CON LA SINISTRA HA PERSO LA CEI DI GALANTINO E BASSETTI. CHE NON HA PIÙ IL POLSO E L’ORECCHIO DELLA GENTE.

5 marzo 2018 Pubblicato da --
Marco Tosatti

L’abate Faria era sveglio, ieri sera, e ci ha scritto una mail a caldo sulle elezioni. Ve la giriamo, e aggiungiamo, dopo, un paio di commenti che ci sgorgano dal cuore.

Dopo aver detto le preghiere serotine ho pensato mio dovere di sacerdote e cittadino di dare un’occhiata ai primi risultati elettorali e una riflessione mi è sgorgata in cuore. I partiti che sono avanti o che sono in crescita, da quello che vedo, sono la Lega, il Movimento 5 stelle, Fratelli d’Italia; coloro che si sono non solo opposti al sistema in quanto tale, ma che hanno anche spesso mostrato perplessità sulla politica aperturista della Chiesa sul tema dell’immigrazione.

Questo risultato, che come trend penso verrà poi confermato nelle votazioni definitive, ci dice come la gran parte della gente sia veramente stufa di questa misericordia senza giustizia, di come oramai ci sia uno scollamento fra certe aperture insensate e i bisogni e le paure della gente. Io non penso la gente sia cattiva o gretta, la gente ha semplicemente paura per la propria sicurezza, per quella dei propri cari. Quello che chiamano populismo è solo lo specchio della paura legittima delle persone. Purtroppo una gerarchia che vive lontana dai bisogni reali delle persone, che lascia dire che la Cina è il posto che meglio attua la dottrina sociale della Chiesa senza censure ufficiali, che non si accorge che si sta veramente perdendo il passo con la storia rincorrendo le utopie progressiste, insomma una gerarchia di questo tipo dovrebbe mettersi davanti a Dio e riflettere profondamente.

Abate Faria

Molto profondamente. Tanto profondamente da considerare anche l’ipotesi di lasciare certe cariche e tornare a una vita – giustamente – nelle periferie. A sentire che cosa dice e pensa la gente, non solo quelli della propria cerchia, quelli che magari, come diceva ieri il Pontefice, si comportano così: “È comune, infatti, la tentazione di approfittare di attività buone, a volte doverose, per coltivare interessi privati, se non addirittura illeciti”, prosegue il Papa ricordando che Gesù usa maniere e parole forti per scuoterci da questo “pericolo mortale”, “un pericolo grave, specialmente quando strumentalizza Dio stesso e il culto a Lui dovuto, oppure il servizio all’uomo, sua immagine”.

Pensiamo soprattutto a questa CEI, che ha tenuto bordone o è stata insignificante mentre il governo, e il Partito a cui ella era contigua, faceva passare leggi come divorzio breve, unioni civili e DAT, e rinunciava a quello che è, e deve essere, il compito primario di ogni governo che si rispetti: proteggere i proprio confini, e garantire un minimo di sicurezza ai suoi cittadini. E non favorire con pensieri, parole, opere ed omissioni stravolgimenti antropologici, culturali e sociali. Speriamo che una volta tanto il Pontefice legga qualche cosa di più di Repubblica e ne tragga qualche conseguenza. Anche se non ci crediamo molto.


Tag: , , , ,

Categoria: ,

Questo articolo è stato scritto da wp_7512482

143 commenti

  • Adriana ha detto:

    @ Andrea . Seriamente meritevoli di cosiderazione le tue osservazioni guidate da buona fede intellettuale . A cui rispondo sforzandomi di esser chiara , per me oltre che per te. Prima di tutto , la Fede professata dagli uomini politici non dovrebbe esser -da come scrivi- la fede intima e /o nascosta ma quella pubblica e publicizzata . Guicciardini scrisse a questo proposito che bene sarebbe per un aspirante Signore esser animato dalla Fede ma che ,se non lo è , si sforzi di fingerlo in pubblico perchè esso comportamento è l’elemento chiave per ottenere il più alto numero di adesioni popolari . In epoca di internet questo è facilmente realizzabile ed ingannevole come nei tempi antichi . Ma tu non ti fai ingannare da tali apparenze . Preferisci optare per Antigone . Alta , grave ,rappresentante di Fede nella divinità . Una voce che ancora ci ferisce la coscienza. Ma , osserviamo i dettagli della vicenda . Il fidanzato di lei , Emone , dopo aver tentato il parricidio su Creonte , re di Tebe, si suicida ; Euridice,moglie di Creonte di conseguenza , pure. Creonte ,dopo aver condannato Antigone e aver scoperto la morte di figlio e moglie si definisce uccisore di entrambi e invoca la morte anche per sé. Antigone ,beninteso , si era suicidata perchè estromessa (ed estromessasi) dalla comunità e imprigionata . Ai Romantici piacque molto : la lotta dell’individuo contro l’ottusa società . Anche oggi piace molto in nome del me-too. Ma Creonte aveva proibito onoranze funebri per Polinice onde evitare il prosieguo di lotte civili e spargimenti di sangue all’interno della città di Tebe già troppo tartassata. Concludo : il culto di Antigone in epoca moderna nacque proprio da quella Riv.Francese che detesti e che ti dà / ci dà il magro contentino del diritto di voto. Quanto ai politici ,dovrebbero esser tali , non mercanti di vacche come in tanti ostentano di essere . Però fare l’Antigone in tempi calamitosi mi pare un lusso che contribuisce all’imporsi del melting -tutto.

    • Andrea ha detto:

      Si capisce che sei una divoratrice di libri. Io non ho questa cultura, diciamo che mi considero semplicemente una persona nella media con una pronunciata capacità di riflessione (ma nemmeno sempre…); quello che mi preoccupa è che dal racconto che hai proposto mi sono davvero identificato in Antigone poichè anche io tendo ad esiliarmi in questa società odierna. Sperò di non fare la sua stessa fine! 😀 ciao Adriana.

      • Adriana ha detto:

        @ Andrea . Spero che il fatto di leggere e studiare non mi abbia trasformato in una persona” differentemente normale”. O ,beh! tanto è di moda anche questo oggi. Antigone è affascinantissima per i problemi che solleva . Ogni epoca e ogni ideologia tendono a strumentalizzare opere “immortali” perchè dense di significati. Antigone è in puro rapporto con la divinità trascendente ,con una religione che “dovrebbe” sovrastare e ispirare la legislazione terrena in ogni occasione. Rappresenta anche i bisogni dell’individuo che non coincidono con quelli della massa .Infatti non fa adepti . Però deve subire la pena per il suo dissenso che causa danni anche agli altri. Insomma : prova a leggerla e auguri .

  • Adriana ha detto:

    @ Padre Ralph . Sapesse con quanta gratitudine accetti una benedizione così rara nell’uso pubblico da parte del Capo dell’Entità ! E ricevuta : “indigne” , L’assicuro . In nome della virtù della Speranza , poi , Le auguro di tener conto anche della mia ultima riflessione . In nome della Sua adesione alla virtù della Carità mi sembra che la medesima appaia dotata di unghioli felini alquanto graffianti con gli “sprovveduti ” avversari . “Oportet sapere – oggi più che mai – che il grande Profeta Maometto ( la pace sia con lui ) ha scritto : ” Tutte le creature sono di Allah ” in riferimento agli animali , specialmente ai gatti che stimava. P.S. Ha mai sentito parlare delle tesi “monarcomache” specialmente sostenute dai Padri Domenicani ?

  • rthjk ha detto:

    Sant’Agostino: “Togli le prostitute dalla società e ogni cosa verrà sconvolta dalla libidine” (De Ordine II, c. 4, 12).

    San Tommaso d’Aquino: “La donna pubblica è nella società ciò che la cloaca è nel palazzo: togli la cloaca e l’intero palazzo ne sarà infettato” (De Regimine Principum IV, 14).

    • Padre Ralph ha detto:

      Caro figliolo, le due citazioni che hai riprodotto NON riguardano il meretricio a cui si vorrebbe rimediare (forma di schiavitù) ma quello volontario. Ad ogni modo, le affermazioni si spiegano in chiave di tolleranza di un fenomeno, non di sua legittimazione: se così non fosse, si sceglierebbe un “male minore” e la cosa sarebbe peccato imperdonabile. Legalizzare (tassando) significherebbe, appunto, legittimare.
      Ora, senza scomodare Padri e Dottori, la questione è la seguente:
      a) chi vuole prostituirsi, può già farlo in casa, senza usare il marciapiede e mostrandosi su internet. Soluzione tollerabile; non legittimabile.
      b) chi non vuole prostituirsi ma ci è costretto, che lo faccia sul marciapiede o in un appartamento cambia poco: rimane sempre vittima di un male da estirpare con la massima severità. Unica soluzione: repressione dello sfruttamento con mezzi di polizia.

    • SPQR ha detto:

      Era una facile profezia. Ma quando si hanno paraocchi ideologici si arriva a capire i fenomeni quando ormai è troppo tardi (cfr. anche kattokom e immigrazione).

    • Maria Cristina ha detto:

      Lo avevamo detto in tanti che votare PDF sarebbe stato inutile e che I cattolici devono anche imparare ad essere astuti come serpenti.Purtroppo questi voti “inutili”se fossero stati dati a Lega oggi conterebbero qualcosa.
      E’brutto dire ve l’avevamo detto pero’la realta’e’questa ,il mondo ideale non e’ la politica italiana oggi.

