BESTIARIO. CINQUE ANNI DI PAPA, 7,7% IN MENO DI CATTOLICI IN ITALIA. CHI È SENZA INSULTO SCAGLI IL PRIMO EPITETO…

12 Maggio 2019 Pubblicato da 42 Commenti --

Marco Tosatti

Cari amici e soprattutto nemici di Stilum Curiae, è un po’ di tempo che non pubblichiamo un qualche bestiario, e ci sembra tempo di riprendere la tradizione. E non possiamo non prendere atto, e almeno accennare, al sondaggio compiuto dalla Doxa per conto dell’UAAR (Agnostici e atei) relativo alla fede degli italiani. Ci permettiamo di citare un passaggio:

“I CREDENTI. Il primo dato che salta agli occhi viene dal confronto con i risultati di un analogo sondaggio svolto da Doxa per l’Uaar nel 2014 e riguarda il modo in cui i nostri concittadini definiscono se stessi sul piano religioso. Comparando i due sondaggi, scopriamo che in soli cinque anni, il numero di credenti cattolici è diminuito di quasi otto punti percentuali (esattamente di 7,7), mentre il numero di atei e agnostici è cresciuto di 5 (passando dal 10 al 15 per cento). Si tratta di un dato di grande ampiezza e notevole rilevanza. Una rilevanza amplificata dal fatto che in questi ultimi cinque anni non è cresciuto nel Paese il numero di migranti di religione non cattolica”.

Un successone di critica e di pubblico per la Chiesa cattolica. E dal momento che il sondaggio copre – a parte il 2013 – la maggior parte del regno di papa Bergoglio non c’è che da fare i complimenti al Numero Uno dell’azienda. Con buona pace dei suoi esaltatori furoreggianti e di quella ampia fetta di cattolici che si ostina a non voler aprire gli occhi di fronte a una confusione e un’ambiguità che tutto invitano fuorché a credere. O a farsi prete. Tanto che per la domenica del Buon Pastore su diciannove ordinazioni sacerdotali solo uno proviene dalla diocesi di Roma. Gli altri dai movimenti (neocatecumenali in particolare) e altre diocesi. Un successone, proprio. Aridatece il proselitismo, per favore!

Ma torniamo al Bestiario. First things first, le prime cosa prima, naturalmente, e ci permettiamo allora di tirare rispettosamente la candida veste che negli ultimi giorni si è espressa per due volte trattando di aggettivi e improperi.

La prima: tornando dal viaggio in Bulgaria e Macedonia secondo quanto riporta VaticanNews, in una “Sintesi non ufficiale raccolta da Andrea Tornielli per Vatican News”, e titolata (ma nel testo non abbiamo trovato la definizione corrispondente esatta):

Papa: “La mistica del rispetto contro la cultura dell’insulto”

“Oggi noi siamo abituati a insultarci: il politico insulta l’altro, un vicino insulta l’altro, anche nella famiglia ci si insulta. Non oso dire che c’è una cultura dell’insulto, ma è un’arma a portata di mano, anche lo sparlare degli altri, la calunnia, la diffamazione”.

E poi nell’incontro con i Rom, reso attualissimo dall’incontro con la famiglia che ha suscitato le ire di molti indigeni di Casal Bruciato per aver ottenuto un alloggio comunale prima di indigeni in attesa da anni: “E’ vero, ci sono cittadini di seconda classe, ma i veri cittadini di seconda classe sono quelli che scartano la gente, perché non sanno abbracciare, sempre con gli aggettivi in bocca, e scartano, vivono scartando, con la scopa in mano buttano fuori gli altri”.

Eppure il modo evangelico di superare queste guerre fra poveri ci sarebbe. L’Amministrazione Patrimonio Sede Apostolica (guidata dal mons. Galantino  così sensibile ai temi di sinistra, coadiuvato da mons. Zanchetta, esule dall’Argentina, su cui indaga la magistratura latino-americana in seguito a denunce di seminaristi) ha, insieme ad altri enti e dicasteri vaticani, per non parlare degli Ordini religiosi un patrimonio immobiliare gigantesco nella capitale. Non se lo trovano un appartamentino per la famiglia Rom di Casal Bruciato? Risolverebbero tutto e ci farebbero pure sai che figurone…

Ma torniamo agli insulti e agli aggettivi. Ringraziamo questo sito in spagnolo, da cui abbiamo tradotto i seguenti epiteti rivolti a cattolici dal Romano Pontefice:

