NUOVE GRAVI RIVELAZIONI DI VIGANÒ SUI VERTICI DEL VATICANO.

4 Luglio 2019 Pubblicato da 113 Commenti --

 

Marco Tosatti

Cari amici e nemici di Stilum Curiae, l’arcivescovo Carlo Maria Viganò ha reso pubbliche nuove, gravissime rivelazioni che riguardano i vertici del Vaticano e la gestione degli abusi. Sono state pubblicate oggi da LifeSiteNews. In realtà queste dichiarazioni facevano parte dell’intervista che l’ex Nunzio ha concesso qualche tempo fa al Washington Post; ma non erano state pubblicate, in quanto il giornale si era preso del tempo per approfondire l’inchiesta. Per questo motivo Stilum Curiae, pur essendone in possesso, aveva deciso di non pubblicarle fino a quando il quotidiano americano avesse deciso di scrivere un seguito alla prima parte dell’intervista. Questa clausola autoimposta viene meno ora. Vogliamo aggiungere che diversi mesi orsono abbiamo cercato di contattare una persona che è sicuramente informata dei fatti, Gastòn Guisandes Lopez, un collega di Maracaibo, senza fortuna. Ci riproveremo…Ma ci sembra che la Santa Sede non possa trincerarsi dietro l’usuale silenzio, e debba fornire invece chiarimenti credibili e documentati.

Ο

Ecco che cosa dice mons. Viganò:

I segni che vedo sono davvero inquietanti. Non solo papa Francesco non fa quasi nulla per punire chi ha commesso abusi, non fa assolutamente nulla per denunciare e assicurare alla giustizia coloro che hanno, per decenni, facilitato e nascosto i violentatori. Solo per citare un esempio: il cardinale Wuerl, che ha coperto gli abusi di McCarrick e altri per decenni, e le cui menzogne ripetute e sfacciate sono state rese chiare a tutti coloro che hanno prestato attenzione, ha dovuto dimettersi disonorevolmente a causa dell’indignazione popolare. Eppure, accettando le sue dimissioni, papa Francesco lo ha elogiato per la sua “nobiltà”. Quale credibilità può avere il papa dopo questo tipo di dichiarazioni?

Ma un simile comportamento non è affatto il peggiore. Tornando al vertice e concentrandosi sull’abuso di minori, desidero ora sottoporre alla vostra attenzione due casi recenti e veramente orribili riguardanti le accuse di reati contro minori durante il regno di papa Francesco. Il papa e molti prelati in Curia sono ben consapevoli di queste accuse, ma in nessun caso è stata consentita un’indagine aperta e approfondita. Un osservatore obiettivo non può fare a meno di sospettare che azioni orribili vengano nascoste.

1 – Si dice che il primo sia accaduto all’interno delle stesse mura del Vaticano, al Pius X pre-seminario, che si trova a pochi passi dalla Domus Sanctae Marthae, dove vive papa Francesco. Quel seminario forma i minori che servono come chierichetti nella Basilica di San Pietro e nelle cerimonie papali.

Uno dei seminaristi, Kamil Jarzembowski, un compagno di stanza di una delle vittime, afferma di aver assistito a dozzine di episodi di aggressione sessuale. Insieme ad altri due seminaristi, ha denunciato l’aggressore, prima di persona ai suoi superiori pre-seminario, poi per iscritto ai cardinali, e infine nel 2014, sempre per iscritto, a papa Francesco stesso. Una delle vittime era un ragazzo, presumibilmente abusato per cinque anni consecutivi, a partire dall’età di 13 anni. Il presunto aggressore era un seminarista di 21 anni.

Quel pre-seminario è sotto la responsabilità della diocesi di Como ed è gestito dall’Associazione Don Folci. Un’indagine preliminare fu affidata al vicario giudiziario di Como, don Andrea Stabellini, che trovò elementi di prova che giustificavano ulteriori indagini. Ho ricevuto informazioni di prima mano che indicavano che i suoi superiori hanno proibito che continuasse le indagini. Egli stesso può testimoniare per se stesso, e esorto ad andare a intervistarlo. Prego che troverà il coraggio di condividere con voi ciò che ha così coraggiosamente condiviso con me.

Insieme a quanto sopra, ho appreso come le autorità della Santa Sede si sono occupate di questo caso. Dopo che le prove furono raccolte da don Stabellini, il caso fu immediatamente nascosto dall’allora vescovo di Como, Diego Coletti, insieme al cardinale Angelo Comastri, vicario generale di papa Francesco per la Città del Vaticano. Inoltre, il cardinale Coccopalmerio, allora presidente del Pontificio Consiglio per i testi legislativi, che è stato consultato da don Stabellini, lo ha fortemente ammonito di interrompere le indagini.

Potreste chiedervi come è stato chiuso questo caso orribile. Il vescovo di Como rimosse don Stabellini dalla carica di vicario giudiziario; l’informatore, il seminarista Kamil Jarzembowski, fu espulso dal seminario; i due compagni seminaristi che si erano uniti a lui nella denuncia lasciarono il seminario; e il presunto violentatore è stato ordinato sacerdote nel luglio 2017. Tutto questo è accaduto all’interno delle mura vaticane, e non ne è uscita una parola durante il summit.

Il summit è stato quindi terribilmente deludente, perché è ipocrisia condannare gli abusi contro i minori e fingere di simpatizzare con le vittime rifiutandosi di affrontare onestamente i fatti. Una rivitalizzazione spirituale del clero è più urgente, ma alla fine sarà inefficace se non c’è la volontà di affrontare il problema reale.

 

2 – Il secondo caso riguarda l’arcivescovo Edgar Peña Parra, che papa Francesco ha scelto come nuovo Sostituto presso la Segreteria di Stato, rendendolo la terza persona più potente nella curia. In tal modo, il Papa ha sostanzialmente ignorato un terrificante dossier inviato da un gruppo di fedeli di Maracaibo, dal titolo “Quién es verdaderamente Monseñor Edgar Robinson Peña Parra, Nuevo Sustituto de la Secretarîa de Estado del Vaticano?”. Il dossier è firmato da Dr. Enrique W. Lagunillas Machado, nel nome del “Grupo de Laicos de la Arquidiócesis de Maracaibo por una Iglesia y un Clero según el Corazón de Cristo.” Questi fedeli accusano Peña Parra di terribile immoralità, descrivendo in dettaglio i suoi presunti crimini . Questo potrebbe anche essere uno scandalo che supera quello di McCarrick, e non deve essere permesso che sia coperto dal silenzio.

Alcuni fatti sono già stati pubblicati sui media, in particolare sul settimanale italiano l’Espresso. Aggiungerò ora i fatti noti in Segreteria di Stato in Vaticano dal 2002, che ho appreso quando ho servito come delegato per le Rappresentanze Pontificie.

 

 Nel gennaio 2000, il giornalista di Maracaibo, Gastón Guisandes López, ha presentato gravi accuse contro alcuni sacerdoti della diocesi di Maracaibo, tra cui mons. Peña Parra, che comprendevano l’abuso sessuale di minori e altre attività potenzialmente criminali.

 Nel 2001, Gastón Guisandes López ha chiesto due volte di essere ricevuto dal nunzio apostolico (l’ambasciatore del papa) in Venezuela, l’arcivescovo André Dupuy, per discutere di queste questioni, ma l’arcivescovo ha inspiegabilmente rifiutato di accoglierlo. Tuttavia, fece  un rapporto alla Segreteria di Stato raccontando che il giornalista aveva accusato mons. Peña Parra di due crimini molto gravi, descrivendo le circostanze.

–  In primo luogo, Edgar Peña Parra fu accusata di aver sedotto, il 24 settembre 1990, due seminaristi minori della parrocchia di San Pablo, che dovevano entrare nel  Seminario Maggiore di Maracaibo quello stesso anno. Si dice che l’evento abbia avuto luogo nella chiesa di Nuestra Señora del Rosario, dove il reverendo José Severeyn era parroco. Il Rev. Severeyn fu poi rimosso dalla parrocchia dall’allora arcivescovo mons. Roa Pérez. Il caso è stato denunciato alla polizia dai genitori dei due giovani ed è stato trattato dall’allora direttore del seminario maggiore, Rev. Enrique Pérez, e dal direttore spirituale allora, Rev. Emilio Melchor. Il Rev. Pérez, interrogato dalla Segreteria di Stato, confermò per iscritto l’episodio del 24 settembre 1990. Ho visto questi documenti con i miei occhi.

