SUOR GERTRUDE, L’ATTO DI DOLORE E I SUSSURRI DA SANTA MARTA…

17 Agosto 2019 Pubblicato da --

 

Marco Tosatti

Cari amici e nemici di Stilum Curiae, e affezionatissimi e appiccicosissimi troll, mi ha scritto Suor Gertrude, per partecipare qualche sussurro che una sua consorella avrebbe sentito in una recente visita a Roma. Così come l’ho ricevuta ve la giro, non escludendo nessuna delle ipotesi: a) che suor Gertrude voglia un po’ divertirsi seminando notizie verosimili, ma forse non ancora vere; b) che la consorella in gita ai Palazzi abbia capito male, capito troppo, capito giusto ma…c) che la consorella abba voluto spaventare suor Gertrude, sapendo quanto questa benedettina, allieva di Anna Maria Canopi, sia suscettibile su certi temi; d) che sia tutto vero. Buona lettura.

Θ

Buongiorno, caro dottor Tosatti. Ieri una sorella in visita alla clausura ci ha detto che a Santa Marta si sussurra  di una possibile variazione dell’atto di dolore. Sempre la sorella visitatrice ci ha riferito di una versione che più o meno suonerebbe così (non ho potuto prendere appunti, pertanto vado a memoria):

“Mi pento con tutto il cuore di essermi pentito di aver peccato, perché peccare può esser un atto di umiltà, mentre pensare di riuscire a non peccare e’ atto di orgoglio. Riconosco pertanto che il peccato è perdonato grazie solo ai meriti del Figlio che ci salva senza nostro merito. Inoltre sarebbe una offesa fatta a Voi , avendo fede in Voi, pensare di potervi offendere con le nostre povere azioni, tranne che si riferiscano al non rispetto dell’ambiente, la non cura degli immigrati, la tentazione di votare partiti sovranisti e populisti. Propongo con il vostro santo aiuto di saper contare solo sulla Vostra grazia, smettendo di angustiarmi sterilmente con il senso della tentazione e del peccato. Signore , grazie”.

Amen. vedete voi….

Θ




SE PENSATE:

CHE STILUM CURIAE FACCIA UN BUON LAVORO.

CHE

SENZA STILUM

L’INFORMAZIONE SAREBBE PIÙ MISERA  .

 AIUTATELO.

ANDATE ALLA HOME PAGE.

SOTTO LA BIOGRAFIA. 

OPPURE CLICKATE QUI




Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa” fino a quando non fu troppo molesto.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina


 LIBRI DI MARCO TOSATTI

Se siete interessati a un libro, cliccate sul titolo….


Viganò e il Papa


FATIMA, IL SEGRETO NON SVELATO E IL FUTURO DELLA CHIESA

Fatima El segreto no desvelado

  SANTI INDEMONIATI: CASI STRAORDINARI DI POSSESSIONE

  PADRE PIO CONTRO SATANA. LA BATTAGLIA FINALE

  Padre Pío contra Satanás

La vera storia del Mussa Dagh

Mussa Dagh. Gli eroi traditi

Padre Amorth. Memorie di un esorcista.

Inchiesta sul demonio.

Tag: , ,

Categoria:

Questo articolo è stato scritto da wp_7512482

123 commenti

  • MASSIMILIANO ha detto:

    Mario, ma dai!!! Lei disquisisce su Anguera con un post pieno di invettive e poi ci viene a raccontare che Medjugorje e la Valtorta sono i suoi riferimenti? Ma se ne rende conto? Ha per caso una doppia personalità? E’ un Mario diverso? Lei contrappone tre cose uguali. Legga la Valtorta, va benissimo. Vada a Medjuogorje, va benissimo, ma almeno abbia l’accortezza di essere coerente. Comprendo che la coerenza non è cosa da cattolici 2.0, ma almeno ci provi… Saluti.
    Massimiliano

    • MARIO ha detto:

      Lei pretende da me coerenza nel valutare allo stesso modo tre fenomeni sopra-naturali non ufficialmente riconosciuti. Ma una persona potrà (o meglio dovrà) pure esercitare l’intelligenza che il Padre eterno gli ha dato, per discernere ciò che è presumibilmente vero da ciò che è presumibilmente falso.
      Lei poi afferma arbitrariamente che il mio commento negativo su Anguera sia pieno di “invettive”; io ho solo elencato una serie di prove che ritengo inconfutabili, altrimenti dimostri lei il contrario.
      Le invettive di solito sono il pane quotidiano di qualcun altro… Se poi qualche troller osa toccare un vostro pupillo o un vostro supporter (come nel caso di Anguera), Dio ci scampi dalla vostra ira funesta…

      Il problema più grosso per me è constatare che queste presunte apparizioni di Anguera, a differenza di quasi tutte le altre (vere o false che siano), vengono spesso utilizzate da quella parte di cattolici che accusano Papa Francesco di qualsiasi nefandezza. Per cui diventa di vitale importanza per me capire da dove provengano, se “dall’alto” o “dal basso”, per tutte le implicazioni che ne derivano.

      Pace e bene.

      • newman ha detto:

        @ Mario . Pace & bene!
        Non penso sia necessario accusare il Bergoglio di “qualsiasi” nefandezza. Basta accusarlo delle nefandezze da lui giá compiute e di quelle in corso di compimento. Che ne pensa dell’IL del sinodo sull’Amazzonia approvato dal pontefice infelicemente regnante? Anche Lei dovrebbe capire che per moltissimi cattolici il pontificato di Bergoglio é il “super Gau” della Chiesa cattolica di tutti i tempi. Pace & bene a Lei ed a tutti coloro che hanno ancora, come si suol dire, fette di lardo sugli occhi, che inpediscono loro di vedere . Una cosa del tutto innaturale se, come dice il Filosofo, “pantes anthropoi orenai oregontai physei”. E se il Bergoglio stesso ci incoraggia, a parole, a dire chiaro e tondo ció che si vede e si pensa (la famosa parresia), indipendentemente dalla persecuzione feroce da parte dello stesso cui ci si espone dopo averlo fatto. Pace & bene!

  • Re ha detto:

    Penso che l’atto di dolore non lo cambino come la suora dice … mi sembra che sia uno scherzo. In realtà è stato soppresso dal rito della confessione, e se ancora qualcuno te lo propone ti fa leggere un testo privo della frase che menziona i castighi divini, per cui lo HANNO GIÀ CAMBIATO e nessuno se ne è accorto.
    Cari sacerdoti e suore che vi dite fedeli alla tradizione e alla vera chiesa di Cristo alzate un po’ la voce, a costo della inevitabile persecuzione, di che avete paura? Dal premio divino?

