VATICANO. UNA NOTIZIA AMBIGUA; UN’INDISCREZIONE E UNA VOCE CHE SPERIAMO NON SIA CONFERMATA SU MONS. GAENSWEIN.

Marco Tosatti

Dal Vaticano una notizia, un’indiscrezione e alcune voci, che speriamo non confermate. Ma andiamo per ordine.

Come vedete dalle foto postate sul sito Facebook di Radio Spada, negli Acta Apostolicae Sedis, fascicolo 10/2016 è stata pubblicata la lettera – privata – del Pontefice ai vescovi argentini, dopo che questi avevano emanato direttive per l’applicazione del capitolo 8 (quello delle famose noticine sulla comunione ai divorziati risposati) di Amoris Laetitia. Direttive che come è stato notato e sottolineato qui sono tutt’altro che limpide.

La pubblicazione della lettera sugli Acta è corredata da una breve nota, del Segretario di Stato, il cardinale Pietro Parolin, che con un “Rescriptumi ex audientia SS.mi” del giugno 2017 dà notizia che il Pontefice stesso vuole che i due documenti – le linee guida e la lettera – siano pubblicate sul sito elettronico degli Acta Apostolicae Sedis.

La notizia non può che alimentare ulteriormente la confusione e l’incertezza intorno alla discussa esortazione apostolica, e al modo di agire del Pontefice. Che appare, ancora una volta, lontano dalla chiarezza e dalla dirittura che molti fedeli si aspettano. Non si dà una risposta ai cardinali dei Dubia, non si dà risposta a lettere, petizioni e altre iniziative di studiosi, teologi e semplici fedeli disorientati dalla voluta ambiguità del documento. Ma allo stesso tempo si offre una patina di ufficialità a una lettera rivolta a un membro di una conferenza episcopale.

A che scopo? Per obbligare tutti a un religiosum obsequium a un magistero espresso comunque in forme oblique e ambigue, o per rispondere senza impegnarsi in una risposta diretta, che esporrebbe il Pontefice in maniera inequivoca, ai dubbiosi e ai perplessi? Da semplice fedele la sensazione che tutto questo dà è di fastidio verso un comportamento che si potrebbe definire pretesco, nel senso peggiore del termine.

E, se è vero quanto abbiamo saputo da due fonti diverse, forse è un fastidio condiviso anche in Vaticano. Un cardinale di grande rinomanza, ex diplomatico, e con un curriculum importante alla guida di Congregazioni e uffici di rilievo in Segreteria di Stato, avrebbe rimproverato al papa la sua azione, dicendogli in buona sostanza: Ti abbiamo eletto per fare le riforme, non per sfasciare tutto. La notizia si è sparsa in Vaticano perché la conversazione, se di conversazione si può parlare, si è svolta a livelli elevati di decibel, che hanno superato la fragile barriera delle porte e dei muri. Il porporato in questione è stato uno di coloro che hanno sostenuto la candidatura di Jorge Mario Bergoglio nel conclave del 2013.

Infine una voce che speriamo non trovi conferma. IL 7 dicembre prossimo l’arcivescovo Georg Gaenswein, già segretario del papa Benedetto XVI, compie i suoi cinque anni come Prefetto della Casa Pontificia. E secondo indiscrezioni di buona fonte, potrebbe non essere confermato. Come, peraltro, è già accaduto come sappiamo al cardinale Müller. In base alla regola dei cinque anni, che scatta soprattutto e specialmente se l’interessato non fa parte della cerchia del Pontefice. Nelle ultime settimane mons. Gaenswein è stato fuori Roma per qualche problema legato alla salute, ma ora è tornato. Se la voce fosse vera, si porrebbe il problema della sua collocazione. Improbabile l’ipotesi di una diocesi in Germania; è troppo cattolico. Forse la segreteria di una Congregazione a Roma. O, come Mūller, una messa a disposizione. Speriamo che la nostra fonte si sbagli, comunque.



Questo blog è il seguito naturale di San Pietro e Dintorni, presente su “La Stampa”.  Per chi fosse interessato al lavoro già svolto, ecco il link a San Pietro e Dintorni.

Se volete ricevere i nuovi articoli del blog, scrivete la vostra mail nella finestra a fianco.

L’articolo vi ha interessato? Condividetelo, se volete, sui social network, usando gli strumenti qui sotto.

Se invece volete aiutare sacerdoti “scomodi” in difficoltà, qui trovate il sito della Società di San Martino di Tours e di San Pio di Pietrelcina.

92 commenti su “VATICANO. UNA NOTIZIA AMBIGUA; UN’INDISCREZIONE E UNA VOCE CHE SPERIAMO NON SIA CONFERMATA SU MONS. GAENSWEIN.”

  1. Gaenswein è detestato da Bergoglio, questo in Vaticano lo sanno tutti e circolano diverse dicerie al riguardo.
    Per il resto: carino l’aneddoto del cardinale che litiga col papa, resta da chiedersi però se sia più salame Bergoglio o chi lo ha eletto.

  2. La verità ( immaginaria) sul licenziamento del dirigente dello IOR

    Un noto industriale del settore vitivinicolo ha chiesto al Papa se, contro versamento di una congrua cifra per le buone opere di SS, fosse possibile modificare il Padre Nostro sostituendo le parole “dacci oggi il nostro pane quotidiano” con “dacci oggi il nostro vino quotidiano” .
    Giudicando la proposta molto interessante SS chiama il dirigente proponendogli di realizzare l’affare.
    Ma il funzionario ha risposto: – Santità , non è possibile. Proprio ieri ho rinnovato il contratto con i panificatori-.
    -Per quanto? – chiede SS.
    -Per circa la metà- risponde il miserabile dirigente.
    Licenziato in tronco.

    Buon vichend a tutti dall’amico ” scarpe grosse e cervello fino”.

    1. @ Lorenzo Stecchetti (02.12/01:08 p.m.)
      Nella prossima edizione del Suo libro, tralasci pure il verso:
      “con pentimento e dolore”, siccome il pentimento implica il prendere coscienza che ció che si é fatto é peccato ed il fermo proposito di non commetterlo piú.
      Lo sostituisca pure con “discernimento”, che permette di
      continuare a peccare (oggettivamente, s’intende), di non fare propositi secondo AL irrealizzabili e di non sentire dolore per quanto si é fatto.
      Il discernimento bergogliano é la chiave magica che permette ad una coscienza di non sentirsi colpevole
      pur essendolo, e tutto ció con o senza l’aiuto del confessore (v. e.g. Lettera dei vescovi maltesi ai loro disgraziati fedeli, non censurata dal Vaticano), ma seguendo i propri pensieri
      e le proprie convinzioni, sí, proprio come fanno i nostri
      fratelli protestanti. Ma che pacchia!

