BESTIARIO (ANTI) CLERICALE. VOLGARITÀ, MENZOGNE, SCEMENZE E BESTEMMIE. LA KERMESSE “ILLUMINATA” CONTRO LA FAMIGLIA.

10 Marzo 2019 Pubblicato da 65 Commenti --


Marco Tosatti

Se fossi Jacopo Coghe o Toni Brandi, cioè due degli organizzatori di punta del Congresso Mondiale delle Famiglie programmato a Verona per fine marzo, sarei più che soddisfatto. Il grado di violenza verbale, aggressività e odio sbandierato nei confronti dell’evento da tutta una serie di politici e gruppi di pressione, oltre che dalla solita grande stampa di regime, testimoniano che anche solo mettere in piedi un evento del genere era un successo.

Alleghiamo un comunicato in risposta a Monica Cirinnà, la simpatica gattara delle giunte rutelliane a Roma, ora assurta a ben altre vette, (era al referente di mons. Galantino per le Unioni Civili, annamo bene…), e un po’ di immagini raccolte sui sociale che testimoniano della finezza del nuovo che avanza, e soprattutto della democrazia e tolleranza del neo-squadrismo della soi disant sinistra. Con tanti Bestiari Clericali che facciamo su questo sito uno anti-clericale, e non meno bestiale, ci voleva proprio…

 

Famiglia, gli organizzatori del Congresso Mondiale delle Famiglie: “Cirinnà e Pd odiano le famiglie”

<Ci mancava la petizione per il ritiro di tutti i patrocini al Congresso Mondiale delle Famiglie. Monica Cirinnà e Andrea Marcucci insieme a tutti i senatori Pd evidentemente non hanno molto da fare in Parlamento se dedicano tanto tempo a noi. Odiare le famiglie che chiedono sostegni e aiuti è il loro sport preferito. Si tratta di un vero e proprio famiglicidio quotidiano”: è quanto dichiarato dagli organizzatori del Congresso Mondiale delle Famiglie di Verona, che si terrà dal 29 al 31 marzo, il presidente Antonio Brandi e il vice presidente Jacopo Coghe.

“Non ci stupiscono poi gli altri firmatari eccellenti che vorrebbero zittire le famiglie e quanti di adopereranno per metterle al centro del dibattito politico tra cui spiccano i nomi di Emma Bonino, Pietro Grasso e Loredana De Petris” hanno continuato Brandi e Coghe.

“Fa sorridere poi – sottolineano i due organizzatori del Congresso – il richiamo di Cirinnà & Co all’importanza delle voci plurali. La censura che vorrebbero mettere in atto è davvero tutto meno che un esempio di rispetto del dettame costituzionale, la Repubblica infatti riconosce diritti della famiglia come società naturale fondata sul matrimonio”.

“Quanto alla regressione politica e culturale, cara Monica, è contenuta tutta nel fango e nelle fake news del “bullismo interattivo Lgbt” che stiamo subendo per il semplice fatto di organizzare una tre giorni sulla bellezza della famiglia” concludono Brandi e Coghe>.

Pare che anche un certo Buffagni, sottosegretario, abbia voluto manifestarsi. Con un tweet libertario e anti-intolleranza. Peccato che dal suo piccolo, come si vede dalla foto, tanto tollerante non sembrasse…

Ovviamente la stampa di partito ha subito cominciato a battere tamburi e cimbali, non disdegnando qualche bugia diffamatoria, come abbiamo visto ieri.

 

Per chiudere poi con le eleganti espressioni di cori – stampati – e cartelli, vero esempio di pedagogica tolleranza e rispetto delle opinioni specialmente se diverse dalle nostre.

 

Mancava un manifesto, alle sfilate dei giorni scorsi, e mancavano soprattutto tutte quelle donne che non sono nate a causa dell’aborto, e dell’aborto selettivo. Così rimediamo alla mancanza.



Oggi è il 187° giorno in cui il pontefice regnante non ha, ancora, risposto.

Quando ha saputo che McCarrick era un un uomo perverso, un predatore omosessuale seriale?

È vero o non è vero che mons. Viganò l’ha avvertita il 23 giugno 2013?

Joseph Fessio, sj: “Sia un uomo. Si alzi in piedi, e risponda”.


Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa” fino a quando non fu troppo molesto.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina


Libri di Marco Tosatti

Se siete interessati a un libro, cliccate sul titolo….


Viganò e il Papa




UNO STILUM NELLA CARNE. 2017: DIARIO IMPIETOSO DI UNA CHIESA IN USCITA (E CADUTA) LIBERA

FATIMA, IL SEGRETO NON SVELATO E IL FUTURO DELLA CHIESA

  SANTI INDEMONIATI: CASI STRAORDINARI DI POSSESSIONE

  PADRE PIO CONTRO SATANA. LA BATTAGLIA FINALE

  Padre Pío contra Satanás

La vera storia del Mussa Dagh

Mussa Dagh. Gli eroi traditi

Padre Amorth. Memorie di un esorcista.

Inchiesta sul demonio.


