SUOR GERTRUDE BIS. L’AVVOCATO FORMICOLA LE MANDA UN MESSAGGIO, E LEI RISPONDE…

8 Giugno 2019 Pubblicato da --

Marco Tosatti

Cari amici di Stlum Curiae, a seguito del post precedente ci sembra giusto riportare un breve scambio di commenti fra l’avvocato Giovanni Formicola e suor Gertrude, che da lui è stata interpellata tramite Stilum Curiae. Buona lettura.

Ο

L’avvocato Formicola ci ha scritto:

“A volte, dopo aver letto quello che scrivono santi uomini a lui vicini, oserei dire suoi portavoce o confidenti (come SER il Card. Kasper, per esempio, o il card. Marx, Maradiaga, Padre Sosa, Fr. Enzo Bianchi, ecc.) entro in momenti di sconforto e son tentata di pensare che ci vogliano dire che per 2000 anni la Chiesa di Cristo ci ha ingannato, ci ha raccontato e fatto credere cose “interpretate” o immaginate, per assicurarsi potere sugli uomini. Cosicché ora sembrano voler trasformare questa chiesa in una organizzazione socialmente utile, non più spiritualmente utile. E questo pensiero mi angoscia”.

 Caro Marco,

puoi dire alla mirabile suor Gertrude che ha perfettamente ragione, ma che quello da lei descritto è precisamente il pensiero – meglio, l’intento – proprio del Papa, da ricaduta del modernismo irriflesso qual è la sua mensautentica?

Grazie e un caro saluto

 

Abbiamo girato il messaggio a suor Gertrude. Ecco la risposta:

 

Suor Gertrude è perfettamente cosciente delle considerazioni dell’avv. Formicola, ma non poteva esprimersi in tal senso rischiando di fare “ il processo alle intenzioni “ a qualcuno che talvolta appare essere non sempre perfettamente “equilibrato” in ciò che dice e fa, ma è il Papa, oltre che un uomo. E suor Gertrude vuole distinguere la figura del Papa, che ovviamente continua ad amare e rispettare, e la figura dell’uomo, che è ciò che la preoccupa, e la tormenta . Suor Gertrude ringrazia per l’attenzione l’avv. Formicola di cui segue sempre quello che dice e scrive, e lo invita a pregare sempre per il Papa, ma non interrompere mai l’azione responsabile di difesa della figura del Papa, la difesa della Santa Chiesa Cattolica, apostolica e romana, quella che ha duemila anni di dottrina insegnata nella tradizione (che non conosce evoluzionismo teologico dogmatico) , che ha sì avuto eresie nella sua storia, ma ha sempre trionfato su di esse . E così sarà fino alla fine dei tempi, anche se fossero quelli descritti da San Giovanni Evangelista nel libro dell’Apocalisse. Cristus vincit !

 

E c’è un ultimo aggiornamento da parte dell’avvocato Formicola:

Ha ragione. Ho sbagliato. Avrei dovuto dire Jorge Mario Bergoglio. Ma non è un processo alle intenzioni, bensì all’intento, che è perfettamente decifrabile non solo empiricamente, ma a partire dalla  mens, anche questa molto ben manifestata.
Almeno due volte al giorno recito l’ oremus pro Pontifice nostro Francisco,
Grazie e carissimi saluti
in J. et M.

 



Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa” fino a quando non fu troppo molesto.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina


 LIBRI DI MARCO TOSATTI

Se siete interessati a un libro, cliccate sul titolo….


Viganò e il Papa


FATIMA, IL SEGRETO NON SVELATO E IL FUTURO DELLA CHIESA

  SANTI INDEMONIATI: CASI STRAORDINARI DI POSSESSIONE

  PADRE PIO CONTRO SATANA. LA BATTAGLIA FINALE

  Padre Pío contra Satanás

La vera storia del Mussa Dagh

Mussa Dagh. Gli eroi traditi

Padre Amorth. Memorie di un esorcista.

Inchiesta sul demonio.

Tag: , , , ,

Categoria:

Questo articolo è stato scritto da wp_7512482

45 commenti

  • Maria ha detto:

    Sto leggendo l’autobiografia di Kung e così il lungo percorso dal Concilio vaticano II al papa gesuita odierno, attraverso il tentativo di Giovanni PaoloII e Benedetto XVI di arginare la distruzione della chiesa cattolica, mi si è chiarito. Kung, arrogante, superbo, mondano, assetato, lui sì, di potere, sta trionfando e ciò che voleva dai tempi del Concilio si sta ora avverando. Ciò che la sua teologia liberale e progressista ha nel tempo distrutto non è il potere del papa e della curia vaticana, ma la fede nella divinità di Gesù e la fede nella Madonna. Come esempio cito per Tosatti, perché lo utilizzi , l’articolo di Eugenio Corti dal quotidiano L’Ordine, febbr. 1978 “l’identità dei cattolici”, raccolto insieme ad altri articoli in “Il fumo nel tempio” ed Ares,2001. E, come indica lui, penso sia molto utile la lettura di “Il quinto Vangelo” del card. Biffi per capire cosa crede e vuole il papa attuale con tutto il suo seguito.