  3. Avant tout:prima di tutto..mi pare opportuno e anche necessario evitare di eliminare come-fakes news-opinioni “altre” da quelle che “si suppongono”esser le opinioni-intenzioni di Tosatti,che non vorrei mai considerare un” Capitano,mio Capitano “di una ciurma fanatica.Sono certa che Egli è una persona troppo avveduta per volerlo.Soprattutto ,troppo cristiana per desiderarlo.Per seconda cosa:ritenere di essere il o la S.Sebastiano vittima delle frecce o frecciate di un mostro unico che scrive sotto differenti pseudonimi è da fantascienza.Basti tener in cosiderazione la diversità di stile,grammatica,cultura tra i differenti scritti e scrittori.Terzo:supporre di aver trovato “una famiglia”omogenea e tutta affettuosa allo scopo di rinsaldare la propria convinzione di esser l’unico-giusto-meritevole -portatore di verità e di amore..(l’unico /a da consolare)Beh! la storia o la metastoria è lunga:dall’esempio di Caino e Abele,di Romolo e Remo,fino all’esemplare “Parenti Serpenti” di Mario Monicelli,a tanti,tanti casi della “realtà effettuale”.Inviterei Giusy,cristianamente,a smetterla col tifo da squadra tipo:Ratzinger sì-è buono-Bergoglio no-è cattivo;quelli precedenti sono buoni perchè “tutti” fatti santi subito o poco dopo.Da chi?Dalla medesima Chiesa Kasperiana.Allora, posso proporre Cristina Campo Santa del Durante e del Dopo C.V.II ,che, per difendere il significato e il fine della Liturgia ci rimise quanto le rimaneva della salute e della vita.Inoltre ,tra gli interventi mi permetto di notare una continua altalena di commenti relativi a comportamenti umani o furbastri o disumani, del-per me nefasto-Bergoglio:ossia relativi alla sua “avventata” attività politica e ai principi della dottrina dal medesimo inficiati, a corrente alternata.Perciò auspicherei che ciascun commento,singolarmente,riuscisse a sceverare i due livelli del discorso per una maggiore utilità nel prosieguo del sito.Etiamsi la presenza delle disparate voci può rappresentare una forma di ricchezza spirituale su vari livelli.Allo Spettro di Q.C.chiedo venia parziale per non aver letto in tempo la sua ultima risposta dalla quale evinco però che se Egli non è stato nominato dall’Altissimo a giudicare e a ranger le “gerarchie Angeliche” a cui crede,non è stato ,in parallelo neppur chiamato a ranger le truppe clericali che egli giudica:quale di queste truppe conosce?Ancora:se questa civiltà occidentale -in ogni modo-segnata dal cristianesimo è destinata a estinguersi a breve per Volontà di Dio-quale -?e se perciò tutto va bene:che differenza esiste tra il Suo cristian-cattolicesimo e la visione del “Migliore dei mondi possibile”di Candide del Voltaire?Quanto al prete dal confessionale cibernetico,non mi scandalizza:poveretto,in assenza di direttive pasticcia come può.Si vada a risguardare i manuali dei confessori del 1600 se vuol trovare materia di “eccitazione”.Krafft-Ebing più evoluti.

  4. (OT) Anche ieri sera, come venerdì scorso, Gianluigi Nuzzi e il suo fido tirapiedi Carmelo Abbate, si sono scagliati contro le condotte morali di un ragazzo all’epoca dei fatti quattordicenne nel preseminario della Città del Vaticano, le presunte o reali omissioni da parte di vescovi e cardinali, e descritto con orrore le avances ricevute anni fa dallo stesso Abbate, il quale, fingendosi omosessuale, era stato avvicinato da un vescovo che ne combinava di tutti i colori.
    Una persona di normale intelligenza, considerando questi fatti, dovrebbe ammettere che la presenza di ragazzini con inclinazioni omosessuali in un seminario o preseminario è una scelta per nulla intelligente…
    Inoltre i comportamenti del vescovo citato da Abbate sono molto gravi per la morale cattolica, ma non mi risulta che siano dei reati. Il tutto poi presentato su una rete Mediaset risulta imbarazzante, considerate le abitudini del padrone di casa. Venti minuti che sono stati un’offesa alla logica e all’intelligenza.

    1. @ Enrico lutman (02.12/11:52 a.m.)
      Bé, si sono verificati questi fatti o no?
      Sembra che la testimonianza del ragazzo sia autentica.
      La presenza di omosessuali in seminari, sia tra studenti
      che tra professori, sembra poi essere la norma piú che l’ecezzione.
      E che centra se una condotta peccaminosa sia reato o no?
      Da quando in poi viene dai confessori citato il Codice Penale Italiano quando si tratta di concedere o no l’assoluzione a un adultero o a un vescovo omosessuale praticante?

      1. @Gervasi

        Distinto sign. Gervasi,
        né Gianluigi Nuzzi né Carmelo Abbate sono dei confessori. La tesi di Abbate è che queste cose accadono a causa delle frustrazioni generate dalla morale sessuale cattolica (opinione più volte espressa durante la trasmissione). Questo equivale a dire che la gente uccide o ruba o mente, perché la morale cattolica lo impedisce…
        Nel caso specifico inoltre, si tratta di fatti compiuti fra ragazzi coetanei e quindi sarebbe interessante che codesti giornalisti applicassero la medesima solerzia nel verificare quanto accade fra coetanei nelle scuole, associazioni sportive ecc ecc.
        Certo, ordinare sacerdote un ragazzo con questi problemi è più che discutibile, ma non accetto lezioni di morale né da Nuzzi né da Abbate.