Tag: , , , ,

Categoria:

Questo articolo è stato scritto da wp_7512482

65 commenti

  • Lucy ha detto:

    Non essendoci Rispondi posto qui.
    @Anselmo.
    Per capire il NO non solo scientificamente argomentato ma di principio della Morresi alla triptorellina bisogna andare al Luglio 2018 quando la sua opposizione è già chiarissima , come risulta consultando il sito della Consulta di Bioetica del23/7/2018 dove si legge “C’è chi ritiene che la triptorellina debba essere dichiarata ETICAMENTE ILLECITA , come Assuntina Morresi che afferma :” il farmaco promuoverebbe un disallineamento tra il corpo e la psiche, lo sviluppo fisico si blocca mentre psicologicamente e cognitivamente la crescita prosegue dando luogo a una scissione tra organismo e mente quasi come se essi fossero moduli distinti ma componibili di una persona …..in breve l’ETICITÀ dell’uso off label del farmaco implicherebbe l’accettazione della MANIPOLAZIONE DELL’UMANO che ha come logica conseguenza la CANCELLAZIONE DELLA DIFFERENZA SESSUALE che vede l’introduzione delle unioni civili ,la filiazione dei singoli e delle coppie omosessuali e in generale una serie di identità possibili sempre più fluide e impalpabili “.
    A me sembra che queste assieme alle riserve di tipo scientifico siano inoppugnabili ragioni etiche di principio.

  • Claudius ha detto:

    E comunque la Cirinna’ si candida per il titolo della nuova “Grande d’Italia”.
    Scommettiamo?

    • Adriana ha detto:

      CLAUDIUS ,
      l’ha già proclamata tale Alessandra Mussolini , e paragonata alla Bonino . Saranno in tre ad esser ricevute a S. Marta ?

  • Amareggiato ha detto:

    Non volevo credere a quello che ho visto: davanti a questa bestemmia, davanti a questo spettacolo diabolico, dovremmo gridare pietà al nostro Dio, fare preghiere di riparazione, consolare il nostro Dio, Padre buono, tre volte santo, che ci vuole come il Figlio Suo, donato a noi per la nostra salvezza, santi e casti nel Suo amore, con Lui nella Sua Casa. Dobbiamo piangere per queste disgraziate (nel senso: senza grazia alcuna) femmine in mano al demonio.
    Sentiremo forse il Papa gridare “vergogna, vergogna, vergogna”?
    Manco per l’anticamera del cervello gli passerà per la testa a fare ciò.
    Il comandamento “ chi sono io per giudicare” da lui inventato vuole rendere inutile la Verità e la Giustizia. Preghiamo anche per lui.

  • Luca Persico aka Pesce d'acqua dolce ha detto:

    Visto il partito nel quale milita, viene il dubbio che alla Sig.ra Monica CIRINNA’ sarebbero risultati piu’ graditi ospiti e relatori come il FIESOLI o altri esponenti del FORTETO, in effetti non nuovi a partecipazioni in incontri dove veniva loro chiesto di illuminare dall’alto della loro incontestabile e celebratissima esperienza i convenuti a proposito dei migliori e piu’ all’avanguardia metodi di educazione dei fanciulli e a proposito del loro profetico modello di famiglia…
    Ma in fondo, che cosa mai ci si potrebbe aspettare da chi ha denunciato il sacerdote che, nel pieno assolvimento dei propri doveri di pastore d’anime, le ha ricordato che anche a lei, come a tutti, tocchera’ a un certo punto di lasciare questa esistenza e presentarsi di fronte a Colui che le chiedera’ conto di tutto…? Direi che proprio quest’episodio qualifichi il livello, nonche’ l’arroganza e la protervia, di quella persona piu’ di qualsiasi altra considerazione si possa fare su di lei.

    • newman ha detto:

      Ai tempi in cui la Cirinná era in auge per le sue porcate legislative si faceva notare che la signora ed il marito abitano in affitto in un appartamento di proprietá della Santa Sede.

  • EquesFidus ha detto:

    La tizia col cartello con la bestemmia non può essere denunciata per vilipendio alla religione? Quali sono i canali da seguire?

    • Risposta ha detto:

      Gli stessi per denunciare qualcuno per vilipendio al Pontefice: si va in Questura o in Procura e si formalizza l’esposto. Procedono d’ufficio.

    • Luca Persico aka Pesce d'acqua dolce ha detto:

      Non ne esistono di canali da seguire, mica ha offeso o bestemmiato Allah e neppure il profeta…

    • Chiara ha detto:

      Esatto, quello che ho pensato anch’io.
      Sono stata turbata e schifata dalla vista di quel cartello.

  • Elisa ha detto:

    Ormai stiamo andando di male e in peggio. Non mi stupirei se Dio si arrabbiasse sul serio, e lanciasse fuoco e fulmini. Comunque c’è un’altra notizia inquietante che gira, e spero vivamente che sia falsa. Ossia si dice in giro che il Vaticano ha approvato l’uso del farmaco blocca pubertà, per dare la possibilità al bambino/bambina di scegliere se essere maschio o femmina. Voi ne sapete qualcosa a riguardo?

