BLITZ SQUADRISTICO CONTRO LA SEDE DI PROVITA ONLUS. LO GUIDAVA UNA MINI-SINDACO DEL PARTITO DEMOCRATICO (SIC).

28 Novembre 2018 Pubblicato da --

Marco Tosatti

Ieri a Roma si è svolto un episodio di ordinario squadrismo. E non ci sarebbe niente da stupirsi, dal momento che come sempre le vittime sono quelli che difendono la vita, come le Sentinelle in Piedi, aggredite a più riprese dagli squadristi dei Centri Sociali non solo tollerati ma coccolati e alimentati dalla sinistra (pensate alle dichiarazioni di De Magistris). Stupisce invece che a guidare il blitz squadristico contro la sede di ProVita Onlus sia stata Sabrina Alfonsi, il “sindaco” PD della Prima Circoscrizione. Che una persona eletta, rappresentante di una Istituzione, per quanto piccola e locale, si renda responsabile di un atto del genere la dice lunga su due cose. La prima: in evidente affanno elettorale, e viste le condizioni in cui versa la Circoscrizione di cui la Alfonsi dovrebbe essere responsabile, è necessario cercare di pescare da qualche parte consensi. La seconda: una volta di più si dimostra come valuti la libertà di opinione e la diversità di opzioni quello che a dispetto del ridicolo continua a chiamarsi Partito Democratico. Qui sotto riportiamo il comunicato di Antonio Brandi, presidente di ProVita.

Blitz contro Pro Vita, imbrattata la sede romana

Brandi (Pro Vita): “Video con Alfonsi dai Carabinieri. Non ci tapperete la bocca”

“E’ stato un vero e proprio assalto alla nostra sede quello di ieri pomeriggio della presidente del I Municipio di Roma, Sabrina Alfonsi, insieme a quanto pare ad alcuni assessori della sua giunta e ad alcune cittadine, per coprire il nostro regolare manifesto affisso in vetrina che hanno deciso di imbrattare con cartelli abusivi a sostegno della legge 194 e pieni zeppi di deliranti frasi libertarie come ‘Aborto legale e sicuro’ o ‘Abbiamo il potere di fare scelte responsabili rispettatele’ e ‘Nessuna donna può dirsi libera se non controlla il proprio corpo’”. Questo ha dichiarato Brandi, il presidente di Pro Vita, che continuerà ad esporre il grande manifesto in difesa del nascituro, uno di quelli già rimossi dal Comune nello scorso aprile, proprio nella sede dell’associazione presso Viale Manzoni, annunciando anche: “Abbiamo i video e saranno consegnati ai Carabinieri. I cittadini sappiano che chi dovrebbe rappresentare tutti in realtà rappresenta solo qualcuno, e non di certo i più deboli”.







Oggi è il 94° giorno in cui il Pontefice regnante non ha, ancora, risposto.

“Quando ha saputo che McCarrick era un uomo perverso, un predatore omosessuale seriale?”

“È vero, o non è vero, che mons. Viganò lo ha avvertito il 23 giugno 2013?”

Joseph Fessio, sj: “Sia un uomo. Si alzi in piedi e risponda”.




Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa” fino a quando non fu troppo molesto.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina.



LIBRI DI MARCO TOSATTI

Se siete interessati a un libro, cliccate sul titolo.



UNO STILUM NELLA CARNE. 2017: DIARIO IMPIETOSO DI UNA CHIESA IN USCITA (E CADUTA) LIBERA

FATIMA, IL SEGRETO NON SVELATO E IL FUTURO DELLA CHIESA

SANTI INDEMONIATI: CASI STRAORDINARI DI POSSESSIONE

PADRE PIO CONTRO SATANA. LA BATTAGLIA FINALE

Padre Pío contra Satanás

Tag: , ,

Categoria:

Questo articolo è stato scritto da wp_7512482

29 commenti

  • Virro ha detto:

    E pensare che Pro-Vita scrive (solo) parole!
    Evidentemente quelle parole sono proprie della VERITÀ che producono fatti concreti.
    Ma questi politici, perché non cercano di imitarle per essere più credibili ai nostri orecchi?
    Forse hanno una grande autostima!

    Come dire: il vero Vangelo creduto e vissuto ci porta a Gesù e con la pace tra i popoli,
    mentre il vangelo del “buongiorno …” ci porta..booh? divisioni? discussioni? diffidenze? critiche negative? manipolazioni? bugie?, silenzi ordinati davanti a tanti crimini come la pedofilia? …….