  5. Cara Giusy capisco la tua amarezza e la tua sofferenza; si dira` che non si tollerano opinioni diverse ma quelle degli ” incursori ” non sono opinioni in buona fede dato che basta un minimo di conoscenza senza prosciutto nel cervello di questi quasi 5 anni perche` siano subito smontate, ma tentativi di confondere le persone con con certezze apodittiche truccate con ” battutine sarcastiche ciniche maleducate demenziali ” come dice giustamente Giusy .Io non andrei mai a esprimere le mie opinioni anche se documentate su Vatican Insider perche` ogni blog , come ogni giornale, ha una sua linea editoriale e puo ` ospitare opinioni diverse avvertendo del perche`, ma non elementi di disturbo .
    A Giusy dico :” resta ” pensa solo come ” loro ” stanno brindando a champagne…..

  6. Dialogo (immaginario) fra Papa Francesco e i rohingya.
    – chiedo perdono
    – va bene, perdoniamo. Ma lei finora cosa ha fatto?
    – ho fatto quello che ho potuto
    – e cioè?
    – niente
    – ah! E adesso cosa farà?
    – farò quello che potrò…..

  7. Lo scisma è ormai una realtà. Ci sono due chiese: la vera e la falsa chiesa di Bergoglio e Grillo!
    Ma non sarà il cardinale Burke ad ufficializzarlo!

    1. E noi intanto aspettiamo che passi ” a livella” anche per lui. Spero solo che a nessuno passi per la mente di volerlo santo, ma il rischio c’è e sarebbe il massimo!

      1. Il male non si augura a nessuno. La spada non si augura a nessuno. Se così fosse, me ne frego di esser cattolico, protestante o Baha i. Mi scusi se mi permetto ma e’ il secondo post …..che mi lascia perplesso.

        1. A me basta essere con Cristo e con Dio, se avranno misericordia di me. Se non mi volete tra i cattolici mi dispiace, certo non mi giudicherete voi o qualche papa, che prima brucia l eretico e poi lo fa santo. O lo brucia soltanto. Dio vi benedica

          1. Una volta l avevo gia’ inviata e non fu pubblicata. Non la trovo oscena per le parole di Ezio Greggio ma per l’ “amore” tra “cristiani” nel luogo santo.
            Sono stufo di queste contrapposizioni. Quando sento un luterano dire che il papa e’ l anticristo altri mille altre cose….io partecipo solo nel pregare Dio…. Sono cristiano ma son pronto anche a pregare Dio con un mussulmano, senza IMPORGLI il mio credo e NATURALMENTE senza abdicare al mio. Io non credo forse nel vostro dio…ma chi e’ il vostro dio?

            https://youtu.be/AQOsylHxFv8

          2. Il mio e’ un Dio d unione. Amore. Così lo immagino e lo sento. Tutti siamo suoi figli e vuole salvarci tutti. Scusate la frase “chi e’ il vs Dio”? Sfuggita d impeto e non so se azzeccata. Mi pare Satana significhi anche divisione. Comunque ritiro quel pezzo, da voi IMMERITATO. Vi chiedo ancora una cosa, visto che ci sono: non e’ che questo antibergoglismo sia anche politico? Bergoglio e li sbaglia, SECONDO ME!! esagera con i migranti. I migranti vanno accolti , non messi in pericolo in mezzo al mare, o ingannati di un futuro che non c è. Pero’ che siano tutti figli di Dio non ci piove, e che nel 94 al Cairo il Vaticano e l Islam, si schierarono contro la pianificazione familiare o i preservativi in Africa? Insomma Delle due una o son vita o non son vita. E se e’ vita, magari al loro paese, va aiutata, no?

        2. Paolone, a livella non è un male. È l’unica cosa giusta su questa terra. E poi non è una porta che si chiude ma un portone che finalmente si spalanca sulla Verità , quella vera, al riparo da tutte le bugie, le invenzioni, le illazioni che giornalmente ci vengono propinate da falsi profeti ispirati da un falso spirito santo.

  8. Vedo che gli spettri con il corposo seguito di cloni e cugini, continuano ad imperversare indisturbati sul blog, con l’arrogante convinzione di essere tanto furbi e di poter ingannare tutti con i loro giochini ambigui e deficienti…..del resto se l’albero si riconosce dai frutti, loro sono i frutti di bergoglio a cui piedi stanno prostrati anziché a Quelli di NSGC. Spero che il Direttore non mi seghi ma devo approfittare di questo commento per ringraziare infinitamente molti dei commentatori di questo blog e con particolare affetto Lucy, Gervasi, Gian, Giorgio Rapanelli per la solidarietà che mi hanno sempre offerto…..E anche perché nei loro commenti si dimostrano Anime belle e pulite, dei veri puri di cuore fedeli e sinceri. Io vi saluto, e per non cadere più nella tentazione di tornare sui miei passi, troverò il modo di cancellarmi dal blog. Quando ho scoperto questo blog, pensavo di avere trovato una seconda famiglia, una famiglia autenticamente cattolica e solida con cui condividere la fatica e la sofferenza del nostro Cammino Spirituale in questo tempo volgare e orribile per la Santa Chiesa Cattolica. Invece in breve alcuni personaggi ipocriti , miseri, spocchiosi, saccenti, ambigui, degni emulatori del loro idolo BERGOGLIONE hanno avuto la possibilità di praticamente okkupare il blog imponendo battutine sarcastiche ciniche maleducate e demenziali, alternate a opprimenti e vomitevoli sermoni pro el berghy e pro nuova chiesettina…..senza che chi ha la possibilità di farlo li cacciasse a calci nel sedere virtuali dal blog. Pertanto io mi tolgo da questo giochino, scendo da questa giostrina che alla fine permette a questi scagnozzi BERGOGLIOSI di fare passerella su quello che dovrebbe essere un BLOG CATTOLICO…..E loro cattolici non sono!!!!! E non è sufficiente non rispondergli o ignorarli, continuano a spandere luteranesimo e bergogliolatria lo stesso. Avevo anche chiesto due volte a chi dirige il blog una risposta in merito a ciò che il trollone, nella versione ROBERTO, aveva detto di me coinvolgendolo….risposta che non è arrivata…..mentre il trollone acido continua a trolleggiare, assumendo nomignoli sempre più idioti. Il messaggio è chiaro e siccome contrariamente a loro io non voglio imporre a nessuno un bel niente, tolgo il disturbo, anche considerando che ultimamente avevo già iniziato a diradare o non intervenire più e se ho ripreso è solo perché ‘qualcuno” e Tosatti sa cosa intendo, mi aveva chiesto notizie del mio silenzio. Ora vado “per altra strada” come i Magi, a cercare luoghi Autenticamente Cattolici, dove i trolls bergogliosi non possano mettersi in vetrina. Tanti saluti, auguri e SIA LODATO GESÙ CRISTO SEMPRE.

