FORSE SARÀ VESCOVO A LIMA. ANCHE SE HA UN’AMANTE (DONNA) SPOSATA.

26 Giugno 2019 Pubblicato da --

Marco Tosatti

Infovaticana ha oggi una notizia che ci sembra particolarmente interessante, e che perciò traduciamo nella sua integralità. Inutile fare commenti; ma è un altro ulteriore segnale di un processo di putrefazione della Chiesa, favorito o non contrastato dai massimi responsabili.

Δ

Diversi vescovi hanno scritto al Nunzio per cercare di fermare la nomina a vescovo auslirae di Lima di Ricardo Augusto Rodrìguez Alvarez, parroco a Santa Maria di Nazaret, Surco, perché vive una relazione amorosa con una donna sposata il cui matrimonio è in difficoltà.

Il vescovo ausiliare “proposto” di Lima, Ricardo Augusto Rodríguez Alvarez, vive in concubinato con una donna sposata. Sono le denuncie che sono giunte nelle mani del Nunzio Apostolico in Perù, Nicolas Girasolli, del Presidente della Conferenza Episcopale, Mons Miguel Cabrejos e dell’arcivescovo di Lima, Carlos Castillo.

Le denuncie, a cui ha avuto accesso InfoVaticana e le prove che sono corredate di prove e testimonianze definitive non hanno ricevuto risposta da nessuno dei destinatari, che procedono con la nomina e consacreranno Rodriguez vescovo, se nulla lo impedisce, ai primi di luglio .

InfoVaticana può confermare che Rodriguez  era nella terna di candidati a succedere al card. Cipriani a capo dell’arcidiocesi della capitale del Perù, a cui è stato eletto infine Carlos Castillo, noto per le sue posizioni non ortodosse.

Come è raccontato in una delle lettere a cui InfoVaticana ha avuto accesso, Rodriguez promise alla sua amante che avrebbe lasciato il sacerdozio pochi giorni prima di essere proposto come nuovo vescovo ausiliare di Lima.

Questo sacerdote, secondo numerosi rapporti ricevuti da questo portale, mantiene una relazione con una donna  di nazionalità colombiana il cui marito risiede all’estero per lavoro, e il cui matrimonio passa attraverso “una grave crisi”.

Secondo i denuncianti, Rodríguez “si manifesta in modo provocatorio con i sacerdoti e i parrocchiani di Lima” quando gli rinfacciano la sua condotta sessuale.

Ricardo Augusto Alvarez Rodriguez è nato nel 1962 a Lima ed è stato ordinato sacerdote nel 1987. Dopo gli studi di filosofia e teologia laureato in pastorale giovanile a Santiago (Cile) e Bogota (Colombia). Nel suo ministero sacerdotale fu vicario parrocchiale e parroco in varie chiese dell’arcidiocesi.

Ci sembra che ogni commento sia superfluo. Il card. Cipriani era dell’Opus Dei, ed era nato il 28 dicembre 1943. Neanche un mese dopo aver compiuto 75 anni è stato rimpiazzato da qualcuno di una linea ecclesiale totalmente opposta. D’altronde, come abbiamo già scritto, è da anni che i nunzi in tutto il mondo vengono “sconsigliati” dal presentare candidati vescovi che provengano dall’Opus Dei, e in alcuni casi, che abbiano come direttori spirituali sacerdoti dell’oxus Dei. Che spesso però potrebbero garantire dirittura di Chiesa e di vita forse non così facili da trovare sempre e ovunque.





Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa” fino a quando non fu troppo molesto.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina


 LIBRI DI MARCO TOSATTI

Se siete interessati a un libro, cliccate sul titolo….


Viganò e il Papa


FATIMA, IL SEGRETO NON SVELATO E IL FUTURO DELLA CHIESA

  SANTI INDEMONIATI: CASI STRAORDINARI DI POSSESSIONE

  PADRE PIO CONTRO SATANA. LA BATTAGLIA FINALE

  Padre Pío contra Satanás

La vera storia del Mussa Dagh

Mussa Dagh. Gli eroi traditi

Padre Amorth. Memorie di un esorcista.

Inchiesta sul demonio.

Tag: , , ,

Categoria:

Questo articolo è stato scritto da wp_7512482

49 commenti

  • carlone ha detto:

    Tanti forse ed una certezza: la signora resterà pubblicamente e per sempre la zo…la del vescovo.
    Ecchissenefrega , tanto è già condannata.