  • Gene ha detto:

    Nonostante le preghiere, questo papa continua imperterrito a fare propaganda…perciò ritengo inutile dedicarmi alla persona Bergoglio…anche perché non dimostra rispetto verso le persone…vedasi la critica ai zitelli. Suor Gertrude ha molta fede, ma i fatti la smentiscono.

  • Iginio ha detto:

    Beh, no, calma, adesso mettersi anche a distinguere intento da intenzione è troppo… Come distinguere zuppa da pan bagnato?
    Su, evitiamo pliniate e appropriazioni indebite (l’Opzione Benedetto di Dreher non c’entra niente con Formicola) e agiamo seriamente.
    Lo ripeto per la millesima volta:1. evitare sceneggiate sedevacantiste o lefebvriane o alla “quant’erano belli Borboni e gli Asburgo” o complottismi che vedono massoni dappertutto; 2. Far notare in tutti i modi l’irrazionalità dell’agire dei bergogliani nonché la loro ignoranza e incoerenza; 3. non limitarsi alle conventicole che se la cantano e se la suonano, ma intervenire nel dibattito pubblico e nel cosiddetto “sociale”: chi l’ha detto che non si possa essere cattolici seri e allo stesso tempo combattere la mafia o la droga o l’usura? O fare gli insegnanti nelle scuole statali? O i funzionari pubblici? O i magistrati? O i giornalisti?
    Come si vede, il campo è vasto e il lavoro enorme. Diamoci da fare anziché strillare come galline che si fanno ridere dietro.

  • Monica ha detto:

    Grazie al cielo la Chiesa ha fondamenta divine, altrimenti fra intenti, intenzioni ed empirismi umani sarebbe già archeologia.

  • Marco Matteucci ha detto:

    Parole Sacrosante le sue carissima Suor Geltrude: “Preghiamo per il Papa”
    …a sapere chi sia!

    Colui che in passato ha definito sprezzantemente “postina” la Santa Vergine, facendo commissariare Medjugorje e che oggi fa lo stesso anche con il Santuario di Lourdes?

    …A QUANDO FATIMA?
    MAH!

    Nota:
    Se il motivo delle ingiunzioni, come sembra insinuare Bergoglio, sono i soldi, il Vaticano dovrebbe avere le mura chiuse con i sigilli della Guardia di Finanza almeno dai tempi di Roberto Calvi non le pare?.

    • Marco Matteucci ha detto:

      Mi accorgo adesso di averle storpiato il none, Manzoni mi perdonerà, d’altra parte nessuno è infallibile, neanche un papa, se confonde Gesù con Maometto …ma nessuno di voi consacrati da un fiato!

  • Rafael Brotero ha detto:

    …ma non poteva esprimersi in tal senso rischiando di fare “ il processo alle intenzioni “…

    Ma tacendo rischia permettere placidamente la distruzione della fede e la morte eterna della quasi totalità della nostra povera umanità, la cui salute dipende di questa fede, porta del cielo.
    Non c’è fuoriuscita, bisogna scegliere: Bergoglio o Cristo, l’antichiesa bergogliana o la Chiesa Cattolica di Benedetto XVI, vero Papa.
    Tacere e aspettare in questa ora gravissima è peccare gravissimamente.

  • virro ha detto:

    Sr. Gertrude, Gesù ha detto “..il cielo e la terra passeranno, ma le mie parole non passeranno”.
    La Chiesa passerà, il Paradiso che ci attende NON passerà.
    Noi non giudichiamo l’uomo Bergoglio, perché non lo conosciamo , ma le parole e i fatti che questo vertice di questa chiesa comunica SI, è nostro dovere discernerle (Ez 33 sentinella)
    Il Signore asciugherà tutte le nostre lacrime d’amore per la nostra Chiesa
    VIENI SANTO SPIRITO RINNOVA LA NOSTRA CHIESA CON UNA GLORIOSA PENTECOSTE

  • Elia ha detto:

    Cara suor Gertrude, lei non ha mica parlato male di Benedetto XVI?

