LA STRATEGIA DEL PONTEFICE CONTRO I CINQUE VESCOVI CORAGGIOSI, SECONDO ANONIMI DELLA CROCE: SCREDITARLI. POI, UNA COINCIDENZA SINGOLARE.

3 Gennaio 2018 Pubblicato da --

Marco Tosatti

Anonimi della Croce è un blog seguitissimo, e non ha certo bisogno che Stilum Curiae lo rilanci. Ma oggi lo facciamo, per sottolineare una singolare coincidenza. Ecco che cosa scrive Anonimi della Croce, in riferimento ai cinque vescovi coraggiosi che hanno fatto pubblica professione di fedeltà all’insegnamento di sempre della Chiesa in materia di matrimonio ed eucarestia:

“C’era da immaginarselo. Tutto questo silenzio da parte dei media vaticani (e quelli a loro strettamente correlati) sul tema della Correzione Ufficiale, non prometteva niente di buono. Infatti Bergoglio prepara il suo contrattacco.

La mia fonte in Vaticano mi ha confidato che ieri sera Bergoglio si è trattenuto a Santa Marta con diversi “addetti stampa” vaticani e “consiglieri” vari per una riunione sul come affrontare questo nuovo “imprevisto” della Correzione dei Vescovi di Astana. La fonte mi ha detto che Omissis era furibondo. E’ andato su tutte le furie. Perchè non sopporta nessuna opposizione. Lo hanno sentito urlare: “Se ne pentiranno! Se ne pentiranno amaramente!”. Riferito ovviamente ai coraggiosi Vescovi che hanno “osato” contraddire il neovangelo della neochiesa: l’Amoris Laetitia.

La mia fonte è riuscito a captare una notizia interessante, che pubblico soltanto affinché i tre Vescovi e chi si unirà a loro possano preparare la loro difesa. Faremo in modo che anche questo “Spiffero” possa essere recapitato agli interessati come abbiamo fatto con il nostro link di sostegno.

In poche parole Bergoglio e i suoi accoliti stanno preparando una “programmazione di contrasto”. Tradotto significa: non sarà Bergoglio ad affrontare frontalmente i Vescovi “Correttori”, ma ha dato carta bianca ai suoi “addetti stampa” ufficiali e non ufficiali per iniziare una “campagna mediatica” denigratoria nei confronti degli Oppositori. Come sappiamo, la comunicazione Vaticana ormai è in mano ai gesuiti. Operazione classica da Regime Dittatoriale Sudamericano. Per Bergoglio dunque è molto semplice ormai sguinzagliare giornalisti.

Questa “campagna denigratoria” servirà (a loro dire) a “screditare” quei Vescovi, pubblicando magari qualcosa del loro passato (vera o non vera che sia), oppure costruendo una “notizia” di sana pianta, per far perdere loro credibilità”.

Interessante, vero? E, per quanto mi risulta, e sulla base dell’esperienza passata (penso ai cardinali dei Dubia) e a informazioni avute in quel periodo, quando furono presentati i Dubia, prima riservatamente al Pontefice e poi pubblicati, in mancanza di una qualsivoglia risposta, perfettamente credibile. Già all’epoca la strategia fu la stessa. Ricordate i “tweet” di Antonio Spadaro, sui “quattro cardinali” che sembravano un gruppo rock anni ’60?

Casualmente, poi, proprio ieri. Mi è capitato sotto gli occhi il messaggio che riproduco. E mi sono detto: che coincidenza…Che la campagna sia già cominciata?



Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa”.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina.

Tag: , , , ,

Categoria:

Questo articolo è stato scritto da wp_7512482

81 commenti

  • deutero.amedeo ha detto:

    Maria Luisa Cigada, nella presentazione del libro di Padre Livio Fanzaga ( il benemerito direttore di Radio Maria e autore di molti libri di divulgazione teologica e morale ) dal titolo suggestivo “IL DISCERNIMENTO SPIRITUALE” , scrive:

    < Tra i personaggi dei Promessi Sposi – ricchissima galleria di ritratti delineati con penetrante acume psicologico e morale- c'è donna Prassede "una vecchia gentildonna molto inclinata a far del bene" , che in buona fede, convinta di aiutare il prossimo, si comporta con invadenza, è priva di intuito e di finezza, ignora la libertà degli altri e viola la loro intimità – a fin di bene, secondo lei – con una insensibilità che sfiora la durezza.
    Perché il suo zelo è tanto indisponente e finisce per essere una prepotenza mascherata? <>. Il suo comportamento, sotto le apparenze della sollecitudine e della carità , in fondo nasce da un sostanziale- benché inconsapevole – egoismo: quello di chi nella sua grettezza di mente e di cuore, non concepisce verità possibile al di fuori dei propri angusti pregiudizi; quello di chi, non solo agli occhi degli altri, ma anche ai propri occhi, vuole primeggiare e apparire indispensabile, pretende di essere sempre nel giusto, sempre in dovere – e in diritto – d’imporre il proprio punto di vista. Donna Prassede è il prototipo della persona indiscreta: scambia per vero e per bene ciò che a lei sembra vero e bene; non si cura di verificare di rettificare le motivazioni del suo agire. >

    Quante ce ne sono di simili persone in giro per il mondo e anche ai massimi livelli della Chiesa. Si tratta di persone dotate di scarso discernimento, che spesso ritengono ispirati dallo spirito santo pensieri che in realtà provengono da essi stessi se non additirittura da ispirazioni sataniche.

