UNA PETIZIONE PER FERMARE LA GUERRA IN SIRIA. PRIMA CHE SIA TROPPO TARDI.

11 aprile 2018 Pubblicato da --
Marco Tosatti

Dagli Stati Uniti ci è stato chiesto di firmare una petizione, rivolta principalmente al Presidente Donald Trump, ma anche agli altri leader mondiali, affinché si eviti un conflitto militare in Siria dalle conseguenze imprevedibili. Abbiamo firmato volentieri, e vi incoraggiamo a fare la stessa cosa. Ecco il testo:

Dichiarazione contro l’espansione della guerra in Siria

Noi sottoscritti rendiamo pubblica la nostra resistenza contro l’annuncio del presidente Donald Trump che nelle prossime ore o giorni colpirà militarmente lo Stato sovrano della Siria, con la giustificazione che il governo siriano è colpevole dell’uso di armi chimiche contro i civili nella regione di Ghouta l’8 aprile.

Questa rappresaglia militare è ingiusta perché il supposto attacco al gas non è stato ancora sufficientemente e con cura indagato da un corpo di investigazione di esperti neutrali. Dal momento che i fatti non sono ancora chiari riguardo a che avrebbe commesso un tale possibile crimine, come possiamo allora già punire la Siria?

Una rappresaglia militare del genere provocherebbe una risposta militare da parte della Russia, che ha una presenza militare in Siria su richiesta della Siria stessa per aiutare il Paese a liberarsi dall’ISIS e da altri gruppi ribelli.

Così un intervento militare da parte del presidente Trump e dei suoi alleati potrebbe molto bene provocare una guerra con la Russia che porterebbe a un allargamento della guerra con il coinvolgimento dell’Europa –Turchia compresa – e altre regioni del mondo.

Seguendo la Dottrina della Guerra Giusta, insistiamo su un’indagine onesta prima di cominciare una guerra. Ricordiamo al presidente Trump il principio di autodifesa, che significa che un Paese può usare la sua forza militare contro un altro Paese solo quando è stato attaccato. Insistiamo su prudenza e verità.

Chiediamo ai leader del mondo di fare tutto ciò che è in loro potere per fermare questo ciclo di guerre civili e imperiali. Alcuni di noi ricordano la Seconda Guerra mondiale e i suoi effetti su così tanti civili innocenti.

Preveniamo un altro conflitto mondiale, potenzialmente più disastroso.

Ecco il link.

 

Declaration Against the Expansion of the Syrian War

We, the undersigned, hereby make public our resistance against President Donald Trump’s announcement that he will, within the next hours or days, retaliate militarily against the sovereign state of Syria, with the argument that the Syrian government is guilty of the the use of chemical weapons against civilians in the Ghouta region on 8 April.

Such a military retaliation is unjust because the purported gas attack has not yet even been sufficiently and carefully investigated by a neutral investigatory expert body. Since the facts are not yet even clear about who committed such a possible crime, how could we then already punish Syria?

Such a military retaliation would also provoke a military response from Russia which has a military presence in Syria upon request from Syria itself in order to help the country free itself from ISIS and other rebel groups.

Thus, a military intervention on the side of President Trump and his allies might very well provoke a war with Russia which could lead to a widening war involving Europe – to include Turkey – and other regions in the world.

Following Just War Doctrine, we insist upon a fair investigation of the facts before entering a war. We remind President Trump of the principle of self-defense, which means that a country may only use military force against another sovereign country when it has been attacked by it. We insist upon prudence and truth. We refer our readers to an excellent statement written on 10 April by Patrick Buchanan.

We ask the world leaders to do everything in their power to stop this cycle of civil and imperial wars.

Some of us remember World War II and the effects on so many innocent civilians.

Let us prevent another, potentially more disastrous world war.

