PEZZO GROSSO: VOTARE E VOTARE BENE. PER EVITARE LA CIVILE ED ECOLOGICA SOPPRESSIONE DEI VECCHI.

25 Maggio 2019 Pubblicato da --

Marco Tosatti

Cari amici e nemici di Stilum Curiae, Pezzo Grosso ci ha mandato una riflessione pre-elettorale che se siete in giornata un po’ bigia forse è meglio non leggiate. Vi dico subito che chi scrive, che è un pessimista come solo i genovesi sanno esserlo, non è d’accordo con Pezzo Grosso; o perlomeno con l’idea che qualunque governo esca le cose non cambieranno. Non credo: perché comunque sta cambiando l’atmosfera, e ci sono tanti modi di fare le cose, lentamente e sottilmente. Su una cosa però concordiamo: che domenica è necessario andare a votare, e votare bene: come avrete capito dal post di ieri sui Poteri Irresponsabili. Che costo quelli di cui, con altri termini, parla anche Pezzo Grosso….Ma se vuoi i cuccioli della tigre nella tana ci devi entrare. E non è detto che ti sbrani.

Ψ Ψ Ψ

<Pezzo Grosso a Tosatti. Caro Tosatti vorrei fare un cinico richiamo pre-elettorale ai suoi lettori di StilumCuriae. Con il voto di domenica si rischiano tante cose.

Politicamente si rischia la vittoria un governo 5stelle/PD/ CEI. Si rischia anche una ricomparsa di Berlusconi in veste “animalista – ambientalista”, dato che i sondaggi che la Brambilla e la sua compagna gli hanno mostrato, spiegano che oggi si è politicamente graditi se si è abortisti-animalisti-ambientalisti –bergogliani.

Ma poiché si prevede un minisuccesso della Lega e un maggior successo di Fratelli d’Italia della Meloni, si può prevedere di conseguenza una alleanza fra loro.

Come lei sa caro Tosatti, son diventato scettico e quasi cinico (a volte) e non credo più che un governo possa fare una politica “sovranista”, cioè attenta alla soluzione dei problemi interni del proprio Paese, perché verrebbe accusato di egoismo contro il bene comune globale. Conseguentemente se vincesse una coalizione “sovranista” temo l’avverarsi di due ipotesi. O cambia immediatamente strategia, o non le varrà permesso di governare in tanti modi, che non c’è bisogno di ricordarli, vanno dalla “moral suasion” di Bruxelles allo spread dei mercati, ai richiami dell’UNESCO, fino a quelli della Presidenza della Repubblica che non firma le leggi, ecc.

Bene, cinicamente parlando, la mia prospettiva post elettorale è che chiunque vinca le elezioni  (in modi certo diversi e tempi diversi) farà ciò che il governo globale gli chiederà di fare, perciò chiunque vinca sarà costretto a fare le stesse cose.

Ergo inutile andare a votare? Più scrivo questo commento, più mi sento cinico, caro Tosatti, e penso che per poter realmente cambiare qualcosa sia necessario che la coalizione “sovranista” italiana possa superare il 50%dei consensi, e concomitantemente il voto sovranista in tutta Europa possa sconvolgere tutti i pronostici e i piani globalisti, costretti a rimandare il loro progetto.

Cose note, dirà, ma in gioco questa volta c’è di più di modelli di non-governo, leggi non-etiche imposte, o persino un governo tutto dedicato alla riduzione del debito pubblico grazie a patrimoniali. (Ormai quasi tutti hanno capito che è una sciocchezza). Stavolta stiamo rischiando decisioni politiche, che chiamerò cinicamente, di “soppressione” indiretta dei vecchi (senza usare l’espressione eutanasia).

La loro soppressione indiretta avverrà economicamente, agendo sulle pensioni  tagliate a più non posso, sulla sanità  negando, con la scusa della spending review, sempre meno cure ai vecchi inutili e costosi, sulle tasse sugli immobili  sempre dei vecchi “ricchi proprietari immobiliari”, con patrimoniali sui risparmi  sempre dei vecchi “ricchi redditieri”.

Il tutto per sostenere le nuove fresche generazioni di immigrati destinate a ringiovanire il Paese, come anche Bergoglio auspica. Chi realizzerà questo progetto salva-stato, che risanerà il bilancio dello stato italiano “tagliando”  cinicamente in due tre anni il 10% dei vecchi pensionati inutili e costosi?

Lo scoprirete se non andate a votare>.

PG



Oggi è il 267° giorno in cui il pontefice regnante non ha, ancora, risposto.

Quando ha saputo che McCarrick era un un uomo perverso, un predatore omosessuale seriale?

È vero o non è vero che mons. Viganò l’ha avvertita il 23 giugno 2013?

Joseph Fessio, sj: “Sia un uomo. Si alzi in piedi, e risponda”.


Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa” fino a quando non fu troppo molesto.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina


 LIBRI DI MARCO TOSATTI

Se siete interessati a un libro, cliccate sul titolo….


Viganò e il Papa


FATIMA, IL SEGRETO NON SVELATO E IL FUTURO DELLA CHIESA

  SANTI INDEMONIATI: CASI STRAORDINARI DI POSSESSIONE

  PADRE PIO CONTRO SATANA. LA BATTAGLIA FINALE

  Padre Pío contra Satanás

La vera storia del Mussa Dagh

Mussa Dagh. Gli eroi traditi

Padre Amorth. Memorie di un esorcista.

Inchiesta sul demonio.

Tag: ,

Categoria:

Questo articolo è stato scritto da wp_7512482

37 commenti

  • Nicola B. ha detto:

    Tanto per dire chi dobbiamo sconfiggere con il voto e perciò NON ASTENERCI, ricordo che nelle liste del PD è stata candidata tale signorina AVANZA la quale è un’ex collaboratrice di EN MARCHE Partito di MACRON. Lo stesso MACRON ha sponsorizzato personalmente la candidatura della AVANZA presso i capoccia del PD i quali da schiavi dei francesi quali sono , hanno accettato con entusiasmo l’intromissione e la sottomissione ai francesi. Questo fatto é di dominio pubblico ed anche le reti tv nazionali ne hanno parlato. CAPITO CON CHI ABBIAMO A CHE FARE E CHI DOBBIAMO COMBATTERE OLTRE AGLI SCAPPATI DA CASA E PERICOLOSISSIMI GRILLINI ? NON ASTENIAMOCI !!!

  • Francesco Franco ha detto:

    Mi pare che a questo punto abbiamo un’idea ben chiara su chi votare, quindi!, alle urne, almeno possiamo dire, io c’ero.

  • LucioR ha detto:

    Chiedo scusa a chi è sensibile al problema del cosiddetto “taglio delle pensioni d’oro”, ma mi sembra che esso venga qui citato un po’ in modo strumentale. Interferisco solo perché mi sembra che questo tema svii alquanto quello primario riguardante la scelta della futura classe dirigente destinata a decidere le sorti della Comunità Europea: ovviamente, per chi è scettico (ma scettico veramente, non come P.G.) non interessa questo né altro.

    Chiedo scusa, dicevo, perché non ho seguìto la problematica in quanto, pur essendo pensionato, per ovii motivi essa non è di mio interesse; però mi sembra di avere più volte letto che il taglio di quelle pensioni si riferisce a chi ha usufruito di diritti farlocchi e non reali che hanno determinato la costituzione aurea di quelle pensioni.

    Se così non è chiedo nuovamente scusa, dopo di che però mi sembra che anche in tal caso (cioè se non è vero ciò che ho capito del problema), ed anche prescindendo dalla considerazione che nella catastrofe economico-sociale in cui siamo immersi qualche limatura di metallo prezioso non dovrebbe far precipitare gli aurei pensionati al girone infernale dei comuni mortali; anche in tal caso, dicevo – considerare questa problematica un elemento decisivo nella scelta del Voto, mi pare mirato, forse involontariamente, ad influenzare indebitamente (per quanto spiegato sopra) la decisione delle persone su chi votare.

    • excollega ha detto:

      INFATTI ILTAGLIO PENSIONI D’ORO , CHA SAREBBE DOVUTO ESSERE , SECONDO GIUSTIZA , FATTO IN FUNZIONE DI CONTRIBUTI REALEMNTE VERSATI O NO, E’ STATO DECISO DEL GOVERNO IN CARICA DI FARLO INDISCRIMINATAMENTE . CAPISCO L’INVIDIA VERSO CHI HA GUADAGNATO BENE , MA NON CAPISCO IL RETORICO ODIO VERSO CHI HA DI PIU’ , PERCHE’ HA MERITATO DI PIU’ E PAGATO CONTRIBUTI DI SOLIDARIETA’

    • om ha detto:

      SCUSI , SA CHE MI AUGURO CHE TAGLIANO ANCHE A LEI LA SUA PENSIONCINA , CHE PER LEI FORSE SEMBRA POCO PER LE SUE INDISCUTIBILI CAPACITA’ DIMOSTRATE , MA PER ALTRI POTREBBE ESSERE TROPPA.

