ROMA: STRANO DOCUMENTO SUL TRIDUO. POSSONO CELEBRARLO SOLO LE PARROCCHIE. ALTRE CHIESE, NO.

16 Aprile 2019 Pubblicato da --

Marco Tosatti

Uno strano documento, un’imposizione che modifica la situazione esistente è stato emanato dal Consiglio Episcopale del Vicariato di Roma. Ce ne ha scritto un sacerdote della diocesi, colpito dalla disposizione. Ecco la sua lettera:

“Buon giorno sig. Tosatti.

Segnalo un documento che ha suscitato il mio interesse, pubblicato dall’ufficio liturgico del Vicariato di Roma a nome del Consiglio Episcopale della Diocesi di Roma e indirizzato ai sacerdoti dell’Urbe.

Il documento limita le azioni del Triduo nelle chiese non parrocchiali “ai soli casi di vera necessità pastorale, da sottoporre al giudizio del Vescovo ausiliare di settore e previo il suo consenso” (cf. p. 5).

Alcune considerazioni:

1)        Il documento non risulta essere autentico in quanto mancano sia la firma che la data di pubblicazione;

2)        Il documento vorrebbe essere un decreto generale esecutivo in quanto per mezzo di esso “Il Consiglio Episcopale della Diocesi di Roma ha ritenuto CONFERMARE E STABILIRE” diverse disposizioni, oltre che “REVOCARE TUTTI I PERMESSI ACCORDATI IN PRECEDENZA”. Di fatto, tuttavia, esso contiene disposizioni contrarie alle leggi universali, e quindi sono prive di valore a norma del can. 33 §1.

A p. 6, infatti, è scritto: “Non è ammissibile la doppia celebrazione del Triduo pasquale, o di parte di esso, all’interno della stessa comunità parrocchiale”. Quindi, non potendosi celebrare il Triduo in chiese non parrocchiali e non potendosi svolgersi una funzione distinta da quella prevista in parrocchia, i sacerdoti sono obbligati a concelebrare il giovedì santo nella SS. Messa in Coena Domini e nella veglia pasquale. Ciò, però, va contro il can. 902 del CIC, secondo il quale il sacerdote può celebrare l’Eucarestia in modo individuale.

3)        Infine, il documento sembra ledere i diritti dei religiosi. Per tutelare la giusta autonomia di vita delle case degli Istituti di Vita Consacrata (cf. can. 586), il CIC concede il diritto di esercitare il ministero sacro nelle chiese annesse alle case religiose degli Istituti clericali di cui al can. 611 n. 3.

È vero che il documento non esclude la possibilità di ricorrere alla bontà del giudizio del Vescovo ausiliare di settore, ma la difficoltà che sorge da esso sta a monte, cioè nel fatto stesso di essere stato posto”.

Siamo rimasti incuriositi, e abbiamo chiesto a un sacerdote nostro amico – essendo per chi scrive un terreno sdrucciolevole – di spiegare che cosa cambia rispetto alla Pasqua del 2018.

Ci ha detto che rispetto all’anno scorso, i sacerdoti non possono celebrare nella chiesa in cui officiano abitualmente,  a meno che non si tratti di una chiesa parrocchiale.

Chi cura i fedeli in una basilica, o in un santuario, o in un oratorio o in chiese di altro genere, non potrà celebrare il triduo a meno che non abbia ricevuto una dispensa.  Per esempio, nel caso di ordini religiosi: i frati che curano chiese non parrocchiali,  o addirittura delle basiliche minori, come potrebbe essere la chiesa di S. Antonio (in via Merulana) non potrebbero, senza un dispensa, celebrare il Triduo lì. Dispensa che ha ottenuto S. Maria Maggiore .

Chi vorrà assistere al Triduo nel Vetus Ordo potrà partecipare solamente alle funzioni che si svolgeranno alla  chiesa della Trinità dei pellegrini, che è parrocchia. L’amico sacerdote non si ricordava di altre chiese in cui si celebra il Vetus Ordo che siano parrocchie nella capitale.

Quindi comunità e altre situazioni che non dispongono di una parrocchia saranno obbligate a convogliare i loro fedeli altrove.

Se, ovviamente, questi accetteranno di essere convogliati…

Comunque l’impressione che si riceve dall’esterno è quella di un desiderio di limitare l’accesso al sacro per i fedeli, in un momento in cui forse invece sarebbe necessario aprire quante più occasioni possibili.



Oggi è il 232° giorno in cui il pontefice regnante non ha, ancora, risposto.

Quando ha saputo che McCarrick era un un uomo perverso, un predatore omosessuale seriale?

È vero o non è vero che mons. Viganò l’ha avvertita il 23 giugno 2013?

Joseph Fessio, sj: “Sia un uomo. Si alzi in piedi, e risponda”.


Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa” fino a quando non fu troppo molesto.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina


Libri di Marco Tosatti

Se siete interessati a un libro, cliccate sul titolo….


Viganò e il Papa


FATIMA, IL SEGRETO NON SVELATO E IL FUTURO DELLA CHIESA

  SANTI INDEMONIATI: CASI STRAORDINARI DI POSSESSIONE

  PADRE PIO CONTRO SATANA. LA BATTAGLIA FINALE

  Padre Pío contra Satanás

La vera storia del Mussa Dagh

Mussa Dagh. Gli eroi traditi

Padre Amorth. Memorie di un esorcista.

Inchiesta sul demonio.

 

.

Tag: , ,

Categoria:

Questo articolo è stato scritto da wp_7512482

67 commenti

  • Rafael Brotero ha detto:

    Riconoscere come vero Papa il rotariano argentino é distruggere il papato e con lui la Chiesa. Il vero Papa é Benedetto XVI, invalidamente deposto. C’e’ contraddizione tra Berggy e Cattolicesimo. Se vince lui, la Chiesa perde; se vince la Chiesa, perde Berggy. Necessariamente. Ma la vittoria di Berggy é impossibile, perche’contrária alla promessa del Figlio di Dio. Il riconoscimento dell’ invalidita’ di questo antipontificato é, dunque, un futuro necessario per il fedele e, dunque, gia un presente. Viva don Minutella.

    • Il veritiero ha detto:

      Mi dispiace, ma minutella ha sbaglato troppo, ha perso troppa credibilita facendo la voce di padre pio e la voce della madonna in falsetto, poi ha esagerato troppo quando ha affermato che è stato rapito in spirito come l’apostolo San Giovanni e lo spirito lo ha portato a vedere i cardinali fate del sesso orale passivo a escort gay, oltre che Dio ha comandato al demonio di obbedire a i comandi di minutella al paragone di Gesù Cristo, non avesse fatto queste cose se ne poteva discutere, ma ormai si è giocato la credibilità.
      Poi delitto ancora più grande lui “Si è eretto a eletto di Dio, quasi autodichisrandosi papa” e nella sua sete di potere non ha annunciato l’arrivo del “vero eletto di Dio, Alessandro Di Stefano” del quale lui è a conoscenza ma che non ha mai nominato, perché in cuor suo ha desiderato per invidia il ruolo di Alessandro Di Stefano” questo è stato ancora più grave, aver nascosto la verità pur sapendola e consapevole di nasconderla.

      • Rafael Brotero ha detto:

        Cose molto piu strane si dicono dei piu grandi santi. La mistica, le locuzioni di don Minutella a me non interessano. Sono cose sulle quali bisogna aspettare la decisione della vera Chiesa. Ora, l’ importante é quello che dice, i suoi argomenti solidissimi sull’invalidita’ del falso pontificato del cardinale Jorge, il suo coraggio nella fede, unico nel clero, il suo martírio, le sue due gloriose scomuniche. Un modello per tutti, un oasi nel deserto bergogliano, una consolazione in questo tenebroso clero di monsignorine ecologiche.

  • Luigi ha detto:

    Tornando all’ argomento dell’ articolo vi invito a leggere questo:
    https://neocatecumenali.blogspot.com/2019/04/pasqua-neocatecumenale-pasqua-di.html?m=1

    • Il veritiero ha detto:

      Fratello mio, non sai io cosa ho visto invece ultimamente.
      Ho visto bambine di 15 anni fare dare la comunione ai fedeli, quando l’età minima per poterla dare sono 25 anni, poi comunque bisogna aver fatto un corso pervministro straordinario della comunione , è poi deve esserci un vero bisogno, cioè il sacerdote si può servire del ministro straordinario se ci sono 100-200 persone. Invece continuo a vedere un continuo “abuso liturgico” e con appena 50 persone si incaricato 2 ministri straordinari che non hanno fatto nemmeno il corso da ministri e il sacerdote si mette seduto. Laici che mettono le mani nei tabernacoli. ( in una chiesa, diocesi firenze) ho provato a mormorare contro questa cosa e ho subito ritorsioni abbastanza serie e poi quasi quasi hanno cercato di incolparmi che lo sbagliato ero io, ed ero troppo arretrato e tradizionalista di mentalità.
      Quelli del Rinnovamento nello spirito che fanno i trenini brasiliani di capodanno davanti al santissimo esposto ( queli RNS hanno alcune cose buone, non sono fa condannare. Però tuttavia di sono alcune fazioni che esagerano veramente troppo fino ad arrivare a offendere il sacro, convinti anche di avere ragione e di fare una cosa nella)
      I neocatecumeni inveve hanno di male che allontanano i ragazzi dalle chiese, perché poibiniziano a seguire il loro responsabile sempre dentro uffici, oratori, hotel e in chiesa non ci vanno più.
      LA CHIESA CATTOLICA È PIENA DI SETTE INDIPENDENTI, non è più la bella chiesa, la bella famiglia come ce l’hanno lasciata i mostri padri, come ce l’hanno lasciata i santi.
      ( infatti la chiesa cattolica è da 1 secolo che i veri santi li conta il contagocce, è sono quasi tutti fuori dalla chiesa, mentre una volta sfornata un santo dietro l’altro, gente che guariva malattie fisiche con la sua preghiera e addirittura gente che ha resistito gente morta) la chiesa cattolica non produce più santi, anzi se sei uno che hai la spiritualità giusta per diventare santo ti distruggono e ti fanno diventare ateo.

  • Nicola B. ha detto:

    Ecco una ” integrazione ” della Via Crucis con altri brani rivelati da il Giornale. Per il Veritiero. Tra le varie ” sparate” di questa Via Crucis rivelata da Libero Quotidiano che tu hai allegato, quella che più mi ha colpito è il pezzo dove parla delle ” donne nigeriane morte in mare prima di arrivare alla TERRA PROMESSA….” Capite ? Ormai siamo diventati la Terra Promessa, ovvero dove TUTTO È DOVUTO E DOVE NON SI PUÒ NEGARE L’APPRODO……Ma difatti è così. Se vi ricordate sette/otto anni fa circa arrivarono 3 o 4 ragazzotte nigeriane incinte. Un piccolissimo paesino dell’ Emilia Romagna ( mi pare) si ribellò alla loro collocazione dalle loro parti e fecero le barricate e la ebbero vinta. Una delle ragazzotte nigeriane in lacrime intervistata dichiarò che : aveva litigato con i familiari che non accettavano la gravidanza e fece la pensata di arrivare in Italia( paese sicuramente ospitale..) dove SICURAMENTE l’avrebbero accolta, dato un lavoro , una casa ed un futuro…..Ed era piangente perché non si capacitava del rifiuto delle popolazioni…..Capito ? Non si capacitava….Era tutto dovuto ….E lo credo …Allora governavano i kompagni…..Per cui il 26 Maggio difendiamo l’italia e l’Europa con il voto oppure l’italia muore insieme all’Europa.

    Migranti, Via Crucis del Papa contro i porti chiusi di Salvini
    http://www.ilgiornale.it/news/cronache/migranti-crucis-papa-contro-i-porti-chiusi-salvini-1681184.html

  • Il veritiero ha detto:

    BOOM ANTICIPAZIOME SULLA VIA CRUCIS DEL PAPA DI VENETDI SANTO: meditazioni che parlano dei migranti e dei porti chiuso. HA AVUTO IL CORAGGIO DI FARLO DAVVERO!!! io divento ortodosso, domani Vado a cercare una chiesa ortodossa 😂😂😂
    Ecco l’articolo con le anticipazioni

    https://www.liberoquotidiano.it/news/italia/13453133/vaticano-papa-francesco-via-crucis-anticipazioni-migranti-porti-chiusi-attacco-matteo-salvini.html

    • Maria Cristina ha detto:

      Per la nostra salute mentale e spirituale questo Sacro Triduo non seguiamo quello che fa o dice questo papa-attivista politico.
      Noi siamo tenuti a seguire il Papa come capo spirituale, ma se lui stessi abdica a questo ruolo preferendo fare l’ attivista politico , possiamo benissimo ignorarlo! Oggi Giovedi’ Santo e domani Venerdi’ santo non pensiamo a cio’ che fa il Papa,
      Rughiamo e se possibile partecipiamo al culto dovuto alla Santa Passione di Cristo in una chiesa con sacerdoti che ci credono ancora. Esistono ancora sacerdoti santi ! Non c’ e’ bisogno di farsi ortodossi. Solo dobbiamo rigettare con tutte le nostre forze la parte marcia della gerarchia, forse come ipotizza qualcuno la parte infiltrata dalla massoneria, che ci vuole portare non al culto di Dio ma dell’ uomo . Gia’ la Vergine Maria ci aveva avvertita che certi sacerdoti sarebbero diventati una “ cloaca di impurita’ . Non facciamoci prendere dallo sconforto! Asta NON SEGUIRE la Via crucia politica del Papa e vivere una intensa Via Crucis spirituale!

    • EquesFidus ha detto:

      Questo Papa, come pure l’odierna follia ecclesiale, passerà, ma la Chiesa resta. Gli “ortodossi” (tali non sono, poiché solo la Cattolica è ortodossa, ovvero custode della genuina Dottrina apostolica e dei Sacramenti divini) sono scismatici orientali, quindi per niente equivalenti alla Chiesa. Trovo preoccupanti tali esternazioni, ad ogni modo: se la Chiesa è messa talmente male da spingere persone, anche solo per scherzo, ad abbracciare lo scisma e l’apostasia c’è solo da inquietarsi e da dolersi.

      • Il veritiero ha detto:

        Ovviamente la mia È una battuta sarcastica, io sono cattolico e fedele a GESÙ Cristo e al suo vicario e mio santo protetto SAN PIETRO

        • EquesFidus ha detto:

          Lo avevo capito, comunque il mio duole che si scherzi in questo modo, su una cosa che 50 (o anche solo 5) anni fa non sarebbe stata neppure pensata da molti cattolici.

  • EA ha detto:

    A proposito di triduo, Bergoglio si è fatto fotografare in Piazza san Piietro con l’attivista Greta che teneva un cartello con l’invito a partecipare allo sciopero di venerdì dalle 10 alle 15.
    Ma non è l’ora nona del Venerdì santo?

    Da un papa, durante la settimana santa, mi aspetterei altri inviti per il Venerdì santo.

    Perché Bergoglio non hafatto il politico a tempo pieno?
    Del resto mi aspetto che strumentalizzi il triduo per propagandare la sua nuova religione ideologica.

  • anna maria ha detto:

    Il Triduo Pasquale è il cuore della liturgia cristiana cattolica !!! Durante il Triduo si rivivono in pienezza (come memoriale e non come puro ricordo) i grandi misteri di Cristo, attraverso i quali abbiamo ricevuto la Salvezza !!! Nessuno può negare ad un sacerdote di celebrare, con la propria Comunità, le meravigliose celebrazioni pasquali !!! Il Signore Gesù disse : “Dove due o più sono riuniti nel mio nome Io Sono in mezzo a loro” . Non ha specificato: solo in parrocchia! Tra l’altro neanche esistevano. Ma dov’è la Chiesa “in uscita” ? Oggi si celebra (sbagliando terribilmente) in spiaggia con i costumi da bagno ed i sacerdoti senza gli abiti liturgici…si celebra nei Grandi Magazzini la domenica per non scomodare i fedeli che “non hanno tempo di andare a Messa” e si cerca di “imboccarli” di un cibo che neanche desiderano… si celebra vestiti da pagliacci…e mille altre blasfemie !!! I vescovi dovrebbero essere molto attenti a ciò che davvero di grave si vive nelle proprie diocesi, a livello liturgico e non bloccare la partecipazione ai fedeli creando immense difficoltà! I veri fedeli spesso sono ” davvero fedeli” tanto che sono costretti a “scappar via” dalle parrocchie!!!

    • Alda ha detto:

      Già, i vescovi…. Sono loro il problema principale😢😢
      Abusano del loro potere, e ne fanno le spese tanti poveri sacerdoti…

      • carlone ha detto:

        Sembra invece che siano i fedeli ad aver piene le b….e di certe rappresentazioni liturgiche di coloro che sono stati ” approvati ” .

        • carlone ha detto:

          ..e tra l’ altro, sembra non vogliano ubbidire nemmeno questa volta . E poi uno dice ” il carisma” …

    • Il veritiero ha detto:

      Si, chiesa in uscita significa che siamo noi che dobbiamo uscire 😂 dobbiamo interpretarla letteralmente 😂

    • Teresatunno ha detto:

      Propio giusto, con questa chiesa non si capisce più niente, ci stanno allontanando sempre di più,i preti sono un disastro. Non lo fanno per vocazione ,ma una sistemazione di lavoro, peccato!!!!

  • giulia anna meloni ha detto:

    Gli occupanti del Vaticano stanno andando a sbattersi contro la “Pietra Angolare, saranno stritolati dalla Giustizia Divina.

  • Luisa S. ha detto:

    https://www.radiospada.org/2019/04/ultimora-notre-dame-a-fuoco/

    Non è solo Notre Dame che brucia, tutta la Francia brucia e sono fiamme infernali.

  • Luisa. S ha detto:

    https://www.radiospada.org/2019/04/ultimora-notre-dame-a-fuoco/

    Brucia Notre Dame, ma non è solo la cattedrale che brucia, tutta la Francia brucia e sono fiamme infernali.

  • anonimo verace ha detto:

    Non concordo con le visioni catastrofiche di Gianroberto Casaleggio ed anche di alcuni di voi. Quello che so per certo è che in Francia, ma anche in Italia stanno fiorendo molte nuove chiese e molti monasteri che non riconoscono l’autorità papale, ma che credono fermamente in Cristo e celebrano Divine Liturgie, settimane sante e sopratutto celebrano la Resurrezione di Cristo.

    • Gaetano2 ha detto:

      “…autorità papale” o le bizzarrie di don Ciccio?

    • Rafael Brotero ha detto:

      …molte nuove chiese e molti monasteri…
      Che bella notizia! Sarebbe possibile dare qualche nome, per favore?

    • EquesFidus ha detto:

      Coloro che non riconoscono l’autorità papale non sono cattolici ma, a norma del CV I, eretici e scismatici. Questo Papa può (deve, persino!) essere criticato, magari dopo la sua morte anche “processato” (cioè andrà gettata luce sulla validità della sua elezione e sulla liceità di ogni suo atto di governo), ma questo non autorizza a non riconoscere il primato giuridico della Sede petrina. Altrimenti, si finisce come i protestanti. Si critica troppo e si usano troppe parole a spropisito; sa cosa non si fa, invece? Pregare per la propria conversione e per gli uomini di Chiesa; digiunare e fare penitenza in riparazione all’eresia ed ai sacrilegi; frequentare la Santa Messa ed i Sacramenti.

      • Rafael Brotero ha detto:

        Riconoscere come vero Papa il rotariano argentino é distruggere il papato e con lui la Chiesa. Il vero

        • EquesFidus ha detto:

          Faccio sommessamente notare, e poi la smetto, che questi discorsi, oltre ad essere sbagliati dal punto di vista della fede, fanno il gioco dei modernisti su due fronti: primo, oggi abbiamo questo Papa, domani non più. Cosa succederà se noi cattolici per primi erodiamo (quel poco che restate de) l’autorità papale? Se anche noi ci mettiamo ad aggredire la figura del Pontefice, un cardinale appena eletto che fosse di orientamento pienamente ed autenticamente cattolico si troverebbe in maggiore difficoltà a raddrizzare il timone. Secondo, e più importante, l’adesione alla Chiesa cattolica e l’ammissione del primato della Sede apostolica non può, in alcun modo, essere rimesso all’arbitrio dei fedeli, ma è una questione giuridica da affrontare nei modi opportuni. Se ci sono ombre sulla validità di questo papato e sulla liceità di certi atti di governo, questo andrà indagato in sede rotale in modo scrupoloso ed opportuno dopo il decesso del Pontefice; a noi spetta di esercitare il retto giudizio negli ambiti di nostra pertinenza, non di essere giudici in questioni normate (o che dovrebbero essere normate) dal diritto canonico. Il nostro compito è anzitutto cercare di piacere a Dio, poi pregare e digiunare per la fine di questa tribolazione. Vogliamo fare qualcosa di sensato, di giuridicamente giusto? Non appena questo pontificato finirà, chiediamo 1) una revisione ed una critica seria del CV II; 2) che venga fatta luce sulla validità dell’elezione del Pontefice, e sulla realtà della “mafia di San Gallo”; 3) che venga scrupolosamente indagato ogni atto di governo e di Magistero di Bergoglio, per assicurarsi che sia stato in linea col Magistero dei pontefici precedenti e conforme al Magistero perenne della Chiesa; 4) che si cerchi di capire chi sono i cardinali scomunicati che hanno violato il segreto del Conclave del 2013, in modo tale che non possano eleggere o essere eletti nel prossimo Conclave. Chiedere spiegazioni, specie quando sarà il momento, e anzitutto pregare: questo è il nostro dovere come laici e come cattolici.

    • Enrico66 ha detto:

      Su Notre Dame:
      pare siano già stati raccolti (in realtà promessi) circa 600 milioni di euro per la ricostruzione.
      Mi ronza per la testa un dubbio: la ricostruiscono per dare qualcosa da vedere ai 13 milioni di turisti che ci entravano ogni anno, o la ricostruiscono per ridare una Cattedrale alla Francia e richiamare alla fede in Cristo i suoi cittadini?

      • deutero.amedeo ha detto:

        Nel suo messaggio al vescovo di Parigi il Papa ha scritto:
        –Cette catastrophe a gravement endommagé un édifice historique. Mais j’ai conscience qu’elle a aussi affecté un symbole national cher au cœur des Parisiens et des Français dans la diversité de leurs convictions–
        Se questo lo pensa il Papa, immagina gli altri…..

      • Alda ha detto:

        Io direi la prima opzione…

        • deutero.amedeo ha detto:

          Anch’io. E per fortuna il Papa non ha detto che la causa dell’incendio è il riscaldamento globale (con immancabile riferimento alla Laudato si ).

        • Enrico66 ha detto:

          Temo anche io solo la prima opzione.
          Perché,,oltre alla cattedrale, ci vorrebbe un vescovo che su quella cattedra civsi sieda e sia maestro, anche nel correggere gli errori…

  • Iginio ha detto:

    La cosa triste è che esistono tante chiese e chiesette di Roma dove da decenni o secoli si celebra regolarmente e sempre con concorso di fedeli. Stroncare queste tradizioni in nome della Parrocchia fa davvero ridere (o piangere).

    • Il veritiero ha detto:

      Infatti, la chiesa di appartenenza è prima di tutto una famiglia, una comunità.
      Oltre ai laici che collaborano ognuno nel suo piccolo alle celebrazioni o agli addobbi, c’è da considerare anche il rammarico dei sacerdoti stessi, che per loro celebrare il triduo è importante, è inveve dovranno non celebrarlo, o al massimo concelebrare nella chiesa di altri stando alle regole degli altri, mettendosi solo seduti li’ vicino senza dire una parola, quasi co e un chierichetto.
      Ma tanto noi italiani ce ne freghiamo, siamo fessi, ci tolgono il triduo dalle nostre chiese e stiamo zitti, abbiamo un pontefice illegittimo e stiamo zitti. Che ci importa, tanta stasera gioca la Juventus o la Roma, la Champions e tutto si risolve magicamente 😂 domani il problema veramente serio sarà se il rigore su Ronaldo c’era oppure no , è ci faranno trasmissioni sportive su 10 canali in contemporanea per fare l’amoviola sul gol annullato in fuorigioco 🤔 meritiamo di estinguerci.

      • Anima smarrita ha detto:

        A Il Veritiero @ 2,46 pm
        Non si è registrata alcuna reazione – da parte dei nostri rappresentanti politici ai vari livelli, senza dimenticare la grave trasgressione al dovere professionale di informare del folto esercito di giornalisti “schierati” – nemmeno alla grave accusa della “mafia made in Italia”. Ma la gente comune, che frequenta i social ha reagito e come! lo abbiamo fatto anche su questo blog.
        Lo facciamo quotidianamente, anche con attacchi vibranti, su ogni distorsione di cui veniamo a conoscenza o abbiamo sentore, e lo fanno anche tantissimi commentatori su vari siti.
        Si sono levate voci autorevoli – non tantissime per la verità – dalla galassia ecclesiale ad evidenziare storture ed obbrobri nella direzione del popolo di Dio.
        Risultati? Zero! La slavina non si arresta e noi non abbiamo alcun potere – almeno a me così pare – per porre rimedio a una deriva senza soluzione di continuità. Che potremmo fare?
        Non conosco bene quale sia il “potere” attribuito al collegio cardinalizio, che lei invoca a proposito dell’elezione di Bergoglio, in merito alla quale giorno dopo giorno ci viene “rivelato” un retroscena. E anche la violazione del segreto del conclave comporta la scomunica. Invece? Sembra che tutto sia “normale”, altro che la stranezza del documento con il quale si limita alle parrocchie la celebrazione del triduo pasquale! Innovazione proposta da e nella diocesi di Roma, di cui è vescovo il Papa. E questo spiegherà qualcosa, no? Forse uno stratagemma per alterare il dato drammatico della scarsissima partecipazione alle celebrazioni comunitarie e non far risaltare il “vuoto” (quello dei banchi vuoti nelle chiese è emblematico di un “vuoto” generalizzato).
        Ormai: una novità al giorno leva …il fastidio di torno. Io mi stupirei se assistessimo a qualcosa ” anzi d’ antico” – e non per sterile nostalgia del passato, ma per rispetto dei crismi della Tradizione.
        Tornando al collegio dei cardinali: come potrebbero affrontare temi cruciali e coordinarsi in qualche modo, se nemmeno si conoscono? È la lamentela che ho letto in varie interviste rilasciate dal card. Burke, il quale ha fatto notare che è stato abolito anche l’incontro fra i cardinali che precedeva sempre ogni concistoro.
        Pregherei preventivamente di astenersi da prevedibili, facili, offensivi e fin troppo noti commenti sulla persona del cardinale, ed eventualmente attenersi al merito della questione che ha rilevato. Grazie!
        Quanto a lei, Il Veritiero, allontani il sospetto di essere “pazzo” – o almeno non sarebbe l’unico! – lo sconforto attanaglia il cuore di un’immensa moltitudine di fedeli, ed io ne faccio parte.
        Fin d’ora, prendendo a prestito le considerazioni del card. Sarah, l’augurio: che abbia al più presto fine questo interminabile Venerdì Santo che è la crisi che attraversa la Chiesa, e la luce del Cristo Risorto illumini quel buio, che ha trasformato quella che dovrebbe essere faro di luce per le genti in “un covo di tenebre”!

      • Iginio ha detto:

        D’accordo, però evitiamo di parlare di papa illegittimo e di scrivere “l’amoviola”, come una volta alcuni scrivevano “l’aradio”…

        • Il veritiero ha detto:

          Hai ragione, quando scrivo da telefono può uscire fuori anche qualche frase araba o giapponese. Se scrivo da computer no.
          Lei sa’ la differenza vero? Autocompletamento di frasi e parole che all’ultimo secondo le ritrovi cambiate e non te ne accorgi, lo sa’ vero?
          Guardi, hanno cantato tutti quanti, prima di morire hanno voluto mettersi apposto con la coscienza davanti a Dio.
          Il cardinale dannels ( spero averlo scritto giusto )
          La mafia di San Gallo, un papa alla 5-6 votazione è ovvio che era già prestabilito e pilotato.
          Poi voi veramente ancora fate finta di credere che Benedetto xvi non ha subito pressioni psicologiche per dimettersi?
          In più anche tutti gli errori durante il conclave.
          Senza parlare delle rivelazioni private che hanno in mano e non dicono a nessuno dove Dio ha mandato un suo eletto e ha dato grandi segni per testimoniarlo e loro hanno fatto finta di niente.
          Io so’ cose che in vaticano sanno almeno in 50 ma nessuno ne parla.
          Io sono dell’opinione che questo papa sia illeggitimissimo.
          Ve lo siete scordati il fulmine che ha colpito San pietro il giorno che si è dimesso benedetto xvi?? Ma siete cristiani o siete atei??
          Bergoglio si sta opponendo a Dio con tutta la forza che può.

  • Iginio ha detto:

    Beh, Santa Maria Maggiore non dipende dal Vicariato di Roma, ma direttamente dal Vaticano, quindi fa quello che fanno in Vaticano.
    Sul resto, niente complottismi, è la solita lagna che cercano di imporre da decenni: devi andare solo in parrocchia, niente battesimi, prime comunioni o matrimoni in altre chiese ecc. ecc. Altrove (p. es. in Puglia) l’hanno imposta con cipiglio autoritario. Qui a Roma devono essere più felpati, ma ci provano sempre.
    Come se, oltretutto, l’unico clero decente fosse quello diocesano o parrocchiale.

  • Salesio ha detto:

    Gentile Tosatti, grazie di aver riportato le interessanti osservazioni del sacerdote anonimo, ben basate nel diritto canonico e nel buon senso.
    L’intenzione del Vicario, che si nasconde dietro il Consiglio Episcopale (ma un consiglio ha potere amministrativo o solo consultivo???) per vietare il triduo alle comunità, quale potrà essere?
    Purtroppo le sette sataniche e massoniche non hanno divieti per i loro tridui neri… Ce ne sono tanti, e li fanno con tanta intensità e fede… pure nera! Non era il caso di opporre una chiesa in uscita che apre tutte le chiese e promuove il culto nel modo più intenso?
    Chi è che guadagna? A me piaceva partecipare nella basilica della Minerva. Andare in parrocchia? No grazie! Cercherei qualche ambiente cattolico fuori Roma (incredibile ma vero).
    Il Vicario di Francesco, se andiamo a studiare le sue omelie, è un biblista abbastanza aggiornato… pensa, ad esempio, che la Vergine Maria non è una privilegiata (mica è l’unica preservata dalla colpa originale, assunta in cielo, Madre di Dio, e così via…), è solo una creatura unica, come ognuno di noi che nella nostra singolare specificità siamo pure unici… Ma dai! Gente così dove vorrà portare la Chiesa?
    Indebolita la fede, più forti saranno i contro-culti dei figli delle tenebre.
    Ma, NON PRAEVALEBUNT! il Signore deve venire. Forse che l’incendio di Notre Dame non è un segno dei tempi? Se questi trattano così il legno verde…

  • Il Veritiero ha detto:

    Dott. Tosatti, mi perdoni se esco un bel po’ fuori contesto, me lo lasci passare, la prego, anzi’ chiedo anche una sua opinione visto che lei e’ una persona con bagaglio intellettuale non indifferente.
    Vorrei rendere visibili questi 3 articoli di diritto canonico, perche’ molte persone spesso parlano di diritto canonico ma non lo approfondiscono e ripetono quello che sentono dire da altri e lo danno per buono.
    Io non riesco piu’ a capire se sono io che sono un pazzo cospirazionista come quelli che dicono che la terra e’ piatta e non me ne rendo conto, oppure se la gente fa’ finta di non capire l’italiano perche’ gli conviene far finta di non capire, vorrei una sua opinione a riguardo., mi dica tranquillamente senza problemi se secondo lei sono matto io o se sono gli altri fanno finta di non capire l’italiano (non ce l’ho con lei sig. Carlone, anzi, lei e’ molto educato e mi piace molto come persona) riguarda l’elezione di Bergoglio ( per me invalida per 3 grandi motivi, 1: in un solo giorno 5 votazioni non si possono fare— 2: la votazione n5 non si poteva fare in nessun modo perche’ l’orario delle votazioni doveva essere stabilito prima di iniziare la sessiaone giornaliera, come da diritto canonico n63, invece quella votazione e’ stata decisa sul momento.— 3: da diritto canonico n76 se esiste anche una sola irregolarita’ l’elezione e’ nulla, in piu’ esiste un altro articolo che dice che non devono esistere nemmeno un dubbio altrimenti l’elezione e’ invalida,ma ora non voglio esagerare, e’ gia’ troppo lungo cosi’.

    la votazione e’ stata anullata perche’ un cardianle per sbaglio ha messo 2 schede invece che 1 (quindi ha votato 2 volte senza farlo con malizia, scheda riconducibile al cardinae in questione perche’ erano attaccate fra loro una dentro l’altra) invece di seguire il diritto canonico e smettere le votazioni e riprendere il giorno dopo, hanno invece “annullato” la votazione e hanno proceduto alla “5 votazione in 1 giorno” cose entrambe illegali secondo il diritto canonico.
    io sono ignorante, ma ancora so’ leggere e so’ capire quello che leggo, molti parlano del diritto canonico solo per sentito dire, ma non li hanno mai letti. Ecco il diritto canonico. art. n° 69-63-76. l’articolo n68 si applica solo se manca una o piu’ schede dal numero che dovrebbe essere, oppure se si materializza una scheda in piu’ e non si sa’ da dove e’ uscita (ma questa invece e’ stata attribuita a 1 sola persona in quanto le 2 schede erano piegate insieme.

    http://w2.vatican.va/content/john-paul-ii/it/apost_constitutions/documents/hf_jp-ii_apc_22021996_universi-dominici-gregis.html

    69. Gli Scrutatori siedono ad un tavolo posto davanti all’altare: il primo di essi prende una scheda, la apre, osserva il nome dell’eletto, e la passa al secondo Scrutatore che, accertato a sua volta il nome dell’eletto, la passa al terzo, il quale la legge a voce alta e intelligibile, in modo che tutti gli elettori presenti possano segnare il voto su un apposito foglio. Egli stesso annota il nome letto nella scheda. (((( Qualora nello spoglio dei voti gli Scrutatori trovassero due schede piegate in modo da sembrare compilate da un solo elettore, se esse portano lo stesso nome vanno conteggiate per un solo voto, se invece portano due nomi diversi, nessuno dei due voti sarà valido; tuttavia, in nessuno dei due casi viene annullata la votazione. ))))
    Concluso lo spoglio delle schede, gli Scrutatori fanno la somma dei voti ottenuti dai vari nomi, e li annotano su un foglio a parte. L’ultimo degli Scrutatori, man mano che legge le schede, le perfora con un ago nel punto in cui si trova la parola Eligo, e le inserisce in un filo, affinché possano essere più sicuramente conservate. Al termine della lettura dei nomi, i capi del filo vengono legati con un nodo, e le schede così vengono poste in un recipiente o ad un lato della mensa.

    63. All’elezione si procederà immediatamente dopo che siano stati espletati gli adempimenti di cui al n. 54 della presente Costituzione.
    Qualora ciò avvenga già nel pomeriggio del primo giorno, si avrà un solo scrutinio; nei giorni successivi, poi, se l’elezione non s’è avuta al primo scrutinio, (((( si dovranno tenere due votazioni sia al mattino sia al pomeriggio,)))) (((( dando sempre inizio alle operazioni di voto all’ora già precedentemente stabilita )))) o nelle Congregazioni preparatorie o durante il periodo dell’elezione, secondo tuttavia le modalità stabilite nei nn. 64 e seguenti della presente Costituzione.

    76.(((( Se l’elezione fosse avvenuta altrimenti da come è prescritto nella presente Costituzione o non fossero state osservate le condizioni qui stabilite, l’elezione è per ciò stesso nulla e invalida, senza che intervenga alcuna dichiarazione in proposito e, quindi, essa non conferisce alcun diritto alla persona eletta. ))))

    • guido ha detto:

      questa è la tesi che sostiene Antonio Socci daal 2013

      • Il veritiero ha detto:

        Non so esattamente cosa dice socci, ho sentito che ci ha fatto un libro ma non l’ho letto. Se esprimiamo lo stesso pensiero o sono contento ( ameno mi consolo che non sono pazzo o cospirazionista ) quella è la legge della chiesa e parla molto chiaro. Allora perché bergoglio ancora non lo cacciano a calci nel sedere? Bergoglio al soglio pontificio è la più grande truffa e impostura della storia moderna, finirà sui libri di storia questa truffa e impostura. A una persona che “Non è il vero romano pontefice non si deve nessuna obbedienza” cacciatelo a pedate!! Se avete paura ci vado io a fare casino a San Pietro se avete tutti paura, se io avevo 1000 persone dietro di me di bergoglio ve ne eravamo già sbarazzato.

      • deutero.amedeo ha detto:

        A questo punto si possono fare diverse ipotesi: a) che per ignoranza coloro che presiedevano le operazioni non si siano resi conto dell’errore; b) che si siano resi conto dell’errore ma abbiano fatto tutto il possibile per non ammetterlo, onde evitare una figuraccia; c) che si siano resi conto dell’errore ma non l’abbiano ammesso perché il risultato era proprio quello che speravano.

        In ogni caso i fedeli non contano nulla. Conta uno solo e quell’uno ha sempre ragione.

    • carlone ha detto:

      69. Gli Scrutatori siedono ad un tavolo posto davanti all’altare: il primo di essi prende una scheda, la apre, osserva il nome dell’eletto, e la passa al secondo Scrutatore che, accertato a sua volta il nome dell’eletto, la passa al terzo, il quale la legge a voce alta e intelligibile, in modo che tutti gli elettori presenti possano segnare il voto su un apposito foglio. Egli stesso annota il nome letto nella scheda. Qualora nello spoglio dei voti gli Scrutatori trovassero due schede piegate in modo da sembrare compilate da un solo elettore, se esse portano lo stesso nome vanno conteggiate per un solo voto, se invece portano due nomi diversi, nessuno dei due voti sarà valido; tuttavia, in nessuno dei due casi viene annullata la votazione.

      • carlone ha detto:

        @ VEritiero
        abbia pazienza ,sono in convalescienza ancora per poco e poi sarò molto meno presente in questo forum.
        Spero il sig. Tosatti le risponda prenda il mio intervento come passatempo.

        Questo è art 5

        5. Qualora sorgessero dubbi circa le prescrizioni contenute in questa Costituzione, o circa il modo di attuarle, dispongo formalmente che ogni potere di emettere un giudizio al riguardo spetti al Collegio dei Cardinali, cui pertanto attribuisco la facoltà di interpretarne i punti dubbi o controversi, stabilendo che quando occorra deliberare su queste ed altre simili questioni, eccetto l’atto dell’elezione, sia sufficiente che la maggioranza dei Cardinali congregati convenga sulla stessa opinione.

        come vede è solo cio di cui stiamo parlando , e cioè , l’atto dell’elezione, che deve essere preso alla lettera , non possono essereci interpretazioni di sorta.

        quindi il punto 68 è sul conteggio e dice che in caso di errore è da annullare e rifare subito

        68. Dopo che tutti i Cardinali elettori avranno deposto la loro scheda nell’urna, il primo Scrutatore l’agita più volte per mescolare le schede e, subito dopo, l’ultimo Scrutatore procede al conteggio di esse, prendendole in maniera visibile una ad una dall’urna e riponendole in un altro recipiente vuoto, già preparato a tale scopo. Se il numero delle schede non corrisponde al numero degli elettori, bisogna bruciarle tutte e procedere subito ad una seconda votazione; se invece corrisponde al numero degli elettori, segue lo spoglio così come appresso.

        non si conta perchè l iter si conclude con lo spoglio.

        ma se la presenza di una scheda in più avviene in caso di spoglio ..è valida in quanto il punto 69 deve essere rispettato così come è come abbiamo visto al punto 5, che la scheda sia piegata insieme etc non conta più una volta arrivati al punto 69

        69. Gli Scrutatori siedono ad un tavolo posto davanti all’altare: il primo di essi prende una scheda, la apre, osserva il nome dell’eletto, e la passa al secondo Scrutatore che, accertato a sua volta il nome dell’eletto, la passa al terzo, il quale la legge a voce alta e intelligibile, in modo che tutti gli elettori presenti possano segnare il voto su un apposito foglio. Egli stesso annota il nome letto nella scheda. Qualora nello spoglio dei voti gli Scrutatori trovassero due schede piegate in modo da sembrare compilate da un solo elettore, se esse portano lo stesso nome vanno conteggiate per un solo voto, se invece portano due nomi diversi, nessuno dei due voti sarà valido; tuttavia, in nessuno dei due casi viene annullata la votazione.

        se al 69 lei annulla per la presenza della scheda in più , rifacendosi al punto 68 , va contro la regolarità , in quanto non si attiene al punto 5 che non le permette di interpretare ma le chiede di attenersi alla lettera per ogni sibgolo punto come se fossero a sè stanti.

        Spero trovi quello che sta cercando ….

        • Il veritiero ha detto:

          Magari i cardinali al conclave avessero parlato come facciamo io e lei Carlone, sarebbe stata una cosa molto costruttiva.
          A tal proposito le faccio notare che il parere della maggioranza dei cardinali sulla loro opinione se annullare la votazione oppure invalidarla non lo hai mai chiesto nessuno.
          Come lei mi ha appena insegnato per annullare la votazione serviva il consenso della maggioranza degli elettori. Consenso che nessuno ha mai chiesto, infatti molti cardinali elettori ancora si chiedono cosa sia successo esattamente, però danno obbedienza al pontefice in quando amano troppo la chiesa.

        • Il veritiero ha detto:

          E mi perdoni ancora, tanto per puntualizzare perché a me sta’ molto a cuore la questione, quindi mi ci infuoco 😁
          Il dubbio in realtà non esisteva, perché era tutto talmente chiaro che non si poteva sbagliare, sono loro che con il loro errore hanno inserito il dubbio, in modo di poterselo giocare come carta vincente per farsi comodi loro. Il dubbio non c’era , è tutto scritto nero su bianco chiaro chiaro come la luce del sole, sono loro che con la loro decisione “fuori dalle regole” hanno inserito un dubbio che non doveva esistere.
          Forse il giorno dopo avevano da fare un aperitivo al mare e non volevano perderselo, è allora hanno chiuso tutto in 1 giorno.

          • carlone ha detto:

            puo essere ..ma mi ha fatto venire in mente una cosa .Qualche tempo fa , Papa Francesco disse una fresa che venne criticata aspramente anche qui.
            Ora , io leggendo i suoi interventi ho capito che questo Papa non le va giu, e sta cercando un modo per poter dire che questo non è un Papa. Se fosse sicuro di cio ,non diventerebbe matto nel trovare un motivo valido.Se lo fa è perchè non è sicuro.
            Allora posso pensare che quella frase del Papa sia perfetta per lei in quanto diceva che nella fede bisogna avere dei dubbi .Almeno nel suo caso il Papa aveva ragione ?

          • carlone ha detto:

            Tra l altro la cosa potrebbe essere ancora piu semplice…sempre stando all interno delle regole:
            ammettiamo che io e lei siamo di due opposte fazioni e magari ce ne sia anche una terza ;
            ammettiamo che a qualcuno la cosa non vada bene …gioca il jolly!
            Io so che la sua fazione ha preso accordi con l altra e a me non sta bene alla quarta votazione , cioè l ultima ,metto una scheda in piu.
            al punto 68 viene intercettata e stando alle regole deve essere annullata. cosa ho guadagnato? la confusione . Siccome le fazioni non hanno il tempo materiale per capire chi è il partigiano , uno dei propri ? uno della fazione alleata ? dato che devono rivotare subito , e , essendo la quarta l ultima della giornata giocheranno degli scartini di modo che l elezione venga rinviata al giorno successivo così che durante la notte io possa stringere nuovi accordi.
            SEinvece la scheda arriva alla 69 …sono morto.

          • Il veritiero ha detto:

            Carlone hai visto bene, io per bergoglio non ho assolutamente una predilezione ( diciamo cosi)
            Ma non è sempre stato così, i primi 3-4 anni mi sembrava una brava persona, quando ho visto come si comportava ho detto “finalmente un papa buono di cuore” , ma poi sono riuscito a vedere oltre, è ho visto che dice una cosa ma poi con le azioni fa l’opposto, ho visto che dice molte e troppe menzogne, è ho visto che non segue la legge di Dio e il vangelo.
            All’inizio aveva ingannato anche me con la sua falsità, mi era piaciuto, mi aveva fregato. Ma poi ho aperto gli occhi e ho visto quanto è falso e quanto sta’ combattendo contro GESÙ è la sua chiesa invece di portarli in gloria.

    • Gregorio ha detto:

      Se avessi soldi affiderei il tutto ad un avvocato bravo e credente per iniziare un procedimento innanzi alla Sacra congregazione.

  • carlone ha detto:

    Impressione per impressione , sembra più un documento per unire , o meglio , contro coloro che separano e dicono di essere stato approvati.

  • Fabio ha detto:

    La profanazione della liturgia è la premessa indispensabile per la demolizione della Fede
    In questo senso il ruolo di immigroglio è importante e positivo per evidenziare il vero fine del concilio

  • Davide M. ha detto:

    La comunicazione è chiaramente indirizzata prioritariamente ai numerosi gruppi del cammino neocatecumenale che abitualmente celebrano le loro veglie pasquali separatamente dal resto della comunità.
    Per ulteriori dettagli leggere qui:
    https://neocatecumenali.blogspot.com/2019/03/stangata-al-cammino-il-triduo-e-la-veglia-pasquale.html

    • Luigi ha detto:

      Esatto Davide. Anch’io l’ho capita così. Ma come al solito al posto di dire chiaramente che lo si fa per i Nc stanno sul vago e si crea un gran casino dove alla fine ci andranno di mezzo qualche comunità non parrocchiale e i Nc si faranno la loro interminabile veglia in qualche salone di un albergo.

  • Ángel Manuel González Fernández ha detto:

    Caro Direttore:
    “Macron promette ricostruire Notre Dammi dopo mantenersi in silenzio davanti a decine di chiese profanate.
    Si dà la circostanza che nelle ultime settimane sono stati attaccate, incendiate e profanate decine di chiese in tutta la Francia, in mezzo ad un silenzio praticamente totale delle autorità politiche e dei mezzi di comunicazione, e con un profilo basso adottato davanti a questi fatti per la gerarchia ecclesiastica”.
    “Macron promete reconstruir Notre Dame tras mantenerse en silencio ante decenas de iglesias profanadas.
    Se da la circunstancia de que en las últimas semanas han sido atacadas, incendiadas y profanadas decenas de iglesias en toda Francia, en medio de un silencio prácticamente total de las autoridades políticas y de los medios de comunicación, y con un perfil bajo adoptado ante estos hechos por la jerarquía eclesiástica”:
    https://www.periodistadigital.com/religion/mundo/2019/04/16/macron-promete-reconstruir-notre-dame-tras-mantenerse-en-silencio-ante-decenas-de-iglesias-profanadas-en-francia.shtml
    Saluti.

    • VIS ha detto:

      SEMBRA CHE STIANO INTERROGANDO I 15 OPERAI CHE LAVORAVANO IN CANTIERE. ALCUNI SONO MUSULMANI. VEDRA’ CHE SE SCOPRONO INTENTI DOLOSI INTERVERRA’ BERGOGLIO CHIEDENDO DI NON CREARE ALTRI CONFLITTI CON L’ISLAM E METTERE TUTTO IN SILENZIO, MACRON SARA’ D’ACCORDO E SOROS DARà UN CONTRIBUTO PER LA RICOSTRUZIONE. POI VERRà CHIAMATO L’ERCHITETTO CHE HA PROGETTATO LA CHIESA DI PADRE PIO A SAN GIOVANNI ROTONDO COSI’ SI INSERIRANNO SIMBOLI M ANCHE A NOTRE DAME. SCOMMETTE ?

      • gabriele ha detto:

        Bisogna avere proprio la mente bacata, il cuore arido, l’animo cattivo, la mente ottenebrata dai pregiudizi e totale mancanza di carità per pensare e scrivere a caratteri maiuscoli (che in internet vuol dire urlare), che degli operai mussulmani abbiano dato fuoco volontariamente al tetto della chiesa, rischiando un sacco di guai con la legge e perdendo oltretutto il lavoro… e poi perché non potrebbero essere stati gli operai non mussulmani? Interrogare gli operai che lavoravano è una cosa del tutto normale, è un atto dovuto, interrogherebbero anche te, Vis, se fossi stato là… che pena… Leggere un commento così miserevole mi fa venire voglia di farmi bergogliano.

        • robur ha detto:

          quale legge ? quella degli uomini o quella di Allah ? Pensi che un operaio musulmano conosca le nostre intricate leggi, partorite da legioni di azzeccagarbugli o non pensi che il Corano sia stato dettato dall’arcangelo Gabriele ? E quindi perchè non seguire i dettami del Corano per quello che riguarda la distruzione degli infedeli ( o delle loro cose, o dei loro luoghi di culto ? )

    • Monica ha detto:

      Fosse solo una parte di chiesa materiale che é andata distrutta in Francia..

  • Il veritiero ha detto:

    Ma stanno scherzando? È una candid camera per vedere la reazione dei sacerdoti e dei fedeli?
    Il triduo di Pasqua, il più santo che esiste viene vietato?
    Ma questo è diabolico , questa è opera del diavolo!