MONS. DARIO EDOARDO VIGANÒ SI È DIMESSO.

21 marzo 2018 Pubblicato da --

Il Prefetto della Segreteria per la Comunicazione, mons. Dario Edoardo Viganò, dopo lo scandalo della lettera di Benedetto XV ha presentato le dimissioni. Così annuncia AskaNews:

Dopo il caso della lettera di Ratzinger si dimette Viganò

Il prefetto della Segreteria vaticana per la comunicazione

Città del Vaticano, 21 mar. (askanews) – Dopo il caso della lettera di Benedetto XVI, si dimette il prefetto della Segreteria vaticana per la comunicazione, ons. Dario Viganò

“Il Santo Padre Francesco ha accettato la rinuncia di Mons. Dario Edoardo Viganò, Prefetto della Segreteria per la Comunicazione (SPC)”, rende noto il portavoce vaticano Greg Burke. “Fino alla nomina del nuovo Prefetto, la SPC sarà guidata dal Segretario del medesimo Dicastero, Mons. Lucio Adrián Ruiz”.

Categoria:

Questo articolo è stato scritto da wp_7512482

29 commenti

  • Anna Maria ha detto:

    Carissimo signor Marco Tosatti , da molto tempo seguo il suo sito , Stilum Curiae , e con sincerità sento di ringraziarla , dal profondo del cuore , perché attraverso i suoi articoli, insieme a quelli della Nuova Bussola , di Cascioli , posso dire che mi ha aiutato tanto e mi aiuta tuttora, a ” guardare ” i tanti eventi ecclesiali , così complessi , spesso contraddittori , con più obiettività. La ringrazio cordialmente.

  • Margherita ha detto:

    …e tutti i “nodi” vennero al pettine!

  • Emilio Biagini ha detto:

    C’è un dicastero vaticano di Desinformazija? Il Fica-nò sarebbe adattassimo a dirigerlo.

  • Don Taddeo ha detto:

    Era ora. Speriamo che qualcun altro seguirà i suoi passi….

  • Mazzarino ha detto:

    Occorrerà qualche giorno per comprendere appieno l’importanza e la gravità di quanto è accaduto.
    1) è una debacle d’immagine, di dimensioni planetarie, per un pontificato che tramite l’immagine veicolata da poteri esterni intendeva coprire i propri programmati misfatti dottrinali e magisteriali;
    2) è la dimostrazione urbi et orbi che il pontificato bergogliano utilizza come metodo la prevaricazione confezionando e veicola ndoverità preordinate ad ottenere i propri obbiettivi. Cioè,,proprio come tutti i giornali asserviti al potere massoamericano, lancia fake news. E questo è proprio ciò che i nemici di Cristo Dio hanno sempre fatto e propagandato, più o meno apertamente, da 2000 anni. Critiche che ogni cattolico vero ha sempre confutato confidando nell’appartenza alla Verità garantita da Santa Romana Chiesa e dal Sommo Pontefice. Il 13.3.2018 ha termine questa dinamica comunque vittoriosa per SRC che ora si trova esposta al ricatto ed alla violenza terminale dei suoi nemici. Il mondo intero apprende che la manipolazione della Verità è STRUMENTO della chiesa di Roma e del suo vescovo. Leggete i commenti dei lettori dei giornali “laici” sul “papa” ! Un tempo i Cattolici offesi e ridicolizzati avrebbero risposto e controbattuto. Oggi concordano.
    3) è’ l’autodistruzione inevitabilmente di entrambe le figure vestite di bianco, comunque la si rigiri la lettera e, soprattutto le tempistiche della pubblicazione distruggono sia Bergoglio che Benedetto XVI diffondendo, casa per casa, nazione per nazione, la nausea e il rigetto che ogni cattolico di retta fede prova vedendo due “papi”. Prova di una chiesa ridotta ad un “mostro” a due teste.
    A questo punto vien quasi da ringraziare Mons Viganò…. ma notando che tutto questo avviene un 13 del mese, dopo che è trascorso nell’ignavia dei cardinali, il 2017 il Grazie va a qualcun altro anzi a Qualcun’altra.

    • Adriana ha detto:

      @ Mazzarino ,
      il MOSTRO A DUE TESTE . Sono d’accordo . Sta sotto gli occhi di tutti
      e qua non se ne accorgono .Pare preferiscano tifare per l’una o per l’altra testa . Ma il problema si riproporrà alla sparizione di una delle due . A meno che non venga introdotto l’uso dei Papi Siamesi.

