ABBIAMO LETTO LA BOZZA DI RIFORMA. FORSE È MEGLIO CHE SIA RISCRITTA. DA PROFESSIONISTI DEL MESTIERE.

11 Maggio 2019 Pubblicato da --

Marco Tosatti

Questo blog ha la funzione di un trailer.

Cari amici e nemici di Stilum Curiae, questa mattina sulla Nuova Bussola Quotidiana ho scritto un articolo che è un’anticipazione, e che penso sia interessante.

Nei giorni scorsi ho avuto fra le mani la bozza di riforma della Curia, la “Praedicate Evangelium” (se il nome sarà confermato) e ne ho avuto un’impressione molto negativa.

Sono molti anni (dal 1981) che leggo documenti ecclesiastici di ogni tipo. Quello che ho avuto sotto gli occhi, e per cui vi rimando alla Bussola, mi ha colpito per la scarsa qualità, da un punto di vista formale e sostanziale.

Tanto per cominciare perché con tutto il chiacchierare di sinodalità, la bozza non è stata mandata a tutti i cardinali, che sono i primi consiglieri del Papa. Sono cardinali proprio per consigliare il Papa, non per mettersi la berretta. E se non li consulti per una riforma della Curia e della Chiesa, persone che hanno certamente una grande esperienza, su che cosa le consulti? E che sinodalità sarebbe, allora? A chiacchiere.

Mi hanno spiegato che in realtà in questo momento il Pontefice regnante è pesantemente influenzato e condizionato da due persone. La prima è il cardinale tedesco e presidente della Conferenza Episcopale di Germania Reinhard Marx. Ora la Chiesa cattolica di Germania è in uno stato di crisi permanente, con decine di migliaia di fedeli che abbandonano ogni anno, e con fughe in avanti verso il protestantesimo (e la prevedibile fine che sta toccando alle Chiese ufficiali della Riforma, cioè la graduale sparizione) all’inseguimento dei valori del politically correct.

La seconda persona è il cardinale Oscar Maradiaga, impelagato fino alle orecchie in polemiche di carattere finanziario e di carattere sessuale. Il suo braccio destro a Tegucigalpa, nonché vescovo ausiliare, mons. Pineda è stato costretto a dimettersi dopo che una cinquantina di seminaristi hanno firmato una lettera in cui lo accusavano di harassment sessuale. Pineda però, secondo quanto ci dicono, fa ancora il bello e il cattivo tempo in Honduras, forte della protezione di Maradiaga, e non ha ricevuto nessun tipo di punizione. Una situazione incredibile, che ha portato fra l’altro la moglie dell’ex ambasciatore dell’Honduras in Vaticano, Martha Alegria Reichmann, a scrivere un libro intitolato “Tradimenti sacri”, finora edito solo in spagnolo.

Né Marx né Maradiaga hanno mai ricoperto un qualche incarico nella Curia romana.

Nell’articolo della Bussola troverete i dettagli delle mie (e non solo mie, anche personaggi di Curia vicini al Pontefice le condividono) perplessità.

Ci sono davvero cose curiose, in questo centone privo persino di un indice. Mi ha colpito l’articolo 130: La Chiesa “Si adopera affinché le conferenze episcopali valorizzino e proteggano le culture indigene con il loro patrimonio di saggezza e il loro equilibrio cosmico e spirituale come ricchezza per l’intera umanità”. Cosmico? Finalmente la Chiesa cattolica rivaluta i culti pre-colombiani, o il culto della Madre Terra, la Pacha Mama, alle cui danze partecipò – vi ricordate – anche il cardinale Ravasi?  O qualche cosmogonia latino-americana? Ma ne siamo proprio sicuri?



Oggi è il 253° giorno in cui il pontefice regnante non ha, ancora, risposto.

Quando ha saputo che McCarrick era un un uomo perverso, un predatore omosessuale seriale?

È vero o non è vero che mons. Viganò l’ha avvertita il 23 giugno 2013?

Joseph Fessio, sj: “Sia un uomo. Si alzi in piedi, e risponda”.


Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa” fino a quando non fu troppo molesto.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina


 LIBRI DI MARCO TOSATTI

Se siete interessati a un libro, cliccate sul titolo….


Viganò e il Papa


FATIMA, IL SEGRETO NON SVELATO E IL FUTURO DELLA CHIESA

  SANTI INDEMONIATI: CASI STRAORDINARI DI POSSESSIONE

  PADRE PIO CONTRO SATANA. LA BATTAGLIA FINALE

  Padre Pío contra Satanás

La vera storia del Mussa Dagh

Mussa Dagh. Gli eroi traditi

Padre Amorth. Memorie di un esorcista.

Inchiesta sul demonio.

Tag: , , , , ,

Categoria:

Questo articolo è stato scritto da wp_7512482

46 commenti

  • LucioR ha detto:

    La Signora Fusetti ha scritto:

    «… questo singolare duetto (parrebbe su incarico papale) sta cercando di ripristinare ciò che lo Spirito Santo ha distrutto estraendo dal caos portato dal peccato una nuova creazione, generazione dopo generazione».

