IL BAVAGLIO DELL’AGCOM SULLA LIBERTÀ DI ESPRESSIONE E OPINIONE. MA RVC HA UN’IDEA PARADOSSALMENTE BUONA.

1 Giugno 2019 Pubblicato da --

Marco Tosatti

Il 15 maggio scorso l’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni (Agcom) ha varato un regolamento che vorrebbe impedire l’hate speech sui social network ma anche nei media tradizionali. Il titolo è: “Regolamento recante disposizioni in materia di rispetto della dignità umana e del principio di non discriminazione e di contrasto all’hate speech”.

Questa nuova regolamentazione vuole combattere l’utilizzo di “espressioni, immagini, suoni, elementi grafici – quali i titoli e i sottopancia utilizzati per la sintesi di contenuti delle trasmissioni e tutti gli altri contenuti, anche quelli tratti dai social networks o dai messaggi SMS inviati dagli utenti e mandati in onda in sovrimpressione – che possano, in maniera indiretta o diretta, diffondere, incitare, promuovere o giustificare l’odio o forme di discriminazione e intolleranza, offendere la dignità umana o, in casi estremi, che possano portare alla violenza, al disordine e al crimine nei confronti di una persona o di gruppi di persone per motivi di genere, età, orientamento sessuale, classe, etnia, lingua, nazionalità, colore della pelle, origine sociale, credenze religiose, istruzione, affiliazione politica, status personale e familiare, disabilità fisiche e mentali, condizioni di salute e per ogni altro motivo che possa costituire una lesione dei diritti della persona”.

Personalmente, credo che siamo di fronte a un attacco diretto e pericoloso alla libertà di espressione e di opinione; anche perché si tratta di un oggetto criminale – l’hate speech – che sfugge a qualsiasi definizione precisa. E per punire incitamento a violenza o altro mi sembra che già esista il Codice Penale. Nelle dittature le accuse e i reati sono vaghi e imprecisi (“attività antipatriottica, antipopolare”), per consentire l’arbitrarietà. Nelle democrazie tale vaghezza non dovrebbe esistere. Ma forse non siamo più una democrazia. Romana Vulneratus Curia ha un’opinione paradossale su questo argomento, pur vedendo e condividendo tutti i pericoli di questo “Regolamento” stile Minculpop. Leggiamolo.

Ψ

Caro Tosatti, l’editoriale di qualche giorno fa su La Verità di Maurizio Belpietro (“ Tappano la bocca a chi critica islamici, rom, trans e migranti”) è inquietante , ma anche (in un certo senso), paradossale, incoraggiante. Belpietro spiega che l’Autorità Garante per la Comunicazione (AGCOM) ha approvato un regolamento destinato a editori, TV e “social” per porre fine ad espressioni di odio, che incoraggino violenza o intolleranza (e ciò mi piace; anch’io come Belpietro mi associo, sono d’accordo).

Belpietro però insinua che il provvedimento tende a non permettere più giudizi non conformisti su immigrati, rom, gender, musulmani, ecc.; e ciò potrebbe avvenire attraverso la denuncia di associazioni che rappresentano detti gruppi.

 Secondo Belpietro ciò rappresenta una censura sulla libertà di stampa  e di opinione garantita dalla Costituzione. Sono d’accordo con Belpietro. Ma vorrei leggere questo provvedimento in senso favorevole ai cattolici. Personalmente lo vedo indirizzabile anche a testate come Civiltà Cattolica, Avvenire, Vatican Insider,  e ai tweet di Padre Spadaro , ecc. che continuano a infangare, offendere, denigrare i cattolici, e in particolare quelli che definiscono tradizionalisti, ottusi farisei , cattofascisti , ecc. solo perché difendono la Verità e la fede evangelica.

Bene , esorto pertanto la creazione immediata di associazioni di cattolici che provvedano a denunciare le continue offese che riceviamo. Amen”.

RVC





Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa” fino a quando non fu troppo molesto.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina


 LIBRI DI MARCO TOSATTI

Se siete interessati a un libro, cliccate sul titolo….


Viganò e il Papa


FATIMA, IL SEGRETO NON SVELATO E IL FUTURO DELLA CHIESA

  SANTI INDEMONIATI: CASI STRAORDINARI DI POSSESSIONE

  PADRE PIO CONTRO SATANA. LA BATTAGLIA FINALE

  Padre Pío contra Satanás

La vera storia del Mussa Dagh

Mussa Dagh. Gli eroi traditi

Padre Amorth. Memorie di un esorcista.

