LE SUORE #METOO DEI CARDINALI DI CURIA. L’ABATE FARIA: LA CHIESA RINCORRE LA MONDANITÀ.

3 marzo 2018 Pubblicato da --
Marco Tosatti

Il buon Abate Faria ha letto la storia lamentevole delle religiose a servizio nelle case dei cardinali in Curia, e ci ha spedito una lettera al vetriolo. Il caso a cui si riferisce, tante volte ci fosse qualcuno ancora ignaro dello scandalo, è stato svelato dall’Osservatore Romano, e poi ripreso da altri organi di informazione

Ecco a voi l’Abate Faria.

“L’Osservatore Romano che fa parlare le suore #metoo è veramente una cosa che mi fa ridere di tutta pancia. Ora, non voglio entrare nella questione delle loro rivendicazioni “sindacali”, sarebbe una questione delicata e spinosa le cui sfaccettature farebbero forse sobbalzare anche il buon Tosatti, aduso ad ogni battaglia.

Correndo dietro al femminismo (o a ogni -ismo) si pensa di lavarsi una coscienza che non si sa bene come si sia sporcata. Perché il problema non è tanto la rivendicazione “sindacale”, ma che le suore, in quanto donne, siano ancora relegate alle faccende domestiche, che contraddice tutto quello che oggi ci viene fatto pensare su ciò che la donna dovrebbe essere o diventare.

Ma quello che mi sembra veramente da rimarcare è come la Chiesa sia oramai ridotta a rincorrere la mondanità in tutto, come essa sia oramai costretta a compulsare l’agenda delle cose da fare in cui però la scrittura è sempre di qualcuno o qualcosa che alla stessa Chiesa è totalmente estraneo.

Abate Faria”.


Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa”.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina.

LIBRI DI MARCO TOSATTI SU AMAZON

Se siete interessati a un libro, cliccate sul titolo.

FATIMA, IL SEGRETO NON SVELATO E IL FUTURO DELLA CHIESA

SANTI INDEMONIATI: CASI STRAORDINARI DI POSSESSIONE

PADRE PIO CONTRO SATANA. LA BATTAGLIA FINALE

Tag: , , , ,

Categoria:

Questo articolo è stato scritto da wp_7512482

49 commenti

  • Giov ha detto:

    Gli Anonimi della Croce hanno chiuso il blog di botto. Da quel che dicono, si intravede una motivazione legata al sito wordpress. Una motivazione del tutto improvvisa… mah…

  • Margherita ha detto:

    Non a caso sull’Osservatore Romano si parla di sfruttamento di suore e rivendicazioni varie, basterebbe ricordare che a dirigere questo magazine è Lucetta Scaraffia..

    • deutero.amedeo ha detto:

      Margheritaaaaa! Dica dica a noi ignoranti della Val Valbrembana chi è la Lucetta Scaraffia.? Se no noi qui capisciamo niente! E dopo facciamo su un casotto.

  • Lara ha detto:

    Sono cresciuta con le suore dall’asilo in poi è le rispetto tantissimo anche perché le conosco bene so che hanno fato voto di povertà castità obbedienza.Se poi i prelati le sfruttano e la cosa stupisce il Papa faccia qualcosa lui..che può.Noi facciamo la nostra parte con le offerte e altro..mi sembra che casca dal però con queste esternazioni anziché parlare prenda i suoi tromboni e agisca!

    • deutero.amedeo ha detto:

      Se avesse ragionato come quelle che protestano Madre Teresa di Calcutta, addio gratuità ……
      Anch’io faccio un piccolo accenno personale . Mia madre rimase orfana di padre all’età di sei mesi . Fu cresciuta grazie al lavoro di mia nonna, alla generosità di un suo zio, ma anche a quella delle suore canossiane che, gratuitamente, la fecero studiare fino al conseguimento del diploma magistrale.
      Se io fossi suora (oggi grazie al gender tutto è possibile) mi sentirei o n o r a t o di essere al servizio di un Cardinale di Santa Romana Chiesa. Anche se magari pretende un po’ troppo. L’importante è che non allunghi le mani, certamente.

      • Lo spettro di QC ha detto:

        Deutero visto che non sei suora, il tuo pensiero sa molto di ”regola Ricucci”. Ce l’hai presente?

