CRISIS MAGAZINE: I BIZZARRI AMICONI DI PAPA FRANCESCO.

15 Agosto 2019 Pubblicato da 60 Commenti --

 

Marco Tosatti

Cari amici e nemici di Stilum Curiae, un amico mi ha inviato la sua traduzione di un articolo scritto da William Kilpatrick per “Crisis Magazine”. Stranamente, o forse non tanto stranamente, riecheggia il tema di una conferenza che ho tenuto a Bergamo qualche settimana fa; e di cui avevo presentato, in francese questa volta, una parte in un incontro con decine di sacerdoti della Fraternità sacerdotale San Pio X. Buona lettura.

 

I bizzarri amiconi di Papa Francesco

 

 di William Kilkpatrick

Ci si aspetterebbe che un papa radicale come Francesco quantomeno mantenga nel suo entourage, a titolo simbolico, qualche esponente di orientamento conservatore. Tutto il contrario: molti uomini di sua nomina si situano addirittura più a sinistra della collocazione suggerita dalla propria immagine pubblica. Lo studio degli uomini cui il Santo Padre affida incarichi di potere potrebbe essere utile per ricostruire molto della sua forma mentis.

Prendiamo, per esempio, l’arcivescovo Vincenzo Paglia, posto a capo del Pontificio Istituto Giovanni Paolo II per le Scienze sul matrimonio e sulla famiglia. Il cambio di guardia è avvenuto due anni fa. Ora, com’era prevedibile, Paglia sta mettendo in atto nell’Accademia una purga in stile staliniano. Tutti i membri dell’Istituto che fanno propria la visione di Giovanni Paolo II sul matrimonio e sulla famiglia hanno ricevuto il loro bravo avviso di licenziamento [in inglese pink slips, letteralmente «foglietti rosa», n.d.T.], un colore che ben suggerisce la nuova direzione che Paglia ha in mente per l’Istituto.

Naturalmente, questo è l’uomo famoso per aver commissionato un enorme affresco omoerotico per «abbellire» una facciata interna della sua cattedrale. Nell’immagine dipinta, si vede un arcivescovo Paglia seminudo (il cui fondoschiena è pietosamente coperto da un velo) aggrapparsi a un uomo nudo che contraccambia l’abbraccio.

Può essere che i fedeli in Italia reagiscano in maniera più rilassata dinanzi a cose come questa; al contrario, negli Stati Uniti d’America, è pressoché inimmaginabile che una qualunque Chiesa cattolica, salvo rare possibili eccezioni, osi imporre alla propria congregazione un dipinto del genere. Così come è assai improbabile che una qualunque famiglia di cattolici in Italia prenderebbe mai in considerazione l’eventualità di appendere sulle pareti di casa propria un dipinto così moralmente ambiguo.

Eppure, lo svestito arcivescovo è l’uomo deputato a spiegare a tutti quanti noi il vero significato del matrimonio, della famiglia e della sessualità. Poiché un’immagine è più eloquente di mille parole, non c’è bisogno di dire altro sul perché mons. Paglia proprio non sembri la persona più adeguata a ricoprire l’incarico che oggi detiene. Ma continuiamo con altri esempi di nomine papali che fanno scattare l’allarme dei rilevatori di parzialità e favoritismi.

Quello del cardinale Theodor McCarrick è l’esempio più ovvio. Dopo che la sua attività predatoria era stata ampiamente accertata, e dopo che Papa Benedetto XVI gli aveva imposto di ritirarsi a una vita di preghiera e di penitenza, McCarrick è stato riabilitato da Papa Francesco, divenendo il nunzio officioso presso vari Stati totalitari. All’errovago ambasciatore dall’occhio libidinoso è stato anche dato l’incarico di suggeritore per le nomine episcopali di più alto profilo, nonostante questo ruolo appartenesse di diritto al vero nunzio apostolico negli Stati Uniti.

Ed ecco il risultato: vari pupilli di McCarrick hanno fatto velocemente carriera: il card. Donald Wuerl è entrato nella Congregazione per i Vescovi; il pro-LGBT Blaise Cupich è diventato vescovo di Chicago; Joseph Tobin, tra i più convinti sostenitori degli LGBT,  è diventato cardinale ed è responsabile dell’Arcidiocesi di Newark, nonché membro [dal 2019] della Congregazione per l’Educazione cattolica. Poi, naturalmente, c’è il card. Kevin Farrell, che ha convissuto con McCarrick per sei anni. Papa Francesco lo ha promosso ad arcivescovo di Dallas e Prelato del Il Dicastero per i laici, la famiglia e la vita.

