DISPACCI DALLA CINA. CHI INFORMA SCOMPARE. E CHI INZUCCHERA L’ESITO DELL’ACCORDO…

30 Dicembre 2018 Pubblicato da --

Marco Tosatti

Cari amici di Stilum Curiae, i Dispacci di questa settimana sono particolarmente drammatici; sia per quanto il M° Porfiri riferisce sulla situazione dei cattolici “clandestini” dopo l’accordo fra la Santa Sede e Pechino, sia per le notizie davvero tremende relative ai giornalisti che cercano di far uscire oltre confine le notizie sul giro di vite che il regime comunista esercita su ogni manifestazione di libertà. Un quadro che contrasta duramente con l’immagine che altri media e giornalisti in Italia, legati direttamente al Vaticano cercano di far trasmettere in appoggio all’accordo di cui il meno che si possa dire è che appare discutibile.

Risposta a un commento dopo la lettura di Vatican Insider

Nell’edizione precedente dei Dispacci, c’è stato un commento ad un mio post da parte di Natan. Lo riporto: “A questo punto…. dopo aver letto su Vatican Insider l’articolo di Gianni Valente due sono le cose o siete voi imbroglioni oppure è Gianni Valente…..la confusione regna anche questa volta sovrana. Il Valente intervista un vescovo clandestino che dichiara che le cose, pur con difficoltà vanno proprio “bene”. Il card Zen ammette molte riserve. Così anche Porfiri, vorremmo capire dove sta un pò di verità. In Vaticano o presso il card Zen”. Ora, non siamo imbroglioni noi e non lo è Gianni Valente. Ovvio è che diamo una interpretazione diversa ad uno snodo importante come quello dell’accordo tra Santa Sede e governo della Cina. L’intervista al vescovo clandestino Wei Jingyi che ha certo sofferto in passato per mantenere la sua fedeltà al Papa. Il vescovo da una lettura molto spirituale della situazione, certo rispettabile, ma che dal mio punto di vista anche conferma un certo stato di cose. Un passaggio dell’intervista dice: “Sacerdoti e fedeli mi chiedono: ora che a Mindong c’è l’unità, noi cosa dobbiamo fare? Gli ho detto che in quell’atto di unità tra i due vescovi è inclusa l’accettazione del vescovo “ufficiale” da parte di tutto il gruppo dei “clandestini”, e anche la richiesta di registrazione dei sacerdoti clandestini e delle loro attività presso gli organismi governativi. Questo richiede l’impegno sincero di ambedue le parti. Soprattutto la registrazione dei sacerdoti e delle attività ecclesiali presso gli apparati civili richiede ancora la comunicazione e il dialogo con il governo. Dobbiamo essere preparati psicologicamente. E in qualsiasi situazione, davanti a ogni problema, dobbiamo procedere passo dopo passo cercando di far crescere l’unità, perché questo ci chiede la nostra fede”. E la richiesta di registrazione non è un semplice atto amministrativo ma significa sottoporsi allo strettissimo controllo del governo ed entrare in una Associazione Patriottica chr dal punto di vista canonico è del tutto inesistente. Io credo che questa situazione non porti a nulla di buono e molti altri più informati di me condividono questa visione. Io sono letteralmente ricoperto di notizie che potrei dare sulla situazione della Cina anche ora dopo l’accordo, ma ne do solo una parte altrimenti i Dispacci diverrebbero infiniti. 

Bitter Winter, repressione sugli informatori

E proprio Vatican Insider offre questa notiziache riguarda l’agenzia di stampa “Bitter Winter”, che riporta sulle persecuzioni religiose nella Cina: “Quarantacinque giornalisti sono stati arrestati in Cina in questo mese con l’accusa di trasmettere notizie, video e fotografie al magazine quotidiano sulla libertà religiosa e i diritti umani in Cina Bitter Winter, pubblicato dal maggio 2018 a Torino, in otto lingue, dal Cesnur (Centro Studi sulle Nuove Religioni), e diretto dal sociologo torinese Massimo Introvigne, che è anche direttore del Cesnur”. Prosegue l’articolo più avanti: “Degli arresti danno notizia il Cesnur e lo stesso Bitter Winter. «Abbiamo notizie certe – afferma Massimo Introvigne – sul fatto che alcuni dei giornalisti arrestati sono stati torturati per ottenere informazioni su chi altro ci trasmette informazioni e documenti dalla Cina. E purtroppo il reporter che ha girato i video all’interno dei campi di rieducazione dello Xinjiang è scomparso senza lasciare tracce: com’è avvenuto per altri giornalisti in Cina, temiamo che sia destinato a non ricomparire mai più. Confidiamo che chiunque abbia a cuore la libertà di stampa alzi la voce per protestare contro questi episodi gravissimi. Quanto alla Cina – aggiunge Introvigne -, credo che sottovaluti il numero di giornalisti disposti a rischiare la loro libertà pur di far conoscere al mondo le violazioni dei diritti umani in Cina. Quelli della rete di Bitter Winter non sono qualche decina, ma centinaia»”. Anche pensando alla mia risposta precedente, è necessario commentare?

Protesta natalizia in Hong Kong

La giornalista Su Xinqi in un suo articolo sul “South China Morning Post” informa di una protesta nel periodo natalizio di centinaia di fedeli cristiani di Hong Kong contro la persecuzione religiosa in Cina. Ecco la traduzione di parte dell’articolo: “Cinque gruppi cristiani democratici e 100 individui nella città sono dietro l’appello coraggioso all’azione, esortando i credenti a frequentare i loro servizi in chiesa il 23 e il 30 dicembre in abiti neri, perché “Cristo viene perseguitato … la chiesa in Cina è perseguitata”. Entro sabato sera 352 persone hanno firmato una petizione online in tal senso e si sono impegnati a partecipare alla campagna, secondo Phyllis Luk Fung-ping, co-fondatore di Mission Citizens, uno dei cinque gruppi organizzatori. L’iniziativa di sostegno è in risposta a un giro di vite da parte delle autorità della terraferma su almeno due importanti chiese sotterranee cinesi solo due settimane prima di Natale”. Ricordo che il SCMP è lo stesso giornale che ha attaccato il Cardinale Zen non molto fa e che è di proprietà di Jack Ma, fondatore del colosso alibaba e molto legato al governo di Pechino.

Ancora sul problema religioso, e l’accordo…

Sul “Sunday Examiner” di Hong Kong, Michael Sainsbury in un articolo sul numero del 23 dicembre, osserva tra l’altro: “Nel 2018 il Vaticano ha finalmente firmato l’accordo lungamente desiderato con il Partito Comunista al potere in Cina sulla nomina dei Vescovi, ma ha fatto questo in un momento in cui Pechino ha significativamente aumentato la sua persecuzione religiosa. L’accordo sembra aver imbaldanzito Pechino nel suo desiderio di distruggere tutti i suoi nemici, reali e immaginati, includendo gruppi religiosi che non si sottomettono” (mia traduzione). Ricordiamo che la sottomissione alle leggi di un paese è cosa giusta (se esse non sono contro i propri principi religiosi in modo stridente) ma qui si parla di controllo, di non poter in effetti praticare la propria religione in modo che sia anche quel sale della terra di cui ci parla il Vangelo. 



O

Oggi è il 124° giorno in cui il pontefice regnante non ha, ancora, risposto.

