LA CEI CHIEDE INFORMAZIONI ALLE DIOCESI SUI MIGRANTI ACCOLTI. IL COMMENTO DI PEZZO GROSSO.

12 giugno 2018 Pubblicato da --

Marco Tosatti

 

Stilum Curiae è stato informato di una notizia che se confermata appare molto interessante, visto il clima in cui si vive in questi giorni a seguito delle decisioni del governo per frenare il traffico di esseri umani, e le attività – lucrose – delle ONG. La CEI ha mandato a tutti i Vescovi fogli da compilare per raccogliere informazioni su quanti richiedenti asilo sono stati accolti da loro, dove, in quali strutture e così via.

Non dimentichiamoci che in questo sostanzioso business la Chiesa e organizzazioni collaterali ad essa sono fortemente interessate. 

Chi volesse avere informazioni più dettagliate, nel silenzio dei media mainstream (ma come potrebbe essere altrimenti? Un figlio del proprietario del più grande gruppo editoriale italiano è dirigente di una ONG che ha due navi impegnate nel traffico…) può leggere questa inchiesta in tre parti della collega Francesca Totolo.

Parte Prima

Parte seconda

Parte Terza

Noi invece leggiamo che cosa ha da dire in proposito Pezzo Grosso…

“Caro Tosatti, abbiamo avuto notizia che la CEI ha mandato a tutti i Vescovi fogli da compilare per informare di quanti richiedenti asilo sono stati accolti da loro, dove, in quali strutture….Se la notizia è vera, significa che la Cei non è più interessata a chi va a messa, prende i Sacramenti, manda i figli a dottrina, bensì conferma i ‘sospetti’ di che penza che ormai si solo una ONG e venga prima o poi assorbita da Sant’Egidio. Per la CEI di Bassetti/Galantino gli ‘ultimi’ sono quelli che non hanno la fede cattolica e non devono averla, per contribuire a toglierla a chi invece ancora la possiede? Vorrei indirizzare ad entrambi una lettera aperta se Tosatti me lo consente. <Cara CEI, per obbedire a qualcuno, come sembra, rischiate di far perdere credibilità alla figura del Pontefice ed al ruolo della Santa Chiesa. Mi auguro possiate cominciare a intenderlo. State rischiando di fare il male della popolazione residente in Italia più debole e inerme, il male degli immigrati meno forti e volonterosi e il male dei paesi e delle loro famiglie che lasciano sole, abbandonate. State facendo il male dei cattolici dividendoli. State definitivamente trasformando la Chiesa in una ONG a guida Sant’Egidio. I laicisti che fino a ieri attaccavano la Chiesa perché era fondata sul Sacro, perché affermava Dogmi e Mistero, oggi la attaccano, trionfanti, spiegando che è bastato farle prendere paura per vederla mettere in discussione quasi tutto in pochi anni. Stanno esultando. spiegando che è bastato cambiare la ‘guida’ perché tutto cambiasse, non avendo essa in realtà fondamenta, essendo inconsistente. Come Lutero aveva già spiegato. Vedete, la vera e più importante carità sta nella correzione fraterna, che voi invece sembrate considerare offensiva. Ma fate ancora gli esercizi spirituali?>.

Leggo sul Corriere della sera di oggi, a pag. 5, che l’arcivescovo di Agrigento, nonché Presidente della Caritas, card. Francesco Montenegro, riferendosi alla decisione di limitare gli accessi di immigrati, ha dichiarato che ‘Dobbiamo prepararci a un mondo multietnico e non chiudere porte e finestre’. Nessun cenno alla evangelizzazione conseguente. Mah!”.







Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa”.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina.




LIBRI DI MARCO TOSATTI SU AMAZON

Se siete interessati a un libro, cliccate sul titolo.



UNO STILUM NELLA CARNE. 2017: DIARIO IMPIETOSO DI UNA CHIESA IN USCITA (E CADUTA) LIBERA

FATIMA, IL SEGRETO NON SVELATO E IL FUTURO DELLA CHIESA

SANTI INDEMONIATI: CASI STRAORDINARI DI POSSESSIONE

PADRE PIO CONTRO SATANA. LA BATTAGLIA FINALE

 

 

 

Tag: , , ,

Categoria:

Questo articolo è stato scritto da wp_7512482

50 commenti

  • franco ha detto:

    A PROPOSITO DEL CENSIMENTO
    A seguito del polverone sollevato per la gestione dell’immigrazione sarebbe interessante sapere dove, come, quando, quanto costa e quanto incassa la Chiesa dei famosi 5 miliardi di Euro e se questi contributi vengono effettivamente pagati dalla U.E. o dallo stato italiano e per esso dai cittadini italiani ovvero da qualche strana ONG (magari la Moas?) in odore Soros & c. visto che non sono mancati incontri in Vaticano con questo strano personaggio.
    Se prima avevo fiducia nell’azione che veniva svolta dalla Chiesa a favore degli immigrati, ora ho la necessità di capire come effettivamente stanno le cose.
    Ho sempre ritenuto che la Chiesa fosse fuori dal business dell’immigrazione ma ora sono sempre più dubbioso visto l’endorsement (leggasi appoggio) di noti prelati e laici a quel potere politico che ha governato l’Italia fino ad ieri.
    Penso che avere una corretta informazione sia più che necessario per capire se ci sono persone che predicano bene e razzolano male (non intendo riferirmi al card. Ravasi) riempiendosi la bocca di parole vane.

