L’IMMIGRAZIONISMO È UN’ERESIA, DICE SUPER EX. E MARTINI L’HA INSEGNATA A PAPA BERGOGLIO.

19 Giugno 2018 Pubblicato da --

Marco Tosatti

Cari amici e nemici di Stilum Curiae, oggi Super Ex scrive davvero cose da ponderare e da meditare, e da discutere. Perché il suo articolo affronta quello che appare se non un mistero, una stranezza: e cioè l’ossessione migrantista del Pontefice regnante; e vista la quantità, e la ripetitività degli interventi, credo veramente che si possa usare a questo punto, e sempre di meno in tono scherzoso, del termine ossessione. Leggete Super Ex con attenzione.

L’immigrazionismo di Bergoglio è un’ eresia, insegnata da Carlo Maria Martini.

Questa la tesi. Vediamo lo svolgimento.

 

Perché si tratta di un’ eresia? Perché non si fonda, come si potrebbe credere a prima vista, sull’ignoranza assoluta dei fatti. Non è semplice ignoranza e crassa superficialità.

 

Davvero possiamo credere che Bergoglio non sappia cosa c’è sotto l’immigrazione odierna? Impossibile! I vescovi africani lo hanno denunciato spesso, invitando i figli dell’Africa a non farsi ingannare, a non lasciare la loro terra, la loro famiglia, le loro radici, per andare in un’ Europa secolarizzata, in cui si troveranno emarginati, sfruttati, in balia di una cultura materialista e nichilista che li ridurrà ad automi “cellularizzati” notte e giorno.

Davvero impossibile che Bergoglio non sappia che i migranti minori finiscono, in gran parte, sfruttati sessualmente, come circa 7 o 8 donne su 10. Impossibile che non sappia che il traffico di carne umana genera astronomici guadagni, per i trafficanti africani e per quelli occidentali, e che è mosso da innumerevoli interessi delle varie mafie. Le quali, ben prima di “Roma capitale”, avevano compreso, con Raffaele Cutolo (fondatore della Nuova Camorra Organizzata), il potenziale criminale presente nei fenomeni migratori incontrollati.

 

Impossibile davvero che Bergoglio non abbia capito che una buona fetta di immigrati finisce, dopo essere passata per il mercato della droga, nelle galere dell’occidente, dopo aver lasciato sole donne e bambini dell’Africa (è chiaro o no che la gran parte di coloro che fuggono, cioè uomini giovani e forti, abbandonano alla miseria e nella disperazione donne, bambini, anziani che rimangono?).

No, Bergoglio sa bene tutto, come pure i suoi amici, George Soros ed Emma Bonino, che sono tutto tranne che degli ingenui sprovveduti. Per questo non ci sente, neppure quando le denunce arrivano dalla magistratura (vedi le dichiarazioni del procuratore di Catania Carmelo Zuccaro).

E allora? E allora l’eresia sposata da Bergoglio è una sorta di utopia comunista: egli sogna una fratellanza universale, multicolore, in cui non esistano più confini, culture, radici, religioni diverse…

Il primo dogma di questa utopia è l’ecumenismo assoluto: tutti gli dei sono uguali, e Cristo non è affatto “la via, la Verità e la Vita”; il secondo è l’ottimismo di Rousseau: non esiste alcun peccato originale, gli uomini sono tutti naturalmente buoni, e il peccato è in chi per primo mise un “recinto” alle sue proprietà (“recinto” è la parola usata dal protocomunista Rousseau; Bergoglio direbbe “muro”).

Ricordate Marx? Voleva costruire il mondo perfetto, in cui non sarebbero più esistite classi sociali proprietà privata, polizia, galere, chiavi, porte… Il paradiso in terra.

Si chiama utopia, ed ogni utopia è costruita appunto sull’idea che il male non sia salvato da Dio, ma dagli uomini. Il mondo di Bergoglio non è quello delle fiabe, come potrebbe sembrare, in cui tutto va vene, basta la bacchetta magica (che in questo caso è la parola “accoglienza”); no, è quello dell’utopia: il mondo multietnico, multicolore, multireligioso, senza muri, porte, chiavi, peccato…è il sogno di un uomo che, come è ben evidente per tanti altri aspetti, non ha una visione trascendente, ma immanente dell’esistenza.

Veniamo al secondo punto: il gesuita Martini come maestro di Bergoglio (indipendentemente dal giudizio negativo che l’ex arcivescovo di Milano aveva del cardinale argentino, considerato culturalmente troppo rozzo e caratterialmente inaffidabile).

Martini fu un alfiere del dialogo ecumenico spinto sino all’eccesso, cioè all’indifferentismo morale e religioso, e in particolare del dialogo con l’Islam (nonostante in certe circostanze abbia anche compreso i pericoli di ciò). Fu lui l’ideologo di una società “interraziale, interculturale ed anche interreligiosa”, giungendo a lodare l’immigrazione in se stessa e ad auspicare una “società multi-culturale e multi-integrata” (“Avvenire”, 10 febbraio 1990).