  • Anima smarrita ha detto:

    Un grazie doveroso all’avvocato Formicola, non un azzeccagarbugli qualsiasi… «A noi poverelli le matasse paion più imbrogliate, perché non sappiam trovarne il bandolo…» (PS, Cap. 3).
    Mi ritrovo ingarbugliata nella matassa delle notizie di giornata; impressionata dalla foto del card. Pell tradotto in manette sul cellulare della polizia, al termine dell’udienza di appello, e con l’ulteriore carico di una causa civile per l’accusa di aver coperto un prete che aveva abusato di bambini…
    Fresco di giornata un attacco feroce al card. Sarah, a firma di quel Martel autore di “Sodoma”, dalle pagine de “Il Fatto quotidiano”, che lo presenta come “anti-papa”, finanziato dall’ultradestra americana per la pubblicazione dei suoi libri, best seller – secondo Martel – soltanto grazie al trucco dell’acquisto all’ingrosso da parte di mecenati e fondazioni per essere distribuiti gratuitamente in Africa.
    https://www.finesettimana.org/pmwiki/uploads/RaSt201906/190608martel.pdf
    Ribadendo ad un sito tedesco di non essersi mai «espresso contro papa Francesco», il cardinale spera tuttavia che i cattolici «osino parlare senza paura anche se questo diventa sempre più difficile per loro».
    Difficile leggere imperturbabilmente gli articoli riguardanti il vescovo Zanchetta, con la correlata dissertazione affidata alla giornalista di Televisa dal papa, con un ‘abbondanza di dettagli che mi suonano come autodifesa di tentativi espletati per far chiarezza e per risolvere la questione – interrogatori anche in presenza del vescovo di Buenos Aires, testimone in un “processo” con Bergoglio nel ruolo di giudice; e poi visite psichiatriche in Spagna e cure conseguenti – e che, invece, virano – e non è la prima volta – nella direzione di uscirne come parte lesa, in quanto raggirato con confessioni false.
    In questa babele mi sfugge la funzione degli “addetti” alla comunicazione vaticana… e: sì che si sono registrati tanti… innesti, in un’operazione riformatrice che avrebbe dovuto concorrere a ridare smalto ad un papato in difficoltà. Invece: mi sembra di sentire sempre e solo Bergoglio, anche in veste di portavoce di sé stesso…

  • GIORGIO VIGNI ha detto:

    c.p.c.: Deutero, Adriana, Diana

    Littera consolationis
    Reveraendae Sorori, genibus nixae,
    per quel che può servire, una confessione personale, à vrac:
    dopo i 33 anni ho scoperto di essere uno e bino (terribile abuso letterario, roba da Sant’Uffizio), un corpo ed un’anima. Cosa confortante, talora scomoda e difficoltosamente gestibile. Ogni sera andiamo insieme nello stesso letto, a volte, però, mi farebbe comodo mandare l’anima in un altro giaciglio, soli, uno di qua e una di là. Uno dei due vuol prevalere e si litiga. Col passare degli anni, grazie a Dio, è l’anima che prevale sempre di più. Normalmente pregavo per chiedere delle grazie, al 90% cose contingenti, umane. Se non venivo esaudito o adirittura contrastato, mi amareggiavo e sconsolavo. Pochi anni fa credo di aver capito, infatti considerando le cose che, al momento, erano andate storte e che mi avevano fatto imprecare, visto quanto è accaduto dopo, ringrazio Iddio che le abbia fatte andare così. E’dato che la mia zucca faceva e fa, una fatica improba a capire il gatto di Schroedinger e gli alef di Cantor (Cantor ci è morto in manicomio), cosucce, infiniti alef più semplici di un pallottoliere, per il Buon Dio. Ora prego così: Padre, mi servirebbe….però sai quello di cui ho bisogno, guida Tu. Confidenzialmente, ancora a volte, mi scappa di pensare che talora, Lui guidi come un matto. In soldoni, ora cerco di pregare per pregare, satis est.
    Nella storia, 3000+ 2000 anni, ci son state “stranezze”, vitelli d’oro, papi Alessandro, Giovanni….., Lutero, Maometto….ma Lui, ergo la Chiesa, sono sempre e sempre saranno. Suo Figlio, il Galileo, l’ha ripetuto continuamente: sarò sempre con voi, non prevarranno, tutto è contato. La Trinità ha messo in gioco, per noi, anche la Madre. μὴ μεριμνᾶτε
    Mc 4, 35-41.
    Basta pregare, anche con il salmo 109/108.
    Reverende Sorore, S.V.B.E.E.Q.V.*