    uno che predica bene e razzola male (

    • Lucia ha detto:

      I 5 miliardi da quello che so sono dell Italia.L ue ha da to le briciole : 80 milioni.A questi 5 miliardi vanno aggiunti la scuola , la sanita, ma essendo un corpo unico con i cittadini italiani non si puo sapere quanti siano i soldi per i migranti .Soros sovvenziona TUTTE le ONGPer quanto mi riguarda le piccolissime donazioni le faccio ad ACS , non piu gia da anni alla caritas(nb: sta portando avanti un.progetto che si chiama liberi di partire , liberi di restare) , ACS aiuta le comunita cristiane perseguitate e le altre persone VERAMENTE bisognose per restare e far crescere le comunita , non per trapiantarle qui in Europa a fare gli schiavi , i delinquenti .Si perche sto leggendo cose poco edificanti di progetti sia della caritas e di politica di s egidio.Ciao

  • Paolo Giuseppe ha detto:

    L’argomento immigrazione meriterebbe fiumi di parole per spiegare lo stato dell’arte. Mi limito a poche considerazioni.
    1- Il comportamento della Chiesa Cattolica è vergognoso. Senza falsa modestia (alla mia età non ho più nessun interesse da difendere) sono disposto a impartire lezioni in materia di immigrazione a tutta la gerarchia cattolica a partire dal papa per finire all’ultimo dei preti.
    2- Mi fanno scompisciare dalle risa i preti e vescovi che minacciano le fiamme eterne per chi non segue il Vangelo, trincerandosi dietro il “ero straniero e non mi avete accolto”. Se qualche prete o vescovo vuole l’esegesi, mi telefoni.
    3- Per esperienza DIRETTA sul campo, vi assicuro che i bisogni dei “barboni” (scusate la parola) italiani che conosco a decine, sono infiniti e i soldini che dovrebbero essere destinati a loro sono invece dirottati sulle “risorse” africane.
    4- La differenza, sconosciuta ai più, tra i “barboni” italiani e le “risorse” straniere è la seguente:
    – italiani: al 90% non hanno e non avranno mai le energie intellettuali, morali, fisiche per risollevarsi dalla loro condizione;
    – stranieri: al 90% HANNO dentro di sè queste energie perchè si tratta di individui giovani e sani di corpo e di mente.
    A chi spetta la precedenza???

    • Luigi Bonini ha detto:

      “La differenza, sconosciuta ai più, tra i “barboni” italiani e le “risorse” straniere è la seguente:
      – italiani: al 90% non hanno e non avranno mai le energie intellettuali, morali, fisiche per risollevarsi dalla loro condizione;
      – stranieri: al 90% HANNO dentro di sè queste energie perchè si tratta di individui giovani e sani di corpo e di mente.
      A chi spetta la precedenza???”

      Ha centrato in pieno la questione

  • Iginio ha detto:

    1. Il primo “straniero da accogliere” è il feto che invece viene abortito: perché lì l’accoglienza non vale?
    2. Sui laicisti, invece, la vedo diversamente. Per decenni e decenni se la prendevano con le ingerenze chiesastiche e clericali, volevano il “Tevere più largo”, sfottevano i credenti laici e ostacolavano la loro carriera lavorativa ecc. ecc. E adesso? Siccome un tizio vestito di bianco dal Vaticano ha ordinato di far entrare tutti quelli che vengono da Africa e Asia, persone prive sia quasi sempre di qualificazione sia di legami culturali con l’Italia, dove sono i laicisti? Perché non si lamentano più?
    3. Ma perché il mondo multietnico sarebbe più bello? Allora andava bene anche l’Unione Sovietica? E perché nessuno dice che questo cosiddetto multiculturalismo si regge invece sulla cancellazione della cultura e delle tradizioni nostre, riducendoci a consumatori e fruitori del modo di vita cosmopolita nato negli USA?

  • Echenique ha detto:

    Il grave pericolo é che ci stiamo abituando a la trasformazione de la santa Chiesa in una ONG, una accoglienza che non accoglie nessuno, già che lascia tutti nel peccato, al non condannarlo.

  • franco vr ha detto:

    Quello che sta venendo fuori in questi giorni a proposito di immigrazione, per usare le parole di quella specie di presidente francese, e’ davvero VOMITEVOLE.
    In tutta questa vicenda non mi pare che la Chiesa ci faccia una gran bella figura. Fino ad ora, secondo il detto, tutto andava ben madama la marchesa . Ci mancava solo il proclama del card. Ravasi che, nel contesto in cui tale frase è stata pronunciata, alle nostre orecchie suona come un vero ed autentico ricatto nei confronti del nostro paese e di un governo che evidentemente pare vada di traverso a chi fino ad ora ha fatto ponti d’oro al politicamente corretto.
    Poiché non è la prima volta che la Chiesa (in particolare la CEI) interviene su questione di politica interna c’è da chiedersi se per caso il vangelo di nostro Signore Gesù Cristo sia unidirezionato ed usato a secondo delle convenienze del momento.
    Con tutto il rispetto per il card. Ravasi dovuto al mio credo, desidero esprimere il mio rammarico per questo intervento inutilmente divisivo per le coscienze dei credenti proprio perché proviene da un pastore che dovrebbero esprimere coerenza nell’annunciare il vangelo a tutti i credenti e non solo ai fans di un partito o di una fazione.

