DISPACCI DALLA CINA. RICORDO DI UN EROE DELLA CHIESA CHE NON CEDE AL MONDO. IL CARD. KUNG PIN-MEI.

25 Novembre 2018 Pubblicato da --

Marco Tosatti

Carissimi Stilumcurialisti, visitatori occasionali e troll (che mi sembra si stiano infittendo: buon segno, vuol dire che lavoriamo bene) trovo oggi particolarmente edificante, bello e commovente quello che il M° Aurelio Porfiri ci scrive nella storia del cardinale Kung. Un eroe della Resistenza, qualcuno che come il cardinale Zen e l’arcivescovo Carlo Maria Viganò pensa non al giudizio del mondo o della servitù di Qualche potente, ma a Quello il cui giudizio, finale, conta più di ogni altra cosa. Buona lettura.

Un grande del cattolicesimo cinese

Uno degli esempi più luminosi del cattolicesimo cinese in tempi recenti è stato senz’altro il Cardinale Kung Pin-mei (1901-2000), morto in esilio negli Stati Uniti e lì seppellito, dopo aver trascorso almeno 30 anni di carcere nella sua madrepatria. Nel sito della fondazione a suo nome troviamo queste informazioni, da me tradotte: “Il vescovo Kung svanì dietro le sbarre per trent’anni. Durante quei trent’anni, trascorse molti lunghi periodi in isolamento. Sono state respinte numerose richieste di visitare il vescovo Kung in carcere da organizzazioni internazionali religiose e per i diritti umani e alti funzionari di governi stranieri. Non gli è stato permesso di ricevere visitatori, inclusi i suoi parenti, lettere o soldi per comprare gli elementi essenziali, che sono diritti di altri prigionieri. Gli sforzi per la sua liberazione da parte della sua famiglia, guidati dal nipote Joseph Kung e da organizzazioni per i diritti umani, tra cui Amnesty International, Croce Rossa e il governo degli Stati Uniti, non sono mai cessati. Nel 1985, fu rilasciato dalla prigione per scontare un altro mandato di 10 anni di arresti domiciliari sotto la custodia di quei vescovi dell’Associazione patriottica che lo tradirono e tradirono il Papa e che usurparono la sua diocesi. In un articolo immediatamente dopo la sua liberazione dal carcere, il New York Times ha affermato che l’ambigua formulazione dell’agenzia di stampa cinese ha suggerito che le autorità, e non il vescovo, potrebbero essersi arrese. Dopo due anni e mezzo di arresti domiciliari, è stato ufficialmente rilasciato. Tuttavia, dalla sua accusa di essere un controrivoluzionario non fu mai scagionato. Nel 1988, suo nipote, Joseph Kung, andò in Cina due volte e ottenne il permesso di scortarlo in America per ricevere cure mediche adeguate. Poco prima che il vescovo Kung fosse rilasciato dalla prigione gli è stato permesso di partecipare a un banchetto organizzato dal governo di Shanghai per accogliere sua eminenza il cardinale Jaime Sin, arcivescovo di Manila, nelle Filippine, in visita di amicizia. Era la prima volta che il vescovo Kung incontrava un vescovo in visita dalla Chiesa universale dopo la sua prigionia. Il cardinale Sin e il vescovo Kung erano seduti ai due capi opposti del tavolo separati da più di 20 comunisti, e non avevano alcuna possibilità di scambiare parole in privato. Durante la cena, il cardinale Sin ha suggerito che ogni persona avrebbe dovuto cantare un canto per celebrare. Quando venne il momento in cui il vescovo Kung cantava, alla presenza dei funzionari del governo cinese e dei vescovi dell’Associazione patriottica, guardò direttamente il cardinale Sin e cantò “Tu es Petrus et super hanc petram aedificabo Ecclesiam” (Tu sei Pietro e su questa pietra edificherò la mia Chiesa), un canto di fede che proclama la suprema autorità del papa. Il vescovo Kung ha comunicato al Cardinale Sin che in tutti i suoi anni di prigionia è rimasto fedele a Dio, alla sua Chiesa e al Papa. Dopo il banchetto, Aloysius Jin, vescovo di Shanghai dell’Associazione patriottica cattolica cinese, ha rimproverato il cardinale Kung, “Che cosa stai cercando di fare? Mostrare la tua posizione?” Il Cardinale Kung rispose tranquillamente: “Non è necessario mostrare la mia posizione, la mia posizione non è mai cambiata”. Il Cardinale Sin portò immediatamente il messaggio del Cardinale Kung al Santo Padre e annunciò al mondo: quest’uomo di Dio non ha mai vacillato nel suo amore per la sua Chiesa o il suo popolo nonostante sofferenza, isolamento e dolore inimmaginabili”. Come ho detto, in certo cattolicesimo cinese c’è vera grandezza.