    Mi pare di essere nel giusto dicendo che l’attuale papa (assai più colpevolmente della manzoniana donna Prassede) ha abusato e abusa troppo spesso di una falsa firma dello Spirito Santo.

  • Vittorio ha detto:

    Il paradiso (o purgatorio?). O inferno (speriamo di no!!)

    Il problema, se andremo nel primo, e’ la vita in questo mondo. Per me.

    https://it.m.wikipedia.org/wiki/Andr%C3%A9_Frossard

  • Vittorio ha detto:

    Voi direte: sei un esistenzialista.
    Abbastanza.
    Pero’ anche Benedetto alle volte non era chiaro. “Non possiamo pregare Mara Natha’ ma possiamo…”.
    Vorrei leggere il libro di Radaelli.
    Cos e’ la fede? E’ credere in Dio o nella salvezza che Lui promette?
    Negli ultimi tempi, per me e’ stata la prima.
    Il mio Dio e’ quello di Frossard, non del LOGOS. Lo senti. E MATERIALMENTE non cambia nulla. Ma hai un senso. Se così si puo’ dire.

    https://w2.vatican.va/content/benedict-xvi/it/audiences/2008/documents/hf_ben-xvi_aud_20081112.html

  • Caro Direttore:
    A FRANCESCO IL PROFETIZZATO “PASTORE STOLTO E FALSO PROFETA” ZACCARIA ED APOCALISSE, IL MONDO LO VUOLE:
    http://www.gallup-international.com/wp-content/uploads/2017/12/2017_Global-Leaders.pdf
    EGLI STESSO L’HA RICONOSCIUTO IL SUO EGO 14 INTERVISTA:
    “Il mondo mi ricevè bene.”
    SE IL MONDO AMA FRANCESCO L’ANTICRISTO E SATANA MOLTO PIÙ:
    “Il mondo ha cambiato e la Chiesa non può rinchiudersi in supposte interpretazioni del dogma”:
    http://www.lanacion.com.ar/1733084-poder-politica-y-reforma-a-solas-con-francisco
    Saluti.

  • g.vigni ha detto:

    Er gelataro de S.Marta è un luminare della ” dezinformatzija” (дезинформация), tecnica messa a punto dalla GPU nel 1923, mescolare un po’ di verità con delle menzogne, quindi rivelare solo una parte della verità, dandogli un assetto di quadro d’insieme.
    Il mio primo lavoro, nel paleo 1968, è stato in p.za della pilotta, a Roma. Alcuni gesuiti erano molto validi, ma l’organizzazione aveva già un certo stile. è una vecchia storia.” senatores boni viri, senatus autem mala bestia”.
    Ad ogni modo, ribadisco, è scritto “ μὴ μεριμνᾶτε”, quindi non mi preoccupo più del dovuto, mi limito ad agevolare, pregando con il salmo 108.

    G. Vigni

    • deutero.amedeo ha detto:

      108 (109) ? Sei un po’ cattivello, però! 🙂

      • g.vigni ha detto:

        Cattivello ?
        S.Agostino
        “La carità non è avvilente, noiosa, remissiva, debole e molle”

        Non credere di amare il tuo servo fannullone per il fatto che non lo percuoti, oppure che ami tuo figlio per il fatto che non lo castighi: questa non è carità, è mollezza.

        L’amore vero infierisce, il falso blandisce (come il mercante che ingrassa i suoi polli per ucciderli quando sono molto grassi). La carità, in un certo qual modo, infierisce ma senza veleno, al modo delle colombe ossia senza fiele come invece fanno i corvi”

        G. Vigni

        • deutero.amedeo ha detto:

          OK!!!! Verissimo!
          I preti di una volta dicevano che qualche no e qualche tiratina di orecchie ogni tanto fanno molto meglio di tante prediche.
          Per non annoiare nessuno non sto a citarli, ma i libri sapienziali straripano di questo concetto: il castigo non è una punizione ma una amorevole correzione per il bene del castigato.
          Ci siamo capiti. Ad meliora.

          PS: il cattivello, l’hai certamente capito, aveva un profondo significato: chi lo conosce sa che che il 108 è un terribile salmo imprecatorio dove ( tra l’altro) è detto:
          – Citato in giudizio , risulti colpevole
          e il suo appello si risolva in condanna.
          Pochi siano i suoi giorni
          e il suo posto l’occupi un altro- ……..

          Più cattivello di così……. Che ne dici?

