ROMANA VULNERATUS CURIA. LA “VELINA” DELLA CEI SULL’IMMIGRAZIONE È ARRIVATA FINO A REPUBBLICA.

3 dicembre 2018 Pubblicato da 55 Commenti --

Marco Tosatti

Romana Vulneratus Curia, RVC per amici e nemici, oggi si è impegnato in un lavoro da detective. Ha letto Repubblica (lo stimiamo per il coraggio e la dedizione; qualcuno che faccia quel genere di lavori ci vuole, sono benemeriti) e si è accorto di una strana coincidenza, anzi, potremmo dire, di una corrispondenza di amorosi sensi fra il quotidiano dell’impero De Benedetti, super immigrazionista, legato ai soliti individui sovranazionali, e la Conferenza Episcopale Italiana. Per caso avevamo visto da poco su OpportuneImportune una vignetta estremamente chiara, e illustrativa, che ci permettiamo di riprodurre.

Ed ecco a voi Romana Vulneratus Curia:

Caro Tosatti, su Repubblica di oggi 3 dicembre a pagina 10 c’è un simpatico articolo dove si riconosce l’alleanza teologico-intellettuale tra Repubblica e la Conferenza Episcopale Italiana di Bassetti. Praticamente dicono la stessa cosa; prima la dicevano in modo diverso, ora invece è sempre più simile. Fino a poco tempo fa i Vescovi italiani, aiutati da un suggerimento-velina della Cei, invitavano i cosiddetti fedeli a vedere negli immigrati la Famiglia di Nazareth che,in fuga da Re Erode, cerca a Betlemme un albergo o una casa o una grotta dove Maria possa dare alla luce Gesù, il Salvatore del mondo. Il “respingimento” di allora alla Sacra Famiglia è stato opportunamente paragonato dai Vescovi al nostro respingimento di oggi verso gli immigrati. Poiché nel giro di un mese sentii ben tre vescovi dire esattamente la stessa cosa, in pratica con le stesse parole, direi che l’esistenza di una velina Cei potrebbe esser quasi certa. Bene, ma che c’entra Repubblica allora? Andate a leggere l’articolo citato ”Secondo Matteo” (di Luca Bottura). Racconta fedelmente la nascita di Gesù fino alla venuta dei Re Magi nella grotta e poi conclude dicendo: ”Infine arrivò Salvini, firmò il decreto sicurezza, e li sbatté in mezzo a una strada, perché erano stranieri, a morire di freddo”. Mi son chiesto, sarà la Cei di Bassetti ad ispirare queste curiose storielle a Repubblica o sarà Repubblica a ispirare le veline della Cei? Lei che ne pensa Tosatti?

RVC







Oggi è il 99° giorno in cui il Pontefice regnante non ha, ancora, risposto.

“Quando ha saputo che McCarrick era un uomo perverso, un predatore omosessuale seriale?”

“È vero, o non è vero, che mons. Viganò lo ha avvertito il 23 giugno 2013?”

Joseph Fessio, sj: “Sia un uomo. Si alzi in piedi e risponda”.




Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa” fino a quando non fu troppo molesto.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina.



LIBRI DI MARCO TOSATTI

Se siete interessati a un libro, cliccate sul titolo.



UNO STILUM NELLA CARNE. 2017: DIARIO IMPIETOSO DI UNA CHIESA IN USCITA (E CADUTA) LIBERA

FATIMA, IL SEGRETO NON SVELATO E IL FUTURO DELLA CHIESA

SANTI INDEMONIATI: CASI STRAORDINARI DI POSSESSIONE

PADRE PIO CONTRO SATANA. LA BATTAGLIA FINALE

Padre Pío contra Satanás

Tag: , , , ,

Categoria:

Questo articolo è stato scritto da wp_7512482

55 commenti

  • Astore da Cerquapalmata ha detto:

