ABATE FARIA: SE REPUBBLICA ATTACCA IL GOVERNO, ALLORA È BUONO. INIZIA LA LAPIDAZIONE LGBT DI FONTANA.

2 giugno 2018 Pubblicato da --

Marco Tosatti

 

Cari amici e nemici di Stilum Curiae, quando l’Abate Faria ieri mi ha mandato la riflessione che trovate qui sotto, sono stato tentato di non pubblicarla. Primo: era appena apparsa un’altra riflessione del buon abate, e pur grato come sono dei contributi, tendo a distanziarli un poco, per non ingenerare noia nel lettore. E poi mi sembrava che il religioso questa volta avesse esagerato. Ma leggete prima che cosa scrive:

Se il giornale La Repubblica ci da giù così forte contro il nuovo governo, significa che qualcosa di buono ci deve pur essere nel governo stesso. Ammetto che ero tra quelli che aveva sottovalutato Matteo Salvini, quando era succeduto ad Umberto Bossi. Eppure oggi il suo partito mi sembra uno dei pochi che si opponga alla deriva antropologica portata avanti da giornali come La Repubblica, dalla cosiddetta parte progressista nei partiti politici e, in una parte oramai significativa, dalla Chiesa Cattolica stessa che non sa più opporsi allo smottamento anzi, lo accompagna benevolente.

Ammetto che Lorenzo Fontana mi sta simpatico, c’è molto più cattolicesimo in lui che in molti membri dell’episcopato, non solo italiano.

Ora la battaglia sarà più cruenta perché i dominatori del mondo hanno perso temporaneamente il controllo. Useranno tutti i mezzi di cui sono capaci, e sono tanti, per ritornare saldamente in sella.

Speriamo, alla faccia loro, che qualche piccolo “danno”, nel frattempo, si riesca a farlo.

Abate Faria

 

Ecco. Poi questa mattina ho aperto i giornali e mi sono trovato davanti a questo titolo su un articolo di una collega di Repubblica:

Quando Fontana diceva: “Unioni gay e immigrazione di massa cancellano il popolo italiano”

A poche ore dal giuramento, il neoministro della Famiglia è già accusato sui social di posizioni omofobe e xenofobe. Ecco cosa scriveva e dichiarava l’esponente leghista

Potete, se volete, leggere l’articolo a questo contatto.

Notate per favore il metodo squadrista: l’avversario viene immediatamente squalificato, parlando di posizioni omofobe (cioè di qualche cosa che non esiste, un concetto creato per tacitare l’oppositore) e xenofobe, senza dimostrare l’assunto: scomunica e anatema tout court.

Nell’articolo si scrive, fra l’altro che nel libro scritto con Gotti Tedeschi, Fontana è “Arrivato persino a sostenere che la caduta dell’Impero Romano sia stata causata dalla scarsa natalità”.

Oibò che follia! Peccato che questa tesi sia presente nella discussione storica da parecchio tempo (mi ricordo, ma non sono riuscito a ritrovare la fonte, di uno studioso che incolpava le tubature in piombo di aver creato grandi problemi di sterilità nel popolo romano). E che addirittura ci siano specialisti che hanno dedicato, di recente, – e non sono leghisti , e neanche italiani – opere di centinaia di pagine a questo soggetto. Scriveva di Giulio Meotti sul Foglio del 20 Marzo 2015 “Adesso uno storico francese, Michel De Jaeghere, nel suo libro di seicento pagine “Les derniers jours”, gli ultimi giorni, scrive che la causa della caduta dell’Impero fu l’implosione demografica. Il libro, recensito in maniera entusiastica dall’accademico francese Jean d’Ormesson, sostiene che Roma collassò, passando da un milione di abitanti ai ventimila del V secolo. Si produsse quella che Eric Dodds ha definito “un’epoca d’angoscia”. La denatalità portò alla crisi dell’amministrazione, del sistema stradale, dell’erogazione di acqua su lunghe distanze, dell’irrigazione, dei mulini; e così aumentarono la vulnerabilità alle malattie e l’emigrazione. Infine, il calo generale ridusse le capacità militari e di sicurezza dell’Impero. Dal 165 d.C., la popolazione diminuì bruscamente: un quarto degli abitanti scomparve tra il 200 e il 400, e un quarto della restante popolazione tra il 400 e il 500”.