      • Maris ha detto:

        Hahaha mio Dio che donne ignoranti e inutili ci sono al mondo…incapaci di concepire se stesse come creature con una vera dignità propria ma solo come serve dei maschi. .ne abbiamo di strada da fare…

        • deutero.amedeo ha detto:

          Quando le suore erano vere suore non erano serve dei maschi, ma degli ammalati/e dei vecchi/e dei bambini/e degli orfani/e.
          Ai preti maschi provvedevano le perpetue.
          La questione femminista non c’entra niente con i voti di ubbidienza, povertà, castità che le suore, si suppone coscientemente e liberamente, hanno pronunciato e col fatto che certe rivendicazioni sanno troppo di “mondano” per delle persone consacrate.

  • deutero.amedeo ha detto:

    San Benedetto (parlo di Benedetto da Norcia, fondatore dell’ordine dei Benedettini) ha dedicato il capitolo 1 della sua Regola all’argomento “diverse specie di monaci”.
    Dice :
    -Si sa che quattro sono le specie di monaci:
    La prima è quella dei cenobiti…… [omissis]
    La seconda è quella degli anacoreti…… [omissis]
    Una terza tristissima specie di monaci e’ quella dei sarabaiti, i quali, non provati dall’effettiva pratica di alcuna regola come oro nella fornace , ma rammolliti come piombo, mentre ancora serbano fede al secolo con le loro opere [….] mentiscono a Dio. [……] hanno per legge l’appagamento dei loro desideri: e chiamano santo ciò che pensano o scelgono, e ritengono illecito ciò che non vogliono.
    La quarta specie e’ di quei monaci che si chiamano girovaghi [……].
    Ma della miseria spirituale di tutti costoro e’ meglio tacere che parlare.
    E senza occuparcene oltre , veniamo, con l’aiuto di Dio, a ordinare la stirpe fortissima dei cenobiti.-

    Riportato sine glossa.

  • Flora ha detto:

    Strano, la festa di Maria Madre di Dio c’è sempre stata il primo gennaio. Nessuno se n’era mai accorto? Guardate i calendari degli anni passati.

    • Lo spettro di QC ha detto:

      Flora scusa se ti rompo le uova nel paniere. So che vi divertireste a dire che il Papa e il card. Sarah hanno bevuto troppo e si sono inventati una festività che esiste già. E poi, a seguire, un bel po’ di invettive sulla neochiesa modernista e avvinazzata.
      Però devo proprio dirti che NON si tratta di ”Maria madre di Dio”…

  • G. Sattler ha detto:

    Le suore prendono i voti per fare le cameriere??

    • deutero.amedeo ha detto:

      Una volta li prendevano anche per fare le ancelle della carità, per fare le infermiere che mettevano la “padella” agli ammalati, che servire i vecchi, allevavano gli orfani e i figli di mignotta.

      • deutero.amedeo ha detto:

        E.C. : per servire i vecchi, allevare gli orfani …

        • G. Sattler ha detto:

          Anche adesso lo fanno. Fare la sguattera è altra cosa…

          • deutero.amedeo ha detto:

            Fare la sguattera ad un Cardinale e lavare i piedi agli immigrati come fa S.S. il papa Francesco non è la stessa cosa?
            Il problema è che le giovani donne dei paesi equatoriali e subtropicali vedono la religione cattolica come soluzione ai loro problemi di sussistenza. Poi, dimentiche dei voti , avanzano pretese sindacali. Come lavoratrici qualunque.

          • Teodolinda ha detto:

            Vecchio mio, che c’entra papa francesco e la lavanda dei piedi con le sguattere di vescovi che, pur non avendi nulla da fare, non si fanno manco due spaghetti da soli??? Hai bisogno di una badante e vuoi che te la mandi il papa??

  • Massimo ha detto:

    Ho conosciuto personalmente diverse suore, ed anche giovanissimi frati, venuti dalle “periferie” della Chiesa che erano e sono nelle stesse condizioni di quelle descritte nell”articolo. Nonostante non giungesse nessun lamento da parte loro, la condizione di sfruttamento morale e di offesa della dignità di consacrate era ben evidente. Il valore, l’importanza e l’attenzione della vita spirituale di queste suore nella maggior parte dei casi non sembravano essere nell’orizzonte dei loro “datori di lavoro”, che essendo “pastori d’anime” evidenziavano, da parte loro, un tradimento, sia nei confronti del loro Ministero che verso le suore che dovrebbero per primi proteggere, amare e rispettare.
    Poi che tutta questa situazione possa venire ad essere sfruttata – come di fatto pare che sia – per rivendicazioni femministe e quindi ideologiche dalla Neo-Chiesa, nulla toglie ad una realtà davvero triste troppo spesso taciuta e nascosta ai più. Dai molti commenti letti sembra però che tutto questo a cotanti paladini della verità e della giustizia divina pare non tocchi per nulla. E mi dispiace Anzi alcuni parlano senza sapere , adducendo la loro conoscenza delle parrocchie dove sono le donne che stirano e cucinano (spesso anche pagate però..); cosa che non centra nulla in quanto la questione in oggetto riguarda il servizio a Cardinali e Vescovi. Così ad ideologia si risponde con ideologia anti-femminista.

    • GMZ ha detto:

      Caro Massimo,
      “donne che stirano e cucinano, spesso pagate (…)”? Probabilmente frequentiamo due paesi diversi, ché nel mio tali donne spesso non sono pagate. Anzi, sapesse quante ci rimettono del loro per assicurare alla Casa del Signore quel decoro che è negletto da tanti, troppi sacerdoti.
      Detto questo, e al di là della chiave di lettura ideologica cui l’inchiesta (?) dell’Osservatore si presta, lo svilimento di una persona deve sempre essere condannato.
      Papa Francesco metterà a posto anche questo problema, non appena gliene forniranno evidenze.
      Ossequi.

  • Giorgio ha detto:

    E’ davvero sconfortante vedere quanta “mondanizzazione” sia penetrata nella cosiddetta “chiesa moderna”! Vi risulta mai che la “vocazione religiosa” sia stata “per puro caso” considerata una cosa seria da parte del “mondo”!
    Quando mai il “mondo”, “la mondanità” non dirà che la vocazione religiosa, maschile o femminile che sia, è una cosa senza senso? Un asservimento e uno sfruttamento delle persone, indegno della fede cristiana?
    Chi non ha la fede, spesso e volentieri, non può fare altro che travisare la realtà cristiana.
    Nell’amore umano, chi non è o non è stato mai innamorato non potrà mai immaginare quanto sia bella e reale la vita vista e vissuta da innamorati.
    Nelle realtà della Fede funziona lo stesso meccanismo.
    All’interno della neo-chiesa non c’è più la fede, per cui non hanno occhi per vedere “correttamente” né tanto meno intelligenza per capire …

  • g.vigni ha detto:

    Nozze dei bisnonni, ultimo quinto dell’ ’800.
    La break de chasse arriva nell’aia del casale, scendono gli sposini .
    In mezzo all’aia il bisnonno si ferma, si mette davanti alla sposina: “o levati la sottana !” Sconcerto ed imbarazzo dei presenti, risate , le comari guatano tra le dita. La bisnonna, rossa infocata, balbetta : “o Madonnina, qua davanti a tutti, abbi pazienza, te tu se’ matto” Il bisnonno diventa perentorio e alza di un tono la voce: “ maremma, levati la sottana !” La sposina, stordita e affranta esegue. Il bisnonno si sfila i pantaloni, imbarazzo, commenti e risate coprono le cicale ed i grilli. Il bis allunga le brache alla bis ed intima: “ o mettitele, ovvia ! “ La bis esita, poi esegue, si sistema un po’ goffa, con un certo disagio. Il bis spara: “ te tu ‘ome ci stai ?” “ Dio bonino, male ci sto, davvero male !” “ Te tu ha ‘apito ?! “
    Particolarità essenziale: il fatto avvenne, di proposito, sull’aia, perché fuori l’uomo era il capoccia, varcata la soglia l’uomo spariva e la regina era la massaia.
    Ampliamento euristico : il cucchiaio ed il coltello, posate, sono ambedue essenziali, di pari utilità, sicuramente complementari, talora supplementari, in ogni caso di pari e perfetta dignità. Ambedue possono essere vuoi modesti, lignei o di stagno o pregiatissimi, di metalli nobili, crisoelefantini, cesellati mirabilmente, ma sul loro utilizzo questo incide ben poco.
    Bene, ora provatevi a mangiare il minestrone col coltello e una bella fiorentina col cucchiaio .
    Ulteriore ampliamento, politicamente scorretto, tenuto, accuratamente, celato : normalmente la sopravvivenza uomo donna è/era pro domina, circa un sei anni di differenza. Ci sono molte vedove, pochi vedovi. Ora la forbice si sta serrando e i vedovi crescono. Non solo, gli “ictus”, la demenza senile, il Parkinson, l’ Alzheimer stanno salendo a candela nel gentil sesso.
    Il femminismo, grande realizzazione, ha raddoppiato il lavoro della donna, mediamente 7/8 ore fuori casa e poi altrettante in casa. Che conquista. Il bello è che la mamma va fuori a lavorare per pagare la baby sitter , estranea, al bambino. Ulteriore magica conquista. Ora sta arrivando la fattura .
    Chiarisco: un locomotore è progettato e costruito per x milioni di Km a precise condizioni d’esercizio. Se forzo posso areare, lubrificare…..ma si scassa, anzitempo, ‘un ce sta niente a fa’. La natura è dogmatica e molto meno flessibile di un progettista, procede per migliaia, milioni d’anni ( vedi le maxi bufale del “riscaldamento globale”, ozono, inquinamento….. “qveste sono tute katzaate”, come dice l’amico ingegnere crucco).
    Peggio della natura ci sono solo i 10 “comandamenti” ( errato, Lui non comanda mai niente, lascia ampia e libera scelta, recte , dall’aramaico, “diciture” ) Sono li, dal Sinai, e li resteranno, anche dopo il botto finale.
    G. Vigni

      • g.vigni ha detto:

        Domina, gratias ago.
        Vuoi vedere che il Galileo non dorme ? Mc 4, 35-41.
        Implementazione: anche l’altra metà del cielo, uomini, ne è uscita molto malmessa.
        L’uomo, fuori, era tranquillo, perché a casa c’era la madre che accudiva la cova e magari qualche zia e demiurga del casale” la vecia regioura cont el maz di ciav “.
        Adesso il marito sa che la moglie gira per strade “sicure”, si scassa in ambienti “sicuri” ed i pargoli sono “sicuri” con un estranea o al “sicuro” asilo nido°. Al rientro, visto l’humus di coltivazione, vuoi vedere che il matrimonio si sfascia ?
        E i pargoli ? Fortemente consigliato su youtube i “BELUMAT , VITA BASA”. Esaustiva e perfetta descrizione dello stato dell’arte.
        Attenzione, tutto questo è stato voluto e scientificamente perseguito.
        G. Vigni

        ° Vi era poi la magnifica istituzione dell’oratorio, “campanela” a Com, dove il parroco, burbero, con la talare impolverata dalla partita di calcio, faceva anche ripetizioni di latino e greco, gratis.
        I fighetti di adesso, a stento sanno l’italiano o il dialetto e credono di aver studiato S. Tommaso ………….., però conoscono bene, che so, gli oasis……..

  • Lara ha detto:

    Ps:hanno anche il lavoro,una famiglia e anche i nipoti (alcune) da mandare avanti eppure lo fanno senza tanti se ne perché.

  • Lara ha detto:

    Nella nostre parrocchia le suore non ci sono e le donne si prendono cura delle pulizie delle chiese e dei paramenti sacri da lavare,inamidare stirare..senza fare tanta polemica si chiama servizio alla Casa del Signore.Ultime serve del Signore.

    • deutero.amedeo ha detto:

      Nella chiesa che frequento io ( tra l’altro dedicata da oltre 40 anni a Maria Madre della Chiesa ) è sempre stato come dice Lara. E le signore che si dedicano a tale servizio sono molto apprezzata dalla comunità.