“Faccia da immaginetta. Volto di cetriolini all’aceto. Linguaggio dei serpenti. Mummie del museo. Zitelle. Piccoli mostri. Amareggiati. Zelanti. Frettolosi. Schizzinosi. Tradizionalisti. Conservatori. Intellettualisti. Aristocratici dell’intelletto. Buonisti. Progressisti. Liberisti. Patroni. Proprietari. Minuziosi. Pomposi. Farisei. Ipocriti. Carrieristi. Putrefatti. Gnostici. Rigida. Pelagiani. Tenebrosi. Ottusi. Di casta. Puri ritualisti. Rubricisti. Showman. Da balcone. Faccia di aceto. Tacchini. Chiusi. Speculatori. Mondani. Pignoli. Cristiani da salotto.  Cristiani da ricevimento. Mediocri. Tiepidi. Insipidi. Pagani. Caricature. Puritani. Burocrati. Scalatori. La casta superiore. Pseudo cristiani. Pseudo pastori. Piccole anime piene di piccole cose. Anime piene di chiacchiere. Disgraziati. Tontos. Piagnucoloni. Carrieristi. Faraoni. Idolatri. Ribelli. Terroristi. Condannatori.  Presuntuosi. Orgogliosi. Insensati. Testardi. Mummie spirituali. SupponentI. Vagabondi. Cristiani virtuali. Istigatori. Mummie. Succhiasangue. Illuminati. Cuori chiusi. Cuori animali. Bestie. Volto contorto. Tristi. Corrotti. Eretici. Animali. Fondamentalisti. Noiosi. Rintontiti. Che sussurrano. Mentitori. Preti alla moda. Vescovi alla moda. Narcisisti. Manipolatori. Carrieristi. Mafiosi. Impostori. Stolti. Simulatori. Polemici. Aggressivi. Arroganti. Schiavi. Cattivi. Malati. Settari. Sleali. Predicatori apocalittici. Profeti di disgrazie. Spiriti malvagi. Disonesti – “non sono onesti” -. Adulatori. Indegni. Detrattori. Succhiacalzini. Malintenzionati. Lussuriosi. Ridicoli. Insoddisfatti. Funzionari. Clero di Stato. Facce scure. Schizoidi. Superbi. Cuori spaventati. Cuori pietrificati. Gattopardi spirituali. Menti distorte Contraddittori. Incoerenti. Profeti di sventura. Comari. Cristiani pigri Cacicchi. Signori mondani. Pavoni. Duri cuori.  Sclerotici. Reazionari. Timorosi. Anime strette. Anime ristrette Pesce grassi. Cattolici infedeli. Cattolici pagani. Cattolici atei. Cuori razionalisti. Profeti di distruzione. Profeti di condanna. Voci negative. Voci disperate. Cuori testardi. Cuori pagani. Rigidi dalla doppia vita. Ipocriti rigidi. Fanatici. Ideologizzati. Preti so tutto. Preti google e wikipedia. Ficcanaso. Persone di fede fredda. Persona di fede ideologica. Semenza di amarezza. Semina di perplessità. Semenza di disperazione. Semenza di aceto di amarezza. Semenzaio di aceto della disperazione. Partigiani. Inflessibili. Avanguardisti. Guardiani della verità. Assassini. Ingiusti. Sporchi di cuore. Cristiani da museo. Chiesa di “puri”. Giovani pensionati. Vecchi nel cuore. Casta ufficiale. Piegati alla dittatura. Gestori delle disgrazie. Stupidi. Puri all’esterno. Neurotici. Scapoli. Testardi nell’anima. Guardie del museo. Cuori amari. Cuori perduti. Traditori della fiducia. Vecchia guardia. Faccia da veglia funebre. Bulli. Difficili. Appassiti. Cattivi. Autoreferenziali. Sergenti. Suore maldicenti. Suore terroriste. Devoti sentimentali. Factotum frenetici. Falsi profeti. Incantatori di serpenti. Ciarlatani. Truffatori. Scapolo maldicenti. Spiriti mondani. Cristiani parcheggiati. Preti funzionali. Falsi cristiani. Cristiani mafiosi. Autoritari. Semipelagiani. Inquisitori. Ufficiali del sacro. Manager onnipotenti. Pappagalli. Vescovi da aeroporto. Invidiosi. Arroganti. Prepotenti. Cani selvaggi. Profeti di calamità. Funzionari cristiani. Anime rugose. Anime sporche. Anime piene di marciume. Fatalisti. Epuloni. Lupi. Cuori perversi.  Scalatori di onori. Venditori di fumo Venditori di morte. Professionisti dell’illusione. Amici del diavolo. Cugini del diavolo. Parenti del diavolo. Presuntuosi. Pericoli pubblici. Specchi santi (“ha guardato molto se stesso”). Volto da santo. Professionisti della religione. Giudici falliti. Cattive viscere. Cinici.  Prepotenti. Fede museale. Pessimisti. Egoisti.

