BESTIARIO. CLERICALE SÌ, MA ANCHE I “LAICI” NON SCHERZANO. IN PARTICOLARE CON LE BUGIE SU VERONA…

22 Marzo 2019 Pubblicato da --

Marco Tosatti

Cari amici di Stilum Curiae, mi sono accorto di aver raccolto quasi senza accorgermene nei giorni scorsi alcune immagini adatte ad arricchire il nostro Bestiario. Per ovviare allo sconforto poi ho aggiunto alcune notizie che mi sembrano positive. Ancora una volta, redigendo queste notarelle, mi sono reso conto di quanto avesse ragione Marx Twain, quando diceva: L’uomo è l’unico animale che arrossisce, ma è l’unico ad averne bisogno. E questo, ahimè, vale anche per gli uomini consacrati…

 

La prima caramella ci viene da oltre oceano, e la trovate su questo link.

https://twitter.com/paddyraffcomedy/status/1107686075810676736


Poi c’è il nuovo vicepresidente della Conferenza Episcopale Tedesca, il vescovo di Osnabrück, Franz-Josef Hermann Bode, il presule che ha lanciato l’idea di una benedizione per le coppie omosessuali. Che cosa stia facendo con un orsetto in testa non lo sappiamo. Certo avrà ottimi motivi pastorali, ma l’effetto non è particolarmente dignitoso.


Alla cortesia dell’amico Giorgio Spallone dobbiamo invece questa fotografia di esaltazione europeista, a cui partecipa l’arcivescovo di Bologna, Matteo Zuppi. Senza parole e commenti.


 

Commenti invece ci sarebbero da fare e bisogna farli e li abbiamo fatti sulla campagna di menzogne, disinformazione e fakenews lanciate dalla sinistra contro il Congresso Mondiale delle Famiglie a Verona a fine mese. Menzogne e disinformazione alimentate anche dai grandi giornali (che poi si stupiscono di essere in crisi di lettori…e accusano il web cinico e baro, invece di guardare al loro tradimento professionale). Ecco l’ultima, nella foto.


Mentre invece ci sembra interessante offrirvi questa proposta che nasce dal Movimento % Stelle di matrimoni anche fra specie diverse, purché “consensienti” (sic). Chissà come si fa a verificare il consenso fra specie diverse. Attendiamo chiarimenti.


 

E ora passiamo alle buone notizie. La prima è un video teso proprio a smontare un po’ delle balle sparse a piene mani dai disinformatori a tempo pieno.

https://www.youtube.com/watch?v=fLOcKLJbXXg


 

Poi c’è un annuncio, che fa bene sperare, sulla porta della basilica dell’Ara Coeli, a Roma. Giusto per ricordare ai fedeli alcuni fondamentali…


 

La terza notizia – che ci sembra buona – è l’apertura di un fascicolo, alla Congregazione per la Dottrina della Fede, su Cremona, originato dalle proteste dei fedeli, per la decisione del vescovo locale di non permettere MAI che venga celebrata la messa secondo il Vetus Ordo, andando contro il Summorum Pontificum. Sembra che la questione sia nelle mani del prefetto, Ladaria, ora che la Commissione Ecclesia Dei ha cessato di esistere. Personalmente, da laico e anche laicista in certi casi, trovo la proibizione singolarmente assurda. Ecco che cosa può essere il vero clericalismo DOC. Leggete di più su Messa in Latino.


 

Infine, un’ultima buona notizia: a Lisbona il cardinale patriarca ha permesso la celebrazione quotidiana della messa secondo il Vetus Ordo, che per anni, inspiegabilmente, è stato assente nel Paese. Ecco un link alla notizia, data da Rorate Coeli.  


Ora, come sapete perché l’ho scritto diverse volte, non è che personalmente chi scrive sia un fan della messa Vetus Ordo sempre e a priori. Ma mi sembra contrario a ogni logica e libertà e ragione che un rito che è stato celebrato per centinaia di anni non possa continuare a essere celebrato, se ci sono persone che lo desiderano. Il tutto per soddisfare i minuscoli odi partigiani e ideologici (Vetus Ordo: conservatori, Novus Ordo: progressisti) di quella sciagura che sono i vari….va be’, lasciamo perdere i nomi, tanto li conoscete.


Foto di Matilde Fallíca


Oggi è il 194° giorno in cui il pontefice regnante non ha, ancora, risposto.

