PORTICI, CARAVAGGIO, VERONA. TRE APPUNTAMENTI IMPORTANTI NEI PROSSIMI GIORNI. VEDETE QUALI.

16 Novembre 2018 Pubblicato da --

Marco Tosatti

Cari amici di Stilum Curiae,

vorremmo informarvi su alcuni eventi di notevole interesse che si svolgeranno nei prossimi giorni.

Andando per ordine di tempo parliamo per primo del

Terzo convegno nazionale, edizione meridionale, di “Opzione Benedetto”. Che avrà luogo a Portici, vicino a Napoli. Ecco la locandina e il programma:

1948-1978. La guerra dei trent’anni contro l’Italia cristiana

Ricordiamo ai nostri amici l’importante appuntamento del terzo convegno “nazionale”, edizione meridionale, “La sfida della storia, la risposta dell’eterno” sul tema “1948-1978. La guerra dei trent’anni contro l’Italia cristiana”.

Sabato 17 novembre 2018 h. 17:00-20:00

Portici, Istituto delle Suore Missionarie Catechiste del Sacro Cuore, via Cassano 38

 

Interventi:

 

  1. “1948-1976. La lunga marcia del Pci dall’egemonia al governo”, Renato Cirelli;
  2. “1968. Muore un italiano che ha resistito. Giovannino Guareschi”, Corrado Gnerre;
  3. “1970-1978. Dal divorzio all’aborto. La risposta dell’eterno, san Giovanni Paolo II”, Giovanni Formicola.

 


 

Il giorno seguente, a Caravaggio, in provincia di Bergamo, 

ci sarà una preghiera di riparazione al Santuario di Santa Maria del Fonte. Come scrive l’annuncio “In seguito al fissato “tavolo di dialogo tra Diocesi lombarde e realtà cattoliche LGBT” che si terrà il 18 novembre 2018 nel Santuario di Santa Maria del Fonte di Caravaggio (BG), i fedeli si sono ribellati e hanno incominciato a raccogliere firme di protesta”.

Per riparare alla blasfemia che si consumerà con l’avallo del vescovo locale, è stata indetto per lo stesso giorno un raduno cattolico all’esterno del Santuario. Trovate dettagli dell’iniziativa su questo link, mentre se volete sapere qualcosa sull’incontro avallato dalla diocesi di Cremona in uno dei luoghi mariani più cari ai fedeli nell’Italia del Nord, evento che ha provocato questa reazione, trovate tutte le informazioni su questo sito.

Ecco quello che scrivono gli organizzatori:

Cresce sempre più il dissenso attorno alla decisione di consentire un convegno “Lgbt” nei locali di pertinenza del celebre Santuario di Caravaggio.
Da fedeli e sacerdoti emerge una forte contrarietà, tanto che ad oggi  sono duemila i firmatari della lettera aperta (sostenuta anche con numerose adesioni dalla
associazione SOS Ragazzi), promossa spontaneamente da un gruppo di fedeli e rivolta al Vescovo e al Rettore del Santuario.
Ciò che chiedono i fedeli è un intervento, seppur in extremis, affinché un luogo sacro come quello del santuario mariano non faccia da cornice ad un evento
ritenuto offensivo e che certamente avrebbe un effetto legittimante di comportamenti che da sempre si pongono in antitesi all’insegnamento della Chiesa Cattolica.
A destare la preoccupazione dei fedeli sono le posizioni espresse dai promotori del convegno; posizioni coerenti con l’impegno delle lobby globali che si definiscono
“cristiano-lgbt” etc., con stili di vita, ed “esperienze” tanto proclamate, che sono gravi occasioni di scandalo (comportamento che induce altri a compiere il male.
CCC 2284 fino a 2287 compreso). Inoltre tali posizioni si possono facilmente desumere dalla lettura, nei “racconti” e nei propositi, dei  rispettivi siti internet e palesemente orientati a difendere azioni come la pratica dell’utero in affitto o il cosiddetto “matrimonio omosessuale”.
Nonostante le numerose proteste tuttavia, la Diocesi di Cremona – da cui dipende il Santuario – non sembra propensa a revocare il proprio placet al discusso
“tavolo di dialogo”, anche se ha dovuto diramare un comunicato per fare un po’ più di chiarezza sui fatti e smentire gli organizzatori che in una fase iniziale avevano
presentato l’iniziativa parlando di una promozione “dalle diocesi lombarde”, mentre nella nota si legge che scopo dell’incontro è offrire un “tavolo di dialogo” tra persone 
omosessuali cattoliche provenienti, queste sì, dalle diocesi lombarde. Una parziale rettifica, ma nulla di più.
Di fronte a queste posizioni che appaiono irremovibili i fedeli hanno deciso di rispondere con l’arma della preghiera, memori anche dell’insegnamento del compianto
Card. Caffarra, il quale nell’ultimo periodo della sua vita era solito ricordare che viviamo un momento di lotta, che nessuno, specialmente se cattolico, deve disertare, poiché ciascuno  ha comunque almeno una delle tre armi: la preghiera, la parola, la penna.
Ora, per i fedeli, è il momento dell’orazione.
Per questo danno appuntamento per domenica 18 novembre, alle ore 16, davanti al grande Crocefisso nel piazzale del Santuario.
Non sarà una manifestazione o un evento di protesta, ma solo un momento per una preghiera composta e senza simboli di carattere politico o di associazioni (a eccezione
di eventuali stendardi degli organizzatori recanti foto e parole di grandi testimoni della fede).
Solo un segno: un nastro blu chiaro appuntato alla giacca, in onore della Madonna.
Con la speranza che la Vergine Maria, da questa storia, possa far nascere autentici cammini di conversione.


