ROMANA VULNERATUS CURIA VOLEVA STARE IN PACE, MA IL “METICCIATO” DI MONS. PEREGO ERA TROPPO PER LUI.

22 ottobre 2018 Pubblicato da --

Marco Tosatti

Romana Vulneratus Curia (RVC per amici, nemici e troll vari) ogni tanto esce dal suo splendido isolamento e getta un’occhiata alle cose del mondo, e, anche, a quelle della Chiesa. E allora si capisce perché la tentazione di tornare a rifugiarsi nel suo nido d’aquila spirituale è forte, più forte, irresistibile. Il commento che ci ha appena mandato, e che è un piacere condividere con gli Stilumcuriali, ne è un esempio lampante. 

“Scusi dottore Tosatti, mi rendo conto che Stilum Curiae deve occuparsi di cose maggiori e questo “minor” potrebbe solo distrarre i suoi lettori, ma non vorrei pentirmi di non aver focalizzato ciò che ho appena letto sul quotidiano La Verità, in prima pagina di ieri (a firma di Adriano Scianca). Si tratta dell’ultima trovata dell’’Arcivescovo di Ferrara, Giancarlo Perego. Costui è quello che ha sostituito “opportunamente” S.E. mons Luigi Negri, il quale invece inopportunamente insegnava ancora la dottrina di San Pio X, invitava a evangelizzare e a credere in Gesù Cristo figlio di Dio, e persino chiedere la intercessione di Sua Madre Maria Santissima.

Costui – mons. Perego, intendo – , forse lo ricorderete, si è appena schierato con Arcigay e Arcilesbica contro l’eterosessualità, non solo, si è anche fatto conoscere inveendo contro il Governo attuale, reo di limitare il diritto d’asilo e quindi minare i fondamenti stessi della democrazia. Ebbene poiché tutto ciò gli era sembrato poco per manifestare i suoi sentimenti al cospetto del Papa, ha rilasciato un’intervista dove spiega che “Il meticciato è una realtà ineluttabile e una risposta alla crisi demografica italiana.(…) Se chiudiamo le nostre porte ai migranti, spariremo”.

Così spiega che servono migranti in Italia per cominciare una nuova storia. Bene, “costui” sembra essere un seguace del Segretario generale dell’ONU, Kofi Annan, più che un principe della Chiesa cattolica; come Kofi Annan è convinto che sia necessario attuare sincretismo religioso grazie alle immigrazioni di popoli con religioni diverse. Sembra proprio non aver capito nulla di quello che sta succedendo, al contrario esatto del suo illustre predecessore, Sua Eccellenza mons. Luigi Negri, che in proposito (e in molto di più) aveva invece capito tutto, e perciò è stato mandato rapidamente in pensione.

Ma leggendo le sue – di mons. Perego – dichiarazioni illuminanti mi son chiesto soprattutto se manderei da lui a dottrina i miei figli. Scommetto che la porpora cardinalizia gli arriverà a breve…” Pensavo di aver visto di tutto caro Tosatti, invece no!, il peggio deve ancora arrivare”. RVC







Oggi è il cinquantottesimo giorno in cui il Pontefice regnante non ha, ancora, risposto.

“Quando ha saputo che McCarrick era un uomo perverso, un predatore omosessuale seriale?”

“È vero, o non è vero, che mons. Viganò lo ha avvertito il 23 giugno 2013?”

Joseph Fessio, sj: “Sia un uomo. Si alzi in piedi e risponda”.




Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa” fino a quando non fu troppo molesto.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina.



LIBRI DI MARCO TOSATTI

Se siete interessati a un libro, cliccate sul titolo.



UNO STILUM NELLA CARNE. 2017: DIARIO IMPIETOSO DI UNA CHIESA IN USCITA (E CADUTA) LIBERA

FATIMA, IL SEGRETO NON SVELATO E IL FUTURO DELLA CHIESA

SANTI INDEMONIATI: CASI STRAORDINARI DI POSSESSIONE

PADRE PIO CONTRO SATANA. LA BATTAGLIA FINALE

Padre Pío contra Satanás

Tag: ,

Categoria:

Questo articolo è stato scritto da wp_7512482

66 commenti

  • marco bianchi ha detto:

    Tralascio ogni commento su persone così e su una presunta Chiesa cattolica di cui sarebbero addirittura vescovi.Purtroppo il meticciato è stato l’obbiettivo da decenni di chi ha dispiegato le varie politiche che hanno portato alla denatalità ue.Più recentemente era quello sostenuto dal ministro Kyenge,insieme alle lodi del poligamia del padre.È quello che va dicendo in giro nelle due conferenze quel criminale di Sarkozy.E in Francia c’è una campagna per indurre le donne bianche ad avere figli con africani,con tanto di manifestanti con il ventre delle madri e dentro un feto nero.Non è un pericolo remoto.Va benissimo bloccare i flussi.Ma con 300.000 richieste di cittadinanza all’anno,concessa con meccanismi follemente automatici,non si va lontano.La demografia non è una opinione.Gli italiani scompariranno.