  • carlone ha detto:

    Sorella Gertrudel ,non mi dica che non sa recitare una sua preghiera personale come atto di dolore.

    • Preghiere personali? ha detto:

      Carlone, Carlone.
      La questione non è di recitare preghiere personali. Sforzati magari riesci a capire di che si tratta.

  • TITTOTAT ha detto:

    Questa signora è di quelli né di qua né di là. A questi non bisogna dare retta, perché si sono accorti che il diavolo s’è impossessato delle istituzioni e a lui obbediscono.

  • Davide ha detto:

    Alla fine nemmeno il “Padre Nostro” nei fatti é stato modificato…. mia moglie mi porta sempre alla Messa domenicale ma il “Non ci indurre in tentazione” compare sempre nel Messa le….
    Mi perdoni dott. Tosatti; ma almeno in questo caso mi sembra un po’ troppo alarmista.

    • MARCELLINO PANE E VINO ha detto:

      Diverrà obbligatoria la forma errata del Padre Nostro dalla prima domenica di Avvento.

      • newman ha detto:

        Che strano che né Sant’Agostino né San Tommaso d’Aquino né San Bonaventura né il Cajetanus né Suarez e via dicendo fino ai moderni sommi teologi Garrigou-Lagrange e il Billot si sono accorti che nel “Pater Noster” ci fosse un errore di forma e di sostanza. Ci voleva il somme genio filosofico e teologico di J.M. Bergoglio ad accorgersene ed a voler correggere il “Pater Noster”.
        Secondo me questa mossa del bergoglioso ha un valore del tutto simbolico ma di grande importanza: se si puó correggere il “Pater Noster” si puó correggere TUTTO. Ed infatti é ció che il B. stá facendo.

  • EquesFidus ha detto:

    http://www.lanuovabq.it/it/verso-il-sinodo-con-la-benedizione-dello-stregone

    Apostati e nemici di Dio, questo “Sinodo” in realtà tirerà fuori tutto il marcio di una “Chiesa” fintamente cattolica, dove al posto di Cristo si adora l’Anticristo.

  • Nicola B. ha detto:

    Ecco chi è il Padre Domenicano predicatore Francesco Maria Marino

    .https://cooperatores-veritatis.org/don-camillo/francesco-marino-op/

  • Nicola B. ha detto:

    Allego il video del giovane sacerdote doc Padre Francesco Maria Marino, video dal titolo I PECCATI MORTALI CHE MANDANO ALL’ INFERNO-LE COSE CHE NESSUNO PIÙ TI DICE. Video doc e perciò politicamente scorretto al massimo. La Signora che ha creato il canale per diffondere i suoi video , Sig.ra Enzina Pasquali , nell’ultimo ( suo ) post pubblicato a destra del video ,AVVISA CHE IL GIOVANE SACERDOTE HA DOVUTO CHIUDERE IL CANALE PER OBBEDIENZA AI SUPERIORI ! LA CHIESA DELLA MISERIKORDIA 2.0 HA COLPITO ANCORA ! Quello che ho poi notato é che coloro che frequentavano il canale si dividono in due categorie : a) quelli che ringraziano per i video perché queste cose non si dicono più nelle omelie b) quelli che non sopportano più la sana dottrina e perciò se la prendono con il sacerdote per le sue prediche e se la prendono contro la vecchia ” Chiesa della Paura” e che perciò sono contenti del nuovo corso 2.0 Leggetevi i commenti che sono molto significativi della situazione attuale del popolo cristiano. Saluti.

    https://youtu.be/771WbQ9kK0g

    • Margherita ha detto:

      A qusto punto, noi cattolici ridotti al silenzio perché considerati scarto dalla chiesa 2.0, diamoci tra di noi un segno di riconoscimento:
      la Santa Croce di Gesù appesa al collo in modo evidente.

  • Lucy ha detto:

    Nella nostra oasi privilegiata non solo i sacerdoti alla fine della confessione dicono :” …e adesso l’atto di dolore ” ma recentemente è arrivato un giovane prete che dopo la confessione , in ginocchio , offre da baciare la stola , momento di intensa commozione per il segno di amore e devozione per l’Altro che in quel momento egli rappresenta e che rispecchiano il contenuto del salmo 51 Miserere , uno dei punti nodali della nostra fede. In quel ” miserere mei domine secundum magnam misericordiam tuam ” c’è la consolante certezza della misericordia di Dio legata al riconoscersi umilmente peccatori. Tutto questo l’ho anche riscontrato nel bellissimo libro di Leonardo Mondadori ” Conversione “.Convertitosi al cattolicesimo in età adulta dopo esperienze di vita affettiva disastrate,dopo anni di dissipatezza in un ambiente ricco e gaudente ,ebbene dice di una gioia interiore ( sottolineo gioia) ritrovata così intensa che molti gli chiedevano :” Ma ti sei fatto la plastica al viso?” , e lui rispondeva :” sì , ho fatto la plastica ma all’anima ” , e cinfidava quale fosse la radice di ogni gioia :” Quella di una confessione fatta bene. Quando ti rialzi dall’inginocchiatoio ti vien voglia di andare via fischiettando ” .Certo non sono passati molti anni ma era un ‘altra Chiesa , ora una gran parte del clero , quello bergogliano , è colpevole davanti a Dio di aver causato nei fedeli la perdita di questa gioia profonda per una vita interiore ritrovata e riplasmata alla luce della Verità della Chiesa di sempre.

  • Mac ha detto:

    L’Atto di dolore è preghiera perfetta per chi salvare la propria anima: pentimento,proposito di conversione, richiesta di perdono
    Me l’insegnarono da bambino persone che mi amavano veramente, così l’ho insegnata a chi amo e niente me la farà cambiare.

    Piuttosto scommetto che sia “sotto osservazione” un’antifona mariana che dice:
    “ad te suspiramus, gementes et flentes in HAC LACRIMARUM VALLE.”

    Saluti.

