IL CARD. WUERL PROIBISCE A UN GIORNALISTA SCOMODO DI ENTRARE IN CHIESA. LA FOTO SULLA LISTA “WANTED”.

11 settembre 2018 Pubblicato da --

Marco Tosatti

Un giornalista e autore statunitense, George Neumayr, è stato messo dal cardinale Donald Wuerl sulla lista della sicurezza del Santuario Nazionale dell’Immacolata Concezione, a Washington. Neumayr è molto critico del cardinale Wuerl, amico e protettore dell’ex cardinale Theodore McCarrick, e pesantemente coinvolto nel Rapporto del Grand Jury di Pennsylvania, accusato di avere coperto, spostato anche pagato (per il loro silenzio) dei preti abusatori. Il cardinale Wuerl fa parte del gruppo di vescovi e cardinal consigliati da McCarrick al Pontefice regnante, che ha ricevuto nei giorni scorsi la  vista di Wuerl, mentre ancora non è chiaro quando riceverà in un’udienza chiesta da molto tempo i vertici della Conferenza episcopale Usa. Wuerl ha finito il suo tempo come arcivescovo diocesano tre anni fa; non è chiaro perché il Pontefice, che non ha perso tempo per accettare le dimissioni di vescovi certamente non discussi (pensiamo ad Aguer  in Argentina, o mons. Léonard a Bruxelles, per dirne solo due) continui a mantenere Wuerl al suo posto. La petizione per rimuoverlo ha totalizzato migliaia di firme, ormai anche preti e diaconi chiedono apertamente la sua partenza. Ma Roma non ci sente.

Scrive sul suo profilo Facebook Neumayr: “Ho una domanda per papa Francesco: quando lei ha detto che vuole una Chiesa ‘trasparente’ e ‘pastorale’ i cui membri zelanti ‘dovrebbero fare casino nelle diocesi’ era questo che aveva in mente? Un cardinale che mette un giornalista, e leale figlio della Chiesa sulla lista ‘Wanted’ della sua basilica? Come può vedere, sono bloccato dall’entrare nel Santuario di Wuerl. Ha dato istruzioni alla sua Sicurezza di accompagnarmi dagli agenti di polizia. Ehi, questo non è molto accogliente! Santo Padre, mi dà il permesso di ricevere i sacramenti nella basilica senza che la polizia mi molesti?”.

 

Lo stesso Neumayr, autore del libro “The Political Pope” in un’intervista a Maike Hickson, pubblicata da LifeSiteNews afferma di aver ricevuto conferma da fonti vicine al card. Wuerl che “il card. Wuerl aveva una conoscenza diretta delle predazioni di McCarrick sui seminaristi”.

Non solo: Neumayr rivela che Wuerl permette attualmente a padre Betasso un sacerdote condannato nel 2011 per aver palpato un giovane di diciotto anni quando era seduto in una vasca di idromassaggio in un country club, di organizzare ritiri nella sua arcidiocesi. “Wuerl ora si sta nascondendo dietro legalismi menzogneri nel negare qualsiasi responsabilità nel proteggere il suo gregge da padre ‘Idromassaggio’”, dice Neumayr, e aggiunge: “So da fonti sicure che persone importanti della Cancelleria sono state messe sull’avviso del problema di questo ‘padre Idromassaggio’, e non è stato fatto nulla per rimuoverlo dall’arcidiocesi”.

Maike Hickson ricorda a Neumayr che egli stesso ha citato Richard Sipe (autore di uno studio sugli abusi nella Chiesa) riguardo alla presunta omosessualità di Donald Wuerl.

“Guardate la deposizione di Tim Bendig. Era un seminarista di Pittsburgh che ha fatto causa all’arcidiocesi e nel corso della deposizione ha ripetuto le voci che ha sentito dai seminaristi sull’omosessualità di Donald Wuerl, e specificamente che Wuerl aveva un boyfriend nel seminario. Questo mi è stato detto da parecchie persone coinvolte nella deposizione. E m è stato anche detto da quelle fonti che l’uso da parte di Bendig di queste voci ha giocato un ruolo nella composizione della causa. La causa non ha mai raggiunto il tribunale perché Bendig ha raggiunto un accordo con l’arcidiocesi nel 1993, e ha promesso il silenzio”.

In questo quadro, in cui ogni giorno si aggiungono nuovi dettagli (brutti, in genere) sulla cricca McCarrick e i suoi affiliati e pupilli, promossi dal Pontefice, appare sempre più inverosimile il rifiuto di rispondere a due questioni così semplici. La prima: quando papa Bergoglio ha saputo chi realmente era e che cosa aveva fatto McCarrick? E perché, dopo averlo saputo, gli ha dato un ruolo così preminente, di vero king maker, nella Chiesa statunitense? 







Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa” fino a quando non fu troppo molesto.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina.




LIBRI DI MARCO TOSATTI

Se siete interessati a un libro, cliccate sul titolo.



UNO STILUM NELLA CARNE. 2017: DIARIO IMPIETOSO DI UNA CHIESA IN USCITA (E CADUTA) LIBERA

FATIMA, IL SEGRETO NON SVELATO E IL FUTURO DELLA CHIESA

SANTI INDEMONIATI: CASI STRAORDINARI DI POSSESSIONE

PADRE PIO CONTRO SATANA. LA BATTAGLIA FINALE

Padre Pío contra Satanás

Tag: , , , , ,

Categoria:

Questo articolo è stato scritto da wp_7512482

72 commenti

  • Ángel Manuel González Fernández ha detto:

    Caro Direttore:
    Il profetizzato “Pastore stolto e Falso profeta” Francesco dovrà resistere fino all’arrivo del suo padrone e signore l’Anticristo.
    La sua unica lettera per continuare tradendo sarà il suo profetizzato attentato, del quale gli sarà dato per morto e ritornerà “miracolosamente” alla vita.
    “Il Grande Accusatore”:
    https://onepeterfive.com/cardinal-bergoglio-questions/
    Saluti.

    Estimado Director:
    El profetizado “Pastor necio y Falso profeta” Francisco tendrá que resistir hasta la llegada de su amo y señor el Anticristo
    Su única carta para seguir engañando será su profetizado atentado, del que se le dará por muerto y volverá “milagrosamente” a la vida.
    “El Gran Acusador”:
    https://onepeterfive.com/cardinal-bergoglio-questions/
    Saludos.