  • franco vr ha detto:

    Quello che sta venendo fuori in questi giorni a proposito di immigrazione, per usare le parole di quella specie di presidente francese, e’ davvero VOMITEVOLE.
    In tutta questa vicenda non mi pare che la Chiesa ci faccia una gran bella figura. Fino ad ora, secondo il detto, tutto andava ben madama la marchesa . Ci mancava solo il proclama del card. Ravasi che, nel contesto in cui tale frase è stata pronunciata, alle nostre orecchie suona come un vero autentico ricatto nei confronti del nostro paese e di un governo che evidentemente pare vada di traverso a chi fino ad ora ha fatto ponti d’oro al politicamente corretto.
    Poiché non è la prima volta che la Chiesa (in particolare la CEI) interviene su questione di politica interna c’è da chiedersi se per caso il vangelo di nostro Signore Gesù Cristo sia unidirezionato ed usato a secondo delle convenienze del momento.
    Con tutto il rispetto per il card. Ravasi dovuto al mio credo, desidero esprimere il mio rammarico per questo intervento inutilmente divisivo per le coscienze dei creden ti proprio perché proviene da un pastore che dovrebbero esprimere coerenza nell’annunciare il vangelo a tutti i credenti e non solo ai fans di un partito .

  • Nicola ha detto:

    Chissà poi cosa avranno mai da dialogare…..

    • GianPiero ha detto:

      Lettere ai musulmani per inizio e fine Ramadan, ma il vescovo Delfini e’nella stessa inquietante posizione dei vescovi cileni, ha insabbiato un caso di pedofilia di un sacerdote milanese,chche ha abusato di un adolescente, semplicemente spostandolo di sede sem p re pero’a contatto con ragazzini, senza prendere alcun provvedimenti.
      Il caso non e’ scoppiato perche’siamo.in Italia e non in Cile, e gli insabbiatori di scandali ecclesiastici godono a loro volta del silenzio mediatico.Solo il giornale La Verita’ha osato.parlare del caso, che tra l’altro e’finito in un processo della giustizia civile.
      Questo per dire che la curia di Milano invece di sp edire lettere per il Ramadam, avrebbe tanto altro a cui.pensare, tra cui il mettere davvero in pratica la tolleranza zero verso la p edifilia e mettere in pratica laa “trasparenza” o glastnost tanto sbandierata.Covo di ipocriti.a cominciare dal vescovo.

    • Adriana ha detto:

      PETTEGOLI ! ! !

  • Nicola ha detto:

    Chiesa in libera uscita 1 e 2. 1) lettera per l’inizio del Ramadan in Lombardia e a Milano. 2)lettera per la fine del Ramadan . Chissà come staranno commentando adesso in Paradiso San Marco d’Aviano, San Giovanni Bosco ( che scrisse sulla falsa religione,maomettana ) e San Pio V che formò una Lega di principi cristiani per fermare con una flotta i Turchi a Lepanto. Ma sì sa che oggi si dialoga con tutti tranne che con i Frati Francescani dell’Immacolata che sono appestati…..

    http://www.chiesadimilano.it/news/attualita/ramadan-occasione-di-incontro-e-dialogo-218907.html

    http://milano.repubblica.it/cronaca/2018/06/12/news/milano_mario_delpini_ramadan-198841897/

    • zuzzerellone ha detto:

      ho letto solo le prime parole della prima lettera : si invitano i fedeli ad intensificare le relazioni con i musulmani ? e questa sarebbe una lettera pastorale ? Forse sto sbagliando ma consiglierei a chi ha scritto la lettera di cui Nicola ci dato il link di leggere questi versetti della seconda lettera di Giovanni :
      E questo è l’amore, che camminiamo secondo i suoi comandamenti. Come avete udito al principio, questo è il comandamento che abbiamo ricevuto perché camminiamo in esso.
      Poiché sono apparsi nel mondo molti seduttori, i quali non confessano che Gesù Cristo sia venuto in carne ; questi è il seduttore e l’anticristo.
      Fate attenzione a non perdere il frutto delle cose compiute, ma fate in modo di riceverne una piena ricompensa.
      Chi va oltre e non dimora nella dottrina di Cristo, non ha Dio ; chi dimora nella dottrina di Cristo ha il Padre e il Figlio.
      Se qualcuno viene a voi e non reca questa dottrina, non ricevetelo in casa e non salutatelo, perché chi lo saluta partecipa alle sue opere malvagie.

      Bisognerebbe far notare a qualcuno che la dottrina di Maometto e la dottrina di Dio hanno ben poco in comune…

  • Claudius ha detto:

    Il prete-fantasma che la mena tanto che non dare l’8 per mille alla chiesa e’ peccato non riesce a capire la verita’ quasi banale che e’ vero esattamente il contrario: e’ peccato dare i soldi, a questi apostati dementi. Dare i soldi a questi traditori ipocriti e’ come fare l’elemosina al tossico che usera’ i soldi per andare a comprarsi un’atra dose. Ma il prete-fantasma che bazzica qui dentro, simbolo e emblema dei tanti preti-fantasmi che oramai pullulano nella Chiesa Cattolica, non se ne rende conto. Lui vive nel mondo delle favole, dove i “migranti” bisogna accoglierli perche’ se no non siamo buoni cristiani.
    Infantilismo, malattia terminale del clericalismo.

