L’ABATE FARIA RICORDA PADRE PIERO GHEDDO. E RICORDA A CHI NON VUOLE SENTIRE CHE MISSIONE È ANNUNCIARE CRISTO, NON STARE ZITTI…

Marco Tosatti

L’Abate Faria ricorda padre Piero Gheddo. E vuole mettere i puntini sulle “i” sull’essenziale di un elemento che è costitutivo del cristianesimo: l’annuncio della Parola di Dio. Così come fu il mandato affidato agli apostoli, l’annuncio di una Buona Novella. Correggendo anche l’idea che la testimonianza debba essere muta e silenziosa. Come piace tanto a chi della Chiesa è ed è sempre stato nemico. Una tesi che ha trovato alleati impensati e inspiegabili al vertice della Chiesa cattolica. Basta ricordare le condanne del Pontefice regnante contro il proselitismo, di cui si vuole vedere solo l’interpretazione negativa…Ma eccovi l’abate Faria.

Padre Piero Gheddo, scomparso oggi, compì la sua missione principalmente per mezzo della carta stampata. Mentre elevo al cielo una preghiera per il riposo eterno della sua anima, mi interrogo su cosa debba essere un missionario.

Ho fatto da giovane sacerdote una breve esperienza in Africa e ho sempre pensato che la mia unica missione fosse quella di annunciare Cristo.

Il missionario non è quello che si imbarca in una esperienza di vita di quel genere per apprezzare le culture locali; i locali non hanno bisogno dei missionari per quel tipo di conferma.

Il missionario non è un operatore culturale, un assistente sociale, un paramedico. Tutte queste cose, che certamente possono anche esistere nel missionario, devono soltanto condurre le popolazioni locali a conoscere ed amare Dio.

Bisogna stare attenti, oggi come oggi, a chi si converte e a che cosa, in quanto ho visto alcuni che predicavano la conversione del missionario alla cultura locale piuttosto che la conversione di questa all’annuncio cristiano.

La missione è portare Cristo, tutto il resto è in più.

Abate Faria



Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa”.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina.

29 commenti su “L’ABATE FARIA RICORDA PADRE PIERO GHEDDO. E RICORDA A CHI NON VUOLE SENTIRE CHE MISSIONE È ANNUNCIARE CRISTO, NON STARE ZITTI…”

  1. Il pensiero di P. Gheddo in uno slogan: Evangelizzazione è (la prima) promozione umana.
    Ciò a cui oggi la Chiesa non crede più di tanto.

  2. Notizia n. 1 – Auguri per l’orticaria ai sedevacantisti, anticonciliaristi e tristi figuri vari

    http://www.lastampa.it/2017/12/21/vaticaninsider/ita/vaticano/paolo-vi-individuato-miracolo-sar-presto-santo-qzvmvmeob1RAeFXSHtBuDP/pagina.html

    Notizia n. 2 – Durissimo discorso natalizio del Papa-Duce alla Curia. Gustatevi il video e tutta la sfilata di cardinali.
    Rilievi:
    – uno più brutto dell’altro. In gessato scuro sembrerebbero personaggi del Padrino
    – sarah l’unico che si inginocchia davanti al papa (anche l’unico non brutto)
    – saluti cordiali con burke
    – brandmuller in stampelle
    – kasper sembra una bertuccia
    – freddo saluto con ravasi
    – ultragelido saluto di muller
    A voi!

    http://m.vatican.va/content/francescomobile/it/speeches/2017/december/documents/papa-francesco_20171221_curia-romana.html

    1. Ma quando il figlio dell’uomo tornera’, trovera’ la fede sulla terra?

      Si puo’ interpretarla in tanti modi. Il più probabile e’ un terzo: il figlio dell’ uomo non tornera’ presto (in senso cronologico), lo dico da pessimista 😝

      Invece, cerchiamo di fare “i profeti”:

      Bergoglio e’ il falso profeta, sta’ uccidendo la fede, e Cristo sta per tornare. E uno.

      Benedetto ha indetto l anno della fede, e non c’è l ha fatta a terminarlo: altro segno.

      Che poi la fede di molti credenti sia scossa lo dice il catechismo.

      In realta’ io non so se il figlio dell’ uomo non tornera’ presto (in senso cronologico) ma non lo posso escludere. Se non ha detto ne giorno, ne ora, non possiamo far congetture ma nemmeno escluderle.

      1. Sull ultimo avvento.

        Per la ragione:
        Gesu’ non e’ tornato presto e il cristianesimo si e’ fatto istituzione autoreferenziale

        Per la speranza contro ogni speranza?