    Lei, Carlone, ha obiettato:

    «?? Scusi , forse non ho capito , lei dice che prima.era il caos dal quale è stato tratto il cosmo .E da chi è stato tratto ?…» ecc. (si può leggere qui sopra)

    Non intendo togliere alla Signora Fusetti il piacere di risponderle, ma leggendo la sua obiezione devo dedurre che lei (Carlone) ha seri problemi di comprensione di ciò che scrivono gli altri. A parte che, salvando la sua buonafede, Lei ha attribuito alla Signora Fusetti termini che non ha usato, né dal contesto pare che abbia voluto intendere. E’ vero che lei (Carlone) non ha virgolettato ciò che attribuisce alla Signora Fusetti, ma come l’ha scritto, così si comprende.

    Comunque il concetto esposto dalla Signora Fusetti è talmente chiaro che perfino Bergoglio, e ce ne vuole… lo condivide se è vero che nell’Udienza Generale, del 26 -XI – 2014, e prendendo anche spunto da San Paolo, ebbe modo di dire:

    «L’apostolo Paolo lo afferma in modo esplicito, quando dice che “anche la stessa creazione sarà liberata dalla schiavitù della corruzione, per entrare nella libertà della gloria dei figli di Dio” (Rm 8,21). […] Quella che si prospetta, come compimento di una trasformazione che in realtà è già in atto a partire dalla morte e risurrezione di Cristo, è quindi una nuova creazione; non dunque un annientamento del cosmo e di tutto ciò che ci circonda, ma un portare ogni cosa alla sua pienezza di essere, di verità, di bellezza».

    «Nuova creazione» dunque, dice Bergoglio.

    Poiché non si stanno facendo esami di Filosofia, né di Teologia, mi pare che si possano ammettere termini non rigorosi ma efficaci per noi poveri ignoranti, per cui mi sembra che il «caos portato dal peccato» della Signora Fusetti corrisponde molto bene alla «schiavitù della corruzione» di San Paolo, citata da Bergoglio («caos» con l’iniziale minuscola naturalmente, senza alcun riferimento a Caos primordiali o cose del genere). E sfido chiunque ad affermare che il peccato non porti il caos nell’animo di un credente.

    Che poi Lo Spirito Santo c’entra qualcosa con la distruzione del Peccato, visto che ha “collaborato”, mi pare efficacemente, per l’avvento di Chi col suo sacrificio sulla Croce l’ha vinto… forse su questo Lei è d’accordo.

    • LucioR ha detto:

      Mah! E’ capitato qui, ma voleva essere una risposta al signor Carlone che a sua volta aveva risposto alla signora Fusetti

    • carlone ha detto:

      No , non mi ha convinto. Se la Sig. Fu setti risponderà leggerò con piacere ,pronto a dire di non aver capito nulla.

      • LucioR ha detto:

        Ma io ero convinto che lei non potesse essere convinto con dei ragionamenti.
        E’ che qui non si scrive solo per Lei; ma anche per disinnescare le sue bombe.
        Resta inoltre che Lei ha attribuito alla Signora Fusetti affermazioni che non ha fatto. E qui non è questione di essere convinto, è questione di scorrettezza.

  • Valeria Fusetti ha detto:

    Molti anni fa un professore universitario, protestante, dopo un soggiorno in Africa, mi racconto’ la testimonianza di un suo collega africano. Penso sia utile condividerla con voi. Premetto che il professore africano faceva parte di una Chiesa Pentecostale, e che stava rispondendo alla domanda provocatoria di uno studente, politicizzato da una “missione” europea marxista. Secondo lui il professore, diventando cristiano, aveva tradito i suoi antenati, la sua cultura e la sua razza. Il professore rimase tranquillo e, con semplicità, raccontò che sua mamma rimase vedova con due bimbi maschi: un neonato e uno di 2 o 3 anni. Il consiglio della tribù decise di lasciare tutti e tre nella foresta. Era l’ uso normale per le vedove con figli piccoli, e serviva a riconciliare gli spiriti con la tribù. Non ricordo perché fossero così arrabbiati, sti’ spiriti, ma poco importa. Per cui li portarono tutti e tre ai margini del loro territorio e li abbandonarono. Furono miracolosamente trovati che erano allo stremo, da un gruppo di missionari che avevano sbagliato strada… E terminò così: ” Gesù li ha mandati da noi. Gesù si è preso cura di noi attraverso quelli che ci allevarono come figli poiché mia mamma sopravvisse pochi mesi. Lui è morto e risorto perché anche noi tessimo morire per i nostri antenati e risorgere come figli di Dio. Auguro anche a te di morire ai tuoi cattivi insegnanti e risorgere in Gesù Cristo.” Ora questo singolare duetto (parrebbe su incarico papale) sta cercando di ripristinare ciò che lo Spirito Santo ha distrutto estraendo dal caos portato dal peccato una nuova creazione, generazione dopo generazione. Solo ciechi guide di ciechi non sono in grado di discernere l’ opera creatrice di Dio, e pensano di essere più saggi di Dio stesso. Anche loro hanno avuto “cattivi maestri” come lo studente del racconto, ma contrariamente a lui, avevano la possibilità di scegliere. E l’ hanno fatto, e anziché la “Città di Dio” hanno scelto Sodoma e Babilonia, tanto per non farsi mancare nulla. C’è da sperare che i nuovi estimatori del neo-paganesimo in salsa New Age, possano lasciare i loro cattivi maestri prima di trovarsi a dover rispondere di come hanno gestito l’ alto, inestimabile privilegio, di essere Cardinali della Chiesa che appartiene solo a Gesù Cristo.