    • newman ha detto:

      @ Mac Si noti che il pentimentto, come espresso nell’ “Atto di dolore” é perfetto. Non é perfetto, infatti, il pentimento solo per paura del castigo di Dio. L’ “Atto di dolore” esprime i due elementi basilari del dolore perfetto con queste parole: “Mi pento e mi dolgo dei mei peccati (1) “perché peccando ho meritato i Vostri castighi” (2) ” MA MOLTO PIU’ perché ho offeso Voi, infinitamente buono e degno di essere amato sopra ogni cosa”. Questo é il pentimento perfetto. Nella formula dell'”Atto di dolore” c’é tutta la teologia, l’ascetica e la mistica cattolica in nuce. Cioé tutto ció che il modernismo ha rimosso dalla sua “memoria” e per questa ragione trova oggi strano e addirittura non cristiano.

  • Nicola B. ha detto:

    ” verrà giorno, infatti, in cui non si supporterà più la sana dottrina…” Ecco questi sono i giorni in cui si sta avverando la profezia ed è impressionante il modo in cui si sta avverando. È sotto i nostri occhi.

  • Riccardo ha detto:

    L’atto di xolore in alcune diocesi è stato quasi completamente bandito. Tempo fa ho sentito di un sacerdote della neochiesa stravagante e metallica che diceva essere l’atto di dolore una preghiera diseducativa o altre considerazioni da demente.
    Stanno cambiando tutto. Adesso per il Padre nostro diverrà ufficiale la nuoba formula. Ogni tanto mi sembra che anche il Vamgelo sia diverso. Bisognerebbe vigilate perché sono pericolosi. Smbra che la loro missione sia la devastazione della tradizione.

    • newman ha detto:

      I nostri modernisti procedono sia con atti che con omissioni.
      Bisogna fare attenzione e tematizzare, correggendoli, tutti e due. Le omissioni consistono in una specie di “damnatio memoriae”, cioé certe veritá di fede non vengono piú menzionate in prediche ed in testi scritti, con la speranza che i fedeli a lungo andare si dimentichino di loro o, non avendole mai sentite o lette, non le conoscano affatto e pensino precindendo da loro. Tali veritá vengono tabuizzate e se appaiono nei testi evangelici facenti parte del lezionario domenicale o festivo vengono cancellate, non vengono lette. Un’astuzia satanica, direi.

  • Gaetano2 ha detto:

    Qui la situazione mi si fa imbarazzante, evvabbène cambiare le preghiere ecc ecc, però io pensavo che per fare parte della chiesa miserikordiosa bastasse puzzare di pecora, e io lo puzzo, ma a quanto pare bisogna essere pure rikkion e skuilibrat… Bisogna che ci pensi un po’… anzi un pok…

  • Eloisa ha detto:

    Siccome io sono considerata dal caro Tosatti, e non solo da lui, una troll appiccicosissima, non dico nulla al riguardo.
    Va bene così?

    • Nicola B. ha detto:

      ” mi si nota di più se vengo e sto in disparte o se non vengo per niente ? ” Nanni Moretti in Ecce Bombo.

    • newman ha detto:

      Distinta Eloisa, da un lato Lei dichiara di non voler dire nulla al riguardo, dall’altro contraddice se stessa appunto dicendolo.
      Sarebbe stata coerente se avesse semplicemente taciuto.

  • Davide.S ha detto:

    Istruzioni per sopravvivere alla Chiesa 2.0: “Pensare, pregare e agire”. Nel Rosario prego per Benedetto XVI e per l’Angelo Custode dell’attuale Papa. PS Se qualcuno giudica l’atto di dolore di Suor Gertrude impossibile ricordiamoci di quel che è già successo fino ad ora, dal “buonasera”, con cui si è presentato passando per gli accordi segreti con la Cina e la mancata risposta ai DUBIA di 4 cardinali.

  • Adele Magnanini ha detto:

    Direi di fare cartelloni, organizzare pulman , andarea Piazza a.Potrò e chiedere che se ne vadano.

    Es.: ci avete tolto la volonta’, la memoria; la famiglia ,ora ridateci insegnanti G.P.2.
    La Chiesa in uscita dia esempio : esca dal Vaticano.

    Le preghiere vanno studiate , per apprenderle. Chi non le sa le
    ristudia, non le cambia. Ecc.

    • newman ha detto:

      Mi dicono che a Santa Marta si pensa di cambiare l'”Angelus”. L'”Ecce ancilla Domini” non é politicamente corretto ed é esclusivo verso tutte le femministe che si annidano in Vaticano, nei conventi e monasteri e nelle parrocchie specialmente del primo mondo euro-americano, che dicono: “Non siamo piú le serve della Chiesa! Vogliamo la paritá dei sessi dal battesimo al pontificato, ed il sacerdozio, o almeno il diaconato, subito!”
      Si veda la scalata agli altari del movimento laico Maria.02. Anche l'”Ave Maria” é sotto scrutinio da parte dei Marziani romani per due punti che contrastano con il modo di sentire moderno: (1) “et benedictus fructus ventris tui”, per esempio é discriminante verso tutte le donne che che hanno deciso in coscienza e con il dovuto accompagnamento di abortire; (2) L'”ora pro nobis peccatoribus” contraddice, infine, la riflessione teologica piú aggiornata sul peccato come veicolo di grazia e come DNA autentico della Chiesa, la “pia meretrix”, secondo l’esegesi del giovane vescovo di Hildesheim, importato direttamente da una casa generalizia romana.
      Naturalmente la revisione dovuta di preghiere e di testi una volta considerati sacri durerá anche dopo che Bergoglio si sará addormentato con i suoi padri e il Cardinale Spadaro sará eletto a Soglio pontificio.

  • antonio cafazzo ha detto:

    Cara suor Gertrude, visto che la informano su quanto si cucina in Santa Marta, le risulta se ci sono revisioni anche delle preghiere del mattino e della sera?. Se ancora non si fa nulla al riguardo, faccia con le consorelle una petizione al Santo Padre Riformatore perché è da un po’ che mi sento in colpa quando recito la frase “… ti ringrazio di avermi creato, fatto CRISTIANO…”. Cristiano? E gli altri ? In tempi ecumenici non “riconoscere e rispettare” i maomettani, i buddisti, gli scintoisti, etc mi sembra un “gran peccato”.