  • anna maria ha detto:

    Un giorno verrà il giudizio di Dio !!! Disse il grande , santo e vero Papa, Giovanni Paolo II . Un giorno verrà …ma ora ? Papa Francesco non sa che un giorno verrà il Signore !! Ritornerà, ” per giudicare i vivi e i morti “. Io, se fossi eretica come lui, tremerei all’idea che il Signore mi direbbe un giorno : NON TI CONOSCO !!!
    Neanche noi cattolici lo riconosciamo come Papa!!! Non lo riconosciamo neanche come pastore della Chiesa Cattolica, ma neanche come sacerdote della Chiesa Cattolica !!! Noi cattolici veri, ci vergogniamo, davanti al mondo non cristiano, di avere un rappresentante della Chiesa Cattolica così indegno !!! Fino a quando verrà il giudizio di Dio, la Chiesa intanto, dove si sta dirigendo ? E i cattolici veri, riusciranno a seguire Gesù, nonostante un Papa , cardinali e vescovi , eretici, lontani dalla grazia di Dio ‘??? Resta con noi Signore , perché si fa sera !!1

  • Gaetano2 ha detto:

    Mah, sarà la foto, comunque quelle che tuttora frequento io so’ più belle. Comunque de gustibus…

  • Stefano ha detto:

    In merito al penoso instrumentum laboris del prossimo sinodo sull’amazzonia, se non erro riguardo ai cosiddetti viri probati si dice di prendere in considerazione la possibilità di ordinare preti uomini anziani, possibilmente indigeni, con una famiglia stabile… senza tuttavia specificare…. Considerato che molti di quelli che sostengono e circondano bergoglio chiappeallegre (e magari lui stesso) puntano a legittimare l omosessualità usando il grimaldello della “stabilità” della relazione, sostenendo più o meno apertamente che “anche queste sono in qualche modo famiglie”, vedrete che molto presto avremo viri probati sia etero sia invertiti… Del resto, bergoglio stesso potrebbe a tal proposito “aprire una porta” e conferire il sacerdozio a quel suo amichetto che un paio di anni or sono ricevette con tutti gli onori in Vaticano (con enorme risalto mediatico) assieme al suo convivente gay con cui ha una relazione stabile, se ben ricordo, da oltre 20 anni.. Non sono forse viri probati anche questi?.. Ma vogliamo davvero discriminarli qualora chiedessero il sacerdozio??… Ecchediamine!!!

  • CARMELO ha detto:

    Sapete cosa mi ha risposto una persona che si interessa di Chiesa solo superficialmente, a cui ho inoltrato questa notizia:
    “Meglio lui che l’ennesimo frocio”.
    La dice tutta su dove siamo arrivati.

  • Ángel Manuel González Fernández ha detto:

    Caro Direttore:
    In Spagna a primi dei 70 passò qualcosa di simile.
    Volevano fare un vescovo ausiliare un prete che vivesse con una donna, ma pochi lo sapevano.
    La donna che era stanca di quella situazione, di essere l’amante di un prete e di non voler essere l’amante di un vescovo ausiliario, minacciava di fare storie.
    Mentre i capi ecclesiastici erano determinati a farlo vescovo e la donna minacciava lo scandalo, il prete andò a Roma e in pochi giorni tornò in Spagna come laico. E la storia è finita di cui quasi nessuno ha scoperto.
    Saluti.

    Estimado Director:
    En España a primeros de los 70 pasó algo parecido.
    Quisieron hacer obispo auxiliar a un sacerdote que vivía con una mujer pero que pocos lo sabían.
    La mujer que estaba cansada de esa situación, la de ser la amante de un sacerdote y no quería ser la amante de un obispo auxiliar amenazó con dar un escándalo.
    Como los dirigentes eclesiásticos estaba empeñados en hacerle obispo y la mujer amenazando con el escándalo, el sacerdote se fue a Roma y en unos pocos días volvió a España como seglar. Y se terminó la historia de la que casi nadie se enteró.
    Saludos.

  • Diana ha detto:

    Laureato in PASTORALE GIOVANILE? Tesi in supercazzola applicata?