    • carlone ha detto:

      ?? Scusi , forse non ho capito , lei dice che prima.era il caos dal quale è stato tratto il cosmo .E da chi è stato tratto ? Dallo Spirito Santo il quale a sto punto avrebbe dovuto trarre anche il Padre e il Figlio invischiati nel peccato presente nel caos .
      Non le sembra che qualcosa non va ?

      • Valeria Fusetti ha detto:

        Carlone
        sono d’accordo con Lucior, che ringrazio, sia per la risposta che le ha dato in generale, sia per aver sottolineato che
        Lei legge troppo in fretta quello che scrivono gli altri. Ma è anche vero che ho omesso due virgole che, probabilmente, le avrebbero reso più facile la comprensione della frase. Mi scuso e cerco di rimediare. Il peccato ha un effetto devastante poiché separa l’ uomo da Dio. E questa separazione ha effetti devastanti anche tra uomo e donna, nella stessa biologia umana (parto con dolore, fatica nel lavoro, morte). Tra gli esseri umani e la natura nel suo insieme. Quando Dio crea il cosmo, dal sole e stelle alla Terra con tutto ciò che questa contiene, afferma che è buono. Buono significa che, oltre che funzionale a dare e sostenere la vita, è anche in armonia. Quando crea l’ uomo e la donna dichiara che è “molto buono”. Non vi sono fratture, contrasti, competizione. Si potrebbe dire che, poiche’ non vi è altro che bene, tutto è in comunione, tutto è armonico. Il peccato rompe tutta l’ armonia, la comunione. Piché tutto il creato è stato fatto per l’ uomo tutto il creato viene coinvolto. La natura, il creato non possiede una volontà propria, come dice San Paolo, per cui aspetta di essere liberata dalla corruzione della vanità, che tende a ricreare ” l’ informe e il vuoto”. Il caos, appunto. Come afferma San Paolo, sempre nel cap. 8 della lettera ai Romani citata prima, questa liberazione è una Nuova Creazione, opera dello Spirito di Cristo (cfr.Vangelo di S. Giovanni cap. 1). Essa, come ha detto il papa citato da Lucior : “è già in atto a partire dalla morte e resurrezione di Cristo”, perché è questo fatto che rende manifesta la Sua sovranità universale, sin dalla creazione del mondo. Spero di esserle stata utile. In cordibus Jesus et Mariae.

  • carlone ha detto:

    Non mi sembra corretto pubblicare una bozza , ma essendo questo casa sua può fare quello vuole .

    Però , perché voler dare anche un giudizio su una bozza?

    “Ci sono davvero cose curiose, in questo centone privo persino di un indice. Mi ha colpito l’articolo 130: La Chiesa “Si adopera affinché le conferenze episcopali valorizzino e proteggano le culture indigene con il loro patrimonio di saggezza e il loro equilibrio cosmico e spirituale come ricchezza per l’intera umanità”. Cosmico? Finalmente la Chiesa cattolica rivaluta i culti pre-colombiani, o il culto della Madre Terra, la Pacha Mama, alle cui danze partecipò – vi ricordate – anche il cardinale Ravasi?  O qualche cosmogonia latino-americana? Ma ne siamo proprio sicuri?

    È sicuro l uso del termine cosmo abbia a che fare con i culti Pre colombiani? Mai sentito parlare di Cristocentrismo cosmico?
    GPII

    REDEMPTOR HOMINIS
    P
    IL REDENTORE DELL’UOMO, Gesù Cristo, è centro del cosmo e della storia. A Lui si rivolgono il mio pensiero ed il mio cuore in questa ora solenne, che la Chiesa e l’intera famiglia dell’umanità contemporanea stanno vivendo.

  • malibu stacy ha detto:

    sondaggio DOXA https://blog.uaar.it/2019/05/10/sondaggio-doxa-uaar-calano-cattolici-crescono-atei-separazione-stato-religione/

    negli ultimi 5 ANNI, i credenti cattolici sono in diminuzione (-7,7%) mentre crescono gli atei (+3,8%).
    cioè da quando la mafia di san gallo ha fatto il golpe costringendo ratzinger a dimettersi per mettere su papaciccio.
    Ma andreonzo lekkalekka piegakukkiai, la falasconza canonista e i loro compagni di merende come spiegano questo calo del SETTE PER CENTO proprio quando c’è papaciccio, il più migliore papa di sempre?