  • giommy ha detto:

    giusto!! non tutti sono coerenti (purtroppo l’esempio di Renzi è il prototipo di personaggi senza il senso della dignità e del pudore.Come Renzi ve ne sono a migliaia…..).Grazie ai giornalisti “guardiani” che hanno saputo diffondere queste mistificazioni.

  • Spettrale Congregazione per la Dottrina della Fede - Ufficio Vigilanza Social Networks ha detto:

    La Sacra Congregazione
    RINGRAZIA
    il Venerabile Abbé Tosatti, pace e benedzioni su di lui, per l’encomiabile lavoro d disvelamento della verità e di tempestiva informazione
    ESPRIME COMPIACIMENTO
    per la soluzione adottata in relazione a Viganò, quand’anche strumentale a coprire eventuali negligenze dell’Augusto Pontefice: il cattolico infatti ha a cuore la tutela assoluta del Sacro Ufficio e la persona del Pontefice e non può non apprezzare eventuali ripensamenti dello stesso su possibili errori metodologici
    INVITA
    i fratelli blogghettari a non infierire sulla povera persona del Viganò con insolenze gratuite o interrogativi inquisitori, atteggiamenti empi, temerari e odiosi agli occhi del Signore, tanto più se vagliati alla luce della statura vermiforme di ciascuno di noi.
    ESORTA
    quindi a non irridere lo sventurato per il suo misero destino da assessore alla viabilità di Piazza San Pietro, in tal modo rendendosi somiglianti a goduriosi ricci piuttosto che a portatori della Divina Immagine, ed a pregare per il bene sui, dei suoi ex e nuovi sottoposti ed ex e nuovi superiori.

    • Senza misericordia ha detto:

      Anche perche’ Charamsa potrebbe parlare.

      E i bigotti odiano questa natura decaduta anche se il peccatore (o non peccatore) ha la sola colpa di esser nato (o di aver avuto genitori alla dott. Povia).

  • Colaus de Arce (Francesco) ha detto:

    In tutta questa misera storia almeno mons. Viganò ha avuto “l’onestà” di dimettersi, fugando il dubbio che papa Francesco fosse a conoscenza di tutta la trama.

    Può anche essere che il papa sia stato a conoscenza di tutto e che le dimissioni di Viganò siano una toppa per non invischiarlo.

  • Nicola ha detto:

    Ultimo drammatico messaggio della Madonna ad Anguera in Brasile

    http://www.apelosurgentes.com.br/it-it/mensagens/4610

    • Lo spettro di don Ezio ha detto:

      Nicola,
      la Madonna non va mai contro il Papa.
      Sono falsi messaggi.

      • Colaus de Arce (Francesco) ha detto:

        @ Lo spettro di don Ezio
        “la Madonna non va mai contro il Papa.
        Sono falsi messaggi.”

        Premetto che sono leggermente allergico a tutte le pseudo apparizioni, Medjugorje compresa, ho letto il messaggio dov’è che Madonna metterebbe i fedeli contro il papa?.
        Questo messaggio è zucchero e miele in confronto a quello della Salette, Fatima, Akita, Kibeho, Le Tre Fontane (Roma tacitamente riconosciute) e altre ancora riconosciute dalla Chiesa.

        • Lo spettro di don Ezio ha detto:

          Caro Colaus de Arce,
          in questo messaggio no.
          E però si può fare un’idea del fenomeno Anguera:
          https://noalsatanismo.wordpress.com/2017/02/16/il-fenomeno-anguera-e-il-demone-della-falsa-profezia-il-parere-di-sacerdoti-esorcisti/

          e visto che cita Medjugorje, ecco un confronto tra le due “Madonne”:
          https://www.facebook.com/veggenti/posts/1165039183563079

          Saluti.

          • Colaus de Arce (Francesco) ha detto:

            @ don Ezio
            Ho citato anche Medjugorje con valiti motivi (ovviamente soggettivi)
            Alcuni messaggi della “Gospa”

            3 gennaio 1982 la Madonna disse “p. Vego non è colpevole – se lo cacciano dall’ordine conservi la fede – il vescovo non cura abbastanza l’ordine, la colpa è sua, e poi non sarà sempre vescovo, Io gli mostrerò la giustizia nel Regno dei Cieli”,
            Incitamento alla disobbedienza e mettere i fedeli anche se religiosi o chierici contro i pastori.