Quando ha saputo che McCarrick era un un uomo perverso, un predatore omosessuale seriale?

È vero o non è vero che mons. Viganò l’ha avvertita il 23 giugno 2013?

Joseph Fessio, sj: “Sia un uomo. Si alzi in piedi, e risponda”.

Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa” fino a quando non fu troppo molesto.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina

LIBRI DI MARCO TOSATTI

Se siete interessati a un libro, cliccate sul titolo.



UNO STILUM NELLA CARNE. 2017: DIARIO IMPIETOSO DI UNA CHIESA IN USCITA (E CADUTA) LIBERA

FATIMA, IL SEGRETO NON SVELATO E IL FUTURO DELLA CHIESA

SANTI INDEMONIATI: CASI STRAORDINARI DI POSSESSIONE

PADRE PIO CONTRO SATANA. LA BATTAGLIA FINALE

Padre Pío contra Satanás

Tag: , , , ,

Categoria:

Questo articolo è stato scritto da wp_7512482

81 commenti

  • Adriana ha detto:

    Se avete bisogno di farvi quattro risate “liberatorie ” sulla ” a-menza”
    dei Bergogliosi ( che ora meditano di fare un partito bergoglionide)
    leggete l’articolo di F. Lamendola in Riscossa Cristiana.
    https://www.riscossacristiana.it/non-più-cattolici-ma-idolatri….
    Sono , naturalmente , anche lacrime di dolore davanti allo spettacolo dell’ ego ipertrofico del Biancovestito che soprammette la propria decalcomania all’immagine del Cristo e le proprie vaghezze alle decise parole degli Apostoli . Però….lui è fotografato e registrato….loro no.

    • deutero.amedeo ha detto:

      Il programma del “partito del papa”: unioneuropeista e migrazionista
      Il “partito del papa” potrebbe presto essere una realtà. Padre Antonio Spadaro ha lanciato una sorta di piattaforma programmatica su La Civiltà Cattolica.

      Francesco Boezi – Ven, 04/01/2019 – 12:31

      La notizia è di qualche ora fa pubblicata da Il Giornale.

      • GMZ ha detto:

        Che l’Italia, nei sogni del papataz, debba diventare un laboratorio per sostituire la teologia della liberazione alla dottrina sociale della Chiesa è diabolico; consola il fatto che l’ipotetico papartito andrà a mietere voti nelle metastasi cattocomuniste del Partito Democratico, danneggiando quest’ultimo.
        Stiamo a vedere se questa volta il caro lider si ricorderà di fare i coperchi…

      • Adriana ha detto:

        Deutero ,
        come recuperare i voti del PdI , in attesa che si formi un partito islamico che aggiunga i suoi voti a quelli dei catto-comunisti-liberal-finanziari-globalisti . Ma penso sia un calcolo sbagliato-

  • Lucy ha detto:

    Circa la preghiera è questo un tema che in Bergoglio ricorre a intervalli più o meno regolari .Ricordo che tempo fa fece una sottile e dotta distinzione , degna di un fine teologo , tra “pregare” e ” dire preghiere” .Ma ormai su questo tema come su altri che ben conosciamo, è così stucchevole che,pappagalli o non papagalli , le sue sono , anche per le anime più sensibili punture di spillo che la lasciano il tempo che trovano.
    Aldilå di tutto come fa a non capire, a non sapere che tutte le preghiere , quelle dette bene , quelle dette male , quelle dette con la più intensa concentrazione e quelle dette in fase di sonnolenza, TUTTE comunque salgono Lassù e sono gradite e care a Dio ? Non lo capisce o non lo sa perchè è un uomo di poca fede.

    • Osservazione ha detto:

      ”Aldilå di tutto come fa a non capire, a non sapere che tutte le preghiere , quelle dette bene , quelle dette male , quelle dette con la più intensa concentrazione e quelle dette in fase di sonnolenza, TUTTE comunque salgono Lassù e sono gradite e care a Dio ? ”

      A me pare che Gesù stesso abbia ammonito sulle preghiere che non servono a niente (”Signore Signore”). Ma forse si sbagliava e ha ragione Lucy.
      Certo…sorprende un po che del discorso del Papa qualcuno abbia capito che oggetto di censura sarebbero le preghiere dette bene o male o distrattamente o con sonnolenza. È chiaro dal testo che si riferiva all’aridità di chi recita formule senza lasciarsi trasformare dalla preghiera. L’antitesi era pregare/odiare: se uno prega tanto e odia altrettanto, sta pregando male ed è inutile che lo faccia. Ovviamente occorre travisare il senso delle affermazioni per poter criticare il Papa come pappagalli.

      • deutero.amedeo ha detto:

        “se uno prega tanto e odia altrettanto, sta pregando male ed è inutile che lo faccia”.
        La stessa cosa si può dire anche per la predicazione:
        se uno predica tanto e odia altrettanto, sta predicando male ed è inutile che lo faccia.

      • deutero.amedeo ha detto:

        “Ovviamente occorre travisare il senso delle affermazioni per poter criticare il Papa come pappagalli.”
        Ovviamente vale anche:
        Ovviamente occorre travisare il senso delle affermazioni per poter lodare il Papa in ogni occasione.

      • MASSIMILIANO ha detto:

        Bla bla bla e bla bla bla e bla bla bla…. Maria non era santa ma lo è diventata, gli atei sono meglio dei credenti che si pavoneggiano (i credenti che si pavoneggiano nel 2019 ahahahahahah!), Gesù non ha moltiplicato pani e pesci, la sacra famiglia era a Betlemme in quanto profuga e non certo per il censimento, etc etc etc. Continui così, di questi tempi qualcuno che faccia ridere è sempre il benvenuto. Saluti.
        massimiliano

    • GMZ ha detto:

      Che bella cosa le sottili distinzioni, come quella tra “prove” ed “evidenze” che sbocciò nella misericordiosa mente del miserando quando gli fecero notare che non è carino definire calunniatori le vittime degli abusi dei suoi amichetti.

      Ed ora un bel gioco a premi: due frasi, due modi di intendere la famiglia. Chi indovina quale delle due è riferibile al vicario di Cristo… non vince niente: troppo facile, ché basta guardare dove c’è l’insulto avvilente.
      L’altra frase è di Don Pagliarani, il cattivissimo capo degli scismatici tradizionalisti, mica come Lutero che è un dono dello [omissis per pudore]!

      A
      “Di fronte alla nostra società egoista e apostata, castigata dalla sua stessa sterilità, non v’è testimonianza più nobile e più preziosa di quella di una giovane madre attorniata da una corona di figli.”

      B
      “Alcuni credono, scusatemi la parola, che per essere buoni cattolici dobbiamo essere come i conigli. (…) Io credo che il numero di 3 per famiglia sia quello che gli esperti ritengono importante per mantenere la procreazione, 3 per coppia. Per questo la parola chiave per rispondere è quella che usa sempre la Chiesa, e anche io: paternità responsabile.”.

      Che classe, che cuore!

