SPADARO ALLA GUERRA DEI TWEET. (E FORSE A NAPOLI O PALERMO…). SORRISI ELETTORALI,TWEET DELIRANTE DI SORGE.

26 Maggio 2019 Pubblicato da --

Marco Tosatti

Cari amici e nemici di Stilum Curiae proviamo sorridere un poco in questa domenica elettorale. Facciamo un tentativo con un paio di immagini che circolano da qualche giorno sulla rete, e che probabilmente non pochi di voi hanno già visto, e sono direttamente collegabili alle urne.

Eccole….

E questa:

 


 

Poi torniamo ad occuparci della saga Farina-Spadaro. Come ricorderete, e se non lo ricordate lo trovate a questo collegamento, da un articolo di Renato Farina su Libero è nata una polemica. L’argomento di partenza era l’azione illegale compiuta dal card. Krajewski in uno stabile di Roma okkupato. Un’operazione di riallaccio illegittimo di corrente elettrica. E allora dal momento che stiamo scherzando, pubblichiamo la vignetta che ci ha mandato un amico, Marco Matteucci, geniale nelle sue creazioni.

 

Spadaro sosteneva che Farina gli aveva attribuito su Twitter parole che non aveva mai scritto. Il che era vero in parte: perché il Direttore di Civiltà Cattolica, sempre molto attento e mirato nei suo retweet, aveva rilanciato immediatamente la prosa aulica di un collega entusiasta del riallaccio proletario compiuto dal porporato. Ma l’accusa a Farina di scorrettezza non sono piaciute a tutti, e come potete vedere dalla raffica di risposte e repliche il Gesuita Che Sussurra al Papa non ne esce molto bene. E non è il primo infortunio che gli capita sulla rete.

Fra l’altro forse farebbe bene ad assumere un ruolo un po’ meno vivace e un profilo meno alto se è vero che starebbe correndo per andare a Napoli o a Palermo come arcivescovo. Con buona pace di Sant’Ignazio che non voleva che i suoi figli non diventassero vescovi né ambissero a cariche. Ma Sant’Ignazio è vissuto tanto tempo fa…e non c’erano registratori neanche allora. Ma ecco se vi diverte lo scambio di battute fra padre Spadaro e una signora che sottolineava alcune inconguenze…

La triste conclusione della vicenda è che Spadaro ha bloccato la persona con cui stava discutendo. Dialogo e sinodalità sì, ma solo con quelli che ti danno ragione…:-)))

 


E sempre restando fra gesuiti e su Twitter siamo rimasti sbalorditi nel vedere questo Tweet di Bartolomeo Sorge sj, già direttore di Civiltà Cattolica e di altre imprese gesuitiche.

Paragonare Orlando a Pio XI, e Matteo Salvini a Hitler è impresa veramente formidabile. Conoscevo bene padre Sorge; fra l’altro quando fu sostituito come Direttore di Civiltà Cattolica mi onorò della sua confidenza, pregandomi di tenere la notizia riservata. Il che, essendo onesto e credulone, feci; solo per trovarla stampata sull’Unità, il cui collega più navigato di me aveva intuito che la richiesta di discrezione era da leggere al contrario. Gesuiti.


Tag: , , , ,

Categoria:

Questo articolo è stato scritto da wp_7512482

83 commenti

  • Mac ha detto:

    La situazione sarà durissima per l’Italia.

    Ho appena sentito il parere di Federico Fubini,( il giornalista che nasconde la notizia sull’aumento della mortalità infantile in Grecia):

    ci teneva proprio a farci sapere che il primo partito italiano sarà all’opposizione in Europa .

    Saluti.