  • Il veritiero ha detto:

    Gustatevi questa fotografia di manichini vestiti da cardinali impiccati su un ponte, non so’ il posto esatto, so’ che riguarda le proteste degli abusi nella chiesa. Non faccio commenti perché mi sono confessato da poco e non voglio ricadere subito nel peccato sciogliendo troppo la mia lingua. Lascio a voi il giudizio. E Bergoglio ancora fa’ finta che va’ tutto bene? E anche il giornale “Avvenire” fa’ ancora finta che va’ tutto bene? Ecco l’articolo con la foto:
    https://www.ilmessaggero.it/vaticano/papa_preti_pedofili_impiccati_san_pietro-4485005.html

    • Lucia ha detto:

      Caro ‘ Il veritiero ” va tutto bene .Quelli che hanno messo quel manifesto sono le vittime di abusi e i loro parenti , non i migranti e i rom contro gli italiani e Salvini a cui dare man forte e quindi da parte del Papa invitare a ettersi una macina al collo , quindi quei poveretti abusati NON contano piu di un sospiro rassegnato da parte del Papa .Io non mi sono confessata ma ormai credo anche alla luce dei dati sui credenti che sia da ideologizzati papisti comunisti non esprimere la propria contrarieta rispetto alle follie che escono dal vaticano .Come ho detto piu volte sono DELUSA da Papa Francesco di cui conoscevo l ‘ opera benemerita a favore degli ultimi nel suo Paese prima che diventasse Papa .Non mi aspettavo un tale sovvertimento della Chiesa cattolica , il suo circondarsi di personaggi a dir poco discutibili che non per nulla sono sotto inchiesta in tanti Paesi , Cile , Argentina , Centro- America, Usa per soldi e sesso e invece reprimende continue verso gli italiani e quei( pochi )ecclesiastici e fedeli (veri) che si permettono di dire che la fede NON e solo migranti e un corso per fidanzati gay .Speravo che il ridursi dell ‘ afflusdo di denaro portato avanti dai fedeli americani e dagli italiani con 8 e 5 per mille inducesse l ‘ entourage del Papa a consigliargli un po di moderazione ma vedo che invece le reprimende contro gli italiani e i fedeli ” tradizionalisti” continuano piu che mai.Credo che dobbiamo farcene una ragione e pregare che il prossimo Papa sia un po piu moderato se non altro nel rivolgersi a chi non la pensa come il Papa Re .La saluto con affetto.

  • IMMATURO IRRESPONSIBLE ha detto:

    Professionisti? Se non sbaglio e’ gia’ stata affermata la superiorita’ del “disordine” su ogni tentativo di organizzare, sistemare, regolare alcunche’. Ogni atto della gerarchia sara’ sufficientemente ambiguuo, irrisolto, non definito per esser interpretato “a piacere”, secondo la volonta’ di ciascuno(tranne naturalmente le decisioni contro il rito tradizionle, quelle saranno redatte con perizia ultraprofessionale).
    Resta lo sconcerto per il silenzio dei vescovi! Questo non poteva esser previsto, neppure dai piu’ apocalittici tra I fedeli. Quante sono le eccezioni? 2?, 3?, 4?. Ci si aspettava almeno un po’ di resistenza, qualche espressione di perplessita’. Faccio notare un fatto; oggi teologi ” cattolici” possono affermare che islamici e cristiani “adorano lo stesso dio”, ma, contemporaneamente insegnare che il cristianesimo “non e’ una religione”(sembra originale, ma e’ una vecchia panzana da anni ’70). Se si possono sostenre simili contraddizioni, allora si puo’, vetamente, dire di tutto. C’e’ del metodo in questo dilettantismo……

    • deutero.amedeo ha detto:

      Certamente questa è stata l’occasione . Pancho (affettuoso diminutivo di Francesco in gergo latino-americano) non perde occasione : http://w2.vatican.va/content/francesco/it/speeches/2019/may/documents/papa-francesco_20190509_convegno-diocesi-diroma.html
      E cosa ha detto?

      • deutero.amedeo ha detto:

        Seguito del post precedente. Ha detto:
        La prima tentazione che può venire dopo avere ascoltato tante difficoltà, tanti problemi, tante cose che mancano è: “No no, dobbiamo risistemare la città, risistemare la diocesi, mettere tutto a posto, mettere ordine”. Questo sarebbe guardare a noi, tornare a guardarci all’interno. Sì, le cose saranno risistemate e noi avremo messo a posto il “museo”, il museo ecclesiastico della città, tutto in ordine… Questo significa addomesticare le cose, addomesticare i giovani, addomesticare il cuore della gente, addomesticare le famiglie; fare calligrafia, tutto perfetto. Ma questo sarebbe il peccato più grande di mondanità e di spirito mondano anti-evangelico. Non si tratta di “risistemare”. Abbiamo sentito [negli interventi precedenti] gli squilibri della città, lo squilibrio dei giovani, degli anziani, delle famiglie… Lo squilibrio dei rapporti con i figli… Oggi siamo stati chiamati a reggere lo squilibrio. Noi non possiamo fare qualcosa di buono, di evangelico se abbiamo paura dello squilibrio. Dobbiamo prendere lo squilibrio tra le mani: questo è quello che il Signore ci dice, perché il Vangelo – credo che mi capirete – è una dottrina “squilibrata”. Prendete le Beatitudini: meritano il premio Nobel dello squilibrio! Il Vangelo è così.
        Ho preso nota delle cose che ascoltavo e che mi toccavano il cuore… E poi, su questa strada del “sistemare le cose” avremo una bella diocesi funzionalizzata. Clericalismo e funzionalismo. Sto pensando – e questo lo dico con carità, ma devo dirlo – a una diocesi – ce ne sono parecchie, ma penso a una – che ha tutto funzionalizzato: il dipartimento di questo, il dipartimento dell’altro, e in ognuno dei dipartimenti ha quattro, cinque, sei specialisti che studiano le cose… Quella diocesi ha più dipendenti del Vaticano! E quella diocesi, oggi – non voglio nominarla per carità – quella diocesi si allontana ogni giorno di più da Gesù Cristo perché rende culto all’“armonia”, all’armonia non della bellezza, ma della mondanità funzionalista. E siamo caduti, in questi casi, nella dittatura del funzionalismo. È una nuova colonizzazione ideologica che cerca di convincere che il Vangelo è una saggezza, è una dottrina, ma non è un annuncio, non è un kerygma. E tanti lasciano il kerygma, inventano sinodi e contro-sinodi… che in realtà non sono sinodi, sono “risistemazioni”. Perché? Perché per essere un sinodo – e questo vale anche per voi [come assemblea diocesana] – ci vuole lo Spirito Santo; e lo Spirito Santo dà un calcio al tavolo, lo butta e incomincia daccapo. Chiediamo al Signore la grazia di non cadere in una diocesi funzionalista. Ma io credo che, secondo quello che ho sentito, le cose sono ben orientate. E andiamo avanti.
        Poi, questa sera, vorrei comprendere meglio il grido della gente della diocesi: ci aiuterà a comprendere meglio cosa chiede la gente al Signore. Quel grido è un grido che spesso anche noi non ascoltiamo o che facilmente dimentichiamo. E questo succede perché abbiamo smesso di abitare con il cuore. Abitiamo con le idee, con i piani pastorali, con la curiosità, con soluzioni prestabilite; ma bisogna abitare con il cuore. Mi ha colpito quello che don Ben [direttore della Caritas] ha provato per quel ragazzo [che aveva visto prendere un pezzo di pane da un cassonetto]: si è vergognato di sé stesso, non è stato capace di andare a domandargli: “Cosa pensi, com’è il tuo cuore, che cosa cerchi?”. Se la Chiesa non fa questi passi, rimarrà ferma, perché non sa ascoltare con il cuore. La Chiesa sorda al grido della gente, sorda all’ascolto della città.
        Vorrei condividere qualche riflessione che ho qui – che mi hanno preparato e che io ho “ricucinato” un po’ –, riflessioni che illuminino il cammino per il prossimo anno. Possiamo partire da un brano evangelico; poi richiamerò qualche passaggio del discorso che ho fatto alla Chiesa italiana a Firenze [10 novembre 2015], che è proprio lo stile della nostra Chiesa. “Che bello, quel discorso! Ah, il Papa ha parlato bene, ha indicato bene la strada”, e dagli con l’incenso… Ma oggi, se io domandassi: “Ditemi qualcosa del discorso di Firenze” – “Eh, sì, non ricordo…”. Sparito. È entrato nell’alambicco delle distillazioni intellettuali ed è finito senza forza, come un ricordo. Riprendiamo il discorso di Firenze che, con la Evangelii gaudium, è il piano per la Chiesa in Italia ed è il piano per questa Chiesa di Roma.

  • deutero.amedeo ha detto:

    Sparatoria Napoli, cardinale Sepe: “Porterò Noemi dal Papa”
    Da questa mattina la notizia troneggia su tgcom24. E il popolo pensa: se la bimba fosse morta la colpa sarebbe stata dei medici, se si salva sarà merito del Papa.
    Mahhh!!!

  • Gian Piero ha detto:

    Oggi a Bologna il vescovo Zuppi ha visitato il centro islamico trasformato in una moschea abusiva, ha partecipato alla preghiera islamica del venerdi’ e ha ascoltato il sermone dell’ Ima
    Insieme con una delegazione della parrocchia di Croce del Biacco.
    Tutto questo e’ aberrante e discende da ordini ben precisi che vengono dall’ alto, dal papa.
    Cattolici bolognesi cosa aspettate a farvi sentire? Subissate questo indegno vescovo di fischi e di proteste appena si mostra in pubblico! Se il popolo dei fedeli segue pedissequamente questi pessimi i pastori che stanno distruggendo la Chiesa e non si ribella ci ritroveremo in una situazione di “ dhimmitudine” in pochi anni!