– In secondo luogo, Edgar Peña Parra è stato presumibilmente coinvolto, insieme a……….., nella morte di due persone, un medico e un certo Jairo Pérez, avvenute nell’agosto del 1992, sull’isola di San Carlos nel lago di Maracaibo. Sono stati uccisi da una scarica elettrica e non è chiaro se le morti siano state o meno accidentali. Questa stessa accusa è contenuta anche nel suddetto dossier inviato da un gruppo di laici di Maracaibo, con il dettaglio aggiuntivo che i due cadaveri sono stati trovati nudi, con la prova di macabri rapporti omosessuali lascivi. Queste accuse sono, a dir poco, estremamente gravi.

Tuttavia, non solo Peña Parra non è stato costretto a farvi fronte, ma gli è stato concesso di continuare nel servizio diplomatico della Santa Sede.

Queste due accuse sono state segnalate alla Segreteria di Stato nel 2002 dall’allora nunzio apostolico in Venezuela, l’arcivescovo André Dupuy. La documentazione pertinente, se non è stata distrutta, può essere trovata sia negli archivi del personale diplomatico della Segreteria di Stato dove ho ricoperto la carica di Delegato per le Rappresentanze Pontificie, sia negli archivi della nunziatura apostolica in Venezuela, dove i seguenti arcivescovi hanno prestato servizio come nunzi: Giacinto Berloco, dal 2005 al 2009; Pietro Parolin, dal 2009 al 2013; e Aldo Giordano, dal 2013 ad oggi. Avevano tutti accesso ai documenti che riportavano queste accuse contro il futuro Sostituto, così come i cardinali segretari di Stato Sodano, Bertone e Parolin e i sostituti Sandri, Filoni e Becciu.

 Particolarmente grave è il comportamento del cardinale Parolin che, come Segretario di Stato, non si è opposto alla recente nomina di Peña Parra come sostituto, rendendolo il suo più stretto collaboratore. Ancor di più: anni prima, nel gennaio 2011, come nunzio apostolico a Caracas, Parolin non si è opposto alla nomina di Peña Parra come arcivescovo e nunzio apostolico in Pakistan. Prima di incarichi così importanti, viene fatto un rigoroso processo informativo per verificare l’idoneità del candidato; quindi le accuse di cui sopra sono state sicuramente portate all’attenzione del cardinale Parolin.

Inoltre, il cardinale Parolin conosce i nomi di alcuni sacerdoti della Curia che sono sessualmente non casti, violando la legge di Dio che si sono impegnati solennemente a insegnare e praticare, e continua a guardare dall’altra parte.

Se le responsabilità del cardinale Parolin sono gravi, tanto più quelle di papa Francesco per aver scelto per una posizione estremamente importante nella Chiesa un uomo accusato di crimini così gravi, senza prima insistere su un’indagine aperta e approfondita. C’è ancora un aspetto scandaloso di questa storia orribile. Peña Parra è strettamente connesso con l’Honduras, e più precisamente con il cardinale Maradiaga e il vescovo Juan José Pineda. Tra il 2003 e il 2007, Peña Parra ha servito nella nunziatura a Tegucigalpa, e mentre era lì era  molto vicino a Juan José Pineda, che nel 2005 è stato ordinato vescovo ausiliare di Tegucigalpa, diventando il braccio destro del cardinale Maradiaga. Juan José Pineda si è dimesso dal suo incarico di vescovo ausiliare nel luglio 2018, senza che fosse data alcuna spiegazione ai fedeli di Tegucicalpa. Papa Francesco non ha reso noti i risultati del rapporto che il Visitatore Apostolico, il vescovo argentino Alcides Casaretto, ha consegnato direttamente, e solo a lui, più di un anno fa. Come si può interpretare la decisa decisione di papa Francesco di non parlare o rispondere a qualsiasi domanda su questo argomento se non come copertura dei fatti e protezione di una rete omosessuale? Tali decisioni rivelano una verità terribile: piuttosto che permettere indagini aperte e serie su coloro che sono accusati di gravi offese contro la Chiesa, il papa sta permettendo alla Chiesa stessa di soffrire.

Tornando alla vostre domanda. Mi chiedi se vedo qualche segno che il Vaticano, sotto papa Francesco, stia prendendo i giusti provvedimenti per affrontare i gravi problemi di abuso. La mia risposta è semplice: lo stesso papa Francis sta coprendo gli abusi proprio ora, come ha fatto per McCarrick. Lo dico con grande dispiacere. Quando il re David pronunciò il ricco avido nella parabola di Nathan, degna di morte, il profeta gli disse senza mezzi termini, “Tu sei l’uomo” (2 Sam 12: 1-7). Speravo che la mia testimonianza potesse essere ricevuta come quella di Nathan, ma fu invece ricevuta come quella di Micaia (1 Re 22: 15-27). Prego che questo cambi.





Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa” fino a quando non fu troppo molesto.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina


 LIBRI DI MARCO TOSATTI

Se siete interessati a un libro, cliccate sul titolo….


Viganò e il Papa


FATIMA, IL SEGRETO NON SVELATO E IL FUTURO DELLA CHIESA

  SANTI INDEMONIATI: CASI STRAORDINARI DI POSSESSIONE

  PADRE PIO CONTRO SATANA. LA BATTAGLIA FINALE

  Padre Pío contra Satanás

La vera storia del Mussa Dagh

Mussa Dagh. Gli eroi traditi

Padre Amorth. Memorie di un esorcista.

Inchiesta sul demonio.

Tag: , , ,

Categoria:

Questo articolo è stato scritto da wp_7512482

113 commenti

  • martina ha detto:

    ‘Quando il re David pronunciò il ricco avido nella parabola di Nathan, degna di morte, il profeta gli disse senza mezzi termini’…… In questa frase non manca qualcosa? C’è stato un errore di trascrizione? Comunque se ne capisce il senso.

  • martina ha detto:

    ‘Quando il re David pronunciò il ricco avido nella parabola di Nathan, degna di morte, il profeta gli disse senza mezzi termini’…… In questa frase non manca qualcosa? C’è stato un errore di trascrizione?

  • Eloisa ha detto:

    “Sappiamo dove abbonda quella mercanzia.”
    Dove abbonda, simpatico Tosatti? Mi spieghi, se può, perché questo signore si nasconde e ogni tanto sente la necessità di lanciare pietre, tuoni e fulmini contro il Papa brutto, sporco e cattivo.
    A cosa mira? Quale sarebbe il suo intento? E da chi viene manovrato?
    Se spera, come tanti altri sperano, che il Papa si dimetta, sta facendo un bel buco nell’acqua.
    Penso che papa Francesco potrebbe dimettersi, sulla scia di Ratzinger, solo se dovesse stare molto male in salute.

    • wp_7512482 ha detto:

      Glielo spiego, perché forse non ha fatto il Classico e neanche le medie. In ore stultorum risus abundat, sulla bocca degli stolti, simpaticissima Eloisa. Questo signore vede la merda in cui galleggia la Chiesa, e, dal momento che ha una coscienza, a differenza di molti altri, e pensa che presto dovrà rendere conto a Qualcuno che non è Coccopalmerio, dice tutto quello che sa per cercare di evitare che la Chiesa smetta di galleggiare. Chiaro? O vuole un disegno molto semplice?

  • Il veritiero ha detto:

    Viganò vero pontefice morale di questa chiesa !!! Unico onesto e unico che merita di stare seduto sul trono di Pietro!!!
    Vogliamo Viganò pontefice romano !!!
    Mandate via il bugiardo ingannatore argentino !!!
    Bergoglio….per chi lo conosce soprannominato anche ” er cazzaro “

  • Catholicus ha detto:

    Guardando la foto, vedo il volto di una persona onesta e coraggiosa, di un veri cristiano, cattolico, tratti che non ho mai riscontrato in alcuna immagine di Bergoglio, che non ritengo assolutamente Vicario di Cristo. Sarà un capo, imposto, un dittatore inflessibile e dispotico, ma per me non è né cattolico né cristiano. In campo religioso non gli attribuisco nessuna autorità, concordando con Padre ia, Patriarca dei cattolici bizantini, che lo ha scomunicato.

    • Eloisa ha detto:

      Per carità di Dio, a lei piace la faccia di Viganò ?!
      Le hanno mai detto che l’apparenza inganna?
      Guardi l’espressione che ha nella foto sottostante. Le piace anche quella ?