  • Ángel Manuel González Fernández ha detto:

    Caro Direttore:
    Steve Skojec:
    “Ma come può prendere la Chiesa cattolica sulla crisi di abuso di sesso seriamente chiunque, quando i Legionari di Cristo un studio di caso di manuale è del fallimento della Chiesa di agire sulle informazioni che aveva per decadi?”.
    “But how can anyone take the Catholic Church seriously on the sex abuse crisis, when the Legionaries of Christ are a textbook case study of the Church’s failure to act on information it had for decades? “:
    https://onepeterfive.com/13-years-after-maciel-crimes-revealed-legionaries-of-christ-still-celebrating-his-legacy/

  • Ángel Manuel González Fernández ha detto:

    “Papagallo” e 231 più:
    “Cara de imagencita. Cara de pepinillos en vinagre. Lengua de serpiente. Momias de museo. Solteronas. Pequeños monstruos. Amargados. Celantes. Apresurados. Escrupulosos. Tradicionalistas. Conservadores. Intelectualistas. Aristócratas del intelecto. Buenistas. Progresistas. Liberalistas. Patronos. Propietarios. Minuciosos. Pomposos. Fariseos. Hipócritas. Carrieristas. Putrefactos. Gnósticos. Rígidos. Pelagianos. Tenebrosos. Obtusos. Casta. Puros ritualistas. Rubricistas. Showman. Balconeros. Cara de vinagre. Pavos. Cerrados. Especuladores. Mundanos. Rigoristas. Cristianos de salón. Cristianos de recepción. Mediocres. Tibios. Insípidos. Paganos. Caricaturas. Puritanos. Burócratas. Trepadores. Casta superior. Pseudo cristianos. Pseudo pastores. Alma mezquina. (Alma) llena de pequeñeces. (Alma) llena de charlas. Desgraciado. Tonto. Lloronas. Carreristas. Faraón. Idólatras. Rebeldes. Terrorista. Condenador. Vanidosos. Orgullosos. Insensatos. Testarudos. Momias espirituales. Porfiados. Vagabundos. Cristianos virtuales. Cizañeros. Momia. Chupasangre. Iluminados. Corazones cerrados. Corazón de animal. Bestia. Cara torcida. Tristes. Corrupto. Herético. Animales. Fundamentalista. Aburridores. Atontados. Chismoso. Mentirosos. Sacerdotes a la moda. Obispos a la moda. Narcisistas. Manipuladores. Arribistas. Mafioso. Farsantes. Necios. Simulador. Polémicos. Agresivos. Arrogantes. Esclavos. Malos. Enfermos. Sectario. Desleal. Predicadores apocalípticos. Profetas de desgracias. Espíritu malvado. Deshonestos –“no son honestos”-. Aduladores. Indignos. Detractores. Chupamedias. Malintencionado. Lujuriosos. Ridículo. Insatisfecho. Funcionarios. Clérigos de Estado. Cara oscura. Esquizoide. Soberbio. Corazones amedrentados. Corazones petrificados. Gatopardismo espiritual. Mentes distorsionadas. Contradictorios. Incoherentes. Profetas de desventura. Chismosas. Cristianos perezosos. Caciques. Señores mundanos. Pavo real. Corazones escleróticos duros. Reaccionarios. Miedosos. Almas estrechas. Almas restringidas. Peces gordos. Católicos infieles. Católicos paganos. Católicos ateos. Corazón racionalista. Profetas de destrucción. Profetas de condenación. Voces negativas. Voces desesperadas. Corazón testarudo. Corazón pagano. Rígidos de doble vida. Rígidos hipócritas. Fanáticos. Ideologizados. Sacerdote sabelotodo. Sacerdote google wikipedia. Cotilla. Persona de fe fría. Persona de fe ideológica. Sembrador de amarguras. Sembrador de perplejidad. Sembrador de desesperanza. Sembrador de vinagre de amargura. Sembrador de vinagre de desesperanza. Partidistas. Inflexibles. Vanguardistas. Guardianes de la verdad. Asesino. Injustos. Sucios de corazón. Cristianos de museo. Iglesia de ”puros”. Jóvenes jubilados. Viejos de corazón. Casta de funcionarios. Plegados a la dictadura. Administradores de desgracias. Estúpido. Puros por fuera. Neurótico. Solterones. Tozudos de alma. Guardias de museos. Corazón (es) amargo (s). Extraviados de corazón. Traidores de confianza. Vieja guardia. Cara de vigilia fúnebre. Matones. Duros. Loro. Marchito. Malcriado. Autorreferenciales. Sargentos. Monja chismosa. Monjas terroristas. Devoto sentimental. Frenético factótum. Falsos profetas. Encantadores de serpientes. Charlatanes. Estafadores. Solterón chismoso. Espíritu mundano. Cristianos aparcados. Sacerdote funcional. Cristianos falsos. Cristianos mafiosos. Autoritario. Semipelagianos. Inquisidor. Funcionario de lo sagrado. Mánager omnipotentes. Papagayo. Obispos de aeropuerto. Envidiosos. Altaneros. Prepotentes. Perros salvajes. Profetas de calamidad. Cristiano funcionario. Alma arrugada. (Alma) sucia. (Alma) llena de podredumbre. Fatalista. Epulones. Lobos”:
    https://lossegadoresdelfindelmundo.blogspot.com/2018/01/2029-2031-fin-del-papado-en-roma-y-fin.html

  • salmista ha detto:

    gli ultimi due versetti del salmo 5 dicono così :

    Ma gioiscano quanti in te confidano, siano in festa per sempre ; siano esultanti nella tua protezione quanti amano il tuo nome.
    Perché , Signore, tu benedici il giusto, l’attornia come scudo il tuo favore.

    Altrove, sempre nella Bibbia, c’ è l’invito pressante a pregare incessantemente. Non si parla di come farlo. Come farlo è evidentemente lasciato alla scelta sia del singolo ,sia della comunità.

    Ma il pontefice nel suo discorso si riferiva evidentemente, se ho capito bene, a quel cardinale che si permette di organizzare squadre di preghiera chiamandole col nome poetico di guerrieri del rosario. Poiché questi guerrieri del rosario amano la santa Messa preconciliare, e ritengono l’ecumenismo del pontefice, eccessivo, è chiaro che sono come dei bambini disubbidienti che vanno puniti. Speriamo che il modo di punirli non sia politico, tramite il nuovo partito papale, che sponsorizza l’immigrazione ad ogni costo. Un titolo in prima pagina nei giornali di oggi…

    • Domanda ha detto:

      ”Non si parla di come farlo. Come farlo è evidentemente lasciato alla scelta sia del singolo ,sia della comunità.”

      Sei sicuro di aver letto la Bibbia?

  • Sconsolata ha detto:

    Non per alimentare polemiche. Eh, sì; le “nuove” di quest’inizio d’anno non lasciano presagire una navigazione meno tormentata per la barca di Pietro. Fra tutte trovo particolarmente sconvolgente il rifiuto di accoglienza e assistenza ad un gruppo di 50 catanesi bisognosi, senza casa, lasciati al freddo dinanzi alla porta sbarrata del duomo, con bambini privi del necessario e qualcuno dei richiedenti aiuto affetto da qualche patologia. Paradosso nella imperversante campagna incentrata sui temi della carità e del contrasto alla povertà…
    https://www.tg24-ore.com/2019/01/02/50-italiani-chiedono-asilo-in-chiesa-caritas-sbarra-le-porte-noi-aiutiamo-solo-immigrati-al-freddo-da-5-notti/amp/

  • Pillole di zoologia ha detto:

    Buongiorno cari amici.
    Mi rivolgo a quelli che stanno discutendo di preghiere e pappagalli e che si sono sentiti offesi dal Papa per la sua lezione di zoologia. In particolare all’amico deutero.amedeo e al sig. Sgranarosari che ci parla di rosari ed esicasmo.
    TRANQUILLI
    Quando si dice ”pregare a pappagallo” NON si intende ”pregare a lungo” o ”distraendosi”. Significa pregare ripetendo formule di cui non si capisce niente.
    Infatti i pappagalli parlano (poco o tanto) ma non capiscono niente.
    SICURAMENTE non siete voi.