    • Il veritiero ha detto:

      Ti sei dimenticato gli “adoratori di vacche sacre” e i “vegani” , ahh scordavo Greta e i climatisti. 😂😂 su dai non facviamo i razzisti

    • newman ha detto:

      “… fatti cristiani”? Per caritá, questo é un chiaro caso di discriminazione e di esclusione di tutti coloro che non sono cristiani! Si pensi a tutti quei bravi mussulmani,
      ebrei, protestanti, viccani, atei ed eretici vari in buona coscienza, che rifiutano il messaggio evangelico, ma che ció nonostante, secondo “Nostra Aetate” usufruiscono di tutti gli aiuti della grazia di cui usufruiscono i cristiani. Il “fatti cristiani” é un muro, e non un ponte, per una chiesa ormai liquefatta in uscita libera verso la “cloaca maxima”.

  • Monica ha detto:

    La preghiera dell’ atto di dolore? In Francia i preti diocesani incontrati neanche lo chiedono.

    • Corrado Bassanese ha detto:

      …nemmeno in Italia, almeno qui da me, ma già da molti anni

      • Milli ha detto:

        Io non ho ancora incontrato nessuno che dopo la confessione non chiedesse l’atto di dolore.
        Forse non sono preti moderni?

    • Catholicus ha detto:

      Non solo in Francia, a me è successo già più di una volta, e anche se stanno in confessionale (cabina con due porte e vano centrale semiaperto) non vogliono che mi inginocchii, invitandomi a sedere sulla sedia messa lì apposta.

  • Carmelo G. ha detto:

    Caro dott. Tosatti, altro che sussurri, ecco cosa ha urlato da TV2000, la televisione della CEI, un certo don Paolo Scquizzato (o skizzato?): «… quella TREMENDA PREGHIERA, che purtroppo viene ancora usata da alcuni catechisti, che è l’ATTO DI DOLORE … una preghiera che NON HA NULLA DI CRISTIANO … »

    qui il link, dal minuto 4:45, per chi riesce ad ascoltarlo
    https://www.youtube.com/watch?v=GN9FDAvtrw4

    e qui un commento di padre Riccardo Barile
    https://cooperatores-veritatis.org/2019/04/15/addio-anche-allatto-di-dolore-non-e-cristiano-parola-della-new-chiesa/

    • Antonella Padovano ha detto:

      Confermo.
      Squizzato = Skizzato (non so da dove!)

      • newman ha detto:

        Squizzato? “Nomen est omen.” Il teologo modernista sará uscito dalla scuola di Don Maurizio Chiodi, l’astro nascente del catto-protestantesimo, nuovo “sol invictus” del GII riformato. Scomettiamo?

    • Il veritiero ha detto:

      Questo don Squizzato é un bugiardo ingannatore , ha detto una bugia grande come una casa per sminuire e screditare la preghiera dell’atto di dolore. Ha detto testuali parole in questo video “la preghiera terribile dell’atto di dolore che OGGI VIENE USATA SOLO DAI CATECHISTII CON QUELLE PAROLE” bugiardo ingannatore!!! In tutti i CONFESSIONALI DEL MONDO il sacerdote ti chiede l’atto di dolore prima dell’assolizione, e in tutti i confessionali del mondo é anche attaccato il foglio con le parole precise per chi non lo ricorda a memoria. SERPENTE INGANNATORE!!! DEMONIO!!! Questa é manipolazione mentale di massa, ti fanno credere che l’atto di dolore é una preghierina che usano solo le catechisti con i bambini in oratorio, non certo un sacerdote esperto…. DEMONIO INGANNATORE!!

      • Catholicus ha detto:

        Uno così andrebbe preso a calci nel culo e buttato fuori dalla chiesa

      • Milli ha detto:

        Non credevo alle mie orecchie, alla sequela di baggianate propinate da questo individuo che vede un Dio che non si può offendere, che non giudica, che perdona tutti, un teologo che pensa che il peccato offende unicamente la persona .
        Un giorno dovrà rispondere di tutti i peccati commessi in buona fede dalle persone che hanno letto il suo libro e ci hanno creduto.
        Santo Cielo, siamo già a questo punto..

        • Eloisa ha detto:

          Quel don dice cose giuste.
          Andrò a comprare quel libro.

          • Milli ha detto:

            Auguri Eloisa

          • Margherita ha detto:

            Cara Eloisa, riguardo al libro, qualunque testo scritto dai valdesi dice le stesse identiche cose, nulla di nuovo sotto il sole: l’importante è stabilire a quale fede si vuole appartenere.

          • A volte tornano ha detto:

            E chi glielo assicura che sono proprio giuste agli Occhi di Dio?

          • Margherita ha detto:

            A scanso di equivoci, vorrei chiarire che non sono contro la teologia dei valdesi, essendo io cattolica rispetto la loro identità. Il mio scontro con loro riguarda l’esposizione solenne della Sacra Sindone nel 1978, l’ostilità manifesta dei valdesi riservata al Sacro lino è stata sorprendente: migliaia di volantini denigratori ad ogni angolo delle vie attorno al Duomo di Torino. Il mio compito è stato cestinarli, da quel momento ho conosciuto ciò che mi divideva e mi divide da loro.

        • Milli ha detto:

          Gentile Sig.ra Margherita, io dei Valdesi conosco poco. Potrebbe spiegare perché i valdesi erano così ostili alla Sacra Sindone e cosa successe nel ’78? Grazie

    • Andrea ha detto:

      Pollici e commenti rigorosamente disabilitati… Uno spazio vuoto che grida più di un milione di caratteri.

      • Nicola B. ha detto:

        Esatto caro Andrea . Ho cercato di attivare il pollice giù ma il sistema per le votazioni era, chissà perché, disabilitato. E guarda caso, tutti i commenti erano disabilitati. La dice tutta. Una considerazione . Ho appreso dai lettori e dalla conduttrice che chi esponeva il libro era un sacerdote, perché dell’abbigliamento non si presumeva affatto essendo vestito da laico. Forse anche l’abito ecclesiale deve fare orrore alla Nuova Chiesa 2.0. Come orrore devono fare loro parecchi aspetti della Chiesa di 2000 anni . Lo si evince da ciò che dice il ” teologo” nel 1’32 iniziale del video . Come orrore deve fare la Quaresima visto che doveva, nel libro, essere resa ” frizzante “. Ho idea che siamo solo agli inizi degli orrori che ci toccherà vedere perché mi sembra vogliano riscrivere parecchie cose nella Chiesa 2.0 . A partire dal PECCATO. Il tutto credo debba essere funzionale alla unificazione con i protestanti e con la creazione della Religione Unica Mondiale.