 

 

Categoria:

Questo articolo è stato scritto da wp_7512482

46 commenti

  • Andrea ha detto:

    La situazione è più grave di quanto i media ora tentino di dimostrare per convincerci ed autoconvincersi. Non si è trattato di una dimostrazione di forza. Non è finito niente. E’ l’inizio della fine. Macron ora sta accusando la Russia di essere stata complice nell’attentato chimico in Siria. Ancora una volta senza alcuna prova reale, così come è stato per l’accusa ad Assad dell’utilizzo di quelle armi. L’Occidente è in declino e non lo vogliono ammettere. E soprattutto l’impero americano è al tramonto e ha solo due opzioni: afffrontare diplomaticamente e democraticamente la realtà il che significa passare lo scettro alla Cina e le altre potenze in via di sviluppo oppure usare la sua potenza militare per continuare ad imporsi. E credere che una Nazione che dalla sua nascita ha basato la sua prosperità sul saccheggio di altri popoli accetti pacificamente la prima opzione è da persone che non hanno memoria.

    Il messaggio di papa Francesco è emblematico: di fronte all’azione di America Gb e Francia che hanno compiuto un’azione criminale e fuori da ogni legge e alcuna risoluzione Onu, bombardando uno stato sovrano, senza attendere l’esito di una seria investigazione, si è limitato a dire: “prevalga la pace”.

    Non può o non vuole dire la verità; se puntasse il dito contro questi fuori di testa sarebbe l’inizio della terza guerra mondiale. Il problema è che ci arriveremo lo stesso, per lo stesso motivo. Se di fronte ad una azione platealmente illegale ed estremamente grave come questa, papa Francesco ha lanciato un messaggio così debole e vago vuol dire semplicemente, come è sempre più chiaro ormai, che non è più possibile dialogare con dei personaggi che non hanno più nessuna lucidità e che sono “pronti a tutto” per non perdere il trono. Prima o poi metteranno la Russia con le spalle al muro e la costringeranno a reagire e lì sarà la catastrofe. Rimane da capire cosa farà l’Europa. Io non credo che sia disposta fino in fondo ad andare allo scontro con la Russia per gli interessi di altri che nel frattempo se ne stanno belli lontani dal teatro. Se la situazione diventerà critica è probabile che gran parte dell’Europa si rivolti contro l’America per istinto di sopravvivenza. In qualsiasi caso, credo sia un ottimo momento per chiedere a Dio la grazia della conversione e della perseveranza finale.

  • deutero.amedeo ha detto:

    -Sono profondamente turbato dall’attuale situazione mondiale, in cui, nonostante gli strumenti a disposizione della comunità internazionale, si fatica a concordare un’azione comune in favore della pace in Siria e in altre regioni del mondo. Mentre prego incessantemente per la pace, e invito tutte le persone di buona volontà a continuare a fare altrettanto, mi appello nuovamente a tutti i responsabili politici, perché prevalgano la giustizia e la pace.-
    (Papa Francesco al termine del Regina Coeli di oggi)

    È certo che dopo questo coraggioso intervento del papa delle ” sfide” cambierà tutto.

    • Eggelihcomecs ha detto:

      In realtà è il tuo commento ad essere decisivo! Se la guerra rientra sarà tutto merito tuo 🙂

  • Gabriele ha detto:

    “il supposto attacco al gas non è stato ancora sufficientemente e con cura indagato da un corpo di investigazione di esperti neutrali. i fatti non sono ancora chiari… insistiamo su un’indagine onesta Insistiamo su prudenza e verità”… il “supposto” attacco col gas… sì perché hanno spruzzato troppo insetticida per le zanzare e si sono avvelenati con quello… è da sei anni che assad gas il suo popolo e state ancora chiacchierando di indagini e prudenza… sarebbe meglio che invece di guardare i tiggì televisivi che censurano le immagini, andaste su internet a vedere i filmati e le foto dei cadaveri dei bambini gasati… voi che come scrive primo levi vivete sicuri nelle vostre tiepide case, se foste là a beccarvi i gas forse non avreste coì tanta voglia di fare petizioni e aspettare le indagini degli esperti che vanno avanti da sei anni senza concludere nulla… se nel 1939 ci foste stati voi, adesso saremmo ancora sotto i nazisti. Se vi piace così tanto Putin, andate ad abitare in Russia, lui può invadere tranquillamente un paese sovrano e prendersene un pezzo e nessuno può fargli niente. “Si eviti un conflitto militare in Siria”… è da sei anni che il conflitto c’è e ha fatto mezzo milione di morti, però finché si ammazzano tra loro non c’è problema, se c’è il rischio che ci siano morti occidentali allora ci sono le petizioni… non ho mai sentito parlare di petizioni ad assad perché la finisca di bombardare i civili.