  • Nicola B. ha detto:

    In ritardo, ma comunque sinceri auguri di buon compleanno e per una vita giornalistica sempre in prima linea con il blog anche se in pensione. Grazie per il suo prezioso lavoro((anche sulla Nuova Bussola Quotidiana).

    Nicola

  • Valeria Fusetti ha detto:

    Gentilissimo dott. Tosatti, avendo visto so!o ora che oggi è il suo compleanno anche se il giorno è quasi finito le invio i miei più sinceri auguri ! Sono sicura che il suo Angelo custode la illumina e la custodisce e che la Santa Vergine prega per lei che ha messo al servizio della verità i suoi talenti. Come mio modesto dono le dedico l’ ultimo Santo Rosario della giornata.

  • virro ha detto:

    Dott. Tosatti, tante benedizioni di Gesù e Maria per il suo lavoro,

  • a mano e in lavatrice ha detto:

    ho visto solo adesso su facebook che è il suo compleanno, domani celebrerò Messa per le Sue intenzioni, e perché Dio la protegga dai sicari che vogliono ammazzare Lei e Viganò come hanno fatto con i due cardinali tedeschi dei dubia

  • Ecclesia afflicta ha detto:

    Ecco come papa Francesco manipola la Scrittura per coprire le sue scelte di vescovi indegni, ma utili alla sua fazione:

    “Questo fa bene ricordarlo, in questi tempi in cui sembra che il Grande Accusatore si sia sciolto e ce l’abbia con i vescovi. E vero, ci sono, tutti siamo peccatori, noi vescovi. Cerca di svelare i peccati, che si vedano, per scandalizzare il popolo. Il Grande Accusatore che, come lui stesso dice a Dio nel primo capitolo del Libro di Giobbe, “gira per il mondo cercando come accusare”. .. (omelia a Santa Marta)

    Secondo il papa l’Accusatore, cioè il diavolo, scandalizza il popolo perché svela i peccati dei vescovi!!!

    Bergoglio, semmai il diavolo ha suggerito ai vescovi di abusare dei seminaristi o di chi capitava a tiro, e Tu li hai promossi perché utili alla tua fazione!!

    Il male non è svelare il peccato, ma commetterlo e coprirlo!!

    Bergoglio, travisare così la Scrittura per piegarla alla tua politica ecclesiastica e giustificazione indica solo quanto disprezzi il ministero che ti è stato affidato.

    Basta.

    • Valeria Fusetti ha detto:

      Il papa ha molti impegni,,innumerevoli incombenze che, evidentemente, ogni tanto non è gli permettono di mettere ben a fuoco i problemi, e fare ad esempio certi collegamenti. Un collegamento tra denuncia degli abusi e il Catechismo della Chiesa Cattolica n. 2265 dimostrerebbe ben altre intenzioni. Ad esempio il tentativo, doveroso, di “vendicare l’ offesa” ( nel senso che dà S. Tommaso al termine vendicare), e prevenire altri crimini. Ed allora gli sarebbe chiaro che anziché esercizio di un volgare e malevolo pettegolezzo, fatto per distruggere la confidenza e la fiducia nei legittimi pastori, sarebbe un “atto dovuto” non solo verso i bimbi, gli adolescenti,e le loro famiglie che li affidano con fiducia che NON deve essere tradita, ancora una volta, ma verso la Chiesa tutta. Sarebbe anche un atto di umiltà e testimonianza al Signore che È la Via, la Verità e la Vita per un mondo che sempre più ama precipitarsi tra le braccia del maligno,il principe della menzogna. Forse anche per colpa di lupi travestiti da pastori.

      • Ecclesia afflicta ha detto:

        La tua è un’interpretazione molto benevola, cioè che il papa non abbia messo bene a fuoco il problema a causa dei molti impegni che ha. Io temo che in realtà abbia ben messo a fuoco i problemi, i suoi non sono errori ma strategie e anche che lui sia un problema. Spero di sbagliarmi.
        L’unica cosa che non vorrei è che adesso il Papa pensi di risolvere tutto un gran colpo di teatro ad uso dei giornali, come le dimissioni in massa dei vescovi cileni per alzare il polverone del “siamo tutti colpevoli”, ed “è colpa del clericalismo” …

        Come vorrei un Papa serio, non essere dentro questa farsa da Dittatura dello Stato Libero di Bananas.

  • malibu stacy ha detto:

    tanti auguri dott. tosatti
    oggi non pensi a andreonzo lekkalekka piegakukkiai
    baci baci

  • Lucy ha detto:

    Nella galleria terrificante di donne proposte dal gesuita Kennan al cardinalato c’è anche Elizabeth Johnson che fa capo alla LCWR , la lega delle suore americane che seppure commissariate nel 2012 per le loro posizioni su aborto , eutanasia, omosessualità etc etc etc , hanno tranquillamente continuato a esprimersi in dotti convegni dove si presentano eleganti in tailleur , scarpette ballerina , filo di perle volendo andare ” oltre Gesù e oltre la Chiesa “.
    Non parliamo della Forcades ammirata per le sue posizioni sul matrimonio gay che , dice deve essere un “sacramento” e portata in palmo di mano da Tolentino de Mendoça che a sua volta , notare il nesso , è stato scelto da Bergoglio come predicatore agli esercizi spirituali della quaresima a lui e alla curia.
    Ma il punto centrale dell’art.di Valli è secondo me il focus sul convegno dell’estate scorsa a Sarajevo organizzato sempre da Kennan sull’etica cattolica a favore del femminismo , mayrimonio gay e altri “diritti ” LGBT , convegno a cui Bergoglio ha inviato una lettera piena di apprezzamento (!!!).
    Ora leggerla e capire , al di là dei fumi e dei soliti contorsionismi verbali , che è un ulteriore tassello di appoggio all’agenda LGBT è tutt’uno.
    Tra i partecipanti e finanziatori del convegno di Sarajevo chi troviamo ? Sorpresa ! Cupich !
    Mettiamo al loro posto i tasselli di questi 5 anni dal 2013 (” chi sono io per giudicare”) al 2018 con le coperture a McCarrick e Wuerl passando per la nomina a consultore per la comunicazione di James Martin e le nomine a cardinali di esponenti TUTTI favorevoli allo sdoganamento dell’omosessualità praticata e all’assist al convegno di Sarajevo e il puzzle che viene fuori è chiarissimo.
    A capo di questa deriva dell’omoeresia all’interno della chiesa portata avanti a piccoli passi ammantati di gesuitica furbizia c’è lui , Bergoglio.
    Faccio ancora mia la desolata domanda del povero parroco di Staranzano ormai ex :” ma che razza di chiesa è questa ?”.