  • Andrea ha detto:

    Il 90% di questi clandestini è composto da giovani di sesso maschile e generalmente di buona costituzione. Questa forte discriminante verso bambini, donne e anziani però è accuratamente ignorata dai sostenitori del politicamente corretto. Forse tanto per iniziare dovrebbe essere fatta una legge sulle quote rosa dei flussi migratori per riequilibrare la situazione. Tenendo conto che se le cose continuasserò così tra 30 anni non solo avremo un Europa africanizzata ma anche estremamente sbilanciata nel rapporto fra i sessi. Ma sono parole al vento… è un invasione programmata e con personale selezionato: forza lavoro a basso costo, potenziali eserciti privati, propaganda ecumenica e costruzione delle moschee. (se le percentuali di uomini e donne fossero invertite non ci sarebbe tutto questo bisogno di luoghi di culto… cosa che la massoneria mondialista invece vuole fortemente). Ci mettono dentro qualche bambino e qualche donna per focalizzarsi su di loro nei tg. Nuovo ordine mondiale. Ma più cercano di mettersi al posto di Dio, più verranno sconfitti e umiliati. Il malvagio non impara mai dalla storia.

    • Adriana ha detto:

      Andrea ,ciao. Interessante documentario di Report .migranti con tanto di facilitatori e di elicotteri di Missione militare Sofia…Tutto or
      ganizzatissimo e…costosissimo .

      • Andrea ha detto:

        Ciao Adriana. Già… e sostenuti mediaticamente da imbonitori come Saviano che in questo momento sta pontificando come suo solito a La7.
        Non hanno capito che la gente normale, quella prende il treno, l’autobus e che non ha attici o guardie del corpo è stanca di questa situazione. Più parlano e più perdono consensi. Meglio così.

  • Nat ha detto:

    Appello al card. Ravasi.
    Eminenza, non potrebbe supportare la bella iniziativa del questionario ai vescovi con un adeguato versetto evangelico? Grazie.

    • Claudius ha detto:

      ravasi e’ sempre stato un trombone ignorante (non so per quale mistero passa per essere un raffinato intellettuale) e presuntuoso. Un nessuno con la enne minuscola. Adesso si scopre che non conosce manco il Vangelo. Un vero pozzo di ignoranza.

  • Nicola ha detto:

    Ultimissime. Ecco l’ennesima dimostrazione che non è tanto la CEI a mettere in cattiva luce l’immagine del Santo Padre e della Chiesa come detto nel mio precedente post, ma………..

    http://www.ilgiornale.it/news/cronache/vaticano-gesuita-pro-lgbt-allincontro-mondiale-sulle-1539957.html

    • Adriana ha detto:

      Insomma : Gay Pride tutto l’anno !!! L’aveva detto Rossi ,il PD toscano ,che bisognava che le famiglie andassero a goderselo il Gay Pride di Roma .Con i figli ,perchè divertente ed istruttivo !Chi corre dietro a chi ?

  • GIORGIO VIGNI ha detto:

    Novella tomistica, politicamente scorretta:
    “Padre ho fame ”
    “Marito mio anch’io ho fame”
    ” Miei amati, vedrò di trovare qualcosa”
    ” Eccomi di ritorno, ho trovato dei viveri, però, qua fuori, ho visto dei migranti e l’ho dato loro”
    Quesito maxipoliticamente scorretto: ma che razza di padre è ?
    Per me, sinceramente, è uno spregevole cattoqualcosa, padre alla mentula.

    Variante, altrettanto maxipoliticamente scorretta:
    “Miei amati, ho trovato, ecco, a voi ”
    ” Che dio ti benedica padre ed io ti ringrazio, ma qua fuori ho visto dei migranti, lo darò a loro ”
    Per me, grande figlio, francescanamente corretto.

    Amen, amen .

    G. Vigni

    • GIORGIO VIGNI ha detto:

      Variante finale, politicamente tragica, ma italianamente corretta: la magistratura scopre che il padre aveva ceduto i viveri ad una coop. per migranti facendo fifty/fifty .

      Alleluja, alleluja .

      G. Vigni

  • Nicola ha detto:

    Pezzo Grosso scrive che ” per obbedire a qualcuno la CEI rischia di fare perdere credibilità al Pontefice ed alla Chiesa” Io per quel che ho visto in questi 5 anni di Pontificato di Papa Francesco, mi sembra più che altro che sia lo stesso Pontefice a metterci tanto del suo per minare la figura dello stesso Pontefice e della Chiesa. Si’ qualcosina in negativo lo fa pure la CEI ma se Bergoglio valesse, spiritualmente parlando, chesso’ la metà di Wojtiwa o di Ratzinger, non staremmo a questo punto. Concludo dicendo poi che oggi ho avuto l’ennesima conferma della ignoranza totale dei cattolici in materia di catechismo e di vita della Chiesa. Parlando con un ex collega di lavoro, è uscito fuori per l’ennesima volta che ” questo Papa è di LARGHE VEDUTE” detto ovviamente in senso positivo ( per la serie gli altri Papi erano “rigidi” e adesso finalmente si cambia la Dottrina……) ed è saltato fuori per l’ennesima volta che ovviamente non sapeva nulla come tanti altri cattolici, dei DUBIA……….Mi domando allora purtroppo quante persone si perderanno eternamente quando ci sarà il preannunciato( da tanti veggenti ed apparizioni mariane) Giudizio in cui vedremo lo stato delle nostre anime di fronte a Dio e tante persone rifiuteranno di convertirsi….perché tanto Dio non manda nessuno all’inferno…….Concludo con una vecchia constatazione di qualche anno fa di un vecchio Monsignore del Duomo di Milano. OGGI SIAMO UNA MINORANZA NELLA MINORANZA. Intendendo dire così che i cattolici oggi sono pochissimi ma poi quelli che cercano di vivere secondo il vero Vangelo e vero Magistero della Chiesa sono ancora meno…