  • Gian Piero ha detto:

    e come un pugile suonato che ha preso un sacco di cazzotti ed è completamente obnubilato ma non è ancora al KO, Bergoglio insiste anche oggi:
    “Accogliere, proteggere, promuovere, integrare. Sono i quattro imperativi che papa Francesco indica nel suo Messaggio per la giornata mondiale del migrante e del rifugiato, che si celebrerà il 29 settembre. E lancia l’allarme per l’atteggiamento verso migranti e rifugiati, che “rappresenta un campanello di allarme che avvisa del declino morale a cui si va incontro se si continua a concedere terreno alla cultura dello scarto”

    a caro France’ mi sa, che non hai ancora capito la lezione: gli “imperativi ” tuoi lasciano il tempo che trovano!Non li ascolta più nessuno!
    si’ proteggere promuover e integrare i poveri ma a casa loro…l’invasione africana non la vogliamo!!! Non l’hai ancora capito????????

  • Adriana ha detto:

    E , allora , che pensare del Cardinal Bertone che dal suo miserabile Loft twitta : ” Tutti i Vescovi votano per la UE ! ” ???
    Per lui , e per quelli come lui : ” niente politica = niente pappatoria”.
    Ben venga Pappa-ciccio .

  • Nicola B. ha detto:

    Ore 00:55 conferenza di Salvini in diretta durante la quale con il Rosario in mano ribadisce di aver affidato prima delle elezioni NON IL VOTO , MA L’ITALIA E L’EUROPA AL CUORE IMMACOLATO DI MARIA perché ne hanno bisogno. Speriamo che Oltre Tevere lo capiscano. Anche se affidare un Paese al Cuore Immacolato di Maria per la Chiesa odierna è demode’ oggi.

    • Lucy ha detto:

      @Nicola
      Oggi festeggiamo e siamo felici anche per un motivo importantissimo. C’è un partito che non figura nella videata delle televisioni ma esiste ed è il partito più sconfitto : il partito di Bergoglio che disse ” non mi interesso di politica ” ma poi entra a gamba tesa nell’agone politico.Nonostante gli assalti di vero e proprio ” hate’speech” sui”suoi ” media e sui media”amici ” con osceni paragoni con la shoah e le leggi razziali , o forse proprio per questo provocando il rigetto delle persone intellettualmente oneste ,dopo aver mandato avanti l’artiglieria pesante con dichiarazioni pubbliche di vescovi e cardinali , dopo aver ripetuto in ogni incontro qualsiasi fosse l’argomento , la sua critica al ” populismo ” e”sovranismo” , nonostante lo sfibrante, ossessivo , martellante appello pro migranti , ebbene risultato ? ZERO. La chiesa bergogliana almeno in questo campo non è riuscita ad anestetizzare la coscienza dei credenti che hanno votato ” in coscienza ” appunto.
      La chiesa bergogliana è politicamente irrilevante e ininfluente. Di ciò ringraziamo Dio e….la Madonna.

  • Milli ha detto:

    Qualche giorno fa è uscita la norizia che il cardinale Danneels poco prima di morire abbia confessato che aveva lavorato cpn altri 11 cardinali per far dimettere Benedetto XVI e per far eleggere Bergoglio. La famosa Mafia di San Gallo. È vero?? Perché se così fosse sarebbero tutti scpmunicati

    • Gino ha detto:

      Anche il card. McCarrick conferma la tesi della San Gallo.

      Nel corso di una conferenza data 6 mesi dopo l’elezione del successore di Papa Benedetto XVI, il cardinal Theodore McCarrick, Arcivescovo emerito di Washington (USA) rivelava il piano ordito dalla “Mafia di San Gallo” (composto tra gli altri dai cardinali Cruz Policarpo, Martini, Danneels, Murphy-O’Connor, Silvestrini, Husar, Kasper, Lehmann) per fare eleggere: Jorge Bergoglio.
      Nella sua conferenza il card, McCarrick precisava ancora che questa “Mafia” aveva dato 5 anni al Papa Francesco per mettere la Chiesa in subbuglio, in modo che la Fede Cattolica potesse dissolversi in una vaga religiosità ecumenica mondiale

      Ascoltare direttamente il Video (in inglese): Cardinal McCarrick : Francis, 5 years to destroy the Faith

  • Elisa ha detto:

    Ho sentito parlare di mafia di San Gallo, ma esiste veramente?

    • Paolo O. ha detto:

      Sì.
      Ascolti mons. Livi (collaborò all’enciclica Fides et Ratio:
      https://youtu.be/yto5pmnXxsg

      e ascolti il card. Dannels che ne parla in tv, anche se il video fa diverse premesse:
      https://youtu.be/aMAQEBQ_RMU

      PAX

    • Gino ha detto:

      Se le interessa legga anche la Universi Dominici Gregis di Giovanni Paolo ii, in particolare i punti 79 e 81:
      79. Confermando pure le prescrizioni dei Predecessori, proibisco a chiunque, anche se insignito della dignità del Cardinalato, di contrattare, mentre il Pontefice è in vita e senza averlo consultato, circa l’elezione del suo Successore, o promettere voti, o prendere decisioni a questo riguardo in conventicole private.
      81. I Cardinali elettori si astengano, inoltre, da ogni forma di patteggiamenti, accordi, promesse od altri impegni di qualsiasi genere, che li possano costringere a dare o a negare il voto ad uno o ad alcuni. Se ciò in realtà fosse fatto, sia pure sotto giuramento, decreto che tale impegno sia nullo e invalido e che nessuno sia tenuto ad osservarlo; e fin d’ora commino la scomunica latae sententiae ai trasgressori di tale divieto. Non intendo, tuttavia, proibire che durante la Sede Vacante ci possano essere scambi di idee circa l’elezione.
      Che Dio ci protegga.

    • Francesco ha detto:

      Sono aani che don Alessandro Maria Minutella, il sacerdote scomunicato due volte, una in più di Lutero, ne parla. Basta andare sul profilo facebook di radio domina. E’ stato uno dei motivi per cui è stato raggiunto dalle scomuniche.

  • Paco ha detto:

    Envieme cada dia esta pagina
    Gracias

  • riccardo ha detto:

    Scusate un commento fuori argomento, ma volevo condivire una curiosità, che in in questi tempi assai strambi sembra l’anormalità.
    Ieri a Castellamare di Stabia hanno varato la portaelicotteri Trieste.
    guardando la notizia su internet ho notato nelle foto che sulla parte più bassa della prua della un particolare che mi ha incurisito:
    https://corrieredelmezzogiorno.corriere.it/foto-gallery/campania/19_maggio_25/fincantieri-mattarella-castellammare-stabia-il-varo-supernave-trieste-186993d8-7ecb-11e9-9f33-cd41a8b709ca.shtml
    se scorrete bene le foto ce n’è una con il sorpendente particolare ingrandito

    • Paolo Giuseppe ha detto:

      @ Riccardo
      Se alludi alla croce, direi che non è un particolare (è alta tre metri).
      Il responsabile della cosa è coraggiosissimo perchè domani un coro di “sinistri” latrati ne chiederà il licenziamento in tronco.

    • Terzoc ha detto:

      A proposito del varo della portaerei ancora più esaltante è stato l’ordine “In nome di Dio, taglia!” impartito con voce stentorea alla madrina Mattarella.

    • Andrea ha detto:

      L’appiccicare santini sulle navi prima del varo è una bella e vecchia consuetudine delle maestranze stabiesi. Lo fecero anche per una nave commissionata dalla Turchia.
      Si veda questo documentario del 1958: https://www.youtube.com/watch?v=hwK_S8UAbmk

  • Astore da Cerquapalmata ha detto:

    Spadaro legge Renato Farina, e, di conseguenza, legge un po’ tutti i giornali.
    Spadaro pensa a Civiltà Cattolica.
    Spadaro Twitta e risponde a tutti. Legge e scrive, parla e si prepara, rilegge le bozze, polemizza…
    Ma prega? Digiuna? Passa una mezz’ora in silenzio davanti al Tabernacolo?
    Perché per un sacerdote le tentazioni sono tante e se, oltre a scrivere, parlare, twittare, polemizzare, mangiare e dormire c’è poco altro e quel poco non è la “parte migliore” perché si va di fretta… è molto pericoloso

  • PGVAT ha detto:

