudato Si’ e il prossimo Sinodo sull’Amazzonia, Francesco disse: “L’altro giorno, ho letto di un enorme ghiacciaio islandese che si è sciolto quasi completamente: hanno costruito un monumento funebre”.

    Ma per una triste ironia c’è più dolore per la scomparsa dei ghiacciai islandesi che non per quei bambini con sindrome di Down che scompaiono regolarmente dall’Islanda. In effetti in Islamda, quasi tutti i nascituri con la sindrome di Down vengono abortiti prima che possano venire alla luce. Nel 2009, sono nati solo tre bambini con questa tara genetica. Negli ultimi cinque anni dal 2012 al 2017, in Islanda non è nato nessun bambino con sindrome di Down.

    Breitbart ha riferito che un genetista islandese Kari Stefansson si vanta dell’eradicazione della sindrome di Down dal suo paese.

    “La mia opinione è che abbiamo praticamente sradicato, quasi del tutto, la sindrome di Down dalla nostra società – che in Islanda non ci siano più bambini con sindrome di Down”, ha detto lo scienziato.

    Helga Sol Olafsdottir, una consulente all’ospedale universitario di Landspitali, ritiene invece che l’aborto dei bambini con sindrome di Down sia profondamente sbagliato.

    “Non consideriamo l’aborto come un omicidio”, ha detto. “ma come un problema risolto.”

    …COSÌ VA IL MONDO!

  • Margherita ha detto:

    Caro e amato Biblista, grazie! le Sue parole sono un balsamo per il nostro cuore! Il Signore La benedica!

  • Nicola B. ha detto:

    Le cose ancora più impressionanti e gravi , caro biblista , ancor più dei cambiamenti apportati attraverso discorsi a braccio ( ” a quei tempi non esisteva il registratore ” o ” la figura del diavolo è simbolica ” o ” Sodoma e Gomorra si sono salvate…” ecc ) e delle note a piè di pagina ambigue che cambiano il Magistero, e dei gesti pubblici ( non inginocchiarsi davanti al Santissimo Sacramento) ecc ecc, le cose ancora più impressionanti e gravi sono : a) i fedeli che non conoscono più il catechismo e la Parola di Dio ( un articolo della Bussola ha parlato di una inchiesta che rivela che una grossa fetta di Cattolici non sanno che il Signore è presente nel Santissimo Sacramento…..) b) i fedeli che non seguono la vita della Chiesa se non attraverso pozzi inquinati ( Avvenire, Famiglia Cristiana, Tv 2000 ed i tg laici che fanno servizi sulla Chiesa) c) i fedeli che hanno portato il cervello all’ammasso ( ad esempio non si chiedono perché , chi fino a ieri sputava sul Papa e sulla Vecchia Chiesa adesso li osanna… e viceversa chi difendeva la vecchia Chiesa ed il Papa adesso é critico nei confronti del nuovo Papa e della nuova Chiesa. ) Questi fatti mi paiono ancora più gravi perché così può passare , spiritualmente parlando, di tutto perche il gregge ( la gran massa) non se ne accorge o dorme. Questo ovviamente nella Chiesa Occidentale europea , perché invece i quella dell’Est Europa, dell’Africa ecc la musica é ben diversa……per i fedeli e per il clero. Fedeli a Cristo ed al Vangelo, come quel ragazzo di 15 anni che in Polonia ha tentato di fermare un gay pride con il crocifisso…

    • Gaetano2 ha detto:

      E a tutto questo aggiungerei, fedeli incapaci di distinguete un vero Papa da uno falso

    • Paolo Giuseppe ha detto:

      Parole sante, caro Nicola.

    • Raffaele Vargetto ha detto:

      Potrebbe accadere, così andando le cose, che gran parte dell’Europa, compresa anche l’Italia, scompaia nella geografia ecclesiale mondiale a causa dell’apostasia; così come scomparvero a cominciare dal VII secolo, per mano islamica, l’Africa settentrionale e il Medio Oriente, dopo la corrosione interna dovuta alle eresie cristologiche. Quando Gesù promette che le porte degli inferi non prevarranno non vuol dire necessariamente che le terre di antica cristianità verrebbero comunque preservate dalla scomparsa, ma che La Sua Chiesa continuerà a trasmettere la Sua Verità e sarà presente in varie parti del mondo anche se non con la stessa presenza del passato.

  • Monica ha detto:

    Sono d’accordo col biblista ma l operazione di taluni mi pare proprio quella di cambiare il Dna delle Scritture, della Tradizione e del Catechismo. Così continueranno a dire di basarsi su questi pilastri ma essi saranno diversi. Come dire in termini giuridici che il bene di un essere umano é prioritario ma poi associare questo concetto di bene alla sua morte, sovvertendo il principio di bene indisponibile della vita. Si mantiene il concetto ma si cambia il senso e si sovvertono i principi.

    • Anonimo verace ha detto:

      Concordo con quanto detto da Monica. È quasi come se si lasciasse intatta la confezione
      di un pacco, ma si sostituisse il contenuto.

  • I love Anguera and you? ha detto:

    Qui trovate, con altre parole, le stesse cose dette sopra dal biblista licenziato.
    Checché ne dica MARIO “Scognomato” e tutti i Mariolini.
    https://www.apelosurgentes.com.br/it-it/mensagens/

    • MARIO ha detto:

      La tempesta continua a imperversare, giorno e notte. Ormai è un disastro, sia per il grano sia per la zizzania…
      Riguardo allo “Scognomato”, non posso certo prendere lezione da lei (dietro cui potrebbe nascondersi un certo Andrea …..).
      Pace ebene.

    • TITTOTAT ha detto:

      Questo dimostra solo che le fonti da cui attingere i messaggi sono sulla terra, rivelate da nostro Signore a tutti gli uomini attraverso la sacra scrittura.
      Rassegnatevi, in questo blog ci sono cattolici dei tempi passati che hanno fede e usano la ragione.

      • Pasqualino ha detto:

        E ce ne sono altri che, a complemento delle fonti suddette, guardano anche alle rivelazioni private riconosciute e a quelle non formalmente condannate. O c’è qualcuno che pretenderebbe mettere il bavaglio alla Madre della Chiesa, che fa la “postina” con una tenacia dell’altro mondo? Se voi non volete prendere in considerazione Anguera, non venite a rompere le scatole a quelli che riscontrano in questi messaggi una sapienza superiore nell’analisi che viene fatta e nella terapia che viene suggerita. Distinti saluti.