  • Lucy ha detto:

    Quello che sconcerta è l’uso strumentale fatto ancora una volta da uomini di chiesa (ieri il card.Ravasi) della frase “ero straniero e mi avete accolto “.Essa indica il dovere dell’ospitalità che era fin dall’antichità un istituto di rilevanza sociale che si trova già nei poemi omerici e a cui si era obbligati anche quando le situazioni rendevano nemici.
    Lo dtesso termine : xenos significa straniero e ospite. Il rifiuto dell’ospitalità o peggio la sua violazione era un reato sacrilego.
    Nel mondo romano era articolato in una serie di norme giuridiche ( ius hospitii ).
    È evidente che anche in Israele riguardava singole persone anche con famiglia che arrivavano davanti alla tua tenda o alla tua porta ; non significava e non poteva significare l’assurdità che ha assunto intenzionalmente oggi di aprire i confini del tuo paese ai popoli esterni cioè a centinaia di migliaia di persone .Questo stravolgimento della frase evangelica è frutto dell’ideologia immigrazionista della nuova chiesa dipendente dalle direttive dell’ONU e dell’UE.

    • deutero.amedeo ha detto:

      “Ero straniero e mi avete accolto” è l’ultima versione.
      In Bibbie non sospette e con tanto di approvazione CEI di epoca ante Bergolium papam è detto :”Ero forestiero e mi avete ospitato” . Ricordiamo poi che all’epoca di Gesù, non solo non c’erano registratori, ma l’unico mezzo di trasporto era l’asino, non c’erano Autogrill, la stalla era, per l’inverno, l’ambiente più caldo e ospitale della casa.

      Già, ma anche il metodo storico critico è stato messo al bando.

  • Ecclesia Afflicta ha detto:

    in effetti “pezzo Grosso” solleva un problema fondamentale quando dice “I laicisti … Stanno esultando. spiegando che è bastato cambiare la ‘guida’ (della chiesa) perché tutto cambiasse, non avendo essa in realtà fondamenta, essendo inconsistente.”

    Papa Francesco e i suoi accoliti, con i famosi cambi di paradigma che altro non sono che accantonamento di dottrine e dogmi dettato dallo “spirito”, hanno demolito l’autorevolezza della chiesa. Perché un cristiano dovrebbe prendere sul serio una religione che cambia la fede perché i suoi “leaders” decidono di cambiare? Perché una cosa valida 6 anni fa oggi non è più valida? Non stiamo parlando di dettagli secondari, di disciplina o di diversi modi di esprimere una verità complessa e articolata.

    Bergoglio e la sua corte dei miracoli di Tucho Besame Mucho, il Cardinal Vanesio che presta i paramenti sacri all’alta moda newyorkese e poi si atteggia a twittatore del vangelo, Galantino-Cei8x1000, i gesuiti che usano i soldi della chiesa per sfogare le loro vanità intellettuali, hanno demolito la verità della chiesa cattolica per sostituirla con le loro opinioni e i loro pregiudizi.

    Bergoglio ha sostituito il suo ministero di custode del deposito della fede (cioè la retta dottrina, cioè l’ortodossia) con il Führerprinzip, cioè il culto del capo, il culto della sua personalità. Se non esistono più dogmi e leggi ma solo pastorale e discernimento, allora in ultima istanza ciò che conta nella chiesa è il pastore e colui che discerne, cioè il lider maximo, cioè lui stesso.
    L’ideologia perfetta per un gesuita (Sant’Ignazio di Loyola aveva profeticamente proibito ai gusuiti di diventare vescovi) peronista e marxista in salsa sudamericana.

  • franz ha detto:

    mi è stata spiegata la “informativa ” richiesta dalla CEI per conoscere il numero di accoglienze e strutture utilizzate . Le ragioni sono legate al timore che il governo faccia indagini economico finanziarie sullo stato della accoglienza e interrompa la pacchia . ( soprattutto su sant’Egidio) . Si direbbe che la CEI sulle ONG immigrazione ci viva su stretto senso . Come ? Affittando gli immobili (oratori ecc.) . Perciò il censimento …E cco .

  • Adriana ha detto:

    ” Quando vedo sbarcare questi con ‘sti fisici, capisco che l’Europa non ha capito niente della situazione in Africa. Ci sono milioni di persone che non riuscirebbero ad affrontare una passeggiata di 100 metri tanto sono malridotte,figuriamoci una traversata…Senza contare che col costo dell’imbarco ci vivrebbero in 1000 in un mese”.Giobbe Covatta.( che dell’Africa povera si occupa ). E il
    Vaticano S.P.A. ne capisce qualcosa ?