    1. @Giusy

      La presenza di interventi contrari alla visione presentata in un blog in realtà stimola la discussione nel blog stesso, aumentandone i commenti e anche le visite. Al contrario la presenza esclusiva di persone in linea con gli articoli del sito rende le discussioni spesso stucchevoli.
      Con questo ti invito a restare, Giusy, e ad offrirci le tue argomentazioni con serenità e maturità.

      1. Interventi contrari sono una cosa, le battutine idiote sarcastiche e saccenti o sermoni filo luterani sono inaccettabili quando si parla di Santa Chiesa e di Sacro. Provi gentile Lutman a mettersi nei panni di chi come me in Chiesa sta solo in ginocchio e si rivolge al SIGNORE con il VOI perché mi sono resa conto dell’ IMMENSITÀ INIMMAGINABILE a CUI mi rivolgo…..E poi arrivi qui e leggi commenti che parlano di NSGC come di un post sessantottino fumato e liberista più altre volgarità e schifezze. A questo aggiunga che il dottor Tosatti non rispondendo alle mie domande ha di fatto concordato col TROLL ROBERTO che gli chiedeva sostegno nell’affermare che io sarei “moooolto sopra le rughe”. Nulla da dire ognuno è libero di fare e pensare come meglio crede, ma io sto dove mi sento accolta e compresa e dove trovo coraggio coerenza e aiuto nel mio spinoso Cammino di Fede. Se ha piacere Lucy, si faccia dare la mia mail dal capo blog, le rispondero’ volentieri, lei mi è molto cara. Io non ho mai difeso me stessa o il mio pensiero, come il TROLL ROBERTO ALIAS afferma astioso, ho solo difeso e difendero’ fino alla morte LA SANTA CHIESA CATTOLICA come era riuscita a salvarsi fino allo sciagurato concilio VATII e fino al diabolico conclave del 2013. So di avere un caratteraccio, ma questo è perché ho imparato a dire SI SI o NO NO, a non essere ne pilatesca né politicamente corretta e a scegliere da che parte stare, con tutto ciò che questo comporta anche in solitudine…..quindi prendo semplicemente atto che questo blog non è per me. Io ho bisogno di Sacro e di Assoluto, non di lutero, bergoglio, paglia, bianchi e zerbini o BERGOGLIONi vari che non paghi di okkupare i media vogliono ora militarizzare anche i blog Cattolici. Grazie ancora a tutti.

    2. Giusy, io un consiglio glielo avevo dato, ma lei mi ha risposto che non ne aveva bisogno. Però io glielo rido’ . In quello che scrive dica quello che pensa riguardo al tema proposto dall’amico Tosatti e i troll li lasci perdere! Ci guadagnerebbe lei e anche tutti noi.

    3. @Giusy
      Fatti piuttosto un esame di coscienza. Invece di scappare con risentimento, prova a commentare il merito degli articoli, senza bollare come ‘tiepidi che verranno vomitati’ o come ‘ipocriti’ o ‘trolloni’ le persone che manifestano opinioni contrarie alle tue. E prima di lamentarti per i presunti insulti che avresti incassato, medita su quelli insulti che hai distribuito. Sono proprio comportamenti come il tuo e come quelli di coloro che per un maliteso spirito di corpo ti assicurano sostegno acritico a screditare, danneggiare e minare la buona battaglia del ritorno al Sacro e alla Tradizione. È una battaglia dura, contro avversari acuti, astuti, spregiudicati e potenti, e per combatterla non bastano passione e bellicosità. Occorrono lucidità, autocontrollo, consapevolezza, capacità di interloquire ed eventualmente, cosa impossibile a chi pensa ed agisce per mero impulso ideologico, anche mediare. Scappare e sottrarsi al confronto non serve a niente: non aiuta a crescere e non giova alla causa. Bisogna invece imparare a stare nel confronto, civilmente, saggiamente ed efficacemente, illuminati dalle tre Virtù teologali, ma anche dalle quattro Virtù cardinali. Se si capisce questo, si è già a cavallo.

      1. Iudex ergo e adriana di tiepidi raffinati è già troppo pieno il mondo e io non voglio essere complice di sta brutta storia. Ho trovato come togliermi. E ora avanti scatenatevi “anime belle “. By By By By

        1. Ti prego Giusy, non dargliela vinta, non dare loro la soddisfazione di mollare per loro merito. Lascia che gli sciacalli svolgano il loro immondo compito e tu tira dritto per le tue strade, esponendo il tuo punto di vista senza raccogliere le loro miserabili battutine del cazzo. I bergogliosi sono fatti così, sprecano il loro tempo per avere queste piccole soddisfazioni da bambini dell’asilo. Possono cambiare mille travestimenti, ma la sostanza non cambia, lasciali abbaiare alla luna come fanno gli sciacalli, lascia che godano delle loro battute deficienti per bergoglioni deficienti. Se tu non li noti si stancano subito. Neanche il cane muove la coda per niente. Ripensaci Giusy.

          1. @ Giusy
            Pare che tu non abbia capito molto di quello che ti è stato detto, dei saggi, generosi e pazienti consigli che ti sono stati dati. Chi pensa di fare il tuo bene solidarizzando con i tuoi atteggiamenti si sbaglia di grosso e si macchia di una grave responsabilità. Non c’è nessun bisogno di dare del tiepido raffinato ad adriana, a me o ad altri.

