IL PAPA MENTE? IL VATICANO LO CENSURA, E DOPO LA DENUNCIA DI STILUM CURIAE “INTEGRA” LA FRASE SU VIGANÒ.

29 Maggio 2019 Pubblicato da --

Marco Tosatti

Cari Stilumcuriali,

dopo nove mesi papa Bergoglio ha risposto, in qualche modo, alla testimonianza dell’arcivescovo Viganò sul caso McCarrick. Nel post precedente abbiamo visto come, e la reazione dell’arcivescovo Viganò. In maniera molto debole: trincerandosi dietro un “non ricordo”. Ecco le sue esatte parole: E quando questo dice che mi ha parlato quel giorno, è venuto … E non ricordo se me ne ha parlato. Se è vero o no. Non ne ho idea”.

Su questo l’arcivescovo Viganò mi ha detto, molto semplicemente, che se il Papa dice una cosa simile mente.

Per capire perché l’arcivescovo possa fare una simile affermazione, è bene rileggere la sua testimonianza sui giorni dal 20 al 23 giugno 2013.

“La mattina di giovedì 20 giugno2013 mi recai alla Domus Sanctae Marthae, per unirmi ai miei colleghi che erano ivi alloggiatati. Appena entrato nella hall mi incontrai con il Card. McCarrick, che indossava la veste filettata. Lo salutai con rispetto come sempre avevo fatto. Egli mi disse immediatamente con un tono fra l’ambiguo e il trionfante: “Il Papa mi ha ricevuto ieri, domani vado in Cina”.

Allora nulla sapevo della sua lunga amicizia con il Card. Bergoglio e della parte di rilievo che aveva giocato per la sua recente elezione, come lo stesso McCarrick avrebbe successivamente rivelato in una conferenza alla Villanova Universityed in un’intervista al Catholic National Reporter, né avevo mai pensato al fatto che aveva partecipato agli incontri preliminari del recente conclave, e al ruolo che aveva potuto avere come elettore in quello del 2005. Non colsi perciò immediatamente il significato del messaggio criptato che McCarrick mi aveva comunicato, ma che mi sarebbe diventato evidente nei giorni immediatamente successivi”.

Ed ecco il resoconto dell’udienza (40 minuti) di domenica 23 giugno:

“Iniziai io la conversazione, chiedendo al papa che cosa avesse inteso dirmi con le parole che mi aveva rivolto quando l’avevo salutato il venerdì precedente. Ed il papa, con un tono ben diverso, amichevole, quasi affettuoso, mi disse: “Sì, i Vescovi negli Stati Uniti non devono essere ideologizzati, non devono essere di destra come l’arcivescovo di Filadelfia, (il papa non mi fece il nome dell’arcivescovo) devono essere dei pastori; e non devono essere di sinistra– ed aggiunse, alzando tutte e due le braccia – e quando dico di sinistra intendo dire omosessuali”. Naturalmente mi sfuggì la logica della correlazione fra essere di sinistra e essere omosessuali, ma non aggiunsi altro.

Subito dopo il papa mi chiese con tono accattivante: “Il card. McCarrick com’è?” Io gli risposi con tutta franchezza e se volete con tanta ingenuità: “Santo Padre, non so se lei conosce il card. McCarrick, ma se chiede alla Congregazione per i Vescovi c’è un dossier grande così su di lui. Ha corrotto generazioni di seminaristi e di sacerdoti e papa Benedetto gli ha imposto di ritirarsi ad una vita di preghiera e di penitenza”. Il papa non fece il minimo commento a quelle mie parole tanto gravi e non mostrò sul suo volto alcuna espressione di sorpresa, come se la cosa gli fosse già nota da tempo, e cambiò subito di argomento. Ma allora, con quale finalità il papa mi aveva posto quella domanda: “Il card. McCarrick com’è?”. Evidentemente voleva accertarsi se ero alleato di McCarrick o no”.

Dunque fu papa Bergoglio, a chiedere di McCarrick. Questo elemento, e il tono della risposta, così drammatico e grave, tolgono credibilità al suo “non ricordo” di oggi. Che avrebbe, peraltro, essere stato pronunciato già il 26 agosto. Ma forse – e questo lo pensano in molti – voleva essere sicuro che non ci fosse nessun documento che potesse smentirlo in maniera clamorosa.