            1 ottobre alla domanda “Tutte le religioni sono buone? tutte le religioni sono identiche?”, la Madonna risponde “Di fronte a Dio tutte le religioni sono identiche, Dio le governa come un re nel suo regno”,
            Quindi la “religione” Cattolica è al pari di tutte le altre.

            La Madonna recita il Padre nostro insieme ai veggenti e pronuncia le parole “rimetti a noi i nostri debiti come noi li rimettiamo ai nostri debitori, ma liberaci dal male”
            Contraddice il dogma dell’Immacolata Concezione.

            6 maggio 1982 i veggenti chiedono alla Gospa “Gli uomini sono presenti in cielo soltanto con l’anima o con l’anima e con il corpo?”, e la Gospa risponde “essi sono presenti con l’anima e con il corpo”,
            E’ evidente la contrapposizione con la Bolla “Benedictus Deus” di Benedetto XII, la quale è tuttora vigente.

            16 settembre 1982
            “- Desidero che egli la trasmetta a tutti. Il mio messaggio particolare per lui è di riunire tutti i cristiani con la sua parola e la sua predicazione -”.
            Si vuol forse intendere un’unica chiesa con i protestanti?, com’è che non si dice che l’unica Chiesa di Cristo è la Cattolica.

            25 settembre 1982
            “Il Santo Padre continui ad essere instancabile e coraggioso annunciatore di pace e d’amore. Si senta sempre il padre spirituale non solo dei cattolici ma di tutti gli uomini”,
            Il santo Padre è padre spirituale dei cattolici non del mondo.

            15 dicembre 1983
            “Quelli che fanno predizioni catastrofiche sono falsi profeti. Essi dicono: “In tale anno, in tale giorno, ci sarà una catastrofe”,
            Allora sarebbero falsi profeti di catastrofi anche la beata Emmerich, Fatima, la Salette, ecc, mentre è vero la falsità profetica di chi annuncia date.

            25 dicembre 1982 (Mirjana)
            “Hai compreso rapidamente i miei messaggi e quindi ora devi anche comprendere che io devo andare. Sii coraggiosa»,
            Infatti le apparizioni dovevano essere brevi, sono passati 36 anni da quella data.

            Mi fermo qui, ma altri messaggi ci sarebbero i quali lascerebbero molta perplessità in modo particolare sulle cose non dette dalla “Gospa”, inoltre secondo i criteri stabiliti dalla Chiesa un peso rilevante se non determinante li hanno i veggenti, e su questi vi sono molte perplessità, se paragone dobbiamo fare è meglio farlo con le apparizioni riconosciute dalla Chiesa, diversamente sarebbe solo che tifoseria.
            Saluti

          • Lo spettro di don Ezio ha detto:

            Caro Colaus de Arce (Francesco),
            don Ezio è la stessa persona del suo spettro. Sono stanco per vari motivi di salute, di famiglia e altro. Siccome, a differenza di altri è evidente che sono prete, non volendo più che fosse utilizzato il mio stato per argomentare, come invece fa chi non ha argomenti (tipo: va a confessare, che ci fai nel blog), in un primo tempo mi sono definito “don Vattelapesca”, perché in qualche modo sono un prete qualsiasi, di quella maggioranza silenziosa che comunque, come è capace, opera nella Chiesa e tira avanti la carretta, poi, l’altro spettro (quello di QC = Quanta cura) mi ha suggerito di presentarmi anch’io come spettro. Mi è piaciuta l’idea, sia perché non compaio su tutti gli argomenti che ci sforna il buon dottor Tosatti, ma ogni tanto compaio dal regno dei morti, sia perché in questo blog mi sembra di dire cose che provengono da un altro mondo, quello dei fantasmi.
            Venendo alle cose serie:
            – lei ha scritto di pseudo-apparizioni di Medjugorje, mentre la commissione internazionale nominata da Benedetto XVI le ha riconosciute autentiche (almeno le prime);
            – adesso lei parla di diversi messaggi i cui contenuti inficerebbero la validità delle apparizioni. Non possiamo dire questo. Supponendo poi che i messaggi che lei riporta siano validi:

            3 gennaio 1982: sulla difesa di padre Vego contro il vescovo locale, la Madonna ha fatto un giudizio di valore, non ha detto di disobbedirgli.

