RADIOROMALIBERA.ORG. NASCE UNA PIATTAFORMA MULTIMEDIALE DI NEWS, CULTURA E RELIGIOSITÀ CATTOLICA.

25 Gennaio 2018 Pubblicato da --
 
Marco Tosatti

Un amico ci ha scritto, segnalandoci un’iniziativa molto interessante, e che siamo certi avrà un grande successo. E’ la nascita di radioromalibera.org, il primo giornale radio cattolico online. Il sito offre tutti i giorni audio e video news oltre ad approfondimenti di Catechesi, Spiritualità, Liturgia e Cultura Cattolica.

Gli autori si presentano così: “Radioromalibera.org rappresenta il modo nuovo di fare formazione e informazione, sfruttando tutte le potenzialità di una piattaforma multimediale: basta un click col cellulare, con un tablet o con un computer, per accedere a testi, articoli, commenti, audio, podcast, giornali-radio, video e tante notizie, quelle notizie che altrove non potreste trovare. In più, alcuni contenuti forti, per analizzare e leggere i tempi moderni alla luce della nostra fede con appuntamenti di catechismo, spiritualità e liturgia, ciò che nelle nostre parrocchie non si insegna più. Radioromalibera.org, sempre ed ovunque, in tutto il mondo…”.

E in effetti una visita anche se frettolosa al portale presenta spunti e suggerimenti interessanti del progetto diretto da Mauro Faverzani, “un progetto che si fa parola, ascolto e immagine con obiettivi ben precisi: quello dell’annuncio, della missione e dell’apostolato, ad esempio. Ma anche quello della rievangelizzazione, offrendo quella formazione catechetica, spirituale e liturgica, che malauguratamente sembra da tempo sparita dalle nostre parrocchie e dalle nostre chiese. Per questo, abbiamo affidato queste sezioni ad alcuni sacerdoti conosciuti per la loro ortodossia di cui l’intento non è altro che quello di riproporre la dottrina cattolica come è stata insegnata dal magistero costante e dai Padri e dai Dottori della Chiesa, con chiarezza e precisione sempre maggiori, da duemila anni”.

Quindi un aiuto e uno spunto a proporre la dottrina tradizionale e perenne della Chiesa, per poter leggere, comprendere bene e analizzare, alla luce della fede, gli avvenimenti e le ideologie contemporanee dentro e fuori la Chiesa.

La sfida è quella di proporre in base all’invito del Vangelo – ‘Quello che ascoltate all’orecchio predicatelo sui tetti’ – temi e contenuti densi di significato, e di cui è certamente urgente la divulgazione, specialmente in tempi di cattolicesimo fluido, quando non apertamente fai da te. Per essere efficace questo messaggio si offre in una veste aggiornatissima: “In tal senso una piattaforma multimediale rappresenta il linguaggio più adatto alle necessità del mondo d’oggi, dove sempre più la fruizione di contenuti audio e video, per comodità, tempestività ed immediatezza, si sostituisce alla lettura, pur non rimpiazzandola”.

Radioromalibera.org fa proprie tutte queste modalità, è un po’ giornale, un po’ radio ed un po’ televisione ed offre ogni giorno a chiunque si colleghi testi, giornali-radio, rubriche, filmati, in grado d’esser consultati con facilità in qualsiasi momento ed in qualsiasi luogo anche con un semplice cellulare, con un tablet o con un computer, in modo assolutamente gratuito, veloce, ma allo stesso tempo anche completo. Ed è questa attenzione all’innovazione multimediale a distinguere radioromalibera.org dai molti siti, blog e agenzie attualmente operanti on line”.