Ma è possibile che di fronte a una denuncia così drammatica non abbia battuto ciglio (come afferma Viganò) e non si sia informato? Una persona che lavorato a lungo in Vaticano ci ha commentato così: “Avvisato avrebbe dovuto, per l’alto incarico a cui è stato eletto e la grande responsabilità morale verso la Chiesa e Dio, informarsi presso gli uffici preposti, almeno per prudenza e verifica. Lo ha fatto o no? E quali risposte gli sono state date se non la verità di cui oggi si conoscono i particolari e per la quale McCarrick è stato ridotto allo stato laicale?”.

Quindi il “non ricordo” è certamente una risposta incredibile, e imbarazzante. Tanto imbarazzante che non è stata riportata nella PRIMA versione pubblicata da Vatican News dell’intervista. Quella frase è stata espunta. Evidentemente qualcuno, e possiamo anche immaginare chi, tutt’altro che digiuno di giornalismo, si è accorto che quella risposta era difficilmente tenibile, e ha pensato bene di cassarla.

Salvo poi pubblicarla, oggi, dopo che Stilum Curiae aveva fatto notare la discrepanza con l’originale, che la bravissima collega Valentina Alazraki ci aveva gentilmente fornito. Ecco le prove di quanto affermiamo.

Ancora una volta dobbiamo rimandare un’analisi più dettagliata della parte dell’intervista sulla testimonianza Viganò, e che getta una luce inquietante sulla personalità del Pontefice. Ma ci torneremo.


Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa” fino a quando non fu troppo molesto.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina


 LIBRI DI MARCO TOSATTI

Se siete interessati a un libro, cliccate sul titolo….


Viganò e il Papa


FATIMA, IL SEGRETO NON SVELATO E IL FUTURO DELLA CHIESA

  SANTI INDEMONIATI: CASI STRAORDINARI DI POSSESSIONE

  PADRE PIO CONTRO SATANA. LA BATTAGLIA FINALE

  Padre Pío contra Satanás

La vera storia del Mussa Dagh

Mussa Dagh. Gli eroi traditi

Padre Amorth. Memorie di un esorcista.

Inchiesta sul demonio.

Tag: , , ,

Categoria:

Questo articolo è stato scritto da wp_7512482

44 commenti

  • Agatone ha detto:

    Mi permetto di osservare che tutto questo sta succedendo per la indebita usanza dell’intervista ai papi che certamente non è stato Bergoglio ad introdurre se non che nello stile sudamericano. Il papa non dovrebbe concedere interviste ma parlare solo dal pulpito per rispetto verso il ruolo che occupa. Meno male che Bergoglio non è papa.

  • Paolo Giuseppe ha detto:

    Ho letto i commenti che mi hanno preceduto. Alcuni sono durissimi nei confronti del papa, altri sono ironici, altri ancora sarcastici.
    Da parte mia mi sento profondamente imbarazzato di fronte ad un pontificato di questo livello.
    Non ho nulla contro la persona Bergoglio, ma non riesco a capacitarmi di come possa rilasciare certe interviste.
    Con tutta la buona volontà, come faccio a segiure questo papa?

  • Ángel Manuel González Fernández ha detto:

    C aro Direttore:
    Y Francisco miente por tercera vez en el caso de abusos en Granada (España) conocido como “Caso Romanones”:
    “Yo les hablé del juicio mediático a esos curas en España. El daño que ha hecho la prensa española ahí. No la prensa española, un grupito de prensa española. Y fueron declarados inocentes. ¿Quién rescata a esos hombres ahora? Uno ya pidió la reducción a estado laical porque quedó destruido psicológicamente. Yo ahí ataco los prejuicios, el juicio mediático con fuerza”.
    ¡Miente!
    AUDIENCIA PROVINCIAL DE GRANADA.
    Sección Segunda
    Rollo de Sala núm. 127/2015
    Causa: Sumario núm. 2112015 del Juzgado de Instrucción núm. 4 de Granada.
    Mediante auto de fecha 14 de febrero de 2015 (f.1.938), se acordó por el juez instructor la prescripción de los supuestos delitos de abuso sexual sin penetración, exhibicionismo y encubrimiento, en sus distintas formas de participación respecto de Francisco José Campos Martínez, Ángel Moreno Muñoz, Sergio Quintana Muñoz, Manuel Francisco Fajardo Rodríguez, Manuel Morales Morales, Manuel Francisco Fajardo Rodríguez, Manuel Jiménez Jiménez, Manuel Quintana Muñoz, Juan Carlos Moreno Múñoz, José Jorge Nieto García, José Gabriel Flores Flores y Vicente Rodríguez Rodríguez, resolución que fue confirmada por esta Audiencia Provincial (Sección 1) en auto de fecha 16 de septiembre de 2015 (rollo n? 178/2015), desestimando los recursos interpuestos por la acusación particular y popular (f.3.745). A partir de ese momento, la causa continuó solo respecto del procesado, ROMÁN MARTINEZ, en cuanto a hechos cometidos en la persona de por los presuntos delitos de abuso sexual continuado con penetración de miembro corporal por vía anal y tentativa de penetración de miembro viril, concurriendo prevalimiento en ambos casos.-
    FALLAMOS
    Que, debemos ABSOLVER y ABSOLVEMOS a ROMÁN MARTíNEZ VELÁZQUEZ DE CASTRO, de los delitos de los que venía siendo acusado por la acusación particular y la acusación popular, delitos de abusos sexuales a menores con penetración e introducción de miembro corporal, con expresa imposición de las costas de la defensa a la acusación particular-“:
    http://confidencialandaluz.com/caso-romanones-la-sentencia/

