RVC: FILIPPO DI EDIMBURGO HA SUGGERITO AL PAPA IL SINODO SULL’AMAZZONIA?

28 Giugno 2019 Pubblicato da --

Marco Tosatti

Cari amici e nemici di Stilum Curiae, come sapete da ieri molti siti sono in fermento per la dichiarazione emanata dal cardinale Walter Brandmüller in merito all’Instrumentum Laboris per il Sinodo sull’Amazzonia che si terrà a ottobre a Roma (già, ma perché a Roma, un Sinodo che riguarda sì e no quattro milioni di anime? Non potevano farlo in America Latina? Gatta ci cova…). Su La Nuova Bussola Quotidiana trovate quello che ha scritto il porporato, grande esperto di storia della Chiesa; e come vedrete, sono sberle. Ma del Sinodo ha voluto dirci qualche cosa anche Romana Vulneratus Curia, anche se ha toccato l’argomento da una sponda insolita e molto, molto intrigante…Buona lettura.

Θ

RVC a Tosatti.

Caro Tosatti, pensa e ripensa, cerca e ricerca, ho scoperto qualcosa di interessante per Stilum Curiae che mi impone di fare questa domanda: Il sinodo amazzonico fu previsto da Filippo di Edimburgo?

Il principe Filippo di Edimburgo, in un seminario su “Ecologia e religione”, tenutosi a Washington il 18 maggio 1990, raccomandò: <l’abbandono del Cristianesimo e il ritorno alle religioni pagane, più “rispettose della natura”, fra le quali consigliò “i culti degli indiani d’America, dei polinesiani, degli aborigeni australiani”>.

Ma la domanda che dovremmo porci oggi è se sia il principe Filippo (e amichetti vari) uno dei grandi mentori dell’attuale pontificato.

C’è di più. Sempre Filippo d’Edimburgo alla “Deutsche Presse Agentur”, agosto 1988, dichiarò: “Nel caso in cui mi reincarnassi, mi piacerebbe tornare sotto forma di un virus mortale, in modo da poter contribuire in qualche modo a risolvere il problema della sovrappopolazione”. Accipicchia!! Ma chi è ‘sto Filippo di Edimburgo, oltre a quello che ammanniscono le notizie di cronaca da rotocalco britanniche?

Il Principe Filippo, Duca di Edimburgo, fu iniziato alla massoneria dal Maestro della loggia “Marina”, con il numero 2612. Avrebbe voluto diventare Gran Maestro della Gran Loggia Madre d’Inghilterra, ma la carica andò invece a Edoardo Duca di Kent.

Nel 1961 ha fondato il World Wildlife Fund (WWF, Fondo mondiale per la natura) con il principe Bernardo d’Olanda (cofondatore del gruppo Bilderberg e presidente dello stesso fino al 1976).

E fin qui, come dire “beato lui”, andrà un giorno dove ha sempre desiderato finire. Ma come mai oggi la Chiesa cattolica è apparentemente ispirata dagli stessi convincimenti? Questo è l’ultimo DUBIA; secondo voi possiamo proporlo al Pontefice?”.

RVC

Sì, caro Romana Vulneratus Curia, possiamo proporglielo. E ci immaginiamo anche che fine farà….





Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa” fino a quando non fu troppo molesto.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina


 LIBRI DI MARCO TOSATTI

Se siete interessati a un libro, cliccate sul titolo….


Viganò e il Papa


FATIMA, IL SEGRETO NON SVELATO E IL FUTURO DELLA CHIESA

  SANTI INDEMONIATI: CASI STRAORDINARI DI POSSESSIONE

  PADRE PIO CONTRO SATANA. LA BATTAGLIA FINALE

  Padre Pío contra Satanás

La vera storia del Mussa Dagh

Mussa Dagh. Gli eroi traditi

Padre Amorth. Memorie di un esorcista.

Inchiesta sul demonio.

Tag: , , ,

Categoria:

Questo articolo è stato scritto da wp_7512482

57 commenti

  • Non Metuens Verbum ha detto:

    Oggi all’improvviso mi sono reso conto di una cosa: Ho capito perché, quelli che hanno scritto dell’Anticristo e ne hanno descritto le caratteristiche, hanno sempre affermato che l’Anticristo sarà ECOLOGISTA.