      • wp_7512482 ha detto:

        Ma dai Eloisa! Sono i fatti che contano! Ma si vuole rendere conto che fino ad ora – dieci e passa mesi – papa Bergoglio e compagnia cantante non hanno dato UNA risposta a tutte le denunce e accuse fatte da Viganò? UNA che è UNA? Stiamo ancora aspettando la famosa inchiesta sui documenti relativi a McCarrick in Vaticano…annunciata a ottobre, e siamo a luglio! E lei mi parla di espressioni! Si rende conto del perché poi la prendono in giro?

        • Eloisa ha detto:

          Lei, Tosatti, non ha capito che a Viganò non crede nessuno tranne lei. Solo lei parla delle viganate, e sinceramente mi fa specie che un uomo intelligente possa dargli retta. A me viene perfino da ridere, pensi un po’.

    • Eloisa ha detto:

      Si può essere davvero tanto ingenui ?

  • Ettore campi ha detto:

    ViIvano non è monsignore è un emerito signore che trova in questo modo risposte al suo fallimentio

  • ettore barbieri ha detto:

    Caro Dottor Tosatti, vedo che più d’uno ha risposto al mio commento, affermando che il restare in seminario, nonostante gli abusi subiti e che si sarebbero ancora potuti subire era dovuto al desiderio di arrivare comunque all’ordinazione sacerdotale. In poche parole “un prezzo da pagare”. E’ lo stesso ragionamento di Asia Argento. Allora pongo nuovamente la mia domanda scomoda: dov’è l’abuso? Si tratta, piuttosto, di un’induzione alla prostituzione e di una prostituzione dall’altra parte. Ciò significa che se è gravissimo il comportamento di chiede una prestazione sessuale, dietro minaccia di dimissione, lo è altrettanto quello di chi “ci sta”, pur di arrivare alla meta. Da quando, infatti, il fine giustifica i mezzi? Da quando si può pensare che sia gradito al Signore sottostare ad atti sessuali pur di ricevere l’ordinazione sacerdotale? Il primo dovere di un credente è evitare il peccato mortale assolutamente certo, non quello di raggiungere un obbiettivo sul quale vi può essere al massimo una certezza morale e che comunque non giustifica la tolleranza di mezzi cattivi.

  • Il veritiero ha detto:

    Comunque…. Non appena si parla di Viganò, gli influencer di santa Marta escono allo scoperto 😂😂 gente che stranamente senza un motivo preciso, incomincia a difendere “l’indifendibile” e inizia a entrare in conflitto ideologico con chi accusa bergoglio.
    Ho notato che però il loro preciso compito è difendere bergoglio, non è “difendere la chiesa o l’onorabilità della chiesa” è solo ed esclusivamente difendere bergoglio, gettando fango sui santi ” quelli veri…” non quelli fatti canonizzare per motivi di consendo… quelli xhe i miracoli dopo morti li hanno fatti davvero, non quelli che li hanno costruiti per far ” credere” che li hanno fatti, e con tutti i modi possibili.
    Sappiate una cosa, tutti voi che parlate male di Giovanni Paolo II, sappiate che durante gli esorcismi quando viene chiesta la liberazione per l’intercessione e nel nome di Giovanni Paolo II, gli esorcismismi vanno a buon fine, e in più ha fatto diversi miracoli e ancora compie miracoli dopo la morte. Voi che difendete Bergoglio gettando fango su Giovanni Paolo II, renderete conto a Dio delle cose brutte che dite su di lui. Pentitevi e convertitevi!!

    • Tantovalagattallardo ha detto:

      Ma guardi che qui non si parla male di Giovanni Paolo II che e’ stato il più grande ma ha avuto verosimilmente dei Giuda alle sue spalle. Oppure e’ stato colpevole (nessuno e’ santo in vita) di credere che fosse il vecchio metodo sovietico della calunnia contro un “probabilmente falso” crosteros ecc. ecc.
      Si parla male dell’accanimento a senso unico.
      Inoltre alcuni abusati, sul letto di morte, han pregato per quest’ anima: lo hanno perdonato.
      Si tratta solo che se san Vigano’ e voi santi tutti volete cercare le miserie, invece della pagliuzza divertitevi CON I TRAVI, senno’ si vede la vostra malafede.

      https://youtu.be/VdePHukr9kk

      • Adriana ha detto:

        Perdoni , ma dal suo scritto non si capisce chi ha perdonato chi .
        L’insieme del suo discorso – alquanto nebuloso – sembra teso a dipingere la Chiesa come una baracca maleodorante e putrida .
        Ma non tutta la chiesa , bensì quella che olezzerebbe di fascismo .
        Si salverebbe dunque quella che olezza di progressismo ? Mah !?
        Bergoglio , mi pare , era molto ” destro ” coi dittatori .
        Potrebbe spiegarsi meglio ?
        Ringrazio il cielo che la santità proclamata non è un dogma .

        • Tantovalagattallardo ha detto:

          Il legionario Amenabar sembra lo perdono’? al momento della morte.
          Esistono anche articoli della stampa, se volete li posto , in cui dicono che i gesuiti e Bergoglio furono nemici di Maciel. E lo rileva un alto prelato con nome e cognome. Dobbiamo continuare a distruggere o ci fermiamo qui? Continuiamo…

          https://www.repubblica.it/venerdi/2014/12/27/news/legionari_di_cristo_l_ultimo_segreto-131113220/

        • Tantovalagattallardo ha detto:

          Ma abbia pazienza, se la santita’ proclamata non e’ dogma non lo so , ma i santi HANNO PECCATO. Son passati 2000 anni…..io non penso fosse una prostituta ma un indemoniata, Gesu’ apparve alla Maddalena ! San Francesco non era un gaudente che si pentì? Cosa doveva fare ancora papa Wojtila?Ho usato il termine colpa e non dolo.in Polonia , i comunisti dicevano che i preti erano pedofil8. per svreditarli. Io parlo male di Wojtila perché penso che e’ nella beatitudine di Dio e “se ne frega”. In realtà lo amo! Anche se c e un paradosso in Wojtila: non ci salviamo da noi ma Gesu’ salva. Mentre si lasciava inchiodare non era lucido. Marche il caso Maciel sia colpa sua non credo. Gli psicopatici sono ingannatori per eccellenza. E non solo lui fu ingannato.

          • Il veritiero ha detto:

            La Bibbia dice ” l’uomo giusto pecca 7 volte al giorno ” E molti santi si confessavano tutti i giorni, San Filippo Neri ad esempio si confessava tutti i giorni, alcuni santi addirittura si confessavano anche 2 volte con 1 giorno ( un santo cosa avrà mai da confessare? Eppure si confessavano più di noi ) tutto questo per dire che essere santi non vuol dire essere perfetti, solo Dio è perfetto, solo Dio non sbaglia mai.
            Prendiamo come esempio il santo profeta Davide, oppure Salomone, oppure lo stesso Pietro, tutto erano meno che perfetti. Tanto per far capire il mio ragionamento. È ora i ” SEGUACI DELLA SETTA NEO/PROTESTANTE BERGOGLIANA SONO ARRIVATI A TIRARE SECCHIATE DI FANGO ANCHE SUI SANTI, PER SEMBRARE PIU PULITI LORO”

          • Tantovalagattallardo ha detto:

            Le do’ ragione. Davide era adultero e assassino. E’ Dio che vede il cuore dell’ uomo. E poi se fossimo salvi senza Cristo, in virtu’ dei 10 comandamenti, a cosa e’ dovuto il suo sacreficio? Poteva risparmiarselo?

            Ricordo un grande teologo ebreo che disse: il messia verra’ quando TUTTI gli ebrei saranno capaci di osservare COMPIUTAMENTE un sabato. E aggiungeva: se fosse così , non verra’ mai!

            Ma lui era un cristiano. Nessuno si salva senza Cristo. Solo per i suoi meriti.
            Penso che la questione sia molto importante e si lega pure all attesa del ritorno del Messia, della redenzione e del peccato originale. Non siamo perfetti. Siamo semmai resi perfetti dal sangue di Cristo ecc. ecc.

