RVC NE È SICURO. VIGANÒ HA AGITO PER ONESTÀ, NON PER VENDETTA. TUTTA LA SUA CARRIERA LO DIMOSTRA.

2 settembre 2018 Pubblicato da --

Marco Tosatti

Romana Vulneratus Curia, RVC per amici e nemici, ci offre una sua interpretazione dei motivi che hanno spinto l’arcivescovo Carlo Maria Viganò a rendere pubblica la sua testimonianza. Ne ha parlato con un amico, che conosce l’ex Nunzio da molti anni, persino da prima che lavorasse in Curia. E ci dà una lettura dei fatti molto interessante. Buona lettura.

“Caro Tosatti, essendo stato all’estero per un periodo prolungato ho faticato a seguire la “denuncia di Viganò” nella sua interezza, mi son limitato a leggere in questi due giorni quanti più giornali possibile e discuterne con un amico che sembra essere ben informato. Credo possa esser utile ai lettori di Stilum Curiae leggere anche questa interpretazione di ciò che potrebbe esser successo, per comprendere, magari meglio, le disordinate interpretazioni delle motivazioni che hanno determinato la decisione di mons.Viganò di pubblicare il documento e le accuse a lui mosse da più parti. Ma potrebbe anche esser utile a tanti santi sacerdoti, non sufficientemente informati, per trovare alcune ragioni di dubbio sulla loro certezza dell’errore commesso da Viganò nel far pubblicare detto documento invece di seguire procedure diverse; andare per via gerarchica, o restare in silenzio, limitandosi a pregare. Detta spiegazione dell’amico e la mia interpretazione della vicenda, portano a questa sintesi : le ragioni per cui mons.Viganò è stato punito, con ben tre interventi, sono la conseguenza del suo comportamento responsabile di ieri.

Non sono le punizioni ricevute ieri la causa della sua decisione di oggi di pubblicare il documento. Detta pubblicazione sembra essere da lui stata decisa proprio perché non son state rimosse le cause che ieri aveva responsabilmente denunciato. Secondo quanto leggiamo sui giornali le tre punizioni inflittegli, per le quali avrebbe nutrito sentimenti di vendetta, sono state: – Esser sollevato dal suo incarico di segretario generale del Governatorato della Città del Vaticano e non esser nominato Governatore come previsto. – Non esser nominato Cardinale come promesso. – Essere allontanato dal Vaticano e inviato a fare il Nunzio -.

Bene, sembrerebbe che tutte e tre le “punizioni “, che secondo i commentatori a lui ostili hanno originato il suo desiderio di vendetta, gli siano state inflitte proprio perché ieri ha fatto il suo dovere, lo stesso che oggi sta ancora cercando di fare, assumendosi tutte le responsabilità personali. Tutte le “punizioni” sono conseguenza della sua lotta contro alcuni disordini di carattere sessuale (e non solo) scoperti e delle sue denunce (per via formale gerarchica) conseguenti.

Ci viene spiegato, da parte di chi lo conosce bene, che la sua lotta verso questi disordini iniziò anni addietro, prima della sua nomina al Governatorato, quando ebbe incarico di investigare questi fatti in un seminario. Lì cominciò a farsi nemici potenti che lo perseguitarono, avvalendosi anche di lettere anonime e articoli firmati con pseudonimi. Poi continuò durante l’incarico al Governatorato, dove ebbe il coraggio di non lasciarsi intimidire, ed andò avanti e oltre…. Non si dimentichi che fu la pubblicazione di parte di un suo documento riservato a Papa Benedetto a dare inizio a Vatileaks I”.







Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa” fino a quando non fu troppo molesto.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina.




LIBRI DI MARCO TOSATTI

Se siete interessati a un libro, cliccate sul titolo.



