PAPA E CHIESA BERSAGLI DEL POMPEIPRIDE. FONTANA A SPADAFORA: FAMIGLIA QUELLA DELLA COSTITUZIONE.

1 luglio 2018 Pubblicato da --

Marco Tosatti

Ieri abbiamo scritto che forse da parte del santuario di Pompei, non riuscendo a dire quello che ha detto, sarebbe stato meglio il silenzio. Chi comunque avesse dei dubbi sul significato provocatorio, anticattolico della manifestazione credo che se lo possa togliere guardando le immagini che pubblichiamo.

In particolare ci ha colpito lo striscione in cui parla delle persecuzioni degli omosessuali da parte della Chiesa. Un po’ ci ha sorpreso: siamo ignoranti, lo ammettiamo, ma di crociate contro gli omosessuali non ne abbiamo letto. Ci sembra di ricordare però che l’omosessualità, già ai tempi di Dante era ben diffusa fra i chierici; e fra i chierici non pochi appartenevano agli ordini sacri. E mi sembra comunque che oggigiorno, e da almeno un mezzo secolo, nella Chiesa cattolica la percentuale di omosessuali sia tale da ripagare ampiamente eventuali torti subiti…

In coda a questa mini galleria accenniamo al caso Spadafora; il sottosegretario ex radicale ex rutelliano ex montezemoliano ora 5Stelle in cerca di simpatie e consensi che annunciava la sua presenza al Pompeipride, e diceva:

“Sono qui per testimoniare il mio sostegno e quello del Governo. So che in una parte del Governo non c’è la stessa sensibilità ma l’Italia non tornerà indietro, non si perderanno i diritti conquistati”. Così il sottosegretario alle pari opportunità Vincenzo Spadafora, che partecipa al Pompei Pride. “Nel contratto di governo non ci sono questioni riguardanti il mondo Lgbt, ma convocherò prestissimo le associazioni di settore per avviare un percorso di ascolto e confronto”.

Gli rispondeva a stretto giro di posta il responsabile dei temi rivendicati dai pompeipridisti, il Ministro Stefano Fontana, con il tweet che leggete qui sotto.

“Con tutto il rispetto, il sottosegretario Spadafora parla a titolo personale, e non a nome del governo, né tantomeno della Lega. Per quanto ci riguarda, la famiglia che riconosciamo e che sosterremo, anche economicamente, è quella sancita e tutelata dalla Costituzione”.

Fra l’altro, alcuni punti della lunghissima lista di rivendicazioni dei gruppi omosessualisti, come potete leggere sono problematici.

Ne riportiamo due brani:

“la tutela dei diritti delle famiglie omogenitoriali e transgenitoriali, anche attraverso il riconoscimento della filiazione alla nascita, l’introduzione dell’adozione per tutti e del matrimonio egualitario;

l’accesso all’adozione per coppie omosessuali e single;

l’accesso alle tecniche di pma per coppie omosessuali e donne single;

la garanzia della presenza di personale non obiettore nelle strutture mediche pubbliche, perché non sia messo a rischio il diritto delle donne di ricorrere all’ivg (interruzione volontaria di gravidanza)”.

E inoltre questa parte, che getta uno squarcio di luce sui pericoli reali, continui, di salute e sopravvivenza, per chi adotta questo stile di vita e di rapporti:

“si richiede la riattivazione di campagne regionali d’informazione sulla prevenzione delle IST (Infezioni Sessualmente Trasmesse) e sull’uso del preservativo, per cui chiediamo l’attivazione di campagne di distribuzione gratuita ai giovani e nelle scuole di II grado, focalizzando l’informazione anche sui recenti passi in avanti delle ricerca scientifica, garantendo al contempo i diritti delle persone sieropositive al fine di contrastare le discriminazioni sierofobiche. Sostenere ed informare sulle nuove campagne di vaccinazione anti epatite A e anti-HPV, gratuitamente come previsto dal Piano Nazionale Prevenzione Vaccinale, inserendo oltre alla popolazione omosessuale, come già previsto dal Piano Nazionale, anche le persone HIV positive. Si richiede inoltre di promuovere un drastico abbattimento del costo dei preservativi (a carico del sistema sanitario nazionale per le persone con basso reddito) e di informare la popolazione sulle nuove profilassi anti HIV: PrEP (Pre Exposure Prophylaxis), PEP (Post Exposure Prophylaxis) e TASP (Treatment as Prevention)”.

