SUPER EX COMMENTA GALANTINO RIAPPARSO, L’ODIO PER SALVINI E GLI ATTACCHI ALL’EUCARESTIA CATTOLICA.

14 maggio 2018 Pubblicato da --

Marco Tosatti

Super Ex ci ha scritto. Per chi non lo ricorda, Super Ex è ex di movimento per la vita, avvenire, e altro ancora, ma non è un ex della Chiesa cattolica, a cui vuole bene, e per cui soffre, come vediamo dalla sua lettera, incentrata su Galantino, Salvini, il Partito della Morte europeo e mondiale e gli attacchi in pieno svolgimento ormai da qualche anno all’eucarestia cattolica. Buona lettura. 

 

“Galantino è tornato ad agitarsi. Dalla sua bocca non esce che un solo slogan, uno ed un solo concetto: “più immigrati, più Europa”. Ha studi filosofici, che ama vantare, ma certamente molto limitati e monotoni.

Oppure è il magistero di Emma Bonino ad apparirgli davvero straordinario ed “infallibile”.

C’è però da stare tranquilli: con il suo capo, che lì lo ha voluto e lì lo tiene saldamente, l’accordo è perfetto. Sia riguardo alla santità di Emma, sia nell’identificazione del diavolo del momento: Matteo Salvini.

Il quale ha varie colpe imperdonabili: la prima è quella di non apprezzare l’invasione pianificata dell’Italia e il tentativo di sostituzione etnica allo scopo di creare un frullato misto di popoli e religioni; la seconda è quella di aver capito, facendo per tanti anni l’eurodeputato a Bruxelles, quanto l’attuale Ue sia pericolosa per la libertà dei popoli e la dignità dell’Italia; la terza colpa è forse la peggiore: Salvini è un uomo tutto di un pezzo.

Con lui non si può fare il giochino che ha funzionato (o almeno sembra aver funzionato) con Di Maio: due incontri a Washington, nel novembre 2017, uno con il potere Yankee, l’altro con il segretario di Stato vaticano cardinal Pietro Parolin, e tutta la carica rivoluzionaria, anti-Nato ed anti-Vaticano è sparita d’incanto!

Matteo Salvini invece non ha voluto incominciare a “ragionare” come si conviene a chi voglia garantirsi certi appoggi, neppure dopo aver vinto le elezioni, neppure nel momento in cui i riflettori erano puntati su di lui, e qualcuno aspettava qualche saggia parola di ripensamento.

Circa cento anni fa Benito Mussolini, prima di ricevere la nomina a presidente del consiglio da parte del re, cessò prudentemente di proclamarsi repubblicano e, per riposizionarsi, cominciò gradualmente a chiudere i comizi facendo gridare a qualcuno dei suoi: “Viva il re!”. Sapeva bene infatti che l’incarico lo dava Vittorio Emanuele, e non altri.

No, Salvini non cambia musica, pur non ignorando quale disco piacerebbe a Mattarella, e continua a ripetere ciò che ha sempre detto: ad esempio stigmatizzando l’attacco americano, immotivato, contro la Siria, e prendendo apertamente posizione per Alfie.

Contraddire gli Usa, la Gran Bretagna, i reggicoda italiani e il partito internazionale della morte, mentre i riflettori sono puntati, significa davvero credere in ciò che si dice! Chapeau!

Detto questo e sperando che Salvini riesca a portare a termine il suo disegno (impedire l’ennesimo colpo di Stato tecnico e non permettere che i 5 Stelle vengano definitivamente cooptati dal sistema, sino a diventare il PD 2, “la vendetta”), due paroline sulla nostra amata Chiesa cattolica, sempre più piagata, a tal punto da essere ormai irriconoscibile non guastano.

Quello che è ormai chiaro, dopo la questione della inter-comunione con i protestanti, è che Amoris laetitia non era solo un attacco al matrimonio cristiano, ma anche all’Eucaristia.