    Il Papa parla spesso di REALISMO. Bene, parliamo in modo realista.
    I migranti che arrivano attraversando il mediterraneo, cioè NON quelli che lavorano e sono integrati, sono al 90% MUSULMANI.
    Chi conosce solo un po’ i musulmani sa che, in molti casi, non ci amano né stimano. Neanche quelli di sinistra.
    Vengono da paesi in cui le donne sono in gran parte INFIBULATE. In certi paesi come il Senegal o il Niger, tale atrocità è subita da quasi il 100% delle donne.
    Ma ai Vescovi (ad alcuni, non a tutti) che gli frega?
    Non hanno figli e pare che molti di loro non si sentono padri, sono ormai vecchi o giù di lì, non gli manca nulla, a certi probabilmente non mancano nemmeno i vizi o i vizietti. Che arrivino pure i musulmani! Tanto probabilmente loro saranno ormai trapassati.
    Alcuni Vescovi la pensano esattamente come la Boldrini e la Bonino. Solo che non credo che le due vecchie militanti doneranno l’8 per mille alla Chiesa.
    Se si deve essere realistici, questo è.

    • Lucia ha detto:

      Io credo che la cei e i don convinti che Gesu fosse migrante saranno messi a tacere quando non vedranno piu un euro .Sono senz ‘ altro sulla buona strada .A chi verrebbe in mente di dare soldi al prete pro migranti che gestisce 140 giovani sventurati che sono finiti nelle sue grinfie .Riceve gia soldi dai contribuenti italiani cosi tutti quelli che fanno altrettanto.Finche la Cei non ha sfidato il governo forse qualche anima ingenua poteva dare il suo obolo che a volte puo essere veramente sostanzioso almeno in certe realta .Lo dimostra la vicenda del prete che a Treviso si e cato 900 mila euro alle slot in soli 4 anni.Soldi della parrocchia e offerte ottenute da quello che ho letto minacciando l ‘ inferno ad anziani e a soggetti un po deboli , ma evidentemente con grandi possibilita di denaro per raggiungere una simile somma .Lui parlava di mense e associazioni per associazioni per anziani.Dai commenti che ho letto nessuno credente e non a suo dire finanziava piu opere di beneficenza e men che meno caritas e chiesa, dicevano che loro preferiscono aiutare le persone che intorno a se loro sanno avere bisogno … quanto a fiducia nei preti quasi 0 tra scandali sessuali e immigrazionismo.Ecco questo mi fa pensare che senz’ altro per la cei e arrivato il momento ……della paga con tante belle legnate.Secondo me adesso urleranno contro il governo , invocheranno ue per i loro cari migranti sperando che i loro datori di lavoro e cioe i poteri forti distruggano Salvini e noi italiani , ma visto che adesso quello e il bubbone e cioe i sovranisti guadagnano posizioni ogni gio rno di piu vedi Francia , Spagna , Danimarca ( avete visto l ‘ isola danese delle espulsioni per migranti ? )dovranno venire a piu miti consigli per salvare la situazione.Ma ormai la gente credente o meno li disprezza talmente tanto che non otterranno che pesci in faccia e allora diventeranno mussulmani.Saremo finalmente liberi ! Io spero che il Signore si sbrighi a liberarci di questi monsignori perche non so voi ma non ne posso piu.Ciao

  • Astore da Cerquapalmata ha detto:

    Ormai Avvenire è superato: la CEI si serve più di Repubblica. Non fosse altro perché è più letto.
    Il CARDINALE BASSETTI, nelle sue funzioni di Vescovo e a nome della CEI, in un discorso in cui si guarda bene dal nominare Gesù, ha fatto atto di affidamento e totale abbandono all’UNIONE EUROPEA.
    Poiché sono certo che i Pastori della Chiesa, quando parlano di FEDE, sono sostenuti dallo Spirito Santo, sono anche certo che quando, nella loro funzione di Pastori (e non come privati cittadini), parlano, invece che dei principi che devono animare la politica, direttamente di politica, cioè quando entrano nell’agone politico, lo Spirito Santo FUGGE ad ali spiegate.
    E se qualcuno dovesse proprio ispirarli non sarebbe certo lo Spirito Santo, ma lo spirito di menzogna.
    Quando certi prelati sessantottini parlano di politica spacciandola per fede, allora è bene non fare né quello che fanno, né quello che dicono. Anzi è bene fare il contrario.