        Come la fine del “messaggio all’imperatore”: “Nessuno puo’ passare di lì, tantomeno con il messaggio di un morto, ma TU stai alla finestra e ne sogni: quando viene la sera”.

        https://it.m.wikipedia.org/wiki/Un_messaggio_dell%27imperatore

        Per la fede

        Venga il tuo Regno!

        Aspetto la resurrezione dei morti e la vita del mondo che verra’.

        Il Regno e’ già e non ancora. La fede crede, nella Parusia, in modi diversi forse (ben lo sapeva Benedetto quando nella catechesi 1 TS riferendosi ai primi cristiani e al maranatha’ diceva che oggi e’ difficile pregare così). Ma la fede e’ oltre la ragione. Oltre il sepolcro. Ed e’ anche vero che per trovarla bisogna perderla, forse.

    2. E che mi dici Spettro dello scandalo del bergoglionosssimo card. Maradiaga fautore della ” chiesa povera per i poveri” che si è’ scoperto avere preso PER ANNi 35. Oro euro al MESE da una sedicente universita’ ‘ cattolica honduregna ed e’ indagato in patria per strane storie di soldi?
      Il caro Maradiaga capo del G9 , amicone di Francesco, quello che appena poteva sparlava di Müller?
      Credo che il prossimo saluto con Maradiaga-manigoldo, sia ancor più’ gelido che con Müller!
      O almeno credo: ma non e’ detto forse Maradiaga- manigoldone ipocrita pauperista da 35000 euro al mese e’ piu’ simile a Bergoglio….

      1. L’ inchiesta su Mariadaga la poté leggere su Espresso – Repubblica. E’ devastante. Credo che Spettro rimarra’ per un po’ senza parole.

        1. Tutti hanno i loro traditori. E le loro debolezze. Wojtila fu tradito da un ex cristeros. In cui probabilmente vedeva, lo stesso anticomunismo, passato.
          Mi pare che l espresso riferisca la critica al collaboratore di Maradiaga. Uno dei tanti progressisti rimossi. A sto punto postiamo l articolo.😂

          1. Spettro ti chiami ora Dal Profondo , che ti e’ successo ti hanno ” sprofondato” nel piu’ nero dell’ Aldila’?

    3. Si, si ma andiamo al sodo.
      Se un padre da dei figli di puttana ai suoi figli si dà del cornuto e da’ della puttana alla moglie.

  3. Voglio ricordare accanto al grande padre Gheddo, un altro sacerdote circa suo coetaneo, e anch’egli recentemente passato alla Vita, anch’ egli dedito per molti anni all’animazione missionaria nella Lega Missionaria Studenti – il Padre Cristoforo Sironi, gesuita. Eh sì, c’erano dei gesuiti veramente sacerdoti e veramente missionari, v

    1. continuo dopo interruzione informatica: veramente cattolici, come il caro amico padre Cristoforo. C’erano !

  4. OT
    Richiesta all’amico Tosatti.
    Potrebbe aprire una discussione sul discorso di questa mattina (21/12/017) rivolto da sua santità ai membri della curia romana in occasione degli auguri natalizi?
    Grazie!

      1. Altro OT su Moro 😑

        Approfitto della troppa bonomia di Tosatti, che non solo pubblica i pro Bergoglio, ma anche “i fuori tema”?

        Il compromesso STORICO non sarebbe piaciuto nemmeno all’ URSS. Moro era minacciato da Kissinger, Berlinguer dai russi.

        https://it.zenit.org/articles/quando-i-comunisti-bulgari-tentarono-di-uccidere-berlinguer/

        I comunisti italiani non erano il PCUS.

        In quanto alle novita’ di oggi. Ha randellato? Io l’ avrei fatto gia’ prima. Una contestazione così….ma io sono, e mi dispiace, molto imperfetto.

        Inoltre c è un un altro pezzo grosso, che predicava pauperismo, ed era pieno di soldi. Un bergogliano.
        Mi pare Francesco non abbia fatto nomi e quindi l invito a collaborare tocca a tutti.

      2. probabile che Francesco I sia sull’orlo di una crisi isterica. Forse non tutto è andato come avevano previsto, qualche problemino inizia ed iniziano ad averlo: le pietruzze iniziano a cadere,il terreno è diventato franoso. Sopravvivere a una frana di pietre o di fango dipende dal fatto di essere vigili al momento della sua formazione e dalla consapevolezza di ciò che sta accadendo…per poter sopravvivere al peggio che deve ancora arrivare.

  5. Ai nostri giorni, il mandato di Cristo Signore, di andare per tutto il mondo per parlare e testimoniare la lieta novella della Sua salvezza eterna è più che attuale e necessaria, affinché tutto il mondo conosca e incontri l’amore di Gesù.”… perché ogni lingua proclami che Gesù è il Signore a lode e gloria di Dio Padre”. Questo sarà anche proselitismo per qualcuno o per i tanti. Per noi poveri e umili Cristiani è semplicemente Amore e Vita Eterna: credendo, operando e confidando con tutto il cuore e l’anima in Gesù di Galilea.
    SIA LODATO GESÙ CRISTO!