  • Pasquale ha detto:

    Attenzione ad accreditare il m5s di posizioni critiche nei confronti dell’immigrazione indiscriminata: hanno votato a favore della depenalizzazione dell’immigrazione clandestina, sarebbero stati favorevoli allo jus soli, ed il loro programma riguardo alla gestione dell’immigrazione è stato scritto da persone vicine a soros. Fate voi…

  • Ely G. ha detto:

    Una perplessità su Salvini.

    Non son molto informata essendo cittadina di San Marino, perciò chiedo conferma di due circostanze. E’ vero che Salvini vuole legalizzare la prostituzione e aprire le “case chiuse”? E’ vero o una fake news che a dare supporto elettorale a Salvini su questo tema è intervenuto nientemeno che il noto trans Efe Bal addirittura con campagne pubbliche?
    Grazie delle delucidazioni che vorrete darmi.

    • Padre Ralph ha detto:

      Ti confermo le tue perplessità.
      E’ tutto tristemente vero.

      • ilfocohadaardere ha detto:

        Non credo proprio che non voler tenere esposte le povere prostitute alle intemperie e per la strada, cioè voler regolamentare un traffico (di fatto impossibile da debellare,così ci dice la Storia), sia contrario ai principi morali cristiani. Cioè, il voler porre fine all’esercizio della prostituzione in mezzo alla strada (che vi ricordo, è attività lecita dal punto di vista della legge), ed il voler riparare le prostitute da pericoli, violenza, ed insieme controllarle dal punto di vista sanitario ed eliminare disordine e scandalo nelle pubbliche strade, non mi pare cosa né sbagliata né in sè immorale, laddove non vi sia da parte dello Stato alcun incentivo a tale attività (che in sè ovviamente è e rimane immorale),ma solo una regolamentazione della stessa. Se poi dal punto di vista del Magistero cattolico ciò che dico è inesatto, accetto altri punti di vista e se del caso correzioni.

        • Francesca ha detto:

          Concordo.

        • Pier Luigi Tossani ha detto:

          A prescindere dal Magistero, e da ogni altra considerazione di ordine speculativo/intellettuale, faccio anche a te la domanda che ultimamente mi è capitato di porgere a molti: ti starebbe bene vedere tua sorella o tua figlia in un bordello?…

          • Kosmo ha detto:

            Ma perchè, secondo te se tua sorella decidesse di prostituirsi cosa ADESSO glielo impedirebbe?
            E cosa impedirebbe A TE di vederla per strada?

          • SPQR ha detto:

            “cosa ADESSO glielo impedirebbe?”

            Ma il freddo, no?

      • deutero.amedeo ha detto:

        Salvini non può volere niente perché non è un dittatore; al massimo potra’ proporre. E in ogni caso non si tratta di legalizzare una cosa che è già oggetto di una legge, ma di regolamentare l’esercizio del mestiere più antico del mondo togliendolo dalle strade e dalle mani della delinquenza internazionale che schiavizza milioni di giovani donne.

        • Padre Ralf ha detto:

          C’è gia una legge sulla prostituzione????????????

          • Padre Ralf ha detto:

            Aggiungo una riflessione come spunto. Oggi lo sfruttamento della prostituzione è reato. Per avere sfruttamento non occorre ”schiavizzare” ma basta lucrare sul meretricio altrui.
            Se con una legge lo stato iniziasse a percepire imposte dalle prostitute o da loro legittimi lenoni, in virtù di cosa non sarebbe più sfruttamento?
            Inoltre, lo stesso principio potrebbe applicarsi allo spaccio di droga: sostanze non tagliate, no delinquenti per strada, no barconi a lampedusa con manovalanza fresca, no siringhe infette, tariffe moderate, no overdosi e un sacco di altri vantaggi. Tante tasse.
            Dobbiamo convertirci al verbo di Pannella?
            Torno alle prostitute. Quando andranno in pensione e prenderanno una signora pensione, a dispetto di chi ha lavorato onestamente e prende una pensione misera, questo che effetto educativo avrà sulle generazioni successive che si faranno due calcoli?

          • deutero.amedeo ha detto:

            Legge 75/58 ( Merlin) che voleva abolire la prostituzione e in pratica l’ha incentivata. Che poi una eventuale proposta di revisione di quella disgraziata legge abbia come fine di trasformare lo stato in uno sfruttatore della prostituzione e’ tutto da dimostrare.
            Se tutte le ciance che state facendo hanno lo scopo di iniziare a diffamare Salvini, ancora prima che riceva l’incarico di formare un governo, cercate altri argomenti, per favore.

          • Mari ha detto:

            Aggiungo anche io una riflessione come spunto. Oggi l’aborto a richiesta non è reato. Per uccidere esseri umani basta che siano piccolissimi .
            Se con una legge lo stato iniziasse a proteggerli come esseri umani, in virtù di cosa non sarebbe più omicidio?

            Dobbiamo convertirci al verbo di Pannella?
            Già fatto!

          • Padre Ralf ha detto:

            Amedeo, impulsivo figliolo, stai tranquillo che nessuno vuol diffamare Salvini. Quindi tu dici che le Merlin ha incrementato la prostituzione…e su che base lo dici?
            Noto comunque che non hai risposto ai miei dubbi…

        • SPQR ha detto:

          Ben detto, deutero!

        • rthjk ha detto:

          Sant’Agostino: “Togli le prostitute dalla società e ogni cosa verrà sconvolta dalla libidine” (De Ordine II, c. 4, 12).

          San Tommaso d’Aquino: “La donna pubblica è nella società ciò che la cloaca è nel palazzo: togli la cloaca e l’intero palazzo ne sarà infettato” (San Tommaso d’Aquino, De Regimine Principum IV, 14).

      • SPQR ha detto:

        Perché tristemente? Certe satis constat che fra gli storici beneficiari dei servizi erogati dalle signorine nelle case merlinizzate vi fosse ben più di “qualche” esponente del clero. Spesso le case chiuse disponevano di un apposito ingresso secondario.

      • Gian ha detto:

        Butta il travestimento trollone impenitente.

    • Maria Cristina ha detto:

      Sinceramente con tutti I problemi seri che ha l’Italia la riapertura dei bordelli mi sembra l’ultima. Riaprano pure I bordelli sara’un problema morale per chi ci va, ma invece lo.ius soli o l’aumento delle tasse (se avesse vinto il CSX)sarebbe stato un problema per tutti.

  • deutero.amedeo ha detto:

    Sto ascoltando la c.s. di Renzi. Sta facendo un discorso spocchioso che in sintesi vuol dire: hanno vinto i peggiori perché gli italiani sono cretini. Ma noi salveremo l’Italia anche dall’opposizione perché noi siamo bravissimi.

    • Grog ha detto:

      Va benissimo. Speriamo continui così in modo che alle prossime elezioni i pidioti prendano il 10% o anche meno.

  • peter ha detto:

    I piccoli e grandi”camaleonti” sapranno cambiare pelle al momento giusto! Sono solo degli opportunisti e basta.

  • de matteis cosimo ha detto:

    Ho un piccolo grande “terrore”:
    che qualche lettore (e/o commentatore) di Stilum Curiae
    abbia avuto e abbia tuttora simpatie per il
    partito sètta di Grillo e Casaleggio.

    Che sia un partito sètta è spiegato qui:
    http://cosimodematteis.over-blog.it/2018/03/la-grande-menzogna-del-reddito-di-cittadinanza.html

    (c’è anche l’episodio di attivisti cacciati dal movimento con tanto di lettera da parte del legale del guru. Non ci credete no? Ed allora, ora che il voto è concluso leggete la storia di questo ingegnere romano:
    https://ilbenevincera.wordpress.com/2018/03/04/m5s-reddito-di-cittadinanza-gesu-droga-utero-in-affito-andrea-aquilino-ed-altre-storie/

  • Andrea ha detto:

    Premetto che mi sono astenuto dal voto, perchè penso che tutti i partiti siano ormai anticristici; l’unica l’alternativa (ma solo sulla carta) era PdF (che, tolta l’apparente difesa della famiglia, è un partito totalmente in linea col sistema) oppure casapound che però non ho voluto votare perchè penso che in esso ci sia tanta ideologia e poca fede. Comunque l’obiettivo numero uno è bloccare Lega-FdI perchè sono gli unici due partiti, seppur non cattolici, che possono mettere (lievemente) i bastoni fra le ruote all’elìte mondialista che preme per un governo che insista su queste direttive prioritarie: PRO immigrazione – PRO Nato – PRO gender. La prima è necessaria come sappiamo per distruggere le sovranità nazionali, per mescolare le identità e le religioni sottolineato. La seconda è assolutamente indispensabile per continuare il gioco provocatorio contro la Russia unico paese non arreso al modernismo satanico ed in grado di creare problemi all’occidente mortifero; la terza ma non per importanza, serve per costituire la società nuova, divisa, egoista, promiscua e distruggere il nucleo centrale di un popolo ossia la famiglia. Ora queste caratteristiche il PD come il M5S ce le hanno tutte (togliere le sanzioni alla Russia? Cosa positiva ma è Specchietto…. Il coltello intoccabile è la Nato perchè quella serve per la guerra vera). Tornando a Salvini e Meloni, questi potrebbero essere un po’ più seccanti da affrontare per l’elìte, ma giusto sul fronte anti immigrazione. Berlusconi è invece completamente inaffidabile e, mia sensazione, si è piegato all’ideologia globalista (non che prima fosse un politico affidabile ma semplicemente i suoi interessi cozzavano con quelli del governo mondiale motivo per cui fu defenestrato… e arrivò guarda un po’ MONTI!). In conclusione il mio seppur cervellino mi dice che, Renzi dimesso, potrebbe aprirsi una porta tra PD e M5S. Oppure Berlusconi (non credo che accetterà Salvini premier) potrebbe defilarsi e fare lui l’intesa bis col PD. Di una cosa stiamo certi e sereni: non verrà permesso un governo che si metta contro le tre direttive citate; perchè sono la chiave per la costituzione dell’ordine mondiale voluto dai massoni che servono, consapevoli e non, satana. E non vedo politici con il rosario in mano capaci di risollevare l’occidente. I nostri politici sono tutti atei-simil atei (gli unici cattolici dichiarati, quelli di Tabacci, solidarizzano con la Bonino… rendiamoci conto in che condizioni siamo). Poi, riguardo il m5s, da persona che l’ha votato per due volte prima di iniziare a convertirsi e capire l’inutile spettacolo della politica, non mi fiderei per niente. Di Maio è probabilmente una persona valida ma l’anima del movimento è modernista come quella del PD con l’aggravante di essere ancora più superba e la sua vera natura verrà fuori. E’ un movimento giovane. E i giovani oggi sono per la maggior parte rintronati dalla tecnologia, arroganti, atei e materialisti, privi del minimo timor di Dio e portatori di verità assoluta. Non intendo dire che sono cattivi d’animo. Ma che son ben predisposti per diventare pedine perfette di un diavolo in cui non credono minimamente. E’ la mia misera opinione, però penso che proprio dal m5s crescerà quel sentimento tecnoumanista e globalista cieco e superbo di cui necessità negativamente la futura società mondiale senza Dio. Lo stesso tipo di sentimento che nel nome del bene universale, darà il via alle persecuzioni ai medievali cattolici.

    • Adriana ha detto:

      E allora ,in attesa del martirio, non voti per farlo accadere quam velocissime ?

      • Andrea ha detto:

        Penso che spesso commettiamo l’errore di pensare che il nostro modo temporale di vedere sia quello eterno di Dio. Tu credi davvero che Nostro Padre si preoccupi se in un paese c’è la democrazia o la monarchia? Ai tempi dei re i santi generalmente invitavano i sudditi all’obbedienza escluso il caso in cui tali regnanti non andassero contro Dio, (perchè Lui è sempre il re dei re e non c’è potere umano che tenga). I popoli inoltre sapevano di esser plebe ignorante ed erano umili per questo. La democrazia è stata l’invenzione più astuta perchè ci ha illuso di essere importanti, ci ha fatto insuperbire ma per chi comanda il mondo siamo sempre la stessa cosa: plebe. Però nell’era feudale, quando qualche re cominciava ad esser troppo tirannico e crudele non poteva cammufarlo, era perfettamente evidente ai sudditi i quali se stremati erano capaci di rivoltarsi come la storia a volte racconta. I sudditi temevano il re. Ma il re a sua volta temeva i sudditi. La democrazia è servita per permettere ai re odierni di amministrare lo stesso potere in modalità differenti e con garanzie maggiori per essi. Oggi ci schiavizzano lo stesso, ma non usano spade; usano i decreti, i trattati. E quando qualcuno prova a ribellarsi viene accusato di esser un criminale, nemico della “democrazia”. Un populista. E noi siamo senza difese, perchè non possiamo più usare la spada visto che loro non la usano più materialmente. Possiamo solo mettere una x (che vale tanto quanto, visto che le decisioni cruciali oggi le prende la commissione europea sconosciuta a 8 elettori su 10…) e poi subire in silenzio per anni, perchè… è la democrazia. In realtà siamo sempre plebe, solo che siamo stati ulteriormente disarmati dal potere; e la nostra assenza di umiltà ci impedisce di riconoscerlo perchè ci da fastidio esser sviliti così. E se mi chiedi se penso che queste persone che comandano il mondo siano più intelligenti delle masse non posso che rispondere affermativamente perchè è così. Sono più istruiti, più macchiavellici, più ingegnosi e più potenti di noi, o della maggior parte di noi. Dio però non li giudica per il potere che hanno ma per come lo usano. Lui non guarda le classi sociali ma guarda i cuori e gli intenti. E poichè questi massoni, mondialisti o come vogliamo chiamarli usano i loro poteri e le loro posizioni per andare contro Dio saranno condannati. E da ciò si deduce come i malvagi per quanto inteligenti siano stupidi. Con tutto questo io non demonizzo chi vota; è uno strumento debole ma c’è e chi lo usa non sbaglia. Penso che sbagliamo a credere di essere importanti per questo sistema terreno. Noi siamo importanti solo (!) per Dio. E se fossimo più umili ci saremo resi conto che la democrazia è morta da un pezzo o forse non è mai esistita. Siamo pecore fra lupi molto molto grossi. Non sarà una x su una scheda a salvarci ma solo la preghiera.

        • SPQR ha detto:

          Tanti auguri, Andrea. Davvero.

        • Gelsomino Cacciapuoti ha detto:

          MA CASINI COME FA A GALLEGGIARE SEMPRE? CHI LO VOTA?? IO MANCO MI RICORDAVO ESISTESSE…

          • SPQR ha detto:

            E pensare che c’è chi lo ha votato per anni pensando che facesse gli interessi dei cattolici e delle famiglie…

          • Kosmo ha detto:

            MA CASINI COME FA A GALLEGGIARE SEMPRE?
            Te lo devo proprio dire???? 😛

        • Pier Luigi Tossani ha detto:

          ti do’ una buona notizia… volendo, ci sarebbe un’alternativa… la “Società partecipativa”!….

          http://www.rassegnastampa-totustuus.it/cattolica/wp-content/uploads/2015/09/LA-SOCIETA-PARTECIPATIVA-P-L-Zampetti.pdf

        • Adriana ha detto:

          @ Andrea . Sulla democrazia concordo . Però se Mosè non avesse convinto un bel po’ di abitanti dell’Egitto ad alzare i tacchi , a “votarlo” e a seguirlo non si sarebbe neppure manifestato il miracolo del Mar Rosso in risposta alle sue preghiere. A YAHWE ‘ – pare – non importasse soltanto l’anima del devoto Mosè ma la sorte di tutto un popolo . Non era ancora il tempo dell'” intimismo” cristiano , certo . Però erano tempi duri . Mutatis mutandis anche questi lo sono .

          • Andrea ha detto:

            Certo, però non trascurare una cosa fondamentale: Mosè era guidato dalla fede e per la sua fede era seguito; i nostri politici sono per la maggior parte atei o peggio finti cattolici guidati dall’ideologia. Sono due piani diversi: un conto è una discussione o scelta tra uomini di fede che cercano di compiacere al meglio Dio. Altra cosa è scegliere fra persone che cercano di compiacere se stesse. Se un tempo i politici conservavano un minimo di tradizione, di identità cristiana, di timor di Dio oggi cosa sembrano se non macchine senza motore? E io devo scegliere fra gente che ha completamente abbandonato ogni visione spirituale e vuole dirigere il mondo con i principii esclusivamente umanistici? L’uomo pur con tutte le buone intenzioni, senza la fede è facile preda delle tenebre. Per me siamo guidati da ciechi totali. Satana fa già loro vedere il bene dove il bene non c’è e si impegneranno per questo finto bene infatti.

    • virro ha detto:

      totalmente d’accordo

    • Padre Ralph ha detto:

      Il motivo della tua astensione implica una questione etica di non facile risoluzione.
      Tutti i partiti, in effetti, presentavano elementi gravemente contrari alla morale cattolica.
      Sceglierne uno meno peggio di un altro costituisce un’illecita scelta del male minore?

      • Andrea ha detto:

        No Padre, non posso permettermi certo di dare patenti. Puoddarsi che abbia fatto bene chi ha scelto il male minore e sbagliato io. La mia decisione di astenermi l’ho scritta in forma rispondendo ad Adriana. Se ci fosse stato un partito in linea con i valori cattolici l’avrei votato. Però siamo in un’era nuova. In rete è presente una conferenza del fu card. Cafarra che parla dell’attacco finale di satana attraverso due punti fondamentali: vita e famiglia. E se guardiamo oggi l’Europa cos’è se non il fulcro del nuovo dogma del pensiero unico dell’aborto, delle donne in affitto per produrre bimbi, della cultura della morte con eutanasia e suicidio assistito… Cos’è se non l’anticreazione? Un Europa che pare proprio odiare le sue radici. Un Europa che guarda male la Russia oggi ortodossa per far contenta l’America non più cristiana da un secolo… Non si può certo imporre la fede. Un partito cattolico che volesse imporsi fanaticamente non lo vorrei nè voterei. Ma oggi siamo vicini all’apostasia e alla guerra. Un governo che dovesse riuscire pure ad azzerare la disoccupazione non eviterebbe il disastro cui stiamo andando incontro. Che partito si preoccupa di questo?

      • SPQR ha detto:

        Non scegliere era comunque una scelta ed equivaleva a lasciare che il quadro si componesse secondo quanto scelto dalla maggioranza. Nel nostro caso chi, anche per eccesso di scrupolo o dubbi di coscienza, non è andato a votare ha favorito in primo luogo il M5S.