    • Gian Piero ha detto:

      E a Londra il sindaco oriundo pakistano Sadiq Khan ha festeggiato l’ inizio del Ramadan con una cerimonia dentro la Cattedrale di San Paul a cui hanno partecipato , ovviamente, ilari e giulivi pastori e pastoresse anglicani ( queste ultime senza protestare per il trattamento riservato alle donne nell’ Islam!)
      A quando un bel Ramadan dentro San Pietro , togliendo i crocifissi per non offendere i seguaci della religione “ di pace” amata alla follia da Bergoglio?

  • Astore da Cerquapalmata ha detto:

    EQUILIBRIO COSMICO?
    Non vorrei si vogliano sdoganare i riti pagani esoterici che sono terreno fertile per l’azione del DEMONIO!
    In ogni caso la politica di Papa Francesco del “volemose bene”, da ciò che ho personalmente constatato, ha portato tanti applausi da parte di non credenti e non praticanti, ma nemmeno UNA conversione.
    In compenso tanti non credenti e non praticanti si sono accostati alla Comunione. Tanto se non fa male… Quello che non strozza, ingrassa.

  • virro ha detto:

    …. ma questi cervellini, adoratori della terra, del potere monetario, manipolatori della verità pur di affermare i loro pensieri menzogneri sono disposti a vendersi e vendere la nostra chiesa ad ogni buon chiacchierone, ecc……sicuramente vorranno far tacere anche la Morenita di Guadalupe!!!!
    Questi operatori di questa loro chiesa ,dovranno molto sudare per vincere la Verità di Cristo, ma non ci riusciranno.
    Non è facile vincere Cristo
    Non è facile far tacere la Verità
    “Il Signore vide che la malvagità degli uomini era grande sulla terra e che ogni disegno concepito dal loro cuore non era altro che male……Ma Noè trovo grazia agli occhi del Signore ” (Gn 6,5 e 8)

  • Anima smarrita ha detto:

    Sinodalità e collegialità? Due vocaboli estratti dal lessico corrente, fra un ampio ventaglio, per un maquillage atto a mascherare un intervento estetico – in questo caso: la riforma della Curia – che potrebbe scioccare quel popolo, che si continua a chiamare di Dio, in bilico fra una Chiesa che si vuole in uscita e una chiesa già uscita.
    Così per stare con i piedi ben piantati in due staffe: decisionismo in autonomia – anzi insieme a “collaboratori” con cui il papa si è riunito immancabilmente in periodici appuntamenti nel corso degli anni, assentandosi solo nelle ore dei mercoledì dedicate alle udienze generali – e, arrivati alla fine, una “consultazione” (parziale, quanto ai “consultati”, stando a quanto riporta il dott. Tosatti), così da poter rispondere – nell’eventualità di future obiezioni – di aver ottenuto l’approvazione di responsabili di Curia, superiori di istituti maschili e femminili e rettori di Università (solo di alcune!, scelti chissà con quale criterio). Così come se la cavò rispondendo alle osservazioni mosse sul Documento di Abu Dhabi, che – affermò – aveva passato il vaglio del teologo della Casa Pontificia.
    Quand’anche qualcuno dei destinatari della bozza in visione osasse azzardare qualche suggerimento e/o correzione sarebbe preso in considerazione?
    Intanto: il card. Maradiaga nella lettera di accompagnamento scrive di “testo, per quanto provvisorio”. L’aggettivo “provvisorio”, che mi ricorda tanto l’Accordo Cina- Vaticano, sta ad indicare forse quella validità di tre anni, come anticipato da indiscrezioni di stampa nei giorni scorsi? Giunti alla “tappa conclusiva”, per offrire “un testo ancora più completo”, si è ritenuto “opportuno procedere a un’ulteriore consultazione di carattere sintetico”. Oltre alla smentita da parte del dott. Tosatti di un qualche coinvolgimento precedente nel lavoro di stesura, qualche dubbio mi viene da quel “carattere sintetico”… forse non sono abile a decifrare il linguaggio curiale.
    Così come resto con le mie perplessità dinanzi al ricorso a termini che vorrebbero far credere il contrario di quanto registrato finora circa il governo ecclesiale – per non farla troppo lunga: il silenzio opposto ad ogni richiesta di chiarimento e appelli rivolti da cardinali e vescovi a più riprese e su varie questioni. Quei termini cui si fa ricorso, all’ occorrenza, per confondere l’ingenuità di fedeli, il cui numero si assottiglia vertiginosamente in ogni Paese. Se la Germania piange, l’Italia non ride. Un sondaggio – analizzato da Il Fatto quotidiano sotto il titolo “Un’ Italia senza Dio: il 7% di credenti in meno in 5 anni” (che coincidenza!) – rivela che dal 2014 ad oggi è diminuito del 7,7% il numero dei credenti cattolici, mentre è passato dal 10 al 15 % il numero di atei e agnostici.
    “Un’impressionante processo di secolarizzazione” in atto descritto al link seguente:
    https://www.finesettimana.org/pmwiki/uploads/RaSt201905/190510marzano.pdf

    • deutero.amedeo ha detto:

      E intanto è notizia di oggi che l’ OFM (ordine dei minori francescani) manda un messaggio di auguri ai Musulmani per il Ramadam , mentre il Vaticano pubblica sul suo sito ufficiale un Messaggio del Pontificio Consiglio per il Dialogo Interreligioso in occasione della festività buddista di Vesakh/Hanamatsuri 2019, 11.05.2019 . Mah !