Forse qualche lettura in più non guasterebbe, colleghe e colleghi militanti.

E poi ho avuto la curiosità di vedere quelle che erano le fonti social degli attacchi a Fontana, riportati sull’House Organ sia delle lobbies LGBT che della sinistra disperata.

Potete vedere di quale imparzialità siano fornite dai due screenshot allegati….

Non è un caso che Repubblica conosca la crisi di vendite e di credibilità di cui sta soffrendo.







Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa”.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina.




LIBRI DI MARCO TOSATTI SU AMAZON

Se siete interessati a un libro, cliccate sul titolo.



UNO STILUM NELLA CARNE. 2017: DIARIO IMPIETOSO DI UNA CHIESA IN USCITA (E CADUTA) LIBERA

FATIMA, IL SEGRETO NON SVELATO E IL FUTURO DELLA CHIESA

SANTI INDEMONIATI: CASI STRAORDINARI DI POSSESSIONE

PADRE PIO CONTRO SATANA. LA BATTAGLIA FINALE

Tag: , , ,

Categoria:

Questo articolo è stato scritto da wp_7512482

44 commenti

  • Aurelio ha detto:

    Riguardo a Fontana, sono d’accordo con ciò che afferma l’articolo. Non sono d’accordo invece sull’attacco che Tosatti mi sembra faccia in generale contro la Chiesa, in particolare contro il papa. Tosatti non vuole ricordare che Gesù ha affermato, se non sbaglio a suor faustina Kowalska “Prima di venire come giudice giusto (2^ venuta), verrò come re di misericordia”. Ora, poichè come re di misericordia non potrà presentarsi (altrimenti sarebbe quella la seconda venuta), dovrà farlo attraverso il suo vicario. Papa Francesco sta mostrando infatti, per chi non è prevenuto, tutta la misericordia di Dio. Egli cerca di avvicinare tutti: omosessuali, divorziati risposati, non mettendo da parte i principi fondamentali della nostra fede ma affermando cose che un attento esame dimostrerebbe giuste. Gesù non ha perdonato all’adultera? Eppure l’adulterio era un peccato gravissimo; si sarebbe potuto dire se Gesù perdona l’adultera, allora possiamo peccare anche noi di adulterio, tanto ci perdona. Riguardo ai divorziati risposati faccio presente che affinchè un peccato sia mortale ha bisogno di 3 condizioni: 1) Materia grave, e certo il vivere la seconda unione anche attraverso rapporti sessuali è materia grave; 2) Piena consapevolezza della gravità, certo quasi tutti sanno che la materia è grave; 3) Deliberato consenso. Qui per semplicità consideriamo una donna che nel secondo matrimonio ha avuto anche dei figli. Il suo nuovo compagno pretende rapporti sessuali, la donna non vorrebbe ma non può esimersi per non creare grossi problemi soprattutto ai figli. Ecco che la terza condizione non è soddisfatta: la donna ha rapporti sessuali, ma contro la sua volontà. Se la situazione è questa allora bene ha detto il papa che queste persone possono anche accostarsi alla comunione. Riguardo agli omosessuali poi è stata volutamente male interpretata la sua frase:”Se l’omosessuale cerca Dio, chi sono io per giudicarlo?”. Se l’omosessuale cerca Dio allora si starà sforzando di vivere in castità, magari non ci riuscirà ed allora dovrà confessarsi come tutti gli altri ma dire che il papa ha sdoganato i rapporti omosessuali è una falsità, tanto è vero che il catechismo della chiesa cattolica non è stato cambiato e la lettera di san Paolo sulla condanna di chi fa atti omosessuali continua a terminare con la frase “Parola di Dio”. Attenti perchè così si crea confusione tra i fedeli e si mette in cattiva luce il papa che se è a quel posto ha sicuramente l’aiuto dello Spirito Santo, visto che Gesù ha detto chiaramente che le potenze degli inferi non prevarranno.
    Scusate la lunghezza del messaggio ma ci tenevo a chiarire ciò che a me sembra lampante.