        • Andrea ha detto:

          Si ho sentito queste discussioni sul fatto che il non voto andasse alla maggioranza ma questa è proprio una provocazione dei figli della menzogna; è come essere accusati di qualcosa e dover procurare le prove della propria innocenza piuttosto che l’accusatore quelle di colpevolezza. Usano i loro codici di legge per importi di eseguire un’azione che non senti di fare. La mia azione è stata -non credo in voi- se poi loro questa riga la trasformano in – credi nella maggioranza- la colpa rimane di tali manipolatori non mia. Altrimenti è un giocare pure con il nostro libero arbitrio. Il gesto per manifestare l’intenzione di non voler partecipare ad una determinata cosa è – non partecipare – Se poi vogliono farsi padroni anche del significato del verbo e dell’agire facciano pure.

  • Mazzarino ha detto:

    Senza reteeee…… L’infezione del Sillon si trasmise fin dagli anni sessanta dalla DC ai comunisti. Oggi il contagio diretto con una chiesa partito guidato da un “papa” cattocomunista li ha uccisi. E questo Gramsci non lo aveva previsto! Chi li ha combattuti una vita, rischiando, vedere la rotta dei discendenti dei comunisti assassini in Emilia Romagna, così come vedere fra i pochi eletti da loro, il “coerente” Casini, e il flop della grande italiana sostenuta da Soros, non può che rendere grazie, commosso, alla provvidenza. Certo i problemi, e gravi, restano tutti. Ma i “Grandi Italiani”, finalmente, ora sono cenere e polvere. Fine degli affari fra vescovi e amministratori rossi.
    Fine degli affari fra opere e movimenti cattolici “conservatori” e amminiustratori rossi. Ora capiamo il perchè di niente conversioni, niente inginocchiarsi, niente parlare d’aborto, niente professioni di fede pubbliche, niente crocifissi, niente riparazioni, niente benedizione urbi et orbi, niente rosari…… E’ bastato vederne uno in pubblico, per sbaglio, che l’effetto sui cattocomunisti è stato quello del propoli sulle tonsille infiammate.
    Per il partito chiesa, finanziato dallo stato e per il suo Segretario, comincia “il bello”. Senza reteeee……

  • Stefano ha detto:

    Io voglio solo sottolineare che nel mio collegio romano ha vinto l’empia abortista assassina bonino, che oltraggerà il mio Senato con la sua turpe presenza.
    Questa combattente di tutte le battaglie anticristiane, divorzio, aborto, eutanasia, matrimoni ed adozioni omosessuali, droga libera e via vomitando, è stata promossa a “grande italiana” dal mai sufficientemente aborrito e deprecato bergogliolo, che solo per questa abominevole scempiaggine dovrebbe essere buttato fuori dalla Cattedra romana, che ha ridotto ad uno stato pietoso, tale da far rimpiagere i tempi di Avignone e dei Borgia…
    Grazie all’incredibile elogio del papocchio la strega di Satana è stata riesumata alla politica, dato che, dopo la morte del sodale e condegno pannella, non se la filava più nessuno…
    Tutto questo è semplicemente DISGUSTOSO!!!
    L’ennesima perla dello splendido pontificato del papampero, di cui dovrà rendere conto, speriamo al più presto, all’Onnipotente!..

    • Gian ha detto:

      Pienamente d’accordo con te Stefano. Come sempre del resto.

    • Padre Ralph ha detto:

      Che paroloni. La Bonino è stata così definita solo ed esclusivamente per il suo impegno sull’Africa. Inopportuno, ma non tragico.
      Non so se l’Onnipotente sarà contento di te che speri che un altro crepi in fretta: a mio parere, nella sostanza, non sei molto diverso dalla Bonino e dalla sua concezione della vita.

      • ilfocohadaardere ha detto:

        Quindi “Padre Ralph”, secondo la sua curiosa teoria, sarebbe parimenti 1. lecito 2. intelligente 3. accettabile 3. opportuno- che un Papa definisca Hitler “un grande tedesco”, non so, perchè durante il suo governo (ricordo che il vecchio “zio Adolph” arrivò al Governo tramite legittime elezioni….) ha rilanciato l’economia, ha fatto fiorire la ricerca scientifica che ha debellato alcune malattie, ha aumentato la qualità della vita del popolo tedesco, ha diffuso la tutela ambientale (i gerarchi nazisti erano intransigenti ambientalisti),etc.? Poi se qualcuno inorridisse e si scandalizzasse, e definisse Hitler “criminale ed assassino ed anticristo” potrei rispondere come ha fatto lei per la Bonino: “Eh, ma mica l’ha elogiata per le camere a gas ed i forni crematori e per aver sterminato 6 milioni di ebrei!!”…………… MI APRE CHE IL SUO “RAGIONAMENTO” faccia acqua da tutte le parti, scusi la franchezza.
        L’unico possibile argomento in difesa di papa Bergoglio su questa incredibile uscita può essere la sua CRASSA IGNORANZA su chi siano i radicali e la Bonino, e quali sia il loro e suo “palmares”……curiosamente, da quando è uscita la legge 194/1978, proprio 6 MILIONI DI ITALIANI sono stati uccisi nel ventre delle loro madri…….eh no,già,ma è una “grande italiana” perchè vuole riempire l’Italia di Africani su ordine del suo amico Soros….giusto giusto.. 🙁

        • Kosmo ha detto:

          ma perchè, hai qualche dubbio su chi mai possa essere ‘sto Padre Ralph?
          E’ il solito trollone che adesso rosica di brutto perchè l’altra sponda di Galantino, il PD, è crollato…

        • Padre Ralf ha detto:

          Figliolo, ho scritto inopportuno, che di sicuro non implica una mia condivisione.
          Non escludo che abbia ricevuto indicazioni parziali sul personaggio, infatti non mi risulta abbia fatto il bis.
          Ti consiglio un giro dall’oculista, in ogni caso.

          • Kosmo ha detto:

            Forse l’oculista serve a te…
            (8 febbraio 2016)
            https://www.ilfattoquotidiano.it/2016/02/08/papa-francesco-napolitano-e-bonino-tra-i-grandi-dellitalia-di-oggi-con-loro-sindaco-di-lampedusa-giusy-nicolini/2442697/
            (18 novembre 2016)
            http://www.miopapa.it/il-papa-rivede-lamica-emma-bonino/

            Che poi, alla fine, quale servizio abbia reso all’Italia facendo “conoscere l’Africa”, non si sa…
            Ci sono molti missionari, ma prima che nascesse Bergoglio…
            Che poi, l’ha fatta conoscere davvero bene l’Africa all’Italia, facendo venire tutti i galeotti e i criminali di cui i paesi africani si volevano sbarazzare…

          • Padre Ralf ha detto:

            L’oculista, figliolo, l’ho consigliato perche se scrivo ”inopportuno” e uno legge ”opportuno”, evidentemente non ci vede bene. Di qualche consiglio avresti bisogno anche tu, se vuoi te li mando in privato.

          • Kosmo ha detto:

            Tientelo per te, come pure una eventuale consulenza di Canavacciuolo, chè rigirare le frittate non ti riesce sempre bene.

          • Alessandro2 ha detto:

            Come je rode, al padre Ralf… Attento che a furia de roderti, ritorni spettro…

          • SPQR ha detto:

            La Bonino non è in alcun modo una “grande italiana” e affermarlo è una mentulata senza pari. In fondo è una mentulata perfino affermare che è un’italiana, vista la sua professione di fede europeista. La sua militanza nell’internazionale abortista e nell’internazionale migrazionista, il suo antinazionalismo spinto e il suo trasformismo politico (le fa buona compagnia lo *speculum Catholicorum* Bruno Tabacci, che in passato non pochi cattolici hanno purtroppo votato) dimostrano che non si tratta di grande italiana, bensì di piccola internazionalista.

          • G.Gervasi ha detto:

            @ Ralph (Kevin) (05.03.18/7:54 p.m.)
            …. “figliolo”
            Ma la smetta con questi toni preteschi!
            Lei non é il padre del blogghista, né in senso materiale né in senso spirituale. E il blogghista si guarderebbe bene dal considerarsi un suo figlio, in qualsiasi senso del termine.
            Diventi adulto e tratti la gente da adulti!
            Il paternalismo ecclesiastico é, grazie a Dio, passé.
            E nulla lo ha fatto passare cosí velocemente come
            questo infelice pontificato bergoglioso.
            Se ne renda conto, Kevin!

      • G.Gervasi ha detto:

        @ Ralph (05.03.18/6:55 p.m.)
        La melodia ed i contenuti del Ralph sono alquanto familiari. anche se connessi a una varietá inesauribile
        di pseudonimi pullulanti in questo blog.
        Tutti cartesiani questi scagnozzi di Sua Santitá , i quali
        “In hoc mundi theatrum larvati prodeunt”.
        Anch’io prego costantemente l’Onnipotente affinché,
        se ció corrispondesse alla Sua volontá, tolga il Bergoglio
        da questa valle di lacrime e se lo porti magari in paradiso, tanto per dire. E prego perché ció succeda
        il piú presto possibile, per il bene della Chiesa e per la salvezza delle anime – intenzioni cui Sua Paternitá
        Ralph (perché mai non Kevin?) dovrebbe essere particolarmente sensibile.
        Si tratta di una preghiera e, naturalmente di un desiderio, non perché si voglia male al Bergoglio
        (dopo tutto, non gli si augura che vada all’inferno)
        ma perché si vuol molto piú bene alla Chiesa, alla Sposa di Cristo deturpata da questo infelice papocchio arrivato dalla fine del mondo.
        Paragonare un cosí lodevole desiderio, una cosí ben motivata preghiera, all’attivitá infame della Bonino
        é di una stupiditá stucchevole, manifestazione di un pensiero perverso, purtroppo non raro in ambienti clericali, di cui il Ralph (Kevin) per autocertificazione
        farebbe parte.