    • Adriana ha detto:

      Quelli…hanno letto Spinoza : ” Deus sive Natura ” . Mi pare l’abbia letto anche Bergoglio , ma a fumetti …

  • Megghi ha detto:

    Che blog é questo? Siete prroccupati per cosa? Per il rischio che corre la chiesa? La chiesa è già finita da un pezzo, A meno che per chiesa non vi riferiate a voi stessi, che vi reputate zelanti cattolici. La chiesa di Cristo non ha bisogno di difensori. Non leggo umiltà nelle vostre parole, solo attacchi e presunzione di possedere la Verità. Un saluto fraterno .

  • Lucy ha detto:

    Padre Ariel rispondendo a un lettore circa la denuncia del card.Brandmüller scrive ” non è che tutto stia crollando , tutto è ormai crollato “.Io che da subito , dal ” buonasera ” ho percepito con inquietudine quello che poi in sei anni si è rivelata fondata certezza, non sono così pessimista e penso che si possa non solo resistere ma lavorare dentro la ” nostra” Chiesa per il futuro.L’essenziale è che ci siano ancora santi sacerdoti ( e ce ne sono specie giovani ) in oasi di cattolicesimo in cui possano operare ” velut si Bergolius non daretur “, navigando a luci spente per non essere intercettati e consentendo al ” piccolo gregge ” fedele di continuare a essere ” cattolico ” in vista di tempi migliori , che ci saranno perchè , come dice Maria Cristina riportando le parole di Nostro Signore ” Non abbiate paura ! Io ho vinto il mondo “.

    • TITTOTAT ha detto:

      Per questi ignavi dobbiamo rimanere dispersi, senza pastore, chi ha la fortuna di stare nella parrocchia giusta è ok, gli altri si arrangino. Il primo o la prima che si apre un canale youtube ci da la ricetta giusta, che sono tutte differenti tra loro, letteralmente si scannano per avere qualche follower in più, tutti i laici diplomati nella serale di teologia si sono innalzati ad autorità; maghe, fattucchiere e saltinbanchi insultano la cattedra di Pietro, però a noi non importa, stiamo tranquilli, mettiamo un vel, un sine, un ob, un pro, un ad, un etiam nelle nostre frasi e siamo apposto.
      Tu es Petrus sed ….
      Tu es Petrus ad…
      Tu es Petrus etiam…
      Tu es Petrus pro…
      Tu es Petrus sine …. cathedra
      Questi sacerdoti si devono vergognare, spiritualisti senza rinunciare al mondo, lo spirito non gli ha dato l’iniziativa?
      Chiedano la convocazione di un concilio CRISTOLOGICO:
      dalla sua conclusione, ogni predicazione, sinodo, libro, congregazione, casa religiosa, catechista, sacerdote. ecc.. che contraddice i documenti prodotti deve essesre CANCELLATO.

      • Maria Cristina ha detto:

        La barca di Pietro oggi sembra fare acqua da tutte le parti, colpita dalle ondate degli scandali degli abusi sessuale ,colpita dalle raffiche dei venti modernisti,colpita dalle lobby omosessualiste al suo interno , insomma in piena tempesta
        La “ Tempesta perfetta” . ( Et facta est procella magna Marco4, 36)
        E noi , come i discepoli quando si scateno’ la tempesta sul mare di Galilea siamo presi dal panico, perche’ sembra che Gesu’ dorma, incurante, indifferente.Svegliati, svegliati, Gesu’ la barca sta affondando!Maestro non ti importa che moriamo ?Marco 4, 38)
        Ma se ricordate l’ episodio evangelico , Gesu’ alla fine si sv eglia e seda la tempesta, con un gesto regale , sprezzante, da Re dell’ Universo, ordinando secco al vento e al mare, Taci, calmati , poi si rivolge ai discepoli : Perche’ siete cosi’ paurosi?Uomini di poca fede perche’ avete dubitato?
        Cosi’ la parola del Signore si rivolge a noi oggi. E noi di fede ne abbiamo davvero pochina ancor meno di quella dei discepoli.

        • TITTOTAT ha detto:

          Quindi quando San Paolo si precipitò a Gerusalemme per dire: Pietro, ru stai sbagliando- , aveva avuto mancanza di fede.
          E cosi pure tutti gli altri che hanno voluto mettere in chiaro le cose. L’ ho dico, siete spiritualisti senza rinunciare al mondo., avete la fede più di noi? Allora vi voglio vedere vestiti di sacco, vivere in una grotta, rinunciare alla pensione e a tutti gli agi di questo tempo. Poi poter parlare. Invece siete preoccupati per quel lavoro, per le tasse, per la scuola, per la palestra, per il medico, per le feste, per le lauree, e agite perché tutto vada bene, però quando si tratta della chiesa di Cristo: A ve be’, ci pensa lui stesso alla sua barca! -. Però se gli resta tempo a risolvere i nostri problemi.

          • Maria Cristina ha detto:

            Se lei Tittotat pensa che preoccuparsi per la Chiesa voglia dire agire come si fa quando ci si preoccupa per le tasse, la casa, lo stipendio la promozione ecc, , allora non ha compreso che la Chiesa non e’ un oggetto, ma una realta’ spirituale, il Corpo Mistico di Gesu’ e non dipende dall,a nostra bravura umana ed efficenza personale come un’ azienda. Altrimenti se la sopravvivenza della Chiesa fosse dipesa dalla bravura e dall’ efficenza personale dei suoi membri , sarebbe gia’ scomparsa da secoli. Cio’ che permette alla Chiesa di vivere in eterno quale Corpo Mistico di Gesu’ e’ la fede non la bravura ed efficenza. Non abbiamo bisogno di preti manager e di laici superuomini, ma di santi. E questo non lo dico io ma l’ ha detto anche papa Benedetto XVI . E’ la fede che salvera’ la Chiesa, cioe’ la fede di quei pochi, magari minima minoranza senza potere, piccolo gregge che custodiranno il seme, che non spengeranno la fiaccola, che continueranno ad aver fiducia in Gesu’. E’ l’ opzione Benedetto.
            Non so se questo atteggiamento possa essere accusato di “ spiritualismo” : pregare ed avere fede non significa quietismo, si puo’ agire anche senza voler per forza avere rapporti di forza e di potere. Anzi : chi nella storia si e’ dimostrato meno interessato al potere ecclesiastico, chi meno ha tentato di prevaricare piu’ ha contribuito al successo della Chiesa. Nell’ epoca di Lutero e della Riforma sono stati gli innumerevoli santi, alcuni sepolti nei monasteri di clausura , come Santa Teresa d’ Avila, San Giovanni della Croce , ad essere il vero puntello della Chiesa. Gesu’ disse a San Francesco , va e ripara la mia Chiesa. Non gli disse di creare uno scisma e cacciare via i vescovi e o cardinali corrotti. A cedere a questa eresia furono una parte dei frati detti gli spirituali che poi si estinsero, mentre i francescani ci sono ancora oggi Cosi’ oggi noi dobbiamo soprattutto avere fede e non farci prendere dalla frenesia di cacciar via a costo di uno scisma chi nella Chiesa detiene indegnamente il potere.Certo questo non ci esime, soprattutto i vescovi e i cardinali dall’ agire nei modi piu’ opportuni come infatti hanno fatto i cardinali dei Dubia e ora il Card. Brandmuller.

  • Donna ha detto:

    Filippo di Edimburgo, marito della Regina d’Inghilterra?
    Comunque date le idee di costui e visto i contenuti dell’Istrumentum laboris per il sinodo amazzonico, forse in Vaticano hanno richiesto la sua partecipazione alla stesura, e poiché al Bilderberg c’è andato ,se non erro, pure il card. Parolin; ergo niente di più facile che a idee condivise, risultino poi progetti condivisi per interessi comuni, ….e date le premesse

  • Rafael Brotero ha detto:

    Video di don Minutella sulla schifosa bufala del Corriere circa
    l’inesistente dichiarazione di Benedetto XVI sull “unico Papa” Bergoglio I, el Deprimente.
    Impressionante: tutto, veramente TUTTO nella prensa della Sodoma illuminata bergogliana é menzogna.

    https://www.facebook.com/radiodominanostra/videos/2385812164830972/

  • Amos ha detto:

    Dum catholici in internet consuluntur Roma expugnatur

  • TITTOTAT ha detto:

    La vigna, i vignai, l’ olivo, l’ olio, la pesca, le giare, il vasaio, il fico, le pecore e il pastore, il cortiglio, il tempio, le palme, l’ abbeveratoio, le stalle, il fieno, i campi di grano, loglio e i granai, la pula, il vino… Ma scusate, ecologismo per ecologismo, sapienza antica per sapienza antica, perché non fate un sinodo sulla Sicilia per tutelarla dagli sciacalli, almeno c’è il vantaggio di avere una terra uguale a quella dove visse nostro Signore.
    I nostri padri erano molto più saggi dei tuoi buzzuri amazzonici, caro usurpatore.

  • maurizio rastello ha detto:

    Non so se sia stato Filippo di Edimburgo a suggerire al Papa il Sinodo sull’Amazzonia; credo invece che un suggerimento fraterno ad alcuni sedicenti giornalisti – in questi giorni di particolare calura – sia di ascendere bei monti italici per rinfrancare anima e corpo.

  • virro ha detto:

    secondo me , la risposta di Bergoglio sarà 🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣🤣

    Ma il re di Babilonia, giunto in vaticano (Gerusalemme) ha trasportato in esilio, sotto giuramento segreto con un principe, quelli della stirpe reale (i fedeli al magistero della Chiesa?) e si è portato i suoi aguzzini, come collaboratori, perché il regno fosse debole e non potesse innalzarsi e questo re potesse controllare TUTTO.
    Ma questo patto (d’inganno) si romperà e le conseguenze ci saranno…….

    Ma il Signore ricostruirà la Sua Chiesa e tutti e sapranno chi E’ GESU’ CRISTO RE DELL’UNIVERSO
    (si legga Ezechiele)

  • Sherden ha detto:

    Fermi tutti: ho capito l’arcano!
    C’è stato un errore di ortografia: il sinodo doveva chiamarsi “Ad Massonico”, le colpe sono del tipografo o del correttore automatico che lo ha trasformato in “Amazzonico”…

  • Nat ha detto:

    Neologismi ecclesiali.
    Riunione riservata a porte chiuse in cui concordare le strategie più adeguate al fine di manipolare i lavori di un sinodo verso obiettivi prestabiliti = sorprese dello Spirito.

  • Iginio ha detto:

    Spiegarlo ai pliniani, fervidi ammiratori (a senso unico, ovviamente) della monarchia britannica.

  • Massoneria ha detto:

    Evidentemente c’è la dottrina massonica nelle opere e nella teologia vaticana.

    https://youtu.be/nHAT5O8gZBY

  • Marco Matteucci ha detto:

    • Adriana ha detto:

      Al confronto il Cardinale di Alberto Sordi chiuso nell’ascensore galeotto con la Sandrelli è un candido ” dilettante ” !

  • Nuccio Viglietti ha detto:

    Frankie quando primo papa al Bilderberg?….magari invitali direttamente in Vaticano…sai che botto…!…https://ilgattomattoquotidiano.wordpress.com/

  • LucioR ha detto:

    Viene da chiedersi: ma tutti questi sostenitori del problema della sovrappopolazione (nel senso di ridurla, la popolazione), perché non passano dalle parole ai fatti, compiendo l’unico gesto per loro possibile onde contribuire a tale riduzione?

    Questione di coerenza? Beh! io sono contento della loro incoerenza, perché non auguro la morte a nessuno, e ancor meno il suicidio; ma almeno non ci assillino con le loro paturnie…

  • Adriana ha detto:

    Mi pare che la monarchia inglese sia la più ricca d’ Europa ( inglese , si fa per dire ) e , se non sbaglio , il Card. Bassetti è un galoppino del club Bilderberg .