  • Nicola.B ha detto:

    Per NAT ed il suo intervento sulla bomba che scoppierà nella CEI per il business dell’accoglienza. Sono all’ oscuro di questa faccenda ed allo stesso tempo mi interessa molto. Puoi dirmi in pratica cosa dovrebbe succedere ? Quello che succederà nella società laica italiana per la fine del business me lo posso immaginare, ma per quanto riguarda la CEI no. Mi puoi dire qualcosa in merito ? Grazie, Nicola.

    • Nat ha detto:

      Bastarebbe solo, per dare il via al redde rationem, rendere note la titolarità di tante cooperative ” cattoliche” create in questi anni per l’accoglienza dei migranti, mostrare la crescita spropositata di certi bilanci e fare qualche controllo sull’uso delle risorse ottenute.
      Chi ha il potere di fare tutto questo?
      Non ci dimentichiamo che Tangentopoli è iniziata da un ” malandrino” che aveva intascato una bustarella…

  • Nicola.B ha detto:

    Per Maria Cristina. Se vai sul sito internet di AVVENIRE vedrai in alto una barra blu con varie voci: PAPA, CEI, ecc ecc e poi MIGRANTI. E questa voce c’è ormai da una vita….capito a che punto sono arrivati ? Comunque il discorso legato al direttore di Avvenire contro Salvini va accompagnato SOPRATUTTO da una considerazione. Fanno così ( ad Avvenire) perché sono di Sinistra. Il fatto è SOLO questo. Se vai a vedere , come tutti i sinistroidi, non nominano quasi mai i bisogni degli italiani ma quelli degli extracomunitari, perché degli italiani non glie ne frega niente. Qui a Milano con un Sacerdote vado da una vita nelle case del mio quartiere per le benedizioni natalizie. E ti assicuro ho visto certe realtà di bisogni materiali che nemmeno immaginavo, mi viene da piangere. Tutto questo ovviamente a Sinistra non esiste. Loro piangono per ed esiste per loro SOLO la realtà dei CLANDESTINI che devono essere aiutati, MAI RESPINTI, e soprattutto devono rimanere da noi a TUTTI I COSTI. Ciao.

    • Lucy ha detto:

      Nicola forse non sai l’ultima.Tieniti forte.
      Non bastavano dirigenti scolastici e zelanti maestrine a censurare presepi e canti natalizi , è ormai anche la volta dei preti , sì dei preti.
      Devoti ai nuovi dogmi stabiliti da Bergoglio , uno di questi è il dogma dell’accoglienza , pronti all’obbedienza dopo aver buttato il cervello tra i rifiuti , ecco nel padovano don Luca Favarin , noto come ” il prete dei migranti ” esortare ” non fare il presepio credo sia il più evangelico dei segni ; non farlo per rispetto del Vangelo e dei suoi valori, non farlo per rispetto dei poveri…”
      Ripeto ancora una volta una massima di Chesterton :” la tragedia del nostro tempo è il tracollo mentale più consistente del tracollo morale “.

  • Iginio ha detto:

    Da notare che Maria e Giuseppe andarono a Betlemme per farsi censire: in altre parole, per farsi registrare dallo Stato. Altro che clandestinità e stranieri sans-papiers.

    • Enrico66 ha detto:

      Giusto.
      Le loro famiglie, in particolare quella di san Giuseppe, erano originarie di Betlemme.
      Praticamente, tornavano a casa loro.
      Altro che migranti.