    • wp_7512482 ha detto:

      Ma di che cosa sta parlando, Gabriele? Lei Saviano e la Litizzetto siete gli ultimi a credere a queste fandonie. Ma almeno loro ne ricavano qualche cosa. E’ dalle armi di distruzione di massa di Saddam che fanno questo giochino, e lei ci crede ancora. Allora hanno ragione a usare sempre questi vecchi trucchi. Si documenti.

      • Grog ha detto:

        Come si dice a Napoli, “chillo tiene o cervello solo pe spartì irrecchie” 😁

        • Gabriele ha detto:

          Se vuoi ti dò il mio indirizzo tramite Tosatti, così me lo vieni a dire privatamente.

        • Gabriele ha detto:

          Mi spiace che Tosatti pubblichi commenti che insultano, eppure ci sono delle volte che non ha problemi a censurare… se non gli piaceva il mio commento, poteva non pubblicarlo, ma a me non sembrava di aver insultato qualcuno… il mio cervello non sarà granchè ma anche quello del signor Grog. stando alle sue argomentazioni, non sembra al livello di un Umberto Eco… se poi vogliamo metterla sul livello di offese e insulti da trivio, basta dirlo che sono capace anch’io

          • Grog ha detto:

            Vabbè mi scuso per il mio commento che voleva essere più scherzoso che offensivo….giurin giuretto che non lo faccio più. Però pure tu, lasciamelo dire, te le vai a cercare; questo non è propriamente un sito dove i lettori si bevono tutte le bufale diffuse da media, lo dovresti capire da par tuo. O no?

          • Eggelihcomecs ha detto:

            Ma tu come fai a sapere che son bufale? Hai qualchw prova o vai a fiuto??

        • Vittorio ha detto:

          😂😂😂😂

    • Ermanno Vernocchi ha detto:

      Putin è colpevole? Qualcosa proprio non torna come nel caso Skripal

      Siamo proprio sicuri che ad avvelenare l’ex spia Skripal e sua figlia siano stati i russi? Permettetemi di avanzare più di un dubbio esaminando con attenzione le notizie uscite finora. I punti che non tornano sono questi:

      Primo. Qual è il movente? Quale l’interesse per Putin? Mi spiego: tutti riconoscono al presidente russo grande sagacia nel calibrare le sue mosse. Eccelle sia nella strategia che nella tattica. Da tempo sappiamo che gli Stati Uniti (i quali trainano l’Europa) sono impegnati in un’operazione di logoramento del Cremlino volto a ottenerne un riallinamento su posizioni filoamericane, che potrà essere ottenuto con certezza solo attraverso un cambio di regime ovvero con l’uscita di scena di Putin. Siccome una rivolta colorata è inattuabile, lo scenario è quello di rendere insostenibile il peso delle sanzioni e dell’isolamento internazionale, inducendo le élite russe a ribellarsi al presidente appena rieletto.

      In questo contesto, ogni pretesto viene sfruttato per innervosire o indebolire Putin. Conoscendo l’obiettivo finale, bisogna chiedersi: ma che interesse aveva il presidente russo a tentare di eliminare un’ex spia, peraltro fuori dai giochi, ricorrendo al più spettacolare dei tentativi di omicidio, l’unico che – dopo la vicenda del pollonio – tutto il mondo avrebbe attribuito al Cremlino? Ne converrete: non ha senso. Diplomaticamente sarebbe stato un suicidio, perché avrebbe offerto all’Occidente lo spunto per un’ulteriore campagna antirussa, che infatti si è puntualmente verificata. No, Putin non è leader da commettere questi errori.

