ASSURDO CONTRO VIGANÒ: “MCCARRICK NON AVEVA RELAZIONI OMOSESSUALI”. ERA SOLO CLERICALE. LO SDEGNO DEGLI AMERICANI.

6 novembre 2018 Pubblicato da 49 Commenti --

Marco Tosatti

Questa mattina mi sono balzati agli occhi due elementi, che per quanto apparentemente lontani fra di loro invece possono essere collegati.

Il primo è una serie di tweet del cardinale sudafricano Wilfrid Fox Napier. Citava Maccabei 1.41 e seguenti:

“[41]Poi il re prescrisse con decreto a tutto il suo regno, che tutti formassero un sol popolo [42]e ciascuno abbandonasse le proprie leggi. Tutti i popoli consentirono a fare secondo gli ordini del re. [43]Anche molti Israeliti accettarono di servirlo e sacrificarono agli idoli e profanarono il sabato. [44]Il re spedì ancora decreti per mezzo di messaggeri a Gerusalemme e alle città di Giuda, ordinando di seguire usanze straniere al loro paese, [45]di far cessare nel tempio gli olocausti, i sacrifici e le libazioni, di profanare i sabati e le feste [46]e di contaminare il santuario e i fedeli, [47]di innalzare altari, templi ed edicole e sacrificare carni suine e animali immondi, [48]di lasciare che i propri figli, non circoncisi, si contaminassero con ogni impurità e profanazione, [49]così da dimenticare la legge e mutare ogni istituzione”.  

Commentava nel tweet finale il porporato: “Questo mi ricorda la sistematica distruzione dell’insegnamento morale e della pratica da parte dagli agenti del Politicamente Corretto. Questa è attualmente LA (maiuscolo suo, n.d.r.) eresia del nostro tempo. Il suo obiettivo finale è distruggere ogni sano insegnamento e pratica derivati dalla divina rivelazione nella Scrittura!”.

Stavo riflettendo su queste sante parole di saggezza e chiarezza quando aprendo la posta ho trovato l’usuale newsletter di LifeSiteNews. Il titolo dell’articolo di Maike Hickson mi ha incuriosito: <Il portavoce non ufficiale di papa Francesco sostiene che “McCarrick non ha avuto relazioni omosessuali>.  La persona a cui si riferiva Maike Hickson è il collega Tornielli, e l’articolo interessato risaliva al 14 settembre scorso. Potete leggere e giudicare da soli quanto siano difendibili quelle affermazioni. Che potrebbero essere uno dei consueti esercizi funambolistici per negare l’evidenza; ma che assumono, oggi, un senso preciso. Spiegano forse, fra l’altro, perché il Pontefice e tutta la sua cerchia dal momento in cui è esploso lo scandalo in Cile, seguito dal seminario di Tegucicalpa, regno del card. Maradiaga, Gran Consigliere del papa, per passare attraverso il caso McCarrick e il rapporto del Grand Jury di Pennsylvania,  le molteplici testimonianze dell’arcivescovo Viagnò, che attendono ancora una risposta o qualche smentita, evidentemente difficile, se non impossibile; per atterrare infine in Germania, non abbiano MAI pronunciato la parola “omosessualità”. Scrive Maike Hickson, nella nostra traduzione.

  • Tornielli non è l’unica persona influente sotto questo attuale pontificato che cerca di portare la discussione lontano dal fatto ovvio che la maggioranza degli abusi sessuali del clero è l’abuso omosessuale. Quasi nello stesso modo, il cardinale Reinhard Marx – un membro del Consiglio dei Nove di Papa Francesco – ha fatto dichiarare al suo vicario generale che “Ci sono ora, ripetutamente, quelle affermazioni che gli studi (sugli abusi clericali in Germania) hanno dimostrato che l’abuso le vittime sono soprattutto ragazzi e gli autori di reato sono per lo più uomini”. “Vorrei dare un avvertimento”, aggiunge Beer, “a non tracciare – a causa di questa osservazione – una connessione diretta tra omosessualità e abuso”. Agli occhi di Beer, un tale approccio “costituirebbe una discriminazione insopportabile di persone con inclinazioni omosessuali. Rifiuto esplicitamente questo e chiedo a tutti noi di non seguire qui tali slogan”….  Il vescovo svizzero Marian Eleganti, tuttavia, ha recentemente chiarito che un tale rifiuto della componente omosessuale nella crisi degli abusi “è di per sé un insabbiamento”. Ha dichiarato in un comunicato stampa: “Nessuno nega che il clericalismo abbia un ruolo, ma tuttavia è dimostrato che nella Chiesa i molestatori sono principalmente omosessuali. Il tacere di questo fatto è un’ulteriore forma di copertura”.  Parlando della regola permanente della Chiesa di non ammettere gli omosessuali al sacerdozio, il vescovo ausiliare di Coira ha commentato: “Mi aspetto che i responsabili della Chiesa seguano queste istruzioni e intraprendano azioni di conseguenza”. Per Eleganti, la Chiesa dovrebbe ammettere pubblicamente “che nel clero della Chiesa, da decenni ci occupiamo di criminali prevalentemente omosessuali”.  E la Chiesa – a partire dal portavoce non ufficiale di Papa Francesco “Tornielli – dovrebbe smettere di fare semplici negazioni di fatti semplici, come ‘No, McCarrick non aveva relazioni omosessuali’”.