  • anonimo verace ha detto:

    Ho letto anch’io un paio di numeri arretrati di Repubblica, ed eccomi qui a condividere con voi le mie letture.
    Partiamo da un numero di Repubblica del 23 Novembre scorso. A pagina 19 un articoletto dal titolo : IL KOSOVO RESTA FUORI DALL’INTERPOL. SCATTA LA GUERRA DEI DAZI.
    Se ho capito bene, prima viene imposto un dazio del 10% sulle merci importate dalla Serbia, successivamente, l’aliquota scatta al 100% del valore della merce stessa. Così facendo il Kosovo viola i termini dell’accordo centroeuropeo di libero scambio, il Cefta. la decisione del governo kosovaro è stata presa come conseguenza della mancata entrata del Kosovo nell’Interpol. Il Kosovo afferma che la mancata entrata nell’Interpol è dovuta all’opposizione della Serbia, opposizione fatta con azione di lobby e con intensa attività diplomatica. Fin qui repubblica.
    Ora in Kosovo, i pochi serbi rimasti stanno cercando di organizzarsi per poter sopravvivere, ma questo Repubblica non lo dice. Arriva qualche aiuto dalla Francia, tramite un’Associazione (solidarietà Kossovo) che cerca di rendere i pochi serbi superstiti autonomi almeno sul piano alimentare. Hanno predisposto un piccolo allevamento di maiali, ed ora stanno pensando anche a polli e galline, allevati all’aria aperta, in grandi spazi. Ricordiamoci un piccolo dettaglio : i serbi sono cristiani, mentre gli altri, i padroni del kosovo, sono musulmani, e, ovviamente, considerano i serbi come dhimmi (ovvero sottomessi ). Ovvero la guerra sta procedendo, con modalità diverse da quelle belliche in senso stretto.

    Passiamo a Repubblica di Venerdì 30 Novembre. Ritratti sintetici dei componenti dell’attuale governo. Chi riesce ad essere il peggiore ? ma Lorenzo Fontana, naturalmente. Ed ecco i suoi difetti :
    E’ omofobo, è contro le famiglie arcobaleno, e, dulcis in fundo, non gli piace Bergoglio. Continua Repubblica : nel governo dove il condono è pace fiscale, il peggiore dei ministri di sè dice : “sono un moderato, odiato perchè cattolico”.
    ma state tranquilli, Repubblica dileggia tutti.

  • Paolo Giuseppe ha detto:

    Premesso che tra me e “La Repubblica” non esiste nessuna possibilità di dialogo su nessun argomento, escluso il campionato di calcio sul quale potremmo cordialmente dibattere, veniamo alle cose serie.
    La posizione della CEI sull’immigrazione è talmente ottusa che mi viene un dubbio: non sarà che ci sono in ballo tanti soldini che, come dice Nat, quando scoppierà “la bomba del business dell’accoglienza” volerà per aria la CEI e tutto il resto?

  • Mary ha detto:

    Posso fare una domanda OT?
    Qualcuno sa che fine ha fatto il “Galantino”?
    E’ da parecchio che non si sente parlare di lui.

  • Maria Cristina ha detto:

    Ormai hanno perso davvero la testa, vedere sfumare il loro business dell’ accoglienza li fa sragionare . Con una arroganza da Grande Inquisitore il direttore di Avvenire vieta a tutti coloro che sono d’ accordo col Decreto Sicurezza varato dal governo, di parlare del Natale e di Gesu’ . Cosa e’ , ne possono parlare solo quelli che votano a sinistra?Ci vuole la tessera del PD per avere il diritto di parlare di Gesu’ ? Bisogna prima sputare sulla foto di Salvini per entrare in Chiesa ? E di tutti i cattolici che invece sono d’ accordo con questo governo, che ne facciamo, direttore Tarquinio, li espelliamo dalle chiese? O addirittura li bruciamo?
    E il Presepe non si deve fare, secondo un prete padovano (prete? A vederlo dalle foto sembra un componente di una band pop stile anni ‘ 70) per rispetto ai poveri migranti.
    Ormai sono impazziti, l’ ideologia immigrazionista gli ha fatto dare di volta il cervello. Spero che nella Chiesa rimangano anche preti cattolici e soprattutto ragionevoli e non pazzi scatenati, se no ho paura che quando andro’ alla Messa di Natale non mi faranno entrare se non firmo una petizione contro Salvini e a favore di Open Society.
    Aiuto!