Benedetto aveva incentrato buona parte del suo pontificato proprio sul Panis angelicus, attraverso la promozione dell’Adorazione Eucaristica, il ritorno al messale latino, la maggior dignità delle celebrazioni liturgiche. Sapeva bene, infatti, che il fedele sperimenta la sua natura divina soprattutto quando apre il suo mondo interiore alla contemplazione, alla preghiera, al silenzio, all’unione spirituale e corporale con Cristo stesso.

Bergoglio, invece, ha impostato tutto il suo pontificato sul panis terrenus: giustizia sociale, solidarietà, immigrazione, povertà materiale…. E’ evidente che vuole trasformare la Messa in un semplice banchetto, in cui l’Eucaristia sia ridotta ad un cibo simbolico come un altro, condiviso da tutti.

Ciò che dobbiamo dare ai poveri, dicevano i teologi della Liberazione, non è il Corpo di Cristo, che non nutre, ma, è prima di tutto, anzitutto, soprattutto il pane da mangiare!

Così, da sacerdoti che erano, divennero guerriglieri, politicanti, sindacalisti, comunisti… senza ovviamente saziare né la fame del corpo nè quella dello spirito”.




Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa”.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina.

LIBRI DI MARCO TOSATTI SU AMAZON

Se siete interessati a un libro, cliccate sul titolo.

FATIMA, IL SEGRETO NON SVELATO E IL FUTURO DELLA CHIESA

SANTI INDEMONIATI: CASI STRAORDINARI DI POSSESSIONE

PADRE PIO CONTRO SATANA. LA BATTAGLIA FINALE

Tag: , , , , , , ,

Categoria:

Questo articolo è stato scritto da wp_7512482

33 commenti

  • La Samaritana ha detto:

    Non è per fare ” l’ avvocato del diavolo” ma non mi sembra che il cosiddetto ” Papa regnante” abbia inventato nulla. È dal 1969 che questo è nei fatti, come avevano abbastanza dettagliatamente messo nero su bianco i cardinali Ottaviani e Bacci, consegnando il tutto a Papa Paolo VI. Che però ha dato ugualmente il via alla Messa ” rinnovata”. Che Papa Benedetto XVI avesse messo in atto dei correttivi è vero, ma è anche vero che le vipere funeste si sono scatenate. Non sono,almeno mi sembra, una ” complottista” ad oltranza, ma alla stanchezza solo per l’ età ci credevo poco prima, ora sempre meno.

  • Cesaremaria Glori ha detto:

    Stimatissimo Dott. Tosatti, mi perdoni se la invito a citare e illustrare il libro ormai rarissimo e fatto sparire di Malachi Martin dal titolo “Gesuiti”. Lì c’è Bergoglio, i Gesuiti di oggi e di ieri, la Chiesa di oggi e la chiesa che soffre, la sua deriva e l’intolleranza tipica degli ideologi, sia laici ma soprattutto chierici e vedrà che Galantino è la brutta copia di Cardenas. Grazie per il suo blog che è come una boccata di aria pura nel letamaio.

    • anonimo verace ha detto:

      qualche tempo fa, era stato inserito in una discussione il link ad una intervista di monsignor Livi, nel quale l’illustre docente chiariva come, nell’orbe cattolico, venisse impedita la circolazione di idee dissenzienti dalla vulgata vaticana.
      Poichè il libro di Malachi Martin è un attacco pesante alla marxistizzazione di una parte dell’ordine gesuita, pensate forse che possa venir ristampato ?
      solo di recente però mi sono accorto che l’autore del libro non era un giornalista qualsiasi , ma era anche lui un gesuita e, nientepopodimeno che, uno stretto collaboratore del cardinale BEA.

  • Alessandro Meloni ha detto:

    Per caso il super ex é un certo M.B.??

    • Ira Divina ha detto:

      E a te che te frega !?

    • Paolo O. ha detto:

      Blondet?
      Secondo me no.
      Ha il suo blog e non ha certo peli sulla lingua.
      Lo stile somiglia ma è diverso.