          • g.vigni ha detto:

            Rimanga tra noi, ma non sono cattivello, sono pessimo.
            Il mio obiettivo è quello di arrivare un giorno a tagliare un’orecchia. L’ha fatto cotal Pietro, ergo chi sono io per…….

            G. Vigni

  • Caro Direttore:
    Questa è la condotta del profetizzato “Pastore stolto e falso profeta”: non lo dimentichi.
    45 ego intravista: “Io seguo la mia strada senza guardare al fianco. Non taglio teste” E conclude con una sorriso ampli: “I chiodi si tirano fuori facendo pressione verso l’alto. O li è collocati a riposare al lato, quando arriva l’età della pensione”:
    https://lossegadoresdelfindelmundo.blogspot.com.es/2016/01/2029-2031-fin-del-papado-en-roma-y-fin_12.html
    Il 3 febbraio di 2014 scrissi:
    DEL RANCOROSO CARDINALE JORGE MARIO BERGOGLIO SIVORI AL RANCOROSO FRANCESCO.
    E citava al diario argentino Clarín:
    “Ai suoi nemici li va cucinando a fuoco lento”:
    https://lossegadoresdelfindelmundo.blogspot.com.es/2014/05/2029-2031-fin-del-papado-en-roma-y-fin.html
    Non lo dimentichi caro Direttore, e non lo dimentichino i lettori.
    Saluti.

  • giorgio rapanelli ha detto:

    Se vedessi la cosa solo con occhio politico dovrei dire che, come “insorgenti” e “pietre d’inciampo”, siamo stati sconfitti. Di fronte al Potere mondiale, sostenitore con tutti i suoi mezzi e lacchè del nuovo corso pontificio della banda di San Gallo, noi li facciamo sorridere con compassione…. Non li preoccupiamo. Come non preoccuparono i nemici che uccisero il Cristo, quegli Undici rintanati dalla paura. E’ vero, ci furono le donne che rimasero sotto la Croce del Golgota in compagnia di quell’uomo martoriato, che si proclamava Messia, appeso come un malfattore, con il sangue rappreso su quel corpo pieno di mosche che puzzava di sudore e degli escrementi che aveva evacuato. Le donne furono e sono, infatti, quelle che terranno testa al nemico e salveranno la Chiesa Vera e Viva al momento opportuno.
    Noi abbiamo come arma solo la Verità, che è scritta nei quattro Vangeli fino all’Apocalisse. Dopo non c’è nulla di nuovo, salvo i “ragli d’asino” degli “innovatori” al passo con i tempi che il mondo di Satana vuole costruire, senza più l’Eucaristia Vera e Viva che fa scendere il Cristo a prendere possesso del mondo. E’ ciò che ormai fanno apertamente, senza alcun ritegno – come voi denunciate – sicuri che nessuno si opporrà… C’è qualcuno tra la massa dei chierici e dei fedeli, che si è scandalizzato con quella Messa di Fatima, dove sono stati esposti simboli satanici e della nuova Era dell’Uomo-dio? Però, si trovano sui siti Internet solo rare immagini dell’avvenimento.. Perché?
    Nella Verità facciamo, quindi, quadrato… Continuando a denunciare i “ragli d’asino” verso la Luna Nera, in cui questi Capri traditori verranno gettati a disintegrarsi, e ove è “pianto e stridore di denti”, per l’eternità.
    Essi sanno già cosa li aspetta, come lo sanno i “maghi neri”. Noi non riusciamo a capire il motivo di questo suicidio “spirituale”. Se queste sono le loro intenzione, ossia quelle di distruggere la Chiesa Vera e Viva, e di essere di scandalo per il popolo battezzato, meglio sarebbe stato per loro mettersi una macina di pietra a collo, eccetera. Invece, sono su “odio”… Noi, che non li odiamo perché li amiamo, siamo sopra di essi e sopra il loro Satana. E da lì li vedremo finire all’inferno.

  • Iginio ha detto:

    Non ho ancora capito perché il Faggioli venga considerato un grande esperto. Che titoli ha? Che ha fatto di speciale? Una volta un monsignore, con tono compunto, mi fa: guardi che Faggioli va a messa tutti i giorni. E allora? Quanta gente lo fa e lo ha fatto per i motivi più vari? Ci sono stati casi di assassini e torturatori che andavano a messa tutti i giorni. O vogliamo parlare di chi è cattolico serio, segue la dottrina di sempre e va a messa tutti i giorni? E magari ha titoli storiografici pari o superiori a quelli di Faggioli? Forse che gli viene data la possibilità di parlare urbi et orbi sui giornaloni? O semplicemente la possibilità di una carriera accademica? Faggioli “conosce bene” uno dei firmatari (immagino alluda a Viganò)? E allora? E Faggioli da chi è conosciuto? In parole povere: chi caspita è?
    Lo ha liquidato per bene Damian Thompson, quando, commentando un tweet di Faggioli, ha scritto: “Un segno della crisi odierna è che quelli che un tempo erano semplicemente accademici di medio livello – Faggioli – oggi vengono presi per grandi esperti”.
    Faggioli e Melloni: la mediocrità al potere. Tanto per usare i loro stessi metodi: una pernacchia li seppellirà.