    • Januensis ha detto:

      In una strada del centro storico di genova, c’è una botteguccia specializzata in figurine del presepe. Sono passato sabato, nella tarda mattinata, in Via del Macelli di Soziglia, e ho visto, nei pressi della botteguccia, dei gruppetti di due o tre persone che aspettavano pazientemente il loro turno per entrare a fare acquisti…
      Per me è una novità… vuol dire che il presepe sta riacquistando spazio nelle case dei genovesi….

  • Nat ha detto:

    Quando (e che si tratta solo di aspettare e di capire chi darà inzio alle danze, lo sanno tutti) scoppierà nella Cei la bomba del business dell’accoglienza, la deflagrazione sarà tale da cambiare il paesaggio della stessa Conferenza e anche oltre. Ecco perché molti si stanno attrezzando a posizionare sacchi di sabbia un po’ dappertutto per attenuare e contenere lo scoppio inevitabile.
    Anche se forse qualcuno spera ancora di riuscire, con qualche acrobatica manovra politica, a disinnescare prima l’ordigno…

  • Elisa ha detto:

    Ma sta gente sa leggere? Giuseppe è Maria fuggono a Betlemme??? 🤔 Ma la fuga non era verso l’Egitto? Bo forse leggiamo Bibbie differenti.

    • deutero.amedeo ha detto:

      Ma l’ultima invenzione è l’Avvento tridimensionale. Fresca di oggi, anzi di questa mattina, in Santa Marta.

    • franz ha detto:

      scusi ma secondo lei dove è nato Gesù ?

      • LucioR ha detto:

        Non so cosa abbiano scritto esattamente, ma se è come raccontato sopra, la fuga in Egitto è una cosa; la nascita a Betlemme è un’altra.

        Giuseppe e Maria non «fuggirono» a Betlemme, ci andarono per farsi censire, come imposto dal decreto di Cesare Augusto (cfr Luca 2, 1-4) . La fuga in Egitto avvenne successivamente.

      • Lucia ha detto:

        La signora Elisa e confusa perche per un don di cui non ricordo il nome chi non si inchina davanti ai migranti non deve fare il presepe .Si , perche sembra che fossero migranti.Anch ‘ io sono confusa infatti ero convinta che Betlemme e Nazareth fossero entrambe in Palestina e che l ‘ Egitto e la Palestina fossero province romane confinanti.Sa io quando vado a Napoli non mi sento ….migrante e credo anche la signora Elisa , ma se per dei don e avvenire e cosi pazienza.Ciao

        • dalla parte di Israele ha detto:

          per favore, non usare il termine palestina ( e neppure Terra Santa) . Gli israeliani ricordano che il nome di Palestina non era in uso ai tempi dei nostri Vangeli, ma fu dato dopo dai Romani, dopo, in occasione di una delle distruzioni a cui sottoposero Israele. la prima nel 70 dopo Cristo, secondo il nostro calendario , la seconda mi par di ricordare verso il 140 dopo Cristo. Gerusalemme fu rasa al suolo e dopo di ciò le fu cambiato nome e diventò Elia Capitolina.
          Israele si chiamava allora, ai tempi dei Romani, e Israele si chiama oggi.
          Ma per l’Osservatore Romano, che evidentemente non possiede un atlante (o forse non lo sa usare) Il signor Abu Mazen è il presidente della Palestina. Carica inesistente perchè lo stato di Palestina non esiste.

          • MASSIMILIANO ha detto:

            Beh… beh… I cananei invece ricordano che ai loro tempi Israele non esisteva e si chiamava terra di Canaan… Veramente un post assurdo il suo. Non vedo perchè non posso chiamare palestina una terra che si è chiamata così per secoli. E poi perchè no Terra Santa? Paura che si offendano i fratelli maggiori..? Saluti.
            Massimiliano

          • Lucia ha detto:

            So che Palestina non e il termine esatto , ma e quello comune ….e poi e il termine con cui il don fabbrica migranti e i suoi colleghi vescovi e cardinali si riferiscono e pensano .Sono sicura che sognano che Israele venga distrutto dai terroristi palestinesi .Illusi ! Nessuno potra mai avere ragione di quella nazione , e protetta in ALTO LOCO , non ricordo a quale mistico Gesu rivelo che LUI stesso e l’ angelo custode di Israele.Ciao