  • Nicola ha detto:

    Sono fuori tema lo so ma volevo segnalare un nuovo indirizzo e-mail , quello di Matteo Salvini.

    salvinipremier.it

  • anonimo verace ha detto:

    Cari amici, vicini e lontani, i nostri studi liceali sono lontani, e, per la verità, il periodo intercorso tra il declino di Roma e l’avvento dell’Impero carolingio è ben poco studiato a scuola (almeno ai miei tempi, che sono appunto lontani).
    La visione che abbiamo della chiesa di oggi ci è di intralcio per pensare a come andavano le cose nei 4 secoli , dal 400, all’800 dopo Cristo.
    I tradizionalisti cattolici pensano ad una chiesa romana latina, ma non credo che questa visione corrisponda alla realtà. L’Impero romano nella sua parte orientale era ellenizzato e quindi la lingua utilizzata era il greco. Nella stessa Italia, abbiamo molte zone “bizantine”. Non pensiamo solo a Puglia e Calabria : pensiamo a Ravenna con i suoi splendidi mosaici. Di recente hanno presentato a Sereno Variabile, in quel di Benevento una chiesa restaurata, mi pare si chiamasse santa Sofia, che veniva presentata come esempio di architettura bizantina.
    E tra la caduta dell’Impero Romano e l’arrivo di Carlomagno ci furono anche le invasioni longobarde. Longobardi che divennero stanziali e cristiani e costruirono anche loro le loro chiese ed i loro monasteri.

  • Catholicus ha detto:

    Massimo s’Alema conferma la recente affermazione di Paolo Savona, secondo il quale l’Unione Europea è, in realtà, una Germania prepotente e pigliatutto e una serie di stati succubi di tale ituazione.

    https://video.repubblica.it/economia-e-finanza/d-alema-gli-aiuti-alla-grecia-sono-andati-alle-banche-tedesche-e-il-video-diventa-virale/206213/205319

    D’Alema: “Gli aiuti alla Grecia sono andati alle banche tedesche”. E il video diventa virale”
    “Si dice: ‘Noi paghiamo le pensioni dei greci’. No! Noi paghiamo le banche tedesche, e di questi soldi i greci non sentono neanche l’odore”. Sì conclude così l’intervista di Massimo D’Alema a RaiNews24 che sta diventando in queste ore un vero e proprio fenomeno dei social network, invadendo le bacheche degli utenti Facebook.
    L’ex presidente del Consiglio è stato invitato dal canale all-news della Rai a commentare l’appello, di cui è firmatario insieme ad altre personalità tra cui i premi Nobel Stiglitz e Krugman, per chiedere alle autorità europee più flessibilità sul debito greco e sulle politiche di austerità. D’Alema conclude la sua intervista con un esempio, volto a dimostrare perché un’unione monetaria non possa funzionare senza un’unione di bilancio e perché le disuguaglianze tra paesi ricchi e paesi poveri siano destinate ad aumentare senza un’unione politica.
    “In Germania il costo del denaro è bassissimo”, spiega D’Alema, “quindi le banche tedesche raccolgono denaro a un costo quasi nullo. Con quei soldi comprano i titoli della Grecia, che essendo un paese a rischio paga tassi altissimi, il 15%. In questo modo guadagnano una montagna di soldi”. In altri termini, attraverso la differenza dei tassi d’interesse, “enormi risorse si trasferiscono da un paese povero, la Grecia, a un paese ricco, la Germania. Il paese povero si impoverisce sempre di più, il paese ricco si avvantaggia sempre di più”. Come se non bastasse questa contraddizione, continua il suo ragionamento l’ex premier, quando la Grecia non è più in grado di pagare, arrivano gli aiuti europei. “Noi abbiamo dato alla Grecia 250 miliardi di euro. Ma non per le pensioni dei greci, ma per pagare le banche tedesche”.