  • Lucis ha detto:

    Dinque, cerchiamo di fare qualche previsione,: questa chiesa è spudoratamente massonica. Questo papa lo è, e vista l’infiltrazione ormai avanzata lo saranno anche i prossimi. I quali porteranno a compimento la metamorfosi della Chiesa Cattolica in una ‘chiesa ‘ massonica. Quindi: la Chiesa Cattolica è morta.
    L’ultima speranza era che Ratzinger prima di morire si decidesse a dire che le sue dimissioni sono state invalude perché forzate. Nel caso avverrebbe uno scisma, ma almeno un numero (magari esiguo) di vescovi seguirebbe Benedetto XVI, e alla sua morte eleggerebbe un altro papa valido. Sebbene con un piccolo resto la Chiesa sarebbe salva.
    Ma Ratzinger non ha alcuna intenzione di fare questo proclama e sembra andare d’amore e daccordo con Bergoglio. Ergo: La Chiesa Cattolica è morta
    Chi ha stomaco si adeguerà alla nuova chiesa subendo la metamorfosi; una fetta grande perderà la fede; un altra fetta diventerà sedevacantista, illudendosi, dacché la Chiesa non può esistere senza papa.

    • Maria Cristina ha detto:

      CREDO in unam sanctam catholicam et apostolicam ecclesiam

      Ripetere , non solo con le labbra, ma col Cuore questa tetragona professione di fede varie volte al giorno. E visualizzarla come scolpita nella roccia, nel granito, indistruttibile, impossibile da erodere . E credere veramente !
      La nuova Chiesa ecumenica amazzonica-massonica non ha alcun fondamento soprannaturale, non e’ roccia ma sabbia , sara’ un fenomeno storico ben presto sorpassato e dimenticato tornera’ polvere come polvere torneranno Bergoglio e la sua corte , Filippo d’ Edimburgo , il gruppo Bilderberg. ed altri nostri contemporanei.
      Non abbiate paura! Io ho vinto il mondo, ci ha detto Nostro Signore.

    • Milli ha detto:

      Il suo commento è logico ma puramente umano e quindi non cristiano .
      Per rinforzare la fede a lei e a tutti noi, mi permetto di pubblicare questo testo scritto da Don Dolindo.
      ATTO DI ABBANDONO A GESÙ
      Gesù alle anime:
      – Perché vi confondete agitandovi? Lasciate a me la cura delle vostre cose e tutto si calmerà. Vi dico in verità che ogni atto di vero, cieco, completo abbandono in me, produce l’effetto che desiderate e risolve le situazioni spinose.
      Abbandonarsi a me non significa arrovellarsi, sconvolgersi e disperarsi, volgendo poi a me una preghiera agitata perché io segua voi, e cambiare così l’agitazione in preghiera. Abbandonarsi significa chiudere placidamente gli occhi dell’anima, stornare il pensiero dalla tribolazione, e rimettersi a me perché io solo vi faccia trovare, come bimbi addormentati nelle braccia materne, nell’altra riva. Quello che vi sconvolge e vi fa un male immenso è il vostro ragionamento, il vostro pensiero, il vostro assillo ed il volere ad ogni costo provvedere voi a ciò che vi affligge.
      Quante cose io opero quando l’anima, tanto nelle sue necessità spirituali quanto in quelle materiali, si volge a me, mi guarda, e dicendomi: “pensaci tu”, chiude gli occhi e riposa! Avete poche grazie quando vi assillate per produrle, ne avete moltissime quando la preghiera è affidamento pieno a me. Voi nel dolore pregate perché io operi, ma perché io operi come voi credete… Non vi rivolgete a me, ma volete voi che io mi adatti alle vostre idee; non siete infermi che domandano al medico la cura, ma, che gliela suggeriscono. Non fate così, ma pregate come vi ho insegnato nel Pater: “Sia santificato il tuo nome”, cioè sii glorificato in questa mia necessità; “venga il tuo regno”, cioè tutto concorra al tuo regno in noi e nel mondo; “sia fatta la tua volontà”, ossia PENSACI TU.
      Se mi dite davvero: “sia fatta la tua volontà”, che è lo stesso che dire: “pensaci tu”, io intervengo con tutta la mia onnipotenza, e risolvo le situazioni più chiuse. Ecco, tu vedi che il malanno incalza invece di decadere? Non ti agitare, chiudi gli occhi e dimmi con fiducia: “Sia fatta la tua volontà, pensaci tu”. Ti dico che io ci penso, che intervengo come medico, e compio anche un miracolo quando occorre. Tu vedi che l’infermo peggiora? Non ti sconvolgere, ma chiudi gli occhi e di’: “Pensaci tu”. Ti dico che io ci penso.
      E’ contro l’abbandono la preoccupazione, l’agitazione e il voler pensare alle conseguenze di un fatto. E’ come la confusione che portano i fanciulli, che pretendono che la mamma pensi alle loro necessità, e vogliono pensarci essi, intralciando con le loro idee e le loro fisime infantili il suo lavoro.
      Ci penso solo quando chiudete gli occhi. Voi siete insonni, voi volete tutto valutare, tutto scrutare, confidando solo negli uomini. Voi siete insonni, voi volete tutto valutare, tutto scrutare, a tutto pensare, e vi abbandonate così alle forze umane, o peggio agli uomini, confidando nel loro intervento. E’ questo che intralcia le mie parole e le mie vedute. Oh, come io desidero da voi questo abbandono per beneficarvi, e come mi accoro nel vedervi agitati! Satana tende proprio a questo: ad agitarvi per sottrarvi alla mia azione e gettarvi in preda delle iniziative umane. Confidate perciò in me solo, riposate in me, abbandonatevi a me in tutto. Io faccio miracoli in proporzione del pieno abbandono in me, e del nessuno pensiero di voi; io spargo tesori di grazie quando voi siete nella piena povertà! Se avete vostre risorse, anche in poco, o, se le cercate, siete nel campo naturale, e seguite quindi il percorso naturale delle cose, che è spesso intralciato da satana. Nessun ragionatore o ponderatore ha fatto miracoli, neppure fra i Santi.
      Opera divinamente chi si abbandona a Dio.
      Quando vedi che le cose si complicano, di’ con gli occhi dell’anima chiusi: “Gesù, pensaci tu”.
      E distràiti, perché la tua mente è acuta… e per te è difficile vedere il male. Confida in me spesso, distraendoti da te stesso. Fa’ così per tutte le tue necessità. Fate così tutti, e vedrete grandi, continui e silenziosi miracoli. Ve lo giuro per il mio amore. Io ci penserò ve lo assicuro. Pregate sempre con questa disposizione di abbandono, e ne avrete grande pace e grande frutto, anche quando io vi faccio la grazia dell’immolazione di riparazione e di amore che impone la sofferenza. Ti sembra impossibile? Chiudi gli occhi e di’ con tutta l’anima: “Gesù pensaci tu”. Non temere ci penso io. E tu benedirai il mio nome umiliandoti. Mille preghiere non valgono un atto solo di fiducioso abbandono: ricordatelo bene. Non c’è novena più efficace di questa:
      O Gesù m’abbandono in Te, pensaci tu!

      • Pier Luigi Tossani ha detto:

        @Milli
        Bello, grazie!…
        rimettiamo, in questo modo, il sinodo e i suoi infelici promotori nelle mani del Creatore… mettiamoci anche lo sventurato principe Filippo…

      • deutero.amedeo ha detto:

        —chiedete e non ottenete perché chiedete male, [per spendere per i vostri piaceri]. —
        (Giacomo 4,3)

        • deutero.amedeo ha detto:

          Aggiungo: mi sono sempre chiesto se quel “chiedete male” è da intendersi come “chiedete malamente” o “chiedete cose cattive”.

          In ogni caso è evidente che il problema del chiedere correttamente tramite la preghiera, non è affatto nuovo per i cristiani.