    SIGNORE GESÙ SEI UNA GRANDE PERSONA!
    Vieni presto a liberarci da questa schiavitù mondarola!

  • Gene ha detto:

    Sono d’accordo con il signor Tossani, la Chiesa ha deposto le armi e si è uniformata al pensiero laicista….Il Biancovestito ha tracciato un solco ambiguo, fuorviante…perciò i risultati sono questi…..

  • Iginio ha detto:

    Sentite questa: la Alfonsi si vanta di esprimere “solidarietà” a un parroco minacciato perché ostacolava quelli che pretendono il cosiddetto “pizzo” sulle elemosine:
    https://www.romadailynews.it/politica/alfonsi-santoloce-vicine-a-padre-ernesto-dopo-intimidazioni-ricevute-0370518/
    Quando si tratta di soldi, allora il Pd si muove subito…

  • Antonello ha detto:

    Da una parte mi fanno sorridere certi slogan: “sul mio corpo decido io”… Peccato che in caso di aborto non si devida sul proprio corpo, ma sul corpo del nascituro. “Nessuna donna puó dirsi libera se non controlla il proprio corpo”… Peccato che arrivare ad abortire è la conseguenza folle di non averlo controllato prima il proprio corpo…. Si potrebbe continuare con gli esempi di illogicità di tali atteggiamenti.

    • LucioR ha detto:

      ineccepibile, ma inaccessibile a menti plagiate che dovrebbero avere come insegna la pompa della bicicletta.

    • Iginio ha detto:

      Esatto. E bisognerebbe martellare su questo. Far capire ai cretini quanto siano cretini. Alla fine, pur restando cretini, la smetteranno di starnazzare.
      Per il resto, è la classica ripetizione della favola del lupo e dell’agnello. Purtroppo i sinistri e le loro varianti (animalisti, femministe, militanti gay…) sono bravissimo in questo, ma vengono agevolati dal silenzio dell’altra parte, buona tutt’al più a balbettare timidamente cercando il mitico “dialogo”.

  • Grog ha detto:

    Suggerisco a Provita di mettere il video su Youtube, a perenne vergogna dei pidioti e dei loro fiancheggiatori.

  • Echenique ha detto:

    Vamos a aceptar que Bergoglio tiene razón y que el culpable de los abusos es el clericalismo en cuanto abuso de poder. La pregunta surge sóla: ¿ Qué es lo que lleva a estos clericales a abusar del poder abusando de menores ? Pues muy sencillo: en más de un 80% de los casos no es sino sus tendencias homosexuales que no quieren reprimir para gozar abusando. Esta es la cruda realidad y, mientras no se les llame a las cosas por su nombre, no habrá remedio. Otra pregunta ¿ Porqué Bergoglio no llama a las cosas por su nombre ? Pues muy sencillo: Porque él mismo, fomentador y encubridor del homosexualismo, es el jefe de la mafia de la misericorditis sodomita. Creo que este razonamiento resulta impecable. No quiebra por ningún lado, en mi humilde opinión.

  • MASSIMILIANO ha detto:

    No, non ci siamo. L’azione dimostrativa contro la sede di Provita onlus è chiaramente di matrice cattolica post conciliare. Se non ce rendiamo conto non abbiamo capito niente di niente. Altrimenti che senso avrebbe avuto santificare Pannella e beatificare la Bonino. E che senso avrebbero le tavole della legge di Sachs…? Saluti.
    Massimiliano.

  • Pier Luigi Tossani ha detto:

    Vado a dire una cosa per molti spiacevole. E’ vero, il PD è totalitario. Ma, per par condicio, e per andare in fondo alla questione, lo sono, in modo più subdolo e discreto, anche i liberali di cdx, vedi qui:

    https://lafilosofiadellatav.wordpress.com/incompatibilita-tra-cattolicesimo-e-liberalismo/

    Nel senso che, finché la pensi come loro, tutto ok… ma se dissenti, specie sui temi della mega-spesa pubblica, alla fine tutti e due ti scatenano contro la forza pubblica, vedi qui

    https://lafilosofiadellatav.wordpress.com/tav-il-nodo-della-violenza-in-val-di-susa-scioglierlo-e-possibile/

    Sia la sinistra, che i M5S, che il cdx di Silvio, per intenderci, non ci hanno mai dato il buono-scuola per l’effettiva libertà di educazione, e tengono le nuove generazioni nelle grinfie della scuola di regime, per lavargli meglio il cervello col gender, aborto, libero amore, consumismo e il resto del pacchetto. Nemmeno la Lega ha a cuore il buono-scuola. Senza sussidiarietà la democrazia è solo una finzione oligarchica, ed è pericolosamente riduttivo prendersela solo col PD.