  6. ” Se un giorno della Pasqua del 33 D.C. era stato chiaro che un giorno era morto , tre giorni dopo ecco l’impensabile , oltre ogni morte e scongitta schiudersi il primo giorno di una nuova creazione.
    Dio camminava di nuovo nel Giardino nel fresco di un’alba e l’umanitá risorgeva con Lui e l’Annuncio corse per il mondo con il vento e la foga di messaggeri che proclamavano quel portento apocalittico , e non è fantasia dire che quei messaggeri corrono ancora .”
    No, caro Chesterton quei messaggeri ora non corrono più, qualcuno ha detto che il loro messaggio poteva anche essere interpretato come “conquista ” simile a quella dei guerrieri dell’Islam che a cavallo e con loro scimitarre “conquistarono ” nel 700 D.C. l’Africa settentrinale e la Spagna cristiane.
    Anche questo rientra nelle ricostruzioni storiche da ” brivido ” di Bergoglio ma che rientrano perfettamente nel suo ” progrsmma”.
    Niente conversioni ; del resto a chi e perché dato che tutti si salvano e tutte le religioni sono messe sullo stesso piano?Tutti uniti nel grande abbraccio della chiesa ecumenica , ambientalista , pacifista , quella che Solovev attribuiva all’Anticristo.
    Succederá? Forse ci salveranno gli Imprevisti.

    1. Bellissime quelle parole di GK Chesterton. Da salvare e ricordare. Sursum corda, i messaggeri ripartiranno, quando Dio vorrà!

  7. Fine 1960 o inizio 1961. Non ricordo bene. Ricordo, invece, in modo molto vivo la testimonianza che ci portò un giovane missionario OMI della diocesi nella quale abito. Ci parlò della sua esperienza a Luang Prabang, in Laos, con un confratello della diocesi di Trento, Padre Mario Borzaga, entrambi sacerdoti da pochi anni. Un’esperienza terribile dal punto di vista di noi occidentali. Quelli erano gli anni in cui i Pathet Lao combattevano il governo del principe Souvanna Phouma, i tempi in cui c’erano frequenti bombardamenti sulla Piana delle Giare, complici anche i Vietkong (quel luogo archeologico, infatti, confina con il Vietnam). La vita era incredibilmente dura; spesso si cibavano di insetti per sopravvivere. Ma erano felici, perché erano riusciti ad aprire una missione e a fondare una piccola comunità Cristiana.
    Il 25 aprile del 1960, Padre Mario e un catechista laotiano, Paolo, lasciarono la missione per andare a fare visita ad un villaggio lontano, al di là di una foresta. Non tornarono più e non furono più trovati. Il confratello di Padre Mario quando parlò a noi di quella esperienza era pallido, emaciato, piangeva. Ci disse che non vedeva l’ora di tornare nella sua missione e di rivedere i suoi fedeli laotiani, ma i medici glielo proibirono perché avevano intravisto nelle sue condizioni psichiche possibili rischi di pazzia.
    Padre Mario Borzaga fu proclamato Beato due anni fa a Vientiane, capitale del Laos.
    Questo è un esempio eclatante dell’eroismo di cui è capace un innamorato di Cristo, non ‘una solenne sciocchezza’!

  8. E disse loro:”Andate per tutto il mondo, predicate il vangelo a ogni creatura” … “Andate dunque e fate miei discepoli tutti i popoli battezzandoli nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, insegnando loro a osservare tutte quante le cose che vi ho comandate”. Parola di Gesù. Questa è l’unica missione della Chiesa; Gesù non ha mai detto di tacere per evitare di fare proselitismo.

    1. Non solo! Le prime tre opere di misericordia spirituale ( di cui SS. non parla mai) sono:
      – Consigliare i dubbiosi
      – Insegnare agli ignoranti
      – Ammonire i peccatori

      Tre attività esattamente all’opposto del tacere per non creare problemi di comprensione.

    1. Apprendo solo ora della morte del rev. Gheddo: che possa la sua anima godere prestissimo della visione beatifica casomai non l’avesse avuta già immediatamente dopo il trapasso.
      Ma sopratutto p. Gheddo continui a fare il missionario di N.S.G.C. anche dall’Aldilà intercedendo per la conversione di noi che siamo ancora quaggiù.

  9. È sempre più evidente che la ‘chiesa’ di oggi vuole smentire ciò che si è sempre fatto su esplicita indicazione di Gesù

I commenti sono chiusi.