    4. @ Giusy (01.12/11:17 p.m.)
      Cara Giusy, continui a dare la Sua testimonianza e segua
      il consiglio di Don Bosco: “Laetari et benefacere e lasciar
      cantar le passere!”
      Che di passere ci sono molte dappertutto, cinguettando il loro osanna insensato al loro eroe, che di giorno in giorno
      si rivela sempre piú chiaramente come il ré nudo e l’impostore sfascia-chiesa sul Soglio di Pietro.
      Confidi nella sapienza del detto americano:”You can fool somebody some time but you cannot fool everybody every time!”
      Immaginiamoci, poi, se i Bergogliosi permettono che il blog
      di Tosatti, con milioni di lettori, sia privo dei loro cinquettii
      a difesa del Satrapo regnante! Il Dott. Tosatti saprá quando
      sará giunto il momento di ridurre la sovrapolazione di passere spadroneggianti nel suo blog e di dare sollievo a coloro che in materia di Chiesa e di Pontefice regnante la pensano come lui e vogliono informarsi e sostenersi a vicenda senza essere sottomessi ad un contradditorio
      continuo ed assillante di persone che non vogliono capire
      o confessare ció che devono giá da tempo aver capito, ma vogliono difendere una linea a tutti costi e con tutti i mezzi offerti dalla sofistica piú spudorata per partito preso o per pagamanto.
      Li ignori! Ogni tanto conceda loro uno dei suoi commenti
      salati e pepati che piacciono a molti. E se no, vada
      avanti semplicemente per la Sua strada, testimoniando
      la veritá, “opportune et importune”, come il nostro Baronio ci consiglia, con tanta acutezza e buon umore,
      di fare.

  9. Cari Confratelli,
    Vi do un’altra notizia, bella o brutta a seconda di come la si vuol leggere, riguardante il caro Padre Angelo Bellon OP, cattolico che evidentemente sa ancora scandalizzare pur essendo papista

    http://m.dagospia.com/barbara-costa-rassegno-le-mie-dimissioni-dalla-rubrica-di-sesso-un-prete-ha-preso-il-mio-posto-162112

    Non guardate le immagini perchè potreste rimanere turbati! Dico davvero e non per le donne nude (che non ci sono)

    1. Post un po’ forte. Apprezzo la rubrica di padre Angelo. Capisco che ormai si piglia in giro tutto . Ma siamo in democrazia. Il fatto dei gay e’ complesso. E non risolto appieno. Esiste una nota vaticana, non retroattiva , per cui non si accettano agli ordini sacri: coloro che hanno tendenze omosessuali..”perche’ incapaci di rapportarsi correttamente con uomini e donne”. Poi esiste la scienza ufficiale (DSM) che ha depennato (a votazione😑) l omosessualita’ dai disturbi psichiatrici. Anzi! Il gay egodistonico (cioe’ non esercitante) sarebbe “nevrotico” perche’ non si accetta; viceversa l egodistonico sarebbe normale. La mia opinione E’ CHE NON SI SANNO ANCORA LE CAUSE COMPLETE DI QUESTE TENDENZE. La nota vaticana poteva essere piu’ prudente : mettere, non si accetta chi ha tendenze gay al sacerdozio. Quel non sapersi rapportare correttamente “con uomini e donne” a mio avviso potrebbe essere calunnia e diffamazione non provata. Inoltre i tribunali laici darebbero ragione al DSM , immagino. I gay credenti sanno come devono comportarsi (castamente), gli altri potrebbero esser discriminati.

      Signora Giusy se l ho offesa mi scuso e anche se non l ho offesa (mi scuso); posso solo dirle che io non sono Roberto. 😊

      1. Confermo. Io sono Paolone o Maranathà soltanto per i paranoici, dai quali non sono disposto a lasciarmi prendere per gli stracci. Non essendo buonista, gli insulti li rispedisco ai mittenti, e con tasso d’interesse feneratorio!

        1. Roberto
          Magari non sarete le stesse persone.
          Ma e’ sempre la stessa solfa. E in molti anche non paranoici pensano che la vostra ” mission” sia quella di rompere le scatole su questo blog. I mandanti? Ah, saperlo…..

      2. @ Paolone
        Se non erro, la disposizione, della Congregazione
        per la dottrina della fede, risale al 1985.
        Non ammissibili ai seminari ed al sacerdozio non
        sarebbero poi, secondo il documento, coloro “che
        hanno [semplicemente] una tendenza omosessuale”,
        che potrebbe essere superficiale, transitoria o curabile,
        bensí coloro che hanno una inclinazione omossessuale profonda o strutturale.

        1. @ Paolone
          Sono decisamente in errore. Il documento di cui
          mi rammentavo tratta di tutt’altro, sempre in connessione con l’omosessualitá.
          Mi scuso.

    2. La ringrazio per la segnalazione. Si rimane però ancora più perplessi dal fatto che si possa coniugare il dovere di dichiarare numero e tipologia di questi peccati e contemporaneamente cercare giustificazioni all’adulterio, tanto che, tirando le conclusioni, potrebbe essere considerato peccato veniale solo l’atto consumato controvoglia e quasi con disgusto.
      Leggendo quanto lei riporta davvero risulta arduo lo sforzo di giustificare un’interpretazione aperturista di Amoris laetitia.

      1. Infatti Padre Angelo non propone interpretazioni aperturiste. Nel sito dei domenicani, oltre ad alcune risposte puntuali, può trovare una sintesi del suo pensiero su come debba essere interpretata.
        Tuttavia trovavo l’articolo interessante per altre ragioni.

  10. Concordo completamente con Stefano: a me sembra impossibile che quasi tutti qui continuino a parlare come se ci fosse ancora da meravigliarsi per ciò che fa o che dice questo Sedicente, e si straccino le vesti come se udissero una nuova bestemmia.
    Il personaggio è quello che è, e se ogni giorno si fa più impudente è perchè avrà la sua agenda da rispettare. Ciò che fa e che dice (ha ragione Stefano) disgusta, innanzitutto per il fine (distruggere la Santa Chiesa), ed anche per i mezzi che sono ipocriti e ambigui; ma ormai neanche tanto ambigui, solo disgustosi.
    Quindi, per favore, smettiamola di fare “ohhhhh!!!!” come se ci si aspettasse da lui qualche ripensamento o un’inversione di rotta. Al massimo, se proprio ci annoiamo, potremmo fare un bel toto-bergoglio, e scommettere su quale sarà la prossima mossa in vista dello scacco matto che vuole dare a Nostro Signore. Però avviso già da ora i futuri scommettitori che il Nome del Vincitore si sa già, e quindi le puntate valgono solo per le mosse intermedie.

    1. Lo scacco matto che vogliono dare alla fede cattolica (Bergoglio non e’ solo dietro di lui c’ e’ tutta una corrente modernista) e’ cambiare le parole del Canone della Santa Messa cattolica. Ma la Regina (la Madonna) dara’ lei scacco ai novatori .

      1. Questo sì che è un punto fondamentale: l’evidente progetto di alterare le formule del Canone. Sarebbe l’ultimo atto della protestantizzazione della Santa Messa. Preghiamo davvero la Vergine che impedisca questo abominio.