Quando ha saputo che McCarrick era un un uomo perverso, un predatore omosessuale seriale?

È vero o non è vero che mons. Viganò l’ha avvertita il 23 giugno 2013?

Joseph Fessio, sj: “Sia un uomo. Si alzi in piedi, e risponda”.


Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa” fino a quando non fu troppo molesto.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina


Libri di Marco Tosatti

Se siete interessati a un libro, cliccate sul titolo….


Viganò e il Papa


FATIMA, IL SEGRETO NON SVELATO E IL FUTURO DELLA CHIESA

  SANTI INDEMONIATI: CASI STRAORDINARI DI POSSESSIONE

  PADRE PIO CONTRO SATANA. LA BATTAGLIA FINALE

  Padre Pío contra Satanás

La vera storia del Mussa Dagh

Mussa Dagh. Gli eroi traditi

Padre Amorth. Memorie di un esorcista.

Inchiesta sul demonio.

Tag: , , , , , ,

Categoria:

Questo articolo è stato scritto da wp_7512482

41 commenti

  • Nicola B. ha detto:

    https://youtu.be/mrZc3EkVWdk

    Ecco da chi è guidata la UE. Credete che gli altri politici che seguono la sua stessa politica e linea e che vogliono imporci il GLOBAL COMPACT siano meglio ? Affidereste simile gente ( non solo JUNKER) ma anche ai vari Tusk , Lagarde ecc ecc i vostri figli ? Con il GLOBAL COMPACT che vogliono rendere OBBLIGATORIO, vogliono decretare la morte non solo dell’ Italia ma di tutta la stessa Europa. Il 26 maggio o si difende l’italia e l’Europa con il VOTO SOVRANISTA E POPULISTA OPPURE SI MUORE.

  • Nicola Bu ha detto:

     

     

    A proposito di Migranti. Ultimissime notizie.

    http://www.ilgiornale.it/news/politica/lue-lavora-rendere-global-compact-obbligatorio-1667370.html

    A tutti i lettori e lettrici. Il 26 maggio o si difende l’italia e l’Europa con il voto oppure l’italia muore insieme all’Europa . Non si vogliono arrendere. Non mollano i massoni.Dobbiamo votare sovranisti e populisti il 26 Maggio. I moderati non si batteranno per difenderci. Diffondiamo la notizia e sensibilizziamo tutte le nostre conoscenze. Non dobbiamo vincere ma stravincere. Ne va del nostro futuro . Per noi e per i nostri figli.

  • Iginio ha detto:

    Com’è che nessuno abbia notato il Mortadella nella foto? Tutti ammiratori del Cattolico Adulto?

    • Vito ha detto:

      Noooooo!
      Forse è un segno di pietà verso un uomo finito, bollito e stra-fallito.
      Peccato che i suoi fallimenti li stiano pagando gli italiani.

  • Nicola B. ha detto:

    Ultimissime notizie. I nemici della Chiesa Cattolica, della famiglia, della vita, del matrimonio, dell’infanzia, della gioventù, dell’Italia, della Europa, dei popoli non ancora schiavizzati, sono sempre più VICINI VICINI SENZA VERGOGNA.

    http://www.ilgiornale.it/news/politica/europee-soros-dona-200mila-euro-pi-europa-1667349.html

  • anna maria ha detto:

    Un esempio straordinario di figura papale, in tempi straordinariamente difficili , dove il Santo Padre teneva forte il TIMONE della BARCA si PIETRO . PAOLO VI https://annamariadematteis.wordpress.com/2018/10/14/paolo-vi-proclamato-santo-grande-la-sua-opera-magistrale/

  • anna maria ha detto:

    Non esiste più UNA SOLA CHIESA CATTOLICA, no , non esiste più !!! Rendiamoci conto: ognuno dice ciò che vuole , ognuno proclama ciò che vuole, vescovi, cardinali, Papa, si… persino il Papa dice ciò che vuole!!! Il suo magistero è “disancorato” dalla Parola di Dio, dalla Tradizione bimillenaria ….!! Anzi proprio lui ha permesso ai non credenti vescovi, sacerdoti, cardinali, di sdoganare qualsiasi peccato, qualsiasi immoralità che grida al cospetto di Dio !!! “Un giorno verrà il Giudizio di Dio” !!! Intanto la Chiesa Cattolica ” UNICA” in realtà non esiste più!!! Non si tratta di catastrofismo ma di assoluta realtà ! Continuiamo , si , ad annunciare il vero Vangelo, lo farò fino all’ultimo respiro della mia vita, ma come chi lotta contro i “mulini a vento”.
    Approvo pienamente chi con coraggio e tenacia si impone e controbatte lo sdoganamento della omosessualità, come realtà accettabile moralmente! Essa grida al cospetto di Dio ! ! !E’ deplorevole che molti sacerdoti e vescovi approvano addirittura ciò che è disgustoso e vergognoso persino nominare!!! Salviamo i nostri ragazzi dalla deriva morale . . . dal peccato , dalla infelicità permanente e dalla perdizione eterna ! ! ! Don Giovanni Bosco, San Filippo Neri, San Domenico Savio, Santa Maria Goretti , proteggete dal Cielo i nostri giovani : hanno diritto ad una sana e giusta formazione umana e cristiana. Un appello a tutti gli insegnanti di Religione, catechisti ed educatori : non arrendiamoci !!! Sono anch’io insegnante di Religione Cattolica, da 31 anni!!! Vi assicuro che i ragazzi sanno intuire e capire dove è la Verità ! I ragazzi, che si autodefiniscono omosessuali, sono i nostri ragazzi, quelli che frequentano le nostre scuole, le nostre palestre , le nostre parrocchie . . . Dove siamo noi adulti ? Cosa trasmettiamo loro ? Quali insegnamenti doniamo ? Quale “accompagnamento” spirituale ed umano doniamo loro?Quale esempi di vita offriamo loro ogni giorno ? E’ colpa dei ragazzi se siamo noi, adulti, a non saper donare loro i veri valori ? Rendiamoci conto che molti, in campo educativo, offrono loro il ” vuoto ” ! Si, il “vuoto”! Quale esempio doniamo loro? Famiglie inesistenti . . . che non insegnano ad amare, a saper gustare la vita , a scorgere nell’altro la bellezza , la ricchezza. Sappiamo parlare loro di Dio , Padre e Creatore ? Sappiamo insegnar loro che Egli ha un piano , un progetto su di noi , una vocazione ? L’essere uomo o donna è una Vocazione , non “un caso” del destino , che puoi ” orientare ” a tuo piacimento , ma un grande e stupendo dono ! !

  • Lucis ha detto:

    Scusi, ma l’annuncio alla porta di Santa Maria in Ara Coeli non è esatto… ammette alla comunione eucaristica tutti i battezzati… anche luterani calvinisti ecc…?
    L’annuncio avrebbe dovuto dire: sono ammessi alla comunione eucaristica soltanto i cattolici in stato di grazia…

    • Adriana ha detto:

      D’ACCORDISSIMO!!! Solo i cattolici in grazia di Dio, possono avvicinarsi all’Eucaristia!!!(

    • gabriele ha detto:

      Si da per scontato che alla messa in una chiesa cattolica ci vadano i cattolici; alla messa ormai non ci vanno quasi più neanche i cattolici, perché dovrebbero andarci i protestanti?

    • Rafael Brotero ha detto:

      Scusi, ma ci sono luterani, calvinisti, bergogliani in stato di grazia??

  • Il veritiero ha detto:

    Ora ho capito cosa si sta’ giocando intorno al congresso sulla famiglia di Verona. CE LO SPIEGANO BENEDETTO XVI E MONS. NEGRI. L’ho capito da questo video di MONS. NEGRI di 2 anni fa’. Mons. Negri cosa c’è veramente dietro, spiega che stanno attaccando la famiglia per distruggere la chiesa, e ci sono quasi riusciti E IN ITALIA SI GIOCA L’ULTIMA PARTITA CHE PUO’ DETERMINARE LA SCONFITTA DELLA CHIESA O IL SUO RISORGERE IN TUTTA EUROPA ( PAROLE DI BENEDETTO XVI) vi prego, guardate questo video di 3 minuti, è vi Si aprirà un mondo su quello che sta’ succedendo adesso a Verona. BENEDETTO XVI DA GRANDE UOMO QUALE È AVEVA PREVISTO TUTTO E CI AVEVA AVVISATI CON 2 ANNI DI ANTICIPO. Ecco il video https://youtu.be/4hu9DgtxOPY

  • virro ha detto:

    Ma chi ha rapito l’intelligenza all’uomo?