«Un momento!» potreste obiettare, «Non era l’arcivescovo Paglia il responsabile nominato per ciò che concerne la famiglia?». Beh, sì e no. L’uno guida l’Istituto Giovanni Paolo II per il Matrimonio e la Famiglia, l’altro si occupa del  Dicastero per i laici, la famiglia e la vita. Ma potete star sicuri che, insieme, il pro-LGBT Paglia e il pro-LGBT Farrell si occuperanno della famiglia come meglio non si potrebbe. Il secondo, come forse ricorderete, fu incaricato dell’organizzazione del IX Incontro Mondiale delle Famiglie, tenutosi a Dublino nel 2018, nel quale si esibirono stelle in ascesa come il card. Cupich e il padre gesuita pro-LGBT James Martin.

Come Papa Francesco ama dire, «tutto è in relazione, tutto è connesso». E dovrebbe saperlo bene, visto che è proprio lui che sta imbastendo tutte queste connessioni. In questo caso particolare, esse assomigliano a quei diagrammi di flusso che descrivono la struttura di una famiglia mafiosa.

L’Arcidiocesi di Washington DC è già di per sé una rete di corruzione. Al suo centro, naturalmente c’è il famigerato signorMcCarrick. Quando Wuerl, che era un suo protetto, è stato costretto alle dimissioni, Francesco lo ha rimpiazzato con un altro protetto di McCarrick: il vescovo Wilton Gregory, anche lui molto benevolo nei confronti del mondo LGBT. Nel frattempo, strane cose sono accadute nella Basilica del santuario nazionale dell’Immacolata Concezione a Washington. Michael Bransfield, che è stato il primo rettore del Santuario ed è poi diventato vescovo, è stato di recente  sospeso dal ministero pubblico in seguito alle accuse di persistente cattiva condotta omosessuale  e di appropriazione indebita di fondi diocesani.

Un certo cardinale Theodor McCarrick era tra i concelebranti in occasione della consacrazione episcopale di mons. Bransfield, al quale è pure capitato di essere il primo presidente del consiglio di amministrazione della Papal Foundation fondata da McCarrick – una posizione poi ricoperta dal card. Wuerl. Un’indagine del Washington Post ha poi rivelato che Bransfield aveva elargito 350.000 di regalie in denaro contante a vari vescovi e cardinali, inclusa una robusta donazione di 29.000 dollari al tanto a lui somigliante card. Kevin Farrell.

Ma non è tutto. Quando Bransfield lasciò la Basilica di Washington, gli successe in qualità di rettore mons. Walter Rossi, che fu scelto personalmente da McCarrick. Un articolo-inchiesta del The American Spectator asserisce che Rossi molestava sessualmente seminaristi. La veridicità delle notizie riportate è stata successivamente corroborata dalla testimonianza dell’arcivescovo Carlo Maria Viganò: in qualità di nunzio papale,  aveva ricevuto molte denunce e lamentelecirca l’attività di predatore sessuale compiuta da  mons. Rossi.

* * *

Vi è chiaro il quadro? E piuttosto intricato, bisogna ammetterlo, e un qualche supporto visivo sarebbe certamente d’aiuto. Magari qualcuno potrebbe convincere l’arcivescovo Paglia a commissionare un affresco murale che illustri l’ingarbugliata rete di connessioni. E tale affresco potrebbe poi rimpiazzare il mosaico di Cristo-Pantocreatore – oltremodo severo e giudicante – che situato al di sopra dell’altare nel Santuario dell’Immacolata Concezione. C’è chi si lamenta che la figura di Cristo lì ritratta non appaia particolarmente benevola e accogliente. Ma alla luce di quello cui sarà stato costretto ad assistere in prossimità della Basilica, sarebbe irrealistico vedere Cristo mostrarsi con un affabile sorriso.

[*]Articolo dal titolo Pope Francis’s Strange Bedfellowsapparso sul portale Crisis Magazine l’8-8-2019.





SE PENSATE:

CHE STILUM CURIAE FACCIA UN BUON LAVORO.

CHE

SENZA STILUM

L’INFORMAZIONE SAREBBE PIÙ MISERA.

 AIUTATELO.

ANDATE ALLA HOME PAGE.

SOTTO LA BIOGRAFIA. 

OPPURE CLICKATE QUI




Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa” fino a quando non fu troppo molesto.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina


 LIBRI DI MARCO TOSATTI

Se siete interessati a un libro, cliccate sul titolo….


Viganò e il Papa


FATIMA, IL SEGRETO NON SVELATO E IL FUTURO DELLA CHIESA

Fatima El segreto no desvelado

  SANTI INDEMONIATI: CASI STRAORDINARI DI POSSESSIONE

  PADRE PIO CONTRO SATANA. LA BATTAGLIA FINALE

  Padre Pío contra Satanás

La vera storia del Mussa Dagh

Mussa Dagh. Gli eroi traditi

Padre Amorth. Memorie di un esorcista.

Inchiesta sul demonio.