  • Ángel Manuel González Fernández ha detto:

    Caro Direttore:
    Ha detto oggi Francesco martedì 11 settembre 2018:
    “Il Grande Accusatore…” È lei…? non credo.
    Allora sarà chi l’accusa con prove e indizi di prova che è il profetizzato “Pastore stolto e Falso profeta” Zaccaria e Apocalisse.
    Saluti.

    • deutero.amedeo - biblista ha detto:

      No non è Tosatti il Grande Accusatore. Secondo la sua (del Papa) interpretazione del primo capitolo di Giobbe è Satana. Il quale Satana non sarebbe stato usato dal Signore per mettere alla prova Giobbe, ma sarebbe quello che ha accusato Giobbe di essere fedele al Signore perché l’aveva ricolmato di beni.

      • Adriana ha detto:

        Deutero grazie,
        così scopro come Bergoglio continui a “Cementificare” gli aspri e affascinanti sentieri della Fede . Questa va al paro del “non indurci in tentazione” e della Trinità che si bisticcia -ma a porte chiuse.-
        Ma poichè neanche al tempo di Giobbe c’era il registratore…tutto va ben ,Madama la Marchesa…

  • Bartimeo ha detto:

    Con la premessa che sono estremamente diffidente alle varie rivelazioni private, devo anche essere sincero che leggere ciò che capita alla Chiesa mi intristisce, ma riprendo le profezie della Beata Emmerick e mi consolo. Non lo so se sono d’ispirazione divina o semplicemente ci abbia imbroccato, ma quanto sono attuali e piene di speranza. Cito il mio passo preferito e il link per chi vuole documentarsi:

    Anche se rimanesse un solo cattolico, la Chiesa vincerebbe di nuovo perché non si fonda sui consigli e sull’intelligenza umani.

    https://profezie3m.altervista.org/ptm_profx_emmerich.htm

  • Enrico66 ha detto:

    https://www.corriere.it/cronache/18_settembre_11/papa-cambia-almeno-tre-cardinali-consiglio-nove-0b72ea08-b581-11e8-827a-b1abf87e7dca.shtml

    Se confermato, il card. Maradiaga resta.
    Il che conferma tutte le perplessità sull’operato di Papa Francesco. Come troppo spesso gli capita, sceglie l’uomo sbagliato per il posto sbagliato.

  • Astore da Cerquapalmata ha detto:

    Quando parla senza creare polveroni Papa Francesco dice spesso cose bellissime. Come oggi a Santa Marta. Ha detto che i Vescovi sono sotto attacco e devono pregare molto, essere umili e stare in mezzo al popolo.
    Ma non è su questo che lascia perplessi. Anzi, su questo lo applaudo e lo seguo.
    Il fatto è che CONTINUA A TACERE sul perché considerasse McCarrick suo speciale consigliere e sul perché gli ultimi Cardinali americani che ha fatto sono tutti oltranzisti del modernismo più libertario.
    E’ attesa una sua parola per la regolamentazione delle Comunioni tra i divorziati, visto che in certi Paesi il Corpo di Cristo è distribuito senza alcun discernimento. E deve dire se l’omosessualità per lui è da considerarsi ancora peccato mortale o no.
    I commoventi sfoghi del Papa a santa Marta non devono distogliere il popolo di Dio dall’importanza delle questioni in ballo. Ne va della salvezza delle anime! E Il Papa TACE! Parla di tutti, dalla politica all’economia, ma sulle questioni urgenti di fede e morale TACE!

    • G. Gervasi ha detto:

      @ Astore
      “I commoventi sfoghi” di papa Francesco?
      Sono di un’ipocrisia che fá venire i brividi.
      Cominci a paragonare le parole e le azioni
      del Bergoglio, a notarne la discrepanza abissale,
      e la smetta di commuoversi in pubblico per le bigotterie
      bergogliose ad uso degli ingenui e dei media adoranti che ancora credono in lui.

    • GMZ ha detto:

      Caro Astore,
      Ma il Bergoglio di cui stiamo parlando è lo stesso delle telefonate a la qualunque, buonasera e basta pagliacciate, ci sono i terroristi cristiani, matrimonio al volo, ma boh non so fate voi?!
      Cani, coprofagi, chi sono io per giudicare, voi siete complottisti, stupidi!, e tu Trump non sei un buon cristiano, e basta con ‘sto latinarum, zitti frati, basta talare, che dono Lutero che grande l’abortino?
      Cose bellissime, certo…
      Ossequi.

      • Astore da Cerquapalmata ha detto:

        GMZ:
        forse non hai letto bene ciò che ho scritto. Cerca di capire quello che intendo.
        Che i Vescovi devono pregare e essere umili penso che anche tu sarai d’accordo.
        Non so tu, ma io non sono sedevacantista, per cui riconosco Francesco come Papa e quando dice cose giuste, anche quando scontate, non ho nulla da dire.
        Quello che invece non capisco, come ho già detto, sono i suoi silenzi dopo aver creato confusione. Silenzi sul divorzio, sull’aborto, sulla famiglia… Silenzi che potrebbero sembrare un assenso alla confusione relativista che, volente o nolente, lui stesso ha in certo modo contribuito a creare.

  • Scarpe grosse Breacking news ha detto:

    Cronache vaticane.
    Mons. Tremarella e Papa Francesco, pranzando insieme in Santa Marta parlano dell’acqua calda.
    Papa Francesco dice: – L’acqua bolle a 90 gradi.
    Mons. Tremarella timidamente risponde :- Santità, mi perdoni, ma a me pare che l’acqua bolla a 100 gradi-
    Papa Francesco ci ripensa un momento e poi “rilancia” : – Hai ragione, non è l’acqua che bolle a 90 gradi , è l’angolo retto.-

    Moderatore permettendo.