  • alice ha detto:

    Domenica 3 Giugno. Rassegna stampa della 7 alle 7. Viene mostrata, tra gli altri, la prima pagina del MANIFESTO. Attacco pesante a Fontana.
    Volendo condividere con voi la notizia, vado al sito http://www.giornalone.it, dove ogni giorno sono riportate le prime pagine di molti quotidiani italiani, ivi compreso il manifesto. Ma oggi, guarda caso, la prima pagina del Manifesto non c’è.
    Speriamo che la mancanza sia dovuta ad una rapida azione giudiziaria…

    • Nicola ha detto:

      Alice ecco invece un attacco pesantissimo de Il Fatto Quotidiano contro Salvini. Questi evidentemente godono ad avere 600.000 clandestini in Italia con tutti i problemi economici, sociali e di sicurezza che comportano e che i fatti quotidiani dimostrano. Ma evidentemente i sinistri sono i campioni nel negare ad ogni costo l’evidenza della realtà come quel marito che sorpreso a letto con un’altra donna dalla moglie negava decisamente l’adulterio e diceva che aveva soccorso la donna che si era sentita male….Questo era uno degli episodi del mitico film MADE IN ITALY degli anni ’60.

      https://www.ilfattoquotidiano.it/2018/06/01/matteo-salvini-agli-interni-con-lui-il-viminale-diventera-una-macchina-di-propaganda/4396006/

      Oggi Minniti ha dichiarato che l’italia non deve diventare l’Ungheria del Mediterraneo. Traduzione non dovete fermare l’invasione…..Alla fine la verità la sputano sempre fuori …….

  • giorgio rapanelli ha detto:

    L. Ron Hubbard, fondatore di Scientology, ha scritto che la caduta dell’impero romano fu causata dal massiccio numero di aborti. Infatti, le donne romane dell’Impero volevano divertirsi e non stare a casa con i figli. Se tutta quella civiltà non finì nell’oblio fu grazie ai monasteri, sostenuti con forza da Carlo Magno. Il quale – così sembrerebbe – non aveva la sua Aquisgrana ad Aachen, ma nella valle del Chienti, nel Piceno, dalle parti di Macerata. La sua cappella palatina sarebbe l’attuale abbazia di San Claudio al Chienti. Qui, con i suoi successori, sarebbe nato il Sacro Romano Impero. Il quale aveva un potere accentratore, con una élite di nobili e di chierici, su di un popolo senza diritti, ma governato con lungimiranza da imperatori illuminati. Il Sacro Romano Impero sarebbe stato poi spostato ad Aachen da Federico Barbarossa, una volta cacciato dall’Italia. Con somma gioia della Chiesa, che avrebbe cancellato ogni ricordo di Carlo Magno e dei Carolingi dalla zona, per motivi politici. Eppure questa parte del Piceno ha una delle più forti concentrazioni di chiese carolingie al mondo.
    Perché ho scritto ciò? Perché la nuova Europa altro non vorrebbe diventare che un “sacro romano impero” in chiave non più cristiana, ma massonica, guidato da una élite massonico finanziaria materialista, atea e satanista (già esistente ed operante), al di fuori delle decisioni democratiche (già sta avvenendo in parte), con una nuova razza “afro euroasiatica”, inferiore all’attuale razza “bianca”, che possiede una grande civiltà cristiana, quindi meno massa manovrabile psicologicamente… E’ il Piano Kalergi che stanno cercando di attuare, con la immigrazione clandestina organizzata di Africani e di musulmani mediorientali. Insieme al piano imposto LGBT per manipolare le menti infantili e giovanili verso l’omosessualità “improduttiva”. Quindi saremmo bisognosi di nuovi arrivi ancora attivi sessualmente per ripopolare l’Europa…
    Ora, questo piano perverso, con il contrasto di alcune nazioni europee ex-sovietiche ed attive religiosamente, e con la vittoria della Lega, il piano per l’Italia è messo in pericolo. Subirebbe forse uno stallo… Di qui il solito becero armamentario di termini che non gasano più alcuno, come ai miei tempi giovanili. Dopo la morte di Berlinguer è cominciata la deriva comunista… tradendo i lavoratori e mettendosi al servizio delle logge angloamericane…
    Tenteranno di tutto. Per creare confusione, per fare sbandare il nuovo governo nella parte più debole, ossia M5S, onde poi formare un governo forte e antidemocratico, che piaccia però alle logge angloamericane. Magari utilizzando quei migranti africani delusi, privi di speranza, o apertamente criminali, come quelle organizzazioni di spaccio, di cui fanno parte l’assassino, o gli assassini, di Pamela del caso Macerata. Conosco gli Africani: molti tendenzialmente sono selvaggi, primitivi, opportunisti e violenti. Con una divisa e un’arma in mano sarebbero ottimi mercenari. Un ministro del governo Letta propose di dare la cittadinanza a quei migranti che avessero fatto il servizio militare… Un enorme idiozia, ma molto utile ai fini dei satanisti che hanno per ora perso il potere..