D’altronde nel suo piccolo Stilum Curiae già due anni fa presentava una lista…

Morale: chi è senza insulto scagli il primo epiteto offensivo…

Veniamo adesso a un gioiellino di Chiesa, la cui sola esistenza potrebbe giustificare almeno in parte i risultati del sondaggio di cui sopra. È la nuova chiesa di Arzano, in provincia di Napoli. Scrive un lettore su Twitter: “Ma che roba è? Vent’anni c’hanno messo, conosco la vicenda, per ottenere sto sgorbio. Quale senso del sacro dovrebbe suscitare un simile obbrobrio? Sarebbe deprimente anche ad uso industriale o commerciale”.

 

Questo è un primo video; mi dicono nella cattedrale di una non piccola diocesi del Meridione…

 

E questo è un secondo, non so da dove provenga.

 

 



Oggi è il 254° giorno in cui il pontefice regnante non ha, ancora, risposto.

Quando ha saputo che McCarrick era un un uomo perverso, un predatore omosessuale seriale?

È vero o non è vero che mons. Viganò l’ha avvertita il 23 giugno 2013?

Joseph Fessio, sj: “Sia un uomo. Si alzi in piedi, e risponda”.


Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa” fino a quando non fu troppo molesto.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina


 LIBRI DI MARCO TOSATTI

Se siete interessati a un libro, cliccate sul titolo….


Viganò e il Papa


FATIMA, IL SEGRETO NON SVELATO E IL FUTURO DELLA CHIESA

  SANTI INDEMONIATI: CASI STRAORDINARI DI POSSESSIONE

  PADRE PIO CONTRO SATANA. LA BATTAGLIA FINALE

  Padre Pío contra Satanás

La vera storia del Mussa Dagh

Mussa Dagh. Gli eroi traditi

Padre Amorth. Memorie di un esorcista.

Inchiesta sul demonio.

Tag: , , , , ,

Categoria:

Questo articolo è stato scritto da wp_7512482

42 commenti

  • Eowin ha detto:

    Dopo 10 anni che frequento una parrocchia la gente è effettivamente diminuita, ma per mortalità naturale. Ogni settimana facciamo una media di tre funerali di pluriottantenni. Spariscono per malattia altri settanta-ottantenni, che nessun giovane rimpiazza, perchè non ci sono giovani…ci mancano sei milioni di italiani dai 40 anni in giú e questo si ripercuote anche in chiesa. Sono sicura che il 7,7% in meno è dovuto ai decessi. Certo con Bergoglio non si è avuta nessuna implementazione giovanile. Alla fine della terza media genitori e ragazzi spariscono, liberi finalmente da questo dovere che è diventato fare catechismo. Padre Rupnik dice che la chiesa da decenni è la copia delle istituzioni pubbliche, i cristiani vivono da cristiani, senza curarsi del mondo. Non da soli, ma in piccole comunità…discorso lungo. Per questo vi invito a visitare il sito di don Divo Barsotti, la Comunità dei Figli di Dio, oppure Lipa il sito di Padre Rupnik che vive in una comunità a Roma…da loro si può prendere spunto per vivere la nostra fedeltà al Signore Nostro Gesù Cristo. Tutto il resto è mondanità, Vaticano in primis.

  • Marco ha detto:

    Circa il video di frati e suore che ballano nella chiesa, si tratta dei frati minori francescani di Santa Maria degli Angeli, che assieme alle suore francescane dello stesso luogo, fanno (anche) opera di evangelizzazione dove chiamati, come qui.

    Quella di Santa Maria degli Angeli è un’opera di evangelizzazione rivolta ai giovani fino ai 33 anni, chiamata SOG, servizio orientamento giovani (www.fratisog.it), attiva da qualche decennio.

    Principalmente, operano a S.M. degli Angeli, presso la casa Domus Pacis: ho frequentato parecchi corsi organizzati dal SOG, e ad oggi, hanno un giro di giovani annuo di circa quattromila persone.

    Sono concorde sul fatto che i balli erano da evitare all’interno di una chiesa (solitamente quelle poche volte che li ho visti fare, non li hanno mai fatti dentro edifici sacri, tantomento dentro momenti liturgici).

    Volevo però spezzare una lancia a favore di quest’opera, perché è stato – ed è – uno dei pochi posti dove ho sentito annunciare ai giovani, con gioia, limpidezza, chiarezza e aderenza alla dottrina, tutta la verità del Vangelo.

    In particolare, essendo corsi rivolti ai giovani, vanno a toccare sul vivo temi come affettività, sessualità, relazione coi i genitori, vocazione come risposta ad una chiamata fatta da Dio a ciascuno: le assicuro che sono davvero aderenti alla dottrina cattolica, trasmettendola con vera gioia.

    Temi come continenza prematrimoniale, castità nel matrimonio, piuttosto che testimonianze di vita di clarisse (ascoltate presso i monasteri) o coppie di giovani sposi;
    la bellezza di donare la propria vita a Gesù o a una famiglia, secondo la chiamata di Dio (che si intreccia con la propria volontà e pure la propria struttura interiore) vengono nei vari corsi toccati, sviscerati, con freschezza e trasparenza, trasmettendo la luce di Dio a moltissimi giovani.

    E da lì sono nate famiglie, vocazioni religiose, sacerdotali e claustrali. Fanno molta opera di accompagnamento spirituale di giovani.

    I balli che gli stessi frati e suore propongono sono solo un breve momento dentro le proposte (nemmeno tutte peraltro!);
    vengono fatti dentro momenti di primo annuncio, come ad esempio il capodanno. Il capodanno è un momento cui partecipano circa 1500 o più giovani da tutta Italia, dove viene presentata la bellezza di essere giovani cristiani oggi (peraltro il passaggio al nuovo anno avviene durante l’Eucarestia in S.M degli Angeli!);
    ogni anno viene invitato qualcuno a testimoniare: ad esempio il 31 dicembre 2017 parlò della propria straordinaria conversione fra Aldo Festa, che si può rivedere qui: https://www.youtube.com/watch?v=1lpwreZh_84
    Un caro saluto, e grazie per questo prezioso blog!

    • LucioR ha detto:

      Cioè: rovinare irrimediabilmente in un minuto ciò che di buono s’è fatto in una giornata intera…

      E’ un gran peccato davvero!

  • Iris ha detto:

    Al di là del suo carattere, cupo, burbero e vendicativo, che al limite potrebbe anche restare tollerabile se ad esserne vittime non fossero sempre e solo gli stessi, un papa che insulta i cattollici che non gli aggradono che papa è?
    Un papa che non solo pensa ma parla di cattolici ” marci nel cuore, deboli fino alla putredine, dal cuore nero, di “anime sporche, di anime piene di marciume , che papa è?
    Un papa che disprezza una parte del suo gregge che papa è?
    Per certo non è il Pastore universale, non è il mio.

  • Vito ha detto:

    L’elenco degli insulti di papa Francesco é incompleto.
    Ad esempio, manca CONIGLI, raffinato epiteto affibbiato a tutti i genitori cattolici con piú di due figli.

  • virro ha detto:

    ma dai francescani, di oggi, viene qualcosa di buono?
    basta ascoltare il guardiano dei conventuali di Assisi, che il sabato mattina parla .
    vorrei fargli una domanda,
    ma che è Gesù Cristo per lui?

  • virro ha detto:

    il secondo video proviene dal Duomo di Avellino , 2 maggio 2019

  • Anima smarrita ha detto:

    Ogni giorno una “nuova”. Come commentare tale Iniziativa? Forse l’Elemosiniere del Papa, nel ruolo di elettricista, ha deciso di comandare: Sia la luce ! E la luce fu. Nell’articolo si accenna ad un debito accumulato: non conoscendo la questione, mi viene spontanea la domanda: Perché non ha estinto il debito con quella “carità” che deriva dalle offerte e dai pagamenti delle benedizioni da parte dei fedeli?
    Per non scivolare in valutazioni che potrebbero rivelarsi “errate” ed alimentare proteste, mi trattengo dall’aggiungere altro, in attesa di conoscere gli sviluppi di quest’altra “vicenda” che vede protagonista il delegato alla “carità” del papa.
    https://roma.repubblica.it/cronaca/2019/05/12/news/roma_l_elemosioniere_del_papa_toglie_i_sigilli_al_palazzo_occupato-226065275/?rss

    • Mazzarino ha detto:

      Siamo ai cardinali che compiono espropri proletari, pardon umanitari. Che con Bergoglio i vescovi italiani fossero diventata una corrente minoritaria del PD lo hanno capito tutti. E’ vero che Bergoglio, a Cuba, ha detto messa sotto pala d’altare con Che Guevara, ma che i cardinali addirittura potessero lanciarsi in atti di disobbedienza alle leggi tipici di certo estremismo antagonista di sinistra, francamente va oltre ogni immaginazione. Costui è cittadino italiano? Dichiara di aver agito con piena consapevolezza e in condizioni di intendere e di volere? Ha inteso diffondere la conoscenza del suo atto alla pubblica opinione? Ha agito su mandato ed in accordo col suo superiore? Di un capo di stato straniero? Temo che la cosa possa finire così. Non so in Vaticano ma in Italia si dice e si scrive che “la Legge è uguale per tutti”.

      • Mazzarino ha detto:

        Pardon “Temo che la cosa NON possa finire così.”

        • Anima smarrita ha detto:

          Io, invece, temo che la cosa finirà proprio così. Non sono perseguibili, si fanno scudo di una “immunità” a prescindere…, abusando di una fu autorevolezza che deriva loro dal ministero cui si sono votati in teoria per la crescita e la salvezza delle anime, autorevolezza svanita come neve al sole per le note e meno note vicende di corruzione ed abusi vari, e vanno avanti imperterriti, ammantati di…autoritarismo.
          Si è lasciato correre su insulti ed offese a ripetizione rivolti al popolo italiano, si permettono interferenze di varia natura e in vari ambiti senza battere ciglio, e tali “maestri” – sempre in cattedra – a dettare lezioni di moralità (anche se ora riveduta e corretta, secondo il nuovo “registro), fanno il bello e il cattivo tempo… soltanto nel nostro Paese.
          Scommettiamo che non sentiremo alcun politico pronunciarsi sull’accaduto? Sono in campagna elettorale e… anche se non lo fossero: tutti zitti e mosca… come sempre… più di prima.

  • GMZ ha detto:

    Con l’andazzo attuale, non so se un Papa “buon pastore” avrebbe fatto segnare un segno positivo e non un segno ben più negativo: il messaggio cristiano è così poco alla moda, che il proporlo senza travestimenti e depravazioni potrebbe svuotare ancor più le chiese… Almeno in questo “nostro” povero occidente.
    Per farla breve: non so che cosa raccontino le statistiche, e non credo che la bontà di un papa si misuri in percentuali: per fortuna la parola di Cristo non è una votazione, e il papa non è un politico.
    Invece la collezione di ingiurie di Bergoglio è sorprendente: pare che egli dedichi le sue più feconde intuizioni al dileggio del prossimo… I nostri nipoti, quindi, avranno la graziosa possibilità di domandare l’intercessione al patrono del turpiloquio: San Francesco di Quel Paese.

  • Nat ha detto:

    Quanto tempo ci vorrà alle ragazzine in prima fila a capire che se è questo che la Chiesa vuole offrire loro con tanto entusiasmo, in discoteca troveranno indubbiamente di meglio?
    È così difficile da capire o servirà un nuovo sinodo dei giovani per arrivarci?
    E al prossimo sondaggio altro che – 7%!

  • Gian ha detto:

    Il maltempo oggi non dà scelta. Per chi avesse voglia e tempo offro questo suggerimento, non lascia a mani vuote. Garantito!
    https://www.youtube.com/watch?time_continue=18&v=TiaKJ_FA0b8
    Chi arriverà alla fine di questo bel docufilm ne uscirà arricchito. Leggete anche i commenti (pochi, ma buoni).

  • G. ha detto:

    Io ho trovato la soluzione: guardando il tg o sfogliando il giornale, alla parola “bergoglio” cambio canale o pagina… E anche quest’anno il mio 8 per 1000 alla Chiesa ortodossa

  • Iginio ha detto:

    Non ho letto tutto, c’è nell’elenco quando il papa, nell’ultimo viaggio, ha chiesto a un giornalista se fosse croato e, alla risposta affermativa, gli ha detto: “Si sente dall’odore”, con tanto di risatina?
    Ma un tipo così grossolano, dove lo hanno pescato?
    Tra l’altro, quando papa Francesco,nel volo di ritorno dall’ultimo viaggio, ha detto alla giornalista della Macedonia del Nord che il Cristianesimo è entrato in Europa tramite i macedoni al tempo di san Paolo, ha commesso il grossolano errore – probabilmente suggeritogli da qualche presunto “esperto” di storia – di confondere i macedoni dell’antichità, che erano ellenizzati, con gli slavo-macedoni, quelli della repubblica di Skopje dov’è andato in visita lui, che sono arrivati lì solo dal VII secolo dopo Cristo (e peraltro erano considerati bulgari sino a qualche decennio fa). Inutile aggiungere che simili gaffes non giovano alla buona reputazione del cattolicesimo in Grecia, già visto male da secoli dagli ortodossi, e quindi all’ecumenismo, che sarebbe lo scopo principale di Bergoglio.

