COSÌ LONTANI COSÌ VICINI. SHARI’A E LAICISMO, SEMPRE OSTILI AI CRISTIANI. UN ARTICOLO DI AGOSTINO NOBILE.

8 dicembre 2018 Pubblicato da 19 Commenti --

Marco Tosatti

Cari Stilumcuriali, Agostino Nobile ci ha inviato articolo provocatorio, sempre sulla linea del discorso intrapreso qualche tempo fa su questa pagina dei rapporti fra l’islam e il laicismo, in cui traccia in maniera impietosa la situazione dei cristiani – che continuano a manifestare la propria fede, pubblicamente – in due tipi di società: quelle governate dalla scarica, la legge islamica a radice religiosa, e quelle laiciste, in cui viviamo in occidente, e in cui gli scontri a livello di morale, comportamenti e costumi, in particolare sessuali, fra il Mondo e la civiltà cristiana sono sempre più frequenti. Buona lettura…

 Sharia e Laicismo   

Nei paesi dove vige la sharia:

– Non c’è libertà di religione e di parola.

– Il musulmano e il non musulmano non hanno gli stessi diritti.

– La donna non ha gli stessi diritti dell’uomo.

– Non esiste separazione tra religione e politica di Stato.

– Nell’islam non esiste lo Stato di Diritto. Il sistema giuridico non si basa sulle prove esposte dal Pubblico Ministero e dalla Difesa – due funzioni giuridiche inesistenti nella sharia – ma unicamente sui testimoni.

La sharia consente la poligamia, i delitti d’onore, l’infibulazione, il matrimonio forzato. Imitando il profeta Maometto, che cinquantenne sposò la piccola Aisha di sei anni consumando il matrimonio tre anni dopo, è permesso il matrimonio tra bambine/adolescenti e adulti. Nelle regioni musulmane ci sono oltre 60milioni di bambine sotto i tredici anni sposate con adulti, di mezza età e non raramente molto più maturi (nel mondo non cristiano oltre 700milioni). Nei paesi musulmani che adottano una costituzione occidentale il matrimonio con minorenni è illegale, ma sostenuto e promosso dai chierici musulmani. In Nigeria, per esempio, benché sia una Repubblica Federale, le spose bambine sono circa 23 milioni, vendute per venti euro e, come in altri paesi, in cambio di alcuni animali.

Il jihad è una delle colonne portanti dell’Islam. Nel Corano si trovano circa 123 versetti violenti, tra cui quelli che incitano a combattere ed uccidere per la causa islamica. Dettato da Allah tramite l’Arcangelo Gabriele, non può essere interpretato come la Bibbia, ma accolto letteralmente.

Nel laicismo:

– Non c’è libertà di parola per i cristiani.

– Il cristiano non ha gli stessi diritti del laicista.

– Gli etero non hanno gli stessi diritti degli omo.

– La maggioranza non ha gli stessi diritti della minoranza.

– L’onesto non ha gli stessi diritti del malfattore.

– Il cittadino autoctono non ha gli stessi diritti del migrante.

– La donna è valorizzata come prodotto di consumo.

– Le femministe detestano la donna, anzitutto sposata con figli.

– I laicisti e le femministe detestano la vita (degli altri), privilegiando l’essere umano morto prima della nascita.

– Il sistema giuridico si fonda sull’ideologia laicista/omosessualista.

Il laicismo perseguita la pedofila, ma per correttezza sovvenziona le manifestazioni gaypride consentendo la presenza di bambini truccati da femminucce. Non abbiamo dati dell’Unicef o vaticani, ma l’omosessualità cresce in maniera esponenziale tra gli adolescenti, adulti e consacrati. Attraverso i mezzi di comunicazione e la scuola il laicismo promuove l’islam, il migrantismo, la poligamia, il polisesso, l’onanismo, il matrimonio tra uomini e tra donne. Perseguita legalmente gli eretici che non condividono l’ideologia omosessualista. I social censurano metodicamente i commenti che possono urtare la sensibilità dei gay e dei musulmani. I media e il Vaticano oscurano metodicamente i crimini commessi nel mondo contro i cristiani. Nelle democrazie laiciste il musulmano che uccide cristiani è considerato uno squilibrato. Un musulmano che stupra una ragazza cristiana è una persona non educata ai valori occidentali. Per i laicisti un occidentale che insulta, anche inconsapevolmente, un nero o un musulmano è razzista, fascista, troglodita, bastardo, senza cuore, indegno di vivere in una società civile.

Agostino Nobile







Oggi è il 104° giorno in cui il Pontefice regnante non ha, ancora, risposto.

“Quando ha saputo che McCarrick era un uomo perverso, un predatore omosessuale seriale?”

“È vero, o non è vero, che mons. Viganò lo ha avvertito il 23 giugno 2013?”

Joseph Fessio, sj: “Sia un uomo. Si alzi in piedi e risponda”.




Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa” fino a quando non fu troppo molesto.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina.



LIBRI DI MARCO TOSATTI

Se siete interessati a un libro, cliccate sul titolo.



UNO STILUM NELLA CARNE. 2017: DIARIO IMPIETOSO DI UNA CHIESA IN USCITA (E CADUTA) LIBERA

FATIMA, IL SEGRETO NON SVELATO E IL FUTURO DELLA CHIESA

SANTI INDEMONIATI: CASI STRAORDINARI DI POSSESSIONE

PADRE PIO CONTRO SATANA. LA BATTAGLIA FINALE

Padre Pío contra Satanás

Tag: , , , , , ,

Categoria:

Questo articolo è stato scritto da wp_7512482

19 commenti

  • Catholicus ha detto:

    Riporto un mirabile commento in tema di “integrazione” di chi non vuol essere integrato, ma pretende invece che noi italiani ci “integriamo” alle usanze sue (da Chiesa e Postconcilio) :
    BUON NATALE, AZIZ
    Scusa Aziz, leggo in giro che ti darebbe fastidio il Presepe perché non sei cristiano.
    Immagino di aver capito male, perché se le cose stanno così sono costretta a dirti un paio di cose.
    A partire da una, e spero non me ne vorrai.
    A che titolo pretendi di cambiare le Tradizioni che ci sono state tramandate dai nostri Padri e che noi vogliamo tramandare ai nostri Figli?
    Perché vedi, non è questione di essere cristiano o cattolico, svedese o magrebino. Se tu sei buddista, ateo o altro a me non interessa. Semplicemente non devi toccare la mia identità.
    Non sono riuscito a spiegarmi?! Scusa. Proverò con meno giri di parole: chi ti ha chiesto di venire in Italia? Chi ti ha invitato?
    Sei scappato dalla tua terra, che quindi tanto civile non doveva essere e tanti diritti non doveva darti, per venire in Italia a insegnarci cosa sono diritti e civiltà?
    Dici che dobbiamo favorire l’integrazione?
    Aziz, vediamo di capirci. Integrazione per me significa che tu devi integrarti ai miei costumi, non io ai tuoi.
    Perché se io vado in Arabia o in Iran a festeggiare il Natale lo sai che mi capita? Si che lo sai…
    Quindi, se non ti piace il Presepe, non farlo, ma levati dalla testa che io smetta di farlo perché ti offenderebbe. Anzi, se vogliamo dirla tutta è a me che offende la tua “offesa”. E se non ti piace il Natale, è un problema tuo, che devi cercare di risolvere e pure in fretta.
    Ma di certo ho capito male io.
    Forse sono stati i soliti sinistrati a dirlo, magari per far sbarcare qualche altro clandestino e poi specularci sopra.
    Ma se pensi che i tuoi amici delle coop, del sindacato, quelli che ti hanno insegnato a rivendicare diritti senza rispettare alcun dovere, possano aver ragione, hai sbagliato. E di grosso.
    Li conosciamo quelli.
    Oggi tolgono il Presepe, domani il Crocifisso, poi il Natale, dopo i Campanili, poi le Chiese…
    Tutte cose a cui noi teniamo. Perché se anche non sei cattolico, tutto ciò fa parte della nostra cultura e noi ci teniamo. Non vogliamo imporre nulla, ma neanche sentirci dire come dobbiamo comportarci a casa nostra.
    Insomma, gli Italiani non vogliono discriminare, ma neppure vogliono essere discriminati.
    Sono stato troppo dura, Aziz? Dici che sono razzista?
    No, Aziz, non ci crediamo più all’anatema del razzismo. Non è un problema di pelle o di razza.
    Semplicemente sono Italiana, amo la mia Patria e cerco di essere leale, nei confronti della mia gente e anche nei tuoi, in effetti. E’ meglio che tu venendo qui sappia come la pensiamo piuttosto che scoprirlo dopo.
    Anzi, sai come si dice in Italia? Patti chiari, amicizia lunga. Io spero di essere stata chiara. Se sei disposto ad accettare le nostre leggi, i nostri costumi, le nostre regole, bene. Altrimenti puoi tranquillamente andartene.
    Non ci mancherai.
    Buon Natale, Aziz. Elena Diacci