        • Andrea ha detto:

          La cosa grave (e triste allo stesso tempo) è che molti di questi religiosi sono convinti della bontà di questo nuovo corso. Coloro che segretamente sanno di agire contro Dio sono una residua minoranza. Quelli che, come tu giustamente affermi, operano astutamente per l’unificazione delle religioni e la fratellanza universale. Eppure mi spaventano più i primi. I massoni almeno prendono una posizione seppur sbagliata e fallimentare: combattere Dio. Ma questi altri imbonitori… mi spaventa il modo in cui sono stati accecati da Lucifero, il modo in cui in loro è svanito ogni timor di Dio trasformando la valle di lacrime in gardaland. Sembrano macchine senza motore nè freni, trascinate dalla pendenza della strada. E poichè non mi sento più forte di nessuno prego Gesù e la Madonna che mi facciano grazia di non finire anche io vittima dell’inganno. Preghiamo, anche se non lo meritiamo, che Dio ci faccia grazia di non cadere in apostasia!

          • Nicola B ha detto:

            E soprattutto preghiamo per loro che sono accecati spiritualmente. Un giorno ci verrà rimproverato di non aver fatto niente per loro.

  • Il veritiero ha detto:

    Scherzi a parte, tempo fa su alcuni articoli ho letto alcune dichiarazioni di alcuni prelati (suppongo i soliti progressisti) che discutevano proprio sull’atto di dolore, dicendo che la parola ” perché peccando ho meritato i tuoi castighi” fosse sbagliatw, perché Dio non punisce nessuno, Dio ci ama ed é misericordioso e quindi non può punirci per i nostri peccati….insomma hanno iniziato a filosofeggiare come al loro solito parlando dell’aria fritta per giustificare il fatto che la parola non era esatta….
    Poi vorrei segnalare un anomalia su una messa di pochi giorni fa, credo dovrebbe essere la messa di Domenica, in quella messa la preghiera tradotta in italiano sul foglietto é stata modificata dalle vere parole dette in Latino.
    La preghiera sul foglietto diceve “ti ringraziamo Signore che ci dai il PREVILEGIO di chiamarti Padre” , invece la versione originale in Latino diceva ” ti ringraziamo Signore, noi che OSIAMO chiamarti Padre”
    Queste sono finizze di manipolazione mentale di massa, di inganno, con questi trucchi subdoli ci cambiano il nostro modo di percepire la verità e di percepire le cose; piano piano portano i fedeli in gran massa a pensare e ad agire in base a quello che ci mettono nella mente…sembra una piccolezza ma non lo é, avere il “previlegio” di fare una cosa e invece “osare” di farla sono 2 cose ben diverse. E piano piano cambiano il nostro modo di percepire la verità e di percepire le cose con questa subdola manipolazione mentale.

    • Hadapassà... ha detto:

      Fresca fresca di giornata dalla bocca di un maestro ai novizi in dirittura di arrivo per l’ordinazione: “Non bisogna comportarsi come carabinieri, certi preti sembrano perfetti carabinieri… bisogna fare in modo che le persone si sentano comprese, bisogna suscitare in loro un nuovo senso di speranza”.
      Ma come, con la Cresima non si diventava soldati di Cristo? Altro che carabinieri…

    • deutero.amedeo ha detto:

      Vorrei far notare che l’antico, originale atto di dolore non parlava di castighi, ma di spirituale rovina. Diceva testualmente: Dio mio, mi pento con tutto il cuore dei miei peccati, e li odio e detesto come offesa alla vostra maestà infinita, cagione della morte del vostro divin figliolo Gesù e mia spirituale rovina…..
      Più cristiano di così …. cosa volete?

    • Milli ha detto:

      Eppure le Sacre Scritture cominciano la storia dell’umanità e la terminano con un castigo e un giudizio. Dio non ha forse punito Adamo ed Eva per la loro disubbidienza cacciandoli dall’Eden?
      E non verrà un giorno a giudicare i vivi e i morti, premiando i buoni e punendo i malvagi con l’inferno?
      Dobbiamo cancellare l’affresco di Michelangelo nella Cappella Sistina?

      • Eloisa ha detto:

        Qui c’ era la mia risposta.
        Pavido Tosatti, di che ha paura? Pubblichi I miei interventi se pur pallosissimi. Non fanno male a nessuno e colgono nel segno.
        Dicono la verità e possono far riflettere.

        • wp_7512482 ha detto:

          Devo dire che pavido proprio non me l’ha mai detto nessuno che mi conosce anche un poco…:-))))

        • gaetano2 ha detto:

          Eloisa dice “…Pavido Tosatti, di che ha paura? Pubblichi I miei interventi se pur pallosissimi…”

          Concordo con quel che dici e cioè che fai interventi pallosissimi! (Almeno puzzassero di pecora)

  • I love Anguera ha detto:

    Qui trovate la diagnosi più precisa. E anche la terapia più efficace.
    http://www.apelosurgentes.com.br/it-it/

    • MARIO ha detto:

      Lei, che love-ra Anguera, è da qualche giorno che tempesta il blog con questi messaggi, con una passione che rasenta il fanatismo.
      Ma davvero lei crede ancora alle apparizioni di Anguera ?
      Se non sono anch’io troppo indiscreto, riporto anche per lei le mie valutazioni in proposito (già espresse in un post del 22.07.2019, in risposta a un commentatore, che spero non sia lo stesso di allora, mascherato magari dall’attuale pseudonimo).

      1 – La prova che le presunte apparizioni di Anguera sono false non sono solo i contenuti di questi messaggi ma anche le parole e l’atteggiamento di questo veggente, Pedro Regis, che ha la presunzione e l’arroganza di proclamarsi al di sopra di ogni autorità ecclesiastica, “anche la più alta”, al pari del suo amico Minutella.
      I messaggi di Anguera hanno l’unico scopo di creare o aumentare la divisione all’interno della Chiesa; e sappiamo chi è il divisore per eccellenza…
      C’è una differenza abissale tra Anguera e Medjugorje: i messaggi e l’atteggiamento dei veggenti sono assolutamente antitetici. Non essendo possibile che la Madonna usi linguaggi opposti in apparizioni diverse, ritengo che le apparizioni di Medjugorje siano vere, mentre quelle di Anguera siano false.