      Secondo punto: bisogna valutare il rumore mediatico e il furore delle accuse.  Non dimentichiamolo, la comunicazione è uno strumento fondamentale nell’ambito delle guerre asimmetriche: è il tema che tratto nel mio ultimo saggio “Gli stregoni della notizia. Atto secondo“. quando il rumore mediatico è assordante, univoco, esasperato, le possibilità sono due: le prove sono incontrovertibili (ad esempio l’invasione irachena del Kuwait) o non lo sono ma chi accusa ha interesse a sfruttarle politicamente, il che può avvenire solo sele  fonti supreme – ovvero i governi – affermano la stessa cosa e con toni talmente urlati e assoluti da inibire qualunque riflessione critica, pena il rischio di esporsi all’accusa di essere “amici del dittatore Putin”.

      E ora se analizziamo attentamente le dichiarazioni del governo britannico, notiamo come la stessa premier May continui a dire che “è altamente probabile” che l’attentato sia stato sponsorizzato dal Cremlino. Altamente probabile non significa sicuro, perché per esserne certi bisognerebbe provare l’origine del gas, cosa che è impossibile in tempi brevi. E nel comunicato congiunto diffuso ieri da Stati Uniti, Gran Bretagna, Francia e Germania si ribadisce che si tratta di «agente nervino di tipo militare sviluppato dalla Russia», che farebbe parte di un gruppo di gas noto come Novichok concepito dai sovietici negli anni Settanta. Ma sviluppato non significa prodotto in Russia. Se non è stato usato questo verbo – o un sinonimo, come fabbricato – significa che gli stessi esperti britannici non hanno prove concrete a sostegno della tesi della responsabilità russa, che pertanto andrebbe considerata come un’ipotesi investigativa. Non come un verdetto. Anche la semantica, in frammenti ad alta emotività come questi, è indicatrice e dovrebbe allertare la stampa, che invece non mostra esitazioni.

      Eppure di ragioni per mostrarsi più cauti ce ne sono molte. Vogliamo ricordare le armi di distruzione di massa di Saddam Hussein? Ma esempi in tempi recenti non mancano.  L’isteria accusatoria di queste ore ricorda quella delle “prove incontrovertibili” del 2013, secondo cui Assad aveva sterminato col gas 1300 civili, fa cui molti bambini. Scoprimmo in seguito che a usare il gas furono i ribelli per provocare un intervento nella Nato. O, sempre in Siria, nel 2107 quando Amnesty e il Dipartimento di Stato denunciarono l’esistenza di un formo crematorio in cui venivano bruciati i ribelli, rivelazione che indignò giustamente il mondo ma che venne smentita dopo un paio di settimane dallo stesso governo americano.

      Sia chiaro: nessuno sa chi abbia attentato alla vita di Skipal e di sua figlia e nessuna ipotesi può essere esclusa. Ma la propaganda è davvero assordante e i precedenti, nonché l’esperienza, suggeriscono maggior cautela. E un sano scetticismo: perché Putin sarà, per la grande stampa, “cattivo” ma di certo stupido non è.

      • Vittorio ha detto:

        Non c è alcuna sicurezza . Siamo ancora a discutere chi uccise Aldo Moro nel 1978!

        A proposito un ricordo pure per lui. Sebbene qualche clericale disse “ben gli sta!”, alle volte le parole “escono”.

        “Se ci fosse luce sarebbe bellissimo ”

        Ripeto Aldo Moro

  • Gabriella ha detto:

    Non commento. BASTA GUERRA

  • Mariella ha detto:

    Vogliono creare nuovo ordine mondiale ,russia di putin da fastidio,al clero imperiale replubicano MASSONICO americano ,inglese,Israele, arabo.

  • Vittorio ha detto:

    Errata corrige:

    La questione del katechon: non l’ ho mai capita.
    ,”Colui che trattiene ” la manifestazione dell iniquita’ trattiene “involontariamente” la Parusia.
    Son cose abbandonate-che io sappia- da 2000 anni. Razionalmente e’ assurdo, in tutti i sensi.
    1 TS lettera antichissima fa una profezia netta: Paolo sara’ in vita alla Parusia, verra’ rapito sulle nubi. 2 TS che oltre a esser piu’ tarda potrebbe essere storicamente apocrifa, introduce questo katechon. A chiudere l’ assurdo ci pensa l ultimo scritto del 150, chiamato 2 Pt. Che sembra una risposta agli schernitori beffardi: “dove è la promessa della sua Venuta?”. In piu’, sembra storicamente apocrifa: nel 150 Pietro era morto.
    La fede ,forse?, NON VIENE SOLO DALLA RAGIONE?

