DOTTRINA SOCIALE DELLA CHIESA, LA CINA LA REALIZZA. PAROLA DI SORONDO. BRANDI: E I LAOGAI? E IL TIBET? È LA REAL POLITIK VATICANA?

6 febbraio 2018 Pubblicato da --
Marco Tosatti

“In questo momento, quelli che realizzano meglio la dottrina sociale della Chiesa sono i cinesi”.

Qualche mese fa ha visitato la Cina, Marcelo Sánchez Sorondo, l’argentino Cancelliere della Pontificia Accademia delle Scienze, consigliere del Pontefice. “Ne è tornato a Roma entusiasta”, scrive nella sua intervista Andrés Beltramo Álvarez, che abbiamo trovato solo in spagnolo. 

Ne riportiamo qualche frase, rimandando i lettori al testo integrale.

“I cinesi cercano il bene comune, subordinano le cose al bene generale. Me lo ha assicurato Stefano Zamagni, un economista tradizionale”.

“Ho incontrato una Cina straordinaria: quello che la gente non sa è che il principio centrale cinese è lavoro, lavoro, lavoro. Non c’è altro al fondo, è come diceva San Paolo: chi non lavora non manga. Non ci sono villas miserias, non c’è droga, i giovani non hanno droga. C’è una coscienza nazionale positiva, vogliono dimostrare che hanno cambiato, ormai accettano la proprietà privata”.

Pechino, secondo il Cancelliere, ha numerosi punti di coincidenza con la Santa Sede, fra cui “la difesa della dignità della persona” e segue più di altri l’enciclica Laudato Sì, e in campo ecologico sta assumendo una leadership morale che altri hanno lasciato”.

Abbiamo chiesto a Toni Brandi, Presidente della Laogai Research Foundation, un’organizzazione impegnata nella difesa dei diritti umani e religiosi in Cina, un commento all”intervista.

<Monsignor Marcelo Sánchez Sorondo  della Accademia Ponteficia delle Scienzae ha dichiarato all’intervista con Andrés Beltramo che “In questo momento, i cinesi sono quelli che realizzano meglio la dottrina sociale della Chiesa”.

Le sofferenze che hanno affrontato per Cristo migliaia di Vescovi e prelati, le chiese e le case distrutte, le persecuzioni e le sparizioni nei famigerati campi laogai o il fato di eroici prelati come Giovanni Gao Kexian della diocesi di Yantai, Giovanni Han Dingxiang, della diocesi di Yongnian, imprigionato per vent’anni, poi rilasciato ma di nuovo fatto sparire nel 2006, Giovanni Yang Shudao della diocesi di Fuzhou, morto dopo aver passato ventisei anni in prigione, gli ultimi vescovi di Shanghai, il gesuita Giuseppe Fan Zhingliang e altri come si collocano?

E non dimentichiamo il genocidio culturale e le persecuzioni in Tibet, fra il popolo degli Uighuri e le centinaia di campi di concentramento, i laogai dove sono costretti al lavoro forzato milioni di uomini, donne e bambini fino a 16 ore al giorno a vantaggio economico del regime comunista cinese e di molte multinazionali che investono in Cina.

Tutti questi crimini continuano imperterriti. Tutto ciò è normale e permesso per il signor Sorondo?

Tutto ciò non rappresenta un problema e può continuare? Questa è la nuova real politik del signor Sorondo e degli attuali uomini di chiesa?>.


Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa”.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina.

LIBRI DI MARCO TOSATTI SU AMAZON

Se siete interessati a un libro, cliccate sul titolo.

FATIMA, IL SEGRETO NON SVELATO E IL FUTURO DELLA CHIESA

SANTI INDEMONIATI: CASI STRAORDINARI DI POSSESSIONE

PADRE PIO CONTRO SATANA. LA BATTAGLIA FINALE

Tag: , , , , , , ,

Categoria:

Questo articolo è stato scritto da wp_7512482

113 commenti

  • QB ha detto:

    Non sa nulla; e pensa di sapere tutto. Ciò indica chiaramente una propensione per la carriera politica.
    (George Bernard Shaw)
    Per quanto ancora ?

  • Ecclesia afflicta ha detto:

    Considerato che Sorondo è uno dei maggiori esponenti della Chiesa di Francesco e uno dei suoi consiglieri più ascoltati, ci si rende conto di quanto la retorica di Bergoglio sui temi sociali sia tutta spazzatura.

    “In questo momento, quelli che realizzano meglio la dottrina sociale della Chiesa sono i cinesi”.

    Ciechi guide di ciechi. Buffoni.
    Andatevene.

  • Lucy ha detto:

    E dopo che Sorondo è stato fatto a polpette incuriosita da Enrico Lutman sono andata a leggere nel blog di Valli le parole di Papa Wojtyla sull’H.V. e tutto il documentato e completo articolo..Ora mettete a confronto quelle parole con la relazione di Chiodi sempre sull’H.V. , tanto chiare e inequivocabili le prime quanto contorte ai limiti dello sfinimento cognitivo le seconde mentre chiarissimo è il fine che si vuole raggiungere.
    Per pietà ci si risparmi almeno il mantra ” la dottrina non cambia, cambia la prassi ” la prassi che tra”interpretazioni ” , ” casi limite “,
    “discernimenti ” e bla bla bla si mangia la dottrina.Sarebbe per l’ennesima volta un insulto alla nostra intelligenza.

    • deutero.amedeo ha detto:

      Dopo costoro, ahimè , della barca di Pietro rimarrà solo uno scafo bruciato. Santo veramente sarà colui che avrà il coraggio di mettersi al timone e iniziarne la ricostruzione.
      Chi sarà il nuovo Pietro su cui Cristo continuerà ad edificare la s u a Chiesa?

  • nat ha detto:

    Chissà dove sarà finito il “Libro rosso” di Mao… proprio adesso che mi veniva comodo…

    • Lo spettro di QC ha detto:

      Nella Cina attuale credo che del maoismo sia sopravvissuta solo la componente meno marxista del suo pensiero e cioè la collaborazione tra classi, rappresentate dalle stelle sulla bandiera (“nuova democrazia”). Per il resto direi che è ormai lettera morta.

      • Mari ha detto:

        Lettera “morta”? morta come morti sono quei milioni di bambini cinesi che hanno avuto la sfortuna di nascere dopo il primo?

        … e come saranno morti quei cocciuti divisivi cattolici cinesi che ora non interessano neppure più Roma, una Roma che li ha abbandonati per non essere “divisiva”?

        Del fatto poi che il maoismo sia più o meno marxista non ce ne potrebbe fregar di meno, perché la gestione antiumana del potere non è cambiata.