    • wp_7512482 ha detto:

      C’è un articolo su La Nuova Bussola Quotidiana

    • anselmo ha detto:

      Il Vaticano non c’entra assolutamente niente. La triptorelina è già in commercio ed utilizzata per la disforia di genere da singoli medici (off label, perché è un farmaco antitumorale). La sua inclusione tra i farmaci erogati dal SSN – la notizia è questa – è stata approvata dall’AIFA che dipende dal Governo, previo parere del Comitato Nazionale di Bioetica, che dipende dalla Presidenza del Consiglio e non ha connotazioni confessionali.
      La costruzione della fake new sul presunto appoggio Vaticano si basa su di un’intervista rilasciata dalla dott.ssa Palazzani, che è sia membro del Pontificio Consiglio per la Vita, sia vicesegretario del Comitato Nazionale di Bioetica. Nell’intervista, la Palazzani riferisce le valutazioni del CNB e non di strutture cattoliche e nemmeno di sé stessa, e specifica che il parere è stato frutto di una discussione interna tra rappresentanti di diverse posizioni etiche che compongono il CNB.
      Il CNB ha dato atto dell’incompletezza degli studi, ha suggerito di limitare l’utilizzo a casi di patologie psichiatriche conclamate con potenziale autolesionistico o suicidiario, per periodi molto brevi, con piena informativa ai genitori del minore interessato dal possibile uso del farmaco (consenso informato), con costante monitoraggio di un’equipe medica.
      Questo è tutto. Il Vaticano non ha approvato un bel niente. Il resto sono solo volgari panzane.

      • Consiglio ha detto:

        Anselmo, la sig.ra Elisa – dirottata sull articolo della Nuova Bussola – ha già stabilito che ”è tutto vero” e si sta già addolorando. Poichè l’iter prevede che dal ”tutto vero” si passi a ”il papa sdogana il gender”, lei potrà spiegarle tutto quello che vuole, ma non servirà a niente. Perciò non perda tempo e lasci che certe persone vivano nel loro mondo parallelo.

        • deutero.amedeo ha detto:

          Non c’è niente da spiegare. Se mai ci sono informazioni precise da dare. Se Ella sa quale sia la posizione che il Pontificio Consiglio per la Vita ha assunto o intende assumere sulla triptorelina ce lo dica. Sarebbe interessante per tutti. Se invece viene qui per deridere, offendere e mettere in dubbio l’intelligenza di persone turbate da notizie non certo edificanti, sarebbe meglio che se ne stesse a casa sua. Ossequi.

          • Anselmo ha detto:

            Non sono notizie. Sono fake news. La tipa ha parlato come segretario di un organo governativo. L’intervista è pubblica, come lo sono il parere del Comitato Nazionale di Bioetica e la richiesta dell’AIFA. Si metta gli occhiali e vada a leggerseli e poi torni a discutere, se vuole.

        • LucioR ha detto:

          Mah! La cosa più semplice è che Il Vaticano – pardon – Santa Marta o Repubblica, smentisca la fake della Bussola, no?

          • domanda ha detto:

            Scusa Lucior, a tuo parere il Vaticano dovrebbe smentire una supposizione della Bussola – perché così viene presentata – chiarendo di non essere intervenuto nei processi decisionali di due organi del governo italiano?

          • LucioR ha detto:

            Certamente Santa Marta dovrebbe farlo, ma non solo quello. Prima, molto prima, avrebbe dovuto rispondere alle domande qui ripetute da 187 giorni.

        • Gian ha detto:

          @CONSIGLIO
          Si sa che la gente (come lei) dà “buoni” consigli se non può dare il cattivo esempio. E magari anche aggratis…!

          • risposta e domanda ha detto:

            Ha sbagliato luogo. Di De Andrè stanno parlando in un altro topic. Magari ha avuto un lapsus e il sig. Giuseppe è lei?

      • Luca Persico aka Pesce d'acqua dolce ha detto:

        Grazie Anselmo per le precisazioni che sono senz’altro molto utili; penso, tuttavia, che qui si volesse mettere l’accento su altri aspetti che paiono eclatanti in questa vicenda e ben esposti anche nell’articolo della Nuova Bussola Quotidiana che la invito a leggere. Certamente non sentiremo (spero…) una approvazione ufficiale da parte della Chiesa a questo proposito, ma i silenzi gia’ dicono molto e sono silenzi che non si vorrebbero su un argomento come questo che non puo’ avere risposte possibiliste come quelle che nel parere della Dottoressa Palazzani sono espresse, ma solo risposte di rifiuto incondizionato. I silenzi a volte sono altrettanto gravi (e gravidi di conseguenze) e significativi quanto i detti fuori luogo; molto bello in questo senso un articolo sul blog Duc in Altum di Aldo Maria Valli del 4 marzo che riporta un testo di Dom Giulio Meiattini e molto illuminante riguardo a questo catastrofico pontificato e ai metodi che lo caratterizzano. Ricordiamo anche che a fronte di una Dottoressa che ha potuto esprimersi in questo modo su un sito di informazione ufficiale vaticano e senza ricevere alcuna reazione, abbiamo avuto docenti espulsi da universita’ cattoliche per essersi pronunciati apertamente contro l’aborto durante le loro lezioni. Certamente la Dottoressa Palazzani ha parlato a titolo personale e non a nome della Chiesa, ma il fatto che sia avvenuto attraverso quello strumento qualche perplessita’ la suscita…
        Un dubbio, peraltro, in me rimane riguardo alla asserita e garantita prudenza che, si sostiene, sara’ adottata nelle prescrizioni di questo farmaco in quanto, ci viene detto, la letteratura al riguardo e’ ancora scarsa; ebbene, il dubbio e’ questo: non sara’ che si vuole l’uso di questo farmaco proprio per risolvere il “problema” della scarsita’ di letteratura al riguardo (sulla pelle dei pazienti, ovviamente, e con i nostri soldi) e il discorso della prudenza sia solo un modo per far apparire la cosa del tutto innocua e sotto controllo e non motivata da bassi interessi? A mio avviso, questo discorso della letteratura scarsa non e’, come ci si vorrebbe far credere, un elemento che ci dovrebbe tranquillizzare come conferma della consapevolezza della delicatezza del proprio agire da parte di chi stilera’ le prescrizioni, ma e’ semmai un ulteriore motivo di grande perplessita’ e preoccupazione.