      2 – Ecco le prove per cui, secondo me, le presunte apparizioni di Anguera sono false:
      – I messaggi vengono trasmessi attraverso “scrittura automatica”, di cui si conosce l’origine.
      – I messaggi insistono continuamente sulla contrapposizione tra “vera Chiesa” e “falsa Chiesa” (come Minutella), alimentando la divisione. Come si può pensare che la Madonna possa contribuire in qualsiasi modo a dividere la Chiesa, che è il Corpo Mistico di suo Figlio ? La Madonna a Medjugorje ha ripetuto per anni: “Non giudicate i vostri pastori.”
      – I messaggi parlano spesso di eventi catastrofici, generando ansia invece di pace. La Madonna a Medjugorje dice testualmente: “Quelli che fanno predizioni catastrofiche sono falsi profeti” (Messaggio 15.12.1983).
      – I messaggi non parlano mai di amore, ma insistono continuamente sulla difesa della verità, individuando il nemico nella “falsa Chiesa” , da combattere e odiare. A Medjugorje la Madonna parla continuamente di amore e invita non tanto a difendere quanto a diffondere la Verità, con la testimonianza della vita e l’Amore verso Dio e verso tutti gli uomini, in quanto figli dello stesso Padre e pertanto nostri fratelli (Verità=Gesù=Amore). Su questo verremo giudicati.
      – Pedro Regis fa e promuove l’apologetica di se stesso, sforzandosi continuamente di dimostrare che le presunte profezie contenute nei suoi messaggi si sono avverate. Cosa mai vista nelle apparizioni riconosciute dalla Chiesa, nè in quelle di Medjugorje.
      – Pedro Regis, con arroganza inusuale per un vero veggente, diffida chiunque, all’interno della gerarchia ecclesiastica (a qualunque livello), osi dare un giudizio negativo o interpretazioni diverse dalle sue ai suoi presunti messaggi. Di nuovo, cose mai viste…
      – L’amicizia di Pedro Regis con don Minutella basta da sola a qualificare il presunto veggente. Don Minutella peraltro, oltre ad aver rilasciato interviste con Pedro Regis ed aver partecipato a qualche suo incontro in Italia, si serve spesso dei messaggi di Anguera per sostenere le sue tesi, con proclami che ultimamente hanno raggiunto livelli sempre più farneticanti.

      Pace e bene.

      • I love Anguera ha detto:

        Io “tempesto il blog” molto meno di lei, sig. Mario.
        E con il permesso del legittimo proprietario del blog (che non mi sembra sia lei), continuerò a “tempestarlo” molto volentieri.
        Non dico altro, perché questi messaggi si accreditano da soli.
        http://www.apelosurgentes.com.br/it-it/

      • EquesFidus ha detto:

        Vorrei ricordarLe che, fino a prova contraria, anche la Valtorta non è stata approvata dalla Chiesa.

        • Pasqualino ha detto:

          E proprio per questo motivo ci si può credere, senza essere obbligati a crederci.

          • EquesFidus ha detto:

            Non penso proprio: questo vale per le apparizioni riconosciute, non per quelle “in sospeso” o per quelle proprio non riconosciute come false (come quelle della Valtorta, per l’appunto).

          • EquesFidus ha detto:

            *riconosciute come false; scusate.

        • Pasqualino ha detto:

          Come è la situazione della Valtorta non lo so, e qui non mi interessa. Se determinate rivelazioni private sono giudicate false dall’Autorità ecclesiastica, è evidente che non vi si può aderire. Se sono considerate autentiche, vi si può aderire con un grado superiore di certezza. Se sono ancora in via di valutazione, vi si può aderire a livello strettamente privato, salve evidenze contrarie. Ossequi.

      • Elena Panzeri ha detto:

        Con tutto il rispetto Mario, nemmeno gli atteggiamenti dei presunti veggenti di Medjugorje sono esemplari. Comunque, se si vuole andare sul sicuro, basta rifarsi a La Salette, Fatima e Akita (tutte apparizioni riconosciute). Nostra Signora non ci era andata leggera, altro che catastrofismo. Ha profetato la caduta verso il basso della stessa Chiesa di suo figlio. In tutte le apparizioni la Madonna ci richiama alla penitenza e ci ricorda che un castigo tremendo e’ alle porte ( anche i segreti di Medjugorje parlano di questo, no?). E si e’ fatta piu’ insistente circa la preghiera per salvare il salvabile tra quegli ecclesiasti che non ha avuto problema a definire cloache di impurita’. Faccia un po’ lei! In ogni caso la vera catastrofe e’ lo stato immorale in cui versa la Chiesa Cattolica, non certo un disastro nucleare o ecologico. A romperci le palle su questi argomenti ci pensano i catastrofisti ecologisti.

      • Il veritiero ha detto:

        Guardi, io sono un seminarista, non sono facile da condizionare su queste cose. Ma le devo dire che lei sbaglua assolutamente su Pedro Regis, a parte il fatto che io ho anche il numero di telefono personale di Pedro Regis, tanto per far capire che brava petsona super disponibile é lui….e a parte il fatto che lui È CONTADINO E ALLEVATORE NELLA SUA FATTORIA SENZA SOLDI…LUI BON HA HOTEL E NON CHIEDE OFFERTE…. A parte il fatto che (1) lui “HA L’APPROVAZIONE DEL VESCOVO” altrimenti non potrebbe fare ciò che fa. (2) è stato sottoposto a una commisione della chiesa e lo é ancora, sono circa 30 anni e tutti credono fermamente in lui. (3) chi parla di Pedro Regis non ha le informazioni adeguate, perché sono state effettuate visite mediche psicologiche e anche visite esorcistiche su di lui e tutti hanno detto che sta bene. ALL’ULTIMA VISITA CHE HA FATTO NEL MOMENTO ESATTO DI UN APPARIZIONE I DOTTORI GLI HANNO VISITATO GLI OCCHI E SI VEDEVA NEI SUOI OCCHI UNA LUCE, COME SE LUI STAVA GUARDANDO QUALCOSA DI LUMINOSO CHE SOLO LUI POTEVA VEDERE.
        E poi io sono stato presente a una sua apparizione a cagliari, e nel momento che ha avuto l’apparizione sono stato avvolto da un energia stranissima, in quel momento é succesdo qualcosa di sopranaturale su di me. E poi ha detto in anticipo molti fatti che poi sono accaduti veramente come (1) che Benedetto XVI sarebbe stato costretto ALLE DIMISSIONI “con 5 anni di anticipo”, poi ha detto sempre con molti anni di anticipo che il papa dopo Benedetto sarebbe stato un Gesuita e che quando ci sarebbe stato questo papa ci sarebbe stata grande confusione….PRIMA DI PARLARE INFORMATEVI, NON DATE ASCOLTO A TUTTE LE ” FAKE NEWS ” CHE LEGGETE SU INTERNET.