  • sottomissione ha detto:

    Ieri mattina ho fatto un breve e veloce giro alla libreria Fel..nelli della mia città. Lo spazio dedicato alle religioni diminuisce a vista d’occhio, mentre aumenta lo spazio alle pseudo religioni che arrivano dall’Asia.
    A primavera era stato dedicato un certo spazio al volume di Boualem Sansal NEL NOME DI ALLAH (origine e storia del totalitarismo islamista). Oggi, nello stesso spazio sono messe bene in mostra ben tre diverse edizioni del Corano.
    Che dagli islamici che stazionano perennemente di fronte alla suddetta libreria vendendo o meglio fingendo di vendere qualcosa, ma in realtà chiedendo con violenza la carità fosse stata elevata una qualche protesta per lo spazio dedicato a Boualem Sansal ?
    Ho acquistato il libro qualche tempo fa su di una bancarella e ,anche se non l’ho letto, ma solo sfogliato, vi dichiaro che merita la vostra attenzione.

    • Iris ha detto:

      Sperando che chi compra il Corano lo legga con attenzione.
      Constaterà molto rapidamente che il mantra dell`islam religione di amore e pace è solo una favola, una grossa menzogna che la sola ignoranza non può giustificare.

      • Adriana ha detto:

        Iris cara ,
        la sola ignoranza non può giustificare….ma se viene ” pagata” , quindi ” accompagnata”
        da petroldollari ?

        • Iris ha detto:

          Evidentemente hai ragione Adriana, purtroppo la massa è malleabile e manipolabile, ripete quel che da più parti viene suggerito, martellato spesso con enfasi o in modo più sottile e subdolo, la massa è occupata a fare altro e non ha il tempo e la curiosità di verificare, se poi aggiungi un zesto di emozione, se colpevolizzi , se premi il tasto cuore, l`obiettivo è raggiunto.
          Comunque spero che, confrontate all`invasione massiccia di “migranti” musulmani, e alle sue conseguenze, le coscienze assopite finiranno per svegliarsi.
          Leggere il Corano aiuterà il risveglio delle menti e delle coscienze.

          • Adriana ha detto:

            Speriamo di non finire schiacciati dai Rinoceronti o trasformati a nostra volta nei Rinoceronti di Jonesco. Inquietanti e frequenti avvisaglie di ciò si manifestano in Europa , anche se i Governi e i media le censurano per non svegliare l’opinione pubblica. Per fortuna c’è la Rete -finora-. Mi riferivo a quelli che -da posizioni di potere – diffondono questa ” menzogna “, che non sono solo idioti o imbecilli ma anche strateghi sicuramente ben finanziati . E questo vale -secondo me- sia per l’immigrazionismo , sia per il favore publicizzato per il LGBT eccc. Tout se tient e…ad alto livello.

          • Iris ha detto:

            Il buon vescovo Di Ferrara che, nella sua utopia multiculturalista, auspica il meticciato come soluzione ai problemi demografici, non può non sapere che la stragrande maggioranza dei nuovi arrivati sono musulmani, non può ignorare che nell’ islam è l’uomo che trasmette la religione e che dunque in caso di matrimonio se l’uomo non è musulmano dovrà convertirsi e i figli saranno musulmani.
            Ma questa realtà non sembra preoccupare mons. Perego, al contrario la considera non solo auspicabile ma ineluttabile, bisogna dunque dedurne che la prospettiva di un’Italia islamizzata non pone problemi ad un vescovo cattolico.

  • Cecco Angiolieri ha detto:

    S’io fossi Papa….. mi chiederei: ma mi rendo conto io dell’enorme responsabilità che mi sono assunto di fronte a Dio e agli uomini nel momento in cui ho accettato di essere Papa? Mi rendo conto del peso enorme che può avere per l’umanità intera ogni mia parola, ogni mio gesto, ogni espressione del mio volto, ogni mio aggrottare di ciglia? E con me se ne rendono conto i miei giannizzeri sparsi per il mondo?

    • Maria Cristina ha detto:

      S’ I fossi papa allor starei giocondo
      Che tutti li cristiani imbriglierei…Cecco Angiolieri

      E’ divertente fare il Papa …Jorge Mario Bergoglio

      PS: mi pare che in questi ultimi mesi si diverta un po’ meno , e dopo l’ affare Vigano’ mostri una faccia decisamente scocciata.