  • malibu stacy ha detto:

    @pierluigi tossani: bè, proprio niente no, due cardinali li hanno avvelenati, gli altri si sono messi a cuccia, colpirne uno x educarne 100, quà ne hanno colpiti 2

  • Luca Gili ha detto:

    Caro Tosatti, perché lei presta fede a Anonimi della Croce? Rorate dice che sono del tutto inaffidabili e lo ribadisce in questi giorni. Lei stesso mostrò che la loro “lettera” era una bufala.
    Un cordiale saluto

    • Egli ha detto:

      Effettivamente Anonimi della Croce é un sito un po’ farlocco (e a mio modo di vedere anche un po’ sospetto) però la notizia, in questo caso, é veritiera. Tanto basta.

      • Boltzmann ha detto:

        Dubbio di Boltzmann
        Come dire che è veritiera se profezia non è ancora avverata?

        • Egli ha detto:

          Beh, insomma, leggendo il tweet (si dice così?) di quel tal fenomeno direi che si sta avverando. E poi conoscendo Ceccouno non ci vuole molto ad immaginare che scatenerà i suoi scagnozzi per denigrare i “nemici della misericordia”. Se non veritiera diciamo che la “profezia” è verosimile 🙂 . O no?

    • Colaus de Arce (Francesco) ha detto:

      @ Luca Gili – Egli
      Vede, anche lei presta fede a Rorate , e chi mi assicura che non sia inaffidabile?.
      Legga personalmente e si faccia una sua idea, non secondo pinco o pallino, personalmente ritengo Anonimi della Croce un sito affidabile come lo è Stilum Curiae, non ho avuto nessuna remore nel commentare in tale sito/blog.

      Per Egli
      Quando si fanno affermazioni è giusto motivarle cosa che ne lei ne Luca avete fatto.

      • Egli ha detto:

        Sig.Colaus, se dico che Anonimi è un sito farlocco e sospetto ho le mie buone ragioni che non spiego qui perché genererei discussioni troppo accese e in ogni caso fuori dal contesto dell’articolo. Se le può interessare le mie ragioni le ho esposte tempo fa direttamente ad Anonimi in un paio di risposte. Poi naturalmente lei è liberissimo di seguire quel sito ed apprezzarlo e liberissimo il sottoscritto e chiunque altro di criticarlo.
        Per quel che mi riguarda, su questo argomento discorso chiuso.

    • Nicola ha detto:

      Quasi tutti gli spifferi di anonimi della Croce si sono realizzati. Dove è quindi il sito farlocco ? E tutto questo in anticipo su tanti accreditati vaticanisti che sono arrivati in ritardo sulle notizie anticipate da Fra Cristoforo. Inoltre si nota in questo Sacerdote una ansia per la salvezza eterna delle anime che oggi è di pochi sacerdoti. Ce ne fossero. E concludo dicendo che è inoltre preparato e per quanto riguarda il Vangelo lo presenta nella sua scomodità senza annacquarlo come fa la maggioranza dei Ministri di Dio al giorno d’oggi.

  • deutero.amedeo ha detto:

    Dopo il pronunciamento del Gran Consiglio del 25 luglio 1943, Benito Mussolini non esitò, dopo la restaurazione di Salò, ad ordinare e far eseguire la fucilazione per alto tradimento del genero Galeazzo Ciano. A nulla servirono le suppliche e le lacrime della figlia Edda.
    Non c’è niente da fare: la personalità dei dittatori sembra ottenuta con la carta a ricalco. Bergoglio non farà fucilare nessuno, ma in compenso sa molto bene come uccidere moralmente gli avversari.

  • ago86 ha detto:

    Non so quanto ci sia da fidarsi del blog “anonimi della croce”. Ritengo assurdo che un sito del genere spiattelli apertamente di avere fonti in Vaticano e nessuno si accorga di tali “fughe di notizie”. Peraltro i loro “spifferi” erano notizie pubblicate poco tempo prima da altri siti in rete. Quanto alla campagna denigratoria, beh hanno fatto una previsione che poteva fare chiunque: Bergoglio ha sempre fatto così in passato.

    Non c’è molto da fidarsi di quel blog.

    • Luca Gili ha detto:

      Sì appunto: esattamente il mio pensiero. Ma, come sappiamo, c’è da fidarsi e parecchio di Tosatti. Allora, mi chiedo, perché Tosatti si fida di Anonimi della Croce?

      • wp_7512482 ha detto:

        Tosatti si fida solo di quello che ha in tasca. Rilanciare una notizia, sotto responsabilità altrui, non vuol dire fidarsi. Mi sembrava interessante, lasciando onori e onori ad Anonimi, fare sapere che c’era; e sottolineare la coincidenza con il tweet pubblicato. Posso solo aggiungere che in passato, da fonti mie molto solide, ho saputo che in alto loco si era discussa una strategia anti critici analoga a quella di cui parla Anonimi.