  • Alessandra ha detto:

    Con queste ideologie mondialiste si cerca di lavorare sulle coscienze. Non é che per caso vogliono abituarci ad un ruolo più “di rilievo” delle donne nella liturgia, magari come ministre?..Non sanno più cosa inventare per distorcere la realtà è la vera dottrina.

    • Adriana ha detto:

      @ Alessandra : concordo . Con e senza gli studi preliminari suggeriti da Deutero .

    • GMZ ha detto:

      Cara Alessandra,
      Penso proprio che lei abbia messo a fuoco la polpetta avvelenata che l’Osservatore Romano ci ha servito.
      Credevo si trattasse di una notizia da rotocalco rosa, ma ora la vedo sotto un’altra luce.
      Ossequi.

  • Anastasia ha detto:

    Da quest’anno non darò più l’8 per mille alla Chiesa Cattolica. Non mi piace questa falsa chiesa piena di false suore ridicole e femministe. Non mi piacciono neanche i cardinali che vivono come pascià.

    • Vito ha detto:

      Brava, io faccio così gia da 3 anni.
      Ricordo che, se vogliamo che la nostra scelta pesi di più, dobbiamo scegliere un altro ente (Chiesa Ortodossa, Stato, etc).
      In assenza di scelta il nostro 8 x 1000, andrebbe devoluto in proporzione alle scelte degli altri, quindi in buona parte alla Chiesa Cattolica.
      Io, in questi ultimi anni, ho scelto la Chiesa Ortodossa.

  • Lucy ha detto:

    Ma Bergoglio non voleva una Chiesa lontana dalla mondanità? E che cosa c’è di più mondano delle rivendicazioni ( cui dà voce nientemeno che l’Osservatore Romano) sindacal/femministe delle suore ” sfruttate” da monsignori e cardinali?
    Ah! le suore che hanno assistito con amore e devozione fino alla fine Papa Wojtyla e le memores che ora assistono Papa Benedetto !
    Ma è mai possibile che si sia perso di vista l’orizzonte di Fede che costituiva l’essenza della vocazione delle suore?

  • Sempliciotto ha detto:

    Credo della Falsa Chiesa

    Credo in un solo Dio, Discernimento Onnipotente, manipolatore delle leggi Cielo e della terra, di tutte le cose oggettive e soggettive.

    Credo in un solo Signore Jorge Mario plurigenito figlio di Dio, nato dal Discernimento prima di tutti i Dogmi.

    Idolo da Idolo, ambiguità da ambiguità, Caos vero da Caos vero, generato, non creato, della stessa sostanza del Discernimento.

    Per mezzo di Lui tutte le cose sono state contraddette.
    Per noi uomini e per la nostra agiatezza ascese dalla Pampa e per opera dello Spirito del Concilio si è incarnato nel seno dell’ordine dei Gesuiti e si è fatto Papa.

    Fu sconfessato per noi sotto Carlo Caffarra, ma il Santo Cardinale morì e fu sepolto e dal terzo giorno è dimenticato secondo le Imposture ed è salito al Cielo e siede alla destra del Vero Padre.
    Credo nello Spirito di Pannella che è Signore e dà la morte e procede da Paglia e dalla Bonino e con il Discernimento ed Jorge Mario è adorato e glorificato e ha parlato per mezzo dei Cardinali Radicali.
    Credo la Chiesa divisa, accogliente, non cattolica e misericordiosa.
    Professo i muri all’immigrazione e l’inquinamento come unici peccati e aspetto la riabilitazione degli eretici e il sol dell’Avvenire nel mondo che verrà.

    Amen. 

  • deutero.amedeo ha detto:

    Finché i servizi richiesti si limitano alla prima colazione, pranzo e cena, passi! Il peggio sarà quando arriveranno allo studio teorico-pratico di Amoris Laetitia.

  • Adriana ha detto:

    O.T. Perdonate , ma è troppo bello ed istruttivo ! Nel finale della campagna elettorale di Emma Bonino si ode il coro che canta :”Ammore, Amore ,Amore …”all’infinito . In un coro di musica “seria” vaticana si ode : “Paradiso, Paradiso ,Paradiso …”all’infinito .Sbertucciato perfino dai conduttori della “Barcaccia” . Bonino dice :” Abbiamo vinto noi” . Che sia vero ?