    Infine, anche la nostra Chiesa cattolica sembra avere, specie in questi ultimi tempi, clamorosamente abdicato al suo compito educativo, e siccome i laicisti sono stati bravi a riempire il vuoto, questo c’entra col fatto che il risultato, pur fatta salva la libertà di ciascuno, sono anche le Sabrine Alfonsi, e le loro sodali.

  • anonimo verace ha detto:

    Una donna perfetta chi potrà trovarla ?
    Ben superiore alle perle è il suo valore.

    In lei confida il cuore del marito
    e non verrà a mancargli il profitto.

    Essa gli dà felicità e non dispiacere
    per tutti i giorni della sua vita.


    Si alza quando ancora è notte
    e prepara il cibo alla sua famiglia
    e dà ordini alle sue domestiche.

    Pensa ad un campo e lo compra
    e con il frutto delle sue mani pianta una vigna.

    Apre le sue mani al misero
    stende la mano al povero.

    Non teme la neve per la sua famiglia,
    perché tutti i suoi di casa hanno doppia veste.

    Suo marito è stimato alle porte della città
    dove siede con gli anziani del paese.

    Forza e decoro sono il suo vestito
    e se la ride dell’avvenire.

    Apre la bocca con saggezza
    e sulla sua lingua c’è dottrina di bontà.

    Sorveglia l’andamento della casa ; il pane che mangia non è frutto di pigrizia.

    I SUOI FIGLI SORGONO A PROCLAMARLA BEATA
    e SUO MARITO A FARNE L’ELOGIO .

    “Molte figlie hanno compiuto cose eccellenti, ma tu le hai superate tutte !”.

    Fallace è la grazia e vana è la bellezza, ma la donna che teme Dio è da lodare.

  • Adriana ha detto:

    Che fine ha fatto il ” magnifico ” manifesto -Normo-sexual-(xecondo le norme della sensibilità attuale ?
    Quella ” tenera” immagine di due mani maschili intrecciate davanti a un pancione femminile ( in attesa di ricevere in -dono d’amore –
    il contenuto del pancione ) ?
    Pare proprio che il Pancione sia dotato di mani : mani ,strette – a ringraziare?- le mani maschili -innamorate del reciproco amore.-
    E’ giusto che la ” tenutaria ” provvisoria del pancione non abbia né il seno né la faccia .E’ un manifesto assolutamente progressista .

  • GMZ ha detto:

    E poi ci dobbiamo sorbire i filosofi à la Capalbio che ogni due per tre rilanciano il famoso detto di Voltaire (che mai pronunziò) per cui, pur non condividendo certe idee, sono pronti a battersi perché le si possa esprimere.
    Ormai vanno dritto al sodo e menano; se non altro il Renzi un pregio l’ha avuto: ha portato a galla tutta la violenza di quel mal partito, che ora è nudo.
    Ossequi.

  • Donna ha detto:

    Azione da condannare, soprattutto la partecipazione del sindaco , figura istituzionale . Spero prendano giusti provvedimenti.

  • Enrico66 ha detto:

    È la democrazia applicata dal Pd, dla partito radicale e dalla sinistra, movimenti femminista compresi, in genere: sei democratico se la pensi come me, se no, sei fascista ed intollerante.
    È la libertà di opinione concessa da questi figuri: ogni opinione diversa dalla loro non è tollerata.
    È il confronto civile sulle idee da loro auspicato: le tue idee non sono consentite.
    Il guaio è che tanti, anche nelle gerarchie vaticane, si sono adeguati (o concordano) a questa linea di pensiero.

    • Pierluigi ha detto:

      In generale, Enrico, concordo con lei.
      Nel caso particolare, invece, tengo a precisare che sono i gruppi avversi alla tutela della vita a imporre con la violenza una propria idea, mentre ProVita evidenzia, mediante un’immagine reale, che loro difendono un essere umano già formato.

      In sintesi: i violenti in questo caso sono quelli che impongono la loro idea, i giusti sono coloro che difendono i diritti di un essere reale. In altri termini i primi impongono un’opinione, i secondi espongono e difendono un FATTO. Di fronte ai fatti le opinioni avverse non hanno consistenza e da qui si spiega la reazione violenta e folle, ossia priva di razionalità.