        • Luca Gili ha detto:

          Grazie mille della sua risposta. Avevo frainteso il suo post. Tanti complimenti e grazie mille della sua opera!

    • Colaus de Arce (Francesco) ha detto:

      @ ago86
      “Non c’è molto da fidarsi di quel blog.”

      Neanche di lei Ago86 (ovviamente a ciò che ha postato non in quanto persona)

  • Vito ha detto:

    E rieccolo.
    Faggioli, il solito giovincello della scuola di Bologna che, dalla sua comoda cattedra, pretende di dare lezioni a chi ha dimostrato di essere pronto a dare la vita per Cristo in un paese come il Kazakistan.
    Vorrei vederlo il barbetta in Kazakistan … probabilmente insegnerebbe storia del comunismo o storia dell’islam.
    Comunque adesso aspettatevi tutto il reparto ortofrutta all’attacco, dopo Faggioli, arriverà Melloni e, a seguire, una lunga serie di finocchi.

  • Sulcitano ha detto:

    Nel Santo Nome di Gesù, continuiamo con fede, la nostra buona battaglia a difesa della sana e santa Dottrina Cristiana.
    Non siamo, e mai saremmo soli. Cielo e terra, saranno uniti nella comunione dei Santi, e il Bene, prevarrà sul Male. Preghiamo
    SIA LODATO GESÙ CRISTO!

    • deutero.amedeo ha detto:

      Però, Sulcitano, non sottovalutiamo un fatto: Bergoglio è portatore del cristianesimo com’è percepito e vissuto in certe periferie del mondo. Segno evidente che in quelle periferie il cristianesimo è stato insegnato molto male. Un po’ di mea colpa dovremmo recitarlo anche noi. Per noi intendo tutta la Chiesa cattolica presente e passata che non ha saputo trasmettere correttamente l’autentico messaggio cristiano .

  • Echenique ha detto:

    Forse saranno solamente 5, ma la Veritá é una : Gesú, e Gesú é con loro, perche difendono l’indisolubilitá matrimoniale ristabilita per Gesú, come Tomasso Moro, come Giovanni Battista, che l’Amoris butta per terra perche non crede alle parole, come Sosa.

  • Caro Direttore:
    Sto scrivendo con prove un ed un’altra volta da quando fu scelto Papa questo individuo che abbasso il travestimento di Francesco – di Assisi – sta il profetizzato “Pastore stolto e falso profeta” che prepara quello verso l’Anticristo: Zaccaria ed Apocalisse.
    Perché niente: che se è il Santo Padre, che se è un cattivo Papa, che se è un dittatore, che se è un anti-Papa, “ecc” – il “ecc” è il motivo di divorzio exprès cattolico -.
    Caro Direttore: se non si capisce che Francesco è il profetizzato “Pastore stolto e falso profeta” ci saranno silenzi, confusioni, dubbi, paure, ci sarà di tutto e non si capirà niente di quello che sta passando e di quello che passa nella Chiesa e nel Mondo.
    Che cosa fare…? Non lei voi, perché io smisi di stare in comunione col gesuita Jorge Mario Bergoglio Sivori dallo stesso momento che pensò e giudicò essere degno vescovo ausiliare: bisogna andare “all’inizio” delle cose, dei temi, per comprenderli e sapere dove stiamo e dove andiamo.
    Caro Direttore: non può trattarsi Satana come “angelo di luce” perché va travestito di angelo di luce, e se non si capisce questo tanto semplice non si capisce niente.
    Saluti.

  • Vittorio ha detto:

    Innanzitutto ringrazio sinceramente il dottor Tosatti, perche’ UNICO, ha dato parziale parola o piena, a chi non condanna Bergoglio.
    Chiedo pero’ se esiste un blog, dove il moderatore sia un progressista. Per discutere tra noi. Spettro, Marzocco, don Ezio…
    Mi stupisce il silenzio dei vescovi polacchi, o di radio Maria polacca. Forse son scossi dai fatti in Israele ?
    In quanto al vangelo..a me e Marzocco? sembra che Gesù dice sia lecito ripudiare la moglie o il marito fedifrago, e sia meglio non sposarsi.
    Per infangare alcuni….lasciamo stare.

  • Vincenzo ha detto:

    Queste notizie mi portano alla mente quel sacerdote ambrosiano che pochi mesi fa, esponendogli i miei dubbi sull’agire di papa Francesco in merito a come segue da lontano il ‘magistero di sempre’ mi ha urlato in confessionale: LEI è un fedele di destra che vuole lo SCISMA dentro la Chiesa!!!