  • Ángel Manuel González Fernández ha detto:

    Caro Direttore:
    L’Islam si diffonde in tutto il mondo come una dittatura religiosa e si impone per paura e terrore e non per amore.
    Per l’islam ogni legge o costituzione umana deve basare nel Corano, e non riconoscono né riconosceranno le chiamate Diritti Umani Universali bensì suoi Diritti:
    https://www.refworld.org/cgi-bin/texis/vtx/rwmain/opendocpdf.pdf?reldoc=y&docid=50acbf1c2
    Nelle chiamate nazioni cristiane giornaliera e pubblicamente si bestemmia e si fa scherzo di Dio: nell’islam non e questo si paga si con la pena di morte.
    Il Nuovo Ordine Mondiale sosterrà all’islam mentre sia nemico del cristianesimo, ma lascerà di farlo quando il cristianesimo cadere nella totale apostasia.
    Dell’islam non uscirà l’Anticristo perché l’Anticristo non tollererà né permetterà che nessuno si inginocchi cinque volte al giorno nel nome di Dio.
    E poiché ieri fu il giorno dell’Immacolata Madre di Dio, ricordo loro questi testi dell’islam che neanche l’Anticristo permetterà: III: 31, 37, 40, 42. XXI: 91. LXVI: 12.
    Saluti.

    Estimado Director:
    El islam se extiende por el mundo como una dictadura religiosa y se impone por temor y terror y no por amor.
    Para el islam toda ley o constitución humana se debe basar en el Corán, y no reconocen ni reconocerán los llamados Derechos Humanos Universales sino sus Derechos:
    https://www.refworld.org/cgi-bin/texis/vtx/rwmain/opendocpdf.pdf?reldoc=y&docid=50acbf1c2
    En las llamadas naciones cristianas diaria y públicamente se blasfemia y se hace burla de Dios: en el islam no y eso se paga con la pena de muerte.
    El Nuevo Orden Mundial apoyará al islam mientras sea enemigo del cristianismo, pero dejará de hacerlo cuando el cristianismo caiga en la total apostasía.
    Del islam no saldrá el Anticristo porque el Anticristo no tolerará ni permitirá que nadie se arrodille cinco veces al día en el nombre de Dios.
    Y ya que ayer fue el día de la Inmaculada Madre de Dios, les recuerdo estos textos del islam que tampoco el Anticristo permitirá: III: 31, 37, 40, 42. XXI: 91. LXVI: 12.
    Saludos.

  • Pier Luigi Tossani ha detto:

    sull’Islam c’era questa riflessione gigantesca di Mons. Crepaldi, sulla Bussola:

    http://lanuovabq.it/it/crepaldi-siamo-realisti-lislam-e-un-problema-politico

    può fare il papa…

  • deutero.amedeo ha detto:

    Un conto è non scannarsi fra cristiani e maomettani un altro conto è confondere il Vangelo col Corano.
    Nessuno può servire a due padroni: o odierà l’uno e amerà l’altro, o preferirà l’uno e disprezzerà l’altro (Mt 6,24). Non si possono servire Cristo e Maometto.

  • Sulcitano ha detto:

    Grazie signor Nobile, pane al pane, vino al vino. Concordo in tutto con il suo pensiero.
    Ricordiamo che l’Islam, non può essere considerata una religione che ami la verità e la pace. Mi dispiace che in Santa Marta la pensino in maniera totalmente diversa. Coraggio e come sempre:”Duc in altum”(Lc 5,4).

    • deutero.amedeo ha detto:

      In Santa Marta? Mah….
      Quello che segue non è un comizio, ma è un brano tratto dalla preghiera rivolta oggi pomeriggio da Sua Santità a Maria Immocalata nella sua visita a Piazza di Spagna a Roma.