    G.Vigni

    * Si Vales Bene Est, Ego Quoque Valeo

    • GIORGIO VIGNI ha detto:

      Errata corrige:: Reverenda Soror

      Ingravescente aetate, tastiera artrosica.

      gv

    • deutero.amedeo ha detto:

      Caro G.Vigni, anch’io ci ho messo del tempo a capire ‘sta cosa, tanto più che al liceo ho avuto un insegnante di storia e filosofia che era un fanatico idealista che sosteneva anche con gesti plateali (tipo: battere la testa contro il muro dicendo — questo muro fuori di me non esiste–) che al di fuori del nostro pensiero non esiste nulla. Ma anche nella Bibbia coesistono una visione semitica in cui l’uomo “è” un’unità di anima e corpo e una visione ellenistica in cui prevale l’idea che l’uomo “ha” un’anima e un corpo. A parer mio la visione più corretta è quella semitica. Però…. tace cò tace crape dice Scarpe Grosse (tot capita tot sententiae, a parere di due cervelloni come Terenzio e Cicerone, digo ben?)

      • GIORGIO VIGNI ha detto:

        Deutero ed Adriana
        D’accordo per il semitico.
        Grandi danni ha fatto il Cartesio: cogito ergo sum. NO |
        SUM ERGO COGITO.

        Caffè con grappino a mio carico, anche il mezzo toscano, forse, per questo, Adriana potrebbe avere delle riserve, ma provare……..

        G.Vigni

    • Diana ha detto:

      Grazie Giorgio, impagabile.

  • Lucy ha detto:

    Le considerazioni di suor Gertrude sono attinenti anche alla lettera dei vescovi del Lazio che sarà letta domani in tutte le messe della regone ( altre seguiranno ) , perchè è un ulteriore segnale dello scollamento sempre più massiccio tra ” pastori ” , a cominciare da Bergoglio , e fedeli nello spostamento dalle tematiche sui temi “fondanti ” per la vita quotidiana in funzione di quella eterna ad altre del tutto opinabili e contingenti , in primis quelle ormai scopertamente politico/partitiche comprese quelle dell’agenda gay .
    L’Espresso proprio il giorno del voto dedicando la copertina a Bergoglio vestito da Zorro che avrebbe dovuto spazzar via la destra ” populista e sovranista” sottolineava ” la chiesa di papa Bergoglio passa all’opposizione ” .Passa ?Sono sei anni che è passata all’opposizione all’interno della stessa Chiesa da un modo subdolo e ambiguo ora al modo aperto e chiaro sia sui temi etici che su quelli politici.Ora dopo che”politicamente” la maggioranza dei cattolici(vedere i dati su Libero di ieri) ha risposto bocciando CEI e Bergoglio , la scelta , untuosa e servile , dei vescovi del Lazio significa che in alto e basso loco non hanno capito la lezione ma insistono pervicacemente in un pressing controproducente per cercare di riuscire a condizionare i poveri fedeli a messa , un pressing che non ha funzionato e non funzionerà perchè 1) troppo scoperto il messaggio politico pro PD sotto il velo sottilissimo dell”accoglienza” ( la prima delle virtù – Bassetti dixit) ,2) perchè la lettura nella messa di un documento religioso dovrebbe rispondere a qualcosa du una gravità eccezionale.Lo fece il “Leone di Münster” Von Galen nel 1941 denunciando in chiesa l’eutanasia dei disabili tedeschi del programma Aktion T 4 sapendo di rischiare la vita.
    Quello che il documento dei vescovi del Lazio attesta tra il plauso generale della sinistra italiana e non solo , è , dopo 2000 anni il cambio di paradigma che , come osserva l’avv. Notarnicola, è quello che Bergoglio persegue fin dall’inizio del suo pontificato.Bergoglio e il papa sono la stessa persona , il Sacro Soglio , come distingueva Dante mettendo papi all’inferno , è un’altra cosa.

  • Gaetano2 ha detto:

    Copiato da internet. (Non dico di farlo leggere a don Ciccio, tanto è inutile)

    San Vincenzo. Il segreto del patrono delle opere di carità? La genuflessione!