    Un ‘fedele di destra’?… Fatte le debite proporzioni, ci manca solo che ora definiscano FASCISTI quei cinque cardinali…

    • Lo spettro di QC ha detto:

      Vincenzo scusi, due giorni fa abbiamo constatato che tre dei più feroci utenti del blog (Gian, Catholicus, Ira Divina che si autodefinisce ”reverendo” senza esserlo) considerano ”defensor fidei” uno che fa propaganda a Julius Evola e amici.
      È giocoforza che poi qualcuno parli di ”fedeli di destra ”, facendo di tutta l’erba un fascio littorio.
      Sarebbe compito dei tradizionalisti cattolici smarcarsi definitivamente da certi tradizionalisti pagani, se no è come cercarserla. Non pensa?

      Solo per completezza: destra e fascismo sono due cose diverse. Legga Bottai e capirà.

      • Alessandro2 ha detto:

        Dai, faccia uno sforzo anche lei: si smarchi da questa pretesa superiorità morale che trasuda da ogni suo post. Altrimenti continuerà ad assomigliare ad un comunista. Non uno di sinistra, attenzione: proprio un co-mu-ni-sta. Legga Lenin e capirà.

      • Gian ha detto:

        “In Italia i fascisti si dividono in due categorie, i fascisti e gli antifascisti” (Ennio Flaiano).

        Tu spettrino vacuo e calunniatore appartieni alla seconda.

      • catholicus ha detto:

        O bel mi’ spettro: ma te le leggi le cose “cattoliche” che scrive Lamendola ? Personalmente non so chi cacchio sia ‘sto Julius Evola e amici; di Lamendola leggo solo, e commento e diffondo, gli articoli che smascherano le falsità di Bergoglio e soci, e ti assicuro che sono cattoliche al 100%; il resto del suo pensiero (un fiume in piena, per me impossibile da conoscere tutto) non lo curo e non lo leggo. Ti basta questo? Fossi in te ci andrei piano con le offese a destra e sinistra, si ritorcono tutte contro chi le fa. Comunque buon anno anche a te, pace e bene !!! (poi sappi che io non ho mai votato a destra, ma nemmeno a sinistra, sempre e solo chi mi dava garanzie di essere credente e praticante; comunque i sinistrorsi cattocomunisti mi danno il vomito)

        • Lo spettro di QC ha detto:

          Bene Catholicus,
          grazie per il chiarimento.
          Per approfondimenti su Julius Evola e le rune puoi chiedere a Gian.
          Per quanto mi riguarda, ti rinnovo il mio invito originario: prima di chiamare qualcuno ”defensor fidei” controlla bene di chi stai parlando. Ne guadagni tu e ne guadagnamo tutti, evitando che passi l’idea che il cattolico sia uno che flirta con o indulge verso assurde forme di tradizionalismo pagano, ariano, razzista, esoterico e pure un po’ nazistoide.
          Bene quello che dici sul cd. catto-comunismo: altra malattia, esattamente speculare, da debellare.
          Chiarite le reciproche posizioni, romanamente * saluto!

          * in senso cattolico e apostolico, ovviamente

          • Gian ha detto:

            Ti sbagli ancora spettrino, non so dove tu abbia scovato le rune di cui parli, di Evola conosco solo il nome per averlo letto e francamente non ho perso tempo per andare a indagare. Finora quanto ho letto del prof Francesco Lamendola non ho trovato una virgola fuori posto, vorrei avere la fede che ha lui e vorrei che i nostri pastori, specie quelli con più alto incarico fino al vertice ci parlassero di Fede, del Vangelo e cose dello Spirito come ne parla lui, invece di cianciare sull’eretico Lutero e di (falsa) missericordia. Invece di perdere tempo a guardare il dito a chi ti indicava la luna avresti fatto meglio a leggere gli articoli segnalati e ti saresti reso conto di persona che Evola non c’entra una cippa. E adesso abbi l’umiltà di andare a leggerti l’ultimo articolo che ti avevo segnalato, che tra l’altro non è nemmeno di Lamendola ma di Roberto Pecchioli. O ritieni un “appestato” anche lui?

          • Lo spettro di QC ha detto:

            Caro Gian,
            A me sono bastati 3 minuti su google e altri 2 sui motori di ricerca dei due siti, per smascherare il ”defensor fidei”.
            Inolte è inutile che fai il finto tonto: è bastato vedere le tue reazioni – ben diverse da quella di Catholicus – per capire che avevi ben compreso di cosa stesso parlando.
            Infine, la mia era una critica all’uomo e un invito a non promuoverlo ad apologeta cattolico. Non ad uno specifico articolo.
            Saluti.

          • Gian ha detto:

            Insisti allora. Vai in pace spettrino, che Dio ti accompagni e ti mostri la retta via. Tu cerca di non far vergognare il tuo angelo custode.