  • Nicola B. ha detto:

    Una piccola testimonianza che da’ speranza per la Chiesa. Sono stato in Duomo a Milano giovedì ed ho visto un gruppo(6) di giovani sacerdoti ( dai 18 anni in su )dell’Est Europa guidato da un sacerdote più ” vecchio ” di loro ( avrà avuto massimo 35 anni , non di più) alto come un giocatore di pallacanestro americano…Gli ho parlato in inglese ma….parlava benissimo in italiano…Ho detto che era bellissimo vederli perché davano una grande testimonianza e perché ci consolavano visto lo sfacelo delle vocazioni in Europa occidentale. E lui mi ha detto ( erano polacchi…) che erano infatti da noi per dare testimonianza..Mi ha ringraziato per questo….In un secondo tempo ho parlato nuovamente con il capogruppo dicendogli della resa della nostra Chiesa Cattolica italiana al mondo ed a braccetto con i partiti di sinistra ed il relativo silenzio delle Alte Sfere Vaticane in occasione della approvazione di leggi contro la morale, dei Gay Pride, ma Alte Sfere sempre pronte a parlare per chiedere di importare clandestini in Italia… Ho concluso dicendogli DATECI UN ALTRO WOJTYLA…Mi ha ringraziato dicendomi ” grazie per la sua parola” . Probabilmente erano cose che già sapeva , ma per me era opportuno che glie le dicesse anche un fedele italiano di persona perché riferisse poi in Polonia. No , la Chiesa Cattolica NON è persa. Lo è SOLO quella Occidentale compresa quella americana tranne diverse eccezioni in positivo. Il resto della Chiesa Cattolica nel mondo, tranne in alcune aree del Sud America e del Centro America , è ancora ” integro” nella dottrina e nel comportamento personale dei Pastori. No è la Chiesa d’ Occidente che è caduta non la Chiesa nel resto del mondo, quindi c’è speranza….

  • Tantovalagattallardo ha detto:

    Al dottor Tosatti non sono piaciute alcune domande che ponevo a Mons Vigano’. Io capisco che lui sia per la tolleranza zero, per questo volevo suggerirgli di indagare sui cardinali Bertone, SODANO, sull ex delfino di Bertone, Sul perché non venne spretato il fondatore di una congregazione (che cerco’ di corrompere il prefetto Ratzinger). Mi sa che si perde gli scandali GROSSI. Non dimentichiamo che c e un santo canonizzato di mezzo.

    • Il veritiero ha detto:

      A me hanno sempre insegnato una cosa, sin da piccino, mi hanno sempre insegnato a non guardare gli esempi dagli altri. Mi spiego meglio. SE IO SONO UN LADRO E VENGO BECCATO , PER GIUSTIFICARMI, NON DEVO INDICARE QUALCUNO CHE È PIU LADRO DI ME PER CERCARE DI SEMBRARE MENO LADRO IO, ANCHE SE INDICO UN ALTRO LADRO, MAGARI ANCHE PEGGIORE DI ME, IO SEMPRE UN LADRO RESTO.
      Anche se si inizi a a indicare le magagne e le colpe di 1000 altre persone, bergoglio sempre un bugiardo resta, è resta sempre uno che i pedofili li promuove invece di cacciarli, è resta sempre uno che continua a proteggere persone incriminate pesantemente invece di rimuoverle o di sospendere un attimino. Potete indicare altre 1000 persone, ma bergoglio resta quello che resta, e la cosa è preoccupante, in quanto in carica ora ce lui , poi se vogliamo parlare delle colpe dei papi di 100 anni fa’, possiamo anche farlo, ma ora c’è lui. Ed è a lui che è stata chiesta chiarezza e giustizia, è inve ce ha dato menzogne e inganni

  • Tantovalagattallardo ha detto:

    Io vorrei sapere una cosa da Mons. Vigano’. Perche’ omette su certi personaggi importanti in Vaticano, che pure io conosco le vicende
    1) antipatia verso papa Francesco?
    2) volonta’ di difendere i vecchi pontefici (tra cui almeno uno canonizzato)?
    3) paura di Ritorsioni peggiori di quelli che si sono gia’ avute sulla sua persona (ad es. Il cattolico Bisignani)

    Fa pure ridere dare piste, a lui.
    1) il cardinal Sodano lo conosce?
    2) il cardinal Bertone lo conosce?
    3) conosce l ex delfino del cardinal Bertone….?
    Varie ed eventuali

    • wp_7512482 ha detto:

      Se legge la primissima testimonianza ci trova tutti i nomi che lei fa.

      • Tantovalagattallardo ha detto:

        Non ricordo che venga citato il fondatore della congregazione ne che venga rimproverato a papa Ratzinger

        1) non averlo fermato quando era al santo uffizio
        2)non averlo spretato da papa (e qui potrei pure apprezzare la sua misericordia)

        Comunque sul caso e’ scesa una provvidenziale cappa. Anche se sicuramente e’ stato il punto piu’ basso, dai dati in possesso, della chiesa post conciliare (ironia della sorte si trattava di un clerico fascista che non disdegnava il saluto romano almeno negli anni 50. La sua ascesa fu vertiginosa. Era sicuramente uno psicopatico una persona drogata e non normale. Ma aveva il record di vocazioni, pure oggi.

        Devo dire che e’ scesa questa cappa sui figli (che forse avrebbe violentato), sugli abusati,su tutte le cose canonicamente scorrette compiute che lo fecero scomunicare da solo.

        Ricordo il giorno delle dimissioni di Ratzinger. Tra i primi a stringergli la mano c era l amico cardinale del fondatore. Vigano’ non aveva ancora parlato e su questo tasto non parlera’ mai.

        Comunque stupisce anche il silenzio delle vittime. Son stati elargiti tanti soldi, ma di solito i soldi non bastano.

        • Tantovalagattallardo ha detto:

          Se mi permette vi svelo io….e estendo lo scandalo visto che vi sta tanto a cuore la chiesa. Dott Tosatti per lei Wojtila e’ santo? Per me si, ma con i miei criteri non con quelli che a volte si applicano a papa Francesco.

        • Alda ha detto:

          Ma perché dar retta a Piazza pulita? Sono trasmissioni, come anche le Iene, che non vedono l’ora di mettere in cattiva luce la cristianità…. Mi ricordo di una partecipazione di Chiara Amirante a Piazzapulita, dove Formigli non l’ha quasi lasciata parlare e ridicolizzando il suo operato…

  • Anima smarrita ha detto:

    L’amara considerazione iniziale di mons. Viganò è la stessa manifestata dalle vittime di abusi sessuali che avevano riposto ogni speranza nelle promesse di Francesco e nel summit dei presidenti di tutte le conferenze episcopali di fine febbraio. Alla fine della fiera, non è rimasto loro altro che esternare profonda delusione con l’intenzione di non mollare, ricorrendo alla giustizia civile e reiterando, col supporto e attraverso le loro Associazioni, la richiesta di punizioni esemplari per i preti pedofili e i vescovi insabbiatori.
    Ma: in risposta all’ accusa di non aver “fatto nulla” mossa dalle organizzazioni anti-abusi, parlando alle Superiori generali il 10 maggio scorso, il papa ha ribadito di aver «detto che se avessimo impiccato cento preti abusatori in Piazza San Pietro sarebbero stati tutti contenti, ma il problema non si sarebbe risolto. I problemi nella vita si risolvono con i processi, non occupando spazi». Non arrivo ad immaginare quali siano gli spazi cui si riferisce… Purché poi i processi (quali? quanti sono stati avviati?) si concludano con l’affermazione della giustizia, una buona volta. Finora si è assistito anche a mancate partecipazioni ai processi di convocati in veste di testimoni in virtù dell’immunità e richieste di rinunce a tale privilegio rimaste lettera morta.
    Le circostanziate rivelazioni di mons. Viganò non fanno altro che illustrare uno squallore, peraltro già fin troppo evidente e, prevedibilmente, non gli risparmieranno altro fango. Non si intravedono all’orizzonte segnali di inversione di tendenza. Troppa polvere si è nascosta sotto il tappeto che folate di vento impetuoso hanno già sollevato, ma al di là dei millantati impegni di tolleranza zero, declinati ad ogni piè sospinto, rimane solido il sistema basato su omertà e complicità, che troppe sofferenze causano alla Chiesa nel suo complesso e alle vittime di abusi di varia natura, ben più numerose di quelle note alle cronache.
    Fra: reiterate- patetiche- esortazioni a “non sparlare”, accampati pretesti di evidenza delle prove e di presunzione di innocenza – dilatando i tempi di non meglio precisate indagini – sembra si continui sulla strada maestra del “si è fatto sempre così”, ingannevolmente sconfessato.
    Al momento prevale lo scoramento: “Perdete ogni speranza…”

    • Adriana ha detto:

      Anima ,
      è il suo solito lessico ( piuttosto povero ) .Spazio è sinonimo di brutale imperialismo . Processo è tutto quello che s’ha da cominciare – dinamicamente – per non concludere mai nulla . Esiste il magnifico dizionario della “chiesa -in- uscita “stilato da Aldo Maria Valli .