    • Alessandro2 ha detto:

      Vittorio: lei, come molti altri qui e su su per li rami fino al Papa regnante, semplicemente non è cattolico. Non me ne voglia, ma penso siano un po’ c..avoli vostri.

      • Vittorio ha detto:

        @ Alessandro

        Quindi san Paolo non era nemmeno cattolico. E voi cosa siete? Lo sa quando nasce la religione naturale? Al tempo dell uomo di Neandhertal. 100.000 anni fa. La religione che io voglio credere rivelata, di un Dio che promette “una salvezza” nel 1800 a.C. (con la chiamata di Abramo). Mi sa che il cattolico non e’ LEI. Cambi il credo che non ci crede. Non reciti “ASPETTO LA RESURREZIONE DEI MORTI E LA VITA DEL MONDO CHE VERRA”. con “prego che questo mondo non finisca mai”. Noi ci salviamo da soli. Non penso basti dire son cattolico per esserlo. Cambiare il FINE, l eskaton, e’ apostasia. E’ l anticristo.

  • Stimato Direttore:
    Io prego affinché si realizzi la Parola di Dio, Matteo 24//Marco 13//Luca 21, e quello che chiedo è che “accorci i giorni” per il bene e la salvazione degli esseri umani, “perché se non accorcia i tempi nessuno si salverebbe”: Matteo 24:22 / / Marco 13:20.
    E Dio non mente, quello che mente da “il principio” è Satana Giovanni 8:44. ci sono anche molti cattolici che mentono ed affermano in pubblico ed in privato che non esiste il Diavolo e che non esiste l’Inferno; perché bene, l’Anticristo dimostrerà – apparentemente, molto apparentemente – che la Parola di Dio non è più che parola dell’essere umano: idea stessa filosofica.
    Saluti.
    Estimado Director:
    Yo rezo para que se cumpla la Palabra de Dios, Mateo 24//Marcos 13//Lucas 21, y lo que pido es que “acorte los días” por el bien y la salvación de los seres humanos, “porque si no acorta los tiempos nadie se salvaría”: Mateo 24:22 //Marco 13:20.
    Y Dios no miente, el que miente desde “el principio” es Satanás Juan 8:44. También hay muchos católicos que mienten y afirman en público y en privado que no existe el Diablo y que no existe el Infierno; pues bien, el Anticristo demostrará -aparentemente, muy aparentemente- que la Palabra de Dios no es más que palabra del ser humano: pura idea filosófica.
    Saludos.

  • Sempliciotto ha detto:

    “L’aborto è il più grande attentato contro la pace, se una madre può uccidere il suo proprio figlio, il frutto delle sue viscere, allora cosa impedirà a me di uccidere te?”
    (Madre Teresa di Calcutta)

    Non sono i politici a scatenare le guerre, ma i peccati!

    Lo si dica a mons. Becciu!

  • Vittorio ha detto:

    Schernitori beffardi
    PS: e’ pieno di errori grammaticali, ma a me pare che anche la bibbia sia piena di errori E MOM RIESCO A CAPIRE PERCHE NON LI SI VEDA, E ANCOR PIU’ PERCHE SI DIFENDA QUESTO mondo invece di sperare nel “totalmente altro”.

  • Sulcitano ha detto:

    Signore Gesù, Re di salvezza e di eterno amore, in unità e concordanza con i fratelli di tutto il mondo, ti vogliamo pregare, affinché sulla Siria e dove ancora spirano terribili venti di guerra, possa giungere finalmente la quiete della pace, la vera e giusta pace.
    SIA LODATO GESÙ CRISTO.

  • maurizio rastello ha detto:

    Scusi, qual’è la dottrina della “guerra giusta”?