        Se poi Roma vuole guardare la situazione con le lenti rosa perché le fa comodo… le mie pur limitate capacità logiche mi invitano a far 2+2=4 (lo so, lo so che nella nuova chiesa anche questo è cambiata, ma io sono legata alla tradizione, anche in matematica) e a attribuirle l’autorevolezza che merita.

        Cioè nessuna.

        • Lo spettro di QC ha detto:

          Scusi, Lei ha perfettamente ragione nel sottolineare certe cose. l mio commento era relativo al “libretto rosso”, che contiene gli aforismi di mao tze tung e che ne sintetizzano il pensiero (beato chi lo ha capito…). Nel libretto non vengono trattate le questioni che solleva Lei (né in altri testi più o meno teorici, ovviamente).
          Con “lettera morta” intendevo riferirmi ai principi ideologici del maoismo, che la Cina ha di fatto progressivamente abbandonato dopo la sua morte (senza con ciò dire che li abbia sostituiti con roba migliore).
          Mi dispiace di averLe fatto credere che svalutassi mali di quel regime.

      • Ecclesia afflicta ha detto:

        “In questo momento, quelli che realizzano meglio la dottrina sociale della Chiesa sono i cinesi”.

        Infatti giustamente Pietro II Parolin ha già cucinato la chiesa cattolica per fonderla con la “chiesa patriottica cinese”.

        Non si fanno mancare niente: il papa, nella sua esortazione “Veritatis Gaudium” auspica la Rivoluzione Culturale degli studi teologici.

        Pechino è la Quarta Roma.

    • Maria Cristina ha detto:

      Ha detto bene Spettro per una volta: Benedetto e’ amabile in tutto quello che dice e fa. Lo stile e’ L’ uomo.

    • Alessandro2 ha detto:

      La mancanza di risposte non le suggerisce che i suoi OT, che chiameremo BA (benaltrismo), non ci interessano punto?

      • lo Spettro di Paolo ha detto:

        A me interessano. E poi anche questa é una risposta. Attenzione ! Il non rispondere puo´anche essere interpretato come “silenzio assenso”, che (penso io) sia proprio ció che non vogliate. Se poi invece volete un Blog in cui ci si “loda ed imbroda” l’un con l’altro allora é un’altra storia.

  • Fuori tema.
    Un Altoparlante vicino di il Vaticano:
    Fuera de tema.
    Un Altavoz cerca de El Vaticano:
    “Il tuo blog è seguito in tutto il mondo. Perché tanto successo?
    “Sono sincero se ti dico che è una fonte di stupore anche per me. In poco più di un anno di vita – da quando La Stampa ha chiuso “San Pietro e Dintorni” – ci sono stati oltre tre milioni di contatti. Credo che “Stilum Curiae” risponda al bisogno di molte persone di essere informate su tante cose di Chiesa che gli altri non scrivono. E dal momento che è un blog interattivo, tutti possono commentare, molti sono felici di esprimere il loro disagio, o le loro critiche al blog stesso. Cerco di potare un po’ i troll, ma tutte le opinioni sono accolte”:
    http://www.libertaepersona.org/wordpress/2018/02/intervista-a-marco-tosatti/
    Saluti.

  • Francisca ha detto:

    Bellissimo ricordo. Grazie Lucy. Parole chiare scolpite nel cuore quelle di Paolo VI e come sempre profondissime e sublimi quelle dell’allora cardinale Ratzinger. Altra levatura…

  • peter ha detto:

    Tutti ‘sti santi pontefici da Giovanni XXIII in poi…manca solo san Francesco papa. Mah!

    • Adriana ha detto:

      Con che scusa ? Di esser l’Avatar di Francesco d’Assisi ?

      • Lo spettro di QC ha detto:

        Beh Zia, consentimi…con tutti gli antipapisti antiromani anticonciliari che sta stanando, un qualche merito storico gli sarà riconosciuto di sicuro. Non basterà per farlo santo, però…. 😉

        • Adriana ha detto:

          @ Spettro : sicuramente Bergoglio sarà ricordato per aver aggiunto alla ” Banalità del Male ” di H.Arendt , la “Banalità del Bene”.

          • Lo spettro di QC ha detto:

            C’è già la Banalità del Bene e parla dell’eroico Perlasca. Vale la pena leggerlo.

          • Adriana ha detto:

            Spettro ,grazie di aver ricordato Perlasca che è delle mie parti .Il suo non fu un Bene improntato alla banalità della materialità quotidiana . Possedeva pricipi spirituali molto forti . Abbassare la qualità della devozione a devozionismo pop-glam-star è il difetto che non amo in chi ,almeno ufficialmente, avrebbe il compito di indirizzare le anime del “mal seme d’Adamo” alla porta della salvazione ETERNA ,non di piegarle a ideologie mondane e politiche…Beninteso, mi pare necessaria per questo una “follia” che si chiama Fede . In toto. Altrimenti ,meglio cambiar mestiere.

    • Adriana ha detto:

      Intendo : Avatar sta benissimo con Assisi dove le religioni diventano gemelle omozigote . Perciò un saltino da canguro dal Cristianesimo all’Induismo -in nome della continuità – mi pare inevitabile.

    • deutero.amedeo ha detto:

      Non ci sarà bisogno di proclamare santo uno che al terzo giorno risusciterà dai morti….

  • Paolo Pagliaro ha detto:

    Sorondo è anche quello entusiasta dell’ONU, come pure l’ideologo del riscaldamento globale: chi osa discuterne è il nuovo eretico.
    Che la Cina sia il paese più irresponsabilmente inquinatore (e non a base di CO2) al mondo però non lo interessa. Probabilmente le guide cinesi non l’hanno portato a visitare le belle città di 20/30 milioni di abitanti dove bisogna circolare con la maschera antigas e dove il cemento avanza come lava inarrestabile; le fabbriche senza alcuna norma di sicurezza, le centrali al carbone che spuntano come funghi. Vada a lavorarci lui, che ha veramente bisogno di farne esperienza in prima persona.

  • Paolo Pagliaro ha detto:

    Eccoli lì! Dopo tutto quanto successo nel 1900, ancora quelli che si fanno convincere dai villaggi Potemkin!
    Lo sapevo che in Vaticano ormai hanno come faro Cuba, Cina et similia – così come li vedono loro: paesi retti da “buoni dittatori” che altro non vogliono che il bene del “poppolo”; la mancanza di libertà come fatto positivo, perchè la libertà genera disuguaglianza mentre lo stato padrone di tutto elimina le ingiustizie; loro stessi nel ruolo di buoni pastori da cui tutti devono dipendere; l’assistenzialismo centralizzato redistributore come principio economico; i problemi sociali come unico caso serio (“mica la fede, che divide”). Insomma, tutto quanto ha rovinato mezzo mondo col comunismo, ma continua ad essere il sogno della borghesia “moralmente superiore”. Cent’anni di tragedie – il Venezuela sotto gli occhi – non hanno insegnato nulla.

    • Maria Cristina ha detto:

      Il catto-comunismo e’ una ideologia che pretende di ” migliorare ” il mondo con un misto di marxismo e cristianesimo sociale. Come tutte le ideologie cadrà’ di fronte alla realta’ ma intanto avra’ fatto molte vittime.
      Nel suo Libro su Gesu’ Ratzinger acutamente riporta tale distorsione in una delle tentazioni di Gesu’ nel deserto , la radice di questa nefasta concezione e’ la tentazione
      di’ eh queste pietre diventino pani , lo sfida il diavolo. Ma Gesu’ risponde Non di solo pane vive l’ uomo ma della parola che esce dalla bocca di Dio.
      Cosi’ si dovrebbe rispondere a Sorondo e agli altri cattocomunisti: non di solo pane, lavoro, benessere materiale, uguaglianza sociale vive L’ uomo, ma di liberta’ , verita’ , Spirito.
      Ma loro da che parte stanno,dalla parte di Gesu’ o del suo Avversario? Cominciano a serpeggiare dei ” dubia” in molte persone verso i neosacerdotidella neochiesa: da che parte stanno?

    • Alessandro2 ha detto:

      Il ditino alzato mentre la gente crepa di fame: questo sono sempre stati e sempre saranno. Vedi prediche sulle periferie dagli ovattati palazzi vaticani, mentre nelle periferie vere va in onda la guerra tra poveri. Paro paro ai discorsi del Piccolo Padre dal Cremlino, mentre milioni di persone dell'”amato popolo” soccombevano.

  • Lucy ha detto:

    Non c’entra con l’argomento Cina ma abbiamo saputo dall’AGI che PaoloVI sarà santo.Vorrei farne l’elogio anche perchè tra l’altro è l’esatto opposto di Bergoglio.
    L’unico pregio di questo pontificato è che ci ha spinto a cercare di conoscere meglio e di conseguenza ad amare la nostra Chiesa per come era prima del 2013.Sappiamo che Paolo VI fu criticato moltissimo dentro e fuori la Chiesa per motivi opposti a quelli per cui Bergoglio è osannato.Paolo VI osò sfidare il mondo dentro e fuori la Chiesa per restare fedele alla Tradizione. Intuì e denunciò la distruzione dell’umano , dei rapporti affettivi , e del valore della vita ; per questo fu crocifisso.
    L’H.V. ora è in fase di smantellamento da parte di Bergoglio per interposti teologi.
    Paolo VI disse che la Chiesa cattolica ha come missione primaria la RIGOROSA CONSERVAZIONE della Rivelazione ” La Chiesa maestra è VINCOLATA AL DEPOSITUM FIDEI , essa si può dire CONSERVATRICE INTRANSIGENTE , e a chi la sollecita a rendere la sua fede più facile , più relativa ai gusti della mutevole mentalità dei tempi risponde con gli Apostoli NON POSSUMUS.
    Bergoglio al contrario arriva a criticare chi usa un ” linguaggio completamente ortodosso ( E.G.n.41) e bolla continuamente come ” farisei ” coloro che chiedono fedeltà alla dottrina cattolica.
    Chiudo col bellissimo elogio che ne fece l’allora cardinale Ratzinger :”Paolo VI ha resistito alla telecrazia e alla demoscopia, le due potenze dittatoriali del presente Ha potuto farlo perchè non prendeva come parametro l’approvazione ma la coscienza che si misura sulla Verità e sulla Fede “.

    • Besame mucho ha detto:

      Paolo VI pare poco gradito qui….

      • deutero.amedeo ha detto:

        Da parte di alcuni, però. Non da tutti. Personalmente non riesco a capire di che cosa venga incolpato.

        • Lo spettro di QC ha detto:

          Ciao Nonno Amedeo, principalmente (a seconda delle scuole di pensiero) viene accusato, congiuntamente e disgiuntamente, di:
          – essere eretico
          – per l’effetto, di non essere stato papa legittimo
          – essere omosessuale
          – per l’effetto, di essere stato omosessualista
          – essere massone
          – essere cattocominista
          – avere coltivato il CV II
          – avere concluso il CV II
          – per l’effetto, aver dato origine alla neochiesa
          – per l’effetto, aver dato origine alla neomessa luteranfriendly
          – di essere brutto e di avere le orecchie a sventola
          – di non essere simpatico a Pio XII
          – di essere il mandante della strage di Capaci
          Queste a grandi linee i principali capi d’accusa. Ti prego di integrare l’elenco, leggendo “essere” con “essere stato” (troppo lungo da correggere.

          • deutero.amedeo ha detto:

            A me sembrano tutte delle gran balle. Per ragioni che è inutile raccontare qui, io l’ho conosciuto personalmente ma non mi pare proprio che fosse un omosessuale eretico e filo comunista . Chiudiamo il discorso qui, per l’amor di Dio!

          • Lo spettro di QC ha detto:

            Certo che sono balle, nonno. Balle cosmiche. E mi dispiace che tu non ti sia accorto che solidarizzi con chi le propaga in nome di una malintesa solidarietà antibergogliana.
            Analoghe calunnie (tranne quella di omosessualità) i tuoi “compagni di merende tuo malgrado” le scagliano contro Giovanni XXIII, Giovanni Paolo II e Benedetto. Gli ultimi due vengono talvolta “riabilitati” solo quando serve ingigantire le critiche contro Francesco.
            Anche i miei nonni (veri) hanno conosciuto bene Montini quando era a Milano. E i miei genitori hanno fatto stampare una sua frase sul loro libretto di matrimonio, che mi ha commosso leggere.

  • Maria Cristina ha detto:

    Come ha detto il cardinale Zen i veri “uccelli in gabbia”sono quelli che si lasciano ingabbiare, I cattolici cinesi clandestini , l’eroica chiesa cinese c l andestina non sono in gabbia perche’vivono nella liberta’dei figli di Dio, gli ingabbiati sono gli.uomini di poca fede come I vescovi “patriottici”ligi al governo, come Parolin, Bergoglio, So r ondo. Loro sono gli uccelli in gabbia e non sene rendono neppure conto!Credono di essere furbi e trionfare e non sono che poveri prigionieri del mondo e delle sue logiche. Bergoglio and company servono Mammona e non Dio ma siccome non sipuo’servire due padroni, sono schiavi del loro padrone .

  • giulia anna meloni ha detto:

    per tenere alti i cuori…

    https://www.youtube.com/watch?v=18DUzCbKjgI&list=PL4AF692C42D763DD1&index=39

    Santo Padre,solo il Cielo sa quanto ci manca.Chi poteva cogliere in quel lontano 24 aprile del 2005 la gravità delle sue parole… “Pregate per me, perché io impari ad amare sempre più il suo gregge – voi, la Santa Chiesa, ciascuno di voi singolarmente e voi tutti insieme. Pregate per me, perché io non fugga, per paura, davanti ai lupi”…Chi, fra noi,poteva immaginare quanto sta accadendo,oggi, alla Chiesa di Cristo!

  • Lo spettro di QC ha detto:

    Un invito a tutti i Confratelli venerati e alle Consorelle amatissime.

    Se avete a cuore la Cina ed i cristiani ivi residenti pregate per l’intercessione del grande evangelizzatore San Ujöp Freinademetz, loro padre.
    Chi di voi abita a Bolzano e dintorni lasci da parte i canederli e vada subito a San Martino a venerare le sue reliquie o in pellegrinaggio ad Oies.
    Evitate di tediarlo con sgangherate dissertazioni parapolitiche ed affidategli con estrema confidenza la cura della sua amata Cina.

    • Lo Spettro di Paolo ha detto:

      Grazie della dritta fratello, la settimana prossima sono a Merano e proveró a farci un salto.

    • Alessandro2 ha detto:

      Se ha a cuore la Cina, vada anche lei a pregare l’intercessione di questo Santo, lasciando da parte il fiasco ed evitando così di tediarci con le sue sgangherate dissertazioni paraecclesiologiche.

      • Lo spettro di QC ha detto:

        Io sono già devoto di questo piccolo-grande santo. Lieto che adesso lo conosca anche Lei.

  • Claudius ha detto:

    Questo Sorondo qui (la neochiesa non si fa mancare niente, nemmeno i nomi da carnevale) poveraccio, bisogna capirlo, ha le pigne in testa e tutto sommato non e’ neanche tutta colpa sua ma dell’altro genio che l’ha scelto per qualcosa che e’ troppo piu’ grande di lui. Fa quasi pena, poverino.

  • Sebastian A ha detto:

    Sanchez Sorondo è uno svergognato ideologo, tutto il contrario di suo padre. Fa molta tristezza che questi argentini rappresentino il peggio ed il più esecrabile di quella nazione.

  • Gabriella Marconi ha detto:

    IL cercare un accordo ad ogni costo fa diventare tutto oro si dimenticano: la tutela dei diritti UMANi, I martiri in nome di CRisto, I lavoratori sfrattati I consiglio a questi signori della diplomazia vaticana, piu ‘preghiera magari davanti al Santissimo in adorazione e la lettura del libro Dove Dio piange, scritto dal findatore dell’ associazione aiuto alla chiesa che soffre. Un saluto e un grazie al padrone di casa

  • Lucis ha detto:

    Qualcuno dica a questi comunisti decrepiti e fuori moda che è finito il tempo de ‘la Cina è vicina’

    • Alessandro2 ha detto:

      Questi teneri preti vaticansecondisti, sempre moderni nelle intenzioni e vintage nei fatti… Pensano di essere avanti, ma sono fermi ai fantastici Seventies in tutto: liturgia creativa, collegialità, marxismo culturale, metodo storico-critico nell’esegesi delle Scritture (non c’erano registratori! meno male che non ha detto “magnetofoni”!), prossimità politiche, persino nelle canzonette, che sembrano Sanremo – sì, ma del 1976. Ospite Julio Iglesias, con l’intramontabile “se mi lasci non vale”, che vedo bene come canto finale.

  • Non Metuens Verbum ha detto:

    Essendo El Papa il leader riconosciuto della Sinistra mondiale, che c’è di strano che riconosca la Cina come un modello di dottrina sociale ? D’altronde, si era sempre detto che il Comunismo è un cristianesimo impazzito. Nel momento in cui il neo-cristianesimo fa proprio l’impazzimento, automaticamente sussume la Cina come modello. E infatti, quanto a persecuzioni dei dissidenti, oggi non sarei dire quale dei due è peggio.

  • Paolo Giuseppe ha detto:

    Riesco ancora a meravigliarmi che tra i più stretti collaboratori del Papa ci sia una infinita, contagiosa, allegra mediocrità di fronte alla quale il mio parroco (parrocchia di mille abitanti) è un gigante del pensiero.
    A malincuore devo dar ragione a chi, su questo blog, dice che questa gente va fermata prima che sia troppo tardi.

  • Lo spettro di QC ha detto:

    [Off topic # 2]
    Cari amici, vi do un’altra bella notizia.
    Oggi il Papa ha distribuito la consueta tarantella di insulti: incantatori di serpenti, ciarlatani, truffatori.
    Ma la notizia è che…incredibilmente non ce l’aveva con voi!!!!

    Ha poi parlato del demonio e del discernimento degli spiriti (il che cade a fagiuolo per serena + gervasi che hanno le idee confuse) ed ha sponsorizzato – sulla scia degli antichi padri – preghiera, elemosina e digiuno.
    Gustatevelo, per una volta che non vi prende a cazzotti 🙂

    http://w2.vatican.va/content/francesco/it/messages/lent/documents/papa-francesco_20171101_messaggio-quaresima2018.html

    • deutero.amedeo ha detto:

      Quel riferimento a Dante Alighieri ha poco di argentino.
      Nella misura in cui , non so se mi spiego, magari l’autore è un italiano sessantottino.
      A pensar male si fa peccato, però ……….

    • Enrico lutman ha detto:

      @ QC.

      “Neo Chiesa”, ma certo che sciocchezze…… Karol Wojtyła nel 1988 (discorso ai partecipanti al II Congresso internazionale di teologia morale), a vent’anni dall’enciclica di Montini: “Non si tratta di una dottrina inventata dall’uomo: essa è stata inscritta dalla mano creatrice di Dio nella stessa natura della persona umana ed è stata da lui confermata nella rivelazione (…) metterla in discussione, pertanto, equivale a rifiutare a Dio stesso l’obbedienza della nostra intelligenza. Equivale a preferire il lume della nostra ragione alla luce della divina sapienza, cadendo così nell’oscurità dell’errore e finendo per intaccare altri fondamentali capisaldi della dottrina cristiana» tratto da “duc in altum” blog di Aldo Maria Valli.