  • Sulcitano ha detto:

    Per la fedele Chiesa di Cristo, va’ la mia umile preghiera. Ringrazio il Signore, per i tantissimi santi e benedetti sacerdoti che, per grazia di Dio, nulla hanno mai avuto da spartire e condividere con quei tanti che in questi ultimi anni, hanno tradito la iniziale vocazione a seguire Gesù nostro Signore e Salvatore. È giunto il momento di sperare che Colui ha responsabilità in Vaticano non possa più permettere di ignorare, pontificando in acque luride e malsane e ormai super inquinate. Preghiamo Maria Santissima, Madre della Chiesa, perché ci conservi tutti sotto la sua materna protezione. SIA LODATO GESÙ CRISTO!

  • Nicola B. ha detto:

    Anche se ancora Fuori Tema, posto un terzo articolo con gravi rivelazioni a livello politico e non spirituale. Ma a qualcuno comunque tra i lettori più svegli , il sospetto sara’ venuto in mente.

    https://www.liberoquotidiano.it/news/politica/13480280/sea-watch-3-augusto-minzolini-telefonate-carola-rackete-pd-procura-brutto-sospetto.html

    Tutti hanno i numeri di telefono di tutti e stanno tutti dalla parte dei ” migranti ” e CONTRO gli italiani.

    • Adriana ha detto:

      Nicola B. ,
      è tutta una grande Famiglia : non una Santa Famiglia ma una Fanigghia sconsacrata .

    • virro ha detto:

      si era già capito quando i faccendieri del pd si sono precipitati giù a Lampedusa, per poi salire su lla nave e farsi vedere dalla televisione e dai fotografi.

    • Il veritiero ha detto:

      Wow, è esattamente quello che avevo sospettato io, che sarebbe stato il caso di controllare e incrociare i tabulati telefonici dei 3 pilitici del pd sulla nave, del giudice e di Rachele per vedere se c’erano stati contatti prima dello sbarco. Non voglio fare il presuntuoso, ma ” ci indovino sempre ” 😂

    • Hadapassà... ha detto:

      Mi sono fatta l’idea che il copione della vicenda sia stato tutto scritto, tutti i tempi, i luoghi le modalità e persino il genere femminile del capitano che al pari del negro, del migrante, del gay, di tutto l’universo lgbt , dell’animalismo e dell’ecc.ecc. va tanto di moda. Vedete le riverenze alla nazionale di calcio femminile (che calcio!…🙄🤔)ricevuta al Quirinale con annesso correttissimo discorso della capitana, “fortunatamente” di colore? Povere donne, triturate e autoschiavizzatesi dentro una ideologia perversa che le usa senza che se ne accorgano.
      A quando il cordiale saluto della Carola in Vaticano con consueto invito ad andare avanti ?

  • Nicola B. ha detto:

    Fuori Tema. Lo fanno per necessità oppure per ricattare Italia ed Europa per avere più soldi ?

    http://www.ilgiornale.it/news/mondo/libia-minaccia-leuropa-rilasciamo-tutti-i-migranti-1721342.html

    https://www.adnkronos.com/fatti/esteri/2019/07/04/libia-valuta-rilascio-tutti-migranti_zzB2VgxdRv8amss99cKjIL.html

    In ogni caso è una cosa gravissima perché le Ong cattocomuniste ce li porterebbero TUTTI QUI.

    • Adriana ha detto:

      Nicola B .
      mi sa che i Seminari ( ora desolatamente vuoti ) spalancheranno le porte a questo nuovo genere di Seminaristi che – nel caso migliore – li trasformeranno in madrase . Ma solo nel caso
      ” migliore “…

    • Diana ha detto:

      Dovrebbero spedirli tutti in Francia, visto che questa macelleria è opera loro.

  • Alessandro ha detto:

    Caro dott. Tosatti… MENO MALE CHE A SUO TEMPO NON MI HANNO ACCETTATO IN SEMINARIO!!!!! Non solo probabilmente mi avrebbero violato il deretano, ma avrei perduto anche la Fede che ho adesso, con gli “insegnamenti” impartiti da questi signori.
    La “chiesa” è una fogna a cielo aperto, traboccante escrementi e orina, di cui sono ghiotti i suoi mostruosi abitanti. “Dio ha abbandonato il suo tempio”.
    Io, come ben sa, sono convinto che Papa Benedetto XVI abbia rinunciato al munus dietro diretto ordine divino. E credo che abbia da parte sua ritenuto ormai irreversibile la cancrena. E che in tutto questo abbia pensato ciò che è adesso evidente: una purificazione non è più possibile. In un film ho udito queste parole: “Le lancette dell’orologio non possono tornare indietro, ma possiamo spingerle con tutta la nostra forza in avanti”.
    Non notate che i tempi stanno paurosamente accelerando? E’ chiaro che si stanno dirigendo verso un epilogo,che richiedono una conclusione: gli unici che non lo riescono a vedere sono proprio bergoglio e compagni, accesi da una febbre di onnipotenza che li porta ad agire ormai senza pudore, alla luce del sole.
    Ciechi! Corrono, corrono gioiosi verso la mèta, ma il traguardo che li attende sarà la pietra su cui si romperanno la testa.
    Nel ciclo delle stagioni, raggiunto il punto limite l’inverno si trasforma in estate. Io credo che Papa Benedetto abbia puntato tutto sul raggiungimento di questo “punto limite”.
    Infine vorrei dire a padre Gabriele che deve essere soltanto orgoglioso di essere stato messo da parte dal demonio: io ormai è più di un anno che mi sono autoscomunicato da satana.
    Ma stiamo allegri, perché DI NOI CHE AMIAMO GESU’ PIU’ DELLE “ALTRE COSE” sta scritto: “In verità, in verità Io vi dico: voi piangerete e gemerete, ma il mondo si rallegrerà. Voi sarete nella tristezza, ma la vostra tristezza si cambierà in gioia!”

    • Padre Gabriele ROSSI ha detto:

      La situazione è davvero drammatica, per non dire tragica. Ma, ciò nonostante, manteniamo la calma… e soprattutto manteniamo la fede. Il Signore Gesù e la Vergine Santa non vengono mai meno; il Catechismo della Chiesa Cattolica rimane valido per sempre; il Papa Benedetto continua a vegliare spiritualmente su di noi! Stiamo toccando il fondo, in vista di una purificazione dolorosissima, dalla quale però può rinascere qualcosa di bello e di grande. Questa speranza non ce la può rubare nessuno, neppure l’attuale panorama ecclesiale e sociale.

  • Oreste Basili ha detto:

    Ma Papa Francesco li leggera’ questi commenti?

    • Giuseppe ha detto:

      E Ratzinger li leggerà?
      E gli adoratori in servizio permanente del polacco fabbricatore di santi li leggeranno?
      Mi pare che a questo punto Viganò abbia definitivamente riacquistato la memoria fino a datare ufficialmente le presunte, nefaste coperture quanto meno addirittura al 2001, se non prima.
      Quando Bergoglio non solo non era ancora papa, ma era fresco di nomina a cardinale, se non erro.
      Su, fatevi coraggio, dite qualcosa di cattivo anche nei confronti di Woytila e di Ratzinger: non è che potete passare da Giovanni XXIII e Paolo VI (i fautori del terribile Vaticano II da cui tutto il male si generò!) a Bergoglio facendo finta che non ci sia stato nulla in mezzo.
      Ce la potete fare.
      Avete presente Fonzie e quanta fatica faceva ad ammettere di avere sbagliato? Non vorrete imitarlo!?!

      • TITTOTAT ha detto:

        Infatti in un mio precedente commento sul caso Viganò avevo proposto di spospendere la venerazione di GPII per un secolo, il tempo necessario che si purghi l’anima e che tutti i bambini vittime nel suo pontificato lo precedessero in paradiso.

        P.S. ma gli omozozzi sempre all’inferno vanno e qui in terra ce lo anticipano.