 

Non possiamo poi trascurare, parlando di questo problema, l’importantissimo contributo del cardinale Brandmüller, pubblicato da Sandro Magister e dalla Nuova Bussola Quotidiana, e lo studio di padre Sullins, del Ruth Institute, proprio in tema di abusi e omosessualità. Anch’esso appena pubblicato.

C’è da chiedersi se il silenzio del papa e del Vaticano su questo tema; le non risposte alle testimonianze dell’arcivescovo Viganò; il rifiuto pontificio di aprire un’indagine apostolica sugli abusi negli Stati Uniti, di grane portata e profondità; e i tentativi giornalistici di negare l’ovvio ed evidente dipendano dal desiderio, di cui parlava il card. Napier, di asservirsi al Politicamente Corretto, o al desiderio di non creare fastidi a una presenza omosessuale o filo-omosessuale nella Chiesa, e in Vaticano, di cu il card. McCarrick, riabilitato dal Pontefice dopo le sanzioni di Benedetto XVI, faceva parte a buon titolo. Una presenza che durante questo regno sembra assumere dimensioni straordinarie.







Oggi è il 72° giorno in cui il Pontefice regnante non ha, ancora, risposto.

“Quando ha saputo che McCarrick era un uomo perverso, un predatore omosessuale seriale?”

“È vero, o non è vero, che mons. Viganò lo ha avvertito il 23 giugno 2013?”

Joseph Fessio, sj: “Sia un uomo. Si alzi in piedi e risponda”.




Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa” fino a quando non fu troppo molesto.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina.



LIBRI DI MARCO TOSATTI

Se siete interessati a un libro, cliccate sul titolo.



UNO STILUM NELLA CARNE. 2017: DIARIO IMPIETOSO DI UNA CHIESA IN USCITA (E CADUTA) LIBERA

FATIMA, IL SEGRETO NON SVELATO E IL FUTURO DELLA CHIESA

SANTI INDEMONIATI: CASI STRAORDINARI DI POSSESSIONE

PADRE PIO CONTRO SATANA. LA BATTAGLIA FINALE

Padre Pío contra Satanás

Tag: , , , , , , ,

Categoria:

Questo articolo è stato scritto da wp_7512482

49 commenti

  • Gene ha detto:

    Apprezzavo Tornielli quando scriveva su Il Giornale, dopo essere passato a scrivere sulla Stampa di Torino,non lo apprezzo più e si dimostra come colui che negava il fatto che la fidanzata fosse incinta, ma solo di due mesi. Il problema non sono i giornalisti, i vescovi e i cardinali che negano l’evidenza, le indagini dei giudici americani sugli abusi cosa sono? M a l’ostinazione e la malafede…. di questo pontefice confusionario, ambiguo, opportunista e molte volte schizofrenico.

  • Rafael Brotero ha detto:

    Un patto di silenzio: Berggy and his Berggyboys non parlano di omosessualismo e la lobby tace e applaude.