Inchiesta sul demonio.

Tag: , ,

Categoria:

Questo articolo è stato scritto da wp_7512482

22 commenti

  • TINTORRI SILVIA ha detto:

    Nel mio commento di prima per figure istituzionali intendo vaticane e apicali che si pongono in atteggiamento anticristico

    • Silvia Tintorri ha detto:

      Mi sono risposta da sola: consiglio a tutti il libro “I tre dialoghi e il racconto dellAnticristo” del filosofo russo Vladimir Solov’ev nel 1899 e citato dal cardinale Biffi.Pregigura la situazione di un anticristo filantropo e nella prefazione dice”Sono profondamente convinto che una parola detta per denunciare fino in fondo una menzogna, anche se nell’immediato non produce alcun effetto benefico su nessuno, e’ comunque, oltre che la realizzazione soggettiva del dovere morale di colui che la pronuncia, una misura sanitaria considerevole dal punto di vista spirituale per l’intera societa’, utile sia nel presente che nel futuro.

  • TINTORRI SILVIA ha detto:

    Io non so più se cercare di far riemergere la Verità fra quelli che non la vedono pur avendo i mezzi per conoscerla, ovvero i cattolici ancorati alle figure istituzionali e non a Cristo ed anzi figure che si pongono in contrapposizione allo stesso Cristo, sia un’operazione proficua di questi tempi.
    Mi chiedo se non sia meglio indirizzare le nostre preghiere altrove. Evitare lo scontro perchè si tratta di perle.O sbaglio? Oppure si continui a manifestare sdegno non senza preservare energie per pregare perchè avanzi il Regno di Cristo.

  • Nicola B. ha detto:

    Il vero problema è un’altro . È che tutte queste associazioni pro “qualcosa o qualcuno ” e tutte di sinistra o cattocomuniste hanno sempre , chissà come mai ( Soros o non Soros) , un sacco di soldi e di finanzatori ( più o meno noti). Mentre i ( veri) cattolici, di soldi ne hanno pochissimi. E questo taglia la testa al toro, come si suol dire.

  • Pier ha detto:

    Geniale! Va fatto subito. Ho un’associazione che fa capo a me e ho una qualche esperienza nel presentar ricorsi al Garante. Studierò la faccenda con molta attenzione ed ho solo bisogno di conoscere con precisione: articoli, autori e media e direttori responsabili contro cui agire. Non praevalebunt!

  • Creazionista ha detto:

    Le cosiddette autorità andrebbero soppresse immediatamente : sono un potere extracostituzionale esercitato al di fuori del parlamento, parassiti e ignoranti superpagati e nominati di cui non si ha alcun bisogno. In Italia poi siamo costretti a firmare continuamente documenti sulla privacy ma col silenzio del corrispondente garante tutto viene messo in pubblico e trasmesso per e-mail, che sia chiaro non è privata, è come una cartolina postale: bollette, estratti conto bancari, distinte di versamento, documenti e dati personali (avete mai creato lo spid?), ecc. Poi ogni tanto giornalisti ignoranti ci parlano di attacchi hacker che hanno violato i nostri dati su qualche sito. Senza dire che gran parte dei dati di tutti sono già pubblici. Solo in Italia ovviamente, in qualche raro caso all’estero mandano le bollette telefoniche, ma non il resto. L’ultima scoperta è che in farmacia se date il codice fiscale non esce sullo scontrino il nome del farmaco nemmeno se lo volete, per privacy ovviamente.

  • marco bianchi ha detto:

    Al di là del paradosso,è qualcosa di impensabile in una democrazia..Viola la Costituzione e da parte di una autorità amministrativa.Una “autorità’ che,al pari delle altre,costa molto e rende poco.Si può stare sicuri che gli interventi saranno contro la “destra “.Come avviene,senza reazione da parte dei governi,per i social. Strumento per controllare e manipolare.
    La democrazia è sempre di più una parola vuota.