          • LucioR ha detto:

            In una delle sue numerosissime opere Sant’Agostino si sofferma su questo versetto della Lettera di Giacomo, e lo spiega così:

            «Dicendo: Io vado al Padre e qualunque cosa chiederete in nome mio la farò (Gv 14, 12-13), il Signore ha acceso una grande speranza nel cuore di chi crede in lui. Egli va al Padre, non abbandonando gli indigenti ma per esaudire gli oranti. Ma che vuol dire: qualunque cosa chiederete, quando vediamo che i fedeli molto spesso chiedono e non ottengono? E’ forse perché chiedono male? E’ questo infatti il rimprovero che l’apostolo Giacomo rivolge ai fedeli: Chiedete e non ricevete perché chiedete male, per spendere nei vostri piaceri (Gc 4, 3). Allorché si chiede per farne cattivo uso, è piuttosto misericordia divina non essere esauditi. Perciò quando l’uomo chiede a Dio qualcosa che, se gli fosse concessa, tornerebbe a suo danno, c’è più da temere che Dio, adirato, lo esaudisca, piuttosto che, propizio, gliela rifiuti» (AGOSTINO, “Commento al Vangelo di Giovanni” 73,1).

    • Adriana ha detto:

      …”dacchè la Chiesa non può esistere senza Papa “. Infatti Dante ode da S. Pietro queste terribili parole : ” Quegli che usurpa in terra il luogo mio , il luogo mio , IL LUOGO MIO , che vaca nella presenza del Figliol di Dio fatto ha del cimitero mio cloaca del
      sangue
      e della puzza : onde il Perverso che cadde di quassù , laggiù si placa .” ( Div. Comm. III , XXVII ,vv.21-27 ). Il luogo – ripetuto 3 volte con indignazione – è il ” Templum domini ” ( v. Geremia , VII , 4) – Non dice che vachi in assoluto , ma nel cospetto di Cristo , “perchè ha pervertito l’officio suo e , per conseguenza Cristo lo riprova come apostata . Non vaca adunque tra gli uomini perchè il suo decreto vale . Ma , quanto a Dio ,non tiene tal grado di ragione , ma lo usurpa ” ( Landino ). Il ” cimitero ” è il luogo santo dove è sepolto Pietro . Il Perverso è , ovviamente , Satana . Tal grado è l’alto seggio papale . E , a questo punto , non è da escludere che Dante , come Paolo – egli stesso usa questo paragone – abbia veramente compiuto un viaggio che gli permette di comprendere le cose celesti .

      • Antonella ha detto:

        Cara Adriana ho letto ed apprezzato molto quello che hai scritto su Dante! Credo che non ci sia spiegazione più elevata sulla ragione che si accompagna ad una dimensione così complessa per la sacralità che investe, il Trono di Pietro, e perciò stesso la perversione di chi usurpa senza diritto nel nome di Cristo.
        Questi e’ l’Apostata.
        Si, anch’io credo che quello di Dante sia stato un viaggio mistico.

        • Adriana ha detto:

          Antonella ,
          mi fa piacere . Soltanto i critici marxisti d’ordinanza o i più flessibili critici marxiani potevano ritenere che Dante si fosse sfiziato a fare esclusivamente politica nello scrivere la Divina Commedia .
          Ricordo che a scuola la spiegavano talmente male da farmela odiare . Poi , me la rifeci tutta all’Università sulla base di ottime edizioni critiche e mi ” si squadernò ” un mondo veramente divino .Per fortuna , oggi , la critica – anche accademica – ha preso altre strade .