        • Eloisa ha detto:

          Non posso crederci. Lei è seminarista? E un domani sarà prete?
          Miserere mei!
          Dio salvaci da preti così.

          • A volte tornano ha detto:

            “ELOISA
            17 Agosto 2019 alle 5:10 pm
            Siccome io sono considerata dal caro Tosatti, e non solo da lui, una troll appiccicosissima, non dico nulla al riguardo.
            Va bene così?”…..
            già, andava bene solo che non resiste proprio! Comunque donaci Signore tanti Sacerdoti come il Veritiero e liberarci dai falsari che infestano la Chiesa e anche i blog Cattolici.

      • Catholicus ha detto:

        Mario, ma di quale autorità sta parlando? Oggi ci sono solo usurpatori, eretici e apostati, da Bergoglio in giù. Viviamo in due mondi diversi, mio caro, lei con le sue autorità, io con solo Gesù, Maria, e i santi del Paradiso. La Chiesa visibile è falsa, gnostica e massonica, quindi anticristica. Ai loro capi non dobbiamo alcuna obbedienza, anzi dobbiamo sbuguardarli e combatterli, almeno verbalmente. Pace e bene

      • Pasqualino ha detto:

        Mario, si faccia ribattezzare, che è meglio!!!

      • MARIO ha detto:

        Non pretendo di avere la verità in tasca, ma in questi anni ho cercato di approfondire meglio che potevo il fenomeno delle presunte apparizioni di Anguera e ho assistito a due incontri di Pedro Regis in Italia, con relative apparizioni e messaggi; in uno era presente sul palco anche (don) A.M. Minutella, che si è prodigato persino a dargli dei suggerimenti nell’orecchio…

        Le mie conclusioni le ho descritte sinteticamente sopra e secondo me le contraddizioni sono troppe per non dover alzare le antenne. Con me concordano anche esorcisti di fama internazionale (Padre Fortea e Padre F. Dermine, per citarne due).

        Quello che mi ha incuriosito di più è che i messaggi di Anguera vengono utilizzati generalmente da coloro che attaccano Papa Francesco (a proposito c’è un video su YouTube, ispirato a questi messaggi, che è di una volgarità assoluta).
        La Madonna non può permettere queste cose; a Medjugorje, per es., non succede e non è mai successo. E’ un caso ?

        Io, con il mio commento, mi sono permesso di mettere in guardia coloro che ci credono ciecamente, perché c’è anche da dire che le apparizioni possono avere due sole origini: o dall’alto o dal basso.
        Ricordo, tra parentesi, che i fenomeni sopra-naturali guidati “dal basso” possono risultare conformi alla verità per il 90-99%; l’altro 10-1% può portarci fuori strada. Attenzione !

        Le vostre risposte invece si focalizzano sui punti che più vi interessano o più vi aggradano, trascurando gli altri, parimenti o maggiormente determinanti ai fini di un corretto discernimento.

        Pace e bene.

  • Hadapassà... ha detto:

    Ehi, voi che fate smorfie di sorriso alla lettura di una sempre più brillante Suor Gertrude!… Ricomponetevi subito. Niente è impossibile ai supplenti di Cristo.

  • LUCIA DI FATIMA ha detto:

    Dopo il Padre Nostro e l’Atto di Dolore hanno reso più misericordioso anche l’Eterno Riposo, ecco a voi in anteprima la versione riveduta:

    CHE LA TERRA TI SIA LIEVE. R. I. P.

  • Anima smarrita ha detto:

    Signore, Misericordia! per il mio rifiuto del surrogato della Tua Misericordia.
    Il mio, personale, “Amen!” e lo grido senza affidarlo al “segreto” della confessione.

  • qwertyu ha detto:

    Ma se neanche chi abbandona la moglie e i figli per andare a vivere con una spogliarellista rumena (dopo che aveva promesso, davanti a Cristo, fedeltà per tutta la vita), deve pentirsi…

    …se anche questi “cristiani” possono essere assolti (insieme alla rumena) e fare la comunione, …

    …tanto vale abolirlo del tutto, l’atto di dolore , no?

    • GMZ ha detto:

      Dopo l’ecumenico abbraccio del Vaticano II, tanto vale abolire il cattolicesimo: che senso ha dar retta ai vangeli, se ci si salva un po’ dappertutto?
      Forse però conviene abolire la primavera della chiesa, come la chiamò Giovannone XXIII, e tornare all’inverno che regnò fino a Pio XII – tra l’altro gioverebbe alla salute dei ghiacciai, che sta tanto a cuore al gretino!

  • Donna ha detto:

    Probabilmente l’avrà sentito sussurrare passando accanto alla statua di Lutero, vicino all’inginocchiatoio tra la foto appesa di Rahner e di Ario.

  • Maria Cristina ha detto:

    Ma perche’ conservare il nome di “atto di dolore? Il dolore per i propri peccatii e’ un atteggiamento che denota poca fiducia in se stessi, poca apertura verso il mondo, una tendenza al ripiegamento interiore, una serie di pensieri negativi e di sensi di colpa, un atteggiamento contrito non va bene secondo.ll.parere dei piu’moderni psicologi e psicoanalisti soprattutto per chi pecca contro.il sesto comandamento . “MI PENTO E MI. DOLGO ” No,non si deve dolersi e pentirsi Si dovrebbe invece imparare dal.mondo LGBT e da esponenti della moderna Chiesa c ome il.sempre positivo Padre Martin SJ a “pensare positivo” e fare un “atto d’orgoglio”.Peccatori di tutto ilondo unitevi siate orgogliosi di voi stessi, sbattete in faccia al mondo.le vostre passioni e mancanze, non rinnegatele, basta con il dolore e la contrizione. Guardate all’esempio fulgido di tanti vescovi e cardinali, prelati e nunzi:vi sembrano.forse contriti ed adolorati dei loro.peccati Mc Carrick. Zanchetta, Pena Parra, il vice di Maradiaga, il segretario. di Coccopalmerio, l’ex-abate di Montecassino eccetera?Li avete visti fare penitenza pubblicamente, battersi il petto , cospargersi il capo di cenere come fece il Re Davide , del.pubblico scandalo che hanno dato ? Ma figuriamoci!
    Dunque togliamo anche la denomimazione atto.di.dolore e proclamiamo.l’atto di orgoglio.In fin dei conti.se Dio ci ha creato cosi’ , sodomiti, adulteri, ladri, calunniatori, traditori dei parenti e degli amici, traditori dei propri voti, apostati, idolatri, abusatori di bambini, la responsabita’e sua, mica nostra.
    Abbiamo diritto tutti alla salvezza eterna secondo la chiesa 2.0., senza bisogno di dolerci e pentirci dei nostri peccati.
    (NB: a scanso di equivoci,cara suor Geltrude,le mie considerazioni sono sarcastiche)