    Una víctima de abusos contesta a las declaraciones de FranCISCO:
    “La Iglesia defrauda a las víctimas para abrazar a los abusadores. Hacer por su parte esas declaraciones sin tener toda la información, es un daño muy grave e irreparable”:
    http://www.periodistadigital.com/religion/espana/2018/09/13/religion-iglesia-espana-diocesis-granada-denunciante-caso-romanones-expresa-papa-decepcion-causa-canonica.shtml
    Saluti.

    • Ángel Manuel González Fernández ha detto:

      Caro Direttore:
      Credo che anche questo glielo inviò e così l’ho pubblicato nel mio blog:
      AUDIENCIA PROVINCIAL DE GRANADA.
      Sección Segunda
      Rollo de Sala núm. 127/2015
      Causa: Sumario núm. 2112015 del Juzgado de Instrucción núm. 4 de Granada.

      Mediante auto de fecha 14 de febrero de 2015 (f.1.938), se acordó por el juez instructor la prescripción de los supuestos delitos de abuso sexual sin penetración, exhibicionismo y encubrimiento, en sus distintas formas de participación respecto de Francisco José Campos Martínez, Ángel Moreno Muñoz, Sergio Quintana Muñoz, Manuel Francisco Fajardo Rodríguez, Manuel Morales Morales, Manuel Francisco Fajardo Rodríguez, Manuel Jiménez Jiménez, Manuel Quintana Muñoz, Juan Carlos Moreno Múñoz, José Jorge Nieto García, José Gabriel Flores Flores y Vicente Rodríguez Rodríguez, resolución que fue confirmada por esta Audiencia Provincial (Sección 1) en auto de fecha 16 de septiembre de 2015 (rollo n? 178/2015), desestimando los recursos interpuestos por la acusación particular y popular (f.3.745). A partir de ese momento, la causa continuó solo respecto del procesado, ROMÁN MARTINEZ, en cuanto a hechos cometidos en la persona de por los presuntos delitos de abuso sexual continuado con penetración de miembro corporal por vía anal y tentativa de penetración de miembro viril, concurriendo prevalimiento en ambos casos.-
      FALLAMOS
      Que, debemos ABSOLVER y ABSOLVEMOS a ROMÁN MARTíNEZ VELÁZQUEZ DE CASTRO, de los delitos de los que venía siendo acusado por la acusación particular y la acusación popular, delitos de abusos sexuales a menores con penetración e introducción de miembro corporal, con expresa imposición de las costas de la defensa a la acusación particular-“:
      http://confidencialandaluz.com/caso-romanones-la-sentencia/

  • Adriana ha detto:

    https://www.ilgiornale.it/news/cronache/vaticano-ora-spunta
    a cura di G.Aloisi . La faccenduola si allarga . Dal Vaticano hanno detto che la versione prima – ridotta – era dovuta alla mancanza di tempo….capirai : dopo 9 mesi sono intervenuti con un taglio cesareo .