    A Sgranarosari vorrei anche dire che il Rosario cristiano e il Mantra ”che libera la mente” non c’entrano niente: il Rosario la mente non la libera, ma la impegna e molto. Provi a recitarne uno come si deve e capirà.

    • MASSIMILIANO ha detto:

      Eccolo vai, se ne sentiva la mancanza. Ora siamo tutti più tranquilli. Circolare circolare…. Qui non c’è niente da vedere, tutto prosegue come sempre nella più totale normalità. Circolare circolare…. Booooom…. Buon anno ache a Lei caro. Lei fa parte dei nani o delle ballerine? Saluti.
      Massimiliano

    • Maria Cristina ha detto:

      Quindi caro esperto di ZOOLOGIA , secondo lei è solo una questione di comprensione ? E le nostre care vecchine che avevano fatto la quinta elementare e dicevano il Rosario in latino erano dei pappagalli? mentre i nostri raggazzi laureati di oggi che dicono il Padre nostro modificato e tenendosi tutti amorosamente per mano , sono degli spiriti critici?
      e com’è che nella Chiesa dove si ripetevano le preghiere tradizionali anche senza avere una laurea fioccavano le vocazioni , e oggi che siamo tutti così colti , le chiese si svuotano ?

      • Risposte ai dubia zoologici ha detto:

        ”Quindi caro esperto di ZOOLOGIA , secondo lei è solo una questione di comprensione ?”
        Sì: l’uomo comprende o dovrebbe comprendere. Il pappagallo non comprende e non potrebbe comprendre. Entrambi parlano: uno per esprimere qualcosa, l’altro per ripetere qualcosa.

        ”E le nostre care vecchine che avevano fatto la quinta elementare e dicevano il Rosario in latino erano dei pappagalli? ”
        Alcune sì, altre no. Come oggi con le preghiere in italiano. Si può pregare o pappagallare in qualsiasi lingua.

        ”mentre i nostri raggazzi laureati di oggi che dicono il Padre nostro modificato e tenendosi tutti amorosamente per mano , sono degli spiriti critici?”
        Non so: lo spirito critico non è una specie animale. Inoltre i pappagalli non possono tenersi per mano, avendo le ali.
        Ragazzi con una g sola.

        ”e com’è che nella Chiesa dove si ripetevano le preghiere tradizionali anche senza avere una laurea fioccavano le vocazioni , e oggi che siamo tutti così colti , le chiese si svuotano ?”
        Tra il non capire niente e avere una laurea c’è qualche via di mezzo. Questo lo comprende anche un pappagallo. Probabilmente lei si riferisce a persone non laureate che tuttavia capivano quanto bastava. Inoltre esistono quelli che si laureano ripetendo nozioni a pappagallo, senza alcuna reale crescita intellettuale. Non a caso in Italia siamo tutti dottori.

        • Maria Cristina ha detto:

          Caro esperto di Zoologia lei pero’ non ha risposta alla mia domanda: perche’ oggi si rischia l’ estinzione della specie “ “ homo religiosus catholicus” ? Se secondo lei e’ solo questione di comprensione ( e quindi lei tralascia razionalisticamente tutto quello che i mistici hanno detto della vera preghiera del cuore che e’ l’ opposto del processo razionale) come mai oggi che secondo i fautori del progresso siamo arrivati ad un gran livello di comprensione la fede diminuisce paurosamente e la preghiera pure?
          Non e’ Caro Zoologo che la preghiera ha bisogno non tanto di comprensione razionalistica ma di spiritualita’ e ( oso dire la parola tanto vituperata) di mistica? La forza del silenzio, la forza della non-razionalita’ , la nube della non-conoscenza…
          Ma uno Zoologo evidentemente si interessa solo alla materia..

      • deutero.amedeo ha detto:

        Le care vecchine non recitavano solo il Rosario in latino ma anche tutte le altre preghiere, compreso il “Miserere”, il “De profundis” il “Te Deum”, il “Veni Creator” e il “Tantum ergo Sacramentum” . Recitavano quelle preghiere a memoria e comprendendo quello che dicevano perché magari non avevano portato a termine nemmeno le scuole elementari, ma la domenica andavano la mattina a messa e il pomeriggio a “dottrina” fin da bambine. E i preti, a quei tempi, parlavano di religione, raccontavano la “Storia Sacra”, spiegavano i comandamenti, insegnavano quali erano i vizi da evitare e le virtù da coltivare, e naturalmente facevano imparare le preghiere in latino ma accompagnandole con la traduzione e la spiegazione in italiano se non addirittura in dialetto…. Altro che pappagalli. In Sudamerica forse c’è stata l’invasione dei cacatua…. chi lo sa! e uno è riuscito misteriosamente ad arrivare fino a Roma.

        • Margherita ha detto:

          Grazie, caro Amedeo, lei è la nostra memoria storica, ma a risolvere i dubia su preghiere e ripetizioni a pappagallo ci ha pensato monsignor Paglia, per lui non serve credere, quindi pregare, perché il Signore ama tutti così come siamo: “noi siamo già dei risorti”, affermazione, gioiosa, da TV2000!

        • Valeria Fusetti ha detto:

          Mi associo a Deutero Amedeo ricordando mia suocera e un librettino da lei ereditato. È da mettere in borsetta, edito nel 1942 dalle Paoline, compilato da M. Vincenti e con la dicitura A TE SPOSA CRISTIANA. Diviso in tre parti vi si trova tutto ciò che è indispensabile per la santificazione personale. Nella prima parte: le Preghiere del mattino, della giornata, della sera, la S. Messa, la S. Confessione, la S. Comunione, Visita al SS. Sacramento, Benedizione Eucaristica. E quasi tutto su due colonne: a sinistra latino a destra italiano. Aggiungo che mia suocera non era di estrazione borghese, nemmeno piccolo borghese. Era figlia di un contadino e moglie di un altro contadino. Era il regalo dei genitori per il suo matrimonio. Questo significa che la Chiesa si è sempre impegnata a creare strumenti perché i battezzati fossero fedeli e non “pappagalli”, sia nei modi descritti da Deutero che con una stampa adeguata. E le famiglie collaboravano con la Chiesa nel suo compito di Mater e Magistra affidatale dal Signore, anche per le persone più semplici, è stato adempiuto. Poi sembra che siano arrivati pastori piuttosto originali, che hanno iniziato a pensare che anziché elevare l’essere umano verso Dio fosse meglio abbassare Dio… Così prima hanno privato Dio dei Suoi diritti e della Sua maestà. Ora ci sono i cristiani anonimi a cui pensare, mica a questi bacchettoni ipocriti ! Poi la S. Messa non poteva più andare bene per un Dio così democratizzato: via il latino, via l’altare, via il Crocifisso… snellire la liturgia …! Dio è amore ! Egli ci vuole in uscita, a ridere e sorridere ! Basta ore di preghiera, inginocchiamenti inutili, prendete la bicicletta, mangiate e bevete … allegria, allegria… ! Poi i Sacerdoti per la cui vocazione, in quel tal libretto, viene insegnata la Preghiera di San Pio X. Una preghiera in cui si chiede al Signore che siano Angeli di purezza, angeli di fede, di sacrificio, di conforto e di consiglio… E so che ce ne sono anche ora di codesti sacerdoti, ma perché ho l’ impressione che questi siano costretti a mimetizzarsi per poter sopravvivere, mentre vengono difesi a spada tratta e promossi gli omoeretici, e anche gli eretici e basta ? Ecco cosa è la pappola oscena delle “povere vecchine che non capivano il latino”, una manipolazione abbietta, come ogni manipolazione, che serve a dare una parvenza di legittimità ad un’ operazione illegittima, e che sempre di più e meglio il Signore svela per quello che è.

    • A volte tornano ha detto:

      Ma ancora gli date importanza a questo poveretto MULTINOMIGNOLATO che fa lo zerbino di Santa Marta e che spera di intortare chi cerca di mantenersi leale e fedele alla Santa Chiesa Cattolica ( e non al bordello in cui un infame impostore dal 2013 cerca di trasformarla)? A uno che usa nomignoli ebeti e si compiace pensando anche di essere simpatico……ma mi faccia il piacere….ANNAMO BENE, PROPRIO BENE!😱😱😱😱😱😱

  • MASSIMILIANO ha detto:

    Il papa questa volta ha ragione… sicuramente meglio essere atei che credenti alla Bergoglio Galantino Spataro Sosa Paglia etc etc…Saluti.
    Massimiliano

    • Valeria Fusetti ha detto:

      Eh no MASSIMILIANO non dica così… una delle ragioni per cui il Papa regnante, purtroppo, ha torto la troviamo in Zaccheo. Il buon omarino era un peccatore, e di quelli tosti. Gesù lo incuriosisce e supera ogni ostacolo umano per vederlo. E quando Gesù vede lui, e la sua tenacia, gli rivolge la parola. Non gli dice “Schifezza umana vai a casa tua a fare l’ateo che è meglio, qui mi scandalizzi i bravi ebrei !” No, gli dice di andare a casa che poi Lui lo raggiunge. E Zaccheo si converte, e annuncia che d’ora in avanti si sottomettera alla Legge. Ecco, la gloria di Dio sta in questo: che un peccatore si converta e viva, poiché Egli ha progetti di bene per lui. Per cui per chi, anche magari male, sta vicino in preghiera al Verbo ci può essere sempre una speranza… Persino per chi, a viste umane, non ci sarebbe nulla da fare… Per l’ateo che rifiuta la Via, la Verità e la Vita che il Signore nella Sua bontà gli offre per la sua salvezza no. Anche se è coerente con le sue idee, poiché non è la nostra coscienza che ci salva, e le nostre buone opere senza la fede sono nulla (perché indicano l’uomo e non Dio), esattamente come la fede, senza le opere che il Signore ci ha preparato, è inesistente (Lettera di S. Giacomo). Per cui rimettiamo ogni giudizio nelle mani di chi sa ogni cosa. Buona giornata.

      • MASSIMILIANO ha detto:

        Certo Valeria, sono d’accordo con lei su tutto, ma la mia era solamente una provocazione, anche se onestamente per quanto mi riguarda di questi tempi trovo molta più facilità a dialogare con un ateo sincero che con un “cattolico” aggiornato… Buona giornata anche a lei.
        Massimiliano.

  • deutero.amedeo ha detto:

    Un nuovo complimento del miserando ai fedeli:
    –E anche io penso a tanti cristiani che credono che pregare è – scusatemi – “parlare a Dio come un pappagallo”.–
    Grazie per la considerazione che hai di noi santo (?) padre.
    PAPPAGALLO SARA’ LEI E TUTTI I SUOI LECCAPIEDI.

    • GMZ ha detto:

      Il papagallo, per la precisione: che ripete spentamente le parole di Tucho, Kasper, Bonino, Soros e framassoni vari.

      • deutero.amedeo ha detto:

        Sgranarosari….. che credono che pregare sia una cosa da pappagalli….
        Solo il rappresentante di un dio con la d minuscola e per di più maleducato poteva esprimersi con parole simili.
        Avesse detto che certe preghiere continuamente ripetute per una intera vita possono diventare quasi un’abitudine ed essere talvolta recitate distrattamente, l’avrei anche capito.
        Basta vedere come lui recita le preghiere all’Angelus domenicale, biascicando malamente il latino : frutu ventri tui iesu.
        Pazienza, non disperiamo, tutto poi – alla fine- ha fine.

        • sgranarosari ha detto:

          Una allegra canzone della mia gioventù cantava così : “tu vuò fà l’americano, ma sei nato in Italy…” ecc. ecc.
          Ora il Bergoglio vuol fare l’ecumenista più di coloro che fanno gli ecumenisti da più di cinquant’anni…come ad esempio il professor Giovanni Maria Vian , ma non ci riesce . Ora se il Bergoglio fosse veramente ecumenista, saprebbe che nella spiritualità orientale la preghiera incessante è considerata come un affare di grande importanza. E di questo si occupano i monaci orientali come quelli del Monte Athos, ma anche persone comuni, umili laici e così via.
          Se qualche forumista volesse approfondire l’argomento può utilizzare due libri ancora in commercio e reperibili (ho controllato ) su ibs.it :
          Il primo, di autore anonimo è
          RACCONTI DI UN PELLEGRINO RUSSO
          edito da Bompiani.
          Il secondo , storicamente più recente, e il cui autore è Jean-Yves Leloup ha per titolo
          L’ ESICASMO
          che cos’è
          come lo si vive
          piero gribaudi editore.

          Potrete trovare qui quelle cose che il sottoscritto non è in grado di dire in modo convicente. Perchè il sottoscritto esicasta non è. Ma posso aggiungere una cosa : sempre nel modo di pensare orientale, si afferma che anche una ripetizione meccanica può essere utile, perchè tiene la mente occupata ed, aggiungeva un mio amico, impedisce il concentrarsi della mente su pensieri futili o scorretti o peccaminosi, che potrebbero, comunque, allontanare la mente dal pensiero di Dio.
          Quindi benvenuti a coloro che pregano col santo rosario…. mi permetto, da bravo eretico di farvi notare che, anche in forme diverse dalle forme tradizionali cristiane, come ad esempio nel buddismo, il ripetere di un mantra (che poi è ripetizione di una particolare invocazione) ha lo stesso scopo di liberare la mente e di connetterla in qualche modo con l’alto.

          • GMZ ha detto:

            Caro Sgranarosari,
            Bene ha fatto, col suo intervento, a sviscerare la materia.
            Aggiungo una osservazione: Papa Francesco sbaglia anche nel preferire gli atei a chi va in chiesa ma “odia” o “parla male del” prossimo: i primi rifiutano Dio; i secondo lo accettano, ma nel modo sbagliato.
            Provocazioni fini a sé stesse: pessima catechesi. O perfetta congruenza: egli odia chi non la pensa come lui, ed è ateo.

        • Lucia ha detto:

          Signor Deutero ha visto l’ ultima impresa di don biancalani…..
          Il governo sul gommone , non quello tedesco che ha ordinato alle due navi di riportare indietro il carico umano , ma quello italiano. Puo immaginare le reazioni indignate degli italiani non solo di chi ha votato per il governo.Alcuni confessano di avere smesso di andare in chiesa a causa della ” politica immigrazionista” di Papa Francesco , altri , soprattutto donne pur continuando a partecipare alla vita di parrocchia ammettono comunque un grande disagio , altri dicono che la propria fede gia traballante per gli scandali sessuali e finanziari ormai e in pezzi definitivame per questa follia immigrazionista , ma in tutti i commenti si sente che nessuno avverte il Papa come un padre , ne uno zio , ma ormai viene avvertito come un patrigno che favorisce i fratellastri ….Qui mi riallaccio al discorso di cui lei parlava che dal resoconto che ne ha fatto il tg era che chi non e misericordioso con gli ultimi , forse i migranti!?! e meglio che non va in chiesa e anzi sia ateo ed evidentemente con il corollario di complimenti di cui lei parlava.Il Papa purtroppo e stato accontentato , adesso pero spero che i suoi collaboratori non si lamentino per questo e che arriveranno sempre meno soldi per i loro preziosi migranti e …..i loro stravizi come affermavano i commentatori sul post del biancalani, che e ormai insieme a zanotelli il masaniello della situazione .

        • Adriana ha detto:

          Deutero achtung !!!
          questa Adriana del ” Dici che si parlava di te ? ” non sono io !
          Ma qualcuno che si è impadronito del nome o che è un’ omonima.

          • GMZ ha detto:

            È la stessa persona che tempo addietro rispose a Claudius firmandosi “GMZ”. Non un’omonima, bensì un’anima errabonda in crisi di identità.

          • Adriana ha detto:

            Posto qui perchè sotto il riquadro di GMZ manca il – RISPONDI -.
            Molto poetica l’immagine dell’anima vagante in cerca di identità….
            ” Animula blandula vagula , hospes comesque corporis….” avrebbe scritto il pensoso Adriano .
            Quanto all’esternazione del Biancovestito ritengo sia un penoso tentativo di
            paradosso adatto a una brillante conversazione da salottino radical shit , non certo ad un messaggio pubblico . Oppure si tratta di un messaggio subliminale per convincere il gregge a dichiararsi ateo di modo che possa meglio venir divorato dai lupi islamici – certamente NON atei -.

          • Adriana ha detto:

            Poveretto…se per trovare un’identità imita quella di GMZ….

    • Adriana ha detto:

      Dici che parlava di te?

    • Claudius ha detto:

      Il bello e’ che il tutto era inserito in una filippica contro i “cristiani che odiano” e che quindi non sono buoni cristiani e di esaltazione della “tenerezza” di cui, sempre secondo lui, il mondo ha tanto bisogno. Adesso definire pappagalli quelli che (secondo lui) pregano male non sara’ proprio odio ma certo e’ abbastanza lontano dall’ideale dell’amore. Inoltre non sembra un modo molto “tenero” di pensare e di esprimersi… adesso va bene che la coerenza con il Miserando e’ una chimera, come abbiamo gia’ capito, ma nessuno della sua corte dei miracoli gliele fa mai notare queste, chiamiamole cosi’, discrepanze tra i suoi proclami pieni di buoni sentimenti e d’amore universale e cio’ che dice appena cinque minuti dopo??

      • GMZ ha detto:

        Quando il miserando parla di chi non la pensa come lui, dà la stura a livore da manuale; l’acrimonia che innerva le sue parole è sconcertante, e credo renda ragione di chi – come osserva Lucia – non vede in lui un padre.
        L’uscita sul “meglio atei” è orripilante, più vicina ad una anticatechesi che ad una provocazione.
        C’è qualcosa di viziato in quest’uomo, qualcosa che non va. Proprio ieri padre Bellon esprimeva la sua convinzione che non può darsi il caso di un papa matto… Sarà, ma a me pare che ormai siamo al livello del nostro “mitico” gattomattoquotidiano.
        Ossequi.

        • Adriana ha detto:

          GMZ ,
          l’uscita sugli atei forse è un modo per metter le mani avanti….
          in difesa di sé stesso – per cui dimostra di provare una notevole simpatia -.

  • Donna ha detto:

    Non proprio in argomento, o forse si, dato che l’aggravamento della situazione sacerdotale cinese nasce in seno a questa chiesa che da segni sempre maggiori di apostasia;vorrei segnalare una interessante intervista di aldo maria valli a don minutella, che fa parecchio da riflettere
    https://www.aldomariavalli.it/2019/01/02/don-minutella-ecco-perche-combatto-la-chiesa-liquida/

  • ATHANASIUS ha detto:

    Carissimi fratelli in Cina, prima di tutto grazie per la testimonianza di fede che ci avete offerto per moltissimi anni. Ora qualcuno di voi dice di sottomettersi al regime per obbedienza al papa, così come finora resisteva per la stessa obbedienza. Ma c’è una differenza sostanziale tra le due obbedienze. Il vostro comportamento fino all’Accordo era coerente con le parole di Gesù (non si può servire due padroni), con quelle di Pietro e degli Apostoli (bisogna obbedire a Dio piuttosto che agli uomini) e con la testimonianza di moltissimi martiri. Ora vi si chiede di obbedire ad una cosa che è in contrasto con tutta la tradizione della Chiesa, in contrasto con le vostre coscienze, basato su un accordo segreto. Quello che vi si chiede ora non è una vera obbedienza, ma un tradimento (quale unione tra la luce e le tenebre, quale intesa tra Cristo e Beliar). Vi supplico: resistete!

  • Ángel Manuel González Fernández ha detto:

    Caro Direttore:
    Chi non vuol vede è perché non vuole.
    Francesco vuole circondarsi di corrotto, complici, leccapiedi, ciechi, sordi e muti. E Robert Sarah…?
    Il Foglio 11 luglio 2017, Robert Sarah:
    “Basrerebbe vedere il riccoglimento e la pietà con cui il Papa Francesco celebra la santa messa per comprendere la sua vera intenzione”.
    Nella Cina comunista si persegue alla Chiesa cattolica e non alla Chiesa del profetizzato “Pastore stolto e Falso profeta” Francesco.
    Il profetizzato “Pastore stolto e Falso profeta” Francesco deve continuare a preparare la strada fino all’arrivo del suo padrone e signore l’Anticristo…: Più chiaro!
    Saluti.

    più chiaro!

  • Maria Cristina ha detto:

    Ormai in questa situazione ecclesiale caotica fioccano le “dimissioni” che ci vengono sempre spacciate come “libere e spontanee”a cominciare da quelle di Ratzinger.
    Dimissioni del Gran Maestro dell’Ordine di Malta, dimissioni di vari funzionari dello IOR ecc. Ecc.
    Sui motivi veri di tutte le dimissioni che sono avvenute in Vaticano in questi anni non sapremo mai la verita ,ma solo la versione edulcorata dal Minculpap. In ogni caso io penso che i dimissionati siano persone con la schiena dritta che forse non volevano sottomettersi a una intollerabile oppressione .
    L’ultimo tweet di Greg Burke “Annonuovo. Nuove avventure”
    fa pensare a una specie di liberazione da una situazione di oppressione.

    • deutero.amedeo ha detto:

      Io penso che non si tratti di dimissioni spontanee ma spintanee.

      Per lo meno concordate.
      E tanto di cappello a chi si è dimesso.

  • la sapienza che discende dall'alto ha detto:

    Chi è savio e intelligente fra voi ? Mostri con la buona condotta le sue opere fatte con mansuetudine di sapienza.
    Ma se nel vostro cuore avete amara gelosia e spirito di contesa, non vantatevi e non mentite contro la verità .
    Questa non è la sapienza che discende dall’alto, ma è terrena, animale e diabolica. Dove infatti c’è invidia e contesa, lì c’è turbamento ed ogni sorta di opere malvagie.
    Ma la sapienza che viene dall’alto prima di tutto è pura, poi pacifica, mite, docile, piena di misericordia e di frutti buoni, senza parzialità e senza ipocrisia.

    dalla lettera di Giacomo cap.3 , 13-17.

    BUON ANNO A TUTTI !!!

  • Ángel Manuel González Fernández ha detto:

    Caro Direttore:
    1 di gennaio il primo e migliore giorno dell’Anno: MADRE DI DIO.
    Saluti.

  • Ángel Manuel González Fernández ha detto:

    Gerard O’Connell, ex prete e attuale marito di Elisabetta Piqué molto amica di Francesco:
    “The Holy See has not provided an explanation for their sudden resignation, but sources to whom America has spoken believe that it was motivated by the fact that their vision and understanding of their role as spokespersons for Pope Francis and the Holy See, and of the role of the Vatican press office, was not fully shared within the Vatican. It seems that this contrast in visions and the conviction that,
    notwithstanding their suggestions, change was unlikely to happen in the foreseeable future, led them to conclude that their positions were no longer tenable”:
    https://www.americamagazine.org/faith/2018/12/31/director-and-deputy-director-vatican-press-office-resign-last-day-2018

    Elisabetta Piqué:
    Como “niente cambierebbe nel futuro…decisero gettare la spugna”:
    “Pero su dimisión voluntaria, algo sin precedentes en la historia del Vaticano….
    Al avizorar que nada cambiaría en el futuro, pese a sus sugerencias, Burke y García Ovejero decidieron de forma conjunta tirar la toalla”:
    https://www.lanacion.com.ar/2206949-reves-fin-ano-papa-renunciaron-sus-dos

  • Adriana ha detto:

    Dunque , questo a me sconosciuto Gisotti , ha scritto libri come:
    ” Dio e Obama : politica e fede “.
    Mi permetto di indovinarne il contenuto laudativo nei confronti dell’efebo abbronzato .
    Quanto a Dio , deve esser quel Signore che ama il travestitismo . Pare si presenti come Allah ! Ma va bene lo stesso , tanto :
    Dio non è cattolico ma ONUversale –

  • Claudius ha detto:

    Tosatti, una domanda per lei: come interpreta le dimissioni di Burke e Ovejero?

    • wp_7512482 ha detto:

      Non ne so nulla, ma a occhio non credo che siano tanto autonome…

      • marco g. ha detto:

        Embé!
        Avrà visto bene.
        O i due stanchi della situazione non hanno accettato di mentire (oltre) o dall’alto si vuole andare in altra direzione. Che dice?

      • Anima smarrita ha detto:

        Verosimile il retroscena che ne traccia Luigi Accattoli su Corriere.it. Buon Anno a tutti

  • Ángel Manuel González Fernández ha detto:

    “2018, el año en que Francisco fue más Bergoglio que nunca….
    Resta ver ahora si alcanzará la reunión extraordinaria a la que convocó a los presidentes de las conferencias episcopales de todo el mundo. Una jugada maestra, la enésima del año, que mostró que la capacidad de respuesta del pontífice sigue estando años luz por delante de la de sus críticos más feroces. Pero también, y es un problema, dista años luz de la de la mayoría de sus colaboradores. Bergoglio espera dar la vuelta de página definitiva en el caso de los abusos con al reunión de febrero, y en esa dirección se está moviendo todo el Vaticano hace semanas”:
    https://www.periodistadigital.com/religion/vaticano/2018/12/31/2018-el-ano-en-que-francisco-fue-mas-bergoglio-que-nunca-para-sacar-adelante-la-iglesia.shtml

  • deutero.amedeo ha detto:

    CITTA’ DEL VATICANO – Continua la rivoluzione della comunicazione in Vaticano. Papa Francesco ha accettato la rinuncia del direttore e della vice direttrice della sala stampa della Santa Sede, Greg Burke e Paloma García Ovejero, e ha nominato direttore ad interim della sala stampa Alessandro Gisotti, finora coordinatore dei social media del dicastero per la Comunicazione.

    A quanto pare la scomparsa dei giornalisti non riguarda solo la Cina.!!!

  • malibu stacy ha detto:

    ha visto le snomine? il puttano non ha ancora preso servizio e già comincia a far danni

  • Ángel Manuel González Fernández ha detto:

    https://ilsismografo.blogspot.com/2018/12/vaticano-rinuncia-del-direttore-greg.html
    Caro Direttore:
    Sarebbe interessante un suo articolo sul tema.
    Saluti.

  • Ángel Manuel González Fernández ha detto:

    Caro Direttore:
    Scrissi tempo fa, che la stessa cosa che sta passando nella Cina comunista passerà con l’Anticristo.
    Chiunque sia fedele all’Anticristo sarà rispettato e chi non l’accetti sarà perseguito e eliminato.
    Con la Chiesa del profetizzato “Pastore stolto e Falso profeta” Francesco passa la stessa cosa: sono rispettati i cani “chupamedias” leccapiedi e i “cani muto” Isaia 56:10, e si tenta zittire e perseguire ai pochi che chiama “cani selvaggi.”
    Ora i “cani selvaggi” siamo pochi, ma dopo l’attentato e “miracoloso” ritorno alla vita del “Pastore stolto e Falso profeta” Francesco, quasi non rimarranno “cani selvaggi”.
    Saluti.

    Estimado Director:
    Escribí hace tiempo, que lo mismo que está pasando en la China comunista pasará con el Anticristo.
    Todo el que sea fiel al Anticristo será respetado y quien no le acepte será perseguido y eliminado.
    Con la Iglesia del profetizado “Pastor necio y Falso profeta” Francisco pasa lo mismo: son respetados los perros chupamedias y los “perros mudos” Isaías 56: 10, y se intenta silenciar y perseguir a los pocos que llama “perros salvajes”.
    Ahora los “perros salvajes” somos pocos, pero después del atentado y “milagrosa” vuelta a la vida del “Pastor necio y Falso profeta” Francisco, casi no quedarán “perros salvajes”.
    Saludos.

    • Adriana ha detto:

      Angel , por favor , cosa è questa storia dell’attentato e della finta
      resurrezione del Pastòr ? Buon anno . Mi illumini .

  • Ángel Manuel González Fernández ha detto:

    Caro Direttore:
    Nella Cina comunista si persegue alla Chiesa del profetizzato “Pastore stolto e Falso profeta” Francesco…? Risposta: No!
    Nella Cina comunista si persegue alla Chiesa cattolica…?
    Risposta: Sì!
    Quindi avanzano articoli e commenti.
    Saluti.

  • Gene ha detto:

    Ormai sono stati svenduti tutti i valori veri del cattolicesimo. I colpevoli sono: il biancovestito e i rossovestiti….che hanno tradito la parola diDio…poveri loro…Buon Anno a dott. Tosatti e a tutti i lettori…

    • deutero.amedeo ha detto:

      Non soltanto i valori, Gene, ma anche le persone…. E le loro.. anime.
      Ma le Loro Eminenze Reverendissime, fedeli più all’uomo che a Dio,quelle rimangono.

  • Iginio ha detto:

    Segnalo un’altra perla. L’anno scorso è uscita una pubblicazione ufficiale della Congregazione per le Chiese Orientali, in occasione del centenario della stessa, tre volumi intitolati Oriente Cristiano che si aprono con un ritratto a piena pagina di papa Francesco. Le ricostruzioni storiche sono praticamente del genere: prima la Chiesa cattolica e il Vaticano erano quasi sempre tanto cattivi e ottusi, specialmente dopo il Concilio di Trento – del quale si tenta di insinuare, a torto, che non fosse veramente ecumenico – poi per fortuna c’è stato l’ecumenismo e gli uniati hanno smesso di combinare pasticci. Ma la cosa tragicamente buffa è che si trova modo persino di condannare il fatto che un eccidio di monaci etiopi fatto da fascisti italiani nel 1936 non sarebbe stato denunciato dai cattolici, come se all’epoca si sapesse quello che accadeva in ogni angolo del mondo, mentre sui silenzi del papa di oggi a proposito delle persecuzioni in Cina (o in Pakistan) sappiamo bene come sia vietato eccepire alcunché.

  • Pier Luigi Tossani ha detto:

    grazie Maestro Porfiri.

    Preghiamo – solo Dio può fare questo – che l’anno che viene sia quello dell’implosione pacifica del regime totalitario cinese, che crolla corroso dalla sua malvagità ontologica, e che il popolo possa venirne fuori, anche imparando dalla testimonianza dei veri fedeli della vera Chiesa cattolica cinese, per quanto sacrificata dal Vaticano stesso.

  • malibu stacy ha detto:

    @NATAN, ma davvero fra Porfiri, che esponendosi a scrivere per Tosatti è finito sulla lista nera degli andreonzi perdendoci di sicuro soldi e mettendosi a rischio avvelenamento, e gli andreonzi lekkelekka piegakukkiai che scodinzolano attorno al tavolo del padrone sperando che papaciccio dia qualche cosa da mangiare, magari sistemi anche loro dopo il puttano turiferario, tu non sai a chi credere?

    • natan ha detto:

      Ma pare che dicano ambedue il vero!

      • vasco ha detto:

        Natan, lasci perdere le sciocchezze di questo utente e rifletta sull’unico dato oggettivo: tutte le notizie – tutte – arrivano sempre da organi che fanno capo al Vaticano: lo stesso Porfiri cita spesso come fonte AsiaNews, che è organo del PIME, e quindi indirettamente “roba” del Papa. Qui addirittura cita Introvigne, che nello spettro delle varie posizioni, sicuramente sarebbe da collocare tra i “turiferari”.
        Il card. Zen, proprio perché cardinale, se fa le sue esternazioni è solo perché Roma lo autorizza a farle.
        Le notizie negative, d’altra parte, le trova su IlSismogtafo, che Tosatti spesso definisce “paravaticano”: lì notizie “buone” non ne trova quasi mai.
        Adesso faccia un piccolo sforzo e comprenderà come mai esiste questa apparente polarizzazione di informazioni (tutte buone-tutte cattive) che provengono a noi sempre mediante gli stessi canali. La risposta è facile: pensi al cerchio e alla botte e al fatto che l’accordo cinese è qualcosa in fieri su cui occorre dimostrare fiducia e nel contempo vigilanza e prontezza alla denuncia.

        • Diana ha detto:

          Io credo piuttosto che il cardinale Zen, così come Sarah,Brandmueller, Burke, i compianti Caffarra e Meisner e una manciata di altri che non nomino perché c’è chi compila liste di proscrizione, stia semplicemente usando la virtù della PRUDENZA, un tempo detta auriga virtutis e del tutto sconosciuta in Santa Marta, perché qualcuno, che ha detto di sé che sarebbe stato ricordato per aver diviso la Chiesa, desidera uno scisma, ma non vuole assumersene la responsabilità davanti al mondo e, forse, davanti a Dio, e continua a tirare la corda aspettando una reazione fatale. Le ricordo altresì, in merito alle sue altre perle sul panorama mediatico (anche se una menzione d`onore la sua opinione su Badilla la meriterebbe) , che una mela resta sempre una mela, anche se ci si affanna a negare che sia tale.

      • GMZ ha detto:

        Con una differenza di qualche conto: Valente normalizza una realtà per niente semplice; Porfiri “legge l’aria” e ben interpreta le parole di Wei Jingyi – che ha detto quel che ha potuto, ma ha detto, eccome se ha detto!
        Se anche entrambi sono in buona fede, è Porfiri a rendere giustizia di quanto accade in Cina. E lo fa a suo rischio e pericolo, il che lo rende doppiamente meritevole dei nostri ringraziamenti.
        Ossequi.

        • Natan ha detto:

          Oggi un amico mi ha scritto: “non capisci? E’ dall’interno della Chiesa che deve sorgere l’opposizione, noi (laici) non abbiamo altro potere se non quello di ignorarlo. “Aggiungo: che a noi si richiede un grande sforzo: guardare la nuda croce e sperare nel silenzio che l’Eterno Padre “ricco di misericordia” si muova a compassione del suo popolo

  • Catholicus ha detto:

    Chi difende i cristiani perseguitati? il papa pro immigrati? i preti antiSalvini? incredibile ma vero, li difende Vittorio Sgarbi, e a voce alta, rendendo ai pretacci mondialisti anticattolici pan per focaccia ! ammirevole il suo grido “non possiamo non dirci cristiani; preti, elogiate Gesù, non i suoi nemici” detto da lui, poi, con la sua foga, con la sua verve incontenibile, fa pensare ad un vero “defensor fidei”, ad un novello Pietro l’Eremita, o Marco d’Aviano. Le mosse della Provvidenza sono davvero imprevedibili ! cfr https://gloria.tv/video/coMCq2GTQNRh4aXxmCLqof97g

    • GMZ ha detto:

      Non mi affiderei troppo alle tirate di questo personaggio, uso ad épater le burgeois a qualsiasi costo – e finisce lì.
      Ma un’altra cosa giusta l’ha detta, e cioé che Bergoglio è ateo.
      Ossequi.

  • Gian ha detto:

    In passato, quando si parlava di fatti riguardanti la Chiesa cattolica nelle nazioni al di là della cortina di ferro, si usava l’espressione “la Chiesa che soffre”, per definire nel modo più efficace una realtà che noi occidentali a fatica potevamo immaginare. I frutti avvelenati del malefico accordo recentemente siglato tra il Vaticano e la Cina si stanno rivelando in tutta evidenza, nel silenzio assordante di chi non soffre, ma “offre” i nuovi martiri all’altare della propria personale superbia.