Tag: , , , , , ,

Categoria:

Questo articolo è stato scritto da wp_7512482

60 commenti

  • Catholicus ha detto:

    Ritengo doveroso divulgare alcuni articoli appena apparsi sul portale dell’Accademia Adriatica di Filosofia “Nuova Italia”, dato che servono a far aprire gli occhi a quanti li hanno ancora annebbiati dal fumo di Satana diffuso a piene mani dal clero bergogliano (dopo essere entrato in Vaticano grazie a Roncalli e Montini ed esservisi stabilito sino ai giorni nostri) e dalle sinistre mondialiste, globaliste, immigrazioniste, false buoniste e sataniste ; eccoli dunque :
    http://www.accademianuovaitalia.it/index.php/contro-informazione/voci-dalla-rete/7833-riassumendo-sinteticamente
    http://www.accademianuovaitalia.it/index.php/contro-informazione/le-grandi-menzogne-editoriali/7835-ossessione-gay-e-immigrati
    http://www.accademianuovaitalia.it/index.php/contro-informazione/lo-smemorato-siberiano/7836-il-ritardo-mentale-del-pd

  • Antonella ha detto:

    Non bisogna stancarsi di denunciare, facendo luce su fatti che compongono come in un puzzle lo squallore della moderna Sodoma, strenuamente difesa da un Bergoglio intenzionato a fare di questo fango corazza per sé e per i suoi. Si, perché come nelle migliori delle mafie, concedendo protezione a personaggi di questo taglio, si estorce anche la loro sudditanza, ed il gioco è fatto, soprattutto quando bisogna servirsi di numeri per arrivare rapidamente a ribaltare le sorti di uno stato come quello vaticano, sovvertendo l’etica che lo ispira e legittima da sempre. Perché poi in fondo in fondo questa sodomita banda di bassotti chi serve veramente?
    Non brillano per particolari capacità, nè cultura, tanto meno dialettica….
    Incapaci di confronto, si sentono forti solo quando protetti mediaticamente e all’interno di copioni prestabiliti, ciechi che guidano altri ciechi ……
    Come possiamo anche solo lontanamente sperare di aprire un confronto con personaggi di questo tipo, che di ecclesiastico hanno solo i travestimenti inclusi i gradi delle promozioni concesse a supporto della carriera?
    Di fatto siamo di fronte ai gerarchi di un potere nero, che hanno avuto l’infame compito di insediare l’Apostasia in sede vaticana, e poiché con la storia ne ignorano la fede, si precipitano ad usurparla come fosse una multinazionale, mentre le riforme si limitano ad annunciarle incapaci come sono di scriverle!
    Sempre più incomprensibile il vassallaggio che la gran parte del clero rende come se stesse giocando su una duplice opzione, pur sapendo di determinare una voragine per tanti e soprattutto giovani, che potrebbero invece evitarla.
    Ma di questo prima o poi se ne renderà conto.

  • virro ha detto:

    Non sappiamo la data, ma la dichiarazione promessa da Gesù, si! “E IO TI DICO: TU SEI PIETRO E SU QUESTA PIETRA EDIFICHERO’ LA MIA CHIESA E LE PORTE DEGLI INFERI NON PREVARRANNO CONTRO DI ESSA” (Mt 16,18).
    Il colpo di stato NON prevarrà,
    Gesù E’ la VERITA’
    oggi, questi pseudi rappresentanti della chiesa quando parlano dicono solo FALSITA’

    Vorrei dire: Bergoglio e i suoi protetti, la smetta di giocare con Dio, PERDERA’, le anime che vanno all’inferno non si DISSOLVONO!!!! saranno tormentati per l’ETERNITA’
    Bergoglio, ha poco da vivere, P. Arrupe almeno si pentì!
    Bergoglio non è lei che ha costituito la nostra Chiesa, la smetta di distruggerla.
    Bergoglio di tutti i mali della chiesa, certamente non è colpa sua, ma i fattori di tali mali, in questo pontificato, lei li premia!!! le si chiederà conto, perché il male E’ male!!!
    Bergoglio impari ad ascoltare chi la onorerà, cioè il popolo dei fedeli, la smetta di scandalizzarci!!!
    Bergoglio la smetta di essere il guardiano dei GULAG!!!
    Bergoglio la smetta di realizzare il pensiero di Ernesto (Che) Guevara, di Peron, di Lenin, di Mao,…. il loro essere prepotenti e dittatori la storia li ricorda come sanguinari!!!
    Bergoglio non sia complice di questo sangue INNOCENTE il cui grido sale a Dio!!!
    Bergoglio lei sa che la VENDETTA produce sangue e la GELOSIA produce morte.

    Amo la mia Chiesa ricca di dottrina e di santità, non quella che lei vuole far conoscere e ci impone.

    MARIA THEOTOKOS custodisci nel tuo cuore materno

  • I love Anguera ha detto:

    Commenti inutili. Leggete Anguera.
    http://www.apelosurgentes.com.br/it-it/

  • Il veritiero ha detto:

    Comunque penso che tutti quanti avete notato come dono cambiati i comportamenti e le dichiarazioni pubbliche del Premier Conto dopo che ha avuto un incontro privato con Bergoglio….È sotto gli occhi di tutti…. è una cosa che andava avanti da 2 mesi….ora non voglio dire che l’odierna crisi di governo italiano o “il colpo di stato” é stato indotto completamente da Bergoglio, ma c’è sicuramente anche il suo zampino… la tempistica degli incontri…e del velocissimo cambio di posizione politica da parte del Premier Conte dopo l’incontro con Bergoglio sono inequivocabili. Lo si era già notato, ma ora si é palesato in maniera inequivocabile. Altre che ingerenza Russia sulle elezioni degli Stati Uniti! La chiesa ha destabilizzato il Governo italiano e ha indotto il Premier a farsi un partito suo in alleanza con il PD e a tradire i Ministri e gli italiani che lo avevano messo lì. L’ha creata Conte la crisi, aprendo la faida con la TAV, facendoli litigare fra di loro, ha prima lanciato il sasso e poi ha tirato indietro la mano. E il M5S e LEGA come dei bambocci ci sono caduti con tutte le scarpe!

    • Anima smarrita ha detto:

      «Prima di tutto, io non so come stanno le cose nel Parlamento italiano. Il Papa non si immischia nella politica italiana. Nella prima riunione che ho avuto con i Vescovi [italiani], nel maggio 2013, una delle tre cose che ho detto: “Con il governo italiano, arrangiatevi voi”. Perché il Papa è per tutti, e non può mettersi nella politica concreta, interna di un Paese: questo non è il ruolo del Papa. E quello che penso io è quello che pensa la Chiesa, e che ha detto in tante occasioni. Perché questo non è il primo Paese che fa questa esperienza: sono tanti. Io penso quello che la Chiesa sempre ha detto». Categorico e credibile risultò Bergoglio, durante la conferenza stampa in volo di ritorno dal viaggio in Messico il 18 febbraio 2016, rispondendo ad una domanda sulla legge sulle unioni civili allora in discussione in Parlamento.
      Man mano che ha conosciuto “le cose”, il mondo politico italiano e i suoi esponenti, si è spinto sempre più in là, fino all’intervista concessa a “La Stampa”, pubblicata appena sei giorni fa e oggetto di analisi anche su questo blog.
      Sempre in volo, il 2 giugno scorso di ritorno dalla Romania, la sua “promozione” di Conte – ricevuto in udienza privata a dicembre, come ricorda Il Veritiero: «È stata una bella udienza, un’ora e più. È un uomo intelligente, un professore, sa di cosa parla». Un ‘ora gli è bastata per arrivare a pronunciare un giudizio così lusinghiero, dopo aver ammesso… ancora!… – è campione imbattibile di equilibrismo – rispondendo sull’utilizzo dei simboli religiosi nella campagna per le ultime europee, e bloccando una probabile domanda sulla situazione politica: «Lo confesso, non la capisco, devo studiare»… magari andando a lezione dai suoi collaboratori e consiglieri…
      In tutto e per tutto: la CEI tace; e Bassetti? Fidato e silente presidente, che giammai gli ruberà la scena.
      Ed eccoci ad oggi: intervengono altri attori a replicare il copione fin troppo noto. La dichiarazione di non ingerenza negli affari interni dell’Italia? Carta straccia, come tante altre solenni asserzioni. Sullo sfondo… il naso di Pinocchio si riduce…
      https://www.liberoquotidiano.it/news/italia/13493059/papa-francesco-vaticano-contro-elezioni-anticipate-piano-contro-salvini-migranti-africa.html

    • virro ha detto:

      Veritiero,
      all’anticristo NON bisogna guardalo in faccia né dialogare, faccia-faccia con lui, il rischio è il suo dominio.
      Così è stato!

  • Il veritiero ha detto:

    Ma dopo aver letto accuratamente non me la prendo con Bergoglio e con la sua “banda” ( perché che ormai si tratti di qualcosa che assomiglia ad associazione a delinquere é talmente palese che anche un cieco lo capirebbe )
    Io me la prendo con i cardinali e vescovi che “conoscono la verità e stanno zitti”, io me la prendo con i vari Card. Burke, Card. Pell, Card. Muller, Card. Sarah, Mons. Gainswein, e me la prendo snche con il Papa emerito Benedetto XVI…. tutti quanti conoscono la verità ma nessuno parla, nessuno difende la chiesa, nessuno “É DALLA PARTE DI GESÙ CRISTO” abbandonato come quando fu crocefisso.
    Analizzando la particolare nazione dove avvengono questi fatti, analizzando la provenienza delle persone, analizzando i fatti stessi…. la domanda é questa : cosa collega Bergoglio a questa associazione a delinquere Americana? Quale é il filo che li tiene uniti fino al punto di sacrificare la faccia del suo intero pontificato per proteggere questi individui e dargli il potere negli altri ranghi della chiesa? Cosa é che li unisce a filo diretto a fino a quedto punto.. come dei confratelli di una loggia….pronti a morire piuttosto che tradirsi….chi È xhe é al di sopra di tutte queste persone e le costringe a comportarsi cosi? Chi é che comanda veramente?
    Le risposte a Queste domande il Card.Burke che é Americano e papa Benedetto che conosce tutto nella chiesa le sanno alla perfezione ma non ce le dicono….
    Ora io pongo una domanda…. se io camminando in strada vedo che dei criminali stuprano una donna e io inveve di aiutarla o chiamare la polizia mi faccio i fatti miei e faccio finta di niente e lascio agire i criminali indisturbati…..chi fa’ più schifo il criminale o io che ho fatto finta di niente lasciandolo agire?