Come? Attraverso gesti di vario tipo (come lavare i piedi il giovedì santo agli stranieri, cosa che Bergoglio ripete di continuo), l’affermazione di Carte dei “diritti del migrante”, l’elogio dell’apertura di tutte le frontiere, e, udite udite la componente utopico-marxista, l’invito alla soppressione delle stesse carceri, in nome di un superamento del male, della colpa, del peccato tramite il dialogo! (intervista rilasciata al periodico “Un’ora d’aria”, curato dai brigatisti rossi del carcere “San Vittore”, “Avvenire”, 2 marzo 1988).

Se andassimo a rileggere un po’ di stampa cattolica degli anni Novanta troveremmo gli stessi attori di oggi: ad esempio la Caritas che inneggiava alla legge Martelli e alla Turco-Napolitano, e che sottoscriveva appelli insieme ai comunisti dell’Arci e del Manifesto, per una “società multiculturale e multireligiosa”.

Era evidente, allora, che non esisteva una vera urgenza migranti, ma solo una sogno, una ideologia immigrazionista. Quella stessa ideologia che, oggi funge da cavallo di Troia per la distruzione sia dell’Occidente che della stessa Africa.







Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa”.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina.




LIBRI DI MARCO TOSATTI

Se siete interessati a un libro, cliccate sul titolo.



UNO STILUM NELLA CARNE. 2017: DIARIO IMPIETOSO DI UNA CHIESA IN USCITA (E CADUTA) LIBERA

FATIMA, IL SEGRETO NON SVELATO E IL FUTURO DELLA CHIESA

SANTI INDEMONIATI: CASI STRAORDINARI DI POSSESSIONE

PADRE PIO CONTRO SATANA. LA BATTAGLIA FINALE

Padre Pío contra Satanás

Tag: , , ,

Categoria:

Questo articolo è stato scritto da wp_7512482

54 commenti

  • Mary ha detto:

    Certi tromboni o trombette che postano in questo blog, forse è meglio ignorarli, perché accanirsi tanto contro loro?
    O si tratta di persone nate nella fede solo da quando è arrivato Bergoglio, per cui, prima il nulla, oppure è gente cattiva che pur di mettere zizzania si farebbe in quattro.
    Dire che Bergoglio non è eretico, è ignoranza pura, sia della Dottrina Cattolica, sia su quanto dice da quando è sul soglio di Pietro. Vale la pena guardare in dietro e sprecarsi con simili persone?

  • frank ha detto:

    Utopia sociale manifestazione fondamentale della gnosi. Vedere Voegelin, il mondo nuovo. Viviamo tempi gnostici.

  • SilvaBauza ha detto:

    Perché il Papà Bergolio non acoglie nel Vaticano tutti questi negri disgraziati che arrivano dal Africa ? Nel Vaticano non si vedono i negri per strada. Gli accolga , se li tenga nel suo Stato .

  • Elisa ha detto:

    Personalmente anch’io desidero un mondo dove non esistono più le razze i popoli, confini ecc. Dove l’umanità sia un unico popolo, una sola e grande famiglia, dove non esistono più le religioni perché non servono più in quanto tutti possediamo conosciamo la Verità Assoluta. Dove ognuno può spostarsi da una parte all’altra del globo in piena libertà, tanto non esiste più il concetto di Stati, Nazioni o frontiere, perché siamo già un unico Stato. Sì questo sarebbe il mio sogno. Ma purtroppo so che si realizzerà solamente quando Dio creerà Cieli nuovi e Terra nuova. Oggi, nella realtà odierna ciò purtroppo non è possibile, e ho paura che se non si decidono di risolvere il problema dell’immigrazione in Italia e in Europa si scatenerà uno scontro tra civiltà, tra poveri. Ma forse è quello che vogliono o che sperano che avvenga. Una guerra in Europa. Io non me la prendo con gli immigrati, io sono arrabbiata nera con i potenti di questo mondo, con i governi mondiali e soprattutto con l’ONU che dovrebbe lui risolvere questo dramma dell’immigrazione, dovrebbe fare un incontro con tutti i governi Africani per risolvere il problema. Non ci vuole una laurea per capire questo. Ma forse non sono interessati a risolverlo anzi sperano che ci ammazziamo tra di noi così sia in Europa e sia in Africa ci sono meno bocche da sfamare e più risorse per loro. Ma non hanno fatto i conti con l’oste, si dimenticano che lassù c’è un Dio che vede e provvede.