      Cmq è assurdo che di questi tempi per leggere qualcosa che non ti rovini il fegato puoi passare solo da Cascioli, Blondet, Tosatti, Valli.

      Per me loro hanno la loro parte nel piano di Dio.

      C è chi lo vorrebbe muti, ma sinceramente sono lieto che scelgano di parlare.

      Benedizioni

  • Paolo Giuseppe ha detto:

    Trascuro la parte politica dell’intervento di Super Ex perchè non mi sembra questa la sede adatta per discuterne.
    La contrapposizione tra “panis angelicus” e “panis terrenus” è magistrale e colpisce al cuore il filo rosso di questo pontificato che è quello (si tratta di umana vanità?) di passare alla storia per il raggiungimento del “vogliamoci tutti bene” universale a qualsiasi costo. Quindi, allo scopo, se si deve rinunciare a qualche pilastro della fede, si noti bene, che deriva non da elaborazioni teologiche, ma direttamente dal vangelo, ebbene rinunciamo! Tanto i vangeli si possono manipolare (vedi Arturo Sosa e i registratori).
    Purtroppo per il Papa, e per fortuna per noi, il Papa stesso ogni giorno fa delle nomine in posizioni chiave della Chiesa che assomigliano a un suicidio e non faccio nomi per carità di patria.
    Conclusione: ragazzi, lasciamoli lavorare che affonderanno da soli.

    • deutero.amedeo-Osservatore brembano ha detto:

      Intanto però il vuoto alle adunate-comizio di Piazza San Pietro è sempre più evidente. Ma la colpa è dei vari Tosatti, Magister e simili e della polizia italiana che esercita troppi controlli sui “pellegrini”.

      • Iginio ha detto:

        Beh, i miei vicini di casa a Roma (persone comuni) invece ci vanno e dicono che papa Francesco è un uomo eccezionale… Dipende dai punti di vista. E anche dall’ingenuità o dall’ignoranza. Certo, se uno va a San Pietro sinceramente convinto di far bene come cattolico, non bisogna scandalizzarlo.
        Molto più opportuno prendersela con chi manovra e strumentalizza: teologastri, gesuiti, piddini e roba simile.
        A proposito: secondo il parroco gesuita della chiesa di Sant’Ignazio a Roma, “il papa ha molti nemici ma va avanti”. Ecco la versione ufficiale ovvero la linea del Partito. Chi dissente, è un nemico sabotatore. Sembra l’URSS dei bei tempi… E meno male che accusavano Pio X e Pio XII di essere intolleranti!

  • deutero.amedeo-Osservatore brembano ha detto:

    “No, Salvini non cambia musica, pur non ignorando quale disco piacerebbe a Mattarella, e continua a ripetere ciò che ha sempre detto”
    Gente, siamo arrivati ad un punto di degrado tale che una persona normale, come Salvini, che è fedele alle proprie idee viene esaltato quasi fosse qualcosa di mitico.

  • Nicola ha detto:

    Fuori Tema 3. Ultimo messaggio della Madonna ad Anguera in Brasile. È da parecchio tempo che ci avvisa che ci sarà una guerra ( spirituale). A questo punto è logica pensare che riguarderà la famiglia e soprattutto l’Eucaristia…….

    http://www.apelosurgentes.com.br/it-it/mensagens/4635

  • Nicola ha detto:

    Fuori Tema 2. La foto dell’ ultimo viaggio terreno di Alfie Evans. Prega per noi dal Paradiso piccolo grande Martire di Cristo.

    https://www.riscossacristiana.it/ti-salutiamo-alfie-piccolo-martire/

  • Nicola ha detto:

    C’è anche l’odio per la vita e per chi denuncia che il Re è Nudo e che l’aborto è la prima causa delle morti per femminicidio.
    Grandi Citizen.go e Filippo Savarese. Consiglio di sostenere le loro campagne di raccolta firme.

    http://www.ilgiornale.it/news/cronache/manifesto-contro-laborto-roma-scoppia-bufera-1526954.html?update=1

  • deutero.amedeo-Osservatore brembano ha detto:

    “cominciò gradualmente a chiudere i comizi facendo gridare a qualcuno dei suoi: “Viva il re!”. Sapeva bene infatti che l’incarico lo dava Vittorio Emanuele, e non altri.” (S. Ex)

    Come fare attenzione alle trappole verbali dei persuasori occulti dovrebbe essere una materia di insegnamento in tutte le scuole.
    Un esempio. Nei tempi andati le donne che uscivano di casa per andare al mercato dicevano: vado a fare “la spesa”. Adesso ci hanno insegnato che si dice: vado a fare “acquisti”. Sembra una bazzecola ma non lo è. Fare la spesa evoca un’idea di impoverimento mentre fare gli acquisti evoca un’idea di arricchimento. E così, facendoci anche “credito” ci inducono ad acquistare sempre di più e più del necessario. Se poi ci sono gli sconti, più compri e più risparmi. Poveri noi!!!!

  • Marco Matteucci ha detto:

    Questo è, senza ombra di dubbio, un articolo da “incorniciare”.
    Un pezzo di magistrale bravura giornalistica, che senza inutili giri di parole, né le concupiscenze adulatrici, che quotidianamente imbrattano i “giornaloni di regime”, mette a nudo tutti i problemi e le contraddizioni di questa nuova chiesa del “sociale” che da tempo va predicando unicamente una falsa e stucchevole idea di misericordia terrena, sempre più sterile perché sempre più lontana da Dio.
    Vogliono una chiesa povera, ma fanno continua incetta per l’obolo del 5X1000, il vile denaro, sterco del diavolo, che tuttavia gli garantisce di vivere una vita da nababbi, accolgono di cuore gli immigrati si, però alla larga dai loro attici principeschi, mostrano di muoversi sul sentiero ruvido di Cristo ma invece annaspano rincorrendo il dio gioioso del confort “tutti i giorni della loro vita”.
    Se una volta era la chiesa a convertire il mondo oggi è il mondo a convertire la chiesa, la vera fede, la preghiera e l’adorazione dell’Altissimo, di questi tempi sta diventando merce sempre più rara …PURTROPPO!

  • deutero.amedeo ha detto:

    “Bergoglio, invece, ha impostato tutto il suo pontificato sul panis terrenus” (S.ex)
    Infatti l’uomo è stomaco, sesso e …. cesso (come dimostrato durante la storica, indimenticabile e voluta scena del wc chimico a Milano)

    • Adriana ha detto:

      @ Deutero .
      “indimenticabile e voluta “scena . Sono pienamente d’accordo .
      Un’action appositamente studiata.Un’esibizione da Migrante in-tonacato allo scopo di togliere ogni valore spirituale al ruolo e all’Istituzione.

  • Lucy ha detto:

    Di questo lungo e denso articolo condivisibile in tutto commento la parte che riguarda l’Eucarestia perchè qui è il cuore della Chiesa cattolica e il cui svuotamento con l’intercomunione è già drammaticamente in atto .Ci potranno essere frenate frenate puramente tattiche dovute a ostacoli volte imprevisti come la ” Sorpresa di Dio ” di sette vescovi tedeschi e di due cardinali che hanno detto no.Ma il percorso è avviato e arriverà a conclusione : dall’intercomunione si passerà per tappe più o meno indolori alla messa ecumenica per arrivare alla meta finale : la chiesa catto-luterana. Il fatto è che noi le encicliche dei Papj non le leggiamo se non a volte dopo molti anni o per nostalgia della Bellezza della Chiesa UNA,SANTA,CATTOLICA , o per andare alle fonti della disgregazione attuale , perchè il piano preciso e determinato di Bergoglio verso la chiesa catto-luterana sul cui cammino uno degli ostacoli maggiori , la dottrina UNITARIA , deve essere superato dal PLURALISMO dottrinale, è scritto nero su bianco , papale , papale nell’E.G. Ma ce ne accorgiamo solo ora.
    Come fare per eliminare l’ostacolo imprevisto per l’intercomunione dei 7 vescovi tedeschi e dei cardinali Eijk e Müller ?.Bergoglio secondi copione mette la maschera della neutralità( già di per sè gravissima su un fatto di tale rilevanza) a cui non crede nessuno anche perchè ha fatto capire da che parte sta.Poi manda avanti , come sempre , Kasper che come uno schiacciasassi ha iniziato il suo lavoro: manipolare, interpretare, distorcere i testi che porta per suffragare l’esistenza nel passato di una possibile intercomunione con i luterani arrivando a eliminare ciò che dimostra il contrario.
    Papa Wojtyla di fronte a tanta sfrontatezza si sta rivoltando nella tomba.Ma questo non sarà sufficiente , ci vorrà la pressione psicologica di chi in nome di un falso unanimismo a loro richiesto sta minando le fondamenta della vera unità della chiesa spaccando parrocchie , movimenti ecclesiali, diocesi e conferenze episcopali.Saranno anche messi sotto torchio mediatico ( laico e religioso) accusati di essere rigidi e poco misericordiosi di fronte alla sofferenza delle coppie miste che non possono fare la comunione assieme.
    Dubium : ma il card.Kasper quando la mattina si guarda allo specchio riesce a non arrossire?

  • Claudius ha detto:

    Galantino fa proprio schifo, non c’è altra definizione possibile.
    Mi scusi Tosatti ma di fronte a un… soggetto del genere un linguaggio più morbido sarebbe perfino colpevole.

  • Adriana ha detto:

    Dott. Tosatti,
    oltrepassando per un momento quel disco rotto di Galantino
    vorrei segnalare l’articolo di Gnocchi su Riscossa cristiana dove
    si torna a parlare del “sacrificio” di Alfie.
    https://www.riscossacristiana.it/il-signore-abbia-pieta-per-chi-non-ha
    Ma -in fondo -non ho oltrepassato Galantino .Anche lui fa parte del Circo mediatico mortifero.

  • Sulcitano ha detto:

    ” …A ciascun giorno basta la sua pena.”(Mt 6,34b).Ascoltando,seguendo e vivendo nella piena fedeltà alla Parola di Gesù Cristo nostro Signore,noi poveri e umili Cristiani, camminiamo con tanta fatica ma con altrettanta gioia, sulla retta via di Dio, e seppur fra immancabili umane difficoltà, povertà e incomprensioni, procediamo di buona lena, accompagnati e guidati dalla grazia di Dio.Ignoriamo i vari Kasper, Sorondo,Marx, Galantino et similia, che nient’ altro ispirano che indifferenza e rigetto per le loro vuote e insulse idee e parole, assai ricercate, gradite e plaudite grandemente, dai padroni di questo mondo senza Dio. Ma la Chiesa, non lo si può negare, è in piena sofferenza e confusione, e così tale gira il Mondo.Preghiamo invocando la pietà di Dio. SIA LODATO GESÙ CRISTO!

  • Flora ha detto:

    Bravissimo, Nicola! Quoto al 100%.

  • Scarpe grosse ha detto:

    Ancora su Galantino.
    -Ha studi filosofici, che ama vantare, – dice S.Ex.
    Ma scarpe grosse dice: avere una laurea in filosofia non è la stessa cosa che essere un filosofo. Socrate in quale università si è laureato?

  • Sempliciotto ha detto:

    Ho appena sentito il Cardinal Enzo Bianchi ospite da monsignor Corrado Augias per lanciare il suo ultimo libro sulla vecchiaia come epoca della vita.
    Soliti discorsi vaghi sulla sapienza dei padri, sul vivere la fraternità, la sobrietà, ovviamente Gesù Cristo sempre il grande assente, ogni tanto nomina la parola cristiano/i giusto per darsi un tono e per giustificarsi, non parliamo poi della Santa Vergine,
    alla fine, davanti ad una scolaresca di diciassettenni ecco la bomba, SÌ ALL’EUTANASIA NELLA CHIESA, lui anzi dichiara di aver già fatto testamento biologico e di “consigliarlo” vivamente alla sua comunità!