    • Ira Divina ha detto:

      Spiritooooo, oh spiritooo! Già bastate voi spiriti a leccarlo per gustarvelo, noi abbiamo perso il gusto per le cose che dice in chiave oggi le comiche ( se lo osservate bene sembra Stanlio). La tarantella oggi era rivolta alla cerchia degli spiriti politicanti e dei traditori di fiducia! Ha fatto Cicero pro domo suo!

    • Usain Bolt ha detto:

      @Spettro

      Il Demonio nel deserto tenta il Signore con la Parola di Dio,
      la Parola che utilizza è Vera,
      ma l’intenzione è Falsa.

      • Marco 2 ha detto:

        Anche l’interpretazione è falsa: si assolutizza una parte della Bibbia nascondendone altre per alterarne il senso. Gesù però ha messo in luce le parti della Parola di Dio che smascheravano l’inganno. Un po’ quello che fanno molti detrattori del papa con quella sua famosa frase nei confronti degli omosessuali: ne ricordano solo una parte per poterne dare un’interpretazione alterata.

    • Ecclesia afflicta ha detto:

      L’ho letto, è noioso.

  • Lo spettro di QC ha detto:

    [Off Topic]
    A tutti i Confratelli e le Consorelle, specialmente quelli più idrofobicamente avversi alla neochiesa conciliare, apostata, omosessualista, eretica, neomodernista ecc ecc. mi pregio darvi una notizia che ad alcuni piacerà mentre ad altri farà venire l’orticaria…

    E’ praticamente certo che il grande Paolo VI sarà riconosciuto santo!

    http://www.lastampa.it/2018/02/06/vaticaninsider/ita/vaticano/paolo-vi-santo-i-cardinali-approvano-il-miracolo-O63IbrvA7fknv2Rz7zGB5J/pagina.html

    Saluti!

    • Ranallo ha detto:

      Ce ne importa una bella cippa, viste le santificazioni spray degli ultimi anni! Eppoi la neochiesa ai santi mica ci crede più. Li ha rimpiazzati con le icone pop.

      • Adriana ha detto:

        @ Splendida definizione “Santificazioni spray” . Per Spettro : ” Il vantaggio di farsi vedere “buoni” è che ,facendo mostra di bontà ci si può concedere il lusso di nascondere di esser -eventualmente- stupidi. Lo svantaggio di mostrarsi “cattivi” è che si è irrimediabilmente costretti a dimostrare di esser intelligenti”.La Rochefoucault . Bene inteso ,esser “maligno” non significa esser “lealmente” cattivo.

    • EquesFidus ha detto:

      Tanto si sa bene per quale motivo Paolo VI verrà santificato: per legittimare la Messa da lui promulgata, contrapponendola diabolicamente alla Messa di San Pio V, grande santo della Cattolica, con la scusa che entrambi i riti sono stati voluti da dei santi e, quindi, sullo stesso identico piano (non sto parlando di quello teologico e sacramentale, ovviamente). Un altro motivo è rendere il CV II “irreversibile”, come piace a Bergoglio, cioè incriticabile (pur essendo pastorale e non dogmatico), essendo stato promosso da un santo e “applicato” da un altro. Queste canonizzazioni facilone nascondono interessi più politici che di fede, è bene che si sappia.

      • Claudius ha detto:

        Bergoglio prima o poi sara’ dichiarato eretico e antipapa. Tutti i suoi atti saranno passati sotto la lente di ingrandimento e pochi se ne salveranno. Quindi non e’ il caso di farsi troppe menate con le sue tante farneticazioni. E’ solo questione di tempo.

      • Besame mucho ha detto:

        Ma la canonizzazione non implica giudizio infallibile? È molto grave quel che dici, se sei cattolico…

        • EquesFidus ha detto:

          Lo so bene che la canonizzazione implica l’infallibilità, tuttavia questa non copre le motivazioni di tale dichiarazione. Un conto è dire con sicurezza che una data persona si è salvata ed è andata in Paradiso, un conto è disquisire sulle motivazioni di tale decisione. Non ho niente in contrario con Paolo VI e con la sua santità personale, ma le reali motivazioni per la sua santificazione sono quelle che ho indicato: poi, se verrà dichiarato santo starò zitto e non contesterò in merito a quello.

        • Kosmo ha detto:

          Strano che tutta questa smania per l’infallibilità venga sempre invocata per l’attuale pontefice e non per tutti quelli precedenti. Se vale l’infallibilità odierna vale a maggior ragione anche per tutti i papi precedenti, quindi ANCHE per HV, per il Magistero di Giovanni Paolo II, ecc ecc…

      • RICCARDO CARIAGGI ha detto:

        Proprio per questi motivi (abuso di Magistero) sarebbe buona cosa che il Signore Dio dell’Universo desse qualche segno forte……. a meno che questi tempi non siano il preludio dell’ “abominio di desolazione”!

    • Mazzarino ha detto:

      Perchè orticaria? C’è solo da prenderne serenamente atto. La Chiesa di Bergoglio che non crede nè ai Santi nè ai miracoli. Ha fatto santo chi non fa miracoli e farà santo chi, come lui, ha venduto i propri vescovi e sacerdoti ai comunisti. Proprio come sta facendo oggi Bergoglio. E’ proprio un’altra chiesa. La nostra è quella che fa Santi Padre Kolbe, S.PIO X , Padre PIO, Rolando Rivi e avrebbe fatto Santi PIO XII, il Card.Mindszenty e tutti martiri cattolici cinesi. Un bel respiro e tanta serenità per tutti.

      • Isabella ha detto:

        Ma ancora gli rispondete a ‘sto gatto nero?

        • Adriana ha detto:

          Per piacere…non insultare i gatti. Tanto meno quelli neri !

          • Lo spettro di QC ha detto:

            Amici, amiche e Zia Adriana….scusate. Mi aspettavo di provocarvi un po’ di semplice orticaria. Temo, invece, che la vostra patologia vada curata con il Lasonil H 🙂

            PS: per chi di voi lo ha nominato, informo che il Papa è devoto di San Pio X e la sua tomba è uno dei pochi luoghi dove si mette in ginocchio. Informati bene 😉

        • Claudius ha detto:

          E’ solo un baciapile che crede che il cattolicesimo e la papolatria siano la stessa cosa.

    • Paolo Pagliaro ha detto:

      Ma non ha ancora capito che le santificazioni vengono usate strategicamente?
      Fa santo Giovanni Paolo II, e poi ne distrugge il magistero, perchè? Perchè così può dire: “Ma come, non è vero che la penso diversamente dalla Chiesa di ieri: l’ho fatto addirittura santo!” Ed eccoti questa mezza frase tratta dalla sua enciclica; l’altra metà della frase però, quella che dà il senso compiuto, viene soppressa, e tutto cambia.

      Adesso vogliono distruggere l’opera di Paolo VI, cioè quanto fece una volta resosi conto di dove stava andando la barca della Chiesa. Quale mezzo migliore per tappare la bocca ai critici che una bella santificazione! Promoveatur ut amoveatur.

    • Ira Divina ha detto:

      O spettro! A quando la santificazione di Pannella? Quella non me la voglio perdere! Facci sapere anche quella. A seguire quella della Bonino, ma pensò che ci sarà da aspettare un po’😊

      • Lo spettro di QC ha detto:

        Scusa Divina, un lapsus calami: “occorrerà senz’altro riprogrammare le agende e far bollire ancora un po’ la rana” 🙂

    • Ecclesia afflicta ha detto:

      Suggerisco a papa Francesco di convocare un sinodo di cardinali che dichiari la sua apoteosi ancora in vita, se ci tiene tanto a esaltare il suo pontificato, ma si astenga per un po’ dal canonizzare ogni pontefice con il quale ritiene di avere qualcosa in comune. Al giorno d’oggi sembra che sia sufficiente farsi eleggere papa e la santità è assicurata. A mio parere ciò porterà ad una banalizzazione del papato e dell’ideale di santità.

  • Lucy ha detto:

    Papa Benedetto nel 2007 ” Inconciliabile con la dottrina cattolica l’iscrizione di vescovi e clero alla cosiddetta Associazione patriottica dei cattolici cinesi ,l’organismo tramite cui le autorità di Pechino esercitano sulla Chiesa il loro PIENO CONTROLLO “.
    Ma oggi padre Spadaro dice :” si dà per scontato che lo stato cinese sia un’entità omogenea e anticristiana “.
    Cardinale Zen 5 febbraio ( passi salienti) :” Voglio parlare perchè ho l’impressione che tra poco tempo non potrò più parlare.Nei giorni scorsi i fratelli e le sorelle che vivono nel continente cinese hanno saputo che il Vaticano è pronto ad arrendersi al Partito Comunista Cinese visto che i vescovi illegittimi e scomunicati saranno legittimati mentre quelli legittimi saranno costretti a ritirarsi….Quante notti di sofferenza sopporteranno i sacerdoti e i laici….in base ai nuovi regolamenti sull’attività religiosa entrati in vigore il 1/2/2018 i sacerdoti clandestini di Shangai hanno chiesto ai fedeli di non andare più alle loro messe perchè chi si ostina a farlo sarà arrestato.
    I fratelli e le sorelle del continente cinese non hanno paura di essere ridotti in povertà, di essere messi in prigione,di versare il sangue ,la loro sofferenza maggiore è di VEDERSI TRADITI DAI “FAMILIARI “.
    Il cardinale Zen continua rimproverando al Vaticano la lettera di Papa Benedetto di cui si cita solo la prima parte e cioè ” la soluzione dei problemi cinesi non può essre perseguita attraverso il conflitto con le legittime autorità civili ….e si omette (more solito ndr) la seconda “…ma nello stesso tempo NON È ACCETTABILE UN’ARRENDEVOLEZZA alle medesime quando esse interferiscano indebitamente in materie che riguardano la Fede e la Disciplina della Chiesa”.
    Sorondo , Spadaro , il Vaticano non sono “fuori dal mondo ” , sono dentro l’ideologia della nuova chiesa bergogliana dell’inginocchiarsi sl mondo.

  • Teofilo ha detto:

    Il povero Sorondo deve avere fatto un insana indigestione di involtini primavera.

  • GMZ ha detto:

    Buongiorno,
    Francesco non sta più nella pelle: a tutti i costi, lui andrà in Cina!
    La Cina, la Cina, lui in Cina e milioni ad applaudirlo e a gridare “bravo! bravo!”, e lui che saluta, ce l’ha fatta, e pregusta le lenzuolate sui giornaloni di tutto il mondo.
    Si sente bene, Francesco, un brivido gli corre lungo la schiena, tra poco metterà in bacheca un evento storico! E pazienza se per arrivare fin là ha dovuto umiliare i martiri di ieri e di oggi: che si alzi il sipario e si dia inizio allo spettacolo.
    Che tristezza.

    • Adriana ha detto:

      La Cina , meglio : il viaggio in Cina val bene la Messa ,la liturgia in generale , buona parte dei Sacramenti , degli Atti degli Apostoli , dell’Antico Testamento , del Nuovo già fumettizzato e perbacco!, anche Confucio con la sua mania per l’ossequio ai genitori ed ai sacri riti.

  • Iginio ha detto:

    Questo idiota dovrebbe spiegare se per “bene comune” intenda anche il fatto di miriadi di operai sottopagati e che lavorano in condizioni precarie di salute.
    Una volta, a un italiano il quale osservò che in un cantiere cinese le impalcature erano pericolose e c’era il rischio che gli operai morissero, il cinese direttore dei lavori rispose senza battere ciglio: “E allora? Se muoiono, li sostituiamo”.
    Due cose fanno ridere e piangere allo stesso tempo: 1. la grottesca pretesa che adesso arriva papa Francesco e tutti i guai del mondo si risolvono in un battibaleno; 2. quando era papa Giovanni Paolo II, nella curia vaticana e nella Chiesa italiana tra i prelatonzoli andava di moda lagnarsi dei polacchi arrivati a Roma a rimorchio del loro papa; adesso nessuno si lagna di questi argentini ignoranti, incompetenti e pasticcioni.

    • Lo spettro di QC ha detto:

      “Questo idiota dovrebbe spiegare se per “bene comune” intenda anche il fatto di miriadi di operai sottopagati e che lavorano in condizioni precarie di salute”

      Non credo intendesse questo perché, se ho ben compreso, le sue affermazioni traggono origine da un confronto con il liberismo americano. Lo sfruttamento intensivo di schiavi sottopagati è un fattore comune tra Cina (che lo fa a casa propria) e gli USA (che lo fanno a casa d’altri), quindi non è un tema adatto alla comparazione tra i due modelli.

      • Iginio ha detto:

        Cioè gli americani hanno ancora gli schiavi? Lei capisce la differenza tra un mercato libero – dove cioè non è lo Stato che decide che cosa, quanto e come produrre – e un Paese totalitario? Oppure vale la regola del “tutti hanno i loro integralisti e dunque siamo tutti uguali”?
        Pensate a studiare, piuttosto.

        • Lo spettro di QC ha detto:

          Caro Iginio, come la storia americana insegna, nn c’è bisogno d essere uno stato totalitario per fare schiavi.
          Se chiamiamo “schiavi” i lavoratori cinesi ipersfruttati e senza tutele di alcun genere, occorre riconoscere che di tale categoria di “schiavi” fruiscono anche gli americani. Invece di fare schiavi in casa propria – come facevano un tempo, importandoli – vanno a farli altrove.
          Non intendevo stabilire quella regola che tu mi metti in bocca, ma semplicemente dire che non poteva avere in mente questo il Sorondo, perché la sua frase era funzionale a distinguere Cina e USA e dunque non poteva riferirsi ad un fattore comune dei due sistemi.

  • Alessandro2 ha detto:

    Aiuto! Ma questi disgraziati si sono bevuti il cervello!

  • Lionel Andrades ha detto:

    FEBRUARY 6, 2018
    Cushingism is the only theology used by the Catholic Charismatic Renewal Movement and the Neo Catechumenal Way : this is not the work of the Holy Spirit.
    http://eucharistandmission.blogspot.it/2018/02/cushingism-is-only-theology-used-by.html

  • Ira Divina ha detto:

    Sono pochi i difensori della vera fede come il Cardinale Zen disposti al martirio “usque ad effusionem sanguinis “! Il resto sono spergiuri!

  • Antonia ha detto:

    Ma non era la Cina ad esercitare un feroce controllo delle nascite vietando il concepimento di secondi figli e praticando aborti obbligatori anche a gravidanza avanzatissima? O all’improvviso sono diventati tutti così bravi e buoni da ergersi ad esempio per l’umanità intera? Prima o poi, a forza di nascondere la polvere (anzi, le macerie) sotto il tappeto, la sporcizia spunterà fuori e i sorondo e i consiglieri vari degli uomini di chiesa e gli stessi consigliati uomini di chiesa chissà quale schermo o quale coperta dovranno procurarsi per coprirsi la faccia dalla vergogna…

    • Luisa S. ha detto:

      @ Antonia: ma come non ricorda? i principi non negoziabili (rispetto per la vita dalla nascita alla morte naturale, il matrimonio fra uomo e donna, ecc.) sono archiviati perché ormai tutti li conoscono. Adesso bisogna pensare alle piante e agli animali, e ad andare d’accordo con tutti, tutti, tutti. Purchè ovviamente non siano rigidi, facce da cetriolo, visi inespressivi, e non sia mai sgranarosari.

    • GMZ ha detto:

      Cara Antonia,
      Il suo commento sulle politiche demografiche cinesi è un po’ ingeneroso; dovrebbe invece apprezzare il senso di responsabilità ad esse sotteso!

      Certo negli ultimi anni qualcosa è andato storto, qualcuno ha abusato un pochino dell’aborto (in ispecie selettivo, data l’ostinata affezione per il cromosoma X dimostrata da alcuni insensibili bambini) ma non vorremo mica metterci qui col pallottoliere?
      Invece di guardare alla pagliuzza nell’occhio dei politici cinesi, preoccupiamoci per esempio della trave conficcata negli occhi di certi occidentali che hanno magari 5 o addirittura 8 figli! Manco fossero conigli, bah…
      Ossequi.

  • Francisca ha detto:

    Ma come si fa a elogiare lo stile di vita cinese incentrato solo sul “lavoro, lavoro, lavoro…”… agghiacciante! E “la difesa della dignità della persona “… dove l’ha vista? Ma ci prende per scemi?

    • deutero.amedeo ha detto:

      E poi non è vero che San Paolo ha scritto :-chi non lavora non mangia-.
      Le parole esatte sono: – chi non vuole lavorare neppure mangi – (2TS 3,10).
      Non è una legge, ma una reprimenda contro coloro che in Tessalonica, convinti della imminente seconda venuta di Gesù, avevano smesso di lavorare e si facevano mantenere dalla comunità.
      Chi non lavora non mangia era lo slogan che il partito comunista usava nei comizi operai, lasciando intendere che coloro che non erano operai ( intellettuali, preti, imprenditori, dirigenti e -persino- gli insegnanti ! ) erano dei parassiti che vivevano alle loro spalle.

    • Ira Divina ha detto:

      Purtroppo sono parole, parole, parole di persone che non hanno mai lavorato e che vivono in modo parassitario sugli altri! A differenza di San Paolo, che può dire con orgoglio di aver pensato con il suo lavoro al suo sostentamento. Ma cosa volete che sappia Sorondo e quelli come lui che mai hanno conosciuto il lavoro manuale e quanto può diventare debilitante senza il giusto riposo e la giusta retribuzione?! Per loro sono sempre e solo parole, parole, parole… mentre per gli altri sono lavoro, lavoro, lavoro.

  • Sulcitano ha detto:

    Signor Sorondo, è semplicemente fuori dal mondo.

  • deutero.amedeo ha detto:

    Molto sinteticamente, nell’intero testo di Alvarez ho letto l’intento di giustificare l’atto di sottomissione della Chiesa al volere del governo cinese nella nomina dei Vescovi cattolici in quel paese. E la condanna di chi a questo atto ha tentato di ribellarsi.

  • Pier Luigi Tossani ha detto:

    Si sa da un pezzo che Sorondo è uno sciagurato ideologo. Ci sta bene in questo ideologico pontificato. Zamagni… bah… lo citavo, di sfuggita, qui:

    https://lafilosofiadellatav.wordpress.com/2014/07/16/becchetti-e-bruni-per-superare-la-crisi-auspicano-la-fine-dellausterity-e-la-reciprocita-nelle-relazioni-e-la-partecipazione-secondo-zampetti/

    Zamagni non mi ha mai convinto, vedi qui dove rievoca Fanfani e De Gasperi:

    https://agensir.it/quotidiano/2017/4/18/dottrina-sociale-della-chiesa-zamagni-pontificia-accademia-delle-scienze-il-mondo-cattolico-torni-a-generare-pensiero-forte/

    …ovvero la vecchia DC che ci ha portati alla rovina.

    • cosimo de matteis ha detto:

      “la vecchia DC che ci ha portati alla rovina”

      Nulla di più vero!

      Dossetti, Fanfani, Moro hanno commesso errori ENORMI.

      Altro che processo di beatificazione.

      Vabbè che di stì tempi il dittatore beatifica e canonizza chi vuole lui, a suo piacimento, anche senza miracolo.

      Quello di Romero non sarà un caso isolato, temo.