  • Iris ha detto:

    Da mesi leggiamo articoli sullo scandalo della pedofila nella Chiesa e sul silenzio della gerarchia che ha coperto quei criminali, abbiamo osservato come i turiferari hanno tentato di spostare l`attenzione mettendo al centro il papa vittima, secondo loro, di un sedicente golpe ordito da conservatori e tradizionalisti, ma NON una parola sull`omosessualità dilagante nella Chiesa, omosessualità una parola che NON DEVE MAI essere pronunciata e scritta.
    Possono agitarsi in modo disordinato, possono scrivere articoli e anche libri, ma è palese che stanno OBBEDENDO ad una sola direttiva: non parlare di omosessualità.
    Sono obbligati di parlare degli abusi sessuali commessi da chierici ma NON devono legare quegli abusi all`omosessualità dei predatori.
    L`omosessualità nella Chiesa è e resta ancora oggi un tabù.

  • Sconsolata ha detto:

    Grazie! Leggo e rileggo di tutto. Resto sempre più sconcertata da questa babele, un delirio di “onnipotenza” inconcepibile. Sarebbe opportuno che non si tentasse di usurpare il potere di decidere della vita e della morte delle creature di Dio all’ unico Onnipotente. « Verrà il giorno del giudizio…». Qualcuno – non capisco a che titolo – pretende di anticiparlo. E tanti altri sono stati e sono i tentativi di prevaricazione che hanno causato e, temo, continueranno a causare a creature impotenti in attesa della giustizia divina sofferenze preziose agli occhi del Signore della vita.

  • Ángel Manuel González Fernández ha detto:

    MEGLIO ESSERE CANE SELVAGGIO CHE CHUPAMEDIAS – LECCAPIEDI- DEL PASTORE STOLTO E FALSO PROFETA FRANCESCO
    https://ilsismografo.blogspot.com/2018/11/italia-quel-lavoro-per-guidare-il.html

    Caro Direttore:
    Dire a Satana: “Penso che ti dovresti dimettere”», e dire al profetizzato “Pasore stolto e Falso profeta” Fracesco : “Penso che ti dovresti dimettere…”»:
    È ESSERE TONTI E PERDERE IL TEMPO!
    Saluti.

  • Ángel Manuel González Fernández ha detto:

    ANDREA TORNIELLI: UN EJEMPLO DE LO QUE ES UN PELOTILLERO PAPAL
    Siguiendo su norma de rendir culto a la personalidad y popularidad de Francisco, el pelotillero papal entre otras cosas al final de su último artículo concluye: “Como se sabe, esta popularidad da fastidio a algunos, incluso dentro de la compañía eclesial. Existe la red de los ex­-papistas que, después de haber pasado años criticando a todos los que atacaban a Benedicto XVI, ahora se muestran todavía más duros y sarcásticos en contra de su sucesor”: http://vaticaninsider.lastampa.it/es/vaticano/dettagliospain/articolo/francesco-corea-35890/
    Por un poco de respeto –solo un poco- a su labor de años como colocado vaticanista de cabecera, es decir, pelotillero papal, contestaré a usted y a todos los que son como usted.
    Mire usted, tenga la sinceridad de llamar a las cosas por su nombre; por ejemplo:
    1ª. Tenga la valentía de decirnos quién era ese cardenal italiano al que según usted le oyó decir al día siguiente de la elección de Benedicto XVI, que “solo durará dos o tres años”.
    2ª. Tenga la valentía de recordar la oposición en su día de Ignacio de Loyola hasta que las fuerzas le acompañaron, a que ningún miembro de su Compañía fuese consagrado obispo.
    3ª. Tenga la valentía de recordar, reconocer y afirmar, que mientras Jorge Mario Bergoglio Sívori dirigió su populosa diócesis argentina jamás concedió permiso ni nombró a ningún presbítero exorcista; y eso pelotillero papal es facilitar el trabajo al Enemigo.
    4ª. Tenga la valentía de reconocer y afirmar que Francisco el 13 de octubre de 2013 cometió una impostura religiosa, al afirmar y dejar afirmar a los cuatro vientos que iba a consagrar al Mundo a la Virgen María, y ni consagración –palabra que no existió en esa simple plegaria que es lo que al final fue, una plegaria- ni nada.
    5ª. Tenga la valentía de afirmar al menos como sospechoso si no se atreve a llamarle mentiroso, a un sujeto que es jesuita, que es consagrado obispo, que es nombrado cardenal electo, que se presenta dos veces a Papa, que en la primera queda segundo y en la segunda queda primero, para que después el sujeto nos salga en junio de 2013 con un “yo no quería ser Papa”.
    6ª. Tenga la valentía de afirmar como herejías las afirmaciones de Francisco en diciembre de 2013, cuando afirmó de la Virgen María, Madre de Dios y Madre nuestra: “¡Mentiras! ¡He sido engañada!”.
    ¡Cómo queda María…! ¡pero cómo queda Dios…! como el Engañador. Y no solo eso, sino que además el muy cobarde al afirmar esas herejías dice que eso lo dijo y escribió Juan Pablo II: total, hereje, mentiroso y cobarde.
    7ª. Tenga la valentía de afirmar que su Francisco es un mentiroso cuando afirmó en julio de 2013: “Verdaderamente no concedo entrevistas, pero porque no sé, no puedo, es así “: por el momento lleva 12.
    8ª. Y por cercanía y ya que es usted italiano, tenga la dignidad y el valor de investigar y sacar a la luz la verdadera causa por la que Francisco y sus secuaces persiguen al 95% de los Franciscanos de la Inmaculada y al 100% de las Franciscanas de la Inmaculada.
    9ª. Y también por cercanía y por ser italiano, tenga el valor que tuvo en vida y en su momento Mario Palmaro. Tenga la dignidad y el valor de como mínimo llamar hipócrita a Francisco en su comportamiento con Mario Palmaro.
    Como usted sabe mejor que yo, Mario Palmaro escribió un artículo por el cual fue expulsado como colaborador de Radio María. Y Francisco, el jefe de todos los pelotilleros como usted, el jefe de todos los pelotilleros jefes de Radios Marías, en lugar de llamar al jefe pelotillero papal que le expulsó y pedirle en justicia, en misericordia cristiana de rodillas, o sentado en la cátedra ordenarle que Mario Palmaro fuese readmitido (¿quién soy yo para juzgar y pedir que Mario Palmaro sea readmitido… no?). Pues no, Francisco tuvo la hipócrita, la satánica idea de llamar por teléfono a Mario Palmaro para “consolarle” por su despido.
    Mire usted ya finalizo, podría seguir porque hay más y habrá más y solo es el principio del “pastor necio” profetizado por Zacarías; pero además es perder el tiempo con usted, porque qué voy a decir a un colocado pelotillero vaticanista que no sepa o que no quiera saber.
    Ángel Manuel González Fernández, 22 de agosto de 2014.