    • Massimiliano ha detto:

      Perché come gli apostoli abbandonarono il Cristo, oggi abbandonano i cristiani. Ma non bisogna disperare. Poi sono tornati e hanno subito tutti il.marririo… questa è la nostra fede. E nessuno potrà mai togliercela. Neanche paglia…Saluti. Massimiliano.

  • Astore da Cerquapalmata ha detto:

    L’affresco omoerotico voluto da mons. PAGLIA nel duomo di Terni, che mostra i pervertiti con le loro perversioni perfino tra i beati, è un’eresia manifesta.
    Mons. Pagli non onsegna eresie, ma le TESTIMONIA.
    Non può essere fetto eretico ma, probabilmente lo è.

  • IMMATURO IRRESPONSIBLE ha detto:

    Questa antipatia per l’ ordine e il rigore, in questo caso nella preghiera quotidiana (Vespri Compieta), secondo me ha un’ origine piu’ psico-logica che teo-logica. E’ sarebbe gia’ triste; ma il guaio vero arriva quando I plaudenti ne fanno occasione di insegnamento. Nel caso specifico il disprezzo per le formule tradizionali della devozione personale.

  • Rafael Brotero ha detto:

    Il più grande scandalo in questa agonia della Chiesa non è Bergoglio, vecchio satanista che vuole quello che vogliono i satanisti, la distruzione della Chiesa Cattolica. Nihil novi sub sole. Neanche le monsignorine conservatrici, con le loro ridicole suppliche filiali. Il più grande scandalo è il silenzio dei neolefebvriani, i soi disant grandi custodi della fede. Si aspettava un po’più di dignità.

  • dino brighenti ha detto:

    Dio ti stramaledica bergoglio e soci

    • Luigi ha detto:

      No, mai maledire. Dobbiamo pregare tanto per la Chiesa e per la conversione di queste persone. Ricordiamo che Cristo ha già vinto.

  • Anima smarrita ha detto:

    Ad un lettore occasionale, e a chi si limita all’informazione dei TG – che, tuttavia, stando ad alcune rilevazioni pare non siano così determinanti nell’orientare il comune sentire, che sarebbe ben diverso da quello che ci si sforza di attestare – sembrerebbe una pagina di gossip. Di quelle che negli anni andati servivano per rispondere alle esigenze di redazioni a corto di notizie nei mesi estivi, specie d’agosto, o per un pezzo “leggero”, armonico con l’atmosfera ferragostana. Se non fosse che, purtroppo, è la fotografia impietosa di una realtà che suscita sconcerto, disgusto e rifiuto, riproposta in un periodo non certo scarso di argomenti, di ben altra rilevanza; tutti parimenti inquietanti sotto ogni cielo dell’universo mondo.
    Repetita iuvant? O, semplicemente, i “personaggi” sotto i riflettori ammantati di gloria mondana… – che riterranno forse anche trattarsi di “vera gloria” – si crogiolano nel rassicurante: «Non importa che se ne parli bene o male. L’importante è che se ne parli»?

  • Davide ha detto:

    Ecco perché ritengo che la Chiesa Cattolica abbia imboccato una strada irreversibile….
    Nessun intento provocatorio, intendiamoci; ma come questo articolo conferma, alla fine Francesco non rappresenta nemmeno la classica punta dell’iceberg dell’attuale CC; situazione originatasi molti anni addietro nel tempo (forse addirittura già ai tempi di Leone XIII) .
    Ecco i vari preti di strada alla Don Gallo, ecco i vari Enzo Bianchi, ecco che un certo Mons. Paglia già una ventina di anni addietro potè permettersi il lusso di imbrattare un Duomo con un ributtante affresco omoerotico senza subire il minimo provvedimento disciplinare.
    Soprattutto non solo dubito che il successore di Francesco sia effettivamente in grado di rimediare i danni; dubito anche che il suo successore abbia la volgia di farlo,
    Buone Feriae Augusti a tutti voi.

  • Rafael Brotero ha detto:

    Povero Santo Padre… Così ingenuo… Dove sono i celebri intellettuali? Cardinale Burke please help!! Una supplica filiale al Santo Padre urgente!!