 

Infine, last but not least, e ultimo in questa raccolta solo per ragioni di calendario, a Verona si svolgerà il festival di Fede e Cultura. Ecco l’annuncio:

 

 

7° Festival nazionale di Fede & Cultura

Raccogliersi nel solo bene immutabile e vero (S. Alberto Magno)

Verona, domenica 25 novembre 2018

Sala polifunzionale del Centro “Fortunata Gresner”

Stradone A. Provolo, 18

37123 Verona

Programma:

 

9,00 Accoglienza, registrazione e visita al Banco libri

10,00 Stefano Fontana: Dalla grandezza della filosofia medievale alla Chiesa gnostica

10,45 Rino Cammilleri: Immortale Odium, la Chiesa e la Massoneria

11,30 Ettore Gotti Tedeschi: Il giudizio della storia sul presente

12,15 Buffet con gli Autori: specialità delle valli bresciane

14,15 Silvana De Mari: La mia battaglia

15,30 Francesco Agnoli: La Filosofia che salva la ragione

16,15 Alessandro Gnocchi: Guareschi, don Camillo, Padre Pio: fonti cristalline per la fede

17,15 Santa Messa

 

NECESSARIA l’iscrizione. Il contributo è di 16,00 euro per gli Adulti e GRATIS per i Bambini. Senza pranzo il contributo è di euro 7. Per iscriversi pagare direttamente con Paypal o carta di credito andando alla pagina goo.gl/8JBo1E oppure mandare una e-mail a: ordini@fedecultura.com specificando il numero di adulti e bambini. Ulteriori dettagli saranno forniti via e-mail in risposta all’iscrizione. GRAZIE! Servizio baby-sitter gratuito.

Una luce nella notte

 

Fede & Cultura

La Tradizione non passa di moda






Oggi è l’82° giorno in cui il Pontefice regnante non ha, ancora, risposto.

“Quando ha saputo che McCarrick era un uomo perverso, un predatore omosessuale seriale?”

“È vero, o non è vero, che mons. Viganò lo ha avvertito il 23 giugno 2013?”

Joseph Fessio, sj: “Sia un uomo. Si alzi in piedi e risponda”.




Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa” fino a quando non fu troppo molesto.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina.



LIBRI DI MARCO TOSATTI

Se siete interessati a un libro, cliccate sul titolo.



UNO STILUM NELLA CARNE. 2017: DIARIO IMPIETOSO DI UNA CHIESA IN USCITA (E CADUTA) LIBERA

FATIMA, IL SEGRETO NON SVELATO E IL FUTURO DELLA CHIESA

SANTI INDEMONIATI: CASI STRAORDINARI DI POSSESSIONE

PADRE PIO CONTRO SATANA. LA BATTAGLIA FINALE

Padre Pío contra Satanás

Tag: , , ,

Categoria:

Questo articolo è stato scritto da wp_7512482

1 commento

  • Pier Luigi Tossani ha detto:

    Grazie, Marco, dell’aggiornamento.

    Al Festival di Fede e Cultura, a Verona, c’ero andato l’anno scorso.

    Non era tra i relatori, ma era presente in sala, Mons. Carlo Maria Viganò, che salutato dalla presidenza, fece un breve intervento dalla platea… già allora, era molto, molto preoccupato di come stavano andando le cose, e lo disse con toni accorati. Evidentemente, stava maturando la sua nota decisione…