UNO STILUM NELLA CARNE. 2017: DIARIO IMPIETOSO DI UNA CHIESA IN USCITA (E CADUTA) LIBERA

FATIMA, IL SEGRETO NON SVELATO E IL FUTURO DELLA CHIESA

SANTI INDEMONIATI: CASI STRAORDINARI DI POSSESSIONE

PADRE PIO CONTRO SATANA. LA BATTAGLIA FINALE

Padre Pío contra Satanás

Tag: ,

Categoria:

Questo articolo è stato scritto da wp_7512482

31 commenti

  • paola ricci ha detto:

    Visti che a quanto pare anche un ipotetico Agostino Bottoni legge questo sito e i suoi commenti, vorrei dire a chi di dovere che questa affermazione del papa (minuscolo voluto) preghiera e silenzio, come scelta, è senz’altro la peggiore possibile, tradotto con il classico “ma ci prende per stupidi”? Se anche ci fosse qualche religioso che lo ascoltasse … Non sarebbe lo stesso per quei pochi fedeli che ancora credono nella Chiesa e che grazie a queste illuminate e saggie parole si sentono cadere le braccia e crollare la voglia di difendere la chiesa di papa bergoglio, che non è certamente la Sposa di Cristo. Io comunque da – teologa quale sono -, posso dare in scienza e coscienza che questa è la chiesa del gesuita Rahner, quello stesso gesuita che appena prima di diventare il grande consigliere del CVII era in odore di scomunica per le sue illuminate idee e divideva il suo tempo tra pensieri “teologici” e infuocate lettere giornaliere alla donna da lui amata e che gli si negava in quanto già impegnata con un altro (importante) ecclesiastico (e mono male che almeno era una lei) Se la chiesa del CVII è stata pronta ad accogliere e seguire Rahnner come ci si può meravigliare poi dei frutti di tale Concilio?

  • Gaetano2 ha detto:

    Ho letto su internet che Bergoglio chiede di pregare, bene: propongo una novena, anzi una diciottena a san Lutero per Bergoglio, essù non siate pigri…

  • Rosa ha detto:

    Scusate ma che vuol dire Romana Vulneratus Curia?
    E Vulneratus che è maschile?

  • Monica ha detto:

    HT
    Ma come mai Ricca, Macron… salutano il Papa a gesto di carezza con la mano sinistra? È un nuovo modo di salutare il Papa che non conosciamo?

  • Giov ha detto:

    Ribadisco quello che ho detto altrove: la Chiesa Cattolica è diventata il posto di lavoro per gai. Con possibilità di carriera, potere e soldi.

    Penso che da anni i seminari siano frequentati solo da “amichetti di”, che puntano a un posto di lavoro comodo. Non c’è neanche un credente tra costoro, d’altronde si vede da come si abbandonano alla bella vita e se ne fregano bellamente di dottrina e liturgia. Ovviamente, fanno purghe e cacciano chi ha tendenze diverse dalle loro in modo da preservare tale Paese dei Balocchi per gai.
    Chiunque si faccia illusioni su una situazione diversa è meglio che si svegli in fretta. Santi sacerdoti esistono, ma sono anziani, isolati, o sedevacantisti. Tutto il resto è un immenso Luna Park tra sesso droga e rock ‘n roll, e pensare che simili soggetti hanno in mano anche lo Ior e tutto l’immenso patrimonio vaticano mette i brividi.

    Il ripulisti generale lo vedo quasi impossibile. Il sistema è organizzato anche, probabilmente, con armi di ricatto tenute nei cassetti verso politici, giudici, giornalisti e chiunque possa mettere i bastoni tra le ruote.
    Per me la Chiesa è persa.

    • carla ha detto:

      il gesuita Martin ha scritto su facebook la soluzione a tutti i mali: preti sposati…
      Ha anche detto che Bergoglio una parola la dirà: una sola!

      • Anima ha detto:

        Ma che sposarsi! Detto da chi? Da un gesuita omosessuale?Che valore morale elevato….Cosi diventerebbe un altro mestiere. Il matrimonio é giá una vocazione senza aggiungere ulteriori pesi. E non salvaguardia dal tradimento e nemmeno dalla ricerca di stimoli diversi. La veritá é che non ci sono credenti non sono vocati o almeno credevano di esserlo . Si sono accasati! Se fossero Chiamati non dico che sarebbe semplice essere casti, ma sicuramente piú coscienti del peccato. Ci sono laici che vivono in castità pur non avendo vincoli, cosa che questa gente sia eteroclericale che omoclericale non capisce. Il sacerdozio non é un mestiere, andate a faticare e a fornicare fuori dalla casa di Dio!