  • Colaus de Arce ha detto:

    @ Fabio
    ” Basta 8×1000!
    Diamolo agli Ortodossi oppure, visto che il nuovo governo sembra muoversi bene, lasciamolo allo stato.
    È bene fare un adeguato passaparola”

    E..no caro Fabio, se lo dai allo stato una bella fetta la più grande ritorna alla CEI.
    Dici bene invece di darlo agli Ortodossi, almeno questi sembra che mantengano la fede cattolica.

    • Grog ha detto:

      Bè…insomma..se sono ortodossi non possono essere cattolici. Così, a rigor di logica…

      • Lucia ha detto:

        Caro Grog so poco della storia della Chiesa ma ho realizzato che nel Vangelo dice chele porte dell inferno non prevarranno. ma non parla ne di Vaticano ne di Chiesa ortodossa .Sa che cosa penso ? Ma che colpa ne abbiamo noi se a Roma hanno deciso che la vita di giovani africani di 25 _ 30 anni figli di avvocati e ingegneri , insegnanti ecc che avendo da sistemare 7 _ 8 figli , per i mussulmani con 2 _ 3 mogli , facciamo 15 li mandano da noi e la vita di un anziano e di una famiglia con genitori sfrattati e con figlio disabile vale di meno? Gesu non credo che ci fulmina se si decide di darli alla Chiesa ortodossa.Se punira qualcuno saranno i responsabili non noi .!!La saluto con affetto.

        • zuzzerellone ha detto:

          ma anche tra gli ortodossi ci sono le mele marce !
          L’altro giorno alla Vita in diretta si è proceduto al linciaggio mediatico di un cosiddetto monastero ortodosso… che di ortodosso aveva solo qualcosa : una cappella con una bellissima iconostasi ed il regime dietetico che veniva offerto agli ospiti (ovvero vegetariano). A prima vista sembrava che il castello fosse di proprietà di un barone che aveva deciso di trasformarlo in monastero. Ma non era così. Il castello era in affitto, il barone era un falso ed i denari utilizzati per l’acquisto dei mobili erano il frutto di una truffa a molti risparmiatori, a cui si promettevano investimenti in attività ecologiche. Ai tre finti monaci ed ai loro complici sono stati sequestrati beni, effetto di truffe agli investitori per 72 milioni di euro…
          Certo l’8 per mille alla Sacra Diocesi ortodossa d’Italia non finisce a questi loschi figuri (tutti hanno detto di non conoscerli…) ma chi ci assicura che anche tra gli ortodossi non ci siano degli speculatori sulla buona fede altrui ?
          Proviamo a lasciarli alla Stato, almeno per quest’anno, poi vedremo…

  • Isabella ha detto:

    Pian piano si sta prosciugando l’acqua in cui nuotano e proprio come i pesci che provano a restare vivi, si dibattono in maniera scomposta.
    Prima l’elezione di Trump, con la spallata al sistema che si augurava la “Catholic spring” (e ci erano quasi riusciti, con le dimissioni di Benedetto XVI. Quasi…), per arrivare all’Italia che, nonostante le ingerenze estere, ha inaugurato il suo Governo in cui (udite udite!) gli eletti sembrano decisi a rispettare il programma elettorale per il quale sono stati votato. E fra i vari punti c’è anche un bel repulisti nell’industria dell’accoglienza, al cui confronto il sistema delle indulgenze contro cui si scagliava il (da loro) tanto amato Martin Lutero sembra una partita di rubamazzetto.
    Sarà bastata la presenza del cardinal Parolin alla famosa riunione del Gruppo Bilderberg a Torino a sistemare un po’ le questioni, magari pianificando un “contrattacco”?
    O, come temo, una volta appurato che il Vaticano non serve più, si darà il via libera a un qualche attentato, magari a Roma? Perché, come scritto in precedenza da altri, storicamente ogni volta che l’Italia ha provato ad alzare la testa son sempre piovute bombe, non solo metaforiche.

    • Franco ha detto:

      Rispondo ad Isabella.
      Concordo con quanto espone. Si tratta di una lucida analisi della situazione con una conclusione che anch’io mi ero permesso di esporre come ipotesi di fantapolitica ma che invece rischia di essere una fondata ipotesi che potrebbe avverarsi. Da dove traggo questa convinzione? Guarda caso proprio dalla lettura del libro scritto da Gaeta sulle profezie di Bruno Cornacchiola nella parte in cui lui stesso riferisce che la Vergine della Rivelazione il 12 aprile 1947 gli profetizzo’ che “dalla parte d’oriente un popolo forte, ma lontano da Dio, sferrera’ un attacco tremendo, e spezzera’e cose piu’ sante e sacre, QUANDO GLI SARA’ DATO DI FARLO” e speriamo che cio’ non avvenga. Ognuno poi è libero di avere le proprie convinzioni!