  • GIAMPAOLO ha detto:

    MA COSA VUOL DIRE HATE SPEECH ( SPERO NON VOGLIA DIRE CHE CHE NON SI PUO’ PIù MANGIARE LO SPEKC ) PERCHè a me piace molto di più del PROSCIUTTO
    EMILIANO-ROMAGNOLO………..PERCHE E TROPPO ROSSO

  • maurizio rastello ha detto:

    Ho ancora chiaro nella mente questo titolo http://www.ilgiornale.it/news/cronache/bastardi-islamici-belpietro-assolto-titolo-1475285.html (qui Belpietro – ancora a Libero prima del suo allontanamento – sorridente per l’assoluzione da parte del Tribunale di Milano) che mi porta a considerare che forse il focus del problema non è il presunto bavaglio di agcom, ma quella serie di “giornalisti” spavaldi, ex-famosi, nascosti da acronimi, che avvelenano gli animi dei lettori con scritti ad hoc, e poi “dimenticano” di cassarne i commenti sui rispettivi blogs.

    • wp_7512482 ha detto:

      Povero Rastello, infatti sono loro che fanno gli attentati, incitano all’odio contro ebrei e cristiani, non si integrano con i costumi dei Paesi che li ospitano, creano – veda Francia, Svezia, Belgio – dei quartieri “ghetto” in cui è meglio che le donne non entrino nei bar e girino coperte. Già sono proprio i giornalisti, il problema. O forse, piuttosto, come penso, i cretini magari cristiani di buone intenzioni imbevuti di politically correct? Niente di personale, ovviamente.

  • HK ha detto:

    SONO D’ACCORDO SULLA PROPOSTA DI RVC. MA CREDO SIA IRREALIZZABILE . SPIEGO PERCHE’. PAPA BERGOGLIO E’ RIUSCITO A REALIZZARE UN PROGETTO APOCALITTICO INIMMAGINABILE : METTER FRATELLO CONTRO FRATELLO , TRASFORMARE DUE FRATELLI IN CAINO E ABELE . PRIMA DI LUI LE DIVISIONI ERANO ALL’INTERNO DELLE RELIGIONI MONOTEISTE E ALL’INTERNO DI ESSE , CON RISPETTO E MODERAZIONE, TRA QUELLI PIU’ O MENO PROGRESSISTI . OGGI LA MAGGIOR DIVISIONE E’ FRA CATTOLICI. ALL’INTERNO DEI CATTIOLICI . PAPA BERGOGLIO E’ RIUSCITO A SEPARARE I CATTOLI TRA MODERNISTI E TRADIZIONALISTI IN MODO STRUTTURATO , HA CREATO UN MURO DI BERLINO, E HA ACCESO UN ODIO MORTALE DEI MODERNISTI VERSO I TRADIZIONALISTI. SOLO CHI VIVE IN UN EREMO NON SE NE E’ ACCORTO. QUESTA E’ LA SECONDA CONQUISTA DI QUESTO PONTIFICATO ( LA PRIMA E’ ESSER RIUSCITO A FAR PERDERE CREDIBILITA’ ALLA FIGURA DEL PAPA )

    • Francesco non papa ha detto:

      I romani usavano il “Divide et impera”. Il risultato è che Papa Francesco non “impera”, né sui primi né sui secondi o sulle varie fazioni anzi fra un pò non comanderà o guiderà su alcuno.

      • LucioR ha detto:

        Quindi il suo motto è “Divide nec impera”?
        Ora capisco la statua di Martin Lutero in Vaticano.

  • Diana ha detto:

    L’On. Scalfarotto sarà ben soddisfatto del lavoro indefesso di costoro. Hanno perfettamente interpretato lo spirito del suo per ora sfortunato DDL come i vescovi argentini con AL. E come per AL bisogna intendere queste indicazioni non tanto per ciò che dicono, e dicono esplicitamente, ma quando per ciò che misericordiosamente sottacciono, evitando così di alimentare ogni discorso d’odio, ogni chiacchiericcio. Insomma RVC devo proprio dirglielo che un’autorità morale così alta come l’Agcom preferisce il silenzio su chi si ostina a chiamare mela una mela, con grave offesa per la pera? Ceci n’est pas une pomme, questo il motto dell’Agcom. Che, avendo fiducia, non dirà una parola su questo e lascerà che siano altri, i giornalisti e i loro editori, a mettere in atto nel giusto spirito un così alto mandato.

  • Ángel Manuel González Fernández ha detto:

    Caro Direttore:
    Questo sono alcuni degli insulti e disprezzi del profetizzato “Pastore stolto e Falso profeta” Francesco.
    Per il momento solo ho annotati in spagnolo 252, e chiunque gli interessi che lo traduca alla sua lingua perché io non saprei fare.
    Saluti.
    “Cara de imagencita. Cara de pepinillos en vinagre. Lengua de serpiente. Momias de museo. Solteronas. Pequeños monstruos. Amargados. Celantes. Apresurados. Escrupulosos. Tradicionalistas. Conservadores. Intelectualistas. Aristócratas del intelecto. Buenistas. Progresistas. Liberalistas. Patronos. Propietarios. Minuciosos. Pomposos. Fariseos. Hipócritas. Carrieristas. Putrefactos. Gnósticos. Rígidos. Pelagianos. Tenebrosos. Obtusos. Casta. Puros ritualistas. Rubricistas. Showman. Balconeros. Cara de vinagre. Pavos. Cerrados. Especuladores. Mundanos. Rigoristas. Cristianos de salón. Cristianos de recepción. Mediocres. Tibios. Insípidos. Paganos. Caricaturas. Puritanos. Burócratas. Trepadores. Casta superior. Pseudo cristianos. Pseudo pastores. Alma mezquina. (Alma) llena de pequeñeces. (Alma) llena de charlas. Desgraciado. Tonto. Lloronas. Carreristas. Faraón. Idólatras. Rebeldes. Terrorista. Condenador. Vanidosos. Orgullosos. Insensatos. Testarudos. Momias espirituales. Porfiados. Vagabundos. Cristianos virtuales. Cizañeros. Momia. Chupasangre. Iluminados. Corazones cerrados. Corazón de animal. Bestia. Cara torcida. Tristes. Corrupto. Herético. Animales. Fundamentalista. Aburridores. Atontados. Chismoso. Mentirosos. Sacerdotes a la moda. Obispos a la moda. Narcisistas. Manipuladores. Arribistas. Mafioso. Farsantes. Necios. Simulador. Polémicos. Agresivos. Arrogantes. Esclavos. Malos. Enfermos. Sectario. Desleal. Predicadores apocalípticos. Profetas de desgracias. Espíritu malvado. Deshonestos –“no son honestos”-. Aduladores. Indignos. Detractores. Chupamedias. Malintencionado. Lujuriosos. Ridículo. Insatisfecho. Funcionarios. Clérigos de Estado. Cara oscura. Esquizoide. Soberbio. Corazones amedrentados. Corazones petrificados. Gatopardismo espiritual. Mentes distorsionadas. Contradictorios. Incoherentes. Profetas de desventura. Chismosas. Cristianos perezosos. Caciques. Señores mundanos. Pavo real. Corazones escleróticos duros. Reaccionarios. Miedosos. Almas estrechas. Almas restringidas. Peces gordos. Católicos infieles. Católicos paganos. Católicos ateos. Corazón racionalista. Profetas de destrucción. Profetas de condenación. Voces negativas. Voces desesperadas. Corazón testarudo. Corazón pagano. Rígidos de doble vida. Rígidos hipócritas. Fanáticos. Ideologizados. Sacerdote sabelotodo. Sacerdote google wikipedia. Cotilla. Persona de fe fría. Persona de fe ideológica. Sembrador de amarguras. Sembrador de perplejidad. Sembrador de desesperanza. Sembrador de vinagre de amargura. Sembrador de vinagre de desesperanza. Partidistas. Inflexibles. Vanguardistas. Guardianes de la verdad. Asesino. Injustos. Sucios de corazón. Cristianos de museo. Iglesia de ”puros”. Jóvenes jubilados. Viejos de corazón. Casta de funcionarios. Plegados a la dictadura. Administradores de desgracias. Estúpido. Puros por fuera. Neurótico. Solterones. Tozudos de alma. Guardias de museos. Corazón (es) amargo (s). Extraviados de corazón. Traidores de confianza. Vieja guardia. Cara de vigilia fúnebre. Matones. Duros. Loro. Marchito. Malcriado. Autorreferenciales. Sargentos. Monja chismosa. Monjas terroristas. Devoto sentimental. Frenético factótum. Falsos profetas. Encantadores de serpientes. Charlatanes. Estafadores. Solterón chismoso. Espíritu mundano. Cristianos aparcados. Sacerdote funcional. Cristianos falsos. Cristianos mafiosos. Autoritario. Semipelagianos. Inquisidor. Funcionario de lo sagrado. Mánager omnipotentes. Papagayo. Obispos de aeropuerto. Envidiosos. Altaneros. Prepotentes. Perros salvajes. Profetas de calamidad. Cristiano funcionario. Alma arrugada. (Alma) sucia. (Alma) llena de podredumbre. Fatalista. Epulones. Lobos. Corazón perverso. Escalador de honores. Vendedores de humo. Vendedores de muerte. Profesionales de la ilusión. Amigos del diablo. Primos del diablo. Parientes del diablo. Presuntuosos. Peligro público. Santo espejo (“se miraba mucho a sí mismo”). Cara de santito. Profesionales de la religión. Jueces fallidos. Mal entraña. Cínicos. Burlones. Fe de museo. Pesimistas. Egoístas”.