 

Verità e menzogne. Insulta il vicino, non il Capo…

Ho appena finito di leggere “Mao Zedong è arrabbiato. Verità e menzogne dal pianeta Cina” (Feltrinelli), una raccolta di articoli dello scrittore Yu Hua. Un libro  interessante, che da una prospettiva dal di dentro di questo mondo a parte che è il pianeta Cina. Un testo in cui lo scrittore ci fa vedere, con sana parresia, anche le difficoltà dei rapporti con il governo, la censura e il controllo onnipresenti. Interessante l’aneddoto raccontato su una risposta da lui data in Germania ad un lettore che gli chiedeva se in Cina avevano libertà di parola: “Certo che sì. In ciascun Paese funziona per antitesi. In Germania potete insultare il presidente, ma non vi azzardate a farlo con il vicino di casa. In Cina magari non possiamo insultare il presidente, però con i vicini ci sbizzarriamo”. La proverbiale sagacia cinese.

 

Lezioni di patriottismo

Secondo un articolo di “Bitter Winter”  firmato da Feng Gang, le autorità dell’Hebei hanno posto la bandiera cinese fuori della residenza del vescovo della Chiesa sotterranea Julius Jia Zhiguo, già imprigionato e agli arresti domiciliari negli ultimi 30 anni per il suo rifiuto di aderire alla Chiesa ufficiale. Il vescovo Jia, della diocesi di Zhengding, ha tentato di far desistere le autorità da quella che è chiaramente una provocazione ma non è servito. Questo vescovo vive sotto stretta sorveglianza.

 

Cantantibus organis

Durante la perquisizione di una chiesa cristiana nella provincia dello Jiangsu, i cristiani hanno continuato a cantare inni al Signore. Ci informa di questo “ChinaAid” con un articolo (http://www.chinaaid.org/2018/11/christian-sing-hymns-as-authorities.html) in cui si informa che la perquisizione avvenuta in settembre, non la prima, era stata effettuata perchè la chiesa non era registrata con le istituzioni ufficiali e quindi non autorizzata per organizzare eventi.

 

Dolce e gabbati

Il video della modella che tentava di mangiare cibo occidentale con le bacchette e che ha causato il risentimento (?!?) di molti cinesi verso Dolce e Gabbana con ridicolo video di scuse, molto dovrebbe insegnare a chi si illude che “atti di fede” verso il locale governo possano portare a sviluppi positivi per la situazione delle religioni in Cina. Sono molto centrati su se stessi. Non lo dico come critica, ma come semplice osservazione.

Alberto Forchielli, che ha vissuto a Hong Kong per molto tempo, nel suo profilo Facebook ha osservato: “Un ultima riflessione (ma importante) sull’episodio di D&G in Cina. Detesto il sistema di partito unico Cinese e i mostri che genera, ho fatto la scelta consapevole di combatterlo, e non mi sono mai pentito, ma se sei D&G ed hai degli azionisti devi stare alle regole. I consumatori cinesi, come pure i turisti, si stanno dimostrando per quelli che sono, sempre più aggressivi spietati e sarà sempre peggio, non fatevi illusioni, ma soprattutto preparatevi al mondo che sta per venire!”. Insomma, impariamo da queste lezioni. In quanti loro film si fa riferimento a stereotipi su altre nazioni! Ma di solito nessuno reagisce in questo modo.

 

Hong Kong e media: come soffocare quelli liberi…

Abbiamo già presentato alcuni tweets di Mark Simon, giornalista di stanza a Hong Kong. In un recente tweet (“Pro-China paper, who contacts our advertisers, and informs of CCP dislike of Apple Daily, are now calling advertisers who have Programatic ads running on independent news websites & Apple Daily.  (Its just a check off and ur out). – No Advertisers, no growth”) imforma della campagna sotterranea per distruggere i media indipendenti in Hong Kong tagliando le risorse che provengono dagli inserzionisti.







Oggi è il 91° giorno in cui il Pontefice regnante non ha, ancora, risposto.

“Quando ha saputo che McCarrick era un uomo perverso, un predatore omosessuale seriale?”

“È vero, o non è vero, che mons. Viganò lo ha avvertito il 23 giugno 2013?”

Joseph Fessio, sj: “Sia un uomo. Si alzi in piedi e risponda”.




Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa” fino a quando non fu troppo molesto.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina.



LIBRI DI MARCO TOSATTI

Se siete interessati a un libro, cliccate sul titolo.



UNO STILUM NELLA CARNE. 2017: DIARIO IMPIETOSO DI UNA CHIESA IN USCITA (E CADUTA) LIBERA

FATIMA, IL SEGRETO NON SVELATO E IL FUTURO DELLA CHIESA

SANTI INDEMONIATI: CASI STRAORDINARI DI POSSESSIONE

PADRE PIO CONTRO SATANA. LA BATTAGLIA FINALE

Padre Pío contra Satanás

Tag: , , ,

Categoria:

Questo articolo è stato scritto da wp_7512482

29 commenti

  • Iginio ha detto:

    Carino il sistema per stroncare i giornali di Hong Kong tagliando i soldi delle inserzioni… Quando era stato proposto qui, quelli di “Repubblica” e compagnia cantante hanno strillato come non mai. Bisognerebbe mandarli a lezione in Cina.
    E carino anche il fatto che le autorità comuniste cinesi abbiano come religione ufficiale a cui tutto debbono essere rieducati il “patriottismo”. In italia si pensa che sia una roba di destra, ma mi chiedo come mai a Cuba “todo por la Patria”, in Cina “sinicizzazione” e “patriottismo” ovunque…

  • deutero.amedeo ha detto:

    Dedicata a Kung e a tutti quelli come lui.
    Piccolo grande uomo la tua dignità non risedette nell’essere creatura di Dio. Anche un verme, un ago di pino, una goccia d’acqua, un sussurro di vento sono creature di Dio. La tua dignità risiede nel “soffio” che Dio immise nelle narici dell’uomo per renderlo simile a lui. E’ il soffio dell’Intelligenza, del Pensiero, della Parola, dell’Amore…. questo ti rende simile a Dio. Requiem, fratello!

  • Adriana ha detto:

    Gentile Tosatti ,
    visto che siamo al 91° giorno del suo ” implacabile ” calendario del silenzio , Le passo questa frase di Henri Frédéric Amiel che mi sembra adatta al caso :

    ” La Verità non è solo violata dalle falsità ; può esser ugualmente
    oltraggiata dal SILENZIO ” .
    Nella speranza che qualcuno in alto la legga , buona Domenica .

  • deutero.amedeo ha detto:

    Umile invito alla preghiera, prima che cambino anche questa.

    [1] Di Davide.
    A te, Signore, elevo l’anima mia,

    [2] Dio mio, in te confido: non sia confuso!
    Non trionfino su di me i miei nemici!

    [3] Chiunque spera in te non resti deluso,
    sia confuso chi tradisce per un nulla.

    [4] Fammi conoscere, Signore, le tue vie,
    insegnami i tuoi sentieri.

    [5] Guidami nella tua verità e istruiscimi,
    perché sei tu il Dio della mia salvezza,
    in te ho sempre sperato.

    [6] Ricordati, Signore, del tuo amore,
    della tua fedeltà che è da sempre.

    Amen

  • deutero.amedeo ha detto:

    Favola 2018.
    C’era una volta un Re. Il suo nome era Gesù Cristo……

  • virro ha detto:

    Voglio dire grazie al Card. Zen, e ai santi cinesi di questo tempo.
    Ho ricevuto un messaggio, così dice:
    “venerdì 23 novembre 2018
    “RELAZIONE DEL CARD. GUALTIERO BASSETTI
    “tema: PAPA FRANCESCO TRA PROFEZIA E “RESISTENZE…ore 17……
    “obiettivo dell’incontro è aiutare a capire il messaggio “di Papa Francesco nella sua incisiva profondità e “cogliere il perché di tante resistenze che si oppongono “alla sua parola e alla sua stessa figura.

