PEZZO GROSSO, SALVINI E LA RUSSIA. UNA TRAPPOLA DEI SUOI NEMICI, MA FATTA DA DILETTANTI…

21 Luglio 2019 Pubblicato da --

 

Marco Tosatti

Cari amici e nemici di Stilum Curiae, Pezzo Grosso oggi dedica la sua attenzione al caso – in via di evidente sgonfiamento – dei rapporti Lega-Russia; e soprattutto alle ragioni che lo hanno fatto nascere e alimentato sui giornali contigui al Partito Democratico, e sulla bocca dei politici di sinistra, così cauti quando si parla di BIbbiano e dintorni (e sono dintorni moooolto ampi). Ci sembra interessante la chiusa dell’articolo, con i tre consigli dati a Matteo Salvini, nella visione di Pezzo Grosso novello Camillo Penso Conte di Cavour. Buona lettura. 

ξ

PG a Tosatti.

Vorrei fare un paradosso provocatorio, e forse temerario, ma giusto per creare dibattito, intorno alla ipotesi che Putin possa aver sostenuto finanziariamente la Lega; e magari così provocare anche qualche riflessione su altri argomenti attinenti…

Dichiaro anzitutto che mi pare inverosimile che gli accusati abbiano progettato un finanziamento con una procedura, veramente dilettantesca, tipo quella descritta dai giornali (import di petrolio).

Anzi quasi quasi direi talmente inverosimile, data la troppo facile rintracciabilità, che mi verrebbe da pensare che l’operazione sia stata inventata dai nemici di Salvini per creargli uno scandalo al momento giusto. Chissà.

Interessante è invece fare una riflessione sugli aiuti stranieri ai partiti politici italiani, ricordando le considerazioni fatte dal segretario del PD sul rischio sicurezza nazionale “creato” da Salvini grazie ai (molto presunti) rapporti con Putin (?).

La storia è piena di “aiuti di Stati stranieri “, non solo all’Italia.

Pensiamo alla rivoluzione americana del 1775 (sostenuta dai francesi), alla rivoluzione francese del 1789 (sostenuta dagli inglesi ), al Risorgimento italiano (sostenuto dei francesi soprattutto, e anche dagli inglesi), e arriviamo fino al maggio francese del ’68 anti De Gaulle (sostenuto dagli oppositori americani di De Gaulle?).

Potremmo fare elenchi infiniti, dagli aiuti ufficiali (e magari anche politici ) per la ricostruzione post bellica del Piano Marshall, alle relazioni tra il partito comunista italiano e quello sovietico durante il periodo della Guerra Fredda.

Nulla però è ufficialmente documentabile (le ricevute sarebbero un’arma a doppio taglio), tutto è solo deducibile e sospettabile, da chi ne ha voglia, quando ne ha bisogno.

Ma se ci riferiamo al sospettabile in questa materia possiamo scrivere libri a non finire. Basterebbe partire dal presupposto che per creare un partito politico ci vogliono risorse economiche, per creare consensi mediatici, ci vogliono risorse economiche, ecc.

Magari anche per rivoluzionare una religione non bastano i pensieri di teologi e filosofi…

Ma anche la spiegazione del perché il beneficiario si sia avvalso di questi “contributi economici”, da spazio a deduzioni e interpretazioni.

Suggerisco le interpretazioni alla La Fayette, alla Robespierre, alla Cavour e alla Mazzini, tutte riferite a spiegazioni di “patriottismo”; oppure per sconfiggere una dittatura; o per instaurare un regime che imponga la giustizia sociale, fino a giustificazioni più surreali e attuali, quelle spiegate per tutelare l’ambiente, facilitare le immigrazioni, realizzare il sincretismo religioso per la pace universale, ecc…

Questo tipo di “contribuzioni” continuano ancora oggi, ma hanno cambiato stile. Oggi si fanno via Fondazioni filantropiche che beneficiano fondazioni umanitarie. E qui hanno buon gioco i vari Bill Gates, Soros, ecc. che sostengono però iniziative che sono però classificabili come “iniziative politicamente corrette”, secondo il mainstream della cultura, dei giornali e del Pensiero unico.

Salvini non lo è e non le propone, perché propone “sovranismo” e denuncia un “migrazionismo irregolare, clandestino e rivolto solo all’Italia”.

E’ stato deciso che queste iniziative sono contro il bene comune globale, pertanto Salvini non solo non deve esser finanziato, ma dal momento che ha successo, si deve scoprire chi finanzia detto successo.