    • Andrea ha detto:

      Il diavolo cerca sempre di “scimmiottare” Dio. Imita i suoi disegni stravolgendoli. Il nuovo ordine mondiale è l’imitazione sballata della promessa di Dio di nuovi Cieli e nuova terra. Con la differenza che il Regno promesso dal Creatore è un luogo di pace, amore, carità e di lode continua a Lui mentre il regno dell’anticristo è un luogo di egoismo, immoralità, nichilismo, dove le persone saranno ridotte a venerare un falso dio ammaliate solo dal possesso materiale e dai piacere terreni. Ci sono diversi sacerdoti che hanno fatto chiaro riferimento al nuovo ordine mondiale come al regno di satana; e infatti già il nome non è che richiami a qualcosa di delicato e roseo ma piùttosto ad un sistema rigido e prepotente. E infatti con prepotenza i servi del diavolo lo stanno attuando, nonostante le contestazioni dei popoli e non si fermeranno. Ma verranno smontati da Dio.

  • Francesco ha detto:

    Il 17 giugno 2018 il Prof. Andrea Grillo ha riproposto la sua relazione tenuta a Palermo nei giorni 26 e 27 febbraio 2015 al Convegno: «Quando ti abbiamo visto forestiero e ti abbiamo ospitato? Le migrazioni attraverso il Mediterraneo come frontiera di una nuova convivenza umana» in cui il migrante è “alter Christus”.
    Domanda: “Come mai dopo tre anni questa rispolverata?” Coincidenza politica e forse consapevolezza della scarsa presa sui credenti della sua proposta.
    Egli articola il suo pensiero in 4 punti:1) La rilettura del “migrante” tra Primo e Nuovo Testamento: da Abramo a Gesù a Paolo. Una dialettica tra primo e nuovo Adamo. 2) Il lebbroso da cui difendersi e la intimità da ricostruire.La dialettica tra “scomunica/emarginazione” e
    “riconciliazione/reintegrazione/accoglienza/uscita”. 3) Dialettica e singolare coincidenza tra “ultimo e primo”, tra “minore e prioritario”. 4) Dialettica e profezia del “non sapere”: né capri né pecore, né buoni né cattivi sono all’altezza della sfida del riconoscimento.
    Al di là delle intenzioni, l’effetto di queste truppe di sostegno all’UTOPIA MARTINIANA è totalmente paradossale. Tutto diventa bene e buono. Il credente perché accoglie, il migrante perché “alter Christus, per definizione. Il problema è che sacralizzare il fenomeno migratorio diventa insolubile. La migrazione è un problema terreno e tale deve rimanere. Solo mantenendolo nell’ambito terreno lo possiamo conoscere, analizzare, valutare e risolvere, tenendo conto di tutti i suoi aspetti senza pregiudizi. In questa visione c’è lo spazio per l’azione del credente ma soprattutto di Dio. Avremo così meno clericalismo, meno utopie.

  • Molti nemici molto onore ha detto:

    Forse può interessarvi sapere che, mentre voi attaccate Bergoglio da destra, i comunardi lo attaccano da sinistra. Anche loro si lamentano che non si può criticare il Papa. Strano connubio il vostro, sicuramente ”irregolare”.

    http://temi.repubblica.it/micromega-online/criticare-bergoglio-e-lesa-maesta/

    http://temi.repubblica.it/micromega-online/bergoglio-al-forum-sulla-famiglia-l’apertura-alla-modernita-e-sempre-piu-lontana/

    http://temi.repubblica.it/micromega-online/comunita-cristiana-di-base-di-san-paolo-famiglia-dal-papa-parole-che-offendono/

    Devo dire che se Bergoglio fa arrabbiare così tanti bacchettoni di destra e sinistra, non può non essermi simpatico.

    • Claudius ha detto:

      @Molte sciocchezze, molta confusione:

      ai “comunardi” come e’ prassi, si lamentano, perché qualsiasi concessione gli si faccia, per loro e’ sempre insufficiente. Bergoglio potrebbe affacciarsi dal balcone di San Pietro all’Angelus e dire che Cristo non e’ mai esistito e di andare tutti a casa perché e’ stata tutta una burletta, che loro troverebbero comunque il modo di essere insoddisfatti. Questa e’ la loro logica da sempre.