    “Sono invitati …………(tutti) che avvertono l’importanza “del tema”
    mah!
    I santi saggi si presentano diversamente.
    Vieni Signore Gesù, donaci il Santo Timore e la vera Umiltà

    • deutero.amedeo ha detto:

      Siamo alla solita ermeneutica, dell’ermeneutica, dell’ermeneutica di Papa Francesco. Poi i troll accusano noi di abusare della Parola di Dio, anche quando ci limitiamo a citarla testualmente, come è scritta nel sito del Vaticano ( mi verrebbe voglia di scrivere vatic_ano). Good afternoon everybody.

      • Precisazione doverosa ha detto:

        Tu non citi la Scrittura fratellino. La usi per contraddire i dogmi. Molto male per un cattolico.

        • deutero.amedeo ha detto:

          Quali dogmi? I dogmi sono tanti … milioni di milioni di milioni

        • A volte tornano ha detto:

          Ma andate a fare i compitini per casa, mammolette arroganti e spocchiose, o avete proprio bisogno anche della mancetta da santa Marta cocchi di mamma? Lasciate in pace Deutero, non avete alcun diritto di venire a mettere veti e dare ordini anche qui. State su pap(occhio)boys a fare i sapientoni.

  • Iris ha detto:

    È vero che troll, multinick, fake, si stanno infittendo su questo blog e purtroppo raggiungono il loro obiettivo che è come al solito quello di disturbare la discussione, di provocare, o il padrone di casa decide di praticare una moderazione più serrata, ma forse Marco Tosatti non ha il tempo e la voglia di farlo, o i “Stilumcurialisti” sono capaci di ignorare i messaggi di quei troll vanificando i loro tentativi fin troppo evidenti, senza attenzione e reazioni normalmente dovrebbero “stancarsi”…
    Dico normalmente perchè questo blog e il suo titolare stanno dando tanto, tanto, fastidio ed è facile prevedere che quel tipo di attacchi si intensificherà anche approfittando della libertà d`espressione lasciata a tutti da Tosatti, fino a quando potrà farlo non lo so.

    • wp_7512482 ha detto:

      Cara Iris, annullo non pochi commenti…ma alcuni li pubblico sta a chi legge decidere se e a chi rispondere.

      • Under Jolly Roger ha detto:

        Salve Marco, purtroppo non so che tipo di messaggi lei cancelli. Quelli che leggo e che ho scritto pure io, mi sembrano tutti rispettosi, pertinenti e semplicemente critici rispetto a quello che dice la maggior parte degli utenti. Questo non è trollaggio. Se esprimere idee diverse da quelle di Iris o altri non é gradito, scriva una policy del blog a cui attenersi. Se poi qualcuno insiste ancora, a quel punto sarà lecito chiamarlo troll.

      • Anima smarrita ha detto:

        Un complimento e un avvertimento le sono “pervenuti” , dott. Tosatti. Vorrebbero offrirle “sostegno adeguato” a correggere commentatori che sarebbero in errore… Troll o non troll , se sono costretti a ricorrere a tali “mezzucci” vuol dire che difettano di attrezzatura idonea e preparazione per affrontare la realtà, guardandola in faccia, a viso aperto… mi correggo: senza cambiare in continuazione nome… Fastidio per fastidio… sia pur minimo questo, sintomo di un fastidio più profondo. E bene fa Deutero a richiamare Parole di Vita Eterna, almeno una “rinfrescatina” non può che rincuorare noi e ricordare ai troll chi sia il Maestro. Intanto recitiamo col cuore un “atto di fede” in Dio perchè non lasci vacillare nel buio i “perseguitati” dei nostri giorni.