  11. Caro Direttore:
    Non perdere il tempo, semplicemente bisogna vedere e comprendere “i segni dei tempi”, del nostro tempo:
    Primo segno: Fare passare il male come un bene ed un diritto.
    Salmi 22: 11. 139: 13, 15, 16.
    Quello nel nostro tempo sono ogni anno quasi di 60 milioni di assassinati di non nati:
    http://infocatolica.com/?t=noticia&cod=16931
    https://www.guttmacher.org/article/2017/09/global-regional-and-subregional-classification-abortions-safety-2010-14-estimates
    “Fino a quando Signore….!”, perché fino a poco, perché con tanti milioni di non nati assassinati non rimangono già quasi piazze nel Cielo: Apocalisse 6: 10,11.
    Secondo segno:
    L’apparizione al “Fine dei Tempi” del profetizzato “Pastore stolto e falso profeta”: Zaccaria 11: 15-17 ed Apocalisse 13: 11. 19: 20. 20: 10.
    Terzo segno:
    “L’apostasia”: Luca 18: 8. 2Tessalonicesi 2: 1-12. 1Timoteo 4: 1.
    Quarto segno:
    L’apparizione del profetizzato anti-Cristo: 1Giovanni 2: 18. 2Giovanni 7. 2Tessalonicesi 2: 1-12.
    Quinto segno:
    Quello profetizzato per il Signore “Fine del Mondo” in Matteo 24 Marco 13 e Luca 21.
    E dice il Signore:
    “Chi legga, capisca” Matteo 24: 15 / / Marco 13: 14.
    “Ve l’ho detto tutto” Matteo 24: 25 / / Marco 13: 23.
    Saluti.

    1. Noi preghiamo, eccome se preghiamo! Ma non per la sua morte, sarebbe troppo crudele, bensì perché venga fuori la verità su ciò che hanno architettato e costruito intorno a lui e se ne ritorni in Argentina a pascere le vacche nella pampas. Tanto la sua morte naturale non deve essere lontana, perché sporcarsi l’anima per desiderare che muoia?😁😊😊😊🙏🙏🙏preghiere, preghiere, preghiere!

    1. Un papa che si inchina ai rohingya e non da udienza ai cardinali dà moooolto da pensare. Soprattutto a quelli che ancora credono che sia stato eletto per ispirazione dello Spirito Santo. E poi perché i giornalisti, quando parla senza leggere dicono che parla a ” braccio”? . Non sapevo ( ha detto oggi il mio amico della Val Brembana ) che quello del papa lo chiamano braccio. Al mio paese gli danno un altro nome…..

      1. L’inchino alla minoranza islamica contro cui lottano i buddisti birmani rientra negli schemi ideologici del personaggio. Non consta un’analoga sollecitudine verso i cristiani perseguitati dagli islamici in ogni parte del mondo. Questo è uno degli aspetti più vergognosi del pontificato di Bergoglio: tanta cure per gli islamici, tanta indifferenza, se non disprezzo, per i non islamici, in particolare per i cristiani, e più particolare per i cattolici, massime per i tradizionalisti.

  12. salve Dott Tosatti.io sono molto arrabbiato nel vedere questa cricca di diavoli prendere il potere in vaticano.Ma io do la colpa di tutto anche a Papa Benedetto ,doveva resistere come ha fatto San Giovannni paolo 2 .Perchè come sta andando ,non la vedo affatto bene.

  13. Ma il pseudo nocchiero Bergoglio, su quali acque intende navigare e condurre barca di Pietro? La tempesta si fa sempre più minacciosa e noi, popolo di Dio, ritrovandoci soli e abbandonati, invochiamo fiduciosi Maria Santissima, pregando e invocando misericordia e salvezza.Ma ogni giorno,ecco nuovo colpo da quasi KO, e seppur barcolanti, e in attesa del finale gong, continuiamo a sperare e pregare, perché certi che alla fine la vittoria del Signore giungerà.
    SIA LODATO GESÙ CRISTO!

    1. It is the text, already known, of the Argentine bishops on Amoris Laetitia; and the text of the letter the Pope wrote to the Argentine bishop responsible for this issue, saying that their interpretation was right, and was the only one possible. It was a private letter; and now it has been published on the Acta Apostolicae Sedis, the official account of the Vatican document, because the Pope ordered card. Pietro Paroli to do so. The other two news: a cardinal, a very important one, who supported Bergoglio during the Conclave, asked for an audience and during the audience told frankly to the Pope that they elected him to make reforms, not to wreck completely the Church. They yelled, both, and that’s why the news leaked, a loto of persons heard them.
      The third one: there are rumors that mons. Gaenswein will not be confirmed as head of the Casa Pontificia. His first term ends the 7th of december.

  14. Al di la` dei metodi disgustosi che Bergoglio usa per portare avanti PREPOTENTEMENTE il suo programma mefistofelico io chiedo :” ma perche` vescovi e cardinali dovrebbero far propria una es.apostolica scritta per tre quarti dal suo amatissimo collaboratore Victor Manuel Fernandez promosso ( e ti pareva)) rettore dell’Universita` cattolica di Buenos Aires e sutore di un libro sul bacio ?
    Sandro Magister lo ha documentato alla perfezione nel suo blog ; c’e` un copia-incolla vergognoso tra il testo del Fernandez del 2005 e l’Amoris Laetitia.
    Ma chi mai puo` rappresentare costui? A che punto e` ridotta la nostra povera chiesa !!! Termino con una citazione del mio amatissimo Papa Benedetto :” La chiesa non ha bisogno di riformatoti ma di santi “.

    1. “La chiesa non ha bisogno di riformatori, ma di santi”. Verissimo. I riformatori finiscono solo per far danni: pensiamo al Novus Ordo, frutto delle elucubrazioni congetturali di un manipolo di riformatori, che santi non erano (mentre allo sviluppo del Vetus Ordo i santi – dai primi apostoli ai santi medievali a quelli controriformisti – hanno contribuito eccome!).