  • Anima smarrita ha detto:

    «…certi titoli “gridati” possono creare una falsa rappresentazione della realtà. Una rettifica è sempre necessaria quando si sbaglia, ma non basta a restituire la dignità, specie in un tempo in cui, attraverso Internet, una informazione falsa può diffondersi al punto da apparire autentica. Per questo, voi giornalisti dovreste sempre considerare la potenza dello strumento che avete a disposizione, e resistere alla tentazione di pubblicare una notizia non sufficientemente verificata…». (Dal discorso di Francesco ai rappresentanti dell’Associazione della Stampa Estera, 18 maggio 2019)

    • Milli ha detto:

      Il problema resta la volontà di voler trasmettere la verità e non sordide allusioni, mezze verità tendenziose , sparare balle vere e proprie, omettere le verità scomode, ecc.. Questo dentro e fuori il Vaticano.

  • Tullio Zanin ha detto:

    Bravo dott. Tosatti ! Ancora una volta si dimostra un vero e bravo giornalista ! Altro che quel Tornelli che maldestramente tenta.di nascondere le frasi scomode dette dal suo principale !
    Ma non sa che oggigiorno esiste google traduttore ?

  • Tullio Zanin ha detto:

    Bravo dott. Tosatti ! Ancora una volta si dimostra un vero e bravo giornalista ! Altro che quel Tornelli che maldestramente tenta.di nascondere le frasi scomode dette dal suo principale !
    Ma non sa che oggigiorno esiste google traduttore ?

  • Adriana ha detto:

    L’iterazione ritmica e ossessiva di ” nulla ” , ” niente ” ,
    ” non ricordo ” , fa rampollare inevitabilmente nuove Pasquinate .
    Ebbèh ! Avevamo un’antica tradizione dello ” Smemorato di
    Col -legno ” , ora abbiamo un esempio modernista di ” Smemorato
    di Col-Vaticano ” . O di Motel Santa Marta in quel di rione Borgo .

    • Anonimo ha detto:

      Anzi, abbiamo appreso con sgomento che Maradiaga “é un galantuomo” e che contro di lui, solo “calunnie”. Perché non viene ristampato (e non è stato mai tradotto in italiano) il libro denuncia di una vedova honduregna che aveva affidato al suddetto tutti i suoi risparmi, con il risultato che potete immaginare?!

  • Gene ha detto:

    Ma cosa ci vogliamo attendere da Bergoglio…non riesce a districarsi in un caso così delicato….si è sconfessato da solo. Ciò che dispiace è la menzogna, il calunniare e scompligliare la realtà. Povera Chiesa e poveri cristiani cattolici.

  • Deus Caritas est ha detto:

    La finestra si richiuse. Aspettarono. Improvvisamente si udì un’altra voce, lenta e melodiosa, il cui suono era già di per sè un incantesimo. Coloro che l’ascoltavano imprudentemente, di rado riuscivano a riferire le parole che avevano udito, e se vi riuscivano rimanevano stupefatti, perché sembravano spoglie di qualunque potere. Rammentavano soltanto, di solito, che era una delizia ascoltare quella voce, e che tutto ciò che essa diceva PAREVA SAGGIO E RAGIONEVOLE: nasceva allora in essi il desiderio di sembrare anche loro saggi, accondiscendendo rapidamente. Quando qualcun altro prendeva la parola, dava per contrasto l’impressione di essere rozzo e goffo, e se contraddiceva l’incantevole voce, NEL CUORE DI CHI ERA SOGGIOGATO AVVAMPAVA LA COLLERA. Per alcuni l’incantesimo duravasolo finchè la voce si rivolgeva a loro personalmente, e quando parlava a qualcun altro essi sorridevano come chi ha indovinato il trucco di un prestigiatore, mentre gli altri sono ancora sbalorditi. A molti bastava udirne il suono per esserne avvinti; vi erano infine i succubi, coloro che rimanevano vittime dell’incantesimo e che ovunque fossero udivano la dolce voce bisbigliare istigandoli. Ma sino a quando il padrone la controllava nessuno rimaneva impassibile, nessuno riusciva a respingerne le implorazioni e i comandi se non con l’aiuto di una grande forza di volontà e di spirito.”
    Queste parole introducono il capitolo “La voce di Saruman” nel romanzo “Il signore degli anelli” del cattolico Tolkien. Saruman il bianco era il capo dell’ ordine degli stregoni (buoni) venuti sulla terra di mezzo per contrastare il male. Accade però, ad un certo momento della storia, che Saruman diventa malvagio e dice a Gandalf (lo stregone che rimarrà fedele al suo compito) di sottomettersi al male. In questo capitolo Gandalf con la compagnia dell’ anello è andato a parlare con Saruman per offrirgli un’ ultima possibilità di redenzione. Comunque non è di questo capitolo che voglio parlare. Quello che voglio far notare è la capacità di Bergoglio di distorcere la realtà, facendoci sembrare di essere la vittima e la sua capacità di radunare seguaci che lo difendano a spada tratta.
    Ma sarà proprio la gente semplice della compagnia dell’anello unita a Gandalf che resisterà alla sua voce e sconfiggerà il male nella terra di mezzo.