            1 ottobre alla domanda se tutte le religioni sono identiche, la Madonna lo afferma per Dio relativamente alla salvezza degli umani, non in sé stesse: infatti, anche un ateo in buona fede può salvarsi, così per i seguaci delle varie religioni.

            La Madonna recita il Padre nostro insieme ai veggenti e pronuncia le parole “rimetti a noi i nostri debiti come noi li rimettiamo ai nostri debitori, ma liberaci dal male” non contraddice il dogma dell’Immacolata Concezione, per due motivi: 1° la Madonna è Assunta in Cielo e quindi la recita della preghiera insieme ai veggenti ha un evidente significato didattico; poi quando era nel nostro mondo poteva peccare e poteva essere tentata al male al pari di suo Figlio.

            6 maggio 1982 alla domanda se gli uomini in cielo siano presenti solo con l’anima o anche con il corpo, la Madonna dicendo che sono presenti anche con il corpo, non dice esplicitamente se questo avviene subito o dopo il giudizio finale. In ogni caso la bolla “Benedictus Deus” di papa Benedetto XII dice che le anime dei giusti vedono Dio subito e non dopo il giudizio finale come aveva insegnato papa Giovanni XXII. La bolla non riguarda l’argomento “corpo”.

            16 settembre 1982, la Madonna sull’ecumenismo dice ciò che afferma il Vaticano II, il quale non dice l’unica Chiesa di Cristo è la Cattolica, ma che la Chiesa di Cristo sussiste nella Chiesa Cattolica. Anche le altre Chiese quindi sono Chiese di Cristo, in qualche modo.

            25 settembre 1982 che il Santo Padre sia instancabile e coraggioso annunciatore di pace e d’amore è una realtà di fatto, perciò la Madonna può esortarlo ad essere sempre il padre spirituale non solo dei cattolici ma di tutti gli uomini. Rispetto ai cattolici il santo Padre non è solo padre spirituale, ma Sommo Pontefice. Al padre spirituale mi rivolgo per un aiuto spirituale (“direzione” spirituale), al Papa devo obbedienza sia per quanto riguarda il Magistero sia per quanto riguarda qualunque ufficio io svolga nella Chiesa.

            15 dicembre 1983, la Madonna si conforma all’insegnamento di Gesù sulle predizioni catastrofiche come false profezie se collegate ad una data precisa.

            25 dicembre 1982 rispetto alle apparizioni a Mirjana non le ha detto che doveva andare e poi non sarebbe tornata: da allora non le appare più ogni giorno, ma solo due volte al mese. Qui è come la diceria rispetto a Giovanni:
            “18 «In verità, in verità ti dico: quando eri più giovane ti cingevi la veste da solo, e andavi dove volevi; ma quando sarai vecchio tenderai le tue mani, e un altro ti cingerà la veste e ti porterà dove tu non vuoi». 19 Questo gli disse per indicare con quale morte egli avrebbe glorificato Dio. E detto questo aggiunse: «Seguimi». aggiunse: «Seguimi». 20 Pietro allora, voltatosi, vide che li seguiva quel discepolo che Gesù amava, quello che nella cena si era trovato al suo fianco e gli aveva domandato: «Signore, chi è che ti tradisce?». 21 Pietro dunque, vedutolo, disse a Gesù: «Signore, e lui?». 22 Gesù gli rispose: «Se voglio che egli rimanga finché io venga, che importa a te? Tu seguimi». 23 Si diffuse perciò tra i fratelli la voce che quel discepolo non sarebbe morto. Gesù però non gli aveva detto che non sarebbe morto, ma: «Se voglio che rimanga finché io venga, che importa a te?» (Gv 21,18-23).
            Infine, non credo sia solo tifoseria tenere per buono almeno i risultati della Commissione internazionale, così come anche Francesco ha ritenuto di considerare valido il lavoro della Commissione.

          • Colaus de Arce (Francesco) ha detto:

            @ lo spettro di don Ezio
            Caro don Ezio, non dimentico mai che il sacerdote è il figlio prediletto della Vergine Maria, e un sacerdote fedele al suo ministero oggi è una benedizione.
            In merito a questo specifico messaggio ” 6 maggio 1982 alla domanda se gli uomini in cielo siano presenti solo con l’anima o anche con il corpo, la Madonna dicendo che sono presenti anche con il corpo, non dice esplicitamente se questo avviene subito o dopo il giudizio finale. In ogni caso la bolla “Benedictus Deus” di papa Benedetto XII dice che le anime dei giusti vedono Dio subito e non dopo il giudizio finale come aveva insegnato papa Giovanni XXII. La bolla non riguarda l’argomento “corpo”.

            Sarebbe per me un piacere scambiare un suo parere che ovviamente sarebbe solo che privato, in effetti la bolla di Benedetto XII “Benedictus Deus” fu promulgata per dare una definizione sullo stato intermedio, giacché prima di tale bolla diciamo che c’era abbastanza confusione, ora, tale bolla è stata promulgata nel 1336, pur contenente verità di fede “Novissimi” è lasciata alla teologia escatologica approfondire le varie relazioni.
            Sarebbe proprio interessante la questio della “Continuità/Discontinuità”, la quale riguarderebbe proprio il messaggio in questione, in effetti ci si è fermati alla bolla di Benedetto XII, ma la comprensione di tale bolla è diventata oggi più profonda.
            Un caro saluto

          • Colaus de Arce (Francesco) ha detto:

            Chiedo venia, invece che don Ezio, è allo Lo spettro di don Ezio a cui mi riferivo.

        • Emilio Biagini ha detto:

          Medjugorje NON è una “pseudo apparizione”. Piantiamola di insegnare alla Madonna come deve apparire.

          • Colaus de Arce (Francesco) ha detto:

            @ Emilio Biagini
            Mi risponda lei a ciò che ho postato allo Lo spettro di don Ezio.
            La leggerò con attenzione.

          • Lo spettro di don Ezio ha detto:

            Emilio Biagini
            sono d’accordo con lei.
            I dubbi su Medjugorje non riguardano l’apparizione, l’autenticità delle prime apparizioni è stata attestata da una commissione internazionale nominata da Benedetto XVI, ma i messaggi. E comunque si tratta di dubbi di una commissione, non di una dichiarazione della Chiesa. Se i fatti si giudicano dai frutti, questi risultano buoni (conversioni), Francesco non avrebbe inviato un arcivescovo se fosse opera del diavolo.

          • Colaus de Arce (Francesco) ha detto:

            @Emilio Biagini/ lo spettro di don Ezio
            Non è mia intenzione fare una diatriba sulle presunte apparizioni a Medjugorie, fin quando non si pronuncerà la Chiesa esse sono catalogate come “Presunte”, il mio intento è la “Prudenza”, di non prendere tutto come oro colato, di non dimenticare che il “Nemico” ha poteri da ingannare facilmente le persone, e che i cosiddetti “Frutti buoni” anche se sono importanti non sono gli unici per il riconoscimento come manifestazione “Soprannaturale” ( vedere i criteri stabiliti dalla Chiesa) riporto solo due esempi, ma ve ne sarebbero molti altri in cui a volte risulta difficile discernere tra il vero e il falso, per questo per il cattolico è doverosa la prudenza, la cautela e lasciare che sia la Chiesa a dire l’ultima parola.

            Maddalena della Croce che si era resa tristemente famosa fra tutte le visionarie del tempo. Fattasi religiosa tra le Clarisse di Cordova, nel XVI secolo, cominciò a meravigliare la Spagna con prodigi, profezie e responsi in ogni genere di scienza. Ingannò con i suoi “carismi” i più grandi teologi, vescovi e cardinali del tempo durante ben 38 anni. Profetizzò la prigionia di Francesco I e il sacco di Roma. Durante le maggiori solennità si faceva vedere Storia della Chiesa 1^ puntata elevata da terra con in braccio un grazioso bambino, mentre i suoi capelli crescevano a vista d’occhio avvolgendola fino ai piedi. Imperatori, Re, Regine andavano a gara nel corteggiarla; e Isabella di Portogallo volle che le prime fasce del futuro Filippo II fossero benedette da lei..”Ma l’infelice monaca – dice il Ribadeneira – era in segreto commercio con il demonio, e nascondeva l’anima con un volto devoto, la vita con il segreto della sua stanza, i delitti con le arti del suo complice infernale. Per buona sorte ebbe la grazia di ravvedersi. Si accusò spontaneamente e venne allontanata dal monastero, finendo i suoi giorni nell’oscurità.