          • Lo spettro del Ranzani ha detto:

            Vaaaa bene!! 🙂

            QC

      • Ira Divina ha detto:

        Allo spettro del qualunquismo (QC) io non sono né di destra né di sinistra, sono semplicemente uno che cerca di servire il Signore nella verità, visto che il Signore stesso ha detto: ” chi è dalla verità ascolta la mia voce!” Lei è come un bronzo che risuona è un cembalo che tintinna! E non è in questo blog per aiutare la verità ad essere conosciuta, ma solo a creare confusione anche con le sue spiritosaggini. Ma forse questo è proprio degli spettri. 🤗🤗🤗

      • Ira Divina ha detto:

        Chi sono io Sig. Spettro di QC lo sa solo Dio! E se ho detto che sono un reverendo è perché lo sono. Chi sia lei dietro questo nik poco importa visto che ha cambiato qualifica più volte! Ma forse per conoscerla meglio bisogna scendere come Dante in uno dei gironi e chiedere? Mi riferisco al mondo degli spettri ovviamente.😂😂😂😂😂

      • G.Gervasi ha detto:

        @ Quanta Cura
        Dov’é il nesso tra i “duri” di un blog e il confessore urlante?
        Che le cattive maniere sudamericane siano entrate a far parte della prassi del confessionale italiano, che il Gran Mufti di Santa Marta vuole misericordioso e “tenero”?
        All’urlo dal confessionale per uno di Destra corrisponderebbero allora le carezze e la voce melliflua di monsignore per uno di Sinistra, ammiratore del bergoglioso e delle sue scemenze. lol
        Che il confessore abbia reagito cosí dopo aver letto come lettura del mattino Gian, Catholicus e Ira Divina su questo blog?
        Che Destra a Fascismo siano due cose diverse é una banalitá. La cui conoscenza non dipende certo dalla lettura del Bottai. Mi ricorda le parole del genitore benevolo verso il figlioletto cretino: “un giorno capirai!”

    • Claudius ha detto:

      Avresti dovuto rispondergli: e tu chi sei per giudicare?

  • Nato ieri ha detto:

    Nato ieri: Nulla di nuovo sotto il sole. Giä Roncalli (Giovanni XXIII) di triste memoria nel scorso del suo scandaloso discorso d’apertura si permise di denigrare pubblicamente il cardinale Ottaviani. A padre Tucci della Civiltà cattolica dichiaro i seguito, di essere pienamente soddisfatto dell’andamento del concilio. Avvrebbe pienamente percepito le implicazione del suo discorso inaugurale. In seguito rimprovera al Sant’Uffizio di volere commandare e pur lodando le buone intenzioni del Cardinale, di Monsignor Parente e altri dichiara di non potere approvare il loro modo di agire, cioè il loro impegno per un cattolicesimo integrale.
    Critica poi severamente Padre Trompche si era permesso di fare certe osservazioni a dei vescovi dimostrando loro la poca stima che aveva nei loro riguardi. In altra parole Roncalli rimprovera a padre Tromp di ragionare da cattolico e di non avere una mente ecumenicamente viziata pari alla sua.

    • Alessandro2 ha detto:

      Vogliamo parlare di San Pio e i primi due papi post-cv2?

    • deutero.amedeo ha detto:

      Se uno, oggi, uccide suo fratello, non può dire a sua discolpa che milioni di anni fa Caino uccise suo fratello Abele.
      Qui stiamo commentando i detti e i fatti dell’attuale pontefice.
      Detti e fatti che, in assoluto, sono spesso vergognosi al di sopra di ogni sospetto e al di sopra di ogni confronto.

  • Pier Luigi Tossani ha detto:

    Direi che il problema è un altro… ossia, che al popolo, all’opinione pubblica, dei Dubia, delle Correzioni filiali, delle Professioni di fedeltà, della verità, dell’escatologia dei Novissimi, della profondità dell’anima, per quanto cogente e ineluttabile sia questo pacchetto, importa poco o nulla.
    E’ questo il vero problema del popolo senza guida, che poi porta al fatto, esempio, che don Frode possa dire i suoi abomini apostasiaci durante la celebrazione eucaristica, complice la stolida accettazione del suo popolo, e senza che il vescovo suo superiore batta ciglio.

    Circa il recente passato, circa i Quattro dei Dubia, a parte le punture di spillo dei vari patetici Spadaro, Mancuso e Melloni, il fatto rilevante è stato il silenzio tombale della gerarchia ecclesiastica, a parte le poche, note eccezioni. Non sono usciti, a carico dei Quattro, i dossier al fango di cui si ipotizza in questo articolo. Non c’è nemmen bisogno.

    Lo stesso per Diane Montagna, una “signora nessuno” che non conta nulla, come i suoi tweet. Il popolo si sta distruggendo da sé, non c’è nemmen bisogno dei presunti complotti di Bergoglio contro la gerarchia dissidente.

    • Sempliciotto ha detto:

      Disamina ottima, soprattutto sulle metodiche adottate fin’ora dai gerarchi modernisti.

      Ma per esperienza personale e direttissima posso affermare, senza ombra di dubbio, di conoscere nome e cognome di decine di cattolici praticanti, che, in cuor loro, covano gli stessi sentimenti di Gesù nell’atto di scacciare i mercanti dal Tempio.