  • virro ha detto:

    Voglio esprimere il mio disagio caro Mons. Perego:
    – quanto ci guadagna in “moneta?”
    – quanto ci guadagna in “piacere?”
    – quanto ci guadagna in “carriera?”
    – quanto ci guadagna in “piazza?”
    – quanto ci guadagna in “televisione?”
    – quante donne ha lasciato che abortissero, perché Lei, quando poteva parlare, ha preferito il silenzio?
    – quanti giovani ITALIANI, Lei ha aiutato a trovare un lavoro?
    – quanti calli ha nelle mani per aver lavorato “con fatica?”
    – quante volte è andato a letto a stomaco vuoto, perché in casa non c’era nulla?
    Alla mia mamma un giorno, particolare, le dissi: mamma ti voglio portare dalla parrucchiera,
    lei mi risposa: no!, perché i miei risparmi servono alle missioni della Chiesa.
    Caro Mons. Perego, Le proibisco di insultare la nostra società costruita sulla fatica quotidiana di ogni singolo cittadino italiano, nonché la nostra cara Chiesa.
    Caro Mons. Perego, lo sa che moltissimi di questi MIGRANTI non sanno né leggere né scrivere? quale lavoro potranno mai fare?, nemmeno BADANTI, questi vogliono solo denaro! (è esperienza diretta)
    Lei che guadagna bene, e non ha moglie e figli, sia generoso, dia Lei.
    Poiché è Vescovo della mia Amata Chiesa, oggi particolarmente sofferente, e noi, popolo consacrato a Dio con il sacramento del Battesimo, ci sentiamo come pecore senza pastore, chiedo per tutti i Cattolici, la Sua Santa Benedizione nel nome del Padre del Figlio e dello Spirito Santo

  • paola ha detto:

    Scusate, cosa vuol dire ?”si è schierato contro l’eterosessualità?’

  • Paolo Giuseppe ha detto:

    Perego è un prodotto “Caritas”, cosa che in sè non sarebbe niente di male, anzi. Il problema nasce quando Perego e i suoi sodali cominciano a parlare da politici; quindi, anzichè limitarsi a fare il proprio mestiere, cioè in tema di immigrazione accogliere il PROSSIMO, vogliono accogliere anche il meno prossimo, cioè tutto il mondo.
    I preti, di ogni ordine e grado, devono capire una buona volta che non è compito loro porre regole sull’immigrazione, ma è compito dello stato semplicemente perchè il Capo, quello vero di nome Gesù, così ha stabilito. Se qualcuno di loro non è convinto, mi offro di dare spiegazioni. Ma temo che i 35 euro al giorno siano argomento troppo convincente per rinsavire.
    Così dovremo rassegnarci tutti alla solita solfa del “chi non accoglie non è cristiano”, affermazione che meriterebbe il Premio Nobel dell’idiozia.
    P.S.: ricordo che Santa Madre Chiesa ha impiegato circa 1.800 anni prima di accettare il concetto che Chiesa e Stato hanno finalità e quindi competenze diverse.
    Post-post scriptum: a chi non accetta questo concetto, giova ricordare che si allinea con i mussulmani per i quali chiesa e stato coincidono.

    • Petrus ha detto:

      Se è verò che Chiesa e Stato hanno competenze diverse e cioè che la Chiesa deve pensare all’evangelizzazione e quindi a diffondere la Fede in Gesù a tutti gli uomini, sia in termini liturgici, sia con opere di carità è anche vero che lo Stato deve esercitare l’autorità che Dio concede nel fare leggi che aiutino allo sviluppo del Bene comune che non è semplicemente economico. In una società cristiana Chiesa e Stato devono operare e collaborareinsieme per il Benessere Spirituale e materiale di ogni uomo e della comunità.

  • Astore da Cerquapalmata ha detto:

    L’Italia è il prodotto fel più grande “esperimento” di meticciato fella storia: quello dell’Impero Romano.
    Le parole di Perego forse volenano sconvolgere, ma per un italiano hanno l’effetto di uno spumante abortito, senza bollicine. L’unica sorpresa è la loro enorme idiozia. Perché lo sanno tutti che, vista la massiccia presenza di migranti musulmani, meticciato è sinonimo di scristianizzazione.
    Anche per i musulmani più moderati infatti, mogli e FIGLI devono essere musulmani

  • Iginio ha detto:

    Beh, il Perego prima di venire spedito a Ferrara si occupava di “migranti”, no? Dunque tira l’acqua al suo mulino.
    Il problema è che il Negri predecessore ha una cattiva fama per via della sua incontinenza verbale, tipica della scuola ciellina.

  • Cesare Baronio ha detto:

    L’attuale Arcivescovo della povera Diocesi che fu dell’indimenticato Mons. Bovelli – Defensor Civitatis ai tempi della Seconda Guerra Mondiale – è tristissima espressione, come molti suoi confratelli, del nuovo corso bergogliano.