      • LucioR ha detto:

        Ovviamente io, al contrario di Lei, non ho augurato a nessuno che gli venga tagliata la pensione, ina o ona che sia. Ho solamente detto che, da quello che avevo letto (ed ho chiesto preventivamente scusa se avevo letto male o avevo letto cose sbagliate) il taglio delle pensioni cosiddette d’oro si riferiva a quelle determinate con diritti non acquisiti col proprio lavoro, ma portati in dono, diciamo così, dalla Befana.

        Al che se la mia pensione (che Lei definisce ina) è stata determinata con tali diritti fasulli, non avrei niente da dire se me la tagliassero in rapporto a quei diritti fasulli. E Lei, con la sua discutibile acrimonia che qui mostra, invece?

        • Paolo Giuseppe ha detto:

          E’ una pessima decisione, sempre, quella di approvare leggi retroattive. Significa cedere alla logica di Robin Hood, logica che può portare molto lontano, troppo lontano.

          • Gian ha detto:

            Sono d’accordo con Lucior, si tratta di ristabilire un minimo di giustizia: ad esempio, certi dirigenti sindacali si sono regalati anni di contributi figurativi grazie ad una leggina “ad hoc” (legge Mosca?) e da ingordi hanno “autocertificato” anni di lavoro nel sindacato che se fossero stati corrispondenti al vero li avrebbero visti già al lavoro fin dall’età di 9-10 anni… E’ passato tutto in cavalleria naturalmente e oggi godono di laute, anche se immeritate, pensioni. Non è giusto verso chi sta ancora aspettando e l’età di pensione di allontana sempre più (ora è a 67 anni), mentre loro coetanei, grazie alle baby pensioni degli statali, godono della pensione già da oltre 30 anni.

          • LucioR ha detto:

            Voglio precisare comunque che la mia intenzione non era quella di polemizzare sulla questione “pensioni d’oro”; non è questo il tema attuale. Ma proprio per questo mi è sembrato fuorviante inserire qui questo argomento, che non ho iniziato io, e che ho richiamato proprio per dire che in questo momento è fuorviante: che facciamo, siccome il Governo ha fatto una cavolata sulle pensioni d’oro o d’argento che siano dobbiamo votare PD?

            Perchè diciamolo papale papale: o Lega / FdI o i Sinistri (Pd, 5 Stelle, e tutta la galassia dei partitucoli sinistreggianti). D’accordo, ci sono alcuni mini-partiti non sinistri i cui programmi sono condivisibili, ma con tutto il rispetto per i loro dirigenti, se non si alleano ai due suddetti parrtiti anti-sinistri non trarranno alcun utile per se stessi e sottrarranno buoni voti agli altri.

          • Ercole ha detto:

            Chissà perché il demone delle leggi retroattive lo si rievoca solo per perorare la causa delle pensioni d’oro. “Grazie” ad una legge retroattiva già vigente, ho un debito con l’INPS che forse estinguerò nell’anno del mai e nel mese del poi. La mia categoria professionale, per la legge, era prima esonerata nei confronti di una tassa; poi Santa Fornero l’ha aggiunta facendo pagare anche retroattivamente. Però, non sappiamo noi professionisti, “colpiti” da questa legge retroattiva, se ci restituiranno il denaro nel caso l’abolissero, per ristabilire tutto come prima. Ci sta anche questo dubbio. Ora si deve pagare; chi ha pagato forse ne beneficerà con la pensione, ma come già detto, se abolissero questa legge retroattiva ne beneficerebbe chi invece ha deciso di continuare a non pagare ciò che prima non gli spettava. Non si sa in quale “calderone” vanno a finire questo nostri soldi! Quindi, una ipotetica restituzione non è giá contemplabile!!!