  • Riccardo ha detto:

    Sembra quasi di vedere Pietro quando per tre volte rispose non lo conosco / non sapevo nulla. Farebbe bene a pentirsi e a dimettersi dalla sua carica peraltro già viziata ab origine ( mons. Livi – e non solo lui – docet e il gallo – card. Dannels – ha cantato da tempo). Dobbiamo però convertirci tutti e credere nel Vangelo come Gesù ci ha insegnato, perché il collasso morale della Chiesa denunciato nei suoi Appunti da papa Benedetto XVI, riguarda tutta la Chiesa: gregge e pastori. In fondo la Madonna nelle sue apparizioni questo è venuta a dirci, richiamandoci alla conversione, alla preghiera, al digiuno e a sacrificarci per espiare i peccati del mondo.

  • Il veritiero ha detto:

    Bergoglio usa la stessa tecnica della commerciante Bosniaca di medjugorje quando mi ha truffato che fino a 2 minuti prima parlava benissimo l’italiano di colpo rispondeva “Non capisco , non capisco, non so , non so ”
    Bergoglio : non ricordo, non ricordo, non so , non so. Cavolo è la stessa tecnica della truffatrice Bosniaca 😂

  • La Verità vi farà liberi ha detto:

    LA MENZOGNA

    Qui ne l’arida Chiesa
    Del formidabil Papa
    Sterminator Bergoglio,
    La qual null’altro allegra mortal nè fedele,
    Tue ombre solitarie intorno spargi,
    Onorata menzogna,

    Or ti riveggo in questo duol, di tristi
    Lochi e dal mondo abbandonati,
    E d’ambigui Gesuiti ognor compagna.
    Questi atri cosparsi
    Di encicliche infeconde, e ricoperti
    Della cortigiana bava,
    Che sotto i passi al pellegrin inumida;
    Dove s’annida e si contorce al sol dell’avvenir
    La serpe, e dove al comodo
    Vellutato covil giace il coniglio.

    Agli ozi de’ potenti or
    Gradito ospizio; e fu città famosa
    Che cogli strali suoi l’altero Giorgio
    Dall’ignea bocca fulminando oppresse
    Con gli abitanti insieme. Or tutto intorno
    Una ruina involve,
    Dove tu siedi, o fior sottile, e quasi
    I danni altrui enumerando, al cielo
    Di falsissimo odor mandi un profumo.

  • Astore da Cerquapalmata ha detto:

    Non so se dipende da me, cioè se sono io a NON capire il Papa, o se il Papa è davvero strano.
    Dice che che su McCarrick non rispose perché avrebbe dovuto parlare dei problemi giudiziari di Viganò. Ma questo è assurdo! Poteva semplicemente smentirlo! Poteva dire che non sapeva nulla, senza parlare di altro.
    O forse, non sapendo cosa avesse in mano Vigano, ha preferito guadagnare tempo?
    Non lo so e, forse, non lo sa bene nemmeno lui.
    Nel messaggio per la giornata dei migranti dice che il timore verso i migranti è giusto ma la paura fa diventare razzisti.
    Ma che vuol dire? Quale la differenza tra timore dei migranti e paura? E poi, che la paura fa diventare razzisti varrà per lui, non per me.
    E che è che scatena la paura se non un immigrazionismo programmato e SENZA REGOLE, come il suo?
    E perché la ricca Svezia può bloccare i migranti che non si integrano e l’Italia no?
    Non lo giudico, ma sta di fatto che a volte mi sembra proprio svalvolato.