  • gabriele ha detto:

    il vescovo dell’orsetto è stato nominato da Giovanni Paolo II quando stava ancora bene, quindi le cose non funzionavano già da tempo negli uffici vaticani… comunque l’orsetto è bello, è il pastorale del vescovo ad essere brutto come si vede qui: https://www.noz.de/lokales/osnabrueck/artikel/1617864/missbrauchsfaelle-osnabruecker-bischof-bode-entschuldigt-sich-oeffentlich

  • Pietro ha detto:

    Nella foto del vescovo Bode , ancora più di cattivo gusto dell’orsetto a me sembra la stola arcobaleno del concelebrante.

  • IMMATURO IRRESPONSABILE ha detto:

    Intervengo sull’europeismo. Purtroppo su questioni economiche e politiche, in molti siti cattolici di orientamento tradizionale si accreditano posizioni estreme e, secondo me! imprudenti quando non irrazionali. Stilum Curiae mi sembra piu’ “pluralista”. Nel merito, se e’ verissimo che la sinistra anticattolica ulilizza l’europeismo per i suoi scopi, e per uscire da una sua grave crisi, io mi rifiuto di rinnegare, per reazione, la memoria di un Adenauer, di un Erhard, di don Sturzo, e ,perche’ no,
    di un De Gaulle, il quale non si oppose all’Europa, come molti, sbagliando, ancora dicono. Non esistono solo kalergi e Ventotene, esiste un europeismo cattolico al quale dobbiamo la rinascita del nostro continente, dopo i due tentativi di suicidio nel ’14 e nel ’39. Anche sulla moneta unica inviterei a una maggior prudenza, coloro che rimpiangono la lira: non credo sia argomento di Fede!
    Per quanto riguarda le aberrazioni liturgiche (?), certo il primo motivo e’ il ripudio del Sacro (per incomprensione o per volonta’ cosciente, e’ difficile dire); tuttavia si puo’ pensare, accanto a questo, ad un’altra causa: nonostante il loro continuo sorridere, questi sacerdoti, interiormente, forse, sono angosciati per il progressivo svuotarsi delle chiese, e pensano di porvi rimedio con tali, patetiche, trovate. Se cosi’ fosse, la decadenza del rito sarebbe a un tempo causa, ma anche effetto dell’abbandono, da parte sei fedeli, delle cerimonie religiose.

    • LucioR ha detto:

      Guardi che se Adenauer, Erhard, e don Sturzo – in realtà i fondatori dell’unità europea, nel suo inizio che poi ha portato a quella attuale, furono Adenauer, De Gasperi e Schumann – comunque se questi o quelli si svegliassero dal loro sonno eterno non c’è alcun dubbio che sarebbero i più accesi antieuropeisti, in riferimento a “questa” Unione Europea, che è tutto l’opposto di quella che loro avevano preventivato.
      In quanto all’Euro, il discorso e troppo complesso ed e materia di specialisti. Penso però che una valutazione “a spanne” si possa effettuare su base empirica. Voglio dire, considerare il posto che aveva l’Italia nel mondo prima dell’avvento dell’Euro in campo economico, finanziario (pensiamo anche alla riserva aurea in parte sperperata, ed ora la Germania ci vuole fregare il resto), manifatturiero, industriale (era una delle primissime potenze industriali); e non ultimo del prestigio a livello internazionale (che era un po’ la sommatoria di quanto detto) e quello che occupa oggi. Il confronto è estremamente penalizzante, e ritengo che gli studi specialistici possono solo dare la misura di questo disastro, ma non certamente capovolgerlo in successo.

      • IMMATURO IRRESPONSABILE ha detto:

        Ho citato Erhard, di una generazione piu’ giovane di Adenauer, e spesso in polemica con lui, proprio perche’ oggi e’ calato il silenzio su quei cattolici, anticomunisti ma non reazionari, che dovettero gestire in anni, difficilissimi, quella casa europea le cui fondamenta erano state poste da quei grandi che Lei giustamente,i ricorda. In Italia Piccioni, Scelba, Gonella, fra gli altri, furonoprotagonisti di quella storia politica italiana, ante -centrosinistra, fatta anche di ďifesa dell’europeismo contro una sinistra “ferocemente” schierata sull’altro fronte. Se l’Europa, oggi, non ci piace, che fare? Riformarla o disintegrarla?

  • Giuseppe ha detto:

    “Menzogne e disinformazione alimentate anche dai grandi giornali (che poi si stupiscono di essere in crisi di lettori…”.