    CARO TOSATTI , OGGI DOPO 13 ANNI SON TORNATO A VOTARE . sULLA SCHEDA L’ULTIMO TIMBRO DI VOTO ERA DEL 2006 . LO SCRUTATORE ( CHE MI CONOSCE , MI HA GUARDATO CON SORRISO IRONICO ED HA SUSSURRATO : – TEMPI PROBLEMATICI, VERO ? –

  • La Verità vi farà liberi ha detto:

    È pazzesco pensare che hanno organizzato l’incontro CEI guarda caso proprio in prossimità delle elezioni politiche, cogliendo così due piccioni con una fava:
    1) Sparare a zero contro Salvini, e sostenere contemporaneamente il PD pro gay, pro divorzio, pro eutanasia, pro aborto, tutti notori valori evangelici.
    2) Far passare sotto banco l’aberrante modifica al Padre Nostro e del Messale, distratti come siamo dalla fenomenologia politica.

  • Anonimo ha detto:

    Il “fratello maggiore” Vittorio Zucconi ha reso l’anima. Sarà ricordato per le posizioni ultrabortiste, che lo portarono ad urlare in radio al senatore leghista Pillon, “fuori dalle bxxxe” e “vaffxxxxxo”. Questo raffinato esemplare, come si può dedurre dal lessico e dalla tolleranza zero dimostrata verso gli avversari ideologici, di comunista col Rolex, come spesso gli astuti massoni fanno, ha sistemato benissimo nei tanto vituperati USA figlio, figlia e nipoti. Fate come dico, non fate come faccio. Sono tutti furbi. Quello che consola è che tutti, prima o poi, andremo davanti al Giudizio.

    • Mary ha detto:

      Non chiamarlo fratello maggiore, anonimo delle 11.40. Non c’è nulla in comune tra lui e la maggior parte dei lettori di questo blog.

    • marco bianchi ha detto:

      Gli odiatori dei Fratelli Maggiori mi fanno pena.San Giovanni Paolo II e Papa Benedetto non hanno mai usato le virgolette.

    • wp_7512482 ha detto:

      Perché fratello maggiore?

      • marco bianchi ha detto:

        Perché è in minuscolo e tra virgolette. Invece di una ironia che non è tale,poteva mettere ebreo.Perché anonimo è solo un odiatore degli ebrei.

        • Claudius ha detto:

          E lei e’ un odiatore di anonimo, a quanto pare.

          • marco bianchi ha detto:

            Perché ho messo in evidenza quello che è?Ma mi faccia il piacere..
            P.S Ho ancora da capire perché abbia sentito il bisogno di informarci della “dipartita ” di una persona.

        • wp_7512482 ha detto:

          Mi sbaglierò ma non credo proprio che Vittorio fosse ebreo. Figlio di Guglielmo, ottimo giornalista cattolico e poi senatore DC.

          • marco bianchi ha detto:

            Io non lo so.Perché non lo leggevo e sarebbe stata l’ultima cosa ad interessarmi. Se non lo era,animo è anche disinformato.

  • Anonimo ha detto:

    Il “fratello maggiore” Vittorio Zucconi ha reso l’anima. Sarà ricordato per le posizioni ultrabortiste, che lo portarono ad urlare in radio al senatore leghista Pollon, “fuori dalle bxxxe” e “vaffxxxxxo”. Questo raffinato esemplare, come si può dedurre dal lessico e dalla tolleranza zero dimostrata verso gli avversari ideologici, di comunista col Rolex, come spesso gli astuti massoni fanno, ha sistemato benissimo nei tanto vituperati USA figlio, figlia e nipoti. Fate come dico, non fate come faccio. Sono tutti furbi. Quello che consola è che tutti, prima o poi, andremo davanti al Giudizio.