      • Maria Cristina ha detto:

        A questo punto i musulmani e i buddisti, nonche’ gli ebrei, se fossero beneducati, dovrebbero farci gli auguri a noi cattolici, per il Mese di Maggio, dedicato alla Vergine Maria Dovrebbero augurarci santo rosario a tutti!

  • Enrico Marchi ha detto:

    APPROVO

  • Lucy ha detto:

    Scrive il dott.Tosatti ” Finalmente la chiesa cattolica rivaluta i culti precolombiani “.Culti precolombiani ? Qualcuno non c’è più.Alludo a quei culti religiosi che prevedevano riti con orrendi e macabri sacrifici umani per soddisfare divinità crudeli assetate di sangue. Facevano parte anch’essi della diversità di religioni “volute dalla sapiente volontà di Dio ? “.Una cosa è certa : quei culti orrendi non ci sono più perchè missionari cristiani al seguito dei conquistadores facendo ” proselitismo ” vi hanno messo fine liberando intere popolazioni da quell’incubo ” in nome dell’unica Religione voluta da Dio “, come ha detto coraggiosamente mons.Schneuder.

  • Sherden ha detto:

    Marx e Maradiaga messi lì a scrivere la riforma della Curia: come mettere due topi a guardia del formaggio…

    • Gian ha detto:

      Il gatto e la volpe di collodiana memoria, mentre chi li ha incaricati dell’operazione è Mangiafuoco.

  • Adriana ha detto:

    Tutto questo ” Triccheballacche “, apparentemente dissennato e sgangherato , è la conferma di una tragica profezia :
    ” Il Falso Profeta avrà una religione senza croce . Una religione senza il mondo a venire . Una religione per distruggere le religioni .
    Ci sarà una chiesa contraffatta . La Chiesa di Cristo sarà una
    ( quella cattolica) . Il Falso Profeta ne creerà un’altra .
    La falsa chiesa sarà mondana , ecumenica e globale . Sarà una federazione di chiese .
    E le religioni formeranno un certo tipo di associazione globale .
    Un PARLAMENTO mondiale delle chiese .
    Sarà SVUOTATO di ogni contenuto DIVINO e sarà il corpo mistico dell’Anticristo .
    Il corpo mistico sulla terra avrà il suo Giuda Iscariota e sarà il Falso Profeta .
    Satana lo assumerà tra i nostri Vescovi “.
    Venerabile Mons . Fulton Sheen ( 1895 – 1979 ) .

    • GMZ ha detto:

      Sarebbe consolante, se Bergoglio fosse il falso profeta. Epperò temo che costui sia solo un massone, una riedizione di Giovanni XXIII in salsa gaucha. Se egli fosse il falso profeta, sarebbe una riprova della pochezza del cornuto – che invece la sa lunga…

      • Adriana ha detto:

        GMZ ,
        avresti assolutamente ragione a ragionare così…ragionando !
        Ma la massa si fa trascinare dall’apparenza ” piaciosa ” e
        ” petalosa ” . Quindi , al Signore del mondo , basta uno sforzo minimo , per assecondarne gli umori . Oggi vale più un servizietto filmato – che tutti vedono – di tutta la Summa Theologica – che nessuno legge – .

        • GMZ ha detto:

          …vero.

          • Valeria Fusetti ha detto:

            Infatti hanno fatto più danni lo sbaciucchiamento del Corano e lo ” spirito di Assisi”, con relative performances mediatiche viste urbi et orbi, che non portato benefici l’ Enciclica Veritatis Splendor, di cui i modernisti hanno fatto barchette, e per il resto … in pochi l’ hanno letta !

  • Anonima ha detto:

    Ho ancora davanti agli occhi quell’osceno girotondo del pacha mama in Argentina, partecipantissimo il coltissimo, eruditissimo, filosofissimo, cardinalissimo Ravasi, in compagnia di qualche suora alla modissima. E mi chiedo se non si sia trattato dell’originalissima, cantantissima, ballerinissima suor Cristina, già all’epoca svolazzantissima a briglie scioltissime.
    Ultimamente, specialmente nei sacri palazzi, il paganesimo fa molto chic. Benissimo!

  • anna maria ha detto:

    Mi chiedo e le chiedo, dott. Tosatti : dopo l’inevitabile Scisma interno della Chiesa, il “Resto d’Israele” non potrà avere un suo Papa, poiché la catena della successione apostolica sarà irrimediabilmente interrotta. Personalmente in un eventuale Scisma mi schiererò con ” il Resto d’Israele”, legato alla sana e retta dottrina , conseguenza dell’ Insegnamento di Cristo, Via, Verità e Vita!!! Non potrò infatti allinearmi con una Chiesa eretica, non potrò annunciare le “false” verità che la neo Chiesa mi proporrà di proclamare. Ma non avremo mai più un Papa? Rimando a lei la questione, carissimo e stimatissimo dott. Tosatti . Risponderà sicuramente attraverso il suo blog. La ringrazio.

    • giulia anna meloni ha detto:

      confidi nell’intervento Divino,la Chiesa di Cristo resisterà,ma veda di resistere anche lei dentro l’Unica Chiesa Cattolica Apostolica Romana.La neo chiesa o la chiesa eretica non esiste perchè la Chiesa appartiene a Cristo anche se è stata occupata da traditori .Prepariamoci alla sua passione e confidiamo nella sua Resurrezione.Coraggio,non perdiamo il coraggio della Fede

  • deutero.amedeo ha detto:

    “le conferenze episcopali valorizzino e proteggano le culture indigene con il loro patrimonio di saggezza e il loro equilibrio cosmico e spirituale come ricchezza per l’intera umanità”

    Questo è un diritto che hanno i nigeriani, i congolesi o gli ivoriani quando i predatori bianchi si recano nelle loro terre. Ma quando loro invadono le terre dei bianchi, ai bianchi non compete lo stesso diritto; anzi, devono imparare da loro.

    Toeghen foera se ghe n’è denter (Scarpe Grosse).

  • Pier Luigi Tossani ha detto:

    Grazie, caro Dott. Tosatti!…

    …da parte mia, ho piuttosto l’impressione che il Pontefice regnante sia pesantemente influenzato e condizionato da… sé stesso.

  • deutero.amedeo ha detto:

    L’è tutto sbagliato… l’è tutto da rifare!
    (Gino Bartali).

  • Esdra ha detto:

    Gentile Tosatti, credo che il tempo di adottare la panteistica cosmogonia di Teilard de Chardin sia giunto.
    Si passerà dal Verbo incarnato alla divinizzazione dell’Universo. non creato liberamente, ma necessariamente autocreato dal dio-mondo.
    Lo sviluppo modernista del Cantico delle creature ci permetterà, mangiando e bevendo qualunque cosa di mangiare e bere Dio stesso. Di adorare i nostri corpi, formati di materia divina.
    Finalmente l’uomo scoprirà di essere non tanto immagine e somiglianza di Dio ma della stessa sostanza

  • Mazzarino ha detto:

    Conferenza Episcopale tedesca: quella che ti vende i sacramenti solo se glieli paghi con il 6% del tuo reddiito. Chiesa di Maradiaga e Boff: quella del culto della Madre Terra, la Pacha Mama, e del fuoco cosmico veicolatore del bene supremo.
    Come insegna il grande geologo Teilhard de Chardin. Cristo, ammesso che esista, doveva restarsene a discutere col Pedre. Sarebbe stato meglio per tutti. Che è venuto a fare in terra? La massoneria non esisterebbe ed Ebrei, Cristiani e Musulmani ora vivrebbero in un mondo di pace in nome dello stesso Dio. Politico per musulmani ed ebrei. Politico evolvente al verdismo, sull’esempio del sacerdote accoppiato Boff, per i cristiani. E’ la fede di Bergoglio. Che tanti canonisti si sforzano di dimostrare compatibile con l’essere Papa, anche se eretico. Il problema è che siamo ormai ben oltre l’eresia. E il diritto canonico in morienza di Canone ha i giorni contati.

  • Adriana ha detto:

    Gentile Tosatti ,
    ” Cercasi tribù disperatamente ” ! E’ un film del 1998 , regista : Todd Holland , protagonista : Richard Dreyfuss . Solazzevole parodia dei miti antropologici del ” Buon selvaggio ” nel cortile di casa .
    Naturalmente la neo-chiesa post-post moderna illuminata dal

    ” Sol dell’ Avvenire “,
    non possiede un minimo di umorismo , né di autocritica …
    Perchè andare a ballare tanto lontano ?
    Le tribù cui ” ispirarsi “, oggi le abbiamo a portata di mano . Nelle strade , nei cortili e nelle case . Più comodo di così—

  • giulia anna meloni ha detto:

    Un falso pastore ,ecco chi è colui che è venuto a dare al gregge di Dio altre indicazioni che portano le pecore verso il baratro. Chi conosce e ama il Buon Pastore riconosce la Sua voce e lo segue nella Via già da Lui segnata ma riconosce anche la falsa voce del falso pastore che vuole mostrarsi mite , in realtà è crudele e falsa

  • GMZ ha detto:

    Questo linguaggio co(s)miccheggiante, a metà strada tra wicca e teosofia, è la cifra di questo pontificato e fa il paio con il massoneggiante “sviluppo umano integrale”; insomma, per il pampa tout se tient, eccezion fatta per la tradizione (ovvero il katechon).