      • Il veritiero ha detto:

        Giuseppe, c’è una differenza fra Benedetto XVI, Giovanni Paolo II e Bergoglio, una differenza non piccola….. Benedetto e Giovanni Paolo queste cose hanno cercato di combatterle, le hanno combattute nel silenzio cercando di non creare scandali pubblici :PER IL BENE DELLA CHIESA” , invece Bergoglio queste cose non le ha proprio combattute, anzi in mte occasioni, quasi sistematicamente ha premiato le persone ilincriminate con PROMOZIONI, tanto per citarne una di decine e decine di promozioni discutibili di persone incriminate o complici di questo sistema c’è quella del suo nuovo Camerlengo, tanto per citarne una a caso, se poi non vogliamo dire che il suo famoso consiglio di 9 cardinali scelti ” C9″ è diventato “C6” e secondo me invece doveva diventare proprio un C3…. stranamente chi è invischiato in questo CRIMINI e abomini, con bergoglio viene promosso e fa carriera, con gli altri 2 papi questo non succedeva. Poi gli altri 2 papi avevano almeno la dignità e il buon senso di non dire pubblicamente BUGIE E MENZOGNE per far credere che loro hanno agito bene, accusando altri invece di prendersi le loro responsabilità. Almeno non hanno fatto “i belli” , gli altri hanno avuto almeno la dignità di stare zitto e non dire bugie. È poi c’è la differenza che gli altri 2 erano papi veri, è questo invece è un impostore scomunicato latae sententia.
        Che protegge e promuove questi individui perché sono proprio questi individui con i loro voti e i loro cospirazioni nell’ombra che lo hanno fatto eleggere. Benedetto e Giovanni Paolo sono stati eletti per amore, bergoglio è stato eletto per un altro motivo….. per distruggere la chiesa cattolica a colpi di riforme e inganni.

      • Il veritiero ha detto:

        Il riassunto di quello che volevo dire con tutte quelle parole è che benedetto e Giovanni Paolo hanno lavorato nell’ombra per “proteggere la chiesa e la salvezza dell’onorabilita’ della chiesa” inveve Bergoglio ha pensato a “proteggere le persone” e non la chiesa, proteggere la chiesa e proteggere la singola persona sono due gesti molto diversi, volevo intendere questo.

      • Tantovalagattallardo ha detto:

        Grande. Io scrissi altro ma penso son stato bannato. Ebbene sì. Se dobbiamo fare i moralisti questi casi di presunta omosessualita’ sono come il problema di Palermo (in Johnny stecchino ): il traffico.

        • Giov ha detto:

          “PRESUNTA” hahahahahahaha
          Sono trent’anni che se non sei gay o filo gay NON ti fanno prete. C’è da chiedersi se in vaticano ci siano “presunti etero”!

    • Il veritiero ha detto:

      Lui di persona no, ma i suoi incaricati si.
      Prima o poi lo stato del Vaticano chiedera’ l’estradizione del dott. Tosatti e gli daranno l’ergastolo nelle prigioni di Castel Sant’Angelo.

  • TITTOTAT ha detto:

    Sempre accertamenti, accertamenti, accertamenti. Chi ha il vizio di strusciarsi bambini lo dovete buttare fuori, chi ha sempre un bambino tra le ginocchia lo dovete bastonare e gettare sanguinante in strada.
    Non c’è beneficio del dubbio, sono porci pervertiti.

    • Tantovalagattallardo ha detto:

      Non glielo auguro perche’ e’ anziano….ma dovessero uscire le ossa di Emanuela Orlandi c e pure un altra categoria: chi gli piace le minorenni senza essere pedofilo e omosessuale.

  • Don Angelo Magistrelli ha detto:

    Sul Preseminario S. Pio X ancora molto fango e molte falsità. Forse un commento può farci riflettere: se le cose stavano così perché non denunciarle? Perché ritornare per 5 anni in un luogo così perverso e degenere? Perché non parlarne almeno ai propri genitori? A qualche altro compagno? Evidentemente le cose raccontate non sono del tutto vere… c’è vendetta, odio e tanto desiderio di stupire, scandalizzare…. perché questi ragazzi sono ritornati ogni anno in Preseminario? Evidentemente i i due ragazzi o non sono “normali” oppure raccontano falsità!!! Abbiamo prove certe che raccontano bugie ….

    • MASSIMILIANO ha detto:

      Se siano vere o false io questo non lo posso sapere di certo don Angelo, ma posso vedere con i miei occhi centinaia di sacerdoti con le stole arcobaleno, posso vedere con i miei occhi sacerdoti che celebrano messe pro pride, posso vedere con i miei occhi sacerdoti che come checche isteriche ballano e cantano (male peraltro) durante la celebrazione eucaristica, posso vedere con i miei occhi cosa viene sciritto da vescovi sacerdoti e pensi perfino dal papa su queste persone che si nascondono sotto le sigle e che altro non sono che demoni incarnati, (anzi no peggio, perchè i demoni non si abbasserebbero mai a fare una sfilata in quello stato). E ancora posso ascoltare con le mie orecchi le nefandezze che centinaia di sacerdoti dicono nelle loro personalissime omelie, posso ascoltare con le mie orecchi i un papa (papa?) che dice chi sono io per giudicare. Posso vedere sempre quel papa ospitare trans checche sodomiti amici suoi benedicendoli per le loro unioni. Etc etc. E lei mi viene a parlare di quei due seminaristi. E allora mi dica, dove si sarebbero formati questi sacerdoti? Quali seminari avrebbero frequentato? Chi ha insegnato loro la dottrina? Lasci perdere don Angelo, perchè ci sarebbe ancora molto altro da aggiungere e perchè le garantisco che il peggio deve ancora arrivare. E allora (purtroppo), anche i sacerdoti migliori, coloro che non hanno abbassato la testa alla falsa chiesa, si dovranno nascondere per non essere presi. Mi dia retta. Saluti. Massimiliano.

      • Tantovalagattallardo ha detto:

        Ho le foto gay di un seminario. Ma ho volutamente oscurato le facce e non so postarle. Avrei potuto mettere il link: ma chi sono io per giudicare e diffamare?

      • Adriana ha detto:

        Massimiliano ,
        un sentito ringraziamento per aver saputo esprimere in maniera tanto efficace e concisa un’indignazione e una sofferenza che condivido nei confronti di questi beceri affossatori del ” sacro ” .

    • TITTOTAT ha detto:

      Perché il solito dubitare delle vittime?
      Come vede la vittima teneva tutto dentro, (come è per la maggioranza dei casi) se non fosse stato per i testimoni l’omozozzo sarebbe diventato prete e il ragazzo uno psicolabile reietto.
      E io so cosa è capitato negli anni passati nei seminari minori:
      Faccio questa domanda: perché ad un tratto in quasi tutte le diocesi italiane sono scomparsi? Ed alcuni chiudevano all’improvviso.
      E quegli animatori dove sono finiti? Sono tutti ad allestire centri d’accoglienza.

    • Diana ha detto:

      Bene, allora ste prove certe me le aspetto sbandierate dalla sala stampa Vaticana o da Repubblica (fa lo stesso) a tempo di record. Però finora non si è visto un rigo, e non è che sia stato Viganò a parlare per primo del Pio X.

      • Il veritiero ha detto:

        Si, come no, le prove che hanno loro sai come sono? Sono come la risposta di bergoglio a Viganò, che dopo 9 mesi che diceva…Poi risponderò….. Non ha mai risposto. Queste prove sono alla stessa maniera… Non usciranno mai fuori perché non esistono.
        Questo don tal de tali, che afferma “che loro” hanno prove, deve essere anche un ignorante di prima categoria in psicologia, dovrebbe saperlo che spesso le vittime cercano di non denunciare, a volte perché si vergognano che chi li conosce sappia quello che è successo, pensi che addirittura molte donne vittime di stupri danno la colpa a loro stesse per l’accaduto invece di incolpare il carnefice, poi senza contare i vari meccanismi psicologici che scattano come ” la sindrome di stoccolma” quella strane patologia mentale che scatta fra vittima e carnefice, che addirittura la vittima inizia a provare compassione e affetto per il suo stesso carnefice.
        Questo Don , è proprio un co……. sta gente dovrebbe andare a lavorare e capire la vita, invece di dire stupidagini senza capire niente. Andate a lavorare!!!! Parassiti!!

    • Diversamente abile ha detto:

      Forse qualcuno ha la memoria corta o, semplicemente, evitava di leggere certe cose. Ripropongo un articolo apparso su Il Giornale quando molti di noi neppure sapevano che esisteva un Mons Viganò.

      http://www.ilgiornale.it/news/cronache/hanno-abusato-me-vaticano-molestie-anche-durante-messa-1462638.html

    • Milli ha detto:

      Don Angelo, perché avete interrotto le indagini e non siete andati a fondo?