  • Rafael Brotero ha detto:

    Ci manchi, Port-Royal…

  • virro ha detto:

    Non immaginavo che anche P. Sorge, fino alla sua vecchiaia, avesse barattato Gesù con la politica, che lui stesso ha insegnato – piattaforma dei compromessi sporchi – 😱

    Qualcuno ha elencato i Gesuiti come una grande SETTA , molto potente. A distanza di tempo e cambio di guardia, ciò è sotto gli occhi di tutti.😢

  • Elena ha detto:

    È la prima volta che scrivo ma da molto seguo e leggo. Avrei molte cose da dire e da chiedere ma mi limito ad alcune sofferte domande retoriche: ma questi sacerdoti e vescovi e cardinali , quando celebrano messa e consacrano non si pongono qualche domanda,in relazione alla eucaristia e alla parola del nuovo testamento che forse non sono tanto in armonia con quello che che dicono e fanno? Io sono una laureata in storia e ho insegnato a lungo ma se si dovesse dare certezza solo a ciò che è stato registrato bisognerebbe eliminare tutti gli studi precedenti al registratore che comunque può sempre essere alterato

    • Andrea ha detto:

      Non è un problema di onestà intellettuale ma di fede. E siccome quest’ultima sta venendo meno lascia il posto alle ideologie di convenienza. Tanti di questi religiosi non credono più a Dio e alla vita eterna e di conseguenza non c’è nemmeno la volontà di contrapporsi al mondo ma bensì di assecondarlo per vivere un vità di omerteosa tranquillità materiale. Perchè al dopo non credono più. O non ci hanno mai creduto, non lo so.

  • Claudius ha detto:

    Nota per gli ipocriti twittatori compulsivi, se mai dovessero leggere questi commenti: Il nome completo del soggetto che da decenni ha piazzato le chiappe nel municipio di Palermo e’ Leoluca Orlando CASCIO, dove “Leoluca Orlando” e’ il nome e “Cascio” il cognome. Ma lui il suo vero cognome lo nasconde, facendo credere che il cognome sia “Orlando”, quando invece questo e’ solo il suo secondo nome.

    Allora chissa’ come mai questo signore vuole nascondere il cognome e si fa chiamare “Orlando”?

    Vuoi vedere che ha qualcosa da nascondere anche questo (sedicente) eroe dell’antimafia?

    Il “padre” Sorge si faccia qualche domandina invece di farneticare e perdere tempo su twitter. E gli va anche bene che se ci fosse un vero papa, non un impostore sincretista, lo avrebbe ridotto allo stato laicale da un pezzo, per la sua manifesta indegnita’.

    • Nicola B. ha detto:

      Per Claudius. Grazie per la precisazione. Anche io come tantissime altre persone ero convintissimo che ORLANDO fosse il cognome. Quello che poi dà tantissimo da pensare è che praticamente i media italiani nella quasi totalità lo chiamino SEMPRE solo con ORLANDO come secondo nome praticamente mantenendo così nell’errore la quasi totalità degli italiani…..convinti che questo sia il suo vero cognome ( come me) . E dà da pensare il fatto che: a) sia stato condannato in via definitiva nel 2005 per diffamazione b) sia membro del Rotary Club c) che anche queste due notizie non saltino fuori dalla stampa ( immaginate un Salvini o Berlusconi condannati per diffamazione e membri del Rotary: ce lo sbatterebbero in faccia un giorno sì ed uno no. ).

      • Claudius ha detto:

        @Nicola: e’ un personaggio viscido, oscuro, che ha il “curioso” record di essere sempre intervenuto nelle cause di mafia in modo da ostacolare chi la mafia la combatteva veramente, come quando ando’ da Santoro a sparare a zero sul giudice Falcone, come quando accuso’ il Maresciallo Lombardi, eccetera.
        Che strano, questo sig. Cascio, che si nasconde il cognome, sedicente “eroe dell’antimafia” che nei momenti critici e’ sempre intervenuto danneggiando la lotta alla mafia, facendo un favore alla mafia stessa…

        • Gian ha detto:

          Anch’io non sapevo che Orlando fosse il secondo nome proprio, pensavo invece che fosse il primo cognome e Cascio il secondo cognome, e che per comodità lo si omettesse. Allo stesso tempo però avevo capito che il nostro untuoso eroe dell’antimafia, quando si parlava di lui, non gradisse che fosse menzionato il cognome Cascio da quando Roberto Gervaso riferendosi a lui in un’intervista lo chiamava con il nome completo e tutte le volte che lo citava diceva: “Leoluca Orlando Cascio, e sottolineo Cascio…”. Molto indicativo. Anche il fatto che la categoria dei giornalisti si sia mostrata compiacente con il sindaco prodigio di Palermo… Non ci sono altri casi analoghi, credo, il cognome lo si cita sempre.