Con un desiderio, e un obiettivo in più: quello di combattere l’omologazione informativa e culturale che sta coprendo come una cappa l’universo delle news, scritte o altrimenti diffuse. Dicono gli autori: “C’è un’ambizione in più nel nostro palinsesto quotidiano: quella di proporvi nelle varie edizioni dei nostri notiziari quelle informazioni che altrove non potreste trovare, quelle che la grande stampa tace e quei commenti che la gran cassa del politically correct censura, quelle voci insomma di cui la società e la stessa Chiesa hanno enorme ed urgente bisogno in questi tempi oscuri e inquieti. Il taglio giornalistico, assolutamente dinamico, veloce ed accattivante, assicura una fruizione gradevole e coinvolgente dei nostri servizi. Oltre a ciò, molti contenuti provengono da testate, che moltissimi già da tempo hanno imparato ad apprezzare ed a seguire fedelmente, come la rivista Radici Cristiane e l’agenzia Corrispondenza Romana. In più, riproponiamo i capisaldi della nostra fede letti attraverso numerosi appuntamenti col Catechismo, per sapere cosa realmente dica in un contesto sociale, ove massima è la confusione in merito”.

Ovviamente Stilum Curiae, che si propone umilmente dalla sua nascita obiettivi informativi analoghi, fa i migliori auguri di un grande successo.



Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa”.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina.

LIBRI DI MARCO TOSATTI SU AMAZON

Se siete interessati a un libro, cliccate sul titolo.

FATIMA, IL SEGRETO NON SVELATO E IL FUTURO DELLA CHIESA

SANTI INDEMONIATI: CASI STRAORDINARI DI POSSESSIONE

PADRE PIO CONTRO SATANA. LA BATTAGLIA FINALE

Tag: , , ,

Categoria:

Questo articolo è stato scritto da wp_7512482

30 commenti

  • Claudius ha detto:

    Non vedo piu’ da un po’ i commenti di Don Ezio e mi dispiace. Qualcuno ha sue notizie? Speriamo che torni presto.

  • Lucy ha detto:

    A proposito della notizia data da Nimo segnalo questo
    :”Non siate veloci a concedere la nullità perchè spesso per un uomo di oggi la sua fedeltà al matrimonio sarà l’unica occasione che avrà per diventare cristiano “.
    GIOVANNI PAOLO II ai giudici della sacra rota .
    No comment.

  • nimo ha detto:

    Fuori argomento dal post, segnalo un interessante resoconto dell’ incontro avvenuto a Roma tra l’Arcivescovo Fontana e il Pontefice. I lettori del notiziario , hanno potuto leggere in prima pagina sul giornalino della Diocesi il commento ” dell’amabilissima udienza”dove, tra le tante questioni si riferisce che il Papa: ” ..si è molto rallegrato del gran numero di sentenze di nullità matrimoniali eseguite ai sensi della Mitex iudex..”.
    Che dire, forse una volta sarebbe sembrata una barzelletta da sacrestia, adesso non saprei.
    Alla vostra curiosità e temperanza la lettura dell’articolo qui sotto riportato.
    http://www.vaticannews.va/it/papa/news/2018-01/il-vescovo-di-arezzo-dal-papa–tra-i-temi–immigrazione-e-nullit.html

    • deutero.amedeo ha detto:

      Signore, pietà! Cristo, pietà!

    • Claudius ha detto:

      Francamente l’unica giustificazione possibile che potremmo trovargli a questo punto e’ che abbia l’Alzheimer a un livello anche piuttosto avanzato.

  • deutero.amedeo ha detto:

    Roma, mercoledì 27 febbraio 2013
    Ultima udienza generale di Papà Benedetto XVI:

    “Cari amici! Dio guida la sua Chiesa, la sorregge sempre anche e soprattutto nei momenti difficili. Non perdiamo mai questa visione di fede, che è l’unica vera visione del cammino della Chiesa e del mondo. Nel nostro cuore, nel cuore di ciascuno di voi, ci sia sempre la gioiosa certezza che il Signore ci è accanto, non ci abbandona, ci è vicino e ci avvolge con il suo amore. Grazie! ”

    Benedetto Benedetto !

    • deutero.amedeo ha detto:

      E maledetto il correttore automatico che trasforma Papa in Papà. Che Dio lo strafulmini.