      E’ evidente che tu non ha la piu’ pallida idea del modus operandi di questa gente visto che ti esalti tanto per il fatto che nemmeno un papa eretico e’ sufficiente per accontentare questa gente. Che sai come chiamano quelli come te? https://en.wikipedia.org/wiki/Useful_idiot

      • ale ha detto:

        “ai “comunardi” come e’ prassi, si lamentano, perché qualsiasi concessione gli si faccia, per loro e’ sempre insufficiente. Bergoglio potrebbe affacciarsi dal balcone di San Pietro all’Angelus e dire che Cristo non e’ mai esistito e di andare tutti a casa perché e’ stata tutta una burletta, che loro troverebbero comunque il modo di essere insoddisfatti. Questa e’ la loro logica da sempre”

        Claudius, a ben vedere questa logica è esattamente speculare alla vostra. Basta vedere l’ultima uscita su matrimonio etero e aborto e la vostra fretta di dire “si ma”, “però” “non basta” “c’è sotto qualcosa” eccetera eccetera eccetera.
        Vi ha fatto un’enciclica contro la gnosi – che è la radice del modernismo – e voi “eh no ce l’ha coi tradizionalisti” “eh però vuole chiudere i monasteri” ”sì ha parlato del diavolo ma non ha detto del forcone”.
        Ma dove volete andare? Imparate dai sinistri che ci sanno fare ahaha

        • Massimiliano ha detto:

          Lei davvero conosce la gnosi? Non sembrerebbe. Se mi dovessi sbagliare mi dica dove quando e con quali parole Bergoglio “ci ha” fatto un enciclica. Saluti.
          Massimiliano.

          • perplesso ha detto:

            Era un’esortazione apostolica, scusi. Strano che non la conosca, ne ha parlato anche Tosatti.

  • virro ha detto:

    Grazie sigg. Super Ex – Tosatti,
    E’ proprio vero, chi non crede che Gesù è il SIGNORE del Creato e VERBO Incarnato (Io sono Via Verità e Vita), annaspa nel voler fare bene le cose, ma non ci riesce “…se il Signore non costruisce la casa , invano vi faticano i costruttori…”, “… senza di me non potete far nulla..”, pertanto tali obiettivi C R O L L E R A N N O perché non sono stati pensati per il bene pacifico di tutti, ma da un gruppo pseudo-padroni della chiesa, obbedienti ad un gruppo pseudo-padroni del mondo. Oggi vediamo i frutti.
    che orrore!!!
    E noi preghiamo il padrone della vigna.

    • Annunziata ha detto:

      Dovremmo capire bene LA PAROLA. .non è difficile capire in questi tempi..che Cristo è morto x tutti…avete trovato qualcuno di questi potenti che lo ha fatto?…se Lui dice ..vi prenderò da ogni parte della terra e vi farò di voi un solo popolo…verranno da Oriente e Occidente…..secondo voi non è lecito al COSTRUTTORE dell universo dare delle leggi perchè in base di tale , tutto puö coesostere…ecco il libero arbitrio è stato dato perchè non fossimo schiavi…GESÙ RITORNERÀ..X GIUDICARE I VIVI E I MORTI..da riflettere…le parole hanno un solo ed unico significato..SANTA MARIA CHE SCULGLIE I NODI …SALVACI

  • Maria Rosa Basso ha detto:

    Molto utile e interessante

  • giulia anna meloni ha detto:

    dalla Salette a Fatima,da Cornacchiola a Civitavecchia,tutte profezie approvate dalla chiesa di Roma e simultaneamente ignorate e disprezzate,eppure in questi messaggi ci è indicato come salvarci e come salvare la Chiesa.Tutto tace perchè il tradimento di Cristo è dai vertici.
    25 marzo 1944 ,Gesù dettava a Maria Valtorta «Ciò che credete progredire è il vostro regresso. Io non manderò più il diluvio, ma lascerò
    che le forze sataniche mandino il diluvio delle sataniche crudeltà»
    http://www.scrittivaltorta.altervista.org/testi/valtorta-profezie.pdf
    ritorniamo davanti al Tabernacolo a chiedere Misericordia per questa umanità.

  • Isabella ha detto:

    Sono d’accordo sull’intensificare le preghiere (qualcuno ricorda l’incidente d’auto di Jorg Haider? E l’omicidio di Pim Fortuyn?), ma trovo anche che questo momento storico sia specchio di un cambiamento inaspettato, iniziato con la Brexit e deflagrato con l’elezione di Trump.
    A questo proposito, si comprende come mai Bergoglio sia sempre più “ossessionato”. Da capo di stato interessato più alle questioni terrene che a quelle celesti, aveva fatto all-in sulla Clinton. E ha perso. Ora osserva le conseguenze delle sue scelte e l’effetto domino prima o poi investirà anche il Vaticano (sarà per questo che il cardinal Parolin era alla famosa riunione torinese del Gruppo Bilderberg?).
    Non dimentichiamo la presenza in Italia di Steve Bannon, un personaggio sottovalutato, ma che, a partire dalla creazione del suo sito, quando ancora il cattolicesimo americano era tutto Dem, per passare alla campagna elettorale di Trump, non ha sbagliato un colpo. E forse anche il suo licenziamento così repentino non era ciò che è parso a una prima occhiata. In fin dei conti, sottotraccia si lavora meglio.
    Inutile aggiungere che Bannon è molto vicino al cardinal Burke, il quale più di una volta si è incontrato con Salvini.
    Per riassumere, non vorrei sembrare troppo ottimista, ma pazientiamo ancora un po’, ma credo che presto sia in arrivo la cavalleria.