    • Astore da Cerquapalmata ha detto:

      Specifico: non intendo criticare il Magistero dell’ultimo documento del Papa sui migranti: i principi sono giusti.
      Ma l’analisi storica e sociologica del fenomeno migratorio, che non riguarda né la fede, né la morale, è un capolavoro di banalità e assurdità. Totalmente sbagliata.
      Come è inconsistente la sua risposta a Viganò

      • Rafael Brotero ha detto:

        Ha ragione il sig. Astore. Povero Santo Padre… Uomo di fede profonda, di morale rigorosa ( anche un po’ troppo a mio avviso) , incapace neanche del pensiero di una menzogna. Ma há degli amici terribili, dei consiglieri inquinatori e omofobiche lo ingannano nella sua innoccenza. Povero Santo Padre…

      • Milli ha detto:

        Sig.Astore, lei non capisce Bergoglio perché pensa di avere a che fare con una buona persona, un cristiano.. Tutto qua. Se invece lo considerasse un uomo in malafede, che agisce per l’interesse di poteri economici alti, per la massoneria, che si difende gettando fango su chi lo accusa, tutto le sembrerà chiaro.

    • marco bianchi ha detto:

      Un piccolo appunto. Tra le nazioni ue l’esempio ,per qualcosa di positivo,non mi sembra proprio la Svezia.Oggi è al capolinea. Ma la cosa è ovviamente cominciata anni e anni fa.Una bambina fu sospesa da scuola perché sullo zainetto aveva l’adesivo di una bandiera svedese.Per non offendere gli immigrati.

  • giulia anna meloni ha detto:

    https://www.imolaoggi.it/2019/05/25/cardinale-danneels-confessa-11-cardinali-hanno-lavorato-per-costringere-benedetto-xvi-a-dimettersi/

    Se si dimette e rindossa la talare nera per ritornare in Argentina e seppellirsi in un eremo dove fare penitenza quanti problemi risolverebbe al mondo dal momento che il Pontefice Massimo, Benedetto XVI è ancora vivo per volere Divino

    • Enrico66 ha detto:

      In Argentina non se lo riprendono.
      E se lo riprendono, è per mandarlo a processo per le coperture date a Grassi; non a caso, Bergoglio non è ancora andato in visita nel suo paese, pur avendo effettuato più viaggi in Sud America.

    • Mazzarino ha detto:

      Parole in libertà. Effettivamente sarebbe l’ultimo spiraglio per provare ad uscirne vivi. Dimissioni! Ma assieme a Parolin e a tutti quelli che gli hanno tenuto bordone. Giurisdizione supplente (al Segretario di Stato Georg) fino alla morte di BXVI. E poi nuovo conclave. Ne sarei contento per i tanti bravi sacerdoti cattolici, che sono ancora la maggioranza del clero. Il problema sono i vescovi e i partecipanti al conclave che sono peggio di Bergoglio. E poi sarebbe troppo facile… manca la necessaria giusta purificazione. Quindi purtroppo la vedo molto dura.

  • Gian ha detto:

    Stamattina leggendo il testo di Vatican News, infatti, ero andato alla ricerca di quella frase che non c’era… Ora l’hanno “integrata”. Bene! A completezza della verità, troppe volte occultata. Mi ricorda molto la vicenda del maldestro tentativo di manipolazione messo in atto tempo fa da quell’omonimo di mons. Carlo Maria Viganò, anche quello smascherato da Stilum Curiae.

  • francesco parolin ha detto:

    il cardinale attaccafili ha promesso ufficialmente che avrebbe pagato i 300.000 euro della bolletta dello stabile occupato dai centri sociali di sinistra.
    violando i sigilli al contatore ha commesso un reato.
    perché la procura della repubblica di roma non lo indaga?chieda l’estradizione alla Vaticorea del nord
    ma soprattutto papaciccio DEVI PAGARE CACCIA I SOLDI

  • alessandro mirabelli ha detto:

    Per il momento solo poche parole di commento:
    Standin ovation per il dr. Tosatti.

    • Rafael Brotero ha detto:

      Vero. Il Dott. Tosatti salva l’ onore del giornalismo cattolico, severamente ferito dai Berggyboys. Clap clap clap.

  • La Verità vi farà liberi ha detto:

    Il Popolo Cattolico Italiano si è chiaramente espresso contro Bergoglio, ora, Cardinali e Vescovi che, pur in gran parte vili, non sono scemi, sanno leggere certi segni dei tempi, e comprendono bene che il “chiamiamolo” pontificato argentino fa ormai acqua da tutte le parti, sta morendo.
    Sono fiducioso sul fatto che, se non altro per amor di poltrona, i porporati corrano ai ripari cercando di far crollare questa macchinazione e salvando il salvabile.
    A questo punto col “non ricordo” all’intervista messicana, penso il biancovestito si sia dato definitivamente la zappa sui piedi.
    Questo è, a mio parere, l’inizio di un effetto domino che designerà la fine di Francesco.
    Bravo Tosatti a insistere e a non mollare mai l’osso in questi mesi.