  • Adriana ha detto:

    Inoltre le Suorine hanno mai pensato che i Vescovoni troveranno a minor costo “manovalanza ” femminile extracomunitaria stra-devota ? La Chiesa in entrata e la Chiesa in uscita.

  • Fabio ha detto:

    Quel ‘qualcuno’ non è solamente estraneo alla Chiesa ma nemico…… ed ora la sta infettando dall’interno

  • nat ha detto:

    A dirla tutta ciò che trovo rimarchevole è che per l’ OR e altri turiferari anche quella delle “suore serve” diventi semplicemente una occasione per una solenne sviolinata a Bergoglio rubricando il tutto a “una delle tante storture di una Chiesa che per grazia di Dio Papa Francesco è venuto a cambiare”.

  • Mario Gallo ha detto:

    Le suore lavorano per il Paradiso , un concetto difficile da capire per chi non ha la Fede .

    • Lucis ha detto:

      Si, ma vorrei sapere dove andranno certi vescovi e cardinali che approfittano dela semplicità di tante consacrate africane per avere una colf a buon mercato. ..

  • Claudius ha detto:

    Sono tutte conseguenze del modo di pensare e di credere entrato nella chiesa nel Vaticano 2. Per esempio, le suore vogliono essere “protagoniste” e dicono: per “comunicare il bene” i preti hanno le omelie ma noi? E’ evidente che per loro e’ importante il “protagonismo”, il quale essenzialmente si riduce alla chiacchiera, nella tipica maniera parolaia entrata nella Chiesa con Rahner e soci dopo il Concilio. Una volta le suore “comunicavano il bene” (altra espressione intellettual-parolaia) nei conventi, nelle carceri, negli ospedali e nelle scuole. Adesso tutto questo e’ passato di moda: la gente la vogliono aiutare con la “comunicazione”.

  • Anonimo ha detto:

    Dottor Tosatti,
    tutti gli -ismi vengono dal cazzeggio spirituale.
    Maschili e femminili.
    Suggerisco la Zappa e un ettaro di terra da spianare. Digiuno e meno Pc.
    Tra l’ altro il sottoscritto qualche anno fa fece un sogno in tal senso.
    Mi trovavo per delle colline mai viste con una piccola Chiesa in fondo ad uno sterrato.
    Della gente vi saliva a piedi. E mi ci ritrovai pure io! A un tratto chiedo a qualcuno cosa stessero facendo e mi viene risposto “Come? Non sai? Sta per arrivare!”, ed io: “Ma Chi?? ”
    Mi volto e vedo un tizio in un saio scuro scendere a piedi da una collina. Aveva il cappuccio sulla testa e due occhi grandi. Fuori misura. Bassino e tozzo. Ma era incazzato.. .nero. Ma incazzato proprio!
    Bhe…comincia a parlare con la gente in un dialetto mai sentito. Non capivo nulla. Ad un tratto questo frate (!) mi guarda e mi fa, dondolando la testa (parlo di un sogno di maggio 2013): ” No…no…no….così non va bene! La Chiesa deve tornare a zappare la terra! A rivoltare ogni piccola zolla!”
    Al che, ho pensato “Questo è matto…vado a casa”.
    Sempre nel sogno, metto in moto la macchina e parte l’ autoradio con la canzone “Pane del cielo”. Eucaristica colonna sonora…
    Insomma….sogni o non sogni..credo che un messaggio sia utile: meno capricci e più umili fatiche.
    Da piccolo frequentavo un asilo di suore, per questo non crederò mai che sul serio si lascino mettere i piedi in testa da nessuno. Semmai, il contrario!
    Zappa….a suore e preti depressi e lamentosi per troppa opulenza.
    Ci vuole coraggio a lamentarsi in quaresima. Ma non era il Papa ad aver appeso il cartello “Vietato lamentarsi?”.

  • Adriana ha detto:

    Per i Vescovi : fate qualche pensierino sul Vescovo Muriel Per le Suore : istruitevi sulle costumanze del convento del Piccolo Picpus . Ricerca : V. Hugo : “I Miserabili “. Messo all’indice per lungo tempo , poi permesso per adulti. Sanno ancor leggere ,oggi, i Cristiani adulti ?