C’è da chiedersi come si possa rivendicare la “normalità” di uno stile di vita che comporta rischi sanitari del tipo di quelli adombrati qua sopra, e che normalmente vengono taciuti dalla grande stampa, continua alla propaganda omosessualista.

Ecco la piattaforma politica del Pompeipride.







Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa”.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina.




LIBRI DI MARCO TOSATTI

Se siete interessati a un libro, cliccate sul titolo.



UNO STILUM NELLA CARNE. 2017: DIARIO IMPIETOSO DI UNA CHIESA IN USCITA (E CADUTA) LIBERA

FATIMA, IL SEGRETO NON SVELATO E IL FUTURO DELLA CHIESA

SANTI INDEMONIATI: CASI STRAORDINARI DI POSSESSIONE

PADRE PIO CONTRO SATANA. LA BATTAGLIA FINALE

Padre Pío contra Satanás

Tag: , , , , ,

Categoria:

Questo articolo è stato scritto da wp_7512482

33 commenti

  • EA ha detto:

    A proposito di luoghi sacri, ecco che cosa è diventato il duomo di Milano all’epoca della chiesa di Francesco e dell’arcivescovo Delpini:

    https://milano.corriere.it/notizie/cronaca/18_luglio_03/duomo-milano-accordo-alipay-turisti-cinesi-pagano-ingresso-servizi-l-app-83ea1fd4-7eb2-11e8-9a5a-8ee160d32254.shtml

    Questa chiesa non ha più nulla da dire. E’ diventata una ONG assistenziale, e i suoi luoghi di culto delle attrazioni turistiche. Il Gay pride non è una sfida alla chiesa, perché la chiesa di Francesco ha già perso ogni rilevanza.

    • Claudius ha detto:

      Delpini fa pena. E’ il classico prelato bergoglionico, che in altri tempi non solo non avrebbe potuto fare il vescovo, ma non sarebbe nemmeno potuto entrare in seminario.

  • peter ha detto:

    Questo è il momento di combattere la dittatura del relativismo.
    Occorre compattarsi e sostenere quel partito che rappresenti e difenda i nostri valori morali e cristiani.
    E’ il momento di combattere l’impostura e l’eresia!!!

  • Iginio ha detto:

    Non capisco che c’entrino gli omosessuali con l’aborto. O forse lo spiego così: dato che un figlio nasce dall’unione di un uomo e una donna, e dato che agli omosessuali tale unione fa ribrezzo, tanto vale eliminare i figli (altrui). Credo comunque che gli omosessuali maschi disprezzino le donne, altro che “simpatici”. Ma nessuna Boldrini lo mette in risalto, chissà perché.

  • Ira Divina ha detto:

    Non vedo perché ci si debba meravigliare delle rappresentazioni gay che fa di questa neo-chiesa il mondo omoeretico. Se li rappresentano così, forse un motivo ci sarà! Il fatto è, secondo me, che i gay pride dopo le prese di posizione a favore della omoeresia da parte dei vertici più rappresentativi della neo-chiesa, vedasi il ” chi sono io per giudicare”, hanno preso una valenza ancora più provocatoria e di sfida nei confronti della gerarchia double-face. Molti dell’ambiente gay conoscono bene i vizi e gli orientamenti sessuali del clero e per questo cercano di rappresentarli come meglio possono. Altra cosa è la dissacrazione della B.V. e di N.S. piu e più volte già avvenute. Opera diabolica di offesa a Dio! Ma c’è da chiedersi: come mai rappresentano Bergoglio nelle loro costumanze? Forse perché non è proprio un viro probato? Ci sarebbe proprio da chiedere alla categoria per capire.

  • giulia anna meloni ha detto:

    nn solo è fuorviante il silenzio e la manipolazione dei media ma è desolante il silenzio della Chiesa di Roma. L’ennesimo silenzio che conferma come la Chiesa di Roma è occupata da rinnegati e traditori.La Regina della Pace e Madre di Misericordia abbia pietà di tutti questi giuda che stanno trascinando all’inferno milioni di anime.

  • zuzzurellone ha detto:

    Riassumendo : la manifestazione è stata fatta a Pompei perchè centro della preghiera del Rosario, Santissima Vergine e Beato Bartolo Longo compresi.
    Quello che i gay vogliono non è solo il riconoscimento statale, ma anche il riconoscimento ecclesiastico.
    A quanto già scritto, potremmo aggiungere anche questi versetti della lettera di Giuda :

    3. Carissimi, anche se avevo una grande premura di scrivervi circa la nostra comune salvezza, sono stato obbligato a farlo per esortarvi a combattere strenuamente per la fede , che è stata trasmessa una volta per sempre ai santi.
    4. Si sono infatti infiltrati tra di voi certi uomini, che sono stati da tempo designati per questa condanna, empi che mutano la grazia del nostro Dio in immoralità e negano l’unico Padrone Dio e il Signor nostro Gesù Cristo.
    5. Or voglio ricordare a voi che già conoscevate tutto questo, che il Signore, dopo aver salvato il suo popolo dal paese d’Egitto, in seguito fece perire quelli che non credettero.
    6. Egli ha pure rinchiuso nelle tenebre dell’inferno con catene eterne, per il giudizio del gran giorno, gli angeli che non conservarono il loro stato primiero ma che lasciarono la loro propria dimora.
    7. Proprio come Sodoma e Gomorra e le città vicine, che come loro si erano abbandonate alla fornicazione e si erano date a perversioni sessuali contro natura, sono state poste davanti come esempio, subendo la pena di un fuoco eterno :
    8.allo stesso modo questi sognatori contaminano anch’essi la carne, respingono l’autorità e parlano male delle dignità.

    • deutero.amedeo - biblista ha detto:

      Bravo Zuzz. Questa citazione non richiede commenti essendo da sé un chiaro commento ai fatti di cui qui si parla.
      Bisognerebbe ricordare ai preti e ai laici modernisti, a tutti i livelli, che è vero che il rapporto tra l’uomo e Dio è fondato su una nuova ed eterna “alleanza”, ma mai e poi mai “alleanza” deve significare “complicità”.
      Ad meliora.

  • P. Brian Paul MAGUIRE,c.p. ha detto:

    Ci manca soltanto:
    “IL DIRITTO ALL’ABORTO PER GLI OMOSESSUALI!” specialmente quando esiste il pericolo di…..
    A BACKWARD CHILD!!!”

    Quando (l’11 luglio 2014?) il parroco Don SERGIO LAMBERTI nella parrocchia vicina nella diocesi Santiago de Estero Argentina di Mons. Vicente BOCALIC’ , Lazarista, prima Ausiliare di Mons. Bergolgio a Buenos Aires, “sposò” (ufficialmente: “bendì un’unione di amore” durata 29 annni) un trans, che aveva ricevuto il suo Certificato di Femiiniltà personalmente dalla Presidentessa Cristina Kirschner, ed il di lui/lei/lui sposo, apparve tra le reazione indignate una valanga di espressioni d’indignazione, tra cui questa perla:

    Padre col figlio nella vasca da bagno:
    “Papà! Ma quanto è enorme la tua pistola!!”
    “Questa non è niente figlio mio! Tu non hai visto anocra la pistola di…..tua MAMÀ!!”

  • Nicola ha detto:

    ” il terremoto è un gran missionario…..” Sant’Annibale Maria di Francia.

    https://lucechesorge.org/2016/02/29/28-dicembre-1908-messina-paga-per-la-sua-ingratitudine/

    • Lucis ha detto:

      Si, ma il fatto è che centinaia di eventi blasfemi avvengono senza che si scatenano forze della natura, e migliaia di catastrofi naturali avvengono senza essere legate a nessun evento blasfemo. Per cui questi ‘avvertimenti del Cielo sembrano piuttosto semplici coincidenze. Forse il vero castigo è che Dio non castiga, e ci lascia annaspare nella fede o meno della sua,Presenza e del suo interessamento o meno alle nostre azioni.

      • deutero.amedeo - biblista ha detto:

        Dt 31, 17-18

        [17]In quel giorno, la mia ira si accenderà contro di lui [ il mio popolo]; io li abbandonerò, nasconderò loro il volto e saranno divorati. Lo colpiranno malanni numerosi e angosciosi e in quel giorno dirà: Questi mali non mi hanno forse colpito per il fatto che il mio Dio non è più in mezzo a me?

        [18]Io, in quel giorno, nasconderò il volto a causa di tutto il male che avranno fatto rivolgendosi ad altri dei.

  • Nicola ha detto:

    Allego un lucidissimo articolo della Nuova Bussola Quotidiana di oggi sulla sfilata blasfema a Pompei.

    http://www.lanuovabq.it/it/vergine-irrisa-ecco-la-sobrieta-chiesta-ai-gay-dal-vescovo

    Allego poi nuovamente un articolo dello scrittore cattolico Rino Cammilleri riguardo alla processione blasfema anti cattolica svoltasi a New Orleans poco prima dell’ arrivo dell’uragano Katrina. Non ” scherzate ” con i Santi…..perché prima o poi….

    https://forum.termometropolitico.it/428870-katrina.html#post8291263

  • Sempliciotto ha detto:

    Jorge Mario Bergoglio
    è insieme a Gesù che con forza ti dico
    “VADE RETRO SATANA”.

  • Francesca ha detto:

    Bravo Fontana. Non bisogna tacere soprattutto adesso che il vento sta spirando anche da altre parti… la parola d’ordine è BASTA!!!

  • Anonima ha detto:

    Questi sono proprio i tranelli del demonio: fa in modo che tu ti schieri dalla sua parte e poi, quando ti ha conquistato ti dà il benservito. Bello smacco per i citrulli che cascano nelle sue grinfie. Ma ciò che fa rabbrividire è che codesti grulli sono proprio coloro che dovrebbero mettere in guardia contro le sue mortifere insidie. È il mondo al rovescio.

    • deutero.amedeo - biblista ha detto:

      [26] Infatti, se pecchiamo volontariamente dopo aver ricevuto la conoscenza della verità, non rimane più alcun sacrificio per i peccati,

      [27] ma soltanto una terribile attesa del giudizio e la vampa di un fuoco che dovrà divorare i ribelli.

      (Ebrei 10,26-27)

  • Mario Armosini ha detto:

    Nel Vangelo, e dai Santi, leggo:
    Non profanare le cose sante – Matteo 7,6.12.13-14

    6 Non date le cose sante ai cani e non gettate le vostre perle davanti ai porci, perché non le calpestino con le loro zampe e poi si voltino per sbranarvi.

    La regola d’oro

    12 Tutto quanto volete che gli uomini facciano a voi, anche voi fatelo a loro: questa infatti è la Legge ed i Profeti.

    Le due vie

    13 Entrate per la porta stretta, perché larga è la porta e spaziosa la via che conduce alla perdizione, e molti sono quelli che entrano per essa; 14 quanto stretta invece è la porta e angusta la via che conduce alla vita, e quanto pochi sono quelli che la trovano!

    Atti 8,18-25
    18 Simone, vedendo che lo Spirito veniva conferito con l’imposizione delle mani degli apostoli, offrì loro del denaro 19 dicendo: “Date anche a me questo potere perché a chiunque io imponga le mani, egli riceva lo Spirito Santo”. 20 Ma Pietro gli rispose: “Il tuo denaro vada con te in perdizione, perché hai osato pensare di acquistare con denaro il dono di Dio. 21 Non v’è parte né sorte alcuna per te in questa cosa, perché il tuo cuore non è retto davanti a Dio. 22 Pentiti dunque di questa tua iniquità e prega il Signore che ti sia perdonato questo pensiero. 23 Ti vedo infatti chiuso in fiele amaro e in lacci d’iniquità ”. 24 Rispose Simone: “Pregate voi per me il Signore, perché non mi accada nulla di ciò che avete detto”. 25 Essi poi, dopo aver testimoniato e annunziato la parola di Dio, ritornavano a Gerusalemme ed evangelizzavano molti villaggi della Samaria.