  • Lucy ha detto:

    A Nicola.
    Sei impagabile.Grazie infinite per il lavoro da certosino che svolgi nel segnalare dati , notizie,articoli anche pregressi ma importanti per l’informazione presente.È tutto scritto nel tuo libro d’oro lassů.

  • Mari ha detto:

    Me risultava che la denatalità avesse giocato un ruolo determinante non solo nella caduta dell’Impero Romano, ma anche, prima, nel portare alla decadenza la Grecia del V secolo a.C. , e poi anche la Serenissima, nella quale si era diffusa in modo impressionante l’omosessualità.

    La demografia mi ha sempre interessato molto, e devo dire che oltre 30 anni fa parecchi studiosi delineavano gli scenari che ora stiamo vivendo…

    Ma chi governava allora (e anche dopo) non si curava assolutamente di questo problema, vuoi per pregiudizi ideologici, vuoi perché forse ci si assicurava più voti permettendo le “baby pensioni” (a pensionati che, vispi quarantenni, avrebbero riscosso probabilmente per altri 40 anni e più, la pensione per la quale avevano contribuito per soli 20 anni … ) che non favorendo chi di mettere al mondo i bambini (il nostro futuro!!!) aveva voglia ( che poi ciò non fosse comunque impossibile lo so benissimo, ma le preoccupazioni economiche in certi casi potevano in effettivamente avere il loro peso).

    E adesso? “Giova sperare, mio caro Renzo”, come diceva il Manzoni, forse dopo tanti “pseudo-cattolici” al governo che non hanno fatto per anni praticamente nulla per un significativo aiuto alla famiglia.

  • Andrea ha detto:

    Salvini in merito alle dichiarazioni di Fontana:

    Non ho nessuna intenzione di rivedere leggi del passato come l’aborto e le unioni civili: da papà sono convinto che i figli devono avere un papà e una mamma ma la questione delle famiglie non è all’ordine del giorno di questo governo, ci hanno votato per avere meno immigrati e più sicurezza”. “Detto questo, ognuno ha le sue idee e non deve essere lapidato per questo”.

    Non facciamoci illudere dai politici;
    Don Amorth disse dei credenti non praticanti: “sono di satana”

    Il regno lgbt è componente essenziale del dominio di satana. In questi anni è stata fatta una propaganda mostruosa e la perversione è stata trasformata in diritto. Se consideriamo che Il m5s è apostata e la lega non è particolarmente cattolica… potrebbero esserci grosse e inaspettate sorprese. Ma per un cattolico che sente di vivere gli ultimi tempi in realtà nulla di nuovo. Distruzione di vita e famiglia sono tappe obbligate nel mondo senza Dio che si vuole costituire.

    • lucis ha detto:

      Sì, ma è anche vero che Dio si serve anche di persone lontane per portare aventi suoi progetti,come si servì di Ciro che non era ebreo per far rimpatriare gli ebrei da Babilonia,e come si servì di Costantino quando era ancora pagano e si fece battezzare solo alla fine della vita.
      Non si può aver tutto subito. Salvini è un abile politico, l’importante è invertire la rotta. Già nel suo discorso ha chiaramente smantellato le ipotesi di reati contro l’omofobia, in quanto ha detto che ciascuno ha il diritto di dire quello che pensa.

    • Leo ha detto:

      Beh, veramente Salvini in campagna elettorale ha “brandito” tanto di Rosario, al punto che non pochi commentatori sono arrivati a definirlo come unico vero esponente politico vicino a posizioni genuinamente cattoliche. Le sue ultime “prese di distanza” (almeno così le interpreto io) da Fontana non mi sembra vadano d’accordo con quanto ha esibito in campagna elettorale. Non devo poi certo insegnare ai lettori di questo forum quanto alla base di ogni azione politica deve esserci una visione etica e morale dell’uomo, che ne ispiri le scelte sul piano del governo (economia, istruzione ecc..), e non il viceversa. Saluti.

      • Andrea ha detto:

        Salvini ora ambisce in maniera evidente al potere e il potere acceca in fretta. Ha voluto gli interni perchè la sua battaglia principale è il blocco dell’invasione clandestina. Ha diverse convinzioni politiche che si avvicinano alla visione cattolica, ma è apparenza. Non voglio giudicare perchè son l’ultimo che può farlo però se io fossi convivente con figli ci penserei due volte prima di esibire rosari in piazza e farmi maestro, poichè come sappiamo dal vangelo la sua è una condizione pubblica di difetto per la legge di Dio. Ora siamo tutti peccatori non c’è dubbio, ma almeno lasciamo fare i profeti a chi vive secondo Dio. Il rosario è un’arma di salvezza eterna, non un arma politica sociale. Detto questo Luci non ha tutti i torti. Meglio lui ora che altri palesemente apostati.

  • Nicola ha detto:

    fontana_l@camera.it

    Ciao, ho appena scritto al Ministro Fontana per l’abolizione dell’ UNAR. Ma era l’indirizzo email del parlamento europeo ed ho ricevuto una email automatica che mi dava la sua nuova email per la Camera dei Deputati. Eccola allegata.

    • deutero.amedeo ha detto:

      E bravo Nicola, chiunque tu sia. E’ così che si fa.
      Per fare trottare il cavallo bisogna frustarlo. Dopo che ha trottato, se mai, gli si dà lo zuccherino.
      Fuori di metafora, stimoliamo i politici a fare.
      Poi, se saranno bravi, e daranno risultati, la prossima volta col nostro voto li premieremo.

  • Nicola ha detto:

    Per tutti. Allego il link de Il Post con tutti i profili social del nuovo Governo. Quindi dovrebbe essere molto attendibile. Ci sono anche i due profili del Ministro Fontana.

    https://www.ilpost.it/2018/06/01/profili-social-instagram-facebook-twitter-ministri-governo/

  • curiosone ha detto:

    il problema che si presenta al neo-ministro è sopratutto quello di riuscire a bloccare le forme di propaganda LGBT nelle scuole. Ho trovato questo curioso articolo in internet, non so quanto veritiero. Cerco di condividerlo con voi :
    http://www.ortodossiatorino.net/DocumentiSezDoc.php?cat_id=31&id=6477

  • Nicola ha detto:

    Sarebbe importantissimo che il Ministro eliminassse subito tutti quegli Enti Inutili Parassitari Carrozzoni pro lgbt e gender pagati profumatamente dal contribuente per indottrinare ed omosessualizzare la nostra gioventù, distruggere la famiglia naturale e tenere nelle scuole lezioni inerenti a queste tematiche….Tipo L’UNAR ad esempio…..

    http://www.unar.it/

    • Andrea ha detto:

      Questo è il punto fondamentale. Eliminare la propaganda gender dall’educazione scolastica. Ai più giovani va insegnato il rispetto ma le lobby con questa scusa cercano solo di imporre il peccato come cosa giusta e da approvare.