    • wp_7512482 ha detto:

      Questa me la ero persa. Ma davvero?

      • Iginio ha detto:

        Guardi nel sito del Vaticano, sezione Viaggi, l’ultimo viaggio del Papa in Bulgaria e Macedonia del Nord, domande e risposte sull’aereo durante il viaggio di ritorno.

      • Paolo Giuseppe ha detto:

        Tutto vero. Basta consultare la “Libreria Editrice Vaticana” che riporta fedelmente le ormai mitiche conferenze stampa del papa in aereo. Siamo a livello di Crozza con una piccola differenza: Crozza di mestiere fa il comico, Bergoglio fa il papa (forse).

  • Mazzarino ha detto:

    Correva l’anno 1968, i cattolici abbandonavano le chiese perchè cacciati a suon di insulti dall’ambone, da sacerdoti sparati sull’ideologia di sinistra. Mentre canti degni di un asilo infantile protestante “allietavano” la già offesa e stravolta liturgia. Alcuni (pochi) vescovi ancora frenavano. Il Papa “copriva” anche se pubblicamente diceva di non gradire troppo. E fu il dimezzamento di sacerdoti e fedeli. Corre l’anno 2019. Chi insulta e caccia ora è il “papa”. L’offesa e l’insulto arriva a tutti i fedeli e a tutti i sacerdoti in tutto il mondo, In ogni casa. in ogni famiglia, in ogni canonica. I vescovi attaccano e cacciano chi è fuori dalla linea del partito. Offesi nell’intimo della propria vita contemplativa, religiosi e religiose ballano e sculettano, sull’esempio dei vescovi di Copacabana, mentre il Cristo rinnova il suo Calvario per noi. Basterebbe la vista di un gatto investito da un ‘auto a fermarli. La sofferenza del figlio di Dio invece non li ferma. Teologi, vescovi , cardinali, cianciate, sinodate e soprattutto ballate pure. Questa è una fede diversa dalla nostra. Tenetevela. Noi sappiamo dove andare. Grazie Bergoglio. Grazie per la sincerità. Ricambiamo la sincerità pregando, col cuore, per la conversione sua e del suo apripista. Tenendoci ovviamente lontabi da voi.

  • Diana ha detto:

    Siccome sono scemenza di aceto di disperazione, offro a tutti gli stilumcuriali e al nostro illustre ospite la traduzione dell’allegra canzonetta dal video n. 2

    Madre Terra (ascolta)

    Devi brindare all’amore per poi poter chiedere, si deve perdonare per poter continuare, ricorda che abbiamo un viaggio di sola andata e bisogna sempre dire grazie alla vita

    Alla vita
    alla vita
    alla vita
    alla vita

    Ascolta, apri gli occhi, guarda in alto
    goditi le cose buone che ti offre la vita, apri gli occhi, guarda in alto
    goditi le cose buone che ti offre la vita, lala lala

    Quando ti senti perso e non sai dove vai, ricorda da dove vieni e ti sentirai bene, verranno tempi migliori
    sono consigli di mamma, con la benedizione dei tuoi avi arriverai
    tamburo, tamburo, che chiama a tamburo, tamburo, tamburo, della mia Madre Terra, tamburo, tamburo, che chiama a tamburo, tamburo, tamburo, della mia Madre Terra

    Rit. Ascolta, apri gli occhi…

    Cadere è permesso e alzarsi è d’obbligo, non lanciare pietre al vicino se il tuo tetto è di vetro, can che abbaia non morde, non lo farà mai
    con la benedizione dei tuoi avi arriverai

    Tamburo, tamburo, che chiama a tamburo, tamburo, tamburo, della mia Madre Terra

    Tamburo, tamburo, che chiama a tamburo, tamburo, tamburo, della mia Madre Terra…

    • Adriana ha detto:

      DIANA ,
      incredibile e desolante ! Otri vuoti che risuonano come tamburi .

      • Diana ha detto:

        Anime semplici assetate di Cristo a cui viene offerto il mondo, per di più in una versione dolciastra da mentecatti.