      -Penso anche a una grazia ordinaria che fai alla gente che vive a Roma:
      quella di affrontare con pazienza i disagi della vita quotidiana.
      Ma per questo ti chiediamo la forza di non rassegnarci, anzi,
      di fare ogni giorno ciascuno la propria parte per migliorare le cose,
      perché la cura di ognuno renda Roma più bella e vivibile per tutti;
      perché il dovere ben fatto da ognuno assicuri i diritti di tutti.
      E pensando al bene comune di questa città,
      ti preghiamo per coloro che rivestono ruoli di maggiore responsabilità:
      ottieni per loro saggezza, lungimiranza, spirito di servizio e di collaborazione._
      Capito Sig.ra Raggi?

  • marco bianchi ha detto:

    C’è una grande differenza. I laicisti amano gli islamici.Purtroppo non solo loro.Anche la neochiesa eretica li ama.E preferiscono gli islamisti. Anche se poi non c’è grande differenza. Il fine è lo stesso i mezzi diversi. Infatti amano il così detto islam politico. Cioè la fratellanza musulmana. Gli islamici al contrario usano gli i laicisti ma se fossero al potere li vorrebbero uccidere tutti.

  • Nicola.B ha detto:

    Lancio un mio pensiero chiedendo ai lettori/lettrici se secondo loro corrisponde al vero e nel caso perché. Ho constatato che i Ministri di Dio che deviando gravemente dalla Dottrina poi , chissà poi perché: a) non prendono più in considerazione il popolo italiano e le sue necessità ( lavoro, casa,istruzione , risorse economiche ecc ) b) considerano SOLO gli extracomunitari che , clandestini o no, devono arrivare senza limiti ed avere SEMPRE TUTTO. Al contrario i Ministri di Dio Fedeli al Vangelo ed al Magistero, chissà perché poi : a) hanno ben presente le sofferenze del nostro popolo e cercano per quanto possibile di alleviarle b ) per gli stranieri dicono chiaramente che non possono venire tutti da noi ed avrebbe tutto b) devono rispettare le nostre leggi, Costituzione e Religione e non cercare di imporre le loro leggi c) addirittura alcuni di questi ministri la ” dicono tutta” affermando che alcuni popoli non sono ” compatibi ” con noi. Perché questa correlazione tra Dottrina ed amore/ Non amore con il proprio popolo italiano e gli stranieri? Grazie

  • Alessandro ha detto:

    Per quanto mi consta non c’è nel Corano un solo versetto che autorizzi alla mutilazione genitale femminile. Salvo miglior giudizio.

    • agostino nobile ha detto:

      Alessandro – I testi considerati sacri nell’islam sono tre: Corano (dettato da Allah); Sunna (la Tradizione, contiene la vita di Maometto); Hadith (atti e parole del profeta).
      Il seguente hadith ci conferma che Maometto consentì anche la mutilazione genitale femminile:
      «È stato narrato da Muhammad bin Hassan – Abdul Wahab (uno dei narratori) disse: Al-Kufi – da ‘Abdul-Malik bin ‘Umair, da Umm ‘Atiyyah Al-Ansariyyah, che una donna facesse le circoncisioni alle femmine di Medina, e il profeta le disse “non tagliare in maniera estrema, perché è meglio per la donna e piace di più al marito”». (Daif) (Sunan Abi Dawud Book 42, Hadith 525)

  • Beppe ha detto:

    Caro Agostino, 700 MILIONI di spose bambine forse sono un po’ troppo…

  • Diana ha detto:

    Chesterton scrisse L’osteria volante nel 1914. Più di cento anni fa aveva previsto l’alleanza anticristiana tra islam e oligarchie radicali. Non avrebbe potuto immaginare il ruolo della “chiesa”. Non riescono ad immagunarlo neanche molti nostri contemporanei, che continuano a negare la realtà per questo. Perché prima del 13/03/2013 era inimmaginabile.