  • I fatti ha detto:

    Per me il motivo di fondo di tutte le mie esperienze di ogni livello gerarchico è questa . Ed è il vero motivo per il quale il fondamento è la sabbia .

    https://www.theguardian.com/books/2019/mar/03/in-the-closet-of-the-vatican-frederic-martel-review

    Identico motivo per la ” defenestrazione” di Benedetto XVI e di tutto il male . La maggior parte di questi sono pure Vescovi , non si spiegherebbe altrimenti , poi un giorno gli dirà :” Non vi conosco ” 🙋🙋🙋

  • Nicola B. ha detto:

    Scusi Dott Tosatti, ma nella foto, quale dei due è il Sacerdote? Quello in primo piano con la camicia a quadretti oppure quello in secondo piano con la camicia azzurrina ed un po’ pelato ? E’ una semplice domanda……P.S. Gesù dice nel Vangelo: ” A che giova guadagnare il mondo intero se poi si perde l’anima ? ” San Tommaso Moro difronte alla alternativa tra riconoscere il divorzio del Re ed il suo successivo matrimonio ( = adulterio ) e guadagnare la Cornovaglia ( che evidentemente gli era stata offerta) oppure rimetterci la testa e parafrasando la frase di Gesù ebbe a dire : ” Se già è un pessimo affare guadagnare il Mondo in cambio dell’anima, figuriamoci perdere l’anima in cambio della Cornovaglia,….” . Ecco , tenendo conto della frase di Gesù del Vangelo e quella di San Tommaso Moro, a me viene da dire :” E perdere l’anima in cambio di una donna sposata e per giunta molto racchia è peggio ancora……”

  • Il veritiero ha detto:

    E ancora bergoglio non lo ha nominato cardinale questo fenomeno? Deve essergli sfuggito

  • TITTOTAT ha detto:

    A tutti i commentatori.: è superfluo per non dire da iniqui reputare la relazione con una donna sposata sacramentalmente dinanzi a Dio, che ha fatto una promessa dinanzi a Dio, con un uomo che ha fatto un voto dinanzi a Dio, e riceve l’offerta dei credenti per la missione del regno che ha assunto , migliore di un omozozzo. odiernamente mantenere un giuramento è una barzelletta.
    Poi questi sacerdoti non si vergognano di approfittarsi della gente che lavora e fatica? uno esce di casa per lavoro e voi ne approfittate? e poi chiedete sostegno economico… andate a lavorare!

  • deutero.amedeo ha detto:

    A parer mio in questa vicenda la questione del celibato non è la cosa principale. Anche se fosse un comune laico questo Mr.Rodríguez Alvarez convivente-amante di una donna sposata con un altro sarebbe in stato permanente di peccato mortale. La gravità del fatto va al di là del diritto canonico violando ogni regola del comune buon senso. Chi nominerebbe un pazzo direttore di un manicomio o un ladro comandante dei carabinieri o un pregiudicato direttore di una banca? Solo Bergoglio può fare di queste cose!

  • Nuccio Viglietti ha detto:

    Beh con tempi che corrono in certi ambienti avere amante donna…è già un bel passo avanti (o indietro…)…!!…https://ilgattomattoquotidiano.wordpress.com/

  • Mazzarino ha detto:

    Vi stupite per così poco?? Mi aspetto che dal prossimo anno, al campanello di ogni canonica risponda, in sottoveste, la moglie del prete anzi scusate del pastore. Quello che mi stupoisce invece è che l’Opus Dei sia uno dei maggiori sostenitori di Bergoglio. Ma in fondo questo spiega perchè dalla fase di sgretolamento la Chiesa è passata a quella di crollo.

  • gabriele ha detto:

    strano che vogliano fare vescovo un uomo a cui piacciono le donne

  • VITMARR ha detto:

    Consacrati con amanti con e senza apostrofo, il quadro è fosco e il pericolo è quello di generalizzare troppo. Anche Lutero quando venne a Roma trovò una situazione simile e di qui cominciò il suo cammino verso lo scisma. Forse non riusciamo a capire che generalizzando troppo , senza parlare dei tanti santi sacerdoti che compiono con sacrificio e amore la loro missione , stiamo facendo il gioco di Bergoglio. Come Scarpia si annida nel cuore di Tosca così Lutero si annida nel cuore di questo papa.

    • CaroUgo ha detto:

      Se fare nome e cognome è generalizzare…

      • Vitmarr ha detto:

        Ma i nomi e cognomi ci vengono offerti su un pianto d’argento. Possibile mai che in qualsiasi incarico di alto livello ecclesiastico o promozione non ci siano che persone con dietro dossier alti così .? Sarà gioco facile per Bergoglio eliminare il celibato dicendo che “così fan tutti”, e noi dietro a dire che effettivamente è così.
        Calza a pennello il paragone con l’opera di Mozart “Così fan tutte”, opera bellissima con dei sestetti da incanto, ma che per il suo contenuto licenzioso fu da tutti , Beethoven e altri grandi musicisti compresi , tenuta in disparte . Se non ricordo male , in Italia fu rappresentata solo nel 1930.

  • Paolo Giuseppe ha detto:

    Beh, però abbiamo fatto decisivi progressi. Si nota la mano del papa in questa vicenda: non più coppie omosessuali, ma un uomo-una donna. Era ora di finiamola, perbacco! Finalmente si comincia a fare pulizia.
    P.S.: l’ho buttata in ridere perchè essere seri non ha più senso.