      • Lo spettro di QC ha detto:

        Caro Cosimo, la vecchia DC avrà fatto miriadi di enormi errori, ma ai suoi uomini va prioritariamente il merito di non averci fatto diventare un’appendice della DDR o della Jugoslavia o, visto che sei pugliese, dell’Albania.
        Dopo la guerra eravamo un paese destinato ad essere letteralmente rovinato ed è solo all’abilità politica dei DC che siamo riusciti a galleggiare fino ad oggi.
        Quanto ai santi, come ho scritto in altro post, la notizia di oggi è che avremo in calendario Paolo VI: spero che almeno questo ti aggradi. Con riferimento al povero Romero, spero vivamente che la tua affermazione sia frutto di una mera conoscenza superficiale del personaggio, della sua vita e del suo (vero) pensiero.
        Mettimi da parte due cime di rapa, che passo dalle tue parti tra un paio di giorni! Grazie!

        • Mari ha detto:

          Alla DC dobbiamo tutte le firme in calce all’immonda 194, merce di scambio per effimeri cadreghini che dovettero ben presto abbandonare, con tanti saluti alla coerenza Cristiana…
          Le creature che non videro mai la luce grazie “all’abilità politica dei DC” sono ormai milioni…
          E milioni sono le coscienze cauteriate da esempi che dimostravano la vera rilevanza che per i DC avessero i comportamenti che avevano ragion d’essere perchè ancorati alla legge di Dio… per loro scambiabilissimi con un piatto di lenticchie: potevano dimettersi in blocco piuttosto avvallare una legge reclama la vendetta a Dio sul nostro paese.
          Che vergogna che l’aggettivo “Cristiana” contrassegnasse il partito di che ha firmato la sentenza di morte per tutti quegli innocenti, delitto che fa scomparire i supposti meriti:
          “Dopo la guerra eravamo un paese destinato ad essere letteralmente rovinato ed è solo all’abilità politica dei DC che siamo riusciti a galleggiare fino ad oggi” … e se anche fosse, a che serve “galleggiare” se poi hanno lasciato, per vile interesse di potere, uccidere milioni piccolo italiani ?

          • Lo spettro di QC ha detto:

            Lettura molto semplificata.

          • Mari ha detto:

            Ma dimostrami che è falsa!
            DIMOSTRAMI CHE E’ FALSA
            … da quando essere “semplici” è indizio di falsità?

            Lo è piuttosto il contrario:
            in un mare di ipotesi, illazioni, sfrugugliamenti, ammiccamenti (per non essere divisivisi… naturalmente) si ammorbibiscono posizioni impresentabili a una coscienza rettamente formata…

            Mi vengono in mente gli ammiccamenti che rovinarono il genere umano all’inizio dei tempi.

            La tattica è sempre la stessa: mettere in dubbio l’amore di Dio, insinuare che Lui metta limiti alla nostra libertà solo per poterci “sottomettere”, solleticare l’orgoglio, far baluginare magnifiche sorti progressive di una libertà non più “limitata” (per noi)dai 10 comandamenti.

            E se i demo(falsi)cristiani, volendo venire incontro a tutti in nome di un presunto vantaggio politico presente, hanno sputato sulla legge eterna senza tanti problemi… ti prego, illustrami tu, se proprio non riesci farne a meno anche con prolissa affabulazione, che sono nel torto.

          • Mari ha detto:

        • GMZ ha detto:

          Caro spettro,
          non sarei così sicuro che, tra i possibili meriti della DC, ci sia quello che lei descrive (e per clemenza non rivanghiamo le vicissitudini dell’ultima DC, quella che si putrefece dagli Anni 80 in poi)
          La decisione di non fare dell’Italia un paese comunista fu presa in seno ad una spartizione est/ovest decisa dai soliti “vincitori”.
          Il PC fu tollerato a mo’ di democratica valvola di sfogo; e se l’URSS non avesse alleggerito le ambizioni del “migliore”, non crede che quest’ultimo avrebbe tentato quella via massimalista e violenta che è connaturata al comunismo di ieri e di oggi, anche di quello cinese – a dispetto delle riletture che ne fanno gli “uomini di Chiesa”?
          L’Italia era la portaerei degli USA, allora come oggi, e se non ci fosse stata la DC sarebbe sorta qualche altra forza politica ingenierizzata dall’America ad occupare il suo spazio.
          Al di là di questo, su cui lei non credo sia d’accordo, sarei curioso di sapere se lei è convinto che la DC abbia promosso i valori della dottrina sociale della Chiesa. Come lei potrà aver capito, io nutro più di una perplessità al riguardo.
          Quanto all’aborto, che altri ha tirato in ballo, mi chiedo in effetti se non vi siano occasioni in cui un cristiano debba dire “no”, senza “se” e senza “ma”.
          Ossequi.

          • Lo spettro di QC ha detto:

            Carissimo, come ben può leggere nell’incipit del mio primo messaggio, sono il primo a riconoscere che la DC ha fatto errori enormi. Detto questo, ricordarla per i soli errori è semplicemente ingiusto.
            Facile dire “se non ci fosse stata la DC ci sarebbe stato qualcun altro”: intanto c’era la DC e non altri. Intanto se la polveriera chiamata Italia non è esplosa sotto al sedere di tutti è certamente (anche) grazie alle capacità politiche dei suoi uomini. Intanto le altre possibili forze anticomuniste avevano un peso millesimale ed erano troppo sgangherate. Intanto in quei decenni sarebbe stato impossibile sostituire la DC con un partito posticcio, perché la politica esigeva un potente radicamento territoriale e sociale che la DC (e il PCI) era stata in grado di costruirsi; un “partito di plastica” anni 90 o 2.0 non avrebbe retto.
            Che poi la DC sia stato un ingranaggio d una macchina più grande non ne dubito. Però aveva le carte per farlo e sotto questo aspetto ha tutta la mia gratitudine.

  • Lo spettro di QC ha detto:

    Buongiorno Venerabile Abbé,
    ma com’é andata poi a finire la vicenda di Brandi e del suo furgone a Roma?
    Non abbiamo più avuto notizie…

  • Lucy ha detto:

    Il giudice Misiani raccontò nel suo libro “Toga rossa “di quando andavano in Cina a vedere come si facevano i processi contro i nemici del popolo negli stadi e ne tornavano “entusiasti ” .Mi ricorda Sorondo ( ma poi Misiani si pentì).

  • Adriana ha detto:

    Ah ! Beh ! Certo ! La Cina ha una storia di circa 6000 anni : vi si trova di tutto. Il Signore di Chang (circa 300 a. C., a cura di J.J.L.Duyvendak ed Adelphi 1989 ) mise in piedi un “moderno stato comunista” alquanto intollerante nei confronti di ideuzze divergenti. Ricordo la diga delle tre gole : cosa mostruosa, causò grossi danni ambientali e milioni di profughi (che per i cinesi sono pochi) . Le grandi dighe sono dannose, modificano anche il clima. Bravi sacerdoti ispanici : sempre più ignoranti !!