      • Mari ha detto:

        # Inopportuno, ma non tragico. #
        Oh no! Tragico, tragico eccome!

        Mi è capitato in questi giorni di leggere quanti piccoli innocenti questa grande italiana ha, col suo diretto intervento, assassinato ( e trovando anche il modo di farsi “ quattro risate” ).

        E il numero spaventoso di quanti piccini,che grazie al suo impegno politico, sono stati “legalmente” uccisi (smembrati, frullati, avvelenati): la crudeltà con cui è stata eliminata Pamela si replica, senza tanti scandali, fra le pareti dei nostri ospedali

        Erano esseri umani. Come lei. Come me. Oggi sarebbero uomini, donne, ragazzi e ragazze, bambine e bambine che hanno lasciato quei “vuoti” che la “grande italiana” beffardamente usa come giustificazione all’invasione di cosiddetti profughi.

        Questa scia insanguinata e legale di delitti grida vendetta a Dio!
        Vendetta che si abbatterà, che si sta abbattendo, sulla nostra nazione, che con questa e altre leggi per le quali la nostra si è attivamente impegnata, mi fa credere che persino gli abitanti di Sodoma potranno ergersi a giudici di tanta perversità.

        Le mie osservazioni naturalmente ti sembreranno “paroloni”: d’altronde, se le più alte personalità di Roma manifestamente stimano chi ha cooperato con successo alla scristianizzazione della società, chi sono io per avere un rigurgito di scandalo?

        L’Onnipotente sarà contento di me e di altri che la pensano come me?

        Credo che lo sia se si denuncia un male: lo era di San Giovanni Battista, “ il più grande fra i nati da donna” per esempio (e per me il Vangelo “é Vangelo”, altro che registratori!)… e lascio a Lui il giudizio su Erode il Grande che, in confronto a certi nostri politici, era un dilettante.

        • Padre Ralf ha detto:

          Grazie per il contributo incisivo e non volgare. Rifletterò sulle tue parole, promesso.

        • Adriana ha detto:

          @ Mari Concordo . Non si poteva scrivere meglio !

          • Padre Ralf ha detto:

            Il paragone che ha proposto Mari mi ha fatto molto riflettere. Non avevo considerato questa diversa prospettiva e la ringrazio di nuovo per lo spunto efficace.
            Forse ha ragione ed è stata un’uscita più che inopportuna.
            Continuo a pensare che probabilmente è stata appellata così sulla base di una presentazione sommaria, altrimenti significa proprio cercarsi l’autogol…così come continuo a pensare che sperare nella morte del papa sia un delitto morale non meno colpevole (ma qui non mi riferisco a Mari)

          • Stefano ha detto:

            Ringrazio tutti per i vostri interventi all’incredibile risposta che lo pseudo “Padre” Ralf ha dato alla mia indignata protesta all’elezione della cagna di Satana bonino e sull’elogio fattogli dal “demente” bergoglio, servo dei servi del demonio. Grazie, li condivido tutti!
            Ora il mite Ralph è diventato riflessivo dopo le parole di Mari. Che anima sensibile e delicata!…
            Vorrei ricordare al sullodato “Padre” che c’è un abisso tra il valore della vita terrena di bergogliolo (su quella eterna lascio decidere all’Onnipotente) e la salvezza eterna delle anime, messa in serio pericolo dalla distruzione sistematica della Dottrina e della morale cattoliche, dalla banalizzazione del peccato, dall’oltraggio alla Santissima Eucaristia, dallo sdoganamento dell’adulterio e della sodomia, dalla banalizzazione del Sacramento della Penitenza e via dicendo, operate dal pessimo papampero argentino. Vorrei ricordare al caro Ralph che il fine ultimo e supremo della Chiesa è la salvezza delle anime, come recita ancora espressamente il Codice di Diritto Canonico, non la garanzia della biodiversità o il corretto svolgimeto della raccolta differenziata della spazzatura, come sembra stare a cuore a bergoglio e company, oltre all’accoglienza indiscriminata di clandestini, preferibilmente islamici, onde assicurare la rapida scomparsa del cristianesimo e della civiltà occidentale dalle terre europee…
            E visto che si turba tanto per le mie dure parole contro il papocchio, gli consiglio di leggere queste: “chi invece scandalizza anche uno solo di questi piccoli che credono in me, sarebbe meglio per lui che gli fosse appesa al collo una macina girata da asino, e fosse gettato negli abissi del mare”. Chi le ha dette? Un fanatico assassino? Un violento assetato di sangue? No. Un tale Gesù Cristo…. Vangelo di San Matteo 18,6.
            Padre Ralph smetta di scrivere fesserie pur di giustificare l’okkupante la Cattedra. Ribadisco la mia preghiera quotidiana perché il Signore Onnipotente, nei modi che riterrà più congrui, ce ne liberi al più presto!

        • SPQR ha detto:

          Oggi sarebbero uomini, donne, ragazzi e ragazze, bambine e bambine che hanno lasciato quei “vuoti” che la “grande italiana” beffardamente usa come giustificazione all’invasione di cosiddetti profughi

          I due fenomeni sono infatti legati, anche nell’intenzione di chi li ha prodotti e sta continuando a promuoverli.

          • Adriana ha detto:

            @ SPQR , Infatti non capisco perchè non si parli “coram populo ” – a Bergoglio così come al Padre “Uccelli di rovo” di GENOCIDIO attuato dalla Bonino . Diretto e indiretto .Quante donne saranno andate ad abortire per conto proprio ma convinte a ciò dalla Papessa Nera ? Quante nel nome dell'”utero è mio e lo gestisco Io” applaudono alla pratica dell’utero in affitto denominata in maniera speciosamente sentimentale come un dono altruistico per la felicità post-moderna altrui ? Bonino ammette i suoi legami con Soros , anzi se ne vanta . Ignoranza del capo dell’Entità o di Padre Ralph ? A quest’ultimo -per i suoi interventi- sono nostalgicamente grata per aver rispolverato uno dei più suggestivi personaggi del Teatro Classico : il Tartufo di Molière .

          • deutero.amedeo ha detto:

            Accuse incontestabili.
            E a Ralf il vecchietto si permette di dare un consiglio: prima di voler insegnare ai gatti ad arrampicare, vai a scuola dai gatti.

          • Padre Ralph ha detto:

            @ Adriana: forse non avevi ancora visto la mia risposta a Mary, ma come potrai constatare ho fatto tesoro delle sue osservazioni.

            @ Deutero.amedeo: sei inutilmente polemico, figliuolo, e non sembri neppure un gatto. A giudicare da quello che scrivi non sei nemmeno una volpe, ma questo non è un forum di zoologia e quindi chiudo l’argomento senza seguito. Ti benedico.

          • SPQR ha detto:

            @ Adriana
            Perché non si parla “coram populo ” di GENOCIDIO attuato dalla Bonino? Secondo me perché i feti sterminati non hanno “voce” e non sono in grado di esercitare pressioni lobbistiche per ottenere una giornata in ricordo del proprio, smisurato, genocidio (se a livello italiano i dati sono impressionanti, a livello mondiale sono più che tragici: una costellazione di olocausti). Chi dovrebbe parlare in nome dei bambini uccisi nel ventre materno (e di quelli usati per gli esperimenti sulle staminali ecc.) vi ha rinunciato, purtroppo, da tempo.

            Aggiungo che a mio avviso l’aborto è stato trascinato negli scantinati dell’oblio anche dal modo con cui è stato inquadrato nel dibattito pubblico, dove in larga misura è stato legato, sia dagli oppositori che dai fautori, ad altri temi di scontro (divorzio, contraccezione, ecc.), che pur avendo con esso punti di tangenza stavano su piani piuttosto diversi. Secondo me certi errori di impostazione alla lunga si pagano. E anche quando ci si è resi conto di avere intavolato male la questione, il più delle volte fare macchina indietro risulta impossibile.

  • Iginio ha detto:

    Intanto la Bonino è stata eletta a Roma 1, forse anche grazie a pretonzoli e monsignoronzoli che non sono andati a votare per ignavia, con la scusa che “tanto sono tutti uguali”.
    Per il resto, facile prevedere che sentiremo il solito ritornello sul popolo che non capisce niente e non si fa guidare dagli illuminati.
    Sarebbe però facile ribattere che, se bisogna seguire lo “Spirito”, adesso lo “Spirito” ci porta in una precisa direzione e dunque bisognerebbe seguirla anche se non coincide con quella di Spadaro, Bergoglio e Galantino (l’ordine della fila va da chi comanda veramente a chi scodinzola).

    • Maria Cristina ha detto:

      Il pueblo e’ giusto e ” Santo” solo se d’ accordo coi capi illuminati. Il pueblo e’ brutto e cattivo se vota Di Mario e Salvini.
      Mai come oggi c’ e’ una retorica sul ” popolo” e poi si incavolano coi populisti. Ma anche Bergoglio e’ populista! Finche’ il popolo da retta a lui… quando recalcitra o peggio
      non si piega al diktat immigrazionista allora il popolo non e’ piu’ buono e santo , ma ragiona colla pancia.
      Si decidano una buona volta: vogliono la democrazia ( che vuol dire semplicemente la maggioranza vince) o vogliono il governo degli Illuminati?
      Se inseguono il gradimento del popolo allora devono dare al popolo quello che vuole : che non e’ certo +Europa, +Tasse + Immigrati.