      • virro ha detto:

        Non credo che il problema vero sia preti sposati SI, preti sposati NO.
        Vogliamo domandare alla chiesa Greca/Ortodossa come è il prete sposato?

        Le famiglie consegnano i loro figli alla Chiesa, perché educati con amore verso l’Amore per Gesù, per la Sua Parola….
        Invece quei depravati -i cui nomi oggi sono alla ribalta sull’intero pianeta- non dovrebbero entrare nei seminari.
        5° comandamento : NON UCCIDERE
        Chi restituirà a questi giovani seminaristi la quiete e la gioia che avevano al momento del loro ingresso a quella nuova vita?
        Invece loro intrepidi vi spadroneggiano, sia sull’istituzione che sulle persone.
        Il Capo Supremo che dovrebbe parlare, a difesa di questi giovani innocenti, invece TACE.
        Il Capo Supremo che dovrebbe guidare, invece ha portato a Roma il suo pupillo, beffardo, che si permette di dare suggerimenti…

    • anna maria ha detto:

      Gesù ha esortato tutti i suoi discepoli a ” pregare il Padrone della messe perché mandi operai alla sua messe”. Fidiamoci della Sua autorevole Parola , della Sua promessa ! Chiediamo con fiducia al Padre , il dono di nuovi e santi sacerdoti alla Sua Chiesa. Non cediamo allo scoraggiamento . Così sarebbe la vittoria del ” nemico” . Gesù disse al fedele Giairo, che aveva appena saputo, dai suoi servitori, che la sua amata bambina era ormai morta :” Tu continua ad aver fede” ! Egli ubbidì e seguì con fiducia Gesù, che entrava nella stanza della bambina. Fu così che Gesù operò il grande miracolo della resurrezione della piccola ! Oggi, in questa situazione terribile , caotica e problematica, Gesù dice ancora a noi, con autorità e fermezza : ” Tu continua ad aver fede ” ! Seguiamo Gesù e crediamo nella Sua onnipotenza , la nostra amata Chiesa risorgerà ! Continuiamo ad aver fede e chiediamo, ancora una volta al Padre di mandare nuovi e santi sacerdoti nella Vigna del Signore.

  • Ángel Manuel González Fernández ha detto:

    Marcelo González: un argentino che conosce bene Jorge Mario:
    “Francesco è già storia, benché dia battaglia dopo morto, insufflato per l’istinto di conservazione proprio e del suo ambiente. Molti vedono come si sgretola il fantoccio che promossero al pontificato, in buona misura senza conoscerlo. Un fantoccio con vocazione di tiranno. Bergoglio è stato sempre ugualmente, almeno da quando arrivò all’arcivescovato da Buenos Aires. Sempre duplice, confuso, arruffone, sinuoso sempre circondato nel suo circuito di fiducia, è un modo di dire, per persone di brutta fama meritata. Persona immorali e con troppa frequenza pervertite. Persone miserabili ai che in uno o un altro momento li “aveva salvati la vita”, e giovani ansiosi di potere. È stato sempre un straordinario manipolatore di persone e loquace giocoliere di concetti, con viso pietroso, resistente a qualunque bugia. Niente gli fa tacca, apparentemente, benché tanto ogni – con un grado di violenza verbale, oscena che scuote – libera le sue ire.
    Bergolio è memore. Ricorda tutto e prepara le sue vendette. È un malato del potere e della vendetta”:
    http://panoramacatolico.info/articulo/lo-que-viene-detras-de-francisco

  • nini ha detto:

    esiste un peccato ,generale, chiamato di “omissione”.Cioè mancare a fare,dire,informare su argomenti che possono nuocere altre persone se non evidenziati.C.M.Viganò credo si sia attenuto a questo.Ogni “vendetta sulla sua persona riveste una forma di persecuzione non oggettiva e razionale.Ciò vale per tutti i crdenti.Gesù raccomanda sull’ammonire i fratelli:prima avvertilo a tu per tu,poi torna ad avvertirlo con due testimoni ma in modo riservato;se non ti ascolta ,allora denuncialo ai tribunali.Queste sono regole che pescano direttamente nel s.Vangelo.Il martirio è però assicurato a chi le mette in pratica.Come Gesù.