            Ancora più emblematico il caso di Nicole Tavernier che, a Parigi, sempre nel XVI secolo, “aveva reputazione di essere una santa e di operare miracoli”. “Era capace di prevedere il futuro ed aveva visioni e rivelazioni. Digiunava spesso e “parlava senza posa della necessità di fare penitenza per uscire dalle condizioni in cui (Parigi allora) si trovava. Ella annunciava che, se ci si fosse pentiti dei propri peccati, si sarebbe vista la fine delle calamità pubbliche. Dietro suo incitamento la gente si confessava e comunicava. In diverse città della Francia si ordinarono persino delle processioni. Ed ella stessa ne fece fare una a Parigi alla quale assistette il Parlamento accompagnato dalla corte e da un gran numero di cittadini. Fu smascherata solo dalla Beata Acarie, che dimostrò come, quanto si vedeva in Nicole Tavernier, fosse opera del demonio “il quale sapeva perdere un pò, per guadagnare molto”

          • Lo spettro di don Ezio ha detto:

            Ecco, Colaus de Arce (Franesco) più papalino del Papa…

          • Emilio Biagini ha detto:

            Il pronunciamento della Chiesa? Quante volte si è contraddetta? A sentire certi pronunciamenti, la devozione alla Divina Misericordia doveva essere proibita (infatti lo è stata), Padre Pio doveva essere sorvegliato speciale (e infatti gli hanno messo i microfoni spia in confessionale), ecc. ecc. Lo spettro di don Ezio dovrebbe apparire meno e riflettere di più.

        • Adriana ha detto:

          @ don Ezio ,
          auguri di pace e bene . Mi limito a un dettaglio . Che ci sta a fare il dogma dell’ Immacolata Concezione con la possibilità che la Madonna peccasse ? Infatti , ci furono opposizioni -ragionevoli – al dogma medesimo che avrebbe tolto alla Vergine il “merito ” di non aver ceduto al peccato . D’altra parte , come
          avrebbe Ella potuto rappresentare l’Arca Salutis se non fosse stata immune dal peccato originale ? Oppure questa “immunità” valeva sino al parto ? Che dice la moderna dottrina di base ? F.to: un’allieva del catechismo molto curiosa.

          • Lo spettro di don Ezio ha detto:

            Gentile Adriana,
            rispondo alla sua domanda:
            Che ci sta a fare il dogma dell’ Immacolata Concezione con la possibilità che la Madonna peccasse ?

            R.) Il dogma dell’Immacolata Concezione dice che la Madonna è stata concepita senza peccato originale, come Adamo ed Eva, non che la Madonna non avrebbe potuto peccare. Il dogma dice come sono andate le cose. E’ chiaro che Dio, conoscendo il futuro delle persone, non preserva dal peccato originale una persona che avrebbe poi peccato, Dio non va per tentativi.

            Lei dice: “Infatti , ci furono opposizioni -ragionevoli – al dogma medesimo che avrebbe tolto alla Vergine il “merito ” di non aver ceduto al peccato.

            R.) A me l’opposizione non sembra ragionevole. Trovo invece ragionevole pensare che la Madonna fossa libera nelle sue decisioni, eventualmente anche di peccare. Noi siamo inclinati al male per conseguenza del peccato originale, la Madonna è inclinata al bene. Anche Adamo ed Eva non avevano il peccato originale. Erano liberi di fare il bene o di fare il male.

            D’altra parte , come avrebbe Ella potuto rappresentare l’Arca Salutis se non fosse stata immune dal peccato originale ?

            R.) Appunto, il dogma dice quello.

            Oppure questa “immunità” valeva sino al parto ?

            R.) Il peccato originale o uno ce l’ha dal concepimento oppure non ce l’ha, non è che glielo si può attaccare dopo.

            Che dice la moderna dottrina di base ?

            R.) Non esiste la moderna dottrina di base. Esiste una sola dottrina: quella definita dal beato Pio IX nel 1854. Basta andarsela a leggere.

            F.to: un’allieva del catechismo molto curiosa.

            F.to: un prete qualsiasi che sa leggere.

  • Massimiliano ha detto:

    Bene. A questo punto mancherebbe solo una lettera per chiudere il cerchio. Ci faranno questa grazia? Saluti.
    Massimiliano.

  • Vincenzo ha detto:

    Come se dis a milan: ‘Va a ciapà i ratt!!!’
    Chi il prossimo?? Bergoglio stesso?? Magari…