  • Ángel Manuel González Fernández ha detto:

    “I segni che vedo sono davvero inquietanti”.
    Caro Direttore:
    Può domandare a Carlo Maria Viganò se non è capace di riconoscere come lo dimostrano “dall’inizio” le prove e indizi di prova che Francesco è il profetizzato “Pastore stolto e Falso profeta” di Zaccaria e Apocalisse?
    Saluti.

    “I segni che vedo sono davvero inquietanti”.
    Estimado Director::
    ¿Puede preguntar a Carlo Maria Viganò si no es capaz de reconocer como lo demuestran las pruebas e indicios de prueba “desde el principio”, que Francisco es el profetizado “Pastor necio y Falso profeta” de Zacarías y Apocalipsis?
    Saludos.

    • MARIO ha detto:

      Il gallo nel pollaio e l’allodola sull’olmo, ogni giorno, appena svegli, cantano felici il loro grazie al Creatore dell’universo, che si prende cura anche di loro.
      Lei invece (e qualche suo amico, in sottofondo), ogni santo giorno, appena sveglio e prima di addormentarsi, deve cantare il suo mantra apocalittico “Pastore stolto e Falso profeta”, pensando così di meritarsi la benevolenza del Padre Celeste.
      Sembra inoltre che lei debba avere molta consuetudine con il regno degli inferi, vista la sua abilità nel riconoscere a prima vista i “figli di Satana”.
      Le auguro di alzare ogni tanto lo sguardo verso l’alto…
      Pace e bene.

      • Il veritiero ha detto:

        Sa’ cosa diceva il grande padre della filosofia Eraclito? Diceva ” per scoprire la verità, bisogna essere capaci di accettare anche quello che non ci aspettavamo di trovare ” lei è disposto ad accettare anche quello che non si aspettava di trovare? Sbagliare è umano, sempre che il suo sia uno sbaglio…sarebbe cosa ben diversa se lei invece sapesse bene che c’è del marcio in questo pontificato, ma tuttavia continua a difenderlo.
        Io non so’ chi sia il signore che scrive in spagnolo, ma una cosa gliela posso dire, che bergoglio è ” una delle 2 bestie di apocalisse” il falso profeta, lo hanno capito anche i bambini di 5 anni ormai. Sa’, i veri figli di Dio , coloro che camminano veramente alla presenza di Dio, sanno riconoscere le cose che non vengono da Dio. Voi siete ciechi e ancora non vi rendete conto, la vostra superbia e arroganza non vi fa’ vedere ciò che anche i ciechi ormai vedono. Se lei è un vero figlio di Dio, provi ad aprire gli occhi, è lecito sbagliare, sbagliare si può, cerchi la verità. È si ricordi, ” ci sono persone che hann9 sganciato bombe atomiche su dei paesi o hanno iniziato guerre mondiali, convinti di essere nel giusto e convinti di fare del bene al proprio popolo” lei è proprio sicuro che bergoglio sia il be e della chiesa?

        • MARIO ha detto:

          Errare umanum est, perseverare diabolicum.
          Ma se io sbaglio, penso di non fare del male a nessuno.
          Se invece sbaglia lei – per disgrazia – pensi a quanti buoni cristiani potrebbe fare del male. E non mi dica che Dio è misericordioso, perchè la misericordia di Dio non si può pretendere solo per sè stessi…
          Pace e bene.

      • Ángel Manuel González Fernández ha detto:

        “Sembra inoltre che lei debba avere molta consuetudine con il regno degli inferi, vista la sua abilità nel riconoscere a prima vista i “figli di Satana”.
        La renuncia, dimisión o huida por miedo a los lobos de Benedicto fue un aviso para mi, para otros parece y es que no.
        Llevo desde el año 2013 recopilando pruebas e indicios de prueba que demuestran que Jorge Mario, Francisco, es el profetizado “Pastor necio y Falso profeta”, y esas pruebas e indicios de prueba se remontan “al principio” (Génesis y Juan 1:1), desde que Dios inspiró a Ignacio de Loyola que luchase con todas sus fuerzas para que ningún seguidor de su Compañía fuese consagrado obispo.
        Francisco de Asís también se oponía a que sus seguidores fuesen consagrados obispos y Domingo de Guzmán también: hay más pero eso son solo unos ejemplos para demostrar que “no es el discípulo mayor que el maestro”.
        Si le molesta que con pruebas e indicios de prueba repita una y otra vez que Francisco es el tercer signo que anuncia el Fin del Mundo es su problema.
        Yo solo soy un pecador que reconoce como su Mamá a la Poderosa María Madre de Dios y que sabe que sin Dios “no se puede hacer nada”, y con eso me basta para ir contra Satanás y sus seguidores, y los cobardes que no se identifican y se ocultan bajo un seudónimo o un simple nombre reflejan lo que son y quieren ser.

        • Milli ha detto:

          Sig.Angel Manuel Gonzalez Fernandez, dovrebbe avere la cortesia di scrivere in italiano (o almeno tradurre) se vuole essere capito. La ringrazio per la comprensione.

  • Perlita Casetto ha detto:

    È una indecenza, La chiesa e il clero Hanno perso di credibilità.Io l otto per mille non lo darò. Ma i più.

  • Milli ha detto:

    A proposito del card. Coccopalmerio e di un certo droga party- omosex negli appartamenti apostolici:
    https://www.marcotosatti.com/2018/10/11/due-siti-americani-pubblicano-rivelazioni-inquietanti-sul-card-coccopalmerio-consigliere-del-papa/

    • Tantovalagattallardo ha detto:

      Chissa’ se anche prima del concilio usavano droghe? Bisognerebbe trovare gli originali di Brunatto….o son gia’ online?

  • Il veritiero ha detto:

    Signori, gli abusi sessuali sono una cosa ignobile e deprecabile, specialmente se questo infame reato viene compiuto in ambito ecclesiale, e su questo siamo tutti d’accordo….. Ma c’è la grande gravità del reato eclissa altri reati secondo me lo ignobili e vergognosi anche essi, secondo me sono ignobili e vergognosi perché li’ ho sotto gli occhi tutti i giorni e mi ci sono scontrato e mi ci sto’ tutt’ Ora scontrando. Se leggiamo bene l’articolo , ci sono minimo 3-4 reati penali oltre l’abuso sessuale.
    1 violenza psicologici dei superiori
    2 abusi di potere dei superiori
    3 favoreggiamento e la complicità dei superiori verso chi commette il reato inveve di condannarlo fermamente
    4 e dulcis in fundo il sistematico siluramento e isolamento di chi vuole cercare di non subite più questi REATI PENALI.

    Io oltre al reato di abusi o visto questi altri reati, perché li sto vivendo io in prima persona, ho un superiore che commette tutti questi reati sulla mia persona è sto cercando di porre fine a tutto questo, il problema è il superiore che commette questi reati è ” 1° consigliere provinciale ” cioè una carica abbastanza prestigiosa all’interno dell’ordine.
    Tutti quanti sanno ma tutti stanno zitti e nessuno dice mezza parola, tutti quanti con la paura di parlare o di esporsi, sembra quasi di avere a che fare con la mafia. Invece di difenderti ti isolano, è tacciono per non subite conseguenze, presto andrò a parlare con il capo dell’ordine. Vedrete che invece di rimuovere questo superiori che commette reati penali manderanno via me, che ho cercato giustizia, vedrete se non finirà così….

    • Adriana ha detto:

      quasi mafia…non è esatto : è Mafia . Auguri .

    • Fabrizio Giudici ha detto:

      Qualcuno si è chiesto: ma in questo sistema, non ci saranno degli ordinati che ricevono il sacramento solo perché danno in cambio qualcosa? Non sarebbe simonia? E questo non invaliderebbe l’ordinazione? E se l’ordinazione non è valida, non c’è ex-opere operato che tenga. Qualcuno con l’autorità e la competenza dovrebbe affrontare il problema.