  • deutero.amedeo ha detto:

    @Monica.
    Quando Gesù afferma di essere venuto a dare adempimento (secondo le vecchie versioni) o compimento (secondo le nuove) alla legge e ai profeti ci dice in sostanza che la sua venuta altro non è che la pratica realizzazione di un fatto che doveva avvenire secondo la legge e i profeti. Dare compimento, poi, significa dare l’ultima pennellata ad un dipinto, l’ultimo colpo di scalpello ad una scultura, porre l’ultima tegola sul tetto di un edificio già costruito.
    Ridurre tutta la storia della Rivelazione e della Redenzione a qualche paginetta strappata da uno dei Vangeli è una autentica dissacrazione, è uno sputare sull’opera di Dio, fingendo di farlo in suo nome. Questo stanno facendo i finti teologi di Santa Marta e dintorni.

    • Monica ha detto:

      La mia riflessione sulla Incarnazione parte dagli scritti del santo citato in merito all anticristo, e non come volontà di riassumere la Rivelazione e la Redenzione. Nel mio post non ho scritto questo, non ho dissacrato le scritture,non ho citato nel mio post pagine di Vangelo o frasi. Quanto da lei affermato non corrisponde ai fatti, al post.
      Né era nelle mie intenzioni avendo subito legato la mia riflessione a quella del santo citato. Questo e solo questo era il contesto della mia riflessione personale.

      Invito a leggere s. Giovanni Damasceno .
      ” Bisogna che si sappia che deve venire l’Anticristo. Anticristo, in verità, è chiunque non riconosce che il Figlio di Dio venne nella carne, che è Dio perfetto e divenne uomo perfetto essendo al tempo stesso Dio”
      S. Giovanni Damasceno [c]
      De Fide Orthodoxa, tratto da The Fathers of the Church, Vol. 37

      Quindi la mia riflessione sulla Incarnazione, e sulla natura di Gesù, é pertinente poiché riferita a questo tema evocato dal santo. Mai ho scritto o fatto intendere nel post di parlare a nome Suo, né ho sputato sulla sua Opera. Queste sono interpretazioni che lei ha dato ingiustamente al mio post. Tali interpretazioni sono errate.

      Il ragionamento successivo che ho fatto nel post sui fatti che hanno caratterizzato la vita di Gesù, non sono in contrasto con la dottrina cattolica. Infatti le opere sono necessarie per la salvezza e non solo la fede (o manco quella se c é chi dice che si salvano tutti); la povertà in sé stessa non é un merito, non si é santi solo perché poveri. Ecc.
      Non ho quindi “strappato qualche paginetta del Vangelo” per dissacrare la sua Opera, ma ho affermato concetti da sempre validi nel Magistero. Nessun modernismo nella mia riflessione, semmai condanna sottintesa a idee moderniste.

      Non sono teologa,anzi sono ignorante in teologia e conosco solo il catechismo, ma come ricercatrice sono attenta al peso delle parole e alla pertinenza degli argomenti trattati in qualunque contesto.
      Quindi per concludere, a partire dalla frase del santo sottolineo che concordo che da un punto focale come il senso profondo dell Incarnazione, perdendolo, si sprofondi in una serie di errori

      • deutero.amedeo ha detto:

        @Monica
        Sono veramente stupito e amareggiato dalla sua risposta. Ha maledettamente frainteso il mio commento che non ha affatto il senso che lei gli ha dato. Mi rilegga attentamente, per favore, e cerchi di capire che il mio commento voleva rafforzare e non contrastare il suo.

  • Monica ha detto:

    “infilerò la penna ben dentro al vostro orgoglio perchè con questa spada vi uccido quando voglio.”
    Devono aver ascoltato la canzone di Cirano, quindi bloccato il pericoloso giornalista

  • Monica ha detto:

    Gli scandali sono ampi e sembrano non fermarsi. Sulla base degli scritti di s. Giovanni Damasceno sull anticristo e sul suo regno, penso che alla base della crisi della fede di molti nella Chiesa odierna, ci sia come punto iniziale, il senso dell Incarnazione.
    Infatti per sfaldare le teorie sulla salvezza per tutti al di là delle opere, o della validità di tutte le forme spirituali religiose per salvarsi, basta porre una domanda: ma allora se ci salviamo tutti e se tutte le religioni sono uguali per la salvezza, che senso ha l Incarnazione? Dio si é scomodato per venire sulla terra, con doppia natura divina e umana per quale motivo? Ha sofferto ingiustamente e terribilmente fino alla morte per quale motivo?
    Il senso dell Incarnazione racchiude il progetto di salvezza. Lui era necessario e non altri, quel modo di sacrificio era necessario e non altri. Non schioccare le dita, non lasciarci vivere solo con una qualche spiritualità, non senza libero arbitrio (ci sono persone atee ed anticristiane che non vorrebbero proprio essere obbligate alla fine dei loro giorni a vivere eternamente con Chi hanno sempre combattuto).
    Già questa prospettiva ha un assunto: che l Incarnazione é di Dio, il Dio Figlio diventa materia, prende natura umana; ciò é quindi un disegno voluto e necessario. Poi, che la vita come presenza di anima e materia inizia dal concepimento (l Incarnazione rappresenta quel momento), in barba a certi prelati e teologi che forzano per accettare o sminuire in taluni casi l aborto volontario. A seguire, che il nucleo in cui cresce Dio Figlio é una famiglia naturale composta da uomo e donna, per sua volontà . Per terminare, questo nucleo familiare non era ricco, era sotto dominazione politica straniera, e si é rifugiato in Egitto per un periodo per sfuggire alla persecuzione, ma la sua caratteristica era la santità dei suoi membri. La sola povertà, o la mancanza di diritti civili, o lo status di rifugiato, non sono un merito in sé. Sono situazioni che possono aumentare i meriti, che sono di altro ordine.
    Questa riflessione logicamente ci porta a non poter accettare tutto un ventaglio di idee che circolano.

  • deutero.amedeo ha detto:

    il vescovo è uomo di preghiera, uomo che si sente scelto da Gesù (Papa Francesco in Santa Marta 11/9/2018).
    I Vescovi è il Signore che li “chiama” ma i cardinali è il Papa che li “crea”…. è tutta lì la tragica differenza.