        • Lucy ha detto:

          @ pesce d’acqua dolce etc.
          Commento condivisibile a cui vorrei aggiungere qualcosa.Il C.N.B. non ha connotazioni confessionali , è vero , ma TUTTI i componenti “cattolici ” hanno votato SI all’uso del farmaco in funzione antipuberale , tutti fuorchè una donna coraggiosa , Assuntina Morresi circa la quale vien da pensare ak motto famoso di un gruppo di cattolici tedeschi durante il nazismo TAMETSI OMNES EGO NON .
          Per quanto riguarda la signora Laura Palazzani che ha rilasciato l’intervista a Vatican news è anch’essa membro del C.N.B., ha un curriculum che non finisce più di onori e cariche a livello mondiale e quindi non è una pincopalla qualsiasi e il suo ” parere ” pesa , eccome anche perchè è membro della riformata Accademia per la vita ; certo il farmaco va usato con prudenza e guardando al solito ” caso per caso “, lei dice ,ma la vera svolta è di principio , come sempre, cioè l’accettare l’uso di un farmaco che ferma la pubertà di un ragazzino/a lasciandolo in una specie di limbo sessuale per tre/ quattro anni per decidere ” a che sesso appartenere “.È un avallo dell’ideologia ” gender” ? Sì ; solo della prof.cattolica e il Vaticano non c’entra?Allora vista la gravità del problema il Vaticano deve uscire allo scoperto smarcandosi dalla signora o quantomeno affermando che parla a titolo personale.
          Penso che non succederà e continuerà la deriva sempre più evidente di una resa totale al mondo e alle sue ideologie dominanti.

          • Anselmo ha detto:

            La Morresi non ha votato contro per ragioni di principio, ma perchè non condivideva le valutazioni specifiche su follow up, consenso informato e possibilitá di valutare la propria sessualità naturale in una fase in cui lo sviluppo sessuale viene rallentato.
            Il parere del CNB prescinde dalle considerazioni di principio dil gender e lo dice chiaramente, precisamdo che su questo ci sono posizioni diverse.
            I cattolici non hanno votato su questioni di principio – su cui non c’era uniformità di vedute – ma su specifiche raccomandazioni relative all’utilizzo (già lecito) il più prudente possibile del farmaco. Il tutto precisando che deve esserci un rischio di suicidio o autolesionismo accertato in sede psichiatrica.
            La sig.ra Lucy parla per frasi fatte e di cose che non conosce, contribuendo alla disinformazione. Leggete i documenti e non i commenti di questa signora.

  • Astore da Cerquapalmata ha detto:

    Occorre riconoscere che la Cirinnà e quelli della cosca LGBT hanno capito meglio di tanti cattolici i termini della questione: famiglia e disvalori LGBT sono incompatibili.
    Non ci può essere posto per entrambi a questo mondo.
    La lotta non può essere solo di difesa, ma di distruzione dell’ideologia contraria.
    Non si può dire: “Io voglio solo dire quanto è bella la famiglia tradizionale”. Non oggi. Oggi devi difendere la vita e combattere la morte. In un unico “movimento”.
    Questo gli ideologi LGBT l’hanno capito bene e attaccano.
    I tonti siamo noi cattolici. Se non attacchiamo l’ideologia nazista che sta dietro agli LGBT anche noi siamo buonisti.
    Ciò non significa considerare i militanti LGBT nemici. Tutt’altro: sono persone da salvare.
    A volte sono persone tra le più sensibili, solo che non hanno conosciuto il Vangelo.
    Sono però ideologizzate e l’ideologia fa crea nemici da odiare.
    I cristiani devono invece combattere le ideologie aiutando le persone.
    La guerra è tra il bene e il male, tra la carità e l’odio. Ma il bene non tollera il male e la carità non tollera l’odio. Per questo non si può vincere senza la distruzione dell’avversario, che non sono le persone, ma le ideologie dell’odio.
    Se certi Pastori non combattono perché hanno tradito o perché sono dei vigliacchi, toccherà farlo a noi laici…

  • Anima smarrita ha detto:

    Pur riconoscendo la necessità e il bisogno per noi di un approfondito confronto su temi che fino a qualche tempo fa scaldavano i cuori ed animavano accese prese di posizione da parte degli ecclesiastici, registro con rammarico che i nostri sofferti commenti non riusciranno a modificare di una virgola lo stato dell’arte. Su quei valori una volta definiti “non negoziabili” è calato il silenzio tombale di coloro ai quali sarebbe affidata la cura delle anime, impegnati come sono a restare al passo dei tempi, concentrati su un’agenda dettata da una scala di interessi rovesciata, aggiornata quasi quotidianamente come fosse un paniere ISTAT.
    E non mi ha stupito il silenzio assenso alla somministrazione della triptorelina, farmaco erogato dal Servizio Sanitario Nazionale, che blocca lo sviluppo sessuale degli adolescenti incerti sul cambio di genere, sia pure con la prudenziale premessa della “valutazione caso per caso”. Silenzio assenso all’intervista pubblicata sul sito ufficiale Vatican News alla professoressa di filosofia del diritto presso università cattoliche, vice- presidente del Comitato Nazionale di Bioetica e membro della Pontificia Accademia per la Vita, Laura Palazzani.
    Silenzio… sull’invito rivolto da mons. Schneider – attraverso una sostanziosa intervista del 7 marzo ’19 pubblicata da Lifeseitenews – a cardinali e vescovi a emettere una professione pubblica di fede, un’affermazione di verità per sgomberare il campo da «tutti i principali errori pericolosi che si stanno diffondendo nella vita della Chiesa ai nostri giorni». E li ha esortati a riconsiderare il documento sulla fratellanza universale firmato ad Abu Dhabi, avendo ottenuto – in un colloquio diretto col papa in occasione della visita ad limina dei vescovi del Kazakistan e dell’Asia centrale il 1 marzo scorso – una precisazione (verbale; potrà mai cambiare realisticamente una dichiarazione scritta???) su quella frase controversa «Dio vuole la pluralità di religioni», da interpretare – secondo la risposta ottenuta – in «volontà permissiva di Dio».
    Qui una traduzione dell’intervista: http://chiesaepostconcilio.blogspot.com/2019/03/mons-schneider-e-riuscito-ad-ottenere.html
    Mons. Schneider, riflettendo su cause e motivi della crisi attuale, ha tra l’altro definito uno “show clericale” per quanto bello, ma “un fallimento”, l’Incontro sulla protezione dei minori svoltosi in Vaticano alla fine di febbraio.
    E, tanto per restare in tema, una vittima libanese di abusi richiama l’attenzione su una gravissima contraddizione del papa che ha dedicato con una benedizione un suo libro-omaggio ad un predatore seriale dallo stesso pontefice sanzionato e da lei riconosciuto nella foto d’occasione.
    Questa la drammatica dichiarazione cui aspetta risposta:
    https://www.adista.it/articolo/60908

    • Adriana ha detto:

      E pensare che per molto meno fecero un processo a Papa -fu Formoso ….

      • Anima smarrita ha detto:

        Gentile Adriana, ammiro la sua sconfinata conoscenza, forse da professoressa … Ignoravo il particolare storico citato e, incuriosita, ho acquisito un dato relativo ad una vicenda di un periodo del papato non certo senza problemi e dagli sviluppi, che … allora é possibile si verifichino??? Grazie per avermi spinto ad approfondire.

        • Adriana ha detto:

          Troppo buona ! Nessuno possiede una sconfinata conoscenza . Importante è però voler sapere senza la presunzione da signor sotutto . Quello che sconvolge – ancora – me è l’abisso nero della natura umana . E quando alle piccole o grandi atrocità della mente si accoppia il desiderio di prevaricazione politica , la fame del potere , allora c’è molto da temere e molto per cui pregare …

  • deutero.amedeo ha detto:

    A parte la volgarità di certe espressioni, la scurrilità e la bestemmia che compaiono nei cartelli, tutte cose da riprovare, ovviamente, a me sembra che nei commenti prevalgano, non impropriamente, né in modo ingiustificato, giudizi e reazioni dettati dall’emotività più che dalla razionalità, dall’una e dall’altra parte. Che senso può avere ragionare su questioni legate alla sessualità tirando in ballo (come nel titolo di Repubblica) il neofascismo? Il sesso può essere fascista, antifascista, neofascista?
    Cercando di mettere un po’ di ordine nelle idee, a me sembra che il problema dovrebbe porsi più o meno nei seguenti termini.
    Sui 6 o 7 miliardi circa di individui viventi quanti sono
    — gli uomini senza dubbi di essere uomini (maschi)
    — gli indecisi con tendenza a sentirsi uomini
    — gli indecisi totalmente indecisi che non sanno da che parte sono
    — gli indecisi con tendenza a sentirsi donne
    — le donne senza dubbi di essere donne (femmine)

    Forse con questi dati riusciremmo a dimostrare chi ha torto e chi ha ragione.
    In ogni caso, ammesso che ci sia un certo numero di indecisi, costoro hanno tutti i diritti di essere rispettati, di non essere discriminati (almeno per tutto ciò che non ha attinenza col sesso) , ma non hanno diritto di pretendere che tutti, per legge, diventino degli indecisi. O no?

  • Cosmo ha detto:

    E’ notorio che il demonio è un impostore. La sua tecnica è cioè quella di sovvertire la verità di qualcosa nel suo opposto; ecco perché, ad esempio, esso è male e si presenta sotto le mentite spoglie di un bene.
    Ma non è ovviamente solo in questo senso ‘lato’ che si realizza la sua azione di impostura! Il medesimo modo di ‘sovvertire la verità’ si manifesta cioè anche nei dettagli! E mi spiego.
    a) Da una parte abbiamo quella nefanda bestemmia, secondo cui “Il corpo è mio e non di quel ‘porco’ di…”!!!
    b) Dall’altra, invece, abbiamo che il cognome Cirinnà, derivando dal gr. med. Choirinòs (χοιρινός) ‘suino’, in verità significa proprio ed esattamente ‘allevatore di maiali, porcaro’.
    ( cfr. https://docplayer.it/21641134-Cognomi-di-origine-greca-a-messina-di-daniele-macris.html)
    Ma guarda un po’! Quale dei due è quindi la verità? La bestemmia o il nomen omen?

    • Adriana ha detto:

      Il suo bis , bis, bisavolo deve esser Eumeo – il guardiano di porci con cui Ulisse è costretto a combattere , vincendolo -. Antichi e nobili natali – Li merita tutti i 18.000 eurini al mese !