    Lo si può vedere dall’altarolo versus populum eretto recentemente dinanzi all’altare del Ss.mo Sacramento nella Basilica Cattedrale, che pure era stato preservato dallo scempio conciliare fino al suo predecessore.

    Ma anche dalla decisione – peraltro incomprensibile – di sfrattare dalla parrocchia di Santa Maria in Vado la Comunità di Familia Christi, che celebrava con decoro il rito riformato e quello romano, con gran scandalo dei cattocomunisti locali. I sacerdoti di Familia Christi sono stati mandati in una chiesina di periferia, ponendo fine alle celebrazioni tridentine e ripiombando il Santuario Eucaristico nello squallore e nella desolazione. E l’antico convento annesso è stato destinato a residenza di immigrati d’ambo i sessi, sicché l’Emerito mons. Negri che ivi risiede deve sopportare la vista di negre e negri in apparecchio adamitico che sciorinano i panni dai balconi, per nulla rispettosi né della sacralità del luogo né del rispetto della civile convivenza.

    Una vittoria per l’ala estremista del progressimo à la Bergoglio, che dopo aver digrignato i denti durante il regno di mons. Negri, può finalmente danzare coi selvaggj al ritmo tribale dei tamburi.

    Ci sarebbe da chiedersi se cotanto zelo per la causa del meticciato – come la chiama con prosopopea don Gianfranco (come ama farsi chiamare l’Arcivescovo) – non celi l’ennesimo conflitto d’interessi, in grazia del quale la veneranda Curia Arcivescovile percepisce dall’Amministrazione locale (rigorosamente di sinistra) qualche forma di compenso per l’accoglienza dei rifugiati, mentre in precedenza doveva contribuire al sostentamento del parroco e dei cappellani di Familia Christi.

    D’altra parte, anche nella parrocchia di Santo Spirito – a quanto mi riferiscono – la Messa tridentina del sabato celebrata dai Francescani dell’Immacolata è stata da tempo soppressa, eliminando definitivamente la scomoda presenza dei biritualisti dalla compagine ecclesiale ferrarese.

    Ai fedeli cattolici rimane ora la povera cappella della Fraternità San Pio X, che pure figura tra gli edifici di culto nel’Annuario Diocesano, nonostante sia eretta nell’angusto locale di un ex bar.

    Accoglienza per tutti, ancora una volta. Ma non per i cattolici. A dimostrazione di quell’odio teologico che contraddistingue la setta conciliare.

    • wp_7512482 ha detto:

      Che vergogna!

      • Adriana ha detto:

        Gentile Tosatti ,
        da noi viene una volta al mese , – a spese sue- un sacerdote a celebrare la Messa tradizionale in un ufficio prestato da un amico. Siamo ad catacumbas.

      • franz ha detto:

        Si, che vergogna ! Ma Ferrara è la patria di Savonarola . Se non ricordo male proprio di fronte al palazzo vescovile c’è la statua di Savonarola , vero ?. Bene , non c’è più in tutta Ferrara un santo sacerdote disposto a farsi umiliare pur di riuscire a confessare Perego ? O almeno proporglielo pubblicamente , alla Savonarola . La miglior risposta alle demenzialità di costui è chiedergli di confessarsi. O no?

      • virro ha detto:

        che vergogna infernale!

  • deutero.amedeo ha detto:

    “Il meticciato è una realtà ineluttabile e una risposta alla crisi demografica italiana.(…)” (mons. Giancarlo Perego)
    Monsignore vorrei chiederle: questa affermazione è una tesi o la conclusione di un ragionamento ?
    Come tesi a me pare del tutto demenziale.
    Se invece è la conclusione di un ragionamento ci vuole dire come si sviluppa tale ragionamento? Grazie!

    • monsignore demenziale ha detto:

      Ma bravo Amedeo ! ci voleva tanto a intuire una contraddizione ? Ricordi che il Papa è più furbo dell’angelo ribelle , il ragionamento o la tesi che lei percepisce esser demenziale è invece geniale . Gliela spiego . Per fare evangelizzazione prima mandavamo i missionari in Africa e nei paesi terzo mondo con scarsi risultati , così oggi invece li facciamo venire qui direttamente per convertirli . Quanto al gap di popolazione da colmare con detti immigrati , anche qui la risposta è semplice , poichè nel nostro paese crescevano famiglie sempre meno cattoliche e l’agnosticismo trionfava , abbiam preferito spegnerlo sul nascere , sostenendo la riduzione nascite , persino con criteri cattolici ( ricorda la partenità responsabile a fine Vaticano II ?) affinchè si creasse un gap popolazione da colmare con immigrati affamati di vangelo , ansiosi di farsi convertire . Capito Amedeo ??

      • zuzzerellone ha detto:

        l’unica obiezione che si può fare al monsignore demenziale è che gli immigrati islamici non hanno nessuna intenzione di farsi convertire. Fin da piccoli vengono educati ad odiare ciò che non è arabo. Anche semplicemente ascoltare musica o leggere può essere dannoso secondo la tradizione islamica. Gli immigrati stazionano prevalentemente non solo davanti a chiese o supermercati, ma anche, ed in gran numero, di fronte alle librerie. La stampa non islamica deve essere disincentivata, almeno così mi è sembrato di capire…. ma io sono solo un povero zuzzerellone….

        • deutero.amedeo ha detto:

          E aggiungi che la Chiesa non li vuole convertire perché sarebbe fare proselitismo. Cosa assolutamente vietata nella chiesa di Bergoglio. Si devono convertire da soli ammaliati dallo splendido esempio di unità, amore, umiltà e coerenza dato dai cattolici.

  • Cesaremaria Glori ha detto:

    Io credo che il pensiero segua sempre le proprie inclinazioni che si manifestano in simpatia, condivisione o quanto meno blanda tolleranza. Mons. Perego, come altri suoi illustri sodali sparsi per tutta la Chiesa e specialmente negli USA, ove fecero carriera e che ora sono in ansia per i processi civili che si preannunciano, parla approfittando di questo momento per lui propizio. Chi si batte per o sostiene il male sa che l’ora sua non dura a lungo.

  • bruna T. ha detto:

    certo che ci vuole una fede fortissima e con visione soprannaturale ,per non perder fiducia oggi nella gerarchia della Chiesa

    • deutero.amedeo ha detto:

      Sesso, omosesso e genere
      riducono la Dottrina in cenere.

    • Iris ha detto:

      La fiducia nella gerarchia della Chiesa l`ho persa, troppe strumentalizzazioni del Vangelo al servizio di progetti umani , troppi silenzi colpevoli, troppa omertà, troppa codardia, troppi tradimenti dell`insegnamento di Nostro Signore Gesù Cristo.

      • deutero.amedeo ha detto:

        E se l’ultimo vero Papa fosse San Pietro Apostolo?

        • Adriana ha detto:

          Deutero,
          storytelling ingegnosa. Ma se ne possono raccontare molte altre ormai , tutte giustificabili , perchè nulla venne mai registrato …e neppure filmato con una candid-camera . Padre Sosa e Bergoglio insegnano quante belle storie-lle si possono imbastire su una trama semplice e lineare.

  • Valeria Fusetti ha detto:

    Abito in provincia di Torino, i cattolici autoctoni (vengo da Ferrara) la pensano, per così dire, quasi tutti come il Perego che, travestito da Vescovo, se ne va in giro ad esprimersi come un iscritto al Partito Radicale qualsiasi,o al PD. Dall’attuale vescovo in giù, compresi i parroci che durante la Messa “introducono” la Comunione come “memoriale dell’ultima cena” ! Senza che nessuno faccia una piega, anche perché dubito che capiscano cosa significa. Dato che tutti questi signori travestiti da vescovi e preti non sono stati estratti dal cappello a cilindro, è evidente che non sono stati ne formati, né consacrati (a chi ?) in epoca bergogliana. Direi che si dovrebbe risalire ben più in su. Quando questi pensieri mi tormentano trovo conforto in S. Vincenzo di Lerins, il cui “Commonitorio” dà le risposte giuste per inquadrare questo disgraziato tempo nel disegno di Dio.Lo consiglio caldamente.!

  • deutero.amedeo ha detto:

    Leggo nel dizionario Treccani:
    -metìccio (ant. mestìccio, mestizzo o mestizo) s. m. (f. -a) e agg. [lat. tardo mixtīcius, der. di mixtus, part. pass. di miscēre «mescolare» (propr. «misto di colore bianco e nero»), influenzato successivamente dal fr. métis; le varianti ant. mestizo o mestizzo sono dallo spagn. mestizo, che ha lo stesso etimo] (pl. f. -ce). – 1. In antropologia fisica, in senso stretto, individuo nato da un genitore di razza bianca e da uno di razza diversa (africana, amerindia, cinese, ecc.): i m. dell’America Settentrionale, del Sud Africa.-

    Vorrei chiedere all’illuminato mons. Perego che cosa renda necessario che un italiano o un’italiana che vogliono un figlio anziché unirsi fra loro debbano unirsi con uno straniero o una straniera.
    Nota: nel Vangelo non ho trovato niente in proposito.

    • zuzzerellone ha detto:

      perchè, caro Amedeo, non ti piace il meticciato ? Siamo di fronte a diverse possibilità. Abbiamo molti islamici, che, per parte loro, rifiutano il meticciato (esemplari in proposito gli omicidi delle giovinette che rifiutavano di sposare qualche vecchio gradito ai genitori), ma abbiamo anche esempi, come il Brasile dove, il meticciato ha dato luogo ad una nuova popolazione, piene di gioia di vivere, come si può vedere nei cortei del carnevale di Rio… il problema non è il colore della pelle : il problema vero è la dottrina islamica ed il fatto che, nell’ignoranza generale, qualcuno creda che il loro Dio ed il nostro abbiano qualcosa in comune…

  • romromano ha detto:

    volevo fare una proposta a qualche coraggioso amico di Ferrara : appena fosse possibile , scoperchiare il capo dell’arcivescovo e fotografarlo cercando il numero 666 ….
    Ma un amico cui mi sono confidato mi ha detto che detto arcivescovo al massimo ha un tatuaggio con il volto della Bonino…

  • Sherlock Holmes ha detto:

    Cosa dite,
    riuscirà questo chiamiamolo “pontificato”, prima della sua inevitabile fine,
    a suggellare col mondo
    i Patti Luteranensi?

    • franz ha detto:

      già fatto, caro Sherlock . Ti racconto qualcosa che forse non sai ,ma hai percepito. Chi ha insistito per fare detti Patti Luteranensi fu il premier Mario Monti con Benedetto XVI ( a nome della Cancelliera ?) . Ma Ratzinger ,conoscitore di Luther & co, si rifiutò di discuterne. Qualcuno ritiene che questa sia una ragione del suo , chiamiamolo , ” indebolimento”….

    • Adriana ha detto:

      Sherlock Holmes ,
      abbi fede , almeno quelli riguardanti L’ Utero in affitto – dono d’Ammore- li faranno. Per gratificare tante future famiglie progressiste laiche e clericali , ma , soprattutto : arcobaleno.

  • EquesFidus ha detto:

    “Se chiudiamo le nostre porte ai migranti, spariremo.”

    Sa una cosa, monsignore? Abbiamo cominciato a sparire quando la “grande italiana” Emma Bonino ed il suo degno padrone, Giacinto Pannella, cominciarono a battersi prima per il divorzio e poi per l’aborto. Quando i figli, da dono di Dio, sono diventati un problema, una cosa “da ricchi” e che averne più di due era una cosa “da bigotti”, che non stava bene insomma. Quando lo stato ha deciso prima di ripudiare la Chiesa, divenendo liberal-agnostico (e questo già dall’Unità d’Italia), poi che era meglio eliminare i bambini “indesiderati” (partendo dai casi limite, si capisce) anziché dedicare delle risorse a loro ed alle loro famiglie. L’Italia e gli italiani stanno sparendo per colpa della cultura radicale e liberale che ormai si è incistata nella società, cultura contro cui i vertici della Chiesa hanno paura di opporsi, quando non sono apertamente conniventi. I clandestini sono una parte del problema, non una soluzione: mi chiedo cosa Lei pensa che succederà quando i musulmani diverranno maggioranza. Pensa per caso di diventare un imam?

  • Anonimo ha detto:

    Ot

    Oggi e’ San Giovanni Paolo II. Che vuoto che sentii la sera della sua morte. Ma soffrivo gia’ di vederlo soffrire. Quindi c era questo conflitto in me. Ed ero non credente. E pure non d’accordo su molte cose ….su alcune ho cambiato idea…le altre, tipo la contraccezione….non solo in Africa…mi son rimaste. Un uomo troppo grande. Forse un papa troppo grande. Io prego, ma raramente vengo esaudito. Anche perché le mie preghiere sono egoistiche? Vorrei avere un briciolo della fortezza o incoscienza di Karol Wojtyla.
    Nel nome di Gesu’, Dio ti prego per me e per tutti. Finisca presto la mia sofferenza. Ciao Tosatti

  • Adriana ha detto:

    Piccoli Kalergj crescono , tutti eguali nel semenzaio inquinato.
    Aveva ragione Sartori. Grazie di averlo postato .

  • rom ha detto:

    Perego sta riuscendo a fare quello che neppure Soros si sarebbe sognato di riuscire a realizzare . Comincio a capire l’esaltazione della Bonino e di Napolitano. Ci siamo caro Tosatti ..!

  • waitandsee ha detto:

    It seems to me increasingly evident that the church is now controlled and managed by Gnostic circles that are destroying the traditional doctrine and undermining its credibility. In my humble opinion, the goal is to Lutheranize Catholicism in order to make Europe. It seems clear to me that there are five religious cultures in Europe (pseudo-Catholic, Catholic of patriotic countries (Poland for example), Orthodox, Protestant and Franco-laicist, since the Catholic religion is prevalent and with a Pope, absolute dictator, with whom to negotiate, it is easier to change it by adapting it.This Monsignor Perego is doing his best to do so, turning Catholicism into a “place of employment and assistance to migrants”, so the project will be carried out by all UN Secretaries in the last few years .

  • Iris ha detto:

    Perego è una delle tante marionette dell`ideologia mondialista e multiculturalista che vuole sopprimere le frontiere, le differenze, comprese quelle sessuali, chi tira i fili e paga sta raccogliendo i frutti di quel che ha seminato anche nella Chiesa.
    Oggi la “chiesa di Francesco” è non solo allineata al pensiero unico globalista che ha come obiettivo una società multiculturale senza barriere e senza confini, ma lo promuove come una missione, una causa prioritaria.

    • Margherita ha detto:

      I frutti del ’68 sono completamente maturati e ce li stiamo godendo, abbondantemente, ora.

      • Paolo Giuseppe ha detto:

        Condivido sia l’intervento di Iris, sia quello di Margherita.
        Ciò che mi stupisce è l’assoluta, totale, stupefacente incomprensione di ciò che sta accadendo, da parte della borghesia illuminata e da parte dei vertici (e quasi-vertici) della chiesa cattolica.

  • franz ha detto:

    E’ vero e significativo il paragone con Mons.Luigi Negri . Speriamo che Mons Negri questo Stlum Curiae lo possa leggere e senta il bisogno di farsi sentire ancora una volta . Ne sentiamo la mancanza . Alcuni anni fa , a Ferrara , mons Negri organizzò un convegno sul problema immigrazione , dove parteciparono esperti di altissimo livello ( ricordo un solo nome , quello dell’On Mantovano , ViceMinistro degli Interni , che si era occupato del tema immigrazione ) . Le tesi esposte e le conclusioni furono terrificanti . Ed ora il successore di Negri , sto Perego , dice senza saper nulla, senza aver mai studiato nulla , avendo solo appreso a memoria le “veline” della CEI , dice esattamente il contrario . Apocalisse ? Ieri su un blog leggevo la divertente storpiatura di CEI ( Congregazione Emeriti Imb…)

    • imb o id ? ha detto:

      Imbecilli o idioti ? questo è il dilemma… con affetto il vostro caro pazzerellone, correttore automatico permettendo…

  • Pierluigi ha detto:

    Ma chissà perché quasi tutti i collaboratori e i vescovi scelti da Bergoglio non mi piacciono? Forse perché si schierano con l’Arcigay o forse perché sono a favore dell’immigrazione selvaggia e incontrollata (non scrivo incontrollabile poiché l’esperienza di questi ultimi mesi di governo hanno ampiamente dimostrato che così non è)? No, in realtà non mi piacciono perché sono a immagine e somiglianza di Bergoglio, che in sei anni di pontificato parla da uomo e non da papa.

    Leggevo giorni fa questo bellissimo brano di sant’Agostino che ben si adatta ai pastori che parlano da uomini.

    Dal discorso 254 di Sant’Agostino Vescovo
    Nei giorni di Pasqua
    L’uomo di suo non ha se non la menzogna.
    7.
    Rifletti!
    Quando dicevi: Cosa renderò?, la tua parola si ricollegava all’altra da te pure pronunciata: Ogni uomo è mentitore 15.
    In effetti chi volesse asserire che è in grado di rendere a Dio qualcosa è mentitore.
    Da Dio, in realtà, speriamo tutte le cose e, scartando lui, da noi stessi non abbiamo altro se non, penso, il peccato e la menzogna perché chi dice cose sue dice menzogne 16.
    Veramente di suo l’uomo ha qualcosa di cui è pieno, anzi ne abbonda. Finché è quaggiù ha – non c’è dubbio – la menzogna, o meglio il suo cuore è un sacco di menzogne. Mentisce quanto gli è consentito: non si esaurirà. Lo stesso quando inventerà le trappole che può, quando dirà le menzogne che può. Perché questo? Perché si tratta di cose spontanee, prese dal suo, non comprate da fuori.
    Quando viceversa si viene a parlare di verità, se l’uomo vorrà essere verace non lo potrà con le sue risorse.
    Quando Pietro mentiva prendeva dal suo. E quand’è che mentiva? Il Signore ci prospettava la passione, e Pietro a dirgli: Dio te ne scampi! non ti accadrà 17.
    Ogni uomo è mentitore. Perché mentitore? Ascolta lo stesso Signore: Non hai i sentimenti di Dio ma quelli dell’uomo 18.
    Quando invece Pietro fu veritiero? Tu sei il Cristo, il Figlio del Dio vivente 19. E come poté entrare in un uomo mentitore questa verità? Ecco, un uomo dice: Tu sei il Cristo, il Figlio del Dio vivente. Chi dice così? Pietro. E Pietro cos’era? Un uomo che diceva la verità? Certamente, ogni uomo è mentitore. Ecco, ecco il suo dire, ecco la verità dalla sua bocca; ma allora come mai ogni uomo è mentitore?
    Ascolta perché ogni uomo è mentitore.
    Pietro divenne veritiero proprio quando non diceva del suo; ogni uomo è mentitore finché proferisce parole sue. Ma allora come divenne veritiero Pietro? Ascolta la Verità personificata: Beato sei tu, o Simone figlio di Giona! Da dove questo essere beato? Da risorse tue? Nemmeno a pensarlo! Perché non la carne né il sangue te l’hanno rivelato, ma il Padre mio che è nei cieli 20.
    15 – Sal 115, 11.
    16 – Cf. Gv 8, 44.
    17 – Mt 16, 22.
    18 – Mt 16, 23.
    19 – Mt 16, 16.
    20 – Mt 16, 17.

    Noi abbiamo bisogno, a partire dal papa, di pastori che annunciano la Verità non prendendo “dal loro” come scrive sant’Agostino.
    I nostri pastori parlano troppe volte da uomini invece che annunciare la Verità che non viene da loro.

  • Anonima ha detto:

    Al peggio non c’è mai fine, cari miei. Prepariamoci a deliziarci con gli esiti del sinodo dei giovani e allora sì che ne vedremo delle belle!

  • Claudius ha detto:

    Quello che colpisce di piu’ in questi prelati bergogliani e’ la loro completa mancanza di intelligenza e di capacita’ di pensiero e di razionalizzazione. Farebbero pena se non coprissero le cariche che coprono. Il problema e’ che come sempre le gerarchie riflettono il vertice, e se il vertice e’ rappresentato da una persona di un’ignoranza immbarazzante, completamente privo di intelligenza (e di educazione di base, tra l’altro) questi sono i risultati.

    • GMZ ha detto:

      Certo Claudius,
      E fa ancora più senso che il capataz se li sia trovati già lì, vescovati dai suoi augusti predecessori.
      Ossequi.

      • Paolo Giuseppe ha detto:

        @ GMZ
        Però Perego, come vescovo, è un prodotto DOC della cantina di Bergoglio

      • Claudius ha detto:

        GMZ: infatti la crisi della Chiesa non e’ nata con Bergoglio. Lui l’ha soltanto accelerata. Ma di certo non e’ lui ad averla creata.

        Bergoglio non e’ un fungo nato chissa’ come nel giardino delle delizie.

  • GMZ ha detto:

    A proposito, rileggiamo le parole fumantine del fu Sartori su meticciato e Kyenge:

    http://www.imolaoggi.it/2014/03/04/sartori-contro-la-kyenge-integrare-non-e-assimilare-tutti-meticci-mai/

    Ossequi.

    • alice ha detto:

      per integrazione intendiamo che l’immigrato accetti le nostre leggi e condivida le nostre concezioni di famiglia ? Vi ricordo che Madame Cecile proveniva da una famiglia ben diversa dalle nostre…. non ricordo bene, ma mi sembra di ricordare che il padre della signora avesse un numero strepitoso di figli perchè aveva parecchie mogli… Non è questo il nostro modello di famiglia.

      • GMZ ha detto:

        Essì, Alice,
        altre nazioni hanno ampiamente dimostrato che l’integrazione non è un gioco per apprendisti stregoni.
        Ogni tanto vale la pena ricordare cosa si raccontava in Italia solo pochi mesi fa: ius soli ad ogni costo (propagandato finanche dalla CEI e dal papa…); immigrazione clandestina (tosto rinominata “migranza”) inarrestabile e fatale.
        Che oggi Perego ci riproponga la solita, lagrimevole intemerata sul buon migrante fa meno paura di ieri: per fortuna il governo s’è desto, e le scemenze mondialiste propalate dal Vaticano non trovano granché udienza.
        Ossequi.

  • GMZ ha detto:

    Ricordiamo che egli è non solo un degno discepolo del grande Annan, ma anche delli Cécile Kyenge, indimenticabile ministro del governo Letta.

    https://www.lastampa.it/2013/07/15/vaticaninsider/kyenge-mons-perego-sugli-immigrati-gli-italiani-meglio-dei-politici-fpTNJK9yMYUQ2RnwKSALYP/pagina.html

    Insomma, niente di nuovo sotto il sole.
    Ossequi.

  • Gian ha detto:

    “Se chiudiamo le nostre porte ai migranti, spariremo”… meglio sparire che soltanto immaginare un domani come quello auspicato da questi delinquenti in tonaca della nuova “chiesa” in uscita. Chi sostiene queste ragioni per giustificare l’invasione, in gran parte maomettana, senza tener conto di tutte le conseguenze, meriterebbe lui di sparire per sempre. Quello che indigna di più è il fatto che da autentici malfattori e falsari costoro stravolgono il Vangelo per dimostrare di essere nel giusto.