    Manifestiamo Cristo in tutta la nostra vita

    Tre sono gli elementi che manifestano e distinguono la vita del cristiano: l’azione, la parola e il pensiero. Primo fra questi è il pensiero, al secondo posto viene la parola che dischiude e manifesta con vocaboli ciò che è stato concepito col pensiero. Dopo, in terzo luogo, si colloca l’azione, che traduce nei fatti quello che è stato pensato.
    Se perciò una qualunque delle molte cose possibili ci porta naturalmente o a pensare o a parlare o ad agire, è necessario che ogni nostro detto o fatto o pensiero sia indirizzato e regolato da quelle norme con le quali Cristo si è manifestato, in modo che non pensiamo, né diciamo, né facciamo nulla che possa allontanarci da quanto ci indica quella norma sublime.
    E che altro, dunque, dovrebbe fare colui che è stato reso degno del grande nome di Cristo, se non esplorare diligentemente ogni suo pensiero, parola e azione, e vedere se ognuno di essi tenda a Cristo oppure se ne allontani?
    In molti modi si può fare questo importante esame. Infatti tutto ciò che si fa o si pensa o si dice, sotto la spinta di qualche mala passione, questo non si accorda affatto con Cristo, ma porta piuttosto il marchio e l’impronta del nemico, il quale mescola alla perla preziosa del cuore il fango di vili cupidigie per appannare e deformare il limpido splendore della perla.
    Ciò che invece è libero e puro da ogni sordida voglia, questo è certamente indirizzato all’autore e principe della pace, Cristo. Chi attinge e deriva da lui, come da una sorgente pura e incorrotta, i sentimenti e gli affetti del suo cuore, presenterà, con il suo principio e la sua origine, tale somiglianza quale può aver con la sua sorgente l’acqua, che scorre nel ruscello o brilla nell’anfora.
    Infatti la purezza che è in Cristo e quella che è nei nostri cuori è la stessa. Ma quella di Cristo si identifica con la sorgente; la nostra invece promana da lui e scorre in noi, trascinando con sé per la via la bellezza ed onestà dei pensieri, in modo che appaia una certa coerenza ed armonia fra l’uomo interiore e quello esteriore, dal momento che i pensieri e i sentimenti, che provengono da Cristo, regolano la vita e la guidano nell’ordine e nella santità.
    In questo dunque, a mio giudizio, sta la perfezione della vita cristiana, nella piena assimilazione e nella concreta realizzazione di tutti i titoli espressi dal nome di Cristo, sia nell’ambito interiore del cuore, come in quello esterno della parola e dell’azione. San Gregorio di Nissa, vescovo
    Tuttavia ci sono delle anime che guadagnano la loro esistenza su così piccola scala, e ve ne sono che chiedono di essere via via pagati. Ma io – diceva lei – , gioco alla banca dell’amore, io gioco di gross0. Se perdo, dovrò accorgermene. Non mi occupo di colpi in borsa, è Gesù che li fa per me; non so se sono ricca o povera; lo vedrò più tardi . Santa Teresa di Lisieux

  • Lo spettro di QC ha detto:

    Cari, come sempre a Milano siamo più avanti e al ghei pride meneghino, oltre al Papa, ha sfilato anche Matteone Salvini!!

    http://static.dagospia.com/img/foto/07-2018/gaypride-di-milano-2018-21-1033625.jpg

  • Ángel Manuel González Fernández ha detto:

    Gli chiedo scuse per il mio errore: quello fu il passato 2017.
    Perdono e grazie.
    Le pido disculpas por mi error: eso fue el pasado 2017.
    Perdón y gracias.

  • Ángel Manuel González Fernández ha detto:

    Stimato Direttore:
    http://magister.blogautore.espresso.repubblica.it/2018/07/01/francesco-limperscrutabile-che-quando-frena-accelera/
    Dica per favore al suo collega che si dimenticò di questa “retromarce”. Di scomunica … niente di niente!:
    http://press.vatican.va/content/salastampa/it/bollettino/pubblico/2017/06/10/0403/00905.html

  • deutero.amedeo ha detto:

    à la guerre comme à la guerre.
    Oggi c’era più popolo a Pontida per Salvini, o in piazza San Pietro per il Papa?
    A occhio vince Salvini per 2 a 1.

  • virro ha detto:

    il turbamento che ogni giorno ci colpisce, non sono le follie popolare, ma il cervello dei non pensanti che stanno in Vaticano, lì si deve obbedire sotto ricatto “vuoi rompere l’unità della chiesa?”
    e la Verità del Vangelo dov’è? (c’è la verità di bergoglio) ciò basta .
    La Parola di Dio non può sbagliare, anche se
    c’è un uomo di nome Bergoglio che crede di avere ragione La Parola di DIO è eternamente presente, invece Bergoglio Peronista, da 5 anni ci tortura perché siamo cristiani-cattolici (lui esperto di torture – Chiesa e politica in Argentina)
    La sfilata colorata di questo momento passerà, anche lui, passerà, anche i James Martin passeranno, anche i Paglia passeranno, anche tutti i gesuiti passeranno… ” …QUELLI CHE USANO DEL MONDO, COME SE NON USASSERO
    APPIENO: PERCHE’ PASSA LA SCENA DI QUESTO MONDO! ”
    Che il Signore Gesù ci custodisca nella Sua libertà

  • Vincenzo Calabrese ha detto:

    Chiediamoci da dove vengono fuori tante follie… 2018: esiste un popolo di ex-cristiani o di laici lontani dal cristianesimo che ritiene tutti – o almeno tanti – sacerdoti come universalmente dei pedofili, che vede nel clero cattolico solo un mezzo con cui la Chiesa ha asservito e gestito nei secoli le masse, che si crede ‘modernissimo’ perché propone pratiche con EVIDENZA INNATURALI, che appoggia idee di assoluta parità ed uguaglianza dei sessi (ovvero – secondo loro – uomo e donna sono uguali non solo davanti a Dio e davanti alla Legge, ma anche nella natura, cosa che con EVIDENZA è scientificamente falsa) arrivando a non voler più distinguere un sesso da un altro… Insomma siamo di fronte a persone che hanno una fiducia infinita ed incondizionata in una idea astratta di SCIENZA (che ha di fatto sostituito Dio nei loro cervelli) e tramite questa SCIENZA tutto sarà possibile per l’uomo… Quindi l’essere umano (ormai asessuato e preso individualmente) potrà e dovrà autoriprodurisi in laboratorio… E quindi le famiglie di fatto non esisteranno più, ma ci saranno solo aggregazioni umane basate non sull’amore tra genitori e sulla cura della prole in senso tradizionale, ma vere e proprie piccole comunità che vivranno laicamente di mutuo soccorso per dare sostegno a determinati bisogni immediati… Di fatto chi sta dietro al mondo gay (che spesso non è mai direttamente un omosessuale, ma un ‘libero pensatore’ alla ricerca del bene dell’umanità) sta semplicemente pensando ad un nuovo tipo di società, con persone conviventi e tutte sullo stesso piano con culture, storie e tradizioni diverse, ma tutte apertamente ‘libere’ e aperte a qualsiasi esperienza, fino all’accettazione dell’autodistruzione… In pratica non la cultura cattolica tradizionale, ma il Regno vero e proprio di Satana…
    Queste idee come hanno fatto a diffondersi nel mondo italiano che un tempo era quasi totalmente cattolico? Non è che semplicemente negli anni Sessanta la Chiesa ha cominciato a spalancare dei portoni, fino all’attuale totale accettazione del MONDO invece che degli insegnamenti del VANGELO?? Non è che quindi si dovrebbe per prima cosa auspicare semplicemente una nuova riforma del clero cattolico in senso tradizionalista, un ritorno alla sana dottrina cattolica: quella che colpiva direttamente il cuore e che poi il cervello capiva in senso puramente logico e naturale, quasi senza bisogno di commenti…
    Comunque ridicolo vedere i sodomiti (e/o i loro sostenitori) attaccare Bergoglio, il più sinistrorso ed anticonvenzionale dei pontefici moderni… Costretto finalmente dal popolo a dover dire qualche cosa che abbia finalmente un po’ di sapore cattolico…

  • Claudius ha detto:

    Francamente non so fino a che punto Bergoglio sia “bersaglio” delle kulandre, da quello che vedo sembra piuttosto che vogliano portarlo come esempio di “amore e inclusione” come li intendono loro.

    Peraltro vedo un tweet delirante contro la Chiesa, ma non contro Bergoglio…

    • Nicola ha detto:

      Claudius concordo pienamente con il suo post. Anche per me non è un attacco contro il Papa ma un ” arruolamento ” tra le loro fila facendolo diventare una loro “icona”. L’attacco è semmai contro la Chiesa.

  • natale ha detto:

    Era realistico immaginare che toni e contenuti della manifestazione fossero clamorosamente diversi da quelli a cui ci hanno abituati fino a oggi?
    Solo il rettore del Santuario poteva crederci…
    Del resto hanno sostenuto con un poderoso assit l’attacco alla Chiesa quando nel comunicato hanno definito i partecipanti come sottoposti a discriminazione…

  • Nicola ha detto:

    Questi temi nel contratto di governo tra Lega Nord e M5S chiaramente non ci sono viste le posizioni diametralmente opposte, ma come credo , alle prossime elezioni con una Lega trainante la coalizione di centrodestra ed un M5S calante,non solo questi temi verranno trattati dal neogoverno per eliminare certi ” diritti ” che poi diritti non sono, ma sicuramente avremo eliminato quel carrozzone di propaganda lgbt che costa un occhio al contribuente, carrozzone che si chiama UNAAR….

  • Emanuele ha detto:

    Mi sembra un brutto gioco delle parti. Per raggiungere maggioranze (relativamente) bulgare si mettono insieme tutti i fronti elettorali, facinorosi d’ogni parte e, stretti tra questi, i cattolici legati alle tematiche della famiglia. Un po’ poco, francamente anzi un po’ umiliante.

    • Lo spettro del fegato dello Spettro di QC ha detto:

      i cattolici legati alle tematiche della famiglia

      Intendi i patetici dello zero-virgola?
      (che si sono già separati)