RVC: VEDIAMO CIÒ CHE ACCADE E SIAMO SGOMENTI. MA A PASQUA DOBBIAMO SPERARE. IL PARACLITO SA COME AGIRE.

21 Aprile 2019 Pubblicato da --

Marco Tosatti

Carissimi Stilumcuriali, nemici e amici di StIlum Curiae, troll fissi, viandanti occasionali, Buona Pasqua. Romana Vulneratus Curia ci ha voluto inviare un messaggio di speranza; e venendo da lui, di cui conosciamo la lucida capacità di osservare le cose del mondo e della Chiesa, non è poco…

 

Θ Θ Θ

“Caro dottor Tosatti, santa Pasqua anzitutto. Leggendo Stilum Curiae di stamattina, riferito alla via Crucis, ho letto nei commenti dei suoi lettori tanto smarrimento e pessimismo (per esempio PG, Ubimajor…). Mi permette di tentare una riflessione di ottimismo cristiano?

Ieri sera chi ha partecipato alla liturgia della Veglia pasquale ha notato che all’inizio la chiesa era immersa nella oscurità totale.

Questo buio è l’immagine delle tenebre in cui si troverebbe l’umanità senza Cristo, senza la sua Resurrezione.

Dopo, il celebrante accende il cero pasquale (che simboleggia Cristo) e proclama la luce del Cristo risorto che disperde le tenebre che agitano lo spirito. E questa luce è la Chiesa che la diffonde su tutta la terra, perché la Resurrezione di Cristo ci invita ad essere noi luce e portarla agli altri, restando uniti al Signore e mettendolo nelle viscere di ogni realtà umana. Perché la nostra missione di cristiani è quella di proclamare la regalità di Cristo annunciandola con le parole e le opere.

Vediamo però che ciò non sta avvenendo e siamo sgomenti.. Noi non capiamo appieno perché in questo pontificato succedano queste cose, c’è chi ha capito tutto e chi niente. Non mi sogno di paragonare i responsabili di questo pontificato a chi non riconobbe subito il Risorto, come la stessa Maria Maddalena o i discepoli di Emmaus , so che tra poco verrà lo Spirito Santo nel giorno di Pentecoste, fuoco che purifica ed illumina facendo comprendere la vera dottrina di Cristo, – lavando ciò che è sordido, bagnando ciò che è arido, scaldando ciò che è gelido, raddrizzando ciò che sviato –…

Confidiamo oggi nello Spirito Santo , il Paraclito sa come agire. Santa Pasqua.

RVC “.



Oggi è il 235° giorno in cui il pontefice regnante non ha, ancora, risposto.

Quando ha saputo che McCarrick era un un uomo perverso, un predatore omosessuale seriale?

È vero o non è vero che mons. Viganò l’ha avvertita il 23 giugno 2013?

Joseph Fessio, sj: “Sia un uomo. Si alzi in piedi, e risponda”.


Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa” fino a quando non fu troppo molesto.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina


 LIBRI DI MARCO TOSATTI

Se siete interessati a un libro, cliccate sul titolo….


Viganò e il Papa


FATIMA, IL SEGRETO NON SVELATO E IL FUTURO DELLA CHIESA

  SANTI INDEMONIATI: CASI STRAORDINARI DI POSSESSIONE

  PADRE PIO CONTRO SATANA. LA BATTAGLIA FINALE

  Padre Pío contra Satanás

La vera storia del Mussa Dagh

Mussa Dagh. Gli eroi traditi

Padre Amorth. Memorie di un esorcista.

Inchiesta sul demonio.

Tag: , ,

Categoria:

Questo articolo è stato scritto da wp_7512482

28 commenti

  • scarpe grosse ha detto:

    Pota se per andà ‘n Paradis, se po’ ‘l gh’è , perché col Papa de ades a l’è mia sicur che ‘l ghe sies,me ocor de ciapà la laurea , mé so zamò taiat foera. Mè de chei laur lè ghe capesse nagota. Per mé ol Signur l’è ol fioeul del Padrfeterno, che ‘l s’è fat om per circà de faga capì argota a notre gnurancc. Se de no so mia mé. I è tute ciacole .

  • IM ha detto:

    In occasione della denuncia di Viganò si disse che un personaggio facoltoso elargiva somme cospicue di denaro e promesse di brillanti carriere a prelati di rilievo nella gerarchia ecclesiastica se accoglievano e promuovevano in America la propaganda elettorale di Bergoglio. Il gotha della massoneria ecclesiastica intanto pianificava negli incontri di san Gallo la stessa cosa. Per quanto mi risulta lo Spirito Santo illumina e guida chi si apre alla sua azione con la giusta predisposizione. Quindi, se i cardinali son hanno fatto una scelta libera ma condizionata nel Conclave, non mi si venga a dire che il papa viene eletto ed opera sotto la guida dello Spirito Santo. Cosa più si aspetta? Quanti cardinali sanno queste cose e possono testimoniarle ma non lo fanno? Basterebbe che alcuni di loro parlassero per far destituire per nomina illegittima Bergoglio. Temono forse di rimanere senza stipendio ora che sono abituati a condurre un tenore di vita invidiabile? Nella Scrittura è detto che quando il popolo si allontana da Dio Egli lo lascia in balia del suo peccato finché questo non si pente. Se il nostro buonismo ha permesso alla massoneria ecclesiastica di prendere il potere assoluto (ed oggi anche numerico grazie alle nomine di personaggi inquietanti per le loro malefatte come nuovi porporati scelti da Bergoglio) senza opporci, cosa pretendiamo? Piangiamo piuttosto per le nostre gravissime omissioni e preghiamo che chi deve parlare parli! Allora sì che si permette allo Spirito Santo di agire davvero!

  • Astore da Cerquapalmata ha detto:

    Senza voler mancare di rispetto al Papa: considerando che lui stesso ha ammesso che in Argentina si è fatto curare per sei mesi da una psicologa, vista la sua stravaganza senza senso, come nel prostrarsi ai piedi di un capo di stato, vista l’insistenza contro ogni ragionevolezza a considerare l’Islam una religione di pace esattamente come il Cristianesimo, considerata anche l’ossessione cocciuta e fanatica nel parlare dell’immigrazione a discapito di aborto, morale coniugale e spiritualità cristiana, sono perplesso.
    Non voglio dire che non sa sano di mente, sia chiaro, ma a livello psicologico è veramente strano. Mi sembra un po’ alterato

  • IM ha detto:

    Ma gli attentatori dello Sry Lanka sono fondamentalisti bergogliani?

    • deutero.amedeo ha detto:

      Ufficialmente fino a questo momento il Vaticano non ha reso pubblico niente salvo queste poche parole dette dal Santo Padre alla benedizione di mezzogiorno.
      –Cari fratelli e sorelle,
      ho appreso con tristezza e dolore la notizia dei gravi attentati che, proprio oggi, giorno di Pasqua, hanno portato lutto e dolore in alcune chiese e altri luoghi di ritrovo dello Sri Lanka. Desidero manifestare la mia affettuosa vicinanza alla comunità cristiana, colpita mentre era raccolta in preghiera, e a tutte le vittime di così crudele violenza. Affido al Signore quanti sono tragicamente scomparsi e prego per i feriti e tutti coloro che soffrono a causa di questo drammatico evento.–
      Mi pare il minimo che S.S. potesse dire.

      • deutero.amedeo ha detto:

        Ovviamente nessuna parola di condanna per gli attentatori, perché in fondo si tratta di un drammatico evento. Come un’alluvione o uno smottamento, insomma. Un puro caso.

        • Davide ha detto:

          Erano islamici, meglio non mettere troppo sale sulla piaga.
          Fossero stati cristiano, si sarebbe scaglato come un leoone contro il fondamemtalismo religios.

  • Anima smarrita ha detto:

    Veni, Sancte Spititus! Ma, Ti prego e perdonami, che sia proprio Tu, quello vero della Trinità, non quello che abbiamo tutti creduto avesse ispirato i cardinali durante l’ultimo conclave, salvo poi essere stati messi a conoscenza da vari retroscena di un’operazione non proprio ortodossa.
    Però il pontefice regnante, che si sente investito di poteri supremi – pur ostentando falsa modestia ed umiltà – con parole ed opere, vuole convincerci che: lo Spirito me lo ha dato (= il papato) e guai a chi me lo tocca.
    Rinnovo gli auguri a chi non mi avesse letto prima.

  • Natan ha detto:

    Ma non secondo i tempi degli uomini caro RVC. Quindi per adesso e per i prossimi anni possiamo star certi che nulla accadrà per risollevare la situazione. Dopotutto, il popolo ebreo Dio lo fece errare per quaranta anni e dal 2013 ne sono passati solo 6 scarsi. Ne rimangono 34. A voglia di distruggere . Siamo solo all’inizio. Spero di morire cattolico.

    • RVC ha detto:

      CORAGGIO NATAN, ATTENDA ANCHE LEI LA PENTECOSTE. . DOPO LA MORTE DI CRISTO I DISCEPOLI ERANO SMARRITI, CONFUSI, IMPAURITI. SOLO DOPO LA DISCESA DELLO SPIRITO SANTO DIVENNERO EROICI ,MARTIRI, CONFESSORI, EVANGELIZZATORI…

    • fox ha detto:

      morire cattolico era la speranza anche di SanPaolo , e ci riuscì , riuscì a conservare la fede , nonostante tutto….

  • FABRIZIO GRASSONE ha detto:

    Pur non essendo io un grande fun di Papa Francesco, mi chiedo cosa ci sia stato di così sbagliato nella Via Crucis del Venerdì Santo.
    Non mi pare si sia parlato solo di migranti.
    Le intenzioni, chiamiamole sociali, sono un paradigma classico delle Vie Crucis, almeno da metà 900 in avanti.
    Di per sé non ci trovo nulla di sbagliato.
    La Veglia Pasquale poi..è stata molto intensa e sacra.
    Quasi tutta in latino se per questo.
    Va bene muovere critiche..ma quando hanno un senso.

    Buona Santa Pasqua

    • Il veritiero ha detto:

      La via crucis del venerdì santo è la storia in 14 tappe della passione di Cristo, quindi si presume che si parli almeno per 1 minuti di Cristo, inveve di Cristo non è mai stato parlato nemmeno per 30 secondi.
      Inveve è stata fatta una persuasione psicologica sui migranti, una specie di messaggio subliminale continuo per 1 ora sui migranti e di Gesù Cristo nemmeno l’ombra E nemmeno una parola.
      Colui che era il protagonista è scomparso, nemmeno messo in secondo piano, ma proprio scomparso.

    • Lucis ha detto:

      Ha ragione, non è da oggi che si sposta l’attenzione da Cristo ai problemi sociali, passando da una visione teologica e mistica della passione del Redentore, a una visione sociologica. Adesso si è arrivati alla saturazione.SI, si celebra una via crucis, ma è la via crucis dei due ladroni, non quella di Cristo.
      Mi viene in mente una frase di ua canzone di de Andrè: Guarda la fine di quel Nazareno… ma un ladro non muore di meno.
      Il problema è che ormai la passione di Cristo è stata svuotata di ogni significato, ridotta a puro pretesto per parlare d’altro. Il cristianesimo è morto.

  • Nat ha detto:

    Lo Spirito Santo… Lo invochiamo e attendiamo tutti con fede speranza e carità.
    Basta che non venga ridotto, come nel “Credo” proclamato in qualche parrocchia a milanese, all'”Eterno Migrante”.

    • RVC ha detto:

      PROVI AD ANDARE A RILEGGERE I PECCATI CONTRO LO SPIRITO SANTO. NEL CATECHISMO DI PIO X , ALMENO QUESTI DUE : .
      – IMPUGNARE LA VERITA’ CONOSCIUTA
      – PRESUNZIONE DI SALVARSI SENZA MERITO

    • ubimajor ha detto:

      Nat, le ricordo che paragonare lo Spirito Santo al migrante è una bestemmia :
      «Perciò io vi dico: ogni peccato e (ogni) bestemmia sarà perdonata agli uomini; ma la bestemmia contro lo Spirito non sarà perdonata. A chiunque parli contro il Figlio dell’uomo, sarà perdonato; ma chi parla contro lo Spirito Santo, non sarà perdonato né in questo mondo né in quello futuro.

      Mt 12, 32

      • Giovanni ha detto:

        Leggendo tutto il capitolo 12 di Matteo ci si può accorgere che Gesù cita la frase di un profeta: “misericordia voglio e non sacrificio”. Poi guarisce e fa del bene a tanta gente anche nel giorno festivo.Ma i suoi avversari dicono che Gesù opera d’accordo col diavolo. Per Gesù la bestemmia contro lo Spirito
        è quella di dire che Lui o chiunque fa il bene lo fa per opera
        del diavolo e non perchè porta l’amore e la grazia di Dio.

        • ubimajor ha detto:

          giovanni, giovannni, la maestra non ti ha mai detto di ascoltare la domanda e capirla prima di dare la risposta ?

        • hullallah ! ha detto:

          scusi Giovanni, mi potrebbe dare il nome della scuola di teologia per corrispondenza che lei frequenta ?

