PEZZO GROSSO SVELA COME VATICANUNESCO SPERA DI GESTIRE IL PROBLEMA DELL’ISLAM. E CAMUFFA LA REALTÀ DELLE STRAGI.

24 Aprile 2019 Pubblicato da --

Marco Tosatti

Cari Stilumcuriali, Pezzo Grosso ci ha mandato una riflessione molto complessa, una reazione a un post di Ocone, su Antidoti. Quello che scrive Pezzo Grosso è particolarmente interessante, perché da un lato fa comprendere, o almeno intuire la drammatica complessità di meccanismi giganteschi all’opera nel mondo, e di cui Pezzo Grosso sicuramente ha un visione di cui noi non disponiamo. Dall’altro ci aiuta a cercare di capire il senso di alcune reazioni, in particolare di responsabili di Chiesa, o di persone vicinissime ai responsabili, che hanno provocato non poco stupore in molte persone ancora cattoliche. E anche – e questo lo possiamo testimoniare – anche in persone di altre fedi, sbalordite da alcuni comportamenti e silenzi. Prima pubblichiamo il post che ha provocato il commento, e poi Pezzo Grosso.

δ δ δ

OCONE

Posted: 22 Apr 2019 12:58 PM PDT

«A quanto mi consta è un neologismo: i cristiani mai erano stati definiti da un ex presidente degli Stati Uniti, e da una ancora aspirante tale, cioè da coloro che sono ancora oggi i maggiori esponenti dei democratici americani, come “easter worshippers”. Lo hanno fatto, a poche ore di distanza l’uno dall’altro, Barack Obama e Hillary Clinton con due tweet a commento dell’atroce strage compiuta in Sri Lanka. “Adoratori della Pasqua” suona un po’ come “adoratori” di un culto primitivo, esotico, eccentrico, minoritario: come un insieme di persone da guardare con distacco misto a curiosità. Che la doppia uscita sia avvenuta quasi all’unisono non può essere un caso, e neppure un lapsus freudiano. Essa è il risultato di un progetto culturale-politico ben preciso di cui Obama e Hilary sono stati e sono, all’un tempo, espressione e autori eminenti». (Corrado Ocone, Formiche.net 22.4.19).

The post OCONE appeared first on Antidoti.

δ δ δ

“Caro Tosatti, allego un Antidoto di Rino Cammilleri sulle interessanti considerazioni (del giornalista Ocone su Formiche ) di Obama-Clinton sulla strage in Sri Lanka (compiuta contro “adoratori della Pasqua”. Sic.). A queste andrebbero aggregate le considerazioni di Spadaro che in un tweet ha definito la strage un atto contro lo Stato (sottintendendo: certamente condannato dall’Islam moderato che ha incontrato Papa Francesco). O ancora quelle di Bianchi rag. Enzo (fondatore di Bose) che definisce gli attentatori “fanatici anticristiani”.. Vabbè. La mia interpretazione su queste dichiarazioni è che Vaticano e Unesco ormai sembrano la stessa cosa in tutto e usano ormai persino lo stesso linguaggio (gnostico-massonico) per negare le stesse verità, o affermare le stesse storielle.

Ma quello che è più interessante, e quello su cui propongo di riflettere, è:

1° – perché avvengono queste stragi di una minuta minoranza, quasi irrilevante in un paese a maggioranza buddista?

2°- perché viene camuffato dai potenti del mondo chi ne è responsabile?

Risposta proposta, quale riflessione: perché potrebbe esser un messaggio di minaccia rivolto a tutti i cristiani e si camuffa per poter continuare gli accordi tra VaticanUnesco, per far finta di non averlo capito.

Complesso e contorto? Si, molto complesso. Ma forse contorta non è la interpretazione, bensì la strategia che ci ha portato a questo.. L’interpretazione proposta necessita la conoscenza di molti documenti dell’Onu e satelliti, alcuni direttamente scritti dai Segretari stessi.

Si direbbe, interpretando detti documenti, che il pericolo Islam, conosciuto e osservato da almeno da 40 anni, si è deciso di affrontarlo e risolverlo interiorizzando più musulmani possibile in Occidente, contando sul fatto (sperando, ma con quanta fortuna? Non pare molta…) che questa immigrazione permetta di relativizzare la loro visione religioso-politica, “civilizzandoli” (in senso secolare-occidentale), “corrompendo“ la loro fede dogmatica coranica.

Dopo però l’11 settembre 2001 coloro che definiscono i cristiani “adoratori della Pasqua” hanno cambiato strategia. Si direbbe che abbiano deciso di accelerare detto processo facendo crescere l’ odio anticristiano. Questa potrebbe esser la causa di queste stragi molto simboliche che rappresentano un messaggio di avvertimento ai cristiani di tutto il mondo.

Ultima ora: ISIS rivendica la strage. Spadaro domani titolerà così il suo tweet: l‘Isis, Istituto Sovranista, anti Immigrazionista e Sfascista, rivendica l’attentato contro i reazionari tradizionalisti provocatori cristiani”.


 


Oggi è il 238° giorno in cui il pontefice regnante non ha, ancora, risposto.