  • TITTOTAT ha detto:

    Sto ascoltando a sua immagine, Bergoglio ha escogitato ul modo per bacchettare l’ uso improprio dei rosari di Salvini, va be’ questo ci sta, ma poi una annacquatrice in studio dice: La purezza di Maria non ha a che fare con la morale e specialmente cin quella sessuale, ma riguarda l’ autenticità nei rapporti (?) , mantenere la parola data, quindi ragazzi siate puntuali negli appuntamenti (sic!), la conseguenza, aggiungo, e che se dai un appuntamento per peccare con un altro, non pecchi ma sei puro se ci vai puntuale. Quindi quando andate dal confessore dite: Sono stato autentico col prossimo, gli ho dato appuntamento e ci siamo scatenati. Vi assolverà. Poi interviene quel sacerdote sciroccato, vi dice che l’assunzione è un immagine che sprona a fare l’ impossibile anche se fallite..
    Questa frase è conseguenza della prima, infatti Maria non è assunta in cielo perché Immacolata nel corpo e bello spirito ma perché autentica(?). Questi due signori non meritano una scomunica se non ritirano queste assurdità pubblicamente?
    O Signore non s’inorgoglisce il mio cuore, non vado in cerca di cose grandi, sono come un bimbo svezzato in braccio a sua madre…

    • Milli ha detto:

      《La purezza di Maria non ha a che fare con la morale e specialmente cin quella sessuale》 …ma davvero? Ma questa è cristiana?

      • Milli ha detto:

        Se una persona non è cristiana non ha comunque il diritto di modificare la dottrina della Chiesa, vuoi per ignoranza o per manifesta malafede. Prima di parlare, sopratutto in tema religioso bisogna prepararsi studiando i Testi Sacri, non sparare la propria opinione a riguardo.

      • Gian ha detto:

        D’istinto al sentire simili scempiaggini verrebbe da prenderli a randellate sul groppone – anche l’annacquatrice, ma che ruffiani e mercenari da due soldi! – poi invece, riflettendo, si può concludere che non ne vale la pena. Meglio stare alla larga dai gazzettieri e da ogni genere di propaganda, lasciamoli imbrodarsi ed abbaiare alla luna.

      • TITTOTAT ha detto:

        Propriamente, e pensare che la conduttrice che stava ad ascoltarla una volta era una cattolica convinta.
        Ha sbianchettato la fede, nomen omen.

      • Chianino ha detto:

        Sta a vedere che manco era vergine! Del resto se non c’erano registratori al tempo figurati i ginecologi con gli ecografi !

  • Francesca ha detto:

    L’ anticristo è già dentro la chiesa!!👎🙏🔥♥️😢😢

  • Flavia ha detto:

    Errata scorrige! Dico W Francesco!

  • Flavia ha detto:

    A quanto pare le nuove connessioni della nuova chiesa, che sarebbe eresia definire cattolica, si mantengono sugli “ attributi”…e li rimangono per buona pace di “ tutti “. Dopodiché…il diluvio. Si salvi chi può! E Francesco!

    • Demetrio ha detto:

      Purtroppo da anni i punti di riferimento sono andati a farsi “benedire”, o per meglio dire ce li hanno mandati. Chi? Beh, il CD Capitalesimo finanziario che ha nomi cognomi e complici in tutte le CD istituzioni: politiche, religiose, scolastiche, finanziarie, giornalistiche, ecc. ecc. Siamo in piena dittatura teologico/mercatista, dove l’uomo è diventato merce a tutti gli effetti. Consumatore prima di tutto. Dove persino un “papa” senza vergogna e dignità trasforma il male in bene e viceversa.
      ….dove conta lo stare bene personalistico ed egoistico. Non si progetta il futuro di nessuno…….conta solo il presente vissuto “intensamente”
      Poveri Noi

  • Astore da Cerquapalmata ha detto:

    L’ipocrisia dei modi di fare del Papa sta nei FATTI.
    Che importa se parla bene della famiglia se, poi, nomina simpatizzanti LGBT (forse anche praticanti) ai vertici della Chiesa?
    Così facendo non solo acconsente all’LGBT nella Chiesa, ma infligge una ferita alla famiglia perché chi non è a favore della famiglia (LGBT) è contro di essa

  • Domenico Di Biase ha detto:

    Adesso è ancora più chiara l’ingerenza di questo papà nella politica Italiana

  • EquesFidus ha detto:

    Sodomia, simonia, ignoranza dottrinale: sembra che nel clero, più che cercare di andare avanti (cosa che presupporrebbe avere salde radici dottrinali e liturgiche, e non degli “squilibrati” che, in quanto tali, sono inadatti a governare oltre che pericolosi per sé stessi e per gli altri), si voglia tornare indietro all’XI secolo ed al “Liber Gomorrhianus” di San Pier Damiani. Anzi, forse pure indietro, direttamente al I-II secolo d.C. ed all’Impero Romano, persecutore dei cristiani, tollerante nei confronti di prostituzione, stravaganti religioni pagane (e pagano esso stesso), omoerotismo e pederastia, oltre che permissivo nei confronti dell’aborto e della soppressione dei più deboli. Verrebbe da dire che costoro rispecchino sé stessi più nelle corte imperiali dell’epoca, che godevano nel gettare in pasto ai leoni i cristiani, che nei martiri cattolici stessi. Preghiamo tanto, specialmente oggi, la Madonna Assunta perché interceda presso il Suo Figlio per darci la forza di resistere a questo delirio con ogni mezzo necessario e perché ci aiuti a superare questa tempesta, anche solo come “piccolo resto”.