  • Marco Matteucci ha detto:

    CASO MCCARRICK
    Dopo 9 mesi di gestazione Bergolio tenta di partorire la sua verità …ma purtroppo è aborto.

  • Marco Matteucci ha detto:

    CASO MCCARRICK
    Dopo 9 mesi Bergolio tenta di partorire la sua verità …ma purtroppo è aborto.

  • Alessandro ha detto:

    C’era uno che conoscevo all’università il quale, quando aveva torto rispondeva: “Non ricordo”. In una sola botta la serpe bisncovestita ha GETTATO FANGO SU VIGANO’ (“COSTUI”) LASCIANDO INTENDERE CHE NON E’ UNO MORALMENTE ONESTO; HA GLISSATO E MENTITO SPUDORATAMENTE; con l’allocuzione “il silenzio di Gesù” PARAGONANDOSI AL CRISTO HA INTESO FAR PASSARE IL SUO TACERE COME IL TACERE DI UNO CHE, ACCUSATO INGIUSTAMENTE, RINUNCIA A DIFENDERSI COME L’AGNELLO MUTO ALLA TOSA. Ha veramente una faccia incredibile costui, altro che papa, non è neppure classificabile come uomo. Alla sua morte non si dirà che è stato condannato all’inferno, ma che è tornato a casa sua. E, ripeto, non capisco come i cardinali quali Sarah e Burke, pur criticandolo, non lo rineeghino. Cristo non è con lui, assolutamente. Fa bene a non inginocchiarsi alla consacrazione delle specie, perché Gesù non passa per quelle sue mani.

    • T. Kepler ha detto:

      È triste ma S. Em. Card. Sarah pare di non aver energia per respingere una zanzara. Non voglio giudicare la pietà di S. Em, ma mi sembra del tutto privo di combattività e zelo. Credo che non parlano perché così mettono a rischio la loro carriera.

      (anche vale a pena ricordare che ha dedicato ben 288 pagine per mostrare la “Forza del silenzio”…)

      • Diana ha detto:

        Veramente il cardinale Sarah era il primo della lista dei nemici di Ahmed Sékou Touré in Guinea. Non scambierei per remissività quella che evidentemente è santa prudenza.

      • Lucia ha detto:

        Il cardinal Sarah e un sant ‘ uomo ma certamente non si mettera frontalmente contro il Papa , nessumo lo fara , perche come hanno detto altri non fa parte della prassi cattolica ribellarsi al Pontefice chiunque e qualunque cosa egli faccia .Probabilmente pero adesso quei cardinali e vescovi che erano stati emarginati pretenderanno un cambio di rotta , forse faranno in modo che escano testimonianze , carte che metteranno in difficolta il Papa per indurlo a piu miti consigli.Credo che ne vedremo delle belle .

  • Alessandro ha detto:

    C’era uno che conoscevo all’Università che quando aveva torto rispondeva: “Non ricordo”. In una sola botta questa serpe biancovestita ha GETTATO FANGO SU VIGANO’ (“costui”) chiamando in causa questioni che non c’entrano per distruggerlo,GLISSATO E MENTITO SPUDORATAMENTE, con l’allocuzione “IL SILENZIO DI GESU'” HA INTESO FAR PASSARE IL SUO TACERE COME IL TACERE DI UNO CHE, ACCUSATO INGIUSTAMENTE, RINUNCIA A DIFENDERSI COME L’AGNELLO MUTO ALLA TOSA. Ha veramente una faccia incredibile costui, non è neppure classificabile come uomo, altro che papa! Di lui non è corretto dire che morendo sará condannato all’ inferno, no. Lui dopo la morte ritornerá a casa sua.

  • GIORGIO VIGNI ha detto:

    Per ADRIANA
    Ipotesi per un’epigrafe, alias pio desiderio, adattando:
    Qui giace l’argentin, piscopo tossico
    che di tutti disse mal,
    anche di Cristo,
    farfugliando, poi, non lo conosco.

    G.Vigni

    • Adriana ha detto:

      Vigni ,
      sempre di un Pietro si tratta ! Il primo – autentico – finirà in Paradiso , come S. Bartolomeo ; il secondo – fasullo – finirà all’Inferno , come Minosse . :-))