  • Nicola B. ha detto:

    Non oso minimamente immaginare una forte vittoria alle urne di M5S e PD. Il peggiore dei peggiori partiti sovranisti e populisti sarà SEMPRE infinitamente meglio del migliore dei partiti di sinistra. SINISTRA = immigrazione selvaggia ( clandestini e regolari) – regalo dei diritti aggratis a tutti gli extracomunitari ( casa, lavoro,sanità, istruzione, ovvero prima gli extracomunitari e poi gli italiani) – eutanasia come diritto/ dovere – censura in tv/stampa/radio e SOPRATUTTO web- leggi persecutorie per chi non si adegua al nuovo regime dei ” diritti ” – indottrinamento Lgbt e Gender in ogni ordine di scuola- leggi pro supremazia e diritti totali pro Islam – impoverimento delle pensioni ( bisogna pur mantenere le risorse) – dopo l’eliminazione dell’articolo 18 ulteriore precarizzazione del lavoro – svendita totale dei ” gioielli ” di Stato ai soliti noti europei – programma di ” grecizzazione ” ovvero di impoverimento totale del paese – concessione di tutte le libertà e diritti immaginabili alle coppie e single omo e lesbo..ecc ecc. Ecco se volete tutto questo astenetevi pure ma poi non lamentatevi vi prego. Preferisco morire combattendo piuttosto che consegnare le chiavi di casa al nemico su un piatto d’argento. P.S. E chiedo soprattutto a chi avrà un attimo libero Domenica di pregare il Santo Rosario o la Coroncina della Divina Misericordia per il nostro Paese e per l’Europa. Grazie a tutti/e.

  • davidevacca70@libero.it ha detto:

    Oggi ho avuto l’immenso dispiacere di conoscere seppur solo virtualmente, Peter Singer….. decisamente ripugnate è dir poco !!!

    • LucioR ha detto:

      Chi è?

    • Adriana ha detto:

      In rete trovi : ” Famiglia Cristiana ” pubblicizza l’incontro di Peter Singer .
      A proposito della ” Buona ONU ” , capo UNICEF dal 1997 al 2006 è stata
      la femminista Carol Bellamy , accusata da ” Lancet ” di aver fatto morire ( per ogni anno del suo mandato ) , 600mila bambini !
      I fondi stanziati per acquistare medicine di facile reperimento li
      ” dirottava ” per la propaganda pro-aborto e per comperare anticoncezionali .

  • Gian Piero ha detto:

    Per me l’ incubo sarebbe veramente un governo PD5stelle appoggiato dalla CEI: il cialtronismo alleato con i pidioti e i buonisti clericali. Allora si toccherebbe veramente il fondo.
    Non so come andranno le elezioni ma io certamente andro’ votare perche’ questo incubo non si realizzi.

    • Davide ha detto:

      Non so come andranno le elezioni ma io certamente andro’ votare perche’ questo incubo non si realizzi.

      Non servirà a nulla…. le elezioni sono per il Parlamento Europeo, (che conta come il due di picche a briscola quando c’è sotto bastoni) non per quello italiano.
      La composizione di quest’ultimo rimarrà inalterato e credo che il 50% PD/M5S riescono ad averla; ragione per la quale può tranquillamente andare in montagna come farò io.
      Cordiali Saluti

      • hullallah ! ha detto:

        MA INSOMMA CI VA A VOTARE O NO ?

      • Stefano ha detto:

        Vada a votare.
        Il risultato puo’ non essere determinante , ma la percezione dei poteri forti di non avere tutti sotto bastone e’ importante.
        La loro paura e’ la nostra forza.

      • LucioR ha detto:

        «Non servirà a nulla…. le elezioni sono per il Parlamento Europeo»

        Sì, ma questa volta i risultati delle votazioni per il Parlamento Europeo influirà senza dubbio sull’attuale situazione politica italiana.

  • youcan ha detto:

    SAREBBE INTERESSANTE SAPERE COSA SUGGERISCONO ALLE SUORE DI VOTARE . E I VESCOVI CHE INDIRIZZO DANNO ALLE DIOCESI . SE QUALCUNO POTESSE SAPER QUALCOSA IN TEMPO REALE , SIAMO IN TEMPO PER DENUNCIARLO SU STILUM CURIAE. NO TOSATTI ?