    • Rafael Brotero ha detto:

      La risposta di don Minutella. Calzante, come sempre:

      https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=2355715778007003&id=1736683333243587

      • Milli ha detto:

        Mostrano sempre più spesso immagini in cui Ratzinger e Bergoglio si abbracciano, citano frasi di stima e obbedienza a Bergoglio……ma risalgono ad anni fa!
        Perché non spiegano cosa significa firmarsi nel 2019 Benedictus PP XVI, perché non spiegano cosa significa quel piccolo “PP”, se non che Benedetto è Pontefice Massimo?
        Siamo arrivati alla più bieca manipolazione dell’informazione, no anzi, ci aveva già pensato mons.Viganò , non quello che ha accusato Bergoglio ed è costretto a nascondersi, ma l’altro , Dario Edoardo, che aveva fatto credere che Benedetto apprezzasse i libretti che spiegavano la teologia bergogliana, nascondendo parti significative della lettera di risposta del papa emerito. Salvo poi essere sbugiardato e costretto a dimettersi, pur conservando la stima di Bergoglio.
        http://magister.blogautore.espresso.repubblica.it/2018/03/26/altro-che-continuita-qui-ce-una-voragine-la-vera-storia-degli-undici-libretti/

        • Lucis ha detto:

          È di questi giorni l’intervista a Ratzinger in cui dice che il papa è uno solo ed è Bergoglio.
          Che facciamo, continuiamo ad illuderci?
          Si può dire che è manipolato, che non è quello che pensa realmente… comunque sia non possiamo basare il nostro giudizio su della illazioni, come fa Minutella. Se Ratzinger non dice chiaramente prima di morire che è stato costretto a dimettersi e che il papa è ancora lu,i la Chiesa Cattolica, umanamente è finita.

          • Fabrizio Giudici ha detto:

            In generale, l’esperienza insegna che ogni volta che esce un’intervista o una dichiarazione di Ratzinger si deve attendere qualche giorno per capire veramente cos’è successo. Inoltre, da quanto ho capito, quello che sta girando sono solo estratti. Dunque, inviterei ad attendere con pazienza.

            In ogni caso, c’è da scommettere che magari usciranno frasi che non vanno proprio d’amore e d’accordo con Francesco, ma non uscirà una dichiarazione chiara da parte di Ratzinger; è chiaro che per Ratzinger il papa è Francesco (ma non spiegherà le ambiguità della sua posizione, a partire dalla veste bianca eccetera); è chiaro che voglia evitare uno scisma “ad ogni costo” perché questa è la posizione dei ratzingeriani Mueller, Burke, Sarah, eccetera.

          • Rafael Brotero ha detto:

            Non sono “illazioni”, sono fatti. Mafia di Sankt Gallen, Vatileaks ( c’era uno spia anche nella camera da letto di Benedetto XVI!!), campagna del deep state americano per “un cambio di paradigma” nella Chiesa (dossier Podesta, Wikileaks), esclusione del sistema Swift (casus belli), disobbedienza universale del clero (cf. Summorum pontificum), campagna mediatica agressiva in tutto il mondo, ecc. ecc., tutto finito, miracolo, miracolo, il giorno stesso della falsa elezione dell’antipapa argentino. Come ha detto pubblicamente il capone della massoneria italiana l’indomani stesso del tragico buonasera, “niente sara’ come prima”. Un vero profeta.
            Parlare dunque di dimissioni ibere e spontanee non puo essere che uno scherzo o sintoma di Alzheimer avanzata.’.
            Ma il piu grande miracolo é che dopo 6 anni, ci sono in tutto il clero solo 2 sacerdoti ( e zero prelati!!) per denunciare l’ovvia ilegittimita di questo antipontificato. Sono stati scomunicati, con l’applauso del cardinale Burke e di tutto il grand monde traditional chic, guarda caso.
            Scenario satanico.

          • Milli ha detto:

            Sig. o Sig.ra Lucis, ma la sua che fede è? Pensa che la Chiesa possa andare avanti solo con mezzi umani? Anche la sua fede è solo orizzontale, storica e sociologica? Non pensa che se Dio volesse, questi non arriverebbero a domani? Siamo in una grande tempesta, in una grande prova nella quale non vediamo il fondo, ma Gesù ha promesso che non avrebbero prevalso. Bisogna stare saldi, pregare e alzare gli occhi da questo fango per guardare il Cielo che non è distante né immobile. La preghiera è un arma contro questi, per questo cercano di modificare la Messa. Su coraggio.

      • Adriana ha detto:

        Adesso certi giornal-ai si mettono a fare scherzi ” da prete ” , chiamati anche : scherzi ” a parte infidelium ” .