    • Klaus ha detto:

      Per essere precisi la correptio evangelica di Mt. 18, 15-17 prevede la denuncia pubblica alla comunità (dic ecclesiae) dopo i due tentativi privati falliti. Voler rimettere tutto ai tribunali, comporta la riconduzione della colpa e anche della pena ad una visione esclusivamente giuridica, prerogativa dello Stato e non certo della Chiesa!

  • Klaus B ha detto:

    Per rendersi conto della verosimiglianza di questa versione, basta considerare quanto accaduto a Don Ariel dell’Isola di Patmos e da lui dettagliatamente raccontato più volte.

  • geffry ha detto:

    Interessanti queste considerazioni di RVC , permetteno di chiarire le cause di ciò che è avvenuto , soprattutto la conclusione. E’ vero , Vatileaks inizia proprio con la fuga di un documento di Viganò che accusa il segretario di stato , che poi quindi si vendica ( da quello che ricordo) . Chissà se lei Tosatti potesse chiedere a RVC di cercare di approfondire le vicende precedenti la nomina al Governatorato . Mi sa che sta iniziando una specie di Vatileaks III , Ma il Papa non se ne rende conto ?

  • Adriana ha detto:

    Il Giornale di ieri pubblicava un articolo sulle “malversazioni” di Viganò nel seno della sua propria famiglia . Se ne deduceva che era un fratello crudele ,infido ,avido e plagiatore…e che perciò non andava ascoltato né seguito……. Con Rigoletto è d’uopo cantare : ” Cortigiani , vil RAZZA dannata …” Beh ! Per esser moderni-sti mettiamoci ETNIA .

    • geffry ha detto:

      fu proprio sul Giornale che iniziò una campagna contro Viganò ( nel 2010 ) con articolo con firma di fantasia ( mi pare TO’s) che molti identificarono con TOrnielli . ma si scoprì che era pseudonimo di altra persona.

  • Ángel Manuel González Fernández ha detto:

    Caro Direttore:
    Ancora hanno tempo – minimo 10 anni più – affinché con indizi di prova e prove possano dimostrare che Francesco è il profetizzato “Pastore stolto e Falso profeta” di Zaccaria e Apocalisse.
    Saluti.
    “Pastore stolto e Falso profeta” Fracesco:
    “Io non dirò una parola su questo»
    VIETATO LAMENTARSI

  • Astore da Cerquapalmata ha detto:

    Riguardo al post il racconto mi sembra decisamente verosimile in quanto la lobby omosessuale in Vaticano pare potentissima e capare di agire non apertamente, ma in modo occulto.
    Se il Vaticano è lo Stato con più omosessuali al mondo ciò è dovuto che gli omosessuali, subdolamente, creano le condizioni per far cacciare i loro nemici e per far nominare i loro amici.
    I figli delle tenebre, ha detto Gesù, sono più ASTUTI dei figli della luce.
    Da Papa Francesco mi aspettavo un repulisti che non c’è stato.
    Forse è difficile anche per un Papa, ma la situazione sembra addirittura peggiorata

  • Astore da Cerquapalmata ha detto:

    Intendo dire: perché la denuncia solo dopo che il Papa aveva rimosso McCarrick dal collegio cardinalizio?
    Se qualcuno ha delle ipotesi sarei contento di leggerle

    • wp_7512482 ha detto:

      Credo di averlo già scritto, ma lo ripeto. Un sito paravaticano,in un articolo su McCarrick, ha fatto insinuazioni e allusioni ai due nunzi precedenti, Sambi e Montalvo, entrambi deceduti, per cui non in grado di difendersi, e su Benedetto XVI, che anche lui è diciamo un po’ impedito, vista la sua posizione. Da quello che ho capito, è stata la classica goccia che ha fatto traboccare il vaso. Ah lo zelo dei cortigiani quanti danni può fare…