  • giulia anna meloni ha detto:

    buongiorno,il 12 aprile del 1947,la Vergine SS della Rivelazione appariva alle Tre fontane ,a Roma,a Bruno Cornacchiola e le dettava un lunghissimo messaggio http://www.divinarivelazione.org/la-storia-delle-tre-fontane/il-messaggio-della-vergine-della-rivelazione/
    Solo la Madre DI DIO può fermare il Braccio Divino dalla punizione che incombe su tutta l’umanità per il tradimento di Dio.

  • Lugana Di Basilio ha detto:

    No alla guerra!

  • Stimato Direttore:
    È come chiedere firme affinché Satana si penta e chieda perdono a Dio e ripari tutto il male che ha fatto; o chiedere firme affinché quello profetizzato “Pastore stolto e Falso profeta” Francesco si penta del male che ha fatto e fa col suo Amoris laetitia, quando egli stesso è sicuro che fa bene e che va per buon strada guidata per lo Spirito e la prova di ciò è la “resistenza”, come lasciò chiaro nel suo 81 ego intervista.
    Meno male che Dio ci chiede pregare e non firmi, sicuro che è perché Egli sa che le firme non servono a niente.
    Saluti.
    Estimado Director:
    Esto es como pedir firmas para que Satanás se arrepienta y pida perdón a Dios y repare todo el mal que ha hecho; o pedir firmas para que el profetizado “Pastor necio y Falso profeta” Francisco se arrepienta del mal que ha hecho y va a hacer con su Amoris laetitia, cuando él mismo está seguro que hace bien y que va por buen camino guiado por el Espíritu y la prueba de ello es la “resistencia”, como dejó claro en su 81 ego entrevista.
    Menos mal que Dios nos pide orar y no firmas, seguro que es porque Él sabe que las firmas no sirven para nada.
    Saludos.

  • Alessandro2 ha detto:

    Firmato. Riporto qui il mio commento nel post relativo al piccolo Alfie. Mi sembra pertinente.

    A coronamento del trionfo (apparente, effimero, ma tangibile) delle forze del male nel mondo, siamo sull’orlo di una guerra nucleare. Nel piccolo di un bambino lasciato morire per i “diritti” come nel grande mondo in cui migliaia di bambini e adulti non hanno futuro né verità a causa delle guerre e delle menzogne e dei falsi “diritti” orchestrati dai soliti padroni del discorso, ecco che satana col suo ghigno stravince e marameldeggia. Il Papa, un tempo katechon, oggi non argina più, e l’onda di fango velenoso straripa. Il mistero dell’iniquità, presente e visibile già ai tempi del beato Paolo, oggi si fa enorme. Esso oscura con la sua ombra ciò che rimane di bello, puro, giusto e santo. Noi piccoli ci sentiamo ancora più inermi: unica forza, la preghiera.

  • Adele Mastrantuono ha detto:

    No alla follia

  • Maria rosaria ha detto:

    Gesù e Maria pensateci Voi. Abbiate Misericordia di questa umanità! !!

  • Pier Luigi Tossani ha detto:

    Caro Marco,

    concordo in pieno sugli errori/orrori di Trump sulla Siria… orrori che non mi aspettavo da Trump, che in questo non si è purtroppo distanziato da Obama… evidentemente, nella politica degli USA, c’è sempre sotto qualcosa che noi non sappiamo.

    Sulla petizione, permettimi di avere qualche dubbio… nel senso che credo che siano strumenti inefficaci e, ultimamente, anche inflazionati. Il potere non cambia idea per le firme del popolo: è stata esemplare l’esperienza della petizione “Uno di noi”, promossa a suo tempo dal Movimento per la Vita: due milioni di firme di cittadini europei, stracciate e buttate all’istante nel cestino della carta straccia dal presidente della commissione europea dell’epoca, il grande massone Barroso.