    • anna ha detto:

      Purtroppo le “suorine” e i preti modernisti e progressiti voteranno PD. I più “tradizionali” voteranno Lega, i cattoperbenisti (per intenderci all “mulino bianco”) PPE (PDF) senza capire che in questo modo disperderanno un fiume di voti,

  • g.mottola ha detto:

    EFFETTIVAMENTE LA VERA COALIZIONE POLITICA CHE E’ UNITA DA INTENTI IDEALI E’ QUELLA 5STELLE+PD+CEI . I 5STELLE CHE PROVENGONO DAL VOLONTARIATO-DISOCCUPATO RAPPRESENTANO QUALLA FASCIA DI POPOLAZIONE DEI .DIRITTI E NON DEI DOVERI E FARA’ LEGGI RAPINA. IL PD ATTUERA’ IL BRACCIO ARMATO DELLA TEOLOGIA DELLA LIBERAZIONE , LA CEI FARA’ INVECE LA FINE DI KERENSKI , PRESO IL POTERE , IL PD/5STELLE GLI ESPROPRIA IL VATICANO E CI METTE LA SEDE DELL’UNESCO . COSI FINALMENTE VEDREMO IL CARD.BASSETTI TORNARE A FARE UN BUON VERO LAVORO PROLETARIO , QUELLO CHE GLI SAREBBE SPETTATO SE NON AVESSE ASSUNTO LA DIGNITA’ UNICA , E TRADITA , DEL SACERDOZIO.

    • Paolo Giuseppe ha detto:

      Grande G. Mottola! Condivido tutto, con una postilla. Siccome amo enunciare dei principi di vita universali (chiedo scusa per il vezzo), questa volta enuncio: quando i preti parlano di politica, combinano solo guai.

  • Valeria Fusetti ha detto:

    Che l’ attuale dirigenza UE e l’ Italia cosiddetta “progressista” siano alleate, e che cercheranno con ogni mezzo di piegare i risultati a loro comodo non c’è dubbio, ma proprio per questo non penso sia saggio non andare… aspettando l’ eutanasia ? No grazie ! Amare i propri nemici personali è una cosa, amare sino a lasciare incontrastato il passo a chi, di fatto, odia il mondo intero e la mia Patria non è cristiano. Qui, sia ben chiaro, sotto la voce ” eutanasia” si intendono due concezioni del mondo, spirituali, psicologiche ed antropologiche tra le quali è impossibile pensare ad una qualsiasi mediazione. È possibile solo la conversione. Spero che si evitino le dispersioni di voti verso partiti che, pur desiderabili dal punto di vista cattolico, non hanno nessuna possibilità di arrivare a quote utili. Fate una cosa : pensate al Grande Elettricista e a chi gli fa più paura, e votate !

  • Pier Luigi Tossani ha detto:

    Dissento severamente dall’analisi di Pezzo Grosso.

    la soppressione indiretta dei vecchi “ricchi proprietari immobiliari”, con le tasse sugli immobili e i tagli sanitari per gli anziani, l’hanno fatta tutti i governi, incluso quello gialloverde. 

    Pezzo Grosso sostiene che, dando consenso massiccio alla Lega, questa sarà in grado di meglio staccarsi dalla componente pentastellata, e, finalmente libera, sovrana e sovranista, avvierà politiche decise per invertire la politica di cui sopra.

    Ma Pezzo Grosso evidentemente ignora che, circa l’eutanasia “vera”, questa è già stata calendarizzata, invece, nella relativa proposta di legge. Il relatore è il leghista Roberto Turri, e l’iter è partito dalle commissioni Giustizia e Affari Sociali della Camera.

    Mario Adinolfi, presidente del Popolo della Famiglia, ricordava quasi due anni fa, qui: 

    http://www.lacrocequotidiano.it/articolo/2017/06/26/politica/in-estrema-sintesi

    “…sbaglia chi torna a riproporre lo schema vecchio delle candidature di bandiera del Family Day all’interno dei partiti del centrodestra, è lo schema che ci ha portato al disastro attuale. Bisogna prenderne atto: Forza Italia ha dato libertà di voto sull’eutanasia e si è astenuta sulla legge su gender e omofobia in Umbria; leghisti importanti come Zaia sono addirittura apertamente a favore dell’eutanasia e insieme a Fratelli d’Italia propongono la legalizzazione della prostituzione; il divorzio breve è stato votato da tutti i gruppi politici con appena 11 voti contrari al Senato, mentre alla Camera sull’eutanasia i contrari sono stati 37.
    Affidarsi al centrodestra i cui eletti sono stati determinanti anche per l’approvazione della legge Cirinnà è un suicidio”.