Quando ha saputo che McCarrick era un un uomo perverso, un predatore omosessuale seriale?

È vero o non è vero che mons. Viganò l’ha avvertita il 23 giugno 2013?

Joseph Fessio, sj: “Sia un uomo. Si alzi in piedi, e risponda”.


Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa” fino a quando non fu troppo molesto.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina


 LIBRI DI MARCO TOSATTI

Se siete interessati a un libro, cliccate sul titolo….


Viganò e il Papa


FATIMA, IL SEGRETO NON SVELATO E IL FUTURO DELLA CHIESA

  SANTI INDEMONIATI: CASI STRAORDINARI DI POSSESSIONE

  PADRE PIO CONTRO SATANA. LA BATTAGLIA FINALE

  Padre Pío contra Satanás

La vera storia del Mussa Dagh

Mussa Dagh. Gli eroi traditi

Padre Amorth. Memorie di un esorcista.

Inchiesta sul demonio.

Tag: , , , , ,

Categoria:

Questo articolo è stato scritto da wp_7512482

46 commenti

  • Luca Monforte ha detto:

    È vero che a contestarla non sono stati gli Italiani ma gli Americani.
    Tuttavia un mio amico che è affermato traduttore di libri in italiano non trova ragionevole tradurla con “adoratori della Pasqua”.
    “Easter worshippers” starebbe ad indicare “gente riunita per la celebrazione dei riti pasquali”, “riunita per il culto pasquale”.
    Worship non significa solo “adorazione”, ma anche “culto”, “servizio religioso”, “funzione religiosa”.
    Sunday worship è la “funzione domenicale”.
    Dire pertanto che l’attentato ha colpito “Easter worshippers”, se vogliamo, contestualizza perfino meglio il senso e l’orrore di quel che è successo: non solo sono stati uccisi “genericamente” dei cristiani, ma lo sono stati proprio mentre erano riuniti per i riti della Pasqua, il che è ancora peggio.

  • Valeria Fusetti ha detto:

    Worship Easter in inglese è il Culto di Pasqua, per cui worshippers significa “coloro che stavano partecipando al Culto/Messa di Pasqua”. Per l’ ambito culturale statunitense è corretto perché comprende sia i cattolici che gli evangelici coinvolti nella strage. Mi sembra evidente che Obama e la Clinton hanno fatto dei comunicati comprensibili, prima di tutto, per gli Stati Uniti sia perché è il loro Paese, sia perché con tutta probabilità la Chiesa Evangelica attaccata è frutto di una Missione Cristiana Evangelica Americana. Né Obama né la Clinton, che vengono il primo dalla Chiesa Battista e la seconda dalla Chiesa Metodista, farebbero l’ errore di insultare i fedeli cristiani, cattolici o evangelici statunitensi, definendoli ” adoratori” . Probabilmente i due soggetti di cristiano non hanno più molto, di questo giudicherà il Signore, ma comunque sono due politici ” scafati” ed hanno ben presente chi ha eletto Trump e dove devono cercare di recuperare, per quanto possibile dal !oro punto di vista, voti alle prossime elezioni.

    • Iginio ha detto:

      Ciò non toglie al fatto che le vittime fossero “cristiani”, non semplicemente gente che celebrava la Pasqua.
      La polemica c’è stata anche in Usa. Informatevi.
      E’ come se uno dicesse che le vittime del pazzo che ha sparato in Nuova Zelanda fossero “gente che pregava in moschea” anziché “musulmani”.

  • newman ha detto:

    @ Corrado Ocone e il suo inglese claudicante.
    Tradurre “Easter worshippers” con “adoratori della Pasqua” é, mi dispiace, una traduzione del tutto sballata. Corrado Ocone sará un buon filosofo, ma é un pessimo conoscitore della lingua inglese.
    Basta che Ocone consulti un buon dizionario inglese come lo “Webster’s Encyclopedic Unabridged Dictionary of the English Language” sui vari significati di “worship” per trovarvi al numero 10 il seguente significato: “to attend services of divine worship”.
    “Easter worshippers” vuol dire, pertanto, “people attending Easter services”, cioé “persone che partecipano ai riti pasquali”.
    La connotazione di “easter worshipers” data da Ocone di “‘adoratori’ di un rito primitivo, esotico, eccentrico”
    é, pertanto, del tutto gratuita ed errata, come la traduzione dell’espressione originale.
    Chi ha vissuto negli Stati Uniti trova l’espressione “Easter worshippers” del tutto usuale e, in questo caso, oggettivamente corretta.
    Mi dispiace di aver distrutto con questa semplice nota lessicale la base di tutta la polemica sul tema e concludo: “Ragazzi, studiate l’inglese!”

    • GMZ ha detto:

      Caro Newman,
      l’espressione “Easter worshipper” è legit, ma suona non “in registro” anche alle orecchie di un madrelingua.
      Quanto scrive Ocone, al di là di qualche uscita da polemista incardinata su una traduzione dubbia (tale è, in assenza di interpretazione autentica degli autori dei tuit), non è però destituito di fondamento, prova ne sia che l’uso dell’espressione in oggetto ha suscitato un piccolo dibattito anche al di là dell’Atlantico.
      Saluti.

      • newman ha detto:

        @GMZ
        Tradurre “Easter worshippers” con “adoratori della Pasqua” non solo “non suona bene” ma contraddice il senso di questa espressione comunemente usata negli Stati Uniti, considerando le circostanze in cui fú usata.
        Sarebbe come se, parlando di fedeli che assistono alla messa nel giorno di Natale, l’espressione comunemente usata di “Christmas worshippers” venisse tradotta in italiano con “adoratori del Natale”.
        Un senso talmente peregrino non verrebbe in mente ad alcun “average American”.
        Mi sembra che la polemica sia sorta “da questa parte dell’Atlantico”, per difetto di conoscenze linguistiche, da parte di persone che si aspettavano l’uso della parola “cristiani” – una parola che sia la Clinton che Obama non hanno usato, preferendo la perifrasi “Easter worshippers”, che non lascia alcun dubbio sul fatto che costoro fossero cristiani. Fú poi raccolta da qualche commentatore americano per ragioni di polemica verso Obama e la Clinton, certo non noti per il loro amore per la religione cattolica.
        Avendo vissuto “al di la dell’Atlantico” come professore universitario per piú di vent’anni, penso di essere in grado di esprimere un giudizio competente sulla lingua di questo paese.

      • newman ha detto:

        Caro GMZ,
        é come se uno traducesse “Christmas worshippers” con
        “adoratori del Natale”.
        Buon Natale!

        • GMZ ha detto:

          Caro Newman,
          La traduzione di Ocone è dubbia ma, ripeto, la sostanza dell’articolo non ne è inficiata: l’autore non s’è inventato nulla, poiché sulla stessa cosa polemizzano quei madrelingua che Lei stesso ha evocato.
          Ossequi.

          • Valeria Fusetti ha detto:

            Caro GMZ, purtroppo da tutte le parti si riscontra una certa difficoltà ad ammettere di aver preso una cantonata, e poi si va avanti a ” tifoserie”. Anche sostenere che il duo Clinton-Obama veda peggio la Chiesa Cattolica statunitense che non i Protestanti o gli Evangelici è molto tirata per i capelli. I due soggetti hanno ben presente che la Chiesa Cattolica ha ormai delle differenze interne notevoli, come le Chiese Protestanti di ogni denominazione, molto meno le Chiese Evangeliche. All’ ineffabile duetto i cristiani modernisti,che siano cattolici o protestanti fa lo stesso, importa che siano pro divorzio e pro aborto ( vedasi i Cuomo senior e junior), pro gay, pro LGBecc. Vanno benissimo, costituiscono parte del loro elettorato. L’ idea che mi sono fatta, frequentando gli USA da 28 anni è che sulla cultura ha inciso più il tipo di College ed Università che si è frequentato che non la Chiesa. Infatti la mentalità “liberal”, tipica delle Università “migliori”, dalla Ivy league in giù, ha inciso fortemente nelle Chiese i cui membri che avevano studi superiori ne facevano parte. Per quello che riguarda i più profondi valori su cui si basa la vita, tutte le Chiese, Cattolica e Protestanti, sono divise trasversalmente. E, ribadisco, i due soggetti in questione lo sanno sicuramente.

          • newman ha detto:

            @ GMZ
            Lei non risponde alle mie osservazione nella sostanza.
            V. anche il post della Signora Valeria Fusetti.
            Lei conferma peró – su quale base? – la correttezza delle osservazioni di Ocone.
            Si appella a degli innominati di madre lingua che discuterebbero sull’uso dell’espressione usata da Obama e dalla Clinton. Non ci dice chi sono e in che cosa consista la loro critica. Per verificare il suo contr’argomento ed il contenuto della critica degli “innominati” Le sarei grato per, come dicono i tedeschi”, “aussagekräftige links”.
            Cordialitá.

          • newman ha detto:

            @ GMZ (25 Aprile 2019 @ 1:39)
            I madrelingua da me evocati polemizzano sul fatto che
            Obama e la Clinton, come gli altri “global leaders” hanno paura di usare la parola “cristiani” nelle loro condoglianze e fanno di tutto per evitarla.
            Si veda l’articolo di Jonathan Van Maren su Life Site News
            del 24 Aprile 2019:
            “Why the liberal media don’t show sympathy for torched churches, murdered Christians” https://www.lifesitenews.com/blogs/why-the-liberal-media-dont-show-sympathy-for-torched-churches-murdered-christians
            Il quale riassume il problema cosí:”While condemnations of the recent atrocities at mosques in New Zeland by a white supremacist killer were specific in naming the ideology that sparked the murders and the faith that made the victims a target, Obama and Clinton responded to the bombing of Christians by Islamist terrorists by referring to an attack on ‘Easter worshippers,’ prompting nearly universal mockery and demands that they actually call the victims what they were: Christians, butchered in their churches because they were Christians”.
            Si veda pure l’articolo di Steve Skojec su OnePeter 5 del
            22 Aprile 2019:
            “‘Barbaric Islamist’ Easter Sunday Attacks in Sri Lanka Leave Hundreds Dead”. Anche qui, si polemizza sull’uso della perifrasi, per evitare di dire “cristiani” Non si discute sl significato di “Eastern worshippers”, su cui Ocone, in uno slancio di creativitá poetica, in base all’ errata tradizione del termine, imbastisce sú la connotazione di “adoratori di un rito primitivo, esotico, ecentrico”.
            https://onepeterfive/barbaric-islamist-easter-sunday-attacks-in-sri-lanka-leave-hundreds-dead?
            Che i madrelingua discutano, quindi, sul significato (!) di “christian worshippers”, come Lei sostiene, é falso, come
            pure La sua asserzione che la traduzione di Ocone sia “dubbia” e non semplicemente erronea, come di fatto lo é.