    “ Avverto la compagnia in generale di una mancanza che parecchi commettono qui alla presenza di Nostro Signore nel Santissimo Sacramento dell’altare. Ho osservato che molti facendo la genuflessione davanti al Santissimo Sacramento , non la fanno fino a terra , o la fanno senza devozione. L’ avevo notato altre volte , e mi ero proposto di avvertirne la Compagnia …e affinché quelli che non fanno con devozione la genuflessione, come conviene alla gloria e alla maestà di Dio vivente, se ne correggano , mi sono creduto in dovere di non differire più oltre e di avvertire come faccio la Compagnia, perché vi faccia più attenzione. I motivi che ci inducono a fare questa prostrazione con la dovuta devozione esteriore ed interiore, ed è così che devono fare i veri cristiani sono : l’esempio del Figlio di Dio , e quello di altre comunità religiose. Il Figlio di Dio si prostrò (…) Io pure, in questo, non ho mai dato l’esempio che dovevo. Purtroppo la mia età e il mio mal di gambe me lo impedicono. Se, tuttavia , vedrò che la Compagnia non si corregge, mi sforzerò di far il meglio che mi sarà possibile, anche se per rialzarmi dovrò appoggiarmi con le mani contro terra, pur di dare l’esempio”.
    San Vincenzo De Paoli

  • Gaetano2 ha detto:

    “… ma è il Papa, oltre che un uomo”.
    Certo come no! Pure eletto legalmente (pare).
    E mi ripeto: alla stanza maniera Giuda era vero apostolo…

    • Paolo ha detto:

      Rispondo a Milli ma e- per tutti.
      Poiche’ quanto dichiarato dal {fu} Cardinal Danneels, e da lui scritto nel libro autobiografico, circa gli incontri della cd Mafia di St. Gallen. non e’ mai stato smentito, a norma delle istruzioni lasciate da Papa Giovanni Paolo II, l’elezione di Bergoglio non e’ legalmente valida.
      Qualcuno puo’ spiegare perche’ Bergoglio continua ad essere considerato e chiamato Papa?

  • Adriana ha detto:

    Non conosco i due stimabili interlocutori . Rilevo soltanto che
    l’Avv . si esprime in maniera chiara e concisa , mentre Suor Gertrude ” deve ” ricorrere a certi arzigogoli dottrinali e mentali per salvare ” la figura ” del Papa .
    Nel dizionario si trova una ventina di impieghi del termine :
    ” figura “. Si va dall’aspetto esteriore e dalla sua rappresentazione artistica , al personaggio di un momento storico e fantastico , ad un’ immagine convenzionale simbolica e allegorica ( tralasciando la danza , la scherma , il ricamo ecc…)
    Molto giusta e bella l’ intenzione della suora di non voler sondare il mistero dell’anima di Bergoglio :dell’anima di un uomo rispetto al giudizio ultraterreno , Può darsi che si penta – Dio lo voglia !- ,
    oppure può darsi che questo Gesuita incontri quel certo Personaggio beffardo capace di dirgli sul muso : ” Forse tu non pensavi
    ch’io loico fossi ! ” ( Inf. c. 27 , vv 123 – Bolgia dei Consiglieri Fraudolenti ) . ( loico significa Avvocato che segue la logica ).
    Si usa anche dire : ” Che brutta figura ! ” E quale figura più brutta
    della partecipazione della Chiesa alla ” cerimonia laica ”
    del Met , dal titolo
    significativo : ” Moda e Immaginario Cattolico” ?
    Partecipazione – indiretta – del Papa ma – diretta – del Card. Ravasi in una delle sue tronfie ” performances “a pagamento segreto .
    Fin dal titolo era chiaro l’intendimento di liquidare 2000 anni di Cristianesimo CATTOLICO come un prodotto di menti fantasiose quando non addirittura distorte da diverse forme di superstizione . Che ideona modernista regalare a un pubblico di dive e divetti in adorazione del kitsch ” reperti ” risibili e assurdi come il Triregno di Pio IX , le scarpe rosse di Giovanni Paolo II , il Piviale di Benedetto XVI .,,, Già , Bergoglio potrà ben ridere delle spoglie anacronistiche della Chiesa a lui ( di poco ) precedente . Al contrario di Pinocchio potrà concludere : ” Come ero buffo quando ero un ragazzino a modo , come sono contento di esser diventato un burattino ! ” Ognuno pensa di far bella figura come può : perfino come ” influencer ” per i ” deficienter ” .

  • TITTOTAT ha detto:

    Seguimi, to farò raccoglitore di plastica negli oceani.
    Plastica: Sporcizia moderna non degradabile.
    Oceano: Immensa superbia.
    L’ umile pescatore di lago è sparito. Ancora vi fate scrupoli di denunciare l’ impostore?

  • IMMATURO IRRESPONSABILE ha detto:

    Quei signorì citati da suor Gertrude hanno uno scopo ben preciso: mutare la dottrina cattolica o, per dir meglio, far accettare il principio che nessuna verita’ e’ immutabile. Nonostante tutti i titoli accademici, molti dei modernisti infettano la Sacra Doctrina con maldigerite teorie filosofiche piu’ ottocentesche che contemporanee. Sono sempre piu’ convinto che il modernismo teologico ha origine da un “incidente” filosofico: chi non ha, per limiti propri o per scelta, una salda preparazione metafisica, e’ destinato a farsi intimidire dalla prima teoria storicista, relativista o esistenzialista che incontra.
    Talvolta su quella mal fondata ontologia si e’ eretta una impressionante erudizione filologica che, tuttavia non garantisce dagli svarioni teologici. In alcuni tutto cio’ si accompagna a capacita’ “tattiche” notevoli; intendo la capacita’ di evitare lo scontro aperto, di favorire l’ attacco alla dottrina senza mai affermarlo lealmente. Ho in mente l’ abitudine di Kasper, quando parla di una nuova dottrina, di riferirsi a non meglio specificate “ricerche di (non citati) teologi”, oppure a “risultati ormai acquisiti da studiosi”; e ogni volta e’ chiaro che parla di se medesimo!
    Il caso del Papa e’, io credo, assai diverso; egli ha dimostrato di non partire da principi filosofici o teologici precisi. Temo che le sue parole e i suoi gesti siano piu’ comprensibili con chiavi interpretative piuttosto psico-logiche. E qui mi fermo per gli stessi motivi espressi da suor Gertrude.
    Ma c’e’ un altro gruppo che spinge verso la disgregazione; sono i fedeli che, spinti da esigenze morali, senza preparazione dottrinale (essi, al posto del vituperato catechismo, hanno subito le “catechesi” piu’ creative e fantasiose in parrocchia. Costoro si illudono che ogni cambiamento sia una rigenerazione, ogni “rinnovamento” un’ esigenza vitale. Un paio di esempi fra tutti: se uno non conosce la Transustanziazione, come fa a capire il divieto della intercomunione? e’ inevitabile che la attribuisca a qualche tabu’ psicologico o qualcosa del genere. Se uno non conosce la simbologia liturgica, come fa a capire che cosa lui stesso perde, quando il culto e’ corrotto?
    E’ in atto un’ alleanza, e una parte dei contraenti hanno obiettivi assai piu’ radicali di altri, piu’ ingenui e in buona fede. La speranza e’ che tra quesi ultimi, qualcuno si accorga del disastro che si avvicina.

  • Paolo P. ha detto:

    Cara suor Gertrude, lei è sicura che Jorge Mario Bergoglio sia il vero papa? Io no. Gesù Cristo può avere un solo vicario sulla Terra, dunque, finché è vivo Benedetto XVI, Bergoglio non può essere il vicario di Nostro Signore … come si può facilmente constatare da quello che il sig. Bergolio dice e fa.

  • Diana ha detto:

    Dialoghi in fila alle casse del supermercato a Roma un paio di ore fa. Si parla dei giovani questuanti di colore appena fuori da tutte le uscite.
    Cassiera: “I clienti se ne lamentano”
    Vecchietto in fila: “E il papa ‘Accoglieteli, Accoglieteli’ ma a me per prendere le medicine in Vaticano mi controllano, mi chiedono la carta di identità e a casa sua non se li prende”
    Signora in fila: “Sempre che si possa chiamare papà, quello”.
    Cassiera: “Ormai questi, giusto per la Messa la domenica”
    Cassiere 2 al vecchietto: “Fai una cosa, dagli le chiavi di casa tua e poi te vieni qui fuori”

  • Il veritiero ha detto:

    Io nella preghiera “Secondo le intenzioni del papa” non dico mai il no.e bergoglio o Francesco.
    Io dico “Secondo le intenzioni del sommo pontefice” se sono in comunità. Se inveve sono da solo dico “Secondo le intenzioni del sommo pontefice RICONOSCIUTO DA DIO”
    Comunque il vero problema invece è che un fedele deve anche arrivare a fare questi pensieri….un fedele dovrebbe poter pregare tranquillo, senza averne di questi dubbi o incertezze.

  • Tos ha detto:

    Attenzione: c’è un aggiornamento dell’avvocato Formicola.

    Ha ragione. Ho sbagliato. Avrei dovuto dire Jorge Mario Bergoglio. Ma non è un processo alle intenzioni, bensì all’intento, che è perfettamente decifrabile non solo empiricamente, ma a partire dalla mens, anche questa molto ben manifestata.
    Almeno due volte al giorno recito l’ oremus pro Pontifice nostro Francisco,
    Grazie e carissimi saluti
    in J. et M.