  • Astore da Cerquapalmata ha detto:

    Ritengo molto probabile anche io che la denuncia di Viganò sia veritiera, perché chi fa una cosa del genere senza delle PROVE è uno sprovveduto. Tanto è vero che se Viganò non è stato SMENTITO è perché, immagino, NON PUO’ essere smentito.
    Ho però un dubbio: perché non ha parlato quando McCarrick era ancora Cardinale. Forse c’è un motivo che non conosco

  • Valeria Fusetti ha detto:

    Quanto dichiarato da RVC è coerente con quanto emerso sino ad ora, comparando i fatti con le dichiarazioni. Adire la via gerarchica se era utile solo a farsi dei nemici potenti decenni fa, e così mefiticamente potenti da costringere un Papa alle dimissioni per impossibilità di adempiere il proprio mandato petrino sino in fondo oggi, dopo la cura “Mafia di S.Gallo”, cosa mai potrebbe succedere ? La parte sacerdotale, e non, che indica come via “santa e sicura” quella tenuta da Padre Pio, non tiene conto che in quel caso si trattava di una questione personale, qui si tratta di migliaia di persone violate, di migliaia di famiglie ridotte alla disperazione e allo sconforto, tradite da chi avevano amato e rispettato, e a cui aveva affidato i propri figli, da milioni di fedeli scandalizzati più e più vo!te, ed infine dall’ aver dato armi efficaci al Nemico di nostro Signore per calunniare Lui e la Sua Sposa. Questo atteggiamento a me ricorda più Ponzio Pilato che non S. Pio, per cui chi ha iniziato questa battaglia la sta facendo non contro carne e sangue, bensì contro i! principe di questo mondo. Le preghiere devono esserci ma a sostegno di quest’ opera che guarda al bene e alla purificazione della Chiesa, Una, Santa, Cattolica, Aposto!ica, così come l’ ha creata il Signore e come deve tendere ad essere.

  • Nuccio Viglietti ha detto:

    Povero bipede idiota pervaso abbondanza nequizie…scorie di animo…
    https://ilgattomattoquotidiano.wordpress.com/

  • Agostino Bottoni ha detto:

    Sono balle! Questo è un altro post scritto dallo stesso Viganò! Per cercare di costruirsi una credibilità che non ha!

    • wp_7512482 ha detto:

      Ma pensi Lei se Viganò si mette a scrivere su Stilum Curiae! Magari!

      • geffry ha detto:

        Tosatti, potrebbe chiedere a questo pseudonimo di Spadaro ( Agostino Bottoni) di spiegare il perchè Viganò NON ha credibilità ? Cosi anche noi tutti possiamo concordare , oppure convincerci che Viganò non scrive su Stilum Curiae ,ma Spadaro(Bergoglio) si.

    • Vito ha detto:

      Bergoglio, invece, sarebbe credibile?
      Uno che ha piazzato e continua a piazzare omosessuali praticanti e attivisti LGBT nei posti di chiave del Vaticano.
      Ma mi faccia il piacere,,,

  • Nicola B. ha detto:

    Onore a Carlo Maria Viganò . Alla fine la Verità verrà a galla. La Vittoria del male è solo temporanea. Preghiamo per Lui.

  • Nicola B. ha detto:

    Per LUCIA. Per quanto riguarda Bruno Cornacchiola e la sua Visione/Rivelazione ricevuta dalla Madonna riguardo ciò che fecero i musulmani arrivati a Roma, devi leggere il libro di SAVERIO GAETA- IL VEGGENTE. ILSEGRETO DELLE TRE FONTANE- EDIZIONI SALANI. Contiene tutte le visioni e rivelazioni che Cornacchiola ricevette da Maria Santissima durante il corso della sua vita.

    https://www.ibs.it/veggente-segreto-delle-tre-fontane-libro-saverio-gaeta/e/9788869184864