  • La Samaritana ha detto:

    È comunque evidente che Bergoglio nel suo utopistico delirio, lui e tutto il suo entourage, stanno raccogliendo frutti maturi, e perciò da piante piuttosto vecchiotte. E che ha trovato nel panorama politico-economico descritto da Fusaro, gli alleati naturali della sua ideologia assai eretica. Fusaro, che mi sembra abbia dichiarato di non essere credente, sembra dare per scontato la vittoria dell’
    asse Soros e C. a cui possiamo aggiungere Bergoglio. Per chi crede in Gesù Cristo come vero Signore di quella Storia che ha come obiettivo naturale la pienezza del Regno di Dio, c’è un’ unica cosa da fare: opporsi con ogni mezzo legittimo per un cristiano. Per chi ha paura delle possibili conseguenze consiglio di intensificare la preghiera, soprattutto il Rosario che, come si sa’ è l’ arma per eccellenza.Anche pregare per Salvini va bene (aggiungerei anche altri), per la loro incolumità, ma anche perché il Signore dia loro sapienza. Grazie infinite a Tosatti che, con la sua opera di informazione, contrasta l’ opera della menzogna. La verità’ è un bene prezioso, ed oggi più che mai è facile essere manipolati, per cui, ma penso non solo io, le sono sinceramente è profondamente grata.

  • Vitalba ha detto:

    Ma vergognatevi…l’unico posto dove dio non alberga è la chiesa. Piena di tutti i vizi capitali.
    ..amatevi come io ho amato voi…
    e non si dice da alcuna parte:amate di più o di meno questo o quello.
    Tutto il resto è niente: solo veleno umano.
    Proprio quelli che si dicono credenti, sono i peggiori esempi di miseria umana. Credevo che si fosse lasciato indietro l’oscurantismo del passato, invece ecco cosa mi tocca leggere dopo 2000 anni di cristianesimo. Voi non siete cristiani, siete dei superstiziosi fedeli di un dio tutto vostro.
    Vergogna!

    • Massimiliano ha detto:

      Mi scusi ma di cosa mi dovrei vergognare? Sa, non avrei capito bene. Mi spieghi Lei il cristianesimo se lo ha compreso meglio degli altri. Su, mi faccia la lezioncina. Attendo in ginocchio sui ceci… Saluti.
      Massimiliano

    • Isabella ha detto:

      @coso
      Abbiamo capito: dobbiamo vergognarci. Mo m’ho segno (cit.)
      Adesso vuoi cambiare disco o ti si è inceppata la puntina?

    • Astore da Cerquapalmata ha detto:

      I vizi la Chiesa almeno li condanna. Basta leggere il Catechsimo della Chiesa Cattolica.
      I sessantottini li esaltano. Basta leggere Mario Mieli, Bendit Coen, Sartre e altri maestri del male e del vizio, tutti esaltanti la pedofilia.
      L’amore segue la verità, non la menzogna. E a proposito di odio e generalizzazioni, la frustrazione impotente ma rabbiosa che sembra apparire da quanto scrivi sembra proprio una manifestazione di odio. O sbaglio?
      Se tu ami noi tuoi nemici, dillo: ne prendo atto e ti faccio i complimenti. Non sei lontana dal regno di Dio

    • Claudio ha detto:

      Sì infatti sono pieni di pedofili e faccendieri e la menano con gli immigrati. Dal Cile intanto sta arrivando un bel regalino per Sodano…

    • Paolo Giuseppe ha detto:

      @ Vitalba
      Questo “vergogna” mi ricorda qualcosa…e non mi mette di buonumore.

    • Vito ha detto:

      Vergognati tu e vai a rileggere quello che scrivevano San Giovanni Paolo II e Benedetto XVI sul fenomeno dell’immigrazione.
      Tu fai solo gli interessi di Soros, Sant’Egidio & Co.

    • deutero.amedeo ha detto:

      l’oscurantismo del passato?
      A me fa paura l’oscurantismo del presente!
      Qualcuno mi spiega perché, per non dare fastidio a “quelli”, nel mio paese debba sopportare che non si suonino più le campane e la croce che sovrasta il campanile non sia più illuminata di notte? Questi sono passi avanti o passi indietro? A parer mio sono grandi passi indietro.
      O no?

    • Nicola ha detto:

      http://www.pierolaporta.it/vergogna-lettera-papa-francesco/e

      Vitalba……Alludevi a questa VERGOGNA ..per caso?…….È la stessa VERGOGNA?…….