  • Nicola B. ha detto:

    Magistrale precisazione del Dott Tosatti che specifica il sesso dell’amante . Infatti mica è poi così scontato il fatto che il sesso dell’amante debba essere di genere femminile ai giorni nostri….Fosse il fatto avvenuto 40/50 anni fa lo sarebbe stato..Ma oggi…..Questo per dire in che terribili tempi viviamo….

  • GMZ ha detto:

    Cosa cosa cosa?! Un prete con un’amante? Un’amante con l’apostrofo? Cioé, un prete che frequenta una donna?
    Santo subito: trattasi di uno degli ultimi sacerdoti normosessuali, roba da metterlo in vetrina e additarlo a mo’ di esempio!
    Peccato non sarà mai vescovo: non appena il pampa verrà a conoscenza delle preferenze sessuali di questo poveretto, lo sostituirà con un fidato pedofilo per garantire quella omo-geneità che tanto gli sta a cuore.

  • Anima smarrita ha detto:

    Sembra di assistere come in teatro ad uno spettacolo borderline che, quasi per fatalità, debba andare avanti, mentre i membri della gerarchia ecclesiale a tutti i livelli restano sdraiati in uno stato sonnacchioso sui frantumi di una cristalleria di cui non sentono alcuna puntura.
    Come sottolineato: null’altro da aggiungere ad una notizia – una delle tante che ormai non sorprendono più – che si commenta da sola.
    Storia di un (quasi?) vescovo che fa il paio con l’altra di ieri, con protagonista mons. Moreau, dimessosi dal governo della diocesi di Rouyn-Noranda, in Quebec, pare a seguito di un matrimonio celebrato da una suora con l’autorizzazione ottenuta dalla Congregazione del Culto divino e disciplina dei Sacramenti.
    E, in fatto di matrimoni, la memoria corre veloce a suggestive unioni coniugali benedette da Bergoglio: quella in volo su cui si concentrò l’attenzione dei media, in quanto svoltasi proprio davanti ai giornalisti al seguito del papa nel viaggio in Cile del gennaio 2018, e quella passata in sordina di due coniugi uruguaiani, che convivevano da 24 anni, consacrata con una benedizione il 19 settembre sempre dello scorso anno, mentre si tenevano per mano seduti nel salottino di Santa Marta.

  • Donna ha detto:

    Il rappresentante perfetto della “chiesa in uscita” , benedetto da Amoris e Letizia e al sicuro dal ” chi sono io per giudicare”
    Il problema non è la sua eventuale promozione, è che già nello stato in cui si trova , se provato che continua a fregarsene del sesto comandamento dando quindi scandalo nella fede come pastore, dovrebbe essere ripreso e allontanato, per un periodo di riflessione sul suo essere sacerdote.
    Ma probabilmente sa che niente succederà, e magari dopo il sinodo amazzonico gli verrà data pure la porpora cardinalizia, all’interno di questa chiesa ormai”strana e stravagante”.

  • Enrico66 ha detto:

    Non è nemmeno iniziata la discussione sui “viri probati” che già si va oltre. Concubini probati.

  • Franz ha detto:

    MA DAI TOSATTI , ESULTI PERBACCO ! CIO’ DIMOSTRA ANZITUTTO CHE NON SON TUTTI OMO . POI CHE ANCHE LORO POSSONO CONCORRERE A PRODURRE PIL FACENDO FIGLI

  • Gian ha detto:

    Al di là della indignazione che mi suscita il leggere una notizia così, altra conferma che oramai codesti delinquenti mascherati da ecclesiastici non hanno più pudore né remore e sono sempre più superbi nel perseguire il diabolico piano di dissacrazione e distruzione, penso che pensionare vescovi e cardinali – solo quelli cattolici e non “progressisti” però – al compimento dei 75 anni sia un altro diabolico frutto del CVII.
    C’è un falso papa ultraottantenne e gesuita, che nessuno osa contraddire, dallo sguardo malvagio e con la bocca da impostore, che prima di schiattare vuole raggiungere l’obiettivo per cui l’hanno insediato, cioè rottamare la Chiesa. Non ci sono più paraventi né scuse per non voler vedere la realtà.

    • Adriana ha detto:

      @ GIAN ,
      bel ritrattino , calzante ! Forse adesso il povero don Ezio capirà
      chi è stato a ridurlo a Spettro ” larvale “. La jungla amazzonica è piena di larve .