  • Adele Magnanini ha detto:

    Ritengo sia ora di fare qcs. Di diverso del girare intorno al problema. Ringrz. SUOR Gertrude, ; ritengo tuttavia che qst. Reggente Vaticano non abbia appunto ne’ equilibrio umano ne’ tanto meno pastorale; ABBIA confusione mentale , data da una mancanza di approfondimento dei problemi dell’,uomo, problemi reali e sociali; e per questo motivo debba dimettersi.: non e’ possibile rimanga dov’e’. Questo soprattutto dopo il commissariamento Lourdes, ( abominio estremo!) visto la fine degli altri ordini commissariati. Nessun cardinale interviene pubblicamente? Solo una persona che non e’ riuscita ad entrare in se’ stessa, ad amare Cristo,ad accettare il senso del bene del male, puo’ pensare di togliere la Religione cristiana x una fratellanza universale massonica senza Verita’, cioe’senza Cristo.
    Occorre togliere il nome Francesco della messa, oppure aggiungere il nome Benedetto.

  • PGVAT ha detto:

    SI CHRISTUS VINCIT, CHRISTUS REGNAT … ! CREDO QUESTO INNO FOSSE STATO IDEATO PER L’INCORONAZIONE DI CARLOMAGNO NELL 800 AD.

  • La Verità vi farà liberi ha detto:

    Mi spiace dirlo, ma criticare il magistero antiMagisteriale di Jorge Mario Bergoglio non è mancanza di amore al Papa.
    Se io vedo mio padre che picchia tutti i giorni mia madre e, nonostante abbia cercato in tutti i modi di fermarlo, alla fine mi trovo costretto a denunciarlo e a farlo arrestare, non è mancanza d’amore questa, anzi!
    Gli impedisco, così, di fare altro male, gli offro la possibilità di farsi un profondo esame di coscienza e di espiare le proprie colpe.
    Contemporaneamente salvo mamma da un massacro, dimostrando vero amore anche a lei.

    Riassumerei il tutto così.
    Il pontefice offre la Comunione a chi vive in stato di peccato mortale e a chi professa un’altra fede, i Protestanti.
    “No, non è il pontefice che da questa possibilità, ma Amoris Laetitia, non lui”.

    Ecco, questo sì che è Clericalismo, che apre le porte a tutte le forme di viltà e omertà di Cardinali e Vescovi, e spiana la strada allo Tsunami Apostatico che sta inghiottendo la Chiesa.

  • deutero.amedeo ha detto:

    In USA ( se non erro al Museo di arte moderna di New York) c’è un salone dedicato alle “nothing doing machines”. Si tratta di fantasiose e piacevoli costruzioni composte di meccanismi di ogni genere, generanti ciclicamente movimenti, suoni, luci che producono solo effetti sensibili senza, in sostanza produrre alcunché di concreto. Questo è a parer mio il modello simbolico più efficace della chiesa odierna, Fare e disfare è tutto un lavorare –dice un vecchio adagio, caro a scarpe grosse– ma alla fine è tutto e soltanto un apparire. E anche questa vicenda è soggetta alla solenne promessa di Cristo : in verità vi dico, il cielo e la terra passeranno, ma le mie parole non passeranno. E sono parole che spesso dicono tutto il contrario di ciò che ci dicono i preti di oggi.

  • Il veritiero ha detto:

    Parlando con un sacerdote gesuita’, del più e del meno, ha espresso un ragionamento che mi ha lasciato abbastanza stupito ( in quanto concepito da un gesuita ). Ha parlato chiaramente con grande prova della chiesa, è poi mi ha fatto 2 ragionamenti
    1) ragionamento, sulle scritture è scritto “E le porte degli inferi mai prevarranno su di essa” e lui mi ha fatto un osservazione molto sottile, è vero che le porte degli inferi non prevarranno sulla chiesa, ma prima di tutto fefiniamonla parola “chiesa” , la chiesa è la comunità dei fedeli riunita nel none di cristo, non sono le strutture, la chiesa non è la parrocchia dove si celebra la messa, è non sono le strutture, è non è il vaticano e non è San Pietro, la chiesa è la comunità riunita nelbbo e di cristo come erano i primi cristiani, i primi cristiani non avevano edifici e strutture, quelli sono una cosa in più. Quindi definito cosa è la chiesa, rivediamo la parola “le porte degli inferi non prevarranno su di essa” non è scritto da nessuna parte che “le strutture della chiesa esisteranno ancora dopo la grande prova”, Dio nel vangelo ci assicura che continueranno a esistere le comunità cristiane, ma non ci dice che le strutture, le chiese e il vaticano e le diocesi esisteranno ancora.
    2) ragionamento, sulla misericordia di bergoglio e sull’altruosmo e la carita’ di Bergoglio. Cristo ha spogliato se stesso e si è Donato fino alla morte, bergoglio sta facendo lo stesso con la chiesa cattolica, la sta spogliando e la sta donando fino alla morte, come corpo mistico di Cristo ( parlava degli accordi ecumenici dopo puntualmente rinneghiamo pezzi importanti della nostra fede per trovare un dialogo comodo con gli eretici. Ce un solo particolare, che ” Gesù Cristo ha spogliato il suo corpo e lo ha Donato fino alla morte…E non è stato Pietro a spogliare Cristo e a donarlo fino alla morte…. Non so’ se si coglie la sottigliezza della frase.
    Sentire queste frasi da un gesuita , mi ha fatto rivalutare i membri di quell’ordine, pensavo che erano tutti quanti da cacciare via, è inveve mi sono dovuto ricredere, qualcuno che si salva fra di loro ancora c’è, per fortuna.

    • Lucia ha detto:

      Il fatto che la Chiesa NON sia il vaticano credo che ormai lo abbiamo capito in molti e credo anch’ io che un giorno , forse fra pochi anni , NON esistera ,lo avevo dedotto dalle profezie di La Salette , dove accennano a guerre fra Italia e Francia e dove ad un certo punto fa da paciere ROMA ma la cosa suscitera sorpresa , quasi nessuno viene detto si ricordava piu di Roma e presumo che non sia da intendersi che la citta venga distrutta da una bomba nucleare e quindi nel mondo ci si dimentichi di essa….Anche il Papa Benedetto negli anni ‘ 60 affermo che nella Chiesa ci sarebbero state le ragnatele e essa avrebbe perso quasi tutto il suo prestigio, io ci vedo in queste parole uno scollamento tra il vaticano e la Chiesa .Signor Veritiero lei che studia da sacerdote mi puo dire se a parte il gesuita di cui lei parla ha mai sentito analisi simili? Ciao.Ps : Speriamo che la guerra di cui parlava La Salette siano guerre diplomatiche e non di armi.

    • Gaetano2 ha detto:

      Prima di rigettare il frutto di secoli di cattolicesimo, che il Signore ci ha donato, ci penserei molto ma molto bene. Sarebbe come rifiutare le case che abitiamo poiché all’inizio l’uomo riusciva a vivere anche nelle caverne ecc… Le “strutture” c’erano sin dall’inizio, secondo le possibilità. La “struttura” del Vaticano, finché non è stata occupata da pervertiti anticristiani, è sempre stata da noi considerata un riferimento e direi un luogo santo. Ed in effetti lo è. Basta vedere l’accanimento, l’affanno e le forze che gli si sono scagliate contro. Nessuno può sapere come andrà a finire ma è nostro dovere difendere anche le “strutture” se ci è possibile.

      • Lucia ha detto:

        Signor Gaetano2 io non voglio gettare via nulla , ma temo che la Storia stia andando in quella direzione .Ci aspettano tempi tristi , secondo me e meglio farcene una ragione .

  • Fabio ha detto:

    Sicuri che Bergoglio sia papa?
    1 il card Daneels ha confessato pubblicamente il ruolo svolto dalla mafia di San Gallo nell’elezione di Bergoglio . La regostrazione è in internet
    2 la costituzione apostolica Universi Dominici Gregis commina la scomunica sia a chi trama al di fuori del conclave che a chi accetta di essere designato in questo modo
    3 la scomunica è ‘latae sententiae’ quindi è effettiva senza necessità che la gerarchia si esprima ulteriormente
    In coscienza sapendo queste cose e vedendo con quanta lena Bergoglio sta attuando il piano di demolizione affidatogli tramite la mafia di San Gallo dalle elite mondialiste non nutro molti dubbi

    • Gaetano2 ha detto:

      Fabio, lei non può ragionare in questo modo. Lei è all’antica, il suo è un ragionare logico, non si fa più così.

      • Diana ha detto:

        Gaetano2 lei mi fa sbellicare dalle risa, dovevo proprio dirglielo almeno una volta. Di questi tempi è un’opera di misericordia, grazie

  • Milli ha detto:

    Bisogna difendere il Papa…ma chi? Quale? In che modo? Difendendo Bergoglio o mandandolo via? Tanti cattolici si stanno dividendo in questo e anche questo è un segnale dei tempi in cui viviamo.