  • Massimiliano ha detto:

    https://youtu.be/44uJLs9PUd4.
    Se questo video è vero credo diventi inutile andare avanti a scrivere altri articoli sulla Chiesa o sul papa. Unica cosa fa fare pregare tanto. Ma davvero tanto… Saluti.
    Massimiliano.

    • Antonella ha detto:

      Condivido. Una performance degna del suo stile.

    • Gaetano2 ha detto:

      A me pare che nemmeno lui stesso capisce quello che dice…

      • Ira Divina ha detto:

        In effetti chi ama generare confusione è in primis confuso! Sembra di ascoltare l’elogio dello squilibrio da uno squilibrato 😳 Signoreeee! Liberaci da questa genia di malati mentaliii!🙏🙏🙏🙏🙏🙏🙏🙏🙏🙏🙏🙏🙏🙏🙏🙏🙏🙏🙏🙏

        • Ira Divina ha detto:

          Sarà che io sia sordo Signor Mario, ma di certo non sono scemo e non lo sono tanti che come me ci vedono la mala Fede nei termini usati per annunciare il Vangelo. Il linguaggio è voluto e la blasfemia degli termini usati in diverse occasioni pure. L’elogio dello squilibrio fatto anche dal vicario di Roma la dice lunga sui termini usati dalla neochiesa. Ma mi sa che l’atteggiamento delle tre scimmiette è proprio di quelli che vogliono una Chiesa a misura d’uomo e non fondata da Cristo, che il modernismo vuole considerare come vero uomo, ma non vero Dio! Pace e bene in Cristo!

    • MARIO ha detto:

      Non c’è più sordo di chi non vuol sentire.
      Possibile che lei e qualcun altro non riusciate a interpretare, con un minimo di serenità e senza pregiudizi, la parola “squilibrio” come “non conformità” o “anticonformismo” rispetto alla mentalità del mondo ? (San Paolo: “Non conformatevi alla mentalità di questo secolo”).
      Richiede uno sforzo troppo eroico avere un minimo di compassione verso una persona che non ha chiaramente la piena padronanza della lingua italiana ?
      Pace e bene.

      • Milli ha detto:

        Eeehh Mario, con questa scusa della cattiva padronanza della lingua mi sembra che siamo un po’ fuori tempo massimo. Bergoglio mon sta parlando a braccio , ma sta tenendo una lezione.
        Basta con questa mania di voler trovare espressioni nuove per spiegare le Sacre Scritture, dove siamo finiti? Ad affermare che Gesù era un po’ scemo, che era poco pulito, che Maria è diventata santa (se lei legge Valtorta, a maggior ragione sa che lo era da sempre), ecc.
        Questa è sciatteria verbale, a voler essere comprensivi.
        In realtà è un modo per relativizzare le Scritture, inserire concetti del tutto estranei e inusitati per la Tradizione della Chiesa.
        La Chiesa non è del Papa è di Cristo (come ha scritto bene un lettore) , ci pensi su, Mario.
        Pace e bene anche a lei.

        • Anima smarrita ha detto:

          Ben detto, Milli, grazie! Nella strenua difesa dell’indifendibile ci si dimentica di un particolare non di poco conto. Quand’ anche si trattasse di non perfetta padronanza della lingua (predecessori di Bergoglio non italiani non sono “scivolati” continuamente su bucce di banane…), un papa che fa di tutto per accreditarsi come esempio di umiltà, dovrebbe avere coscienza di tale eventuale limite ed evitare il rischio di prestarsi ad errate interpretazioni leggendo i discorsi che i tanti Officiali della sezione apposita della Segreteria gli preparano traducendo quella che viene chiamata “la mente del papa”, il suo pensiero cioè formulato in modo corretto e completo.
          Ricordo varie occasioni in cui si è improvvisato maestro di scuola e ha impartito lezioni, addirittura sull’ uso esatto degli aggettivi che sarebbero proprio da abolire perché creano una frattura fra la mente e il cuore, in qualche caso suggerendo persino qualche sinonimo, come per il “nero” riferito a persone…salvo poi definire egli stesso “delinquenti” quei gruppi che discriminano i rom…

    • Milli ha detto:

      Che orrore….apostoli che guardano l’orologio…come no.
      Non è capace nemmeno di spiegare la teoria dello squilibrio che qualcuno ha inventato per lui. Doveva chiedere lumi al card. De Donatis .