  • deutero.amedeo ha detto:

    E’ assodato che ogni azione umana ha una motivazione e uno scopo. E sulla motivazione e lo scopo di questa iniziativa della CEI si possono fare molte ipotesi.
    Mi limito a scrivere quella che a mio parere è la più probabile.
    Si tratta di una ingegnosa trovata per “discernere” chi ubbidisce e chi non ubbidisce, nell’ambito dell’organizzazione umana della Chiesa, agli ordini del capo in materia di “accoglienza” dei migranti.
    Un “disubbidientometro” insomma…

  • rita ha detto:

    Oramai la Chiesa sedicente cattolica, ci sta abituando al peggio del peggio, dove di evangelico c’è molto poco.
    Io sto pregando Lo Spirito Santo che mi faccia conoscere almeno CINQUE persone che abbiano un pochino di Verità, che amino la Vita e che seguano solo la Parola di Dio e il Vangelo. DIFFICILISSIMO!!! Le donne della mia età parlano solo di malattie, di morti e di banalità varie. I giovani sono ipnotizzati e storditi dalla mitragliata di notizie. I bambini non si fidano neppure dei genitori e i nonni non gli importa più un tubo del futuro. Meglio un bicchiere di vino e una partita a carte.
    Ma non sono sola, con me c’è Gesù , il meraviglioso figlio di Dio, c’è Maria, la dolcissima sposa dello Spirito Santo e Dio Padre, la bellezza infinita. Abbracciata completamente perché il mondo spirituale è molto più tangibile di quello materiale.
    Osservate le varie facce dei cattocomunisti. Riccardi della Comunità di S. Egidio, don Ciotti, Bassetti, Ravasi, Emmaus presidente dei focolarini…etc…etc.. non hanno nello sguardo almeno un po’ di LUCE DEL VANGELO VISSUTO. Sembrano più imprenditori.
    Preferisco don Minutella che esagera, vero, ma…ad estremi MALI estremi rimedi. Come è costretto a fare Salvini. Nel GRANDE CAOS occorrono voci FORTI e CHIARE.

  • anonimo ha detto:

    Ricorderete certamente la “performance” dell’Arcivescovo di Palermo, mons. Lorefice (quello che ha cacciato don Minutella perché non più “una cum” con la chiesa di Bergoglio) che, inforcata una bicicletta, con i paramenti vescovili indosso, ha trasformato la chiesa in una specie di Velodromo Vigorelli.
    Ebbene, il solerte parroco di Crespano del Grappa (ridente paesotto al confine tra le provincie di Treviso, Vicenza e Belluno), don Francesco, ha pensato bene di porsi anch’egli sulla scia di questa specie di liturgia catto-sportiva. Dovendo celebrare le nozze di un giocatore di pallacanestro con la sua dolce metà, ha preparato loro una bella sorpresa: entrati in chiesa, i futuri sposi si sono trovati di fronte ad un canestro da basket, collocato nel bel mezzo della navata centrale. Passato il primo momento di sbigottimento, lo sposo si è visto offrire da don Francesco un bel pallone, affinché provasse a fare canestro; malgrado l’emozione del momento, è riuscito nell’intento, e la cerimonia ha potuto aver luogo; i due sono così stati uniti in matrimonio nel nome del Pa…, ehm, nel nome del Pallone, del Canestro e del Prosecco (che sempre “spirito” è, anche di altro genere). Chissà se, in caso di mancato canestro, don Francesco avrebbe rinviato le nozze all’inizio del prossimo campionato di basket? In una “Chiesa in uscita” (di cervello ?) c’è da aspettarsi questo ed altro.

    • deutero.amedeo ha detto:

      Dovendo celebrare le nozze di un giocatore di pallacanestro con la sua dolce metà, ha preparato loro una bella sorpresa: entrati in chiesa, i futuri sposi si sono trovati di fronte ad un canestro da basket, collocato nel bel mezzo della navata centrale. Passato il primo momento di sbigottimento, lo sposo si è visto offrire da don Francesco un bel pallone, affinché provasse a fare canestro; malgrado l’emozione del momento, è riuscito nell’intento, e la cerimonia ha potuto aver luogo; i due sono così stati uniti in matrimonio nel nome del Pa…, ehm, nel nome del Pallone, del Canestro e del Prosecco (che sempre “spirito” è, anche di altro genere). Chissà se, in caso di mancato canestro, don Francesco avrebbe rinviato le nozze all’inizio del prossimo campionato di basket? In una “Chiesa in uscita” (di cervello ?) c’è da aspettarsi questo ed altro.

      E per fortuna lo sposo non era campione di tiro a segno e il celbrante non era il bersaglio. Altrimenti quel matrimonio sarebbe finito in tragedia.

  • Adriana ha detto:

    Naturalmente Eurini annuali…che certo meritano rispetto e devozione .

  • Adriana ha detto:

    “i migranti rendono PIU’ della droga ” Buzzi dixit . Beh ! Signori ,:
    281.005.000 Eurini all’anno non sono un due di briscola !

  • Fabio ha detto:

    Basta 8×1000!
    Diamolo agli Ortodossi oppure, visto che il nuovo governo sembra muoversi bene, lasciamolo allo stato.
    È bene fare un adeguato passaparola

  • Sempliciotto ha detto:

    No, ma che dite?
    Papa Francesco è stato frainteso, non era questo che egli voleva dire.
    In tali manovre quinquennali lui non c’entra niente, sono quelli che lo circondano che agiscono a sua insaputa, lui, più è più volte, ha affermato “chiaro e tondo” TUTTO E IL CONTRARIO DI TUTTO, poi sono i suoi collaboratori e i giornalisti che non capiscono, o fingono di non capire, ma lui non ha mai avuto peli sulla lingua nel contraddirsi.
    Cosa c’entra lui, poverino, che neppure guarda la TV, se il Generale dei Gesuiti, da lui scelto, spara impunito, eresie dalla mattina alla sera?
    Cosa c’entra lui, poverino, se il direttore emerito del più influente quotidiano italiano, a cui rilascia continuamente interviste confidenziali, poi sul giornale fa la spia e pubblica ciò che lui gli aveva rivelato nel segreto, secondo un piano di dissimulazione evidentemente ben architettato?
    Cosa c’entra lui, poverino, se tre noticine a piè pagina, trovatesi li “per caso” e che lui, il clemente il misericordioso, neppure ricorda, sono state interpretate secondo l’ETICA DELLA SITUAZIONE?
    Cosa c’entra lui, poverino, se da quando aveva annunciato che “la Chiesa non è una ONG”, la Chiesa è diventata una ONG?
    Cosa c’entra lui, poverino, se danno la Comunione ai Protestanti, quando lui si era pronunciato con forza dicendo “forse sì, o forse no, chi lo sa, fate voi”?
    Cosa c’entra lui, poverino, se il giorno che hanno staccato il respiratore ad ALFIE (primizia dei milioni che verranno uccisi dopo di lui) era proprio il giorno del suo onomastico? Come poteva lui, il Papa dell’allegria, non festeggiarlo offrendo a tutti un bel gelato?
    Come poteva lui, poverino, ricordarsi che in concomitanza col glorioso cinquecentenario dello Scisma Luterano, c’era un congresso Eucaristico dove egli era atteso?
    Come poteva lui, poverino,………..

    Vabbé, basta altrimenti continuo fino a domani.

    • Lucy ha detto:

      Stringente logica deduttiva .Bravissimo !

    • Maria Cristina ha detto:

      Se vuoi Sempliciotto continuo io…
      Nell’ Amoris Laetitia come poteva lui poverino distinguere chiaramente tra “ misericordia” e
      lassismo morale ? Distinguere tra perdono e colpo di spugna? Distinguere chiaramente tra etica della situazione e etica fondata sulla verita’ immutabile della Sacra Scrittura?
      Come poteva? Col discernimento? Ma c’ e’ discernimento e discernimento: quello chiaro e limpido di San Tommaso D’ Aquino che faceva teologia usando i neuroni che il buon Dio gli aveva dato cioe’ la ragione oltre che la FEDE non va piu’ bene, meglio il discernimento del card. Kasper che fa teologia in ginocchio colle ginocchia o di Tucho Fernandez neovescovo di La Plata che fa teologia con varie
      parti del corpo meno che col cervello.
      Come puo’ lui poverino discernere fra vero e falso discernimento? Per lui le ginocchia o altre parti del corpo vanno bene come il cervello…per fare discernimento!

    • Paolo Giuseppe ha detto:

      @ Sempliciotto
      e a seguire:
      – cosa c’entra lui, poverino, se Figueroa (presbiteriano) è stato nominato da Papa (cioè lui) direttore dell’Osservatore Romano di Buenos Aires?
      – cosa c’entra lui, poverino, se il segretario della CEI è un tipo “brillante”?
      – cosa c’entra lui, poverino, se mons. Bode (vice presidente della Conf. Episc. tedesca) afferma che è ora di attuare qualche forma di benedizione per le coppie omosessuali?
      – cosa c’entra lui, poverino, se il Vaticano ha conferito l’Onorificenza dell’Ordine di San Gregorio Magno a Lilianne Ploumen, nota per le sue iniziative a favore dell’aborto?
      – cosa c’entra lui, poverino, se dopo aver promosso mons. Barros vescovo di Osorno tra la costernazione di tutto il Cile, l’altro giorno ha accettato le sue dimissioni? Capita di sbagliare, no?
      – cosa c’entra lui, poverino, se il neo-vescovo di Pinerolo mons. Olivero (nominato da papa Francesco, cioè lui), con sprezzo del ridicolo, dichiara “il matrimonio è indissolubile, ma non infrangibile”?
      – cosa c’entra lui, poverino, se………….(salto una montagna di “cosa c’entra lui”)?
      e infine, cosa c’entra lui, poverino, se Papa Francesco (cioè lui) ha nominato padre James Martin (gesuita a favore del mondo LGBT) consultore della Segreteria della comunicazione del Vaticano?
      Cercate di essere comprensivi. Con tutti gli impegni del Papa, potrà sbagliare quanche virgola ogni tanto, o no?

      • Adriana ha detto:

        Paolo Giuseppe ,
        abbiate pazienza ,è un “miggrante”. Si farà .Grazie alla Grande Italiana e alla dotta Fedeli (del cui prezioso linro di istruzioni ha scritto -o fatto scriver la prefazione/raccomandazione).

  • Grog ha detto:

    “Nessun cenno all’evangelizzazione…”, sai cosa gli frega a questi del Vangelo…ormai è acclarato che non ci credono più.

    • giulia anna meloni ha detto:

      ha ragione ,siccome questi non credono più nel Vangelo sono contro Dio,cioè già asserviti a Satana, come tutti i giuda.