  • associazione mi dispiace per gli altri ma dio è cattolico ha detto:

    dott.tosatti.la storia dice che erode il grande muore il 4 ac, l’annessione della palestina è del 6 dc e che il censimento di quirinio è del 7 dc.la fuga in egitto è uno dei tanti taroccamenti dei vangeli sinottici che riducono l’universalità dell’avvento di gesù.gesù è dio incarnato e non il figlio di davide come ha affermato la chiesa ieri nelle letture della messa.oggi la chiesa è un sepolcro imbiancato pieno di ossa dei morti e di putridume.senza una svolta epocale fondata su gesù e sulla storia del cattolicesimo fra 30 anni nessuno si ricorderà di gesù stesso.

    • Anonima ha detto:

      “Fra trent’anni nessuno si ricorderà di Gesù stesso”. Se abbiano fede, sappiamo che questo non avverrà mai. Il padrone del mondo non avrà la meglio.

      • deutero.amedeo ha detto:

        Grande verità!

        [10] Il Signore annulla i disegni delle nazioni,
        rende vani i progetti dei popoli.

        [11] Ma il piano del Signore sussiste per sempre,
        i pensieri del suo cuore per tutte le generazioni.

        (Salmi 33,10-11)

    • Boanerghes ha detto:

      Fra 30 anni nessuno si ricorderà di te.

    • MASSIMILIANO ha detto:

      Registratore signori! Senza registratore è solamente fuffa, parole disperse nel nulla…. Saluti.
      Massimiliano.

    • Valeria Fusetti ha detto:

      La Storia dice ? Ma faccia il piacere e lasci perdere la Storia (e magari anche l’esegesi) ché non è pane per i suoi denti. Lei è affetto da docetismo selvaggio e studi pseudo critici senz’arte né parte che le sono rimasti sullo stomaco e la obbligano a vomitare stupidaggini.

    • Giorgio ha detto:

      Ma i Sigg. di “associazione mi dispiace per gli altri ma Dio è cattolico”, lo sanno che in italiano esistono anche le lettere maiuscole e che queste sono indispensabili DOPO il PUNTO, e soprattutto nella prima lettera dei nomi propri e in modo particolarissimo nello scrivere “Dio”, “Gesù”, etc…?

      • LucioR ha detto:

        “associazione mi dispiace per gli altri ma Dio è cattolico”? Ma ha letto cosa ha scritto? Sono degli allegri compagnoni che amano scherzare!

  • Terzoc ha detto:

    Dopo Sodoma scambiata per Ninive, ora la Sacra Famglia che scappa a Betlemme per salvarsi da Erode.
    Questi prelati devono aver trovato la laurea in esegesi biblica in un fustino di Dash.

    • Maria Cristina ha detto:

      E’ in atto una rilettura menzognera e altamente ideologica del Natale , e questo da parte di uomini di chiesa preti e vescovi.
      Innanzitutto questi ignoranti i sembrano non aver mai approfondito le circostanze storico-geografiche della Nascita di Nostro Signore a Betlemme. I suoi genitori si trasferirono a Betlemme non perche’ PROFUGHI, e tanto meno perche’ poveri in canna, senza una casa, derelitti, ma solo per il decreto romano del censimento. San Giuseppe e la sua Sposa, erano pii ebrei osservanti, di stirpe davidica ( quindi nobili) vivevano nella loro patria, non erano affatto profughi ne’ avevano alcuna intenzione di diventarlo. Giuseppe era falegname, professione piu’ che dignitosa , che non ne faceva affatto un accattone. Gesu’ nacque in una stalla perche’ non ‘ c’ era posto per loro all’ albergo” . Se ci fosse stato posto avevano i mezzi per soggiornarvi. Gli alberghi erano pieni perche’ per il censimento voluto da Cesare Augusto, tanti si erano dovuti spostare dal loro luogo di residenza al luogo di dove era originaria la loro famiglia o tribu’ ( Gesu’ nacque dalla tribu’ di Giuda , stirpe di David).
      Eppure i preti e vescovi idi oggi ci voglion far credere che Giuseppe Maria e Gesu’ erano profughi, anzi poveri clandestini derelitti, accattoni ed emarginati sociali,. Mentono sapendo di mentire.
      LA GRANDE MENZOGNA, cosi’ si dovrebbe intitolare un film sulla Chiesa di oggi.