  • virro ha detto:

    CHIEDO AIUTO AD UN BIBLISTA

    sono sempre a chiedere scusa per lo scandalo che si riceve, per ciò che succede, per ciò si dice oggi in questa chiesa – non – di Cristo, ma che questo vertice ci fa -quasi- credere che è di Cristo

    SIGNORE PIETA’

    Leggendo l’articolo di A.M. Valli dell’11.9.2018, mi domando:
    1- la testa che guida tali proposte è di persona vivente o
    per caso è di qualcuno che ha preso l’ascensore
    dall’inferno ed è salito fino a noi con la scusa di volerci
    insegnare qualcosa? (per esempio cosa si fa nel
    lettone….)
    2- ma quando Dio creo Adamo ed Eva, li creò senza sesso?
    se si, questa è la grande scoperta del tempo presente?
    3- se invece li ha creati con il sesso, possiamo pensare che
    il peccato originale sia proprio lì? data la tanta
    ingordigia di oggi? (è vero all’epoca non c’erani i
    testimoni Sosa e Spadaro – gesuiti)
    4- in tutti questi milioni di anni che Adamo e Eva abitano la
    Terra, perché si sono lasciati rubare questo piacere cosi
    grande “del lettone”?

    Sono troppo TRISTE per credere che uomini della vera Chiesa, possano pensare e condividere le validità di ciò che afferma Papa Bergoglio, specialmente quando tace davanti a certe denunce, invece parla quando nel suo ministero dovrebbe tacere.
    Dal Papa S. Gregorio Magno, sembra non aver imparato quasi nulla – questo è evidente –
    Ah già! a quel tempo non c’erano i gesuiti, ma si invocava lo Spirito del Santo Timore.

    CHE SCANDALO!!!!!!!!!

    Quando i gesuiti avranno perso la loro prosopopea arrogante, forse sarà troppo tardi

    VIENI PRESTO SIGNORE A LIBERARCI

    Ma le nuove generazioni che verranno, come potranno essere formati alla VERITA’ quando tutto è menzogna?
    Anche la BIBBIA sarà manipolata alla luce della logica
    lgbt?

    VIENI PRESTO SIGNORE

  • deutero.amedeo ha detto:

    Se io, per assurdo, fossi il confessore di S.S. Francesco, per penitenza per questi 5 anni di pessimo pontificato gli imporrei come penitenza per 8 ore al giorno per 3 anni lo studio della teologia biblica, e per altri due anni lo studio della teologia morale. Poi lo riammetterei a fare il Papa.

    Dio mi perdoni!

    • GIORGIO VIGNI ha detto:

      Dio Le perdoni che lo riammetterebbe a fare il papa.
      Cito:….la malvagità presuppone un certo spessore morale, forza di volontà ed intelligenza. L’idiota invece non si sofferma a ragionare, obbedisce all’istinto, come un animale nella stalla, convinto di agire nel bene e di aver sempre ragione.
      Si narra che accanto all ‘Inchiodato, vi fossero altri due inchiodati, un farabutto ed un idiota. Il farabutto è salito in paradiso con Lui.
      Ora, vexata quaestio, si tratta di capire se, nella fattispecie, siamo di fronte ad un farabutto od a un idiota.
      Noctem quiétam et finem perféctum concédat nobis Dóminus omnípotens. Amen.

      G. Vigni

  • Astore da Cerquapalmata ha detto:

    Se la richiesta di verità e di CHIAREZZA di coloro che i progressisti chiamano i “nemici del Papa” (dimenticando di quando ad essere considerati nemici, spesso a ragione, erano loro), dovesse servire anche solo a limitare le riforme moderniste, i “nemici” non si mostrerebbero in realtà come i più fedeli amici della Chiesa e del Papato?

  • deutero.amedeo ha detto:

    PAPA FRANCESCO
    MEDITAZIONE MATTUTINA NELLA CAPPELLA DELLA
    DOMUS SANCTAE MARTHAE
    La forza del vescovo
    Martedì, 11 settembre 2018

    (da: http://www.osservatoreromano.va)
    -In questi tempi sembra che il Grande Accusatore si sia sciolto e ce l’abbia con i vescovi, cercando di svelare i peccati, che si vedano, per scandalizzare il popolo-

    Inizia così la riflessione di Papa Francesco di questa mattina e poi seguita dicendo che cosa i vescovi dovrebbero essere. Come dire che molti di loro non lo sanno o se ne sono dimenticati. Complimenti!

    • Astore da Cerquapalmata ha detto:

      Il problema è che quei peccatori (OMOSESSUALI IMPENITENTI, PREDATORI SERIALI e OMERTOSI) non dovevano diventare Vescovi!
      Inoltre i peccati di queste persone sono spesso CRIMINI non sono stati rubati da paparazzi, ma vengono fuori da DENUNCE.
      E i credenti che ne parlano non è per fare gossip, ma per fare CHIAREZZA.
      E lo scandalo non nasce dal denunciare, ma dal TACERE.

    • Giov ha detto:

      Quindi lo “scandalo” è colpa di Satana, non dei vescovi.
      Ammazza che fine analisi…

    • Margherita ha detto:

      Vorrei informare Papa e vescovi che il popolo non si scandalizza neppure piu, semmai si sente tradito da chi avrebbe avuto il mandato per guidarlo.

      • Lucia ha detto:

        Cara Margherita hai ragione , io non sono scandalizzata per gli abusi sessuali e neanche che vescovi e cardinali per coprire i loro scandali si siano comportati da mafiosi , ma quelli che non erano coinvolti direttamente perche non hanno richiesto trasparenza , anche perche wuerl e mccarrik non sono solo omosessuali ma hanno abusato di giovani seminaristi che tranne eccezioni , erano entrati in seminario per diventare sacerdoti , loro invece li hanno abusati e pervertiti imponendogli il silenzio.In vaticano lo sanno che negli Usa e considerato un reato gravissimo fare sesso con dei sottoposti ? Forse e per questo che si e fatto poco oltretevere perche per la mentalita del sudeuropa e sudamericana non e una cosa grave?E quindi la cosa e passata come ” semplice”omosessualita , pensando quindi che il finto amore dei media mainstream verso Papa Francesco , avrebbe coperto le colpe dei collaboratori in vaticano anche questa volta? Cosa ne pensate cari amici? Ciao

  • Lucidator ha detto:

    Che pastori questi bergogliani!

    Segnalo un fatterello, poco importante rispetto all’infame comportamento di questo cardinale Wuerl, ma anch’esso non privo di significato.