    • Claudius ha detto:

      Beh visto che ci tiene tanto, speriamo che lui possa usufruirne al più presto. Questa gente come bianchi, dopo tante belle parole, è ora che cominci a dare il buon esempio.

    • Isabella ha detto:

      Grazie a Dio Enzo Bianchi non è (ancora) cardinale. Era stato fatto il suo nome nei mesi scorsi, anche perché sarebbe stato un altro gesto di rottura – un laico elevato alla porpora cardinalizia – poi non se n’è fatto più nulla. Ma ovviamente torneranno alla carica, magari in combo con Mancuso (un prete spretato che diventa cardinale: strano non ci abbiano ancora pensato).

  • marco di Francesco ha detto:

    Super ex ha proprio Ragione! Galantino non deve parlare di Immigrazione perché è un Problema della Politica ma di Salvezza delle Anime! Oppure gli immigrati portarli tutti in Vaticano! Dietro gli immigrati c’è. Il Business,ma i loro problemi li lascia alla gente!

    • Ira Divina ha detto:

      Galantino è stato sempre un rivoluzionario Rahneriano. Lo ricordo in facoltà, si presentava sempre con una certa albagia, con un’aria da diva dei salotti Marzottiani. La sue è una filosofia da copia e incolla e il suo carrierismo è quello di un porta borsa o di un lecca lecca! Da uno del genere, che è capace solo di seminare vento, cosa ci si può aspettare se non la tempesta? Chissà se frequenta i salotti di Mons. Martin? (Pensieri in libertà)🤐

  • deutero.amedeo ha detto:

    Ragionando su Galantino. È logico che se su un terreno su cui esiste un edificio ne voglio costruire un altro nuovo e diverso devo prima demolire l’esistente. Ma se per demolire un palazzo bastano poche ore e pochi mezzi (qualche manovale e qualche chilo di esplosivo), per costruirne uno nuovo occorre un’impresa dotata di attrezzature, uomini, materiali, capitali. Fuori di metafora: Bergoglio + Galantino + qualcun altro che cosa saranno in grado di costruire dopo aver portato a termine la distruzione dell’esistente? Io credo, niente. Anche perché con tutta la loro superbia non saranno mai in grado di sconfiggere Dio.

  • Adriana ha detto:

    Se Salvini è un pericoloso populista -ma andatevi a leggere chi furono i veri populisti -Galantino si mostra cun “rivoluzionario “da salotto , anzi ,di Curia. Si direbbe che parli solo per contratto :non
    per convinzione, con l’intento di provocare panico nelle coscienze
    esponendo corbellerie in forma di provocazioni ,intimidazioni verbali, e minacce. Promotore di un evidente regresso etico per
    quello che egli -o chi per lui -ritiene sia un progresso politico .
    .

  • Nicola ha detto:

    P.S. ho sempre detto e sostenuto e più passa il tempo e più mi sembra di avere ragione, che il tanto vituperato Salvini insieme con la tanto schifata Meloni ed i loro due partiti sono gli unici che veramente difendono l’italia è gli Italiani. I veri patrioti ed italiani sono loro. Come disse Salvini parlando di un uomo eletto a Salvatore dell’ Italia( e che poi è stato abbandonato dagli elettori) che poi ha dato il suo enorme contributo a renderla più serva ed indebitata di prima, ” non è un traditore ma un servo ” . Così come sono servi tutti quelli che si ergono a garanti della Costituzione e della Democrazia in Italia. Prima della UE eravamo servi , adesso lo siamo ancora di più. Forza Lega , forza Matteo, forza Fratelli di Italia, forza Giorgia.

  • Nicola ha detto:

    Verranno distrutte la nostra sanità ed il nostro Paese, mica la sanità del Vaticano e lo stato del Vaticano……..

    http://www.ilgiornale.it/news/cronache/adesso-certificano-i-numeri-i-migranti-sono-solo-costo-1526395.html