  • Usain Bolt ha detto:

    Certo che Francy Bergoglio fra Trump e Italia sta beccando mazzate a tutto spiano contro la sua politica ateo-marxista…

  • Antonia ha detto:

    E rifletta, questa gerarchia traditrice di Cristo e del gregge affidatole, quanto sia stata finora scandalosa, ma anche ridicola questa sua tenace affezione al PD, la cui esigua percentuale ottenuta ho il sospetto possa attribuirsi solo al voto di frati, preti e monache varie.

    • alice ha detto:

      infatti gli elettori Pd hanno votato in preferenza personaggi come Pierferdinando Csini, beatrice Lorenzin ed anche il tabacci, gente che nessuno di noi ha mai considerato come autentici sinistrorsi…

  • Lucy ha detto:

    Quello che la CEI , Galantino , Bergoglio non hanno capito in preda ai fumi ideologici dell’immigrazionismo è che non è in ballo una questione di sicurezza , o almeno non solo , che
    ci minaccia nel fisico perchè a questo problema di paura vera, non percepita,può rispondere una migliore efficenza delle forze di polizia e una politica anti immigrazione selvaggia .No ! È qualcosa di molto più profondo e grave.È la sensazione dolorosa di non essere più nel mondo che hai sempre conosciuto , solo vie , piazze , borghi , chiese fisicamente presenti nel tuo territorio ma nella tua mente. È accorgersi della perdita dell’identità , ben peggiore della perdita della borsetta , identità religiosa prima di tutto vista come ostacolo all’ecumenismo e che produce una religiosità liquida e sincretista.Basta vedere cosa succede in certe parrocchie dove si leggono anche versetti delle Sure del Corano.
    Ogni identità politica , etnica,culturale , storica , religiosa dà uno scopo alla nostra vita perchè risponde au bisogno umano , fondamentale di voler far parte di una comunità che attraverso le generazioni condivide valori , aspirazioni e Principi.Tutto questo un tempo la Chiesa non solo lo capiva ma lo sosteneva ; basta leggere”Memoria e identità di Papa Wojtyla .Ecco anche perchè oggi la sconfitta della sinistra è anche la sconfitta della chiesa di Bergoglio.

    • Paolo Giuseppe ha detto:

      @ Lucy
      Amaramente condivido.

    • alice ha detto:

      le percentuali dei voti ci fanno capire che se si facesse un referendum sulla politica di Bergoglio, Galantino e basetti questi illustri prelati sarebbero probabilmente sonoramente sconfitti

    • Alessandro2 ha detto:

      Bravissima Lucy. E aggiungo: non abbiamo più, non troviamo più il Crocifisso nelle scuole, dove i nostri bimbi vanno ad imparare il suicidio etnico e culturale; non troviamo più i fiori freschi nelle “santelle” (scusa il brescianismo :-)) agli incroci della strade; non sentiamo più vicino il parroco del paese, che una volta era un po’ il padre di tutti; non facciamo più parte di qualcosa, di un’identità che anche per colpa nostra si è persa nei centri commerciali, la domenica pomeriggio, o davanti alla televisione, o nelle discoteche che bruciano il cervello dei pochi giovani rimasti, completando il lavoro degli insegnanti.
      Non a caso, cara Lucy, San Giovanni Paolo II era polacco: di un Paese la cui memoria ed identità, faticosamente preservate in decenni di nazismo e comunismo, erano il dono prezioso della libertà.
      Oggi abbiamo l’Ipercoop e Francesco: quello che ci meritiamo. Guarda qui: https://goo.gl/g5fCps

      • G.Gervasi ha detto:

        @ Alessandro2 (05.03.18/04:54 p.m.)
        Il papa come castigo di Dio alla sua chiesa
        Ormai non ho piú dubbi su come caratterizzare l’infelice
        pontificato bergoglioso secondo il pensiero di San Vincenzo di Lérins, che dice che alcuni papi sono inflitti
        da Dio sulla chiesa come castigo divino.
        Si parla, naturalmente, della chiesa empirica e sgualdrina del papocchio e dei suoi adepti, di cardinali che invece di dare il loro sangue per Cristo lo succhiano come sanguisughe dalla chiesa, di vescovi servili ed inetti, di sacerdoti modernizzati adoratori di se stessi,
        di fedeli ignoranti e schiavi dello spirito del tempo
        Abbastanza materia per causare il vomito divino,
        di cui parla l’Apocalisse e a cui probabilmente pensava Vincenzo di Lérins nella sua caratterizzazione del papa -castigo di Dio.

  • anonimo ha detto:

    C’è il rischio concreto che dopo le dimissioni di Renzi (imposte anche dalla UE) il M5S si allei con il PD a guida Gentiloni e si formi un governo che potremmo definire “monocolore”, dato che, come noto, il M5 è solo l’altra faccia del PD, sinistri con sinistri, demagogia e antitalianità. Saranno anche onesti, ma sicuramente sono più anticattolici che antisinistrorsi.

    • Usain Bolt ha detto:

      @anonimo
      Purtroppo è esattamente così.
      Passeremo da un governo di sinistra a un governo di sinistra.
      Tanto rumore per nulla.

  • tubifex ha detto:

    Il compito della CEI continuerà ad essere lo stesso: tenere il bordone. Per quanto riguarda la misericordia, era solo un pretesto. Ne troveranno un altro.

    • Adriana ha detto:

      @ Tubifex Posso suggerirtene uno? Il “reddito di cittadinanza ” nella Repubblica dei Cieli al “popolo mitico” che non sia Né Pelagiano , né Gnostico ,ma esclusivamente Orgoglioso di essere Bergoglioso.

  • EquesFidus ha detto:

    Almeno, “Liberi e Uguali” con la Boldrini ce lo siamo levati di torno, assieme a buona parte del circo di sinistra ed estrema sinistra. Rimane la coalizione comprendente il partito di Matteo “I’Bomba” Renzi (purtroppo, sono state appena smentite le sue dimissioni, almeno per il momento) e quei rimasugli radicali della Bonino, ma di fatto conteranno come il due di briscola (e saranno, difatti, costretti ad allearsi con la nuova sinista del M5S). L’unico problema reale sono proprio i pentestellati, in ascesa (purtroppo) contro ogni previsione e che potrebbero facilmente allearsi con la vecchia sinistra contro la destra, impedendo la formazione di un nuovo governo e causando un caos insostenibile, nei casi più estremi obbligandoci a tornare alle urne (come i bambini: non abbiamo anche noi quel giocattolo? Allora te lo rompiamo!).

    • Grog ha detto:

      Smentite le dimissioni di renzi “purtroppo “? Ma magari restasse segretario così alle prossime elezioni i pidioti vanno sotto al 10%.

    • Kosmo ha detto:

      eh magari… LeU ha passato la soglia di sbarramento, la Bonino ha visto nel collegio contro Adinolfi… Ce li avrebo sul groppone per almeno altri 5 anni…

      • EquesFidus ha detto:

        Sì, ho visto; la Bonino ha vinto a Roma 1 e un minimo di parlamentari di “Liberi e Uguali” dovremo subirceli. Che dire? E’ un’elezione in cui la destra (non tanto il centro-destra, liberale e quindi non cattolico, di Forza Italia, ma la destra di Salvini e Meloni) ha vinto, ma che lascia tanto amaro in bocca. In primis, che la setta dei 5Stelle sia il primo partito italiano; poi, che questi cialtroni di sinistra ci siano ancora e continuino a far danni. Nemmeno le dimissioni di Renzi mi danno soddisfazione, dato che ha detto le darà solo dopo che sarà stato formato il nuovo governo (cioè mai considerati i precedenti, visto che sono pronto a scommettere 10 contro 1 che, al momento fatidico, si rimangerà quanto promesso). Secondo me, lo scenario migliore sarebbe fare una nuova legge elettorale e tornare immediatamente alle urne tra sei mesi; ahimè, dubito che avverrà, e ho paura in una alleanza M5S e PD per governare l’Italia contro tutto e tutti, portando così all’approvazione delle ultime leggi sataniche in cantiere (ricordo essere: “omofobia”, droghe libere e cognome della madre).

  • Usain Bolt ha detto:

    “Bravo Matteo, continua così, stai facendo un ottimo lavoro!” (mons. Paglia)

    • Alessandro2 ha detto:

      Spero non lo dica anche a me, se no mi toccherebbe ricorrere al famoso (e volgare) gesto apotropaico.

  • Colaus de Arce (Francesco) ha detto:

    In effetti condivido il pensiero di Kosmo.
    A parte i temi etici, i quali sono pienamente condivisi, è mancata la struttura….politica e sociale, i temi etici vanno bene ma ci sono altre urgenze sociali a cui il PdF sembrava non interessare.