    Durante la trasmissione Agorà, in onda stamattina su Rai 3, il bergoglianissimo arcivescovo Giancarlo Bregantini (presto anche per lui la berretta cardinalizia?) ha sostenuto che la domenica deve servire per la gita fuori porta della famiglia, per la visita dei musei locali, per il pranzo della festa et similia.
    Quando il giornalista Alessandro Giuli gli ha suggerito, anche se in modo un po’ provocatorio, che forse la domenica serviva anche per andare a messa, il prelato, visibilmente colto in fallo e alla sprovvista, ha risposto che questo “non rientra nel nostro programma”!

    Che pastori!

    • anna maria ha detto:

      In molte diocesi , durante tutto l’estate , le parrocchie di domenica non celebrano la mattina , ma solo in tarda serata ! Le chiese rigorosamente chiuse la domenica mattina e pomeriggio : così la gente la domenica , per tre lunghi mesi , sono costretti a vivere senza messa, e senza neanche la possibilità di pregare davanti a Gesù Eucaristia, presente nel tabernacolo. I giovani , i ragazzi, gli anziani , gli ammalati , che non hanno la macchina per raggiungere i santuari , per partecipare alla Messa e vivere l’incontro domenicale con Gesù, perdono la Santa Messa e il dono dell’Eucaristia. Ma soprattutto a livello educativo pastorale quale messaggio giunge alla gente e soprattutto ai giovani ? GESU’ L’ESTATE VA IN VACANZA !

  • Astore da Cerquapalmata ha detto:

    Non capisco bene la posizione di ALETEIA, un sito web cattolico molto ben fatto e che sembra essere sulla stessa lunghezza d’onda del compianto Mons. Caffarra, che non pone in evidenza la confusione che regna nella Chiesa da 5 anni a questa parte (preti omosessuali “sposati”, cardinali di recente nomina modernisti, Vescovi che, specie in Germania, non rifiutano la Comunione a conviventi, atei, protestanti, omosessuali praticanti…) e come ad ogni richiesta di chiarezza al riguardo il Papa rifiuta di rispondere aumentando la confusione.
    Certo, i silenzi del Papa si possono interpretare come atti a proteggere la Chiesa, ma di cosa, visto che più danni di quelli che hanno fatto gli omosessuali e l’omertà su di loro non pare possibile si possa fare?
    Chiedere chiarezza non è essere CONTRO il Papa, ma essere per la VERITA’ di cui il Papa deve essere ministro. E non è essere nemici del Papa, ma essere nemici della confusione in cui la menzogna trae solo giovamento.
    Se il Papa tace per qualche motivo, dica almeno il motivo

  • Adriana ha detto:

    Pur comprendendo l’indignazione di padre Ariel noto una fondamentale incongruenza nel suo ragionamento . In un incendio si salvano i Vangeli ,non S. Tommaso né Aristotele-vecchiumi- Però elogia la logica della scolastica che a questi 2 deve ,praticamente ,tutto, cui anche il suo pensiero esposto nell’Isola di Patmos appare debitore. Si decida.

  • Ecclesia afflicta ha detto:

    La chiesa americana è in subbuglio, con i vescovi che giustamente chiedono spiegazioni. La chiesa italiana invece tace. Come mai i vescovi italiani non aprono bocca? Cosa ci stanno a fare?
    La mia impressione è che la chiesa italiana, la CEI, sia spiritualmente morta. Neanche un vescovo che esprima una minima perplessità su questo pontificato e le sue scandalose promozioni? Stanno aspettando di vedere come va a finire per saltare sul carro del vincitore?

  • Nicola B. ha detto:

    Leggete ciò che la Madonna ha rivelato a Bruno Cornacchiola sul futuro della Chiesa e riportato nell’occhiello di questo articolo.

    LA SANTA VERGINE A BRUNO CORNACCHIOLA :”Molti dei miei figli Sacerdoti si spoglieranno nello spirito, internamente, e nel corpo, esternamente, cioè gettando i segni esterni sacerdotali. Le eresie aumenteranno. Gli errori entreranno nel cuore dei figli della Chiesa. Vi saranno confusioni spirituali, vi saranno confusioni dottrinali, vi saranno scandali, vi saranno lotte nella stessa Chiesa, interne ed esterne. Pregate e fate penitenza. Amatevi e perdonatevi. Questa è l’azione vera, lucente, piena di Carità. E’ la più bella penitenza. La più efficace penitenza è l’Amore”. OGGI NELL’ANNIVERSARIO DELLA SUA APPARIZIONE ALLE TRE FONTANE… – JOSEPH RATZINGER :B16 e G.GÄNSWEIN
    https://benedettoxviblog.wordpress.com/2017/04/12/la-santa-vergine-a-bruno-cornacchiola-molti-dei-miei-figli-sacerdoti-si-spoglieranno-nello-spirito-internamente-e-nel-corpo-esternamente-cioe-gettando-i-segni-esterni-sacerdotali-le-eresie-aum/

  • Valeria Fusetti ha detto:

    Caro dott. Tosatti, le due domande saranno anche semplici ma le risposte non proprio. È evidente che si sta preparando una risposta ufficiale che dorvrà andare bene per tutti senza che il santo padre debba rendere conto delle sue scelte, e coperture, di omosessuali predatori o “semplicemente” tenutari di bordelli privati, con boy frends che vanno e che vengono… Né che debba epurare la solida, apprezzata e protetta rete omoeretica che, ormai, è riuscita ad impadronirsi della Chiesa. Dopo tanta fatica le pare che permetterà ai detestati tradizionalisti di rovinare tutto ? Come si dice ? “El pueblo unido jamas sarà vencido” ! Tutto mi sembra indicare questa strategia: a) aveva detto che avrebbe combattuto i pedofili, non gli omoeretici né le lesbicoeretiche, per cui non ha derogato dai suoi impegni, b) la tracotanza di Wuerl dopo aver parlato con il papa è sintomatica di chi si sente garantito.c) sembra, secondo il noto piegakukkiai, che si sia trovato il modo di usare i “ricordi” del papa emerito per salvare la faccia (per così dire) dell’ attuale dalle accuse di Viganò il Vecchio. Forse con i mezzi di Viganò il Giovane ? Con altri mezzi ? Si vedrà. d) Solo allora il papa imperante avrà – forse – la benevolenza di accogliere il card. Di Nardo. Forse, e non certo per annullare il Sinodo dei Giovani… cosa ne direbbe mai il gesuita Martin et similia visto che verrebbe annullata una bella vasca piena di pesciolini in cui spargere il loro velenoso mangime ? Le pare che possano correre un rischio del genere ?