Per questa ragione quando si ha successo contro il pensiero (e potere) politicamente corretto dominante, ci si deve preparare a tutto; perciò bisogna avere massima trasparenza in tutto.

Salvini dovrebbe cercare di fare come il partito radicale negli ultimi 50 anni. Che è riuscito a farsi sostenere trasparentemente facendo diventare legale e lecito quello che era, e dovrebbe esser, illegale ed illecito. Moralmente almeno…

Oltre a questo suggerisco a Salvini di proporre qualche obiettivo che concorrerà a creargli consensi imprevisti. Proponga: – I°- seguendo le direttive dei segretari ONU, di sostenere immigrazioni da convogliare nello Stato della opulenta e aperta Città murata del Vaticano, -II°- seguendo il modello francese del 1905, dichiarare nella costituzione che l’Italia è stato laico (come di fatto è, e la Chiesa auspica che sia) e faccia perciò cessare l’8 per mille alla Cei. -III°- Seguendo il modello Enrico VIII, espropri, con il consenso del Papa che vuole una chiesa povera, i beni immobili della Chiesa a Roma (così potrà risanare i conti della città di Roma, ripulire le strade e ne avanzerà per fare opere caritatevoli vere, non quelle fatte finora dai titolari…),. ecc.

Che ne dice? Con tre mosse Salvini può cambiare il mondo intero, non solo l’Italia. Vedrà come gli ambienti cattolici americani, trasparentemente, lo sosterranno…

ξ





Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa” fino a quando non fu troppo molesto.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina


 LIBRI DI MARCO TOSATTI

Se siete interessati a un libro, cliccate sul titolo….


Viganò e il Papa


FATIMA, IL SEGRETO NON SVELATO E IL FUTURO DELLA CHIESA

Fatima El segreto no desvelado

  SANTI INDEMONIATI: CASI STRAORDINARI DI POSSESSIONE

  PADRE PIO CONTRO SATANA. LA BATTAGLIA FINALE

  Padre Pío contra Satanás

La vera storia del Mussa Dagh

Mussa Dagh. Gli eroi traditi

Padre Amorth. Memorie di un esorcista.

Inchiesta sul demonio.

Tag: , , ,

Categoria:

Questo articolo è stato scritto da wp_7512482

35 commenti

  • giorgio rapanelli ha detto:

    Che sia sta una cialtronata fatta da cialtroni a beneficio dei nemici esterni di Salvini è chiaro come il sole. Solo la figura di Gianluca Savoini, l’amico di Salvini, mi fa pensare: o è un ingenuo, oppure si è prestato alla cialtronata.. Salvini, comunque, è diventato un pericolo e deve essere fatto fuori. Non riuscendovi col Russiagate, potrebbe essere usato il metodo Shiran Shiran, oppure quello ormai ben sperimentato di fargli indossare biancheria intima impregnata di una sostanza incolore e inodore, che poi ti porta lentamente al Creatore. A meno che tu non corra negli Stati Uniti, dove hanno i sistemi per salvarti la pelle. Detto ci, Salvini dovrebbe spalmare l’attenzione oggi sulla sua figura pure su altre fibure della Lega. La gente vota Salvini e non la Lega.

  • Armando ha detto:

    I tre suggerimenti mi paiono fondamentali. I fedeli che vogliono finanziare la chiesa lo possono fare con le offerte, non c’è certamente bisogno del 8per mille!!!

    • MARIO ha detto:

      Anche lei, come i suoi amici, considera la Chiesa come una sua proprietà, da gestire finanziariamente come le pare e piace.
      Complimenti e buona fortuna.

  • MASSIMILIANO ha detto:

    Mi sembra di capire che qualche commentatore non abbia affatto compreso l’enormità della portata delle parole scritte da Pezzo Grosso. Credo che per scrivere le cose che ha scritto abbia riflettuto ponderato e, almeno questa è la mia sensazione, sofferto. In poche righe è riuscito a parlare di cose incredibili, con una portata che va ben oltre ciò che davvero sappiamo o crediamo di sapere. Tra le righe si legge anche di Fatima e dei suoi nemici. Questa è la mia sensazione. Personalmente mi levo il cappello davanti a post come questo. Saluti.
    Massimiliano.

    • MARIO ha detto:

      Ma quanta deferenza verso un illustre sconosciuto, che con qualsiasi pretesto (questa volta quello di Salvini-Putin) istiga all’odio e alla divisione nella Chiesa !
      Chissà di quali segreti sarebbe poi il custode, visto che, con la loquacità che si ritrova, non sembra il tipo che li terrebbe per sè.
      Pace e bene.

      • MASSIMILIANO ha detto:

        Beh, che pretende caro signor Mario. Noi poveri “catto-fascisti” alla fine ci accontentiamo di poco… Ci basta qualcuno che dice una parola positiva su Salvini e ci spertichiamo in elogi di ogni risma nei confronti di chi l’ha pronunciata! Siamo fatti così, non se la prenda. Le consiglio di lasciarci perdere. E poi che fastidio potremmo mai dare a questa chiesa così lanciata verso un futuro radioso…! Saluti.
        Massimiliano.

  • MARIO ha detto:

    Reputo vergognoso che un vero cristiano proponga di eliminare o ridurre il sostegno economico alla Chiesa da parte dei credenti, indipendentemente se chi guida la Chiesa corrisponda o meno ai nostri desiderata.
    Non ritengo giusto che un vero cristiano possa consapevolmente decidere e contribuire a mettere in qualsiasi modo in difficoltà quella infinità di opere di bene (missionarie, caritative, assistenziali, ecc.) che, per grazia di Dio e per la buona volontà di persone oneste, operano instancabilmente in tutto il mondo.
    Pace e bene.

    • Mac ha detto:

      Quello che lei giustamente detesta è già avvenuto all’inizio del 2013:

      La Banca d’Italia ha bloccato tutti i pagamenti elettronici attraverso Pos e attraverso il circuito mondiale delle carte di credito nello Stato della Città del Vaticano.

      La brutta situazione si è risolta subito dopo le dimissioni di Benedetto XVI.

      Quindi i “cattivi” non li trova da queste parti ma altrove.

      Saluti..

      • MARIO ha detto:

        Se lei conviene con me che è “giusto detestare” la volontà da parte dei cristiani di far mancare il loro aiuto alla Chiesa, perchè con altri pretesti (Banca d’Italia o altri poteri estranei, con secondi fini) vuole giustificare l’ingiustificabile ?
        Pace e bene.

      • Anonimo verace ha detto:

        Mi sembra di ricordare che non furono bloccati solo i pagamenti tramite Bancomat e carte di credito ma anche tutte le transazioni dello IOR. Ora se la banca d ‘ Italia può bloccare i bancomat et similia non può certo bloccare le operazioni di una banca che non agisce sul territorio Italiano. All’epoca si diceva che il blocco delle operazioni fossr dovuto al sistema interbancario denominato switch e con sede in Lussemburgo

        • Mac ha detto:

          La cosa è complessa ma il “pretesto” tecnico è una autorizzazione negata da Bankitalia:
          Su Corriere economia del 3 Gennaio 2013 forse trova ancora una buona spiegazione di quanto stava accadendo.

          Saluti.

    • Lucis ha detto:

      Io invece ritengo doveroso non sosrenere una chiesa che non è più cattolica. La Chiesa poi non è una ONG. Opere di carità le posso sostenere in modo mirato aiutando chi conosco oersonalmente.

  • Gaetano2 ha detto:

    Fate attenzione a non confondere la Santa con gli impostori pervertiti che vi si sono insediati per distruggerla dall’interno.

  • Non Metuens Verbum ha detto:

    Io, da cattolico, non firmo più per l’8 per 1000, tuttavia le proposte sono sbagliate. Una cosa è essere ANTICLERICALI Cattolici per il bene della Chiesa, altra cosa è essere ANTICLERICALI RADICALI da strapazzo, che creano soltanto, gratuitamente, nuovi martiri non più della Croce, ma della Testa e Croce (=pecunia).

  • gabriele ha detto:

    Camillo Penso?

  • virro ha detto:

    Godiamoci il grande e bello discorso di PUTIN dell’11 luglio 2019
    Potessimo sentirlo da Bergoglio, Bassetti, Paglia…..

    buona lettura.

    • Bastian contrario ha detto:

      Gentilissimo dottor Tosatti, nella sua premessa al pezzo lei osa affermare che il caso Lega Russia si stia sgonfiando. Se così è per quanto riguarda la trappola dell’hotel, purtroppo non è cosi per quanto riguarda l’Unione europea. I telegiornali di stamane riportavano la notizia che la commissione europea ha in programma per l ‘autunno una indagine conoscitiva sui finanziamenti dei partiti sovranist: Salvini LePen ecc.In modo particolare l’indagine dovrebbe riguardare i finanziamenti dalla Russia e i rapporti con la Russia.