    • Francesco ha detto:

      Cara Vitalba, se c’è un posto dove DIO vive, quello è proprio la Chiesa. Forse, anzi senz’altro, non vive in alcuni uomini di chiesa. Che stiamo vivendo nell’Apostasia è evidente a tutti, tranne ai ciechi, che non sono quelli non vedenti, ma quelli che vivono nelle tenebre del cuore. Voler difendere, dall’attacco della falsa chiesa, l’unica Via, Verità e Vita non è ipocrisia ma fedeltà. Un cardinale che dice ad un nuovo governo, legittivamente eletto, che vigilerà, viene da chiedergli dov’era quando il precedente legiferava per le unioni civili, per l’eutanasia. Dov’era quando vescovi promuovevano veglia contro l’omofobia (condannata dalla Sacra Scrittura). Dov’era Lui e il suo superiore quando, i medici e l’alta corte inglese, condannavano Alphie e Charlie a morte sostituendosi a l’unico Padrone e Signore, che poi è il suo Supremo Superiore (DIO)? Pace e bene

    • Vittorio ha detto:

      @ Massimiliano

      Che ne diresti se ti vergognarsi che Bellarmino e’ dottore della chiesa? Pio IX beato? E Davide, padre del Messia? Come e’ possibile cio’ senza la misericordia di Dio? In quanto a super ex gli danno fastidio i migranti ma di anticoncezionali in Africa non ne parlo nel 94. Sperava si suicida sarei? 😂😂😂😂😂

  • Nicola ha detto:

    A proposito di immigrazionismo e media, avete notato la copertura mediatica data fino a tutt’oggi da Rainews24, Rai3, TgSky e la7 sulla vicenda dell’Aquarius ? Ancora oggi che sono arrivati e sbarcati in Spagna, ci stanno ” informando ” dei fatti ovvero facendo il lavaggio del cervello manco fossero italiani che rientrano in patria….

  • Astore da Cerquapalmata ha detto:

    Io penso che l’immigrazionismo sia frutto. più che di una dottrina sbagliata, di mancanza di REALISMO, cioè di una lettura parziale, e perciò sbagliata della realtà.
    L’accoglienza, infatti, non può ridursi a salvare l’uomo in mare: quello è un atto dovuto verso tutti. Se BERLUSCONI fosse naufrago e passasse don Ciotti, questi sarebbe OBBLIGATO a salvarlo, senza se e senza ma.
    Ma il discorso sui migranti deve tenere conto di tanti aspetti: che i migrantio non sono affatto poveri, che il fenomeno migratorio come quello attuale è un fenomeno MAFIOSO e MASSONICO a vantaggio del grande capitale. Per cui chi collabora è COMPLICE, fosse anche un monsignore. Che chi si finge profugo e non lo è RUBA risorse ai veri profughi, per cui è ladro lui e ladri sono i volontari che lo assistono. Ecc.
    Per i veri poveri e i veri perseguitati accoglienza senza calcoli, così come per i poveri italiani. Per gli altri, se proprio non si può fare a meno di ospitarli, si sequestrino i conventi e le ville dei piddini. Papa Francesco sarà sicuramente contento (lo dico senza ironia, ma convintamente)

  • Giuseppe ha detto:

    Non credevo esistessero ancora gente COME voi..aveva ragione suor lucia..il papa avrà molto da soffrire..vergognatevi

    • Astore da Cerquapalmata ha detto:

      La buona fede delle persone si vede se c’è imparzialità.
      Io sono per l’accoglienza dei veri profughi (da guerra o fame) ma anche per l’accoglienza dei poveri italiani. Che ci sono e conosco in prima persona casi inimmaginabili.
      Sono per salvare tutti i naufraghi.
      Ma chi vuole ospitare dei migranti benestanti (collaborando con la caritas parrocchiale ti assicuro che sono la maggior parte, alcuni di loro se ne vantano perfino) è un LADRO, perché ruba risorse ai veri poveri.
      Alternative non ne vedo

    • Nicola ha detto:

      Giuseppe “Non credevo…..”no lo sai già da tempo perché frequenti da parecchio tempo il sito e quindi non fare il finto stupito. P.S. Non sai quanti sacerdoti santi e di sana dottrina stanno piangendo perché pecorelle smarrite e confuse arrivano nei loro confessionali perche’ si ritrovano il magistero della Chiesa cambiato grazie alle dichiarazioni di questo Papa e grazie ai suoi scritti. E non sai quanti italiani stanno piangendo a causa degli arrivi di orde di clandestini che stanno distruggendo l’italia GRAZIE alle parole di questo Papa che invita all’ invasione senza se e senza ma h24. È stanno piangendo anche perché le tasse per mantenere gli invasori le pagano questi italiani e non lui. Perciò falla finita una buona volta di dare addosso ai lettori del blog e falla finita di essere capitato nel blog per la prima volta perché ti riconosco, ha scritto altre volte su Stilum Curiae facendo l’inorridito verso i lettori…

    • Vito ha detto:

      Vada a rileggere quello che avevano detto e scritto sull’immigrazionismo San Giovanni Paolo II e Papa Benedetto XVI.
      Poi ne riparliamo.
      E lasci stare suor Lucia che non si riferiva di certo ai migranti.

    • deutero.amedeo ha detto:

      Il Papa ha forse i calli? O la prostatite? Poveretto!

  • deutero.amedeo ha detto:

    “l’ossessione migrantista del Pontefice regnante”, data la sua posizione, è stata epidemica e coinvolge una gran quantità di persone, credenti e non credenti, che non capiscono una cosa semplicissima: la colpa per i tanti morti in mare e per i tanti maleadattati che vivacchiano in pessime condizioni dopo che sono riusciti a sbarcare non è di chi non li accoglie o li accoglie male ma di c h i l i h a f a t t i p a r t i r e.
    O no?

  • Paolo Giuseppe ha detto:

    Laciamo perdere il passato e il card. Martini. Erano i tempi in cui tutti in spiaggia, in pieno relax, trovavano uno svago divertente tirare sul prezzo di un oggetto proposto in vendita da un “vu cumprà”. Ma oggi non è più così. Oggi la nostra società, con l’immigrazione di massa, incontrollata, alluvionale, dovrebbe guardarsi dentro e rendersi conto che stiamo per essere sopraffatti. Forse è tardi, ma “spes ultima dea” e dunque ho ancora un barlume di speranza che riusciamo a uscire dal deserto di valori nel quale ci troviamo. Perchè deve essere chiaro a tutti che è solo colpa nostra: un paese appena normale non avrebbe mai e poi mai accettato di arrivare a questo punto.
    Mi devo fermare per ragioni di spazio.
    Quanto alla Chiesa, alla gerarchia, mi fanno ridere fino alle lacrime specialmente quando mi vogliono far credere che rifiutare l’immigrazione selvaggia è peccato: ma vadano a quel paese, per non dire di peggio.
    Quanto al Papa, mi spiace per Super ex, ma l’attuale Papa non ha alcuna responsabilità. Il motivo? Trovatelo voi.

  • peter ha detto:

    Egregio Dott. Tosatti,
    se considerate l’immigrazionismo di Bergoglio una eresia al pari di tante altre , “dichiaratelo” eretico come urla Don Minutella e non se ne parli più!

    Sia lodato Gesù Cristo

    • Astore da Cerquapalmata ha detto:

      Io parlo per me.
      Bergoglio è il Papa legittimo. Non solo: non lo considero affatto eretico.
      Non INSEGNA errori, per cui non è eretico. Si limita a PROPORRE delle “aperture”, senza fare dichiarazioni solenni.
      Forse personalmente non crede che l’uso del preservativo sia illecito, altrimenti non si spiega lo slalom che ha fatto quando gli hanno rivolto una precisa domanda sul tema, ma non lo insegna. Quello che pensa privatamente non è magistero. Non è eretico.
      Penso però che l’ipotizzare la comunione per i divorziati risposati senza altre spiegazioni e soprattutto senza, eventualmente, normare un percorso di avvicinamento ai sacramenti attraverso il Codice di Diritto Canonico, abbia creato molta confusione, che più che salvare anime può dannarle.
      La colpa, certo, non è tanto del Papa, ma dei Vescovi che danno la comunione senza discernimento.
      L’eresia, infatti, non è del Papa, che parla spesso di anima, salvezza, preghiera… l’eresia è di certi vescovi (legittimi) che si guardano bene dal parlare di peccato e di salvezza dell’anima. Sembra che per loro il cristianesimo, più che a una filosofia, si riduca a un galateo.

  • Ángel Manuel González Fernández ha detto:

    Stimato Direttore:
    È da molto tempo che gli scrissi che il problema degli emigranti e rifugiati in Italia si risolverebbe rápido e una volta per tutte: tutti, tutti, terroristi anche, allo Stato Vaticano.
    “Rod Dreher, 9 aprile 2018:
    Il Papa Francisco non suolo è un leader religioso, ma è anche il governante di un stato sovrano, la Città del Vaticano. Se realmente crede quello che sta dicendo che apra le porte del Vaticano a tutti gli immigranti che voglia.Gli permetta di offrirloro imputa permanente ed offra loro assistenza finanziaria.
    Quando il Papa Francisco inviti gli immigranti a trasformare la Piazza di San Pedro in un accampamento permanente, allora sarà fedele ai suoi principi e predicherà con l’esempio. Se egli non fa quello, allora egli ed i suoi seguaci dovrebbero riflettere su perché non sta facendolo, e che cosa potrebbe dire sul suo proprio sentimentalismo e doppio rasero”.
    “Rod Dreher, 9 april 2018:
    Pope Francis is not only a religious leader, but is also the ruler of a sovereign state, Vatican City. If he really believes what he is saying, let him open the gates of Vatican to as many migrants as want to come. Let him offer permanent residency to them, and provide them and their families with financial assistance.
    When Pope Francis invites migrants to turn St. Peter’s Square into a permanent camp, then he will be true to his principles, and lead by example. If he won’t do that, then he and his supporters should reflect on why he’s not doing so, and what it might say about his own sentimentalism and double standards”:
    http://www.theamericanconservative.com/dreher/francis-open-borders-are-pro-life/