  15. Vi stupisce l’ambiguità di bergoglio nel far pubblicare sull’organo ufficiale della Sede Apostolica una equivoca lettera privata ai presuli argentini? A me no: mi disgusta. E’ l’espressione limpida di un magistero contorto, liquido, fatto di palesi contraddizioni, di un oscuro personaggio che afferma falsamente di non voler mutare la Dottrina e poi la devasta con parole imbarazzanti, ad alta e bassa quota, con le amicizie con atei anticattolici come scalfari, con l’esaltazione di assassini amorali come pannella e bonino, con la rimozione di cardinali ortodossi e la promozione di viscidi ed eterodossi vescovi alla paglia e galantino. Per tacere dei famosi silenzi su Dubia e Correctio filialis. Un modo di fare gesuitico, nel suo peggior significato, e luciferino…
    Vieni Signore Gesù, liberaci da questo chierico indegno e pestilenziale, donaci un vero e degno Sommo Pontefice, abbi pietà del tuo popolo perseguitato, confuso ed umiliato!

  16. Ancora questo è poi basta.

    Un cardinale di grande rinomanza, ex diplomatico, e con un curriculum importante alla guida di Congregazioni e uffici di rilievo in Segreteria di Stato, avrebbe rimproverato al papa la sua azione, dicendogli in buona sostanza: Ti abbiamo eletto per fare le riforme, non per sfasciare tutto.

    Infatti, un conto è riformare ( snellire, secondo me) le strutture e ben altro è riformare la dottrina. Forse SS. questo non l’ha ben chiaro in testa.

    1. Al contrario, gli è molto chiaro quello che vuole fare, e cioè distruggere pezzo per pezzo tutto ciò che è consolidato nella struttura e nell’insegnamento della Chiesa! È il progetto di devolution che si sono prefissati lui, kasper, e quei cardinali che bivaccano attorno a lui! Lui nel caos e nella confusione ci sguazza. Dunque cosa vogliamo sperare da questo filantropo di se stesso? Lui è come la strega di Biancaneve, il suo prossimo è l’immagine di se stesso!

    2. ” cardinale di grande rinomanza, ex diplomatico, e con un curriculum importante alla guida di Congregazioni e uffici di rilievo in Segreteria di Stato”?
      Per caso codesto porporato ha un nome da precursore e un cognome regale?

      1. Stai pensando a quel cardinale originario della Valle Camonica che da monsignore fu segretario di Giovanni Paolo II ? Se è lui certo la schiettezza e la grinta per dire certe cose non gli mancano.

  17. Nulla di nuovo. Questo sistema di espellere chi non era d’accordo con la linea di partito, o non d’accordo col centralismo democratico, lo conoscevo dall’epoca in cui ero nel PCI.
    Un conto è la linea politico ideologica di un partito. Un altro è non essere d’accordo con Cristo e i suoi Vangeli, Atti e San Paolo.
    I fondamenti di una religione non si cambiano. In Scientology tutti gli atti, soprattutto tecnologici, sono scritti. E guai a cambiarli, o fornirli in modo approssimativo. Tali applicazioni eretiche vengono considerate “”alti crimini”… O rispetti le leggi scritte, o sei espulso da Scientology.
    Ho l’impressione che il Papa stia commettendo “alti crimini” verso ciò che è scritto a fondamento della Chiesa, mandando in confusione i fedeli. Che sia un comunista occulto?
    Costoro si possono permettere tutto in quanto parte del clero e la maggioranza dei fedeli non conoscono le sacre scritture e il Catechismo, come cause ed effetti. . Ove sono contenute le formule (la tecnologia) dei Sacramenti. I quali, non rispettati, non funzionano, o non danno i frutti spirituali connessi. Incontro persone che conoscono i Sacramenti così come sono scritti e contestano apertamente il Papa. Ma sono voci che gridano nel deserto.

  18. Che qualche cardinale si svegli e dica quel che pensa non mi sembra male. Ma il tupamaro di non ascolterà, questo è poco ma sicuro. Non ascolterebbe neppure se andassero in 120 a dirgli la stessa cosa. Non vedeva l’ora di essere vestito di bianco per dare dei coprofagi ai membri del suo popolo, dello scemo a nostro Signore e di chiedere scusa (per cosa?) a dei musulmani birmani a cui nessun cristiano ha mai torto un capello … figuriamoci se rinuncia al suo lungo quarto d’ora di celebrità…

  19. Amico Tosatti, se le va , anche oggi le offro la mia testimonianza.

    Poiché il suo articolo, ancora una volta, richiama la Amoris Laetitia le scrivo quanto ricordo ( non c’erano ancora i registratori) delle parole dette da una donna del “popolo” che veniva criticata dai benpensanti perché , secondo loro , aveva messo al mondo troppi figli per le sue condizioni.

    ” A me, quando mi sono sposata, don ( seguiva il nome) mi ha detto: – fate l’amore, fatelo, quanto volete, e non preoccupatevi per le conseguenze; lasciate che i figli sia Dio a contarli, perché Dio vede e Dio provvede, ed ogni bambino nasce col suo cestino! ( sic) “.

    A qualcuno verrà da sorridere, pensando :- quanta ingenuità!-

    A me invece viene il dubbio che si trattasse di altissima teologia dell’amore e di un inno stupendo alla divina provvidenza.

    Sono passati meno di cento anni, ma di mezzo c’è un abisso…..

    Buon pomeriggio e buon lavoro!

  20. Grande tristezza e grande amarezza questo è quello che provo, per il metodo usato da Papa Francesco se mi sentisse al Cardinal Muller e ai tanti Cardinali che si credono prudenti , direi che la prima ed evidente discontinuità con il Magistero della Chiesa e il Vangelo fino ad ora annunciato è l’ambiguità del metodo stesso che Il Papa usa.
    Nella certezza che la S. Chiesa è nelle mani forti di Cristo e della Madre di Dio e Madre nostra, senza farmi abbagliare dai ” successi planetari” che grandissima parte della stampa attribuisce al Vescono di Roma, Tosatti la saluto e la ringrazio per il suo lavoro.

  21. Un “magistero espresso comunque in forme oblique e ambigue” … “altrimenti questi sai che casino ti combinano”…

    Non è evidentemente solo questione di merito, sul quale anche da posizioni lontane ci si può sempre affrontare lealmente, ma è proprio questione di un procedere che è al tempo stesso subdolo e cialtronesco, offensivo per l’intelligenza media (e forse anche medio-bassa), irritante a livello epidermico.

    Lo dico contenendo i toni: questi vanno cacciati fuori a pedate e uova marce.