      A conferma di ciò, in questo caso è illuminante che i contestatori violenti abbiano affisso il cartello con le loro opinioni a copertura censurante dell’immagine prenatale. I malvagi non sopportano di essere messi di fronte all’evidenza della falsità delle loro idee e delle loro atroci conseguenze. Per imporre le loro idee non resta loro che la cieca violenza.

      • Enrico66 ha detto:

        @Pierluigi
        Grazie per il commento.
        Condivido la sua riflessione, ha messo per iscritto quel che per mia sintesi o mia pochezza di parole non sono riuscito ad esplicitare.
        Cordiali saluti, Enrico

  • Lucis ha detto:

    Scusate sono fuori tema, ma leggete questa affermazione del card. Muller a proposito degli scandali Mac Carrik, tratta dalla traduzione sul blog di Magister:

    “Quando ero prefetto della congregazione per la fede (2012-2017) nessuno mi ha mai riferito alcunché di questo problema, probabilmente per il timore di una reazione troppo “rigida” da parte mia.”.
    Ma Viganò non ha affermato che papa Benedetto era al corrente, e c’era un grande dossier su Mac Carrik alla congr. Della Dottrina della Fede? Nel 2012 era ancora papa Benedetto…

    • wp_7512482 ha detto:

      Congregazione per i vescovi. Non della Fede. La Fede non aveva autorità sui vescovi.

    • GMZ ha detto:

      Car* Lucis,

      Benedetto sapeva – vero. E non possiamo certo dire che abbia applicato “tolleranza zero”: anche lui non è che da ‘sta storia ne esca tutto intero.
      Qui un po’ di clericalismo lo vedo…
      Müller invece ha sempre protestato ignoranza, e non v’è motivo di credere che menta.
      Ossequi.

      • Lucis ha detto:

        Viganò però afferma che papa Benedetto aveva preso disposizioni canoniche contro mc Carrik…

        • wp_7512482 ha detto:

          E anche Ouellet lo ha detto. Non solo Viganò.

          • GMZ ha detto:

            Caro Lucis e Tosatti,
            Avete ragione. Quanto rimprovero al povero Benedetto XVI – non me ne voglia! – è il non aver spedito McCarrick su Marte, altroché “provvedimenti”. Sanzioni ci volevano, dure e tali da non permettere al missericordodioso di riabilitare lo stupratore seriale.

            Vero è che col senno di poi ci si riempiono i pozzi, e probabilmente la faccio troppo facile. E che Dio ci conservi Benedetto.
            Ossequi.

      • Adri ha detto:

        Benedetto sapeva e infatti ha ridotto allo stato laicale 400 e passa sacerdoti. Ma siccome non era politicamente corretto farlo sapere la notizia è sempre passata molto in sordina e, anzi, poiché dava molto fastidio al sistema, hanno fatto in modo e maniera di metterlo all’angolo.

      • deutero.amedeo ha detto:

        Gli errori del passato non giustificano quelli del presente. Voglio dire: ammettendo per ipotesi che tutti in passato abbiano sbagliato, non si giustifica il fatto che chi deve agire adesso, debba continuare a sbagliare. Questo lo direbbe anche Scarpe Grosse. O no?

        • GMZ ha detto:

          Certamente.
          E mi pare di poter dire che dove Benedetto intervenne, Francesco riabilitò.
          Tra i due c’è un abisso, un abisso che si chiama connivenza, col misericordioso che tra poco satifica Inzoli, Ricca, Capozzi, etc.
          Che schifo.
          Ossequi.

      • Lucia ha detto:

        Gentile signor Gmz anche se Papa Benedetto avesse spedito mccarrik …..su Alpha centauri , non sarebbe cambiato nulla perche lui si sarebbe comunque presentato a Papa Francesco e sarebbe stato messo li dove e stato messo , al primo posto in Usa perche e evidente che a Papa Francesco basta dire ” io sto dalla parte degli immigrati ” e il posto privilegiato e assicurato.Non dimentichiamo che il suo amico il vescovo barros lui per anni si e rifiutato di credere che fosse pedofilo perche barros si era fatto vedere accanto ai clochards.In realta non so quante volte barros si e affacciato in una favela …ma abbastanza perche il papa lo considerasse un amico dei clochards e quindi degno secondo lui della sua fiducia.Io non considero Papa Francesco un anticristo o cose del genere , ma uno che si e messo in testa che essere poveri o gay significhi essere automaticamente degli angeli in terra.Al momento della sua elezione chi sapeva di questa sua (enorme)debolezza non aspettava altro per presentarsi e ricevere onori e riconoscimenti come e accaduto in tantissimi casi e purtroppo il Papa continua su questa strada.Ciao