    Per cambiare davvero, anche solo per cominciare, ci vuole la “società partecipativa”:

    http://www.rassegnastampa-totustuus.it/cattolica/wp-content/uploads/2015/09/LA-SOCIETA-PARTECIPATIVA-P-L-Zampetti.pdf

    però, certo, chi vuol firmare, firmi…

  • Nicola ha detto:

    Benedetto XVI l’ultimo katechon? Leggete l’articolo ed ascoltate il video della conferenza del veggente Edison Glauber (Apparizioni di Maria Santissima ad Itapiranga) dal minuto 22:00 al minuto 24:30. Poveri noi…..

    https://oracolocooperatoresveritatis.wordpress.com/2018/02/18/itapiranga-con-la-morte-di-benedetto-xvi-il-diavolo-si-scatenera/

  • Adriana ha detto:

    Firmato : non servirà a nulla contro l’ostinazione di Usrael ,Uk,
    Francia, Germania che stanno tentando in tutti i modi di trovare
    il pretesto che faccia da detonatore per il conflitto contro la Siria,
    e indirettamente l’Iran e la Russia.
    Servirà a noi umili per osservarci allo specchio senza sputarvi su.
    Servirà per tener in vita la fiammella della Speranza.

  • Maria ha detto:

    Trump mi sembra impazzito. Non lo credevo così! Possiamo solo pregare lo Spirito Santo…

    • Maria Cristina ha detto:

      Non sottovaluterei l’ influenza della lobby ebraica americana e degli israeliani su Trump. Sua figlia ha sposato un ebreo ortodosso e la politica estera USA e’ tutt’ uno con gli interessi di Israele. Sappiamo per Israele il grande Satana e’ l’ Iran. Fate due + due e vi accorgerete che non e’ la follia smuovere le pedine sulla scacchiera ma interessi ben precisi.

    • Vittorio ha detto:

      @ Maria

      Questo mondo e’ retto da “pazzi”. Anche oggi. Ora diro’ una cosa…mi uccidano pure…o son pazzi o son mafiosi. Non c è solo la mafia siciliana…
      Non venite a dirmi che Putin e’ Gandi! Poi che da un male venga un bene può essere. Ma mafiosi e pazzi, anche in Italia, han sempre comandato.

    • Vittorio ha detto:

      @ Maria (integrazione)

      Il metodo ex sovietico e’ quello. Mafia di stato. Penso che Wojtila sia stato colpito da la’. Noti l elaborazione : killer mussulmano di destra spara al papà, dietro i servizi bulgari e dietro ancora Mosca. Nel mezzo l infinita telenovela…come nel caso della povera Emanuela Orlandi (che non so se c entri). Agca d improvviso impazzisce e esce dal carcere….LA VERITA’ STA IN CIELO. La paura qui 😭

  • Gian ha detto:

    Grazie per la segnalazione. Ho firmato e postato il seguente commento:
    Paradossale sentire il PdC Gentiloni affermare con spavalda sicurezza che Assad ha ancora una volta fatto uso di armi chimiche. Sulla base di quali prove possa sostenere questo in una sua affermazione pubblica come presidente del Consiglio dimissionario è grottesco. Ci vuole più spina dorsale e maggiore onestà intellettuale. Basta fake news!

    • Maria Cristina ha detto:

      Loro ormai non hanno piu’ bisogno di “ prove” delle loro affermazioni, sono i “ padroni del discorso” .Le notizie le fabbricano loro. Quasi tutti i media pubblicano acriticamente Le “ loro” notizie costruite a tavolino . Il loro nemico da abbattere oggi e’ Putin e quindi vedi caso Skripal ( anche li’ neppure uno straccio di prove ma subito la reazione di espellere 100 diplomatici russi) cosi’ adesso in Siria senza neppure le prove si e’ trovato il casus belli: le armi chimiche di Assad.
      Ma questa volta gli Usa si sono messi da soli in un vicolo cieco : o il “ colpo di maglio” cioe’ una reazione enorme, distruttiva, spropositata con migliaia di morti, che attirerebbe su di loro il biasimo dell’ opinione pubblica, oppure le solite manfrine che li esporrebbero come Obama alla fama “ can che abbaia non morde” .

  • Paola Pirovano ha detto:

    Satana sta scatenando la parte peggiore degli uomini. Cristo fa cambiare i loro cuori. Io firmo e prego.

  • biagio ha detto:

    condivido

  • Vittorio ha detto:

    Firmato. Continuo a vedere questa vita come un potenziale ORRORE.