          • Gian ha detto:

            Quanto al gesuita Bartolomeo Sorge pensavo fosse passato a miglior vita. Meno male che non uso Twitter, e nemmeno Facebook se è per quello…

    • Iginio ha detto:

      No, ha due cognomi, Orlando Cascio. Ne usa solo uno per far dimenticare che il padre era avvocato di mafiosi. Tra l’altro, diciamo qualcosa sul fatto che è fissato con i musulmani. Tra parentesi: la Sicilia sotto il dominio musulmano fu tutt’altro che prospera e felice, come vogliono raccontarcela i soliti sedicenti progressisti.

      • Claudius ha detto:

        Non era solo avvocato di mafiosi. Secondo Pio La Torre era proprio il tramite tra i politici dc e la mafia. Leggi il link che ho postato.

        Io fra Pio La Torre, vero nemico e martire della mafia e Orlando Cascio, finto nemico della mafia e vero amico degli amici, credo 10000 volte di piu’ a Pio La Torre.

        • Iginio ha detto:

          “Martire della mafia” significa un mafioso vittima dei nemici, così come martire di Cristo significa un cristiano che ha dato testimonianza a Cristo perché ucciso dai miscredenti. Occhio al linguaggio. Volevi dire: vittima della mafia.

  • Gene ha detto:

    Ma perché meravigliarsi, fin dalle superiori capii che i gesuiti erano un corpo estraneo alla Chiesa…dalle lezioni di storia e da quelle di filosofia capii tutto questo. La pochezza di Spadaro e dei suoi simili non ha eguali. Misericordia per queste persone.

  • L'abate ha detto:

    Padre Spadaro ritorni a fare il Sacerdote.

  • TITTOTAT ha detto:

    Speriamo lo portino immediatamente a Palermo, così l’accoppiata Lorefice/Spadaro renderà ancora più scintillanti le catechsi di Don Minutella. Non è escluoso un Matrimonio dei due. Così si supererà anche l’attribuzione di Vescovo Titolare e vescovo Vicario, ma saranno chiamati vescovo uno e vescovo due, ma siccome il due è sempre meno dell’uno saranno detti membri diversi di una sola carne, ma siccome ovunque, anche in idraulica, c’è un maschio e una femmina, si continuerà all’infinito a cercare un termine che renda giustizia all’egualità dei due vescovi.

  • Alessandro ha detto:

    Standing ovation per il dr. Tosatti per le ultime quattro righe del post odierno. Ricordo anche che uno dei migliori allievi di p. Sorge fu Leoluca Orlando, colui che accusò Falcone …. L’allievo non ha imparato dal suo maestro?

  • moriarty ha detto:

    AL FINE DI CAPIRE MEGLIO I GESUITI , SUGGERISCO DI ANDARE A LEGGERE LE MEMORIE DEL -PONTEFICE DELLA RELIGIONE POSITIVA – AUGUSTO COMTE .COLUI CHE ISPIRO’ CON IL SUO PENSIERO IL CAPOLAVORO DI R.BENSON : IL PADRONE DEL MONDO. COMTE PER LUNGO TEMPO TRATTO’ CON I GESUITI DELL’EPOCA CON LA SPERANZA -NEGATA- DI CREARE INSIEME LA RELIGIONE UNIVERSALE DELL’UMANITA’ . NEL 1862 SCRISSE IL FAMOSO -APPELLO AGLI IGNAZIANI – INVITANDO IL LORO CAPO A PROCLAMARSI CAPO SPIRITUALE DEI CATTOLICI . TROPPO PRESTO…

  • Iginio ha detto:

    L’ineffabile Spadaro con ineffabile faccia tosta o ineffabile stupidità non si rende nemmeno conto del fatto che a mostrare nervosismo è proprio lui.

  • Iginio ha detto:

    Il problema non è se Salvini partecipa alle commemorazioni di Falcone. Il problema è se ci partecipa Leoluca Orlando, noto diffamatore di Falcone e pessimo amministratore di Palermo /un mio amico palermitano mi dice che, in decenni, la prima volta che al Comune di Palermo gli chiesero la mazzetta fu proprio con Orlando sindaco).
    Quanto a padre Sorge, bisognerebbe dirgli: lasciamo che i morti seppelliscano i loro morti.

  • EXVAT ha detto:

    ALCUNI ANNI FA ( PAPA BENEDETTO XVI) ,IN UN INCONTRO ALLA LATERANENSE SENTII IL FILOSOFO ROCCO BUTTIGLIONE DIRE , DURANTE LA SUA CONFERENZA , RIFERENDOSI A UN NOTO GESUITA : – …CREDE IN DIO ,NONOSTANTE SIA GESUITA …- POI CON BERGOGLIO IL BUON BUTTIGLIONE , ESSENDO ORMAI POLITICAMENTE DISOCCUPATO, DEVE AVER CAMBIATO OPINIONE…FORSE PER LUI OGGI SOLO I GESUITI CREDONO NEL VERO DIO ,NEL MODO GIUSTO , ALLA SPADARO INTENDO .

  • Andrea ha detto:

    Bellissimi gli elettricisti.. Quella su Dio e la Cei emblematica, rappresentativa di questi tempi.

  • Sherden ha detto:

    Caro Tosatti, magari sa tutto la Falasca…

  • Paolo Giuseppe ha detto:

    Questo scambio di battute che vede protagonista Spadaro, dovrebbe essere insegnato nelle scuole e illustra perfettamente che cosa significa essere gesuita. Forse è ora che la Compagnia di Gesù cambi nome; direi che la parola “Gesù” è troppo impegnativa.

  • Pier Luigi Tossani ha detto:

    “La triste conclusione della vicenda è che Spadaro ha bloccato la persona con cui stava discutendo. Dialogo e sinodalità sì, ma solo con quelli che ti danno ragione…:-)))”

    Hahhahaaaa!!!….

    …e in più, tutto il tempo che ci ha perso su twitter, mentre avrebbe potuto andare in giro a far proseliti, pardon, evangelizzare

    • paoloditarso ha detto:

      MA SPADARO STAVA EVANGELIZZANDO , PARDON , STAVA PROSELITIZZANDO IMPONENDO CON VIOLENZA ED ARROGANZA LA SUA DOTTRINA AD UNA SIGNORA CATTOLICA, PROBABILMENTE TRADIZIONALISTA , IL PROSELITISMO , COSì NEGATO (E BIASIMATO) AI CATTOLICI , E’ INVECE IL MODELLO USATO DAI GESUITI BERGOGLIANI , O MEGLIO, DAI BERGOGLIANI IN GENERE , CHE FANNO PROSELITISMO INGANNEVOLE NEL MONDO CATTOLICO. NON LE PARE ?

  • Diana ha detto:

    È interessante che Spadaro dichiari che le sue intenzioni sono note a tutti. Le sue opinioni sì, certo, ci sta sfracellando da 6 anni con penose accelerate pre-elettorali. Ma quello sulle reali intenzioni di certi gesuiti credo sia “il” dibattito della Chiesa da tre secoli a questa parte.

  • Gaetano2 ha detto:

    Rientrato apposta per votare. NON ho seguito, questo è sicuro, né i desideri della CEI né quelli di don Ciccio!

  • Maria Cristina ha detto:

    Discutere con un gesuita e’ inutile : come tentare di tener ferma e dritta una viscida anguilla che sguiscia fra le mani. E’ come se Platone avesse tentato di discutere coi sofisti.
    Ci provo’ Pascal in difesa del santo monastero di Port-Royal accusato di giansenismo.
    . Nonostante la difesa geniale del grande Pascal, grazie ai sofismi cavillosi dei gesuitiPort Royal venne raso al suolo. I gesuiti vinsero allora come oggi che tentano di radere al suolo non solo un monastero ma l’ intera Chiesa. . Ma la loro e’ la vittoria di Caifa e del Sinedrio. L’ astuzia poi si ritorce contro se’ stessa.