    1. E per il giorno in cui ciò che ti auguri avverrà, il Signore ci ha già preparato la preghiera di ringraziamento. Leggi:

      Sia benedetto il Signore,
      che non ci ha lasciati,
      in preda ai loro denti.
      [7]Noi siamo stati liberati come un uccello
      dal laccio dei cacciatori:
      il laccio si è spezzato
      e noi siamo scampati.

      [8]Il nostro aiuto è nel nome del Signore
      che ha fatto cielo e terra.

      ( Salmo 123(124) 6-8 )

  22. Il cardinal Parolin, lo stesso che, secondo indiscrezioni di mesi fa, avrebbero voluto eleggere in caso di dimissioni di Bergoglio? E già c’era chi lo salutava come il salvatore della patria.
    Per tacere dell’altro porporato che si accorge ora che sta(nno) sfasciando tutto. Meglio tardi che mai: bentornato Eminenza, com’era il tempo su Marte in questi quattro anni?

    O arriva un’epidemia di peste nera nel corso del prossimo Conclave, oppure, visti i nostri commoventi Principi della Chiesa, ci aspetta un altro Bergoglio, ma a livello Super Sayan. O Satan, a seconda di come lo si voglia leggere.

    1. Tanto per non sperare nell’epidemia di peste nera, come in effetti sono tentata di fare, mi chiedo: la prima sede non è giudicata da nessuno. quand’anche arrivasse/venisse resa pubblica la famosa correzione formale temo sarebbe ignorata come tanti altri serissimi appelli. Qui non ci sono soluzioni praticabili. O si dimostra la nullità dell’elezione (visto che evidentemente questo signore non è cattolico – come buona parte dei suoi elettori – ergo era ineliggibile) oppure ci troveremo tutti nel paradosso d’essere scismatici perché cattolici. Vojo morì.

      1. Non puo pensare che si tratti di una prova alla quale il Signore sottopone la Chiesa per il male che c’e’ in essa e nel mondo e dalla quale uscirà purificata? Invece di farsi venire cattivi pensieri, preghi e si domandi se ha fatto abbastanza, soprattutto in rapporto a quanto ha ricevuto. Naturalmente ognuno di noi deve porsi la stessa domanda.

      2. La prima sede non è giudicata da nessuno quando agisce sulla base del deposito della fede. Ma la prima sede non ha la facoltà di inventarsi le dottrine o cambiare il deposito della fede.
        Il Concilio Vaticano I, che molti ritengono erroneamente che abbia dato al papa un potere asssoluto sulla chiesa, in realtà ne definisce i limiti:
        “Lo Spirito Santo infatti, non è stato promesso ai successori di Pietro per rivelare, con la sua ispirazione, una nuova dottrina, ma per custodire con scrupolo e per far conoscere con fedeltà, con la sua assistenza, la rivelazione trasmessa dagli Apostoli, cioè il deposito della fede.” (Costituzione dogmatica sul primato papale “Pastor Aeternus”)
        Se a Bergoglio, come dice lui stesso, un dio sorprendente suggerisce sempre nuove idee, i cristiani semplicemente non sono tenuti a seguirlo. Il ministero di Pietro non crea dottrine, ma custodisce ciò che è stato trasmesso e ne conferma i fedeli.

        1. Una domanda: se il Papa domani volesse scrivere ‘una delle sue, arricchendola con le formule solenni dell’infallibilità, secondo te ci riuscirebbe o no?

          1. @ lo spettro di QC
            Se contraddicesse una verità già infallibilmente definita, tale atto non avrebbe alcun valore, anzi renderebbe manifesta la sua eresia, caro spettro. Dio non si contraddice e non sopporta contraddizioni. O vorrebbe forse insinuare che se, per ipotesi, un papa venisse ad insegnarci, con atto avente pseudoforma solenne di infallibilità, che Cristo non è vero Dio o che la Madonna non è Immacolata, questo sarebbe un atto valido a cui dovremmo sottostare ed uniformarci in quanto cattolici?
            ASSURDO! Vai a studiare o a pettinare le bambole, che fai cosa più utile a te e al prossimo…

        2. Certo Ecclesia hai pienamente ragione, quello che dico è che non c’è una procedura giuridica che legittimi gli eventuali oppositori.

          Sabino la ringrazio per la sua osservazione e fraterna correzione. Lascio stare internet e prego di più.

  23. BASTA DESTAPAR LA OLLA PARA VER LO QUE ESTAS COCINANDO !!!
    Non esiste paravento sufficientemente grande dietro cui possa nascondersi la tragica farsa che si sta svolgendo in Vaticano. Il male è che lo QUE SUA SANTIDAD ESTA’ COCINANDO sono le anime dei fedeli.

  24. Invece io sono contento che sia stata messa tra gli allegati una porcheria del genere.
    Scripta manent e in virtù di questo scempio pubblico e pubblicato, ora i Dubia e tutte le correzioni hanno il loro ulteriore fondamento . Semmai ne avessero bisogno.
    Ora la correzione può essere formalizzata per Scandalo evidente.
    In merito alla posizione di Monsignor Georg, al di là dei ruolismi e dei tatticismi, privare Benedetto XVI di un suo fedelissimo compagno di martirio sarebbe la prova della infinita Misericordia Spirituale e pure corporale di Pietro bis.
    Al quale ho da dire solo una cosa.. .al Pietro Bis: “tu quoque?”
    Francamente credo che Pietro Bis lavori e faccia di tutto per promuovere uno scisma dando la colpa ai correttori.
    Non c’è più nulla che non tenti di dividere. Separare. Non è proprio l’attività principale dello Spirito di Dio.

    1. Se la correzione sarà formalizzata per scandalo evidente, allora forse a suggerire la pubblicazione dev’essere stata una vocina… gesuitica (nel senso positivo del termine hehehe)

  25. andrebbe punito il cardinale…. non l’Augusto Sovrano. Mi scusi il Signore se chiedo nelle mie preghiere di punire quei 120 imbecilli. Riforme si…. ma non minchiate

    1. Caro Giuseppe,
      credo che Tosatti utilizzi delle fonti come tutti i giornalisti e, dalla mia esperienza, mi sembra che siano persone serie.
      Mi meraviglia di più il clima cortigiano di spie, delatori e favorite (chissà perché mi piace lasciarlo al femminile) che circonda il papa e che viene alimentato da lui stesso.
      Non credi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *