L’OSSERVATORE MARZIANO. COME AVVENIRE DA QUOTIDIANO DEI VESCOVI È DIVENTATO UN BOLLETTINO IMMIGRAZIONISTA.

7 Aprile 2019 Pubblicato da --

Marco Tosatti

Cari Stilumcuriali, ieri l’Osservatore Marziano ci ha scritto, indignato – una volta di più, e non sarà certo l’ultima – da quello che aveva visto scritto nell’ex giornale dei vescovi italiani, diventato un simpatico house organizzato di immigrazionisti, piedini, e simpatizzanti (ma per va della misericordia, sia ben chiaro) dell’universo gender e sessualmente variegato. Ieri eravamo, straordinariamente, lontani dal computer. Lo pubblichiamo oggi, sicuri di rendervi felici.

“Caro Tosatti, avrà certo letto l’Avvenire di oggi (in realtà di sabato, ieri, n.d.r.). C’ è un articolo molto interessante, scritto dal prof. Ambrosini, esperto di sociologia delle migrazioni, soprattutto di Integrazione. Come i lettori di Stilum Curiae potranno leggere sotto, titolo a parte che ritengo sia del Direttore di Avvenire, il testo, di fatto e in sintesi, ci spiega che dobbiamo piantarla con il voler vedere nei processi di immigrazione <complotti di sostituzione etnica>.

Dobbiamo smetterla di pensare solo a salvaguardare le famiglie di <stirpe italiana>.

Dobbiamo ( rivolgendosi alle femministe) smettere di supporre che nell’immigrato persista una <visione maschilista e retrograda>. Dobbiamo invece incoraggiare le nostre nonne (che non hanno nulla da fare, non avendo nipotini) a prendersi cura dei figli degli immigrati quando i genitori sono al lavoro.

Cari lettori di StilumCuriae, credevo che Avvenire fosse il giornale dei Vescovi. Invece è diventato quello del cardinale Bassetti, quello la cui lettera immaginaria a Gesù è appena stata pubblicata su Stilum Curiae. Sembra veramete che Avvenire sia diventato il quotidiano delle ONG-pro integrazione migranti.

Mah ! …. Perciò perché meravigliarsi se fanno scrivere un sociologo che vede pericolose le “integrazioni subalterne”, cioè in pratica quelle delle badanti o domestiche filippine e peruviane, che si isolano, non si integrano, perché vogliono solo guadagnare e tornare a casa? E invece vede con favore le “specializzazioni etniche”, perché portano in Italia un <nuovo modo di lavorare> ( si riferisce per caso ai cinesi, “schiavi” in Italia, nella Chinatown di Prato?). Avvenire è infatti il giornale di Bassetti, pertanto ho sbagliato io (marziano) a pensare di attendermi un articolo sulla integrazione di immigrati che dicesse qualcosa di cattolico.

Almeno sottintendendo che è necessario, opportuno e caritatevole, assicurare un progressivo ed adeguato processo di evangelizzazione agli immigrati, al fine di convertirli (se già non lo fossero) alla fede cattolica, radice della nostra cultura e civiltà. Quella che assicura la vera unità e convivenza, e che li metta in grado di condividere in tal modo con la popolazione italiana alcuni valori universali della nostra fede, vivendoli.

Come avremmo potuto mai aspettarci che Avvenire facesse questo riferimento? Ma che, scherziamo? Io se fossi Crozza fare una trasmissione solo su geniali articoli scelti di Avvenire, farebbe il pieno di audience. Dai Crozza, pensaci !”.

OM

Eccovi l’articolo:

Forza sana.Gli immigrati e i loro nuclei, l’altra famiglia che fanno l’Italia

Maurizio Ambrosini sabato 6 aprile 2019

Si è molto parlato di famiglia nelle ultime settimane, con manifestazioni polarizzate su fronti contrapposti. Su entrambe le sponde però mancava una figura importante: la famiglia migrante, separata dai confini o ricongiunta in Italia.

Per alcuni, la famiglia da salvaguardare ha precise connotazioni etniche: è la famiglia di stirpe italiana, minacciata da più parti. L’insediamento di famiglie immigrate e la loro fecondità non sarebbero una risorsa, ma un pericolo. Per alcuni, le famiglie immigrate farebbero addirittura parte di un fantomatico complotto volto alla sostituzione etnica della popolazione italiana con immigrati africani, mediorientali o asiatici.

Per altri il problema è dare riconoscimento a svariate forme di famiglia, oltre che ai diritti e ai desideri individuali. Ma stranamente tra le forme familiari e i diritti da tutelare le famiglie immigrate non compaiono. Anzi, a livello internazionale da tempo i diritti delle donne vengono inalberati contro i diritti degli immigrati. Si prestano egregiamente infatti alla costruzione di inedite coalizioni trasversali. “Loro”, gli immigrati, sarebbero portatori di visioni maschiliste e retrograde, che proprio in famiglia si esprimono nei modi peggiori, mentre “noi”, democratici e moderni, saremmo gli alfieri dell’emancipazione femminile e di una civiltà superiore. Femminicidi, molestie e disuguaglianze di casa nostra non sarebbero altro che piccoli incidenti di percorso.

Queste amnesie sono tanto più sorprendenti se si pensa che l’immigrazione, in Italia come in Europa e negli altri Paesi avanzati, assume sempre più caratteri familiari. Nel nostro Paese tra i titolari di un permesso di soggiorno temporaneo (1.325.000) il 39,3% l’ha ottenuto per ragioni familiari, contro il 35,2% per lavoro e il 18% perasilo. Tra i titolari di permessi per lungo soggiornanti (2.390.000) e gli immigrati comunitari (circa 1,5 milioni) la componente familiare è ancora più importante. Anche negli ultimi anni i permessi per famiglia hanno sopravanzato i permessi per asilo. Nel 2017, il 44,3% dei nuovi permessi sono stati concessi per ragioni familiari, il 38,3% per asilo. Dovremmo aggiornare il celebre aforisma di Max Frisch, osservando: «Volevamo delle braccia, sono arrivate delle famiglie».

Di famiglie immigrate si parla invece quasi soltanto in occasione di sciagurati episodi di cronaca nera, come le circoncisioni casalinghe dall’esito tragico, o di tragedie della povertà. Oppure a livello locale se ne paventa l’assalto alle esangui risorse delle politiche sociali, in termini di misure per l’assistenza o per l’edilizia sociale, tanto che fioriscono duri (eppure giuridicamente fragili) provvedimenti per limitare l’accesso delle famiglie immigrate ai benefici del welfare.

Andrebbe invece ricordato che il passaggio dall’immigrazione di persone sole all’immigrazione familiare è un’evoluzione che favorisce l’integrazione, la sicurezza e la mescolanza, oltre che il benessere degli individui. Le famiglie con figli, anche mediante la scuola, sono stimolate ad accrescere le relazioni con le famiglie italiane, con le istituzioni pubbliche, con il vicinato. Mancano delle pensioni e dell’aiuto dei nonni, ma cercano di aiutarsi fra loro mediante i legami orizzontali, tra sorelle, cognate, cugine. A volte si auto-organizzano per l’accudimento dei bambini piccoli, come in varie comunità filippine, sopperendo alla difficoltà di accesso ai servizi pubblici.

Sempre più spesso stabiliscono legami di parentela ‘sostitutiva’ con vicini italiani, soprattutto anziane ‘nonne’ rimaste sole. Queste in tanti palazzoni di periferia si prendono cura dei bambini degli immigrati al ritorno da scuola, mentre i genitori sono ancora al lavoro. Le nonne italiane adottano silenziosamente migliaia di nipoti delle più varie provenienze. Le periferie non sono solo luoghi di disagi contrapposti e di conflitti striscianti, ma anche il teatro in cui tra le difficoltà si costruisce ogni giorno una società nuova. E proprio le famiglie immigrate ne sono protagoniste.



Oggi è il 225° giorno in cui il pontefice regnante non ha, ancora, risposto.

Quando ha saputo che McCarrick era un un uomo perverso, un predatore omosessuale seriale?

È vero o non è vero che mons. Viganò l’ha avvertita il 23 giugno 2013?

Joseph Fessio, sj: “Sia un uomo. Si alzi in piedi, e risponda”.


Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa” fino a quando non fu troppo molesto.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina


Libri di Marco Tosatti

Se siete interessati a un libro, cliccate sul titolo….


Viganò e il Papa


FATIMA, IL SEGRETO NON SVELATO E IL FUTURO DELLA CHIESA

  SANTI INDEMONIATI: CASI STRAORDINARI DI POSSESSIONE

  PADRE PIO CONTRO SATANA. LA BATTAGLIA FINALE

  Padre Pío contra Satanás

La vera storia del Mussa Dagh

Mussa Dagh. Gli eroi traditi

Padre Amorth. Memorie di un esorcista.

Inchiesta sul demonio.

Tag: , , , ,

Categoria:

Questo articolo è stato scritto da wp_7512482

89 commenti

  • Nicola B. ha detto:

    Per Lucia e Lucy. Ci sono inoltre su quei giornali citati , i commenti di mangiapreti che però ascoltano ancora la Legge Morale Naturale e che per questo rimpiangono Ratzinger e Woitjwa ed il loro Pontificato sia a livello spirituale che a livello umano. Per comprendere espressioni come ” rivogliamo i lanzichenecchi ” dovete leggervi QUOTIDIANAMENTE su il Giornale, la Verità e Libero Quotidiano, le efferratezze che compiono i CLANDESTINI e non clandestini e l’appoggio a loro dato dalla Magistratura Rossa che li rende praticamente IMPUNITI. Allora dopo aver letto per un mese di questi fatti e sentenze capirete benissimo perché i lettori scrivono RIDATECI I LANZICHENECCHI.

  • Il veritiero ha detto:

    MATTEO c.15 ; 26
    NON È BENE PRENDERE IL CIBO DEI FIGLI E GETTARLO AI CAGNOLINI (rispose Gesù alla pagana che chiese il suo aiuto)
    MATTEO c.15 ; 24
    Io sono stato inviato per le pecore della casa di Israele e di loro mi devo curare, non delle altre.(disse Gesù ai discepoli quando gli chiesero perché ha rifiutato l’aiuto alla pagana)

    Mons. Pizzaballa vescovo di terra Santa ha dichiarato durante una recente omelia fatta a Rimini durante il convegno RNS 2019, che ai cristiani in medio Oriente l’isis li ha cacciati via dalle loro terre dandogli 3 opzioni : 1 potete rimanere se diventate mussulmani – 2 potete rimanere come cristiani se pagate una tassa “tassa religiosa” – 3 potete rimanere e morire. Ovviamente i cristiani sono andati via dal medio Oriente perdendo tutto quello che avevano, casa , terre, soldi, tutto, e sono diventati degli “immigrati in piena regola” anzi’ in realta’ dovevano essere considerati “rifugiati politici” ed essere accolti e supportati subito tutti quanti, e cosi’. Mi sembra strano che la CEI, bergoglio e avvenire stiano ancora a menarcela con gli immigrati mussulmani quando ancora non abbiamo sistemato nemmeno gli immigrati cristiani che sono ancora nel bisogno e che fino adesso sono stati ignorati. Pensiamo prima ai cristiani che sono fratelli veri. Invece i cristiani cinesi li facciamo arrestare e non diciamo niente, i cristiani medio orientali li facciamo uccidere e cacciare via da casa loro e non diciamo niente e inveve i mussulmani quasi quasi ce li vogliono mettete dentro casa.
    Bisognerebbe ricordare a Bergoglio e alla CEI il passo del Vangelo dove la donna pagana chiede a GESÙ Cristo di fare un miracolo per sua figlia, è Gesù Cristo gli risponde “è male gettare il cibo dei figli ai cagnolini” e che iniziassero a pensare prima ai fratelli cristiani , visto che Gesù e il vangelo insegnano questo. Poi se rimangono risorse possiamo darle anche agli altri, ai pagani. Ma CEI e bergoglio sono stati inviati per i cristiani cattolici e non per i mussulmani ( eretici ) o i protestanti ( eretici ) visto che lo stesso catechismo della chiesa cattolica afferma che mussulmani e protestanti sono ERETICI.

    • virro ha detto:

      Amici tutti preghiamo per Mons Pizzaballa Vescovo di Terra Santa, poiché ha parlato, sicuramente Bergoglio , nonché la CEI, lo rimprovereranno per aver rivelato l’atteggiamento dei musulmani

  • giandreoli ha detto:

    Alle varie critiche su Avvenire, vorrei aggiungerne una anche su Famiglia Cristiana. La Direzione ha palesemente deciso di pubblicare, tra i post dei lettori ai vari articoli, solo quelli apertamente favorevoli alla sua linea ecclesiale o politica. Siamo in diversi che abbiamo constatato questo suo atteggiamento chiaramente disonesto che la squalifica anche deontologicamente. Suggerisco che siano numerosi quelli che, come me e con la convinta approvazione del Parroco (quelli che dissentono sono sempre più numerosi) ne abbandonino la diffusione nelle Parrocchie.

    • Catholicus ha detto:

      Lei parla di Fanghiglia Cristiana, vero? anzi, le toglierei pure quell’aggettivo che non merita minimamente, lasciandole solo il fango, di più non merita. Io non la leggo più da anni ed anni, e non è nemmeno più utile per pulire il pavimento del cesso, vi lascerebbe un tremendo fetore di zolfo, visto colui al cui servizio si è posta … un consiglio: gettare al macero Avvenire, Fanghiglia Cristiana, settimanali diocesani Osservatore Marrano et similia, sono tutti mezzi di manipolazione demoniaca delle menti dei fedeli, purtroppo in massa ignoranti (della vera Dottrina) e creduloni (se lo dice la TV, magari don Mazzi o don Ciotti… come non crederci?).

  • Mac ha detto:

    PHILIP CARL SALZMAN
    mindingthecampus.org

    Le università, nel 20° secolo, si dedicavano al progresso della conoscenza. Si perseguivano cultura e ricerca e le diverse opinioni venivano confrontate e discusse nel “mercato delle idee.”

    Ora non è più così. Soprattutto nelle scienze sociali, nelle scienze umane, nell’educazione, nel lavoro sociale e nella giurisprudenza, un’unica ideologia politica ha sostituito erudizione e ricerca, perché l’ideologia fornisce risposte prefissate a tutte le domande. E, dal momento che le cose più importanti oggi nelle università sono la diversità di razza, il genere, l’orientamento sessuale, l’etnia, la classe economica e le capacità fisiche e mentali, non esiste più diversità di opinioni.
    Solo chi si impegna nell’ideologia viene ammesso a far parte del personale accademico o dell’amministrazione”

    Questo è l’inizio di un’articolo letto su Comedonchisciotte e che trovo estremamente attinente ( e drammatico ).

    Saluti.

    • virro ha detto:

      l’articolo sembra essere tanto interessante quanto vero.
      I film di fantascienza continuiamo a vederli, così che, i lavatori del pensiero, un giorno ci diranno, “ma noi ve lo abbiamo già detto!!!”

      • Catholicus ha detto:

        La situazione attuale mi ricorda tanto il vecchio film del 1956 “L’invasione degli ultracorpi”,, di don Siegel: calza a pennello, la gran massa è ormai decerebrata, controllata a menadito dagli “ultracorpi” (all’epoca prefiguravano i sovietici, oggi i modernisti e progressisti, politici e religiosi), i pochi ancora in grado di usare il cervello, di pensare con la propria testa, cercano disperatamente di non farsi catturare, di non addormentarsi (con le fandonie di Bergoglio, Zingaretti, Fabio Fazio et similia), pena il lavaggio totale del cervello e la fine della civiltà sulla terra. Infatti a questo tendono sinistre e Vaticano, a preparare tutto per l’avvento dell’Anticristo, che vuole sostituirsi al Regno Sociale di Cristo (già la festa di Cristo Re è stata relegata in un cantuccio dell’anno liturgico…), instaurando una moderna forma di cesaropapismo di origine e carattere luciferino.

  • Lucy ha detto:

    È stato detto che il nuovo libro del card.Sarah provocherà uno choc .In attesa del libro in italiano è già uno choc l’intervista alla rivista francese “Culture à Valeurs Actuelles” che tratta proprio del libro. È uno choc bellissimo , non come gli choc che ha procurato , procura e procurerà Bergoglio , uno choc che dà linfa alle nostre speranze.
    L’intervista spazia su tutto come per es. la difesa del celibato sacerdotale ” se si colpisce il celibato si colpisce una delle più grandi ricchezze della Chiesa” e sul compito della Chiesa in un mondo dominato dalle ideologie anticristiane. Ora Bergoglio nella sua ultima esortazione scrive ” non voglio vedere la chiesa sempre in guerra su due o tre temi che la ossessionano ( sempre il solito mantra delle ossessioni) , presunte e ormai introvabili ossessioni che però segnano la sua ostilità verso i contenuti morali e dottrinali della Fede cattolica , mentre la “sua”ossessione , ormai patologica, riguardo il tema dell’immigrazione, cioè un tema socio-politico, è cosa buona e giusta. Il card.Sarah invece per quanto riguarda l’immigrazione dice che gli immigrati vanno aiutati a NON emigrare , poi boccia il Global Compact , sostenuto invece e condiviso dal Vaticano , e anche che la chiesa non può collaborare con le NUOVE FORME DI SCHIAVISMO come l’immigrazione di massa; mette i guardia contro il rischio della scomparsa dell’occidente difendendo le identità nazionali e religiose e appoggiando , udite , udite , il gruppo di Visegrad !!!.Per quanto riguarda il compito della Chiesa ribadisce con forza che il suo compito primario è insegnare per una sana vita morale.È un cintrocanto della linea di questo pontificato su tutto. Sarah è un Gigante , uno degli ultimi della vera chiesa cattolica.

    • aldo ha detto:

      Come chiunque capisce, se Sarah pubblica un libro, è perché il Papa lo autorizza a farlo. Esattamente come quando Becciu dice alla stampa che i gay nei seminari devono abbandonare e i gay già preti devono essere puniti severamente se sgarrano, è perché qualcuno sopra di lui gli da il benestare a dirlo. Ovviamente la nozione di “chiunque capisce” esclude i pochi casi costituiti da qualcuno che non capisce, per incapacità personali o per professione.

      • deutero.amedeo ha detto:

        Personalmente mi sento fiero e onorato di far parte del piccolo gruppo di chi non capisce. E se da un lato ammiro il card. Sarah e mi rallegra il pensiero che ancora esistano uomini di chiesa come lui, dall’altro mi rattrista constatare le profonde divergenze anche di fede, ormai, e non solo di opinione, esistenti fra i suoi (della Chiesa) massimi rappresentanti.

        • faster pussycat! Kill! Kill! ha detto:

          Guardi che le profonde divergenze di fede Lei non le troverà mai nelle parole del Card. Sarah, che evidentemente non ha letto, ma sono frutto delle volgari e grossolane manipolazioni della propaganda blogghista-antipapalina: questa è particolarmente specializzata nel far diventare le semplici diverse opinioni su temi circoscritti e pratici, “profonde divergenze” su temi centrali di fede, addirittura degli choc (il tutto smentendo la tesi cardine – propagata dalle stesse autorevoli fonti – secondo cui in Vaticano vi sarebbe un regime a tal punto dittatoriale e KGBistico che nessuno potrebbe fiatare contraddicendo il Papa). Le consiglio un giro su Bufale.com (o .it o .net) per leggersi il commento alle affermazioni demenziali qui riportate dalla nostra gentile co-utente e velinara massona. E poi le consiglio di leggere Sarah per benino, in quanto scoprirà che le sue critiche, più che al Papa, sono rivolte ai governanti europei che ci metterebbero poco a risolvere il problema delle partenze se solo lo volessero e non lo fanno (e indovini un po’ chi è l’uomo forte del momento che fa l’antimmigrazionista mostrando i muscoli ai deboli, invece che ai mafiosi). Tra parentesi: Sarah si preoccupa di chi migra, non dei fastidi di chi dovrebbe riceverli. E sappiamo bene che cosa hanno a cuore quelli che sperano di strumentalizzare un sì sant’uomo come lui.

          • deutero.amedeo ha detto:

            Rispondo:
            A parer mio Sarah non è uomo che si lasci condizionare né tantomeno strumentalizzare. Le parole che riporto virgolettate credo siano sue :«ci sono molti paesi che vanno in questa direzione e ciò dovrebbe indurci a riflettere. Tutti i migranti che arrivano in Europa vengono stipati, senza lavoro, senza dignità È questo ciò che vuole la Chiesa? La Chiesa non può collaborare con la nuova forma di schiavismo che è diventata la migrazione di massa. Se l’ Occidente continua per questa via funesta esiste un grande rischio – a causa della denatalità – che esso scompaia, invaso dagli stranieri, come Roma fu invasa dai barbari. Parlo da africano. Il mio paese è in maggioranza musulmano. Credo di sapere di cosa parlo».
            Non mi sembrano parole molto in sintonia con l’accoglienza a tutti i costi venduta da certi cattolici quasi come una legge di Dio e condizione sine qua non per guadagnarsi il Paradiso.

          • Lorenzo ha detto:

            Bene. Il Papa ha detto che gli immigrati vanno schiavizzati e stipati? No e quindi di che sta a parlare?

          • Iginio ha detto:

            Cioè, Salvini non ha fatto niente contro la mafia? Ma lei che film sta guardando? Mai sentito parlare di latitanti arrestati, di beni confiscati… Mai intuito che il traffico di uomini (impropriamente chiamati “migranti”) fa comodo anche alla mafia?
            E guardi che per riconoscere queste cose non c’è bisogno di essere ammiratori di Salvini. Basta un minimo di onestà intellettuale. E smettere di leggere Repubblica.

      • LucioR ha detto:

        «Ovviamente la nozione di “chiunque capisce” esclude i pochi casi costituiti da qualcuno che non capisce»

        Anch’io faccio parte della minoranza che non capisce (ma è proprio sicuro che non sia maggioranza?).

        Facendo appello alla sua pratica delle opere di misericordia spirituale tra cui quella d’istruire gl’ignoranti, Le dispiace spiegare l’arcano?

      • Iginio ha detto:

        E perché mai? Forse che un cardinale è un minus habens che ha bisogno del permesso del papa per fare qualsiasi cosa?

        • Iginio ha detto:

          Il mio commento è riferito a quello di Aldo.

          • faster pussycat! kill! kill! kill! ha detto:

            Non credo sia questione di minus habens, ma del fatto che il cardinale è un collaboratore del Papa e in quanto Prefetto di una Congregazione Vaticana lo è a maggior ragione. I cardinali e i curiali non sono liberi di dire e fare in pubblico quello che vogliono, perché sono bracci operativi del papa. Quindi: o fanno di testa loro ribellandosi al proprio ruolo e rischiando la berretta o agiscono con il benestare del papa.
            Il Card. Sarah è cattolico quindi non si ribella e rispetta l’autorità; inoltre l’unica volta che ha fatto di testa sua – peraltro incolpevolmente – ha dovuto rimediare e lo ha fatto. Chi spera di trovare nel card. Sarah un antagonista/nemico del papa, non ha capito niente.

          • wp_7512482 ha detto:

            Perché nemico? Dice semplicemente cose vere, che altri in alto e in basso non dicono. E per questo è apprezzato. Salvo che dai soliti “bravi” manzoniani.

          • Lorenzo ha detto:

            Presumo che la precisazione su ”nemico” fosse per l’utente che ha introdotto il tema, inventandosi un Sarah da shock (come dice Socci). Non è la prima volta che si vedono tentativi di fare di Sarah un antiBergoglio.

    • Enrico ha detto:

      Prossima copertina di Famiglia Cristiana:
      VADE RETRO SARHA

  • Il veritiero ha detto:

    Dott. Tosatti, per chiederle una cosa in privato riguardo al blog come posso fare?

  • Nicola B. ha detto:

    Prima pagina de La Verità di Oggi. Le Coop Rosse e Cattocomuniste non ci stanno perché con Salvini il business è finito e non c’è più il PROFITTO e L’UTILE…..Decine di ricorsi….ah ah ah lol lol lol lol lol. Come volevasi dimostrare. Falsi samaritani ed ipocriti.

    https://www.laverita.info/oggi-in-edicola-2633958809.html?utm_source=sidebar

    • Mac ha detto:

      Il vero Samaritano i soldi li tirava fuori dalla sua tasca.

      Saluti.

      • deutero.amedeo ha detto:

        Il buon samaritano non è mai esistito. E’ un personaggio di una parabola (cioè di una storia fittizia) ideata lì per lì da Gesù per far capire che cosa lui intendesse con la parola “prossimo”. Comunque quello che dici tu è vero: dalla parabola non risulta che abbia dato disposizione di usare i soldi degli altri per fare bella figura lui… come fa oggi qualcuno di nostra conoscenza.

        • Anima smarrita ha detto:

          Pertinenti, come sempre, citazioni e ermeneutica bibliche. Grazie, Sig. Deutero, Mi associo alla sua risposta ad Aldo @12,42. Come vorrei che qualcuno riprendesse il card. Sarah dalle interviste che da oltre un mese ha concesso a giornalisti della stampa estera. È già molto che qualcosa sia stato riportato negli ultimissimi giorni…almeno per nostra conoscenza… anche se – temo – non sarà preso in considerazione da …tutti coloro che dovrebbero avere orecchie per intendere…

        • Mac ha detto:

          Scusami Amedeo,
          non mi piace l’espressione ” ideata li per li’ riferita ad una parabola di NSGC, il Verbo eterno di Dio che si è fatto carne.

          Saluti.

          • deutero.amedeo ha detto:

            @MAC
            Ascoltami bene. Luca è l’unico evangelista che racconta la parabola del samaritano, (Lc 10, 25-37) . Leggo (versetti 29 e 30):
            [29] Ma quegli, volendo giustificarsi, disse a Gesù: “E chi è il mio prossimo?”.
            [30] Gesù riprese:
            “Un uomo scendeva da Gerusalemme a Gerico e incappò nei briganti che lo spogliarono, lo percossero e poi se ne andarono, lasciandolo mezzo morto. ………

            Non credi che il Verbo di Dio fatto uomo non fosse in grado di improvvisare una risposta ? Pensi che sia arrivato sulla terra con un copione da recitare ? O che avesse chi gli preparava i discorsi come Papa Francesco?
            Gesù conosceva certamente le Scritture e le ha anche citate spesso, ma la storia del samaritano nelle Scritture dell’AT non c’è.

          • Mac ha detto:

            Caro Amedeo,

            Non amo queste discussioni ma proprio perchè ti stimo e sono sempre d’acordo con i tuoi interventi faccio una eccezione:
            mi spiace sentirti banalizzare una delle più importanti e ricche parabole che NSGC ci ha lasciato come fosse una storiella improvvisata per rispondere ad uno scriba.
            E’ piena di straordinari particolari che hanno sempre fatto pensare i Padri e su tutti San Giovanni Crisostomo e Sant’Agostino come ad una allegoria della Salvezza dove il protagonista è Gesù Cristo stesso.
            Ovvio poi che Dio può improvvisare tutto quello che vuole, ma la sua Sapienza è senza tempo, da sempre e per sempre.

            Concludo:
            per le stesse ragioni con cui detesto chi strumentalizza questa pagina straordinaria di Vangelo per assecondare la propria ideologia, ti invito ad approfondire la parabola del Samaritano.
            Con stima

        • Chiara ha detto:

          Ma come fa a fare certe affermazioni con tanta sicumera???!!!!

          • deutero.amedeo ha detto:

            @Chiara.
            Dall’allineamento dovrei pensare che la sua domanda esclamazione sia rivolta a MAC. Però potrebbe benissimo essere rivolta anche a me. Se è così rispondo che Gesù stesso spiegò perché parlava in parabole. La Teoria delle Parabole è esposta in Marco 4,1-34 . Non sto a riesporla qui, ma in sostanza Gesù dice che parla in parabole per coloro che di lui altrimenti non avrebbero capito niente.

  • Indifferente ha detto:

    Gli arabi mettono il velo in testa alle mogli, le fanno vestire in modo decente e tengono le loro donne al guinzaglio.
    Gli europei le mandano in giro vestite da prostitute, le fanno accoppiare con chiunque e poi le fanno abortire, le fanno votare. Inoltre un quarto di europei sono sodomiti e lesbiche, gli altri li approvano e li fanno pure sposare.
    Gli europei cambiano sesso, gli arabi no.
    In queste condizioni, che vi frega degli immigrati? Che c’è da difendere? Un Mohamed qualsiasi è peggio di una Cirinnà?

  • Anima smarrita ha detto:

    Quanto asserito nell’articolo, che ha attirato l’attenzione dell’OM e suscita reazioni indignate, con rinnovate critiche alla linea editoriale di “Avvenire”, mi sembra una “carineria” (con ironia!) fra le tante che si moltiplicano a getto continuo negli interventi del pontefice e, a seguire, nei servizi giornalistici – con o senza approfondimenti – della stampa italiana affascinata (quasi in blocco) dal nuovo corso e replicate in presa diretta dai TG quasi a reti unificate.
    “Carineria” che a mio modesto avviso pare meno offensiva in confronto a quanto sparato ad alzo zero ieri, nelle risposte alle domande – selezionate; lo ha ammesso, gli erano state sottoposte in precedenza – di alcuni partecipanti all’udienza riservata a studenti e insegnanti del Collegio San Carlo di Milano.
    E, così, fra le notizie (certo non tranquillizzanti di questi tempi relative al panorama socio-politico ed economico) si è inserita la voce particolarmente vibrante del papa – con il solito repertorio riproposto ormai con un’ossessione che rischia di far “ribollire” chi ne viene messo a conoscenza. Ha confidato di sentirsi “ribollire” per certi problemi – i soliti! – e si è scusato per il tono fin troppo accalorato, come si legge fra le righe delle lunghissime quattro risposte riportate dal Bollettino della Sala Stampa. Bollettino su cui non c’è traccia di quanto sentito al telegiornale, che ho ritrovato spigolando in Rete e che i giornali che vanno per la maggiore, almeno sulle pagine on line, come per un tacito accordo hanno sottaciuto (o nell’affannosa ricerca non sono riuscita a trovare).
    Chissà: forse oltre che per i “soliti” temi per cui “ribolle”, era irritato per aver dovuto cedere la scena il giorno precedente al card. Parolin nell’incontro con gli attivisti LGBT, per il clamore che ne aveva accompagnato l’annuncio (confermato da documento on line) e per evitare qualche altro scivolone. Per inciso: il cardinale – navigato diplomatico – se l’è cavata ricordando la posizione della Chiesa in difesa della persona umana e contro ogni forma di violenza, assicurando che il papa sarebbe stato informato sulla ricerca portata all’attenzione circa le violazioni degli elementari diritti degli omosessuali.
    Queste le affermazioni che mi hanno particolarmente colpito:
    – «La mafia? Non l’hanno inventata i nigeriani. Qualcuno può dire “Ma sono delinquenti…”, anche noi ne abbiamo tanti. Tutti abbiamo la possibilità di essere delinquenti». [“Possibilità”, dopo la “magistrale” lezione sulla proprietà di linguaggio durante l’udienza generale di mercoledì scorso, forse il concetto avrebbe meritato ben altra spiegazione!]
    – «La mafia è un ‘valore’ nazionale, è nostra, italiana». [Con quel “nostra”, si è assegnata la nazionalità italiana? E nessuno che abbia replicato … silenzio assoluto. Tutto va bene…]
    – «Chi ha il cuore razzista si converta». [Sono confusa; “convertirsi”… al “verbo” bergogliano?]
    Dopo il refrain: i muri finiscono per imprigionare chi li erige; Gesù è stato migrante; gli immigrati sono fonte di ricchezza; ecc…; con il pensiero ai Paesi teatri di guerra (Yemen, Siria, Afghanistan) chiedendosi il “Perché?” delle guerre, ha concluso: «Se loro non avessero le armi, non farebbero la guerra. Ma perché fanno la guerra? Perché noi, la ricca Europa, l’America, vende le armi per ammazzare i bambini, per ammazzare la gente?». Ma dal Bollettino della Sala Stampa è scomparsa anche l’accusa all’ Europa e all’America. Ragioni di opportunità “politica”?

    • Lucia ha detto:

      Cara Anima smarrita nessuno ha fatto notare al Papa che la mafia nigeriana non l ‘ hanno inventata i siciliani , purtroppo il Papa anche in questo discorso ai ragazzi ha dimostrato la sua scarsa empatia verso e vittime delle mafie africane che per i servizi segreti occidentali sono ormai il nemico pubblico numero 1 , le vittime sono in primis le ragazze costrette a prostituirsi sulle nostre stradesolo ma il Papa se la cava sempre parlando in generale di tratta , non ha mai fatto una telefonata, espresso in qualche discorso dispiacere per la morte orribile di Pamela e Desiree ma non risulta che abbia mandato qualche messaggio di solidarieta alle famiglie sapendo quanti italiani siano rimasti non solo choccati dalla tragica morte di queste due ragazzine ma sanche scandalizzati e adirati dal fatto che la sinistra ha osato dire che non si doveva parlarne , fare manifestazioni in loro onore per non far scoppiare il razzismo ….Il Papa ha fatto orecchie da mercante.Ha chiesto di convertirci dal razzismo e lo chiesto ai migranti e a certi integrati come l ‘ autista senegalese di guarire dal razzismo e dalla violenza verso noi italiani e tra loro stessi ? No, quindi ancora una volta reprimende agli italiani e difesa ad oltranza di sconosciuti venuti qui per motivi molte volte oscuri .Il Papa NON vuole rendersi conto che lui e nel novero di chi sta suscitando odio e razzismo in Italia e in Europa in genere .Se volete ridere e piangere andate a vedere i commenti nella maggior parte di credenti sulle pagine fb di ” Il giornale” , ” La veruta” e ” Aleteia” sull ‘ argomento….Un disastro epocale

      • Lucy ha detto:

        Li ho letti ; sono pazzeschi , il più delicato è”rivogliamo i lanzichenecchi !!!”.

  • Lucia ha detto:

    Secondo me cei e vaticano ormai hanno il cervello devastato dall ‘ ideologia immigrazionista .Io preferirei pensare che siano tutti sul libro paga di soros & co, ma NON lo credo , d ‘ altronde soros non ha bisogno di loro , il problema e che loro hanno sposato questa causa assurda .Probabilmente loro pensano che la storia e dalla parte dei nuovi arrivati senza documenti , arte e parte e avendo capito che NON diventeranno mai cattolici sperano di tenerseli buoni per salvare la loro pell(accia) pronti nel caso ce ne fosse bisogno a diventare….imam , nel frattempo camperanno alla grande con l ‘ 8 per mille e le offerte da ogni parte del mondo , sapendo pero che diminuiranno sempre di piu perche la gente e disgustata dalle loro imprese sessuali e per la loro sfacciata predilezione per i migranti e i lbgtq .Ripeto cio che ho detto piu volte in questo luogo , l ” immigrazionismo ” della chiesa ufficiale sta facendo perdere la fede piu degli scandali sessuali , perche la gente puo accettare l ‘ idea del prete o vescovo che palpeggia , ma vedere che la chiesa ha anteposto a noi ” autoctoni “masse di maschi che si rivelano violenti e trogloditi per niente intenzionati a convertirsi , checche ne dica il caro ” avvenire” , e una cosa che la hente NON e disposta ad accettare .

    • Fabrizio Giudici ha detto:

      d ‘ altronde soros non ha bisogno di loro

      Ne ha, ne ha… Se la Chiesa facesse il suo dovere, pur con tutto il prestigio che ha perso, i sinistri non vincerebbero più elezioni né negli USA, né da noi… E comunque sarebbe sempre una voce scomoda. Invece loro hanno bisogno di voci tutte allineate.

      • Lucia ha detto:

        Signor Fabrizio Giudici lei ha ragione neldire che a soros fa comodo avere dalla sua il vaticano , io intendevo che allo stato attuale la vicinanza della chiesa alla causa laicista- immigrazionista non e cosi necessaria soprattutto per il discredito gettato dagli scandali sessuali .La mia domanda e perche il vaticano si e fatto sfacciatamente complice dei circoli finanziari , mi riesce difficile pensare che tutti i cardinali tranne i soliti Burke, Sarah, Muller e Brandmuller siano tutti sul libro paga di soros, per non parlare delle migliaia di vescovi e preti , eppure pochi fanno dei minimi distinguo.Che cosa muove la chiesa di oggi verso l ‘ immigrazionismo ? Io non credo siano i soldi pagati da soros , ma la convinzione che la storia sia dalla parte dei nuovi venuti , insomma un abbaglio ideologico .Forse sbaglio ma io la vedo cosi .La saluto cordialmente

        • Fabrizio Giudici ha detto:

          Concordo con lei: non sono _tutti_ sul libro paga. Gli utili idioti sono sempre necessari a tutte le rivoluzioni e permettono che una rivoluzione sia gestita da un pugno di persone. Nel nostro caso gli utili idioti sono quelli che ormai hanno perso di vista la fede cattolica, grazie alle ubriacature del CVII.

  • Davide ha detto:

    Lo sa, gentile Dott. Prof. Ambrosini, che probabilmente ha ragione nel sostenre che non esiste nessun complotto di sostituzione etnica ?
    La sa però, gentile Dott. Prof. Ambrosini, che sarei portato a portare come prova a sostegno di tale complotto, proprio questo suo scritto ?