    In questo senso, solo il “Popolo della Famiglia” si rivela affidabile. poiché, a differenza all’essenza pagana e neo-barbara longobarda della Lega, confermata da quando il Bossi andava sul Monviso a prendere l’ampolla dell'”acqua sacra”alle sorgenti del “Dio Po”, per poi fecondarvi, dopo un viaggio propagandistico lungo il fiume, la laguna di Venezia, ebbene, il Popolo della Famiglia si caratterizza per il suo “sovranismo con l’anima”, fin dal nome del movimento e nel suo programma per l’Europa:

    http://www.lacrocequotidiano.it/articolo/2019/04/19/politica/un-programma-per-ridare-un-cuore-alleuropa

    dove si legge che il Popolo della Famiglia s’impegna a

    “…fare le barricate per evitare che si espanda la terrificante cultura dell’eutanasia e del suicidio assistito che non è che un mezzo di controllo delle spese sanitarie compiuto ai danni dei più deboli e dei più indifesi”.

    Rifletta attentamente l’elettore, e decida se stare dalla parte di chi fin da ora lo vuole sopprimere quando sarà divenuto un ingombro, oppure dare fiducia a chi ha nel suo programma il concetto che la vita umana è il primo bene, da difendere sempre e comunque.

    • wp_7512482 ha detto:

      Pier Luigi, la lunghezza…

      • hullallah ! ha detto:

        non solo la lunghezza , ma anche la noia . Neglio sarebbe che rileggesse tre volte uno scritto prima di replicare. Comunque , il taglio alle cosiddette pensioni d’oro , chi lo ha fatto e votato ? O secondo lei era gissto , equo e utile al bilancio dello stato ?

      • ALBERTO ha detto:

        Comprendo la sua garbata reprimenda, caro, carissimo Tosatti, ma sinceramente ho letto l’intervento di Tossani in un battito di ciglia. Sono considerazioni putroppo tanto amare quanto sensate. L’aborto è ormai ampiamente digerito, un “diritto”, come dicono: l’eutanasia è in dirittura d’arrivo. Mi faranno soltanto un piacere: sono anni che sono perseguitato dall’agenzia delle entrate (e ora anche dall’inps) con cartelle inventate di sana pianta. grazie all’introduzione dell’inversione dell’onere della prova in materia fiscale, voluta dal governo berlusconi.

        L’Europa è un cimitero sotto il cielo, ove da anni ormai impera l’istinto di morte. Paradossalmente, soltanto una guerra civile sarebbe il segnale del ridestarsi della vita tra le nostre contrade.

  • Gene ha detto:

    Giusta l’osservazione che un governo sovranista verrebbe osteggiato in tutti i modi, ma non è giusto lasciare andare le cose come vogliono i globalisti.Il voto deve essere un segnale nei confronti di chi ha governato finora l’Europa. Votiamo….

  • Ángel Manuel González Fernández ha detto:

    Caro Direttore:
    Nostra Signora dell’Europa, un’invocazione del secolo XIV unita a Spagna e la sua storia come porta di tutto il continente:
    https://carifilii.es/nuestra-senora-de-europa-una-advocacion-del-siglo-xiv-unida-a-espana-y-su-historia-como-puerta-de-todo-el-continente
    Saluti.

  • Adriana ha detto:

    Con il blocco della perequazione delle pensioni l’eliminazione dei vecchi è già in atto … coperta dal silenzio misericordioso della neo-chiesa en marche .

    • ubimajor ha detto:

      GUARDI ADRIANA CHE IL TAGLIO DELLE PENSIONI COSIDDETTE D’ORO , TAGLIO CHE E’ SOLO SIMBOLICO DI ODIO VERSO CHI HA DI PIU’ MERITATAMENTE , E’ STATA APPROVATA DALLA LEGA A PIENI VOTI. NON ILLUDIAMOCI…

      • Adriana ha detto:

        UBIMAJOR ,
        non mi illudo . Ma se non si obbliga la Lega a tagliare il cordone ombelicale coi grillastri , segnando col prossimo voto l’opposizione generale al taglio pensioni , la situazione peggiora per TUTTE le pensioni e per tutti i pensionati , attuali e futuri , ( completamente dimenticati dalla Charitas ecclesiastica ) .

        • ubimajor ha detto:

          probabilmente ha ragione lei . Lo scetticismo cinico di Pezzo Grosso mi ha contagiato. Solo una cosa mi sentirei di dire : diffidate ( a meno che non lo conosciate personalemnte ) di chi si presenta come candidato cattolico che vuole difendere la vita e la famiglia.

          • Adriana ha detto:

            UBIMAJOR ,
            credo che Pezzo Grosso volesse ” parafrasare ” il cinismo espresso più volte da Attali e da altri “signori della parola ” portavoci dell’Alta Finanza che domina l’E.U. .
            Sulle “sedicenti ” anime belle anche io nutro una generale sfiducia