    Fuor di polemica, ma lei crede davvero che se i giornali seguissero una linea politico-editoriale più aderente alle idee che, per esempio, vengono sostenute in questo blog (o raccontassero quello che per lei è la “verità”), avrebbero più lettori?
    Al di là di ogni giudizio sulla bontà delle sue o delle mie idee, la sua valutazione mi pare sociologicamente e storicamente miope (la precedo: non sono né uno storico, né un sociologo, ma solo un uomo attento a quello che gli capita intorno): io credo che se davvero la stampa fosse orientata in tal senso, le vendite dei giornali, già misere, sprofonderebbero.
    Il “sentire” comune, oggi come oggi, è lontano anni luce dalle vostre posizioni. E questo non vale solo per chi, come me, è di sinistra, ma penso anche per chi si professa di destra.
    La società è composta (anche) di tantissimi divorziati, di coppie conviventi e con figli ma non sposate, di omosessuali o bisessuali, di transessuali, di donne che rifiutano il ruolo di custodi del focolare domestico, di famiglie allargate, di persone che sono favorevoli all’adozione da parte dei single, di cattolici praticanti che non sono contrari all’idea che un sacerdote possa sposarsi … e potrei continuare all’infinito.
    Una somma di maggioranze (in qualche caso) o anche di minuscole minoranze che dipingono un quadro che, per mutuare un concetto a voi caro, solo un’apocalisse potrebbe travolgere.
    Dopo di che tutto questo può piacere o no, può essere letto attraverso le categorie della depravazione o del peccato (come penso faccia lei), oppure secondo concetti laici e terreni, ma la società è questa cosa qui.
    E questo è un fatto. Poi ci sono tutte le possibili e lecite opinioni.

    • wp_7512482 ha detto:

      Giuseppe,
      credo che lei sia piuttosto giovane. Quindi non può ricordarsi del tempo in cui grandi giornali, come Corriere e Stampa, ospitavano posizioni molto diverse fra di loro. E la cronaca dei fatti non era immediatamente sottoposta alla lettura e deformazione politica come adesso. I giornali vendevano, perché proprio questa diversità interna li rendeva credibili a una platea vasta di lettori. Adesso purtroppo non è così: Repubblica, Stampa, Corriere, sono fortemente politicizzati in una sola direzione (la crisi e il crollo della stampa di sinistra ha infoltito i ranghi dei giornalisti “politicizzati” nelle redazioni) e di conseguenza la loro credibilità e obiettività ha subito un tracollo. E questo è un problema, gigantesco, perché l’unica cosa che può salvare la democrazia è lo spazio dato, senza anatemi, a voci diverse. Che è quello che la sinistra, e lei probabilmente anche, aborre. Come si vede dalle polemiche sul Congresso di Verona e il tentativo, classico delle dittature, di criminalizzare a priori, anche con menzogne, chi pensa diverso.La sinistra, e penso anche lei, parlate di democrazia; ma solo per chi è della vostra opinione. Buoni tutti…

      • Giuseppe ha detto:

        Non credo proprio che questa sia la ragione del crollo delle vendite dei giornali.
        Credo piuttosto che tutto dipenda da Internet e, in generale, dalla moltiplicazione delle fonti di informazione (moltiplicazione che, sono d’accordo, non sempre va di pari passo con la qualità).
        L’esistenza stessa di un blog come questo (o di altri simili) è un’opportunità che anche solo venti anni fa mancava.
        Eppure, come ho scritto prima, la vostra voce amplificata dalla rete nulla ha potuto contro la conformazione di una società che mi pare lontana anni luce dalle idee qui professate.

        • wp_7512482 ha detto:

          Una delle ragioni. Ma certamente non una delle ragioni che possono piacere alle persone come Lei, ben felici del Pensiero Unico e infastidite dalle opinioni diverse.

          • ludovico ha detto:

            Il pluralismo che lei riscontrava nel giornalismo di qualche anno fa si spiegava semplicemente col fatto che c’era il pentapartito e quindi una lottizzazione degli spazi di informazione. Chi era fuori non aveva certo spazio sulla grande stampa. Non ricordo grandi interventi di Pino Rauti o di Oreste Scalzone sul Corrierone……..

          • wp_7512482 ha detto:

            No, ma c’erano anche altri giornalisti e una concezione diversa di questo mestiere. Che non è mai stato un paradiso di angeli, ma qualche occasionale momento di decenza lo viveva.

  • zuzzurellando ha detto:

    Ottima la rassegna, ma non capisco perché sia da criticare anche la foto con la bandiera dell’Unione Europea… L’Europa va migliorata nelle sue storture, non distrutta !

    • Adriana ha detto:

      Kalergi ringrazia….

    • Klaus B ha detto:

      Detto da uno che ha creduto fermamente nell’Europa per decenni (io).
      Se fosse stato possibile migliorare l’UE (l’Europa non c’entra, è un continente e non una costruzione politica) nelle sue storture, a quest’ora lo si sarebbe fatto, dato anche che i danni prodotti dalle storture stesse sono gravi ed evidenti.
      La conclusione cui sono giunto (non certo io soltanto) è che l’UE è stata istituita appunto per imporre tali storture a cittadine che, come elettori, non le avrebbero mai accettate.
      Ma anche se questo non fosse vero, resta il fatto che non emerge alcuna volontà di rimediare. Vedremo dopo le elezioni europee cosa accadrà.
      Ma ormai sono convinto che l’unica cosa da farsi sia smontare tutto, concordemente e pacificamente, prima che scoppi una guerra civile.

      • Klaus B ha detto:

        Alla prima riga avrei dovuto scrivere “che ha creduto fermamente nel federalismo europeo”

        • zuzzurellone ha detto:

          Non è l’idea di unione europea che è sbagliata : sono le regole che non sono state poste a base della costruzione che hanno prodotto la catastrofe. Si può pensare ad un mercato unico quando in un paese le imprese pagano determinate tasse e in un altro la stessa impresa, qualora trasferisca lì la sua residenza nominale, paghi solamente la metà ? Questa è un’ingiustizia. Però sanabile. E’ giusto che le varie confessioni religiose abbiano trattamenti diversi (fiscalmente parlando ) a seconda dei vari paesi ?
          Eppure, in un paese nominalmente laico, come la Francia, sembra che i conventi di nuova generazione, o forse antica, stiano fiorendo. Forse merito dei libri (che non ho letto) di Regine Pernoud ?

          • Klaus B ha detto:

            Appunto: se fosse stato possibile farlo, lo si sarebbe fatto.
            Se non lo si è fatto, vuol dire che: a. non è possibile. b. non lo si vuole fare.
            In entrambi i casi ci abbiamo già rimesso abbastanza, in termini di qualità della vita, carriere, guadagni, prestazioni sanitarie ( quindi aspettativa di vita), istruzione, possibilità di un avvenire per i nostri giovani (e ci è ancora andata bene, rispetto ai Greci), per continuare a insistere.
            Basta e avanza. Per me e per molti altri, Vedremo nelle urne come la pensa la maggioranza.

          • Grog ha detto:

            Si diceva la stessa cosa del comunismo: non é l’idea che é sbagliata ma la sua applicazione. Poi ci siamo accorti che l’idea e l’applicazione erano coerenti…

      • Grog ha detto:

        Assolutamente d’accordo, soprattutto con le conclusioni.

  • Adriana ha detto:

    Però…mai disperare . Anche la neochiesa ha il suo tocco di modernità . Assieme all’immagine di Marlene Dietrich , di Patty Pravo , di Conchita Wurst , anche Papaciccio moltiplica i suoi momenti di gloria come icona ricorrente nei Gay-Pride . Ad maiora.

  • Adriana ha detto:

    Mmmmh ! Chiesa dei vecchiumi coreografici….le sisters del video si muovono e sono abbigliate a imitazione delle ballerine della Canzonissima
    d’antan : con la famosa calzamaglia nera ” per non far piangere il Papa “.
    Oggi per non far piangere i tanti ” monsignorine ” .
    L’orsetto sulla testa….beh ! , è dagli anni ’90 che a Milano , ma non solo , i gay si raggruppavano in due ” partiti “: quello degli ” Orsi ” e quello dei ” Castori “. Si divertivano a darsele anche , durante certi incontri…Si vede che a latitudini nordiche hanno vinto gli ” Orsi “.

    • anonimo verace ha detto:

      ero totalmente all’oscuro dell’esistenza delle due squadre. Ma se è così (e Adriana è degna di fede) la presenza dell’orso sulla testa del celebrante è molto peggio di quel che può sembrare a chi non sa… E’ una bestemmia bella e buona, durante una celebrazione liturgica….

      • Adriana ha detto:

        Anonimo Verace ,
        in effetti , gli ” Orsi ” erano i meglio stazzati e incutevano un certo timore ai ” Castori ” …