  • Rafael Brotero ha detto:

    Vaticanunesco o Vaticanduesco?

  • Antonella ha detto:

    Adoratori ci saranno loro, ma di Mummie!
    Chierichetti di un culto che per soldi e potere al Patto Massonico rendono prima l’anima poi tutto il resto, intelligenza, volontà, libertà, e lo confermano a più riprese con baci, abbracci, fino anche alle prostazioni…..
    Ma poi cosa ne sarebbe di loro senza questa sottomissione?
    Possiamo immaginarlo……
    Credono di potere manipolare il mondo nel delirio di onnipotenza che li invade, e finiscono miseramente a balbettare un linguaggio oscuro, fatto di codici, come potrebbe parlare uno dei personaggi delle tante saghe romanzate al giorno d’oggi.
    E invece questi sono proprio in carne ed ossa, credono stupidamente di agire in segreto, quando il mondo li ha già svergognati, mentre li vediamo procedere come dei burattini, obbedendo agli ordini di quei grandi burrattinai che hanno finanziato le loro campagne elettorali, plasmato i loro squallidi ruoli, studiandoli ancora prima che diventassero qualcuno sotto i riflettori internazionali.
    Questi gli Adoratori di Statue!
    Non possono parlare cristianamente perché offenderebbero quei carnefici che si sono scelti come alleati, per questo nel lavoro sporco di mistificazione che hanno il compito di condurre sulla narrazione della realtà non chiamano più le cose con il loro nome, evitando così parole grosse come “Attentato”, “Eccidio”, “Sterminio Cristiano”, jihad….
    Sono diventati gli esecutori di piani omicidi della vita, col preciso intento di abolire quei valori cristiani che la tutelano, e così come vuole il circolo settario di cui fanno parte, ma sempre pronti a sbandierare con i sorrisi le nuove campagne sociali per i diritti umani secondo le più avanzate delle democrazie.
    Questi purtroppo i rischi di sopravvivenza cui ci stanno esponendo, lo sfacelo umano che la loro regia è riuscita a portare avanti, l’ultimo Olocausto di cui un giorno potranno vantarsi di essere stati gli Artefici.

  • susanna ha detto:

    se la prospettiva del nuovo ordine mondiale è quella di arrivare ad un unica religione per impedire le guerre di religione, è evidente che deve eliminare i tratti più caratteristici delle varie religioni attuali. Per secoli, giustamente, i cristiani hanno lottato contro l’islam (o forse meglio gli islamici hanno lottato contro il mondo cristiano, occidentale od orientale che fosse. ). Ma proprio questa divisione tra occidente ed oriente cristiano ha permesso la caduta dell’Impero d’oriente nel 1453 e l’avanzata, nella penisola balcanica dell’islam. Una blanda laicizzazione aveva permesso la frammentazione dell’impero ottomano dopo la prima guerra mondiale. Ma non ci si era accorti che in Turchia, dove comunità cristiane, sia in Armenia che in Cappadocia vivevano da secoli, probabilmente pagando la tassa da dhimmi ( cioè sottomessi ) all’Islam, naturalmente , stava nascendo sotto l’apparente apparenza di un laico movimento moderno, un gruppo dirigente intransigente che provocò, quello che il dottor Tosatti chiama nel bellissimo pezzo postato oggi il genocidio degli Armeni. Solo che non erano solo Armeni, c’erano anche i cappadociani. E aggiungiamo anche i cristiani di Smirne il cui eccidio è ricordato qua e là come un martirio cristiano.
    Obama è stato scelto da un gruppo di intellettuali, cioè di professori universitari come lui, ma, purtroppo legati alla CIA (l’ho letto su internet) perchè permettesse ogni libertà all’islam tutto e, in particolare all’IRAN. Obama ha obbedito : dapprima nel suo discorso di insediamento ha posto l’Islam alla pari con le altre religioni, evidentemente, nella sua visione parziale, non riuscendo a capire che le contraddizioni esistenti tra islam e cristianesimo erano insormontabili. Successivamente, nel discorso alla famosa Università del Cairo , quando ha praticamente concesso ogni libertà ai fratelli musulmani. La persecuzione dei cristiani sotto Morsi è stata terribile, e poco seguita qui in Italia. Oggi c’è Al Sisi che cerca di ricondurre lo stato egiziano ad una qualche forma di laicità., cerca cioè di garantire la sopravvivenza dei cristiani copti. Ma cosa hanno pensato i Fratelli musulmani ? hanno preso in ostaggio, per così dire Bergoglio facendogli firmare l’assurdo patto di Abu dhabi.
    Il passo attuale è la derisione da parte di Obama e Clinton della Pasqua cristiana. Da qualunque prospettiva la si prenda in esame le loro parole sono una forma di derisione. Ed il primo salmo dice che il giusto non deve sedersi con i derisori. Abbandoniamoli quindi al loro destino… non hanno bisogno di noi e cerchiamo di non farci truffare da qualche agente Cia che abbia un cugino in Iran che si chiami Mohammed…

  • Iginio ha detto:

    No, vi siete persi le ultime di Spadaro. Ha scritto che le vittime sono vittime del jihad, ma ha anche scritto che una chiesa colpita era una “chiesa-ponte” perché ci andavano anche i poveri non cristiani (sottinteso per farsi dare da mangiare).

    • Grog ha detto:

      Questa della “chiesa ponte” non l’avevo mai sentita.
      É proprio vero: non si finisce mai di imparare 🙂

  • Davide ha detto:

    Non per fare l’avvocato difensore di Enzo Bianchi; però in tutta sincerità non riesco a comprendere cosa ci sia di sbagliato nel definire gli attentatori di Pasqua come fanatici anticristiani… alla fine l’attacco alla Comunità Cristiana di Ceylon è evidente.
    Relativamente alle altre, il Vostro sdegno è pù che condivisibile,

  • Iginio ha detto:

    Beh, Ocone, ossia Corrado Ocone, è qualcosa di più di un giornalista: è un professore di filosofia.

    • Giuseppe ha detto:

      Un filosofo che forse non padroneggia benissimo l’inglese. Del resto, a che serve in epoca sovranista?!?

  • Vittorio ha detto:

    Quando ero bambino andavo in Francia. C erano come muratori LES arabes. Non han mai ucciso nessuno. I figli nemmeno. Penso si siano pure ateizzati in un paese LAICISTA. I nipoti, in galera per droga, hanno letto wikislam, le vergini ecc.

    Questa e’ una lettura ALTRA. Che pure i Beegogliani mai hanno fatto. Non dico sia giusta. Pero’ qualcosa, a mio avviso, c e.

    https://www.reset.it/reset-doc/isis-dabiq-al-qaeda-califfato-roma-dabiq

    • LucioR ha detto:

      «C erano come muratori LES arabes. Non han mai ucciso nessuno. I figli nemmeno»

      Allora non potevano farlo. Ha mai sentito parlare di terza e quarta generazione? Sono loro che fanno gli attentati in Europa pur essendo considerati Europei a tutti gli effetti

  • Vittorio ha detto:

    Ho sempre creduto perché letto in pochi siti internet che l’ Isis fosse un eresia apocalittica islamista (come fu per il cristianesimo, Dolcino, il rev Jones, i davidiani ecc.). Invece forse la questione e’ più complessa. Forse il loro libro o la lettura che ne fanno ineggia alla violenza. Certo pure la bibbia ineggia in certi passi alla violenza, paradossalmente pure Cristo dice chi ha la spada la prepari ma e’ lapalissiano che e’ metaforico. Mi chiedo quindi se l’ Isis sia come le brigate rosse vs Marx. In Marx c era violenza di classe. Pero’ occorre pure stare attenti !Oggi SAPPIAMO che la P2 metteva bombe, che piazza fontana piazza della loggia Bologna erano stragi fasciste. Il califfo e’ morto, dabiq perduta quindi l Isis (che e’ pieno di ex di Saddam) dovrebbe finire. Di fatto aveva diminuito. Rimane la domanda: quanti sono? Chi sono i mussulmani? E poi un altra per convertirli dobbiamo fare occhio per occhio, dente per dente o amare il nemico?

  • Rafael Brotero ha detto:

    Blondet da una risposta interessante alle due domande.

    • Giorgio Vigni ha detto:

      Egr. Rafael,
      io rimanderei qui: /www.riscossacristiana.it/sri-lanka-qualche-idea-per-capire-chi-ce-dietro-alla-strage-dei-cristiani-di-roberto-dal-bosco/ .
      Il Blondet, da me molto apprezzato, come tutti, ha delle fisime: piove, i giudei hanno avvelenato l’acqua; c’è il sole, i giudei ci stanno arrostendo col napalm; la carta igienica non si strappa lungo i forellini, è un sabotaggio del mossad.
      G.Vigni

      • Grog ha detto:

        I due pezzi, degli ottimi Blondet e Dal Bosco, possono anche essere letti come complementari. Poi se lei pensa, come Socci, che i cd “fratelli maggiori” siano intoccabili per diritto divino ogni discussione è inutile.

        • GIORGIO VIGNI ha detto:

          Egr.Grog, dove ho mai detto che i”fratelli maggiori ” sono intoccabili ? Per esperienza constato che le migliori litigate avvengono tra fratelli. Bisogna solo stare attenti a non assumere atteggiamenti alla Caifa, stracciamento delle vesti, quando “quello” parla. La carica a testa bassa,
          appena qualcosa si muove, può portare all’incornamento del muro, dolorosissima. Sindrome anche conosciuta come “cane di Pavlov”.
          G.Vigni

  • Paolo Giuseppe ha detto:

    Ma perchè ci preoccupiamo degli islamici. Tanto prima o poi li integriamo, li assimiliamo nel nostro tessuto sociale. Gli attentatori, di ieri e di oggi, sono lupi solitari o al massimo gruppuscoli insignificanti di fanatici e non rappresentano l’islam che è, non dimentichiamolo, una religione di pace.
    P.S.: spero di aver fatto il compitino giusto così mi pubblicano su “Repubblica”.

  • Gene ha detto:

    Non bisogna scandalizzarsi di Obama e della Clinton, ma dei rappresentanti della Chiesa Cattolica, i quali, ipocritamente negano l’evidenza per non smentire Bergoglio e del suo codazzo eretico, miscredente…saluti.

    • anonimo ha detto:

      Riporto da Chiesa e Postconcilio:
      Angelo ha detto.
      Ma la Clinton jr.e la sua mammina Hillary non sono quelle che facevano gli auguri e non hanno disdegnato simpatie per gli adepti della chiesa di satana?
      E il “regnante” non era quello che ebbe un travaso di bile quando Trump vinse le elezioni proprio contro la Clinton?
      Per la proprietà transitiva viene spontaneo associarli insieme come adoratori di un qualcosa di diabolico!
      24 aprile 2019 08:06
      Catholicus ha detto…
      @ Angelo : credo che lei abbia colto nel segno, caro Angelo. La palese insofferenza del cd VdR per NSGC nel SS.mo Sacramento, per l’Immacolata (odio ancestrale per i frati e le suore Francescani/e dell’Immacolata, come manifestò loro “apertis verbis” tempo fa), per tutto ciò che sa di cattolico, porta inevitabilmente a questa conclusione. Poi, si sa, i massoni adorano il G.A.D.U.,cioè Lucifero; quindi, se 2+2 fad ancora 4 (ma temo che negheranno anche questo…).

  • Mazzarino ha detto:

    Adoratori della Pasqua ? Mi piace! Chiarisce perfettamente chi siamo noi cattolici. Noi crediamo nel Sacrifico Eucaristico, nel sacrificio e nella sofferenza salvifici di Cristo DIO nel Vernerdì Santo, nella Sua Resurrezione Anima e Corpo. Obama e Clinton, grandi elettori di Bergoglio, così come i vertici dei poteri Onu ed Europei sembrano invece fedeli adoratori di Satana. Si sono proprio messi tutti d’accordo, anche Mattarella evita accuratamente la parola cristiani così come i sottocoda di Bergoglio non nominano la parola musulmani quando questi ammazzano e fanno stragi. E’ chiaro che l’aggettivo cristiano dovrà essere usato solo per i cristiani che non credono al sacrificio salvifico e cioè le sette protestanti una delle quali, grazie al dio non cattolico di Bergoglio, è diventata la chiesa ex cattolica. La persecuzione cattolica grazie al satana democratico americano omosessualista è generalizzata e globale. I compagni vaticani di merende democratiche, in cambio dell’insediamento di Bergoglio, hanno venduto subito le tre bianchezze: Maria Assunta ed Immacolata, la presenza reale eucaristica e il papato. Hanno dato qualche anno a Bergoglio per distruggere il cuore del cattolicesimo: la Settimana Santa. Così la Chiesa ex cattolica, nuova coop, ed importante (ed innocua) setta protestante, potrà ricevere meritatamente la rendita giornaliera prevista da Soros per ogni “migrante” che occuperà l’Europa e ne distruggerà le odiate radici cristiane, imbarazzanti vestigia medievali preluterane. Se non si costituirà un solido blocco di Stati Europei disposti militarmente a difendere i cattolici, occorerà pensare ed organizzare la difesa a livello di intelligence e di task force di intervento planetario. E contestualmente prepararsi ad ad eleggere, in pectore, un vero Papa Cattolico non appena BXVI ci lascerà.

  • giulia anna meloni ha detto:

    appello ai cardinali,di don Elia
    http://lascuredielia.blogspot.com/

  • Alessandro ha detto:

    Caro dott. Tosatti, insieme all’attentato terroristico suscita veramente sgomento e rabbia questo terrorismo strisciante massonico, che loschi figuri (Obama e la Clinton in testa) portano avanti con l’aiuto del falso profeta per il dissolvimento del Cristianesimo. E’ la schiera degli adoratori del G.A.D.U. (Grande Architetto dell’Universo) che come ben sa chi è Gran Maestro di 33esimo livello altro non è che Lucifero. Eppure, caro Tosatti, io mi sto convincendo di un fatto, ed invito tutti quelli che leggono a smentirmi: che c’è una maggioranza silenziosa che è rimasta saldamente ancorata a Cristo, ed anzi oppressa dalla persecuzione del falso profeta (Bergoglio) silenziosamente, senza che la Loggia lo sospettasse minimamente, ha radicalizzato la sua appartenenza al Divino Redentore. Io sono uno di quelli: ho cessato di andare a Messa perché quella è messa di eretici, ipocriti e venduti, ma appartengo totalmente a Cristo. E come me molti che leggo qui sopra ed in altri siti. E’ la brace che cova sotto le ceneri della chiesa dissolta, che attende, attende. E come una reazione chimica, questa brace per tornare fuoco che divampa ha bisogno di un catalizzatore, che verrà. Uno che con l’autorità che gli conferisce Dio si porrà alla testa di tutti costoro e preparerà la strada a Cristo. Cordialissimi saluti, a lei caro direttore e a tutti voi, affezionati di SC