    • Lucy ha detto:

      @Iris
      Cara Iris non c’è da preoccuparsi ; fatta la tara a quelli/o ( sempre gli stessi/o) che infestano il blog col trucchetto patetico del cambio del nick ,se sono davvero aumentati è tutto grasso che cola.
      Vuol dire che il blog con i suoi ottimi articoli (super ex, RVC Abate Faria , Tosatti stesso etc )e i suoi commenti sta dando fastidio , molto fastidio.
      Tu dici :” i stilumcurialisti sono capaci di ignorare i messaggi …”, io dico :” i stilumcurialisti DEVONO ignorare i loro messaggi , come ho sempre fatto io anche quando sono stata oggetto di attacchi pesanti , messaggi che gli incursori ( non voglio offenderli chiamandoli troll) qualificano come ” messaggi rispettosi, pertinenti e semplicemente critici ” , da sbellicarsi dalle risate , volti a fin di bene , “troviamo tanti errori da correggere ” dicono ineffabili senza senso del ridicolo e sarebbe degnarli di una risposta qualificare questa osservazione supponenza allo stato puro.
      Perciò , cara Iris,tornando al punto di partenza ti ( vi) dico che l’unica cosa da fare è ignorarli con i loro variegati ed estrosi nick , commissioni etc , considerando le loro ” rispettose” osservazioni come innocue cerbottane o ancora meglio acqua sulla lavagna.

    • Iginio ha detto:

      Beh, magari scrivere “gli” Stilumcurialisti sarebbe meglio… Anche la lingua italiana ha i suoi diritti, anche se oggi va di moda scordarselo.

  • Pier Luigi Tossani ha detto:

    grazie Maestro Porfiri, ci ha fatto un eloquente ritratto di un grande uomo di Dio.
    La mia sensazione continua ad essere che il popolo sia stanco di soprusi, e che il regime in Cina non possa durare ancora molto.

  • Adriana ha detto:

    Guarda , guarda …il card. Sin ha cantato in latino la sua professione di Fede…poveraccio !
    Non aveva letto -e doverosamente meditato-
    il Nuovo Catechismo di Staino pubblicato e sponsorizzato da Avvenire , di fronte al quale il Card. Sin si sarebbe sicuramente accorto di essere ” eretico “e “scismatico.”
    Ma , si sa , i Nuovi Gesuiti sono sempre all’Avanguardia del Pueblo.
    E il povero Cardinale non era certo” el pueblo “, ma un singolo .
    ( E , sicuramente ,
    aveva una detestabile ” faccia da cetriolo ” : – giallo – ! ) .

  • Pontificia commissione Troll Telematici ha detto:

    ”troll (che mi sembra si stiano infittendo: buon segno, vuol dire che lavoriamo bene) ”

    Ciao Marco,
    non è esatto. ”Vuol dire che troviamo tanti errori da correggere” (dei tuoi lettori e/o spiti varj. Che tu lavori bene non serve sia attestato da noi).
    Buona domenica.
    PCTT

    • deutero.amedeo ha detto:

      No, cari Troll, voi siete come gli spiriti immondi di cui è scritto in Matteo 12,43-45.

      [43] Quando lo spirito immondo esce da un uomo, se ne va per luoghi aridi cercando sollievo, ma non ne trova.

      [44] Allora dice: Ritornerò alla mia abitazione, da cui sono uscito. E tornato la trova vuota, spazzata e adorna.

      [45] Allora va, si prende sette altri spiriti peggiori ed entra a prendervi dimora; e la nuova condizione di quell’uomo diventa peggiore della prima.

      Non sapete correggere nessuno perché non ne avete le necessarie capacità e preparazione e invece di gettare ponti, come dice il vostro “maestro” elevate muri sempre più impenetrabili.

      • Pontificia commissione Troll Telematici ha detto:

        Egregio Utente,
        La preghiamo di non intervenire su messaggi chiaramente rivolti al padrone di casa, nostro amico e persona stimata. Stia cortesemente al suo posto a giocare con le Scritture e attenda di essere eventualmente interpellato e corretto.
        Certi di una fattiva collaborazione, porgiamo cordiali saluti.

        • deutero.amedeo ha detto:

          Finchè non me lo chiede il padrone di casa, dei vostri ultimatum me ne faccio quello che voi ve ne fate della Verità.
          Distinti saluti.

        • A volte tornano ha detto:

          Mamma mia come sono caduti in basso i troll che infestano il blog come la zizzania! Sopporteremo pazientemente le persone moleste! Voi siete nessuno per dare ordini! Solidarietà a Deutero, lo attaccano tanto perché la verità brucia.

        • LucioR ha detto:

          Questo è infantilismo allo stato puro e irreversibile.

          Proprio per rispetto al dott. Tosatti perchè non andate a giocare altrove?