    • Gaetano2 ha detto:

      Ammetto che non sono riuscito a leggerlo tutto ma quando dice”…Hipócritas. Carrieristas. Putrefactos…Tenebrosos. Obtusos… Showman. Balconeros…” è chiaro che don Ciccio parla di se stesso, ma non c’era bisogno che lo dicesse io da mo’ che me ne ero accorto.

      Permettetemi una civetteria provo a scriverlo in spagnolo (?):

      Don Sisio abla de se stesso,no forse de se medesimo, mah…

  • Non Metuens Verbum ha detto:

    Da alcuni anni è venuto di gran moda codesto gran parlare di ODIO, sempre a senso unico. Per chiunque veda, è lapalissiano accorgersi che la prima gallina che canta ha fatto l’uovo. Quelli che parlano continuamente di Hate Speech sono quelli che vomitano insulti ininterrotti contro i cattolici. RVC in un mondo sui due piedi non sarebbe paradossale, ma nel nostro mondo rovesciato suscita le più grasse risate di compatimento.

    • vittorio.g ha detto:

      SCUSI RVC CON QUEL CHE HA SCRITTO, SECONDO LEI , SUSCITA GRASSE RISATE DI COMPATIMENTO ? O HO CAPITO MALE

    • Gaetano2 ha detto:

      Proprio così. E mi pare che da qualche parte sia descritto come satana, autore del male, prima tenta l’uomo e poi lo accusa. Non so se ho scritto bene, se qualcuno sa più precisamente di che si tratta mi piacerebbe esserne informato.

      • COGITARE ha detto:

        Gaetano 2 , sinceramente non capisco , può spiegarsi meglio ?

        • Gaetano2 ha detto:

          In effetti rileggendomi… l’influsso di don Ciccio mi rende oscuro come lui.

          Apprezzavo quanto scritto da NON METUENS VERBO e mi era venuto in mente che, da qualche parte, avevo sentito o letto di colui che opera il male e poi accusi gli altri di quanto lui stesso compie.

          Ecco a cosa mi riferivo, l’ho trovato su internet.

          SATANA ACCUSA I CREDENTI DAVANTI A DIO.
          Apocalisse 12:10 dice: “Allora udii una gran voce nel cielo, che diceva: «Ora è venuta la salvezza e la potenza, il regno del nostro Dio, e il potere del suo Cristo, perché è stato gettato giù l’accusatore dei nostri fratelli, colui che giorno e notte li accusava davanti al nostro Dio»”. La sconfitta di Satana è certa. Ma le sue accuse non sono ancora terminate.

          E’ la stessa cosa per noi come lo era per Giobbe. Satana dice a Dio di noi: non ti amano veramente; amano i tuoi benefici. “Stendi un po’ la tua mano, tocca quanto [possiedono], e vedrai se non ti [rinnegano] in faccia” (Giobbe 1:11). La loro fede non è vera. Satana ci accusa davanti a Dio, come fece con Giobbe. Ma la realtà gloriosa è che i seguaci di Gesù hanno un avvocato che “vive sempre per intercedere per loro” (Ebrei 7:25).

          Il legame lo percepivo in questo: che satana prima spinge l’uomo al male e poi lo accusa. Esattamente come coloro che pieni di malvagità odiano e poi accusano altri di essere odiatori.

  • Nuccio Viglietti ha detto:

    Autorità garante delle comunicazioni…atta a garantire che?…insulti denigrazioni offese a…senso unico…d’altronde nata con questo specifico scopo…!…https://ilgattomattoquotidiano.wordpress.com/