      • Alessandro2 ha detto:

        Ma non è neanche male così. Io, che il papà non ce l’ho più, lo sento un pochino papà. Anzi, adesso sento quasi di averne perso un altro.

        • deutero.amedeo ha detto:

          Ti eri illuso di trovare un papa papà . In realtà hai trovato un mascalzone, che ti sta prendendo in giro.

  • Lucy ha detto:

    Dott.Tosatti ringraziandola per aver pubblicato trai commenti del blog di ieri il mio lungo commento ( non lo farò più) sul convegno di Aprile a Roma organizzato da “laici “, dico che plaudo a quest’altra iniziativa di Radio Roma Libera anch’essa organizzata da ” laici “. Forse la Chiesa e il Papato saranno salvati dai laici.

  • Sulcitano ha detto:

    Possa il Signore Gesù, benedire e illuminare questa grande e caritatevole iniziativa al servizio della verità, in questi tempi oscuri per la Chiesa e per tutto il genere umano.
    SIA LODATO GESÙ CRISTO!

  • Luigi Bonini ha detto:

    Grazie mille per l’ottima segnalazione!

  • peter ha detto:

    Una ventata di ossigeno, dopo 5 anni di desolazione bergogliana!
    Avanti con coraggio ed entusiasmo!
    Sia lodato Gesù Cristo!

    • deutero.amedeo ha detto:

      È sempre sia lodato!
      Ma, permettimi, rispolveriamo la parola Signore. La più usata nella Bibbia ( 8198 volte) per nominare , lodare, invocare, ringraziare, pregare Colui che dà la vita.

  • deutero.amedeo ha detto:

    In momenti difficili come il presente, difficili per il mondo, per la Chiesa , per noi, come persone e come credenti, messi in difficolta proprio da chi invece dovrebbe esserci di aiuto, non ci rimane che fare ogni passo possibile per confortarci e sostenerci a vicenda. E non disperare mai della potenza di Dio.

  • Alessandro2 ha detto:

    Deo gratias! Un link in più nei miei segnalibri, una voce in più per i veri cattolici.

  • Paolo ha detto:

    Confermo quanto scritto. Il radiogiornale é alle 14, mi pare tranne la domenica, ed é una piccola semplice miniera di notizie che si devono sapere, sia sulla cristianofobia sia su iniziative tiranniche del vaticano, come quella di insistere con un vescovo cinese nominato nel passato dalla S. sede a farsi di mezzo per dare la diocesi a uno approvato dal governo. Tirannie sudamericane, oggi all’ordine del giorno. Ascoltatela

  • natan ha detto:

    Come l’avranno preso al Santa Marta Hospital? Tosatti ,veda se il Caudillos è andato su tutte le furie. E gli ordini che ha impartito: ” scovateli e annientateli”.

  • Maria Cristina ha detto:

    Bellissima iniziativa , anche se , non illudiamoci :gli apostati , i traditori, quelli che servono il Principe di questo Mondohanno in mano (quasi) tutto il potere dei media e delle comunicazioni,.
    e possono permettersi anche ( ironia della sorte) di fare la morale agli altri e di passare per i buoni:
    Il “Super Pope” contro le fake news:
    https://www.romereports.com/en/2018/01/24/pope-francis-against-fake-news-we-need-to-unmask-snake-tactics/

    Già , le fake news sono sempre quelle degli altri.
    il matrimonio volante “improvvisato” già preparato da mesi invece non era una fake news.

    • Ecclesia afflicta ha detto:

      In effetti la predica di papa Francesco sulle fake news, dopo le panzane raccontate in aereo sul matrimonio lampo, suona veramente grottesca. Come si fa a prenderlo sul serio?

  • Lucy ha detto:

    Aveva ragione il cardinale Fulton Sheen che giå negli anni 70 disse ” chi salverå la chiesa? Voi laici che dovete dire ai preti di essere preti e ai vescovi di essere vescovi “.