      • deutero.amedeo ha detto:

        Maria Cristina, sono con te. Oltretutto è anche irrispettoso nei nostri confronti raccontarci, come fanno loro, una Bibbia rivista e corretta in funzione dei loro pregiudizi ideologici. Stanno facendo scomparire la dimensione teologica del racconto Biblico e ne esaltano solo la dimensione antropologica. Stanno trasformando la Bibbia in una specie di antologia di personaggi e di fatti da cui prendere spunto per costruire teorie nuove nelle quali non più Dio ma l’uomo è al centro di tutto. E tutto ciò è inaccettabile.

        • Giuseppe P. ha detto:

          Dite bene tu e Maria Cristina.
          Direi che non solo è inaccettabile ma profondamente anticristiano.
          Sono esplicite ormai le intenzione di questi anticristiani.
          Sono talmente arroganti e sfregiosi dal volerlo comunicare con quei demoniaci giochi di luci con cui imbrattano le mura delle Chiese più sacre per i cattolici.
          MI riferisco a quella nefandezza fatta a Santa Maria della Minerva. Messaggio esplicito di chi vuole distruggere, dissolvere e sostituire con il Male la Chiesa cattolica di Gesù Cristo.
          Non fanno altro che scavarsi la fossa da soli questi anticristi, ma è una vera sofferenza leggere e vedere come imbrattano le vesti della Sposa di Cristo.
          Ci sarebbe da atterrirsi nel sentire il tanfo fetido del demonio farsi così ammorbante, se non sapessimo che a Gesù Cristo basta un soffio per spazzar via questo tanfo, che la Santa Vergine schiaccerà la testa al serpente antico.

      • Catholicus ha detto:

        però bsognerebbe precisare, Cristina, che si parla di una falsa chiesa, la controchiesa di Satana, scimmia di Dio da sempre, che per distruggera quella vera vi ha introdotto suoi sicari, spaventando a morte i dissenzienti, e poi creando una falsa chiesa e un falso Cristo, facendo divenire bene il male e male il bene. Passo successivo. mettere a tacere i dissenzienti, laici o consacrati, istigando le folle a linciarli, a considerarli nemici della pace , quella che loro spacciano per tale, essendo invece una scusa per cancellare la Verità tutta intera dalla faccia della terra. Come una scusa sono l’accoglienza, l’inclusione, la falsa misericordia, il tutto per far sì che i peccatori impenitenti non si pentano, non si ravvedano, che il peccato diventi una banalità (non più confessioni), che eretici e scismatici siano da imitare, che i non cristiani non si debbano convertire, ecc. ecc.
        Più chiaro di così non si potrebbe, credere alle loro puttanate (scusate) è segno di rimambimento senile, o peggio…

      • zuzzerellone ha detto:

        Hai detto bene : stirpe di Davide… evidentemente i discendenti di davide erano piuttosto numerosi, er riempire tutti gli alberghi…

        E c’è da aggiungere che Joseph non era solo un semplice falegname, ma un piccolo costruttore… progettava case ed anche tetti in legno… ricordo di aver letto…

    • deutero.amedeo ha detto:

      E’ esegesi dinamica. Dinamica come la teologia morale di J. M. Bergoglio SJ ed epigoni vari.

      • Nat ha detto:

        Esegesi dinamico-evolutiva, caro A. D., quella per cui il giallo è l’evoluzione del bianco e 2+2 a volte fa 5.