      • LucioR ha detto:

        Di cosa si meraviglia? Ieri il Giornale online titolava: «David Sassoli: “Ora commissione d’inchiesta su interferenze russe”». Bisogna considerare che fin dai tempi di Berlusconi al Governo le più feroci persecuzioni dell’Europa contro l’Italia sono nate tutte da suggerimenti dei politici sinistri italiani. Cosa che non ha prodotto solo danni al governante preso di mira, ma all’intera comunità nazionale. Io mi chiedo: ma il reato di tradimento esiste nei codici?

      • Valeria Fusetti ha detto:

        Gentile BASTIANCONTRARIO, non sono il dr Tosatti ma oso chiederle : e allora ? E lei osi chiedersi : come mai, per una cosa così urgente (se fosse vera) si rimanda all’ autunno ? Mi scusi se oso anch’ io, ma putacaso, non sarebbe stato scelto l’ autunno non per il fascino della stagione, ma per avere il tempo di fare un po’ di bricolage con supposte prove ? Ah, si, dimenticavo, anche per andare prima in ferie ! Belle, lunghe, meritate ferie di persone strapagate con le nostre tasse, comprese le tasse di chi, per una ragione o per l’ altra, ora ha perso il lavoro. Mi dica: per responsabilità, molto spesso, delle scelte a nostro danno di questi burocrati o perché gli attuali disoccupati sono tali perché distratti ? Così, se lei mi spiega lo posso dire a due amici che, alla “verde” età di 54 e 60 anni sono stati costretti a dichiarare fallimento, ed oltre a loro ci sono altre 7 famiglie che hanno perso tutto, od in parte, il loro reddito… che ne dice, li mettiamo tutti su un barcone ?

  • Alessandro Mirabelli ha detto:

    Standing ovation all’ennesima potenza per pezzo grosso. Grande, strepitoso, magnifico, inimitabile, vulcanico.

  • Anima smarrita ha detto:

    Un gruppo di senatori appartenenti a diversi partiti – fra i quali la Bonino; chissà se… qualcuno… si sarà sentito tradito… – ha firmato una mozione di revisione delle norme concordatarie, depositata in Senato il mese scorso, prima che sul governo (cui si rivolge l’invito) si abbattesse la “tempesta” in corso.
    Con essa si propone: di sostituire l’ora di religione con una di educazione civica; il ricalcolo dell’8×1000; la definizione dell’IMU sui beni immobili della Chiesa e di attivarsi in attuazione alla sentenza della Corte europea che impone il recupero dell’Ici non pagata dalla stessa Chiesa negli anni passati.
    Nella premessa si legge: «Tutti questi privilegi per la Chiesa Cattolica contrastano con la crescente secolarizzazione della società italiana dove i cattolici praticanti sono circa il 30% della popolazione, e scendono al di sotto di questa percentuale fra i giovani».
    Per ora anche questa – e sarebbe già qualcosa – resta sospesa, in attesa di tempi migliori…

    • EX EX ha detto:

      questa istanza- ricorso fu fatta a Bruxelles dal partito radicale nel 2005 contro l’Italia ,per aiuti di stato impropri alla chiesa cattolica., Nel 2010 Il governo Berlusconi ,-in specifico il ministro Tremonti , su suggerimento di Gotti Tedeschi -allora Presidente IOR, , elaborò una soluzione equa, soddisfacente e definitiva. . Questa fu di fatto congelata nel governo Monti nel 2011 , per motivi ancora inspiegati , Quando Bergoglio andò al potere , esaltò e fece esaltare , Pannella e Bonino . Si accettano offerte…

    • LucioR ha detto:

      Che alcune proposte di P. G. coincidano con quelle dei satanici dipende, ovviamente, dalle finalità delle due fonti: l’una provocatoria e l’altra concreta, di dar sèguito alla mozione (anche se hanno temporaneamente allentato la morsa dopo la scoperta da parte di Bergoglio che la Bonino è una «Grande Italiana», ed altre dello stesso tenore).