    In merito alla CEI ed ai ultra progressisti, è doveroso un…requiem aeternum, l’otto per mille continuerà la discesa in verticale.
    Comunque non sono rose e fiori, la coalizione del centro destra non dura e non può durare, è come mettere in una bottiglia olio e aceto, si mescola e sembra uniforme, ma poco dopo si separa l’olio dall’aceto, cosi sarà per la Lega e Forza Italia, vedo un accordo post elezioni tra Lega e M5S, giacché hanno in comune sette punti riguardando sia l’immigrazione ad oltranza sia i privilegi della casta, se si uniscono fanno tabula rasa degli altri partiti.
    Comunque vedremo.

  • Comitato degli Spettri ha detto:

    Cari Confratelli,
    visto il risultato elettorale, noi Spettri raccogliamo i nostri lenzuoli e, fatta la valigia, fuggiamo a Cuba a goderci il sole e sorseggiare daiquiri in spiaggia con la famiglia Castro.
    Lì attenderemo l’arrivo del Papa e dell’headquarter della CEI, che presenteranno regolare domanda da rifugiati politici, dopo essere sbarcati da un gommone diplomatico.
    Per dovere di misericordia, ci portiamo dietro anche Berlusconi, che aveva annunciato la sua fuga nei caraibi nel caso di vittoria dei grillini.
    La Bonino, invece, ve la lasciamo qui: troppo liberale, liberista e libertaria per quelle lande. Berlusconi invece è solo libertino, porta il grano e ha già in mente di rifondare la Edilnord per costruire L’Havana Due per cubani rampanti. Inoltre è simpatico e di compagnia: porterà con sé anche Apicella. Ghedini, se verrà, diventerà presidente onorario del Comitato degli Spettri. Confidiamo nella Brambilla.
    Se qualcuno di voi Confratelli avesse intenzione di fare un salto da quelle parti, ce lo faccia sapere con una seduta spiritica (internet colà non funziona bene): vi prenotiamo un giro turistico tra le canne da zucchero, rhum a volontà e abbonamento in casa particular.
    Le Consorelle, invece, le mandiamo in Cina a dare manforte al card. Zen.
    Hasta luego!! 🙂

    • Ira Divina ha detto:

      😁👏👏👏👏 bravoooo!👏👏👏👏 questo è parlare da vero responsabile dell’altrui quiete! Mi raccomando coccolatemi il Galantino e prenotategli per l’accoglienza a Cuba una bella festa in una “casa” adatta al suo genere. Il Bergoglio impegnatelo come gelataio, visto che porterà con se il vestito bianco, sulle spiagge dell’Hawana, così guadagnerà il giusto per aiutare il suo amico Maragadia povero di una chiesa povera. È inoltre mi raccomando! Non fate il pensiero di ritornare da quel paradiso a voi così caro, al massimo fate un pensiero anche voi per la Cina. 🤗🍾🍸🍸

  • Adriana ha detto:

    Non mi pare che i 5 Stelle si siano dichiarati contrari alla politica aperturistica nei confronti dei migranti…

    • Alessandro2 ha detto:

      No, infatti. Sono europeisti / globalisti travestiti. Speravo che noi italiani fossimo meno fessi dei francesi, ma ci siamo cascati, et voilà, ecco servito il nostro Macron in salta tomato.

      • Adriana ha detto:

        @ Alessandro 2 Ehi ! Ehi ! Non solo in salsa tomato e in bonus di cittadinanza ma anche in devozionismo per la teca del sangue di S.Gennaro ,- il pupetto di legno , lustrato a olio di lino- ,(con donna più anziana o grande di lui paro paro a Macron e analoghi interessi a Washinton e a Berlino ). Di queste “Stelle” si è scandalizzato perfino il direttore del “Mattino di Napoli” ( su Radio 24 ) ,come pure del malgoverno del PD a Sud nonchè dei sudici intrallazzi.

        • SPQR ha detto:

          Nel M5S c’è di tutto, ma l’orientamento nettamente prevalente è di tipo radicaloide e internazionalista. Il successo elettorale è legato all’illusoria promessa, in cui ha creduto soprattutto il Meridione, del sussidio chiamato reddito di cittadinanza.

          • Adriana ha detto:

            @ SPQR Infatti . Ora si hanno perfino troppi nomi stellati in Sicilia per i rispettivi seggi . Reddito di cittadinanza e intrighi di quelli del Sud sul Sud , nel Sud erano questi gli argomenti dettagliati dallo stesso direttore del quotidiano napoletano a Radio 24.

  • Pier Luigi Tossani ha detto:

    Di Bergoglio parlavo nei commenti all’articolo precedente. Dimenticavo di dire che Galantino e Bassetti non devono rendere conto a nessun elettore del loro operato, e che, nella Chiesa come è ridotta oggi, continueranno a fare le manovre ideologiche che hanno fatto in passato. Casomai, avranno da rendere conto al Creatore, nel Giorno del Giudizio.

    • SPQR ha detto:

      Oooh, caro Tossani! Proprio te andavo cercando. Allora, com’è andato il PdF? Ha raggiunto il famoso 3% oppure è rimasto più vicino a percentuali ferrariane, come fu profetizzato?

      • Adolfo ha detto:

        Lazio, Adinolfi ancora una volta in aiuto alla sinistra

        In aggiunta a quelle raccontate da Andrea Zambrano sulla Bussola Quotidiana, Mario Adinolfi ha di fatto dato un’altra volta un aiuto decisivo alla sinistra, questa volta nella corsa alla Regione Lazio. Non è dietrologia né son ipotesi: è matematica. Zingaretti ha vinto col 33,9 per cento dei voti davanti a Parisi (31, 3 per cento), candidato di centrodestra supportato dal Comitato Difendiamo I Nostri Figli e Sergio Pirozzi (4,93 per cento), sindaco di Amatrice.
        Se quest’ultimo, che ha la fama di “fascista” (Adinolfi dixit) non si fosse candidato, ora una regione importante come il Lazio non sarebbe ancora nelle mani della sinistra e di un Presidente come Zingaretti, che ha già dato prova di essere ostile al mondo pro-life (note le prese di posizione contro i medici obiettori).
        Ecco, cos’ha fatto Adinolfi?

        Ha dato il proprio supporto a Pirozzi. Sia dichiarandolo su facebook (“lo aiuteremo”), sia facendo piazzare in lista, al secondo posto su 31, la figlia Livia: un po’ Popolo per la Famiglia e un po’ Popolo Tengo Famiglia. Un triplo capolavoro pertanto dato che il leader del Pdf ha concorso a far vincere Zingaretti (sostenendo un candidato con zero possibilità di vittoria), ha fatto candidare la figlia piazzandola nella lista di un candidato che dalla sua aveva i repubblicani (da sempre anticristiani e vicinissimi alla massoneria) e la Lista Nathan, da Ernesto Nathan, gran maestro della massoneria e il sindaco di Roma più ferocemente anticlericale della storia (meglio i massoni del centrodestra, nell’oscura logica adinolfiana).

        Niente male per il leader di un partito che dice di ispirarsi alla dottrina sociale della Chiesa, e che con sparate di grande umiltà fa capire di conoscere come le sue tasche la politica romana. Ma in realtà prende delle belle cantonate. Come questa previsione sul tonfo di Emma Bonino, la cui corsa per il Parlamento veniva data come persa in partenza…
        (come poi sia andata a finire si è visto…)

        http://www.libertaepersona.org/wordpress/2018/03/lazio-adinolfi-ancora-una-volta-in-aiuto-alla-sinistra/

  • Non Metuens Verbum ha detto:

    ma leggere Repubblica serve all’igiene mentale ?

  • Pier Luigi Tossani ha detto:

    Il Popolo della Famiglia non ce l’ha fatta, nemmeno ad avvicinarsi alla soglia del 3 percento. La mia sensazione che ciò potesse avvenire, e che avevo espresso sulla base del dibattito politico che avevo riscontrato in varie sedi, era sbagliata.

    Ritengo che le motivazioni per le quali era logico dare il consenso al PdF, e delle quali ho dato conto in ampio dettaglio anche nell’acceso dibattito su questo blog, fossero valide. Ma, evidentemente, pare che allo stato dell’arte non vi sia in Italia più di un elettore su cento al quale stanno a cuore le sorti della famiglia naturale. I tempi non sono ancora maturi. Vedremo gli sviluppi, sia per il PdF, sia per la governabilità del Paese, che, come era chiaro anche prima del voto, presenta molte incognite.

    • Kosmo ha detto:

      Gli errori del PdF sono stati:
      – non aver imparato dal passato (Lista di Giuliano Ferrara e di Magdi Allam)
      – aver messo precipitosamente il cappello sulla manifestazione del Family Day
      – aver, di fatto, proposto un partito monotematico (al di là dell’effettivo programma, tra l’altro scarso, annunciato)
      – testardamente non essersi accordati in coalizione, o, al massimo, con una sorta di “patto di desistenza” (manco dalle sinstra hanno imparato)
      – avere uno (striminzito) programma fotocopia di quello del PD, a parte i temi etici
      – aver attaccato solo e semplicemente i “concorrenti” dello stesso bacino elettorale, quelli di cdx, non toccando minimamente quelli che avevano sconquassato i temi etici, e cioè il PD (l’ex partito di Adinolfi)
      – essersi comportati di fatto come dei “grillini bianchi”, con gli stessi medodi, le stesse tecniche, gli stessi slogan, gli stessi insulti
      – aver di fatto “ridicolizzato” la sacrosanta battaglia sui temi etici e sulla Dottrina Sociale della Chiesa, infatti ognuno potra’ dire “visto? manco lo 0,8% sono interessati ai vostri temi”. Ferrara amaramente commentò: Al mio grido di dolore l’elettore ha risposto con una pernacchia
      – varie ed eventuali

      Sono giorni che lo ripetiamo sui social, ma non abbiamo avuto che risposte aggressive ed insulti.