  • virro ha detto:

    S.Paolo, l’uomo mandato a Roma, ci dice:
    “…Come potranno invocarlo senza aver prima creduto in lui?
    E come potranno credere, senza averne sentito parlare?
    E come potranno sentirne parlare senza uno che lo annunzi?
    E come lo annunzieranno, senza essere prima inviati?…”

    Questi nostri Capi responsabili della Chiesa di Cristo, NON dimostrano di aver a cuore il Regno di Dio, ma il regno della economia m………
    Non hanno a cuore che qualcuno si salvi, S.Paolo, SI!
    Non hanno a cuore che i figli di Dio vivano, S.Paolo, Si!
    Non hanno a cuore la dignità dell’uomo, S.Paolo, Si!
    Non hanno coscienza della verità, S.Paolo, Si!
    S.Paolo fu inviato da Dio a Roma,
    Ma questa attuale migrazione, da chi e pagata?
    Da chi è organizzata?
    Quale finalità dobbiamo scoprire?
    A quanti bugiardi dobbiamo obbedienza?

    Caro Marziano ha tanta ragione!
    il pensiero di oggi, è un pensiero omicida e chi lo propaga non è a meno del pensiero stesso.

    Mi conforta il fatto che secondo la Sacra Scrittura questi governanti finiranno, e la Vittoria sarà di Cristo.

    Vieni Signore Gesù, Tu se la Verità

  • Nicola B. ha detto:

    Ed inoltre, per finire….Ma il Cardinale Sarah non lo ascoltano. Ascoltiamolo noi. Ripeto , il 26 Maggio dobbiamo salvare, per quanto possibile, l’Italia e l’Europa con il nostro voto altrimenti la profezia di Sarah sarà triste realtà.

    Il Cardinale Robert Sarah: “Fermate l’immigrazione o per voi sarà la fine” – Blondet & Friends
    https://www.maurizioblondet.it/il-cardinale-robert-sarah-fermate-limmigrazione-o-per-voi-sara-la-fine/

  • Nicola B. ha detto:

    Nell’articolo si percepisce un pensiero di ammirazione, di rispetto e di ritenuta superiorità delle famiglie immigrate portatrici di valori morali superiori rispetto a quelle italiane, viste come decadenti, inferiori ed immorali . Tutto ciò non mi meraviglia più perché ormai è evidente che ormai da decenni importanti settori dell’alto e basso Clero simpatizzano a Sinistra. L’articolo mi sembra anche molto riecheggiante di ideologia boldriniana.

    Comunque sia,secondo me, più ci avviciniamo alle elezioni europee di Maggio, più avranno paura e moltiplicheranno questi articoli su Avvenire . Combattiamo per l’Italia e l’Europa con il voto e facendo sapere quali nuovi pericoli stiamo correndo . Perché stanno riproponendo il GLOBAL COMPACT sia a livello europeo, sia a livello italiano.

    La mossa dei Radicali: arriva la legge popolare per avere più immigrati
    http://www.ilgiornale.it/news/politica/mossa-dei-radicali-aula-arriva-legge-popolare-avere-pi-1675443.html

    “L’Ue lavora per rendere il Global compact obbligatorio”
    http://www.ilgiornale.it/news/politica/lue-lavora-rendere-global-compact-obbligatorio-1667370.html

  • Adriana ha detto:

    Un grande ” L’ Avvenire ” dietro alle spalle…
    Per il futuro : a fine estate la pubblicazione in italiano del libro del Card. Robert Sarah : ” Le soir approche et déjà le jour baisse “. Sagge e libere parole sull’immigrazionismo prevalentemente islamico . ” Se l’Occidente continua per questa via funesta , esiste il grande rischio che esso scompaia , invaso dagli stranieri “.
    Articolo su Dagospia . https://www.dagospia.com/rubrica-29/cronache/idquo-migranti

  • Gene ha detto:

    Vorrei cortesemente che dott. Tosatti provasse a spiegare l’ossessione di Avvenire e del pampero, nell’ imporre ai cattolici l’accoglienza di migliaia di musulmani…non certo d’accordo ad integrarsi a tal punto da lasciare Maometto per il papa regnante…attendo un chiarimento…grazie

    • wp_7512482 ha detto:

      Un mistero anche per me, lo confesso…

      • Adriana ha detto:

        Gentile Tosatti ,
        meglio che resti un mistero , altrimenti rischia di far la fine di Doroty quando scopre chi è il Mago di Oz .( E meno male che ha il cagnolino salvavita ) .

      • deutero.amedeo ha detto:

        Le risposte alternative sono tante. Io mi limito a farne un elenco sotto il profilo di categorie possibili. Poi sta a voi fare una graduatoria e cercare di capire qual è la più probabile.

        Filosofiche
        Filantropiche
        Ideologiche
        Morali
        Politiche
        Economiche
        Psicologiche
        Psichiatriche
        Geriatriche

        • Lucy ha detto:

          @Deutero
          Eccoti la mia graduatoria riguardo le motivazioni della ” ossessione ” immigrazionista.
          1 ) Ideologiche
          2 )Politiche
          3 )Economiche
          4 )Psichiatriche.
          La altre non sono contemplate e le più probabili sono quelle al numero 1 .
          Naturalmente di Bergoglio .

  • Astore da Cerquapalmata ha detto:

    Premesso che guerre e carestie non hanno nulla di logico perché il peccato non è logico, mi chiedo quale sia la logica che conduce un profugo afgano in Italia, che forse non sa neanche dov’è, e non in Arabia, che è più vicina e musulmana. Come si fa a non pensare a un COMPLOTTO?
    Con quale logica, nonostante i VESCOVI dell’Africa si dichiarino in gran parte contrari all’immigrazione, il Papa si è fatto prendere da fregola immigratoria. Conosce forse meglio di loro la reale situazione africana?
    Con quale logica non si fanno grandi campi per veri profughi nel pacifico e benevolo Marocco, sostenuti dall’ONU, per poi essere integrati un po’ alla volta (Integrazione = casa e lavoro) soprattutto nei paesi musulmani, ma, in certa misura, anche altrove? Ci vorrebbe davvero poco.
    Se vi fosse davvero la buona fede, il Vaticano, che non può essere meno generoso della Germania, visto che ha 1000 abitanti, si farebbe un vanto di ospitare un 3-400 migranti musulmani e, perché no? anche un campo nomadi, visto i suoi grandi giardini.

    • Lucia ha detto:

      Signor Astore credo che le sue domande siano retoriche , comunque per chi non lo sapesse vorrei far presente che in Arabia e negli Emirati Arabi si entra con il sistema dello sponsor , cosa che limita di molto la capacita della mafia nigeriana di portare schiavi sul sacro suolo arabico.Per essere piu precisi , i regni del golfo vogliono gli schiavi , ma di quelli che muoiono per costruire grattacieli e stadi in vista dei campionati di calcio , non di quelli che spacciano o chiedono l ‘ elemoosina.E non credo che siano moltissimi i subsahariani che muoiano dalla voglia di morire nei cantieri edili lavorando a 50 gradi all ‘ ombra e li le donne non potrebbero neanche sognarle di notte , perche al minimo sguardo al ….chador sarebbero caricati sul primo aereo sempre che i maschi della famiglia di lei non lo eliminino e li non sono previsti risarcimenti per i parenti dello sconsiderato…..Mi meraviglio anch ‘ io come il vaticano faccia finta di non sapere che la violenza ” tribale” di migliaia di migranti africani e in questa violenza io ci metto anche delle mamme che circoncidono i figli provocandone la morte , scateni sempre piu la rabbia e l ‘ ostilita crescente degli europei , cio che il Papa nel suo ultimo discorso ha chiamato razzismo e per cui noi dovremmo vergognarci.Ecco perche io penso che la chiesa ufficiale sia sotto effetto dell ‘ ideologia sperando che sia per annebbiamento della ragione e non per una scelta criminale di scatenare istinti negativi in noi europei …La saluto con affetto

      • Astore da Cerquapalmata ha detto:

        Detto col massimo rispetto per il Papa, di sciocchezze e di banalità che rasentano il ridicolo ne dice tante.
        Pare che secondo il Papa la criminalità nigeriana si sia ispirata alla mafia siciliana. Ridicolo: quando si parla di “mafia” ormai non ci riferisce più al tipico fenomeno siciliano, ma alle organizzazioni criminali con certe caratteristiche. Si parla infatti di MAFIE.
        La YAKUZA, ad esempio, la si chiama mafia giapponese, ma in realtà è più antica della mafia.
        A volte certi ragionamenti del Papa sono così terra terra che mi viene il sospetto che soffra di qualche problema psicologico. Oppure la sua è solo ideologia e gioca con le parole per il suo tornaconto

  • Gian Piero ha detto:

    L’Avvenire e’il.giornale della CEI, ma la CEI non e’altro che una conferenza episc opale del tutto o in larga maggioranza appiattita sulle posizioni politiche del pontefice regnante.
    La CEI e Avvenire hanno sposato acriticamente le idee del Capo, intendendo come loro CAPO non Cristo , a cui forse non credono, ma Bergoglio. Immigrazionismo, pauperismo, terzomondismo, peronismo di sinistra, ecologismo,tutta la paccottiglia ideologica bergogliana e’ diventata il Verbo.per la CEI, ha preso il.posto del Verbo divino. Le simpatie politiche di Bergoglio , le sue fissazioni sui migranti e il cambiamento climatico, e il suo disinteresse totale per i ” valori non negoziabili”, nonche’per la fede cattolica, sono stati subito fatti propri da Avvenire
    Chissa’se tale linea editoriale sopravvivera a un cambio.della guardia o se a cambio di.pontefice ci saranno.giravolte e cambi di casacca. Io penso che solo.l’opportunismo guidi sia la CEI che Avvenire. Chissa con un pontefice cattolico anchela CEI e Avvenire ridiventerebbero cattoliche , almeno di facciata.
    Ma a noi non deve importare quello che scrive.o.pensa chi non ama Cristo Gesu’. Hanno gia’ la loro.ricompensa.

  • moriarty ha detto:

    IL PROBLEMA DI AVVENIRE E’ ANCHE CONSISTITO NELLA SFIDA COMPETITIVA TRA TARQUINIO E ANDREA TORNIELLI CHE VOLEVA SOFFIARGLI IL POSTO . COSì TARQUINIO E’ STATO COSTRETTO A SUPERARLO SEMPRE E OVUNQUE . TUTTO CIO’ ACCADE NEL REGNO INCANTATO DI BERGOGLIO . bERGOGLIO OGNI MATTINA GAUARDA LO SPECCHIO MAGICO E GLI CHIEDE :” SPECCHIO DELLE MIE BRAME , CHI E’ IL PIU’ FURBO DEL REAME ? “

  • Astore da Cerquapalmata ha detto:

    Il linguaggio di Avvenire mi sembra falsa informazione, perché le frontiere chiuse non riguardano gli immigrati che lavorano, hanno famiglia e sono integrati. E nemmeno i profughi veri.
    Quelli non li mette in discussione neanche SALVINI.
    Infatti molti immigrati REGOLARI la pensano come Salvini.
    Ciò a cui mirano i Vescovi e il Papa è il GLOBAL COMPACT, cioè almeno 10 milioni di immigrati nei prossimi anni senza lavoro e quasi tutti musulmani.
    Il Papa ha recentemente detto che non solo i rifugiati vanno accolti, ma anche gli immigrati.
    Ma gli immigrati vanno accolti se c’è lavoro, altrimenti si fa anche il loro male. Sarebbe come se io andassi da solo in Cina senza la speranza di un lavoro.
    Non so se il Papa ha sposato le tesi della massoneria mondiale per convinzione o se la sua è solo una forma di filantropia ingenua ed entusiasta. So però che se, al di là di qualche dichiarazione, si impegnasse per l’aborto come per gli immigrati, non farebbe male.

    • Mazzarino ha detto:

      10 milioni di migranti, fetta Chiesa Castrata di Bergoglio 33% = 3,3 milioni. 3,3 milioni x 33 euro/giorno = 109 milioni euro/giorno. E’ il nuovo “concordato” firmato con Soros procuratore di Rotschild e Rockfeller. Ed ecco il vangelo secondo Bergoglio scritto dalla CEI e pubblicato da Avvenire.

  • deutero.amedeo ha detto:

    Secondo il professor Ambrosini pare che la qualità delle famiglie non conti niente. Per lui conta solo la quantità. Ma:
    Se io mischio fra loro due quantità uguali di liquidi diversi, non aumento né la quantità dell’uno né la quantità dell’altro : quello che ottengo è una quantità doppia di un liquido che nel 90% dei casi è di qualità peggiore di quella dei singoli componenti. Mezzo litro di latte + mezzo litro di acqua fanno un litro di un qualcosa che non è migliore del latte e nemmeno migliore dell’acqua.
    Quindi non è detto che una popolazione fatta per metà da famiglie italiane e per metà da famiglie di origine africana o asiatica sia migliore delle singole popolazioni di origine dei diversi gruppi di famiglie prese separatamente. Ma pare che per il professore non sia così.

  • IMMATURO IRRESPONSABILE ha detto:

    Certo non si puo’ pretendere da un articolo di giornale il rigore di un saggio scientifico; tuttavia, fare una caricatura delle opinioni contrarie (sul femminismo, su famiglie di “stirpe italiana”!!) e ignorare la realta’ di altri paesi europei (v. Osservatore Berlinese ) come Svezia o Belgio, rende queste argomentazioni piu’ degne di un comizietto che utili all’informazione. Io, comunque resto dell’ idea che non si possa nemmeno incominciare un confronto sul tema dell’ immigrazione, se, per irenismo, non si accetta di parlare dell'”appartenenza religiosa”( soprattutto in ambito sociologico sarebbe assurdo ). Per esser chiari, l’Islam ignora il Diritto Naturale; lo ignora, intendo, nel senso che esso non e’ compatibile colla legge divina, rivelata. Anche nel pensiero occidentale cristiano esiste la dottrina per cui la “lex naturalis” confliggerebbe con la liberta’ di Dio (Occam), che, respinta nella filosofia cattolica, s’impose nel mondo protestante, in cui si concesse allo Stato sovranita’ assoluta sul piano temporale (giuspositivismo). Per l’Islam, tuttavia, l’ esito e’ diverso, giacche’ il Corano fornisce non solo la legge morale, ma anche, e forse soprattutto, la legge civile! La battaglia per difendere il Diritto Naturale ha avuto, in Occidente, alti e bassi, diciamo cosi’, ma con forti comunita’ mussulmane il confronto non si pone nemmeno. Chi afferma che col dialogo si risolve tutto, non dice il vero, su questioni come questa il conflitto e’ inevitabile!
    Naturalmente si puo’ sempre dialogare rinunciando a dire….la verita’, per amore della pace.
    Cosi’ faremo lo stesso la guerra avendo perso, anche, la…Verita’.
    Gli ospiti del forum mi perdoneranno se affronto cosi’ “disinvoltamente” questioni meritevoli, certo, di ben altra profondita’ di dottrina.

  • Grog ha detto:

    Naturalmente nell’articolo del quotidiano “cattolico” non viene nominato Gesù nemmeno x sbaglio. E tantomai viene presa in considerazione l’idea di convertire questa gran massa di persone che per la maggior parte non sono cristiane.
    Va bene così…ricordo en passant che avvenire é proprietá della cei e l’8xmille va in pasto alla cei…

  • Adriana ha detto:

    Radio Radicale oggi si è lanciata in un panegirico della propria attività ” di conoscenza ” eguale , eguale a quella del giornale
    ” L’Avvenire “.
    Ipsi dicunt….et accipiunt .

  • fox ha detto:

    Un tempo c’era un giornaletto satirico , di cui non ricordo il nome che simulava notizie paradossali ,impossibili , fake news , tamente evidenti che non c’era bisogno di smentirle per capire che erano false. Equivaleva a quei giornaletti che si vedono in edicole ia Firenze ,dove in toscanaccio ridicolizzano e dissacrano chiunque . l’AVVENIRE è diventato qualcosa di simile ormai .Lo si legge esclusivamente per veder dissacrare le fede cattolica. Mi dicono che molti redattori , che allora lo avevano contestato, ora rimpiangono Dino Boffo e non perdonano il card.Bagnasco di averlo sostituito con Tarquinio. Anche se riconoscono che ci sono due Tarquinio , quello ratzingeriano e quello bergogliano. Ma oggi si vergognano di scrivervi . Ma non possono fondare un’altra Nuova Bussola …

  • osservatore berlinese ha detto:

    Da Venerdì di Repubblica del 22 marzo scorso.

    “Ich bin ein Berliner”. La famosa frase di Kennedy Issa Rammo se l’è tatuata sul petto insieme all’aquila della Bundesrepublic. E, della Germania, il figlio di profughi libanesi pensa che “mi ha dato un bicchiere d’acqua” ma che “io gliene ho restituito un secchio” Sarà. Ma Issa è il capo del più potente clan criminale berlinese, i Ramno . E a carico dei circa 500 membri della banda del quartiere di Neukolln si contano oltre 1100 procedimenti penali per traffico di droga, rapine, aggressioni, estorsioni, sfruttamento della prostituzione o riciclaggio . Spessissimo sono processi abortiti perchè molti testimoni perdono improvvisamente la memoria. O perché i Ramno, come gli Abou-Chaker, i Miri, gli Al-Zein, e gli altri clan che ormai spadroneggiano non solo a Berlino, ma in mezza Germania, possono permettersi gli avvocati più cari, i Principi del Foro. La loro arroganza è cresciuta a dismisura anche per colpa di uno stato che, per vent’anni ha preferito girarsi dall’altra parte.

    • sempre dallo stesso articolo ha detto:

      Nella notte del 27 Marzo del 2017 , quattro uomini si intrufolano nel museo Bode, in pieno centro e mandano in frantumi una vetrina per rubare una moneta d’oro da 100 chili.
      Le telecamere di sorveglianza riprendono i quattro mentre portano via la refurtiva da 3,7 milioni di euro con una carriola. La moneta Big Maple Leaf con l’effigie della regina Elisabetta II non sarà mai più ritrovata. La squaglieranno per rivendersi l’oro. I giornali ne parleranno per mesi e non solo quelli tedeschi. Un anno dopo un tribunale condanna 3 ragazzini tra i 20 e i 23 anni dal cognome pesante. Sono Wissam, Ahmad e Wayci Rammo.

    • HK ha detto:

      forse lei ha sbagliato blog ….

      • bertoldo ha detto:

        o non si doveva parlare delle belle famiglie di immigrati , in Italia e in Europa ?
        Se non c’è riuscita frau Anghela ad integrarli, lei che è così brava, come potremmo riuscirci noi ?

  • deutero.amedeo ha detto:

    Giocare con i numeretti fa sempre colpo e serve a dare una patina di scientificità a scritti che di scientifico non hanno proprio niente. E per di più i conti non tornano.
    Infatti 39,3+35,2+18 = 92,5 . Manca all’appello un 7,5% di quei 1325000. E non sono pochi : sono 1325000 x 7,5% = 99375 persone. Non classificate ? Turisti? Animali domestici?
    E lo stesso dicasi dell’altro gruppo di dati relativi ai permessi di lungo soggiorno. I conti non tornano.
    Basterebbe questo per mandare a quel paese L’Avvenire e il sociologo che ha scritto l’articolo.

  • guy ha detto:

    MI DICONO CHE CROZZA HA RIDICOLIZZATO IL CONGRESSO DELLE FAMIGLIE DI VERONA ,MA QUANDO GLI HANNO SPIEGATO A CHI AVEVA FATTO COMODO ( CIOE’ ALLA CEI) , SI è PENTITO . BENE PERCIO’ PROPORRE A CROZZA DI IRONIZZARE SUGLI ARTICOLI DELL’AVVENIRE , VISTO CHE QUESTO QUOTIDIANO DEI VESCOVI ORMAI SI COMPRA SOLO PER FARSI QUATTRO RISATE , MA CHE CROZZA NON CAPISCA CHE IN TAL MODO NE PROMUOVE LE VENDITE SOSTENENDO COSI’ LA CEI. …

    • ester ha detto:

      Bisogna sottolineare che Avvenire è stato , di recente, preso in attenta considerazione da Urbano Cairo e dai suoi potenti mezzi di comunicazione. Tarquinio è spesso ospite dei talk show della 7 e, mi sembra stamane, sia stato presentato Avvenire come il quarto quotidiano più venduto in Italia….
      Ora abbiamo due opzioni : o la candidatura di Cairo a qualche carica politica, o il pensiero di Cairo di mangiarsi anche Avvenire…

      • guy ha detto:

        tenga conto che dietro Cairo c’è Berlusconi , però…

        • ester ha detto:

          Cairo ha senz’altro imparato il mestiere da berlusconi, e lo imita spudoratamente nelle cose buone, ma è anche sostanzialmente diverso …
          Insomma da Cairo non ci aspettiamo nè Previti, nè Dell’Utri, nè le cene eleganti di Arcore.
          Questo improvviso interesse nei confronti di Avvenire, fino all’affermazione, chiaramente esagerata, che sia il quarto quotidiano italiano mi stupisce. D’altra parte, se vuoi comprare, devi denigrare l’oggetto del desiderio, non esaltarlo a sproposito.

      • Grog ha detto:

        Avvenire quarto quotidiano italiano?
        Provate a chiedere a qualsiasi giornalaio di vostra conoscenza quante copie vende il fogliaccio cattocomunista e poi fatevi quattro risate.

        • guy ha detto:

          però potrebbe essere , se lei toglie i primi due Corriere e Repubblica , cosa resta ? diciamo 24ore, La Stampa, QN, poi ? Il Fatto, Il Giornale e La Verità . Avvenire denuncia un numero di copie prodotte superiori al Giornale . Suppongo vendute via abbonamento o in Chiesa e non restituite , l’Avvenire (come peraltro il Messaggero, non si comprano in edicola , potrebbe essere

          • guy ha detto:

            volevo dire Osservatore Romano, non Messaggero. Mi scuso,.

          • giovanna ha detto:

            Potrebbe essere che le copie prodotte da Avvenire lo rendano il quarto giornale in Italia di copie prodotte !
            Ma prodotte non vuol dire vendute !
            Come ho già detto, a me e a molti dei miei amici, arriva tutti i giorni, da anni e anni, mi pare da almeno quattro o cinque anni.
            Mi arriva, come a tantissimi in città , senza che io abbia mai e poi mai pagato alcun abbonamento, ma, semplicemente, avendo dato il mio nome dieci anni fa per un invio trimestrale gratuito, al tempo in cui i principi non negoziabili non erano sbeffeggiati.
            Per curiosità, mi voglio informare se le edicole vicino casa mia lo vendano e in che misura: vi farò sapere.

        • Adriana ha detto:

          Avvenire sarà il quarto ” per sovvenzioni ” !