      Le pretese di quei signori si basano su presunti immeritevoli “privilegi” che lo Stato italiano concede alla Chiesa cattolica (pensiamo alla Chiesa di sempre, non a quella di questo travagliato periodo), quali l’esenzione dell’ICI/IMU (peraltro non su tutti gli edifici), l’8‰, ecc.
      Ciò è dovuto alla più crassa ignoranza della Storia o ancor peggio alla sua falsificazione. Ma basterebbe leggere la «Convenzione finanziaria» allegata ai PATTI LATERANENSI per rendersi conto che quei “privilegi” non sono altro che un miserrima parte degl’indennizzi dovuti alla Chiesa da parte dei ladroni piemontesi, che, da quanto risulta dalla detta Convenzione (la quale non dice tutto…), se la cavarono veramente a buon mercato.

      I Patti Lateranensi, con l’allegata Convenzione finanziaria, si possono leggere qui:

      http://www.vatican.va/roman_curia/secretariat_state/archivio/documents/rc_seg-st_19290211_patti-lateranensi_it.html#TRATTATO_FRA_LA_SANTA_SEDE_E_L%E2%80%99ITALIA

      Per quanto riguarda l’8‰, fu istituito con la Modifica del 1984 ai Patti Lateranensi (uno degli errori più gravi di Giovanni Paolo II) per sostituire l’assegno di “Congrua” che lo Stato italiano provvedeva agli ecclesiastici in seguito alla confisca degli enormi beni patrimoniali della Chiesa (nessun “privilegio” dunque, ma solo un miserabile obolo dovuto). Da notare che la Congrua era assegnata al Clero cattolico in quanto «L’Italia riconosce e riafferma il principio consacrato nell’articolo 1° dello Statuto del Regno 4 marzo 1848, pel quale la religione cattolica, apostolica e romana è la sola religione dello Stato» (Art. 1 del Trattato dei Patti Lateranensi). Dall’8‰, che avendo sostituito la Congrua dovrebbe essere valido solo per la Chiesa Cattolica, traggono vantaggio non solo anche lo Stato (che quindi dà – peraltro attraverso i contribuenti – e poi riprende), ma ogni altra confessione religiosa che ne faccia richiesta.

      • Anima smarrita ha detto:

        Non mi sembra il contesto ideale per distinguere fra “provocazione” e “concretezza”, né liquidare con un commento una complessa realtà storica e politica. Avevo letto l’Accordo e oggi leggo la cronaca, anche quella politica.
        Sarebbe auspicabile mantenere distinti i confini fra politica e religione, Stato e Chiesa, peraltro sanciti dalla Costituzione.
        Le regole si rispettano sempre, comunque e da parte di tutti.
        La Storia è Storia: importante conoscerla e non manipolarla.
        Lascerei ad altri, qualificati, un esame obiettivo e complesso della realtà odierna, inquadrandola nel contesto della Storia e del momento storico attuale., che impone anche l’analisi e la soluzione di problemi concreti, sulla base di interventi appropriati, nelle sedi appropriate, in risposta ad ogni sollecitazione che abbia un qualche fondamento, compresi i richiami dall’ Europa, che – quando e a chi fa comodo – viene richiamata ai propri doveri.
        Per concludere: ho semplicemente riportato qualcosa su cui chi di dovere – i politici – sono chiamati a riflettere e a dare risposte. Certo: ad ognuno la libertà di pensiero e di commento…

        • LucioR ha detto:

          Ma guardi, la mia non era una polemica nei suoi confronti, che non ne aveva neanche dato l’adito. Ho colto solo lo spunto – dalla coincidenza di alcune cose scritte da P.G. con i desiderata della Bonino & C. per svicolare un po’. Non capisco il suo risentimento.

          Per quanto riguarda il periodo ricordato, la sua storia non è complessa, è solo mistificata nella sua versione ufficiale che s’incomincia ad inoculare nelle giovani menti fin dai primi anni di scuola.

          Oggigiorno ci sono gli antidoti a questa mistificazione, ma occorre andare a cercarli. Per citare solo qualche opera (cartacea):

          – M. Viglione, “Libera Chiesa in libero Stato? – Il Risorgimento e i Cattolici: uno scontro epocale”, Città Nuova, Roma 2005 ;

          – G. Pappalardo, “Il mito di Garibaldi – Una religione civile per una nuova Italia”, Sugarco, Azzate 2010;

          – A. Socci, “La dittatura anticattolica – II caso don Bosco e l’altra faccia del Risorgimento”, Sugarco, Azzate 2005;

          – G. de’ Sivo, “La Tragicommedia – l’unificazione dell’Italia vista dalla parte del Sud”, Napoli 1996;

          – A. Pellicciari, “Risorgimento da riscrivere – Liberali e Massoni contro la Chiesa”, Edizioni Ares, Città di Castello 2009;

          P. Keyes O’Clery, “La Rivoluzione italiana – Come fu fatta l’unità della Nazione.”

          – G. Savarese, “Le finanze napoletane e le finanze piemontesi dal 1818 al 1860”, Controcorrente, Morcone 2003.

          Ce ne sono altre decine di opere che smascherano le falsità che impregnano la Vulgata nazionale. Basta spendere un po’ di soldi, si avranno enormi benefici.

          Abbiamo notato che le case editrici di questi scritti non Sono Mondadori, Einaudi, Feltrinelli ed altri grandi dell’editoria nazionale? Significherà qualcosa?

          • LucioR ha detto:

            Per il libro di P. Keyes O’Clery, interessantissimo anche perché le vicende descritte sono state viste da un occhio “esterno”, ma coinvolto in quelle vicende (è più cronaca quindi, che storia), l’editore è: Edizioni Ares, Milano 2000

  • LucioR ha detto:

    «Seguendo il modello Enrico VIII, espropri, con il consenso del Papa che vuole una chiesa povera, i beni immobili della Chiesa»

    Non è necessario risalire al modello di Enrico VIII, basta seguire quello di Camillo Benso. Proprio lui, il Conte di Cavour (e a quel tempo la Chiesa era fedele a Cristo…).

  • EX EX ha detto:

    ATTENZIONE AD UN QUARTO PUNTO CHE POTREBBE RIVELARSI UNA SORPRESA . IL CONVEGNO DI ASSISI DI MARZO DEL 2020 E’ STATO DETTATO DAGLI AMICHETTO DI SANCHEZ SORONDO – SOPRATTUTTO DA JEFFREY SACHS – SARA’ LA FINE DELLA DOTTRINA SOCIALE DELLA CHIESA , SARA’ LA FINE DELLA PASTORALE SOCIALE , SARA’ LA NEGAZIONE DI CARITAS IN VERITATE. SARA’ L’ELABORAZIONE DI UNA CHIESA SENZA DIO , FATTA DA QUATTRO PSEUDOECONOMISTI DISOCCUPATI CHE HAN TROVATO LAVORO IN VATICANO.

  • TITO ha detto:

    E’ INDISPENSABILE FARE AVERE QUESTO COMMENTO DI PEZZO GROSSO A SALVINI, QUALCUNO SAPREBBE FARLO ?

  • virro ha detto:

    Grande Pezzo Grossissimo.
    Usa, nella compagna elettorale del 2016, la sig.ra clinton, gridò a gran voce, in un suo comizio elettorale: basta con questi limiti della morale!!!!, anche lei fece i conti “senza l’oste”.
    Salvini che continui ad invocare i Patroni d’Italia e d’Europa e tutti insieme, con la nostra preghiera, faremo un “ponte ” tra Terra e Cielo.
    E il ponte è il mezzo per vivere la vera Chiesa di Cristo e non la ” falsa chiesa” umana impostaci dai programmi del nuovo ordine mondiale
    SIGNORE DACCI UN VERO PAPA
    SIGNORE TU SOLO SEI LA VERITA’
    SIGNORE CONFERMA I TUOI SERVI NELLA VERITA’

  • Adriana ha detto:

    Il colpo gobbo lo hanno fatto a Strache . I ” dilettanti ” mancano di fantasia e tendono a ripetersi . Speriamo invano . Gli immobili dovrebbero pagare l’IMU mai pagato . Lo chiede l’Europa 🙂 !!!
    P.S. Gli avvisi della Vergine miravano giusto . E’ dall'” interno ” che
    viene distrutta la famiglia , ( non bastava Bibbiano -punta di un iceberg -) .http://www.lanuovabq.it/it/asso-paglia-tutto-e-san-giovanni
    Ma la chiesa è già uscita .

  • Corrado Bassanese ha detto:

    i tre punti/consigli:
    semplicemente strepitosi

  • sherlock ha detto:

    STUPEFACENTE ! effettivamente con le tre mosso citate Salvini può persino riuscire a cambiare questa chiesa laicizzata e laicista e permettere un nuovo conclave , e salvare il mondo intero. Molto interessate caro Tosatti.