    • natan ha detto:

      l’augusto sovrano a chiusura del sinodo dei giovani autorizzerà lo spettacolo di M. Youcernar “Le memorie di Adriano” presso la villa di Tivoli . la regia è di Mons Ricca.

    • Lucidator ha detto:

      Previsione lucida e intelligente. Purtroppo anche orrifica e immensamente triste.

  • Patrizia ha detto:

    @ Luigi
    Anchh’io leggendo gli articoli di Aldo Maria Valli e di Padre Ariel sono rimasta inorridita,non so che cosa ci sia da fare piu’.

  • Lucia ha detto:

    E per chi volesse leggere un altra storia di amore tra preti c e Libero quotidiano , sempre Usa , diocesi di Chigago.Ma questi (ed altri) perche si sono fatti preti? Non potevano starsene a casa loro? Perche sono entrati in seminario? .Nonostante tutto io NON capisco!

    • Pierluigi ha detto:

      Lucia,
      La risposta al tuo quesito è per me molto semplice: certi ambienti, pieni di adolescenti e giovani adulti, attirano gli abusatori e gli omosessuali come il miele con il mosche.
      Mettiamoci anche che l’unica rivoluzione del ’68 che sia ahimè riuscita è quella della pseudo liberazione sessuale (pseudo in quanto in realtà l’essere umano è tanto più libero quanto più lo spirito è messo in grado di dominare gli istinti) lo sdoganamento dei desideri egoistici porta ad una loro continua insoddisfazione e ricerca sempre più spinta e aberrante.
      Aggiungiamoci, purtroppo, che negli ultimi 50 anni sempre più vescovi (vescovo significa sorvegliante) hanno omesso, evidentemente, il loro doveroso controllo su cosa si insegna e si fa nei seminari di competenza e che molti di questi seminaristi sono poi diventati preti e vescovi (creando reti criminali di ricatti w controricatti) e tutto, purtroppo, si spiega.

  • deutero.amedeo ha detto:

    Credo che faremo in tempo a morire tutti prima che il Papa regnante ammetta almeno una volta di avere sbagliato.
    O è perfetto o, se non lo è, è bugiardo con se stesso e con gli altri, noi compresi. A voi la scelta e a lui il dono del discernimento.

  • Paolo Giuseppe ha detto:

    – Facciamo finta che il giornalista George Neumayr sia un monello;
    – facciamo finta che Viganò (quello vero) sia un monello;
    – facciamo finta che i quattro cardinali dei “dubia” fossero monelli;
    – facciamo finta che tutti quelli che criticano Papa Francesco siano monelli;
    – facciamo finta che…ecc., ecc.
    Ammettiamo pure tutto questo, ma caro Papa Francesco, mi viene il dubbio che in seno a Santa Madre Chiesa ci sia qualche piccolo problema, o no?
    Ma, caro Papa Francesco, sei seduto sul seggiolone del Papa da cinque anni e mezzo e ho l’impressione che i problemi invece di calare, crescano. Quelli che denunciano misfatti da parte di uomini di Chiesa sono tutti idioti ?
    Se io oggi mi interrogo e mi domando: quale è la mia guida spirituale suprema? Se ho dei dubbi a quale istanza mi rivolgo? Se oggi protestanti o cattolici è la stessa cosa (vedi Lund), se omosessuali o eterosessuali è uguale (vedi vescovi e preti possibilisti), se divorziati o no è uguale, se la porchetta sullo spiedo con relativo pranzo in chiesa va bene, se nominare vescovi suonati come campane va bene, se il vescovo Barros del Cile va bene, anzi ho sbagliato va meno bene, se un Papa, dico un Papa, dona un gelato, dico un gelato, ai migranti (migranti?), io che faccio? Per salvare la mia anima a chi mi rivolgo? A Mc Carrick?

  • Luigi ha detto:

    Buongiorno! Che bello vedere questa “Chiesa” misericordista e inclusiva all’opera…
    Vi consiglio anche la lettura di 2 articoli nuovi di Aldo Maria Valli e Don Ariel di Gualdo:
    Dalle donne cardinale ai matrimoni omosessuali. Significative connessioni seguendo le tracce del gesuita Keenan – Aldo Maria Valli
    https://www.aldomariavalli.it/2018/09/11/dalle-donne-cardinale-ai-matrimoni-omosessuali-significative-connessioni-seguendo-le-tracce-del-gesuita-keenan/
    Dinanzi ad una Chiesa visibile affetta da una decadenza dottrinale e morale irreversibile, è necessario aprire quanto prima la banca del seme – L’ISOLA DI PATMOS
    http://isoladipatmos.com/dinanzi-ad-una-chiesa-visibile-affetta-da-una-decadenza-dottrinale-e-morale-irreversibile-e-necessario-aprire-quanto-prima-la-banca-del-seme/

    • Adriana ha detto:

      Luigi,
      la lettura del ben documentato articolo di Aldo Maria Valli conduce a una “curiosa” constatazione . Le donne “portavoci” del “diritto femminile” di parola e azione in ambito ecclesiastico sono assai poco devote a tale causa. Si comportano come “truppe cammellate” al seguito dei LGBT. Per costoro donna non è certo -e giustamente- sinonimo di danno ma di omosessuale .- non lo considero una promozione sul campo . Da sole , quindi ,riconoscono di non valere una cippa.( né intellettualmente né umanamente) Come donna ,mi vergogno per loro . Queste non sono clerico-femministe ma clerico omosessualiste che pretendono di rappresentare TUTTE le donne usando i sistemi “libertari” di una Asia Argento da promuovere “Santa-subito” per Cristiani Adulti.

      • Maria Cristina ha detto:

        Cara Adriana
        Ci fosse oggi una Ildegarda di Bingen o una Caterina da Siena o una Teresa d’ Avila o una Faustina Kowalska….
        Purtroppo abbiamo i cloni clericali di Simone de Beauvoir , Monique Witting ed Emma Bonino .. e pure cloni mal riusciti.
        Piu’ brutti dell’ originale.