  • anonimo verace ha detto:

    non amo i demografi, nè quando fanno previsioni sul futuro, nè quando volgono il loro sguardo al passato. Mi domando quali siano i criteri scientifici che hanno consentito di “dare i numeri”, pardon, le cifre relative allo spopolamento di Roma. Che uno spopolamento ci sia stato è verosimile, ma perché proprio quelle cifre ?
    L’introduzione dell’aborto nella legislazione italiana fu considerata con sollievo da chi doveva programmare la composizione delle classi e degli istituti scolastici. Se si bloccava l’aumento inconsiderato della popolazione non c’era più bisogno nè di nuove scuole, nè di reclutare nuovi
    docenti.

    Ma l’introduzione dell’aborto provocò non la stabilizzazione della popolazione scolastica, ma il decremento. Si cominciarono a stilare le liste di docenti “soprannumerari”, cioè di coloro che l’anno successivo forse non avrebbero più trovato il loro posto nella stessa scuola dell’anno precedente. Dipendeva dal numero di iscrizioni, che erano sempre meno. Così si era costretti a fare domanda di trasferimento e pregare che l’anno successivo il posto ci fosse ancora, perchè altrimenti ci si sarebbe dovuti trasferire in periferia o addirittura in provincia.
    Che tutto questo fosse dovuto alla mancanza di materia prima, cioè di alunni, questo non si diceva, anzi se una qualche collega cercava di avere la comprensione dei colleghi perchè aveva dei bambini piccoli da accudire, non solo non otteneva risposta, ma anzi veniva trattata da imbecille dai colleghi e con la malignità tipica dell’ambiente femminile le si faceva osservare che era poco intelligente a crarsi dei problemi mettendo al mondo dei figli. Le colleghe “intelligenti” andavano alle Maldive o alle Seychelles e non chiedevano favori per l’orario.

    • internauta ha detto:

      non si parla quasi mai di ciò che sopraggiunse dopo l’aborto, ovvero la contraccezione. Fu inventata la pillola, ma sorsero subito associazioni che rifilavano la pillola ad ogni giovinetta in fiore. Quali fossero le conseguenze di tale “somministrazione” non era ben chiaro.
      Quando le giovinette diventavano donne e desideravano figli e famiglia si accorgevano spesso di non riuscire a concepire . di essere diventate praticamente sterili. Furono così inventati reparti “speciali” in cui le giovani donne venivano trattate, con cure a base di ormoni, affinché potessero avere il pupo tanto desiderato.
      ma nessuno prese provvedimenti contro le madri che avevano portato le file nei luoghi predisposti per la somministrazioni delle pillole.

    • Adriana ha detto:

      Anonimo Verace ,
      quanto hai ragione , veramente verace . E sghignazzavano sui premi fassisti per la natalità come di roba primitiva e dannosa !

  • Grog ha detto:

    Pidioti, pederasti, cattocomunisti e pennivendoli progressisti…vederli rosicare in questo modo non ha prezzo.
    Per tutto il resto c’é Mastercard.

    • Nicola ha detto:

      Concordo pienamente con Grog. Ad esempio la rosicata in diretta di Vittorio Zucconi su la7 contro Matteo Salvini non aveva prezzo. ” E che cacciamo via 600.000 persone da un giorno all’altro?” Dimenticandosi dire che sono clandestini non aventi diritto all’ accoglienza che ci costano 5 miliardi di euro annui e che stanno mettendo a rischio la sicurezza delle nostre città. Forse voleva pure dargli una casa , un lavoro e dei diritti….Ah la bontà dei sinistri con la pancia bella piena….