    • virro ha detto:

      Grazie del dizionario 😃😃😃😃😃😃
      secondo la testimonianza della stessa, sapevo che è stata la “salvatrice” di ben 30 sorci del Foro Romano.
      Invece, per me che non sono un topo, Gesù Cristo è il Vero Salvatore.
      Chissà se è d’accordo mons. Galantino?
      Basta con le bestemmie, loro si permettere di insultare tutti quelli che non la pensano come loro,
      ma, guai a noi se ci difendiamo, ci etichettano con ogni sorta di menzogna.
      Non stanchiamoci di pregare, poiché il Nostro Dio è il VERO DIO, è l’Eterno presente, né ieri né domani, se tacciono i testimoni grideranno le pietre

  • Mikael ha detto:

    GASLIGHTING. ci dovremo abituare a questa tecnica usata da chi sguazza nella menzogna. niente di nuovo: Orwell l’aveva già descritta nella neolingua o nel bipensiero

    Il gaslighting è una forma di violenza psicologica nella quale vengono presentate alla vittima false informazioni con l’intento di farla dubitare della sua stessa memoria e percezione. Può anche essere semplicemente il negare da parte di chi ha commesso qualcosa che gli episodi siano mai accaduti, o potrebbe essere la messa in scena di eventi bizzarri con l’intento di disorientare la vittima. Gaslighting è una parola di origine colloquiale e la sua etimologia è spiegata di seguito, ma il termine è stato anche usato nella letteratura clinica. da wikipedia

    molti di quelli che postano su questo fantastico sito sanno bene che giorni stiamo vivendo.

    seguo i messaggi di Julie da anni. questo è l’ultimo (10 marzo).

    https://iamcallingyounow.blogspot.com/2019/03/urgent-prepare-do-not-wait-vision-of.html

    che Dio abbia misercordia (la Sua non quella di Bergoglio) di tutti noi

  • Lucy ha detto:

    A proposito del convegno sulla famiglia .Da noi provocano attacchi furibondi da isteria collettiva che va dai centri sociali alle nuove femministe gaiamente starnazzanti contro la famiglia naturale , le “pollastre ai fornelli” e contemporaneamente e molto coerentemente appassionate sufraggette dell’agenda LGBT “all incluse “. Altrove però da poco è successo un fatto che sarebbe riduttivo sottovalutare.
    A Birmingham , seconda città per popolazione del Regno Unito ,recentemente un programma di lezioni per i bambini di una scuola elementare , circa 600 , volto a promuovere l’agenda LGBTQI ( nozze gay , transgenderismo etc ) è stato cancellato per la mobilitazione delle famiglie .Una vittoria delle famiglie cristiane anglo/cattoliche di Birmingham , un risveglio in loro della capacità di incidere su tematiche ” fondanti ” l’essere umano in una ritrovata consapevolezza di difendere quella libertà educativa che ormai il mondo cristiano , anche cattolico , ha ormai in gran parte perduto ? Niente di tutto ciò ; in larghissima maggioranza sono state le famiglie musulmane a mobilitarsi contro il ” lavaggio del cervello ” dei loro figli , famiglie musulmane che in certi quartieri di Birmingham sono il 95% della popolazione.Che cosa dedurne? Per l’oggi il fatto che dove le famiglie musulmane sono forti l’agenda LGBTQI viene ostacolata e persino bloccata ; per il domani mi piace immaginare con realistica fantasia le femministe gaiamente passionali come le varie Moniche,Concite,Laure ,Michele (Marzano , Murgia), Emme ,(tra le più note) che manifestano scrivono, sono in tutti i talk-show , immaginarmele , dicevo,in un domani non si sa quanto lontano ma quasi ineluttabile, col velo in testa e sottomesse alla sharia.Certo dovrò portarlo anch’io ma la sublime soddisfazione di vederlo coprire le loro graziose testoline me lo renderà più sopportabile.

  • Valeria Fusetti ha detto:

    “Insieme torneremo. Non una, non una, non una di meno…” Non si sa dove torneranno, e comunque è sbagliato. Una di meno di sicuro, si. Io. che negli anni ’70 non mi sono persa una manifestazione, collaboravo a giornali e libri femministi e poi… a 34 anni ho, come si dice nel mondo evangelico, “incontrato Gesù”. Ed anche , baldanzosamente, Gli ho chiesto se valeva la pena seguirLo e credere in Lui… pensando che, forse, avrei rivisto un po’ la mia vita. Così mi sono trovata a rendermi conto che era Lui a fare la revisione a me, ed a chiedermi cosa avevo fatto, sino a quel momento della vita che Lui mi aveva data, e delle persone che aveva messo (Lui) ad incrociare la mia vita, e delle persone che Lui (sempre Lui !) aveva affidato al mio senso di responsabilità ed alla mia charitas. Avevo attinto a piene mani in quelli che pensavo essere i miei diritti e mi rendevo conto che erano stati il mio demonio. Il mio demonio e di chi mi aveva incrociata. Penso che guardarlo in faccia sia stato l’atto di coraggio più grande che abbia mai fatto, guardare a quel demonio e ai piccoli e grandi demoni che aveva partorito. Ma credo anche che, se ho potuto farlo, è stato perchè avevo sentito in un qualche modo la Sua voce che mi diceva: “Se prendi quel giogo, vicino al tuo posto c’è il mio, e la parte che porto Io è quella più pesante. Fidati.” E’ per quello che si chiama “conversione”, Perchè da quel momento cambia veramente tutto, inizi a sentire tutto in modo diverso, a pensare in modo diverso, a capire in modo diverso. E’ finalmente il tuo vero modo perchè è il Suo. L’Unico vero possibile modo di capire la vita, perchè ti è stata donata da Colui che l’ha creata. Ti viene rivelato con Chi la percorri, come devi percorrerla e dove ti porta. Può essere un percorso breve o lungo, è diverso per ognuno, ma è l’unico percorso che valga la pena di fare. Io prego per loro, per tutte loro. Conosco il prima e il poi, e non auguro a nessuno di rimanere nel “prima”, qui ed ora, e poi, nell’ eternità. A nessuno.

  • Astore da Cerquapalmata ha detto:

    Ritorno su un concetto: qui in occidente dirsi cristiani non fa più scandalo e non comporta più discriminazioni.
    Sarà che la Chiesa, dialoga gialoga senza portare il Vangelo, si è mondanizzata ed è accettata dai laicisti.
    Ma chi si prova a parlare di vita e famiglia è discriminato. Odiato come Gesù.
    Se siamo arrivati a questo molta colpa è dei Pastori che non insegnano più il Vangelo.

    • Valeria Fusetti ha detto:

      Caro Astore, hai mai provato a dire ai tuoi amici ” di sinistra” che ti sei convertita ? Be provaci, ti assicuro che, secondo la mia esperienza nel giro di un anno, o due i più determinati scompaiono. Come esperienza è, come dire … pesante. Ma logica, perché se in parte la cristianità sembra essersi equiparata per molti versi al mondo pagano ( es. I catto-comunisti, o gli evangelico- marxisti, o i liberal, ecc.) contribuendo anche alla sua costruzione, dall’ altra parte c’ è una consapevolezza, che non è mai chiara, ma che esiste. È la consapevolezza che il Signore ha sintetizzata in questo modo : ” Che cosa può esserci tra me e Belial ?” E i seguaci di Belial sanno che questa Chiesa così ferita dal peccato negato e rimosso, da tanti che vi stanno come in un bastione conquistato, in sé è intatta. Ne sentono e ne temono !a santità e l’ integrità, perché in questa Chiesa, al suo centro, è seduto sul Trono il Santo ed il Giusto, che ancora una volta si illudono di aver ucciso, il nostro amato Signore, che guida la Storia con mano sicura. ” è ora ormai che ci svegliamo dal sonno; perché la salvezza ci è ora più vicina di quando credemmo. La notte è avanzata, il giorno è vicino; gettiam dunque via le opere delle tenebre, e indossiamo le armi della luce.(…) ma rivestiamoci del Signore Gesù Cristo, e non abbiamo cura della carne per soddisfarne le concupiscenze. ( Romani 13)

  • Alessandro2 ha detto:

    Oggi la Chiesa ha approvato la pillola per bloccare la pubertà, impegno attesa che il pargolo decida se é maschietto o femminuccia. É FINITA.

  • Sherlock Holmes ha detto:

    La Stampa di regime che supporta coloro che hanno in odio Cristo, la Chiesa, la Famiglia non è forse la stessa stampa che supporta Belzeboglio?

    La Magistratura di regime che ha condannato Pell, non è forse la stessa Magistratura che se ne infischia dei protetti di Belzeboglio (abusatori seriali)?

  • Il veritiero ha detto:

    Ma è possibile che non si rendono conto che fanno PENA , vedere una donna di quella eta’ con un cartello con un offesa senza senso a Dio, alla famiglia, mah… vederla mi pena, mi fa pena come quando si vede un gatto schiacciato da una macchina che sta’ morendo ma che ancora è vivo e soffre e nessuno può fare niente. Le altre più in basso sono semplicemente poco intelligenti, sono tipo le yuppie degli anni nostri purtroppo, quelle con il cervello bruciato dalla droga e dell’alcool. Possibile che non si rendono conto che non ha senso quello che fanno? Oltre a essere anche di cattivissimo gusto. Poi quando lo stato REGALA 20 MILIARDI DI EURO DI SOLDI NOSTRI ALLE BANCHE, SOLDI CHE SERVIVANO PER LA SCUOLA PUBBLICA E PER L’ISTRUZIONE DEI NOSTRI FIGLI, SOLDI CHE SERVIVANO PER LE PENSIONI DELLE PERSONE CHE HANNO LAVORATO UNA VITA E ORA CON 450 EURO AL MESE NON RIESCONO A MANGIARE…. QUANDO SUCCEDONO QUESTE COSE STANNO ZITTE…MI FANNO PENA! SONO RIDICOLE! A QUESTA GENTE VANNO DATI 10 ANNI DI CARCERE!

  • Lucidator ha detto:

    Vedasi lo sguardo annoiato e triste della reggitrice del cartello burino.

    Lei e gli altri poveracci sono ripiombati ancora una volta nella scontata, stanca e ormai anche del tutto inutile coazione a ripetere.

  • Nicola B. Fuori Tema. ha detto:

    https://youtu.be/fsnNYmTTHMs

    Allego una interessante catechesi di Don Pierpaolo Maria Cilla sulla lotta ai cattivi pensieri. Il video a sua volta è riportato da Don Leonardo Maria Pompei.

  • Nicola B. Fuori Tema. ha detto:

    So di essere fuori tema ma quello che riporta Costanza Miriano nel suo blog ( in fondo ,alla fine dell’articolo) ed anche riportato da Rino Cammilleri ( in succinta sintesi) , è troppo interessante e spiega il perché tanti africani dopo il fallimento della loro avventura in Europa ed Italia, non osino tornare in patria. Ma forse molti di noi avevamo il sospetto di quale sia il perché….

    http://www.rinocammilleri.com/2019/03/miriano/

    https://costanzamiriano.com/2018/07/19/africa-un-amico-racconta/#more-19839

    • deutero.amedeo ha detto:

      Una frase mi ha impressionato: –se vuoi mandare qualcosa, manda ai missionari non ad altre organizzazioni–
      Mi ricorda ciò che scrisse molti anni fa una suora ad un gruppo di persone di cui io facevo parte che le inviava denaro per la sua missione. Diceva: non mandate soldi tramite le autorità, le organizzazioni e i vescovi, perché si tengono tutto per loro.
      Capito?
      PS: non posso fornirne documentazione perché la lettera era indirizzata ad un sacerdote, col quale non ho più contatti. Ma giuro che è vero.

  • Davide ha detto:

    Anticlericale e non credente praticamente dalla prima adolescenza…. ma se questi sono ‘dalla mia parte’ mi viene voglia di convertirmi nuovamente.

    • LucioR ha detto:

      «ci sarà più gioia in cielo per un peccatore convertito, che per novantanove giusti che non hanno bisogno di conversione» (Lc 15,7).

      N.B. – L’accento è su «convertito», non su «peccatore».

  • deutero.amedeo ha detto:

    Aqua vitae = acquavite non grappino. Che latinista sei? 🙂

    Io sono troppo lontano da Verona e troppo scomodo da raggiungere ma idealmente te lo offro.
    E se qualcuno dirà che siete in pochi, rispondigli: Parva scintilla magnum saepe excitat incendium.
    Auguri.

    • deutero.amedeo ha detto:

      E’ per Giorgio Vigni, chiaramente.

    • GIORGIO VIGNI ha detto:

      Giusto, aqua vitae è per i credenti, col grappino cerco di sedurre i laici .
      Credo che un giorno, in giro per la bergamasca, recte “ai confini della serenissima”, riusciremo a scambiarci qualcosa. Contaci.

      G.Vigni

      • deutero.amedeo ha detto:

        Caro Giorgio, se non fosse che la diversa giovinezza non mi permette più di farlo, ti porterei a vedere Cornello dei Tassi, i resti della Via Priula e della Via Mercatorum. Li conosci? Sono pagine stupende di storia fatti ormai di soli porticati, mura, chiesette. Ma che abisso con la foresta amazzonica giunta in Vaticano, portata da uno stregone con l’osso di traverso nel naso e le penne di pavone in testa! E che pretende, pretende, in nome dello Spirito quotidianamente dissacrato di insegnare a noi.

  • Alessandro ha detto:

    Senza fare nomi….secondo me qualcuno o fa’ uso di droghe pesanti che gli hanno devastato il cervello e ormai sono da rinchiudere nel reparto psichiatrico di igiene mentale per l’incolumità sua e altrui… oppure qui siamo davanti a un classico caso di “soldatini sottoposti” che all’ordine del loro comandante “le lobby” si lanciano in uno scontro verbale senza regole e senza esclusione di conti, senza nemmeno rendersi conto e sapere quello che dire, sparando cavolate a caso, la tattica del caos. Possibe che dobbiamo vedere gente pagata con i soldi delle nostre tasse “soldi estorti con la prepotenza” fare queste cose allucinanti?

    • Adriana ha detto:

      ” pagati con i soldi delle nostre tasse…” E chi ci dice che non ricevano una ulteriore paghetta da un certo signore dal nome palindromo ? come si vede dalla foto , infatti , la onorevole Cirinnà è molto bisognosa . Ha i jeans tagliati e rattoppati…. :-))

  • Nicola B. ha detto:

    A me non preoccupano le scappate di casa che manifestano in gruppo in foto se non per la loro salvezza etena. E quindi come il Sig. Luciano Motz dico preghiamo ( il Rosario) per loro. Mi preoccupano e moltissimo le tante “pasionarie ” come lei presenti in Parlamento come la Cirinna’ in foto e presenti non solo nel PD ma in tutto l’arco dei partitini della Sinistra e nel M5S. Per cui anche per queste donne ( ed uomini) preghiamo e per la salvezza e perché una volta convertite/i al Vangelo non facciano più “danni ” in Parlamento. Il dott Quinto ex radicale ci dimostra che anche gli ” irriducibili ” possono essere convertiti.

  • GIORGIO VIGNI ha detto:

    Come ho già avuto occasione di digitare: il carro vuoto fa un gran fracasso.
    Fratres ac Sorores, io sarò a VR, se qualcuno volesse scambiare un toscano od un grappino, ben lieto.

    G.Vigni

  • Adriana ha detto:

    Vogliono far spettacolo , ma è un ” fuoco di Paglia ” .

  • deutero.amedeo ha detto:

    Molti nemici, molto onore !!!

  • Luciano Motz ha detto:

    Direi di non dare troppa importanza a queste manifestazioni di rozzezza: raglio d’asino non sale al cielo.
    Questi intolleranti antidemocratici, se non si ravvedono in tempo, alla fine dei loro giorni terreni si ritroveranno a tener compagnia a satana. Come c’insegna Gesù, preghiamo per loro, perché abbiano la forza di riemergere dalla cloaca dove si sono cacciati.

Lascia un commento