        • Adriana ha detto:

          Diana ,
          ” Il pensiero unico segna la vittoria di un monopolio all’interno di una società prigioniera di dittatori del pensiero e della vendita ,che hanno preso il controllo della TEATRALITA’ pubblica e della macchina dei desideri ” ( Denis Jeanbar ) .

  • Patrizia ha detto:

    Bisognerebbe inviare il video-balletto agli autori di “ballando con le stelle” ,verrebbero sicuramente ingaggiati!

  • Anima smarrita ha detto:

    Dopo aver ampiamente commentato, a più riprese, quanto assemblato e riproposto compiutamente nell’articolo odierno, evito di ripetermi restando ferma nella fede che mi fa sperare nell’ unica, vera, “Luce del mondo”, che verrà a rischiare le tenebre di questi tempi bui.
    «Io sono la luce del mondo. Chi segue me non camminerà nelle tenebre, ma avrà la luce della vita». (Giovanni 8,12).
    “Luce del mondo” è anche il titolo del libro-intervista a Benedetto XVI di Peter Seewald.
    “Luce” che mi piace esaltare e ringraziare con il testo seguente di Tim Hughes:
    Sono qui a lodarti
    Luce del mondo nel buio del cuore
    Apri i miei occhi Signor
    Fa che il mio cuore adori il Tuo nome
    La mia speranza sei Tu.
    RIT: Sono qui a lodarti, qui per adorarti
    Qui per dirti che Tu sei il mio Dio
    E solo Tu sei santo, sei meraviglioso
    Degno e glorioso sei per me.
    Re della storia e Re della gloria
    Sei sceso in terra fra noi
    Con umiltà il Tuo trono hai lasciato
    Per dimostrarci il Tuo amor…(RIT.)
    Luce del mondo nel buio del cuore
    Apri i miei occhi Signor
    Fa che il mio cuore adori il Tuo nome
    La mia speranza sei Tu…(RIT.)
    Non so quant’è costato a Te
    Morire in croce lì per me.
    Non so quant’è costato a Te
    Morire in croce lì per me…(RIT.)

    • Alessandro ha detto:

      Carissima, stai pur tranquilla che Gesù non lascerà impunito un uomo come bergoglio, né tutti coloro che hanno disprezzato il Suo Nome Santo. Verrà come aveva detto, “su nubi e come la folgore”. Chi sa, tremi. I tempi non sono lontani.

  • Iris ha detto:

    “su diciannove ordinazioni sacerdotali solo uno proviene dalla diocesi di Roma. Gli altri dai movimenti (neocatecumenali in particolare) “

    Sapendo che i novelli sacerdoti-presbiteri neocatecumenali sono stati “formati” in uno dei numerosi seminari neocatecumenali secondo gli insegnamenti e la volontà di Kiko Arguello contenuti in un direttorio catechetico ancora secretato, che celebrano una “liturgia” creata a tavolino dallo stesso, che trasmettono e diffondono le idee del fondatore al quale restano sottomessi, che costituiscono, con le loro prassi catechetiche e liturgiche diverse da quelle della Chiesa cattolica, una chiesa nella Chiesa,
    mi sembra di poter dire che quelle ordinazioni sono una delle tante espressioni delle derive che hanno portato allo scempio dottrinale e liturgico , alla crisi cha lacera la Chiesa di Cristo.

  • Astore da Cerquapalmata ha detto:

    Sinceramente a me non danno fastidio le espressioni del Papa, ma a una condizione: che parli in generale.
    Se certe espressioni sono invece frutto di situazioni reali, allora il Papa giudica.
    Dice di non giudicare e giudica per primo.
    Dice di non sparlare e sparla.
    Dice di non insultare e insulta.
    Dice di accogliere e non accoglie.
    Dice di non essere ipocriti e lui fa l’ipocrita.
    E’ difficile non pensare che abbia in mente qualcuno o qualcuna quando parla di “volto da cetriolini all’aceto”.
    E chi è lui per giudicare? Giudica le espressioni di un volto? E se quella persona con un volto amareggiato fosse così a causa di tante ingiustizie che ha subito? Che padre è?
    Forse lo zitello è proprio lui.
    Temo che sia PARZIALE. Ma una fede di parte, non è fede soprannaturale, ma IDEOLOGIA.

  • Alda ha detto:

    Il primo video girava già due anni fa.. In un incontro ad Assisi sulla Pastorale sanitaria lo feci vedere ai vari frati e sacerdoti presenti: si fecero tutti il segno della Croce. Comunque sembra più un ambiente sudamericano che del nostro sud..