  • Alessandro ha detto:

    Oggi è Pasqua ma Gesù attende ancora nella tomba. Risorgerà? Sì, molto presto, per guidare le pecore che lo seguono e lo amano in silenzio, e che attendano che venga un pastore che CON L’AUTORITA’ CHE VIENE DALL’ALTO prenda il pastorale in mano e cacci i lupi dal Vaticano. Perché l’opera del falso profeta dall’argentina e di tutti i sacerdoti traditori è grave, ma è pur sempre umana. Per di più guidata da Satana, uno che è morto e che quindi non può dare la vita a quello che fa.
    Non dimentichiamolo, nella profezia sui Papo di S. Malachia, profezia accreditata dalla Chiesa, Bergoglio NON E’ NEPPURE NOMINATO: il penultimo Papa, “Gloria Olivae”, è Benedetto XVI. Attendiamo il pastore che verrà dopo la sua morte, suo successore con l’autorità che gli verrà dall’alto. Una buona Pasqua a lei dott. Tosatti, e a tutti voi, amici che credete ancora in Cristo.

    • Anima smarrita ha detto:

      In un’intervista recente a Jordi Evole per un’emittente spagnola, andata in onda ai primi di questo mese, fra l’altro ha con insistenza ripetuto: devo pulire, pulire, pulire il Vaticano.
      Ma non era stato questo uno degli impegni assunti solennemente all’inizio del pontificato, sei anni fa? Ricordo che addirittura durante uno dei primi Angelus denunciò “la corruzione in Vaticano”. E siamo ancora a questo punto, dopo che … ha “scartato” (lui che tuona contro la “cultura dello scarto”) alcuni malcapitati… sotto la sua mannaia? E chissà in quanti si saranno convinti, dopo averne letto di ogni su organi di stampa, che fossero quelli i… “corrotti”!!!
      Non sono questi esattamente argomento e ricordo piacevoli per un giorno di festa, quale è la Pasqua. È stato difficile per me trattenermi dal rispondere…, vogliate scusarmi.
      Comunque, credo – per averlo sperimentato – nell’amore di Dio, che mi aiuta a sperare.

      • youcan ha detto:

        FORSE INTENDEVA : …. DEVO PULIRE , RIPULIRE IL VATICANO , SPAZZANDO VIA TUTTI QUEI FARISERI TRADIZIONALISTI CONSERVATORI BACIAPILE BIGOTTI E CODINI… E PURE UN P0′ FASCISTI SOVRANISTI ANTIMMIGRAZIONISTI E ANTIAMBIENTALISTI ….

        • deutero.amedeo ha detto:

          Youcan, ha dimenticato i profanatori del tempio e i cialtroni e tutto il vecchiume incartapecorito che tira a campare idolatrando il Miserando. Ma li guardi in faccia nei filmati delle celebrazioni liturgiche presiedute da lui e si domandi: ma che ci sta a fare tutta quella gente nella CHIESA ?

    • Anonima ha detto:

      Gesù non attende ancora nella tomba, Gesù è veramente risorto. E ha squarciato le tenebre dell’ignoranza, dell’incredulità, del paganesimo che si traveste da cristianesimo in sintonia coi tempi; Gesù è risorto perché da tutto questo ciarpame riusciamo a liberarci e a guardare la vita con una prospettiva nuova, nuova, ma non moderna, né tanto meno progressista; nuova perché capace di mettere finalmente Lui davanti a tutte le cose, ad ogni azione, pensiero, decisione. Lui prima di tutto, come dice il tanto criticato Benedetto. E allora né migranti, né Salvini, né muri, né chiusure, né scarti, né tutta la serie di termini detti e stradetti e ripetuti a pappagallo per adulare il capo verranno scandalosamente e oltraggiosamente usati persino nel corso della Via Crucis più tragica di sempre che davvero ha rinnovato a Cristo i dolori della Sua Passione. Verrà a breve lo Spirito Santo tentando di illuminare le menti così traviate e offuscate dal male, ma se nemmeno riconosciamo che Cristo è veramente risorto, sarà una venuta inutile. Dobbiamo essere molto più docili e umili pure. “Sugnu un verme de la terra” diceva nella sua umiltà Natuzza Evolo. Prendiamone esempio.
      Buona Pasqua a tutti.

  • Adriana ha detto:

    A me pare che sia una Pasqua di sangue…almeno a Ceylon .
    Forse non hanno ” aperto le porte ” a sufficienza ….