  • Gaetano2 ha detto:

    Non c’ho capito ‘na beata mazza! Che significa, che quando vedo scritto “clericale” devo leggere “ricchione”?

  • Andrea ha detto:

    Intanto Tornielli chiama in causa direttamente il Dott. Tosatti con queste parole:

    ” Il collega Tosatti rilancia con notevole entusiasmo un articolo di Lifesitenews che mi critica per un pezzo dello scorso settembre.

    Vi riporto il passaggio criticato (in italiano, Lifesitenwes e Tosatti citano sono la versione inglese). Scrivevo:

    “No, McCarrick non aveva relazioni omosessuali…”

    Dicono che io faccia salti funambolici negando la realtà. Ma nella frase successiva di quello stesso articolo, immediatamente dopo le parole incriminate, scrivevo:

    “… Molestava e abusava i seminaristi in nome del suo potere episcopale, facendo loro intendere che andare al mare con lui e sottostare alle sue attenzioni era un passaggio obbligatorio per essere da lui meglio conosciuti e per arrivare all’ordinazione sacerdotale”.

    E’ del tutto evidente che 1) non negavo l’omosessualità del vescovo (a meno di non credere che a Newark vi fossero seminariste donne), 2) ma al contempo non derubricavo molestie e abusi a semplici “relazioni omosessuali” tra adulti consenzienti. Perché è vero che si trattava di adulti, ma è altrettanto vero che, essendo protagonista il vescovo, questi era in grado di esercitare un abuso di potere e di coscienza sui suoi sottoposti.

    Non mi sembra così difficile da capire. Ma certo, il circuito politico-mediatico che ha chiesto le dimissioni di Papa Francesco sta cercando in tutti i modi di spostare l’attenzione dalla pedofilia e dagli abusi sui minori all’omosessualità. Ma ovviamente a senso unico, dimenticando casi su casi che coinvolgono irreprensibili e potenti personalità conservatrici, che avevano fatto dell’ortodossia dottrinale la loro bandiera.

    https://www.lastampa.it/…/caso-mccarrick-abusi-…/pagina.html

    • Iris ha detto:

      “Non mi sembra così difficile da capire. Ma certo, il circuito politico-mediatico che ha chiesto le dimissioni di Papa Francesco sta cercando in tutti i modi di spostare l’attenzione dalla pedofilia e dagli abusi sui minori all’omosessualità”

      I SOLI che stanno tentando in tutti i modi di spostare l`attenzione sono i turiferari ma lo fanno in modo così poco credibile, così affannoso e disordinato che riescono solo a mostrare la loro irritazione

  • graeme taylor ha detto:

    These hopelessly embarrassing statements by Pope Francis’ court officials are so bad. One thinks of “the emperor has no clothes”.
    Men in dress up with pointy hats exposing themselves as useful fools.
    God, have mercy.

  • GMZ ha detto:

    L’articolo di Tornielli me l’ero perso (come tutte le altre robe che scrive), ma sono contento di aver rimediato: è un pezzo istruttivo, per il veleno che trasuda in ogni periodo, da “editors” a “McCarrick wojtyliano”, per finire con l’idiozia finale secondo cui non erano relazioni omosessuali ma altra roba.
    Signori, qui c’è tutto il Vaticano odierno (e secondo); speriamo che qualche manina metta in circolazione le 300 pagine che fanno tremare tanti sederi porporati, giusto per evitarci un altro papa omosessuale.
    Cioè, volevo dire clericalista.

  • Sconsolata ha detto:

    Come vorrei che questo richiamo a Tornielli e ad un suo articolo di quasi due mesi fa non contribuisca alla pubblicità sulla sua ultima “fatica” data alle stampe con il collega Valente: “Giorno del giudizio”, con tanto di operazione promozionale sul giornale di cui è redattore.
    Viene presentata come una pietra miliare nella ricostruzione della “verità”, partendo dallo smantellamento della testimonianza di mons. Viganò.
    E va bene: non bastano i giudizi sommari a mezzo stampa emessi contro i “critici”, siamo addirittura al “giudizio” finale!

    • Iris ha detto:

      Sconsolata, ho messo in un altro post qualche passaggio della nuova fatica del principe dei turiferari, si sono messi in due per dare la loro lettura di quello che è uno scandalo in cui le sole vittime sono ragazzi abusati non dal clericalismo ma da chierici omosessuali che continuano a godere della benevolenza e della complicità dei vertici della Chiesa.
      I due tentano, invano, di fare di papa Bergoglio la sola vittima di un golpe ordito contro di lui, ne fanno addirittura un eroe che sarebbe stato il solo ad aver lottato contro la pedofilia nella Chiesa, una menzogna di cui dovrebbero solo vergognarsi. Parlando di golpe, di alleanze che esistono solo nella loro fantasia, tentano di deviare l`attenzione da quello che è e resta il solo e vero scandalo : la presenza nella Chiesa di una lobby gay che si autopromuove e gode della protezione dei vertici, lo scandalo dell`omosessualità dilagante nella Chiesa , lo scandalo delle vittime di quei chierici omosessuali che hanno dovuto aspettare decenni prima di poter far sentire la loro voce.

  • Rafael Brotero ha detto:

    L’ordine del tempo: ricatto della lobby gay, demissioni di Benedetto XVI e accordo tra Bergoglio e la lobby. Ricatto sicuramente pesantissimo, ergo demissioni invalide.

  • Adriana ha detto:

    Isabella,
    divertente la tua nota , tinta di raffinata arguzia. In realtà i 5 sonori e musicali appellativi mi fanno immaginare ( ? ) dietro ad essi un popolo cristiano ” militante guidato da personaggi come Leone , Urbano , Bernardo di Clairvaux , Bragadin, Don Giovanni d’Austria , Marco D’Aviano ,prinz Eughen e tanti altri…..

    • Adriana ha detto:

      Isabella ,
      dirai che sto sognando un film in costume . E forse è vero ma ,
      lo preferisco a questi progressisti e clerical-amministrativi sequel disinvoltamente ” scostumati “-

  • Paolo Giuseppe ha detto:

    Soffro nel constatare a quale infimo livello è scesa la nostra Chiesa.
    Soffro nel constatare che persone di cui avevo molta stima, come Tornielli, si piegano a dare interpretazioni del problema omosessualità nella chiesa a dir poco deprimenti.
    Mio malgrado devo dar ragione nella sostanza a Ruth, anche se i suoi toni sono forse troppo duri.
    Noto come, da parte di alcuni commenti, non siamo più a discutere sulla situazione generale della chiesa, nè su problemi specifici, ma siamo arrivati alla irrisione, al sarcasmo e questo è il segno che non se ne può proprio più. Quando si rinuncia, da parte di molti di noi, ad argomentare seriamente perchè ci si rende conto che ragionare non serve a nulla, significa che siamo al penultimo stadio.
    L’ultimo stadio sarà raccontarci le barzellette sul papa.

    • Gaetano2 ha detto:

      Caro Paolo Giuseppe, non soffra troppo; paradossalmente questa situazione permette di apprezzare la vera Chiesa di sempre.
      Mi permetta: è mia opinione che quella scesa a infimo livello non è la Chiesa, ma solo un gruppo di depravati ad essa estranea infiltrato ed utilizzato appositamente. Anche oggi la Santa Madre Chiesa è visibile nei tantissimi martiri attuali. Un po’ di da ironia (quando ci si riesce) cerca di mettere in evidenza questi fatti.
      Inoltre possiamo godere ed apprezzare moltissimi commenti, molto seri e di persone, si vede, preparatissime.
      Inoltre: barzellette sul papa? Diciamo su chi è stato eletto tra l’altro dalla “Mafia di San Gallo” (e non è una mia definizione) ecc., chi si sognerebbe di dire barzellette su un Papa?

  • deutero.amedeo ha detto:

    -Gesù è buono, alla fine perdona tutto: sì, è buono, è misericordioso ma è anche giusto-
    Quante volte negli ultimi cinque anni ci siamo sentiti dare dei farisei, dottori della legge ma duri di cuore, cristiani seduti, immobili, conservatori, tradizionalisti, per aver detto parole simili ?

    Ma oggi, guarda, guarda! E’ Papa Francesco che lo dice nella meditazione quotidiana in Santa Marta. Cosa gli è successo? Che gli abbia dato di volta il cervello?

    Per chi non crede, qua c’è il link:
    http://w2.vatican.va/content/francesco/it/cotidie/2018/documents/papa-francesco-cotidie_20181106_santa-marta.html

  • Donna ha detto:

    Siamo di fronte a una chiesa eretica, troppi i pastori e laici che tacciono per paura di perdere il loro prestigio, il loro scranno, il loro posto nel reame bergogliano… Temono Pietro ma non temono Dio!…

  • Iris ha detto:

    Ho riletto l`articolo di Tornielli e oggi come due mesi fa lo sdegno è lo stesso, mi domando come può guardarsi allo specchio una persona che osa scrivere :

    “No, McCarrick non aveva relazioni omosessuali.. Molestava e abusava i seminaristi in nome del suo potere episcopale, facendo loro intendere che andare al mare con lui e sottostare alle sue attenzioni era un passaggio obbligatorio per essere da lui meglio conosciuti e per arrivare all’ordinazione sacerdotale.

    Ma come si può, a quali circonvoluzioni mentali disoneste si deve ricorrere per difendere l`indifendibile e inaccettabile?
    Anche a costo di ridicolizzarsi e perdere ogni credito?

    • Nessuno ha detto:

      caro mio , Tornielli vuole dire che McKarrick era un sant’uomo che vole solo provocare i seminaristi per metter alla prova le loro tendenze , disordini morali e soprattutto ambizioni di carriera. Questa porovocazione che faceva loro era pedagogia “educativa ” , Capito ?

  • Lucy ha detto:

    Il dott.Tosatti si interroga ” circa il silenzio del Papa sul tema dell’omosessualità….e se questo non dipenda dal desiderio di asservirsi al politicamente corretto O dal desiderio di non creare fastidi a una presenza omosessuale o filo-omosessuale nella Chiesa “. Toglierei O , infatti non c’è antitesi tra i due desideri perchè il politicamente corretto va a braccetto dell’agenda gay , la sostiene , la promuove , la impone .Dunque se non si vogliono creare fastdi a una presenza omosessuale nella chiesa , e aggiungo nel mondo ,il motivo è semplice : Bergoglio è a favore dell’agenda omosessuale , diversamente sarebbe bastato citare completo il documento della CDF del 1986 e dichiarare solennemente ( le occasioni non gli mancano) la Verità di sempre
    LA PRATICA OMOSESSUALE È IMMORALE.
    Punto.

    • Iris ha detto:

      Quale è stata la sola udienza privata concessa da Bergoglio negli USA? Quella ad un suo allievo omosessuale e a suo “”marito””.
      Che cosa ha fatto in Argentina per difendere un prete pedofilo?
      Quanto e come ha resistito prima di dover ammettere la gravità dei casi in Cile?
      Ecc. ecc.
      La lobby gay è presente nel cerchio più vicino al papa, certi giornalisti, bene informati, ce lo fanno capire anche se non osano fare nomi.
      Sperare che papa Bergoglio dica una parola sull`omosessualità conforme al catechismo è un`utopia, chissà, forse è nei suoi progetti di modificarlo per renderlo più gay friendly.

  • Valeria Fusetti ha detto:

    ” Una presenza che durante questo regno sembra assumere dimensioni straordinarie.” Ma se il potere di McCarrick si era nascosto sotto BXVI, per poi ricomparire persino in un nuovo fulgore, rimaneva e diventava sempre più estesa e potente la setta omosessualista. Setta a cui erano assegnati, sempre di più, posti di potere. Il papa regnante ha trovato già pronti molti predatori in posti di potere, da usare opportunamente, e “portare a compimento” l’operazione. O forse no, forse non è ancora a compimento, probabilmente il peccato spia per permettere ancora al male di avanzare (Genesi 4:7), poiché il Signore sembra permetterlo. La radice del male si sta estendendo, e probabilmente a metà di questo mese verrà piantato un altro chiodo. Dal Libro dei Maccabei il card Napier cita 1: 43: “Anche molti israeliti accettarono di servirlo e sacrificarono agli idoli e profanarono il sabato”. Ma poi non sembra trarne le conseguenze : l’operazione “tomba vuota” iniziata più di 60 anni fa nelle Chiese sembra essere arrivata al suo culmine. Gesù Cristo è stato detronizzato, ed il Sacrificio della Messa viene “presentato” come il “memoriale dell’ ultima cena” ! Il ricordo, la memoria di un atto eroico e non la vita che unisce a Dio e viene di nuovo donata, poiché Gesù Cristo è il Vivente ! E se Gesù non è il Vivente allora i sacerdoti hanno il potere di fare e disfare, dal culto alla morale, dalla Tradizione alla Sacra Scrittura, tutto potrebbe essere manipolabile, magari in nome dell’uomo e delle sue nefandezze più vergognose poiché, come dice S. Paolo, “Se Cristo non è risorto siamo i più infelici degli uomini”. Ma grazie a Dio Gesù È Il Vivente. E i più infelici degli uomini non siamo noi.

  • deutero.amedeo ha detto:

    Un problema a parer mio è che secondo il Santo Padre il peccato contro il VI comandamento (pardon: la sesta parola) di Dio consiste nella rottura del patto di fedeltà da parte di uno dei partner (guai a chi dice marito e moglie) . Ne consegue che per logica uno o una può anche accoppiarsi col cane, perché quello non è peccato: il peccato è non rimanergli fedele.

  • Maria Cristina Ruffoli ha detto:

    E nel frattempo questa Chiesa infedele viene condannata a pagare l’ICI, nonostante sia prona al mondo..
    Vedi
    http://www.curia.eu – sentenza Grand Chambre del 6 novembre 2018.
    M.Cristina

  • Colaus de Arce ha detto:

    Alla luce delle varie profezie dei mistici riconosciute dalla Chiesa, alla luce degli avvenimenti succedutosi dal 2013 in poi, alla luce di ciò che afferma il Catechismo Cattolico al n° 675-676, possiamo escludere che vi sia una separazione come ebbe a dire nostro Signore Gesù Cristo?
    Sono convinto che siamo proprio in quella separazione.

  • giulia anna meloni ha detto:

    tre quarti della Chiesa di Roma,unica Chiesa fondata da Cristo, si rotola nel fango per un semplice motivo perchè non crede a Cristo e la Suo immutabile Vangelo.Tre quarti dell’esercito di Cristo ha tradito.Tutto il resto è paglia e ,se non ritornano a Dio,come paglia bruceranno all’inferno.

    • Adriana ha detto:

      …” Bruceranno all’inferno “…come paglia o come Paglia ?