  • Eugenio Bernardino Prella ha detto:

    I Cristiani hanno perso appuntamenti storici importanti: con il mondo del lavoro, all’inizio dell’industrializzazione, con il pacifismo, con il femminismo e i Cattolici, in particolare, anche con l’antirazzismo. Devono perdere anche questo appuntamento, che è solo l’inizio di una trasformazione storica globale? Iannacci ha dedicato una sua simpatica canzone a coloro che… “neanche se ne accorgono”.

  • Isabella ha detto:

    Praticamente hanno eletto Papa John Lennon. Ma stonato.

    • Enrico66 ha detto:

      Bellissima battuta. Da applausi.
      E, come tutte le battute ben riuscite, c’è tanto di vero.

  • giorgio rapanelli ha detto:

    Chi ha letto il Corano – che è una copia del libro che è presso Dio, dettata dall’angelo Gabriele a Maometto – non si fa illusioni sulle intenzioni ultime dell’Islam. Solo gli imbecilli se le fanno… Come se le fanno sulla “misericordia” infinita di Dio, che tutto perdona, che tutto copre… Per cui puoi fare tutto ciò che vuoi, come dice Aleister Crowley, in quanto tu sei dio e non hai bisogno di un altro Dio che ti guida e giudica….
    Quindi, attenzione a cosa dici e a come ti muovi, quando vuoi svelare la verità sul fenomeno dei migranti. Che è la più colossale bugia del XX secolo: rischi l’ostracismo, la galera, la vita… Avete visto mai un giornalista indagare sulla realtà dei flussi migratori?
    Chi rischia la vita è oggi SALVINI… Si è spinto troppo in avanti e da solo. Non credo che abbia la Lega dietro, o comunque uomini al suo livello di coraggio e di comunicazione chiara e puntuale.
    Ho espresso un paio di settimane fa la mia opinione sulla eliminazione fisica di Matteo Salvini a degli esponenti regionali della Lega: avevano la mia stessa opinione. Adesso la preoccupazione comincia a serpeggiare anche tra la gente comune. Maurizio Blondet ha espresso perplessità sul dire e il fare del ministro dell’Interno. Le reazioni sono state di sostegno a Salvini. Io gli consiglierei una maggiore prudenza. Ci sono molti modi per chiudere la bocca ad una persona. Morto Salvini, la Lega perderebbe forza, in quanto nell’immaginario collettivo la Lega è SALVINI.

    • Nicola ha detto:

      Concordo pienamente con quanto scritto da te caro Giorgio. Io penso più che altro che vogliano farlo fuori come al solito con la Magistratura Rossa amica che sicuramente avrà un dossier aggiornato su di lui. Peggio di tutto è che non ci sono altri Salvini nella lega come lui. Va avanti da solo. È l’unico che ha capito la gravità della situazione ed ha le idee chiarissime. Per cui abbiamo tutti l’obbligo come cattolici ed italiani di PREGARE PER LUI. STO PARLANDO SUL SERIO, DA OGGI LO AGGIUNGO ALLE PERSONE PER CUI PREGO QUOTIDIANAMENTE.

      • Astore da Cerquapalmata ha detto:

        Massoni, laicisti, cattocomunisti, lobby piddina omosessuale, pedofili in doppio petto, e fenomeni da circo equestre, attaccano l’Europa cristiana, e soprattutto l’Italia, attraverso 2 fronti: la scristianizzazione e il pervertimento della cultura e della natura umana e l’islamizzazione. Pensare alle femministe (non quelle vere, ma quelle politicizzate) tacere sull’antifemminismo islamico fa pena. Più Sharia per tutti!

    • Galadriel ha detto:

      Concordo. Da quando si è formato il governo temo per la vita di Salvini. Offriamo preghiere al Padre e alla Madre che lo preservino. Avete notato che è l’unico che cita la sua fede cristiana come base del suo agire? Saluti.

  • Enrico66 ha detto:

    Le riflessioni di SuperEx sono acute e veritiere sia per Bergoglio sia per Martini.

  • giulia anna meloni ha detto:

    bravissimo super -EX, Soros è un demonio,la Bonino il suo braccio destro in Italia ,quelli che nomina nel suo scritto fanno parte dei suoi adepti,però i figli di Dio non dormono.