      Il servizio di informazione chiarificatore di Tosatti, Cascioli, Valli, Socci e compagnia danzante, sta sortendo molti più effetti di quel che si possa pensare.

      Anche da alcune Università Pontificie mi giungono notizie di amici che raccontano dello sconvolgimento e della rabbia, degli stessi docenti, per ciò che sta avvenendo nella Chiesa di Cristo.
      È chiaro, ormai, come stia per succedere qualcosa di importante, consapevoli anche del fatto che il Diavolo fa le pentole, ma non i coperchi, e che quindi nella sua azione vi siano sempre delle falle grandi come una casa, pacchiane perfino, e sempre più sotto i nostri occhi ogni giorno che passa.
      Il padrone del mondo crede, attraverso i suoi satelliti, di bianco, di rosso, di viola vestiti, e abilmente posti nella stanza dei bottoni in Vaticano, di manipolare i Cattolici con le stesse armi con cui ottenebra i popoli della terra;
      dimenticando, però, un piccolo particolare… che noi, non per merito, ma per Grazia, abbiamo dalla nostra parte un certo tizio chiamato Spirito Paralitico che non solo è con noi, ma vive in noi.
      Spirito a cui sono bastati 12 uomini, per lo più pescatori, per cambiare il mondo.
      Il Signore degli Eserciti sconfigge Golia dando una fionda in mano a un bambino e schiaccia la testa al Serpente col calcagno di una Casalinga.

      • Alessandro2 ha detto:

        Paraclito (correttore automatico colpisce ancora 🙂 ). Ma vista la tragica stasi della situazione potrebbe calzare anche il refuso. Mi associo a Tossani e Sempliciotto ed appoggio la loro acuta disamina: se è vero che molti si sono persi, resterà sempre un resto di fedeli veri, fossero anche le vecchie zie e il panettiere sotto casa, a contrastare in spirito e verità cardinaloni e vescovoni. L’ha promesso Gesù.

        • Sempliciotto ha detto:

          Non ci posso credere, scrivi Paraclito e ti scrive Paralitico, poi dicono che gli smartphone non siano strumenti diabolici…😨
          Ti ringrazio Alessandro

    • Maria Cristina ha detto:

      Pire Luigi Tossani
      “Il popolo si sta distruggendo da se’

      No il popolo e’ manipolato. Il popolo e’ ingannato. Il popolo e’ vittima della propaganda.
      Si chiama manipolazione delle masse. Le masse seguono sempre, non prendono iniziative personali.
      Come un gregge di pecore vanno dove le porta il pastore. Se si fidano del pastore.
      Il paragone fra guida religiosa e ” pastore” e’ piu’ profondo di quanto si pensi: i fedeli seguono le direttive delle guide religiose come le pecore seguono i pastori perche’ si fidano .
      Ma che succede se i pastori portano il gregge non a verdi pascoli ma sul’ orlo dell’ abisso?
      Succede quel che vediamo oggi: le pecore seguono COMUNQUE i pastori fin sul’ orlo dell’ abisso. Magari poi qualcuna fra le pecore comincia a non fidarsi piu’ ….
      I cattivi pastori sono responsabili della sorte delle pecore.
      Il prete che ha fatto ridere i parrocchiani dichiarando dal pulpito Al credo non ci credo e’ responsabile del riso idiota dei suoi parrocchiani. Un cattivo pastore religioso porta molte anime alla perdizione.

      • deutero.amedeo ha detto:

        Facciano attenzione però, i falsi pastori. Quando il gregge -il popolo- si rende conto di essere stato ingannato diventa feroce. Piazzale Loreto, nella sua orrenda realtà, ne è un chiaro esempio e monito. Il popolo è bue e pecora, ma fino ad un certo punto. Poi, quando la rabbia scoppia, è peggio di una bomba nucleare.

  • peter ha detto:

    E’ giunto il momento che i veri Pastori si uniscano contro la falsa chiesa! E’ il momento di testimoniare la Verità.
    Sono convinto che altri vescovi si uniranno ai tre presuli “coraggiosi”.
    Ormai le due chiese, quella vera e quella falsa, sono in lotta.
    Lo scisma è dichiarato con la “correzione” dei tre vescovi, supportati dai due vescovi italiani. Mi sorprende il silenzio dei due cardinali dei “Dubia”! Attendiamo fiduciosi.
    Via gli eretici dalla nostra Santa Madre Chiesa!

  • Egli ha detto:

    Se la campagna di denigrazione é al livello del messaggio di questo Massimo Faggioli i 5 vescovi possono dormire sonni tranquilli…

  • tubifex ha detto:

    A questo punto, se si aggiungessero altri vescovi firmatari, la campagna denigratoria fallirebbe miseramente e si ritorcerebbe sugli autori come un boomerang. Avanti dunque…

  • Adriana ha detto:

    Don Basilio(caricatura del gesuita)canta:”La calunnia è un venticello…”Oggi diviene un tornado assai facilmente.