      • Il veritiero ha detto:

        Nel mio caso si tratta solo di “abuso di potere” , “violenza psicolofiga” , “mobing”, per fortuna “loro” non si parla di cose sessuali, e dico per fortuna “loro” perche’ se provano a fare qualcosa del genere a me, finiscono tutti al pronto soccorso, quindi sono fortunati a non aver mai osato a fare qualcosa del genere.
        La cosa più fastidiosa sai quale è? È che io Comunque non sono un bambino, ho vissuto in questo mondo marcio per un bel Po’ come commerciante/imprenditore, ho avuto a che fare con gentaccia vera, con zingari o malavitosi veri, addirittura hanno cercato anche di chiedermi il pizzo, e li ho riempiti di botte…. È ora devo vedere 2 preti che vogliono fare i malavitosi con me…. È io che rimango calmo e buono, e cerco di controllarmi per non mandarli in ospedale… sono fortunati che mi sono convertito e non li voglio gonfiare…. È mi tocca subire prepotenze da 2 sacerdoti…Ma rendervi conto di che pazienza sto avendo… la gente come loro prima della vocazione la prendevo e la infilavo dentro i secchione della mondezza a gambe all’aria 😫

    • Milli ha detto:

      Mi dispiace Veritiero per ciò che stai passando. È orribile dover scegliere tra il dover subire degli abusi o dover rinunciare alla chiamata di Dio. Sei un martire anche tu. Però prima di essere buttato fuori dal seminario, una bella ginocchiata lì dove non batte il sole…ehm….magari gli fa passare il vizio, almeno per un po’.

  • Gian ha detto:

    Peggio di qualsiasi pessimistica immaginazione, un letamaio. Speriamo che l’invocazione di Padre Gabriele Rossi sia ascoltata. Altro che tutto bene, vero Don Ezio?

  • Hadapassà... ha detto:

    Più vecchie di Noè queste manovre per coprire le magagne dei preti, “premiati” poi con trasferimenti in luoghi migliori e avanzamenti di carriera. Ci fecero anche un film con Mastroianni e la Loren (“La moglie del prete”, mi pare), ma almeno lì, trattandosi di un uomo e di una donna, veniva fuori la normalità della natura. Al di là del peccato, ben diversi i crimini di pedofilia, per giunta connessi all’omosessualità, davvero privi di un aggettivo rappresentativo della loro vomitevolezza.

  • giulia anna meloni ha detto:

    tutto a conferma che il Vaticano e chi lo abita è sotto il dominio di satana.

  • Si deve dimettere ha detto:

    Questo papa fa il censimento delle pecore vittime di questa pastorale mafiosa, sporca e delinquente per confermare i satanisti come lui .

  • ettore barbieri ha detto:

    Caro Dott, Tosatti, la ringrazio per l’ottima opera di informazione che sta svolgendo. Sul caso di Gabriele Martinelli, credo che sia identificabile con l’individuo chiamato “la mamma” nel Seminario di Don Folci. Conosco questo particolare, perché ho conosciuto un ex seminarista dell’Opera Don Folci (il quale si starà rivoltando nella tomba). I seminaristi sapevano bene di doversi chiudere a chiave, perché altrimenti “la mamma” entrava nei loro letti, Ciò che non mi spiego, ancora una volta, è come questo seminarista abusato anziché scrivere a preti, vescovi , cardinali e papa non abbia scritto ai propri genitori per tornarsene a casa. Io sono l’autore di quel pezzo attribuito al prete di campagna, che da molti è stato capito e da qualcuno/a no, Non sarebbe stato molto più semplice tornarsene in Polonia anziché tollerare anni di abusi?

    • Fabrizio Giudici ha detto:

      Del caso in questione non so, sto apprendendo leggendo queste ultime notizie. Di molti casi americani (Mc Carrick ecc…) una tipica reazione dei seminaristi era:

      1. la vocazione è forte, dunque _dovevano_ diventare preti
      2. venivano minacciati di avere le referenze infangate così non sarebbero mai stati presi neanche in altri seminari
      3. dunque si lasciavano fare di tutto in vista del fine ultimo, credendo che poi avrebbero messo alle spalle quegli episodi

      Chiara violazione delle regole morali a proposito del male intrinseco, ma dopotutto erano seminaristi e andavano in seminario proprio per impararle…

      • Il veritiero ha detto:

        Si, lo hanno fatto anche con me, mi hanno “consigliato di non andate a lamentarmi con il capo dell’ordine, altrimenti se avevo possibilità di entrare , dopo, non ci sarebbero più state. E si io avessi provato ad entrare in un altro ordine avrebbero fatto in modo di tagliarmi la strada dando una ” presentazione” infangata per non farmi prendere.

        • Mac ha detto:

          Ma che m…… é ?!?!?!?!

          Vien voglia di impugnare il bastone di Don Camillo:
          in legno di pioppo….legno tenero ….leggero.

          Scusate.

          Saluti.

          • Fabrizio Giudici ha detto:

            Arriverà il momento che il Signore impugnerà un bastone di ebano, legno duro e pesante.

    • Chiara ha detto:

      Agghiacciante.
      Ma difendersi da uomini, contro predatori del genere, no???
      Se gliele avessero suonate bene, magari “la mamma” ci avrebbe pensato due volte prima di riprovarci.
      Ma non lo hanno fatto… immagino il clima in quel seminario… roba da pregare che ai nostri figli non venga la vocazione. Che pena.

  • Marco Matteucci ha detto:

    QUESTO SI CHE È …AMMORE!

  • Padre Gabriele Rossi ha detto:

    Temo che anche questa volta il Grande Pifferaio Magico vacillerà ma non cadrà, perché i suoi sorci fedeli lo sapranno scusare e giustificare. Il Signore, per intercessione della Madre sua, voglia abbreviare il più possibile alla sua Chiesa questo martirio!

  • Gene ha detto:

    Spero non venga rimosso il mio commento, ma perché meravigliarsi del comportamento di Bergoglio, sta giustificando l’omosessualità in modo soft ma efficace, avendo l’appoggio di quasi tutti i giornali e di tutte le televisioni. È come quel cane he vuole scacciare le sue pulci ma invano perché è il suo corpo. Non facciamoci illusioni, è come l’immigrazione clandestina è tutto pianificato. Non ci resta che avere la nostra fede e sperare.

  • Carlo Delfino AGOSTO ha detto:

    A.M.
    Non vi è dubbio che stiano vivendo uno dei più tremendi momenti che sta attraversando la ( pura e sincera ) FEDE CATTOLICA.
    Non casualmente Maria SS, ci assiste con le Sue apparizioni e i Suoi continui solleciti – richiamando ognuno di noi – da diversi decenni in ogni parte del Mondo.
    E quanta gratitudine dobbiamo ai diversi Marco TOSATTI , ai Carlo Maria VIGANO’ che, con molto coraggio e determinazione, raccontano la VERITA’ vera, nuda e cruda, allontanando ogni forma di buonismo fariseico.
    A tutti loro, gratitudine e tanta preghiera, affidandoli al Signore, aggiungendo anche la richiesta che intervenga presto anche su quesi Suoi Figli che lo stanno tradendo in modo così vergognoso.
    Carlo D. Agosto

  • marco ha detto:

    È una associazione a delinquere.
    Ma,per quanto riguarda l’ignorare le accuse,anche altri prima di Bergoglio non sono stati da meno. Fu fatto vescovo nonostante il giudizio pesantissimo del suo superiore gesuita. E prosegui la carriera nonostante il tanto che si scriveva di lui in Argentina.
    Sui seminari,luogo privilegiato di abusi,ho letto una lettera scritta a Valli:
    https://www.aldomariavalli.it/2019/06/17/ecco-come-io-giovane-prete-non-sono-stato-formato/amp/
    Non riguarda gli abusi.Ma quando l’ho letta non credevo ai miei occhi.Perché facendo il conto:è gia prete più sei anni di seminario:Sotto quali Papi i seminari,sperabilmente non tutti ma sembra tanti,erano così?
    La risposta è ovvia.

    • Rafael Brotero ha detto:

      La colpa di Benedetto XVI, poca o nulla: ha ereditato il problema gia insolubile. La di Giovanni Paolo II, immensa.

      • Adriana ha detto:

        A ognuno il suo .Non faccio preferenze . Chi va al mulino si infarina Il CVII è stato sicuramente un gran mulino , ma ha portato in superficie le perigliose e amarissime acque infere .

  • Adriana ha detto:

    Tutto ciò nel nome della continuità ?????
    Ehm , mi sembra che Ratzinger abbia dichiarato più volte la sua
    fiducia nei confronti del successivo pastore . ( Le pecore , infatti , le sa ammazzare bene , dopo averle imbavagliate ) .

Lascia un commento