  • Boanerghes ha detto:

    La prima parte sa di protestantesimo, di Lutero.
    Ma non credo verrà mai ufficializzato.
    Di fatto è già così.
    Nulla di nuovo

    • Margherita ha detto:

      Di certo, nell’Atto di dolore insegnato attualmente, è già stato eliminato: “perché ho meritato i tuoi castighi”.
      Infatti chi nomina i castighi di Dio, nella chiesa 2.0, si ritrova bandito.

      • Margherita ha detto:

        Sono una persona emotiva, alla recita dell’Atto di dolore, proprio per la potenza di questa preghiera, sopraffatta da una forte emozione, mi sono fermata per respirare, al che il confessiore spazientito: ripeta con me: Signore pietà.
        Ho provato un senso di smarrimento profondo…

  • TITTOTAT ha detto:

    Intanto quello antico non lo posso recitare più, ma mi fanno chinare il capo su formule e formulette nuove appiccicate nel confessionale.

  • Flavia ha detto:

    Per tutta risposta ad un atto di dolora così glielo dico poi come l’ho imparato da piccola de non addirittura, e se mi gira la “ ciribiricoccola “ lo farò, addirittura in latino. Mi dicessero quello che vogliono, io mi rifiuto. Non mi fanno l’assoluzione? Sono prima loro” scomunicati” perché non più facenti parte della comunione TRINITARIA, dunque quale il valore di una non assoluzione anche se comunque comporta un dolore grandissimo doppio, quello di vedere come tutto è diventato una barzelletta, quanto non c’ è niente di più sacro, e il dovere comunque accettare una realtà, la non assoluzione, come una colpa gravissima, anche se non è così. Infatti si da ‘ quando ci sono cose serie, ma non per i loro “ capriccetti”inutili di voler cambiare le parole perché vogliono giustificare i LOTO PECCATI E I LORO VIZI.

    • MARIO ha detto:

      Stia tranquilla , Sig.ra Flavia, che un prete tradizionalista, almeno uno, lo troverà sempre. L’unico problema, eventualmente, sarà l’ingorgo davanti al confessionale…
      Pace e bene.

  • Nicola B. ha detto:

    O.T. Povera Italia, povero Paese e povere forze dell’ordine. Tanto più che oggi quasi nessuno predica contro il suicidio, tanto c’è la MISERICORDIA a prescindere dopo il suicidio. La mia vicinanza alle forze dell’ordine che devono ingoiare di tutto e di più.

    https://www.maurizioblondet.it/e-strage-di-poliziotti-e-carabinieri-forze-dellordine-travolte-dai-suicidi/?fbclid=IwAR08TJIXT9I20HtmYeRhtq9WRemp4-bPHPEiJLfUxXLgOnWmUc4tZ0mhY2Q

    • Zuzzerellone ha detto:

      Siamo sicuri che si tratti di suicidi ? O sono semplicemente persone che, per il loro lavoro avevano visto troppo ? E che avrebbero dovuto tacere per sempre ?

  • Astore da Cerquapalmata ha detto:

    Ricordo che anni fa si diceva spesso, quasi come un ritornello che scandiva catechesi e omelie, che davanti a Dio NON ci si deve sentire a posto!
    La misericordia consisteva nel fatto che, sebbene non ci si sentiva a posto, si aveva l’ardire, conquistatoci dal sangue di Cristo, di chiedere perdono a Dio col proposito di NON peccare più. Da qui, scaturiva grazia e gioia.
    La misericordia è stupenda, è anche gratis, ma non asettica: nasce dal DOLORE.
    Se si vuole eliminare il dolore e le lacrime, allora non è misericordia, ma una volgare PATACCA.
    Chiunque ti venda un mattone al porto di un cellulare, fosse anche il Papa, ti sta mollando una PATACCA.
    Oggi spesso si riduce la misericordia divina a un sentirsi a posto perfino davanti a Dio!
    Chi glielo fa fare alla BONINO di convertirsi, se è additata a esempio dal Papa? Perché, anche lo desiderasse, dovrebbe convertirsi? Lei è già convertita! E’ A POSTO!
    Quale gioia più grande, per la peccatrice pentita, sentirsi perdonata e accolta da Gesù?
    Perché volere impedire le sue lacrime di dolore e di gioia?
    Ladri di verità, ladri di misericordia e ladri di gioia.

    • MARIO ha detto:

      A proposito di PATACCHE, forse meritava una parolina anche questa bella PATACCA del Sig. Tosatti (o di qualche suo amico), mascherato anche questa volta dietro lo pseudonimo di Suor Gertrude (la famigerata Monaca di Monza ?).
      Pace e bene.

      • Mac ha detto:

        Spero proprio che lei venga pagato per venire qui a fare figure di palta con commenti così fuori fuoco.

        Spero che sia pagato, anche poco poco, perchè farlo gratis è da masochisti.

        Saluti,.

        • MARIO ha detto:

          Purtroppo sono solo un masochista, ma mi è rimasto ancora per fortuna un pizzico di ironia, che non guasta mai.
          Non volevo assolutamente offendere il Sig. Astore D.C., il cui commento non mi ha dato fastidio più di tanto; ho solo approfittato della parola “PATACCA”, da lui usata, per classificare in qualche modo la letterina di Suor Gertrude (sulla cui origine penso non ci siano dubbi e sul cui contenuto invece penso si possa e si debba discutere).
          Mi scuso se sono stato frainteso. Pace e bene.

          • A volte tornano ha detto:

            🤦‍♂️🤦‍♀️🤦‍♂️🤦‍♀️🤦‍♂️🤦‍♀️🤦‍♂️🤦‍♀️

  • Adriana ha detto:

    Un atto di dolore tipico della ” chiesainuscita ” , che se ne va .
    Un tempo si sarebbe detto : ” Andarsene all’Inglese ” .
    Ora si dice : ” Andarsene alla EU “.