  • Nat ha detto:

    Lo sanno tutti quale considerazione hanno i peccati “dalla cintola in giù” nella Chiesa della misericordia. Lo disse chiaramente Bergoglio in una intervista citando il comportamento esemplare di un” bravo vescovo” al riguardo.
    Ben altri sono i comportamenti da censurare in un vescovo, a partire ovviamente dal clericalismo, qualunque cosa esso significhi, e via via elencando: legalismo, fariseismo, proselitismo…

  • maurizio rastello ha detto:

    Forse. Prima di puntare il dito, attendiamo che l’increscioso evento si compia, anche perché non saranno queste poche righe a mutarne il corso. No, Tosatti non può attendere, gli preme far spirare quel venticello che infiamma i cuori e le tastiere dei suoi followers. A che pro?

    • wp_7512482 ha detto:

      Perché povero Rastello forse saperlo prima è meglio che piangere dopo. O no? No, per i rastelli meglio sopire, troncare, troncare sopire…Struzzi.

      • Alessandro2 ha detto:

        A me veniva in mente un’altra parola che con “struzzi” è assonante, ma anche struzzi va bene.

    • Fabrizio Giudici ha detto:

      GIà: sono sei anni che succede di tutto e regolarmente si avverano le pessime previsioni di certi, ma no, aspettiamo… Voltaire pensava che i cattolici fossero fessi, ma non aveva minimamente idea di quanto lo sarebbero stati nel XXI secolo.

      • Lucia ha detto:

        Gentile signor Fabrizio Giudici per me e sempre un piacere leggere le sue considerazioni e quella di Voltaire e magistrale per cio che sottindende .Io nelle ultime settimane sto rivalutando piu che mai ” Lumi” , Rivoluzione francese e quant’ altro ,sofferenze indicibili e terribili personaggi che da quel momento si scatenarono contro la Chiesa ma Voltaire e gli Enciclopedici , Robespierre , Napoleone erano gente SERIA che nulla ha a che vedere con i personaggetti sulla scena odierna in campo culturale e politico in primis ahime della chiesa attuale che sembrano usciti da un film comico demenziale di serie c .Mi sembra sempre piu appropriata la citazione ” Una risata li seppellira” .E adesso capisco sempre piu che non tutti i mali vengono per nuocere , se noi adesso come cattolici o come semplici cittadini possiamo prendere le distanze dal teatrino ecclesiastico senza sentirci traditori della fede cristiana e ANCHE grazie alla laicizzazione della societa degli ultimi 2- 3 secoli e naturalmente
        del ” Date a cesare quel che e di cesare e a Dio quel che e di Dio” che adesso agli ultras di Papa Francesco e sempre piu di …..indigesto .Che Gesu quando disse quella frase l ‘ abbia detta pensando anche a noi fedeli e uomini di quest’ epoca sapendo che un giorno come affermano le profezie della Taigi , di La Salette e di Cornacchiola e di recente a Civitavecchia ROMA sarebbe stata trono del diavolo ? Comincio a pensarlo.La saluto con affetto

    • LucioR ha detto:

      Ma Rastello e Carlone sono gemelli?

    • Sherden ha detto:

      “attendiamo che l’increscioso evento si compia”…

      …come disse quello, vedendo bruciare una miccia attaccata a candelotti di dinamite…

      Ma la strategia è semplice: una volta passato uno, via libera per tutti.

  • Il Papa ha detto:

    C’è 1 solo Papa Benedetto XVI , preghiamo per Lui .

  • Fabrizio Giudici ha detto:

    E che problema c’è? La relazione con la donna sposata? Sanata da Amoris Laetitia. La violazione del celibato? Ci penserà il Sinodo Amazzonico. In realtà questo Rodríguez Alvarez è il modello perfetto di “prete” della neoChiesa.

    • Adriana ha detto:

      Fabrizio Giudici ,
      temo che il prete -con-moglie non sia tanto perfetto .
      Dovrebbe essere un prete-con-mogliO . ( Possibilmente nero )
      Dove c’è Ammmore c’è famiglia…e avrebbe l’alto onore di far la carezzina a Bergoglio…come Macron .

  • Mary ha detto:

    Se è una donna sposata, io consiglierei al marito di stare molto attento, potrebbe rischiare di fare la fine di Uria, marito di Betsabea. Con la gerarchia che ci ritroviamo, non si sa mai…..

  • Adriana ha detto:

    Speriamo almeno che il suo nominativo sia iscritto all’Albo dei preti
    altrimenti , da come si presenta , si potrebbe crederlo uno dei tanti
    ” idraulici /elettricisti ” – ricchi – ( e non ricchioni ) .