    • deutero.amedeo ha detto:

      ” scarpe grosse e cervello fino” non sa chi è Fulton Sheen, però ha sempre detto : se i pompieri stanno all’osteria a giocare a carte, tocca alla gente spegnere l’ncendio.

  • Sempliciotto ha detto:

    Iniziativa molto bella, un grande servizio alla Chiesa che soffre, in questo momento in cui Roma ha perso la fede ed è divenuta la sede dell’antiCristo.
    Io addirittura proverei a fare proprio una Radio, ora che radio Maria è diventata come un cembalo che tintinna, ci vorrebbe una vera radio Cattolica che la sostituisse!

    • Acchiappaladri ha detto:

      @Sempliciotto

      Iniziative locali e/o via internet per diffondere buona informazione di cronaca e buona cultura e catechesi cattolica sono alla portata dei volenterosi “quattro gatti” che hanno avuto la grazia di rendersi conto dei gravi problemi attuali delle tradizionali istituzioni cattoliche.

      Ma fare una radio FM con ampia copertura sul territorio nazionale NON è qualcosa a livello amatoriale: Radio Maria poté contare, oltre che sullo straordinario zelo ed abilità del rev. Livio Fanzaga e dei laici promotori dell’iniziativa, su una situazione legislativa ed economica particolarmente favorevole esistente UNA TANTUM in Italia alla fine degli anni ’80.
      E anche con quelle condizioni speciali, ci volle una decina d’anni a Radio Maria per ben radicarsi in Italia.

      Sarebbe forse più fattibile coordinare e concentrare le scarse forze su un certo sviluppo (tanto maggiore quante più risorse fossero disponibili) di una delle piccole webradio o radio digitali cattoliche già esistenti … e/o pregare di più il Signore e i suoi santi facendo penitenze perché il rev. Fanzaga, tanto benemerito al di là delle sue debolezze umane, abbia il coraggio di fare pulizia della insidiosissima propaganda della neo-chiesa che si sta infiltrando in Radio Maria (fra trasmissioni che sono ancora in gran parte sane per quel che riesco a capire io). Non mi sembra che ci sarebbe bisogno di trasformare Radio Maria in un organo attivamente anti-neo-chiesa: basterebbe darci un taglio alla triste papolatria che qualche volta emerge, e senza bisogno di esplicite polemiche con l’attuale governo della Chiesa concentrasi nella continuazione della “linea editoriale” che Radio Maria tenne fino a quattro anni fa.
      La Verità è sempre la stessa e, al di là dei mutevoli riferimenti alla cronaca, quello che Radio Maria ha predicato per i primi 25 anni sarebbe buono anche oggi e anche domani per i suoi ascoltatori.

      • deutero.amedeo ha detto:

        Sull’aria dei vecchi canti goliardici.

        All’osteria di Santa Marta
        Parabum zibum zibum
        C’è Francesco con gli occhiali
        Parabum zibum zibum
        C’è Francesco con gli occhiali
        A segare i cardinali
        Damela a me biondina
        Damela a me bionda!

        Uno alla volta, uno alla volta per carità, per carità….

        • deutero.amedeo ha detto:

          Forse sarà bene precisare che segare nel gergo degli esperti di organizzazione significa : togliere di mezzo.
          Precisazione necessaria perchè con l’aria che tira non si sa mai, che qualcuno capisca male …

      • Sempliciotto ha detto:

        @Acchiappaladri
        Ti ringrazio, tutte cose che non sapevo!

  • giulia anna meloni ha detto:

    bravi,il Signore ispira e illumina sempre più nuovi evangelizzatori,con gli strumenti adatti ai tempi attuali.

  • giulia anna meloni ha detto:

    bravi,il Signore ispira e illumina sempre più nuovi evangelizzatori,con gli strumenti adatti ai tempi attuali.

  • Diana ha detto:

    Buongiorno! Sto leggendo “Santi i demoniati”. Grazie per ciò che fa, caro dott. Tosatti. Dio la benedica.