    • Luca antonio ha detto:

      Scusami Alessandro ma credo che non accostandoti piu’ all’Eucarestia ti privi di una forza essenziale per far fronte alle tenebre che avvolgono il mondo. Due sono i pilastri che tengono ancora su la volta celeste: il sacrificio eucaristico e la Santissima Madre, ultima avvocata.
      Non rinunciare al pane celeste-per quanto sia d’accordo conte sullo stato pietoso della chiesa-, cerca di accostarti al Suo corpo e sangue piu ‘ spesso, recita quando puoi il Rosario. A me queste due cose hanno cambiato la vita. Prova.

    • Catholicus ha detto:

      Caro Alessandro, il tuo post mi ha commosso; superfluo aggiungere che mi ci riconosco pienamente, e ad ESO mi associo al 100%. Rimaniamo stretti a Gesù e Maria SS.ma e lasciamo questo clero adoratore FI Satana al suo inevitabile destino. Una raccomandazione: cerchiamo di sottrarre dalle grinfie di questi sicari di Lucifero i nostri cari, parenti, amici e conoscenti. Christus Vincitore !

    • Anima smarrita ha detto:

      Con lei, Alessandro, aspetto con ansia quel “catalizzatore” che venga a riattizzare il fuoco della brace. Che il Dio della speranza esaudisca le nostre preghiere!

  • Andrea ha detto:

    Questo profumo di innovativa cooperazione mondana (la Chiesa sociale e aperta) è inebriante e anche i più legati alla dottrina non riescono a sottrarsi del tutto. Da un lato c’è la verità spirituale che comporta sospensioni, scomuniche… dall’altro c’è il discernimento del compromesso: “celebro una cum Bergoglio, mantengo il posto non rischiando scomuniche e, facendo bene attenzione alle parole che uso, cerco di continuare a predicare la verità del vangelo nel mio giardino, aspettando che passi la nottata. Se in altre parrocchie le anime sono in balia di sacerdoti ormai apostati, pazienza, Dio provvederá in qualche modo”. Non si rendono conto di fare il gioco del diavolo. Ma quando meno se lo aspettano questi busserà anche alla loro più sperduta parrocchia. E dopo tanto tragitto percorso lentamente insieme allo zoppo sapranno fuggire a gambe levate? Bergoglio è a servizio di élite massoniche e mondialiste, sposa il pensiero della supremazia della ragione umana a dispetto della sapienza Divina. Pronuncia Cristo quel minimo che gli occorre per proseguire i progetti mondani, ma non è sottomesso alla verità spirituale. Agisce in netto e totale contrasto con l’insegnamento: “chi perderà la sua vita (terrena) per causa mia la troverá (vita eterna)”. Al contrario il suo pontificato è stato ed è esplicitamente all’insegna di: cercare di salvare la vita (terrena) ad ogni costo promuovendo la pace universale, l’ecumenismo, il dialogo, mettendo in secondo piano il primato assoluto del Verbo. Qualcuno dice che è teologicamente ignorante, ma tutt’altro, sembra dotato di un’oscura sapienza e di una gran capacità di saper confondere le menti mescolando il sentimento cristiano con quello umano. I suoi sguardi addolorati, quando parla delle tragedie terrene, seducono e attirano poichè siamo soggetti alla commozione e non è certo un male. Ma quando sarebbe il momento di andare alle cause di ciò, quando è il momento di accusare il peccato, di professare la fede e proclamare l’unica via indicata da Gesù ecco che lo sguardo da addolorato si trasforma in filosofico e la bocca inizia a snocciolare la soluzione umanista: mai una sillaba più alta di quanto farebbe un politico, un attivista, un filantropo. Sicchè lo spettatore rimane spesso spiazzato, avvilito; Bergoglio ha gran capacità di nascondere il trascendente tanto che l’uomo si incupisce e si sente sempre più chiamato a rispondere al dolore del mondo attraverso i suoi modi poichè quelli Divini paiono sempre più “arcaici, inadatti, divisivi, fallimentari”. Quindi il bivio: meglio morire in Cristo (che non ci ha lasciato neanche un videotestamento della sua esistenza…) O meglio vivere qui, ora, creandoci noi le basi spirituali per una “civile convivenza universale”? Chi non si aggrappa con tutte le sue forze a Dio, me compreso, non potrà sfuggire a questa seduzione finale. Se l’uomo non accetta di essere peccatore la superbia lo renderá schiavo del suo agire perverso. E Bergoglio non insiste sul farci accettare la nostra condizione (e per nostra intendo tutti gli uomini, islamici ed immigrati compresi). Cerca di volta in volta di influenzare determinate fasce di popolazioni a seconda di ciò che vuole ottenere. Sempre in un ottica esclusivamente orizzontale e terrena. Se agisca consapevolmente o sia a sua volta accecato io non so. Ma dalla sua bocca esce l’inganno. E non si può star zitti in eterno.