        • Adriana ha detto:

          Maria Cristina cara,
          concordo : infatti penso che se Monique Witting avesse voluto onorare con una corona sotto l’Arc de Triomphe la figura di una donna indipendente e libera -in senso moderno-avrebbe scelto ( cristianamente) Giovanna d’Arco, (non cristianamente e polemicamente ) Ipazia, (scientificamente e come modello di disinteresse) Maria Curie.Invece scelse una anonima ignota come simbolo esclusivo di femminilità schiacciata dal maschile.Un vuoto che per assumere una fisionomia DEVE assumere i connotati di lesbica. O così o nulla. Naturalmente tutto ciò a livello ideologico-la pratica è ben diversa e riconosco che molte donne hanno profittato della loro seduttività per viverci su-comodamente.Però tale ideologia si è infiltrata nella società e nei gangli della neo-chiesa.Ora queste sedicenti -pensatrici (prive di amor proprio) esigono di esser ordinate sacerdotesse o vescove.

        • Adriana ha detto:

          A Maria Cristina,
          continuo e concludo. Le -nuove- pensatrici vanno semplicemente alla ricerca del potere ( di apparire convincenti alla folla e di quello economico e di prestigio sociale senza merito e senza capacità).Si rifugiano dietro alla protezione delle schiere LGBT come le vecchie Baccanti dietro a quelle dell’androgino Dioniso e uccidono-moralmente-chi le contrasta come,-praticamente- facevano le Baccanti.Si creino una religione a sé stante allora con sacerdotesse (magari carine) ad hoc ! Giovanni ha ragione , il ditino alzato moralizzatore di troppi Sinistri
          ha allontanato disgustati molti laici. Ricuperiamoli !

      • Aĺice ha detto:

        Sono d’accordo con Adriana. Non si parla qui delle monache che cercano di conquistarsi il Paradiso in un qualche convento di un qualche ordine contemplativo o che prestßno la loro opera in ospedali e ricoveri

        Per queste monache invece di è inventato una specie di controllo dei beni conventualì

      • Giov ha detto:

        Le femministe sono le truppe al seguito degli LGBT (e dei migranti) in tutto il mondo.
        Sarebbe anche ora di far capire che nella Chiesa sta succedendo esattamente quanto si sta imponendo nel mondo globalizzato… ma farlo capire a chi religioso non è!
        Ci sono milioni di persone là fuori (i cosiddetti “populisti”) che combattono questo andazzo, sarebbe ora di comunicare loro cosa stanno facendo alla Chiesa e perché, invece di lasciarli convinti che i preti “sono tutti pedofili”.
        Sono una folla enorme, una moltitudine di “combattenti” contro il mostro globale, che potrebbero difendere la Chiesa anche se non per ragioni religiose.
        Io ci penserei…

        • EquesFidus ha detto:

          Io invece per niente: la storia lo dimostra, tentare di unirsi al mondo per batterlo implica solo il tradimento e l’eresia. Piuttosto, è ora che i cattolici tradizionali abbandonino il tradizionalismo e comincino a darsi da fare, tutti loro.

  • Anna ha detto:

    Paolo VI aveva parlato di fumo di satana entrato in Vaticano, oggi si può parlare di anticristo che si sta insediando, con la complicità di molti del clero e laici che hanno tradito Cristo.

  • pier luigi Tossani ha detto:

    Certo, certo. Magari non grande stile, questo Neumayr, ma ormai il comportamento di Bergoglio ha fatto tracimare ogni argine.

    Ma secondo me, è paradossale che, sulla scorta di questo scandalo, resti in ombra il fatto, eclatante e palese, che il Pontefice regnante non abbia mai risposto ai “Dubia”, il contenuto del primo dei quali sostanzialmente chiedeva: “Santità, abbiamo capito male, o Lei, in AL, cap. 8, nn. 300-305, voleva sdoganare l’adulterio?…”

    Cioè, è questa cosa, ancor prima del caso Vigano’, che avrebbe dovuto provocare una sollevazione nella cristianità. Evidentemente, ci siamo indeboliti…

    • Luigi ha detto:

      Azzardo un pensiero. Nella Chiesa si è instaurato un sistema molto simile al modus operandi di una certa sinistra. Innanzitutto apparire come positivi e solidali con tutti facendo credere di essere misericordiosi, creando un sistema di simpatie e alleanze. Soprattutto con chi conta: giornalisti in primis. Poi piano piano mettere all’angolo chi dissente definendolo reazionario e ultraconservatore. Quindi “narcotizzare” l’opinione pubblica dando “caramelle” qui e là. E, cosa molto importante, piazzare i propri sostenitori nei punti chiave del potere. Non dimentichiamo che la maggioranza dei cattolici è affetta da una “sindrome di sudditanza” nei confronti della gerarchia (sacerdoti, Vesvovi, Papi). Con questa strategia il gioco del silenzio è fatto.
      I famosi “ponti” che devono essere inclusivi servono proprio a questo scopo, altro che annunciare Cristo.

      • Maria Cristina ha detto:

        Nella Chiesa come giustamente dice il sig. Pier Luigi Tossani la sollevazione ci doveva essere gia’ di fronte alla mancata risposta ai dubia dei quattro cardinali , di cui almeno uno il card. Caffarra era un sant’ Uomo non ascrivibile ad alcuna cordata ecclesiastica e che e’ morto di crepacuore non solo per la mancata risposta ma per il rifiuto di Papa Francesco di riceverlo in udienza.
        La sollevazione ci doveva essere enon c’ e’ stata. Ma i nodi vengono al pettine come si suol dire.
        Ora tutta la rabbia e la frustrazione contro l’arroganza e la furbizia di questo pontificato sono arrivate al punto di ebollizione, ora la pentola a pressione sta cominciando a scoppiare. Gia’ le prime avvisaglie col caso del Cile e con la fallimentare comunicazione sui casi Barros.
        Ora e’ il Redde Rationem. Se fossi nei piedi di questa gerarchia ecclesiastica comincerei a dubitare della propria “ furbizia” ( sono un po’ furbo..so muovermi, disse Papa Francesco) e comincerei a raccomandare l’ anima a Dio.

  • Giovanni ha detto:

    Invece di continuare a chiedere scusa a tutti per conto di una Chiesa in sé innocente, non sarebbe il caso che questi prelati chiedessero scusa per sé stessi?

  • EquesFidus ha detto:

    Non è vero: a Roma ci sentono benissimo, è solo che vige un clima molto brutto in questi ultimi anni, un clima più simile ad una dittatura (vedasi l’imporre certi appellativi ed invocare certe misure per distruggere gli oppositori e poi fare esattamente il contrario quando ciò toccherebbe il gruppo della “mafia di San Gallo” e sodali) che ad una monarchia.