    • SPQR ha detto:

      Caro Tossani: altrove ho puntato il dito sulla tua miopia politica, ma qui ti devo riconoscere onestà intellettuale. Resta il fatto che per ingenuità, in buona fede, hai contribuito a rafforzare anche formazioni anticristiane. Si poteva evitare.

  • Grog ha detto:

    Per la Cei la coda delle elezioni ci sarà nei prossimi mesi con le firme per l’8xmille, in caduta libera da quando si è insediato Ceccouno (e il suo sodale galantino). Ci sarà da ridere.

    • GMZ ha detto:

      Caro Grog,
      Lei crede? Il meccanismo dell’8xmille prevede la ripartizione delle quote non opzionate in base a quelle opzionate: in tanti non optano, e con ciò la Curia incassa.
      Come se ne esce? Idee?
      Ossequi.
      G.

      • Kosmo ha detto:

        darlo agli ebrei o agli ortodossi (oppure allo stato, tanto gli aborti li farà comunque)

        • SPQR ha detto:

          Riformulo la domanda che è stata, non so perché, censurata: @Kosmo: sai dirmi qual è la posizione delle Comunità ebraiche su aborto, divorzio, eutanasia e immigrazione?
          Quella dell’Esarcato ortodosso la conosco e la condivido, ma quella delle Comunità ebraiche non la conosco. Puoi darmi (tu o altri) qualche informazione al riguardo? Grazie.

          • Kosmo ha detto:

            Il mio non voleva essere un contributo a favore dell’ “ortodossia” (ossia premiare con il mio 8×1000 l’organizzazione che più preserva i fondamenti della fede).
            Ho specificato anche gli ebrei, visto che Bergoglio va d’amore e d’accordo con gli islamici, e tutta la sinistra si sdilinquisce per loro, e vista l’ondata (questa sì vera) di antisemitismo di matrice islamica (vedere le urla contro gli ebei a Milano) che sta inquinando tutta europa. tutto qui.
            Non dimentichiamo che nel 1982 lo stato italiano ha lasciato sguarnita la sinagoga di roma per non inimicarsi i palestinesi.
            E non dimentichiamo neppure l’attentato a Fiumicino ai banchi di El-Al.

      • Alessandro2 ha detto:

        Convincere la gente a opzionare la qualunque, meno che la chiesa di Cecco.

        • SPQR ha detto:

          Calma, calma! C’è opzione e opzione. Le scelte vanno fatte con la testa, non con il basso ventre e le sue appendici! Tra i possibili destinatari dell8x1000 ci sono anche entità dichiaratamente anticattoliche (a parte la CEI intendo): luterani, valdesi, TdG, comunità ebraiche…

      • Grog ha detto:

        D’accordo, ma se la percentuale di coloro che firmano per la cei si abbassa si abbassa automaticamente anche la cifra che va a incassare (a scapito degli altri “contendenti). O no?

      • Colaus de Arce (Francesco) ha detto:

        @GMZ
        Ciò che dice è vero se si dovesse lasciare la quota allo stato, ma se si da ad esempio agli ortodossi, la chiesa non prende neanche un centesimo.

      • SPQR ha detto:

        Funziona più o meno come per i voti dispersi (vedi PdF).

    • ? ha detto:

      Grog ma che dice???
      Second il ministero delle finanze, il numero di contribuenti che scelgono l’8 per mille è stabile a circa 15.000.000 dal 2011. Negli anni 2010 e precedenti era a circa 14.000.000.
      Se il gettito è inferiore è per una diminuzione del reddito su cui calcolare il balzello.
      Che diavolerie va raccontando in giro????????

      • Kosmo ha detto:

        Forse il ministero delle Finanze di Paperopoli,
        quello italiano dice che sono diminuiti
        nel 2014 del 5.3% (700mila e passa di meno)
        nel 2015 di un altro 3.3% (altri 465mila di meno)

        http://espresso.repubblica.it/attualita/2017/07/25/news/otto-per-mille-calano-firme-culti-festeggiano-buddhisti-1.306690

        • Padre Ralph ha detto:

          Siete fuori strada entrambi: i dati del 2017 si riferiscono alle dichiarazioni del 2013, come spiega l’articolo che hai linkato Perciò un’eventuale calo di contribuenti che indicano la Chiesa Cattolica, registrato al momento della distribuzione, è radicato in un periodo anteriore all’attuale papato.
          Bisogna poi considerare che parte dell’8×1000 assegnato alla Chiesa, deriva dalla mancata indicazione di un destinatario specifico da parte del contribuente. Con la diffusione delle “nuove” religioni (nuove per l’Italia) sono aumentati quelli che, invece che non esprimere preferenze, ne esprimono una per la loro “chiesa” di riferimento.
          La matematica non è un’opinione, figliuoli.

          • Kosmo ha detto:

            In realtà no, perchè dice:
            I 15.226.291 contribuenti che l’hanno scelta nel 2012 rimangono quasi invariati nel 2013 (45.313 in meno, lo 0,3 per cento del totale). Nel 2014 la diminuzione è più sensibile (-5,3 per cento, 770.424 scelte in meno), mentre nel 2015 le scelte diminuiscono ancora del 3,3 per cento toccando i 13.944.967 (465.587 in meno).
            “… che l’hanno scelta…” quindi parrebbe indicare semplicemente il numero di firme di quell’anno (indipendentemente dall’anno in cui erogheranno la somma, che infatti non è citata, è citato soltanto il numero delle firme).
            Tanto so cosa posterai adesso…

          • Kosmo ha detto:

            Ecco cari padre Ralph & Meggie,
            http://www1.finanze.gov.it/finanze3/stat_8xMilleSerie/index.php?req_classe=01
            come vedete si è passati dal 34,04% delle firme espresse nel 2013 al 34,20% delle firme espresse nel 2015.
            Punto.

          • Padre Ralf ha detto:

            Wow grazie. Se vai al link degli anni precedenti, alla fine dei link, c’è un pdf con il prospetto a partire dal 1990. Se noti, la percentuale 36-37% ha costituito un picco a cavallo delle due prime decadi del 2000 e il 34% è un valore nella media complessiva. Se guardi le annate precedenti, alcune sono ancora più basse: 1998-1999 circa il 31%.
            Quanto alle oscillazioni, considera queste forbici:
            1990-1991: da 40 a 43
            1992-1993: da 39 a 35
            1996-1997: da 36 a 33
            quindi mi pare che il calo segnalato da te (peraltro spalmato su un intervallo di 3 anni e non da un anno all’altro) rientri in una normale fisiologia.

          • Kosmo ha detto:

            Se ho capito bene “Il link agli anni precedenti”
            mi pare che nella prima decade degli anni 2000 la percentuale sia grossomodo stabile, circe il 36 e rotti %.
            Per la flessione degli anni ’90 una spiegazione può essere l’ostracismo della sinistra comunista italiana per il Vaticano, allora ancora molto forte oltre che per difetti di comunicazione (il 1984 era passato da relativamente poco tempo).

          • Padre Ralph ha detto:

            E’ ben possibile. Però una consimile interpretazione potrebbe cozzare col fatto che a quei tempi – in un contesto fortemente ideologizzato con correlativa polarizzazione mondiale – mi aspetterei dai cattolici una più fattiva “collaborazione” con il soggetto (Chiesa) che in quel momento rappresentava una sorta di baluardo politico-culturale all’avanzata del comunismo.
            Anche il picco degli anni 2000 andrebbe analizzato. Per esempio – volendolo legare all’immagine del Papa – potrebbe discutersi se sia effetto degli ultimi anni di pontificato di Giovanni Palo II o della figura d Benedetto XVI. Personalmente, penserei più la prima.

        • Kosmo ha detto:

          chiedo scusa ho sbagliato a copiare
          si è passati dal 37,04% delle firme espresse nel 2013 al 34,20% delle firme espresse nel 2015.

      • Grog ha detto:

        Nel 2012 il numero dei contribuenti che hanno scelto di destinare l’8xmille alla Chiesa Cattolica era circa 15.200.000 , nel 2015 circa 13.900.000 (fonti ministero dell’economia). Non ho i dati degli anni successivi ma, secondo quanto ammesso dalla stessa cei sono andati in calando. E qui si parla di svariati milioni non bruscolini. Chi é che va raccontando diavolerie?

        • Padre Ralf ha detto:

          Figliolo, puoi dare il link del ministero dove trovare questi dati? Così parliamo fonti alla mano.

          • Grog ha detto:

            Il link é quello segnalato dal commentatore Kosmo (ma facendo una semplice ricerca su google ne troverai altri). Non è quello del ministero ma i dati, come scritto, sono riferiti a quella fonte. E non vedo per quale motivo, anche trattandosi di un giornale come l’espresso, dovrebbero sparare balle in questo senso. I numeri non sono un’opinione caro Padre Ralph: un calo di un milione di contribuenti nel giro di tre anni non sono una sciocchezza. E per favore non mi venire a raccontare delle “nuove religioni”: non mi sembra che i buddisti, gli induisti o qualche altra setta cristiana abbiano, almeno per ora, i numeri per giustificare una dispersione di contribuenti così enorme. Se tu comunque hai altri dati sarei lieto che ce ne faccia partecipi….