  • EquesFidus ha detto:

    Mi fanno una pena ed una rabbia questi due video che non avete un’idea: vedere uomini e donne, anche consacrati, di una certa età che si contorcono (male, pure) risultando ridicoli dinanzi al Santissimo mi ingenera un moto di disgusto e pena. Al contempo,mi ingenera disgusto e rabbia che nessun fedele si alzi e cerchi di interrompere il contorcimento (diabolico?). Questi sono gli ultimi, tracotanti risultati della rivoluzione liturgica di Bugnini: avendo svuotato la Santa Messa delle forme espressive che esaltavano il Mistero, avendo poi messo in dubbio la Presenza Reale rimuovendo certi atti (tipo ricevere la Particola solo ed esclusivamente in ginocchio e sulla lingua), avendo infine lasciata troppa, veramente troppa, libertà ed opzioni ai celebranti, la conseguenza finale è questa. Provate voi a pensare, nella Messa di San Pio V, a gente che si dimena durante l’Offertorio, o al prete che si mette a saltare come un capretto dopo la Consacrazione: pur con tutte le possibilità di abusi anche lì, cose del genere sono impensabili. Da questo marasma di stupidaggini a-liturgiche, che certo non aiutano la preghiera, il raccoglimento e l’adorazione del Figlio di Dio sotto le Specie Eucaristiche, unite all’ignoranza dottrinale, grottesca e satanica, dilagante, non può che procedere tutto il resto: apostasia, erezione di non-chiese, persecuzione dei cattolici fedeli.

  • Monica ha detto:

    Altari consacrati che diventano palcoscenici, raggruppando gente non per rendere culto a Dio ma per divertire, pensare e cantare altro.
    E i biglietti, a pagamento, si trovano nelle rivendite di biglietti di spettacolo.
    http://www.francebillet.com/place-spectacle/manifestation/Variete-et-chanson-francaises-LAURENT-VOULZY-EN-CONCERT-LIVOU.htm?_lang=fr_FR#/manifestation/complete

  • Gian Piero ha detto:

    Solo il sette per cento di calo dei fedeli?Direi che si puo’fare di.piu’! Per esempio riunendo tutti e tre gli obbbrobi :architettonico, liturgico e omiletico. Cioe’in pratica in una chiesa orribile che sembra un fabbrica riuscita male far gustare ai fedeli orribili balletti che sembrano l’agitarsi di epilettici e propinare loro con megafoni la lista degli insulti a mo’di litanie:
    Cristiani pipistrello!Fate schifo!Cristiani sottaceto!Fate schifo!Cristiani adoratori del Logos !Fate schifo..ecc.
    Son sicuro che unendo i tre obbrobi i modernisti riuscieanno ad avere migliori risultati cioe a far calare i cattolici ee aunentare, gli atei del 30 o addirittura 50 per cento! Che e’il loro scopo o come si dice oggi la loro “mission”..

    • Diana ha detto:

      Caro Gian Piero, consideri che nell’82 rimasto cattolico ci sono anche i ballerini con la Madre Terra e la benedizione dei Lari e dei Penati, e i tamburi la la la.

  • Nicola B. ha detto:

    Dott Tosatti, i due video postati sono di George Romero , il grande regista di film horror , autore del capolavoro horror LA NOTTE DEI MORTI VIVENTI.

  • Nicola Bu ha detto:

    Dott Tosatti, i due video postati sono di George Romero , il grande regista di film horror , autore del capolavoro horror LA NOTTE DEI MORTI VIVENTI.

  • Adriana ha detto:

    Io direi che non se ne può più di questo turbine di demenza che trascina tanti “fedeli ” . Per i miei gusti ” all’aceto ” somiglia un po’ troppo all’ ” aura infernal che mai non resta ” e che ” di su , di giù li mena ” . Del resto , queste dilettantesche , grottesche e confusionarie performances servono a ” distrarre ” le menti dai ribaltamenti della religione cristiana pianificati oculatamente , dietro le quinte , dai Vertici della neo-chiesa .
    A questo proposito è meritevole di lettura l’articolo di Aldo Maria Valli : https://www.aldomariavalli.it/2019/05/10/la-piu-grave-crisi-nella-storia-della-chiesa/
    Gli insulti del Vestito ( bianco ) testimoniano la sua ostilità
    – costante – alla trasmissione della dottrina tradizionale . Sono barbagli della bava purulenta della sua strisciante
    ” misericordite “.
    Quanto agli edifici di culto … si adeguano volutamente all’imperativo di eliminare la più piccola traccia del Sacro nella loro struttura .

Lascia un commento