  • Donna ha detto:

    Ci hanno, e dico “ci”perché essendo cristiana, riguarda anche me, “Adoratori della Pasqua”, potevano dire “Adoratori di Cristo”, ma si sa che solo nominare il nome di Dio ,per chi serve un altro padrone, non è possibile.
    La vera lotta è sul piano spirituale, la politica è uno degli strumenti che definisce più chiaramente chi sta da una parte e chi dall’altra.
    E se il vero nemico per loro è Cristo, allora la loro logica potrebbe essere, almeno momentaneamente, quella di sempre “Il nemico del mio nemico è mio amico”.

  • Ángel Manuel González Fernández ha detto:

    Caro Direttore:
    Il Nuovo Ordine Mondiale continua eliminando ostacoli di forma intelligente.
    Primo affrontò alla Germania di Hitler contro l’Unione Sovietica di Stalin.
    Poi affrontò all’Unione Sovietica contro l’Europa, e il risultato è stato che tanto l’Unione Sovietica convertita in Russia ed Europa hanno perso: Rusía ha perso territorio ed Europa morale.
    Ora il NOM dirige la guerra “religiosa” affrontando a fanatici dell’islam sciiti contro suniti e suniti contro sciiti, e fanatici dell’islam contro il cristianesimo.
    L’ultimo obiettivo del NOM comando per l’Anticristo è eliminare all’islam che sarà l’ultimo e il suo unico ostacolo per impiantare il Nuovo Ordine Mondiale.
    Saluti.

    Estimado Director:
    El Nuevo Orden Mundial va eliminando obstáculos de forma inteligente.
    Primero enfrentó a la Alemania de Hitler contra la Unión Soviética de Stalin.
    Después enfrentó a la Unión Soviética contra Europa, y el resultado ha sido que tanto la Unión Soviética convertida en Rusia y Europa han perdido: Rusía ha perdido territorio y Europa moral.
    Ahora el NOM dirige la guerra “religiosa” enfrentando a fanáticos del islam chiítas contra sunnitas y sunnitas contra chiíes, y fanáticos del islam contra el cristianismo.
    El último objetivo del NOM mandado por el Anticristo es eliminar al islam que será el último y su único obstáculo para implantar el Nuevo Orden Mundial.

    • Luca antonio ha detto:

      Interessante commento. Per tanto tempo mi sono chiesto come mai Dio abbia ritento opportuno inviare un ultimo messaggero al mondo dopo Gesu’ Cristo. Forse sapeva che satana avrebbe distorto il messaggio d Cristo -tutti gli abomini degli ultimi due secoli sono stati perpretati in nome della liberte’ , fraternite’ , egalite’ e la stesso culto massonico luciferino si ammanta di queste simbologie- facendo cadere di fatto il primo comandamento e di conseguenza tutti gli altri. Islam significa sottomissione e forse rappresenta l’ultimo baluardo contro quel culto dell’ uomo che si mette al posto di Dio preannunciato da san Paolo nella seconda ai Tessalonicesi, portando il mondo-attraverso una “scienza” totalmente asservita al denaro e ormai fuori controllo- all’ apocalisse.
      Ultima considerazione: il NOM, come ogni potere che voglia legittimare “lo stato d’eccezione” , ha bisogno di un nemico, reale o, come in questo caso, inventato. L’ Isis e’ una creatura voluta e finanziata dagli stessi burattinai del NOM sfruttando, anche, la divisione millenaria tra sunniti e sciiti; il che spiega perche’ l’occidente progressista sia alleato con la medievale monarchia saudita e l’ I’ Iran sciita sia il nemico n. 1.

      • Diana ha detto:

        Dio non ha inviato nessuno dopo essersi incarnato, la Rivelazione si è chiusa con gli Atti. Gesù Cristo è l’alfa e l’omega, il Logos eterno del Padre. Certamente per divina permissione molti popoli sono tornati al paganesimo mentre per secoli dopo Pentecoste la luce di Cristo si era diffusa ovunque conquistando quelli che dimorano nelle tenebre, questo sì è un mistero. Ma non prendiamo per buona la storia della dettatura del corano, non semplifichiamo grossolanamente in stile CVII pensando che i musulmani adorino il vero Dio. Il NT dice chiaramente che chi nega la divinità di Cristo è un Anticristo ed ecco “molti Anticristi sono apparsi”.

  • Ángel Manuel González Fernández ha detto:

    Caro Direttore:
    Patto della Cina comunista con la Chiesa del profetizzato “Pastore stolto e Falso profeta” Francesco.
    Statues of Martyred Catholic Saints Removed by Authorities in Hebei:
    https://bitterwinter.org/statues-of-martyred-catholic-saints-removed-by-authorities-in-hebei/