  • alice ha detto:

    al venerdì mi regalano Repubblica con il Venerdì allegato. Poichè Repubblica è corposa a volte impiego diversi giorni a leggerla tutta. Ma oggi l’ho letta piuttosto velocemente. La derisione del nuovo governo era prevedibile, visto che lo scopo per cui Repubblica fu a suo tempo creata era in primo luogo la tutela degli interessi del proprietario (non si pensa mai agli interessi della famiglia DEBenedetti, quando si parla di conflitto di interessi) ed alcuni degli attivisti del movimento 5 stelle avevano già dimostrato ampiamente il loro odio viscerale nei confronti delle attività imprenditoriali della stessa famiglia.
    Devo dirvi che l’articolo incriminato io non l’ho trovato : evidentemente è solo sull’edizione on line.

  • deutero.amedeo-L'Osservatore brembano ha detto:

    Una ventina di persone sono state premiate per motivi a noi sconosciuti con la nomina a “Sua Eccellenza il Ministro di….”.
    Adesso non cominciamo a premiarli in anticipo noi per quello che non hanno ancora fatto. Premiare e punire in anticipo è un errore gravissimo.
    Wait and see.

  • Salvo ha detto:

    Malibu Con Repubblica ci sono pure Famiglia Cristiana ed Avvenire . Loro non sono divisivi. Sono accoglienti . Più di Gesù . Lo sono al punto da considerare il cristianesimo da eliminare se ostacola l’imtegrazione , il dialogo fra i popoli e oa leggittima promiscuità nei rapporti sessuali.

  • A volte tornano ha detto:

    Chiedo gentilmente se qualcuno sa come contattare il giovane ministro Fontana per esprimergli solidarietà apprezzamento e gratitudine. Credo ne avrà immenso bisogno, chi tocca le lobby dei ” democratici” e “rispettosi ” lgbt vede spesso ” misericordiosamente ” da loro massacrata la propria vita. È pazzesco!

  • giulia anna meloniC ha detto:

    Cercheranno di distruggere questo governo con ogni mezzo,la loro grande pena è che possano realizzare le promesse che,Salvini-Di Maio, hanno fatto perchè smaschererebbe la loro inefficienza , i loro pregiudizi e il terrorismo psicologico continuo esercitato dai media allineati e dall’Europa matrigna.
    Iniziamo a organizzare la difesa ,sarà dura,molto dura…preghiamo tanto perchè questo governo possa realizzare quanto di buono ha promesso.

  • Fabio ha detto:

    E chi legge Repubblica….. a parte Bergoglio?

  • malibu stacy ha detto:

    sulla crisi di lettori di repubblica: sono rimasti solo papa ciccio e mons. galantino a leggerla
    sugli attacchi a fontana: gli attacchi di repubblica sono niente aspetta di vedere come lo attaccherà avvenire e gli altri andreonzi piegakukkiai misericordiosi

  • marco bianchi ha detto:

    È ovvio che Repubblica ,con la sua storia ,non possa dare lezioni a nessuno E lo dice chi,come me,leggeva L’Espresso lenzuolo e per 20 anni Repubblica ed ha ancora la memoria buona.Il governo avrà tantissimi problemi.Già le due anime dei 5stelle si stanno scontrando.E poi il “contratto”,come ha detto Fontana, non prevede nulla sui temi etici. Ha parlato di aiuti alle famiglie con almeno tre figli. Penso che molte siano islamiche.E di modifica della legge sulla cittadinanza non se ne parla. Di scuole parentali. Così i bambini saranno privati di ambienti più eterogenei.Sempre più chiusi in mondi autoreferenziali. Compresi gli islamici. Già il 60% delle bambine del Nord Africa non vengono mandatoe a scuola.Finiranno nelle madrasse? Salvini ha detto:immigrati si,se brava gente.Quanti islamici sono brava gente.Tantissimi.Questo elimina il fatto che l’islam sia il maggior pericolo per la civiltà occidentale? Anzi,più sono “bravi” più sono pericolosi.La denatalità è esiziale per qualunque società. Del resto non è l’argomento principale per chi vuole immigrati?Roma ebbe una grande crisi di natalità Ma occorre anche ricordare che i Goti furono tenuti fuori dalle frontiere dell’ Impero .Pressati da altre popolazioni,furono fatti entrare come “profughi” e servirono nell’ esercito. Poi abbiamo visto come finì.