      • Adriana ha detto:

        Deutero , complimenti !!!
        Stai diventando un esperto del Nuovo Linguaggio Pol-Cor della nuova chiesa al seguito dei nuovi tempi ( di burrasca ) . :-))

      • MASSIMILIANO ha detto:

        Esegesi molto simile a quella del troll che le ha comminato la scomunica in altra discussione… Probabilmente caro Deutero hanno la fortuna di attingere preziose informazioni da testi di cui noi poverelli non possediamo copia… Saluti.
        Massimiliano.

        • deutero.amedeo ha detto:

          In passato i tramvieri milanesi il trolley o troller lo chiamavano el troll o anche la pertegheta. Era l’asta tramite la quale il tram prendeva energia per camminare. La gente sul tram non sapeva che cosa fosse l’energia elettrica ma senza la pertegheta il tram non poteva camminare. Adesso i troll sono le perteghete col quale il tram della chiesa cammina nei siti web tramite un’energia che non è elettrica ma si chiama fanatismo pro bergoglio.

      • Paolo Giuseppe ha detto:

        @ Deutero Amedeo
        Potremmo anche chiamarla “esegesi creativa”

    • Sherden ha detto:

      Non di dash, di Daesh

  • Adriana ha detto:

    Sul Giornale era anche comparso un articolo in cui
    un certo ” Chierico ” ( saprà RVC di chi si tratta e che posizione occupa ) ,convalidava – con fierezza – la tesi che la Junta Vaticana
    aveva messo la manina nella stesura del Global Compact .
    L’ilare Reverendo si chiama Czerny .
    Si fosse dedicato allo studio del pianoforte come il suo omonimo
    sarebbe stato più opportuno… ma lui , certo , meno ” felice “-

  • Sconsolata ha detto:

    Immigrazione e non solo… Progetto “politico” ad ampio raggio!
    Anche su La Verità di oggi un articolo sulle “manovre” per la costituzione di un partito fotocopia DC.
    http://www.ilgiornale.it/news/politica/spunta-partito-dei-cattolici-sostenuto-chiesa-1610360.html

  • Ángel Manuel González Fernández ha detto:

    Ángel Manuel González Fernández ha detto:
    aprile 12, 2018 alle 5:05 am
    Stimato Direttore:
    È da molto tempo che gli scrissi che il problema degli emigranti e rifugiati in Italia si risolverebbe rápido e una volta per tutte: tutti, tutti, terroristi anche, allo Stato Vaticano.
    Rod Dreher, 9 aprile 2018:
    “Pope Francis is not only a religious leader, but is also the ruler of a sovereign state, Vatican City. If he really believes what he is saying, let him open the gates of Vatican to as many migrants as want to come. Let him offer permanent residency to them, and provide them and their families with financial assistance.
    When Pope Francis invites migrants to turn St. Peter’s Square into a permanent camp, then he will be true to his principles, and lead by example. If he won’t do that, then he and his supporters should reflect on why he’s not doing so, and what it might say about his own sentimentalism and double standards”:
    http://www.theamericanconservative.com/dreher/francis-open-borders-are-pro-life/
    Saluti.

    Estimado Director:
    Hace mucho tiempo que le escribí que el problema de los emigrantes y refugiados en Italia se resolvería rápido y de una vez por todas: todos, todos, terroristas también, al Estado Vaticano.
    “El Papa Francisco no solo es un líder religioso, sino que también es el gobernante de un estado soberano, la Ciudad del Vaticano. Si realmente cree lo que está diciendo, que abra las puertas del Vaticano a todos los inmigrantes que quiera. Permítale ofrecerles residencia permanente y bríndeles asistencia financiera a ellos y a sus familias.
    Cuando el Papa Francisco invite a los inmigrantes a convertir la Plaza de San Pedro en un campamento permanente, entonces será fiel a sus principios y predicará con el ejemplo. Si él no hace eso, entonces él y sus seguidores deberían reflexionar sobre por qué no lo está haciendo, y qué podría decir sobre su propio sentimentalismo y doble rasero”:
    http://www.theamericanconservative.com/dreher/francis-open-borders-are-pro-life/
    Saludos.

Lascia un commento