    • zuzzerellone ha detto:

      unica chiesa fondata da Cristo ? Ne è certa ? Anche le chiese ortodosse recitano lo stesso Credo ed hanno gli stessi sacramenti… Ah, dice che hanno tolto il Filioque ? Ne è sicura ? ha per caso letto quanto è stato scritto nei primi sette e santi Concilii della Chiesa indivisa ? All’inizio, cioè quando il Credo è stato stabilito dai Concilii. il Filioque non c’era… è stato aggiunto dopo , così come la riforma di Ildebrando di Soana si è rivelata contraria a quello che, fino ad allora era lo stile ecclesiologico della Chiesa… con tutto il rispetto possibile per il cardinale che pensa essere la riforma di questo toscano un bene per la chiesa tutta.

      • Sherlock Holmes ha detto:

        Diciamo che al mondo Ortodosso manca questo passaggio:
        “«Beato te, Simone figlio di Giona, perché né la carne né il sangue te l’hanno rivelato, ma il Padre mio che sta nei cieli.
        E io ti dico:
        Tu sei Pietro e su questa pietra edificherò la mia chiesa e le porte degli inferi non prevarranno contro di essa. A te darò le chiavi del regno dei cieli, e tutto ciò che legherai sulla terra sarà legato nei cieli, e tutto ciò che scioglierai sulla terra sarà sciolto nei cieli».

      • giulia anna meloni ha detto:

        la Fede è certezza ,non dubbio.E’ certezza che la Chiesa di Cristo è UNICA,CATTOLICA ,APOSTOLICA,ROMANA perchè lo ha affermato Gesù.Poi ci sono i nostri fratelli separati…ma questa è un’altra storia.

        • Adriana ha detto:

          Giulia Anna
          , io sarei d’accordo sui
          5 appellattivi della Chiesa . Ma che Gesù abbia “detto ” direttamente che è romana……mi pare troppo –

          • Isabella ha detto:

            @Adriana
            Anche mia mamma, ogni tanto, recitando il Credo si confonde e attacca alla fine un “Romana” che risuona per tutta la chiesa.
            E detto durante le Sante Messe in rito ambrosiano ha anche qualcosa di vagamente sovversivo.

  • Astore da Cerquapalmata ha detto:

    Negare l’evidenza è sconcertante. Tornielli sta facendo un danno ancora maggiore, per il negare l’evidenza non convince nessuno ma fa solo arrabbiare di più.
    Penso che Tornielli contribuirà notevolmente al deficit della Santa Sede del prossimo anno, visto che dall’America i cattolici, che sanno benissimo che Mc Carrick è omosessuale e che verrà condannato dal tribunale civile, stanno chiudendo il rubinetto dei rifornimenti.
    La Chiesa ha chiesto perdono per ogni cosa (e giustamente), ma non vuole chiedere perdono per una delle corruzzioni più grandi, quella dell’omosessualità.
    Forse davvero è ormai in mano a una lobby potentissima che condiziona anche il Papa. E forse davvero siamo di fronte a un tentativo epocale (che non riuscirà) di cambiare le leddi divine secondo le voglie di tanti prelati viziosi.

    • GIULIANO GERVASI ha detto:

      Non vogliamo fare i nomi degli appartenenti a questa lobby potentissima, che sembra siano giá noti a tutti
      gli “insiders”?
      E da dove deriva la loro potenza? Occupano i gangli del potere? Facciamone una mappa! Portiamo tutto alla luce del sole! Non c’é nulla che la tenebra tema piú della luce del sole.
      Nominiamo anche i “puttani” dei media ed avremo cosí il quadro completo della zavorra satanica di Santa Romana Chiesa.

    • GMZ ha detto:

      Una lobby che condiziona il papa!? Ma se fosse lui a comandare? Se fosse lui che dà le carte?
      Altroché povero vecchierello tirato per la mozzetta…

  • Mario ha detto:

    Con queste omissioni, giri di parole, aggiramenti tattici, logiche fallaci, oscuramento della verità anche quando è palese, Andrea Tornielli sta facendo un PESSIMO servizio alla Chiesa, soprattutto da 6 anni a questa parte. Si vede, si capisce, spicca tragicamente. Molti se ne sono accorti. Ma lui pare non esserne preoccupato.

  • Adriana ha detto:

    Beh , in attesa dell’invasione della “religione di pace islamica ” -che
    tratta malino gli omosessuali-, cercano di mimetizzarsi —

Lascia un commento