  • marco ha detto:

    L’imbastitore di una struttura mafiosa è ovviamente mafioso. Mafia economica,politica,omosessuale. Mi sembra ci siano tutte. Non si ci circonda da gente così se non si appartiene al loro mondo.

  • TITTOTAT ha detto:

    Tra questi e quelli notorii nella mia diocesi per i quali nessuno provvede e per tale motivo s’insuperbiscono sempre più, ritengo che davvero ha ragione don Minutella quando dice che partecipare alle messe di questi qua rafforza il diavolo, lo sto provando nella mia pelle. O provvedete o sarà la fine, e non intonate il ritornello del donatismo perché lo dimostrano i fatti.

  • Enrico66 ha detto:

    Una chiesa di squilibrati.
    (Come chiede il cardinale vicario De Donatis)

  • annalisa.torella ha detto:

    agghiacciante! ho paura che “il fumo di satana” sia già da un pezzo nella schiera di Cristo per distruggerla@!!.

  • Milli ha detto:

    https://www.youtube.com/watch?v=9ntMotvc8QM
    Link con l’intervista al pittore che ha realizzato l’affresco nella Cattedrale di Terni.
    Mi piacerebbe che i vari Mario ed Eloisa lo guardassero e giudicassero.

    • Milli ha detto:

      Mi dispiace ricordarlo, ma l’affresco è stato dipinto nel 2007, all’epoca c’era ancora Benedetto XVI sul soglio pontificio e pare evidente che non l’ha fatto rimuovere né ha punito chi l’ha commissionato.
      Mi stupisce che nessuno abbia pensato di distruggerlo.

    • MARIO ha detto:

      Già visto, grazie.
      Questo affresco non mi piace affatto, oltretutto anche per la scarsa qualità strettamente pittorica dell’autore.
      Pace e bene.

  • Iris ha detto:

    Senza dimenticare Battista Ricca, Prelato dello IOR, che ha visto i suoi poteri aumentare e la sua carica diventare operativa e potente, il suo passato a luci rosse ( per difenderlo Bergoglio ha offerto al mondo la famosa frase « chi sono io per giudicare ») sembra far di lui la persona ideale per “promuovere la dimensione etica dell’operato degli amministratori e dei dipendentiI”.
    Si direbbe che in questa chiesa bergogliana essere gay, pro-gay, lgbtqi++++ friendly , aiuta molto a fare carriera .

  • Claudio ha detto:

    Si stenta a crederci ma dalla defenestrazione di Papa Benedetto XVI in poi, le sestine di Nostradamus relative alla venuta dell’anticristo in questi tempi sembrano avverarsi. Tempi bui si intravedono per i cristiani cattolici osservanti, infatti nei paesi anglosassoni c’è una fuga dei fedeli verso le altre chiese ed in Italia l’affluenza dei fedeli alle funzioni è diminuita drasticamente.

    • Gian ha detto:

      Verso quali altre chiese se è vero, come è vero che l’unica, vera Chiesa è la Chiesa Cattolica Apostolica Romana, mentre tutte le altre sono una miriade di sette, rami secchi staccatisi nel tempo dall’albero piantato da Gesù Cristo. E’ pur vero che specialmente ora l’albero non gode di buona salute, intaccato com’è dal male del peccato, ma confidiamo nell’intervento di Dio per intercessione della Beata Vergine Maria. La mia prima lettura oggi è stata il testo della Bolla dogmatica MUNIFICENTISSIMUS DEUS proclamata il 1 Novembre 1950 da Papa Pio XII. Abbiamo bisogno di un nuovo Papa Santo, dopo aver cacciato i mercanti e gli impostori dal tempio.

  • Anonimo verace ha detto:

    Come voi sapete, i capi dei popoli comandano come duri padroni ; le persone potenti fanno sentire con forza il peso della loro autorità. Ma tra voi non deve essere così ! Anzi, se uno tra voi vuole essere grande, si faccia servitore degli altri. Se uno vuole essere il primo, si faccia servo degli altri.
    Perché anche il Figlio dell’uomo è venuto non per farsi servire, ma per servire e per dare la sua vita come riscatto per la liberazione degli uomini.
    Dal Cap.20 di Matteo.

  • Nuccio Viglietti ha detto:

    No si dovrebbe accendere fuoco vicino a…Paglia…!!…https://ilgattomattoquotidiano.wordpress.com/

  • Adriana ha detto:

    …e poichè un’immagine vale più di mille parole…tutti questi gentili uomini figurano benissimo nella volta a mosaico del Battistero di S. Giovanni , come pasto di Lucifero . ( Anche se oggi fanno di tutto per esser ricoverati nell’ospedale da campo provvisorio , migrante e zeppo di veleni esotici ) .

Lascia un commento