  • Astore da Cerquapalmata ha detto:

    Il laicismo e il femminismo politicizzato, quello rivoluzionario, cosa hanno in comune cogli islamisti?
    Apparentemente niente: visione del mondo, della storia, della società e dell’uomo: tutto diverso.
    Ciò che hanno veramente in comune è il FINE. Cioè distruggere l’Occidente e la sua civiltà che origina dal Cristianesimo.
    Strano come l’Occidente possa produrre i più grandi nemici dell’Occidente.
    Ciò, penso, si possa spiegare solo attraverso una negazione, come avviene per il male che esiste come negazione del bene.
    La negazione del Cristianesimo ha prodotto l’ateismo occidentale, l’indifferentismo ecc. Forme di odio verso il Cristianesimo e perciò verso l’Occidente.
    Per questo i laicisti favoriscono gli islamisti.
    Ma i laicisti non sanno che ancora più dei cristiani gli islamisti odiano i moralmente corrotti, i negatori di Dio e le femministe…

    • Ilario ha detto:

      Penso che sia ragionevole supporre che i laicisti usino il rispetto all’ Islam e ai mussulmani x per emarginare e poi sradicare il cristianesimo o meglio il cattolicesimo dall’ occidente x per poi dedicarsi agli islamici europei magari intiepiditi e addomesticati dal benessere e dalla cultura consumistica occidentale .mentre la attuale vertici della chiesa molto intimiditi di esporsi direttamente, il che è cosa duretta e con possibili risvolti ritorsivi , usa l.islam e la sua difesa o meglio il dialogo pensando di difendere se stesss dagli attacchi e dalla cultura laicista. Sic rebus stantibus……

  • Iris ha detto:

    Quadro molto realista che dovrà essere probabilmente aggiornato in questa Europa suicidaria i cui responsabili irresponsabili (compreso il Vaticano) andanno in Marocco per firmare il Global Compact sull` immigrazione vista come un diritto e una ricchezza.
    A quel che ha già menzionato Nobile si potrebbe aggiungere che la coscienza, e dunque la libertà di coscienza, sono nozioni che NON esistono nell`islam, che le femministe e la famosa lobby odiano e combattono ( con successo ) il maschio bianco eterosessuale e la società eteronormativa.
    Con la loro ideologia mondialista, multiculturalista, che vuole sopprimere differenze, comprese sessuali, e confini, i dirigenti e i loro sponsor stanno assassinando l`Europa, in primis i loro Paesi rispettivi.
    Ma hanno fatto i loro piani senza tenere conto del popolo, chiamare populismo la reazione di quel popolo che disprezzano non basterà , spero.

    • Paolo Giuseppe ha detto:

      @ Iris
      Grave errore Iris.
      Non “stanno assassinando l’Europa”, ma “hanno assassinato l’Europa” perchè l’ Europa, e con essa l’Italia, è una civiltà già morta.

      • Iris ha detto:

        Beh forse sono leggermente meno pessimista, i popoli si stanno svegliando e le élites al potere non potranno continuare a disprezzarli e manipolarli, anche se concordo che la nostra civiltà decadente è un terreno facile da conquistare da chi ha valori e identità forti, se ad esempio l`immigrazione musulmana può godere di facilità di ogni tipo, può rivendicare e ottenere diritti , è perchè trova il vuoto, vuoto spirituale, morale e culturale che riempie non solo senza trovare resistenze ma trovando aiuti di anime candide e meno candide.

  • informazione corretta ha detto:

    Perciò anch’io, avendo udito della vostra fede nel Signore Gesù e del vostro amore verso tutti i santi,
    non cesso mai di rendere grazie per voi, ricordandovi nelle mie preghiere,
    affinché il Dio del Signor nostro Gesù Cristo, il Padre della gloria, vi dia lo Spirito di sapienza e di Rivelazione nella conoscenza di lui,
    e illumini gli occhi della vostra mente, affinché sappiate qual’è a speranza della sua vocazione e quali sono le ricchezze della gloria della sua eredità tra i santi,
    e qual’è la straordinaria grandezza della sua potenza verso di noi che crediamo secondo l’efficacia della forza della sua potenza,
    che egli ha messo in atto in Cristo, risuscitandolo dai morti e facendolo sedere alla sua destra nei luoghi celesti,
    al di sopra di ogni principato, potestà, potenza , signoria e di ogni nome che si nomina non solo in questa età, ma anche in quella futura,
    ponendo ogni cosa sotto i suoi piedi, e lo ha dato per capo sopra ogni cosa alla chiesa,
    che è il suo corpo, il compimento di colui che compie ogni cosa in tutti.

Lascia un commento