    • TITTOTAT ha detto:

      Fossero i gesuiti dei bei tempi andati quelli di adesso, avremmo più di una curia rasa al suolo.
      Non si fecero infinocchiare dal teologo Pascal come oggi rischiano di esserlo da un Odifreddi qualunque.

  • giulia anna meloni ha detto:

    si intuiva, anzi si sapeva,per molti di noi una certezza ma…davanti a questa confessione cosi chiara cosa succede se il vaticano non smentisce.

    https://intuajustitia.blogspot.com/2019/04/il-cardinale-godfried-danneels-confessa.html

    • Valeria Fusetti ha detto:

      Il Vaticano non smentisce, prima di tutto perché non smentisce mai, che sia tenuto a farlo o no. Poi perché l’ accusa non è sostenuta da nessuna prova. A chi l’ ha confessato il cardinale ? Chi l’ ha riferito ? Questo può essere un sospetto, ma è veramente secondo giustizia diffondere un sospetto ? A me non sembra, soprattutto perché sarebbe pure proibito ( Lettera di San Giacomo). In cordibus Jesus et Mariae.

    • Gaetano2 ha detto:

      Non so se questa notizia sia stata preparata e propagata appositamente in modo da screditare le informazioni che indicano la presenza di un falso papa in Vaticano. Però già in passato il card. Daneels ha affermato di persona e pubblicamente (e senza smentite) come sono andate le cose. Se non basta nemmeno questo!

      E poi, ditemi voi, ma quale Papa (autentico) non si inginocchia davanti al Ssmo?

    • Rafael Brotero ha detto:

      Si puo trovare tutto sulla mafia di Sankt Gallen nel profetico capolavoro di Malachi Martin, the Windswept House. Omaggio, la soluzione del “mistero” McCarrick.

  • Chiara Fracassi ha detto:

    Ridurre al silenzio gli avversari è tipico della chiesa cattolica. Noi, in molti, siamo statti bannati dalla voce del popolo, giornale della curia, perché contestavamo l’operato dell’allora vescovo. Povera chiesa, come è ridotta male.

  • Nicola B. ha detto:

    Fa scandalo che Salvini partecipi ad una commemorazione pro Magistrato ucciso dalla Mafia , ma non fa scandalo che una ex collaboratrice italiana ( la Signorina AVANZA) di EN MARCHE Partito di MACRON l’uomo che sta affamando e distruggendo la classe media ed il proletariato francese e facendo a pezzi i Comandamenti di Dio sdoganando i vizi più infami e perseguitando i cattolici che si ribellano, sia stata sponsorizzata, caldeggiata e raccomandata dallo stesso MACRON per entrare nelle liste del PD a queste europee ed accolta con entusiasmo dai capoccia ( Zingaretti & Company) del PD ben lieti di sottomettersi e fare da lacchè e da servi ai francesi. No, questo non fa scandalo. Ah dimenticavo che MACRON è quello che fa manganellare le risorse e poi le rispedisce nei loro paesi oppure ce le manda a noi di notte attraverso la frontiera o di giorno via treno. Questo no, non scandalizza. Ma già MACRON se ricordate bene è quello che in una foto si permette di mettere le mani addosso a Papa Francesco…

  • GMZ ha detto:

    Per tutti quelli che credono che con Bergoglio si è toccato il fondo: e se dopo ci toccasse Spadaro?
    Aiuto…

    • gabriele ha detto:

      Il fondo non si tocca mai… il fondo del pozzo è ancora molto lontano… tra qualche anno dovremo rimpiangere Bergoglio, che al confronto coi suoi successori sembrerà un vecchio tradizionalista.

      • Lc 11,23 ha detto:

        questo è certo, ma a quel tempo i cattolici si riuniranno di nuovo nelle catacombe e perlomeno ci sarà chiarezza,

  • Non Metuens Verbum ha detto:

    La brava signora Annarosa potrebbe rispondere all’illustre gesuita che “Tanto è ladro chi ruba che chi tiene il sacco”.